03MAR2012
manifestazioni

Contro il governo delle banche

MANIFESTAZIONE | Roma - 18:11. Durata: 1 ora 1 min

Player
Registrazione video della manifestazione "Contro il governo delle banche", registrato a Roma sabato 3 marzo 2012 alle 18:11.

L'evento è stato organizzato da La Destra.

Sono intervenuti: Francesco Storace (segretario nazionale, La Destra), Dario Rossin (consigliere del Comune di Roma, La Destra).

Tra gli argomenti discussi: Alemanno, Alleanza Nazionale, Amministrative, Amnistia, Banca D'italia, Banche, Carcere, Centro, Comuni, Destra, Elezioni, Fini, Governo, Italia, La Destra, Legge Elettorale, Monti, Msi, Politica, Primarie, Riforme, Roma, Scandali, Stato, Storia, Ue, Voto.

La registrazione
video di questa manifestazione ha una durata di 1 ora e 1 minuto.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

18:11

Organizzatori

La Destra

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Signori buonasera oppure con altre realtà e vorrei che vi lavoravano kilowatt
In un mondo più
Non ci vuole
Il mio frantoi
Avvenimenti
Ora
è chiaro ordinario
Avevano
A
Cioè
Feroce
Finanziaria
Rimanevano Andrea ad
Silente
Attaccato la Sicilia e Sardegna
Questi
Gesua
Rendendo
Vorrei fare
Passiamo alle
La ringrazio
Probabilmente grazie
Ammazziamo
Mentre
Ebbene
Se
Senza
Prego
La sensazione
Diciamo
Azioni
Baldassarre valutabili verbalizzato
Accentuata
Onorevole Sanza aumentate
Un
Ciascuno un futuro
Verso
Strumenti una
Lordo non
Essere
Raggiungere
Rimangono attraverso i comuni
Sotto veramente
Deluso
Se richiedono
Delinquono
Vorrei
Dobbiamo
Nel due
Vasco
Rossi senza
Lo sanno
Uccidevano
Mio accanto
Il
Loro
Lanciato ha svolto
Oggi
Seriamente
Mi scuso
Gas
Allora
Poco l'assoluta
Tutti i sondaggi
Sorretto da
Essa
Sia
Chissà
Essa
Esaminiamo le
Eccetera
Viene
Sensazione
Già
Nella
Grazie soltanto
Milioni
Questo
La
Grazie
Si
Sì lo
Per il mondo
Indirizzo
Sul
Sul
Suo
Alcuna presenza guiderà abbiamo
Non è vera
Allora
Do il benvenuto come segretario romano tutti i militanti italiani dinanzi ai finanzieri queste cinque regioni
Diego intendiamo
Grazie anche alle forze dell'ordine hanno contribuito
Ma non c'è stato un bisogno mancano dimostrano
Ancora grande
Convenzione
Un comportamento
Aggiuntivo
Allora
Guardando il fiume in piena riservandosi
Quantomeno agente né di destra
Quando gli anni che non si vedevano i tricolore su Roma
E allora è un orgoglio ammirare
Questi stamane
Buongiorno infestanti
Mantenere legate
Allora ad oggi non potranno più far finta di non vedere nascere
Oggi stabiliamo di diritto
Qualora
Manuela importante nel Paese
Restituiamo dignità e gli italiani
All'Italia creare a destra
Mentre nelle un rifinanziamento
Doveroso
Al nostro Segretario nazionale Francesco Storace
Che ha intuito il momento storico che stiamo vivendo e ha deciso questo grande corteo tricolore un ringraziamento a Roberto Buonasorte
E alla sua organizzazione
Al Presidente Bontempo a tutti i quadri del partito
I militante di tutta Italia che da questa nota che è in viaggio sono arrivati a Roma per la passione l'impegno
Dimostrato
E per aver potuto raggiungere questo meraviglioso risultato
Guardate io penso che il primo vero grande applauso e siamo tutti d'accordo da questo palco lo dovete fare a voi da qui si vedevano lo vedete
Sieda una marea di persone siete belli
Gara
Care Assunta Almirante
Io penso che da oltre vent'anni dai tempi del compianto Giorgio Almirante
Che la destra italiana non si ritrovava meno una manifestazione o AGEA riga come quella di oggi
E non medico
Non nego Francesco un'emozione ho difficoltà a parlare
