13MAG2013
dibattiti

Quarta Conferenza Nazionale per le Rinnovabili Termiche - Caldo (e fresco) di natura - prima giornata

CONVEGNO | Milano - 09:30. Durata: 7 ore 40 min

Player
Promossa nei giorni 13 e 14 maggio 2013 in collaborazione con il CARTE (Coordinamento delle Associazioni di impresa per le Rinnovabili Termiche e l'Efficienza energetica).

Convegno "Quarta Conferenza Nazionale per le Rinnovabili Termiche - Caldo (e fresco) di natura - prima giornata", registrato a Milano lunedì 13 maggio 2013 alle 09:30.

L'evento è stato organizzato da Amici della Terra.

Sono intervenuti: Stefano Apuzzo (presidente degli Amici della Terra della Lombardia), Rosa Filippini (presidente degli Amici della Terra), Simone Landolina (coordinatore dell'EUREC), Costantino Lato
(responsabile dell'Unità Ingegneria del Gestore Servizi Energetici), Marco Flavio Cirillo (sottosegretario di Stato al Ministero dell'Ambiente, Popolo della Libertà), Mario Cirillo (membro dell'Osservatorio Energia di REF-E), Aldo Deias (presidente del Distretto Agroenergetico della Lombardia), Francesco Ciancaleoni (rappresentante Area Ambiente e Territorio della Coldiretti), Riccardo del mastro (presidente del Consorzio Geo HP), Giampiero Colli (segretario generale del CoAER), Luca Schiavio (rappresentante del Consorzio Q-RAD), Nadia Carbonaro (responsabile Ambiente Confindustria di CECED Italia), Francesco Orioli (coordinatore dell'ANEST), Luca Schiavio (consorzio Q-RAD), Luigi De Paoli (professore), Anna Martino (architetto), Pietro Bonello (professore), Dario Di Santo (direttore generale della Federazione Italiana per l'uso Razionale dell'Energia), Mauro Dalmazzone (responsabile SVIT Enipower SpA), Luca Meini (strategic Development and Business Improvement di Enel energia spa), Massimo Rovati (membro dell'AGESI), Gabriele Di Prenda (regulation manager di Ariston Thermo), Lorenzo Angelini (direttore tecnico della Feralpi Group), Andrea Calabrese (ingegnere), Luca Dal Fabbro (presidente di Domotecnica SpA), Pia Saraceno (presidente di REF-E), Chicco Testa (presidente di Assoelettrica).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Adt, Ambiente, Associazioni, Consumatori, Consumi, Costi, Ecologia, Edilizia, Elettricita', Energia, Fonti Rinnovabili, Impresa, Industria, Inquinamento, Investimenti, Italia, Ministeri, Politica, Qualita', Servizi Pubblici, Tariffe, Tecnologia, Termoelettrica, Territorio, Ue.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 7 ore e 38 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

09:30

Organizzatori

Amici della Terra

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Questa giornata di
Questa giornata di lavori in quest'Aula quarta conferenza nazionale sulle fonti rinnovabili termiche
Grazie innanzitutto di essere di essere presenti io sono Stefano Apuzzo Presidente di Amici della Terra Lombardia l'Associazione regionale che fa parte di
Amici della Terra Fëdor deserte Italie e che diciamo ospita fa gli onori di di casa poiché questa quarta conferenza dopo
Dopo dopo essersi svolta storicamente a a Roma in questa occasione
Giunto al suo quarto anno di di vita va a far data dalla direttiva europea si svolge per la prima volta a Milano Milano capitale economica del
Del Paese
E siccome stiamo parlando di sviluppo di settori industriali
è importante che dopo essersi storicizzata la conferenza sulle rinnovabili termiche a Roma dopo aver cercato di sensibilizzare la politica
L'amministrazione pubblica a centrale e locale si svolga a Milano dove hanno sede buona parte delle delle imprese del Paese
E lasciatemi ringraziare quindi non solo voi pubblico presente le aziende presenti delle pubbliche amministrazioni ma anche coloro che hanno reso possibile questa questa Conferenza questa quarta Conferenza sulle rinnovabili termiche
E quindi a A due A i diciamo di colossi dell'Energia ENEL ENI A due A
Ai ruoli Agenzia Ariston c'è il CED Italia Aniene Coana erra domo tecnica gruppo era
Turbo dentro Federutility bar Siviglia Geo NRG service certi quality
E in più GSE ENEA Ministero dell'ambiente gli sponsor istituzionali ovvero ministro lo sviluppo economico Provincia di Milano comune di Milano e Commissione europea
Grazie anche e soprattutto a chi ci aiuterà a divulgare il verbo
Sulle rinnovabili termiche quindi ai nostri partner I nostri media partner
Quindi staffetta quotidiana l'energia spiegata Festival dell'energia nuove energie expo clima Smart NRG regioni e ambiente Casa clima
A suo Eige industria energia rinnovabili punto it Quotidiano Energia canale energia e
Dulcis in fundo radio radicale che registra tutto e poi manderà in onda e troveremo sul sito anche reso conto di questa di questa Conferenza
All'ingresso avete potuto raccogliere il dossier sulle rinnovabili termiche è stato e prospettive da cui
Al due mila al due mila e trenta
E oggi inauguriamo questa questa quarta Conferenza con consentiti una un una riflessione così apparato a volo da d'uccello
Fra le fonti rinnovabili nel energetiche rinnovabili e nel nostro Paese dagli albori
A tutt'oggi hanno fatto la parte del leone eolico fotovoltaico elettrico l'aumento incentivati da
Da finanziamenti pubblici
Probabilmente il contributo all'economia nazionale all'ambiente da parte di questi segmenti delle rinnovabili elettriche non sono stati all'altezza degli investimenti economici pubblici
Gli incentivi rappresentano sicuramente una buona scelta di politica nazionale governativa
Nel momento in cui servono a sostenere un'economia reale sana amica dell'ambiente che contribuisce perché no allo sviluppo dell'industria e della manifatturiero del nostro Paese
Se serve a far lavorare solo i cinesi e tedeschi beh probabilmente è il caso di rivedere l'impostazione e di rimodernare il
Il passo
Soprattutto se gli incentivi servono a a privarci delle migliore terre agricole per farne una distesa di pannelli o deturpare il paesaggio la sua vocazione turistica
Allora in questo caso sì probabilmente il caso di di cambiare strada bene le rinnovabili termiche non non rappresentano
Queste questi questi problemi questi problemi secondari bene nonostante queste problematiche siano state portate all'attenzione del Paese delle istituzioni
E del Governo fin dal due mila e dieci la potenzialità di penetrazione delle rinnovabili né i consumi termici sono state costantemente sottostimate e quindi costantemente anche sotto incentivate
Subito incentivate rispetto al alle fonti energetiche rinnovabili elettriche
La la la la la la Senna alla alla la la strategia energetica
Ma nazionale approvato con decreto ministeriale dal governo dei tecnici pur riconoscendo gli errori di valutazione compiuti dal Piano d'azione nazionale per le rinnovabili non muta
Di indirizzi ma di questo ne parlerà
La Presidente Rosa Filippini fra fra un attimo fra poco
Consentitemi infine un accenno all'Associazione Regionale Amici della Terra Lombardia
Che ha messo in campo diversi progetti con in collaborazione con l'associazione nazionale fra cui il catalogo ecologico per incentivare gli acquisti verdi è il green public procurement nella pubblica amministrazione ma anche nelle aziende
Il catalogo in distribuzione qui fuori
Il catalogo affianca il Premio Nazionale Comuni aziende Amici della Terra ai partecipanti sarà poi distribuito il bando per ora per partecipare a questa
A questo premio e un ultimo Progetto che voglio ricordare ricoveri che riguarda la piantumazione di
Alberi e la creazione di posti di pianura per assorbire l'allaccio due
Emessa dalle attività industriali un progetto che stiamo conducendo con la Regione Lombardia
Vi ringrazio ancora tantissimo per la vostra presenza vi auguro buon lavoro in questa prima giornata e domani avremo una giornata invece dedicata al teleriscaldamento
Con fonti rinnovabili sicuramente di di di di grande interesse soprattutto considerando l'inquinamento che assilla la cappa di smog dove c'è il sul
Sulle aree metropolitane quindi il teleriscaldamento verde fra virgolette può dare un ottimo contributo a ridurre l'inquinamento
Nelle nostre città ed ad aumentarla nella vivibilità verso la fine della mattinata avremo anche il sottosegretario all'Ambiente Marco Flavio Cirillo che si è da poco insediato
E che è un uomo non solo un politico nazionale ma anche un uomo concreto che festa che ha vissuto un'esperienza come sindaco qui in Provincia di Milano di Basiglio Rosa Filippini grazie
Buongiorno
Io mi chiamo Rosa Filippini sono il Presidente della
Degli amici da terra
E vorrei con questa relazione ricapitolare le ragioni che ci hanno portato ad istituire a promuovere questa
Conferenza nazionale sulle rinnovabili termiche ormai alla quarta edizione
E i
E
Successivamente a fare il punto sulla crescita e la diffusione di queste tecnologie
Allora prima cosa che va detta è che come sapete tutti in Italia quando si parla di energia citarla prevalentemente a buco in qualche caso esclusivamente di energia elettrica
Nel dibattito pubblico e questo è un fatto grave perché non rispetta fonda curve rappresenta una manipolazione una sottovalutazione una distorsione del problema energetico in generale perché
Naturalmente
Le cose
Non stanno così in questa prima diapositiva rimettiamo i piedi per terra e vediamo che i consumi finali di energia termica sono quelli prevalenti
Seguiti da quelli dei trasporti e sono in ultimo riguardano anche la produzione di il consumo di elettricità
L'elettricità la forma nobile perché duttile perché
Adatta ad ogni uso soprattutto tecnologicamente avanzato e tuttavia il volume la dimensione
Che in questo caso vedete anche riprodotta in termini percentuali
Dice che i consumi di energia termica sono ulteriore sono
Emergono il quarantacinque per cento i trentaquattro quelli dei trasporti e soltanto il ventuno quelli elettrici quindi
Fatta questa
Premessa possiamo andare a vedere nei consumi finali di energia termica datati al due mila e undici a premetto questa relazione fondata
Su i dati raccolti dall'ufficio da Tommaso Franci che ringrazio per l'Ufficio studi di Amici della terra e sono tratti prevalentemente da dati Eurostat
Ora in questa diapositiva vediamo i consumi finali di energia termica del due mila undici per fonti
E vediamo che nei consumi termici la parte del leone la fa il gas naturale che rappresenta il sessantatré per cento delle fonti primari ed energia per consumi termici
Ci sono i prodotti petroliferi
Al diciassette per cento il sei per cento combustibili solidi ovvero il carbone
Abbiamo solo un sei per cento di calore derivato cioè di recupero del calore prodotto per
Degli utilizzi industriali o di teleriscaldamento e che
Un sette per cento di rinnovabili
Il NARS diapositiva successiva
Ci dice che negli ultimi anni e che riguarda come vedete i consumi finali di energia termica
Per settori e dice che negli ultimi anni
Per la prima volta in termini storici consumi residenziali hanno superato quelli dell'industria
E ci dà un po'la dimensione del consumo di energia termica per i servizi per l'agricoltura e i volumi si incrociano questi dati
E andiamo io mi permetto di andare un po'veloce perché abbiamo distribuito o già inviato ad alcuni relatori la relazione per iscritto quindi
Poi
Vedo che la platea piuttosto qualificata quindi vi sto dando dei dati abbastanza elementari e penso che le seguiate con facilità
Comunque
Questa diapositiva invece incrociati i dati per settori e per fonti e impediamo
Che mentre nel residenziale quasi tutti i consumi termici sono assicurati dal gas naturale
E con una buona percentuale pari al quattordici per cento relativa alle fonti rinnovabili e ancora un dodici per cento
Di prodotti petroliferi
Ma a parte e dei servizi è quasi tutta i consumi termici dei servizi sono quasi del tutto assicurate a gas naturale è la parte più articolata è quella dell'industria dove abbiamo il quarantanove per cento assicurato a gas naturale
Il tredici per cento da calore derivato
Il diciotto per cento da prodotti petroliferi il diciotto per cento ancora da combustibili solidi ovvero
Prevalentemente Carbone
Il successivo nel rapporto riportiamo anche i dati più specifici dell'industria in Europa
E tratti sono elaborazioni che abbiamo tratto dai programmi dai progetti ecco il culla i so non sono abbastanza indicativi del fatto che la richiesta di usi Terme la richiesta di calore è molto variegata anche nell'industria a seconda del della temperatura che richiesta dai diversi processi produttivi
Tuttavia non ci soffermiamo anche per ragioni di brevità e
Passiamo alla
Successiva
Che riguarda i consumi per usi civili termici da fonti rinnovabili come potete vedere negli ultimi anni abbiamo assistito ad un cambiamento importante
Allora intanto cosa è successo i consumi termici sono in generale rinnovabili o non rinnovabili talmente poco o
Considerati
Chiede difficilmente si riesce ad avere un dei dati convincenti divisi per fonti a maggior ragione quelli che derivano da fonti rinnovabili
Pensare che il nostro bilancio energetico nazionale ancora non riporta dati
Su alcune tecnologie che sono ormai consolidate come il solare termico o come gli usi diretti del calore geotermico come
Lario termica libero termica del geotermica tratta con pompe di calore
Nonostante questo adesso le cose stanno cominciando a cambiare cioè perché ovviamente il jersey e ha avuto l'onere di raccogliere dei dati molto più dettagliati
Al fine di
Compilare i rapporti di monitoraggio che l'Italia si è impegnata a fornire alla Unione europea biennalmente sì ogni due anni
Va bene annualmente annualmente quindi avremmo o un ricco dettaglio e già i dati del primo rapporto per il due mila e dieci
Costermano quello che noi avevamo detto nelle conferenze nelle prenderne idea prima la seconda nella terza conferenza e cioè che c'è una forte se c'è stata da parte del piano per le energie rinnovabili una fortissima sottovalutazione di alcuni alcune tipologie di fonti rinnovabili in modo particolare
Il il il riscaldamento con biomasse legnose degli ambienti domestici
I dati
Dell'Eurostat in questo caso ci confermano che fino al due mila otto il PAN valutava intorno a un mega tetto e mezzo
Questa questa questa fonte e invece i dati che ci Puccini ci da Eurostat adesso
Ballotta atterri virgola sette Mega TEP nel due mila undici e si parla di almeno quattro nel due mila dodici quindi non solo era stata sottovalutata in partenza ma il
L'aumento è abbastanza rapido e importante
Quindi il consumo di energia termica da fonti rinnovabili nel due mila undici ha già raggiunto il cinque virgola tre immediate per rispetto I quattro e due che erano previsti dal tandem
Qui si conferma quindi un apporto molto importante e vediamo che da biomasse abbiamo il settanta per cento
Della più o meno del dell'apporto delle fonti rinnovabili il due virgola cinque per cento fra
Geotermia solare termico il ventiquattro per cento
Da pompe di calore che si conferma una
Fonte estremamente
Promettente
Vediamo anche alla successiva
I consumi di energia termica da fonti rinnovabili per fonti e settori e vediamo che il residenziale è e la il settore dove
Proprio a causa della valutazione corretta dell'uso delle biomasse legnose per riscaldamento
è quello più interessato ma che anche i più ampi margini su cui lavorare per il futuro e quindi vediamo cominciamo a vedere gli obiettivi al due mila venti delle offerte amiche
CONI panna
Con il Piano scusate dò per scontato e con
Il piano per le energie rinnovabili notificato dal Governo italiano nel luglio del due mila dieci
E era stato o adottato come obiettivo settoriale per le fonti rinnovabili termiche un target del diciassette per cento al due mila e venti
Si preventiva occhi e il consumo di energia termica avrei sopra sarebbe aumentato
Invece naturalmente rispetto uguali gli effetti della crisi sono fatti sentire quasi subito
A
Aggiungiamo che l'Unione Europea ci chiedeva di valutare il target anche in relazione alle politiche supplementari di efficienza energetica quindi in scenari da prevenire erano due
Uno diciamo consueto e un altro sulla base delle politiche aggiuntive di efficienza energetica per semplicità lo chiamiamo e esse
Su semplicità Statte diretta per queste sigle e detto questo allora abbiamo visto che negli ultimi anni invece la crisi si è fatta sentire particolarmente per gli usi industriali e dunque
La l'evoluzione dei consumi non c'è stata anzi c'è stato un netto abbassamento in particolare nell'industria c'è stato un calo di ieri domanda di energia termica
Quasi del venti per cento che corrisponde a cinque megaTEP più o meno dunque siamo rimasti firmi a cinquantacinque megaTEP e differentemente da quello che si prevedeva con il PAN
Scusate qui ho fatto
Va bene non sono arrivare
Questa è la cosa questi sorelle evoluzione dei consumi termici l'asse della la proiezione più in alto quella con i pallini chiari era quello che è quella detta Anna
La seconda era nello scenario supplementare sulle basi di sulla base di politiche supplementari di efficienza energetica
Quello più in basso a quello della Senna ed è quello che comincia a tener conto degli effetti della crisi
Alla successiva cominciamo a vedere i consumi di energia termica da rinnovabili e le previsioni del PAN a
Due mila e venti e possiamo notare da questa diapositiva che
Che siamo che nel due mila dodici sono già stati raggiunti cinque virgola tre mega tetto di consumi da rinnovabili che corrispondono al dieci per cento di penetrazione
Del dei conti di rinnovabili nei consumi di energia termica a livello che secondo le stime del pane si sarebbe dovuto raggiungere nel due mila quindici
Io volevo ancora
Mi è saltato una diapositiva ma non fa niente anzi abbiamo nel rapporto abbiamo riportato settore per settore lei il punto sulle biomasse che il punto e le prospettive
Sulle biomasse sulle pompe di calore sul solare termico
Sulla Giorgio geotermia per usi diretti e sulle reti di teleriscaldamento sono dati interessanti che verranno nel corso della giornata di oggi via via
Aggiornati dagli interventi dei protagonisti io degli osservatori più diretti di questi settori dunque non mi ci soffermo
Andiamo invece Tanda
Alle conclusioni
Con agli obiettivi
Al due mila e trenta tutti sapete che già l'Unione europea ha messo in consultazione Libro verde sullo scenario delle politiche energetiche con orizzonti a due mila e tenta questo ci costringe a rinnovare i nostri scenari
Ma soprattutto
Ucciso di recente c'è stata ci sono state delle critiche da parte della hit Coalition europea allora questo libro verde critiche che noi condividiamo perché anche a livello europeo c'è stata una notevole sottovalutazione di questo
Di questo importante settore cioè del tutto chiaro che e se viene sottovalutato
L'uso termico vengono sottovalutati anche gli apporti dovuti alle rinnovabili
Alla politica climatica dell'Unione europea
La figura questa figura riassume i dati sugli attuali livelli di consumo di rinnovabili tempo termiche sulle stime del PAN
E le stime elaborate dagli amici della terra per il due mila venti e per il due mila e trenta sono le ultime due colonne quella verde chiaro quella verde scuro sono i suggerimenti
Che noi ci auguriamo vengano presi in considerazione in occasione dell'aggiornamento del PAN
Tecnici insomma che vogliamo con i quali vogliamo contribuire alle politiche di governo
Noi pensiamo
Che riportando un nuovo orizzonte al due mila tredici possiamo
Raggiungere con tranquillità nel settore delle rinnovabili termiche almeno il ventitré virgola cinque per cento al due mila e venti
Ricordo che il Governo anche
Nella Senna aumentava l'obiettivo dal diciassette per cento al venti per cento ma questo abbiamo visto che è dovuto
Unicamente agli effetti della crisi perché in termini assoluti continuiamo a parlare di dieci e cinque undici media
E non ci spostiamo da lì dunque
Noi riteniamo invece che sulla base delle indicazioni dei settori che producono che utilizzano queste tecnologie si possa
Tranquillamente prevedere questo
Questo obiettivo e non solo ma dal momento che lo riteniamo
Poco o con poco poco interessante è ormai un obiettivo due mila venti al due mila e trenta
Pensiamo che l'Italia debba perseguire un obiettivo ben il trentacinque percento in uno scenario di stabilità dei consumi
Uno per il Meeting rispetto ad uno scenario di stabilità dei consumi che invece era preso in considerazione
Abbiamo ora
Con più cari chiarezza i consumi di energia termica da rinnovabili
Mille novecentonovanta al due mila e undici quindi gli andamenti
E gli obiettivi sempre di del PAN della Senna e degli amici della terra ovviamente quelle degli Amici della terra sono quelle che puntano più in alto e che si sono già poster l'obiettivo
Del due mila e trenta come vedete al trentacinque per cento questo per
Percentuali e qui invece siamo in
Termini di chi lo Peppe
Arriviamo alle conclusioni alle osservazioni finali dunque
Noi possiamo trarre banda appunto che abbiamo fatto da queste osservazioni soprattutto
Dai dai documenti governativi che lasciati dal precedente Governo adesso
Dobbiamo dobbiamo cercare di capire e se questa conferenza cade nel momento in cui c'è il passaggio di consegne e non ci sono ancora state delle espressioni da parte del nuovo Governo
Il
E noi e ovviamente partiamo da una un punto di partenza che sono quelle delle nostre osservazioni alla alla al documento della Senna
Pensiamo
E che ci siano ancora dentro il documento dell'assente è stato approvato all'ultimo momento delle forti ambiguità su costi e su benefici
Delle politiche che si sono che sono state adottate fino a questo momento che vengono adottate per il futuro
Particolarmente in un momento di crisi economica come quello attuale noi dobbiamo puntare ad aprire dei rilievi degli affetti che siano
Cioè delle politiche che consentano degli aspetti che portino che possano rappresentare fonti di ricchezza e di sviluppo per il Paese
Perché lo diciamo perché nella sancì sono ancora delle forti ambiguità per ad esempio
Non è detto con chiarezza che dopo il quinto Conto Energia elettrico non ci saranno più
Dei degli incentivi a queste fonti
A alle fotovoltaico in particolare non è chiaro che cosa succederà delle altre fonti rinnovabili elettriche sono
Si dicono però in alcuni
Angoli
Dei dei ragionamenti alcune cose importanti ad esempio viene portato dal ventisei per cento del piano del due mila e dieci fino al trentacinque trentotto per cento
Al due mila e venti la l'obiettivo delle rinnovabili elettriche allora i conti tornano poco si le misure messe in campo
Prevedono il quinto conto energia termico e un orizzonte di incentivi che non va oltre il due mila e sedici come si pensa di e abbiamo già visto che venendo accadere
Su questi incentivi nel corso di questi anni non hanno messo in moto una macchina che poi va avanti da sola caduti gli incentivi anche caduta
All'installazione delle produzioni dunque come si pensa di arrivare a quegli obiettivi e soprattutto perché si è ritenuto di dovere incrementare
Questi obiettivi
A fronte a fronte di
A fronte di cosa e si pensa di mettere in campo e per quale motivo invece si è accettata con tanta facilità
E la sottovalutazione dell'apporto di rinnovabili termiche
E il fatto e e la non aumento sostanziale dell'obiettivo allora noi
Proponiamo di ribaltare questo approccio e quindi con chiarezza
Dimostrato che
Le fonti rinnovabili termiche sono spesso già competitive si sono affermate senza bisogno di incentivi
E dunque con una politica
Chi le favorisca in maniera netta e chiara è presumibile che possano portare
Degli obiettivi molto importanti al due mila e venti dunque non si tratta di
Osteggiare la politica
Climatica dell'Unione proprio europea ma di perseguirla in modo più efficace e più efficiente di quanto non si sia fatto finora
Ecco questa cosa
Vogliamo dire con chiarezza in questo senso noi abbiamo voluto interpretare le parole del Presidente del Consiglio
Quando parla di selettività degli Investimenti e rispetto ai settanta settore delle rinnovabili noi siamo convinti che se si tratta di scegliere
Si sceglie dunque sulla base dei risultati dell'efficacia e dell'efficienza e dunque nel campo delle rinnovabili è ora di scegliere le rinnovabili termiche
Allo stesso tempo abbiamo seguito il dibattito e in qualche misura vi abbiamo partecipato
Non ci sembra ingiustificato l'intervento di Alesina e Giavazzi sulle colonne del Corriere della Sera quando dicono che se ci sono delle rendite nel campo delle rinnovabili non cito indurci si può permettere di avere delle rendite in tempi di crisi
Effettivamente ci sono dei dati di cronaca che urlano vendetta al cospetto di Dio perché se c'è qualcuno che in pochi anni ha potuto accumulare un miliardo e trecento milioni e gli vengono confiscati quindi non stiamo parlando di un sequestro
In attesa dell'accertamento dei fatti stiamo parlando di confische rispetto
A dati che evidentemente
Si ritengono accertati
Ebbene è evidente del tutto evidente che se accadono fatti di questo tipo stiamo parlando di rendite di rendite ingiustificate dunque non è strano chiedere che queste possano e debbano essere abbattute
Noi però non vogliamo fare le cose troppo semplici quindi sappiamo che
Non per questo viene meno la politica gli obblighi della politica europea e dunque
Proponiamo
Di di di rivolgere le foglie il saluto il sottosegretario
Prego all'incoraggiamento Marzola riceveremo e dunque ci permettiamo di suggerire delle impostazioni che ci portino a dei risultati più certi abbiamo molto apprezzato lo voglio dire l'intervento dell'autorità
E siamo fiduciosi che le proposte che l'autorità annunciato al nuovo Governo saranno convincenti sempre su questo argomento cioè sulla
Possibilità di scegliere
Le fonti di energia da sostenere attraverso la regolazione attraverso l'incentivazione con dei criteri che fino a questo momento sono mancati ciò curiamo dunque pene che per il futuro
Queste politiche di incentivazione che sono sempre delicate siano più chiare siano più trasparenti e quindi siano più sostenibili
E abbiamo formulato alcuni nostri suggerimenti innanzitutto lo sviluppo dei quadri conoscitivi che sono indispensabili se vogliamo operare dei confronti utili
E soprattutto per rilevare
Il beneficio per l'economia nazionale perché in questo campo e lo sapete si spara un sacco di dati centinaia di migliaia di posti di lavoro parlando in generale di rinnovabili
Dopodiché quando vai a precisare invece di che cosa si tratta e che cosa
No abbiamo spesso
Sì c'è qualcuno che si spende e tutti gli occupati di tutto il settore delle rinnovabili quindi elettriche e termiche per continuare a rivendicare delle rendite soltanto una parte del settore ecco questo è inaccettabile
Allora non si è è difficile fare questi studi bisognerebbe avere dei finanziamenti bisognerebbe
Fare degli investimenti che la quella può credo le politiche di restrizione dei Ministeri non consentono almeno a noi viene detto così nel senso che
Negli anni scorsi spesso ci potevamo permettere di portare degli elementi di studio più approfonditi adesso
Non riusciamo più a farlo queste cose costano però sono indispensabili per capire per dare un driver
Per capire quali sono gli investimenti più importanti da fare
Quindi azioni di informazione e comunicazione rispetto alle rinnovabili già competitive
Che però hanno bisogno di essere conosciute dai consumatori ricordiamo che nel settore termico
è il consumatore che decide sento il consumatore non decide di cambiare caldaia agire da mettere un
Caminetto termico di mettere una pompa di calore cita questo non succede non è la rete
Che in qualche maniera impegna obbliga ou induce
è il consumatore che deve prendere una decisione dunque le azioni di informazione sono importantissime e devono essere progettate immaginate
Coinvolgendo il produttori ma anche i consumatori
Strumenti di regolazione gli obblighi e per nuovo costruito ma da estendere al settore delle ristrutturazioni anche perché sembra che sia quello
Che il Governo vorrà sostenere per evitare per sostenere anche
Il settore edilizio
E dunque diventa importantissimo definire degli obblighi Perrelli ristrutturazioni importanti ancora incentivi per quei segmenti
Di mercato che devono ancora essere sostenuti perché non ancora competitivi ma fortemente promettenti in questo senso ricordiamo tutto il settore geotermico
Che a cui a mio parere dovremmo dedicare nelle prossime edizioni una particolare attenzione perché ho l'impressione che sia molto poco conosciuto e invece si è estremamente promettente anche per
Come dire per essere inserito nelle reti di teleriscaldamento per essere tenuto in conto negli usi industriali
Per l'immediato essenziale stabilizzare il regime di detrazioni fiscali
E aspettiamo con un
Fiducia e pazienza il fondo di garanzia per gli Investimenti nello sviluppo di reti di teleriscaldamento
Pensiamo pensiamo che ci siano alcune cose da superare
Positivamente ad esempio
Si parla di che non sono più accettabili e le rendite che bisogna procedere con criteri di selettività
E purtroppo il vecchio Governo ci ha lasciato come uno degli ultimi atti o una una cosa che non mi sento di attaccare frontalmente perché mi comprendo l'esigenza e che però si rivela alla fine ha profondamente ingiusta
Settore energivora o riesce a spuntare uno sconto di seicento milioni
Delle rispetto agli oneri che gravano invece sulle bollette elettriche di tutti quanti
Questo sconto e poi questo sconto per il settore energico energie Polo
Si rivela come una gravi o per tutti gli altri che già erano parecchio aggravati perché come sapete la curva dei consumi pesa in modo più rilevante per
Il terziario la piccola e media impresa che è l'ossatura della
Economica dell'Italia il Paese
Dunque
Anche questa non è stata una misura trasparente
In questo senso appoggiamo l'autorità
Perché bisogna chi si prendano delle misure che siano anche eque e che non penalizzino di cui siano chiare tutte le conseguenze e che siamo trasparente rispetto a tutti i cittadini e gli osservatori
Non mi pare il caso di
Accontentare chi strilla di più perché in questa maniera come abbiamo visto siamo andati a sbattere abbiamo avuto dei delle degli effetti estremamente negativi quindi ora di smetterla
E tutte le misure che saranno prese
Questa parolina selettività unici speriamo molto perché la selettività si fa si opera attraverso dei criteri e i criteri possono essere resi pubblici e dunque rendere molto più trasparente un intero settore
Altri esempi di piccole furbate di
Le chiamo furbate ma sono in realtà quegli effetti negativi che arrivano nella coda dei provvedimenti allora
Super incentivi moltiplicati
Per quel fattore complicato io non mi ricordo mai dico come si chiama per le per le biomasse che producono solo elettricità
Ecco secondo me succede non esso non è necessario che ci sia
Come dire il non gradimento da parte spesso per cui contestazioni sul territorio eccetera eccetera
è sufficiente capire chi non si può più produrre Energia
Finanziarla perché rinnovabile disperdendo tutto il calore prodotto cioè essa è una bestemmia non si può più fare e calore bisogna utilizzarlo e quindi non si può intende incentivare tantomeno si può superi incentivare
Altra cosa
Qui sta
ISIN piove
Vedersi e la penalizzazione eccessiva a cui sono sottoposte le pompe di calore le pompe di calore
Forse continuano a essere recepite dall'opinione pubblica
Però purtroppo attraverso ciò che ne dice la stampa come un buon modo di utilizzare l'energia elettrica sì è un ottimo modo di utilizzare l'energia elettrica perché attraverso il muso
Limitato di energia elettrica si riesce ad utilizzare un forte quantitativo di energia rinnovabile
Ecco questa questa questa riconoscimento che ci deriva direttamente dalla direttiva dell'
Europea viene poi smentito né i fatti perché perché quella piccola parte di energia elettrica da consumare per poter utilizzare tutta quella
Rinnovabile che recuperiamo è gravata
Dagli incentivi piena altre rinnovabili alla messa in controsenso che non può continuare è evidente che se noi dobbiamo espandere l'uso di rinnovabili dobbiamo cominciare a non penalizzarle alcune a spese di altre
Grazie tutti
Grazie Rosa Filippini
Viene a dire che che differenza di tipi di analisi e di approccio anche da alcuni nostri cugini ambientalisti
Bene ringrazio per verrà per la presenza ma aspetta dal suo turno sottosegretario Marco Flavio Cirillo ed ho la parola passiamo dall'Italia alla Panorama
Europeo con Simone Lando linea che ci lancia subito un video se non erro preferisce venire qui verso i tempi che posso dire paragonare lo stesso
Venga venga pure qui con le rinnovabili termiche in Europa prego
Una
Soltanto in termini
Al sospetto che ci impone
Sociali un aiuto per la riunione rinvia per l'album rispetto in questo leggibile sebbene
Sempre ventitré marzo insomma
Bando perché sempre più sinergico
Benvenuto ci accorderemo aggiunge
Indurrà sostituito dalla decisione di chiusura dei lavori della seduta
Oggi
Ho letto
Assai
Enzo Russo
Accettò eccetera straccetti
Presidente
Se
Previsto
Certo ex octies sporchi
Storia eccetera così

Osservazione
Chiedo inoltre se posso
Claudio c'era
Poi
Se
Propedeutico
La retata comincia con l'intervento mi presento sono Simone Andolina lavoro per la European Technology rafforzativo critica in cui Linke la piattaforma tecnologica europea sulle rinnovabili termiche
Che misto chiesto in questo intervento appunto di portare una prospettiva un po'europea su quella soci sta succedendo in Europa con riferimento a rinnovabili termiche
Quindi strutturato la mia relazione in tre parti brevissimamente presentando di cosa facciamo
Pagano un quadro che la situazione sulle rinnovabili termiche Europa e quindi passano alcune osservazioni conclusive
Cosa sono le piattaforme tecnologiche europee non solo delle da legali non sono delle situazioni non sono delle ANCI Ozon delle iniziative riconosciuta la Commissione europea ce ne sono trentasei precisamente in ambiti
Strategici punto per lo per l'industria europea
Sono su assolvono funzione consultiva per la definizione delle politiche di ricerca e sviluppo
Quindi cosa fanno definiscono quelli che sono Lester TG tre Search agenda sede agende di ricerca strategica e come implementare queste priorità definite
Impartiva nel settore delle rinnovabili toni diciamo il settore energetico esistono sette piattaforme tecnologiche europee
Cinque di queste sono sul nel settore elettrico
Una nel settore dei trasporti è una nostra
Sul settore delle rinnovabili termiche appunto esiste dal due mila otto si è insediata la Commissione opera
