23APR2012
rubriche

Notiziario del mattino

RUBRICA di Aurelio Aversa | RADIO - 08:49. Durata: 30 min 15 sec

Player
Estratto della conversazione settimanale con marco pannella; collegamento in diretta con renato d'andria intervistato da aversa; sintesi interviste a mario abruzzese, matteo cicchetti, valerio spigarelli, andrea romano e ugo sposetti.

Puntata di "Notiziario del mattino" di lunedì 23 aprile 2012 condotta da Aurelio Aversa .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 30 minuti.
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale sono le otto e quarantotto ore deve stesso dico per questa prima edizione del notiziario tra quarantotto ore dunque mercoledì venticinque aprile si terrà la Marcia per l'amnistia la giustizia la libertà una marcia
Che vedrà la presenza di molti artisti locali Regioni Province Comuni e di deputati senatori sacerdoti
Dell'Unione delle comunità islamiche di sacerdoti di costituzionalisti di questo appuntamento continueremo comunque a parlare come ha fatto Marco Pannella nella conversazione domenicale a Radio Radicale sentiamone un estratto
Un breve stralcio
Poi ritornare a mano comunque indiretta su questo appuntamento
Quindi su tutto questo dobbiamo prepararci continuare prepararci a indicare nella realtà partitocratica di oggi
La priorità della legge del diritto
E indicarla diciamo francamente a chi
Sarebbe offensivo non
Rivolgersi innanzitutto
Al Presidente della Repubblica che costituzionalmente e il supremo garante
Di quello che noi chiediamo e proponiamo
Rispetto della legalità e la fuori giusto riuscita
Da una flagrante ma
Incontestata da chiunque flagranza di reati contro i diritti umani e contro il diritto in questo momento è in atto
In Italia no questo e in effetti è per questo che non malgrado quaranta richiami di quelle risibile mi si consenta ma lo dico davvero consapevole di dire una cosa grave
Autorità garante che per quaranta volte
Ha condannato RAI e via dicendo per alla mancanza di informazione
Al popolo italiano perché una parte politica veniva sottratta al giudizio del popolo italiano sistematicamente non importa quale ma sicuramente questo accadeva
E
Fa pensare a quel
Contributo potente che la Repubblica allo Stato italiano sta dando ma in modo da non crederci Presidente della Repubblica
Quale quale della situazione
è che noi stiamo sfruttando non più solamente o intanto all'autorità garante
Sulla comunicazione in Italia ma la giurisdizione europea
E quella non solo europeo dopo che è fondata
Sul richiamo esplicito ai diritti umani e allo Stato di diritto quindi anche di tutti i patti costitutivi bilaterali e trilaterali regionali
Della legalità da quarant'anni del diritto internazionale da quarant'anni
Ca
Da quaranta a cinquanta sessanta anni ad oggi no
E quindi questa la osservazione che anche stamattina ho provato a fare
Beh è vero che siamo inseguiti dai limiti dalle forze delle nostre tradizioni
Ma ritengo doveroso dire al Presidente della Repubblica guarda
Io anche sicuramente
Ma siamo inseguiti dalle nostre storie chiuse in seguito da una storia per la quale
Per un motivo di una speranza di un'utopia
A differenza di altri costitutori del Partito comunista o di compagni come noi e via dicendo
No a differenza di quelli bene mondi se c'era qualche centinaia o migliaia di suicidi suicidati in giro per il mondo magari a poche centinaia di chilometri dall'Italia
Però all'utopia imponeva di non fare i moralisti
E come dire di non scegliere fra
I suicidi date
E Cirilli suicidata no magari anche quando erano i comunisti che fuggivano dell'Italia andavano a farsi ammazzare
Dai comunisti puri della Terza Internazionale insomma
Ecco questo è quello che io ritengo che questa sia la situazione
Il Presidente della Repubblica e l'interlocutore se non lo si vuole offendere
è l'interlocutore obbligato di questo discorso abbiamo in Italia in indiscutibile di indiscussa flagranza
Di reato contro come tu stesso hai detto la la nostra Costituzione che
Chiedo scusa per cui hai detto ci dobbiamo vergognare dinanzi a tutta l'Europa
E ha revocato il termine l'orrore si riferiva ad una parte
