30 NOV 2012
intervista

Nuova istanza di scarcerazione per Ambrogio Crespi. Intervista a Luigi Crespi, al ventesimo giorno di sciopero della fame per l'arresto del fratello Ambrogio, da cinquanta giorni in custodia cautelare nel carcere di Opera

INTERVISTA | di Emiliano Silvestri - Milano - 16:52 Durata: 16 min 50 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Ambrogio Crespi fu arrestato il 10 ottobre e accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.

Si ritiene abbia contribuito, al tempo delle elezioni regionali del 2010 in Lombardia, a procacciare voti al candidato Domenico Zambetti con apporto fornito direttamente alla criminalità organizzata.

"Nuova istanza di scarcerazione per Ambrogio Crespi. Intervista a Luigi Crespi, al ventesimo giorno di sciopero della fame per l'arresto del fratello Ambrogio, da cinquanta giorni in custodia cautelare nel carcere di Opera" realizzata da Emiliano Silvestri con Luigi Crespi (sondaggista, direttore di
Crespi Ricerche).

L'intervista è stata registrata venerdì 30 novembre 2012 alle 16:52.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Carcere, Crespi, Custodia Cautelare, Digiuno, Diritti Umani, Elezioni, Giustizia, Intercettazioni, Mafia, Ndrangheta, Nonviolenza, Opera, Politica, Radicali Italiani, Regionali 2010, Voto, Zambetti.

La registrazione audio ha una durata di 16 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Luigi Crespi

    sondaggista, direttore di Crespi Ricerche

    Fratello di Ambrogio Crespi Tra i cardini dell'accusa, le intercettazioni telefoniche nelle quali si parla - in sua assenza - di Ambrogio Crespi. Il rigetto della prima istanza di scarcerazione e la motivazione del rigetto. L'impegno di Ambrogio Crespi nei confronti dei carcerati, tra i quali amici conosciuti nel quartiere di Baggio dove è cresciuto e dove ha frequentato i figli di confinati. L'annuncio della presentazione di un'ulteriore richiesta di scarcerazione, sorretta da una perizia del Centro Italiano Studi Elettorali diretto dal professor Roberto D'Alimonte - ordinario (Sistema politico italiano) presso l'Università Luiss "Guido Carli" di Roma - da parte degli avvocati Elia e Rossodivita. La perizia dimostra che non c'è correlazione tra il voto ottenuto nel 2006 dal candidato Sindaco di Milano Ambrogio Crespi e il voto raccolto dall'assessore Zambetti alle elezioni regionali svoltesi in Lombardia del 2010. La difesa ha prodotto anche estratto del certificato di matrimonio che dimostra, diversamente da quanto asserito, che testimone al matrimonio di Ambrogio Crespi è stato il fratello Luigi. L'intervista si conclude con il racconto di alcune fasi dell'arresto. Ulteriori informazioni: www.radioradicale.it, www.ambrogiocrespi.it
    16:52 Durata: 16 min 50 sec