12APR2012
rubriche

Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale dai Balcani alla Turchia

RUBRICA | di Roberto Spagnoli RADIO - 06:20. Durata: 54 min 54 sec

Player
A cura di Roberto Spagnoli con la collaborazione di Marina Sikora e Artur Nura.

Sommario della puntata.

Bosnia: la commemorazione dell'inizio dell'assedio di Sarajevo divide il mondo politico; nuove dichiarazioni nazionaliste del leader della Republika Srpska, Milorad Dodik.

Serbia: record di candidati per le elezioni presidenziali del 6 maggio.

Kosovo: una bomba uccide un albanese a Mitrovica, mentre non calano le tensioni in vista delle prossime elezioni in Serbia.

Albania: un nuovo accordo tra maggioranza e opposizione fa avanzare la riforma della legge elettorale; il premier Berisha alla
ricerca di sostegni internazionali è stato in Turchia e a maggio sarà in Italia.

All'interno del programma un'ampia sintesi dell'intervista a Matteo Mecacci (deputato Radicale/Pd) sulla situazione in Kosovo e le prossime elezioni in Serbia nel quadro più generale dei Balcani occidentali.

leggi tutto

riduci

06:20

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

La settimana scorsa è stato commemorato il ventennale dell'inizio dell'assedio di Sarajevo fra chi segue le cose balcaniche si è discusso se avesse senso andare o meno alle commemorazioni dell'inizio di un assedio e non della sua fine
La paura che potessero essere strumentalizzate dai nazionalisti di vario colore
Fortunatamente pare non è stato così
La via principale di Sarajevo intitolata al maresciallo Tito quella che collega la città vecchia quello che divenne famoso come viale dei cecchini è stata occupata da una lunga linea rossa
Undici mila cinquecentoquarantuno sedie rosse una per ogni vittima dell'assedio c'erano anche tante sedie rosse un po'più piccole tante quante sono i bambini morti durante quell'assedio
Ad un certo punto coro di ragazzi ha cantato D.P. saccenza Gian Lennon sono
Si sarebbero potuto scegliere altre musiche inni nazionali canzoni patriottiche invece è stata scelta una canzone che parla di pace tipi saccenza date una possibilità alla pace diamo una possibilità alla pace
Buongiorno da Radio radicale buongiorno da Roberto Spagnoli bentrovati all'ascolto di passaggio sud-est puntata del dodici aprile due mila e dodici proprio una settimana fa sia commemorato
Il ventennale dell'inizio dell'assedio di Sarajevo e a questa commemorazione abbiamo dedicato quasi interamente nella scorsa puntata ripassaggio sud-est ma torneremo a parlarne
Anche oggi perché questo ventesimo anniversario dell'inizio dell'assedio e della guerra in Bosnia Erzegovina
Non contribuisce a a rasserenare il clima politico nel Paese anzi è servito ad allontanare ancora di più tra di loro
I leader politici della Bosnia Erzegovina parleremo poi di Serbia delle prossime elezioni in Serbia le prossime elezioni del sei maggio che saranno anche elezioni presidenziali
E della situazione in Kosovo una situazione particolarmente tesa nelle ultime ore soprattutto nella parte nord del Kosovo
Una tensione a cui ha contribuito anche un grave attentato avvenuto proprio il giorno dal proprio domenica
A cosa ska Mitrovica esplosa un ordigno che accosta è costata la vita un cittadino di etnia
Albanese e partendo appunto dalla Serbia e dalle prossime elezioni e dalla situazione in Kosovo parleremo faremo un punto della situazione insieme in cose più in generale della situazione nei Balcani con
Un'ampia sintesi di un'intervista che abbiamo realizzato nei giorni scorsi con il deputato radicale Matteo Mecacci che è stato recentemente in Kosovo con una missione di una delegazione di parlamentari italiani è in questi giorni a Belgrado e coordinerà
La missione di osservazione internazionale dell'OSCE
Ma per le elezioni del sei maggio e poi ci dedicheremo anche nella parte finale alla Albania questo dunque a grandi linee il sommario di questa puntata di passaggio a sud-est
Che realizziamo come sempre con la collaborazione dei nostri corrispondenti Marina si corra e Arthur Nurra
Vent'anni fa dunque cominciava l'assedio di Sarajevo tra il cinque e il sei aprile del mille novecentonovantadue ne abbiamo parlato a lungo la scorsa settimanale se n'è parlato in questi giorni sui giornali
E nelle televisioni anche in Italia il più lungo assedio della storia europea moderna mille quattrocento ventisette giorni
Quattro inverni più di undici mila cinquecento morti undici mila cinquecentoquarantuno ricordavamo anche
Nella prologo la cifra ufficiale dei morti la stragrande maggioranza furono civili tra questi ci furono centinaia di bambini
Il l'assedio di Sarajevo è uno dei simboli più tragici della della guerra di Bosnia delle guerre jugoslave degli anni novanta il conflitto in Bosnia accostato circa cento mila morti e ha lasciato
Un paese e anche la sua capitale divisi dal punto di vista etnico in questi giorni si sono ricordate le vittime si è guardato al passato per non dimenticare le responsabilità anche di quella di quei conflitti e di quei massacri
E naturalmente tutto questo è giusto però
Si deve anche stare attenti a non alimentare i luoghi comuni e a non e a rischiare di non dare un'immagine distorta anche del presente della Bosnia nel presente dei Balcani dell'ex Jugoslavia
Come Stalin come Anna scritto è stato scritto nella newsletter di osservatorio Balcani e Caucaso inviata
Nei giorni scorsi non c'è bisogno della nostalgica degli ex inviati di guerra non c'è bisogno dell'ipocrisia dei rappresentanti della cosiddetta comunità internazionale è necessario guardare al presente non dimenticare il passato ma guardare al presente alla Sarajevo di oggi alla Bosnia di oggi con tutti i loro problemi che sono tanti che
Non sono sicuramente semplice ma anche guardare alle risorse alle potenzialità del della Sarajevo di oggi e della Bosnia di oggi una delle immagini
Di quel conflitto fu era scritto sullo striscione delle Miss Sarajevo del mille novecentonovantatré don Ledda chi ASS non lasciate che ci uccidano
Appunto non lasciamo che uccidano Sarajevo e la Bosnia di oggi