Perché veramente è stupendo
E non potranno fare a meno di vederci e i giornali le televisioni presenti non potranno fare a meno di dire che è oggi venti mila persone hanno pareggiato durò ma
Oggi
Abbiamo voluto invadere Roma dei nostri slogan
Perché tutti noi ci sentiamo con meno diritti di ieri
Tutti noi siamo stati derubati della nostra libertà di scelta
Chi oggi non è qui con noi a manifestare
Non avrà poi il diritto di lamentarsi quando l'uomo non può scegliere cessa di essere onorato
Ci hanno imposto a un Governo senza consultare il popolo
Cianci stadio mando in testa una valanga di tasse
Questo col falso mito dei loro OPA ma questo Europa da noi cosa vuole questo Europa che mette in discussione il crocefisso
In nome di chi poi veramente nel disastrosi
Lei vero delicati
Dello spread
Jole euro che già impoverito tutti
Quante persone tra voi oggi sono senza lavoro mettere mano per il proprio per il futuro dei loro figli per colpa di questa Europa
Germania e Francia siano sovrani in casa loro i sovrani dell'Italia sono Azzaro agli italiani
Siamo noi però permettiamo di infangare chi ha costruito la nostra patria
Dico al sangue si è battuto per la libertà per l'indipendenza del nostro Paese giovani uomini donne che hanno creduto nell'Italia
Noi siamo il popolo dei giovani caduti a Nassiriya noi siamo dei giovani di Fabrizio Quattrocchi che non ho avuto paura di pronta la morte noi siamo il popolo ad ed è il quarto
Berlenda liste Altedo
Siamo il popolo chiama le divise e rispetta le forze dell'ordine permettetemi da questo palco di lanciare un appello
Liberate i nostri Maroni in India liberata i nostri soldati
Cioè il tricolore quel tricolore che sventola alto fardello sventolare ancora di più perché vogliamo ricordare all'inquilino del Colle
L'inquilino del Quirinale che noi tutti paghiamo che dovrebbe essere rappresentante di tutti e non solo di una parte
Se tutta questa gente qui oggi è perché si sente rappresentata
Non più da un Governo
Che mette i numeri davanti alle persone noi non siamo numeri
Cui oggi sono pensionati precari cassaintegrati casalinghe giovani professionisti c'è un popolo che si è stancata rialza la testa questa sera grazie alla destra presidente a noi tutti il tempo degli OLO ripete presto sarà finito
Ma davvero pretendete che il popolo stia zitto quando parlate di articolo diciotto
Di peso diverso della laurea di liberalizzazioni di amnistia
Amnistia ma come siamo ove la certezza della pena e ora proponente l'amnistia semmai costruiamo nuove carceri e mandiamo a scontare le condanne agli stranieri nei loro Paesi
Oggi
Ho sentito slogan e striscioni sfido chiunque a trovare un popolo che come voi parla di signora job bancario di sovranità monetaria politica di padre di ideali
Signori delle banche del Governo
Che poi è la stessa cosa ne abbiamo scoperto
Il futuro di Ras dibatteremo di certo dei combatteremo
Noi non siamo il Parlamento e quindi facciamo un appello alle forze di centro destra abbiate la forza il coraggio
Deve staccare la spina fa decadere questo Governo e indegno e indecoroso quando si sfida il popolo ridateci la democrazia
Oggi cui Francesco e mi avvio alla conclusione siamo la locomotiva del cambiamento mentre tutto il treno il fiume di persone attraversava a Roma
I vagoni di questo perdi questo treno come abbiamo visto sono aperta a tutti a tutte le persone che ogni oggi hanno voluto aderire a questa grande bellissima manifestazione
Lo legga cosa
Non è aperto a chi ormai non è riconosciuto nei come leader di destra nei come leader di Sinistra ma solo uno che tiene alla propria poltrona di Presidente della Camera che espleta spartirsi il patrimonio