Oggi raggruppa circa seicentocinquanta membri organizzazioni appunto
Industria centri di ricerca associazioni autorità pubbliche da venticinque Paesi europei
E
Diciamo raggruppa i rappresentanti di biomassa solare termico e geotermia quindi quelle che sono le tre principali fonti rinnovabili utilizzate
Per la produzione di calore o raffrescamento e tutte le tecnologie energetiche ad esse collegate quindi portatrice pompe di calore teleriscaldamento stoccaggio termico e altre nell'in tecnologia es
Qual è la funzione vera funzione è quella appunto di definire implementare una strategia comune per supportare la diffusione e lo sviluppo di queste tecnologie che faccia leva sul progresso tecnologico quindi sugli investimenti ricerca e sviluppo
Da questo punto di vista emittente si si distanze un pochino si differenzia perché non è quello
Della Presidente Filippini perché non mi occupano appunto di misure di policy a livello nazionale o agevolazioni non passasse quelle fiscali ma di capire come è possibile supportare lo sviluppo delle rinnovabili termiche attraverso investimenti
Per aumentarla competitività e quindi
Ricerca e innovazione
Cosa abbiamo fatto ancora velocissimamente barra due mila undici oggi abbiamo fatto cinque pubblicazioni diverso il primo passo è stato quello evidentemente le le varie filiere le varie industrie di Hamas sulla il termine determina
Hanno visioni diverse dove pensa di poter arrivare via pensano si possono sviluppare i prodotti e quindi il primo sposto col riportarle insieme per capire come insieme
A livello di sistema energetico è possibile soddisfare il fabbisogno di calore o di raffrescamento a livello europeo questa è la prima pubblicazione ne è seguita un'altra Teresa chiude più e né dettagli capitare stragi ricerca e sviluppo
E tre settimane fa siamo usciti fuori con loro abbiamo pubblicato una agenda per la ricerca innovazione che
Appunto conio questo approccio di sistema e in un'ottica integrata definisce quali entro il due mila venti quali sono le priorità nelle quali investire a livello europeo ma anche a livello nazionale
La pace con il sistema quindi non guardiamo solamente a ai componenti per esempio di sistemi solare termico pompa di calore
Nei quali bisogna investire ma proprio a quali sono le soluzioni che esistono e che esisteranno nelle quale possiamo proprio dire per
Settore residenziale storia dei servizi processi produttivi quindi industria e teleriscaldamento
Okay fatta questa introduzione
Il cuore del dell'intervento presso si focalizza un pochino su come è la situazione europea con riferimento a quei tagliano e che li abbia sentito dalla relazione precedente de degli amici tra terra
Che il calore in Italia rappresenta alla voce principale in termini di consumi di nicchia Energia per la stessa situazione la ritroviamo in Europa veramente in modo molto simile abbiamo che
Il quarantasette per cento dell'energia con suo all'Europa eh per il calore quindi addirittura
Un'importanza maggiore di quelle italiane che se non sbaglio
Era il
Quarantacinque per cento
Stessa quota invece per l'elettricità al ventuno per cento e i trasporti sono leggermente meno energivori romperemo enormi sulla relativa al trentadue per cento
Come questa Calori viene utilizzato bene anche qui la situazione europea è in linea porta meglio quelle italiane in linea con quelle europea
In cui appunto il settore residenziale è il principale consumatore di inerzia
Seguito dell'industria che però con importanza maggiore ha un peso maggiore e più piuttosto rispetto alla situazione italiana con il trentanove per cento è quello dei servizi
Resto se vediamo come l'energia viene consumata per fonti distinguendo essenzialmente tra rinnovabili e non rinnovabili quindi combustibili fossili anche nucleare in altri Paesi
Beh vediamo che negli ultimi anni dal due mila quattro due medici c'è stata una progressione
Lenta ma continua quindi un passaggio da una quota del nove virgola sei per cento del due mila quattro fino a oggi una media del quattordici virgola tre per cento di energia da rinnovabili termiche e allora qui una prima riflessione può essere quella che fa regolando questo dato con quello italiano
Vediamo come la media europea sia un pochino più alta della situazione italiana
Qui mi sembra Riva dalla relazione si fermasse torna dieci per cento appunto rinnovabili termiche Italia
E questo corrisponde circa ottanta milioni di tonnellate correnti di petrolio
Come viene composta di dico di cose composto appunto questo tanto mi è tornato in venti petrolio beh nella stragrande maggioranza di o Massa penso in Europa delle biomasse ancora più importante di quanto
Non sia in Italia in cui pure abbiamo visto nella relazione precedente
Ha speso circa il settanta per cento del treno Europa episodio Massari va oltre il novanta per cento qui è evidente l'impatto dei paesi scandinavi
Né quali glieli risorse punto agro-forestali sono sfruttata appieno e anche la penetrazione dei nobili termiche è molto più alta che
In altri Paesi del Mediterraneo
Questa seguito delle pompe di calore solare termica eccetera mio
Mi soffermo solo brevemente su questo e per ricordare degli obiettivi europee per il due mila venti i famosi tre obiettivi del venti venti venti quindi il venti per cento di riduzioni di gas
Serra il venti per cento di rinnovabili nel mix energetico il venti per cento di riduzione dei consumi back come stiamo oggi o per una gli ultimi dati che sono qui al due mila dieci
Siamo stanza bene per quanto riguarda le riduzione dei gas serra semi rapimenti in linea e se continuiamo su questa strada dovremmo riuscire a raggiungere obiettivi riceve il venti per cento
C'è un punto interrogativo per le rinnovabili perché sì è vero che sono andate avanti parecchi negli ultimi anni
Ma sono necessari sicuramente gli interventi strutturali nei prossimi anni per raggiungere l'obiettivo del venti per cento
E ci sono delle perplessità sul trend per l'efficienza energetica in quanto come anche lo Stato nella relazione precedente parte dei risparmi energetici sono rammenta anche dovuti alla situazione economica negativa o comunque rallentamento dell'economia degli ultimi anni e non piuttosto degli interventi strutturali di risparmi energetici esempio sul settore residenziale
Quindi
Osservazioni brevissimamente su questa sull'analisi da situazione ad oggi per il calore ha un ruolo centrale consolino in Italia ma anche in Europa questa evidente
E le rinnovabili termiche hanno davvero con l'importante per il raggiungimento degli obiettivi del due mila venti non solo per gli obiettivi di generazione di energia da rinnovabili quindi quel venti per cento è la prova di centro ma anche per gli obiettivi di
Risparmio gestito perché vediamo come una delle caratteristiche fino a vedermi che si è quella di essere molto spesso integrato negli edifici e quindi a questo punto di vista
Per senso delle opportunità ampio da oggi un peso fondamentale quello della biomassa
Vedete tornerò fra un momento su questo perché un futuro sociali potrebbero cambiare
E
E poi evidente come ci sia anche un grande potenziale delle rinnovabili termiche non solo nel settore residenziale ma anche nell'industria specialmente per tutti quei processi produttivi che avvengono a temperature medie basse
E se il settore del futuro settore della carta delle cartiere e quant'altro per temperature o al di sotto i duecentocinquanta gradi
Ma questi sono degli studi che abbiamo fatto nel due mila undici
E delle proiezioni di come potrebbe evolvere la domanda di energia termica da da oggi al due mila cinquanta quindi sulla
Parte qui di sinistra vedete appunto a domanda di calore con la distinzione tra basse temperature alte temperature sulla parte destra avete la parte i domanda per il raffrescamento
Il trend sono diversi sono posti in verità perché se assisteremo in futuro comunque a una diminuzione dei consumi di calore speriamo come effetto
Non del rallentamento dell'economia piuttosto dell'implementazione delle misure di risparmio energetico di efficienza energetica
è vero il trend è contrario per la parte di raffrescamento nel quale stiamo assistendo negli ultimi anni a un un grande incremento dalla domanda
Sulla base da situazione intermedi domanda di calore o di raffrescamento abbiamo analizzato qual è il potenziale tecnico economico della generazione di energia da rinnovabili termico tutti questi dati sono
Disponibili su quelle cinque pubblicazioni che ho fatto liberalizza presentazione che sono disponibili gratuitamente sui intere quindi potete scaricarle andare ad accarezzare tutte le associazioni sono
Dietro lo studio
Secondo la nostra analisi entro il ventidue mila venti le rinnovabili termiche a livello europeo potrebbero contribuire per il venticinque per cento quindi una quota importante che va addirittura al di là del
Del del del venti per cento che sono gli obiettivi europei
Ma ancora più grande potenziale per il due mila trenta due mila cinquanta qualora si riescano veramente a conseguire dei benefici dei risparmi sui costi di queste tecnologie qui dei benefici anche in termini economie di scala e quindi raggiungere
Per il due mila trenta una quota fino al cinquanta per cento
Va come lo facciamo intanto due osservazioni
Due priorità fondamentali prima riduzione dei costi cioè necessario e queste tecnologie diventino progressivamente competitive rispetto alle alternative anche sono combustibili fossili vende da questo punto di vista
Ed è veramente molto importante seguire un trend di riduzione dei costi e aumentare anche l'efficienza del tecnologie ciascuno la propria categoria
Per fare ciò è necessario stimolare investe investimenti sia pubblici che privati e sfruttare a trecentosessanta grati il potenziale di queste tecnologie abbiamo detto qui non so se presidenziale che pure
Conte per la maggior parte dei consumi ma che il settore dell'industria e nel terziario
Sono necessari e questo è un messaggio di policy che lancio obiettivi chiari per il due mila trenta qui abbiamo adesso degli obiettivi vincolanti per il due mila venti che sono anche recepite li ha intermedi ciascun Paese scostato membro dell'Unione europea
Sarebbero necessari anche gli obiettivi Finco l'anti per il due mila trenta anche da questo punto di vista la nostra posizione è chiara le quella di puntare un quarantacinque per cento di rinnovabili questo non solo termiche ma generale
Del passo passo le slide anche per ragioni Terme di tempo passerò abbastanza velocemente ma voglio solo dare un'idea di come in effetti in un progresso se è stato già conseguito da alcune tecnologie un esempio su tutte queste del solare termico
Secondo un'elaborazione dei dati che abbia fatto recentemente
Dal novantacinque al due mila dieci il risparmio in termini di costi riduzione del costo di produzione del collettore e sa davvero significativo forse non grande tanto quanto ad esempio altre tecnologie che hanno voluto ascoltare su Cordier economie di scala piante come il fotovoltaico ma sicuramente è stato importante
E c'è un grande potenziale per i prossimi anni
Lo stesso trend lo si può osservare in modo relativo su altre tecnologie punto delle famiglie delle rinnovabili termiche qual è la biomassa nelle varie categorie
Geotermia
E pompe di calore punto sul quale molto importante se si insistere sul
Recupero di efficienza
Lo stoccaggio termico entranti croci abilitanti di grande interesse è una priorità in termini
Anche per poter
Raggiungere
Delle quote di penetrazione delle rinnovabili termiche piante e fa brevissimamente sul teleriscaldamento perché uno degli argomenti chiave di questa Conferenza beh è lì che vediamo davvero uno straordinario potenziale
Non solo perché permetterebbe di risparmiare in termini assoluti
In termini risparmi energetico ma anche perché può connettere profili diversi domanda e quindi diventa una soluzione per connettere industria col settore residenziale e per dare soluzioni a livello di sistema
E qui secondo l'associazione europea sulla teleriscaldamento io in Italpower appunto le proiezioni di crescita nei prossimi anni sono abbastanza forti in particolare si evidenzia un grande potenza della geotermia
Dei in termini di uso nella nel dissi che l'incriminazione riscaldamento
Mi avvio verso la conclusione analizzando quindi cosa è stato fatto in termini di investimenti da un recente studio pubblicato quest'anno da ricercatori della European Academy di Bolzano
Sulla da analizzare come sono stati spesi finanziamenti del settimo programma quadro dell'Unione europea del programma di lavoro per l'Energia
Hanno trovato che l'un per cento di questi finanziamenti è stato dedicato a progetti con rilevanza diretta per le rinnovabili termiche
E questa linea rossa molto sottile che vedete sulla sulla colonna di sinistra e questo a fronte di come ho già detto un quattordici per cento a livello europeo di peso
Delle rinnovabili termiche
Quindi grande squilibrio ed è da qui che nasce veramente l'esigenza di un cambiamento di discontinuità il settimo programma quadro e si avvia verso la conclusione quest'anno
E ci avviamo verso Horizon tanti clienti che sarà il prossimo programma di ricerca e sviluppo per l'Unione europea e sarà veramente necessaria importante poter contare su un livello di Investimenti livello di risorse
Mobilitate di ben più alto secondo le nostre stime in particolare sarebbero necessari tra il due mila quattordici del due mila venti quattro miliardi di euro
Da investire tra pubblico e privato con un investimento hanno medie ricerca sviluppo quindi qui vale per la ricerca e sviluppo parliamo di ricerca applicata ricerca di base ma anche dimostrazione
Quindi che sentono di circa cinquecento settantasei milioni di euro
Tra industria quei tra settore privato storie pubblico e questo permetterebbe di attivare secondo lo stile fatto alcun volano positivo di investimenti quindi per ogni euro speso
Dalla Commissione europea qui attraverso il il ora è soltanto il trenta attraverso il prossimo programma di
Supporta ricerca e sviluppo tre euro sarebbero spesi dall'industria
Che come sapete cofinanzia molti progetti ricerca e sviluppo
Supporta dell'Unione europea
Quindi ho fatto e di leva tre non è male agli Stati membri dell'Unione europea si chiede però lo stesso sforzo quindi per ogni euro investito chiaramente a livello europeo importante anch'
Continuare a investire a livello nazionale per supportare la crescita di queste tecnologie
E questo anche per valorizzare le specificità delle filiere nazionali che sono diverse da Paese a Paese evidentemente
E questo in definitiva potrebbe secondo un altro sulla Detroit Marco antichisti
Conseguire dei risparmi veramente notevoli entro il due mila cinquanta si parla di tra i trenta miliardi di euro di
Risparmi in termini di combustibili fossili
Quindi conclusioni con questo chiudo
Davvero il calore domina i consumi finali di energia non solo in Italia ma in Europa e le rinnovabili termiche possono dare un contributo fondamentale per per raggiungere gli obiettivi del due mila venti
Questa quota di rinnovabili termini che sta crescendo ma lentamente abbia visto l'apice dell'un per cento hanno beh questo troppo poco rispetto al potenziale tecnologico di queste
Di queste fonti
Elevato sarà il potenziale di crescita nei prossimi anni anche del raffrescamento da rinnovabili
E evidentemente
Si richiede nei prossimi anni un approccio più sistemico quindi di capire come sia possibile sviluppare soluzioni integrate che possono essere a livello di singola applicazione quindi sistemi ibridi per esempio comminano diverse tecnologie energetiche rinnovabili
Di edificio quindi un piccolo sistema quali verrà di Smart City es quindi per l'urbano
E su questo chiudo quindi
Ci ha detto queste raccomandazioni in definitiva la differenza poi non la farà la tecnologia forse una frana che livello di investimenti ma di risorse disponibili la farà non le persone pena fra la convinzione con la quale riuscirà
I cittadini h a comprendere l'importanza appunto di i consumatori perché i cittadini di continuare questa transizione quel verso decarbonizzazione del sistema energetico
E i decisori intermedi in prese di investitori a supportare questo processo a continuare a investire nelle rinnovabili termiche anche questa fase economica così difficile
Grazie
Con questo mercato differenze la ringraziamo Simone l'Andolina
Passiamo la parola a Costantino lato dell'OGS sulle regole applicative del Conto Energia termico non voglio apparire
Scortese ma siccome il Sottosegretario Cirillo ha un appuntamento a Milano io vi faccio
Così un un invito alla sintesi loro anche da cui prego prego prego vaga volevo cacciare no no no non volevo fare intervenire doverose proprio
No
A il mio è solo un invito alla sintesi non ha al non a ritirarsi prego prego
Conoscenza autonomo aggiornata
Buongiorno a tutti
è una cosa volevo fare una precisazione quelle diceva Rosa Filippini è ovvio vuoto dei gessi e delle statistiche e dire che il GSE impegnato a fare ogni due anni supporta il Ministero dello sviluppo economico
Ogni due anni viene sviluppato il proprio essere
Parto e quest'anno dovrà essere fatto però ogni anno vengono riviste le statistiche e le statistiche trovare attualmente in Eurostat
Sono quelle che noi diciamo per la parte rinnovabile naturalmente abbiamo proposto al Ministero dello sviluppo economico e che vengono mandati annualmente
Ed è vero che negli ultimi anni insoluto gli ultimi due anni c'è stato un emersione della parte delle biomasse che sono aumentate e non perché
In realtà si è fatta nuova biomassa diciamo e nuove tecniche ma perché prima non erano censite questo diciamo è stato un fenomeno
Uno stesso fenomeno diciamo capite sta capitando anche con le pompe di calore dove molto probabilmente anche
A causa di un nuovo sistema di valutazione del calore che sta messe in campo probabilmente anche i voglio dire
Si avrà un altro fattore del genere però nel futuro ci impegniamo a fare un momento di discussione per far vedere tutti i risultati e qui siamo arrivati qui
E chiara la visione effettivamente sono abbastanza equipollenti la parte elettriche e la parte termica già ad oggi più
E più o meno così detto questo invece vado dentro al discorso del conto termico finalmente diciamo ci siamo vicini
Che è stato assegnato da poco questa nuova attività
E mi è stato dato il compito di
Fare lo start-up di nuovo sistema di accedere di incentivazione della parte termica possibile dodici anni quelli eletti che era molto da vicino quindi
Sotto al saldo del sulla data quest'altra parte e quindi andiamo avanti redento ecco deterrente
Veramente progredire sospette tante occasioni noi SI ha cercato anche aderire in molte occasioni ci tengo a dirlo noi abbiamo detto anche voglio dire come stanno le cose in un momento molto delicato
Che era quello diciamo del Terzo Conto Energia voglio dire fra l'altro perché essendo una responsabilità squalifiche per quanto riguarda voglio dire la scelta degli incentivi
Fanno i politici
Noi per quanto riguarda però avevamo fatto voglio dire vivenzi atto chiaramente che la scelta di dare un incentivo che era largamente superiore a quello che era utilizzato in Europa avrebbe portato a quello che poiché è successa quindi voglio dire
L'informazione cerca poi
Ci vuole anche la capacità di l'ascolta saperla trasformare indecisioni coerenti altrimenti voglio dire anche le informazioni giuste voglio non niente scelte politiche
Efficace andiamo del conto termico il sistema per incentivare gli interventi di piccole dimensioni per l'incremento dell'efficienza energetica e per i plichi corrette
Il GSE Stato voglia viene indicato come responsabile l'attuazione e la gestione di questo nuovo sistema incentivante
Siamo responsabili anche per alcuni aspetti già si sopporta ci supporta l'ENEA e facciamo anche un faremo una reportistica per il monitoraggio del meccanismo
Entriamo dentro le categorie di intervento che vengono incentivate sono due una e quella dell'intervento dell'efficienza energetica ed è per la pubblica amministrazione
Quindi solo amento termiche delle superfici opache sostituzione delle degli infissi
Si sta installazione di sistemi di schermatura
Il secondo intervento e quello che potrebbe attivare anche l'interesse di privati cittadini
E qui si parla delle istallazione dei collettori solari termici la sostituzioni di piccoli sistemi di con le macchine di produzione
Per mica quindi delle STU fitte sostanzialmente fra quelli esistenti che sono alimentati a gasolio con quelle alimentate a biomasse
Ho sostituzione di impianti di utilizzazione con pompe di colore si parla sempre di sostituzione e quindi è solo invece una buona opportunità
Per la prima volta viene dato voglio dire un incentivo anche al solare termico è un incentivo
Qui la parola conto termico e utilizzata in maniera un po'impropria ma è stata utilizzata un po'voglio dire per simmetria acconti Energia perché qui non viene incentivato il calore prodotto ma viene incentivato l'istallazione di un nuovo apparecchio e che quindi è un piccolo conto capitale normalmente su circa quaranta cinquanta trenta quaranta cinquanta per cento a secondo del tipo di intervento che viene non realizzato
I chi sono qui bisogna fare attenzione ci sono diversi soggetti che giocano un ruolo importante in questo nuovo sistema incentivante le prime sono le amministrazioni di pubbliche
Che possono chiedere gli incentivi sia per la categoria uno anche per la categoria due i soggetti privati che la possono chiedere soltanto per la categoria due
Il soggetto responsabile invece colui il quale sostiene le spese per l'esecuzione degli interventi e che stipula direttamente il contratto
Con il GSE attraverso la cosiddetta Scheda contratto e può operare tramite un soggetto delegato e qui cioè la cosa importante
I soggetti ammessi agli incentivi però possono avvalersi della esco qualora stipulano con questa diciamo un contratto e in questa maniera Lescaut voglio dire che funge da soggetto responsabile questa importante
Soprattutto per alcuni tipi di incentivi e soprattutto per le pubbliche amministrazioni
Per l'accesso agli incentivi bisogna allieve certi requisiti fondamentali la prima cosa gli interventi devono essere conclusi dopo il tre gennaio
Le prestazioni degli apparecchi e componenti devono rispettare le prescrizioni indicate negli allegati uno e due del decreto
Gli interventi di categoria udon sono riservati alle pubbliche amministrazioni però solo per gli edifici di proprietà delle pubbliche amministrazioni questo è importante
Gli interventi di categoria A due A prevedono sostituzioni e generatori esistenti quindi non si parla di nuovi ma di sostituzione di quelli esistenti
Nella prospettiva che quelli sostituiti debbono dire delle prestazioni sia energetiche soprattutto il missile di carattere inferiori a quelli che vengono sostituiti
Con riferimento agli obblighi di copertura ovviamente questo devono essere quello che e etc tali obblighi perché sapete che c'è una normativa che dice che e gli edifici nuovi o con delle ristrutturazioni molto complete
Molto importanti devono già a dire delle degli impianti a fonti rinnovabili questi deve essere ulteriore a quello
Il decreto definisce tre diverse modalità di accesso all'identità all'incentivo uno il cosiddetto accesso diretto
E sia e si attua quando l'intervento è stato realizzato e il soggetto responsabile a disputa disposizione sessanta giorni
In mente entro i quali vi è mandare telematicamente e ci tornerò precisamente di di quale sistema siamo mettendo in piedi per potere fare questo
Invece le pubbliche amministrazioni possono prenotare l'incentivo oppure per certi Peppe gli interventi dei generatori a biomassa
Di potenza nominale fra cinquecento e mille calze kW è prevista l'iscrizione ai registri
Qui ci sono delle le condizioni per i registri ma andiamo avanti è un dettaglio
C'è il discorso della cumulabilità e venga viene viene detto che mie per gli edifici pubblici e privati gli incentivi sono cumulabili con incentivi in conto capitale e poi vi dirò
In maniera molto più dettagliata cosa significa in questa fattispecie
Ho
Sono state previste due circa novecento milioni di euro complessivamente duecento milioni di euro sono riservati alle categorie A uno e due
Sette alla catena di categoria scusate per la pubblica amministrazione settecento milioni di euro per la categoria due fino a cento milioni di euro sono quelli che possono essere prenotati sette milioni di euro per la procedura di accesso alle relativo registro qui diciamo i registri hanno un'importanza molto più bassa e per quanto riguarda le energie rinnovabili settore terminano
Un aspetto veramente diciamo di nicchia
Gli interventi di incremento di efficienza energetica qui parliamo come si calcola questo incentivo come è stato fatto un
In pratica è concepibile l'incentivo per la categoria uno consiste del quaranta per cento
Delle estese massime ammissibili e questa è una differenza rispetto al cinquantacinque per cento perché qua che è stato definito un valore massimo della stesa che può essere ottenuto e poi alla fine
Realizzata i farò qualche esempio pratico per entrare nei numeri più da vicino invece per quanto riguarda gli interventi di piccola dimensione
Di produzione legge termica da fonti rinnovabili sì si fa in base a
La taglia del generatore la producibilità presunta che dipenda dalla zona climatica
I coefficienti di valorizzazione dell'energia prodotta come stabile la tabella dell'allegato ecco efficienti premianti che danno un maggiore incentivo qualora
Gli impianti abbiano delle emissioni ridotte
Le regole applicative
Delle regole applicative sono abbia abbiamo cercato di sviluppare un testo integrato
Questo nella volontà in pratiche questo testo l'operatore possa trovare tutte
Le informazioni necessarie per poi poter compilare la richiesta dell'incentivo
E quindi i capitoli uno due tre quattro sono il testo centrale in cui viene riassunto il decreto vengono fatte delle precisazioni importanti
Per poterlo utilizzare il capitolo due tre quattro sono quelli che spiego che cosa è l'accesso diretto che cosa è la prenotazione che cosa sono i registri
Si dà invece al capitolo cinque che è il capitolo più tecnico dove per tutti io gli otto interventi viene definito i requisiti per l'accesso
Qua come vengono valutate le spese ammissibili come viene effettuato il calcolo dell'incentivo e soprattutto quale la documentazione necessaria alla richiesta dell'incentivo
Il capitolo cinque definisce quali sono i controlli e le verifiche che verranno effettuate
Il capitolo l'ultimo e importante ci sono gli allegati che fanno capire ci sono le definizioni della scheda tecnica dell'intervento il fac-simile la richiesta dell'incentivo
In modelli di dichiarazione di Nietzsche conclusioni intervento la scheda contratto
Andiamo avanti
E qui ci sono voglio dire abbiamo riportata una serie di importanti definizioni io vedrò soltanto alcuno perché sono voglio dire
Entriamo molto nel dettaglio
Però è la prima definizioni che sarà la che è molto importante è quella di date di conclusione dell'intervento perché da questa poi
Che l'operatore entro sessanta giorni quando ha realizzato l'impianto deve inoltrarci deve inoltrarci è la domanda di richiesta di incentivo
L'asseverazione la potenza dell'impianto che cosa sono questi interventi piccoli menzione
La sostituzione di impianti limitazioni invernale l'obbligo di integrazione e l'ESA corpi molto intervento e cumulabilità degli interventi su alcune di queste
Possiamo entrare un po'più nel dettaglio
Dalle conclusioni intervento la e la data in cui
Viene concluso l'intervento che in molti casi è molto semplice e può concludersi in due giorni in altri invece presente o se è un molti intervento corrisponderà a le alla alla conclusione dell'ultimo intervento effettuato
La separazione la fa la tecnica di vietato in realtà e colui il quale dichiarerà che
è stato
Terminato l'intervento a quella data
Qui ci sono delle dei dettagli che riguardo che cosa si intenda per porta potenza termica nominale dell'impianto
Qui si dice vengono definite nel dettaglio con alcune precisazioni gli interventi di piccole dimensioni
La sostituzione di impianti limitazioni invernali torno su questo concetto perché qui è importante capire
Ed è la cosa più delicata anche per la correttezza e tutto questo sistema incentivante che uno deve richiedente a dire già un
Un un impianto se per esempio a un caminetto all'uopo sostituire con una stufetta a pellet però lo deve avvenire perché altrimenti non è permessa la realizzazione ex nove
Andiamo avanti
Obbligo di integrazione fonti rinnovabili l'arrivo previsto
Si tratta qui
Del fatto che ci sono già degli obblighi quindi delle energie rinnovabili termiche dovranno essere quelli che eccedono questa quantità già prevista per
Legge
Lescaut queste invece voglio soffermarmi un po'di più all'interno della logica di questo decreto
Le esco sono state divise in tre grandi categorie la prima
Sono i soggetti che sono in possesso della certificazione della UNI undici tre cinque due e attendere saranno queste Lescaut vero e proprio
La seconda quella Bini diritti sono i soggetti che riportano nel proprio statuto societario
La fornitura di servizi energetici che sono anche queste presente nella nelle società di servizi energetici
Che accedono a meccanismi certificati bianchi che come sapete da quest'anno in poi da ad aprile introiti da dal tre marzo in lo scorso
Abbiamo preso in consegna onori connettività Laterza diciamo quelle più vasta sono tutti i soggetti previsto dal decreto legislativo centoquindici quindici ora anche dei semplici installatori
Su questo avverrà vorrà va sul nostro sito all'origine esplicite Remo un una vera e propria una proprio vetrina per poterla capire chi sono questi soggetti
Muti intervento dicevo prima e previsto il fatto che uno possa chiedere più di un intervento contemporaneamente
Le condizioni come abita sono importanti e qui volevo evidenziarle qualche già buona pratica che si è sviluppata
Atte ad esempio per le pubbliche amministrazioni è possibile
Sommare l'incentivo di carattere regionale a quello di carattere statale di questo quindi la Regione Piemonte
Ha già previsto che per gli stessi tipi di intervento quindi per le stesse categorie
E ci poterci può ha fatto un bando regionale su cui dare incentivi fino a un massimo dell'ottanta per cento in realtà la possibilità di cumulare fino al cento per cento coloro i quali sia avverrà verranno chiederanno di incentivo per quanto riguarda il conto termico potranno dirlo fino al sessanta per cento e così in pratica
Alle pubbliche amministrazioni tramite Lescaut o anche direttamente potrebbero vuole dire potenzialmente avere l'incentivo su tutto il capitale voglio dire che serve per istallare gli impianti
Molte altre Regioni so che stanno ragionando su questa strada
Fra l'altro voglio dire la c'è in atto la Consip con le regioni stanno intendo punto un contratto di servizio energia all'interno del quale
Verranno evidenziati in un apposito allegato gli interventi che sono incentivando conto termico in maniera e che sia molto facilmente comprensibile
Quali sono le stelle somme estese per realizzare quegli interventi che poi sono quelle che devono essere dichiarati AGEA se per ricevere l'incentivo anche questa secondo me
E una piccola PRAC
Però molto funzionale che potrebbe aiutare diciamo a poter far partire questo nuovo sistema incentivante
Adesso andiamo può nella parte diciamo pochini che dà le indicazioni più operative e noi abbiamo sviluppato e vi dico che il tre giugno si aprirà diciamo quello che abbiamo definito il portale alterni dico
Che sarà il portale dedicato a questo nuovo sistema in c'è intimante ma qual è lo schema logico che è abbastanza classico
Il PPI primo passo il caricamento dei dati del sistema edifici e impianti e qui è un concetto base
Alle non so né all'interno del nostro sistema abbiamo un voluto era anche necessario per la normativa
Catalogare anche l'edificio in cui viene realizzato l'intervento questo è importantissimo ovviamente quando si faranno interventi molto semplice le informazioni saranno
Molto ridotte però era importante venire collegati agli interventi agli edifici non potevano esistere secondo noi
Degli interventi in sé abbiamo assolutamente bisogno di capire dove vengono fatti questi interventi anche perché poi
Nel futuro ci sarà la possibilità di fare altre cose quindi il sistema è il sistema edifici impianto più l'intervento inesistenti più gli interventi che vengono
INCE perché vengono incentivate
La secondo passo fondamentale il rinvio della scheda domanda De Poli dirò che cosa è questa scheda domanda quindi l'anagrafica edificio esterni impianto le schede tecniche gli interventi richieste concessione degli incentivi
E qui è importante la scelta che abbiamo fatto in molte innovativa rispetto a quello che noi abbiamo fatto normalmente per tutti gli altri sistemi incentivanti nella normalità dei casi per quanto riguarda diciamo le rinnovabili elettriche noi chiedevamo riusciamo tutta la documentazione assoluto nel passato mentre voglio dire in questo caso voglio dire si è deciso e volevamo voli con il Ministero
Facilitare molto quindi si chiede che solo alcuni pochissimi due o tre documenti importanti vengono collegati che sono quei necessari mentre gli altri
Dovranno essere conservati
Con le nostre verifiche noi potremo e questo ci tengo a sottolinearlo potremo chiedere però quello che abbiamo definito che il fascicolo
Documentale e quindi noi in qualsiasi momento potremo fare una lettera di dire al soggetto responsabile che
A ricevuto l'incentivo per cortesia facci vedere tutta la documentazione che deve dimostrare che quell'intervento rispetta le regole del gioco
Quindi a si passa all'elevazione dell'incentivo lettere di avvio dell'incentivi accettazioni informatiche questa anche un'altra novità importante poiché erogazione degli incentivi
La scheda domanda e una è formato l'anagrafica del sistema edificio impianto e contiene e importante
La richiesta di concessione degli incentivi e qui diciamo cioè un'altra novità la scheda contratta e
La scheda che il soggetto che tutti atto responsabile deve
Accettare solo informaticamente per poter attivare diciamo l'incentivazione
E qui c'è
Vado avanti questo è un dettaglio
Qui si ripete un po'il discorso che facevo prima quello che ci tengo a far vedere che il soggetto responsabile in una prima fase deve caricare tutti quanti i dati in una seconda fase
