11MAG2013
manifestazioni

La cosa giusta

MANIFESTAZIONE | Roma - 14:42. Durata: 3 ore 38 min

Player
Registrazione video della manifestazione "La cosa giusta", registrato a Roma sabato 11 maggio 2013 alle ore 14:42.

L'evento è stato organizzato da Sinistra Ecologia Libertà.

Sono intervenuti: Maria Pia Pizzolante (portavoce nazionale di TILT, Sinistra Ecologia Libertà), Monica Pepe (giornalista), Maso Notarianni (giornalista), Anna Angelucci (insegnante), Gianfranco Bettin (assessore alla Cittadinanza Digitale del Comune di Venezia), Leo Gullotta (attore), Veronica Cruciani (regista), Tiziana Tosca Donati (cantante), Nicola Lagioia (scrittore), Massimo Zedda (sindaco del Comune di Cagliari,
Sinistra Ecologia Libertà), Gad Lerner (giornalista), Azeb Lucà Trombetta, Salvatore Carpentieri, Stefano Rodotà (professore), Concita De Gregorio (giornalista), Nichi Vendola (presidente della Regione Puglia, Sinistra Ecologia Libertà).

Tra gli argomenti discussi: Alemanno, Amministrative, Berlusconi, Carcere, Centro, Cittadinanza, Comuni, Conflitto D'interessi, Costituzione, Crisi, Cultura, Destra, Diritti Civili, Diritti Sociali, Diritti Umani, Disoccupazione, Economia, Elezioni, Epifani, Fornero, Giustizia, Governo, Grillo, Immigrazione, Integrazione, Kyenge, La Russa, Lavoro, Letta, Magistratura, Marino, Mercato, Minori, Movimento 5 Stelle, Occupazione, Partito Democratico, Politica, Politiche 2013, Precari, Produzione, Riforme, Roma, Sinistra, Sinistra Ecologia Liberta', Societa', Suicidio.

La registrazione video di questa manifestazione dura 3 ore e 38 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

14:42

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Scadenti dall'impresario che il teatro non va
Non saremmo arrivati
Rispetto a una comunità
Ma la che lei ma cose pesantissime che avrebbero
Palma cosa
Questa crisi
Metto in scena un buon attore faccia agire un grande azzerare Beltrame nella camera verrà varata
Latianesi Marzenta
Un Riccone appare vecchia dicendo è così non va
Detto almeno nello specchio chissà come finirà
O la
Se
Ma
Questa crisi
Carico l'onere importato ai dipendenti RAI grazie pagherebbe
Le rapine nelle varie per arrivare nelle varie viene abbia era
Tutte quante le nazioni si lamenta così
Conferenze e riunioni ma si resta sempre a insegnare
Certi sicura iniziale
A
Stranieri
Bene veramente
Ma
Ecco perché sì
Riesce a marcare opinione da una parte del leone ebbene verrebbe
Nella tantissime era
Persi
All'Abruzzo il sintomo
Una linea Bennati cinque addosso
Quindi
Allora allora ma
Il
Dove spenderli bene attrezzi prodi patate
Mi sembra di ricordare bene
Bene ma
No nata questa crisi
Ma anche resi che
In particolare
Sì Cannarella and Silvia
Se
Se
Buongiorno benvenuti a tutti
Abbiamo consentito Tosca campare appunto sulla crisi è uno dei temi che affronteremo a oggi
Insieme al lavoro al diritto beni comuni e tanto e altri io sono Veronica insieme a Tosca cercheremo appunto di presentare le persone che oggi parleranno iter in introdurremo anche i temi
Su cui si discuterà
Tu sei Veronica Christine Sinani è una delle più grandi bravi registi ai giovani che abbiamo in Italia
Grazie si è interessata
A giocare con me
Crea
Porta a camminare insieme in questo pomeriggio
E parlare di tante cose che
Ci assillano e attraverso tante persone che prenderanno la parola durante ecco che sta arrivando eviti
Senti dell'epoca
Dunque dicevamo durante questo pomeriggio ci saranno molte persone del mondo del lavoro e della società che solitamente non trova
Lo spazio per farsi ascoltare ma ci saranno molti esponenti importanti del mondo della cultura del giornalismo nel nostro Paese
Come
Chiediamo A è così questo noi chiediamo almeno persone che saliranno sul palco che
Di essere un pochino stringati perché altrimenti non non riusciamo non riusciranno a parlare tutti allora faremo questo piccolo gioco quando si vedranno avvicinarsi al loro cercheranno di chiudere ok
Vivere o sopravvivere nell'Italia del due mila e tredici questa è la scelta di gran parte della popolazione italiana
La scelta è tra mangiare o studiare tra mangiare o curarsi tra il lavorare o prendersi cura dei propri figli o dei genitori anziani non scelte ma ricatti di una crisi
Che attanaglia ceto medio e giovani generazioni una crisi ignorata da una classe dirigente che mai come in questi giorni si dimostra incapace di avere una visione chiara sul rilancio del Paese
Queste sono alcune linee di un comunicato che ho preso dal sito di Tito una rete dipinta una rete di persone associazioni di singoli e di gruppi
Si sono spesi molto per questa battaglia comune sul reddito minimo e invito qui a parlare la portavoce Mariapia Pizzolante
Questa piazza
L'aspettavano da tanto tempo
Qualche mese fa la immaginavo come la piazza che festeggia se la fine di un ciclo di vent'anni di berlusconismo
Per la mia generazione non era la consegna di un uomo alla galera ma la speranza di uscire dal ricatto che attanaglia le vite
Di uscire da anni di politiche sbagliate che hanno consegnato un Paese allo stremo
Sognavamo di liberarsi da un presente immobile per entrare nel futuro e di colpo ci siamo ritrovati catapultati nel passato
Ci sentiamo traditi certo ognuno di noi con le proprie speranze il proprio impegno
Faccio parte di un'associazione che nel suo piccolo sia schierata
Senza paura e tatticismi si è schierata in un Paese in cui nessuno si schiera mai
Senza niente in cambio ma per l'esigenza dettata dalla condizione di vita materiale di una generazione dei propri genitori dei figli che vorrebbe avere
Tanti di noi non hanno la tessera di partito ma stanno in quei luoghi che hanno sostituito i grandi corpi intermedi associazioni in movimento volontariato
Pezzi di società civile che hanno riposto le speranze di cambiamento nel centrosinistra
Siamo persone che stanno dei luoghi della precarietà
Della povertà del disagio che si sono spese impegnate per un progetto che le ho tradite e che in quei luoghi dove la politica non abita da tempo devono tornare a spiegare le ragioni di una speranza violata
Questi giorni ci consegnano una fotografia di un Paese unico al mondo
In cui il leader della coalizione di destra viene condannato a quattro anni di carcere e il maggior partito della coalizione opposta cioè quello che dovrebbe essere di sinistra ci governa insieme come se non fosse successo niente
Quella che ci hanno raccontato come una cosa giusta è una cosa semplicemente vergognosa
Mi sono illusa nei mesi scorsi no lo so c'ho pensato e ripensato ma niente rimpiango delle battaglie fatte assieme niente ma ho visto la speranza passarci accanto e una classe dirigente impreparata farsela sfuggire
Ventisette milioni di persone il referendum le amministrative e le sue primavere le piazze piene tre milioni di persone in coda per scegliere il candidato premier con le primarie
è qualcosa che sembrava un passo la porta del berlusconismo che sembrava chiudersi una volta per tutte
E invece no una campagna elettorale fatta con la paura di vincere dichiararsi nota ora humus
Una campagna fatta di richiami al centro nella politica e mai delle persone
Con le piazze che avremmo dovuto riempire noi riempite da altri con i dirigenti del centro e Vizzini extra rinchiusi come in un fortino in un teatro nella giornata di chiusura della campagna elettorale che da festa è diventata in incubo
Non è accaduto tante troppe volte in questi anni ogni porta che l'Italia sta per chiudere la porta del berlusconismo un dirigente del centrosinistra ci mette il piede per riaprirla questa volta il piede ce l'hanno messo eccetto uno
Nove milioni di persone hanno votato il cambiamento sette uno franchi traditori ci hanno restituito per lo scopo di
è un buon motivo per lasciar perdere no semmai un motivo per non mollare per ripartire da quella moltitudine di persone
Il mondo è cambiato una classe dirigente a sinistra è rimasta immobile
Con linguaggi pratica vestiti di vent'anni fa incapace di parlare a un mondo atomizzato di solitudini rabbioso incapace di vedere quanto cresceva diventava virulenta la rabbia nei confronti
Della conservazione di un ceto politico che da anni e ripropone sempre le stesse vecchie ricette
Perché entro il mese di campagna elettorale nessuno si ricorda una cosa ora di abbiamo pensato per l'Italia cioè tradotto da cambiare tutto da ricostruire e non siamo stati in grado di trasmettere speranze concretezza
Ma ci sono milioni di persone di voti che chiedono cambiamento luoghi e forme della politica di verze in cui possono trovare spazio rappresentanza non è più filtrata non più mediata non più ostaggio del ceto politico
Questo vorrei dire avvengono oggi far capire al Partito Democratico e agli elettori di Grillo questo vorrei dire a quella sinistra di appianare Livata nel palazzo da giovani turca è diventata vecchia democristiana
Che non ha capito
L'effetto
Che non basta essere giovani utilizzare i giovani come figurine altre non ha idee nuove e coraggiose
Se non sei capace di sentire la fragilità delle gambe che tremano a un ragazzo di venticinque anni che si alza la mattina in tasca la donna laurea in medicina e se gli va bene finisse a fare il panettiere ovviamente a Naro
Vorrei dire tante altre cose ma
Conclude dicendo che
La cosa giusta e avere il coraggio di battersi contro le corporazioni che vivono di rendita a danno dei talenti contro chi pensa che sia meglio all'ipocrisia di una legge lavieri Giovanardi che manda in case alla povera gente favorisce il narcotraffico
Anziché legalizzare le droghe leggere il coraggio di dire che il Paese simile a quello con un partito di governo manifesta davanti all'ambasciata francese contro il matrimonio tra persone dello stesso sesso
Per questo abbiamo portato avanti con forza la raccolta delle firme per la proposta di legge d'iniziativa popolare sul reddito minimo garantito
Nonostante la sinistra troppi lo abbiano considerato un orpello da campagna elettorale da non gridare nemmeno troppo forte per non mettere in discussione modelli superati da tempo
Questa è la sfida che abbiamo di fronte la sera di che non si vergogna delle proprie scelte e che ha il coraggio di dire ad esempio che i Governi si fanno contro le mafie non con la mafia
Mani e piedi chiediamo di concludere per favore essere un po'Angelino così come gli altri che devono parlare
Concludo disse il Focal diceva forza dei nostri giorni l'obiettivo non è quello di scoprire che cosa siamo ma di rifiutare quello che stiamo
Dobbiamo immaginare e costruire quello che potremmo diventare
Ecco per le giovani generazioni per tutti noi e soprattutto per la sinistra è diventato il momento di diventare grande prima di diventare vecchi buon lavoro a tutti
Ringraziamo veramente Maria Pia Pizzolante
E ci scusiamo per questo ruolo però purtroppo c'è un tempo molto limitato quindi ci sono tante persone dietro lenti devono far la volevo dire una piccola cosa
Non danno doveva essere con noi purtroppo per problemi di salute non è qui
Però anni facciamo tanti auguri
Per chi li parole vive
Perché alle parole crede
Non si può che cominciare da qui da quel racconto deviato che riporta tutto a un concetto naturale sia maschi e femmine per natura e non per cultura
Ancora hanno scalfito nonostante i secoli
Di nuovo cioè
Che quel malinteso concetto di natura uomini forti e donne deboli uomini tra i datori e donne prete si miscela con un generale per l'onore dell'abbandono che oggi ci riguarda tutti donne e uomini
Ma le donne
Diceva una psicologa tempo fa temono di essere lasciate
E gli uomini lo rifiuto per cultura
E non per natura il femminicidio si chiama così proprio perché definisce un tipo di delitto che abbia nel interno di relazioni impregnate di una struttura culturale arcaica che ancora non si dissolve non tutte le relazioni sono così non sempre
Ma un poco di questa eredità ci riguarda tutti uno per uno e una per una e anche con questo bisogna fare i conti anche con questo dobbiamo imparare a non dire a me non succede e neanche a quelli che conosco bisogna guardare oltre o guardarsi dentro che ancora più difficile
Questa riflessione presa dall'intero
Di Loredana di Perini Michela Murgia l'ha uccisa perché la mano ed è con noi Monica Pepe giornalista ideatrice dell'associazione zero violenza delle donne è un'associazione
Che monitora la condizione delle donne in Italia all'estero
Ecco la
Mi ha chiesto fammi dire tutto io per me può esitare fino a domattina con
Acqua solo vuoto un ruolo ingrato ma non è colpa mia ci parlerà
Questa come in questi spazi grazie ciao a tutti a tutte
Cosa vuol dire fare la cosa giusta oggi riconoscere i propri sbagli tutta la verità di quello che è stato uno dei movimenti sociali e partitici più forti della sinistra e tutto il mondo è stata cancellata
La sinistra in Italia porta da tempo ha vinto il potere non che non ha più avversari
E fare un'alleanza partitica con chi ha fatto a pezzi la cultura di sinistra nella società e della testa delle persone è stata una scelta sbagliata
Di quelle le cui conseguenze non le paga un gruppo di dirigenti politici ma le pagano milioni di persone in carne ed ossa con il risultato di politiche fasciste persecutoria nei confronti delle fasce più deboli
E di tutti quelli che per una precisa condizione esistenziale non hanno potere contrattuale
Un lavavetri una malata un anziano un lavoratore un uomo e una bambina un disabile una migrante il potere è un'economia di scala siamo tutti un piccolo ingranaggio del potere che trova innovi più formidabili di produttori di quelle stesse spinte persecutoria che muove dall'alto
La mafia infatti non fa più stragi ci fa comprare direttamente il pannello zucche non nei suoi negozi o andare a mangiare nei suoi ristoranti
O di ripicca favori lusinghe invidia e cinismo sono sentimenti umani che da adulti abbiamo l'obbligo morale di trasformare ma oggi sono il contenuto politico per eccellenza di ogni partito di ogni luogo collettivo
Non esiste più il Progetto non esiste più un luogo immaginario il fisico attorno al quale le persone possano sedersi insieme ed immaginare la più straordinaria avventura creativa che la storia ci insegna la scommessa più rischiosa
Quella che
Progettare e costruire una società così come una famiglia
Qui in Italia e reali del mercato e della finanza senza volto si realizza con maggiore crudeltà perché avviene in un contesto ultra fa Nista dove la parola famiglia sempre più vuota di senso di passioni e di originalità
Non è un caso che il potere in Italia stia uccidendo anche la ricerca universitaria il capitale e ci fa desiderare tutto recita tutto e così non facciamo più alcuna ricerca a livello di emozioni incontri umani e politici
Perché non abbiamo più le parole e il coraggio per cercare di affrontare la diversità dell'altro
L'insofferenza sempre alle stelle la moltiplicazione dell'immagine degli strumenti di autonomia di azione contribuiscono ad un continuo in dopo il mento della nostra identità unica condizione per avere una relazione orizzontale con l'altro e non un nemico uno a cui soccombere
E così mentre abbiamo polverizzato tutti gli spazi collettivi intermedi centri culturali gruppi sportivi partiti i gruppi religiosi dalla propria famiglia qualunque sia sia stata si entrava in di forza in un'altra famiglia senza aver capito chissà anche da dove vieni con le conseguenze che ne derivano per i figli
Quel che possiamo fare di meglio per la liberazione degli altri è quello che faremo in più per liberare noi stessi diceva da discuterne libro la morte della famiglia
Crescere è diventata una esclusiva questione borghese vuol dire solo fare tanti soldi ma sembra chi senza aver capito chissà chi e perché non ha più importanza sociale
Se Senato in condizioni ambientali penalizzanti oggi che lavora non c'è più e quando c'era se sempre sotto ricatto il tuo ascensore sociale non parte mai e se la preda preferita della fabbrica del potere
Abbiamo costruito un sistema collettivo di abuso permanente ed esteso in cui adulti usano costantemente i minori abusando della loro identità e impedendo loro di crescere in maniera sana
Ieri bambini lavoravano nelle miniere oggi ne Reality del mercato le bambine sono le pagine pubblicitarie dei giornali vestita da donne provocanti è una vergogna ma ci sembra normale
Allo stesso modo continuiamo a nutrire le istituzioni totalizzanti di vittime sacrificali continuiamo a produrre uomini e donne destinati al carcere in quelle condizioni disumane che sappiamo
Uomini che appartengono al lavoro e si tolgono la vita a persone che vivono in strada destinati all'isolamento umano
Senza produrre sempre nuove e più brutali condizione di inferiorità dell'altro non possiamo riaffermare la nostra identità personale politica di cittadini cosiddetti normali e liberi
Attenzione la riproduzione ossessiva dalla violenza maschile sulle donne che fanno i media è importante denunciare la violenza sulle donne ma dobbiamo affrontare il problema alla radice altri ma anche altrimenti finiamo per incentivarla
La violenza fa parte dell'umano e come dice Recalcati la violenza esplode quando io a fallire
Non si nasce violenti psicologicamente e fisicamente si nasce precise condizioni ambientali e familiari la violenza va trasformata la rabbia va trasformata con l'emancipazione sociale
Con una cultura della salute mentale da opporre alla cultura del danno che consideriamo valida nostra normalità oggi la violenza aumentata tutta ma questa violenza
Di uomini sempre più disperati
Che uccidono le donne i figli anche se stessi ci parla di una fragilità delle identità personali aggravata certamente dalla crisi della
Dalla crisi economica
Alla simmetria sessuale e riproduttiva che
Abbiamo scelto come uomini e donne si risponde con la ricostruzione di una cultura della coppia
Per promuovere lo scambio vero umana sessuale dove sia le donne che gli uomini possano chiudere l'uno dell'utopia dell'altra ed essere consapevoli della loro parzialità
E dovremmo ricordarci sia molto più che per un evento biologico l'umanità prosegue miserabile da millenni sulla formidabile rottura prodotta dalle diversità che non possono essere gli assorbite forse dovremmo smettere di pulire che sfugge al nostro controllo
La responsabilità personale delle donne rimane sempre sullo sfondo rispetto a quella maschile ma non è così