Della realtà carceraria e quindi la prepotente urgenza di fare questo Luron affatto messaggi alle Camere ma noi siamo riusciti a
Ad ottenere l'autoconvocazione del Senato
Senza
Che però non è seguita poi da quello che la Camera contro quello che diceva la Costituzione ma obblighi abbiamo
Messo in moto dei meccanismi istituzionali e oggi ci troviamo con una citazione manifestamente peggiorata
In cui l'arbitro
Non l'arbitro voglio dire fra due parti ma allora il garante credo nell'arbitro
Il garante della legalità della legge del suo rispetto non solo tace ma
Inseguito dal suo passato che mi fa
Fa di lui un politico di estrema di grande esperienza no di profonda conoscenza
Anche degli strumenti tecnici e di Governo
Riesce a concepire l'annullamento perfino della nozione
Della legalità della costituzione del diritto e dei diritti valgono niente invece chi nomina ci vuole fantasia
Molti nomi Monti subito il senatore a vita dopodiché gli dà l'incarico di governo e Louise riesce in questo modo con il suo
Patrimonio diciamo di uomo di Governo
Di premier mentre sostanziale di premier vero quello appunto di illudersi
Di avere
Ottenuto
Che il disastro quello greco tra virgolette
Non accadesse si è rimandato come negli anni fa
Mentre il fatto che in Italia la legalità non valga nulla
Ogni giorno insieme smentita e tradita
Vilipesa offesa tant'è vero che muore che conti che ormai
Diventa una malattia nazionale del suicidio
Dappertutto spunto lo suicidi
Così dunque Marco Pannella ieri a Radio Radicale durante la conversazione con Massimo Bordin ha potrete riascoltare integralmente quanto
Stato detto ieri a partire dalle undici dopo l'intervista del lunedì con Emma Bonino
è tra i coloro che hanno aderito alla marcia
Del venticinque aprile
Anche
Renato D'Andrea che segretario nazionale della Partito socialdemocratico italiano Partito che ha avuto un suo ruolo in passato e del quale
Un po'di tempo veramente non si avevano notizia buongiorno Dante a produrre
Allora innanzitutto anzi prima di spiegarci quali sono le ragioni che che lo hanno spinto ad aderire partecipare questa marcia la sua da parlare brevemente però
Di questo partito socialdemocratico italiano quanti siete in cosa si differenzia dalle altre organizzazioni che in qualche modo si rifanno alla socialismo
Beh intanto il partito socialdemocratico italiano non è mai insomma scomparso avuto momenti di
Diciamo un po'di debolezza rappresentativa nel Parlamento perché molti socialdemocratici sono i nostri componenti politiche e quindi è sempre esistito
Non è mai non ha mai chiuso i suoi battente
E lei siamo già l'ultima
Diciamo tutto nelle forme di dodici mila iscritti
Quest'anno rinnoviamo il tesseramento stiamo rinnovando un po'gli organi del partito stiamo facendo un po'un aggiornamento di un partito vecchie macchine nuova sostanzialmente sulla sulle proposte sulle
Emissioni chiama della politica che non sono assolutamente contraria a tutte quelle
Diciamo attualmente esistenti
Che hanno creato queste carte anche noi siamo contro le case siamo un partito dove prima di tutto di esserci dell'uomo il cittadino a attenzione i nostri
Nel corso dei nostri servire non tutte le altre cose negative che oggi hanno portato a una legge quadro politico nella nostra nazione ecco come allora
Giudica
Quanto da tempo i radicali e affermano sostengono sulla giustizia sull'amministrazione della giustizia su delle di legalità di un sistema carcerario ormai
Da troppo tempo in questa situazione
Bene la giudichiamo molto
Positivamente tutta l'attività che svolge il Partito radicale in particolare Pannella e tutti gli organismi
I con di contorno al partito stesso Nessuno tocchi Caino e altre realtà
E quindi noi sosteniamo a piene mani tutto quello che è possibile fare nell'interesse della giustizia italiana e naturalmente sosteniamo le proposte di Pannella tempo addietro prima anche una proposta per Pannella
Di nominarlo dal
Senatore a vita per le sue battaglie liberali le sue battaglie per la giustizia
Per i diritti pare che invece è avvenuto fare Billè inaudita va oltre la parte immediatamente un altro senatore che oggi gode del privilegio di essere Presidente del Consiglio di concreti autografa parto sempre le violazioni dei diritti
