22 LUG 2012
intervista

I veleni industriali e politici di Taranto: intervista ad Emanuele De Gasperis

INTERVISTA | di Maurizio Bolognetti - TARANTO - 00:00 Durata: 23 min 20 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
La famiglia Fornaro è stata pesantemente penalizzata dalla grave situazione di inquinamento che vive il territorio tarantino.

I Fornaro, allevatori da 4 generazioni, nel 2008 hanno dovuto interrompere la loro attività.

I capi di bestiame del loro allevamento, contaminati dalla diossina, sono stati abbattuti e inceneriti come rifiuti tossici.

A Taranto è tutt'ora in vigore un'ordinanza che vieta il pascolo nel raggio di 20 km dalla zona industriale.

Di fatto l'allevamento Fornaro, così come altri 11 storici allevamenti, sono stati spazzati via dai veleni che da decenni l'Ilva riversa sulla
città.

A parlare del caso Fornaro, che è poi il caso Taranto, Emanuele De Gasperis, veterinario e cognato di Vincenzo.

Nelle sue parole la rabbia per le ingiustizie subite, ma anche la speranza di un futuro altro, che nasce da un risveglio delle coscienze in una città che per troppo tempo ha subito in silenzio, soggiogata dal ricatto occupazionale.

leggi tutto

riduci