03 DIC 2012
dibattiti

Kazakistan: confermata la condanna del leader dell'opposizione, stretta sui media. Ne parlano Marco Perduca e Antonio Stango

DIBATTITO | di Ada Pagliarulo - RADIO - 13:18 Durata: 35 min 3 sec
A cura di Valentina Pietrosanti
Player
Confermata in appello la condanna a sette anni e mezzo di reclusione per il leader del partito di opposizione 'Algà', Vladimir Kozlov.

E' accusato di 'incitamento alla discordia sociale', in relazione ai fatti di Zhanaozen: il 16 dicembre la polizia sparò sui manifestanti, ponendo fine ad una protesta di mesi da parte dei lavoratori del settore petrolifero.

La repressione si abbatte anche sui media indipendenti, accusati di estremismo.

La missione in Kazakhstan di Marco Perduca ed Antonio Stango.

Intimidazioni e minacce della polizia nei confronti di giovani che li avevano incontrati.

La
risoluzione approvata da Parlamento europeo il 22 novembre chiede al Kazakhstan un impegno al rispetto dei diritti umani e dello Stato di diritto, la liberazione dei prigionieri politici e un'inchiesta indipendente sulle accuse di tortura e i maltrattamenti in relazione alle violenze verificatesi a Zhanaozen.

Il silenzio della rappresentante della politica Ue Catherine Ashton, nel corso della sua visita in Kazakhstan.

leggi tutto

riduci

  • Marco Perduca

    senatore (Candidati radicali nel Partito Democratico)

    Antonio Stango

    membro del consiglio generale (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    13:18 Durata: 35 min 3 sec