Il rapporto tra madre e figlio è la prima cellula della costruzione della psiche di ogni individuo dell'origine più imperscrutabile di ogni forma di poteri adulto saprei con la corresponsabilità al cinquanta per cento degli uomini che hanno condiviso un atto sessuale
Per questo paghiamo la mancanza di una cultura della sessualità della coppia di una genitorialità dove i ruoli doveri vengano mantenuti anche quando le proprie si dividono
Monica dobbiamo chiederci stringe grazie
Grazie a voi è invalsa l'alternanza di considerare normale che una donna possa crescere un figlio da solo e non c'è dubbio che ci sono sempre state donne che hanno svolto egregiamente in maniera non narcisistica il loro ruolo
Ma come regola i bambini hanno il diritto di sperimentare sin dalla nascita quell'azione triangolare ed una pluralità di figure di riferimento
Fare questo salto culturale ci permetterebbe con molti uomini al nostro fianco di andare dalle istituzioni e pretendere con rabbia dignità servizi pubblici assistenza di cui le donne hanno urgentemente bisogno ma non solo perché tutti e tutte nella vita per i popoli abbiamo bisogno di cure anche se preferiamo non pensarci
Faccio una richiesta questo partito da questo cantiere smettete di usare i movimenti non è una questione di appartenenza a una questione storica cominciava con Genova nel due mila uno è una questione di rispetto di identità di desiderio e di pratiche politiche che non possono coincidere altrimenti la forza di rottura viene cancellata
Negli ultimi anni delle ultime elezioni tanti esponenti delle associazioni società civile tanti giornalisti sono entrati a far parte delle istituzioni
La prova che partiti tutti hanno fallito quindi dobbiamo dircelo siamo portatori di interessi diversi e ognuno faccia il suo lavoro senza usare l'altro soprattutto ognuno deve dire quello che vuole fare e fare quello che dice
Quindi la cosa giusta e dire la verità con onestà e coraggio rialzare la testa ognuno con la sua identità
Ognuno facendo con responsabilità il suo lavoro anche movimenti hanno le loro contraddizioni politiche chi non è a oggi
Ma non i venti hanno l'onestà di giocarsela con la loro faccia gli spazi occupati illegalmente e di non sottrarre i contributi pubblici ai cittadini
E i partiti se la giocano oppure partiti nascono sempre da nuove macerie sicuri di avere le spalle coperte
L'unico cantiere di sinistra che io conosco non muore mai è quello nato con l'umanità sono le carceri CE sono le persone che si tolgono la vita per la disperazione sono i posti di lavoro dove le persone vengono umiliati continuamente
Sono le persone tossicodipendenti campi dove le periferie dove molti educatori fanno un lavoro straordinario per dare ragazzi disagiati una possibilità di vita
Il cantiere a della sinistra esiste già
Se vogliamo fare politica l'unica strada che cominciare da lì
Grazie
Finanziamo inizialmente
Afghanistan
Brahms attentato contro un centro di addestramento di truppe polizia afgana l'onda d'urto dell'esplosione investito il posto di primo soccorso di Emergency che sta ottocento metri darli le dei nostri infermieri afgani lievemente feriti vetri e porte diventi
Un bambino arrivato moribondo al posto di primo soccorso trentacinque persone sono state invece portate al nostro centro chirurgico di Kabul
Tra questi cinque bambini e uno di loro dieci anni è arrivato già morto per tutti gli altri le sale operatorie lavorano a pieno ritmo un ordina è aggiornata di guerra buon lavoro a tutti i nostri colleghi internazionali afgani che non smettono di operare in questa situazione difficile
Questa è un'posti
Di Cecilia Strada Presidente di Emergency neanche moglie del giornalista collaboratore che emerge artisti che sta per salire si chiama Maso nota agli anni
Ciao a tutti buon pomeriggio
Quelle parole a parole che avete sentito
Parlavano di Afghanistan raccontavano di un Paese dove c'è
Dove c'è la guerra dove c'è una guerra
Non so quanti di voi lo sanno
Associazioni come Emergency Emergency stessa adesso lavorano anche in Italia perché anche in Italia c'è
Guerra cioè la guerra verso i poveri la guerra verso chi non ha diritti e che è sempre più spinto
Nel limbo di quelli che non contano nulla
Allora io cito Riccardo Terzi Camus grande compagno
Che se ne appena andato dal PD di Milano che dice la parola sinistra un'espressione del sociale prima del che del politico
E dal sociale occorre ripartire dalle contraddizioni che ancora attendono di essere
Esplorate rappresentate organizzate
La sinistra questo lavoro di scavo nel sociale il resto dice Riccardo e solo chiacchiera
Io ci aggiungo che il resto è chiacchiera
Assolutamente incomprensibile del tutto interessante hai più agli abitanti di questo Paese
Cinque italiani su cento
Tra i sedici tra i quattordici e sessantacinque anni non sanno distinguere una lettera dall'altra
Sono analfabeti totali trentotto su cento lo sanno fare ma riescono solo a leggere con difficoltà delle cose scritta in modo semplice
I titoli di coda dei film
Trentatre su cento superano questa condizione
Ma non
Sono in grado di capire o interpretare un testo scritto che riguardi
Fatti collettivi o di rilievo leggere un giornale
Stiamo dicendo
In sostanza
Che soltanto il venti per cento che la popolazione adulta di questo Paese possiede gli strumenti minimi indispensabili di lettura scrittura è calcolo
Per vivere in una società complessa come questa
La democrazia ovviamente non può vivere in una situazione del genere perché nessuno può pensare di contare qualcosa se non è in grado di interpretare quel che mi succede al all'intorno o addirittura di conoscerlo
In Italia ci sono nove milioni di persone nove milioni di persone
Che sono state in qualche modo espulse dal sistema sanitario nazionale che non si possono permettere le cure
In Italia il quarantasei per cento della ricchezza è detenuto dal dieci per cento delle famiglie
Ci dicono che la crisi che c'è crisi che c'è la crisi che ha un periodo difficile in nome della crisi hanno costruito hanno fatto queste alleanze questo indegno Governo
Va beh io invece dico che la crisi non esiste
Questa non è che risibile
Dire crisi è un modo abile sicuramente abile il furbo sicuramente furbo di mascherare
La più
Gigantesca situazioni di diseguaglianza sociale
Che c'è dal dopoguerra a oggi
Questa non è che Risi
Questa diseguaglianza sociale è un'altra cosa la crisi capita accidentalmente questa situazione evoluta e studiata e pianificata danni
E allora io credo
Credo che in questo momento si debba tornare a dire delle cose
Semplici
Forti chiare radicali comprensibili da persone che non stanno
In quel venti per cento di italiani
Che sono in grado di leggere un giornale
Altrimenti
Ed è
Questo credo il motivo altrimenti altrimenti c'è Grillo a cui io non come dire che non penso che
Il Movimento cinque Stelle sia il demonio penso che sia
L'espressione di un'incazzatura gigantesca di un rifiuto gigantesco di questa politica
E badate penso anche che sia in qualche modo sana c'è andata bene altrove
Sono successive pensiamo alla Grecia dei disastri molto più preoccupanti
Che cos'è che si deve dire io credo che si debbano dire poche cose siamo partiti dalla guerra
La prima cosa che è una forza un partito un movimento un gruppo chiamiamolo come vogliamo lo
Non mi importa
Debba debba fare debba dire
E che si devono tagliare alla radice le spese militari non basta dire ripensiamo agli F trentacinque
Bisogna tagliare alla radice le spese militari
Bisogna far rientrare i nostri militari che siano in guerre dichiarate o che siano in guerre maschera
Bisogna tornare a dare centralità e priorità la scuola pubblica proprio per i dati che dicevo prima
Non un soldo alla scuola privata poi se uno se la vuol fare se la fa ma per i fatti suoi
Bisogna
Rendere tornare a far essere universale il diritto alla salute che badate è un diritto anche individuale che ciascuno di noi diamo
Il diritto alla salute
Non è difficile ci dicono che costa troppo non costa troppo basta non dare più soldi alla sanità privata e fare in modo che il privato che ruota intorno alla sanità pubblica
Non sia così foraggiato orrendamente
Non lo dico per dire lo dico perché ci ho lavorato dentro la sanità so quanto si potrebbe risparmiare
Bisogna dire che lo Stato e RAI
Lo Stato e laico c'è libertà di culto in questo Paese fuori dalle scuole
E ognuno con i propri soldi non con i nostri soldi
Bisogna dire
Ho quasi finito che lo Stato
Deve salvaguardare il territorio il territorio al bene comune metà Italia è di proprietà privata ci sono terreni incolti boschi incolti sia espropri nove si affidino alle cooperative che il terreno lo possono lavorare
Lo Stato deve garantire il diritto allo studio che è sulla carta ma è una falsità io vengo dalla Lombardia la Lombardia spende un sacco di soldi
Per il diritto allo studio come lo dà alle scuole private lo dalle famiglie che vanno alle scuole private e queste famiglie sono famiglie diritti
Non di gente che non ha i soldi per andare a scuola
Poi io e tutti quelli che vanno nelle scuole pubbliche dobbiamo portare i fogli quaderni le penne persino
La carta igienica per i nostri bambini
Lo Stato deve ricostruire la vita sociale di questo Paese fuori dai centri commerciali
Lo Stato deve
Garantire lavoro e ora che lo Stato per fare i propri interessi
Introduca dei meccanismi che renda che rendano più conveniente investire sul lavoro teloni in venti investire sulla speculazione finanziaria non ci vuole tanto anche di basta volerlo
Lo Stato deve garantire la tutela dei beni comuni
Lo sappiamo non ci torno sopra ma i beni comuni sono cose importanti l'acqua la salute
Persino la comunicazione è un bene comune il gas la ricerca devono essere tutelati dallo Stato perché è interesse dello Stato tornare a tutelarli
Lo Stato dicevo deve essere laico ma deve essere non deve essere più etico
I diritti civili sono una cosa sacrosanta che riguarda ciascuno di noi io non mi posso sentir dire perché sono temi che non posso sposarmi o che non posso farlo il trapianto
Non posso usare delle cellule staminali di qualcun altro non è lo Stato che me lo deve dire
Siamo il Paese più arretrato di tutto l'Occidente sui diritti civili e ci permettiamo di andare a bombardare gli afgani lo dice il nostro Ministro degli esteri perché sono un popolo arretrato ma ci faccia il piacere
Ho detto
Poche cose undici credo di averle dette chiaramente
Queste cose che ho detto non sono altro che una traduzione in italiano corrente
Della più bella tra le mappe per arrivare alla felicità che ci siano al mondo nella Costituzione italiana
L'ultima cosa che voglio dire e che su questa meravigliosa mappa per arrivare alla
Alla felicità non bisogna più fare passi indietro sì si vuole
Definirsi di sinistra mai più passi indietro sulla Costituzione
Un saluto è una prassi ringraziamo mantenga
Allora nel corso del pomeriggio leggeremo dei messaggi che sono stati mandati a Nichi Vendola
Danni Cinisello che non possono essere qui con noi a causa di impegni già presi il primo che leggiamo è quello di Nadia Urbinati politologo da docente della Colombia universi
è mio pensare che non ci debba essere divisione tra destra e sinistra
Quando la democrazia nacque Pozzoleone quel saggio di saggezza popolare chiese cittadini ateniesi di schierarsi per difendere la loro libertà di non stare neutrali
La politica ha bisogno di ideali e gli ideali fanno discutere dividono e appassionano non rendono omologati univoci omogenei neutri volendo non volere una
Sanità pubblica
è una questione di interpretazione della società democratica null'esito di un'analisi neutra volendo non volere buone scuole pubbliche anche
Sono i mercati immaginate
Immaginati nelle dismesso Scuras fantastica nodi agenti perfettamente informati e calcolatori nazionali
La sfida è piuttosto quella di riuscire a mettere in moto un pensiero politico che metta in primo piano le aspettative dei cittadini che metta al centro l'eguaglianza di cittadinanza e quindi la progettualità del pubblico
Che infine sappia creare una contro l'egemonia politica e della politica per reagire a quella di cui stiamo soffrendo le conseguenze e che fa appello alla neutralità di mercati che essi autorevole
E è proprio di istruzione parliamo adesso con Anna Angelucci dell'Assemblea nazionale dell'Università bene comune ricerche di certe attrice presso l'Università degli Studi di Bari
Tutti
Io insegno
E da alcuni anni la cosa più bella che insegno è questa la Costituzione a scuola
Oggi sono qui
Forme
Esponente riunito Betti università bene comune
Che è un laboratorio di idee e di pratiche dei lavoratori e dei lavori delle lavoratrici della conoscenza di docenti dell'università e della scuola di ricercatori
Lavoriamo tutti a stretto contatto nell'impegno comune di difendere l'istruzione pubblica all'istruzione statale
Dagli attacchi che sono stati fatti in questi ultimi anni dalle riforme Gelmini che hanno distrutto scuola e università italiane
Età i tagli draconiani di Tremonti che oggi
Mettono a repentaglio la sopravvivenza stessa della scuola e dell'università italiana
Noi i Unibanca appoggiamo il comitato referendario di Bologna articolo trentatré presieduta da Stefano Rodotà
Per finalmente promuovendo il referendum contro il finanziamento pubblico delle scuole private
Ha messo definitivamente a nudo questo scandalo lo scandalo del finanziamento delle scuole private che da anni si perpetua in Italia
Con buona pace della Costituzione che all'articolo trentatré dichiara esplicitamente che enti e privati possono istituire le loro scuole ma senza oneri per lo Stato
è questo comma della Costituzione viene regolarmente calpestato
Contemporaneamente mentre i finanziati finanziamenti diretti e indiretti alle scuole private vengono garantiti anche in questo periodo di drammaticità Naldi
Contemporaneamente le scuole statali e vedono aumentare l'ingerenza del privato
Con i contributi salutò volontari delle famiglie con gli accordi di rete tra scuola e aziende coi disponga Sora ormai entrati a pieno titolo nella scuola pubblica
Con la nascita di scuole aziendali disuguale confindustriali con le convenzioni con le privatizzazioni di tutte le scuole a partire dalla scuola dell'infanzia
Allora noi diciamo che la posta messa in gioco dal referendum di Bologna è altissima perché finalmente chiama i cittadini ad esprimersi su questo tema così drammatico
Il comitato referendario è accusato di usare la costituzione in modo pretestuoso
Di voler lasciare i bambini di Bologna senza scuola di voler costringere il Sindaco Merola a venir meno il suo programma di governo ma queste sono accuse infondate e noi lo sappiamo
Tutti oggi si mobilitano contro questo referendum la Puglia si mobilita perché la quasi totalità delle scuole private paritarie in Italia è cattolica
è la priorità non vuole rinunciare rivela i finanziamenti nei al mantenimento del suo tessuto capillare di scuole confessionali che le permette di coniugare istruzione è capire che
Di
Il Partito Democratico Italiano si mobilita perché acattolico senza mai essere stato un partito laico
Il Parlamento sarà presto investito da un problema che non è più né occulta Pilella improcrastinabile
La Costituzione parla chiaro la scuola non è un servizio è un'istituzione è un organo costituzionale
Per le scuole statali devono essere garantite a tutti i bambini alle Pampena tutti giovani nelle giovani dall'ultimo paese della Sicilia
All'ultimo paese al confino con il prenderò non è possibile che questo non accade non è possibile che lo Stato venga meno ha questo mandato costituzionale
Vorrei semplicemente concludere con una riflessione
Credo che non la scuola non l'università ma le istruzione sia il vero bene comune che noi dobbiamo difendere
Forse è il pane comune con la P maiuscola il primo di tutti i beni comuni che siamo qui a difendere
Perché attraverso l'istruzione e noi ci e Mancini diamo
E attraverso l'istruzione che valorizziamo la nostra identità e diventiamo cittadini consapevoli che impariamo ad Atene il diritto di avere diritti grazie
Salutiamo hanno Angelucci
Che è stata in Libia al suo tempo cinque minuti esatti
Allora leggiamo un altro messaggio che ci arriva da Lanfranco Turci coordinatore del network per il socialismo europeo
Caro Vendola
In POR per il Socialismo Europeo desidero anzitutto esprimerà e e alla direzione di sei il più convinto apprezzamento per la vostra decisione di richiedere l'iscrizione al PSI
Solo da questa base è possibile dare efficacia la ricerca e le lotte contro la globalizzazione neoliberista e contro la crisi che di essa è espressione
Per costruire un Europa democratica capace di difendere il lavoro e guai fa e per costruire un nuovo modello di sviluppo noi restiamo convinti che senza la costruzione di un grande partito di sinistra popolare unitario e di orienta mento socialista non sarà possibile avviare assoluzione la crisi del nostro Paese e soprattutto ridare speranza e motivazione alle grandi masse di lavoratori di disoccupati e di giovani e di donne che soffrono questa crisi
Voi volete non rilanciare con l'incontro dell'undici maggio
La costruzione di un progetto comune apprezziamo questo intendimento e apprezziamo il fatto che vogliate farlo con spirito aperto non dando per scontate irreparabili
Le divisioni che si sono aperti e con le ultime vicende politiche auguriamo infatti è successa la vostra manifestazione cui saranno presenti anche molti compagne e compagni aderenti al network
Questo era il messaggio di Lanfranco Turci
Accogliamo sul palco l'assessore all'ambiente alla città sostenibile di Venezia Gianfranco Bettin
Tra
Ciao come si evince a Venezia e in tutto il mondo questa parola che è nata nella nostra città così locale così globale che ha fatto il giro del mondo
Una parola bella contro un muro dentro un mondo in cui ci dicono tante parole brutte
Anche con le parole si contrasta il guasto dal mondo dopo di me parlerà Nicola la gioia che uno dei più bravi narratori dell'Italia di oggi le cui parole cella spiegano bene solo un minuto o due perché siamo in tanti
Vogliamo dire tante cose la mia e circoscritta riguarda quello che succede
Nei territori nelle nostre città penso ne parlerà anche Massimo Zedda poi il sindaco di Cagliari una delle cose giuste
Più urgenti e più necessaria da fare che oggi è questo restituire libertà I Comuni restituire risorse dei Comuni che significa restituire libertà e risorse alle comunità