Schiacciate da quel passato cattoliche potrebbe schiacciare definitivamente anche tutta la foglia di un di un di un presente diverso e soprattutto di un futuro
Diverso evidentemente però i politici della Bosnia Erzegovina non la pensano così
E la commemorazione del ventennale Delli dell'inizio dell'assedio ha provocato nuove polemiche
Insomma sembra che per alcuni in particolare tra i politici il tempo passato da quel conflitto non sia servito per fare i conti con quanto accaduto né con la loro coscienza Marina sicura
Minorati dopodiché Presidente della Repubblica per garantita maggioranza serba della Bosnia Erzegovina inviato una protesta ministri degli esteri della Bosnia Erzegovina va con l'album via
Per chi è stato organizzato nella serata della giornata di commemorazione a un ricevimento per il corpo diplomatico e per tutti gli ospiti stranieri giunti a Sarajevo in occasione dell'anniversario della fede di questa città
Dopodiché ha ritenuto il gesto del campo dell'antimafia bosniaca come assolutamente inaccettabile il suo problema principale
Sarebbe stato quello chiede l'evento non era tanto precedentemente come ha detto accordato con tutte le parti della Bosnia Erzegovina
Dopodiché qualificato corretta come una politica unilaterale dei rappresentanti del popolo Bologna co
Insieme al Presidente della Repubblica Srpska avevano protestato anche il maggiore partito della Bosnia Erzegovina del Partito Democratico
Sarebbero secondo il quale la memoria delle vittime della capitale sotto assedio rappresenta come hanno detto uno spettacolo di propaganda militare
Viene impiantare Yebra in occasione della commemorazione secondo il Presidente
Per il Partito Democratico affermo ma del posti ci avevano fatto ricordare le vicende della macchina mussulmana militare propagandista durante l'infelice conflitto militare
Sollecitando odio lettera formale dei musulmani in uniche vittime eviterebbe in aggressori ed affini perfino i protagonisti di questa azione sono gli stessi a partire da cristiana Man POR
Fino a perdita citate
Ha detto Madden volti all'idea alludendo ai testi chiamando nota giornalista americana e il politico britannico avevano pubblicato su internet ricordando appunto le atrocità
Di guerra a Sarajevo va sottolineato che in maggiori mezzi elettronici di stampa nella Repubblica perché avevano in o ignorato la commemorazione dell'assedio di Sarajevo
Oppure avevano descritta il sei aprile come
La giornata in cui ebbe inizio il caccia a mente le persecuzioni dei serbi del faremo e la più grande pulizia etnica in Europa dopo la Seconda guerra mondiale come nel caso della
Radio e televisioni convegni di una tradizione della radio e televisione della Repubblica Srpska la risposta non è mancata l'attuale Presidente a rotazione della previdenza della Bosnia Erzegovina l'esponente bosniaco Backy dai colori
Ha dichiarato di continuare orgogliosamente permanente la politica di suo padre il defunto Presidente della Bosnia Erzegovina
Agli Alidet prego vice una politica
Che aveva tentato di evitare la guerra Macchi infine non ha avuto ottocento perché non è stato possibile per mare il
Predecessori di dodici che avevano condotto l'aggressione il genocidio
Rinviando Sarajevo attaccandola tiranni devastando incidendo undici mila cinquecento quarantun cittadini tra cui ci sono stati anche quelli di nazionalità serba
Il Bregovic hanno sottolineato di continuare quella politica che nel mille novecentonovantatré invitava i termini a restare nel loro cade garantendo loro sicurezza questa politica
Non ebbe però tutto ha detto perché come ha detto leader Bregovic sia allora leader Ferdi costringevano inutilmente alla fuga
Tutti i leader serbi di quell'epoca vale a dire il predecessore di dopodiché
Dall'un sospetto mai abbandonati sono accusati o condannati all'Aja e questo patto parla abbastanza di lavoro e delle loro imprese criminali ha rilevato i dati Beethoven aggiungendo che dodici dovrebbe dimostrare
Doveroso rispetta verso le vittime della fede differente può o almeno tacere
Se non è in grado di rispettarla ospiterà invece in una trasmissione della tv
Fare bandi novantadue il Presidente della Repubblica Srpska Milorad dopodiché ha detto che la guerra a Sarajevo inizio prima del sei aprile con l'attacco adulti
Matrimoni affermo per il quale nessuno ha mai ha dovuto rispondere per dopodiché l'anniversario dell'assedio di Sarajevo eccola là
Continuazione di un tentativo per accusare i serbi ovvero la Repubblica cerca di tutti i crimini commessi in Bosnia Erzegovina
Aggiungete nessuno parla di campi di concentramento per fare via Sarajevo durante la guerra e che dà la capitale della propria impiego venatorio state cacciate via centocinquanta mila persone di cui furono uccise cinque mila
Rispetto ogni vittima ma rilevo che le vittime serbe vengono minima ritirati un tale approccio allontana la Repubblica tedesca Bertarelli Eva afferma Dodic e aggiunge che attraverso la falsificazione della storia chi cerca una nuova
Politicizzazione delle vittime e che tenta di utilizzare le vittime Pepe politicizzare le vicende a danno della Repubblica Srpska
In questi termini Tacchinardi novantadue il Presidente della Repubblica per carità è tutto di non vedere il futuro della Bordin rete core pettegolo venerdì non sentirla come il proprio Paese
Questa è una inevitabilità storica in un giorno alla Bosnia Erzegovina Fittipaldi reggerà nelle sue parti costituenti perché nemmeno l'intervento di mafia internazionale
Gli oneri riuscito ad assicurare la Bosnia Erzegovina come è stato
Ha sottolineato dopodiché
Aggiungendo che la Bosnia Erzegovina nel non è mai stata uno dirottato il mio Paese nella Repubblica Srpska diamo di più televisivo di più il Serbia come il mio Paese piuttosto che la Bosnia Erzegovina
Afferma permanente minore dodici
A proposito delle dichiarazioni di trend economici Veltroni annunci di voler imporre denuncia contro dopodiché il Presidente della Repubblica per carità tra l'altro che l'impegno a dire il becco vittime noto come anche il contenuto della sua
Dichiarazioni islamica
Suo padre no nel mio aveva portato inutile piedini imbrogli mi ha detto dodici il Presidente nella Repubblica Srpska confermato