Di Alleanza Nazionale
Etere casali Walter carro
Il nostro è un treno chiuso ai traditori
Veri no può risalire
è un breve cenno a Roma a questa splendida città che ci accoglie
Dove abbiamo deciso Francesco di bloccare
E di combattere questo Governo così come fece Leonida CONI per anziani alle Termopili questa città amici militanti
Merita un Sindaco che è di destra lo sia veramente una persona di parola e non uno che si fa bello della nostra storia
Parla di Almirante ci chiede di entrare in maggioranza poi rinnega quel nome e offende a un'intera comunità
Offrendo in cambio qualche poltrona noi non siamo in vendita la destra non si compra
Mi rivolgo a Donna Assunta
Non credo di pronunciare non credo di sbagliare se dico che siamo rimasti solamente noi
A poter pronunciare il nome di Giorgio Almirante e con dignità è il titolo
E quindi
Saremo
Saremo onorati invece di vedere sul Campidoglio la
Francesco Storace
Oggi siamo qui per testimoniare Francesco questa convinzione
La capitale merita un sindaco come ente così la pensano le centinaia di persone che hanno aderito alla pagina baseball Storace Sindaco a coloro che in piazza e nelle vie lo hanno detto urlando
Adesioni che ti consegno simbolicamente caro Francesco forse sicuramente Roma sarà degna con un sindaco come te e avremo una strada intitolata a Giorgio Almirante
Oggi Gwen dialisi
Ci siamo ripresi le piazze le strade abbiamo marciato su Roma abbiamo onorato il nostro Tricolore do domani mangeremo sul Campidoglio sul Parlamento aveva il tricolore viva l'Italia devono a destra la vittoria
Ora Francesco Storace e la nostra bandiera perlomeno per quale dotino iniziano a cui Francesco Storace
Cari
Cari militanti
Giunti da ogni parte d'Italia
Cari giovani
Di gioventù italiana
Cari cittadini
Con grande emozione
Che prendo la parola
Immaginando di poter rappresentare tutto questo nostro partito
La Presidente
Teodoro Buontempo I nostri segretari regionali
Ai nostri
Dirigenti di vertice e di base
Per dire
A tutti voi
E a tutta Italia
Nonostante quella neve agli aumenti selvaggi man mano
Oggi siamo una valanga
Nonostante Bruno Vespa nonostante a Giovanni Floris nonostante
L'Agensud dati il Vera Gemma
La destra non è finita crollati al squadra teso a promuovere il
Sì siamo ancora
Sia autorizzati
Grazie
Chi ha permesso ideato costruito
Una perfetta organizzazione
Delle avendo odierno
Dieci mila chilometri
In venti giorni per ritardi la carica grazie
Roberto Buonasorte
Grazie
A tutti coloro i quali
Hanno collaborato
Lo dico
Oltre che al Presidente
A Livio Proietti a Nello Musumeci alla prima notizia a Vittorio Messa Gabriele limito ai dirigenti del nostro ufficio politico
E poi lo voglio dire
Spero di non aver scordato nessun ufficio politico
No perché se lo sono meritato
E voi voglio dire grazie
A Dario
A Dario Rossi il segretario
Della Federazione di Roma Roma ha risposto
Avevamo chiesto
Questa città di scendere in piazza
Nonostante questa mattina
Cosa stava disturbata dei titoli dei giornali
Si immaginavano dissanguati tensioni
Perché c'era un po'
Non li voglio definire aggettivare oggi è la giornata di festa
C'erano
Quelle che vanno a sfasciare vetrine
Chi ha fatto tutto il corteo ha visto i commercianti che applaudivano sorridevano ai nostri giovani
Ecco
Roberto Dario tutti voglio dire
Che ne è valsa la pena di usare questa sfida
Abbiamo portato in piazza
So già che cosa scriveranno domani perché se ne frega
Siamo quelli che si vantano di rivendicare tutta intera la storia di una reazione Presidente Napolitano