Ok allora grazie Renato tant'è che Segretario nazionale del partito Social Democratico italiane appuntamento all'errore a mercoledì ok grazie buon lavoro a grazie
Il venticinque aprile ha aderito alla marcia anche la Regione Lazio sentiamo il Presidente del Consiglio regionale Mario Abruzzese motivare le ragioni di questa adesione
Per aerei tanto per rafforzare
La richiesta del Partito radicale ma soprattutto per rafforzare la richiesta del nostro Paese per chiedere al Parlamento un impegno concreto
Diciamo solerte per quanto riguarda diciamo il problema
Della nostra giustizia il problema chiaramente in cui vertano
Diciamo allo stato delle nostre carceri italiani quindi siamo di fronte a una delle più grandi questioni sociali in Italia quindi dobbiamo cercare
Di fare squadra il sistema per ridare una dignità anche alla nostro paese è un Paese che continuamente
Diciamo collettivo una condanne da parte della Corte giusti europea giusto l'Europa internazionale per violazione dei diritti umani fondamentali quindi di fronte ai diritti umani dobbiamo essere tutti uniti e compatti anche perché stiamo parlando di
è un problema reale delle condizioni nelle nostre carceri noi come Consiglio regionale abbiamo approvato
O mozioni importanti a sostegno delle carceri laziali ma a oggi ovviamente stiamo discutendo di tutto il sistema delle carceri arriverò nazionali nelle quali diciamo
Sessantasette mila detenuti sono ammassati in celle che potrebbero ospitarle al massimo quarantacinque mila quindi di fronte a questi dati è chiaro che dobbiamo tutti fare un gioco di squadra per fare pressione nei confronti della Parlamento per iniziare a discutere di un problema serio più volte
Sollecitato dal nostro Presidente della Repubblica
Che era Mario Abbruzzese presidente del consiglio regionale del Lazio e anche la Regione Basilicata ha votato in Consiglio regionale e l'adesione all'iniziativa
Dal venticinque aprile sentiamo il vicepresidente del Consiglio regionale Matteo Cicchetti intervistato da Maurizio Bolognetti
E oggi direttore dei lavori audience i volti
Inerente
Che appunto corretto esce poste
Dire regione mobilità operativo
Sottolineare come
Auto
Liberare Pertusola le zone
Non è d'accordo
L'energia
C'è con quello che ha detto il Presidente della Repubblica
Generalmente
Che ha sollecitato
Chiarire
Era il vice Presidente del Consiglio regionale della Basilicata Matteo Cicchetti anche molti penalisti italiani aderiscono all'iniziativa del venticinque marzo io Maracci ottima intervistato l'avvocato Spigarelli
La media come il provvedimento generale di fronte a riforma di struttura del sistema un volano per far rimettere in marcia
Il sistema un po'
Se non c'è però la riforma di carattere generale c'è solo l'anno in stia poi ci dona Prodi al punto di partenza molto opportuno questo chiarimento
E non lo sa che chiaramente su su queste basi a aderito a questa marcia allora sì mi ricollego un po'al ragionamento che stavo facendo prima anche con Luigi Nieri e cioè
La tipizzazione di quel tipo di reati che poi sono me lo confermerà
Diciamo una delle cause principali dell'attuale drammatica drammatico sovraffollamento delle carceri cioè i reati legati alla tossicodipendenza i reati di
Immigrazioni clandestine così
Ci si questore è certamente vero e quindi vanno ripensati anche dal punto di vista della politica giudiziaria alcuni
Alcune scelte di politica criminale ed è sotto gli occhi di tutti per esempio che è da un po'di tempo a questa parte sono e da quando
Sulla scorta di alcune sentenze della Corte ad opera dei diritti dell'uomo
Per alcune ipotesi legate all'immigrazione clandestina non è più applicata a la custodia cautelare in carcere comunque l'arresto poi il quelle ingressi in carcere sono diminuiti
Quindi
La DDA prima riflessione che va fatta è proprio sullo strumento della pena detentiva ma per fare una riflessione che va fatta in senso generale
Quindi cioè noi abbiamo una legislazione che pone al centro o come sanzione il carcere ed è una scelta sbagliata perché è una funzione
Che invece deve essere secondo i principi di un diritto penale minimo ed efficiente
