13APR2012
rubriche

Notiziario del mattino

RUBRICA di Dino Marafioti | RADIO - 08:52. Durata: 30 min 17 sec

Player
Puntata di "Notiziario del mattino" di venerdì 13 aprile 2012 , condotta da Dino Marafioti .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 30 minuti.

Sint pannella, giachetti, vizzini, pugiotto, bonino, baldassarri; coll con d.galli.
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Le otto e cinquantadue minuti di Roma lasciato in studio per l'edizione del mattino del notiziario di radio radicale Marco Pannella negli ultimi giorni più volte intervenuto sulla questione del finanziamento pubblico dei partiti auspicando una noi in alga della partitocrazia ricordando di radicali da decenni lottano per abolire il finanziamento pubblico ieri mattina Marco Pannella era ospite di Sky TG ventiquattro ora sentiamo uno estratto del suo intervento sul canale all news di Sky a partire proprio dalla tema del finanziamento pubblico
Gente sa tutto
Al capitolo tutto
Poi per quel che ci riguarda fanno noi delle domande dicendo voi politici
A un mal quelli politici quando avrete sono d'accordo tutti quella
E vero o no che non solo sul finanziamento pubblico dei partiti per abolirlo completamente
Non abbiamo mai smesso nuovo di lottare per vent'anni
è vero o no che io giravo per Roma con i notai per distribuire soldi
Del finanziamento pubblico perché se non
Li ritiravamo
Se li dividevano i ladri la partitocrazia
E quindi da distribuite in giro
E devo dire che gli italiani sono una cosa straordinaria perché poi facciamo avverse il numero di gente che mi dice che dopo avere fatto Firenze prebende per prendere quei soldi non li hanno spesi
E continuamente ve lo dico a lei o a casa
Questa è l'Italia dei in quel quindi
Sì e né io dicevo al bowling il Real dagli altri ed è mai visto però c'è anche chi dice ha proprio alla luce della nuova nella ci ha tradito ma il Governo ma voglio dire io che cosa ho fatto una volta compreso
Attraversavo uscendo dall'azione lo sapevo
Gli indignato allora è successa una cosa molto bella perché quella succede persone cosa molto brutta eco del blog bollo violenza eccetera
E già astuta stampe dello Stato a dire venerdì eliminato tutta questa gente violenti al suo interno
Ero brava gente
Tant'è vero che io entro fra di loro per andare ad una Radio Radicale
E
Conoscendo i miei colleghi avevo i nostri compagni di Radio Radicale prendendo
E
Tutti a insultarmi
C'è nudo Berlusca è il server auto a ordine vedi adesso tutti quanti usando chiederò Berlusca ma è possibile che
In cinquant'anni eredità politica
Per i poveri questo si tratta ho detto non mi hanno visto la regola la macchina blu
è ng rimane diciamo stato in questi
Non hanno mai visto dovuto fare un'osservazione sui due vetrine che bene o male abbiamo sempre davanti al partito e agli altri quindi
Questo le obbedisco
Hanno bisogno di sfogarsi debba non c'è Ippoliti lei ha parlato dei quattrini allora perché il con i costi della politica la agonale sono tre miliardi ogni dieci anni e secondo quello un quarto che ne spiego
Dovrei chi no ma e puramente e semplicemente una rapina
Di una parte di un grazie che censura la politica con la partitocrazia questo alla domanda Cosenza la democrazia via col i politici come le vedo ma è vero
Noi oggi come in Italia diciamo le cose che riusciva
Noi siamo condannati da giurisdizione europea
Da quella internazionale ma il ventisette luglio scorso il Presidente della Repubblica disse che la situazione italiana e del diritto
Delle due giustizia e l'appendice come Cartier viene contro la Costituzione disse che erano prepotente urgenza poi i politici è bella bruna intelligenza Natale niente
Restiamo sul tema finanziamento pubblico la possibilità che una leggina sia approvata in sede di Commissione senza alcun dibattito serio sembra essere diventata l'emergenza di partiti che appoggiano il governo e all'uso di tutto questo sentiamo cosa ne dice il deputato del PD Roberto Giachetti che è stato intervistato da Alessio Falconio
Cosa sta accadendo e che in realtà
Non si porta in sede legislativa ovvero in delibera anche o attraverso un decreto e via dicendo il tema
Della
Controlli riduzione nuove forme di finanziamento eccetera eccetera si porta esclusivamente da quello che capisco in qualche provvedimento che viaggia a mio avviso o un disegno di legge ad hoc
Unicamente il tema
Dei controlli
