28 NOV 2012
rubriche

Come sta l’industria italiana?

SERVIZIO | - Radio - 12:45 Durata: 20 min 49 sec
Player
Mezzo milione di posti di lavoro persi negli ultimi 5 anni.

Tasse sulle imprese al 57%.

Costo dell’energia alto più del triplo degli altri paesi europei.

Come sta l’industria italiana? Fino agli anni settanta eravamo leader mondiali per produttività, ma oggi siamo il fanalino di coda fra i paesi più industrializzati.

Negli ultimi decenni abbiamo letteralmente abbandonato settori in cui primeggiavamo, come l’informatica e l’elettronica di consumo.

E siamo usciti anche dal salotto buono della chimica.

L’Italia resta pur sempre la seconda manifattura d’Europa, ma oggi sconta la totale
assenza di una politica industriale, con gravi costi economici e sociali.

I Paesi che meglio hanno reagito alla crisi e quelli che meglio stanno agganciando il treno della ripresa sono quelli che in questi anni si sono dotati di una politica industriale, come la Germania e molti Paesi emergenti.

In Italia, però, negli ultimi vent’anni abbiamo parlato di tutto fuorché di industria.

(audioinchiesta a cura di Francesco Trapanotto).

leggi tutto

riduci