Deve mandare la richiesta di concessione degli incentivi e questa è l'unica volta che richiesta la firma del soggetto responsabile
Con voglio dire e deve allegare anche il suo documento di identità una volta fatto questo
Se tutto è andato bene
In realtà noi mandiamo una lettera di addio all'incentivo che porta voli diretti con la prima firma il soggetto responsabile accetta diciamo le precondizioni contrattuali
Invece nella terza fase il soggetto responsabile soltanto informaticamente potrà accettare il contratto definitivo e quando l'avrà accertato automaticamente avrà diritto diciamo
A ricevere l'incentivo che verrà dato in due o in cinque diciamo rate annuali
Questa e una innovazione che abbiamo fatto vi dicevo che questa è la prima volta che in realtà
Negli altri casi per quanto riguarda il fotovoltaico e le altre in una dialettica e qui c'era un'altra fase della cosiddetta a firma della convenzione in questo caso
Era già previsto diciamo dal decreto ai prevista che l'accettazione del contratto da parte del soggetto responsabile avvenga informaticamente
Direi che questa diciamo e una novità importante anche tenuto conto che non si tratta di
Interventi ed ecco un'altra differenza rispetto alle rinnovabili elettriche qui si tratta di
Valori effettivamente molto più contenuti
Non si parla si parla diciamo di qualche migliaio di euro per quanto riguarda i piccoli interventi o al massimo fino a duecento duecentocinquanta mila euro quando si tratta però di intervenire sull'involucro edilizio
Degli edifici
Andiamo avanti
Lì c'è una procedura a prenotazione che è molto simile mai semplificata rispetto quello dell'accesso diretto e poi ci si riporta di fatto alla richiesta dell'incentivo diretto
Qui però è previsto per chi prenota che entro voglio dire un mese e scusate entro sessanta giorni deve denunciare che sono iniziati i lavori e dopo un anno che sono finiti altrimenti decade dal diritto una dotazione
Anche però se dovesse succedere questo evento non è che il soggetto responsabile in questo caso la pubblica amministrazione
Decade dal diritto dell'incentivo perché potrebbe anche sempre e comunque chiederlo
Quello della richiesta e diretto sempre che ci sia spazio ma in realtà
Le cifre stanziate per questo tipo di incentivazione a nostro parere sono abbastanza elevate
E prima che il sistema diciamo possa raggiungere fra l'altro è previsto che nell'arco di due anni diciamo vinte credo debba essere
Aggiornato
Questo è lo schema previsto per quanto riguarda la valutazione c'è una parte se tutto va bene l'esito positivo oppure possiamo richiedere un'integrazione oppure possiamo rigettare l'istanza se non ci sono le condizioni previste dalla legge
Per ogni tipologia intervento c'è il capitolo cinque vado velocissimo perché è quello diciamo più tecnico dove vengono definite in fu Simone della tipologia la durata e come viene calcolato l'incentivo e quindi è la traduzione del decreto
Per ogni tipo di intervento ma quello che è importante la documentazione
Dovete che per ogni tipo di intervento cioè la documentazione di di allegare che è fatta da due tre documenti e qua da conservare che invece è molto più nutrita in realtà non si tratta di documentazione che viene elaborata appositamente per questo decreto ma si date la documentazione che quell'intervento deve avere per legge ma
Che il soggetto responsabile tenuto a conservare
Andiamo avanti
Porta al termine diciamo qualche parola su questo sistema su cui stiamo lavorando veramente tanto in questi giorni è un sistema
Molto avanzato che si basa sull'esperienza che noi abbiamo fatto voglio dire sul fotovoltaico vi ricordo che oggi sono stati incentivati con quel sistema circa cinquecentomila impianti e quindi abbiamo cercato di riversare in questo sistema l'esperienza che abbiamo fatto soprattutto gli ultimi due anni è stata veramente tumultuosa per quanto riguarda l'incentivazione degli impianti fotovoltaici
Tutto il sistema voglio dire sarà completamente dematerializzato non saranno ammesse nessun altro sistema alcunché la richiesta con questo sistema porta al termine
La logica del del processo e
E simile
Per prima cosa è il soggetto responsabile si deve registrare sul perché il nostro il nostro sito avrà Sempre solo un accesso unico per registrarsi per poter poi richiedere incentivi se uno è già registrato per il fotovoltaico
Potrà comunque usare le stesse credenziali però poi dovrà venire pure le credenziali per scegliere il settore diciamo del termine
Una volta avuta l'eventuale entra dentro voglio dire deve inviare le richiesta che
Fatta acquisizione dati tecnici e commerciali
La documentazione si fa l'istruttoria la contrattualizzazione nell'erogazione dell'incentivo questa è
Faccio delle solo uno faremo in poi ci saranno dei momenti in cui faremo vedere
Fra l'altro fra due settimane troppo più due settimane il sistema entrerà in funzione avremo modo ovviamente avete modo di vedere la sua funzionalità crediamo che ovviamente superata la prima l'atteso di primo distacco il sistema sarà in grado di seguire l'evoluzione anche normative pensato una massima flessibilità
Ecco per quanto riguarda l'invio della richiesta cosa bisognerà fare bisognerà stampare direttamente alla richiesta di concessione degli incentivi che verrà
Predisposto dal sistema per dovrà essere firmata verrà Schenardi scannerizzata verrà approdata sul sistema tenderà inviata al GSE da quel momento in poi questa e la data quindi
Quando si dice
Da sessanta giorni i sessanta giorni e quando il soggetto responsabile avrà il ticket che ci ha inviato la richiesta e quindi deve farlo sessanta giorni di avere quel ticket perché ci ha inviato la richiesta
Per gli interventi che sono stati fatti praticamente dal trenta al tre gennaio fino all'apertura che poi il tre giugno ovviamente comunque avranno i sessanta giorni a partire dal tre giugno per poterci richiedere incentivi
Andiamo e concludo per dare dei numeri semplici cosa significa dal punto di vista del quid del dell'Economic se di questa sistema incentivante
Per esempio se sostituiranno degli infissi a Torino per cento metri quadrati
E consentire il mio intervento e quaranta mila euro significa un costo specifico di quattrocento euro al metro quadrato oppure se fanno una cosa più di lusso ci mettono voglio dire
Delle Daily degli apparecchi molto sofisticati per farli aprire automaticamente
Costco può costare fino a settanta mila euro settecento euro al metro quadrato però voglio dire ed è questa la novità qui non è come cinquantacinque per cento che uno può spendere quello che sa Piepoli e dire non c'è voglio dire Hamas
A parte il top della spesa qui c'è si può dire se tu quei cambiarti due infissi a Torino non avrei di più che quattrocentocinquanta
Euro al metro quadrato quindi l'incentivo per il caso uno sarà di tre mila duecento euro in cinque anni
E oppure di tre mila e seicento al caso due quindi in realtà non conviene spendere di più diciamo della cifra definita come massimale ottimale massimale per quel tipo di intervento
Per quanto riguarda quello che potrebbe diventare un intervento molto popolare per esempio per una famiglia collettori solari piani nitrati e superfici lorde collettore quattro metri quadrati in questo in questo caso due rate annuali
Da seicentottanta Euro all'incirca fra il trenta al cinquanta per cento del costo dell'impianto dipende dal tipo di impianto deve dai lavori accessori
Questa per quanto riguarda una piccola stufa a legna sostituita con una stufa a pellet per esempio a qui l'incentivo dipenda anche dalla zona climatica e vedete che ci sono due rate annuali a Torino
Due rate da cinquecentoventiquattro euro e quindi vi dicevo che molte incentivi diciamo sono molto ciò sono cifre molto ridotte e questo però danno una possibilità concreta di potere intervenire anche alle famiglie
L'ultimo
Abbiamo la sostituzione di caldaie a gas naturale con una pompa di calore geotermica in questo caso l'incentivo è un pochino più basso questi sono
Oggettivamente degli impianti più costosi
Se non si è con un po'più quattro e cinque la potenza termica venticinque kw due rate annuali che vanno dal due mila trecentottanta euro fino al mille cinquecentoquaranta euro questo erano alcuni esempi per parlare un po'toccare con mano quanto valgono questi incentivi
E io avrei finito
Grazie mille
A Costantino lato del GSE estremamente chiaro evidente come accedere nei dettagli come accedere ai I fondi e ai finanziamenti del del GSE
Allora adesso io devo chiedere una una grossa cortesia a ai due Cirillo devo chiedere a Mario Cirillo di cedere il passo a Marco Flavio perché Marco fra via un impegno politico istituzionale
A a a Milano e quindi deve scappare allora volevo aprire
Do la sua sì sì
Questa
Se la situazione aperta opporre una sua logica
Perché
Come accennavo prima Marco Faini Cirillo è sì da poco Sottosegretario all'ambiente l'unico Sottosegretario all'ambiente nell'ottica del risparmio del Governo netta
L'avvocato
Ma e soprattutto e ancora sindaco di un piccolo ma importante comune dell'hinterland di Milano
Basilio dove ha maturato un'esperienza concreta in particolare sulla sull'efficienza energetica quindi come dire
Per fortuna non capita spesso abbiamo una rappresentante politico nazionale che sa bene di che cosa di che cosa parla prego Marco fra le civiltà grazie grazie Stefano Apuzzo
Grazie Presidente Amici della Terra soprattutto per me è un piacere la prima uscita diciamo così pubblica che faccio con questo cappello da sottosegretario ma come giustamente ha appena ricordato
L'amico Stefano perché ci conosciamo da un po'di tempo da tempi non sospetti nel mio comune perché ancora sono sindaco fino al ventisette maggio perché poi ci sono le elezioni
Ho portato avanti dal due mila e tre a oggi nei dieci anni queste politiche indipendentemente da qualsiasi spinta incentivante o quell'altro ma come amministratore pubblico così sensibile soprattutto
A tematiche ambientali che non sono di una parte o dall'altra politica ma sono di tutti noi se vogliamo vivere come si usa dire ma non lo so che in un ambiente migliore e soprattutto usare tecnologie nuove tecnologie per vivere tutti meglio dentro le nostre abitazioni e forte nostra abitazione
Pertanto maturato un'esperienza sul campo che oggi ritengo molto utile anche in questa
Con questo ruolo di governo dove qualcosina ho imparato e soprattutto imparata non chiedere spesso agli altri ma fare come dire improprio portare avanti una visione della città come potrà essere ce l'ha portato la visione
Per l'ambiente all'interno diciamo del questore di questo esecutivo
Questo ci spetta come dovere se vogliamo fare una politica che ricada poi positivamente sulle famiglie sulle imprese sui cittadini
Io quindi il PRAC parlava adesso brevemente
Alla scheda pervadono scheda beh inquadrare un po'la tematica che impazza già sviluppata tutti gli atti relatore perché abbiamo
Le stesse cose e le le riprenderò io ma
Molto velocemente PAI voglio far vedere
Questo consentirà un piccolo un piccolo come dire sfizio mi voglio togliere come abbiamo fatto per fare due interventi grosso di riqualificazione asiatica anzi una costruzione ex novo dubbio
Ecco sostenibile completamente ecosostenibile seguendo i principi della bioarchitettura
Usando questa idea fonti rinnovabili termiche e un efficientamento energetico invece su una struttura vecchia di trent'anni in cemento armato sempre usando questo caso le fonti termiche rinnovabili
Ma come
Diciamo Governo cui appena preso l'incarico
Io penso che l'azione deve ripartire tenendo conto del lavoro svolto dagli ultimi mesi
Sono stati varati due importanti documenti programmatici nel settore energetico ambientale come la strategia energetica nazionale che era stata presentata congiuntamente da ministri Clini e passerà che ragiona sull'evoluzione dell'intero contesto energetico nazionale nel medio e lungo periodo
E il piano delle riduzione delle emissioni approvate dal CIPE dal CIPE nello scorso mese di marzo che contribuisce a litigare un sette completo di misura da mette in campo per la
Decarbonizzazione dell'economia italiana
Entrambi questi documenti forniscono una solida base informativa le linee guida strategiche saranno certamente utile nella definizione delle scelte di questo esecutivo
In questo contesto dal mio punto di vista contenersi tutto il fatto che nei due documenti vengono fissati al due mila venti obiettivi verdi che superano quelli concordati nell'ambito del pacchetto clima energia che tutti voi conoscete con il nome venti venti e venti
Meno emissione più rinnovabile più efficienza rispetto e target europea lo scarto non è poco
Siamo dunque di fronte obiettivi ambiziosi ma certamente perseguibili oggi da un punto di vista energetico la strada verde da battere e visibile abbastanza chiaramente resta da vedere invece la Conca d'efficacia degli strumenti che se ne tranne in campo
Cominciamo dalla direzione da prendere è ben noto che negli ultimi anni lo sforzo maggiore delle politiche verde almeno da un punto di vista finanziario si concentra sulla produzione elettrica da rinnovabili
In parte l'abbiamo sentito qui sono dati diciamo divario osservatorio due semplicità della somma di fatti oggi il peso sui consumi finali di elettricità e circa pari al ventisei per cento livello che sta
Che sino a poco tempo fa sperava di raggiungere solo al nel due mila venti
Ragionando con termini finanziari insegue la massiccia espansione del fotovoltaico il valore complessivo dei vari sistemi di incentivazione messi in piedi per le rinnovabili elettriche hanno aggiunto un costo superiore a dieci miliardi di euro l'anno
A regime arrivarono a dodici miliardi e quella cinque miliardi l'anno
Decisamente meno esplosivi è stato invece la crescita delle due leve verde necessarie la centralità dette quello dell'efficienza energetica e quella sul
Rinnovabili termiche su entrambi questi fronti ci attendiamo nei prossimi anni un sensibile progresso anche in questo caso qualche cifra riportata nella strategia energetica nazionale rende
Bene l'idea del potenziale da sfruttare
Da qui al due mila venti possiamo arrivare a Ginevra risparmi per circa venti milioni di tetto
Circa quattro volte quello che abbiamo fatto fino al due mila dieci relativamente a produzione termica da rinnovabili c'è spazio per la dote avrà rispetto dato del due mila dieci
Ora per dispiegare appieno il potenziale verde spingendo sulle rinnovabili termiche così come sull'efficienza il sette di strumenti normativi e messa in
Ho dovrà giocoforza rivelarsi particolarmente efficace efficiente
In particolare l'efficacia del sette di strumenti consisterà nel reale capacità di coprire al meglio tutti i settori dagli interventi effettuati dalle famiglie a quelli nell'industria quelli portati avanti dalle pubbliche amministrazioni
Quest'ultimi due comparti rappresenta una sfida nella sfida che sarà essenziale per centrare gli obiettivi e questo lo dico da Sindaco l'efficienza del sette di strumenti sarà invece nelle modalità di gestione a fronte di margini manovre ristretti che oggi
Offre finanziamento pubblico come ben noto lo spazio oggettivamente poco sa che si ragione sulla fiscalità generale cioè sul bilancio pubblico sa che si ragiona in termini di oneri da scaricare sulle bollette
Come voi sapete oggi gli incentivi delle rinnovabili sono finanziati attraverso la componente a tre della bolletta
Relativamente alla gestione di questi vincoli tuttavia aiuta il fatto che a parità di risultato ambientali interventi al comparto termico nell'efficienza costano fra virgolette certamente meno di quell'effetto asilo rinnovabili elettriche
Ciò premesso nei mesi scorsi sono state mosse leve e strumenti importanti per andare nelle direzione auspicata
Il mese avvenire queste stesse leva dovranno essere ben oliata e regolate per farle funzionare meglio faccio brevemente il punto sulla situazione guardando avanti
Innanzitutto si è proceduto alla conferma del sistema di titoli di efficienza energetica i cosiddetti certificati bianchi un passo essenziale per puntare alla rafforzare la partecipazione del comparto industriale
Per il raggiungimento degli obiettivi della strategia energetica
Senza entrare nel merito milite varietà mi limito a ribadire che certificati bianchi che saranno nei prossimi mesi ancora al centro l'azione di governo la normativa attualmente vigente prevede infatti la messa a punto entro la fine del due mila tredici delle nuove linee guida
Dovranno accorciare i tempi e snellire le procedure del meccanismo l'ENEA sta già lavorando a questo punto
Restano ancora e lo stanno ancora una dimensione macro c'è da portare avanti l'attivazione di un fondo di garanzia per lo sviluppo del teleriscaldamento
Su questo punto che sarà approfondito in una successiva sessione del convegno input ricordo così almeno non credo ci sia bisogno di sottolineare l'importanza di questa fase congiunturale i sostenere anche indirettamente l'attivazione di investimenti in dotazioni infrastrutturali
Terzo passaggio ma non per importanza sarà la verifica della piena funzionalità ed efficacia del conto termico attivato lo scorso dicembre
Questo strumento sosterrà la diffusione come già abbiamo detto capillare di apparecchiature produzione energia termica da fonti rinnovabili e gli interventi di efficienza energetica né edifici pubblici
Su questo terzo tema prima evidenza alcuni aspetti che ritengo estremamente positive Polesine alcuni possibili passaggi critici in prospettiva intanto
Con estrema franchezza ritengo positivo che il conto termico garantisca la copertura significativa degli investimenti con un tempo di recupero del beneficio ragionevole
Personalmente credo che la stragrande maggioranza dei soggetti interessati preferisco recupero del quaranta per cento della spesa in un periodo due barra cinque anni piuttosto che un recupero di poco maggiore un arco temporale più lungo
Con altrettanta chiarezza dopo aver rafforzate certificati bianchi parato un conto apposta per le rinnovabili termiche e l'efficienza nel pubblico
Mi domando da un punto di vista strategico che senso avrebbe non dare continuità alle detrazioni fiscali degli interventi di riqualificazione degli edifici privati che scadono il prossimo trenta giugno cosiddetto cinquantacinque per cento
Significherebbe alterare un mix di strumenti crea una sua competenza un suo equilibrio nel raggiungerà armonicamente gli obiettivi di rinnovabili ed efficienza
Il credito di imposta del cinquantacinque per cento fatto qualche correttivo tecnico va dunque reso strutturale non rinnovato
Faticosamente di anno in anno anzi deve essere perfettamente integrato nel conto teme che evitando ogni sovrapposizione tra incentivi
Quindi il credito d'imposta è applicabile anche al solare termico che ora coperto l'acconto termico quest'ultimo impegno a mio avviso sarà uno dei primi test della capacità di incidere di questo Governo
Ulteriore considerazione interessa l'ammontare delle risorse attualmente stanziate che vanno inteso come primo step
Una volta verificata l'efficace lo strumento rifinanziamento del conto infatti considerato strategico in questo senso si esprime anche il piano per la decarbonizzazione dell'economia italiana predisposto dal Ministero dall'ambiente citato in apertura
Adesso è relativamente limitate sono in particolare i fondi destinati all'amministrazione pubblica che ammontano a duecento milioni di spesa massima anno a fronte di un totale di novecento
Qualcuno dirà ma tanto non sanno usare o non riescono sale ed è qui infatti che
Temo che si possa interpretare meccanico inceppare il meccanismo del conto termico
Nei prossimi mesi sarà dunque prioritario valutare attentamente la reale capacità del conto da meglio di attivare all'interventi anche sul fronte del comparto pubblico insomma la paura è che le realtà locali si trovano ancora una volta imbrigliati stretta fra vincoli finanziari
Conosco bene il patto di stabilità le farraginosità amministrative che alla fine impediscono di attivare il circolo virtuoso di una politica di investimenti pubblici per
Nella sostanza quello canta contro la deroga effettivo che lasciano a svolgerle esco
Compagnia di servizi energetici nell'accompagnare e favorire l'accesso agli incentivi da parte di soggetti pubblici
Che oggi sono abbastanza complessa che ho provato a farne una ma si dovremo anche in difficoltà sulla contrattualistica per esempio per l'amministrazione locale molto importante questo aspetto infatti credo che
Anzi ricordo però che le che la Consip oggi ma l'ENEA stava studiando un modello per superare proprio gli aspetti contrattualistiche per le pubblica amministrazione quanto mai importante per accedere a finanziamenti ma anche soggetti attuatori delle degli interventi verde
E quindi possano dire la funzione preda consapevolezze
Quindi soprattutto il punto che prevede la possibilità per le pubbliche amministrazioni trattare parte dei fondi degli incentivi ma di fare l'intervento
Se necessario provvederemo questo ad apportare correttivi a cambiare le determinate procedure questo lo dico da sottosegretario questa è la prima parte
Che qualche maniera raccoglie perché abbiamo tutto a tutti voi avete sentito anch'io ho appreso con dovizia di particolari quanto c'è già in atto sia teneramente di organizzarla queste cose io parlo non solo delle imprese private che sul solare
Termico possono hanno una bella tecnologia Merini dalle la chiamo io e si può spingere la belle cono mia locale che non fa male non mente sul fotovoltaico abbiamo dei competitori importanti
Anche all'estro qui giochiamo in casa e credo che fare produzione installazione e risparmio per i cittadini possano avere
Ci possiamo giocare una bella piccola fetta di ripresa della nostra economia questo sempre creduto
Ma credo anche nell'esempio dalla pubblica amministrazione vede noi
Ciò trattano da Sindaco adesso ne abbiamo come dire il dovere di proporre dei modelli sfidare anche lo status quo non possiamo fermarci e proclami abbiamo bisogno di informazioni corrette abbiamo bisogno di
Facilitazione delle procedure Macchi far vedere che è possibile far qualcosa di diverso ma non perché vogliamo avere la medaglia ma perché vogliamo dare un contributo
All'ambiente sotto il profilo del risparmio energetico dei minori ci o due e ha chiuso delle leggi alternative io ho aderito alla Conferenza di Aalborg nel
Due mila dieci sulle città sostenibile aderì doppiamente in particolare ho sposato il Patto dei Sindaci che oggi comunque mi pare superato negli obiettivi ambiziosi che non abbiamo
Diciamo ne abbiamo perché faccio parte del Governo appunto già determinati a suo tempo vi faccio vedere questa cosa perché credo sia interessante per tutti
Con un po'di supponenza l'ho detto però siccome quando ne parlo dice ma non lo sapevamo allora due esempi pratici uno un centro di integrazione intergenerazionale che ho fatto io nel mio Comune praticamente un edificio
Ecco sostenibile la struttura a basso impatto ambientale progettazione bioclimatiche utilizzo di madre naturale impiantistica integrata
Il luogo di incontro di interessi cultore differente nel senso che in questa casa delle arti si praticano la musica la danza e tutte le diciamo le discipline del benessere ma c'è anche un centro diurno di aggregazione per anziani
Ed è
Come dire una edificio
Bassissimo impatto ambientale tratto premiato anche a suo tempo dammi l'anno scorso amministra dall'ambiente dall'ANCI come unico e primo edificio ecco sostenibile non residenziale d'Italia
C'è tutto uno studio che voi sapete sulla sulla bioedilizia molto importante che poi dare moltissimo nell'efficientamento energetico che non va soltanto nella scelta dei materiali che devono essere bioetica ma soprattutto nell'orientamento né sfruttare quello che è la natura ci ha dato in qualche maniera
Come progettarlo la dimensione dei locali eccetera eccetera sono credo che sia valga la pena anche
Io credo questo tipo di
Architettura anche perché un po'i miei studi è vero che sono laureato in sociologia ma una parte dell'Università l'ho fatta architettura quindi ma è rimasta questa visione
Di qualcosa che ci condiziona anche la percezione della realtà che ci può far star bene può anche far star male questo è molto importante soprattutto la nostra abitazione
E diviso in zone funzionali questo Progetto quindi come dicevo prima per le arti musica danza benessere
E anziani è veramente tratto la forma e partecipata nel senso la progettazione abbiamo fatta partecipata coinvolgendo i soggetti che poi
Andavano usarlo oggi
Tanto per dire oggi è frequentato da circa cinquecento famiglie a me non è poco
è nel mio comune questa è la difesa quindi interamente e come direbbe un ematico ma anche deve dire questa è la forma molto particolare tutto dall'esterno che mette tutto legno
Ma la tecnologia costruttiva e interessantissima
L'approccio biologico importante quindi possiamo dire che materiale sono preso stanze tossiche non emettono dopo le polveri prodotti a basso con basso o nullo impatto ambientale ecologici naturali Hassan queste certificata qui non c'è proprio terrore
La struttura portante dell'edificio e in legno completamente ma con una tecnologia costruttiva molto veloce voi immaginate che la prima pietra lo posata
A novembre del due mila e sette l'inaugurazione avuta aprile del due mila otto quattro mesi velocissima devo dire che
L'impresa selezionata veniva al Trentino Alto Adige adesso non vorrei dire
Ma dettagli
Guardate come come viene su sembra scatolare nata son tutti mattoni mattoni legno completamente alligna senza vernici senza impregnanti tossici essa collanti tossici nulla dentro rivestiti di argilla
Spesso impedirci la paglia tutte le pareti poi vedremo sono fatte in maniera particolare quindi questi sono i materiali naturali
Questo è una parte interno al Salone centrale con
Con la fontana alcun ambienti l'illuminazione è stata chiesta studiata all'ente a bassissimo impatto ambientale
L'impianto di riscaldamento e raffrescamento e Consiglio ad elementi radianti in pannelli di ANCI la parete con un circuito termico integrato collegato di impianto geotermico la pompa di calore che accompagnato agli scambiatori alimento sistema fotovoltaico
Rendere inficiato l'appunto essere al centro la produzione dell'acqua calda
Sanitaria che essa collegato all'impianto geotermico il conforto del primo interno dipendono in primo luogo dal tipo di trasmissione del calo registrato principi fondamentali la trasmissione del calore teleriscaldamento derogare interni confessioni arrangiamento questo ha un doppio ciclo quindi
è stata mento raffrescamento il presepe riscaldamento apparente quindi radiante molto interessante non certo perché la temperatura che viaggia
Nel circuito è bassissima no trentacinque gradi più o meno ma leggermente costante e continuo quindi la tentazione di benessere
Avvolge tutto il corpo
Lei dall'alto al basso non soltanto dal basso no pensateci un attimo solo camminiamo sul pavimento radiante eterogenee parte dei tredici fa salire invece questo ci prende completamente allo stesso momento è un sono dettagli ma fanno la differenza
Come leggete il programma di mandato a quaranta gradi subito ambientare argilla come legno regolatore milita ancor tantissima e funziona molto bene
La qualità dell'aria all'interno è veramente salutare invito chiunque andarla a vedere da un luogo pubblico quelli o tentare tutti rendete conto delle differenze
Come vengono i pannelli radianti montati io l'ho seguito passo dopo passo questa la conosco perfettamente un po'come a mia piccola creatura
Ma l'ho voluta perché lì c'era una zona ma la dico così in dettaglio che fa magari poco fa perché a lei questa per posizione abbiamo fatto uno studio però abbiamo studiato popolare ha fatto la nostra città attraverso un documento di programmazione urbanistica
C'era un'area che era una sorta di discarica di inerti abbandonata e dallo studio salta fuori che quello poteva essere un crocevia uno snodo importante per una funzione pubblica come questa
Che ha funzionato cinquecento iscritti spogliatoi medesime funzioni geotermico credo che tutti lo sapete come funziona quindi pompe di calore energia geotermica
Poi vi dirò come è stata finanziata
L'utile spiegare che
A una platea come voi preparati esima quali sono i vantaggi
I pozzi che abbiamo creato sono tutti sonde chiuse ed il fotovoltaico sul tetto
Due premi che abbiamo vinto green energie dal Besta di Milano Dipartimento e progettazione la sostenibilità del Politecnico una mostra che ha fatto sempre nato a uno dei migliori progetti e poi ovviamente
Mi sembra abbiate Ancitel come edificio diciamo unico come ho detto prima questo è il primo esempio questa difficile
Adesso vediamo cosa si sono inventati gli amministratori pubblici
Io faccio parte la generazione che non chiede fa perché se chiedo
Passano passiamo giornate con i tecnici che spesso non ce la fanno a compilare moduli a scrivesse a portali a non avere password di accesso a rimandare indietro come dire la scheda non va bene passano mese in mese lavoro non va avanti
All'interno di una
Come di una conversione di un'area di artigianale che non c'entrava niente con nostro Paese
L'abbiamo riconvertire residenziale e commerciale abbiamo chiesto
Al
L'immobiliarista fine falliti faceva gli interventi
Invece di darci due milioni di euro di oneri e farli entrare nelle casse che poi li perdiamo tutti perché si perdono i rivoli dell'amministrazione pubblica i credenti ma si perdonano perché uno fa malversazione perché vanno a fine a coprire la cosa più disparate
Io torno a tutti i file sei dico sei milioni di investimenti pubblici questa vale due milioni e mezzo da sola
Il resto è la ristrutturazione che ho fatto del Comune un unico spazio di contatto per i cittadini più la riqualificazione delle scuole mano dal punto di vista energetico perché costavano troppo
Più rotonde viabilità questa dall'alchimia ai cittadini di Basiglio accostata zero e costa zero perché appunto essere aggirati
Non consuma questa la cosa poi curiosa e come manutenzione è bassissima molto molto bassi
Intervento ex novo intervento sul vecchio refezione scolastica faceva mille PAC mille cento passi faceva pervaso di mezzo gli iscritti
Mille cento passi al giorno l'edificio ecco situato
Come vedete all'intero di tutta una grande struttura che va dalle materne alle medie uso questi termini non sono più corretto e giusto scuole primarie primo grado sperando che va bene nove siamo antichi diciamo medie elementare e materna
Premesso che il centro cottura all'interno ovviamente costruita trent'anni fa
Con tecnologie
Calcestruzzo pure vetrate enormi quindi per la luce ma dispersioni manca raccontarle una classica centrale che poli menta tutto il plesso scolastico
Vecchia però vogliamo convertita metano quindi è stato già un bel passo avanti non a caso
Sostenibilità totale politico perché è totale allora anche qui impianto geotermico a pompa di calore
Che fa in questo caso
Pannelli radianti a pavimento perché appare che non abbiamo potuto fare in quanto le pareti della totalità erano vetrate quindi torniamo per la questione del rapporto
Superficie e luce non potevamo lo tamponarla con la muratura qui abbiamo scelto una soluzione tradizionale ma molto efficaci
Pane erogata parimente uno vi ho detto si sta molto veloce costruttivo
Centrale impianto centralizzate professionale l'acqua calda e più una clima detrazione anche nei mesi estivi anche qui c'è il classico inversione di Cillo che molto importante
L'impianto fotovoltaico alimenta completamente e diciamo così la parte elettrica della della delle pompe di calore quindi anche qui abbiamo zero politico i numeri ma vi anticipo già
Che con questo risparmiamo circa diciassette mila euro di bolletta l'hanno tratto vendiamo il contributo dal GSE ogni mese anche perché produciamo più di quello che consumiamo abbiamo dimezzato i consumi adesso vi faccio vedere
L'impianto illuminazione a led completamente nuova generazione quindi
Una cosa innovativa a basso costo e molto efficace tanto si regola dipendenza luce stemma quindi molto sofisticata ecco che abbiamo provato tutte le tecnologie
Chi ha fatto questo progetto politico come è stato finanziato non è una persona su un ecco lo so sono testo diverso ognuno specialisti e ne proprie materie lo messi tutti insieme detto fate un progetto unico sperimentale perché voglio dare un esempio che si può intervenire sul vecchio
Perché dobbiamo far capire anche i cittadini che è possibile investendo un qualcosa che ci hanno non soltanto nella manutenzione ordinaria e qualche volta straordinaria ma in quello che di cui stiamo parlando oggi si valorizza
L'abitazione sita valorizza l'impresa non solo dal punto di vista del fatto che i risparmi che è importante quindi meno soldi spende ma anche la qualità e diversa dell'abitare del vivere
Riduzione del dispersione termica il contrasto di Pontida Nicotri mento deriverebbero acustico obiettivi c'eravamo dati anche per questa parte vi faccio vedere il primo dopo che sono se sono serramenti atta
Io termico zero anche qui molto sofisticati costose con tendine di oscuramento all'interno che possono regolare irraggiamento esterno della luce importante anche questo perché
Ha chiesto la tagliola Nicola luce come dire ci metto un po'a riscaldare ma ci mette
Proprio fatto un dove un pergolato di collegamento la questo più in dettaglio tecnico pelle per collegare dei corpi diversi fra di loro
E poi l'abbiamo vi dico le leggo questi dati che sono interessanti allora trenta classi
Tra scuola dell'infanzia primaria settecento bambini oggi prima erano di più quindi entrata siano mille cento al giorno ci sono di mente sono centoquaranta mila passi fatti lì c'è il centro cottura nuovo che anche qui ho ristrutturato
Nel due mila e tre quando io divenni sindaco ereditai questa mensa con una ditta in fallimento che poi è fallita
Che non comprava neanche le derrate alimentari perché non aveva più soldi questa immagine che situazioni drammatiche le racconto perché sono le tele sono il senso capovolto se uno vuole c'ha voglia può da una situazione di svantaggio farla diventare una soluzione di vantaggi di eccellenza
Superficie mensa mila cento metri quadrati progettazione che ha detto prima
Mille duecentotrentanove tasche il proprio conto preciso a euro realizzazione interamente a carico della generazione lì una società che gestisce il servizio di refezione scolastica vediamo un po'le fantasie
Pochi sanno ma anche gli amministratori se leggessero un po'di più ma lo dico non perché voglio peccare superate perché bisogna studiare con oggi lo studio Sottosegretario sfidato tanto da sindaco