Alla
Gente di questa Italia non divisa ma organizzata i Comuni non sono le periferie sono il centro della vita reale di questo nostro Paese ed è questo che occorre fare capire
E far capire che oggi agisce da alcuni anni una forza spietata e brutale in questo Paese ignota hai più ma che tutti sentono sulla propria pelle si chiama Patto di stabilità
è la logica attraverso la quale nell'interpretazione italiana fra l'altro nell'interpretazione tuttora che ne ha dato Tremonti
I Comuni sono messi
Sotto pesantissimo stress
Pagano la vera tassate i Governi centrali in questi anni esibiscono per per fare esibire loro il la il tentativo di mostrare che non riducono
Che che riducono la spesa che pagano le tasse in realtà
In realtà tutto viene scaricato sui Comuni lasciati costantemente nell'alternativa del diavolo tra tagliare servizi o ridurre può applicare ticket applicare tariffe tra vendere beni pubblici o fallire
Tra essere commissariati può essere sotto tutela da parte di chi chiede
Li controlla i conti in ogni comunque questa è
L'alternativa del diavolo in cui costantemente i Comuni sono tenuti
Cosa che provoca come sapete tutti come sappiamo tutti
Pesanti conseguenze sulla vita quotidiana della persone ma cosa che provoca una perdita di autorevolezza e di credibilità in quello che è l'organo fondamentale della tradizione civile italiana la struttura della libertà di questo Paese si basa sulla libertà dei comuni è nata da lì e da lì che viene la nostra tradizione perfino la Costituzione come è stato detto Damaso prima più bella del mondo ho o una delle più belle del mondo viene da lì perché si radica nei territori se si mina la credibilità dei comunisti Mina questo e non è un caso non è un caso che noi oggi registriamo per fino nelle elezioni locali una perdita di attenzione
E non è un caso che lattice
Della grande onda che stava per preparare l'alternativa finalmente in questo Paese chi ha reso possibile la primavera straordinaria del Duemila e undici ex fatta Londra che ha messo insieme movimenti e amministrazioni attenzione al locale e il grande flusso che ha attraversato l'Italia attorno al tema dei beni comuni
La grande primavera due mila undici viene da lì si radicano agli prima che il Brumana io italiano e la restaurazione italiana si incarna se nell'esperienza di Governo Monti e cogliesse oggi su frutto più velenosa più guasto insieme nel Governo che si è appena insediato i Comuni al centro i territori al centro
I movimenti come onda i Comuni come Arcipelago per fare dell'Italia
Già il Paese più bello del mondo già il Paese più a rischio
Di svendita di bellezza del mondo un ambiente che davvero il nostro bene comune e per questo è un bene universale
Grazie ringraziamo Gianfranco Bettin
Un fuori programma c'è venuto a trovare un un amico un grandissimo attore Leo Gullotta
Grazie
Non voglio rubare tempo
Hai tanti interventi importanti
Sono un cittadino come voi incazzato a puro titolo stupito imbarazzato
Serve superare gli steccati
Fare incontrare le tante persone le tante culture che vogliono costruire costruire la sinistra di oggi c'è bisogno
Di
Sinistra
Grazie
Appresto rivederci
La oculata
Bene io invito Veronica

Allora
E io volevo leggere un pezzo di un racconto di Christian Raimo causato dei veri e propri curriculum mandato da dei lavoratori precari per ottenere un posto di lavoro lo leggo per introdurre un altro scrittore Nicola la gioia che ci parlerà di cultura
Io sono specializzata in che non riesco a capire se sia una qualifica che effettivamente vale nel mercato del lavoro ma
Avendo cominciato a lavorare categoria neanche non mi posso lamentare del fatto che oggi a distanza di la mia formazione è stata comunque articolata piena di esperienze di tutti i tipi come per esempio ma dovendo ripercorrere dall'inizio il mio curriculum e lavorativo e formativo dato che le due cose si sono intrecciate molto di più di quanto prevede sia in molti casi hanno compassato devo ritornare al momento in cui
Messi a studiare cercando comunque di concentrarmi su quello che mi sarebbe stato utile rispetto a un mondo che e con uno sforzo ulteriore da parte dei miei riuscire a laurearmi c'avevo messo la bellezza dette però era effettivamente il tempo niente medio in cui tutti i miei amici si erano laureati e a distanza di neanche pochi giorni dalla laurea mi svegliai a portare il curriculum prescrittori compilato aggiunto di quelle competenze informatiche è sempre più allergie alle agenzie interinali scegliendo soprattutto quelle che ma devo ormai lottato anche per le agenzie interinali laurea o non Lauria perché in quel momento per quella che era la mia percezione costituivano sicuramente una possibilità realistica operativa come si dice in gergo di trovare il lavoro però anche se dal momento in cui ti rivolgi a loro deve in un modo o nell'altro a consentire a tutte le occupazioni che ti offrono anche se non le sa che svolgerebbe di essere sempreché accondiscendente disponibile devi soprattutto essere propenso
Spostare atti da un posto all'altro a ridefinire il tuo ruolo con grande agilità come stagista o come apprendista a secondo dell'ambiente in cui viene collocato quando mi stufa ai di questa situazione lascia il tutto e trovai di nulla dove facevo di Tom tu venendo pagata in nero un posto dove a dir la verità me ne accorsi dopo poco mi sentivo sfruttata più che in qualsiasi altro posto dove e anche io rifletterei se per caso Consiglio ad avere tendenze masochisti che che mi spingevano sempre a trovare impieghi sette nomi soddisfaceva perché come quello erano mal pagati e ancor più se fossi io ero io magari ad avere un tenore di vita troppo alto troppo slegato dalla realtà di me stessa come se immaginassimo un ruolo una condizione economica che in verità non potevo permettermi cioè che non era l'Armenia e così in definitiva se dovevo fare un consuntivo avevo sempre pressoché accettato tutte le proposte di lavoro che mi avevano offerto Maniero sentita sempre praticamente uno estranea
E così avevo considerato
Forse questo è un falso problema perché sul lavoro
Forse uno si deve sentire un'estranea
Forse proprio semplicemente lavorare vuol dire sentirsi estranei attualmente sono disoccupata
Anche se mi capita ogni tanto di lavorare in lei dove me ne accadono di tutti i colori datati patemi manda via perché io a quella che per risparmiare qualche euro sulla mia paga mi sostituisce con un'altra tipa che rispetto a me e nel frattempo nel resto della mia vi in Italia in quello che almeno posso decidere di gestione come voglio io o almeno un minuto di farlo diciamo che sto cercando di riequilibrare mi e almeno per adesso ho deciso questo di staccare la spina e che valuta otto
Io ore al giorno non ci sono per nessuno faccio finta di non esistere e se qualcuno mi vuole deve venire qui Loria cercarmi appena cosa sono
Veronica Cruciani
Era
Un racconto di Christian Raimo giornalista e scrittore parliamo di cultura con un altro scrittore
Se già
Entrata o no i cosa Zaia
Ciao
Io in questi minuti a disposizione vorrei parlarvi di quello che secondo me e il nostro deficit culturale cioè il deficit della sinistra quando prova occuparsi di cultura
La politica
Anche quella di sinistra spesso oggi è poco informato su ciò che accade
Veramente nel mondo della cultura qualche anche peggio
Vive la puntura vediamo la cultura certe volte come un modo per sentirci migliori degli avversari politici
Il problema è che la qualità dei consumi culturali per la classe politica a volte anche di sinistra oggi espresso pessima
So che sa di cultura la politica lo apprende fondamentalmente dal mezzo che più in teoria si illude
Di criticare la televisione al limite lo apprende dalle pagine culturali dei grandi giornali che però non di rado sono spazi oggi no qui o pubblicitari allora per esempio quale dei nostri uomini politici sa per esempio che nel decennio appena passato l'Italia in Italia ha fatto il teatro di ricerca più importante d'Europa chi tra i nostri uomini politici andava è andato a vedersi per esempio non so gli spettacoli Grazia possa Raffaello Sanzio dei Motus del teatro delle alte infatti molti di questi teatri oggi lavorano all'estero hanno successo all'estero
Chi dei nostri politici va a vedere davvero il nuovo Cinema i film di Michelangelo fra Martino di Leonardo Di Costanzo di Salvatore Mereu stessa cosa per la letteratura per la musica
Io ricordo olet ancora per ricordare che Sandro Pertini leggeva frigida R. e invitava Andrea Pazienza Vincenzo Sparagna al Quirinale per esempio o addirittura
Addirittura il Partito Socialista intercetto Carmelo Bene per fargli fare la lettura dantesca la Torre degli Asinelli a Bologna ora oggi una cosa del genere sarebbe difficilmente in ma finale perché oggi al massimo ma ci rivolgeremo non ha dei personaggi pericolosi come Carmelo Bene quindi non ospiti da una spiriti in grado di metterci davvero in difficoltà
Manderemo alla ricerca fondamentalmente degli intellettuali organici che questo è un cattivo lascito togliattiano faccio l'esempio di Roma dove ci troviamo quaranta ma negli ultimi anni ha visto una continua esplosione di né attività futura i dal basso
Vice il Valle vicino a Palazzo San Lorenzo piccoli maestri in gruppo delle stili un gruppo di scrittori che all'Esquilino fa ripetizioni gratuitamente agli studenti delle scuole superiori
Oppure ci sia un sacco di riviste basti pensare allo straniero periferia indipendenti le case di crisi indipendenti che ci sono presente in questa città le compagnie teatrali che sono in crisi ed io sono certo che nessuno per fare l'esempio di Roma proprie spendete lo nessuno dei candidati sindaci di Roma ha mai frequentato da me ero queste realtà se non per motivi di agenda quindi mai per un reale interesse mai per quella reale curiosità che poi è alla base della vera conoscenza avrà da una parte cominciano a conosce il territorio su cui agiamo
Un altro peccato certe volte quello di preferire i temi alla qualità
Non è che per celate non è la politica non è che per forza perché è un film un romanzo parlano di pizzica o migrazione sono buoni di per sé guardate che l'atto è una cosa e la politica un'altra l'arte deve essere
Può essere contraddittoria ambigua spiazzante invece non ci troviamo ad avere una una politica il contrario che spesso e troppo artistica cioè tra poco e contraddittorie ambigue quindi vuole un'arte che sia
E come dire un esercizio di retorica mi dispiace dirlo ma l'ultimo concerto e del primo maggio è stato un grande esercizio di retorica allora c'è qualcosa evidentemente un orientamento culturale che dobbiamo essere più coraggiosi di andare a incontrare allo perché la può mi dica di sinistra dovrebbe cambiare il suo approccio anche rispetto alla cultura primo per calarsi nei panni dei comuni cittadini visto che la cultura e è anche un esercizio de di alterità solo attraverso questo questo esercizio è possibile come dire e possibile
Evitare valore
Ha qualcosa di cui c'è sempre meno traccia nell'agenda del centro sinistra cioè l'uguaglianza il fatto di sentire la sperequazione con uno scandalo
Guardate che io c'ero al comizio finale del PD all'Ambra Jovinelli lo scorso ventidue febbraio sembrava una riunione allargata di una piccola casa editrice con tutto il rispetto io lavoro in una piccola casa editrice
A un certo punto si diceva alte anche giusto però fondamentalmente qual era il concetto anche Nanni Moretti va detto alla del ventidue febbraio che eravamo contenti che la sinistra avrebbe vinto le elezioni perché in questo modo milioni di italiani sarebbero stati liberi dà retta
Di Berlusconi oggi però quei milioni di italiani più che dal ricatto di Berlusconi che pure esiste sento meritato dell'affitto che non riescono a pagare del lavoro che hanno perso della ditta che si sta parlando addosso alla presente in questo momento il discrimine è il dentista chi in Italia può ancora permettersi di pagarsi il ventisei
è che non è in grado di pagarsi più il dentista
I politici ed intellettuali che stavano all'Ambra Jovinelli lo scorso ventidue febbraio avevano certamente non avevano il problema di pagarsi il dentista il che è un bene ma non avevano però neanche la capacità dimettersi nei panni di chi dal dentista non si può più andare allora questa incapacità a volte si legge proprio umanamente ed emotivamente prima ancora che intellettiva mente
E quindi il secondo e qui finisco motivo per cui oggi dobbiamo avere secondo me è un
Un diverso la sinistra deve avere un diverso approccio alla cultura e che soltanto così si può sfondare il muro del presente oggi il problema della sinistra sembra quello di trovare una formula per salvare il salvabile nel qui e ora della crisi ma dalla crisi però non si esce parlando il linguaggio della crisi sì ma immaginando altri mondi altre linguaggi pensate a cosa Obama pece intravedere ai cittadini americani nel due mila cinque
Buon due mila tredici
Grazie Micaela Gioia
Voglio ringraziare i musicisti
Adriana Musella Giovanna Famulari
La chitarra Massimo Terenzi
Sentite un po'
Che cosa scrivevano i nostri padri nel Risorgimento
Ma
Il
Mi
Avevamo ovvero
Mai
Partito
Denaro Campobello nuovo mira
L'italiano
Mosse
Non ha mai ucciso nessuno anzi mandato agli oppositori penalizzato
Io vorrei che aiutano
Operiamo
Hanno
Ognuno
Sono pensioni chiese dunque
Benessere azionare cose
Si
Nato
Aveva scritto le tavole della legge come napoleoniche Giustiniano vengano dato mandato irrevocabile niente vocati di vendere niente divisioni
Da
Oggi
A
Coerente
Scrittore
Comandiamo Aurina dal Governo ma francamente da un'attenta alla bensì
La io sono il Presidente del
Australiana Rizzo che
Ma
Ai giudici teniamoli noi rischiamo di tombe
Ma
Ad una magistratura anzi ignora il massimo rispetto
Insieme
Dovevano agli editori dovrebbe dimettersi subito
Ne Risorgimento
Allora
Aveva
Tornata normale l'unica cosa che non funziona sono i semafori
Io sono riguardo benzinaio
Sia
Ecco i Balcani capisci
Quartiere
Giorno ovvero il Governo
Corrette
Torniamo
Marina Valente ora scritta vicaria
Occorre è evidente
Veramente
Tramite la bene
Però
Senza
Che giacevano
Finanza straordinaria
Non farò mai un accordo con il PdL
Mo'
Questo non è
Allora nuove
Anche
Drammatiche trasparente
Slittare
Cauta e
Per
Evidentemente
Serve
Perché
Chiaramente
Capisce bene
Un altro messaggio
Che ci è stato mandato Giorgio lunghi in economista
Caro Vendola che ringrazio per l'invito è un'iniziativa cui plaudo poiché concordo con te sull'analisi e sulle prospettive della situazione economica sociale e politica in cui ci troviamo
E dunque sulla necessità e l'urgenza di dare alla sinistra italiana un progetto culturale
Capace di fondare una proposta politica seria innovativa
Guardo da tempo la tua presenza al tuo lavoro con grande attenzione e simpatia e dunque ti prego di tenermi informato di tue altre iniziative cui volentieri parteciperò nei limiti delle mie competenze e capacità
Vinovo grazie molti auguri un caro saluto Giorgio Rondini
Che ha un economista
Grande economista poi a proposito di economia
E quindi di crisi una curiosità queste sono notizie fresche fresche dall'altro lato del mondo sapere che succede in Sudamerica
Da un po'di tempo c'è una nuova specializzazione delinquenziale si chiamano i robot appello ossia non è uno scherzo e si tratta di questo sono bande di ragazzi e ragazze che girano per le città armate di forbici
Una volta individuata la vittima la immobilizza hanno e con dei rapidi rozzi colpi di forbice tagliano i capelli
Ovviamente le vittime al novanta per cento sono ragazze con i capelli lunghi perché un chilo di capelli in Argentina può valere trecento per il sussulto
Se sono biondi ancora di più
Ecco perché io i capelli benissimo già agli atti
Che con questo con questi chiari di luna c'è da avere paura dunque chiamava andiamo a mano a mano io mi chiamo sul palco Massimo Zedda sindaco di Cagliari
No
Compagne e compagni
Siccome
Siamo
Siamo qui oggi per decidere
Che cosa si intende fare che cosa sia la cosa giusta che cosa sia giusto fare oggi del problema almeno per come lo vedo io non è il compromesso in sei
Anche in famiglia si raggiungono alla fine compromessi persino nelle coppie nelle relazioni quindi non è il termine e mi sono cimentato nel capire che cosa fosse questo compromesso
Ecco noi non siamo di certo di fronte al nuovo compromesso storico come pure molti politologi si sono attrezzati esistono
Come dire spinti nell'approfondire il tema è nel far paragoni così come non siamo al venir meno delle ragioni da alla base della distinzione tra destra e sinistra
è l'unica metafora che mi è venuto in mente quella culinaria
Io conoscevo la torta della nonna squisita
Quello che abbiamo invece sotto gli occhi e il ciambellone dello zio
La cui ricetta è un terzo di PD tosta un terzo di PdL fatti preventivamente lievitare quanto basta e avanza è un terzo di tecnici sparsi
E sopra al quanta panna montata che da quel gusto dolce della vita ben noto e i soldati è giovani senza lavoro
Il tutto
Il forno
All'alta temperature e ad altri scontri perché si bruci
Insomma in digeribile cosa c'entra direte voi lo zio
Lo zio o il PATI fate voi
Tornando annoia che cosa sia e alle cose più serie ecco darsi da fare la cosa giusta oggi innanzitutto prendo le distanze da una coalizione che si fonda non sull'adesione volontaria e consapevole da parte di ciascuna forza politica
Ma sullo stato di costrizione e quasi di sottomissione e di ricatto
Questo questi sono gli elementi che hanno fatto nascere la coalizione di oggi e invece
Vi sono le questioni K italiano il Paese e a queste decisore bisognerebbe porre mano
Per risolvere i drammatici e venti dati dalla crisi e avviare un processo virtuoso di crescita che produco occupazione
è questo il fronte sul quale si misurano le distanze tra destra e sinistra
Altro che rimescolare le carte riduzioni di tutto e tutti in un'unica indistinta confusa cosa sono fatti e processi sociali che distinguono e l'Italia non è morta
E non è morta la sinistra
Così come quelle ragioni che hanno fatto nascere la sinistra nel mondo non sono morti in Italia non sono morti in Europa non sono morta nel mondo
Esistono in Italia milioni di cittadini senza lavoro intere generazioni di giovani sono state private persino della speranza di un futuro dignitoso mentre gli stessi ceti medi vanno impoverendo si ogni giorno che passa