Che alle prossime elezioni in Serbia lui appoggerà Bori anticipa il Partito Democratico perché lei da molti anni che collaborano stanno insieme parte dell'Internazionale socialista
Come vediamo in questo scontro politico che questa non tanto di posizioni sono l'ennesima dimostrazione in come in Bosnia Erzegovina non c'è accordo politico e come i tre popoli costituenti Bologna i serbi e croati dopo vent'anni
Io Tonon purtroppo riusciti a superare il sanguinoso passato
Riconoscendo gli errori e le tragedie facendo i conti con tutti quelli
Su cui ed hanno il e responsabilità
E tra chi non ha fatto i conti con il passato e con le proprie responsabilità nella guerra io con l'avete gli anni Novanta c'è anche la cosiddetta comunità internazionale e soprattutto l'unione europea e lo si vede anche da come l'Unione europea
Ha continuato a muoversi nel dopoguerra come come contino muoversi rispetto alla situazione balcanica e all'area
Dell'ex jugoslava anche in questo periodo di di tensioni difficoltà proprio in Bosnia Erzegovina
è proprio in Kosovo e anche rispetto alla Serbia Serbia che è sicuramente una Paese chiave per tutti i futuri assetti della Regione ed è un peccato poiché l'Unione europea non riesca a esercitare il ruolo che pure le competerebbe anche perché l'Unione europea resta l'unica possibilità per tutta questa area di chiudere definitivamente
Con le tragedie degli anni Novanta e di cercare appunto di ricostruire una futuro una una stabilizzazione una pacificazione dopo quei conflitti ma tante e questa è la situazione con cui dobbiamo fare i conti e con cui si trova a fare i conti anche il presente di quest'area partire anche dalle situazioni politiche interne
Dei singoli Stati la Serbia dicevamo appunto la Serbia sicuramente
Il Paese chiave uno dei se dei Paesi chiave per qualunque possibilità di stabilizzazione dell'area ex jugoslava Serbia che è chiamata e la prossima sei maggio ha un importante appuntamento elettorale non si voterà infatti come abbiamo detto
Giovedì scorso solo per le elezioni e per il rinnovo del Parlamento dell'amministrazioni locali ma si voterà anche per l'elezione del Presidente Bori statici infatti si è dimesso si ripresenterà il suo principale
Contendente sopra ci pare avversario sarà Tomislav Nikolic leader conservatore delle Partito progressista serbo
Ma queste elezioni presidenziali serve rischiano anche di essere di avere il maggior numero di candidati presidente le alla carica di Presidente dal duemila ce ne parla ancora Marina sicura
Secondo gli annunci e gli attuali ideativo la ferrovia avrà undici candidati alle tre palle previdenziali del prossimo a fine maggio
Corpi appartare Pennella corpo elettorale oltre ai due maggiori candidati il Presidente uscente il leader del Partito Democratico Boris tramite il suo principale i Dante leader del partito serbo progressivo l'ex ultranazionalista radicale Tomislav Nikolic
Chi saranno anche altri nomi di cui alcuni
Nomi del tutto nuovi tra i candidati anche i leader liberaldemocratico ceto medio vanno vincitori l'attuale Ministro degli Interni vicepremier imita darci i leader dei socialisti
Anche in quanto al costo unità ex premier serbo e il Presidente del Partito Democratico serbo citeranno vadano PCC del movimento di veri
La grancassa esseri moglie dell'imputato dell'ANIA ed è l'iter degli ultranazionalisti radicali voi lascia esce
Infine dottore Alibrandi SISP evidente del movimento di lavoratori e contadini forze la più grande curiosità il capo della comunità islamica in Serbia Muhamet dunque amici
Secondo l'analista politico dream book Stanković scrive Lambro e cioè dalla tedesca ci sono anche ragioni mediatiche e politiche e politiche per questa valanga di candidati previdenziali Francovich afferma che si dovrà dettare assolutamente una distinzione tra i candidati
Dei partiti rilevanti vale a dire quelli che hanno la loro rappresentante in Parlamento tutti gli altri escludere il cui simpatici Nikolic e dell'opinione in questo aspetto politico
Arabo secondo Stanković le candidature di Kostunica
Gli altri anche ascesso che credo io banalizzo vanno nella direzione di evitare il fenomeno di voto finale ricco
Evitare quindi per la maggior parte dei cittadini che voteranno appunto per Parigi ogni collegio
Al tempo al tetto votino anche per il loro partiti politici il che sarebbe allora un grande danno per gli altri partiti che ha detto hanno presentato i propri candidati diciamo no
Anche i candidati che tutti presente alle audizioni per la prima volta secondo l'esperto politico serbo tutti i loro vadano lette anche sull'insoddisfazione latente degli elettori con le liti
L'attuale élite politica in Serbia
La dall'Mariano amici redattore della rubrica di
Della rubrica di politica estera del giornale Perboni sottolineati tutto questo sta è un vero a ritornare i tempi delle elezioni
Durante il regime di quadro da Milosevic tutto questo parla di una evoluzione della scena politica serba ma in tratti non avrà effetto sui risultati finali delle elezioni valuta Mariano amici il trend europeo dl rafforzamento dell'ambiente equilibrata anche impervia e lo dimostrano le prove
In elezioni avverte veniamo Stanković afferma che anche per molti ultranazionalisti europei retta non ignoranza in piuttosto parte del popolo del
Colore politico interni Piperata di circostanze economiche e sociali e questioni di Stato irrisolte che rappresenterà un terreno fertile per il rafforzamento della destra in Serbia
Franco Miceli tieniti qui India e Cina quindici per cento dipendenti possono molto facilmente diventare molto più potenti delle tali sulla scena politica
Guardate in queste circostanze che accompagnano allora retorica e posizione politica non vengano relatività superate dall'altra pare per la lista vada Mariana vice dell'opinione che in Serbia non esiste il pericolo
Che emergano nuove irrilevanti porta di una destra estremista va precisato che il termine per la presentazione delle candidature previdenziali il quindici aprile mentre l'ordine dei candidati sulle liste verrà reso pubblico il prossimo venti apparire