Alla queste diverse perché è una cosa molto più parziale che paradossalmente diciamo dal punto vista formale potrebbe avere oppure un suo senza peraltro ci vuole la maggioranza affinché
Ci sia una situazione di questo tipo non è che non si può decidere quindi bisognerà vedere anche come si esprime e l'Aula su questo
Ma dobbiamo sapere che
è questo che io contesto cioè
Noi facciamo in fretta
Una rischiamo di fare in fretta una norma che direi
Con tutto quello che è successo dovrebbe essere scontata e non aggrediamo il problema principale
E a me interessa andare a capire come ci muoviamo quali sono le posizioni quali sono
Come dire la capacità di da parte dei partiti e di questa classe dirigente di capire che
è arrivato il momento che non si risolve semplice The mettendo una toppa su un aspetto importante ma non determinante di tutta la questione quindi la questione per me rimane aperta e certo non si può affrontare in sede deliberante e in sede legislativa con un dibattito chiuso ma credo che poi questo sia
In realtà il sentimento di molti
Io ovviamente es mi esprimo nelle sedi
Formali del mio gruppo dove posso esprimermi quindi questa causa la Presidenza lo farò anche se c'è l'assemblea dell'Assemblea
E dopodiché io per quanto mi riguarda vi comunico che quel le cose che vi ho detto di questi tre punti controlli riduzione e finanziamenti alternativo
Le metterà in piedi con un
Euro con una proposta di legge con ripeto con un emendamento che comunque per quanto mi riguarda sarà lì e non sarà ritirato per nessuna ragione
Sentiamo adesso cosa pensa del merito della fretta che i partiti sembrano averle Carlo Vizzini presidente la Commissione affari costituzionali del sanarla intervistato coadiuvano
Radio Radicale abbiamo ora qui con noi Carlo Vizzini socialista esponente socialista Presidente in Senato della prima Commissione l'Affari costituzionali Presidente Vizzini si riparla di riforma aree il meccanismo di così Bitto sedicente rimborsi elettorali insomma il finanziamento pubblico reparti richiamiamo lo con nome e con cognome i parti di maggioranza vogliono fare in fretta
Marco Pannella contesta questa fretta
C'è il rischio anche di fare norme all'IdV ormai i limiti nella legittimità costituzionale qual è la sua opinione su Bari ma guardi intanto
Mi trovo
Poca disagio nel vedere le cose che succedono perché vengo da una storia diversa
Delle se è stato segretario di un partito quando entrando nella sede del partito la prima cosa di cui ti parlavano erano i debiti del partito gli stipendi che non si potevano pagare il segretario di partito non aveva alcuna indennità di carica
è e l'unico problema era come arrivare alla fine del mese tant'è che poi
Sì e cedette
Si andò sul terreno
Dei finanziamenti non dichiarati
Che provocarono tanti guai i partiti adesso vedo dei partiti che stanno abbastanza in salute che spendono poco poiché
Le grandi competizioni elettorali non si fanno per uno e lo scontro tra i candidati o tra le correnti
E che presentano bilanci che hanno
Delle giacenze che addirittura possono essere investite evidente che c'è
Qualcosa che non funziona bisogna far finire la la stagione dei partiti personali e bisogna ritornare a una stagione dei partiti del regole
Quindi per poter accedere al finanziamento pubblico ci dovranno essere
Dei partiti che si dotino di statuti che siano
In qualche modo previsti dalla legge
E che rendono possibile il ricorso la tutela giurisdizionale dell'iscritto
C'è bisogno anche
Che e il finanziamento pubblico diventi un rimborso effettivo disperse nel senso che c'è un criterio
Perché per accedere al al finanziamento ma ci deve essere anche il criterio delle somme spese che vengono rimborsate non credo che il partito può diventare una struttura che abbia un utile di bilancio
Così come non credo che si possa abolire attuare la parte pubblica regalando ai privati
Il finanziamento dei partiti con creando uno
Squilibrio grave nella nostra democrazia insomma materia da affrontare cene e debbo dire che
Tanto è
Urgente l'intervento rispetto a quello che accade
Quanto deve essere grande la riflessione sulle cose da fare perché aggiungere ancora errore omettere una pezza a quello che succede per tacitare l'opinione pubblica creando il presupposto perché poi
Comma avvengano altra sciagura non sarebbe risolutivo di nessuno problema