Scelta solamente per un certo tipo di comportamenti un certo tipo di reati perché per altri funzionano molto meglio anche dal punto di vista della deterrenza altro tipo di sanzioni faccio un esempio specifico
Funziona molto di più
Un lavoro socialmente utile funziona molto di più un comportamento ripara attivo
Anche dal punto di vista ripeto della deterrenza della prevenzione che nonno un carcere che molto spesso è urlato applicato nel corso delle indagini preliminari e poi magari mai più applicato alla fine
In questa faccenda mi lasci dire solo Menegon conta poi un'altra questione fondamentale fondamentale e centrale
Che in quella della custodia cautela e di numeri ci dicono
Che in carcere oggi ci sono più persone in custodia cautelare che non condannati
Con piena definitiva e questa è una questione fondamentale nel sistema di difesa si vuole incidere sulla problema dell'affollamento dal carcere non si può non toccare la questione della custodia cautelare
Custodia cautelare che oggi viene applicata
Molto spesso come una sorta di anticipazione di pena
I giudici sanno perfettamente che il sistema non funziona e quindi magari non si arriverà poi dopo anni ad irrogare una piena
Alla fine del processo e allora vanno ascoltare
Contrari prima nel corso del processo questa non è un'illazione degli avvocati tutto sommato è la stessa cosa che in termini
Se vogliamo più allocati ha detto però lo stesso primo Presidente della Corte di Cassazione quando ha detto l'attenzione che la custodia cautelare non è più estrema ratio
Nel sistema ma e in applicazione di una difesa sociale malintesa da parte dei giudici che è esattamente quello che io stesso quindi se vogliamo parlare del carcere
A pieno dobbiamo iniziare a parlare della custodia cautelare dobbiamo scrivere nel Codice di procedura penale che la custodia cautelare può essere applicata solo per alcuni tipi migrati e di fronte alle esigenze cautelari
Perché altrimenti non risolveremo mai
Era l'avvocato Valerio Spigarelli Presidente dell'Unione delle Camere penali intervistato da di normare a fiotti
Non si rifonda così l'area moderata afferma Italia Futura l'associazione Di Luca di Montezemolo rivolgendosi all'UDC al PdL che annunciano cambiamenti della loro struttura
Sentiamo in cosa consistono le critiche a di Italia Futura dalla voce del direttore dell'associazione Andrea romano
Ma innanzitutto chi non è nei nostri editoriali udiamo tant'è che è una forma del sarcasmo non tanto per un vezzo ma perché ci piace provare ad istituzionale è un po'anche il gioco della politica
Pur avendo noi spesso l'ambizione non tanto direttamente i politici ricamati interlocuzione con la politique ora noi oggi impegniamo un po'in giro questo questo rischio fondo che tutto cambi perché niente cambi soprattutto in un momento in cui i partiti non godono di un grande vertice in questo Paese dicendo una banalità eufemismo però noi diciamo anche un'altra cosa cioè
In un momento in cui legittimamente il Partito Democratico e la sinistra italiana hanno deciso di tornare a fare la finta tradizionale forte contando sulla speranza che arrivi anche qui il vento di Parigi o a qualunque tipo di
Penso arrivi da Parigi
Esiste un problema per tutta quella grande opinione pubblica italiana che non si identifica in questa rappresentazione di città tradizionale secondo noi un po'difensivista per cui l'Italia dovrebbe chiudere indifese alzare delle barriere contro
La globalizzazione eccetera eccetera questo Prima Repubblica allora di finiamo moderata ma le definiamo liberale democratica in fondo l'opinione pubblica che crede
Come dire nella libertà di intraprendere crede che sia indispensabile che il mercato del lavoro credo che sia necessario scommettere sulla crescita eccetera eccetera esiste un problema che quest'un rischio che questa grande opera pubblica italiana non venga più rappresentata adeguatamente in Parlamento allora
Occorrerebbe non tanto cambiare casacca o alterare i gruppi dirigenti o cambiare nome
Apro una parentesi anche perché la storia italiana recente piena di partiti che hanno cambiato nome senza cambiare i gruppi dirigenti quindi è un gioco che forse non funziona più quella servirebbe secondo noi