E ciò che accade
Mentre niente si è fatto in materia di revisione della spesa
A livello degli alti vertici dell'amministrazione si continua a sprecare sperperare risorse immane quella rete di alti burocratici vertici ministeriali agenzie enti vari di cui si parlava ancora ieri sulle pagine del Corriere della Sera
E ci sono gli altissimi ero monumenti di banchieri manager e chi più ne ha più ne metta
C'è in Italia un
Un mondo robusto che non vive la crisi in buona salute che smista ed ottiene favori cambia di posto ma non muta se non in meglio la Pro fondazione di condizione di reddito intreccia le proprie sorti con quelle di settori della politica funge da garante ed è garantito né privilegi
Fino a sommare ventiquattro incarichi in una persona sola
E poi c'è un popolo di lavoratori pensionati artigiani piccoli imprenditori tartassato fino all'intervallo all'intollerabilità cioè che arriva persino a togliersi la vita per il disonore del non poter pagare i debiti
E c'è
Intatto Del Piero disse
Un mondo che dell'evasione fiscale ha fatto un sistema di vita e di arricchimento contro il quale mondo nessuno trita di governo ingaggiato una lotta seria continuano imperversare gruppi malavitosi associazioni mafiose e camorristiche
Stanno noi cogliere le
Istanze e il bisogno pressante di giustizia sociale e di una svolta nelle politiche economiche nel senso dell'equità
Una sinistra che sappia voglia misurarsi con le problematiche del lavoro così come quelle dell'impresa che sappia e voglia coniugare modernità e democrazia che sappia e voglia produrre a proposte in materia di sviluppo economico
Ecco queste la sinistra che vorrei
Ecco cos'è giusto fare oggi in Italia da parte nostra mettere a disposizione le nostre intelligenze le nostre evidenzia le nostre volontà la nostra passione civile l'ideale per costruire una sinistra forte ed al tempo stesso sensibile ed aperta
Ma moderna ma non per questo cinica
Pluralismo ma non per questo confusionaria europeista ma non su Cuba
Dei potentati di Berlino e di Bruxelles
E contribuire così
Nel nostro Paese ad una prospettiva diversa ora
Immagino io ed è facile immaginare quale possa essere la critica da parte della
Sinistra del Partito Democratico come pensate voi
Che non avete grande esperienza come pensate voi che non avete una grande organizzazione alle spalle
Come pensate voi che non avete apparati sedi non avete le spalle coperte dei poteri forti come pensate di riuscire laddove noi abbiamo fallito
E io vista una qualche citazione cinematografica di Spike Lee nel nostro titolo
Sono andato al cinema facendo mie le parole di un protagonista dell'insoluti delle dell'insurrezione indigena del film che i Madama del grande Gillo Pontecorvo
Quella
Protagonista dell'insurrezione si rivolge alla gente inglese incaricato della repressione dell'insurrezione il quale
Interpretato da un grandissimo Marlon Brando chiede a sua volta ma come avete potuto pensare voi
è la risposta nel film ma è ancora attuale oggi
Meglio sapere dove andare senza sapere come che sa bene come andare senza sapere dove noi sappiamo dove andare ce la faremo grazie
Grazie a Massimo anzianità
Voglio leggere un messaggio
Che c'è stato mandato dal Sindaco di Genova che doveva essere qui ma per le vicende che sono accadute pochi giorni fa non è potuto venire
Con queste poche righe
Intendo manifestare la mia adesione agli obiettivi dell'iniziativa che avete promosso
Sento anch'io l'esigenza di contribuire insieme alla costruzione di una sinistra moderna e di popolo nel contesto del socialismo europeo
Una sinistra capace di definire una politica di quel fare gli investimenti pubblici per pubblici per lo sviluppo e il lavoro di valorizzare le autonomie locali di tutelare i beni comuni e l'ambiente
Si tratta dunque di una politica di cambiamento di cui
Si vedevano i lineamenti nel programma elettorale di Italia bene comune su cui il centro sinistra ha chiesto il voto degli elettori
Mi rivolgo a voi dalla mia città di Genova colpita da una grave tragedia un evento che ha visto la perdita di vite umane
Dei lavoratori
Che ha ferito la città nel porto centro fondamentale della sua economia
L'immediata e corale è stata l'espressione della nostra comunità di cordoglio e vicinanza ai familiari delle vittime e chiara la volontà di reagire
Tale volontà risulta rafforzata dalla solidarietà che tanti nel Paese ci hanno voluto dimostrare
Siamo grati a tutti coloro che ci hanno sostenuto e ci aiutano a guardare avanti
E noi per essere solidali osserviamo un minuto di silenzio
Da un suo Twitter
La cosa giusta è una sinistra che vada oltre il Governo letta Alfano
Non facendo parte dell'Assemblea nazionale del Partito Democratico pensato che da semplice iscritto la cosa giusta sabato prossimo sia partecipare alla manifestazione promossa da Nichi Vendola la cosa giusta appunto è con noi Gad Lerner
Sono un pessimo comiziante dunque innanzitutto mi chiedo parafrasando il titolo di un bel libro che ci faccio qui
Tanto più
Che siete stati così carogne da darvi appuntamento colloquio in piazza Santi Apostoli davanti
A quella sede
La sede dell'Ulivo la sede delle speranze dell'Italia migliore degli ultimi anni
Non credo
A voi
Possa interessare moltissimo la mia domanda personale
Io provo affetto per il Partito democratico vero esattamente
Dentro a quella sede
Nel Comitato dei quarantacinque che lo fondarono nel due mila sette e non mi rassegno
Che questo affetto si trasformi in rimpianto e non
Immagino
Che nessuno di voi abbia la tentazione di lucrare punti vicini
Nei sondaggi che fanno prima con seggi come esito politico di questa scelta dissennata dell'alleanza politica con il PdL di Berlusconi
Sapete
Che c'è poco da lucrare sapete
Che
Non è un bene per l'Italia non può essere desiderabile per nessuno di noi ritornare al vecchio schema perdente delle due sinistre la sinistra moderata e la sinistra radicale
Che si contendono appunto
Piccoli spazi angusti
Ma ci sono domande terribili
Che si pongono a chi come me prova affetto per il partito democratico e non vuole che si trasformi rimpianto
Il direttore di un bellissimo settimanale l'Internazionale Giovanni De Mauro questa settimana afferma che il PD avrebbe smesso di essere un partito di sinistra
Io
Non non mi unisco a questo vostro applauso non voglio unirmi a questa volta applauso e voglio citare anch'io però
Delle parole che mi hanno
Turbato per la loro forza e profondità
La già citato prima Maso notarile anni Riccardo Terzi che io conosco da più di trent'anni era nei primi anni Ottanta il segretario del Partito Comunista milanese oggi nella Segreteria nazionale di i pensionati CGIL ricordava Mazzotta nota negli anni questa sua idea che la parola sinistra un'espressione del sociale prima che del politico che la sinistra è questo lavoro nel sociale la resta il solo chiacchiera ma senza politica
Non andiamo molto lontani e allora Riccardo Terzi
Lasciando il Partito Democratico anzi dichiarando che non è lui a lasciarlo ma il PD che lascia andare alla deriva il suo progetto ha fatto alcune affermazioni
Che ripeto meritano
Una riflessione
Dice Terzi che nell'ultima convulsa vicenda di cui è stato protagonista al PD
La vittima ma l'artefice
Perché il dato più clamoroso non è quello più appariscente dei contrasti e delle manovre di palazzo ma è l'archiviazione del
Fine politico che giustificava l'esistenza spesso del partito
E quello che resta in piedi afferma ancora è la manutenzione del sistema di questo sistema e tutto deve essere sacrificato all'obiettivo della governabilità
è il momento dei politici realisti che conoscono sono il linguaggio del potere
Non è una manovra tattica ma è la scelta di un'alleanza politica di un patto organico di governo quella che è stata la compiuta ecco io non non mi rassegno caro Riccardo io credo ancora nella possibilità che si torni indietro da questo passo il partito
Che
A proclamato tra i suoi obiettivi fondamentali di questa fase
Quella di realizzare finalmente l'applicazione dell'articolo quarantanove della Costituzione lo ricorda a te quello secondo il quale i partiti politici devono essere organizzati attraverso procedure democratiche
Ecco contraddica talmente questo suo giusto proposito assumendo
Una
Realizzando una violazione della sovranità democratica su una delle poche
Decisioni fondamentali che erano state assunte con il concorso di milioni di cittadini eletto ove chiamati alle primarie la contraddizione è troppo forte perché noi la si possa accettare
Ma
Dicemmo il sociale oggi
Un impasto
Molto molto fluido ambiguo
Cella generosità dei conflitti
Ci sono i cantieri di un nuovo pensiero dei beni comuni di una idea di uscita dalla crisi economica chiede il pensi profondamente i diritti di proprietà
La distribuzione della ricchezza eccetera abbia c'è tanta rabbia credo abbia ragione Adriano Sofri quando poi Ancona il momento storico che stiamo vivendo al primo dopoguerra del Novecento quando in una crisi economica terribile
Mentre erano in corso grandi lotte popolarissimi affermavano anche dentro a questi movimenti
Pensi ieri azionari di chi voleva trasformare quella giusta rabbia in qualche cosa che si doveva scagliare
In atteggiamenti bellicosi iper nazionalistici esso vi misti addirittura nel cercare il nemico penso all'antisemitismo che doveva essere
Secondo questi avvelenatori
La
Logica conseguenza del socialismo io non so
Quanto ancora oscillerà Remo trovo assolutamente sbagliato naturalmente chi accusa di fascismo Beppe Grillo anche
Anche dopo
Che
Ripropone
Argomenti classicamente reazionari come quello del referendum contro le leggi dei diritti di cittadinanza per
Cittadini stranieri residenti in Italia
La
Vigliaccheria di voler affermare per esclusione
Diritti fondamentali riservati soltanto ad alcuni
è sbagliato un giorno dati del fascista e l'indomani figurarci dello
Come alleato e allora dentro
A questa società
In fermento noi dobbiamo riconoscere quali sono con umiltà dobbiamo riconoscere Bove glielo dico io che
Che sono Un borghese fiancheggiatore uno che è stato con Nichi Vendola sempre in quella sede con gli scatoloni a raccogliere le firme per il referendum abrogativo della legge porcellum che poi è stato stoppato dai capi bastone
Dei partiti noi dobbiamo riuscire a tenere insieme queste iniziativa di coinvolgimento politico questi tutti o Nale di una cittadinanza attiva con la dimensione sociale nella quale non ci sono solo i conflitti
Nella
Crescita impressionante drammatica della povertà noi vediamo
Comunità che si auto organizzano vediamo espone immersi nuovamente molto lontano dalla politica molto lontano dai partiti e dai sindacati
Il
Nuove forme di sostegno alle persone in difficoltà
Di fratellanza di Mutu Alina sumo di cooperazione embrioni di società alternativa abbiamo
Io ho da imparare tantissimo e gli strumenti i politici a disposizione sono troppo modesti le nostre culture non bastano Adda accompagnare valorizzare questi fermenti di una società in crisi
Per questo
Io penso che
Non dobbiamo
Tornare asse pagarci non dobbiamo rassegnarci alla vecchia logica delle due sinistre non dobbiamo pensare che il congresso del Partito del tratti con non riguardi direttamente anche tutti voi perché da quella strada sbagliata sono convinto che si può tornare indietro se resteremo uniti
Grazie a Carlo
Una ventina d'anni fa su un aereo per New York una famiglia russa composta da padre madre e tre figli
Avevano lasciato la loro patria diretti verso l'America la mamma e i bambini stavano dormendo il Papa riguardano
Guardava con uno sguardo così intenso che non l'ho mai più visto prima lo sguardo che racchiudeva tutto ciò che un uomo oramai grande può pensare per i suoi ragazzi desiderio di un futuro migliore
L'incognita di una nuova patria vista sono i film il timore di non poterli aiutare non c'erano lacrime i suoi occhi poi
Apro teso una mano verso i capelli biondi del
Del figlio più piccolo ma non glieli ha toccati rimasto lì con quella mano a mezzadria quasi a proteggerlo quasi a nasconderlo alle insidie del futuro
Stormi di uccelli neri come esuli pensieri del bene spero migrare diceva Carducci sapeva bene che anche gli uccelli quando cambia la stagione danno fame migrano dove possono trovare del cibo
E se un passero otto nasce in unito straniero
E se una persona comincia a cinguettare in una lingua che da subito sarà la sua
Avrà diritto questa persona sentirsi a casa sua
Avrà diritto a costruire i suoi vedo la sua famiglia
Parliamo
Di questo argomento con
Alte Luca
Trombetta del diritto alla cittadinanza dei giovani di seconda generazione di origine straniera
Cari amici cari concittadini operai e imprenditori occupati e disoccupati cari bambini adolescenti e giovani cari mamme e papà cari amici a voi chiedo pochi minuti
Parlo con lo spirito ferito non per me
Sono sempre stata una ragazza fortunata adottata da una famiglia italiana cittadinanza dopo pochi anni dal mio arrivo in Italia
Sempre considerata per il mio valore per il mio potenziale per le mie criticità emotive caratteriali Perini e piantine e servizi per le mie parole e per i miei silenzi
Sempre a testa alta grazie all'educazione dei genitori semplici nei sentimenti e sofisticati nel pensiero e nell'agire
Una donna fortunata perché mai costretta all'ignobile processo di identificazione fortunata perché del mio colore si apprezza la bellezza essi e curiosi delle sue origini di questo colore
Di questo
Di questo colore
Non mi sono mai dovuta preoccupare è solo il colore della mia pelle è solo un incrocio di cose strane genetiche un colore che non annebbia il mio cervello che non mi rende nel speciale nemmeno degli altri ma di altri annebbia il cervello
Fa credere che sono meno di loro
Il colore
Un colore e di cui non vado fiera come non vado fiera di avere i piedi e le mani sono fortunata perché quei pieghe quelle mani fanno gustare la vita per quello che è
Vita
Questa è la cosa giusta di parlo con lo spirito ferite stanco di troppi giovani il cui futuro dipende da un foglio di carta
Esiste o non esisti qui può è stare e qui no la cosa più banale che possa esserci disse una volta un mio caro amico Zac di quindici anni Zac un nome una storia un talento un futuro ma anche Mumolo David Daniela Alessia You ma come dimenticarmi di Carime di tanti altri Luca Francesco Simone Valeria ecco non solo nomi ma con noi colori di pelli non origini geografiche ma vite di quelle vite fiere di essersi
Per il gusto Polito esservi più seria essersi e di vivere
Questa e la forza giusta
Ho bisogno di parlare a voi di chiedervi cosa vedete se vedete anche voi l'assurdo il violento divagare su cose ovvie i diritti il diritto al gioco sapete nel nostro Paese per i giovani sportivi nati in Italia ma senza cittadinanza o non nati in Italia e quindi senza cittadinanza
Non possono competere a livello agonistico per rappresentare il nostro e il loro Paese
Non possono perché le federazioni sportive impongono un Regolamento già riconosciuto discriminatoria dai tribunali
Ma che ciononostante
Non hanno proceduto alla modifica perché in fondo chi se ne frega e più facile gridare allo scandalo se negli stadi si viene anni additati come è Negri ma molti di quei negri cari amici non hanno accesso al campo e io mi chiedo se è più razzista allo stadio o lo Stato
Il diritto
Il diritto allo studio e alla formazione sarebbe necessario che gli ordini professionali non negassero l'accesso ai giovani senza cittadinanza
Forse chissà questa scelta è una strisciante prova generale
Per Erode nel giorno dopo giorno il diritto a una scuola a un'istruzione pubblica
A una scuola a un'istruzione che devono rimanere pubbliche e per tutti questa è la cosa giusta
Tutto il resto sono atti discriminatori di cui nessuno parla che non fanno più notizia il diritto ad esistere amici
In questi mesi nella città stanno dando la cittadinanza onoraria i cittadini stranieri
Forse siamo un popolo che come il pane caldo e le coccole della mamma abbiamo bisogno di eroi azioni simboliche posso starci per il pane per le coccole della mamma
Ma di eroina e di azioni simboliche ne faccia almeno offendono il mio essere cittadina e offendono
Il mio desiderio di concretezza
L'errore e per il PD e i simboli per i codardi
L'ENEA
Che egli ha una mia cara amica dice vivere senza cittadinanza di far sentire tutto il peso
Del nord esserci paradossalmente stando ci e quindi è in me in un'ottica utopica credo nel titolo di cittadini danza come mezzo di vita comune che permette a tutti di esprimersi alla pari ossia che con il voto che con la presenza sociale
Allora se vogliamo azioni simboliche parlo a voi sindaci invitate tutti i vostri cittadini di origine straniera per riempire la piazza
La vostra piazza fate la promessa
Di lavorare per una città che sia di tutti poi fate di fare una foto dall'alto di quella piazza
Fate ne debba e cartelloni da appendere insita iscrivete ci sopra sono onorato di essere il cittadino di questa piazza e poi limitate che a mantenere la premessa la promessa
La neo amministra all'integrazione all'rilanciato un discorso che conosciamo bene lo ius soli la modifica della legge sulla cittadinanza
Mi chiedo se questa sia la volta buona per parlare concretamente se l'italianità smettere di smetterà di avere connotati lineamenti e colori precisi se finalmente inversa arriverà a significare comunità
Bellezza nella parte era un popolo a un Paese a una terra una cittadinanza riconosciuta reale e concreta condivisa la cosa giusta oggi
E oggi è il quotidiano dovremmo indignarsi tutti tutti operai imprenditori occupati disoccupati Zoro Aniello madri e padri che siete in questa piazza indignarci
Perché è un adolescente di origine straniera anche se è nato in Italia non può andare liberamente a giocare
A calcio non può andare alla gita scolastica non può iscriversi alla a una un concorso pubblico indignarsi ogni giorno per tutte quelle negazioni dei diritti che questo Paese impone
Ai suoi cittadini di origine straniera
Noi che abbiamo il diritto al voto e di parola a dobbiamo imparare a conoscere i nostri vicini di casa i nostri colleghi di lavoro in sto i compagni di classe le madri e i padri dei nostri figli la cui vita segna sempre un punto in meno rispetto alla nostra
La cui vita in prosa da troppi anni la vergogna di un Paese civile di una fila interminabile all'alba sotto la pioggia davanti alla questura