Siamo quelli che custodiscono la riforma della scuola di Gentile
Siamo quelli che a Milano la grandezza delle opere urbanistiche dal quarantadue
Siamo quelli che insegna da giovani a studiare all'altro articolo avanza ripudiare indolente vecchietti alzando al Governo
Siamo a quelli
Che nel centocinquantesimo della patria non mettono tra parentesi vent'anni di storia nazionale
Siamo gli unici a poter dare solidarietà
Al nostro popolo e a quanti fanno il loro dovere
Partire da quel carabiniere
Sbeffeggiato sull'autostrada
Dai cosiddetti nota
A partire
Dare quei due Madaro prigionieri rinvia
Io comunque batte un cuore italiano noi siamo allegri e per questo siamo felici di aver ritrovato in vita rosse nel lavoro e restituita i suoi familiari
Perché vedete
A differenza del Presidente mondi amiamo Roma
Per l'Italia
Non amiamo Born Bruxelles e la Germania
Grazie a tutti dunque
Grazie alla destra
Di tutte le città
E di tutte e di questa città
Che accoglie con amore con affetto e amicizia passione
Militante giunti da ogni parte d'Italia a bordo di centinaia di Paul ma io lo voglio dire
A chi è venuto da Catania che vola Sondrio dal Piemonte dalla Calabria da tutta Italia grazie davvero
Per il sacrificio
Ecco io vi siete sottoposti
Catania e Palermo
Fino a ieri traghetto tricolore hanno fatto la gara
Grazie a tutti e quindi
E grazie
Per il viaggio che avete fatto perché fra poco tornerete a casa rifarebbe
Avendo nel cuore la gioia di esserci stati
Fra qualche tempo racconteremo di questa piazza
Lo potremo dire a tutti io osceno e in quella manifestazione in cui la destra Riley alcune prima al tempo
Lui non a caso
Ricominciamo da questa città
Non a caso sotto quel collegio
Come anche
Pierluigi Fioretti si è unito alla nostra battaglia
E ne siamo fieri orgogliosi
Sapete chi rappresentiamo
Lo voglio dire dov'è Susy
Alle mie spalle vicino dall'assunta
Cioè Susy De Martini
è una donna fantastica
Una fantastica donna di Genova
Che è come un cittadino comune
Ha vissuto il disorientamento della politica
E si è scritta per la prima volta un partito un minuto dopo aver accettato la nostra proposta
Di candidarsi a Sindaco di Genova Susi militante tra i militanti senza aver mai fatto la nostra politica si offre in quella grande campagna in una città dove di una persona
Che mi scrisse il giorno dopo aver presentato la sua candidatura permettetemi di leggere questo bel messaggio
Ricevuto ovviamente su Facebook
Gentile onorevole
Descrivo solo per dirle
Che ieri saremmo voluti venire a Genova per ascoltarla
E magari porle qualche domanda ma ci ascolti bene
Non avevamo sei Euro
Per i biglietti dell'autobus non siamo stranieri
Mio marito lavora
Ma non viene pagato
Non andiamo dall'assistente sociale
Ne chiediamo la casa popolare
Cosa del resto inutile
Visto che a Genova la danno solo ai rom e i marocchini possibilmente clandestini o eroi della primavera araba
Sussidi
Non solo a Genova
Questo per farle sentire
Il buon uso del Paese
Quello vero che non chiede
Ma lotta non solo con orgoglio
Ma questo non basta
Ottenuto i soldi per comprare oggi il mangiare per IMI animali perché sono meglio loro di tanti uomini vestiti da politici
Mi dispiace dando
Do la per la potuto conoscere anche a me dispiace
Non dispiace mondi che di questa gente se ne frega
Non dispiace alla politica
Che insulta ogni giorno le persone che stanno peggio ecco
Perché era importante questa manifestazione
Perché abbiamo ora durato tanta gente che vuole dare una risposta a questa signora
Tanta gente di destra
Che non vuole essere più sola