Chiarissimo la ringraziamo ringraziamo come esempi presidente Carlo Vizzini presidente della prima Commissione per l'ascolto darà grazie e prossimamente i cinque aprile si terrà a Roma la seconda marcia per l'amnistia la giustizia la libertà perché è la realtà lamento un impegno concreto e solerte adeguato ad affrontare le drammatiche condizioni in cui versano la giustizia e le carceri nel nostro Paese
E continua a argomentare intanto di ora in ora le adesioni alla marcia sono oltre mille cinquecento coloro che hanno già preannunciato la propria partecipazione più di cinquecento quelli che hanno scelto di farsi promotori della marcia con il Partito Radicale come a Natale del due mila cinque la marcia
Sarà aperta da don Antonio Mazzi insieme a don Luigi Ciotti e don Andrea Gallo nel comitato promotore
Anche la chiesa valdese la COREIS Comunità religiosa islamica e poi CGIL CISL UIL UGL i sindacati di polizia penitenziaria cui Ripa ossa e quello dei direttori penitenziari Cityper
La CGIA di Mestre come Giuseppe Bortolussi l'Unione delle Camere penali nonché personalità del mondo dalla politica
Per cui Giuliano Amato li utilità levi-Montalcini sembra con il Milan Giuliano Pisapia quello di Padova Flavio Zanonato e centinaia fra parlamentari e consiglieri comunali regionali e provinciali
Tra i promotori della Marciante molti accademici come Giuseppe Di Federico Mar de Margherita fatte do Fulco lanchester Antonio Martino e Gianfranco Pasquino tra coloro che aderiscono anche alcuni costituzionalisti e tra questi il docente di diritto costituzionale
A Ferrara Andrea Pugiotto al quale abbiamo chiesto perché la questione della legalità della giustizia italiana non sia avvertita come tema centrale dalla comunità dei costituzionalisti italiani sentiamo la risposta di Pugiotto
Non è avvertito come un problema di fondo fra i costruttori ricorda ogni chiede il rinvio
Indistinti dica che questo istituto sono davvero davvero molto pochi prevale una può dire un pregiudizio che dire così che c'è un po'così cioè che l'amnistia e indulto
Sono strumenti contra legem
Perché la mi stia una l'azione penale e qui in un atto di cannibalismo diciamo rispetto alla un processo in corso e quindi alle funzioni di giudice mentre villani punto estendendo la pena farebbe venire meno la certezza del diritto no ecco allora che su questo mi permetterei di offrire degli elementi
In controtendenza come lei stesso osservava
Dopo di lui prevede amnistia più indulto
Quindi sono strumenti contra legge ma non lo sono all'ordine
E inerente la costituzione di prevede i temibili perché ritiene che ci possono essere situazioni nelle quali
Nel bilanciamento fra interessi principi costituzionali prevalga la vincita di deflazionare la giustizia o di fatto è una vita
Aggiungo una seconda osservazione può essere ragionevole Lockheed riduttivi Cheney che si ricorre
Allo strumento di amnistia e indulto Soro a corollario di una riforma di sistema
Adempimento con dosi riforma del Codice di procedura penale sinfonici provvede poi con uno strumento di clemenza e questo può essere vero però non può esterna è questo l'argomento spendibile qui e ora in Italia
Perché perché noi abbiamo
Sul versante della giustizia
Una situazione che ci vede perennemente reiteratamente condannati a Strasburgo la quota europea dei diritti dell'uomo
Per un reato quello dell'abitazione del tempi ragionevoli nel processo che è un reato commesso in flagrante continuato
Sul versante del carcere cioè sul versante in cui potrebbe incidere indultino situazioni se possibile e secondo me ancora peggiore
Abbiamo il Presidente della Repubblica e questo Radio Radicale lo sto molto bene che Cornel diventato luglio scorso nel corso del convegno organizzato da
Radicali italiani al Senato ha parlato di una questione di prepotente urgenza sul piano costituzionale e civile
Al paradosso citarle testualmente ho qui sottomano il testo del Presidente Napolitano di una realtà che ci umilia in Europa e ci allarma appello sofferente quotidiana fino di impulso e poi gli si dà vita di migliaia di esseri umani chiusi in carceri
Che definirei sovraffollate e quasi in incognito un eufemismo
Ecco se questa è la situazione della giustizia e sequestra situazioni del carcere è evidente che l'amnistia e indulto dobbiamo intervenire dopo una riforma ma diventano convinto secondo me costituzionalmente in Porto
Prima
Come precondizione per un qualunque discorso ad un qualunque intervento di riforma strutturale sia della giustizia sia del carcere in Italia altrimenti se noi