Mi chiedo e vi chiedo e concludo abbiamo bisogno di altri nemici oltre a quelli dell'incertezza e della disoccupazione della negazione di futuro noi giovani italiani di origine straniera e straniere di questo Paese che avremo voglia di com'fare una casa in cui accudire i figli e che lottiamo per avere uno stipendio abbiamo bisogno di altri nemici no abbiamo bisogno di essere uniti è questa la cosa giusta abbiamo bisogno di credere a Bologna e di uguaglianza di solitaria da di lottare per i nostri diritti perché non ci sia nessuno a cui venga negato un diritto che sia un uomo donna disabile
è stato uno straniero italiano omosessuale eterosessuale laureato o meno a cui non vi siano assicurati diritti
Questa è la cosa giusta
Facciamo un saluto e qui con noi ad Aldo Tortorella
Per presentare Salvatore carpentieri che la rete degli ESU dati lago una breve riflessione presa proprio Daloui
I lavoratori privati hanno versato i loro soldi premio pari al trentatré per cento della retribuzione ad un ente assicurativo INPS dello Stato garante che avrebbe dovuto amministrarli con razionalità efficienza e trasparenza per assicurare la pensione prevista
Non la viene richiesta la fiscalità si può obiettare ma il sistema di gestione e alla ripartizione i contributi versati oggi servono a pagare le pensioni di oggi
La risposta è
Che la gestione è compito e responsabilità dello Stato e non può essere scaricato sul lavoratore utente ed inoltre nei tempi passati il surplus avrebbe dovuto essere gestito correttamente
Il lavoratore è un creditore privilegiato dello Stato e non un questo quante
Salvatore Carpentieri
Grazie a tutti
Voglio
Dire che gli è stata di rappresentano il paradigma della situazione sociale politica e culturale di gente in questo momento in questo Paese
I cosiddetti e salvati non rappresentano un errore come hanno voluto farci credere le lacrime della forma ero
Ma l'esito previsto oltre che prevedibile delle politiche in atto che cercano ovunque di drenare denaro dai soliti noti noi siamo le prime vittime
Inizio ricordando che la riforma delle pensioni targata Fornero è stata emanata con un decreto legge
Senza alcuna delega specifica da parte del Parlamento in contrasto con l'articolo settantasette della Costituzione
Inoltre l'ex Presidente della Camera Fini
A maggio due mila e dodici parlava di modificare al più presto possibile la legge
Garantire il pieno di Clint rispetto dei principi costituzionali in materia di uguaglianza dei cittadini davanti alla legge
D'altra parte le relazioni annuali dell'INPS nei cinque anni precedenti dal due mila sei al due mila undici assicuravano nero su bianco che il sistema previdenziale privato eri in attivo
Ed in equilibrio fino al due mila cinquanta mentiva all'INPS e se è così fosse perché non sono stati rimossi i suoi vertici
La verità ne viene di conseguenza la necessità di quella riforma era esclusivamente di far cassa e dare il segno dell'oste riti all'Europa
Con i soldi e più facilmente reperibili e meno facilmente difendibili dalle vittime di turno i contributi dei lavoratori dipendenti
è stato una manovra con una riforma e questa manovra assorbe ben centoquarantatré miliardi fino di euro fino al due mila ventuno
E poi continuerà a drenare venticinque miliardi all'anno cifre stratosferiche
Come non bastasse per assicurarsi un ulteriore stretta
I soldi dei contributi lavoro dei dipendenti la riforma forme era previsto l'accorpamento INPS Inpdap l'effetto immediato e che nel primo rendiconto annuale lo il settore privato in attivo il settore
Dei dipendenti pubblici in passivo di oltre dodici mila
Miliardi
Per poi scoprire che lo Stato e evasore contributivo per circa trenta miliardi di euro Illy passione contributiva in Italia è un reato penale
Ma come riescono a far digerire questa violenta usurpazione
In primis con il metodo del dividi et impera cioè accusando la generazione degli anziani di essere privilegiate di levare possibilità ai giovani mettendo una uno contro l'altro le generazioni
Non solo non si riesce a vedere alcune messo in ciò ma tali affermazioni sono totalmente false perché coloro che perdono il lavoro eventualmente presentare la mobilità lascia un posto a un giovane
Poi con il metodo manipolatori o facendo intendere come vera la più grande delle falsità propagandate cioè si fa apparire la pensione come un costo per lo Stato una specie di elargizione pro bono Pacis
E perciò pienamente partecipante al suo debito ma è falso i lavoratori privati versano contributi pari al trentatré per cento il loro stipendio l'equivalente del premio di un'assicurazione di cui lo state garante
La manipolazione delle parole porta ad invertire i ruoli
Per cui il lavoratore che è un creditore privilegiato diventa un questuanti
Io non è neanche vero che il totale dei contributi versati no proprio per la vita tesa dopo la fine dell'attività lavorativa gli unici casi sono praticamente quelli delle super pensioni
Di cui l'impresa
Così non
Praticamente di cui scusatemi di cui l'intesa non fornisce i dati
Tendendo a confonderle intorbidisce lì anche
Alla stessa Istat
Spero che il ministro Giovannini le facciate se ne faccia carico ora che può
Ciliegina finale della riforma
Ministro Ford ero donna con delega le pari opportunità opera un massacro sulle donne con la sua riforma infatti impone loro con la tecnica di Achille la tartaruga
Un'apparente saldo di due anni ma in realtà il salto è sostanzialmente di sei anni ed oltre per raggiungimento della pensione di vecchiaia
Il tutto avviene senza alcuna gradualità dall'oggi al domani una vera che gli ordina
E in questa rottura del rapporto Stato cittadino che viaggerà alzi la questione dei cosiddetti soldati non posso che ricordare per il poco tempo tutte le bugie che la ministra for vero ha raccontato nelle auto e parlamentari cioè davanti al popolo italiano
Sono agli atti delle Camere perché delle due l'una
O ha voluto
Mentire o è un incompetente
A
Continuato a smentire il sempre fino a dover ammettere cinquanta di cinque mila e dieci mila centotrenta ulteriori numeri
Fin dall'inizio l'INPS abbia affermato che erano trecentonovanta mila duecento ma su categorie che hanno predeterminate mancano i licenziati gli effettivi licenziati
Per cui reso le le quantità diventano numeri stratosferici stiamo parlando di cinquecento mila persone con le loro famiglie una città intera
Non contenti di ciò hanno continuato a
Porre restrizioni per cui hanno creato discriminazioni
Ne cito soltanto una
Quella per esempio per cui i lavoratori
Andati in mobilità con accordo in sede governativa
Saranno salvaguardati ed è e lavoratori parimenti andati in mobilità ma con rapporti dall'in sede di regolamentativa non saranno salvaguardati i casi sono eclatanti si tratta di casi Alenia Anzaldo carte fu
Vi ho tediato diottrie
Un'ultima nota
Per dire all'asta all'informazione abbiamo messo cinque mesi per bucare l'informazione e far diventare il problema degli o soldati all'attenzione pubblica
Chiediamo all'informazione che venga
Seguita questa cosa INPS sulla base del fatto che mancano
I diritti ci vengono tolti i diritti grazie
Ringraziamo Salvatore Carpentieri
Ringraziamo anche Massimiliano s'e ringraziamo anche Massimiliano Smeriglio per queste parole che ci ha regalato che siamo per dire che non abbiamo unito all'inno del Risorgimento
Insieme
Sempre resta
Da
Noi vogliamo
Senza neppure Guidonia
Noi vogliamo sempre quell'anno
Moglie
Per
No
Novelli a rosso
Come percepibile a occhio senza minore lunghezza d'onda mille ottocentoquarantotto garibaldino calore velocità gioia passione sangue partito Pentecoste Martini
Signorini
Su cui
Quindi tesoro di
La bandiera nazionale determinanti in altri inderogabili negli anni
La bandiera
Cialente
Alcuni atti di indirizzo in ordine
Bianco alta luminosità assenza tutti i colori dello spettro acrobatico splendente e comunicazione Arcobaleno trasmesso un Amati luce Lucia
Anzi
Signor
Stretti intorno una
Io
Veri amanuense
L'indagine
Di ritenerlo un amanuense nati diventa dunque volevo timidi
Inutili vedo verrebbe visibile agli occhi natura plastilina riflesso vivo vivace eletti coprire tante pigmento psichedelico panettone San Patrizio retti da chi lo sia mediterranea
Uomo
Sia
Scansionare abbiamo resterà
Però
Straccerei come siamo negli aeroporti
Il momento di incontro
Straccerei maresciallo ed era niente nel territorio i divenuto
Penali cumulabili o rosse perde i colori del nostro Paese
No
I colori di Sinistra ecologia e Libertà
Passo
Potesse estera
Non è corretto
Bianco
Se
Tra
Bene
Taglio
Venne Emas dunque nel Sannio la pratica
Loro
Mediante non si può pensare di portare avanti
Razzismo
Che o
Dei
Insomma
Eletti accogliamo sul palco grande nuova italiano Stefano Rodotà
Voi non potete
Voi non potete fare questi scherzi a un vecchio signore perché questa è l'età in cui ci si commuove
Cerchiamo di evitare che chi deve parlare dopo di me poggiata guardi sotto la pioggia quindi io cercherò
Di essere anche rapido
Comincerò dicendo che non c'è è solo una cosa giusta da fare ci sono molte cose giuste da mettere insieme
E dobbiamo chiederci quali sono queste cose giuste
Come lei venti fichi diamo e per fare questo io voglio parlare in modo molto diretto e porto franco per fare questa operazione di identificazione delle cose giuste da mettere insieme
Dobbiamo essere
Poco
Compiacenti con quella che è stata negli ultimi tempi la storia della sinistra o meglio la storia dei tentativi per la sinistra di Tevere
La scena pubblica perché nel mille nel due mila otto la lista Arcobaleno non ha raggiunto
Il quorum
Perché in quella parte di sinistra che ha scelto le insegne della lista di rivoluzione civile non ha raggiunto il quorum perché alla prima prova politicamente significativa l'alleanza tra stelle il Partito Democratico non ha retto che cosa non ha funzionato questo ce lo dobbiamo chiedere perché altrimenti noi rischiamo in questo momento è non lo sento volto perché su di me e c'è un
Anche la vostra accoglienza c'è un investimento eccessivo
Ed è anche un investimento che può andare nella direzione sbagliata la direzione di
Creare partitini la
Direzione
No
La direzione frettolosa
Di
Convocare costituenti dalla sinistra per le quali
Il tempo non è maturo e non è soprattutto matura la cultura politica
Questo è quello che non ha funzionato tutte queste storie che abbiamo dietro le spalle che non sono storie di successo alcune sono storie di sconfitta
Lo dobbiamo dire noi non dobbiamo accettare una logica che possa riportarci in quella direzione c'è un difetto di cultura politica
C'è un problema di
Ricostruzione
Culturale non di un pensiero unico della sinistra lontanissima da me credo da voi tutti un'idea
Come questi ma certamente
Il pensiero di una sinistra che poi riesca a fronteggiare in momenti difficili
Io vincevo un secondo fa che la mia posizione non è facile io
Arrivo a questo appuntamento sulla scorta di che cosa
Nel lavoro che ho fatto non da Assolombarda il lavoro che ho fatto da solo sono i libri che credo sia ad una parte della mia esistenza ma non solo questo perché se io attraverso quel lavoro sordi uscì da dare un contributo alla cultura politica dalla sinistra al tempo stesso ho cercato di vedere come questa cultura potesse diventare azioni politiche azione sociale qui ci sono molti che sono stati protagonisti
Dei referendum sull'acqua di quello straordinario moto di popolo che ha portato
Due anni fa due anni fa
A far ruotare ventisette milioni di persone il dodici di giugno noi dovremo rivederci non per commemorare una data ma per vedere quanti o
Lavoro politico è stato fatto e continua a essere fatto perché i risultati di quel referendum siano rispettate
Referendum ce ne è stato un altro che è stato cancellato dalla memoria perché tante volte in questo periodo si è detto
Polemizzando con le modalità del funzionamento pubblico dei partiti ma ricordiamoci gli italiani con un referendum avevano detto no al finanziamento pubblico dei partiti
Però abbiamo fatto no no vi prego non vorrei togliere tempo agli altri devo ripetere quattro cose ancora
Perché abbiamo rimosso invece
Il referendum del due mila sei quando sedici milioni di italiani dissero no alla riforma costituzionale di Berlusconi che oggi si vuole riproporre sotto spoglie più o meno camuffate
Non è questo
è stato un grande successo nella sinistra di una sinistra annunci Ussa di una sinistra che aveva
Fatto campagna elettorale continua di una sinistra che avvenga con sé anche un ex Presidente della Repubblica che era Oscar Luigi Scalfaro ed è stata una sinistra che è stata vincente e che in questo momento arriva posso quella memoria noi non possiamo entrare in una fase difficile in cui si parla di rinvio di per riformare la Costituzione trascurando il fatto che i cittadini una loro opinione all'anno già manifestata
E io voglio dire subito un altro
Subito un attimo
Ho ascoltato il senatore Berlusconi dire che non solo la riforma costituzionale deve essere approvata valessero approvata con una maggioranza tale dal impedire che quanti cittadini con un referendum possano dire la loro
Io faccio in questo momento appello a tutte le forze di sinistra
E in queste incluso il Partito Democratico perché quando si arriverà al volto eventuale che io mi auguro non ci sia su un pasticcio costituzionale non si facciano complici di coloro i quali vogliono espropriare il cittadino identificabili verranno
è già stato fatto è già stato fatto questo chiamiamolo errore
Con la riforma dell'articolo ottantuno della Costituzione che ha cambiato mi una un pezzo di costituzione economica quando alcuni no oggi ne derivano perlomeno non fate raggiunga la maggioranza dei due terzi e darci la possibilità di parlarne con i cittadini con tutti
Con la consapevolezza non per eccitare reazioni demagogica contro l'Europa di rosso vedo una parola su questo
Ma perché è un tema così grande del cambiamento di regole del gioco che riguardano non last l'azione del pareggio il bilancio ma la concretezza della vita delle persone quand'esse essere oggetto di un grande dibattito pubblico che non cessate
Questa è la via della discussione ed è la politica costituzionale abbiano su questo punto la maturità adeguata abbiamo fatto un confronto adeguato su questo tema
Questo è un punto importante dovuta io vi chiedo un po'd'acqua un perché sto scusate il meglio degli ultimi giorni e non faccio altro che parlare
E devo dire sinceramente non so se dico le cose giuste l'accortezza e faccio un ricorso al più
Quindi
Qui c'è un punto c'è un punto importante che è quello
Della cultura politica che ormai in questo di
Ultimi tempi unicità con la sinistra
E su questo noi dobbiamo avere
Delle opinioni nette nel momento in cui parliamo della dimensione costituzionale per esempio e non è un esempio tra poco perché i io credo che una prova che noi dobbiamo tutti sollecitare perché venga al più presto c'è la questione della legge elettorale
Io ho scritto ho detto ripeto qui ne sono convinto che dal questa partita sia uscito vincitore
Berlusconi con un di più con un di più
Con il diritto di vita o di morte sul Governo che lui esercita ogni giorno
In modo diverso soft più aggressivo a seconda dei momenti e questo potere di veto di morte ha il suo fondamento nella mantenimento di questa legge elettorale io e questa è una legge elettorale che consente
A chi ritiene che sia avvenuto grazie alle indicazioni fornite dai sondaggi il nome e
Vito per staccare la spina al Governo e utilizzando questo questa legge elettorale di fare l'en plein e di avere la maggioranza sia alla Camera che al Senato avverrà esattamente questo
Questo è il vero potere che consegnato in questo momento
A
Capo effettivo della maggioranza
Questo è un punto che va rimosso con la massima rapidità
Questo è un questo è un punto di un programma comune della sinistra coloro i quali
Devo dire sinceramente io ho una storia abbastanza lunga e sono abitua atto a capire anche le intemperanze ma quando vedo che la mia persona serve per cercare di dividere la sinistra beh io questo non mi piace affatto
Questo non mi piace affatto
Quando
Tutto sommato si vuol dire cioè io quasi sarde il responsabile del fatto
Che c'è il governo delle larghe intese certamente questa cosa fa ridere però dimostra che c'è qualche cosa che non funziona allora abbandoniamo
Le piccole ripicche gli alibi tentativi di giustificare la propria incapacità di gestione di questa fase politica
E vediamo qual è un punto fondamentale e ci sono due ragioni è stato scritto di una sentenza della Corte Costituzionale ripetuto dal Presidente della Corte
Poco più di un mese fa che la legge con la quale è stato eletto questo Parlamento ha gravi vizi di incostituzionalità
E questo è un punto la quale dovrà essere democratico più a lungo
Senza
Ricevere contraccolpi gravi accettare che l'atto fondativo della politica le elezioni
Abbia su dissensi sospetto anzi la certezza
Delli dell'incostituzionalità va rimosso ci sono stati infiniti richiami del Presidente della Repubblica che dovrebbero essere ripetuti
In questo momento proprio in questo momento di cui al Presidente della Repubblica si fanno tante scatta il latte molto interessati ricordiamo di quel monito
Perché sono molto importanti e c'è il punto politico che ricordi che ricordavo o rimuoviamo questo fatto oppure
Le possibilità di sviluppo democratico di questo Paese sono hanno perdente perennemente a rischio
Questo è un primo punto sul quale io credo
Quale che sia la forma noi dobbiamo comunque eliminare questo tipo di legge l'azione elettorale e questo rischio che la legge elettorale vigente provoca al sistema democratico nel suo complesso
Questo mi pare
Un punto preciso
Io non sono qui per fare
Delle prediche ma per indicare alcune questioni e noi dobbiamo chiarire anche qua l'idea di Costituzione abbiamo in questo momento
Perché perché su questo degli ultimi tempi ci sono state svolte e controverse opinioni non basta soltanto qual è il il sistema al quale si vuole arrivare
Ben tenerne la repubblica parlamentare entrare in un sistema semipresidenziale o addirittura presidenziale cambiando forma di Stato e forma di governo io credo che in questo ci siano anche dei vincoli costituto giornali possiamo mettere in discussione come si sta facendo la centralità del lavoro come va come dato fondativo della Repubblica non solo perché è scritto nell'articolo uno della Costituzione che alla Repubblica per l'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro queste non sono parole sono la descrizione di una condizione dalla quale noi non possiamo allontanarci