E vorrei che se ne rendessero conto
Quanti seguirono Gianfranco Fini nella sciagurata corsa al partito unico
Non fate finire male quella storia
Voglio dire a quella gente che ha militato Corno a voi nella testa la politica italiana
La casa di Montecarlo i patrimoni dei partiti tutto maestosi falsi che o
Non fate fare file
A qualche arrestati averne
La filiera della Margherita di Rutelli
Pubblicati on line entrate e uscite siate trasparente
Entità del tutto alla povera gente
Voglio dire
Per un minuto
A queste persone
A quella comunità
Separata da noi
Di guardare al futuro
Il centrodestra o di domani
Chi sarà a rappresentarlo
Si parla di Alfano
E Casini persino di Maroni da una sonda non c'è un solo luogo
Candidato a rappresentare la leadership dal centrodestra che venga dalla storia gloriosa dal Movimento Sociale Italiano da Alleanza Nazionale
Cioè l'attuale divisione
Chiesti appalterà tuberi al dottor Roberto dall'autorità
Adesso
Questa gente
Vorrebbe dar vita alla legge salva casta
La legge elettorale
Per strangolare
Ciascuno di noi ma siamo troppi e non ce la faranno mai a strangolare ICI
E allora vedete anche lo vogliamo la riforma della legge elettorale
Per scrivere due righe non di più la prima
Dati al popolo sovrano
Il diritto di scegliere il deputato e senatore
Due
Basta con i ragazzi dell'ottantatré
Quelli che da trent'anni stanno in Parlamento e non avevo fatto nulla per la nostra patria pieni casi Roda è l'impresa
D'Alema Veltroni Barzani andati anche a casa si vuol far qualificati anche ai tagli lineari
A portare dovunque
Anche a Grole primaria
Le vogliamo queste primarie
Siano di coalizione
E allora tutti ci metteremmo in discussione
Annaspate ovunque nel sostegno a questo Governo
Io lo voglio dire
Permettetemi di chiederli di rispettare questo sentimento di amicizia che no
Lo voglio dire anche
A Silvio Berlusconi
Voglio dire esilio
Che in questa
Questa pagina
Non la vostra attuale nessuno la pagina leggendo ad alta di questo Paese
è maggioritario del popolo italiano non ha il diritto di snobbano nemmeno dunque dal siamo pronti a ricominciare
La vogliamo chiarezza
Cominciare anche e non solo dalla legge elettorale perché non siamo l'abbiamo dimostrato alla ricerca di poltrone
Ma anche a dalle prossime amministrative
Ho citato se usi
Perché state annaspando a Genova
Cercate candidati egli rifiuta no ce l'avete a portata di mano
E se non capita tutto questo in ogni amministrazione locale
I nostri quadri dirigenti sono legittimati a sostenere i candidati a prescindere da una coalizione
A una condizione
Che ci siano mai assessore aperti perde
Guai
Cioè non si ha un vincolo di coalizione a pensare di poter superare i diritti dei cittadini a sovrastante
Non ci potete nemmeno dire pensate un po'
Ma se andate da soli fate vincere la sinistra non lo potete dire perché la sinistra l'avete portata al Governo dell'Italia senza passare per le elezioni
Cosa diciamo a Berlusconi riprendo
Quello che ha detto prima Dario
Stacca la spina a questo Governo
Fa evitare la parola al popolo non far governare quelli cado salutato le tue dimissioni cantando Bella Ciao sotto casa tua
Noi questo popolo non si rassegna
Non si rassegna a vedere la sinistra governare
E vuole ancora combattere
Non ci siamo al governo delle banche e della finanza mondiale
La sovranità popolare
E calpestata noi invochiamo non distrugge e del centrodestra
Perché se preferite Bersani annoia Bossi Bersani governerà per altri vent'anni
Il PdL voglio dire ancora una parola
Sulla città su Roma
Oggi
è il compleanno del Sindaco
Noi
Dobbiamo fare gli auguri
Al Sindaco