Posticipiamo questi due strumenti che ripeto sono previsti in Costituzione no in realtà non interveniamo sui tecniche di flagrante dormiva in violazione dell'età costituzionale e della Convenzione europea dei diritti dell'uomo
Parliamo adesso ha proprio oggi Corte europea di diritti dell'uomo Lorenzo membri ne ha parlato con Emma Bonino
Si terrà nei prossimi giorni dal diciotto al ventidue aprile a Brighton una Conferenza intergovernativa per quanto riguarda una possibile riforma dalla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo su iniziativa proprio degli inglesi che hanno la Presidenza a rotazione di questa Corte da quello che emerge dalle indiscrezioni di stampa ci sono preoccupazioni circa
La possibilità dell'accessibilità ristretta nei confronti di questo istituto
Ne parliamo con Emma Bonino vicepresidente del Senato esponente radicale che ha preso parte a un seminario dell'Istituto Affari internazionali a Roma dedicato a questo tema Kamal camminare italiane
Rionali
Mobilitazione più generale
Stabilmente molti Paesi europei e anche al Parlamento europeo fra antenna di Bruxelles coordinata da Matteo Angioli
A attivamente contribuito al
Attivazione del Parlamento europeo insieme con la deputata Martin Webber
Eccolo al Parlamento europeo ci sarà una dibattito che lega peraltro le due questioni la riforma della credo e l'adesione dell'Unione europea in quanto tale alla convenzione
è progettando una ostacolato sempre solo solo dagli inglesi così dicono le ultime indiscrezioni
Perché avuti ho visto anche muoversi molte associazioni lei ai diritti umani civili e politici sia in Turchia che in Russia c'è le altre due e Paesi maglia nera con l'Italia tra gli altri di tutele
Camber Chimenti sentenze indicazione della Corte
è la verità è che la la Corte insomma è oberata per altro verso una circa centocinquanta mila
E a progetti di cui ricorsi di cui l'Italia è una grande fornitrice proprio perché non avendo mai o male essendo sia adeguata
Alle ingiunzioni vuole fare dentro le raccolte ha prodotto da parte dei cittadini italiani ulteriori ricorsi
E ulteriori quindi aggravino ora nel suo appunto chi fra l'Italia conta per quasi il dieci per cento sostanzialmente
Che dei casi inattesa
A ragioni ma anche per una
Certa l'irritazione della Inghilterra contro una sentenza della Corte
Che condannava inglesi e per che loro proibiscono hai detenuti di partecipare alle elezioni politiche quindi
Anche a partire da questa grande irritazione che Patrick in corso un tentativo inglese di arrivare alla modifica della Corte un po'per rendere da una parte per rendere più difficile ricorso diretto dei cittadini alla Corte
E secondariamente per
Considerare poi la Corte effettivamente
Ne ha ricorso di ultima istanza
E in teoria potrebbe pure a funzionare ma rimane che
Così come oggi la Corte è per i Paesi colpiti da malagiustizia come per esempio l'Italia e l'unica speranza è l'unico ricorso possibile
Il seminario di oggi e avevamo da parte delle iniziative parlamentari sia a livello di Parlamento europeo come ho detto che sia
Bielli Camera ed il Senato Rita Bernardini avere e io aspetto abbiamo rappresentato una interpellanza od una prima firma Marcenaro agli ma anche Sandro Gozi si è attivato in questo momento
E credo che il seminario di oggi e che ha messo insieme introdotto dal professor Murgia venia ma che ha messo insieme
Ne ha avvocati magistrati e il contenzioso rappresentanti del Governo e anche a tarda ora utile scambio di opinioni improbabile spetta alla criticità
Non tanto dalla Corte perché alla fine si è arrivati acconto a parlare subito della criticità della situazione
Ne ha della situazione italiana che noi radicali come è noto
Ben presente su cui si sta spendendo l'iniziativa principale radicale quella non violenta di Marco Pannella sulla ma la giustizia italiana e di tutti le conseguenze che questo comporta adesso
Vedremo appunto come
Ne uscirà questa conferenza intergovernativa di a Brighton il diciannove aprile ma
è evidente evidentissimo che la mala giustizia italiana ormai riflessi
E contagiosi e anche sulle istituzioni europeo in particolare sulla intasamento diciamo della della Corte per cui tutte e due
Le corretti si tengono e fanno parte di questa unione o unica sostanzialmente
Campania che avrà adesso una scadenza molto importante