Perché la Costituzione dice che deve essere garantita a tutti
Una esistenza libera e dignitosa mentre invece in questo momento nella dignità nel libertà dei lavoratori sono rispettate
Non è rispettata la dignità delle persone
Espletarsi anche ne hanno più colpito degli ultimi giorni non sono le schermaglie politiche solo due piccole dovuti sia che non so neanche apparse su tutti i giornali
La notizia che ci ha raccontato che l'autista di un Busso scolastico ha fatto scendere un bambino perché il padre non aveva pagato
Quattro Euro per il trasporto quel bambino è stato violato nella sua dignità come persona e nella sua dignità sociale
Nella sua
Dignità sociale
L'articolo tre della Costituzione sull'eguaglianza dice anzitutto tutti hanno pari dignità sociale la dignità di quel bambino era la pubblicabile
Nei confronti dei suoi compagni di scuola non possiamo fare così cominciare la vita delle persone ho letto che ci sono persone in Italia nomi cognomi inchieste
Che non si fanno curare perché non hanno il denaro per pagare il ticket questa in violazione del diritto alla salute e del diritto alla dignità della
Io credo che la sinistra debba ripartire da qui
E non fatevi ingannare
E non fatevi ingannare da chi dice dei diritti impostarlo sento che costa due diritti ma guardate l'IVA
Oggi a Taranto si devono sopportare costi enormi per riportarle a condizioni di minima dignità delle persone rispetto della salute dell'ambiente
Una situazione nella quale se fossero stati rispettati i due diritti fondamentali quello al lavoro e quello alla salute non si sarebbe logico ai posti o altro ai diritti
Non vengono rispettati per essere in grado poi di un costo economico e sociale enorme
Qualcuno dice che io sono un maniaco dei diritti è vero
è vero che sono e sono un conservatore
Per quanto riguarda i diritti è vero
Io voglio e per quello che ho fatto e per il poco che mi però
Continuare a fare la tutela dei diritti e la
Riterrò un elemento fondamentale della lotta politica
Senza
Noi
Noi abbiamo questi dove
Abbiamo dei doveri
Di fronte a noi stessi non gli abbiamo doveri di fronte a tutti coloro
Il quale in corso costruiscono e costituiscono questa nostra
Comunità quella cui
Si alludeva Concato che avete appena ascoltato con la con la Comboni diamo questa comunità guardando con aggressività o indifferenza agli altri possiamo davvero davvero intendere che questo sia un Paese nel quale una bambina un bambino che nasce qui legittimamente possa vedersi lì rifiutato il diritto di essere cittadino addetto
Noi non possiamo accettare non lo possiamo accettare per una ragione
Perché noi abbiamo ormai davanti a noi un'altra idea di cittadinanza
La cittadinanza è nata nell'età moderna come qualcosa che divide sono cittadino italiano o cittadino francese o cittadino tedesco
Identità diverse oggi cittadinanza significa un'altra cosa che in tutta abbiamo un tutti abbiamo l'eguale patrimonio di diritti fondamentali che ci deve accompagnare quale sia che sia il luogo del mondo in cui ci troviamo
E quale che sia la condizione personale o sociale che ci appartiene
Sta scritto nella Costituzione
Ecco il punto di partenza
E io ritengo allora non secondario
Vado
Ma certamente non così interessante e significativo il discorso sulla Costituzione che guarda soltanto al meccanismo che certamente deve essere toccato
Perché quanto si dice solo troppi parlamentari
è
Opportuno dote continui un lavoro
La Camera e Senato sostanzialmente identico su questo si può lavorare
Non servono convenzioni e credo che la battaglia fatta contro fatta contro questa idea della Convenzione dell'ente e quali no s'ci si mobilita
L'opera fatemi dire una cosa che è una
Orrenda battuta
Come dire
Poco demagogica anche io dico l'unica cosa
Il il sostegno che mi è stato dato ad un solo da quelli piani hanno portato in Parlamento
Ma da voi mi ha dato una legittimazione più nel senso che quando io
In questi giorni od
Ecco qualcosa sono stato incredibilmente ascoltato persino il Ministro delle riforme costituzionali
Ha detto il premio
Dio mio la convenzione è stata criticata da una persona come non vota ma questo Rodotà e quello per voi gli avete inventato cari compagni ma questo è il dato
Secondo episodio quando quando
Il candidato Sindaco di Cinquestelle ha detto cadrebbe riportato alla legalità prova facendo pensaste bis facendo sgomberare il Teatro Valle luogo
Per eccellenza della sovversione sociale
E io ho detto delle cose molto nette e sono stanco di luogo ascoltato allora allora
Penso
Questo è ciò che io posso spendere l'investitura che mi avete dato e la voglio spendere in tutte le direzioni io l'ho cercato sempre di non parlare in prima persona sapete che ha una vita
Abbiamo fatto un po'di tutti coloro che ho fatto il parlamentare fatto sempre il professor in questo momento credo di dover spendere non perché reale artificio
Al mente qualcosa che possa ripetere o riprodurre i limiti della sinistra degli anni passati ma per dare intorno a questi temi
Continuano a fare il lavoro che ho fatto in questi anni avendo questa ulteriore forza il discorso sui beni comuni il discorso sull'euro
Non c'è nella sinistra Setola guardiamo in tutta la sua ampiezza e senza pregiudiziali esclusione
Convergenza di vedute su questo dobbiamo abbonati sull'Europa ci sono ordini divergenze anche molto forti
E io capisco che ci siano nel momento in cui
Bruxelles è visto come simbolo di ciò che può essere sacrificato San è difficile una persona parola terribile sarà vediamo della storia noi se volessi essere di nuovo
Un po'debba godere potrei dire che stiamo celebrando sacrifici non dirlo sacrifici umani ma sacrifici
Della dignità della libertà dell'eguaglianza
Delle persone e dunque su quello però nello stesso tempo non possiamo passare automaticamente al rifiuto dell'Europa ma nel costruire l'Europa intorno alla Carta dei diritti fondamentali che esiste
E allo stesso valore giuridico dei trattati
Non dobbiamo
Non dobbiamo rifiutare nell'Europa a due velocità
Io
Ho detto questo e tutto questo mi importa appoggiare solo alcune parole
Questa è la legalità che noi dobbiamo ricostruire
E la legalità della costituzione è la rifondazione della moralità pubblica dell'etica civile nel rispetto delle persone ed è
La volatilità
Tre cd può fare uscire da un periodo molto lungo vive Gris di regressione civile
Di regressione culturale di regressione economica non sono separati
Noi non abbiamo bisogno soltanto di uscire dalla crisi economica dobbiamo uscire dalla crisi morale dalla crisi civile perché questo è ciò che attanaglia questo Paese
Io sono troppo tutti quelli che vorranno fare questo lavoro
Stefàno abolita
L'ultimo messaggio che c'è stato mandato da Maurizio Landini Segretario generale FIOM-CGIL
Caro Nichi
Vi ringrazio per l'invito in piazza Santi Apostoli per
Sabato undici maggio ma non possono esserci perché sono impegnato a Foggia in un'Assemblea con le delegate delegati degli stabilimenti della FIAT dell'indotto
E della
Componentistica dell'auto di tutto il Mezzogiorno
Colgo l'occasione per ringraziarli pubblicamente per tutte le volte che hai scelto di non accodati al buonsenso di chi ha sempre ragione
E pensa di essere o rappresentare la maggioranza del Paese solo perché sicuro
Di vincere stando dalla parte del più potente del più forte
Anche perché non è detto che finisca sempre così anzi
Non ero ancora segretario generale della FIOM CGIL quando a Melfi hai sostenuto la vertenza dei lavoratori
In questi giorni molti parlano di responsabilità di riappacificazione di unità nazionale e chi
Più dei metalmeccanici non verrebbe avere un clima più sereno in cui contrattare negoziare
Invece gli appelli che vengono lanciati servono solo a cancellare le responsabilità e a rimuovere le cause della crisi in cui siamo
Sentiamo come metalmeccanici di non doverci chiudere in battaglie corporative aziendalista e come in molti vorrebbero
Nella storia della FIOM CGIL
Il cambiamento della fabbrica procede con il cambiamento della società per queste ragioni abbiamo deciso di tenere una manifestazione nazionale in cui avanzeremo proposte utili ad uscire dalla crisi e non ripetere gli errori del passato
Caro Nichi
La scelta tua e di Sinistra ecologia e libertà di far conseguire alle parole le scelte parlamentari è importante per la democrazia
La vostra manifestazione tiene aperta la porta del Parlamento ai bisogni e alle speranze delle cittadine e dei cittadini un caro saluto Maurizio l'ambiente
Quando
L'occasione selle invita la manifestazione del diciotto maggio a Roma appunto della FIOM e c'è un altro invito anche invitiamo tutti andare il ventidue giugno Palermo dove si terrà il Pride nazionale
Bene
Penultimo auspica di questo pomeriggio una grande giornalista che si è sempre distinta per il suo impegno civile
E suo non avere paura Concita De Gregorio
Buonasera
Mi perdonerete ma io non sono abituata a parlare a una falla così grande quindi siate indulgenti sono venuta
Soltanto
A dire pochissime cose anch'io voglio ascoltare soprattutto ascoltato Rodotà con grande piacere voglio ascoltare
Nichi Vendola però due cose le voglio dire la prima è questa io credo che come diceva professor Rodotà un minuto fa ognuno debba fare la sua parte e
Per quello che può per quello che sa per la competenza che ha
Io non faccio politica di mestiere o un altro lavoro fatto ha un'alta competenza però penso che ciascuno di noi nel suo ambito in un momento come questo debba fare la sua parte e aiutare un processo
Che ci deve portare fuori da qui
Siamo siamo tutti quanti sfiniti stanchissimi di aspettare il momento giusto per poter fare la cosa giusta e e questo secondo me
Davvero il momento di
Con un colpo di reni provare a farcela e mettere in piedi qualcosa che cambi questo Paese finalmente che si è impantanato in una specie di
La con una
Questa sera si lo slogan della serata e fa la cosa giusta io sono venuta anche per dire questo che conosco moltitudini di persone in questo Paese milioni di persone che fanno la cosa giusta
E la fanno silenziosamente a casa loro al loro posto di lavoro nel loro famiglie vengo
Da una riunione di insegnanti che fuori orario il pomeriggio si occupano dei loro studenti pagati due soldi ecco sono
Persone
Che fanno la cosa giusta perché ci credono perché
Mandano avanti il Paese
Con la loro competenza con quello che possono fare con quello che sanno fare e poi ci sono persone che non fanno mai la cosa giusta credo ministri che vanno a manifestare a Brescia contro una sentenza formale penso che quella non è la cosa giusta
Allora noi abbiamo il dovere abbiano il dovere
Diceva
O dotati difendere i diritti di insegnare quali sono i doveri
Per quello che sappiamo magari ci sbagliamo tante volte sbagliamo anche noi però abbiamo avuto degli ottimi maestri non vedo più tanti maestri in giro allora tocca fare un piccolo lavoro di supplenza dire va beh facciamoci maestri di noi stessi facciamoci noi ma
Se gli stessi diciamo guardate questa cosa è sbagliata è visibilmente sbagliata non si manifesta contro le sentenze ed è visibilmente giusto invece difende il proprio posto di lavoro visto
In questo anno degli operai occupare le loro fabbriche per amore del loro posto di lavoro ho visto i vecchi della Richard Ginori portarsi a casa gli stampi dei piatti perché avevano paura che gli istanti di quei piatti
Fossero venduti a chissà chi per farne chissà che cosa
Quando erano la storia della bellezza che il patrimonio di questo Paese la manifattura è il patrimonio di questo Paese
Allora a fare la cosa giusta in fondo è semplice basta guardare dentro di sé basta ricordarsi che cosa ci hanno insegnato i nostri genitori i nostri nonni questo è un Paese che è cresciuto così sull'insegnamento che è passato degenera generazione abbiamo avuto
Dei dei grandi insegnamenti in origine poi sono stati smarriti oggi Michele Serra su Repubblica scrive una cosa che mi ha colpito moltissimo diceva parlando di un parlamentare cinque stelle
Queste persone così sensata dice delle cose così giuste non capisco perché non stia in un partito della sinistra
Io lo capisco io lo so credo di saperlo perché è stato tenuto fuori perché sono stati chiusi tutti fuori quelle che avevano qualcosa da dire
E avevano un po'di competenza da portare e anche un po'di passione
Hanno detto che erano anime belle
Quelli che volevano fare qualcosa perché ci credevano con il cuore e ci voleva invece il cinismo e bisognava essere anime brutte per fare la politica risultato è quello che abbiamo sotto i nostri occhi
I partiti anche i partiti della sinistra soprattutto i partiti della sinistra sono stati colpevoli in questi anni di scambiare chi indicava un problema con il problema
Tutti coloro che dicevano guardate che c'è qualcosa che non va venivano messi alla porta qualità perché i referendum questa volta sì vinceranno perché per l'acqua pubblica per il nucleare per la giustizia andranno a votare tutti dicevano no sono quindici anni che non si vincono i referendum non si vinceranno neanche questa volta
Non c'è stato nessuno che sia messo in ascolto
Io ho girato l'Italia in questo anno raccogliendo storie di persone che avrebbero voluto fare politica avrebbero voluto portare le loro ragioni giuste la loro rabbia legittima dentro un luogo
Tanto tempo fa quando mi hanno chiesto di andare a dirigere un giornale della sinistra facendone un luogo aperto ho accettato perché ho pensato noi abbiamo diritto ad avere il nostro posto e il nostro posto non è questo allora era il due mila otto c'era Berlusconi al Governo erano
Momento di massima barbarie di questo Paese culturale di barbarie culturale di demolizione della scuola della sanità del welfare del del diritto al lavoro quei quel momento lì era un ente in cui c'era bisogno di aprire le porte
E invece il nostro posto noti
Molto faticosamente riusciamo a mantenerlo perché continuamente siamo tenuti fuori e sono tenute fuori tutte le persone esattamente tutte le persone che mandano avanti le cose ogni giorno nel loro posto e che però non hanno un posto grande e dove stare un posto più grande in cui riconoscersi i nostri ragazzi quando escono da casa non sanno dove andare perché ai partiti uno dei ragazzi che intervistato in questo libro pieno di mare dizioni che è cominciato da Taranto l'Ilva di Taranto un ragazzo del Sulcis mi ha detto io mi sono avvicinato a un partito della sinistra ma non avevano bisogno di meno perché avevano bisogno soltanto di giovani vecchi di persone già o quali a loro prima di cominciare
Le persone che gli dicessero sempre di sì ma se tutti dicono sempre di sì
Che sei stato bravissimo hai fatto la cosa giusta anche quando non è vero
Andando a sbattere contro un muro
Il Paese era pieno di focolai di infezione si vedevano bastava guardargli
Bastava ascoltare chi lo diceva e bastava credere che chi lo diceva lo diceva per guarire lì per cambiare e non lo faceva perché era un nemico interno allora io chiudo dicendo questo la musica di questo tempo di questi ultimi anni a sinistra è stata la paura
E con la paura non si va da nessuna parte perché noi stiamo camminando su un filo fate conto di essere proprio un equilibrista sul filo le se l'equilibrista si ferma cade
Si ha paura che si ferma cade perché la paura ti paralizza e poi ti uccide bisogna solo andare avanti bisogna sapere dove andare e naturalmente ma bisogna andare avanti andarci tutti insieme e per andarci tutti insieme
Mi avere un posto e sia un posto a petto inclusivo dove le persone possono stare anche se non pensano proprio esattamente la stessa cosa ma che possano discutere e dissentire che possono confrontarsi
Che possano costruire una cosa insieme
Perché
La logica che ha portato la logica delle correnti la logica delle esclusioni la logica del manuale Cencelli la vecchia logica democristiana che ancora cui analogica conservativa che guarda solo al passato e che non ci porta nel futuro soprattutto non porta i nostri figli nel futuro io sono qui per parlare di loro dei nostri figli i nostri ragazzi hanno il diritto di un posto e noi glielo dobbiamo dare grazie
All'incirca nel febbraio
Allora
Al momento fare dei ringraziamenti Rosi dunque abbiamo ricevuto il sostegno alle associazioni
Come sbilanciano Cintioli mentre non violenta Hollande lega Antivivisezione European alterna Tizio federazioni tra l'immigrazione ed emigrazione Ars un ponte per reo e niente milioni marijuana marxismo Boni serio Bonacci
Associazione labor Riccardo Lombardi lei cita i diritti Rete italiana disarmo cospicuo cooperazione e sviluppo Paesi emergenti
Ma abbiamo scelto
Una bellissima poesia di Pier Paolo Pasolini
Colgo l'occasione per ringraziare anche Gianni Clementi che ci ha aiutato a scrivere a trovare dei testi in genere ogni tipo e abbiamo chiesto
Al neo
Meglio detta dai Leo leggi la Giunta
E allora la
Eleggeranno
Sembra asperità stamattina
Anzi forse qualche ora fa
Per chi conosce solo il tuo colore Bandiera rossa
Niente realmente esistere perché Lugli esista
Che era coperto di croste
è coperto di piaghe il bracciante diventa mendicante il napoletano calabrese calabrese africano l'analfabeta una bufala o un cane
Che conosceva appena il tuo colore Bandiera rossa
Sta per non conosciuti più
Neanche con i sensi
Tu che già Banti tante glorie borghesi operaie
Ridiventa straccio
è il più povero Otis Fantoni
E con queste bellissime parole di Pier Paolo Pasolini e noi
Lasciamo il palco al leader di Sinistra ecologia e Libertà
Lei che Mandalà
Siamo
Dentro un grande travaglio
Nel carattere di una sconfitta storica
Con gli occhi puntati
Solo in Italia barcollante
Sulle cui spalle
Gravano problemi drammatici tanti dolori tante pene
La politica deve avere
Un dato di di semplicità
Sapere indicare
Quale la cosa giusta
La cosa giusta per quelli che noi intendiamo rappresentare
La cosa giusta per quelli
Che non si sentono da troppo tempo
Neanche il profumo della giustizia
E la cosa giusta oggi essere qui non
A ricostruire la sinistra del rancore e della denuncia
Ma è essere qui a dire
Che la sinistra non può morire di berlusconismo
Che la sinistra reagirà
Per noi
La cosa giusta è stata non rompere il patto col popolo del centrosinistra e con le attese dell'Italia migliore
