31 MAR 2012
intervista

L'Associazione "Radicalmente nonni" per il garante dei minori. Su questa vicenda nemmeno Formigoni può. Chi decide in Lombardia? Intervista a Lucio Bertè

INTERVISTA | di Emiliano Silvestri - Milano - 23:44 Durata: 5 min 54 sec
A cura di Enrica Izzo
Player
"L'Associazione "Radicalmente nonni" per il garante dei minori. Su questa vicenda nemmeno Formigoni può. Chi decide in Lombardia? Intervista a Lucio Bertè" realizzata da Emiliano Silvestri con Lucio Bertè (portavoce di "Radicalmente nonni").

L'intervista è stata registrata sabato 31 marzo 2012 alle 23:44.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Associazioni, Berte', Cappato, Comuni, Comunione E Liberazione, Difensore Civico, Diritto, Famiglia, Formigoni, Garante, Legge, Lombardia, Minori, Nonviolenza, Politica, Popolo Della Liberta', Provincia, Radicali Italiani,
Regioni, Servizi Sociali, Unicef.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Lucio Bertè

    portavoce di "Radicalmente nonni"

    Già consigliere della Regione Lombardia La vicenda della legge istitutiva del garante dei minori risale alla presenza dei radicali in Consiglio Regionale; battuta per un solo voto a causa delle pressioni dell'assessore alla famiglia Giancarlo Abelli (Pdl-CL) nei confronti dei consiglieri della sua parte politica. Nel 2006, la lotta nonviolenta di "Radicalmente nonni" ha imposto l'iscrizione all'ordine del giorno della legge che nel 2009 è stata votata ma la nomina del Garante dei minori non è ancora avvenuta, nemmeno dopo l'istituzione del Garante dei minori a livello nazionale. Il tentativo sembra essere quello di attribuire le competenze di garante dei minori al difensore civico regionale, che già si occupa di molte altre cose C'è una spartizione per competenze; nemmeno Formigoni può decidere; chi decide in Lombardia? I consiglieri comunali, provinciali e regionali possono attivarsi per i controlli negli istituti che ospitano i minori
    23:44 Durata: 5 min 54 sec