Aprire un vero cantiere un canti quello che ne abbiamo cancellato Chianti cantiere due mila tredici
Un cantiere di idee di persone e di soluzioni
Risoluzione orientate a fornire all'elettorato italiano una proposta liberale e democratica nuova per il due mila tredici questo è un processo che richiede una buona dose di coraggio e anche una buona dose di messa in mozione di pari come dire partiti e partitini
E noi abbiamo anche invitato tutti coloro che come dire hanno interesse a questo appare e ci pare a questo cantiere con le loro idee e anche con le loro storie
Piuttosto che limitarci a dire appunto abbiamo azzerato i gruppi dirigenti da dopo domani ci sarà una grande novità nella politica italiana se faccio un'ultima domanda Romano sulla battaglia che i radicali stanno conducendo in questi mesi quella che riguarda
Funzionamento della giustizia e dicono la giustizia nel nostro Paese non funzione questo è anche un elemento di ritardo della stessa crescita economica il PIL non cresce anche perché gli investitori stranieri faticano per il nostro Paese ci sono regole
Rigide ci sono processi troppo lunghi subiamo
Decine di condanne dalle istituzioni europee sulla non ragionevole durata dei processi per questo propongono un'amnistia che è argomento poco diciamo gradevole per l'opinione pubblica ma che l'unico strumento dicono i radicali che consentirebbe di azzerare tutto e di di partire per fare le famose riforme di cui pure si parla
Da vent'anni che cosa ne dite voi d'Italia fu dunque sul tema delle
Sia civile intendo e noi Italia Futura io personalmente aggiungo siamo totalmente d'accordo sul tema nel senso che riteniamo anche noi che i i rallentamenti della giustizia civile siano un impedimento molto forte anche alla crescita economica del suo Paese ma comunque aggiungo io anche come dire alla solidità dell'Italia come è stato di diritto perché è un satellite anche uno Stato nel quale la giustizia civile funziona content perché questo non accade in Italia il tema dell'amnistia non abbiamo una posizione ufficiale posso dire la mia posizione personale con la posizione realtà critica e non credo che
Io sia la soluzione al tema dei rallentamenti alla giustizia civile quello che occorrerebbe una riforma
Chi verifica sì e credo anche
Anche qui personalmente che
Il piano acque dire che
Occorra anche in Italia vere una certezza della pena che spesso non si raggiunge però aggiungo un altro elemento in questo caso tornando e per le future natura sta lavorando anche sui temi della giusta
Questo accade in particolare sui temi della giustizia penale e entro la pausa estiva svolgeremo anche su questo punto un'effettiva proponendo un documento
Un documento programmatico non vuole sovente spaventare nessuno ma sarà una proposta di politiche
Tra cui sta lavorando un gruppo
Appunto di esperto i magistrati e non magistrati naturalmente ci mancherebbe
Non legati formalmente tale futura ma coinvolto il nostro report che mi mi farebbe molto piacere presentare anche al pubblico di la di radicali a forza di Radio Radicale appunto prima di lui prima della fine di luglio
Per Andrea Romano direttore dell'Associazione Italia Futura intervistato da Paolo Martini cambiamo tema finanziamento pubblica i partiti Ugo Sposetti deputato e storico tesoriere dei DS ha commentato
La scorsa settimana dal microfono di Alessio Falconio del proposta in discussione a partire da quella di affanno Bersani
E Cassini ricordando che il tema centrale
E l'articolo quarantanove della Costituzione
Ricorda Sposetti che anche le proposta che prevedono il credito di imposta sono di fatto a carico dello Stato che restituisce ai cittadini quello che versano e partiti riascoltiamo uno straccio di questa intervista
Che la proposta presentata
Porta la firma di Alfarano Bersani e Casini è una proposta che riguarda
La fase transitoria l'immediato il controllo dei bilanci la trasparenza
Che regole
Per il non rispetto
Di questi paletti inseriti nella proposta e quindi sanzioni
E poi dall'autore di o Corte dei conti o Autority chiede controllare i bilanci
Adesso c'è una rincorsa mi pare di capire a presentare proposte su sul finanziamento che mi fanno