è stato non accantonare non elenchi di aree non sterilizzare il nostro punto di vista
Per noi lo dico sottovoce
La cosa giusta e
Stato non accettare Länder riduttivo sul modo come virtù nazionale
Quella vivere ottimismo
Quella delle ottimismo
Che traveste il cinismo da realismo
E che il trasformismo lo chiama senso di responsabilità
Per noi la cosa giusta e non accettare
Questo clima di emergenza
Che comporta uno scivolamento verso una democrazia sempre più povera di conflitti sempre più povera di idee
Una democrazia come si dice
Come
Nante in cui chi possiede gli strumenti del comando consente al popolo di essere istruito sulla bontà delle decisioni che vengono calate dall'alto una democrazia che non prevede
Che tu alzi un dito etici io che cosa comporta io che cosa palco
Quanto contano i miei desideri
Quanto conta la mia voce
La cosa giusta e venire qui
A imparare
Da tanti e da tante che non hanno la tessera di sinistra ecologia e libertà
Perché se c'è
Una lezione
Che credo debba valere per sempre chi abbiamo
Attinto da Antonio Gramsci e che la boria di partito impedisce di essere strumento di liberazione nelle mani di tutti
Lo dico
Pensando all'Italia e non pensando a noi la cosa giusta è stata eleggere Laura Boldrini Presidente della Camera dei deputati
Lei
Quella donna che non si inquieta
La testimone
Della lesione dei diritti umani
La zero ante funzionaria delle Nazioni Unite
L'avvocatessa degli ultimi tra gli ultimi
Una voce che ci ha ricordato ogni anno ogni mese ogni settimana ogni giorno che ferire
I diritti umani per esempio di chi fugge dalla guerra
Di che fugge dalla persecuzione di chi fugge dalla fame
Significa violare un Codice di civiltà per questo permettetemi
Dei rinvii di esprimere
Il disagio mio nei confronti della modalità
Che usa Beppe Grillo
Di polemizzare con noi no
Io non lo voglio inseguire sul terreno della polemica
Quella
Più insultante
L'altro giorno sui social network
Lui ha
Collocato
Un fotomontaggio in cui io
Sono accanto ad alcuni esponenti della destra tra cui Maroni
Era un modo per dire
Che quella di Sinistra ecologia e Libertà sarà una opposizione farlo ca
Che l'unica opposizione dura e pura e dotata di tutti i crismi e l'opposizione del Movimento cinque Stelle
Mi chiedo opposizioni anche corsa se
Di fronte al tema fondamentale dei diritti delle persone oggi più deboli
Di coloro che nascono
Da bimbi sono privati del codice di identificazione della consistenza giuridica della loro soggettività
Bimbi senza cittadinanza
Se tu caro Beppe Grillo prende gli applausi che Ignazio la Russa io loro acquisto io rifare il fotomontaggio
E attenti
Attenti
Noi
Stiamo assistendo
In un quadro
Così deprecabile
Quale quello del Governo in carica
Alle prese di posizione di alcuni ministri
Che sono prese di posizione molto importanti
Consentite che io a nome di tutti voi
Possa abbracciare
Un ministro a cui voglio rivolgere
Parole d'amore
Se si chiese
è vero che le
Che saremo con lei
Che ogni giorno subisce
Un oltraggio doppio
Triplo quadruplo perché donna perché nera e non è consentito e in questo Paese
Di assumere un ruolo di potere a chi è donna e addirittura nera
E questa mattina
Di fronte
Alle azioni violente
Di uno straniero di un cittadino clandestino del Ghana
Che ha portato violenza e morte nella città di Milano
C'è chi
A accusato Cecil
Di essere
Oggettivamente responsabile di questa violenza siamo
Agli archetipi della stupidaggine della cattiveria che sono i due ingredienti che fanno la miscela chiamata razzismo
Ma io vorrei ringraziare
Di cuore Laura Boldrini per aver
Cominciato
A svolgere il suo ruolo di terza carica dello Stato
A partire dalla battaglia più difficile
Che la battaglia contro un fenomeno che noi non possiamo leggere con le categorie della criminologia
Il femminicidio non è questione
Tanto il Codice penale
Il femminicidio è la punta di un iceberg
E ci parla della nostra cultura
Si parla della nostra idea delle relazioni tra maschile e femminile ci parla di una sessualità miserabile è ridotta strumento di potere ebbi sopraffazione
Si è parlato
Ci parla dell'anno
Onnipotenza del maschile a cosa reagisce
Che
Impugnata
Un coltello un revolver un brandello un qualunque strumento per compiere lo scempio di un corpo e di una vita di Donna a cosa reagisce
Reagisce alla libertà femminile che considera
Insopportabile
Non facciamo né
Una questione soltanto
Di norme di leggi adeguate
A contrastare il fenomeno
Attenzione
è una battaglia delle idee
Una modifica che deve intervenire in profondità
Anch'
Per quello lo dico sinceramente considero impossibile qualunque discorso di corresponsabilizzazione con questa destra perché questa destra
Per vent'anni ha costruito la propria e egemonia culturale questo canale lungo il più becero di più greve tra il maschilismo mi tocca Nando
Una sottocultura
Il celodurismo
Le performances pubbliche di una classe dirigente
Che mena vanto delle proprie leggendarie virtù private
Il burlesca
Come scena pubblica della degradazione dell'immagine delle donne
L'idea che l'uomo più potente d'Italia è un uomo tra i più potenti del mondo possa in una cerimonia pubblica
Umiliare una lavoratrice con le sue domande volgari e insinuante
Non è quella storia il vocabolario di uno statista non è quella storia ostile
Di un padre e della Repubblica questo è uno stile da scantinato Verona Repubblica morente
Diciamo la verità
Qual è il
Il mandato su cui abbiamo costruito il patto con il Partito Democratico l'Italia bene comune
Era
Portare questo povero Paese fuori dalla palude del berlusconismo fuori cioè
Da un modello di società
Fondato sulla privatizzazione della politica della Società dei beni comuni fondato su un'idea pro
O per gli ettari a della vita pubblica su un'idea aziendalistica della riorganizzazione degli interessi sociali
Ma forze internazionali e nazionali
Hanno scatenato l'inferno contro l'idea che si potesse uscire a sinistra
Da questo Buglio e da questo gelo che il ventennio che abbiamo sulle nostre spalle questo è il punto hanno bloccato in tutti i modi
La possibilità del cambiamento
E oggi l'imbarazzo del Partito Democratico sarà fondato sulla rimozione
Ci sono argomenti di cui non potranno più parlare
Amici e compagni del Partito Democratico
Lo dice chi ha considerato quel partito
Il più grande deposito di energie civili e democratiche per il nostro Paese
Che ne sarà
Del tema
Che non costituisce un ornamento manca aborro ma l'architrave del ciclo berlusconiano che ne sarà del conflitto di interessi ora
Che viviamo
Come il PUA Comito
L'esperienza del Governo
Ho visto
Che il vice Presidente del Consiglio
Angelino Alfano
è andato a Brescia a illustrare le virtù da statista che anche gli evidentemente vuole guadagnare sul campo lavorando nel senso della riduzione della magia
Ora al
Comando del potere esecutivo noi non potremmo partecipare a questo tema partivo di senza superare l'autonomia e l'indipendenza dei giudici dei pubblici ministeri
Dico loro
è nato e il Governo letta abbiamo ascoltato il discorso di insediamento con grande attenzione e con grande rispetto
Ci sono due punti che voglio sottolineare qui in piazza e non per
Amore di polemica
Il primo punto riguarda
La
Io LEA Lizza abilità il velleitarismo
Della piattaforma di letta per una ragione
Già abbiamo visto che gli obiettivi delle dichiarazioni programmatiche sono andati via via dimagrendo
Per esempio negli ultimi giorni è scomparsa dal vocabolario dei ministri la parola e soldati e noi gliela ricorderemo tutti i giorni perché quella parola
Quella parola
Non ha a che fare soltanto
Con alcune centinaia di migliaia di persone che vivono in una condizione da incubo ma quella parola a che fare con la natura della democrazia nel nostro Paese
Perché se lo Stato
Ferisce
Quel codice ville alta che dovrebbe essere ospizio darlo a rispettare i propri concittadini lei si crepa qualcosa di fondamentale per tenere in piedi un assetto democratico
Ma
Devo anche dire che e soldati cassa integrati in deroga lavoratori precari nel pubblico impiego che terminano a luglio il loro contratto
Il mondo IVA mettere insieme i capitoli di una questione sociale sempre più incandescente porta
Come si sta vedendo in queste ore come conseguenza un piccolo problema
Bisogna indicare quali sono le fonti di finanziamento di quelle scelte che noi consideriamo improrogabili e urgenti chi pagherà
Quella miliardo e mezzo necessario per i cassa integrati in deroga per esempio
La verità
E che se si fa la somma di tutte le urgenze
Non se ne esce
Siamo oltre la soglia del tre per cento nel rapporto tra il debito e il PIL siamo doverosamente
Fuori dalla porta dei comandanti di
Bruxelles bisognerebbe avere il coraggio non di declamare come una piccola filastrocca il bisogno di liberarci dell'austerity
L'austerity non è un fatto di costume
è un fatto di norme e regole leggi pesanti che stanno soffocando i popoli europei caro Enrico letta l'austerity all'impedimento a mettere in piedi l'Italia all'Europa
Il nemico da battere
Questo è il punto
Su cui penso
Che ci sia una contraddizione oggettiva
Poi c'è un punto
Al primo ascolto
Siamo tutti quanti gratificati dal vedere che
La schiera dei critici delle riforme fornirò
Sì in forbita notevolmente
Eravamo guardati come dei sovversivi quando in solitudine dicevamo che gli schemi inizio scolastici
E l'Accademia neo liberale del ministro Fornero avrebbero determinato degli squarci drammatici nella trama dei diritti nel nostro Paese
Enrico letta dice che effettivamente
Bisogna fare delle modifiche
Per quanto riguarda l'organizzazione del mercato del lavoro
E uno fino a quel punto presta incredulo è e quasi un pronto all'applauso no non vi sbagliate compagni
Le modifiche di cui parla letta sono un
Peggiore rammento dell'organizzazione del mercato del lavoro visto che vige
Che a causa della crisi
Bisogna ulteriormente precari rizzare le forme contrattuali
E noi stiamo ormai da diversi anni di fronte a un totem ideologico
Per produrre lavoro bisogna costruire lavoro povero bisogna precarizzato
In maniera sempre più selvaggia il mercato del
Lavoro gli affetti sono che unì intera generazione e
Compiutamente fuori dal mercato del lavoro e da qualunque idea di futuro
E culturalmente che è inaccettabile
Questa modalità superstiziosa di ragionare di lavoro non c'entra niente il diritto del lavoro
Dinanzi al tema della scarsità di lavoro dall'onda crescente della disoccupazione bisogna
Mettere in piedi politiche attive per il lavoro ce lo ripete
Tanta parte dell'intellettualità riformatrice di questo Paese che ci dice
C'è bisogno di un new deal ambientale c'è bisogno di un piano straordinario per la messa in sicurezza e la mano
Io ne del territorio delle scuole delle citate le periferie
Dei fiumi dei laghi della montagna e dalla costa
C'è bisogno
Dei costruire il lavoro buono per
Curare le ferite del nostro Paese
E invece
Le idee che circolano sono le medesime di sempre sono quelle che ci hanno portato
A precipitare nel buco nero in cui viviamo abbiamo bisogno
Di ricostruire
Un percorso un insieme di cantieri che consentano al lavoro di tornare ad essere
Questione di libertà è questione di socialità di comunità quando ci chiedono
Quali siano le ragioni della crisi della sinistra
Attenzione
Ci sono le scelte
Pesanti negli ultimi trent'anni ma c'è un dato di realtà del quale dobbiamo tener conto
è cambiato il mondo del lavoro ci sono i lavori senza più un mondo cioè la condizione del lavoratore atomizzato e il fatto che voi vedete che di fronte all'ingiustizia sempre di più i singoli la
Attori piuttosto che organizzare una lotta
Organizzano un gesto estremo un gesto disperato ecco
E se la disperazione surroga asse la vecchia coscienza di classe nella vecchia modalità di lottare
E questo
è questa perché
Si sono rotte
Le comunità di lavoro si sono rotte le comunità in generale si usano frantumati legami sociali non possiamo esistere come partito sentiamo una comunità che galleggia nel vuoto in una società lì
I dati e in cui la gente sola ognuno per conto suo di vecchi con i vecchi tempi con i bimbi ben centro una gioventù catalizzata dai meccanismi e di manipolazione
D uno del mondo dei media ed è la tv commerciale che ha propagato il veleno di quell'individualismo proprietario
Che ha già fatto formale
Lì c'è un punto culturale importante
Voglio dire a queste o compagni
Il lavoro per noi non è
Una piattaforma sindacale
Fondamento della nostra idea di civiltà
Il fondamento delle libertà
E per noi sinistra e il nostro punto di vista non c'è equidistanza possibile tra capitale lavoro perché
Non ci dovrebbe essere
In verità
In verità
In verità
L'equidistanza non dovrebbe esserci neppure
Per chi non è di sinistra e per chiunque governi questo Paese
Vigente come tuttora è
L'articolo uno della nostra Costituzione
E anche la questione dell'obiettivo
Il reddito per una platea crescente di persone impoverite
Ricattabili prigioniere della precarietà ed è la paura la questione dell'accredito non è la questione di un minimo sindacale
La questione della libertà in questa società
Senza nessun reddito
Camminando per strada come un gatto randagio vivendo come un studiato precario che si perde per aria
La storia delle mille solitudini concentrate nelle periferie e sociali e nelle periferie urbane e storia di mortificazione della dignità
Di progressiva sterilizzazione del senso della parola libertà libertà vecchio nel PD paura libertà venti repliche infame libertà è un'altra cosa
E avere un punto di vista autonomo significa per noi cambiare le priorità
Le mie orecchie hanno sentito
Un argomento che non volevamo sentire
Si dice
Che bisognerebbe
Armare
Gli effetti senta cinque
Che stiamo acquistando con le ottanta bombe atomiche che possediamo
Mentre
L'esercito americano
Personalità di primo piano del Pentagono la stampa di tutto il Nord America
Governi occidentali come il Governo canadese prendono le distanze dal programma degli F trentacinque lo voglio dire con semplicità
Non voglio neppure sapere se c'è un profumo di tangenti come normalmente CEE
Dietro questi aggeggi di morte insiste sono un fatto corruttivo gli F trentacinque finisse
E non sia considerata una battuta demagogica quella per la quale
In tempo di penuria di penuria
Dinanzi
A edifici scolastici cadenti
Dinanzi a una condizione sociale scandalosa il solo pensiero
Di poter investire miliardi
Di
Soldi pubblici in questa avventura senza senso
Veramente insopportabile ma è ancora più insopportabile la delicata reticenza dei ministri di questo Governo su questo argomento
E non è questo il momento
Detti discutere senza anatemi liberando il campo dalle semplificazioni
Sul tema delle grandi opere
Qual è la grande opera di cui questo Paese
Ha bisogno
C'è stata una notizia che è apparsa ed è scomparsa nel giro di poche ore
Gran parte dell'acqua del nostro Paese e gravemente inquinata
è inquinata in quasi tutta la pianura padana
E inquinata in tanta parte del Mezzogiorno
Vorremmo aprire una discussione sul ciclo della depurazione delle acque
Siccome si capta siccome si protegge
Una risorsa fondamentale che coincide quasi con il diritto alla vita
Come l'acqua
Di questo non si può parlare
Mai assistiamo
Accatta crismi naturali
Derubricandole io subito a eventi diciamo non meritevoli di riflessione politica io ve lo voglio dire con sincerità
Il meteo è molto più politico di tanti discorsi che passa la giornata parlamentare perché nel meteo cella rivelazione l'Epifania di che cosa sia la mutazione e
Rimarca
Di che cosa significa l'abbandono delle campagne per l'agricoltura di che cosa significa l'irresponsabilità in un modello di crescita economica che è stato dissipa attivo di risorse fondamentali che Costello stupro o dell'ambiente e della natura degli ecosistemi del territorio e qui noi siamo dinanzi a un passaggio d'epoca
Dobbiamo intenderci compagne e compagni è cambiato tutto nel mondo queste all'epoca dei focus Cima all'epoca in cui la questioni ambientali sono questioni di vita che immortala il genere umano
Del pianeta
E occorre non qualche correzione laterale per far fare alle industrie inquinanti anche il lavoro che le industrie di qui in avanti occorre un accordo inverno azione ecologica dell'economia una pace
Tra economia e natura
Una pace con le piante con gli animali una pace nuova una nuova responsabilità dispense
Avete
Nostro povero mezzogiorno d'Italia
Do ora può trovare il bandolo della matassa
Se non quel rapporto straordinario che viene
Lei più che altrove tra cultura e natura cioè non è l'investimento sulla bellezza sulla socialità
Se non
Nell'essere il cuore di quella strategia euro mediterranea
Che è fondamentale per dare forza un continente che nel momento in cui si è dimenticato di avere un mare che lo fondava
Ha preso la strada delle politiche monetarie liberiste
Ha pensato di diventare un grande continente diciamo sia pure privo di un'anima sia pure privo di grandi istituzioni democratiche sia pure progressivamente privo di grandi ambizioni Noemi critichiamo non perché siamo euroscettici
Amici e avversari e del Governo
Noi vi critichiamo perché non era questa l'Europa per cui si è abbattuto Altiero Spinelli non era questa l'Europa dei popoli dei diritti delle libertà
Se abbiamo bisogno
Di far partire dal sud una battaglia europea
La battaglia contro ciò che Verdena risorse importanti e ipoteche alla democrazia le massime
Qualche giorno fa
Abbiamo commemorato
In quell'anniversario delle coincidenze
Oltre che
Ha un grande statista
Incomparabile
Con quelli che oggi sia Uto attribuiscono l'epiteto di staticità no
Aldo Moro
Lo dico
All'amico Paolo Mieli si può sentire
Aldo Moro come Berlusconi non si può sentire proprio non si può sentire
E nello stesso giorno
Abbiamo
Ricordato
Quei cento passi che dovremmo ritornare
Abbi vere
Peppino Impastato
L'antimafia
L'antimafia
L'antimafia
Che fa lo sberleffo al potere
Che lo Demis significa
Che ne assumerà la natura reale no Peppino Impastato faceva un'operazione molto simile a quella che veniva
Prodotta dagli splendidi saggi di Hannah Arendt
La tempistica azione e del male
No
Abbiamo bisogno di vivere queste cose
Non come album dei ricordi non come archivio
Pensando che ci siamo assuefatti a tutto anche a un Governo che gode della benedizione di Marcello Dell'Utri
Vedo qua in piazza tra noi
Vedo qua in piazza tra noi una persona
A cui
Io
Rivolgo