E non mi fido tanto di quello che mi raccontano gli esperto i tecnici perché ognuno ha la sua visione del mondo io faccio politica voglio percepire ciò che interessa la gente
Che la cosa più importante decidere in base a questo allora siccome i soldi non c'erano lo devo fare un appalto di servizio importante la legge consente di fare all'intimità all'interno da parte di servizio la ristrutturazione tutto ciò che è strumentale a quel servizio
Quindi strumentale al servizio di refezione scolastica della fornitura di pasti e quant'altro si in mente un ambiente idonee
Ho fatto fare un progetto che non è costato nulla perché l'ho caricato all'interno del capitolato poi della famosa ditta tutto il costo di intervento quindi con un progetto esecutivo è stato determinato e chi ha vinto ha avuto il dovere di realizzare questo mezzo
Il contratto ovviamente lungo i nove anni ammortizzerà questo lavoro la ditta che non abbiano una mensa del quale non solo non consumiamo energia ma che ogni mese ci ci dà quasi
L'ho fatto il conto sono diciassette mila euro all'anno di GSE che ci arrivano a casa non sono dati ma sono un segnale
Vantaggi per l'ambiente neanche raccontarlo guardate cosa si va eliminare
Risparmi economico dell'anno spese gas sette mila euro sedici mila euro risparmiati che detto diciassette mi ricordavo il vecchio dato da centocinquantaquattro mila kilowattora e sono passati
Settanta mila va dalle quanto importante questa cosa
Tutela della salute dall'ampiezza di gente sociale cioè servizio univa zero innovativo totale perché è totale e qui che
Andiamo dentro cosa facciamo cosa abbiamo fatto
De logico DOP IGP e a questo letali chilometro zero Libera Terra tradizione qualità diversificazione questi sono tutte cose che noi facciamo in questa mezza Ciabatti dal servizio prima del due mila tre per arrivare
All'involucro che Conte nel servizio che è molto importante ma questo messaggio a sostenibilità totale
Guardate che cosa facciamo di differenziazione due meno per l'azione non me lo specifico scuola d'infanzia preparazione tipica della tradizione locale ogni mese diete speciali
Quindi lezioni anche c'è momento pedagogico non è che queste cose non possiamo dobbiamo farle un bel messaggio la percentuale che sento i propri figli
Come dire che Mancino luogo sicuro protetto dal punto di vista anche alimentare
Abbiamo un bel servizio di qualità in questo i prodotti sono questo tutti DOP IGP a consolidare ideologica chilometri zero
Anche prodotti adottati dal territorio della Bassa lombarda come per esempio una patata in via di estinzione dell'azione del Cremonese
E poi prodotti che facciamo ogni tanto in meno di Libera Terra che sono prodotti equo solidale che li proveniente da terre confiscate alle mafie 'ndrangheta quant'altro
Che ogni due-tre mesi proponiamo come menù mai bambini perché
Gli spieghiamo poi il significato che dal me dal male si passa al bene che importanza che questo
Secondo me
Abbiamo questo tipologia di controllo che importante tra cui anche non ultimo sole visite ispettive e quant'altro ma non quel circolo di qualità che un CIPE egualitario non è la Commissione messa ma la qualità un'altra cosa abbiamo l'obbligo tutti anch'io come attore
Per riuscire detto del trovare elementi di qualità nuova per del diciamo così per il servizio coinvolgiamo le mamme che assaggiano anche loro il cibo
Sembra subito ma è un coinvolgimento dei genitori e soprattutto non casuale mi piace non mi piace con una scheda molto precisa con un corso che fanno prima su come si può esprime un parere quali-quantitativo sulle alimentazione
Abolizione della prassi quest'altra cosa carina non abbiamo classica bottiglia e quindi come vedete abbiamo
Meno centotrentasette mila euro mila bottiglie di plastica almeno otto mila settecento pasticcio due meno tre virgola cinque tonnellate di petto di petto per la redazione delle bottiglie
Abbiamo letto tutti i premi possibile immaginabile mensa verde qui proprio e stelline dalla qualità del del menù sette Crenna Kelly agricole della sera ci ha premiato con migliore chat migliore esempio
Olandese chiamato
Me migliore se può sostenibile che c'è questo tema insomma sì insieme al Sole ventiquattro e che ci ha dei definito locali di linee d'Italia al pari di qualche ristorante ci fa piacere molto onore molta gioia
Io ho terminato scusate se lo Stato lungo ma ci tenevo Africa che voi pensate come De Pasquale avete modo di toccare con mano che oggi che al Governo qualcosina affatto e forse qualcosina sa
Grazie grazie sottosegretario io lei faccio un augurio tenga in conto
Questa sua esperienza dal Sindaco
Ernia non abbiamo Sezze la mia presenza e la tenga cane anzi è la se la pontini nuovi uffici i perché così
è ci aspettiamo un iniezioni pragmatismo Indini soluzioni anche di trasparenza e di facilità di soluzioni per la pubblica amministrazione io la ringrazio e mi dà una palla che io con la testa mette in rete
Esattamente questo credo debba essere
Lo scopo di questo Governo che può saperlo Governo dove c'è tutto insieme no mio Ministro vogliamo mio varata Ministro della Repubblica non è mio e del PD io sono del PdL figuriamoci un po'che cosa può nasce però penso
Non solo ministro Lippi diretti del tutto il Governo ha fatto così
Però tutti siamo tantissimi sono sindaci tantissime vengono dal territorio
Del rio per esempio Zanonato ma che a qualche altro Sottosegretario c'è qui coperte Commissione importante questo perché la politica che può dare una risposta concreta avendola vissuta sulle spalle con una fatica enorme
Mandare avanti una città senza soldi eh quasi impossibile soprattutto perché voi sapete I Comuni li hanno
D'uso all'esatto diciamo che gli hanno
Siamo soffocati e hanno tolto tutto quindi la sfida è enorme
Io desidero combatta la pieno con tutta l'energia e la competenza che ho acquisito con quella spero di acquisire anche studiando previo studio molto sperando di trovare in
Non siamo neanche tanti colleghi che magari non solo del PdL ma sono del PD ma la penso come tutti sanno a servizio della gente grazie Babenco antiabusivi lei a siccome il coordinamento nelle associazioni rinnovabili termiche Carbonesi segni questa quadrante qua meno quando noi cerchiamo veda di rispondere positivamente grande una minaccia una
Grazie ad essa purtroppo devo scappare grazie Sottosegretario Marco fradici Rillo pratico concreto ed efficace adesso
Cambiamo Cirillo esatto enfasi farete ma sono più non si debba venti l'origine napoletana però è vero o no nonostante i pochi superstiti tradisca l'accento non basi chiese ma Romano
Esatto sono romano trapiantato pianeta finanza impone abbazie rapidamente ecco so che una vuole Napoli aveva anche un ruolo
Come presidente seggio lo dobbiamo dire Brunetta Cirillo decapitato sotto i Borboni perché aveva detto a dichiarare prima alcune componenti rivelarono sarebbe collega napoletano nient'altro quindi ribelle per natura
Per geni grazie mille grazie
Grazie mille
Passiamo immediatamente siamo in ritardo sull'ordine dei lavori è anche colpa mia Mario Cirillo osservatori del GR se le rinnovabili termiche nel mercato della climatizzazione prego
Buongiorno a tutti io vi parlerò illustrerò i principali risultati di un progetto che abbiamo condotto nel
Nel corso del
Due mila dodici sulla climatizzazione nel segmento nel comparto residenziale in particolare sul riscaldamento
Un po'finalizzato ad avviare un'attività di monitoraggio
Sul mercato delle tecnologie per terra per riscaldamento residenziale che vuole servire sia agli operatori
Che appunto giocano su questo mercato sia ai decisori alle organizzazioni che
Sono responsabili per
Per la raccolta dei
Dei dati sul sul segmento sul comparto
Il contesto
Il mix tecnologico quello energetico per il riscaldamento residenziale cambiato e cambia per una serie sotto una serie di spinte innanzitutto l'evoluzione della domanda energetica che è guidata assolta da variabili demografiche anche sociali climatiche chiaramente
E anche economiche quindi la ricchezza
Importante anche il la la penetrazione delle reti in particolare delle reti di distribuzione del gas in grado di metanizzazione del Paese
Quindi i costi delle tecnologie e disponibilità di soluzioni tecnologiche innovative costi dei combustibili quindi andamento del prezzo dei combustibili
Inclusi i prezzi dei combustibili fossili qui focus sulle rinnovabili però chiaramente le rinnovabili si confrontano con
Le fonti dominanti che ancora ad oggi sono quelle fossi in particolare in Italia il gas
E ancora altro driver forte politiche misure legislative per la promozione di efficienza energetica appunto
Con su un promontorio oneri del consumo di energia rinnovabile e tutela dell'ambiente infine le politiche di offerta dei soggetti che operano nel settore in particolare per esempio le Società di installazione le società di
Fornitura di servizi energetici nel merger un un mix tecnologica appunto conseguentemente energetico che differenziato anche se ancora in Italia oggi dominato dal
Dal dal gas
Naturale
In questo contesto noi abbiamo lavorato nelle nostre attività diciamo si concentra in due macro macrovoci sono concentrate in due macrofasi innanzitutto abbiamo cercato abbiamo stimato lo stock di apparecchi per riscaldamento nel residenziale
Attualmente installati in in Italia l'abbiamo fatto sull'ultimo decennio partendo da i dati del censimento Istat sulla popolazione
In alcuni casi leggermente rivisti e poi aggiornando questi dati portandoli fino
All'ultimo anno del nostro orizzonte
Cioè il due mila undici grazie ancora una volta dati diciamo di fonte pubblica e ai dati forniti dalle associazioni di produttori che conducono delle delle indagini sulla sulla vendita degli apparecchi
Questo è un po'molto in breve
Una una fotografia dei risultati del del di questa prima macro fase quindi gli stop e la variazione degli stock tra il due mila uno e il due mila undici quindi diciamo ultimo decennio
Ha innanzitutto cosa vediamo vediamo una crescita abbastanza significativa del del comparto e quindi del
Del mercato
è aumentato il numero di di famiglie e ci sono stati anche cambiamenti nella struttura nella composizione delle famiglie
Che ha fatto sì che appunto il comparto sia cresciuto in modo vedete che i tassi di crescita sul decennio sono attorno al trenta per cento sia
Per il centralizzato sia
Per l'autonomo altro altro motivo di questa crescita sensibile
E la diffusione di sistemi integrati cioè sistemi che cominciano
A a vedere
Più in più Appia apparecchi che compongono lo stesso sistema di
Riscaldamento rispetto a questa tendenza complessiva il gas
Ha continuato a penetrare nell'ultimo decennio quindi con tassi di crescita sicuramente confrontabili con quelli del del comparto nel complesso
Non è andata così per le altre fonti fossili particolare il il gasolio mentre i diritti chiaramente i risultati più diciamo così positivi li osserviamo per le rinnovabili termiche in particolare il solare
Termico e l'elettricità quindi le
Le le pompe di calore
Seconda macro false Fini una volta il costruiti gli stock siamo andati a fare un focus sul due mila undici che cosa è successo a livello di installazione
Quindi quali tecnologie sono state installate nel due mila undici e quali sono state sostituite proprio per
Cercare di cogliere qual è come sta cambiando il mix tecnologico e quindi come
Sta cambiando anche il mix energetico nel comparto residenziale
Abbiamo intervistato quattrocentosessantatré imprese l'installazione che nel complesso operanti in tutt'Italia che nel complesso hanno installato nel due mila undici tredici mila apparecchi
Abbiamo fatto delle domande di tipo quali-quantitativo innanzitutto quindi proprio quanti apparecchi per ciascuna tecnologia investigativa
Avete installato nel due mila undici e che cosa siete andati a sostituire
Abbiamo poi fatto delle domande anche sulla motivazione
Sulle motivazioni delle scelte di investimento Fini di sostituzione da parte
Di installazione meglio da parte dei dei consumatori ha più appunto cercando di
Sempre con sempre intervistando però alle imprese di installazione
I dati del nostro panel del panel composto da questioni quattro centosessantatré
Impresse sono stati poi estesi a livello nazionale abbiamo cercato di capire che cosa succede nel mercato complessivamente attraverso un processo di clusterizzazione delle Province
Che erano state appunto
Censite diciamo così
Appunto si è andati a a a ricostruire gli andamenti sul mercato nel mercato nazionale queste sono state le tecnologie e l'abbiamo raggruppate in tre in tre famiglie fossili rinnovabili e
Efficienti
E punto tecnologie che abbiamo
Investigato chiaramente fossi di caldaie tradizionale caldaie a condensazione quindi vedete finiscono nella famiglia delle tecnologie efficienti teleriscaldamento a cavallo
Fonti rinnovabili isolare biomassa ancora teleriscaldamento e poi pompe di calore come diciamo tecnologia che finisce appunto anche nella famiglia delle tecnologie
Efficienti
Abbiamo cominciato anche a porre delle questioni delle domande su sistemi che nascono già integrati di gas e solare termico come vedete nel nel centro del di questa
Di questa figura
L'analisi l'abbiamo condotta sull'intero comparto residenziale che però siamo andati a segmentare innanzitutto abbiamo
Identificato seguente autonomo e quello centralizzato e qua abbiamo in
E identificato anche un terzo sedimento la Sardegna che caratteristiche ha delle caratteristiche peculiari e che quindi ci interessava osservare a parte
Nell'ambito di ciascuno di questi diciamo già sotto segmenti ce ne sono degli altri quindi cosa è successo in edifici nuovi o esistenti ma privi di impianto
Cosa è successo negli edifici esistenti quindi in particolare in questo caso sì si parla di sostituzione cioè c'era un impianto c'era un apparecchio già installato
C'è stata una decisione di nuova installazione che significa in questo caso sostituzione dell'apparecchio esistente
Ancora ulteriori livelli segmentazione la presenza o assenza di rete gas quindi cosa succede in rete gas
Come penetrano le tecnologie nella Rete laddove c'è la rete del gas e cosa succede invece nelle nelle aree non metanizzate e infine
Che tipo di uso si fa della tecnologia è un impianto che studi destinato a soddisfare il cento per cento del fabbisogno
Di riscaldamento quindi una sostituzione completa dell'impianto preesistente oppure un impianto che va ad integrare quindi a ad aggiungersi ad un impianto che c'è già continua a funzionare
Questo è un postato alla metodologia di segmentazione
E questi sono alcuni risultati siamo già in un segmento anch'
Quindi siamo l'inseguimento autonomo come vedete dai titoli nei piccoli in alto
Impianti che apparecchi che soddisfano il cento per cento del fabbisogno edifici esistenti grafico in alto edifici nuovi o privi di impianto il grafico in basso
Giusto alcune alcune tendenze
Impianti tradizionali
Sono più diffusi negli negli edifici esistenti qui o cerchiato il gas e quindi caldaia a gas tradizionali più diffuse negli edifici esistenti meno in quelle nuove perché nelle negli edifici nuovi
Ha un peso consistente l'impianto integrato questo il motivo principale
Gas più solare questa è la conseguenza di obblighi che a livello nazionale i
Non mi spiegano ancora diciamo
Effetti ma già nel due mila undici erano in vigore obblighi in alcune regioni di installazione di tecnologia limitata fonti rinnovabili appunto a livello
A livello negli edifici nuovi scusate
Altra differenza che si può notare per esempio tra gli esistenti nuovi il peso delle pompe di calore in percentuale queste le pompe di calore le abbiamo distinto in due gruppi pompe di calore aria acqua acqua acqua pompe di calore aria abbiamo
Si nota chiaramente come il peso negli edifici nuovi quindi grafico in basso sia più consistente rispetto al peso che li osserviamo negli edifici esistenti
Ripeto che qui si fa riferimento a impianti che soddisfano il cento per cento del fabbisogno di riscaldamento
Quindi nel caso di pompe di calore ad aria siamo andati a
Togliere una quota consistente degli degli impianti
Ai fini di questa rappresentazione qui
Stesso discorso vale per le biomasse chiaramente abbiamo censito soprattutto in stalla
Installazioni di stufe che ve io ne installate a integrazione non sostituzione completa di impianti preesistenti e anche queste non compaiono in questo grafico
Poi dicevo appunto abbiamo trasferito questi dati nel nostro Pannella livello nazionale e lo abbiamo fatto
A partire dai dati di vendita riferiti chiaramente a tutto il mercato
Forniti dalle associazioni di produttori questa è un po'la visione complessiva che in realtà è già un risultato del
Dello studio perché abbiamo messo insieme una serie di
Di di fonti abbiamo elaborato questi dati per poter appunto trasferire i nostri risultati a livello nazionale
E diciamo è risultato
Diciamo il cuore come come risultati del del nostro lavoro è una matrice di questo tipo che vede sulle colonne
Il numero di impiantiamo sempre in un segmento è quindi autonomo cento per cento del fabbisogno qui siamo in edifici esistenti in presenza dei di Rete Gas
Dicevo vede sulle colonne le nuove installazioni e sulle righe le gli impianti sostituiti quindi per esempio nel caso specifico del cassa condensazione questa colonna che ho messo in evidenza
In questo segmento sono stati installati circa ottanta mila apparecchi la maggior parte dei quali vedete il sessantaquattro mila a sostituito
Caldaia a gas tradizionali quindi c'è stato un uno switching verso una tecnologia più efficiente non è un switch-in viene di fonte quindi energetico perché si passa da gas a gas però c'è stato uno switch-in verso un
Tecnologia più efficiente
Stesso discorso per tutte le altre fonti come vi dicevo sulle righe invece leggiamo le tecnologie il numero di apparecchi sostituiti
Quindi per esempio di un'opera incassa condensazione prima riga leggiamo alla fine della della riga a diciassette mila cinquecento impianti
Sostituiti a fronte di impianti installati ottanta mila quindi c'è un saldo chiaramente positivo per il gas a condensazione che indica una penetrazione almeno in questo segmento almeno secondo le nostre stime
Nel nel mercato al contrario per esempio il dato sul gas tradizionale mette in evidenza che più più grande il numero di impianti istruiti rispetto a quello
Degli impianti installati alla fine la matrice viene fuori così come la vedete adesso
Dicevo la possibilità appunto quindi di effettuare dei saldi tra impianti installati impianti sostituiti quello che abbiamo osservato che per il due mila undici il saldo relativo al gas naturale eh
Nullo nel senso che il gas si mantiene stabile perdono quote di mercato gasolio e in parte minore il GPL acquistano chiaramente penetrano nel mercato ma con numeri
Sensibilmente più bassi rispetto al gas
Le gli apparecchi alimentati da fonti rinnovabili quindi c'è questa tendenza che il gas va a prendere quote di mercato delle degli altri combustibili fossili latte tecnologie fossili
Soprattutto gasolio le rinnovabili sottraggono
Quote di mercato sia le altre fosse inizia al gas
In molti casi integrando però non sostituendo interamente
Siamo siamo riusciti anche ad effettuare delle considerazioni che riguardano
Il gli andamenti per zona climatica
Qui vedete sempre riferendosi a impianto apparecchi che soddisfano il cento per cento del fabbisogno di scalda mento
Un grafico in alto che riferito alle zone climatiche caldea vicini e quello in basso che invece è riferito alla zona climatica e
è abbastanza significativo il dato sulle pompe di calore che pesa no in questo nelle nelle zone climatiche calde ripeto si tratta di
Di di un dato che riguarda solo gli impianti installati a a
Che soddisfano il cento per cento del fabbisogno di riscaldamento quindi
Quindi peso all'incirca del quindici per cento delle pompe di calore nel rispetto all'aggregato in alto a sinistra invece
Nelle zone climatiche fredde le pompe di calore hanno
A hanno una una un peso nettamente inferiore
Questo chiaramente riflette anche dei probabilmente dei
Limiti e tecnici della tecnologia o comunque degli usi differenti della tecnologia che si sono fatti nelle diverse zone climatiche
A conclusione
Diceva appunto abbiamo fatto abbiamo posto delle delle domande che riguardano le motivazioni alla base della scelta del del consumatore
In breve le conclusioni per quanto riguarda il la motivazione costo di investimento l'abbiamo trovata per le tecnologie tradizionali cioè il consumatore sceglie le tecnologie tradizionali perché costano investimento costa poco
Per quanto riguarda invece la motivazione incentivazione la troviamo soprattutto per le Tecnologie efficienti le falde accoglienza azione sostanzialmente come vedete è la
La la parte grigi la porzione grigia delle
Delle barre per quanto riguarda invece le rinnovabili termiche
Osserviamo che sembra essere dominante sicuramente lo è per le
Per le biomasse quindi legna pellet etc
La motivazione dominante sembra essere quella del costo di combustibile quindi si si si percepisce chiaramente il vantaggio economico almeno per quanto riguarda il costo variabile cioè il combustibile
Delle tecnologie che impiegano fonti rinnovabili termiche
E questo è vero anche se in misura minore bisogna dire per le pompe di calore il solare termico
Poi non è riportato in questo grafico ma per le pompe di calore chiaramente uno dei driver principale la possibilità di fare anche raffrescamento quindi uno dei laghi e delle scelte importanti e
Proprio quello di di di di avere un uso
Aggiuntivo
E differente
Proprio per
Per riassumere i risultati abbiamo visto un mercato che cresce anche
Significativamente abbiamo visto
Abbiamo osservato che il il gas ha continuato nella sua penetrazione nel comparto però ci sembra che nel due mila undici il gas non abbia guadagnato quote di mercato quindi forse qualcosa
Sta sta cambiando abbiamo osservato una indubbia penetrazione delle tecnologie rinnovabili e di quelle efficienti
E e questo è avvenuto soprattutto oggi non non non non mi ci sono soffermato molto Mario a sostenere è avvenuto soprattutto per quanto riguarda i sistemi integrati quindi la rinnovabile che va a
Il l'apparecchio alimentato da fonte rinnovabile che va ad aggiungersi
All'apparecchio alimentato da fonti tradizionali
Infine per quanto riguarda le motivazioni abbastanza significativa per le rinnovabili termiche quella delle degli incentivi comincia annotarsi l'impatto degli obblighi ecco questa è una cosa che non ho messo in evidenza nella slide precedente
Quella principale come appena detto sembra essere appunto la motivazione basso costo di combustibile come a segnalare anche che in qualche modo la rinnovabile termica è quasi pronta per un
Per una penetrazione spontanea realtà la penetrazione c'è già stata in in determinati sedimenti in determinate situazioni la rinnovabile termica non è così distante dalla competitività con
Inizio alla tavola rotonda a cura di carte e criticità alle aspettative delle filiere per le ferro termite
Coordina Aldo degli as Presidente del distretto agroenergetico lombardo
Avremmo interventi di Francesco Ciancaleoni di Coldiretti Riccardo Del Mastro Presidente del Consorzio Geo HP Bruno Bellotto residente a cuore e
Giampiero Collegio Lucas chiavi o Consorzio Cukurova avverrà in abbia carbonaro c'è il CED d'Italia Francesco Orioli hanno est
Dopodiché
Tenetevi un po'di appetito perché dopo abbiamo il buffet buona tavola rotonda non ci sono serie per tutte per spero almeno microfoni sì
C'è questo si avvicini pure qui grazie
Bene
Grazie grazie agli amici della terra di
Avermi invitato a questa questa giornata che di assoluto interesse per lo sviluppo delle energie
Che l'ente per fare chiarezza sullo stato della dell'arte di questo di questo settore che in passato
è stato abbandonato in parte abbandonato ma che si sta riprendendo con una certa velocità e oggi mi avete avuto sentore
Io sono Presidente del Consorzio distretto agroenergetico lombardo e come tale mi occupo delle agro-energie lombardi a trecentosessanta gradi
Ma sostanzialmente in una realtà quale quella lombarda ci occupiamo per quanto riguarda
Il territorio di montagne di Collina delle biomasse che oggi sono state rappresentasse nelle sue diverse forme di
Utilizzo agli effetti di utilizzo termico e per quanto invece riguarda la pianura sostanzialmente la parte preponderante
La fa il biogas quindi
Arrivo da questa
Tipologia di esperienze
E
Che sono in linea con le caratteristiche del territorio di cui io quale io opero
Però sono anche componente di carte e quindi oggi
Tocca il compito di rappresentare Carter che il consorzio delle associazioni e gli agroenergetiche
Qui rappresentate la dai vari relatori che si succederanno e che
Hanno l'obiettivo di coordinare tutte le iniziative che
A livello nazionale che mi di legislative in termini
Di proposizioni da realizzare sul territorio vanno ad essere prese a livello degli diversi Ministeri quindi
Io uno dei problemi critici che noi abbiamo è quello
Allora di che i produttori hanno e che
Produttori
Tutto degli impianti ma anche con loro ma anche l'impresa e che gestiscono gli impianti che producono energia
Nei confronti degli dei diversi ministeri perché le competenze sono piuttosto distribuite quindi una delle criticità che bisogna superare questa frazionamento della nel momento decisionale e quindi io mi auspico
Farle farò in modo che
Venga quantomeno istituito un tavolo di confronto a livello centrale dove le diverse componenti
E carte in parte già lo sta facendo aveva modo di confrontarsi e di parlare con linguaggio comune perché non se ne può più di andare sul territorio a seconda del comune che va secondo dalla Provincia che vale Aichele interpretazione sulla normativa che il più delle volte
Bloccano le iniziative in tempi faraonici però ecco
Direi di passare subito la parola ai relatori che
Penso faremo due cd sintetici ma nel primo giro
Ci atteniamo a quello che l'odiata la tavola rotonda chiedo loro di
Illustrare dal loro punto di vista singolarmente quali possono essere le criticità in cui si trovano ad hoc ma ad affrontare tutti i giorni
Il primo a parlare dovrebbe essere scusate ma
Gli occhiali Francesco Ciancaleoni
Che rappresenta l'organizzazione della Coldiretti prego grazie funzionanti
Ringrazio il vice innanzitutto per l'invito
Amici della Terra coi quali
Insomma sono state col quale abbiamo già condivide in passato lo anche l'organizzazione di queste conferenze
Devo fare i complimenti ancora una volta
Per il dossier per la sua diciamo
Per la competenza e per la l'alto livello di oggettività
Che contraddistingue sempre questi lavori che abbiamo già in passato ho seguito con attenzione
Come Coldiretti così come la TIA del carte
Del Comitato che si seguiamo spesso abbiamo
Citato anche né i nostri canali informativi infatti
Devi cultura se ne parla dopo forse poco oggi però
ENI sotto gli occhi di tutti la grande potenzialità perché abbiamo
Nel campo della validazione delle biomasse
E riteniamo condividiamo appunto questo approccio di maggiore attenzione al termico rispetto ad esempio letti ma non è un
Ma è un discorso di e mi scuso di bilanciamento di di oggettivo bilanciamento laddove le filiere che lo interessano e che riguardano Pupa appunto la variazione di legge ma semplicemente la proiezione dei massi più forestali
Si identificano rispetto a un modello di produzione energetica che è quello l'abbiamo sempre sostenuto che appunto quello che fa riferimento la generazione distribuita
E la filiera corta quindi c'è un interesse proprio del mondo agricolo di vedere realizzati le aspettative di contributo energetico
In un contesto di assoluto sostegno di datteri italiane quindi
Aspettavamo con ansia come tutti gli operatori il decreto di attuazione del termico
E
Scontando un paradosso più volte citato cioè l'abbiamo una una potenzialità
Completamente enorme perché
Passante inespressa che è quella di dieci virgola cinque milioni di ettari di foreste nazionali
In un Paese in cui diciamo il Paese in Italia il primo importatore mondiale di legna al quarto un portatore mondiale di
Dipendente quindi un contesto in cui c'è da un lato una grande potenza delle spese in termini di biomassa e dall'altro una
Appunto un'importazione di di materia prima dall'estero
Cosa ci aspettavamo dalla l'energia termica dare gambe a quella rimessa in sostanza è all'asta principale
Preoccupazioni non socio obiettivo quello di recuperare a trovare una forma per era recuperare la gestione del bosco cioè collegare all'incentivo delle ricette mica la filiera Bosco Linea Energia questo era nell'ottica cioè questo giustifica un interesse del mondo agricolo fonti di una io di un sistema incentivante
In campo energetico così come non giustifica in alcune filiere che riguardano anche energia elettrica
Quali sono i problemi che abbiamo ecco che cambiano e conta dei semi incontrando chiaramente i problemi sono collegati al punto a bosco Bosco d'Italia
Presidente
Su subiscono c'è il professor uno storico ritardo in termini di e di difficoltà di gestione dovute a molte case non non ho tempo di
Di diciamo ribadirle
Ma in effettiva possibilità di di valorizzazione energetica locale della biomassa da gestione forestale è una è unanime opportunità per ridare un pochino di respiro economico una unitamente ad altre attività che persone sulla funzione turistica
O collegato ad esempio alla conservazione del carbon si incrocia dalla sua conservazione del carbonio sempre in un'ottica di strategia di mitigazione climatica
Questa opportunità l'aspettavamo la stiamo aspettavamo molto anche dal dello termico e devo giungere quindi visto che cercando di di concentrata in poche i tempi dell'intervento a fare un pochino minimo mini commento di questo decreto
Delle due ventotto dicembre due mila dodici che era molto atteso e una misura che ci interessava di più visto quelle premesse che gli ho detto era appunto quella della
Sostituzione delle delle delle caldaie in sostanza delle delle degli giocatori di colore
E devo fare due appunti
Ancora una volta come è successo per l'elettrico per sbrigarsi per andare a trattare una tematica abbastanza complessa
Senza
Probabilmente e interrogarsi sufficientemente su a livello politico impatto sul territorio ci si è perso si è dimenticati di differenziare l'incentivo in funzione della biomassa ingresso cioè della biomassa utilizzata e quindi non c'è
Una e differenziazione di incentivo in funzione della provenienza della biomassa quindi non c'è nessun premio della filiera corta come dopo molte lotte siamo usciti a ottenere per l'elettrico
C'è anche una
Forse minore importanza però intendo citarla una
Un'introduzione di requisiti minimi in qualità di miglior utilizzo del pellet e che sono giustificabili sia cuntista ambientale come principi
Ma che però sempre per brevità forse per arrivare al decreto in maniera più velocemente possibile ci si è dimenticati
Del fatto che questa questo il livello di qualitativo minimo del pellet di fatto blocca tutto lo di la possibilità di utilizzo del pellet nazionale perché i requisiti che riguarda sono strettamente collegati al tenore di cenere
Ciò si giustificano in termini ambientali ma non prendono in esame la possibilità che molto pellet prodotto le nostre campagne utilizzato
In aree dove la scendere non potrebbero così in un problema diciamo le ci trovo le gambe tagliate in sostanza di oggi abbiamo un sistema di incentivazione che
Favorita continua a favorire imputazione di biomasse di legno all'estero e poi perché il fatto e continua a favorire l'importazione di pellet dall'Austria
Lo dico non per affossare un decreto che anche lì abbiamo aspettato tanti sì però era un'occasione per mettere sul tavolo serie di problemi come abbiamo lavorato sulla letti immergersi fasi per arrivare ad un sistema in sostanza
Secondo noi garantisce un pochino di più la sostenibilità e gli interessi di chi paga in sostanza gli interessi della dei dei cittadini così dovremo arrivare
Nel settore nel settore termico che appunto come dicevo ci interessa in maniera particolare non mi dilungherei di più se non
Ricordare comunque siamo attualmente all'anno zero una prima fase e quindi la nostra il segnale che vogliamo dare attenzione probabilmente il bosco la gestione del bosco con tutte le sue valenze
Ambientali paesaggistiche sociali significa anche risparmiare in termini di di emergenze
Legate ad altri ad altri tanti elementi giuridici vincenti il dissesto idrogeologico cioè non non facciamo l'errore di considerare ancora una volta la partita dell'energia termica con una partita di numeri gli obiettivi dietro c'è
Ci sono delle filiere che posso dare un contributo che la termica è una filiera tutta italiana sia del per quanto riguarda chi produce
Gli impianti trasformazioni sia da parte di chi do dovrebbe essere da parte di chi produce la
La biomassa di di partenza de cerchiamo di portare il sistema diciamo a regime in questo senso grazie
Grazie
Concordo pienamente sulla sulle valutazioni fatte sull'utilizzo delle biomasse forestali di di della filiera Bosco legno è chiaro che noi abbiamo bisogno di una normativa che faccia che faccia chiarezza e che dia stabilità tutto il settore ad oggi si va avanti con procedimenti spot
E che queste non portano sicuramente lei prese e gli imprenditori a fare delle scelte e noi abbiamo bisogno di una legge che vada
A definire tutti i problemi
Che oggi sono stati rappresentati e non che
Continuamente si debba a fare un provvedimento spot per sanare errori del passato
Passerei la parola
Del Mastro del Consorzio Geo HP quindi della geotermia grazie
Sì buongiorno sono Del Mastro
Presidente del Consorzio già capirà presento anche anni perché è un'altra associazione del mondo della geotermia a bassa entalpia cioè
La geotermia applicata alle pompe di calore
Siamo che scopo di questa tavola rotonda era parlare un po'delle criticità come ha detto dei assale come incipit a tutti noi
Beh
Fosse noi rappresentiamo grazie al termine che hanno le maggiori criticità
Maggiori criticità che derivano soprattutto
Dalla diseguaglianza
E dalla non dalla diseguaglianza dei dei provvedimenti
Dei contributi no che ci sono contratti a termine Belsito stamattina il cinquantacinque per cento eccetera eccetera di certificati bianchi
Che anche ricomprendono gli interventi di efficienza e sono ricompresi anche quelli a in geotermia pompa di calore
La geotermia pompa di calore si intende quella fatta con le sonde geotermiche vanno in profondità Trivellato il tubo scambiatore tanto per