Dunque lezioni molto importanti quelle del sei maggio in Serbia elezioni che avranno il più alto numero di candidati alla carica di Presidente dal due mila cioè dalle prime elezioni democratiche dopo la caduta del regime di Slobodan Milosevic
Elezioni che seguiremo molto da vicino e che avranno anche al centro la questione del Kosovo Kosovo dove
Di nuovo è aumentata la tensione in questi giorni a partire dall'esplosione avvenuta domenica scorsa domenica otto Prele
A cosa scavi Traversa che ha provocato un morto ci sono state poi nuove tensioni incidenti e anche nuove polemiche politiche
La situazione è tesa non facile soprattutto nella parte nord del Kosovo dove i serbi sono in maggioranza
E lungo la linea di confine con la Serbia
Ci sono anche voci preoccupanti che parlano di albanesi che esisterebbero procurando delle armi o di intere famiglie che starebbero abbandonando il nord del Kosovo in questo periodo di
Tensione ma ci racconta tutto attorno ora
Dobbiamo ricordare che un uomo della totalità al momento è rimasto ucciso nell'esplosione di una bomba avvenuta andrà citati Mitrovica in Kosovo per fortuna e la moglie e quattro fine sono rimasti soltanto feriti da questo attacco
Secondo gli agenti della polizia ignoti hanno piazzato un esplosivo al plastico sulla filiera della carne della vittima evidente nel quartiere nel nord della città a maggioranza Sterpa causando lo scoppio
E certamente contaminando purtroppo la situazione relativamente calma
Ora alla determinazione politica del corso
Subito dopo invece di avere un grande occhiolino convinti di poter fare da parte degli albanesi e dopo questa è l'attacco venduta che è stato demolito completamente concreti e della polizia kosovara nell'adozione dei
Gadda che nel nord del mito convinta
Corso mete kosovari hanno riferito che circa duecento persone di etnia serba hanno assalito intorno alle
Allungare il contenente la polizia kosovaro del Progetto un avvertimento
Il Ministro dell'interno questo volano per atteggiamenti o devo ordinario di poter chiamare non conta niente
Della polizia kosovaro nella zona dei per andarcene certamente dopo il tragico attentato nella scorsa notte dov'è rimasto ucciso nell'esplosione di una bomba
Da persone di etnia valide feriti e gli altri quattro
La situazione precipitato portando dipendente a peccare anche i giornalisti albanese dei media
Le serie tv ventuno che TV radiotelevisione del costo quasi niente sono provocati attaccati da un gruppo di serbi nel pomeriggio di lunedì scorso nel settore dei grattacieli l'anno
Limitrofi totale
Come riportato dai media per fortuna sono intervenuti immediatamente i membri della produzione del Kosovo per prevenire questa pacco dei gruppi criminali Ferri confliggeva Lippi albanesi
Secondo il ministro degli interni del corso d'opera in pieno quello che è successo nel nord del Kosovo e qualcosa organizzata
Quei gruppi criminali serbi guidati dalle strutture parallele ferve summenzionata da Belgrado in corso
Seguito dell'ente ha detto che l'esclusione del sabato notte portata effettuata da un professionista e che chiesta indagando dalle strutture statali contro il terrorismo all'interno
Del dipartimento di pediatria del costo in piena collaborazione contenute emanate
Dopo l'attentato di domenica otto aprile nell'abitazione di un quotidiano a dire in cui ha perso come abbiamo detto la vita il capo famiglia sebbene
Sono rimasti feriti altre né anche i membri della famiglia il Ministro dell'interno era legge qui ha dichiarato di aver ordinato l'invio di posti di blocco che come sia ad un ordine di priorità nel quartiere degradato che
Invece il capo dell'unica in Kosovo paritari due giorni dopo l'uccisione di area il
Ha condannato il cognome del tabacco
In un comunicato stampa prioritari porgendo le condoglianze alla famiglia del Bilancio aggiunto questo atto di violenza e deve essere condannato da tutti e che bisogna cooperare con le autorità incaricate dalla vede per farti
Che il colpevole siano consegnati alla giustizia il Pierrot possibile
Che cosa il comunicato quaranta per lunghi rilasciate dai media facendo appello a tutte le parti di mantenere la calma consentirla utili per risorgere nuovo con ENEL
Mi ha detto che applichino indipendenza non tengono accadere qualche danneggiano la pace la stabilità fragile del corpo
I media regionali e quel locale fanno sapere che una organizzazione o no organizzazione chiama per difesa civile
Che è guidata da fare vi comunico che in Sardegna seguire Vialli sedici ritardare dice hanno del consumo rimane perché utilmente dietro all'attacco contro la Carta di famiglia Carradine a Mitrovica
Nella toccando che a tutto ciò non ha portato anche una relazione da parte di un'altra operazione radicale altamente
Far sapere che l'organizzazione definito con me del deposito nazionalità imponente un comunicato stampa firmato da un certo colonnello Assocond degli enti
Politica ma considerando l'ha detto in una precedente di non aprire nei territori nel corso
Secondo tale comunicato stampa arrivata in media tramite la posta elettronica ad un numero di protocollo
Versato l'otto aprile due mila dodici
Si ribadisce che tale organizzazione non è perché insomma in Albania ed in corso ma che dopo il caldo tragico della famiglia del Bilancio a Mitrovica da considerando tale definizione per darmi la giusta risposta cattoliche e venti
Organizzati che violenti tra i serbi
Intanto vitale comunicato stampa
Orpello all'istituzione del controllo di reagire urgentemente per scopi l'autore con gli autori di questa auto violento tendere a ridurre appropriate
Per stabilire la situazione e mezzo giustizia al suo posto
L'organizzazione chiamata otto decimi Italia ed chiedo nazionale albanese
Non ho dimenticato di fare un appello anche al confronto delle strutture internazionale del corso com'è nato Eurotex e chiedere di agire in modo più efficiente per fare giustizia e prendere sul serio
Le azioni criminali dei serbi in corso
Il comunicato Spampatti conclude dicendo che
Succede il contrario di queste cose che abbiamo
Chiesta nel decida nazionale albanese sarà costretta a riconsiderare le proprie decisioni precedenti di non agire in questi territori va bene al fine