Un po'tenerezza perché due mesi fa
Hanno fatto la rincorsa presentare proposte di legge sull'attuazione dell'articolo quarantanove della Costituzione
Io non so fra quindici giorni che corsa coi quali cento metri correranno per presentare quale proposti
Forse per chiedere i caschi blu di controllare la vita dei partiti in Italia siamo seri
Approviamo rapidamente la proposta presentata in
Commissione e a firma dei diversi calendari
E subito dopo i ballottaggi affrontiamo il nodo dell'articolo quarantanove
Attenti
E lo dico era di ascoltatori
Dell'emittente del Partito radicale
Ma tutti
Hanno il punto di arrivo sui soldi pubblici
Perché anche Pellegrino Capaldo che propone un credito di imposta del novantacinque per cento o novanta quanto sarà poi record il credito di imposta
è a carico
Del bilancio dello Stato
Poi c'è una fascia di transizione quindi per almeno altri sei o sette anni manterremo in piedi questo sistema
Così vuole Casini e così nelle ultime ore mi dicono che vuole anche Alfano
E voi entrerebbe in vigore di questa nuova norma io dico
Che a
Popolo italiano i partiti e la politica
Devono
Dare delle risposte
E le risposte devono essere
Chiare
Immediati e comprensibili
Settanta però
Nel merito invece la proposta fanno Bersani Casini
Qualche problema c'è perché dal punto di vista tecnico i tessuti e la Camera ha eccepito la serie di passaggi
La responsabilità non ed esporre segretari loro non è che si mettano a scrivere le norme hanno a
A farne
Il problema vero
Non me ne voglia nessuno ma e come nell'esercito
C'è il comandante generale Capo di stato maggiore il generale di brigata regola e giustamente le hanno fatto la scuola militare armato ma quando bisogna
Affrontare di
Un ordigno inesploso della seconda guerra mondiale e si chiama il maresciallo
Degli artificieri
Che con il sergente e con
Il militare che prende mille cinquecento euro parmense sminatori e non ci rimangono lui
è quindi la
Prendere quelle se le norme ci si affida
A quelli che sanno scrivere norme
E quindi non è stato fatto da però si possa avere un è stato fatto queste cose si correggono non è
Punto dediti critiche a nessuno
Però
Una cosa firmata dei segretari
Quindi
E se certe
Bisognerebbe controllarla meglio Mannoni segretaria non ruolo loro o non hanno nessuna responsabile
In conclusione dunque approvare subito questa riforma non perdere tempo non non non disperdere energie con altre proposte come quella di Casini e di quella che pareva no no no no le proposte sono tutte pregiudizio leggi time
E tutti sono legittimati a presentare delle proposte
Oddio quando una stessa persona ne firma tre
Così dunque Ugo Sposetti deputato e già tesoriere dei DS intervistato da Alessio Falconio sullo stesso argomento è intervenuto anche Maurizio Turco deputato radicale
Se la dichiarazione del segretario Angelino Alfano di volere un partito autofinanziato dei iscritte sono un proposito circoscritto alla proprio partito
Siamo lontani dalle necessita di governo
Necessità non circoscrivibili ad un presunto presente il finanziamento pubblico sotto mentite o meno spoglie non va rifiutato ma abolito se però quanto detto dal fanno fosse un proposito di riscrivere la natura dei partiti cioè di renderli
Aderenti alla Costituzione alla compito che gli è propria in democrazia
Allora si apre una fase nuova anche in Commissione affari costituzionali
Dove stiamo discutendo dell'applicazione dell'articolo quarantanove della Costituzione sulla democrazia interna i partiti ma per espellere il finanziamento pubblico dei partiti è indispensabile
Che i partiti non occupino più lo Stato soprattutto i gangli vitali socio economici industriali
Quindi sia alla partito autofinanziato con un tetto per le donazioni del singolo e soprattutto non con i denari di aziende
Che offrono servizi alla pubblica amministrazione e tanto meno da chi ricopre incarichi di nomina politica e per i rimborsi elettorali conclude turco
Un euro per voto ricevuto con rimborso solo delle spese effettivamente sostenute
Sono le nove diciannove con questo chiudiamo
Questa prima edizione del notiziario di radio radicale ulteriori informazioni tre circonda ora dopo la replica della rassegna stampa