Fare l'inciso
La diseguaglianza perché ancora tutte volte mi meraviglio ma
E destino ancora stamattina iniziasse ha detto che tutti i suoi contributi che da quel conteggio a Terni che rappresentano il trenta quaranta cinquanta per cento dell'investimento
Sì per qualche tecnologia sì ma non per la geotermia per la geotermia pompa di calore siamo sette otto nove per cento dell'investimento quindi
Bisognerebbe fare una campagna di informazione aggirasse parcheggi se farà quelle verso di noi
Ma non ha ancora capito disse che la geotermia ha solo il sette l'otto quando va bene dieci per cento dell'investimento
E anche sui certificati bianchi forse in certi casi un po'meglio ma siamo siamo lì
Quindi
Quello che
Questo ente è il punto della diseguaglianza cioè
è forse una delle più
Forse non in tutti i casi ma decisamente in pole position per essere la più efficiente era più affidabile nel tempo quella quindi minor costi di manutenzione del tempo di sicuro
Però è quella che quella che
Purtroppo costa di più perché il l'investimento iniziale è maggiore
Ma
Con tutto quello che c'era più per formalmente al più performante quella che costa di più perché
Devo investire di più perché attuale molta energia rinnovabile termica del sottosuolo ma è quella che prende di meno
E questa è la diseguaglianza che non è ancora neanche nemmeno
Percepita questa cosa credo purtroppo
E l'altra è e mi riconduco una cosa molto giusta che ha detto
Che ha detto l'Andolina stamattina e cioè che alla fine
Incentivano incentivi informazioni o meno ma chi decide chi decide sono le persone i nostri decisori sono veramente alla maggiormente il proprietario di un immobile un immobiliarista magari o un amministratore di condominio e queste cose e questi signori certamente
Hanno molto più segnali che porta una diffidenza che portò che invece ha una a delle sicurezza delle certezze
Diffidenza perché è una giungla
Perché il cinquantacinque per cento
Solo se una sostituzione o un ristrutturazione il conto energia termico solo attenzione solo se una sostituzione solo se chi mitizzazione invernale
Però il il punto che rende efficientissima la geotermia è che con un impianto solo faccio caldo freddo d'acqua sanitaria però non posso
Considerare l'acqua non posso considerare aveva tematizzazione e c'è la il raffrescamento estivo
Poi attenzione contro il geotermico solo per impianti
Nuovi o ristrutturazioni
Rilevanti che anche lì no è tutto un un pezzo di tutto strutturazioni cioè quindi son tanti misure qualcuna che funziona per una
Per una parte dell'impianto data che funziona per tutto ma solo se ristrutturo insomma
I decisori non decidono questo è la vera criticità i potenziali clienti e ce ne sono tanti e sono potenzialmente tutti
E sono l'ottanta per cento diede del numero degli italiani maggiorenni perché sapere che in Italia l'ottanta per cento dei cittadini è proprietario di un immobile almeno un immobile
Fanno fatica a decidere potrebbero anche decidere ma fanno fatica
E quindi una criticità secondo me
Questa giungla di lacci e laccetti ti dò ma però deve essere e veramente difficile crea diffidenza
Mastro queste due cose
Si chiedono sintesi ma sono due cose veramente importanti cura diseguaglianza della geotermia pur avendo delle performance
Altissime e anche affidabilità e l'altra e appunto questa difficoltà di riuscire a convincere i decisori grazie buongiorno
Credo che
Una delle difficoltà che sia nel nell'ambito della geotermia e che pur essendo
Una tecnica
Storica conosciute eccetera
Ultimamente non è mai stata prese in considerazione seriamente da tutti i vari provvedimenti che si sono succeduti quindi
è giusto lamentare questa diversità di trattamento però è anche vero delle risposte
Possono arrivare e dai dalle singole persone prima che ho sentito il Sindaco di Basiglio come ha risolto il problema senza
Senza risorse
Lui ha detto senza risorse allora evidentemente l'esempio di Basiglio deve essere portato a tutti gli altri amministratori
E gli incentivi evidentemente secondo me vanno caro riservati in modo curato soprattutto alle singole imprese ai singoli cittadini che intendono
Fare questo tipo di scelta
Ma se lo passo la parola accolli
Sì buongiorno vivente dico
No veramente sono Segretario adesso un Segretario sono accordi
Vi porto i saluti invece del presidente dell'ok purtroppo per impegni di lavoro oggi non era presente lo dovete scusare ma in
Periodi come questi
Andare in giro a cercare un po'di lavoro evidentemente diventa la funzione primaria dei Presidenti anche di associazione
Io sono come dicevo con dell'associazione nostra scovare che raggruppa tutti i costruttori di sistemi a pompa di calore fra i quali anche
Quelli geotermici a meno una parte no
E quindi c'è si era presentato tutte le varie tipologie da latte non l'ho girata i sistemi agrari e aria acqua acqua l'acqua sia di piccole dimensioni che di grande
Quindi
Questo sono velocemente io ero preparato una relazione un po'più ampio però spero cercheremo di stare nei tempi
Di argomenti di cui volevo parlare sono speranza potenzialità mercato e criticità dei sistemi a pompa di calore
La cosa un po'strana è che siamo alla quarta conferenza Gia delle delle rinnovabili termiche e dopo quattro anni stiamo qui ancora a parlare di speranze
Perché in realtà
Diciamo
Non si è ancora completato il il lei la strada per arrivare finalmente a dare detrazione di un mercato stabile certo la speranza in questo momento è innanzitutto quella
Di uscire dalla crisi evidentemente abbiamo anche questo questo problema e dobbiamo però approfittare di questa situazione perché è quando usciremo dalla crisi dovremmo partire col piede giusto e partire col piede giusto vuol dire
Non solo
Diciamo costringere il Consiglio la gente a non consumare bisogna insegnare la gente a consumare bene perché noi abbiamo bisogno di questo
Il Presidente del Consiglio retta sembra che sia orientato in questa direzione ci speriamo ci contiamo e quindi quando sarà il momento opportuno ritorneremo a parlare delle potenzialità che a questo che non sia
è una tecnologia che naturalmente è già stata
Passata ai raggi x tutti i vari possibili studi e piani gli azione piani efficienza energetica piano azione nazionale
L'ultima legge sulla strategia energetica nazionale ha confermato le potenzialità delle rinnovabili termiche e in particolare anche quelle delle pompe di calore e quindi l'auspicio e sarà che
Se continueremo a percorrere la strada del venti venti venti e andare anche oltre ritenendo che questa sia la strada giusta da percorrere alla fine
Cominceremo a parlare seriamente di tecnologie in grado di dare dei risultati delle pompe di calore sono sicuramente fra queste tecnologie
Con vorrei portare a vostra attenzione alcuni dati per capire anche la situazione in cui stiamo questo è un grafico che è stato fatto ai tempi del mille novecentotto parte da
Da
Possibili sviluppi del mercato voi vedete in blu quello del PAN
E vedete in rosso lo studio che hanno fatto noi come associazione
Rimetteva abbastanza ha confermato che allora il potenziale delle pompe di calore magistralmente superiore a quello del punk però qui vorrei spendere due parole
Quando parliamo di nel mercato dei sistemi a pompa di calore
Dobbiamo stare intenti e di che ha di che cosa parliamo quando parliamo di potenzialità quindi in quale aree di mercato vogliamo andare a operare allora il sistema pompa di calore oggi sono già presenti in maniera preponderante nei diciamo nel cosiddetto terziario
Sono poco presenti o quasi niente del tutto nel settore residenziale
Però anche altre distinzioni doveva stare molto attenti quando parliamo di nuovo quando parliamo di ristrutturato ristrutturato e quando parliamo di
La sostituzione
Allora se il mercato che vogliamo andare aggredire è quello della cosiddetta sostituzione per trasformarlo in una piccola
Ristrutturazione per sostituire nette nobili Avec sono tenuti una nuova allora dobbiamo guardare le caratteristiche di questo mercato la caratteristica di questo utente cosa può fare questo utente
Perché i modelli che noi
Presentiamo per il nuovo non sono applicabili in quel caso
E allora chiaramente quando noi pensavamo di andare a cinque virgola tre negate per
Di rinnovabile perché pensavamo tra terziario residenziale di andare a cupa aree una domanda di servizio
Di otto mega terzo quindi un venticinque per cento
Non è che si è poi una cosa completamente fuori dal dal senso
Altra precisazione i sistemi a pompa di calore di questi voglio parlare di sono i sistemi pompa di calore al ciclo annuale quindi sistemi in grado di coprire la domanda di climatizzazione estiva
E in certe aree del nostro Paese è importante la domanda climatizzazione estiva la domanda di riscaldamento e la produzione acqua calda sanitaria oggi queste domande coperta da se va bene duo tre tipologie di impianti noi diciamo che con un atto
Tipologia di impianto fatto bene regolato bene chi sono dei risparmi notevolissimi
Però purtroppo la crisi
Parte della crisi e parte il fatto che tutti quei piani non sono stati portati a termine quindi non ci sono alcuni casi neanche decreti applicativi quindi sono solo delle espressioni
I buoni intendimenti ma non ancora resi applicabili hanno fatto modo che quelle curve che glieli presentavo prima sono diventate queste anche allora vuol dire che
Dal due mila e nove al due mila e dodici
Il mercato non era progredito come era nelle nostre nelle speranze né del panni anche nelle nostre quindi siamo sotto la curva del par
E questo col dire che se noi cicli pensiamo di porsi mente ancora gli obiettivi rideva che avevamo fatto nel due mila nove in termini di pane impegni Coaro e la cura dell'Ente niente deve andare su molto rapidamente
E quindi come vedete che
Rispetto a prima dove
La la curva era al sette tredici qui dobbiamo andare undici e venti per cento
Ma queste sono
Delle delle slide che dimostrano come dai nostri indagini le vendite nel dal due mila dieci al due mila e non ci sono in forte calo
Però presto
Ci deve far pensare gambe ci deve fare ritornare ancora su quelli che sono i nostri ragionamenti iniziali
La pompa di calore sistema pompa di calore hanno dei grossissimi potenziali però su chi sono ancora dei grossissimi ostacoli alla diffusione di questa tecnologia che vanno affrontati e vanno rimosse
La risposi lente Filippini ha detto una cosa su una cosa importante alla fine sempre l'utente quello che poi decide che cosa fare
Siamo tutti d'accordo su questo perché le cose sono due opponiamo degli obblighi o nell'ambito del delle sostituzioni sue passioni e l'utente decide e guardate che l'utente decide solo su un principio la convenienza
Non c'è altro parametro che
Sì uno può avere l'animale diciamo anima verde l'anima però con qualche guarda la convenienza la convenienza fatte due cose molto semplici quanto devo spendere in più permette un impianto di tipo avanzato e quanto risparmio ogni anno
Allora mettono in ballo ancora gli incentivi
Incentivi e qui seminari associo a quello che diceva l'amico Del Mastro
Che purtroppo in campo di strumenti che vanno a sostenere l'investimento iniziale il conto termico e ben al di sotto delle nostre aspettative quindi ho fatto un che un piccolo esempio
Se parliamo del residenziale domestico dove la potenzialità che andiamo installare sono dieci kW no
Non facciamoci ingannare dal fatto
Che oggi troviamo ventiquattro kilowatt installati di una caldaia ma noi non possiamo mettere ventiquattro kw di pompa di calore perché saremmo dei folli pazzi
Perché quei ventiquattro chilo nella caldaia coprano l'acqua calda sanitaria istantanea la logica vuole che non certo fabbisogno noi taglia media in quei quale casi di dieci kW termici beh insomma signori se voi andate prenderci le aree
Più
Dove c'è più convenienza prendiamo l'area e Milano io prendo qua mille quattrocentoquattordici euro in due anni
Facciamo i conti tutte corrette ma non arriviamo al venti per cento perché quell'impianto dieci chilowatt costa otto mila euro quindi
Quindi l'aiuto del conto termico sulla parte incentivazioni che aiuta l'investimento purtroppo è molto molto scarsa
Allora non c'è alternativa che andare a lavorare sul denominatore
Bisogna fare in modo che l'utente risparmi tantissimo tanto tanto tanto perché a questo punto potrebbe fregasse neanche dell'incentivo su un investimento perché i risparmi manuale tale
Da coprire il delta costo dell'investimento
Allora
Problemino novanta per cento le pompe di calore forse di più anzi di sfortunatamente funzione elettricamente
E quindi funzionante elettricamente in quel settore che dicevo prima il residenziale domestico l'utente a disposizione due tariffe oggi la D tre
Perché ha bisogno di sei chilowatt
La la di tre è una tariffa che ha non tariffa scaglioni progressivi più consumi più lo paghi il chilowattora elettrico
I consumi della pompa di calore vanno a finire nella ultima fascia e non vi dico quanto lo lo pagate voi provate andare a vedere sulle bollette di accorgete che superate il trentasette centesimi al kilowatt elettrico
Evidentemente emanata rifà capestro
L'alternativa che oggi è area di utilizzare la di due per gli usi in normali e mettere il doppio contatore così almeno a una tariffa di TIA a Scaglione a piatta però se voi vedete le prime due righe
Questa soluzione dopo il contatore al di là dei problemi tecnici e dovere tira su una linea dedicata assecondo contatore c'è la somma dei costi fissi vedete potenza impegnata
E quindi questo fa salire fa
Fa sminuire l'effetto della della tariffa piatta
è migliore della ditta Real ma non ancora sufficiente noi abbiamo fatto un esempio di come potrebbe essere la tariffa dedicata per le pompe di calore quindi
Riducendo i costi fissi lavorando con un unico contatore non ciò abbisogni porta su un'altra un'altra linea
Devo solo fare del fare anzi cadere i consumi obbligati in un contesto complessivo e questa è un'ipotesi di
Di tariffa vado a concludere perché in questa tabella voi vedete con i numeri che cosa vuol dire
Un utente che ha un impianto a caldaia
Casa la Standa quindi efficienza molto bassa
Che che differenza di costi a di di di di costi esercizio ma
Quando passa alla caldaie a condensazione oppure si decide di mettere invece una una pompa di calore voi vedete qui nel nella parte destra qual è la differenza che annuale che pagherebbe in funzione del
Della tariffa che dedicato forse viene meglio
Guardando questo grafico questo grafico vi dice solo che fatto cento i consumi il diciamo i consumi della caldaia stando a quello esistente quando vado a sostituirla con la calda condensazione io una riduzione del costituente delle merci riduzioni dei consumi di energia primaria
E tutti qui sont atti riportati in energia primaria anche dalla completo allora del quindici per cento e altri una riduzione dei costi del quindici per cento perché non hanno suicidi col switch-in più lo futuro quello che sia quando invece il passato è un sistema
Alla alla Standa a gas passa alla pompa di calore
Elettrica perfetto nello suicidi
E che passa da un combustibile all'altro allora se disgraziatamente
Ha una tariffa di tre quest'utente riduce i consumi del quarantotto per cento ma non riduce i costi del quarantotto per cento li riduce solo del sei virgola otto non è abbastanza per convincere l'utente
A cambiare tecnologia
I qualcosa in più c'è la con la tariffa abiti con tutti i problemi tecnici che ci può portare dietro dove dice sempre di fronte perché è sempre quella la pompa di calore non è un'altra cambia solo la tariffa
Di fronte a una riduzione dei consumi di energia primaria perché qui l'abbia riportato energia primaria non è
Del sempre quarantotto per cento a ventisei per cento ma larghi ideale è quello di dire
Di Ducoli Totti i consumi riduco dito i costi
Questo si può tenere con quella tariffa dedicata e allora dice elevata resa dedicata no sta scritto in un decreto nel decreto il ventotto dicembre due mila dodici
Il Governo ha scritto che e ha impegnato l'Autorità per l'energia elettrica a definire delle tariffe specifiche perché riconosce perse questo problematica
Gli ha dato novanta giorni di tempo son passati novanta giorni e non ci sono ancora più aspettare
Se non si risolve questo problema in quell'area lì noi le pompe di calore non ce ne andiamo a mettere perché non ci sono le condizioni allora e vorrei concludere con così dico ma
Si questi costruttori che vogliono che legano ma è un'operazione che ha anche una sua una sua logica hanno un suo senso stiamo
Facendo una proposta perché vogliamo
Chiediamo
Che la tariffa che viene utilizzata permette non logica che che riduce enormemente i consumi dice primaria che produce tantissima energia rinnovabile
Che delocalizza le missioni
Teniamone conto tra le tecnologie quando siamo nelle grandi città che c'è anche questo problema
Stiamo solo dicendo che che non ci devono regalare l'energia elettrica ce la devono far pagare il giusto perché non è giusto che noi sulla tariffa andiamo a pagare le incentivazioni per altre tecnologie
La tre una vergogna per noi
Dovremo pagare il giusto che sono i costi fissi costi industriali il costo dell'energia in quell'ipotesi di tariffa dedicata
Non ci sono questi conteggi qui ci auguriamo che i novanta giorni non divento novanta micio novant'anni perché non ci sono più buona giornata
Già
Schiavo gliele Consorzio cura
Grazie molte
Mi chiamo schiavi io e rappresento il Consorzio curato e curatore l'associazione produttori di sistemi radianti
Sistemi radianti che sono sistemi abbassa a differenza di temperatura quando indichiamo basso differenza di temperatura diciamo basta differenze fra la temperatura di mandata dell'impianto poiché si tratta di impianti dodici quindi ad acqua
E la temperatura dell'ambiente
La grande attenzione fino oggi anche in questo convegno è stata posta sui generatori di energia
Focus sempre sulla generazione e
Sul modo per efficientare rendere il più possibili i risparmi più alti risparmi di energia primaria
Il nostro come Consorzio dei sistemi radianti scopo e far comprendere che anche i terminali di impianto sono importanti e possono contribuire a quello che è l'efficienza globale dell'impianto del sistema impianto
L'intervento del sottosegretario Cirillo prima si è accennato agli impianti radianti questo mi ha fatto molto piacere perché è una tecnologia che seppur non giovanissima
Quella di una rete di tubazioni al
Posizionati all'interno della struttura o sotto i pavimenti
Ho una parete o a soffitto
Permettono di avere degli enormi vantaggi sul punto se abbinati a fonti di energia quali le pompe di calore sia e se I atto ma soprattutto acqua acqua che anche alle caldaie a condensazione
Come lavoro questi impianti così impianti lavoro sostanzialmente per irraggiamento cioè vanno accedeva Energia tra superficie a temperature diverse Pato quindi ad attivare termica mente o in caldo in freddo
Una massa che può essere pavimento al soffitto la parete che vacilla può che ha Energia a una superficie a temperatura differente né più né meno di quello che fa il sole rispetto alla Terra
Quindi il funzionamento di questi impianti si può sintetizzare eccome
Un trasferimento di energia acqua temperatura compatti atti tra coppie temperatura differenti
Si definiscono a bassa temperatura perché perché le temperature di mandato invernali
Quindi la temperatura a cui l'acqua entra nell'impianto sono all'incirca fai trentacinque quaranta gradi quindi ben differenti ed è normale dare nome le temperature che si usano come altri corpi scalda antico ad esempio quelli più tradizionali come i radiatori
Con dei ritorni che sono quindi la temperatura a cui l'acqua torna nel generatore che sono una differenza tra i cinque sette gradi rispetto la temperatura rimandata questo dà la possibilità le caldaie a condensazione per esempio di poter condensare tutto l'anno
Ma anche agli impianti a pompe di calore di poter aveva dei rendimenti molto più alti per tutta la stagione anche perché
Soli impianti quindi radianti che possono agire sul sensibile
Da anche durante l'estate anche in questo caso utilizzando temperatura dell'acqua completamente diverso da quello dei normali impianti di condizionamento quelli classici quei fan Coil
Nel caso gli impianti radianti la temperatura qui entra l'acqua nell'impianto e all'incirca fai diciassette diciannove grazie
Che
Rende possibile l'assorbimento della temperatura in eccesso per le altre superfici e quindi il mantenimento di un
Temperatura assolutamente accettabile
In più questi impianti hanno il grande vantaggio di
Non muovere ampia e di poter
Sostanzialmente garantire un livello di conforto
Con temperature dell'aria differenti rispetto agli impianti tradizionali questo perché perché la temperatura dell'aria è solo uno dei parametri con i quali si va a valutare il conforto ambientale
Il confortanti ambientale dovrebbe valutare sulla temperatura media operante cioè la media fa la temperatura del superfici che circondano l'ambiente la temperatura della
I corpi stand anti tradizionali o i normali compiti convettori testate lavori invece qui ci fu
Anche sulla temperatura dell'aria di conseguenza o le superfici che circondano la l'ambiente
Più Frette distinti in termini più calde testate
Io necessariamente perché una temperatura media operanti accettabile la necessità di dovere avere magari trentun grati inverno la temperatura dell'aria
Ho ventidue testate sulla temperatura dell'aria che aveva un livello di confronto accettabile con gli impianti radianti
Ho la possibilità di avere lo stesso livello di conforto in inverno con uno due gradi temperatura dell'aria inferiori rispetto ad altri corpi scalda anti questo perché vado a condizionare la temperatura delle superfici che circondano l'ambiente la persona
Tutto questo porta a parità di generatori di calore dei risparmi latu utente quindi non di energia primaria ma di Energia ceduta verso la l'ambiente che possono arrivare anche
Al trenta venti trenta per per cento in caso anche di edifici a elevata altezza in quanto questi impianti ad un gradiente termico che leggermente negativo cioè
Più mi disse miti stanzio dalla fonte dalla quale parte l'energia
Più la temperatura dell'aria tende avreste mai verso il basso tutto questo per dire che si è parlato qui ma di informazione diseguaglianza probabilmente
Non nonostante come consorzio curate siamo molto fan favorevole al fatto
Che si ci siano incentivi per i generatori e per una maggiore efficienza in termini di generazione dell'energia siamo anche a spingere a sollecitare perché l'attenzione venga anche spostata verso il
Distributore dell'energia o il terminale di impianto poi che va valutato l'impianto e l'efficienza del giunti un di un impianto come somma di tutti i suoi componenti e non solo sulla parte generazione grazie
Grazie
Dunque devo la parola Nadia carbonaio che rappresenta il consorzio italiano produttori esistente
Se c'è d'Italia
Che riunisce le aziende
Che trattano gli apparecchi domestici e professionali
Grazie
Grazie gazzette interesse
Per gli organizzatori per questa splendida occasione di confronto
Sicilie Italia rappresenta
Centinaia di aziende nel settore degli apparecchi domestici professionali ed leader europeo nei grandi elettrodomestici mondiale nelle case perenne dappertutto e professionale per il cartello spetta Rita
E aderisce alla Federazione europea di settore cioè cerca perché domestici ed efficiente deprecabili professionali nonché dell'ICE direttamente a Confindustria danni Federazione
Si è stato detto molto moltissimo intende della mia presentazione insomma vantaggi e svantaggi di chi parla per ultimo richiamo richiamo solo il fatto che se non è residenziale come è stato detto
Prima di me abbiamo le residenziale un consumo finale per usi termici del quarantasei per cento
E le foto le fonti energetiche rinnovabili è stimato attualmente che rappresentino il quattordici per cento dei consumi fino agli attuali per usi termici
Ecco chi rappresentiamo nel settore delle rinnovabili Cecè d'Italia presente produttori di pompe di calore domestiche
Che sono impiegati nella climatizzazione per la produzione l'acqua calda sanitaria e nelle superfici nonché i caminetti e le stufe biomassa
Difficile dire qualcosa in più sul settore delle pompe di calore dopo i relatori che mi hanno preceduti soprattutto dopo l'intervento appassionato di Giampiero Colli
Quindi le pompe di calore mi è stato detto hanno enormi potenziali e sottolineo solo che come già detto soprattutto nel residenziale la prende penetrazione è fortemente limitata anche dalla struttura tariffaria per le utenze domestiche
Li chiamo solamente il fatto che esiste oggi un'etichettatura che orto evidenziare le dichiarazioni dei consumi
Promettere mette permette facilmente la promozione dei tassi dica maggiore efficienza è un confronto tra le diverse tecnologie e quindi consentendo investimenti più razionali
è in vigore dal primo gennaio in introduce un un un rendimento stagionale
E anche in funzione delle delle zone climatiche e nuove classi d'efficienza energetica
Ecco un piccolo esempio sul domestico la la la pompa di calore per la produzione dell'acqua calda sanitaria
è un prodotto che Stefano avevamo calcolato i tempi dello studio per per il piano nazionale di efficienza energetica con la Confindustria che
Sotto promuovendo le soste immaginando la sostituzione di metà del patto installato riscalda cui lettrici all'anno due mila
Con due mila venti consentirebbe un risparmio potenziale
Di sette ter
Fattore se si sostituisse o tutti riscalda Coletti ci arriveremo addirittura quattordici terawattora ovviamente è un prodotto energie rinnovabili e quindi abbinerebbe il raddoppio
No
Raddoppi doppio beneficio sull'efficienza e sul consumo delle energie rinnovabili
Che cosa vorrebbe dire in bolletta per un utente per una famiglia media abbiamo calcolato duecentotrentacinque euro l'anno di risparmi in bolletta
Ecco invece qui mi dilungo un po'di più gli apparecchi domestici e a biomassa quindi caminetti stufo est sono una tecnologia molto diffusa nel territorio si calcola che siano circa dieci milioni di apparecchi installati dei quali
Quasi la metà funzionanti un po'più della metà funzionanti perché
Fra le seconde case il Lerna
Insomma diciamo anche la funzione estetica di questi apparecchi non tutti funzionano ma comunque è un parco installato enorme
Un settore nazionale in forte crescita anche grazie alla
Alla discussione recente della tecnologia bellezze e alla forte richiesta delle famiglie di indipendenza e di energetica
E perché no di riduzione dei costi di combustibile quindi alla fine di costi
Insomma finanzino
Per le famiglie
I
Ecco sulla biomassa ci sono state come è già stato detto prima di me sono state fatte diverse stime in quell'iniziale addirittura parlavano qua pochi anni fa di una una
Virgola cinque mega accetta in realtà a nostro avviso appunto queste queste stime anche quella del del PAN sono fortemente solo sottostimate e a nostro avviso sì
Circa cinque virgola tenta tremendi atte sul consumo attuale di di questa
Della biomassa penetrante punto terra per usi domestici
Il potenziali sono enormi
Se anche solo potenziali di miglioramento su ogni fronte ipotizziamo anche solo di
Inserire a chiudere i caminetti aperti con degli inserti e incontri
Incrementare la vendita dell'apparecchiatura ad alta efficienza si potrebbero avere dei risparmi megaTEP notevoli perché
Come si vede da questa slide i prodotti si sono molto evoluti negli ultimi anni quindi passiamo da un da una caminetto aperto che può avere un rendimento del quaranta per cento prodotti che hanno rendimenti del settantacinque per cento quindi immaginiamo il miglioramento a livello di riduzione di emissioni in atmosfera finali
All'incirca della il settantacinque per cento e miglioramenti dei rendimenti di questi apparecchi
Che se uno attente
Sostituisse un prodotto a bassa efficienza con ad alta efficienza anche in questo caso avrebbe
Dei è riduttivo una riduzione di costi a fine anno per il combustibile secondino Sica Scurria Spes stabili sui duecentocinquanta euro
Arriverà anche l'etichetta
In via di ultimazione sono in via di ultimazione di studi a livello europeo che renderà anche più facile un paragone tra tra un prodotto e l'altro sottolineiamo però che in questo settore è necessaria in stato che l'installazione avvenga secondo i criteri
Di sicurezza e chi si faccia una manutenzione periodica degli apparecchi e anche della canna fumaria perché la manutenzione influisce anche sugli aspetti di efficienza e sicurezza
La promozione di questi di questa
Di queste tecnologie poi contribuirebbe anche oltre che a tenere delle quote elevate di energie rinnovabili consumate per con gli obiettivi nazionali alla miglior gestione delle aree boschive
Un piccolo accenno allora gli elettrodomestici sono hanno investito moltissimo sull'efficienza energetica come ha riconosciuto anche delle istituzioni europee pensate che un frigorifero di oggi consumato circa la metà di un Consiglio un frigorifero di dieci anni fa
Stanno diventando intelligenti e il fatto che il l'elettrodomestico possa dialogare
Possa apprendere ad adattarsi alla situazione di utilizzo Fassi che possa essere utile anche alla maggiore integrazione crescita delle fonti di energia rinnovabili
Questo sulle smart Grid Lalla direttive efficienza energetica ad Amanda molto spazio anche la del demand responso quindi
Auspichiamo anche in questo caso che con la recepimento nazionale della direttiva si possa valorizzare correttamente anche gli elettrodomestici Smart che possono diventare
Una parte integrante della rete elettrica e contribuire all'efficienza della rete
Grazie a capacità di riduzione spostamento dei picchi di consumo
Tra gli elettrodomestici Smart abbiamo anche oltre frigoriferi lavatrici e lavastoviglie forni abbiamo anche già climatizzatori a pompa di calore scaldato qua
Ecco è stato detto tante cose sono state dette tante cose significative sulla Senna io sottolineo però che
L'Hassen almeno riconosce che nei prossimi anni le azioni saranno volti a un'ampia crescita di tecnologie quali caldaie biomasse pompe di calore
E auspica un quadro di incentivazione nazionale stabile e dedicato per orientare il consumatore che come abbiamo detto colui che sceglie verso le tecnologie più costose
Oltretutto in questa tavola che riporto dalla Senna sottolinea che nel residenziale i risparmi ottenibili mediante fonti rinnovabili termiche sono spesso impedite da Bari l'investimento iniziale
Compili calore anche immaginiamo quelle di cui ha parlato prima le pompe di calore domestiche
Per la produzione di acqua saldi calda sanitario ovviamente ha un costo più elevato di altre tecnologie quindi anche se hanno tante belle qualità fanno fatica a
A prenderti quindi ricapitolando a come come dice anche la Senna corre incentivare queste rinnovabili termiche mai sotto diamo non solo con incentivi all'utente finale ma anche produttori per la promozione della
Dell'innovazione e dello sviluppo per supportare l'industria nazionale e forte in questo settore anche per stabile al stabilizzare la filiera
Un accenno agli strumenti di cui fa stabilmente punto separato fino ad ora le detrazioni sti scali ovviamente anche noi
Saremo ben contenti di una proroga magari con la di riduzione del numero di anni preoccupano dei costi un'estensione del meccanismo agli elettrodomestici innovativi
Ad alta efficienza
Attenzione ci vogliono dei requisiti minimi di performances chiari per tutte le tecnologie
Perché devono essere ovviamente incentivati prodotti veramente con cresca rispondono determinate caratteristiche anche il conto termico Conto Energia
A tanti cantava oggi uno strumento strutturale prevedere tariffe agevolate per le pompe di calore ancora da implementare
Indicatori di performance queste molto positivo però non sempre poi fanno anzi introdotte sono realistiche ha un limite di spesa non sufficiente e procedure applicative complesse disordine non sto a dilungarmi sul fatto che per le pompe di calore
Il l'incentivo non è
Non è da stimolo per il comparto
Accenno al fatto che per noi caminetti e le stufe
Sono stati introdotti requisiti tecnologici non sempre raggiungibili
Perlomeno attualmente quindi ricco pitturando ok per gli incentivi che siano incentivi strutturali con un recupero dei costi in pochi anni e che abbiano un aggiornamento costante e progressivo dei requisiti minimi in linea quanto definito dalle direttive letti rilevanti
Quindi
In conclusione vanno rimossi alcuni vincoli della Sul regolatori semplificate le procedure di accesso che ahimè a volte sono un po'complesse per l'utente domestico
Adottate metodologie appropriate per il calcolo della copertura da fonti energetiche rinnovabili ne rispetti dei requisiti di legge che talvolta possono essere
Diciamo
Limitanti per la diffusione di alcune
Tecnologie
Adottata adeguate di competenze tecniche il personale e in particolare date e regole Mongelli in tutte le Regioni per la formazione la qualifica delle competenze dell'installatore perché abbiamo già visto
Che diverse Regioni stanno incrementando requisiti diversi e questo è un grosso problema soprattutto nelle zone confinanti tra una regione l'altra
Abbiamo già stato fatto cenno prima di me dell'importanza di informare l'utenza finale io aggiungo i controlli sul mercato
Che verificano le performances dichiarate sulle e sull'etichetta energetica tutela dell'industria nazionale ed europea
Delle tariffe premianti ha già parlato Giampiero lungamente
A ho anche accennato al sostegno allo sviluppo e la installazione di apparecchi intelligenti
Che la pianificazione regionale valorizzi sì le tecnologie disponibili localmente ma che non crei delle grosse differenze tra regione e regione
E ultimo visto che siamo un'associazione di ci preoccupiamo ci preoccupiamo anche del fare sistema
Che che le istituzioni creano le condizioni per una corretta convergenza dell'industria nell'ambito delle corrette rappresentante del proprie rappresentanze allo scopo di evitare
Dispersione di forma
Io vi ringrazio
Credo che
Tutti noi avremmo avere queste queste stufa ad alta efficienza che utilizzano
Biomassa italiana però
Ad oggi il settore del del pellet e
Non è in grado di garantire quanto sarebbe necessario penare alimentare queste STU perché questi caminetti che attualmente sono sono in funzione quindi c'è da lavorare
Hanno ripeto ancora una volta sulla filiera Bosco legno Energia
Che diventa sempre più interessante in grado di mantenere sul territorio