Nel dare la risposta adeguata agli atti nel mirino
Per voi nel
Che ed è previsto postulano del territorio albanese
Però siffatta però che la polizia e le dogane del Kosovo rimarranno anche in futuro sotto il controllo delle onde ebbene nelle attuali dimensioni
Infatti come è stato riferito che saranno circa quattrocentosettanta i poliziotti che nascevano alla missione in corso come risultato di una configurazione aumenta il numero delle autorità doganali scenderà al di sotto dei
Quindici o venti membri formalmente tecnica degli standards
Richieste
In più punti appartiene e che la che pure ha deciso di sospendere
Temporalmente il Piano indicano i propri percorsi alternativi quali contento all'uscita ed entrata tramite il corso della Serbia quanto appaltare attraverso i controlli occhiali delle frontiere
Dunque
Risulta che centri avvenimenti che hanno danneggiato in una situazione di scudetto incontro dopo l'uccisione
Della persona di cognome ha ragione precedente nella parte finale dell'in Provincia la sospensione dei piani di cultura chiusura delle strade alternative è stato confermato anche del portavoce della che ecco tante norme
Gli enti locali hanno fatto sapere che la gente ha un potere di quella buona cercando allarmi per proteggerli però cadde
E
Situazione è diventata molto complicata
Mentre albanese dei diversi Consigli comunali hanno appellato all'agenda di trovare il modo ed ha avuto il tempo attende dei loro familiari le coccarde dal possibile attacco dei tempi
Non mancano i rapporti degli analisti che fanno sapere che intere famiglie che hanno
Del caminetto ma lasciando dei loro accade per trovare un posto più sicuro
In libertà altre città dello scorso anno
Intanto il Ministero degli affari esteri della Carnia ha condannato per l'ambiente la sponda che ha ucciso un cittadino innocente nel nord di Mitrovica nonché ovvia acclarato di violenza che colpisce il rafforzamento della sicurezza
Stabilità convivenza nel nord del corpo
Matteo Mecacci deputato radicale eletto nelle liste del Partito Democratico è stato designato quale coordinatore speciale a capo della missione di osservazione elettorale dell'OSCE l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa
Per le elezioni che si terranno il sei maggio in Serbia Mecacci lo ricordiamo è il presidente della Commissione per la democrazia e diritti umani le questione umanitari dell'Assemblea parlamentare dell'OSCE e ha finora preso parte a undici missione internazionale di osservazione elettorale Mecacci ha tra l'altro in questi giorni in visita a Belgrado per avere una serie di incontri con le enti governativi dirigenti di partiti politici e rappresentanti degli organi di informazione e delle organizzazioni non governative e lo scorso mese di marzo
Si è recato in Kosovo invece con una rappresentanza della delegazione italiana l'Assemblea parlamentare dell'OSCE
Per approfondire i temi della presenza dell'OSCE il nel Kosovo che ospita la più ampia missione sul terreno dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa in particolare
La delegazione italiana nei suoi incontri sia con i dirigenti dell'OSCE che con la missione militare
Del contingente militare italiano e la KFOR con risarcibile europea è un ex con a rappresentanti delle forze politiche dell'autorità di Pristina e anche dei
Delle sedi religiose ortodosse del Kosovo hanno approfondito la la questione della tutela dei diritti umani e delle minoranze in in Kosovo
Sulla situazione in Serbia in Kosovo alla luce anche degli ultimi sviluppi politici e in vista delle elezioni del serbe del sei maggio abbiamo né realizzato nei giorni scorsi una lunga intervista con Matteo Mecacci
Radio Radicale vera già riproposta la trovate integralmente su Radio radicale punto i tiri qui ve ne proponiamo alcuni passaggi a partire dalla situazione in Kosovo dacché situazione in Kosovo ha trovato la delegazione di parlamentari italiani
Sicuramente vi è un tentativo politico da parte delle autorità kosovare di
Accreditarsi sempre di più come Stato indipendente però va ricordato che
Il Kosovo un paese chiara alle dimensioni territoriali più o meno di una Regione come l'approccio
Si parla di circa due milioni
Di persone e quindi evidenti che anche un concetto di indipendenza nazionale rapportato a questi numeri queste dimensioni e partendo da un background che è quello di purtroppo molti anni di conflitti di guerre poi di infiltrazione della criminalità Nizza perché naturalmente in questi
Situazioni possono ferire molto molto bene è un tentativo molto difficile che può avere successo solo evidentemente in un'ottica di integrazione regionale dei Balcani all'interno dell'Unione europea
Se in ciascuno di questi Stati si riscontra naturalmente una grande maggioranza della popolazione a favore dei processi di unificazione
Che sostanzialmente con diciamo l'eccezione dell'opposizione serba
A anche le classi politiche sono molto a favore di un avvicinamento alle istituzioni
Europea è quello che manca una visione complessiva di questo processo politico che non può riguardare appunto chiarirlo Slovenia oggi la Croazia domani la Serbia dopodomani il Montenegro chissà quando magari
L'Albania in una sorta di competizione che in realtà sta facendo riferire anche qui nazionalismi quelle tensioni etniche che hanno caratterizzato poi la fine
Del sistema
Jugoslavo che riusciva a tenere insieme queste popolazioni non sulla base appunto di una condivisione anche di onori ed oneri di risorse economiche di rappresentatività a livello politico e se non si riesce a punta a dare questa prospettiva come prospettiva comune che debba riguardare
Tutti perché queste popolazioni
E se si guarda ai tassi appunto di rappresentatività e di minoranza per ciascuno di questi Paesi
Ci si accorge come ci siano
Appunto le minoranze croate in Bosnia le minoranze serbe in Kosovo la minoranza albanese in Macedonia
Cioè è un groviglio comunque di
Di popoli di di persone che hanno vissuto da sempre insieme
Per secoli anche naturalmente
Con i conflitti storici finché ci sono stati ma che possono essere superati non in una logica come dire