Favore
Di una bellissima carriera politica nazionale
Ma lascia in pace e Roma norme possiamo avvio
Una volta possiamo più
Lo leggiamo
Anche per quello che è successo
Nelle scorse settimane ci abbiamo creduto
Abbiamo sentito avvertito sincerità
Quando eravamo stati convocati dal Sindaco
C'è la vicenda delle quote rosa perché sapete voi o l'ha fatto come deciso Regione
Lui le donne le considerava un orpello
Va detto va bene adesso si segnava questa questione danni una donna
Domanda che dobbiamo entrare nella tua Giunta non c'è nulla che ci possa legare a questa Amministrazione non abbiamo parenti tuoi
Ebbene
Roba ci abbiamo pensato
Abbiamo detto senti Sindaco
Buona riconciliarsi con la nostra storia non sia stato capace di dedicare una strada quell'uomo
Perché dice mi chiedo e avere il consenso della sinistra cioè di quelli che lo hanno odiato allora vi diciamo una cosa per la guardia veri consenso solo nostro
Vuoi portare a nome della destra italiana la realtà romana e l'amministrazione
Di nuovo il nome di Giorgio Almirante nella Giunta
Sapere come finirà
Non è che ha detto di no
Ha telefonato Giuliana non è un segreto perché non svelato lei
Egli attento sente dieci
Ebbene sì
Del consigliere d'amministrazione di una municipalizzata la figlia di Almirante ti devi vergognare di pensare di comprare la famiglia limitante
Allora
C'è una sola cosa da fare
Lo dico al Popolo della Libertà
Noi vogliamo l'alleanza di centrodestra
Ma dovete cambiare il candidato Sindaco del centrodestra a meno abbienti non si chieda per la prima volta il seriamente praticamente scusate alla famiglia Almirante
Perché altrimenti
Significa che abbiamo giocato in questi anni elogi sentimenti non giochiamo sui nostri valori
Su quello che abbiamo costruito in decenni di politica
Non c'era nessun motivo per entrare
Vedete
Con i colleghi che stanno in Consiglio comunale
Potremmo raccontare storie di trasporto pubblico di urbanistica
Potremmo raccontare storie i servizi sociali
Noi chiedevamo nulla di particolare
Che dà lavoro svolta anche programmatici in fondo cosa dicevamo Teodoro
Abbiamo fatto la Regione fato ma anche di citare le case comunali quel mondo sociale
Per fare entrare in proprietà la povera gente penalmente
E invece no lo si poteva questo non si potevano strana non si poteva nemmeno dire
Cambiamo il Welfare romano cominciamo a dire agli italiani che nelle case popolari degli asili nido della scuole materne tenderanno a loro prima degli stranieri tengano questa città
E invece no
Allora
Io non so
Lo senza sarò candidato sindaco della città
So che noi
Dobbiamo far di tutto per fare un'alleanza
Per evitare che venga la sinistra
Il candidato non può essere
Chi è uguale al candidato dalla sinistra
Quindi ci vuole una novità e in questa città
Certo che erano e non ci tireremo indietro non abbiamo tempo ottobre diamo tempo di discutere ora c'è questa stagione politica vediamo quello che succede
E poi si facciano le primarie anche a Roma ma se da ottobre non vi siete ancora decisi ci dovete correre appresso perché andremo in ogni quartiere di questa città
Avevo promesso riparlare sessanta secondi di Alemanno non parla di centoventi
Voglio
Dire ancora una cosa
Io credo
Che il centrodestra si debba porre il problema
Di modificare la sua politica
Siamo ormai di fronte a un'alleanza che si distrugge da sola
Ecco cima anche anche
Che nel sostenere il governo tecnico ci si faccia balenare l'ipotesi che si debba continuare a cura nei prossimi anni col Governo tecnico
Non potete cambiare l'Italia senza chiedere il consenso agli italiani