Forse di lavoro che prima c'erano e che poi
Sono andate via perché non c'era l'interesse
A governare le il bosco queste nuove tecnologie
Possono permettere di riportare in queste aree difficili
I nuovi
Nuovi imprenditori che hanno la possibilità effettivamente di avere un reddito garantito più di quanto
Non sia venuto fino ad oggi
Adesso passo la parola Francesco Oriali di anestetico associazione nazionali che si occupa di ricerca sperimentazione e tante altre cose perché
Sì sono Francesco Orioli Diana e stesso sessione nazionale energia solare termodinamica
E
La nostra associazione è una delle branche del solare termico si occupa in particolare di solare termico a concentrazione
Oltre che anche di produzione di calore con sole che poi può essere utilizzata per la produzione di elettricità la tecnologia più famosa tra quelle sviluppate dai membri della nostra associazione è quella inaugurata dalla
Dal professor Rubbia per cui con i sali fusi è possibile scusare il sole per fondere i sali e e creare elettricità con alta efficienza e dispacci avvilita risolvendo uno dei problemi
Diciamo legati ad alcune tecnologie rinnovabili che quella della imprevedibilità della fornitura
E c'è un un ramo di cui insieme con con altre mio augurio direttamente che quello del solare termico a concentrazione cioè quella di utilizzare
Le medesime technology tipicamente le parabole piuttosto che
Tecnologie tipo frenetiche non sono altro che delle parabole spezzettate mi limito non entro nel merito perché appunto siamo in molti e quindi sarebbe
Forse non
Non opportuno entrare nei dettagli tecnologici per produrre calore con il sole che non si limiti all'acqua calda per le docce ma possa essere utilizzato anche per altri tipi di applicazione ne cito tre
Quella del solo alcuni ad elevata efficienza ivi collettori solare concentrazioni prodotti del sociale sponsor raggiungere facilmente temperature fine duecento duecentocinquanta gradi
E il calore solare di processi inclusa la produzione quindi di vapore consoni famoso vapore dieci barra utilizzato la campate industria anche dalle piccole imprese
Può essere appunto alimentato con i conservatori solari il teleriscaldamento solare che può essere realizzato sia con pannelli piani sia in altri casi ad esempio ci impianti esistenti che non possono essere facilmente modificati
Si presta forse meglio ad essere servito da
Con pannelli solari che posso raggiungere temperature levato
Faccio questa brevissima introduzione per dire che quindi pure essendo la tecnologia del solare termodinamico a tipologia
Conosciuta
Inizialmente appunto per produrre energia elettrica
In realtà siccome produce energia termica per produrre questa energia elettrica anche molte
Adesso non posso dire di più perché poi perché sono due tecnologie diciamo
Entrambe utili troppo si può
I testi dei dati modo altrettanto utile per la produzione di energia termica di qui la presenza diciamo nostra in questo
In questo consesso
E
La cosa interessante secondo me che noi possiamo portare come punto di vista questo contributo è che si tratta anche l'introduzione notte ha evidenziato questo tratto identitario
Di di ANEST di una tecnologia non le definiamo tecnologie bambina c'è una tecnologia che appena uscita dalla ricerca a una filiera industriale pronta perché a tipologie d'appunti Satta etniche matura
E appunto anche grazie all'occasioni e generate questo quadro di luci ed ombre di questi è recenti decreti
Primo fra tutti conto termico si affaccia alla al mercato esse una tecnologia bambina a pregi e difetti in un contesto polifonico come questo secondo me è sicuramente un arricchimento all'insieme
Nel senso che noi è proprio come come produttori
Scommettiamo abbiamo scommesso già da anni tutto sul futuro un futuro che quindi adesso per per terre tette raggiungerci o noi per raggiungere l'UE ha bisogno veramente di questo ponte che data dall'implementazione delle dei del disposizioni esistenti
Il tema di questo primo round la criticità le criticità io distinguerei le criticità di quella che è l'implementazione
Dalle criticità di quello che è un possibile miglioramento degli strumenti normativi esistenti anche perché credo gli interlocutori cambino
Per quello che possiamo constatare noi c'è una discorso di implementazione che sul conto termico sta procedendo anche la scorsa settimana sono aree Expo e c'è stata una presentazione da parte di essi è che
Che chiamo strato diciamo la la il fatto che le cose stanno andando avanti sento che per altri tecnologie invece
Nettamente diversa da quella questione implementazione sicuramente possibile migliorare questi strumenti
Io cito una cosa che secondo me trasversale rispettate così per i nostri si è troppo specifici
Il discorso che la domanda preventivo sia questo però discorso normativo quindi non più di implementazione
Legata ai soli soggetti pubblici frena molto
La realizzabilità di investimenti da parte di soggetti privati in molti casi perché si l'intervento minimamente consistente
Qualunque tipo di finanziamento può scontare il fatto che non è possibile chiedo un'autorizzazione preventiva
Io mi fermerei qui nel senso che si possono dire molte cose però i tempi sono quelli che sono è piuttosto magari approfondire nel secondo ramo vorrei concludere con una osservazione diciamo personale di c'è personale come ma anche come come ANEST
E a me sembra che tutto questo tema delle rinnovabili in generale delle rinnovabili termiche che hanno
Che sembrano più semplice vizi realtà richiedono molto spesso molta più innovazione
E
Chieda di fatto un modo nuovo di pensare perché la complessità dei problemi richiede soluzioni sicuramente articolate
A me sembra che nella
Nel nel nel livello di innovazione di tanto sviluppo tecnologico che è stato fatto ci sia un patrimonio che non va perso sia da parte di chi deve decidere a livello ministeriale a livello istituzionale
Che direi in parte anche in noi stessi cioè di non perdere secondo me quel quello slancio iniziale che ci rende poi anche interlocutori
E credibili come siamo proprio in situ di in in forza del del di ciò che è stato raggiunto ripeto con molta molta molta innovazione
Tutta o quasi tutta italiana grazie
Grazie
Direi che
Escludere sulle criticità il punto
Punti che
Sostanzialmente bisogna tener presente sono quelli della
Della
Aggiornamento della normativa dell'adeguamento della normativa sui punti controversi e soprattutto bisogna
Effettivamente arrivare ad una semplificazione delle procedure perché tra la presentazione di una domanda e l'autorizzazione tante volte
Passano quindici sedici diciotto mesi
E non è possibile che uno che fa un investimento debba attendere tanto prima di Amedeo una risposta adeguata rispetto
Alla all'investimento
Altro aspetto da non trascurare ma che stamattina state accennate quello della ricerca ne facciamo poca ricerca quindi più delle volte la ricerca la fanno le stesse imprese
Però una ricerca di carattere pubblico
Che affianchi ricerche fanno le sperimentazioni che fanno le imprese sarebbe le oltremodo necessaria e utile
Per la vittoria in Italia si investe poco in ricerca bisogna cambiare passo bisogna investire in ricerca
E quindi passerei al secondo giro di interventi
Avete cinque minuti massimo perché alle due meno un quarto tassativamente dobbiamo dobbiamo chiudere
E quindi passerei subito la parola Ciancaleoni che
Sì rappresenta quali possono essere le esigenze di sviluppo della settore
Grazie
Sì diciamo che il lanciatore agricolo che vive la partita energetica tutta una doppia veste da un lato è un settore appunto che fornisce la biomassa specie per quanto riguarda
Geotermica dall'altro è anche
Un consumatore di leggi anche
Se non è uno dei settori più energivori lo scudo appunti state con logico dovrei stendere un pochino più la riflessione
Alla produzione energetica in generale quindi andare a coprire anche quella che il contributo dell'agricoltura nella produzione elettrica
In quella che è la tecnologia diciamo proventi più matura ultra oltre a quelle di Hamas che punto è biogas però sostanzialmente la riflessione
Abbraccia un pochino tutto il settore dell'Abruzzo energetica
Quando in campo agricolo c'è una forte necessità di un'esigenza tecnologica di adattare i modelli produttivi
Alle dimensioni aziendale del nostro territorio c'è abbiamo
Una richiesta di modelli di produzione energetica
In anche modelli di di consumo e di editi in produzione e consumo che devono tener conto
Di chi è il soggetto che
Che produce questo l'abbiamo visto dentro il dimensionamento degli impianti
Di biogas
Dove è stato l'incentivo ad eliminare qual era ivi la faglia di riferimento e non
I soggetti che poi invece dovevano acquistare questi impianti
Ma è un un tema
Generale de probabilmente
Con un pizzico di di di
Di più no di presunzione c'è di più di presa d'atto che in sostanza le biomasse e hanno la caratteristica sul territorio i primi interlocutori per la produzione di Hamas sono è il settore agro-forestale
Ed è la la quando si cambiano i modelli produttivi energetici sul settore agro-forestale se si fa l'errore di prendere
Le migliori tecnologie senza tener conto
Di chi sono poi i soggetti che gestiscono e anche magari esperienze che si sono maturata in altri Paesi
Che hanno delle condizioni territoriali diverse si rischia di poi non non veder toccare terra invece una grande potenzialità quindi la richiesta che tecnologia è quella di andare a produrre
Diciamo o impianti i modelli vicini a ad esempio le piccole imprese agricole alle piccole aziende e anche nel campo del termico mi sembra di poter dire che
Un un'evoluzione nella nella nel muro su delle caldaie potrebbe essere quella di caldaie delle stufe i Termocal miti quella di considerare anche quale la tipologia qualitativa della biomassa locale
Con piccoli problemi che abbiamo evidenziato nella convinzione più passaggio però che sono di natura normativa quindi
Ecologico non andrei oltre questo questo
Questo punto
Lucio organizzata dalla bene ma credo che certi errori della promesse fatte nel recente passato soprattutto per quanto riguarda
Gli impianti di biogas stia stia rientrando perché la stesso decreto sul termico privilegia piccoli impianti d'altronde
Oggi le nostre aziende zootecniche
Non sarebbero neanche in grado di sopportare i costi legati
Alla grossi impianti sia per il costo dell'impianto sia per la mancanza della materia prima
Vanno fatti degli impianti che siano conformi a quello che può essere il territorio a quello alla materia prima i sottoprodotti e i prodotti che quel territorio può offrire ma senza penalizzare l'agroalimentare
Io penso che
I nostri prodotti tipici
Vanno
Continuamente sostenuti e valorizzati
Le agro-energie possono dare una mano per una differenziazione una diversificazione di arredi ma va fatto con molto equilibrio questo questo passaggio
Passo la parola nuovamente a Mastro
Del Mastro
Del consorzio Geo HP
Che ci illustra l'evoluzione che loro intendono portare avanti
Va dal punto di vista tecnologico la geotermia sonde geotermiche maturando una particolari problemi lo sviluppo tecnologico la sta portando ad aumentarla profondità
Quindi il per forza la profondità degli scambiatori sotto solo che in Svizzera sperimentano cinquecento metri in Italia non ho notizie di impianti più profondi di trecento metri
Dipende dalla gelosia dipende
Da tante cose è chiaro che in Svizzera dove c'è poco spazio hanno anche esigenze
Di di di ottimizzare quello verticale una cosa invece che sicuramente
Caratterizzerà il medico grossi impianti in Italia anche un po'
Dovuto a
Al decreto al conto termico che
Che da un po'più di soldi da un po'ottimizza un po'di più l'incentivo
Sulle pompe ad Area rispetto a quelle all'acqua
E quella libri dare gli impianti cioè fare degli impianti magari completamente pompa di calore quindi completamente rinnovabili Marco uno zoccolo
Di utilizzo sulla parte a sonde geotermiche e con una gestione invece della parte
Più variabile con delle pompe d'aria per esempio questi sono diciamo il due traguardi tecnologici uno l'ibridazione e l'altro riscendere in profondità
Con
Sostanzialmente la stessa tecnica
Con la stessa tecnologia sostanzialmente con la stessa tecnica la sfida è di mantenere a maggior profondità all'interno di un costo
Che la renda possibile ma aumentando profondità diminuiscono i costi di collegamento fra vari posti geotermici siamo fra trovare sonde ma aumenta la difficoltà di trivellazione quindi fino duecento trecento metri
Questa cosa non ha per adesso costa uguale diciamo così sopra i trecento metri soccorso in Italia con la gelosia italiana
In questo momento costa di più però servirebbe anche qui ricerca prove però ahimè non mancano grazie voi giovani
E la
Localizzazioni queste pompe sono problemi
Legate al territorio per esempio in Pianura Padana
No no no no muove legalità Dini che ci possono essere
Rende lineari omicidi si possono sviluppare queste noti diciamo che l'idea di massa si può supporre dappertutto le i posti dove non è meglio non farle o non si può fare sono zone carsiche dove ci sono grandi cavità preture quindi materiale si disperde e non non si riuscirebbe oppure
In zone in cui ci sono notizie venti movimenti movimenti strati di di di sottosuolo non
Esatto dove potrebbero schiacciare rovinare le sonde oppure
In presenza di situazioni di grande inquinamento superficiale dove
Non si può o non si deve comunque non si può
Trivellare quindi anche rischiare anche solo un attimo di mettere in comunicazione la falda sopra già gravemente inquinata con quella sotto
Però diciamo che stiamo parlando di di casi proprio normalmente si può fare la per tutto sì siamo perché era uno dei problemi che erano stati posti
La regione Lombardia
Sì dalla Regione Lombardia
A parte quella dei siti inquinati che vada ed ero meno ma a parte quello liberalizzato le sonde fino a cento cinquanta metri
Ciò basta una richiesta insomma grazie e il best chiese
Di autorizzazioni in Italia proprio Lombardia
Bene grazie a Giampiero con le di Cogne
Le aspettative si bene allora se parliamo di tecnologia certamente il le pompe di calore
Come tenendo già generale non è una tecnologia nuova no nasce negli anni della
Prime crisi petrolifere poi dopo certi Paesi europea avuti suoi sviluppi in Italia
La pompa di calore ha avuto il mercato iniziale ma più che altro come apparecchio di climatizzazione estiva piuttosto che di riscaldamento
E quindi l'evoluzione tecnologica invece delle moderne pompe di calore
Sono proprio nella direzione di fu dare un servizio nel PC principale nella fase di climatizzazione invernale allora le condizioni erano già sono molto diverse
E due subito dire una cosa
Pur essendo una tecnologia matura alle pompe di calore nel loro insieme di tutte le tipologie hanno un grossissimo potenziale di miglioramento
Se no andiamo a vedere inizio pile delle pompe di calore di qualche dieci dipinto a dieci anni fa
Parlare di dirci o P tre tre due era quasi di
Oggi parlando di season ANCI UPI quindi rendimento medio stagionale oggi parlare di Silvio marcio P quattro è alla portata di
Naturalmente
Le tecnologie più evoluta più tutto è più costosa quindi
Anche qui dopo ritorneremo disco soli un'altra elemento che vorrei aggiungere è che qui a questo tavolo abbiamo dato la dimostrazione come
Diverse tecnologie sotto un cappello unico rinnovabili termine hanno questa grossissima capacità di integrarsi fra di loro
Questa è la nostra arma vincente
Pompa di calore
Marzo letto aria acqua io termica ci mettiamo un bel pannello solare integrazione pannelli radianti regolazione ci metto anche
Pannello fotovoltaico va be'perché siamo buoni siamo mediamente abbiamo abbiamo creato un impianto a zero emissioni tra qualche anno questa per questo ci verrà chiesto
Di fare impianti a zero emissioni e noi siamo pronti però è sempre lì vediamo questo impianto ideale pompa di calore di notte amicali cosa costa allora ritorno al mercato al mio intervento iniziale
Se è vero che queste tecnologie porta un dei benefici al Paese all'economia all'utente vanno promosse
Bisogna e mettere in campo degli strumenti di sostegno che aprano il mercato queste tecnologie
E noi sappiamo che se si apre il mercato i costi diminuiscono e quindi siamo in grado in un tempo molto lo dell'ente dire arrivare a quella ditta ritiene modo tale che questi erano gli strumenti sostegno nove stiano in piedi da soli
Quindi
Sono tecnologie che hanno un grossissimo potenziale tecnologico di miglioramento di questo dobbiamo tenerne conto ma
Se non si rivelano per le barriere non si mettono in campo degli strumenti concreti di sostegno è chiaro che quel mercato va per la sua legge naturale allora
Va bene sediamo mi
Dal mi dispiace per lanciare di archeologia però si chiama dal punto di vista l'efficienza un incentivo più premiante a una vecchia tecnologia più performante D'Atena allora le nuove tecnologie non entrano ma anche al mercato
Non so se avete capito di cosa sto parlando se però è così allora le tecnologie in grado di dare efficienza rinnovabili in maniera concreta vanno prese in considerazione seriamente dell'industria è pronta
Abbiamo delle grosse capace miglioramento ci parliamo fra di noi
Possiamo creare una bella rette su Marte
E
Tanti Annabella ritmata siamo in grado di mettersi nostre pompe di calore delle smart Grid in grado di interrompere
L'alimentazione elettrica seccare che sul sistema sono lente e aggiungo solo dal punto di vista elettrico per la diffusione sempre delle pompe di calore elettriche
In un ingrosso nella sua quantità creerebbe dei benefici a sistema elettrico tale da ridurre i costi
Fissi dizione perché oggi
Anni si è redatto l'incentivo al fotovoltaico
Oggi abbiamo tante energie l'etica che ci ha neghiamo dentro le centrali tradizionali lavorano a a regime ridotto e non fanno che aumentare i costi fissi generali sulla bolletta che ci troviamo alla prima voce
Grazie grazie
Luca riavvio consorzio oscurati
Qualità
Sarò molto breve anche perché mi rendo conto che siamo l'unico ostacolo favore buffet per cui
Leggiamo i tempi
Lo sviluppo della settore degli impianti radianti verte su tre assi principali il primo è la formazione a formazione agli operatori del del settore termo tecnici oggi gli impianti radiante una penetrazione nella nuovo residenziale
All'incirca del dieci per cento
Principalmente concentrato nella casa singola e nel nord Italia per cui c'è un gap ancora enorme rispetto al potenziale di mercato seppur
Ridotta ridotto negli ultimi anni dalla crisi edilizia quindi formazione allo scopo di curare proprio questo dai
L'azione informazione al di là di quella data fino a oggi che ha demandate singoli produttori curato infatti il Consorzio dei conduttori di qualità degli impianti varianti il secondo asse la regolazione regolazione quinte ESA come
Nell'accezione che dicevo prima dottor Colle quindi del in
Far sì che diversi sistemi interagiscano insieme
Ad esempio dalla generazione distribuzione all'integrazione anche con la ventilazione meccanica controllata perché
Un sistema un impianto non è la sommatoria delle varie parti ma è
Tanto più efficiente tanto quanto le singole parti lavorano ben assieme sfottere vantaggi uno dell'altro
Il terzo asse e quello delle applicazioni dove poter applicare questo genere di impianti e dove poter sfruttare al massimo
Questa integrazione questa ibridazione ad esempio viene in mente una tipo di applicazione molto sviluppato in modo più opache l'attivazione termica delle masse dove sugli edifici terziari
Inutilizzato l'impianto radiante per
Trasformare l'edificio non ci sobri scambiatore di calore quindi d'estate
L'edificio e senza condizionamento
E va ad accumulare l'energia che poi di notte quando è più facile meno costoso come pompe di calore o altre
Sistemi può due acqua diciotto sedici gradi vale affrettare le strutture
Per riportare la mattina letti l'edificio una birra situazione neutra questo genere di studi sulle nuove applicazioni di questo sistema che anche questo abbastanza vecchio perché degli anni Sessanta
Potrebbe portare un ampiamente o di quello che è la sua
Suo utilizzo e le prospettive di risparmio le carte
Grazie
Nadia
Carbonaro
Le aspettative da parte vostra
Sì forse io gennaio di aspettative viene avevo già un po'accennare al fatto che nella prima parte dell'intervento quindi sì una sintesi mi
Bay alcuni richiami collegamenti intanto con un intervento di Giampiero Colli che attinto parlato di integrazione con altre fonti rinnovabili penso alla falda qua
Accompagna di calore domestico che
Insomma si può
Integrare con il solare termico il fotovoltaico punto
Al concetto di reti di cui parlavo prima questo sicuramente non
è una forte linea di sviluppo sul punto coi poter ragionare in termini di smart Grid Smart Cities insomma
A
Quindi in termini di edifici di città che sono sicuramente
A chiave per Ferran per il perseguimento degli obiettivi di efficienza e dell'indebitamento nel futuro
Quindi a livello proprio tecnologico non aggiungo nulla sulle pompe di calore per quanto riguarda
Invece la biomassa beh sicuramente quello che si sta facendo molto e già molto è stato fatto oltre che sulla sulla sulla
Perseguimento del miglioramento deficienza energetica sull'abbattimento delle emissioni
Perché tecnologia molto bella molto con tante qualità però è stata
Sicuramente additata
Data diversi strumenti come è una tecnologia potenzialmente inquinante vero potenzialmente lo può essere però oggi ci sono delle tecnologie punto per l'abbattimento delle emissioni inquinanti di fumi
Si potrà fare ancora qualcosa ma questa sicuramente è una è una linea
Ecco la il discorso per esempio delle tariffe
Sicuramente importante per il settore delle pompe di calore non solo
Le nostre aziende sono sempre soprattutto in questo periodo di crisi sul filo del rasoio quindi
Nostro settore per dirvi a un settore che Manta cioè il c'è l'Italia rappresenta tredici miliardi di fatturato di cui nove all'export
è un settore nel quale vorremmo mantenere qui la produzione la ricerca e quindi potere come dici Giampiero sperare che sì sì vengono rimossi diciamo dei dei vincoli che in questo momento
Agiscono da freno
L'ultima forse l'ultima cosa forse nuovo richiamo al discorso del filiera corta
Che si si è fatto intanto intanto un parlare però sarebbe sarebbe ora di di di valorizzare veramente questo concetto di filiera corta
Grazie
Prego
Inferiore
Francesco a chiudere
A filiera corta parte se qualcuno si fa carico di pagare imprese agricole
Che stanno sul territorio ad oggi qualche dubbio su cui su
Come vengono pagate le imprese che vogliono fare glielo accorta c'ero
Io sulle aspettative immagino
E come aspettative ma molto sinteticamente
Io penso che la cosa chiave sia quella di cominciare a fare degli delle installazioni piccole finché si vuole in un mondo in perfetto finché si vuole
Questo è un discorso che vale sicuramente nel merito del solare termico a concentrazione credo abbia degli elementi validi in generale ciò che è nuovo a veniva citato per il concetto dell'attrito di primo distacco per il conto termiche in quanto tale
Vale ancora di più nel merito dei tecnologi di cui il conto termico gli incentivi sono solo uno dei fattori diciamo
Di aiuto al decollo la fiducia il fatto che si vede che le cose ci sono fa sì che veramente come tutte le cose appunto iniziali le curve di apprendimento quant'altro
C'è un potenziale che esponenziale
Occorre fare tutto lo sforzo possibile
Per cominciare dicevo prima siamo una tecnologia bambina ognuno di noi probabilmente non ha mai fatto tanta fatica come quando in atto ed secondo me l'esempio vale anche come speranza per il futuro visto che tutti i diversi anni no ce li abbiamo
Ripeto si sono certo di quello che dico per il solare termico a concentrazione
Lo reputo piuttosto vero pur con il rispetto che si deve atti con logiche non si conoscono altrettanto bene nel merito anche per molte altre tecnologie termiche rinnovabili grazie grazie
Marcolin credo chiesto
Faccio chiudere avrà Rosa Filippini
Grazie
No io mi limito a ringraziare tutti penso che mi immedesimo anche nel pubblico penso che sia stato
Utile venire a conoscenza di così tanti
Punti di vista e anche di elementi che spesso civili sfuggono no come le dimensioni del settore
Se ne parla un po'distrattamente
Le tecnologie per le rinnovabili termiche non si vedono e questo ambientalmente grosso pregio
E che invece significa che poi
Gente non ne prende atto nel dibattito pubblico non ci sono e si finisce per scambiare
Per settori dell'economia piccolini settori che invece
Magari del mondo sono
Occupano le prime donne seconda posizioni quindi sono giganteschi sono importantissimi per la nostra economia e per tutti noi quindi grazie pubblico
Villa mattinata grazie relatori riprendiamo puntualissimi alle tre perché c'è un pomeriggio scoppiettante avremmo quindi bisogno di tutto il nostro tempo
Grazie a loro osa Filippini Presidente gli amici la terra per questo invito molto gradito che ho accettato con piacere e
Prego
E come avete visto da programma
Oggi pomeriggio parliamo di rinnovabili termiche ed efficienza negli edifici lo sapete già tutti le rinnovabili termiche in particolare per avermi insistenza
E il merito che hanno gli amici della terra nel portare l'attenzione
Su questi
Temi delle rinnovabili termiche mentre invece
E gran parte degli incentivi e l'attenzione anche nel dibattito pubblico è concentrata sulla
Rinnovabili elettriche ma di questo poi sentiremo parlare Chicco Testa dopo la fine di questa sessione e di efficienza negli edifici
Come ben sapete e l'una rinnovabili termiche e l'altra efficienza di edifici dannoso
Hanno delle prospettive di contributo molto grande per quello che riguarda diciamo il contributo alla riduzione delle missioni dica scrisse Errani al contributo alla riduzione dei consumi energetici in generale
E quindi anche all'aumento della sicurezza delle forniture nonché alla ricaduta se lo sappiamo fare bene il purtroppo in Italia non siamo molto
Capaci almeno in altri casi una ricaduta industriale una ricaduta occupazionale
Quindi sono sicuramente due temi centrali nella politica energetica del nostro Paese e in effetti lo vediamo
Nella nella se nella nella documento di strategia energetica nazionale approvato
Siamo in articulo Mortis da banda parte del
Del
Precedente Governo dalla Governo Monti e lo vediamo a livello comunitario per quello che riguarda gli obiettivi
Diciamo dell'unione
Europea
Quindi sono sicuro che le cose che sentiremo dai relatori di oggi pomeriggio e poi nella tavola rotonda
Arricchiranno la nostra conoscenza su due aspetti appunto centrali della politica energetica mi taccio subito perché appunto di tempi sono ristretto il volevo semplicemente dire che
Mi fa piacere essere qui non solo con l'Università Bocconi ma anche come energia ad
Che
è un laboratorio
Diciamo creato in Lombardia che si occupa molto dita rinnovabili in Generali i poi di efficienza energetica in particolare
Tutto ciò detto la parola allora alla dottoressa Martino leciti
Certo
Buongiorno a tutti
Fino
Comitato tagli sentirsi
Comitato termotecnico italiano giusto due parole per chi non lo conosce utente di normativa federato alluminio sviluppa norma tecnica del settore
Calmo tecnico ad esclusione dell'energia elettrica ci occupiamo sia di norme di prodotto che
Diciamo così di sistema tutto ciò che ha a che fare più o meno con una con energia
Strutturati in vari sotto comitati e gruppi quello che volevo sottolineare la norma tecnica e normalmente un processo consensuale
A cui è importante che partecipino
Torna e si siedano intorno ai nostri tavoli tutti gli operatori interessati delinquenti o richiamiamo gli stakeholder
Proprio perché è un documento che deve essere per sua natura il più possibile condiviso da tutti gli operatori interessati a un determinato argomento settore è tema di interesse
La differenza principale tra la norma tecnica e la
Legislazione appunto è che mentre la prima è cogente noi ci muoviamo sempre e comunque quando parliamo di normativa tecnica sul piano volontario
Fintanto che
Questi strumenti queste norme tecniche non vengano richiamati espressamente all'interno di una legge e diventino pertanto in quel momento e solo in quel momento cogenti
Per quanto riguarda il il tema di cui ci occupiamo oggi
Nella direttiva sull'efficienza energetica degli edifici vedete riassunto in quella che è la legislazione sul piano europeo
La vecchia direttiva e la nuova direttiva liti di dire casta che ancora a livello italiano ci dobbiamo
Stiamo così predisponendo a recepire a livello appunto legislativo
Tutti i decreti legislativi che sono usciti finora a supporto della prima direttiva che quindi il Ministero andrà a a rivedere e sull'altro lato vedete riassunte quelli che sono le principali fonti della norma tecnica
Che sempre più ormai si è incentrata sulla libello europeo quindi parliamo prevalentemente di norme AN ma anche di norme internazionali quindi di norme ISO
è il conseguente diciamo così il recepimento e applicazione che in questo settore particolare è stato fatto in ambito CTO attraverso le un ITS undici mila trecento che sostanzialmente rappresentano
Lì nell'applicazione sul livello nazionale e abbiamo cercato di risolvere i problemi che il primo che il pacchetto di norme europee ancora presentava
Mi alcune
Considerazioni magari un pochino scontate
è compito del legislatore fissare un requisito di legge e definirne i limiti ovviamente quindi deve identificare un edifici comunali indicatore parametro Lippi famoso
E per questo valore e questo parametro deve definire un valore limite è però importante che esista un metodo di calcolo e questo è compito
Della norma tecnica
E che scusate la banalità ma che in quel mondo in un certo momento si parlino cioè importante che chi definisce il valore limite lo faccia avendo presente un metodo di calcolo univoco
In base al quale poi questo valore verrà verificato può sembrare una banalità però a volte ci troviamo in a fare i conti con questa con questo aspetto
E ancora atti si siede i tavoli della norma tecnica deve comunque aver presente che nel momento in cui va a toccare una norma tecnica finalizzata alla verifica di un requisito
Volente o nolente va a incidere su questo parametro che il legislatore ha fissato per cui da questo punto di vista è importante che ci sia
Una stretta sinergia una cooperazione tra il mondo della legislazione che fissa le leggi numeri che poi
Il progettista deve rispettare e il mondo della norma tecnica lituani interno del quale si dà anche i professionisti progettisti che definisce i metodi di calcolo per farle verifiche diversamente se questo incrocio non si realizza in modo corretto
Ci troviamo di fronte a dei problemi cosa che anche in passato abbiamo avuto modo di film di verificare
In questo senso citi è sempre spesso coinvolto
Svolge anche un'attività diciamo così di di consulenza e di supporto del legislatore nel momento in cui ha chiamato di finire appunto questi aspetti
L'obiettivo principale della direttiva enti quindi è la riduzione di combustibili fossili
Vuoi per motivi di risparmio eccetera eccetera vuoi per i discorsi di sicurezza di approvvigionamento delle fonti energetiche all'interno della Comunità europea
L'obiettivo principale è quello la certificazione energetica
Anche qui una riflessione magari scontata è uno strumento non è la finalità della direttiva perché molte volte si spacca gradi la direttiva per la certificazione energetica no
La certificazione energetica è uno strumento è lo strumento attraverso il quale si cerca di
Rendere apprezzabili e motorini tipizzabile
L'aspetto energetico sul mercato e quindi a quello strumento in grado se fatto bene si credibile di cambiare anche il valore dell'immobile che viene messo sul mercato sul mercato
Perché questo strumento sia credibile ci vuole un metodo di calcolo univoco comunico univoco e
In qualche modo robusto diversamente rischiamo di svilire il valore del certificato energetico
E quindi perdere la finalità ultima per cui era stato pensato questo strumento
La strada per andare verso e difficile per ridurre i consumi edifici efficienti
è in qualche modo così indicata in quella che è la nuova direttiva quando parla di mia ritiro il mio civili dal due mila venti come sapete tutti gli edifici devono essere il mia visivo
La direttiva non definisce questo valore e lo lascio agli Stati membri è ancora questo non è stato fatto però ci dice cita già delle indicazioni su che consente
La strada non è quella di utilizzare il più possibile
E dire energie rinnovabili ma utilizzare il meno possibile energie fossili non è la stessa cosa
Quindi l'appeal nella definizione si dice che e difficile con un fabbisogno energetico molto basso
Da gradino più principale è fare tutto ciò che è possibile affinché le soluzioni progettuali che sono individuate riducano
Interventi sul fabbricato dall'isolamento alla corretto disposizione all'ombreggiamento tutto quello che volete tutto ciò che io posso fare per ridurre il fabbisogno termico utile dell'involucro dopodiché
Utilizzo tecnologie efficienti per la produzione la conversione dell'energia
E copro questo fabbisogno residuo che mia rimasto il più possibile con il ricorso ad energie rinnovabili
Io mi sono permessa di fare un po'un altro paragone tra la corretta piramide alimentare e la corretta piramide della strada verso l'edificio di energia a zero
Anche quando parliamo di Quarta rinnovabile
Eh questo è sospetto è il rovescio della medaglia dell'efficienza energetica
Avere una quarta rinnovabile di energia rinnovabile alta di per sé non è
Una
Un obiettivo principale non è un risultato definitivo l'esempio più banale che posso fare
Sì e sostituiscono scalda acqua Hadassah o una qualche ha una quota di rinnovabile di energia pari a zero con negli argomenti lo scalda acqua elettrico in cui mi Sirico no c'è il venti per cento di rinnovabile nella produzione di energia elettrica in automatico ottenuto il venti per cento di energia rinnovabile solo con questo intervento ma non ho fatto sicuramente un buon intervento
Quindi di per sé l'indicazione di qual è la percentuale di energia rinnovabile e di utilizzo da solo non è un indicatore soddisfacente
Andiamo avanti
Esso quindi non mi dilungo eccessivamente su quella che è stata l'evoluzione storica della primo mandato cos'è successo è uscita la direttiva la prima dire
Sì ma nel due mila due la Comunità europea ha incaricato l'ente di normazione europea Senna di predisporre un pacchetto di norme