Di compartimenti stagni per cui anche l'Unione europea attratta giustamente individualmente con ciascuna autorità impostato per riuscire a fare dei passi avanti ma se non si dà il senso
Che questa operazione potrà avere successo solo sì tutti né saranno partecipi eventualmente responsabili
Si rischia appunto di vedere quello che abbiamo riscontrato io personalmente ho riscontrato anche in Kosovo e cioè che a questa forte tensione
Europeista e dire di di richiesta di liberalizzazione dei visti perché ad esempio il consumo l'unico Paese che noi facciamo tutto questa questa formula
Da parte dell'Unione europea in realtà c'è un risorgere risorgere di di di nazionalismo che contrappone
Alle difficoltà che il flusso variano a livello internazionale ad esempio da vedere pieno riconoscimento perché
è un foro
Le Nazioni Unite
No no riconosciuto il Kosovo
Macché cinque Paesi dell'Unione europea quindi anche la stessa Unione europea non riesce ad avere una posizione univoca esattamente quindi naturalmente a questi difficoltà si tende a rispondere in una buona parte della classe politica
Questo farà con un'idea che attualmente come dire
è abbastanza
Al di là da venire ma che
Ha una forza evocativa quindi anche
Politica importante con il concetto della grande Albania per cui kaki ai serbi che dicono dobbiamo proteggere la minoranza
Serba in Kosovo i kosovari albanesi rumeni rispondono se si toccano i confini allora salta la Macedonia e viene albanesi saranno tutti sotto la grande
Albania quindi è una la situazione che
Tutt'altro che stabile tutt'altro che
Ferma politicamente e che se non viene affrontata appunto con un progetto
Di insieme che sappia mettere sul tavolo oneri e onori per tutti i protagonisti politici della Regione si rischia appunto di andare verso quelle che sono i riflessi naturale quindi
E incentivare anche delle spinte nazionaliste che come sappiamo bene è in atto
Da viste ed emergere in un buona parte del dell'Europa nel corso di questi ultimi anni perché in assenza
è un progetto politico più ampio
In politica appunto il voto non esiste quindi se non c'è quest'altra questa prospettiva la prospettiva etnica nazionaliste razziste avere chiaro già c'era un una scadenza proprio in arrivo che sono le elezioni così leghiamo
Do due gestioni che sono le elezioni serbe del sei maggio eh Belgrado dice si vota in tutta la Serbia e dunque anche nei Comuni serbi del Kosovo senza avvisarmi sono ma non si tratta di un vuoto presente come per i croati della bosniache
Partecipano come croati diciamo così di all'est all'estero all'elezione è proprio la Serbia intenda mettere diciamo base le sue bandiere
Sulle schede elettorali questo è stato diciamo la la la come dicevo il dato di realtà vero questi dati e di diritto esistono poi io non
Nel dire
Non è che adesso voglio contestare no antipatici e dall'altra però cioè politicamente poi il diritto internazionale si fonda anche sulla effettivo controllo del territorio
E oggettivamente
Alcuni anni assente ma più controllo perché lo sono voi no non tenendo conto della sua funzione ormai Ossorio ora questa è una è un dibattito quello relativo riconoscimento del Kosovo che va avanti sono da tempo e che anche in occasione di queste elezioni evidentemente non è la sede per essere deve essere affrontato ce ne sono
Ce ne sono altre
Ora l'elemento che è importante sottolineare rispetto a questo appuntamento
E che cioè qui proprio un ruolo che l'OSCE sta cercando
Di giocare perché l'OSCE lo voglio
Ricordare eh un'organizzazione che pur essendo presente in Kosovo con la sua missione più grande ci sono oltre settecento persone con valigette di di venticinque milioni di euro l'anno
Come ci sono poi missione in tutti i Balcani in altre zone
è una missione che viene definita con rispetta la questione kosovara stato signor cioè
Cioè nuovo non ha una posizione rispetto al riconoscimento organico al riconoscimento del Kosovo come Stato indipendente e questo è quello che ha consentito anche all'OSCE
Privatizzazione appunto di cui fanno parte sia serve che la Federazione russa e che quindi di si potrebbero cioè porre a all'attuazione di questi
Programmi di operare in quel Paese nell'ambito di questo lavoro complessivo il ruolo dell'OSCE troppo per garantire che i diritti costituzionale dei serbi che vivono in corso
E che secondo la Costituzione kosovara possono mantenere nella cittadinanza
A votare nelle elezioni parlamentare che adesso presidenziali dopo la decisione di tale dice di
I dimettersi deve essere garantito ora
è chiaro che però la pretesa da parte di Belgrado di
Organizzare su un territorio che non viene più controllato sostanzialmente
Da da Belgrado direttamente ma da altre autorità Pristina di
Organizzare dei propri seggi elettorale si scontra naturalmente con quelle che sono
Le valutazioni che vengono fatte ad andare dal Kosovo questo appuntamento delle elezioni è molto importante che venga
Come dire gestito con
Con
Il rispetto del dei diritti delle persone
A votare il Piano senza cercare attraverso questo questo appuntamento di di risolvere la questione del riconoscimento
Ce lo del Kosovo che non può essere appunto affrontata in questa sede
Queste elezioni del sei maggio che da qualche giorno sappiamo saranno anche presidenziali quindi non solo per il rinnovo del Parlamento e quindi indirettamente per la formazione il nuovo Governo non sono elezioni locali per le imprese locali adesso anche per le rinnovo della presidenza la Repubblica Ceca e con quale un po'di circa un anno di anticipo sono uno scarso di anticipo a questo punto diventa una delle zone molto molto importante non solo per la Serbia ma anche per i futuri assetti dei Balcani citate dell'ASP dell'area ex cosa e anche
Per l'Europa sono anche per l'Unione europea sono comunque un bell'elezioni importanti credo che siano appunto per per l'Europa forse le elezioni
Più importanti separati frutto delle elezioni francesi in queste settimane però credo che quello che accadrà in Serbia destinato incidere molto sul futuro dell'Europa proprio le difficoltà che l'Europa sta avere una politica
Coerente forte rispetto al cane ora l'annuncio che ha fatto tardi c'era