Un saluto particolarmente caloroso perché
Vorrei trasferirgli le mie speranze
Per quella porzione della mia vita in cui io sono cittadino di Roma
E ho visto
Negli anni di Alemanno degradare l'assist Porcaro simbolo chiarirlo stila vita di questa
Grande metropoli
Ridotta
Ridotta
Ad accampamento
Di vecchi nostalgici
Che hanno rapidamente imparato
Il mestiere della gestione
Più di malaffare della politica no
Non dimenticheremo facilmente tutto il male che Gianni Alemanno ha fatto questa povera città
Riducendola
Riducendo la a una
Periferia porca
Una città caput mundi che merita di tornare
Ad avere un respiro cosmopolita che merita di tornare a essere
Città dell'accoglienza e dei buoni servizi per questo le mie speranze come
Concittadino di Roma per il giorno in cui lo sono
è per questo lo vedo e il mio cuore gioisce e che il prossimo Sindaco di Roma possa essere il nostro Ignazio Marino
Quello
Che sta accadendo ora
è una piccola lezione di buona politica perché
Nel momento in cui
E più alta
L'attenzione con il Partito Democratico
Nel momento in cui si dividono le strade
E non faremo sconti
A questo Governo
Nello stesso momento
Noi
Non siamo impegnati a denunciare il tradimento del PD siamo impegnati a rilanciare il senso del centrosinistra a Roma e in tutta Italia
Fra gli altri o Marino noi vogliamo bene a Ignazio Marino noi vogliamo bene
Perché
In questi anni di bigottismo trasversale dalla politica
è stato un instancabile testimone della necessità
Di modernizzare il nostro Paese di dotarlo dei diritti di libertà
I diritti
I diritti compagni e compagne non vi sbagliate non ci sbagliamo su questo terreno qui
I diritti di libertà
Non sono un lusso dei giorni di festa
Per cui
Siamo nella serialità della crisi e non ci possiamo consentire i diritti
Una grande giornalista come Barbara Spinelli lo ha scritto su Repubblica
Fate bene ad applaudirla
Ha scritto
Su Repubblica
Un concetto
Che penso
Sia anche
Il senso della
Bellavista della bella lezioni di vita intellettuale che
E la testimonianza di Stefano Rodotà ha scritto così
In tempi di crisi
E ancora più necessario battersi per i diritti
Battersi
Per dare forza
A chi è
Particolarmente fragile a chi è
Più vulnerabile
E poi
Parliamo della vita della morte
Parliamo delle scelte più delicate
Delle scelte più complesse l'abbiam detto in campagna elettorale voglio ripeterlo stasera qui
Noi vogliamo uno Stato che si occupi di politica industriale
Che si occupi di proteggere rinnovare il welfare che si occupi dei grandi diritti sociali che rischiamo
Di essere travolti dalla crisi vogliamo invece uno Stato
Che non Fitto il naso nella nostra vita privata
Che non ci si occupi
Cioè non decida
Che non decida
Come e quando io debba morire
Come io debba fare l'amore
No
So se è chiaro
Sono diritti questi tanti
Compagni qui c'è un punto di rottura in alcune delle tradizioni culturali della sinistra vorrei voglio dirlo con chiarezza quando si pensava
In maniera un po'meccanici Istica
Che prima c'è il cambiamento della struttura della società
E poi c'è il cambiamento della sovrastruttura della società per cui ci sono sempre due tempi e il secondo tempo quello che ha parla dei miei desideri non arriva mai e si consuma la mia vita
Si consuma la vita di tanti no
E allora
Sto finendo
E allora innanzitutto abbiamo il diritto di poterci rapportare
Alla democrazia parlamentare che ha una forma di democrazia delegata la più importante
Con
Una nuova legge elettorale perché il porcellum
Lo diciamo così tante volte
Che rischiamo di perdere il significato di quanto il porcellum lo sia una deviazione dei nostri principi costituzionali è un degrado per la nostra idea di democrazia
E noi le raccogliemmo le firme per fare il referendum per abrogare il porcellum ma dico questo perché
A me piacerebbe che fosse soltanto questo il compito del Governo in carica basta un articolo di legge
Una norma semplice cancella il porcellum ripristina il Mattarellum e consente a noi
Di tornare a una condizione di decenza
Come deve essere come deve essere
La cultura politica della sinistra del futuro
In questi anni abbiamo lavorato su due elementi Stefano
Lo dico
Perché se in parte
Involontariamente
Un punto involontariamente nel senso che noi abbiamo
Studiato intuì liberi abbiamo cercato di imparare noi
Abbiamo
Creduto e in questo in cinque anni a Bianca minato molto su questa strada che fosse finito il tempo
Delle due sinistre quella riformista e quella radicale che si guardano l'un contro l'altra armate soltanto di
Armi
Ideologiche che rischiano di essere collocate in una cassetta degli attrezzi un po'datata noi siamo atterrati in un mondo nuovo abbiamo bisogno
Io di essere curiosi abbiamo bisogno di imparare non ci sono tutte le risposte nei nostri liberi dobbiamo buttarci per strada dobbiamo tornare alla di attraversare le vie del mondo
Dobbiamo
Tornare a vivere la politica come educazione sentimentale
Allo stare insieme
Come educazione
Al promovendi noi al proprio nome noi
Per quello
Quando in autunno
Quando in autunno svolgeremo il Congresso di il primo congresso dopo quello fondativo di Sinistra ecologia e Libertà la prima in una l'azione necessaria e io la considero la più necessaria e quella di cambiare la nostra bandiera per togliere la parola Vendola
Da quel simbolo
Perché io
Mi riconosco il volo in
In una bandiera
Potete
Potete immaginare che sia un po'più difficile mettere tutti i vostri nomi dentro una bandiera ma li metteremo dentro un percorso
Oggi
Facciamo un passo in avanti tre questioni si devono intrecciare nel lavoro quotidiano
I diritti io ho parlato pocanzi
I beni comuni
E lavoro
Noi
Come sapete compagni abbiamo ragionato
Beh la possibilità
Approfitterei di questo attimo di spiritualità per bere un goccio d'altro arriva
Mi segnalano che sono campane a festa questo ci rassicura Monfalcone
Ci sono interpretazioni tendenziose che alludono a un consenso del campanile nei confronti del nostro ma io credo che
Sarebbe
Desiderare troppo
Vedete
Le avviando ente
Le cose fondamentali il lavoro come punto di vista
I diritti come
Questione
Di tutela delle soggettività
In un'epoca di crisi per i beni comuni
Noi con il referendum abbiamo inflitto la prima vera sconfitta politico culturale a Berlusconi per una ragione
Perché si è capito lui
Quale fosse la natura del berlusconismo il Progetto di privatizzazione di tutto dell'acqua per esempio di ciò che è un sacrilegio
Ciò considerare mentre c'è l'acqua percorre il respiro e come l'ossigeno l'acqua non può non deve non dovrà mai diventare
Essere considerata mense
E ancora vediamo un'azione
I tentativi di sabotare
Gli effetti dal referendum
E avevamo ascoltato ministri dalla Repubblica dire
Con nostra Lanza
Bisogna lavorare per sterilizzare gli effetti del referendum cioè capite
Un argomento leggermente eversivo
Le fabbriche dei diritti questo propongo le fabbriche di diritti costruiamo ovunque luoghi
Di agire politico che siano incentrati sul tema dei diritti così come
Con Stefano e tante realtà
Individui associazioni hanno messo in campo la Costituente dei beni comuni
Beni comuni diritti è lavoro
Nel loro amalgama sono all'identità di un nuovo modo di fare politica
Non retorico ma noi dobbiamo interrogarci anche guardando ai Grillini su due questioni fondamentali la prima questione quale l'elemento della crisi
Che il movimento delle Cinque Stelle a oggi con se stessi e con il proprio elettorato
Quell'elemento di fissità
Di paralisi di capacità diciamo dimore di movimento sulla scena politica
Bene
Il tema che li mette in crisi con la loro gente
L'efficacia dell'agire politico noi abbiamo la necessità non di essere i più Baraldi perché urliamo di più ma abbiamo il dovere di costruì
I reparti tagli e ponendoci il problema dell'efficacia della battaglia perché si tratta di guadagnare
Risultati perché parliamo delle vite
Perché parliamo delle persone dei loro diritti
E il secondo tema nella politica come apprendimento
Vorrei dire persino come educazione come educazione alla convivenza io penso che bisogna guardare con grande attenzione
Al significato del consenso elettorale per Grillo e il suo movimento
Tutte ma questo non significa inseguire Grillo
Non significa essere subalterno a uno stile
Che e sempre di più autoreferenziale e anche un po'monotono vedi Beppe
La povera gente ha costruito la democrazia di questo Paese imparando a parlare un italiano forbito e non a dire le parolacce
Del
Due mila otto
Ieri ero a imparare dai braccianti del sud o dalla Spagna degli operai del nord
Incivili russi educare
Sono cose fondamentali la violenza la violenza
Diciamo la denigrazione la contumelie a
La semplificazione e l'urlo lo slogan
Rischiano di esaurire
La domanda di cambiamento in uno sfogatoio inerte
E incapace di incidere nella realtà noi abbiamo di fronte le giovani generazioni senza futuro al loro non dobbiamo degli slogan dobbiamo dei percorsi concreti di cambiamento
Ma il punto che noi cogliamo
è la domanda di democrazia diretta di democrazia partecipata di democrazia deliberativa come si dice
Che è in qualche maniera
Cerca di agganciare i nodi e i luoghi della democrazia delegata la verità è questa la politica
è un svuotata di potere i poteri come le ricchezze si sono trasferiti lontani lontano i luoghi privati
Per il cittadino
Ha la sensazione crescente di non avere peso di essere una piuma
Chi comanda qui quanto penso io quando conta il mio desiderio di raccontarti che ecco aste la meraviglia della Marina tra Reggio Calabria e Messina Betty quel parco straordinario unico al mondo e quello stretto che non intende essere coperto dal cono d'ombra di un ponte mafioso dei cui non c'è bisogno
La domanda
La domanda dei cittadini dei cittadini e per la Val di Susa che non è una domanda emotiva non è una domanda primitiva
Fan credere
Che il popolo sia una specie di infante che va continuamente pedagogiche esatto e quel popolo della Val di Susa chiede se sia effettivamente necessario per ragioni economiche
è sostenibile per ragioni ecologiche bucare una montagna per far risparmiare qualche minuto al treno dei più i ricchi io penso che quelle domande debbano pesare sulla scena pubblica quanto occorre un po'quanto al Paese
Finisco davvero compagni
Non sono venuto qui
Per aprire un cantiere
Sia per anno in tutta Italia cento mille cantieri
Non intendo mettere il cappello
Su un processo
Del quale saremo parte insieme a tanti altri tanti e tante non siamo noi
Che ci dobbiamo trasformare in un luogo più grande come se avessimo la voglia di inglobare tutte le cose belle e interessanti che sia sono fuori di noi
Noi siamo qui con le nostre ambizioni e le nostre miserie una piccola cosa ma una cosa che conta una cosa che riesce a segnare anche la vita politica in
Adriana siamo qui con la voglia di dire ci stiamo abbiamo l'orgoglio di esserci perché abbiam camminato per cinque anni quindi solitudine contro tutto accolgono tutti
Senza una vera
Qui povertà
Abbiamo camminato
Con l'idea
Di alzare una bandiera e a quella bandiera non era
Un resoconto ideologico quella nostra bandiera era proprio l'Europa quella nostra bandiera era il lavoro e le libertà civili
Ho pensato in questi anni
A un
Socialista d'Europa
Non è giusto non sarebbe giusto confinarlo
Nella sua storia nazionale di cui è stato pure un grande interprete
Un socialista d'Europa come François Mitterrand
Che
Ha cominciato
La sua sfida
Governando un piccolo partito
Un partito assolutamente di minoranza
Sul le cui sorti non molti erano disposti a scommettere
Metteranno
A quel partito ha dato un orizzonte europeista
E ha pensato che il riformismo non fosse il nome della resa della sinistra alla cultura della destra come talvolta oggi accade dobbiamo riprenderci le parole
Sei impoverite la gente con la riforma del mercato del lavoro quella dovrete imparare a chiamarla controriforma tempo ferite i diritti
Se impoverite i diritti
Con le vostre scelte legislative quelle non sono riforme le riforme fanno bene al cuore alla salute degli uomini e delle donne soprattutto degli uomini e delle donne che vivono nella base della piramide socio
Alé le riforme però in quelle che al consentito al salario di crescere come una condizione di dignità e di libertà nel mondo dell'loro le riforme son quelle che ci hanno liberato dall'aborto clandestino le riforme
Fa quelle che ci ha liberato
Dall'altro
Da un diritto di famiglia cioè tollerava Lincetto lo considerava negativo sono spettava pubblico scandalo le riforme sono quelle che fanno vivere meglio le persone che danno fiato
Noi viviamo in una condizione di apprendere
Chiamateli per nome e cognome Bembi Ribechi dei disabili le persone che hanno un orientamento sessuale nonna prevedibile Oltretevere
Quanta gente posti a nominare quanti uomini e quante donne quante tipologie di umani che arrivano in aprile a
La riforma è uscire da questo cono d'ombra
Recuperare la luce a imporre
Vivere all'aria aperta
Capaci
Di essere portatori dei diritti e libertà
Ecco
Cercare ancora
Ringrazio
Tutti coloro
Che ci ha dato una mano una mano
Per realizzare questa giornata
Ringrazio il
I militanti che ancor sostituito questa questo questa manifestazione
Ringrazio
Voi capite proprio tanto Stefano Rodotà tanto per perché c'è
Perché c'è lo ritira
E Concita De Gregorio e Gad Lerner
Leo Gullotta è posta
Vi sono in
Mi sono infilato in una brutta storia
Ringrazio tutti coloro che non ho nominato soprattutto
Vi ringrazio molto son qua
Non sono venuti
Non sono venuti a omaggiare uccisi
Sono venuti a riconoscerci come compagni e compagni di viaggio siamo dentro lo stesso cammino
Il nostro cammino
Permettete che lo dica concludendo
E che lo dica
Riflettendo anche
Su quei versi di Pasolini che Leo Gullotta da par suo ci ha letto
Quel povero straccio rosso di speranza di cui parla Pasolini
Il povero straccio rosso di speranza non era una consolazione
Per la militanza dura e pura
Era un punto di riferimento per quelli che non sapevano niente di politica ma che
Pensavano di doversi aggrappare ha un'idea un'immagine
La sinistra non è
Lo strumento della sinistra non è la proprietà di un ceto politico non è l'ambizione delle percentuali elettorali
La sinistra è incidere nel profondo nell'immaginario nella cultura diffusa sinistre
Lottare per la bellezza si lottare per tutelare
La bellezza
Perché il trend errate
Dall'est
Defender nata il falsi
Difenderla tra le fotocopie capite la bellezza e la storia la cultura nel nostro Paese ha il suo paesaggio
Le a creature che lo abitano una bellezza
Per fare politica
Bella durezza dello scontro senza mai il parterre la nostra umanità
Nel senso di appartenenza
Al genere umano qualcun altro ha compiuto
Noi
Facciamo gli auguri
Ho veramente finito
Facciamo gli auguri
Al neo segretario del Partito Democratico al compagno Guglielmo Epifani auguri più sinceri
Perché
Sarà
Anche per lui complicato
Assolvere
Al compito di rimettere in piedi un grande partito di sinistra
Nel momento in cui questo partito di sinistra
Cooptato in un Governo il cui supporter principale lo statista in questo momento impegnato a Brescia in una
Opera diciamo in un riepilogo delle puntate precedenti
Noi
Al Partito Democratico loro offriremo
Un atteggiamento parassitario
Non staremmo lì
Allora vorrà annullo lo scriveremo con lealtà
L'ho detto subito a loro io ho fatto siccome la mia ambizione
è grande è smisurata scusate lo dico con un lessico paradossale non lavoro
Per scorti care qualche pezzo di Partito Democratico
Avevo un'altra ambizione aveva un bel nome quell'ambizione si chiamava
Italia bene comune
Lavoreremo
Lavoreremo perché si allarghino
Perché si allarghino le contraddizioni dentro a questa compagine di Governo ogni giorno saremo lì
A lavorare con serietà in maniera costruttiva sapendo che non è possibile conciliare la più modesta inspirazione di centrosinistra con la forma più tenue di berlusconismo
Un ibrido impossibile in natura e saremo lì pronti a rilanciare la nostra proposta
Che
Sempre la stessa nasca un Governo di cambiamento nasca con le forze che ci stanno nasca con le personalità
Non so se è chiaro compagni non ci chiuderemo in un recinto
è morta la Seconda Repubblica e loro hanno organizzato una macchina del tempo che gli ha
Consentito di tornare secondo loro nella Prima Repubblica o in una caricatura di Prima Repubblica
E qualcuno pensa che anche noi
Entreremo nella macchina del tempo e torneremo al tempo in cui eravamo che ne so sinistra magari extra parlamentare questo grazie a Dio non lo siamo più oppure sinistra minoritaria finestra estremi
Il TAR sinistra radicale no mi dispiace noi nella macchina del tempo non ci siamo entrati perché vogliamo riattraversare che
Etica mente tutto il passato ma lavoriamo per entrare da protagonisti nel tempo futuro nel tempo di una nuova finito e
Compagne e compagni
Stiate
Siate orgogliosi di questo compito
Non è il compito
Non è il compito del re centotre i duri e puri
Cioè il compito di prendere il largo di andare in mare aperto di andare alla conquista di un mondo sconosciuto
Facciamo come ce l'aveva insegnato
Franco Rodano quando ci ha lasciato in eredità quella frase cercate ancora la domanda di liberazione del genere umano non è stata sepolta da nessuna rivoluzione reazionaria
Nell'iter Gorgan in ogni angolo del pianeta dentro il cuore dei più giovani
Dentro l'angoscia dei più vecchi ed entro la vita lunga che chiede di diritto a per potersi esprimere cercati ancor ora
Con libertà mentale
Con curiosità senza scorciatoie senza bestemmiare mai invece costruendo nel vocabolario che consenta la gli entra degli uomini e donne che Prodi lo ha agito a far politica come qualcosa che ha provocato la gioia devi imparare la socialità cercati ancora cerchiamo ancora
Il nostro
Il ciclo idrico
Eroi contemporaneo
L'indulto
D'occhio
La nostra libertà
Abbiamo servizi delle
Io faccio il muratore mi spaccone no cartacea ma nel mio mi ancora l'attore tagli sospetti in anche girava il mondo accordo diciotto invece che passare la notte in un bancarottiere zigomi trovi tentando videopoker ma è comunque quella macchina volendo sangue oggetto Pasetto per
Fine della vita degli operai prendersi le spese pur
Nazionali
Ed ha scelto per Dubai e mi premeva per colmare lotteria
RAI mentre spinto non faccia dal patavino non li faccio spettacoli intorno a un trattamento nel tempo nelle sale Bingo a comando mi convinco tre
Relativamente alle ore
Il comma otto barra bis