Ho sentito parlare anch'io di amnistia
Presidente Monti dica i suoi Ministri che i delinquenti devono stare in galera
Ciò abbiano sull'immigrazione
Ma gli italiani sono stufi di essere trattati da ospiti in casa nostra
Guardate che il Paese
Dove si punisce persino un diplomatico il console Vattani per aver cantato una canzone è un magistrato come Ingroia va a fare i comizi al partito di Diliberto
Questa Italia
Non ci piace
Io vorrei chiedere al Presidente della Repubblica che razza di governo tecnico vale
Certo
Possiamo avere l'orgoglio di dire che il Governo che smentisce che siamo tutti uguali
Noi
Non sorridiamo compiacenti a Merkel e sarà così
Noi
Non siamo uguali al ministro che ha la casa al Colosseo e resta al Governo
Noi
Non siamo buoni e i ministri che fanno la guerra alla scrivania di Mussolini per vedersi la poltrona di Napolitano
Noi
Non siamo come i politici che scelgono il periodo di massima crisi del Paese
Per andare in vacanza alle Maldive
Noi
Non siamo uguali a quelli
Che non si rendono conto che la casta invidiata è individuata e ovvia
Indignato
Che i giornali ci vogliamo spingere alla commozione
Perché ci hanno raccontato che adesso gli ex presidenti della Camera dovranno vederli enunciati a loro Vendola provinciale loro privilegi entro dieci anni
Il giorno dopo devono lasciare il bottino nord dopo dieci anni
La classe politica si deve rendere conto in questo Paese
Che deve all'obbligo di fare sacrifici
Lo abbiamo detto abbiamo scritto in Regione Roberto
Con una proposta di legge molto semplici certe non abbiamo guadagnato benemerenze tra i consiglieri regionali
Però sta lì nero su bianco
La nostra proposta di dimezzare gli stipendi della classe politica basta con le prebende
Basta almeno per un triennio
Con gli emolumenti al loro in fondo caro onorevole poi cinque mila euro al mese oggi va in una vita dignitosa senza dover Vasco mutare
No ad una famiglia
E poi
Le cose ancora più importanti
Hai provato anche politico che dice come te
E allora
Quelli sono
Da un avvocato
Contro questo Governo
Scendiamo in piazza contro questa greca adesso deposita i comizi al mio ventuno
Contro questo governo griglia scendiamo in piazza
E scendiamo in piazza perché i cittadini sono stanchi
Di vedersi scaricare sul collo una gragnuola di tasse
Lo cantavano nel corteo i nostri ragazzi
Siamo tornati allo slogan antico aumento del pane aumenta la benzina
Sono stati mortificati con le liberalizzazioni fasulle
Gli ordini professionali e le categorie
Al riparo
Soli non monopolisti
E adesso c'è la sceneggiata della delle banche che abbiamo letto sui giornali
Che vi assicuro fra cinque minuti ritiro danno le dimissioni perché prenderanno Monti per l'orecchio e gli diranno obbedisce agli ordini di Francoforte e della Banca centrale europea
Stanno tutti zitti
Tutti in ginocchio rispetto a questa
A questa vergogna di governo informazione prudente
Noi acquisiamo per la democrazia siamo qui per la dignità di un popolo siamo qui per la speranza di intere generazioni
Chiediamo a costoro quante altre manovre antipopolari aveva in testa
Ci dice che all'Europa rispetta Monti è vero
La Libia la Russia Finmeccanica nessuno disturba a priori nei grafici di Obama dei meriti al deserto altri
L'autonomia
Di una politica viene calpestato Bondi
Non ha il coraggio islandese
Non ha
Una dignità ungheresi
Ci chiediamo Guanda italiano quando gira nelle capitali europee
Senza rendersi conto del disagio di un popolo terrorizzando la con le manovre sembra che arriva in una grotta indossa quell'hotel vola a Francoforte
Bin Laden a Palazzo Chigi
Ora