Di dimettersi e quindi di volere la convocare il sei maggio anche le elezioni presidenziali attribuisce
A questo appuntamento il significato politico molto importante perché
Tali c'è oggettivamente ha fatto un
Grande sforzo nel corso di questi anni che è stato quello di
Cercare di aumentare la collaborazione della Serbia con tutte le istituzioni internazionali a partire dai
Dal tribunale sulla situazionale opportuna
Con la consegna che sappiamo esserci stata degli ultimi
Criminali di guerra che erano ricercati ormai da molti anni e se ne essendo come dire tutti consapevoli questo era alcuna uno degli elementi principali che bloccava
La possibilità nella sede di
Potere avere questa candidatura a diventare membro dell'Europa
Che il primo marzo
A finalmente ricevuto questa candidatura la Serbia e va detto che
Non solo affatto
Questo tattici ma nel contempo avviato anche un processo di riconciliazione ad esempio con iniziative congiunte col Presidente provato io si può vincere e
E di altro tipo che hanno cercato appunto di mettere la Serbia in una prospettiva di integrazione
Europea che cercasse di mettere ai margini quelle forze nazionaliste iper nazionaliste ultra nazionaliste in questo nuovo percorso c'è stata anche la dichiarazione indipendenza del Kosovo
Elementi che hanno come dire giocato a favore di chi voleva comunque fomentare soffiare il fuoco su
Sulle postazioni più nazionaliste e come risultato come dire di questo di questo sforzo di avvicinamento all'istituzione internazionale e alle richieste anche
Pressanti che venivano
Dalla comunità internazionale Kadic avuto un calo
Di consensi che era stato c'ha registrato ora nelle ultime settimane
Dopo
Che c'è stata appunto la l'ok per dare la
Lo status di paese candidato alla Serbia tardi cioè a ha verificato che c'è stato un monumento
Il gradimento del di fronte a questa a a questo questo passo avanti che ha già compiuto ha deciso evidentemente di giocare la carta
Anche delle elezioni presidenziali per cercare appunto di spiegare anche alla
La popolazione serba che il percorso che è stato fatto per quanto difficile e impopolare può essere un percorso che dà dei risultati che poi anche dal punto di vista economico andiamo
Parlato molto in queste settimane anche Presidente del Consiglio Monti è stato regionalmente a Belgrado e insomma il Sole ventiquattro Ore ha fatto intervista tali cioè si parla molto della dello sviluppo
Economico industriale della Serbia perché in particolare una Regione dove di una minoranza quello ungherese della Vojvodina
Esistente un distretto industriale che sta attraendo molti investimenti dall'essere che ha consentito anche appunto
Parallelamente appunto a questi queste iniziative politiche anche di
Avere un
Un arricchimento poi della della popolazione in quel paese il che naturalmente per un governante molto è molto importante quindi è un appuntamento molto molto importante perché
Ma se è vero che anche Nikolic detto di essere a favore della prospettiva europea mi sembra un po'come
Come le dichiarazioni che faceva Yanukovich attuale
Primo Ministro Presidente ucraino che naturalmente ribadiva la sua prospettiva di avvicinamento all'Unione Europea per motivi economici di integrazione finanziaria e quant'altro quando poi
Si parlava delle questioni
Politici otto d'esempio del rispetto degli standards Noukrati ci hanno visto il tipo di involuzione
Che che si è avuta perché in questi casi il riferimento politico anche come modello di governo sta
A Londra declino o un qualche altra capitale europea ma sta Mosca
Dove come diceva la concezione del modo di governare ancora distanti al punto da quelli che sono gli standards dell'OSCE europea che si sono sviluppate in questi anni quindi da questo punto di vista
Pool come dire nominalmente i tatticamente dicendo sì a favore dell'integrazione europea perché comunque la pubblicazione serba
A
A favore però a me è chiaro che il tipo di di politica che potrà essere portata avanti da Nikolic ed è diversa rispetto a quella sordità
Era un'ampia sintesi del lunga intervista che abbiamo realizzato qualche giorno fa con Matteo Mecacci deputato radicale eletto nelle liste del Partito Democratico in vista sulla situazione in Serbia e in Kosovo alla luce degli sviluppi degli ultimi sviluppi politici né in vista delle elezioni serve del prossimo sei maggio
Un triste qui e si è toccato anche più in generale la situazione complessiva dell'area balcanica Dexia jugoslava l'intervista la trovate la ritrovati integralmente su Radio radicale punto i tiri corriamo che Matteo Mecacci
Che il Presidente della Commissione per la democrazia e diritti umani e le questioni umanitarie dell'Assemblea parlamentare dell'OSCE l'Organizzazione per la sicurezza la Coop sennò Europa coordinerà l'ammissione internazionale di osservazione in serve in occasione delle elezioni del sei maggio
E siamo arrivati adesso nell'ultima parte di questa puntata di passaggio a sud est è arrivato il momento di occuparci di Albania dove prosegue il confronto tra le forze politiche sulla riforma della legge elettorale
E si è raggiunto un accordo tra maggioranza e opposizione sul metodo di scrutinio dei voti ce ne parla storno ora
Sì dobbiamo informare che i deputati della maggioranza di centrodestra del premio Sali Berisha i deputati della produzione del centrosinistra approfitto socialista
Hanno raggiunto alla Commissione parlamentare per la riforma elettorale un accordo sulla procedura di conteggio delle schede elettorali
Dunque risulta formalmente che la riforma elettorale ha già ottenuto uno che
Tra maggioranza ed opposizione almeno sul conteggio elettronico dei voti dei cittadini
Le parti hanno concordato di affidare il conteggio dei voti ad un sistema elettronico e di rinunciare quindi hanno spogli manuale Catherine lettura
Nel lungo la procedura di conteggio durante le elezioni accompagnate dalle polemiche fra gli scrutinatori sono sempre state alla base di enormi ritardi nella proclamazione dei risultati elettorali in Albania
Infatti la comunità internazionale ha criticato bellissime procedura di contento dell'Ostiense