Che potesse appunto strutture strumentare questo Acosta direttiva
Questo accadeva più o meno nel due mila quattro il cenno attraverso cinque comitati tecnici si è messo al lavoro ha prodotto in tempi ragionevolmente brevi di un pacchetto di norme di una quarantina di appunto di documenti
I quali una malgrado lo sforzo che è stato fatto contenevano diversi i diversi gli aspetti problematici qual perché comunque venivano dalla collaborazione dei rappresentanti di trenta enti nazionali diversi i quali avevano già una propria legislazione implementata norme tecniche implementati insomma un lavoro abbastanza difficile
Fatto sta che le norme che sono uscite intorno al due mila otto presentavano che ne so metodi di calcolo diverso per calcolare la stessa grandezza
Avevano tutta una serie di
Di problemi chiamiamole così che non consentiva l'ovvia vere un approccio univoco per questi dopo
A livello di normativa italiana è nato il pacchetto delle uniti S undici mila trecento
Che in buona sostanza aveva proprio l'obiettivo di definire nel bene e nel male con i limiti che più o meno tutti conosciamo una procedura univoca
Questo pacchetto come sapete è stato realizzato attualmente sono disponibili le tutte e quattro le parti della norma
Da parte una parte due sono attualmente in revisione la parte quattro che è stata l'ultima che è uscita come sapete tratte in modo particolare le metodologie di calcolo perda
Le tecnologie che utilizzano energie rinnovabili pompe di calore solare quant'altro
Cosa succede e cosa succede dopo
è uscita la nuova direttiva
E insieme alla nuova direttiva un secondo mandato della Comunità europea al cento per lo sviluppo di norme quando parlo di mandato per assoluta dotato di un incarico finanziario la Comunità europea paga il cenno all'ente di formazione perché predisponga degli strumenti
Validi a questo punto
Tra stavolta buon sostanza ha detto o mi date un pacchetto liberamente funziona e che veramente gli Stati membri sono disposti a implementare fare proprio e diventi uno strumento
Utile a livello europeo o altrimenti scusate meglio altri soldi altri cinque milioni di euro non li tiro fuori un'altra volta netto papale papale hanno fatto un esame sempre attraverso un progetto europeo di cosa non ha funzionato
E hanno verso e stanno adesso ripartendo i lavori
Con l'idea appunto di mettere al di rivedere le norme in modo che siano maggiormente univoche approva di software e che gli Stati membri si impegnino effettivamente ad implementarle nella propria legislazione
Quindi lei i gradi di libertà che comunque verranno lasciati agli Stati membri ancora ci sono ma saranno ben identificati e molto più regolamentati
La situazione in cui ci troviamo adesso quindi è un pochino di passaggio
A livello europeo abbiamo due-tre anni di lavoro per arrivare nel due mila quindici due mila sedici ad avere un pacchetto nuovo e nello stesso tempo dovremmo lavorare anche in
In sede internazionale
Nella costruzione diciamo così del di quello che è il bilancio energetico del metodo di calcolo ci sono ancora alcuni punti alcune lacune diciamo così che devono essere definite chiarite
Perché tutti si riesca a fare i calcoli nello stesso modo e questo è importante farlo in parte già da subito ci sono quindi degli aspetti fondamentali che devono essere definiti
E a questo scopo segnalo è uscito un documento diciamo così di
Temporanea quello che viene chiamato raccomandazione citi
Numero quattordici che definisce appunto le regole del bilancio energetico quindi precisa cos'è il confine energetico cioè l'oggetto che io vado effettivamente a certificare
Cioè finisce o quanto meno ricava dalla legislazione già attualmente vigenti quelli che sono i fattori di convenzioni energia primaria non rinnovabile totale
Definisce
Come valutare
L'energia elettrica prodotta ed eventualmente esportata
Questi parametri pro capite bene quindi fattore di conversione energia primaria non rinnovabile e come costruire il bilancio in termini di esportazioni o non esporta Simone dell'energia elettrica prodotta influiscono pesantemente su quello che è il numerino finale che l'utente vede sul certificato energetico
Questa è comunque la strada anche scelta dalla dal Senna l'indicatore di prestazione lettini quindi sarà sicuramente stress in energia primaria non rinnovabile
Rispetto a quelli che sono ai confini dell'edificio la l'approccio che sta prendendo piede nella normativa europea e che già comunque è implementato anche nella raccomandazione è quello di dividere tra le fonti energetiche rinnovabili on Saitta
Che si trovano quindi sulla pertinenza dell'edificio però ancora qui da definire bene ovviamente a livello politico consenta pertinenza dell'edificio qual quanto grande è questa pertinenza e non è un tema da poco
Ci sono poi fonti energetiche che arrivano dall'esterno quelle che vengono chiamate offside all'interno delle quali possono esserci comunque delle componenti di Energia rinnovabile
Vengono distinte sulla norma europea taragna rubai che distanza cosa vuol dire mi Arbeit sostanzialmente andrà identificare quelli che sono le reti di teleriscaldamento
Per le quali la norma la bozza di norma europea prevede che possano essere definiti fattori di conversione in energia primaria specifici specifici per ciascuna rete di teleriscaldamento
Appunto a seconda di come viene prodotto il calore se c'è più o meno cogenerazione severa produzione del talora viene fatto con biomasse quindi
è possibile la strada di a vere fattore di conversione specifici per ciascuna rete di teleriscaldamento quello che viene invece definito distante ad esempio il fattore di conversione terra la rete elettrica nazionale
In cui
La norma europea prevede che venga dato un unico valore medio a livello nazionale che anche qui all'interno
Bella fattore di conversione dell'energia elettrica starà ai singoli Paesi se riconoscere o meno la componente di energia rinnovabile che associata al vettore energetico
In buona sostanza la regola del Bilancio è
Quella di fa appunto compensare l'energia elettrica prodotta e quella esportata
L'altro aspetto che dicevamo eh definire le regole per l'esportazione io qui quello che vi facevo vedere la bozza in cui l'età
La norma europea in revisione definisce i fattori di conversione in energia non rinnovabile
Come vedete ad esempio incassano il salmo l'abbiamo ottenuto abbiamo attualmente ancora uno perché il fattore per noi l'energia primaria non rinnovabile è un concetto
Cioè il primariato tale piano ancora un concetto che nella legislazione non abbiamo buona sostanza noi dovremmo tener conto non solo dell'energia associata al vettore
Supponiamo gas ma anche all'Energia utilizzata a terra trasportarlo utilizzarlo eccetera questo
In quest'ottica finirà comunque in qualche modo per falsare l'indicatore Hichri che viene così numerosi chilowattora metro quadro che viene consegnato nelle mani della dell'utente
Punto tramite il certi il certificato questi fattori devono comunque essere definiti a livello lire legislativo e ovviamente essere definiti appunto dal legislatore non dall'ente di tecnico
Nella raccomandazione noi per ora abbiamo pubblicato questi valori che sono sostanzialmente tratti
Da quella che è la legislazione esistente attuali inattesa che il legislatore possa definire qualcosa di diverso
L'altro tema importante
è come tener conto della produzione elettrica posto senza fare nomi fare energia elettrica da fotovoltaico
Non non accenno qui al tema della micro cogenerazione perché magari è un tema un pochino più specifico però la norma europea l'impostazione è quella che ci possa essere
Energia elettrica prodotta on Saitta e considerata diciamo così sincrona
Consumata nel momento in cui viene prodotta quindi se noi facciamo i calcoli su base mensile io posso utile considerare utile ai fini del bilancio energetico l'Energia
Che viene prodotta in quel mese
L'eventuale surplus di produzione energie il la norma dice che viene
Può essere considerata come temporaneamente esportata e Primo utilizzata in un secondo momento come un fattore di conversione nuovamente può essere definito a livello politico attualmente in Italia zero
Quella che ulteriormente eccessiva addirittura rispetto ai consumi non sincrone
Può essere considerata definitivamente esportata è ancora una volta valorizzata attraverso un fattore di conversione delle già primaria
Che è compito dei Paesi membri definire
Attualmente la legislazione italiana uno zero anche su questo valore
Tanto per fare un esempio così la stanza sintetico già sforato abbastanza e con questo veto di chiudere
In questa slide vedete un esempio per il semplice in cui si fa vedere un edificio in cui la produzione
La sulla che il fabbisogno sono due mila innovatori anni o una produzione da fotovoltaico suddivisa nei vari mesi che addirittura può superare
Quella della del fabbisogno del fabbisogno proprio
Se vado a fare un bilancio complessivo
A seconda di come vengono utilizzati questi fattori di conversione io potrei concludere
Che il mio edificio a
Un fabbisogno di energia elettrica di mila duecentonovanta innovatori annuo oppure se considero che può riutilizzare quella prodotta in più
In agosto diciamo per coprire i fabbisogni di gennaio io potrei avere un edificio che consuma nulla
Oppure se considero anche le ed il si valorizzo anche all'interno del Bilancio quella che è la definitivamente esportata di ottocentodieci filo io potrei avere un edificio che produce energia
Quindi definire
Qual è lo non sai cioè quanto posso considerare intorno al mio edificio come facente parte dell'oggetto questa certificando l'avviamento importante
E darci delle regole o che ci dica delle regole per definire cosa eccome quanto dell'eventuale produzione sul posto posso considerare è altrettanto importante
Concludo perché da oscurato gentilmente non sia stata richiamata ripetendo questi temi sono stati per re
Preannunciati in in questo documento citi con riferimento alla situazione legislativa attuale
Il quadro normativo europeo è in corso di definizione nei prossimi due anni e quindi ci sarà da da lavorare
Nel frattempo a livello ministeriale come sapete si procederà anche alla recepimento e alla strumentazione dell'ETP diretta
E quindi alla definizione di tutti questi parametri che effettivamente ci consentiranno
Di arrivare a
Un metodo univoco
Grazie per l'attenzione scusate se ho cercato di condensare
No grazie alla dottoressa Martino per cui è stata utilissima esposizioni preannuncio che si riusciamo a mantenere i tempi io vorrei prima di passare casi studi la seconda parte
Dare magari la possibilità di qualche
Breve intervento domanda da parte
Nella sala ciò detto adesso passo la parola al dottor monello che ci parlerà di qualificazione degli installatori
Buongiorno a tutti
Non ho illustrato con slide il mio intervento perché ahimè
Si tratta di considerazione in gran parte basate su norme giuridiche che ben poco si prestano ad essere illustrate con pregevoli animazioni
Cercherò cercherò comunque accogliendo il di l'invito del del moderatore
Di
Risparmiarvi di passaggi più difficili per per cercare di non annoiarvi allora la questione della qualificazione degli operatori si apre in realtà
Un po'di un po'di anni fa
Con il decreto del Ministero dello sviluppo economico numero trentasette del ventitré gennaio due mila otto che metteva ordine e ancora oggi mette ordine nelle disposizioni in materia di installazione di impianti
Prevedendo all'articolo quattro
Che gli operatori abilitati a installare impianti insicurezza e a dichiarare tale circostanza nella dichiarazione di conformità sono di quattro categorie
Coloro che hanno conseguito un diploma di laurea in materia tecnica specifica
Un diploma di qualifica conseguito
Al termine di scuola secondaria superiore più un tirocinio un attestato di formazione professionale seguito da un periodo di inserimento
Un po'più lungo e una prestazione lavorativa svolta alle dipendenze di un'impresa abilitata nel ramo di attività per un periodo non inferiore a tre anni escluso quello di apprendistato e quello svolto come operaio
Qual è qualificato con qualifica di specializzato
Più o meno la stessa disciplina viene ripresa
Dal decreto legislativo ventotto del due mila undici che nel tentativo nel
Tentativo di applica lodevole peraltro
Di applicare
In tolto le disposizioni della direttive europee nel jazz circa due mila nove ventotto della comunità europea
Introduce
Una disciplina della qualificazione professionale degli operatori riprendendo le medesime categorie del decreto ministeriale trenta sette zero otto limitatamente però alla lettera a alla lettera b e alla lettera c
Lasciando fuori mister di cioè colui che ha maturato la propria esperienza sul campo
Allora questa situazione comporta un grandissimo panico degli operatori che cominciano a temere che dal primo Agosto due mila tredici
Termine in cui viene fissato il percorso
Di formazione relativamente i programmi degli studi superiori e a dei corsi di qualificazione professionale questi operatori si vedano si vedono piazzare uno stop
Noi diciamo di no perché possiamo riassumere così
Le considerazioni giuridiche che sono alla base di questa affermazione nel dettaglio le potrete leggere negli atti del convegno semplicemente dicendo che io ora decreto legislativo ventotto
è stato emanato in attuazione di una specifica disciplina in termini di risparmio energetico
Il decreto ministeriale trenta sette due mila otto è stato emanato in forza di una legge delega che metteva in ordine la materia già disciplinata dalla vecchia legge quarantasei del novanta
E
Con ad ed avente oggetto
La
Sicurezza degli impianti
Quindi significa che si tratta di due materie diverse per cui non può intervenire una semplice
Una semplice abrogazione tacita per avere disciplinato compiutamente la materia
Quindi ci troviamo nella coesistenza di due regimi per cui uno operatore professionale che si sia guadagnato l'abilitazione sul campo
Mediante il lavoro può ottenere ancora oggi l'abilitazione professionale per titoli
Di merito sul campo rilasciare dichiarazione di conformità in base
Alla decreto ministeriale trentasette zero zero otto che attestano
La la completa completa sicurezza del dell'impianto ma queste dichiarazioni non sarebbero nell'intenzione di legislatore valide
Per descrivere
E il fatto che l'impianto sia stato realizzato conformemente a criteri di efficienza energetica il bello è che però nella documentazione che viene rilasciata
Nella dichiarazione di conformità ex decreto ministeriale trentasette zero otto c'è anche
Il titolo abilitativo cioè la visura camerale dalla quale risulta sì
Il fatto che l'operatore è abilitato per svolge un determinato tipo di attività la famosa lettera
Ma non dice come
Sia
Ottenuto questo tipo di
Abilitazione c'è per titoli
Per esami per pratica professionale
Pertanto sente in qualche modo ecco non non lo dice e quindi la politica e quindi l'applicazione della disposizione dell'articolo quindici ter l'autorizzazione in toto rischia di restare lettera morta allora l'in bassa si dovrebbe risolvere
Attraverso un criterio di
Il di lordi legislazioni e normazione moderno che imponga una revisione delle competenze dei soggetti coinvolti
Quindi
Parlamento
E in questo caso soggetto delegato Governo
Nell'emanare le leggi quadro
Che contengano le finalità e le sanzioni applicabili in caso di
Mancato rispetto dei principi le sanzioni devono essere naturalmente adottate soltanto con legge lasciare al Ministero la disciplina
Di
Applicativa sul territorio e all'ente di formazione tecnica in questo caso l'unico più per spiritualmente il Comitato termotecnico italiano di riempire di contenuti le norme
E i programmi di formazione per quel che serve agli operatori
A questo proposito
E così concludiamo il concludiamo in modo
Diciamo diciamo così più allegro rispetto i contenuti della della relazione che ripeto sono a disposizione degli atti
Racconto un fatto che non potevo mettere nella relazione perché è successo soltanto lo scorso nove maggio
Abbiamo tenuto un corso con l'associazione a un FUS rivolto a operatori del settore non iscritti all'associazione per illustrare la norma l'installazione dieci sei otto tre
E abbiamo sospeso somministrato all'ingresso un questionario
Rivolto appunto questi operatori non iscritti nella quale c'erano alcune domande trabocchetto tra cui una in particolare se ritrovando di fronte alla lettera l'ambita
Penso subito a un elenco puntato
Secondo l'alfabeto greco
Un componente elettronico
Un elemento di un coefficiente di isolamento allora i risultati sono stati i seguenti alla prima domanda zero risposte
Alla seconda domanda circa un
Quaranta per cento di risposte alla terza domanda trenta per cento di risposte
In
Perché i restanti non hanno risposto
Allora va bene
Come penso avrete capito
Il le risposte esatte erano tutti e tre
Però abbiamo cominciato a pensare che coloro che hanno risposto
Un componente elettronico fossero dei validi
Termo tecnici e bravi operatori
Che montano impianti
Di riscaldamento
Di grande portata oppure
Apparecchi elettronici per esempio quelli collegati alle stufe a pellet perché in questo caso si parla per spiritualmente di landa come componente elettronico la sonda Olanda
Ma un fumettista
Che deve fare un isolamento
Di un cammino
O scegliendo un materiale doppia parete oppure facendolo lui con una scelta dei materiali come fa annunci sapere
Consente
Il coefficiente di isolamento termico
Contraddistinto dalla lettera lampada qui come fa a scegliere i materiali come fa a montarli
Ebbene Bindi io il campione
A cui è stato somministrato questo questionario
Era
Equamente ripartito fra operatori che lavoravano che avevano ottenuto l'abilitazione per
Titolo di studio
E per pratica professionale
è quindi urgente stabilire
Una formazione che permetta
Ad operatori di estrazione professionale diversa di storia professionale diversa e di preparazione diversa di parlare un linguaggio comune non possiamo pensare
Che quando presentiamo la necessità di
Misurare la depressione di un cammino in Pascal un operatore pensi che passano sia l'ultimo acquisto che fare il Toro l'anno prossimo per rinforzare l'attacco
Però
Dobbiamo essere seria anche nei confronti degli operatori prendendo quanto di buono c'è nell'esperienza professionale e soprattutto non facendo terrorismo su coloro che
Hanno messo in pratica
Le norme di installazione esistenti in condizioni fai da te e che in questo momento si troverebbero come dire
Pena Rizzati da un'incertezza normativa
Non dimentichiamoci che l'operatore
Professionale
A dalla propria parte soltanto le proprie braccia
La propria mente
Il POR più piccolo patrimonio professionale ed il proprio mondo se togliamo quello vuol dire che ci prepariamo a
Schierare una nuova squadretta di disoccupati cosa questa che nei tempi in cui ci siamo non abbiamo veramente bisogno dia vere grazie
Grazie anche
Questa relazione per essere rimasto nei tempi e chiudiamo la con la piazza dell'azione del dottor Di Santo del file
Sì buona sera a tutti quanti
Invece la presentazione non ce l'ho perché pensavo fosse la tavola rotonda che questo quindi vuol dire che
Dovete starmi a sentire non potrete distrarmi con diapositive pirotecnica
Il tema era cercare di mettere insieme un po'gli edifici con l'efficienza energetica le fonti rinnovabili edifici che coloro tredici milioni di
Numerici di realtà in questo Paese con i loro consumi elettrici o termici rappresentano sicuramente uno dei consumatori fondamentali nel panorama energetico
E tra l'altro mi piace partire da una piccola considerazione non so se ci avete pensato ma mentre da una parte del settore elettrico
Dopo gli albori distribuiti si è andato via intanto si era andato diventano negli scorsi decenni verso una realtà
Accentrata e centralizzata sulla parte termica aveva prevalso decisamente la parte distribuita quello che è successo negli ultimi anni quando hanno iniziato un pochino ad attecchire quelle che sono state le politiche
Ci dica ambientali trainate dal protocollo di Kyoto al pacchetto venti venti venti dama diversa attenzione
A quelle che sono
Le esigenze primarie della della vita della società
è stato un venirsi incontro ossia il settore elettrico è andato
Distribuendo sì e quello termico è andato centralizzando sì
E questo dovrebbe far riflettere sul fatto che entrambi i sistemi realtà raggiungono la massima efficienza probabilmente quando amo un pezzo di generasse centralizzato un pezzo di generazione distribuita
Perché
Il centralizzato da economie di scala davanti anche in termini energetico ambientali di sicurezza e via discorrendo
Che la distribuita consente Dio di andare a dimensionare quelle che sono perché sono impianti produttivi esattamente sull'incidente dei siti inseriti niente di ridurre le perdite di rete
Perché dico questo perché il sistema elettrico e termico nonostante
La loro vastità la loro complessità evolvono invece
Quello che è il modo di essere italiani deteriore non evolvere anzi peggiora e questo dovrebbe invece portarci un pochettino a
A per cercare un pochino la scuote ARCI data un certo modo di pensare e di fare
E avete sentito adesso alcune tipiche problematiche di questo Paese la fanno le leggi
In alcuni casi recependo direttive comunitarie
Senza però tener conto però della realtà del Paese col risultato che talvolta non sono applicabili qua
Votano applicata a metà qualche volta generano degli degli obbrobri e in tutto questo poi si innescano tutta una serie di discussioni
Diciamo da
Da da quelli degli amici che si incontrano a Bari il giorno dopo la partita per discutere scelte dell'allenatore
Si perde di vista arrivi all'obiettivo cioè in questo caso cerca di sviluppare il mercato dando delle risposte alle esigenze del Paese delle utenze
Il quadro legislativo teoricamente
Motivo per cui nel titolo cioè fondi e difficili fra
Le fonti rinnovabili fra obblighi e opportunità
Sarebbe più che sufficiente perché abbiamo i requisiti minimi obbligatori
Che valgono sia per l'involucro edilizio sia per
L'impiantistica sia ormai anche per la quota minima di rinnovabili da installare per i nuovi edifici è un domani i fisici diciamo così a consumo zero
Due abbiamo
Quello che
La sensibilizzazione
In particolare certificazione degli edifici ed etichettatura di ciò che viene usato negli edifici quindi lo scopo è non solo obbligo l'offerta mando anche lo strumento alla domanda per scegliere in modo più accorto
Poi ci sono una serie di incentivi rivolte alla domanda in particolare nel settore degli edifici entro detrazioni fiscali adesso conto termico elicottero offerti certificati bianchi
Quindi
Diciamo che difficile dire ma
Se non lo facciamo e perché non ci sono gli strumenti c'è mai ce ne troppi qualcuno forse ricorderà la dicitura legge dieci novantuno
Che non tiro fuori per dirvi che sono nato prima del novantuno tratturo pro capite da soli ma perché era una legge ben fatta ben strutturata organica
Che dava insieme alla gemella nove che riguardava un po'la generazione dei tra generazioni distribuita un quadro piuttosto chiaro che se fosse stato attuato non avrebbe avuto bisogno di tutto ciò che è seguito
E la legge dieci novantuno ci dovrebbe far riflettere su alcuni aspetti nella nostro
Diciamo così il paradosso normativo che ha fatto sì che faccio gli strumenti per promuovere e poi spesso finisco per deprimere
E
Cioè questo
Dovremmo cercare di rimetterci a fare in tanti buoni amministratori buoni amministratori uno che investe delle risorse cerca di capire qual è la situazione quindi finanze diagnosi finanzia azioni accompagnamento finanzia gli studi di settore se è un un'amministrazione centrale dello Stato
Decide gli obiettivi quantitativi sul fatto che
In base all'analisi che ha fatto ha capito più o meno dove può arrivare e una volta che ha fatto questo poi si dota di procedure e regole che consenta di raggiungere gli obiettivi quarto controllo e verifica
Voi capite che queste cose non se ne fa quasi nessuna se non nei casi che funzionano
Funzionano ma caso perché seguono questi
Questi titoli anche se poi mi piace essere più imprenditoriali sono quelle alla base dei sistemi di gestione niente di più niente di meno
Secondo aspetto
Se ho messo in piedi un sistema coerente allora anche le leggi che scrivo diventano realizzabili attuabili anche perché
Invece di cercare di rendere sempre più complicate
Per difendermi da i furbi nostrani che son quelli che dicono e fanno l'impianto e non li fanno che truccano che cercano sempre di
Trovare l'escamotage per fare delle cose che nessuna persona con buonsenso farebbe perché saprebbe che si chiamano truffe che non semplicemente nuove opportunità di business
Ecco
Sì io mi trovassi a
Con un quadro
Regolatorio maturo
Fare i controlli per fare leggi semplici
Perché che agisce stessa che arriva al controllo agisce bene non solo al controllo tende a mettere a nudo eventuali complicità fra parti diverse del substrato
Del Paese e quindi automaticamente
Aumenta la qualità del fare che una volta completato la qualità del fare di conseguenza posso fare leggi semplici e le leggi semplici fanno sì che quando io voglio presentare una domanda di incentivazione invece di trovarmi impazzire di fronte a
Anche adesso
Cento e passa pagine di linea attuativa tanto per stare nel più recente strumento conto termico
Magari me la cavo leggendo due tre pagine e qui deve stare a differenza
Anche perché se no è chiaro che attivato le leggi si trova in difficoltà terzo e ultimo ci siamo trovati con delle istituzioni che invece di collaborare si son messi a litigare
Ne avete casi di tutti i tipi per stare su un incentivo tipico di questo settore certificati bianchi Ministero autorità Nino che tirava parte contraria all'altra fino all'epilogo che c'è stato
Più recentemente l'Autorità per chi di voi seguire aspetti tecnici ha fatto un
Documento di consultazione sui sistemi efficienti di utenza le reti interne di utenza documento importante per sviluppare la generazione distribuita
Peccato che il documento sia scritto bene sia buono ma preambolo sia tutto dedicato a dire che l'Autorità non è d'accordo sulle esentare
Dagli oneri di sistema d'arte aspetti chi fa parte di questi sistemi
Che può anche essere legittimo lo stiamo discutendo di questo però non lo fanno i documenti di consultazione lo fai
Con l'apposito strumento della segnalazione se no sembra quasi che tutti a dire riguarda
Proprio devo io sto cercando di far qualcosa ma prendo tempo col risultato che poi chi sta dall'altra parte tende a vedere la cosa come un impedimento un ostacolo
E invece di collaborare si litiga no ci sono andati a ritirare quelli del Governo che hanno fatto mitigato già sul pulmino ecco speriamo che escano fuori dal rischio invece collaborando questo perché lo dico
Non per fissando i vari ci va bene per noi che facciamo diamo spazio al mercato perché il mercato nel frattempo sfruttando incentivi che ci sono stati sfruttando una serie di opportunità
Ha iniziato a strutturarsi soprattutto nell'efficienza nel fonti rinnovabili termiche per loro fortuna fra virgolette avuto meno incentivi come tali si sono sviluppate in modo un po'più sano
E il vero problema che trovano adesso non è tanto il problema delle regole o dell'incentivo insufficiente è problema di dove intervengo e chi mi dà i soldi per fare l'intervento
Atteso che io riesca a trovare tutta una serie di possibilità
Di intervenire inermi di edifici sia sull'efficienza degli usi finali sia sulle fonti rinnovabili termiche i soldi che imita la famiglia e ha sempre di meno
Mettetevi dall'ATO non imprenditore ma familiare quanto state investendo inefficienze fonti rinnovabili termiche a casa vostra oggi
Punto due voglia intervenire nell'industria e chi è che mi viene a dare capitale di rischio sapendo che forse quell'industria domani non c'è più
Voglio intervenire nel terziario che è un po'più stabile la pubblica amministrazione chi mi dice quando però pagato fermo restando che almeno quella difficilmente viene tolta ecco
Il mercato sta cercando di dare risposte anche a questo
Nel fine abbiamo sempre sostenuto che più riguarda incentivi sarebbe stato utile investire in informazione diffusione formazione da un lato
E in un fondo di garanzia dall'altro perché meno male se ci sono le caratteristiche per fare sta in piedi un investimento io col fondo di garanzia da una serie di
Di risposte
Pensate a pubblica amministrazione se ci fosse un fondo di garanzia che mi tutelasse dal ritardo la pubblica amministrazione magari non di cinque anni ma di qualche mese si quello favorirebbe molti investitori molte scopi oggi opera con grande difficoltà in questo settore
Nel settore residenziale che c'è chi sta cercando di fare o anche produttivo per fondi di garanzia privati cioè accordi con le banche in base alle quali e prima di fare un investimento raccogliamo un po'di soldi fra quelli che sono gli utenti finali che beneficeranno dell'intervento
La realtà che vuole invece
Realizzarlo concretamente sia la esco con la volete chiamare o fornitori tecnologie da banche eccetera per dare quella base che va a coprire
Certi rischi
Di fronte all'investitore per cui per esempio se io vado a intervenire su un certo numero di condomini fatto che non c'è da quelli in cui lo paga nessuno la bolletta
è chiaro che difficilmente mi troverò nel tempo a vedere il fallimento di tutte queste realtà perché se questo fosse
Va beh staremmo buona compagnia ci sarebbero altri problemi da risolvere quindi io penso che a questo punto bisognerebbe appunto cambiare di cosa occuparci poi più tardi viene
Viene presentato un patto che ha fatto molto discutere ha messo in evidenza le problematiche dei di quello che è stato dare incentivi a capocchia in questi anni ma
Legata a quello ce ne sono tante altre abbiamo liberalizzato il mercato
E poi c'è un'idea se falliscono c'è il rischio di impresa chiedo capacity payment ora se voi mettete su un negozio alimentari arriva la grande distribuzione di fa fuori non chiede del capacity payment
Qua mi sembra logico la problematica è questo in realtà il sistema e complesse sono e bisogna imparare a viverci dentro con tutte le complessità alle
Le difficoltà e anche i rischi che ci sono però a questo si arriva
Se ci si muore in modo diciamo così sano non se si continua a cercare l'assistenzialismo in base al quale qualunque cosa io faccio chiedo coi soldi allo Stato qualunque cosa devo fare chiede i soldi allo Stato che potevano pagarli
Sempre più sulle tariffe sempre meno persone come dice giustamente l'autorità ecco
Ci sono a mio parere tutte le condizioni per fare bene bisognerebbe dare più spazio evidenza a chi sta cercando di risolvere i problemi evitando che le leggi si tramutino in uno ostacolo invece che un
Un beneficio grazie per l'attenzione
Bene grazie anche per questo interessante e stimolante intervento come vi avevo detto prima di passare all'esame dei casi io vorrei lasciare una ci
Breve parentesi però per i vostri
Se ci sono dei commenti o se ci sono delle domande è l'unica condizione che pongo è che siano degli interventi telegrafici seno questo esperimento è una catastrofe
Non so se c'è un microfono in sala
C'è un microfono è previsto un microfono in sala se no io chiederei di divenire
Dica
Una richiesta quindi quali sono le spese militari c'era un'altra invita
Ecco
Capisco che
Io
Guai se no diamo
La
Riguarda
Chiesta
Dello
Noi siamo abituati alle
Un conto a megawatt di qualsiasi tecnologia rinnovabile
In Danimarca cioè conto ufficiale del del Governo danese negli Stati Uniti anche eccetera per cui non si può superare quella determinata
No quel valore perché se no corriamo dei rischi grossi che sbagliamo no stamattina ho fatto una domanda al dottor Gatto non lo vedo più verso il GSE
E i riguarda i biocarburanti che amava Barchessa ritardi
Cioè se guardate il sito del GSE parlarvi caporali di prima generazione carburante di seconda generazione che l'etanolo cervellotico Bossi viso diciamo i nomi
No
A quattro errori però
Quattro errori per quanto io progetto ha un Euro litro
In quarta quinta generazione la terza scusate sono le alghe la quarta la quinta sulle rinnovabili una con l'alta temperatura e non soltanto o altri sistemi
Ecco dopo corriamo il rischio che rinvio carburanti
Il conto che ci farà futuro contro biocarburanti sarà
Sbagliato perché
No
Rettore Rocca
Per quanto riguarda invece stamattina
No no perché nelle mie inquieto scusa avevo chiesto degli interventi previ purtroppo noi non possiamo rispondere per quello che è stato detto
Se
Hanno
Va bene però veniamo alla domanda se non ridevo attesta però Assoelettrica intanto dire
Che
No mi scusi però non me non vorrei essere scortese nei suoi confronti però però rischiamo di
Parlare di cose
Di cui al attorno a questo tavolo non possiamo noi rispondere quindi le chiederei per favore di porre poi la domanda al dottor Testa c'è una una terza e ultima osservazioni io mi fermerei a dopo dica
Sì microfono arriva guardi
No no male
Passato al microfono perché là in fondo invece non la sento no
No
Poi magari generale
Nessuno organizzazione Cairoli
Quello che nell'ambito appunto delle rinnovabili ed efficienza degli edifici
C'è qualche qualche norma qualche diciamo decreto che determinano
E il passaggio a doversi misurare anche concetti all'utente dove ancorché obbligatoriamente o no effettuato delle misure termiche
Circa i suoi consumi quali sono e sono benefici
Che egli ha ottenuto circa intervento di efficienza energetica chiaro a attivato curvo d'ufficio
Grazie per la sua anche per la sua domanda e allora a questo punto io chiederei chi ben nostri tre relatori vuol dare una risposta
Questo
Vagamente
Va bene cominciavano a quest'ultimo questo di avere una più facile ditta sì e no non c'è una legge gli obblighi a misurare di per sé
Però se vuole prendere degli incentivi dipenda gli incentivi spesso è richiesto che ci siano le misure presepi certificati bianchi lo impongono sugli interventi ad esempio caldaie condominiali e non lo richiedono sulle caldaie propone
Diciamo quelli e il il tema è trovare un giusto equilibrio fra il costo della misura
Che chiaramente c'è ed impatto soprattutto gli impianti più piccoli con il beneficio che ovviamente c'è sempre perché sì io posso misurare conosco altrimenti no
è chiaro che se io andarsi a fare proprio il sistema sempre più verso UNESCO finanziamenti tramite terzi e a garanzia dei risultati cosa
Non solo sulla carta perché nella realtà
è la misura si fonderebbe molto di più perché a quel punto sarebbe la base per definire le prestazioni però sull'efficienza soprattutto sempre un tema molto complesso