E Nello Musumeci sa cosa vogliono dire queste parole
In Europa si sottoscrive il patto di bilancio
Vent'anni prossimi venturi
Di leggi finanziarie dettate come alla Grecia dai funzionari di Bruxelles
Voi
Sappiamo che oltre a queste c'è quell'infernale meccanismo europeo di stabilità
Che ci metterà tutti sotto tutela
I Parlamenti dovranno obbedire alle burocrazie continentali
Mentre la Grecia brucia
Mentre tutti i Paesi in difficoltà temo la per il loro futuro noi richiediamo una sola cosa nel nome della sovranità che monetaria anche economica dichiariamo abbia se dobbiamo fare sacrifici
Quali trattati non debbono essere ratificato da un Parlamento di anima quartetti nominati Masotti già pianura varando
Palpabile italiano
Quanto dobbiamo pagare ancora quanti artigiani
Rimarranno visibili con la direttiva comunitaria
Quanti professionisti resteranno in campo con le pretese della Banca centrale europea
Quando professor Monti i precari di questo Paese potranno godere della monotonia del posto fisso
Sembra
Che al Governo ci sia Bertolini
Su alla massima per cui i soldi vanno presi e i poveri ne hanno pochi ma sono tanti
Ora con l'alibi dell'Europa hanno fatto pasticci sulle pensioni
C'è gente che si sia trovata in mezzo alla strada con l'esubero senza pensione
E il ministro piangeva
Hanno salvato le assicurazioni e banche tasse a non finire pure la benzina
Equitalia vuole tutto e subito
Ma lo Stato non paga mai debiti che ha
Volete soldi fateci scaricare tutto così il punto all'O.d.G. chiare diventa una realtà
Rientra dal debito restituite allo Stato a Bankitalia contrastata il signor Maggio ridateci sovranità monetaria porrei Davide
Al ricatto permanente della Banca centrale europea
Non lo farebbe mai
Avete persino turbo Pinato chi aveva ancora qualche moneta di vecchie lire in casa
Con un decreto legge
L'hanno rubata hanno annullato il suo valore se ne sono appropriati indebitamente parliamo di un miliardo e cinquecento milioni di euro sottratti ai cittadini
Bene da questa piazza voglio annunciare grazie al professor vitale che la prossima settimana denunceremo per appropriazione indebita il Presidente del Consiglio dei Ministri
Da qui
Riguarda una proposta di politica sociale e di difesa della moneta italiani
Nazionalizzare banche dati reperendo sui trattati europei riforma del Welfare per garantire ai servizi sociali agli stranieri italiani
Prima degli stranieri mutuo sociale
Poi
Anziché parlare di amnistia
Mandateli a casa loro le nostre carceri sono già pieni
Concludo
Carissimi militante
Invitandoli a tornare
Con tranquillità nelle vostre case
Ah rimettervi marciare per raccontare questa bellissima giornata
Sapendo che il segretario del vostro partito sente su di sé il plesso l'orrore la responsabilità
Di questa mobilitazione sociale
Che da oggi deve partire in tutta Italia altre decine di migliaia di chilometri faremo nel Paese
Per raccontare la storia di una parte politica che non ci sta questo potere ce l'ha tolto il sogno e ICI toglie anche il sonno
Controlliamo la nuova sfida
Rientriamo i vuoti
Consigliamo razione federalismo diamo una speranza ai giovani popolo di destra
Questa destra
Piano spetta o comunque ad un seria
La diaspora Fini Anna finisce a oggi Fini è il passato non disperdiamo oggettivo
Torniamo a quei
Savoir italiani
Con la vostra gente noi non vogliamo arrivare
Nella Repubblica italiana di Germania perché ha già avviato che è il domani a barbiere a noi
Ecco
Grazie
Una

Sì migliori
Che
Valuteremo
Gino
Non no non
Non
Un minimo di
Inutili Mondini nessuno
Sinistre
Voi
Simili
Intorno alle
Ribasso