Che compra portavano i limiti prestabiliti per la pubblicazione dei risultati finali ha più volte fatto pressione perché venisse trovato una produzione tra le parti
La Commissione parlamentare della riforma dovrebbe procedere con le modalità nella scelta del sistema da adottare
Comunque ancora non eccetto se questo patto politico tra le parti
Allora il giusto il becco del dovuto da parte tecnica giuridica di altri componenti quali servono essere verificati nei giorni che fa il mese prossimo
Mentre sembra essere superata l'impasto litiga che per mesi anzi ferrata qualche anno ha bloccato la l'Albania alla duro confronto duro scontro tra maggioranza e opposizione
A ma anche se non mancano ovviamente i contrasti le difficoltà sulla riforma della legge elettorale su altre
Riforme il Governo il premier di centrodestra Sali Berisha leader del Partito Democratico
è impegnato in un'intensa attività di relazioni internazionali è stato qualche giorno fa in Turchia e il all'inizio del prossimo mese di maggio verrà in Italia se ne parla ancora Arthur mura
E tenendo a mente fredda ricerca preparando una vivida ufficiale tariffe in maggio a Roma
I media libanese che fanno sapere che il suo Gabinetto sta cercando in tutti i modi di ottenere buoni risultati politici ed economici e tramite questa visita
Mentre l'invito è che il termine del Ponente Ferrari ricevuto anni dal suo modo con Mario Monti i media fanno sapere che nell'incerta rubando un lavoro di mobbing a Roma per fascisti
E questa vicenda diventando il successo non soltanto per scopi interni elettorali ma anche geopolitici
Nei giorni scorsi dobbiamo informare tenuta di Berisha rarità cura di detto diciamo di cui due giorni in Turchia
In cui c'è stato ricevuto dall'omologo turco detta iter droga dal Presidente turco Abdullah Gul
Non ha avuto un colloquio con il Presidente del Parlamento turco c'è Miccichè
Dopodiché al seguito il quorum che economico Bernoldi turco albanese
Durante la conferenza stampa congiunta direttore anni per rissa trasmessa in diretta da diversi tribù privati e da quello pubblico a Tirana il CNEL turca ha dichiarato che equivale a un malato tra in giro nei Balcani per la Turchia
Invece l'impegno a mantenere i tagli veri ci ha detto che la Turchia ha avuto un ruolo molto importante per la pace la stabilità dei Balcani
Menzionando la convivente allungata di albanesi turco durante l'Impero ottomano quale secondo il premio naturalmente a tutti ad avere tanti contributi di albanesi e i Governi dell'Impero ottomano
Lei diceva anche parlato di una prospettiva molto buona per le relazioni Detour che
Con Albania verbalmente
Che la condotta liberista c'è una relazione speciale fra Italia e Turchia che intende in tutti i settori dell'economia la politica e dagli scambi culturali questi mille ettari e geografici
Divertenti l'economia fatta al centro dei colloqui che Berisha avuto sia con il Presidente Abdullah Gul
Che con il suo omologo poca
Mi risulta che alla fine del due mila dieci gli investimenti diretti della Turchia in Albania ammontavano secondo i dati della Banca centrale Albania ad un centosettanta nove milioni di euro
Il Consorzio turco Ceper composto da totale il gruppo ottanta per cento del Tour Telecom al venti per cento controlla il pacchetto azionario e gli altri per come libanese più una compagnia della telefonia mobile che ammonta in più
Invece due incontro avuto con il Ministro degli esteri dunque da Ugo giù da questo punto non sia stato un dichiarato
Condanniamo abbiamo ottimi rapporti perché hanno principi a migliorarli ulteriormente per quel col piano disponibile ad offrire ai nostri Consolati nel mondo
La
Dove l'Albania con la rappresentanza diplomatica paghiamo disponibile ad offrire i servizi culturali anche ai cittadini di albanese addetto il Ministro Turco degli Esteri
Quindi attenti tale dichiarazione affatto sorprende visto che normalmente la rappresentanza consolare viene al CIPE un Paese terzo quando tra due target non ci sono ovvero si interrompono e le relazioni diplomatiche
Ancor più normalmente
Ciò avviene quando in realtà vi sono in guerra tra loro
E ciò antinebbia assicura i loro rispettivi cittadini quella forma di assistenza che altrimenti verrebbe a mancare del tutto no forza ora in totale anche in campo con uno stop
Per motivi finanziari non può avere assorba mucche a rispondere alle richieste dei suoi cittadini in posti diversi del mondo
Siamo arrivati così al termine anche di questa puntata di passaggio a sud-est abbiamo dedicato molta attenzione alla situazione in un Serbia in Kosovo in vista anche delle prossime elezioni del sei maggio ma abbiamo nuovamente siamo tornati a dedicare l'apertura alla Bosnia
Alle celebrazioni alle commemorazioni per meglio dire del l'inizio della dell'assedio ma soprattutto alle reazioni politiche più queste come Morazzi ogni
Hanno provocato nel mondo politico della vostra Zago rovina e che come avete visto
Non sono positive anzi proprio questa ricorrenza del ventesimo anniversario dell'inizio dell'assedio della guerra in Bosnia Erzegovina
Ha provocato nuove divisioni è una una sottolineatura nazionalista ma d'altra parte ci saranno stupiti del contrario da parte del leader della Repubblica sei agisca
Milano per Dodic della entità serbo bosniaca a maggioranza serba della della Bosnia
Questa dunque è stata la puntata di oggi di passaggio su destra realizzata come sempre con la collaborazione dei nostri corrispondenti Marina si corra e Arthur nuora che potrà dette ritrovare riascoltare o scaricare in porca sta su Radio radicale punto it e andate nella Sezione delle rubriche lì tra le tante rubriche
Che caratterizzano il nostro palinsesto trovate anche passaggio sul deste Cuesta e tutte le puntate precedenti e anche gli speciali di passaggio a sud est
Ne approfittiamo per ricordarvi anche il nostro blog il blog lo trovate l'indirizzo passo deste punto block potrà appunto comma dove
Potete trovare gli argomenti che trattiamo trasmissione ma anche più in generale le questioni che riguardano
La attualità la realtà politica dell'Europa sudorientale
Ci sentiamo fra sette giorni grazie per l'ascolto un saluto da Roberto Spagnoli una buona giornata in compagnia di Radio Radicale