La all'altra del venticinque aprile per l'amnistia la democrazia
è già un ma però una nuova liberazione diciamo così e penso che anche aver coinvolto nel coinvolgere
Nel discorso nell'analisi più anche autori che facciamo anche la situazione di crisi
Ne ha facoltà la situazione di crisi e della
Sistema complessivamente credo sia un dato che porta davvero far riflettere tutti quanti ex
E torniamo a parlare di equilibrio di bilancio e di situazione economica Claudio Landi ha intervistato su questo e la Presidente della Commissione Finanze e Tesoro del Senato Mario Baldassarri
Beh innanzitutto due cose appunto da liberale e non da liberista che l'economia di mercato liberista lasciata senza regole
Inevitabilmente tende da una parte a grandi concentrazioni di potere oligopoli e Monopoli
Per cui l'efficienza del mercato in presenza di
Potere di mercato non esiste più dall'altro lato però
Può cadere in una trappola che è proprio quello che il grande contributo di carenze e cioè l'economia di mercato può cadere nella trappola di avere un'apparente quelli bio con disoccupazione cioè con sotto utilizzazione delle risorse e da sola non ne esce occorre la politica e coloro i quali il nostro Paese diciamo così in quanto a trappola per usare questo termine sulla su tutto di trazione dei fattori produttivi particolare il fattore lavoro ma non solo ma anche nel fattore capitale mi sembra che proprio siamo nel bel mezzo con la tasso base di attività della nostra economia del nostro non in particolare dei processi economici e produttivi e anche con l'allocazione che ci ritroviamo del capitale finanziario somma certamente se
Facciamo un ragionamento che rimane teorico ma diventare un avvero impegno politico
E cioè se l'Italia avesse una disoccupazione fisiologica del tre quattro per cento compresi i giovani e comprese le donne
Il potenziale e e utilizzasse appieno e meglio e appunto continuo il capitale fisico che ha a disposizione quindi con le attuali condizioni di capitale fisico e di capitale umano edificabile rifinanziati strani fragile
Esattamente le norme risparmio che ancora le famiglie in qualche modo riescono a fare bene con questi tre elementi strutturali
Avremmo un potenziale di crescita del tre quattro per cento all'anno perché non lo si raggiunge perché la politica economica non riesce a a raggiungere questo obiettivo anzi con un settore pubblico che spende e spande il cinquanta per cento circa del PIL
Abbiamo diciamo così una situazione di competitive e di produttività
Patetica ma soprattutto perché negli ultimi venticinque anni
Diciamo prima dell'ingresso dell'euro ecco dei venticinque anni precedenti l'ingresso nell'euro ci siamo illusi che la politica potesse scialacquare attraverso la spesa pubblica in deficit e l'accumulazione di debito
Siamo arrivati ad accumulare come tutti sanno il terzo debito pubblico del mondo che ci costa ogni anno solo per pagare gli interessi cento miliardi di euro poi entrati nell'euro ovviamente nell'Unione monetaria europea
B siamo stati via via sempre più vincolanti a
Riequilibrare in termini finanziari il bilancio pubblico tanto che oggi abbiamo l'obiettivo di azzerare il deficit del due mila tredici
Da qui l'idea di mettere queste regole nella Costituzione
Anche perché l'articolo ottantuno che c'era già all'inizio della Costituzione
Che doveva garantire la copertura di ogni nuova spesa in realtà è stato aggirato per trent'anni di fatto perché se abbiamo curato da infine debito vuol dire che l'articolo ottantuno della realtà non è mai stato osservato allora ci dobbiamo chiedere quali vincoli nella Costituzione
Per fare osservare questo sacrosanto Obiettivo
Da lì
Equilibrio finanziario
Senza però dare alla politica
Ai partiti licenza di uccidere l'economia e la democrazia
Lei sia magistralis di Gianantonio Stella oggi a a Roma per l'apertura della scuola di open data giornalismo
A presente il Segretario di Agorà digitale Lucca Nicotra intervengono tra gli altri Lorenzo Benussi consulente del ministro dell'Istruzione rappresentante del mille euro al gruppo di lavoro i governante
E open data della mi sembra digitale italiano Gianni Betto direttore del Centro di ascolto dell'informazione radiotelevisiva nonché Leonida ritardo della sua azione di giornalismo investigativo
La scuola un progetto congiunto di Agorà digitale la soluzione di giornalismo investigativo a Radio Radicale
Mira la formazione di un nuovo profilo professionale in grado di rispondere a tutte le esigenze di una settore innovativo del panorama informativo in grande espansione in tutto il mondo e allora di questo appuntamento non parliamo una diretta con Diego Galli che è responsabile di Radio Radicale punto it dico buongiorno
Buongiorno buongiorno a voi agli ascoltatori cioè questo appuntamento si è iniziato totalmente fra un'ora abbia delle quattro Fontane centotredici alla da molti talenti
Gianantonio Stella nodo Gianico non dico ogni ovviamente di
Di presentazione accettato di aprire la scuola con una lezione gratuita aperta al pubblico la lectio magistralis
Proprio perché questo tema della trasparenza dei dati pubblici bella
L'apporto del digitale può dare
Alla circolazione delle informazioni è un tema centrale che sempre più
Si sta espandendo soprattutto all'ex però sappiamo che come Radio Radicale come Radicali abbiamo incontrato
Questo tema il tema degli open data proprio attraverso la campagna sull'anagrafe pubblica degli eletti cioè la campagna che tentava di usare internet per aumentare la trasparenza la conoscibilità
L'accesso all'informazione dei cittadini soprattutto riguardo all'operato delle istituzioni
Questo questo tema appunto dal organizzazione Obama ma ormai
Moltissimi governi occidentali
Stanno procedendo nella direzione di rendere pubblici aperti accessibili a tutti attraverso le nuove tecnologie
I dati riguardanti la pubblica amministrazione bilanci statistiche
Dati sul personale dati appunto sulla l'operato del Parlamento e delle istituzioni democratiche e questo perché
Quei dati sono collezionati attraverso
Le tasse pagate dei cittadini hanno una rilevanza pubblica perché riguardano questioni interesse pubblico internet consente finalmente
Di renderli accessibili a tutti e quindi questo è un patrimonio che va reso a chi spetta quindi appunto i cittadini grazie alle nuove tecnologie possibile utilizzare questi dati in modo innovativo cioè mentre prima c'era bisogni per forza di
Una mediazione soprattutto di un racconto diciamo così giornalistico a meno che di non volersi analizzare pagine e pagine di dati stampati
Su dei fogli adesso le nuove tecnologie con tanto di usare questi dati aggregarli bisogni darli informa intuitiva in forma innovativa sostanzialmente di chiunque
Abbia accesso a queste a queste informazioni e sappia maneggiare bene queste tecnologie che diventano sempre più di uso comune può ad avere accesso a questi dati e presentarli al pubblico attraverso dei grafici attraverso delle info grafiche
Che rendano questi dati sostanzialmente fruibili quindi
C'è questa nuova frontiera del giornalismo il giornalismo bendata che attraverso i dati costruisce dei racconti pensiamo che questa sia una frontiera lo vediamo comunque sta già avvenendo anche in Italia ma soprattutto a me però
Che i giornali letti fanno i siti internet i vari mezzi di informazione
Si stanno aprendo a questo nuova forma di vi racconto giornalistico che appunto va a favore della trasparenza non è un caso di dai docenti della scuola c'è serissimo roggia sa che l'editor della data blog del Guardian c'è una appunto tornare indietro identità muovendo da bilanci anni su questo è l'ANAS
Venga uguali della BBC
Maledetti Lalli recuperi querele Bresso Gian Antonio Stella appunto
Donato Speroni che curatore del blog numero otto su Corriere compiti
Alberto Zuliani che ordinaria dopo aver ribadito qui a Vittorio barbina tratto Belisario e molti altri la scuola
Parte il venti aprile domani si chiudono le iscrizioni per chi voglia contattarla l'indirizzo è open data giornalismo appunto i pieni
è una con una un'iniziativa appunto congiunta di Radio Radicale richiama da qua a digitare e la feroce terrorismo investigativo e oggi si inaugura
Lo ripeto la Domus talenti a via tre-quattro contare centotredici per chi non potrà essere presente elementi niqab non alle dieci e trenta alle undici anzi
Per chi non può essere presente a Roma potrà poi rivederla trattative radio radicale che registra l'evento allora appuntamento alle undici come dicevamo alla Domus talenti via delle quattro Fontane Santone disgrazia dico Gandhi grazie a voi
Sono le ore ventidue minuti e chiudiamo qui questa edizione del mattino della notiziario di radio radicale grazie Piero Scaldaferri alla regia un saluto e un grazie per l'ascolto di Novara fiero di ora saper regime Massimo Bordin