Quando vado a prendere le rinnovabili termiche ciò qualche speranza in più perché il genero dimensioni già un po'più rilevanti
Pone nuove sempre su questo tema ne do anche io una risposta all'articolo nove della direttiva che dobbiamo recepire
Quindi la direttiva ventisette del due mila dodici
Che è quella sull'efficienza energetica dice proprio che gli Stati membri devono provvedere
A fare in modo che ci siano diciamo delle vendite i misuratori e la comunicazione poi l'articolo anche successivo sul billing sulla sulla
Sulle bollette
In modo che i consumatori siano il più possibile informati
Sui loro consumi anche sul dettaglio dei consumi e sugli acconti al limite sull'addirittura sui consumi in tempo reale perché come sappiamo
Parte dell'efficienza energetica e legata al fatto che io lo so quanto spendo che cosa ottengo cosa spegnevo prima cosa spendo dopo e quindi è c'è
L'intenzione di favorire queste cose noi in Italia ci vantiamo molto di avere per esempio
Numero maggiore puramente di misuratori editrici installati dall'ENEL e poi anche dalle altre aiuti richieste però non mi pare che vengono sfruttati diciamo appieno per le loro potenzialità quindi bisogna vere
Anzitutto la capacità di misurare anche vale per il gas ed energia
Termica bisogna poi comunicare le misure in modo che abbiano un impatto una misure magari trasformando anche il valore economico in modo che abbiano un impatto e sui comportamenti dei consumatori e sulle loro
Decisione rivestimento quindi sicuramente questa è una direzione di sviluppo verso la quale si vuole andare bisogna vedere complete
Voleva operare il legislatore italiano nel recepire queste cose come è stato detto ad abundantiam
Anche dei nostri tre relatori non basta avere le buone intenzioni bisogna poi metterle in pratica possibilmente in maniera semplice e controllando quello che si Fassino
I sistemi a catena aperta come sanno tutti sono i sistemi mal controllati di solito
Il fatto
Do
Anziani soltanto progettuali
Intervento
Ho io
No è duplice perché c'è il discorso degli udite per esempio e quindi la diagnosi la progettazione la possiamo chiamare in tanti modi voglio dire uno può fare lo udita la diagnosi separato pure chiamo un progettista che gli fa prima la diagnosi
Come giustamente veniva richiamate toglie propone l'intervento e quindi è chiaro che il progettista volevo dire dice la situazione è questa
Fare l'intervento arrivi a questo risultato e quindi questo sono i tuoi benefici ed una direttiva per esempio si dice anche che il giorno fornire informazioni sui prezzi futuri eccetera perché i benefici di pieno da cose
Incerte però questa è la progettazione c'è anche proprio la conoscenza della situazione e quindi bisognerebbe avere una registrazione dei dati
In modo da non farlo solo semplicemente sul calcoli che ne so delle trasferita anzi Odile dei
Ma dei consumi ma anche sui dati economici e quindi evidentemente la diffusione di queste conoscenze facilita poi
E il progettista e chi decide chi decide l'investimento dal prendere delle decisioni sale o da non spingerlo
A prendere queste decisioni PD a prescindere dal progetto c'è anche proprio la conoscenza di base dei numeri dei consumi ripartiti dei costi dei partiti
Molto velocemente dovrà mettere caldaie ce l'hanno misurato del problema e usarlo leggerò quello di combustibile parliamo quindi volendo si può anche fare su quelle su quel tipo di di istallazioni già adesso
Se l'ho visto che ci si limiti a leggere le bollette che però quale indicizzazione presso conguagli vari sono molto più difficili da
Da interpretare
Sì allora
Proprio per non stare a far niente cerco di azzardare io una risposta
Al problema della giusto leggere
Che ha accennato
So che non sarà una risposta ma le porto il punto di vista della
Della persona che installati gli apparecchi
Danni noi ci battiamo come associazione nazionale fumisterie sparsa camini e sul fatto di addivenire a una progettazione degli edifici europea
Facendo riferimento soprattutto a quelle buone pratiche di progettazione che sono proprie dei paesi nordici che lei ha citato solo che lì
Quando si tratta di progettare un edificio
Si comincia a costruire l'edificio intorno alla persona che ci vada additare alle sue cose era suo mondo e poi ci si mette al centro dell'edificio la fonte
Di Energia principalmente di calore trattandosi di
Di paesi più freddi del nostro
E si comincia a disporre intorno alla fonte di calore da vicino la cucina e il soggiorno dove si abita
Per la gran parte della giornata più periferica mente
Il
I locali
Meno meno usati come la camera da letto dove
Dove se fa freddo ci si copre un po'di più e al e all'estremità i servizi igienici dove uno si pensa che si stia il tempo necessario per fare determinate cose e per leggere la Gazzetta dello Sport
Da noi invece succede esattamente il contrario
Data una determinata cubatura
Massima ottenibile si cerca di costruire il massimo che si può
In termini di cubatura magari anche cercando dice urlare nel manico attraverso l'altezza media del locale sottotetto per fare saltare fuori uno stanzino abitabile senza pagare gli oneri di urbanizzazione
Si progetta quello questo bellissimo scheletro poi CPA richiamare impiantista e gli si dice molto meno scaldi
E
Con tutti i problemi connessi alla canna fumaria dove la facciamo passare la disposizione degli impianti dove la la mettiamo e all'adozione del combustibile laddove la prendiamo eccetera eccetera eccetera adesso oltretutto il
Decreto ventotto a
Posto perlomeno un miglioramento rispetto alla situazione precedente dove imponente
Già in fase di progetto l'individuazione di obiettivi minimi sempre crescente di fonti rinnovabili perché se lei ricorda i tempi della legge dieci
Che come che come diceva giustamente il dottor Di Santo
è un'ottima legge che non è stata applicata
Quando si progettava sistematicamente alla voce legge dieci modalità di riscaldamento Secret si scriveva riscaldamento con stufe perché tanto il decreto applicherà applicativo quattrocentododici esentava in toto
La
Le le stufe dal novero degli impianti termici e quindi se mandava avanti il progetto così e poi con una successiva variante
In base alle esigenze dell'ultimo minuto del cliente si disponevano gli impianti come se fossero dei mattoncini lego e poi ci e poi si chiudeva in questo modo la pratica
Dico
Poi non lamentiamoci se negli Paesi nordici
Le condizioni di di benessere sono migliori delle nostre
Non lamentiamoci se il loro bilancio energetico e migliore del nostro non lamentiamoci in buona sostanza se lo spread resta così alto perché
Questi errori che non sono commessi da parte pubblica ma dalla parte di una mentalità del privato balorda
Interferiscono notevolmente anche sulle scelte energetiche sui consumi e
Corte e su di essi anche sulla nostra bilancia nel sud commerciali con tutto ciò
Che ne consegue
Non è una risposta esaustiva però viste però condivise c'è però condivido ahimè la sua la sua preoccupazione vista da un'altra angolazione
Il problema
No scusi isontina
Grande rinnovamento
No
Cipriano le rinnovabili governi
Ieri questo dottor Bianco degli edifici elevati in Giappone qualsiasi
No
L'altro alcune
Esiste esistono finale
Guardi il problema dello storici adesso usa avremo dei casi in questa seconda parte probabilmente qualcuno prendi quelli degli relatori diciamo dei casi studi magari accederà questo anche questo problema dello stoccaggio che sicuramente è un problema molto importante per le fonti intermittenti come sono molto spesso
Le fonti rinnovabili e lei ha ragione nel dire che e questo è
Un tema al quale bisogna prestare molta attenzione io ringrazio i nostri primi tre oratori per
Loro intervento e anche per me questo scambio di opinioni e
Chiamerei invece gli altri partecipanti a questa sessione pomeridiana perché vengano qui al tavolo
Non ci sia non ci stiamo tutti gentilmente alcune sedi
Che interverranno al due per cento all'anno saliranno pure al tavolo dopo
Io
Per non commettere errori diplomatici quindi
Seguirei esattamente l'ordine secondo cui sono presentati gli oratori nella
Nella
Diciamo nel programma dei lavori e quindi dare ai la parola all'ingegner dal Mazzone di Enipower
Buongiorno professore buongiorno a tutti
Io non mi parlano di edifici ma vi parlerò di un intervento industriale in uno dei siti più importanti italiani che quello di Porto Torres
La interrompo solo per dare non l'ho detto prima agli oratori vi chiederei di stare in dieci minuti se volete che anche i vostri colleghi possano parlare grazie
Allora prima due parole
Per spiegare chi è in paura perché ovviamente tutti noi conosciamo ENI conosciamo molto meno Enipower dopodiché vi descriverò brevemente il Progetto che non è solo un progetto industriale non Progetto anche di sviluppo di una filiera
Agricola
Ogni paura è la società dell'ENI che si occupa della produzione
Di energia elettrica e produzione e commercializzazione di impianti fotovoltaici Enipower nasce alla fine degli anni novanta in concomitanza con l'apertura dei mercati elettrici ed il gas
Oggi gestiamo otto centrali termoelettriche di cui sette sono localizzati in siti industriali quindi raffinerie o pianti petrolchimici
è una è invece la centrale di teleriscaldamento di San Donato milanese dove hanno sede appunto gli uffici dell'ENI
La potenza installata di circa cinque virgola quattro giga watt tanto
E contra produrre energia elettrica siamo del produttore di vapore proprio perché siamo installati in siti industriali e siamo quindi il più grande cogeneratore italiano
Come eravamo nel novantanove quindi circa mille megawatt a di centrali convenzionali in genere impianti piuttosto vecchi
E come siamo oggi
Oggi abbiamo appunto cinque virgola cinque quattro cinque virgola quattro giga watt installati con dodici cicli
Combinati di cui undici da quattrocento megawatt tutti molto simili tra di loro e uno da duecentocinquanta
Alcuni numeri siamo i secondi produttori italiani di energia elettrica dopo dopo ENEL mentre siamo punti i primi produttori di vapore industriale con circa dodici milioni di tonnellate all'anno
Siamo meno di seicento persone e l'anno scorso abbiamo bruciato circa cinque miliardi di metri cubi di incassa
Porto Torres Porto Torres è uscito industriali tagliano che nasce all'inizio degli anni Sessanta
Con fortissimi negli investimenti legati alla Cassa del Mezzogiorno
Nasce come sito signora viene poi trasferito a lei né all'inizio degli anni ottanta e a seguito di diverse vicissitudini negli ultimi anni ha avuto grossi problemi
Quindi con un impegno sia a livello governativo e sia delle autorità locali come anche delle delle industrie coinvolte
Si è deciso di
Dare un'opportunità di sviluppo al sito industriale
E in particolare è stato sottoscritto da tutti questi attori un protocollo per lo sviluppo della cosiddetta chimica verde cioè si realizzeranno degli impianti con ha la finalità di produrre monovomere i polimeri
Plastiche lubrificanti additivi per come tutti di origine Biglio e in questo ambito verrà realizzata anche una centrale COGE negativa come vedremo dopo
Quindi l'obiettivo è quello
Di garantire la vita di un sito industriale assolutamente rilevante per il Paese in modo particolare per
Per la Sardegna
Come dicevo il il protocollo prevede la realizzazione di una centrale COGE negativa alimentato a biomasse solide
L'impianto destinato non a produrre energia elettrica per il mercato ma produrre
Vapore ed energia elettrica per il sito industriale
E la materia prima che verrà utilizzata sarà la biomassa erbaccia che produrrà anche proverrà da coltivazioni dedicate che saranno integrate con il ciclo della chimica verde cioè
Come vedremo dopo è stato scelto una pianta o un'erba non so come si definisca in botanica
Anche produrrà semi
Per fornire olio che andava alla carica alla chimica verde e biomasse Alba c'era per la centrale elettrica
Oltre alla
Alla biomassa Bacci allegata alla filiera l'impianto è stato progettato per poter utilizzare anche altre biomasse solide comunque sempre di origine vegetale quindi parliamo di
Cippato o ramaglie
Ecco avendo un impianto di questo tipo sicuramente questo contribuirà in maniera rilevante al raggiungimento degli obiettivi in particolare per la Sardegna
Appunto degli obiettivi di sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili sia per quanto riguarda
Le fonti elettriche sia per quanto riguarda le fonti termiche
Questo l'ha vista dall'alto del del sito di Porto Torres parliamo di un sito di circa mille duecento ettari
In giallo evidenziato invece il sito della nuova centrale
E in basso a destra sono invece indicati gli impianti della chimica verde che verranno sviluppati da una società mista Anna paritetica Nova momento avversari scheletri polimeri Europa
Quindi vedete che è un
è un sito immenso
Allora quali sono stati i criteri di
Dimensionamento di questo di questo impianto innanzitutto lo abbiamo detto che l'impianto destinato a fornire
Vapore ed energia elettrica al sito quindi questo è stato un criterio dimensionamento ma anche la disponibilità della biomassa e quindi sono stati fatti degli studi molto dettagliati per individuare
Quanti terreni
Fossero disponibili per la coltivazione
Quindi l'impianto sarà alimentato con circa duecentocinquanta mila tonnellate anno di Stocchi e foglietti cardo
Il cargo generalmente una pianta infestante però in questo caso sarà una pianta estremamente utile
Zoran prodotti circa settantacinque tonnellate ora di vapore
C'è tutto il vapore richiesto dagli impianti a regime
E verrà prodotto circa il cinquanta per cento dell'energia elettrica necessaria sito quindi circa ventisei mega fatte netti
E il resto verrà importata dalla dalla rete nazionale
Molto importante valore del rendimento di questo impianto che rispetto all'impianto convenzionale di solo produzione di energia elettrica
Che avrebbe un rendimento attorno al venticinque per cento qui siamo a livelli del sessanta per cento
Siccome dobbiamo fornire con continuità vapore al sito mentre l'energia elettrica possiamo importare la dall'esterno verrà realizzata anche una caldaia di riserva a combustibile fossile destinato solo però a produrre
Il vapore per gli impianti
Quindi le caratteristiche tecniche un accento una caldaia da circa centotrentacinque megawatt termici alimentata come dicevo appaia essenzialmente
Una turbina a vapore chiede in condensazione produrrà quarantatré megawatt mentre in cogenerazione si scende a circa ventisei in
Un parco di stoccaggio della biomassa
è una caldaia di riserva da settanta megawatt
Ecco questo è un rendering dell'impianto
Dove in primo piano ci sono impianti industriali
Lo stoccaggio coperto e in alto a destra sopra i serbatoi gli stoccaggi all'aperto di biomassa
Per circa quindici giorni di esercizio e il cippato per circa sei giorni di
Di esercizio mentre nel capannone ci sono cinque giorni
Di prodotto
Il Cardone Piccardo la prima volta che è stato presentato i coltivatori in Sardegna questi si sono meravigliati perché come dicevo prima lo considera un infestante
Invece
è una pianta che ha le caratteristiche adatte per crescere in una zona secca con me il nord-ovest della Sardegna e in più come dicevo oltre a fornire
La materia prima quindi l'olio per gli impianti a chimica verde
Fornisce la biomassa per per la centrale
Fornisce dei fiori molto interessanti dal punto di vista produzione del miele anche questo è un grosso incentivo per gli agricoltori e
Il la spremitura del seme produce un pannello chi può essere utilizzato nell'alimentazione animale
Appunto non essendo la coltivazione normale quella del cardo si è avviato nel due mila e una sperimentazione sono stati seminati inizialmente quindici ettari quest'anno si è passati a centottanta e così via
Fino ad arrivare a quindici quaranta mila ettari che verranno coltivati nel nord-ovest della Sardegna e qui sono stati ventidue riportate le aree individuate per queste coltivazione
Molto velocemente dal punto di vista dell'emissione di CO due
Questo questo utilizzo comporterà una riduzione rispetto all'utilizzo con
Combustibili convenzionali circa il novantacinque per cento delle missioni di cito due
L'impatto sul sull'occupazione realizzazioni circa due anni con centottanta detti durante la costruzione quaranta cinquanta detti
Direttive altrettanti indiretti per le manutenzioni un impatto rilevante sulla filiera agricola quindi sul lavoro degli agricoltori e
Trasporto tempi
Progetto avviato all'inizio del due mila undici abbiamo richiesto l'autorizzazione a luglio dell'anno scorso è passato quasi un anno l'autorizzazione non è arrivata
Speriamo di ottenere l'autorizzazione entro la fine dell'anno anche perché diventa assolutamente fondamentale per poter partecipare alle aste
Del del prossimo anno siamo confidenti nel due mila sedici di avviare impianti però tutto è condizionato non alla costruzione impianto quanto l'ottenimento dell'autorizzazione
Grazie grazie grazie
Progetto molto interessante di cui
Sentiamo parlare però da tanto tempo e lei ci ha appena confermato che rischiamo di sentirne parlare ancora per un po'come progetto purtroppo sull'ipotetico la parola adesso l'ingegner nei limiti del genere
Del mio intervento non è di natura tecnica ma di ambito più regolatorio
Le rinnovabili termiche sono state negli ultimi anni oscurate dal punto di vista dell'attenzione e gli operatori principali dal fatto che le rinnovabili elettriche avessero un incentivo molto maggiore quindi anche a livello di investimenti di fondi
Negli ultimi anni l'attenzione si è concentrata completamente sulle proprie elettrica trascurando sia l'efficienza energetica che le rinnovabili termiche che avrebbero anche sapute ti razionali realtà di di sviluppo
L'ultima state nelle frasi energetica nazionale recentemente emanata
Viene riconosciuta una certa importanza alle rinnovabili termiche ma disse le politiche implementate non sono coerenti con le importante che viene accennata
E vi sarà comunque all'interno della scena alcuni aspetti che poi mente avevo meritata un una approfondimento maggiore
Intanto sulle rinnovabili termiche viene posto l'accento solo sul tema dell'efficienza mentre vi sono dei benefici che hanno un peso comunque rilevante in primis l'inquinamento e alle missioni
Quanto le rinnovabili termiche pensare pompe di calore elettriche tanto sono dare un contributo significativo in termini d'inquinamento urbano
E vi è un altro tema che viene spesso trascurato da quello della sicurezza domestica allegramente domestica un tecnologia appunto come la pompa di calore lette capito se il solare termico possa dare un importante contributo anche in termini di sicurezza dell'applicazione domestica
Un altro aspetto che nella Senna viene sostanzialmente poco approfondito è quello delle elettrica azione
Il nella Senna viene dato peso nell'edificazione mi viene spostata in un orizzonte post due mila venti cioè l'impatto dello alla sostituzione del
Del del di combustibili combustibili tradizionali collettore elettrico viene spostato in un in un periodo di lungo termine in realtà questo può essere vero
Per l'auto elettrica che è una tecnologia comunque che non è ancora a livello maturo per una diffusione di massa
Ma su altre tecnologie come ad esempio la pompa di calore
In realtà esiste già un'infrastruttura elettrica un parco termoelettrico sia rinnovabile che termo
Perché si centri d'Europa
E l'applicazione finale come ci ha detto stamattina che ha tecnologicamente pronta per una diffusione sia estesa
Quindi a questo punto di vista alcuni benefici elettrificazione sarebbero disponibili subito quello che lo impedisce sono più che altro vincoli di natura normativa o regolatoria
Tra le più sporadici pago ostacoli che vediamo
Te ne sono alcuni legati più un livello di o l'aspetto conoscitivo diciamo da un lato il settore termico del interni cortile iniziale
Presenta delle difficoltà di valuti svalutazione quantificazione in quanto è un settore che non ha su cui non vi è una grossa visibilità cioè non si ha un'idea esatta la granularità di questo segmento
Dell'esatta tipologia delle degli utenti dei profili di consumo
è un settore che deve ancora venire esplorato ad esempio il resto acciaio stamattina cenavo lo studio che hanno recentemente fatto che è un primo
Passavanti investa in questa direzione
Però finché non vi sarà una conoscenza un po'più puntuale di quali sono le dinamiche di questo settore sarà anche difficile che operatori riescano poi a fare in
Interventi Po o possano entrare in maniera significativa nel settore
Un altro aspetto che ne vediamo comma senza critico è legato alla conoscenza per il cliente finale dei benefici
Mentre per le rinnovabili elettrica ad esempio fotovoltaico molti punti contente sì una un cliente poteva facilmente capire quanto spendeva oggi
Quanto il suo impianto avrebbe prodotto perché comunque dipendeva solo da latitudine né quanto avrebbe incassato per la tariffa era bloccata e quindi poteva facilmente capire il beneficio economico per quanto riguarda una ricavabile terminali sia un solare termico la pompa di calore ragionamento diventa più articolato e meno chiaro coi perché c'è un tema di costo evitato
C'è un tema di anche impatti tariffari proprio legato a quanto diceva anche oggi sulla tuttora tariffa e a un tema di tecnologie alternative capire se è più adatto ma sulla rete anni con la pompa di calore pensano molti aspetti non facilmente misurabili quantificabili per all'utente finale
Infatti si vede anche nelle in qua si fanno delle indagini dei sondaggi insieme anche stamattina quello del resto quando ciascuno Foresta Martin allegato installatori però quando si dicono i benefici per questo è certo una tecnologia
Si vede un po'di tutto non c'è sempre coerenza fra reale beneficio di una tecnologia quello che viene percepito un problema questo crea una incertezza anche una difficoltà del
Dei clienti e utenti finali poi nel nello scegliere nella relazionarsi con questo segmento
Passando invece ai vincoli di natura più regolatoria noi ribadiamo quanto reso stamattina sul tema uno dei principali punti alla tariffa elettrica ampolle l'astuto al tariffa elettrica per cui
Chi ha un consumo basso
Paga poco megawattora addizionale che ha un consumo alto lo paga praticamente il doppio di fatto sfavorisce l'adozione di tecnologie a forte consumo elettrico come può essere non sono a pompa di calore
Questo aspetto è unico in in Europa perché in tutti gli altri Paesi d'Europa del MWh marginale consta di costa di meno in Italia invece costa molto di più ed è una
Una distorsione che ha un'origine delle negli anni settanta e non è mai questa ma è stata modificata va beh comunque anche privilegi acquisiti sono difficili da modificare
Su questo c'è una forte spinta livello autorità periodo previsto nei decreti che venga rivista la tariffa che venga spostata in una
Direzione possa riflettendo
Però continuano a esserci appunto attrice difficoltà perché questo possa andare avanti un altro tema strettamente legata con la tariffa elettrica è quello della potenza di connessione oggi la potenza tipiche tipica in Italia sono i tre chilowatt tre kw per chi ha in
Un forno elettrico un fondo flessionale quant'altro per esperienza sa che è difficile non bisogna fare attenzione alla contemporaneità di utilizzo
Se si va verso applicazioni come la pompa di calore ad esempio
Quelle non è più compatibile una lasciami da tre chilowatt è necessario aumentare l'Italia e in Italia questo comporta dei costi e dei tempi addizionali non che possono scoraggiare l'utente nel fare qui nell'andare in questa direzione
Un altro aspetto che val la pena citare a quello Toritto attivo
Per andare a installare anche
Una pompa di calore piuttosto che un solare termico in Italia avviarsi sono normative a livello nazionale però poi si va sembra interfacciare con uffici tecnici comunali
E
Ciascun ufficio Texas un Comune poi recepisce
In maniera particolare e la la normativa quindi
Non vi è una un modulo unico nazionale non vi è un approccio unità nazionale ma per ciascun intervento necessario andasse relazionare poi con gli uffici tecnici del Comune e questo
Mentre per un singolo utente può non essere problematico per operatori che
Operano sul
Ettore nazionale comporta comunque difficoltà di vincoli tempistica non banali
L'ultimo aspetto che
Rappresenta comunque l'ostacolo è legato poi ai regolamenti condominiali e alle di difficoltà legate alla distacco dal nel caso di riscaldamento centralizzato
Per cui comunque necessario anche se si stacca continuare a pagare una quota del dei costi di manutenzione straordinaria questo è un deterrente ulteriore
Ultimo punto di cui si è parlato stamattina quello il conterà geotermico il conto energia termico in serie
Per come è impostato ha degli aspetti positivi perché comunque a un'interfaccia unico è tutto gestibile via in via informatica
Ha un tempo di erogazione dell'incentivo abbastanza basso ha però un grosso svantaggio che legato al valore dell'incentivo perché effettivamente l'incentivo che viene erogato è molto più basso rispetta la detrazione
Quando stamattina pente si vedevano stava mia date quelle percentuali dal già se erano riferite parimente al costo di acquisto dal fornitore però poi ci tutti i costi installazione autorizzativi
Per cui il conto energia termico di per sé a coprire una quota molto più bassa mediamente di quella che poteva essere coperto la detrazione fiscale anche al trentasei per cento
Quindi non meccanismo che ha molti vantaggi io non può inficiato da un valore poi sostanzialmente molto più basso del dell'incentivo
Quindi
Sul rinnovabili termiche perché vi sia una uno sviluppo una crescita
Non si potrà avere un percorso analogo a quello delle nuovi elettriche che sono state trascinate da un cinquantesimo e che quindi ha permesso che investitori Kung fosse interessato poche case questo forse tra i vari economico
Non si facessero scoraggiare da altri vincoli autorizzativi o di altra natura su quelle inalabili termiche per uno sviluppo
Coerente con i potenziali del sistema sarà necessario intervenire su più tavoli proprio perché vi sono diversi i diversi vincoli che vanno a ostacolare questo sviluppo traccia
Grazie dottore
Mi verrebbe voglia di fare qualche commento ma per carità
No perché se andiamo la strada degli incentivi diciamo restano le buone intenzioni Portanova all'inferno si diceva nella strada inferno elastica di buone intenzioni si dice una volta adesso la parola Anna dottor Rovatti di agenzie
Buongiorno a tutti
Mi avvalgo di un supporto di slide ammesso che parta faccio io
Cinque lettera del signor
Comunque
Dove assorbe
Bassolino
Ma
Sinistra
Praticamente
Il
L'ho visto
Allora dopo quattro splendidi esordio sono poiché siamo oltre quattro e mezza mi presento mi chiamo Massimo Rovati
Sono direttore tecnico di dalla Siram che affiliate ad AGEA si che l'associazione
Di categoria delle esco sostanzialmente cioè di chi opera in ambito della gestione dell'energia
Dunque abbiamo ascoltato diverse cose io cercherò di essere breve data l'ora di non essere molto
Fastidioso perlomeno
Abbiamo parliamo di efficienza energetica il mio compito ovviamente saranno discusse nelle slide per tutti per cui non mi fermerò tanto a commentare
Il diciamo il contenuto del RAI che sarà a disposizione spero immagino ad hoc per tutti
Ma a fissare alcune alcuni concetti base perché
Come esco quindi come aziende che vorrebbero operare sul mercato garantendo dei risultati e quindi
Scontrandosi un po'con tutte quelle che erano le problematiche sin qui sin qui descritte bene lei teme che i colleghi eccetera non abbiamo il compito poi di
Portare a casa i risultati quindi di fare qualcosa di concreto
Ora
Efficienza energetica
Bellissime parole risparmio di risorse e innovazione eccetera
Ma
Come si applica
Benissimo abbiamo appena sentito tutti tutti i meandri che bisogna affrontare difficoltà legislative eccetera
Il nostro approccio almeno un approccio di tanti di voi è quello di cercare di andare su qualcosa di concreto e riuscire a realizzarlo come
Rinnovare patrimonio edilizio
Bellissimo dipende essenzialmente dai durata dei contratti di pena la situazione di partenza dipende diciamo da molti fattori
Diciamo che il primo punto che bisogna capire è in grado
Di fabbisogno energetico che dobbiamo affrontare e lo Stato attuale degli impianti quindi sostanzialmente odi e progettazione
Il non c'è un edificio uguale all'altro anche si abbia un edificio uguale all'altro magari ubicato in un altro posto che ha caratteristiche diverse
Per esempio posso avere delle caratteristiche il sottosuolo che mi consentono di avere dall'acqua di falda oppure posso non averle anche se i due edifici sul uguali oppure posso per un edificio che
è vicino ad altri edifici energivori
E
Preso isolato può avere determinate esigenze e determinati
Interventi di efficientamento preso insieme ad altri può averne di più altri diversi e più efficienti del primo
Quindi
La cosa trovaste la situazione attuale
Noi parliamo sempre di edifici esistenti o quasi sempre edifici esistenti il nuovo difficilmente è un ambito più costruttivo e non gestionale il nostro ruolo del gestore vuol dire prendere in carico qualcosa che esiste
E migliorarlo
Non banale
La strategia energetica nazionale impone impone propone auspica la promozione efficienza energetica l'efficienza energetica però dovrebbe essere declinata a nostro avviso
Cont in primis la riduzione dei consumi dell'edificio
Dopodiché produrre energia che serve e distribuiranno era più efficiente possibile
In questo ambito quindi data questa priorità
Il ricorso alle fonti rinnovabili ovviamente assolutamente ostica veloce non obbligatorio
E anche in alcuni casi conveniente quando si abbina con incentivi che di cui era stato parlato prima
Tutto questo nel caso di UNESCO questo sia per quanto riguarda invece l'etica sia per quanto riguarda termica ma tutto questo per una esco vuol dire anche potersi affidare a tecnologie
Assolutamente funzionali
Se dobbiamo garantire un risultato abbiamo un contratto pluriennale è chiaro che non posso fidarmi a un qualcosa che sta insieme con il Ramiro con lo spago
Devo fidarmi qualcosa di sufficientemente affidabile per il periodo di funzionamento e l'impianto
Direi per il ciclo vita all'impianto cioè termine
Dopodiché
Questi sono alcuni esempi di quello che si può applicare ovviamente non è esaustivo
I gestori devono conoscere queste cose le devono diciamo scegliere ed applicare possibilmente aveva più intelligente possibile all'esistente
Ripeto non è esaustivo questi sono i quattro fattori di rendimento che danno il rendimento globale dell'edificio si può intervenire su tutto
Si può intervenire elettrico anche sul cappotto sulle molto edilizio anche se in questo caso
Purtroppo perché ha comunque spesso e volentieri troviamo i difficili che sono
Magari anche impiantistica mente voluti
Ma sono dei dei veicolate con la Prodi da un punto di vista Energia cioè buttiamo da Venezia pregiata dentro a dei con la pasta che invece di tenerlo d'acconto la lasciamo andare via
Il tempo di rientro di questi enti e come oggi questi ci sono interventi sull'involucro
Alto inutile che ci giriamo intorno difficilmente va sotto i diciotto anni e quindi difficilmente si trovano contratti di questo tipo
Vado veloce
Le rinnovabili per noi voglio dire soprattutto solare geotermico biomasse
Biomasse ovviamente in termini molto più piccoli dal
Di quello che abbiamo visto prima attorno al Porto Torres che
Signori pianto
Però che si possono applicare anche a
Gruppi di edifici o a singoli edifici pensate a un ospedale o qualcosa del genere
Fondamentalmente cippato e pelle per quanto riguarda biomasse
Abbiamo difficoltà
Mancano l'ho visto tediare l'hanno detto molto bene quelli che mi hanno preceduto tempi di pay back capitale iniziale finanziamenti
Eccetera
Uno strumento di cui è stato parlato poco prima è il centoquindici cioè uno strumento
Che
Disciplina un contratto di servizio che stabilisce come deve essere costruito
Ci obbliga sostanzialmente a comportamenti virtuosi perché se facciamo un votato risultato la esco o lavora bene o ci perde
E di conseguenza
Può essere un fatto del cambiamento visto dalla nostra parte fattori cambiamento nella gestione diciamo del dell'esistente unico interlocutore a garantire che cosa
Tutti gli aspetti gestionali l'efficienza raggiungimento del della contenimento energetico ma soprattutto l'economicità perché parliamoci chiaro qualunque approccio contrattuale al giorno d'oggi parte dal discorso economico
Il via denaro sempre
Dopodiché polvere
Partiamo trasformiamo progettiamo utilizziamo nuove tecnologie il tutto chiuso in un contratto
Ho
Diciamo denominato esito e forma scotta contratto o in un'altra maniera sostanze avete un contratto che garantisce la prestazione
E che si sviluppa attraverso
La diagnosi iniziale e tutto quello che era dal reperimento del finanziamento fino al diciamo alla manutenzione ordinaria Astrea aria per tutto la durata contrattuale che non può essere molto breve
Due parole sul contesto italiano
Spesso
Quasi capello bianco ce l'ho anch'io
Vedo progetti proposte eccetera purtroppo l'Italia non è un conto noi abbiamo tanti piccoli edifici
La maggior parte dei paesi dall'i cittadini eccetera eccetera a edifici dispersi non collegati non prettamente energivori quindi
Va analizzato ogni caso
Devono essere presi in considerazione anche micro interventi
Perché non sempre la rete mastodontica di teleriscaldamento la soluzione migliore anzi spessore che non si paga perché la rete di teleriscaldamento costo è un costo alto
Arrivare risparmi effettivi per l'utenza è possibile se andiamo premetto subito interventi incentrati
Sulle esigenze
Target per esempio possono essere complessi residenziali poli presidi ospedalieri distretto in generale anche composte più edifici con gli strumenti che vedete qui elencati
Di cui gli incentivi sono ovviamente un uno uno dei fattori principali ma direi non il principale perché al primo punto è sempre quello di riuscire a centrare
La potestà progettuale un effettivo risparmio di energia e di conseguenza di soldi
Questo è un esempio è una la pregherei di andare a concludere però mai vado velocissimo così gli esempi li vedono dopo
Questo è un esempio più su cui possiamo non forse soffermarci di una possibilità di piccole micro reti di teleriscaldamento in una cittadina piccola qui ci sono i trattati studio comportato il primo
Una discorso molto piccolo un condominio con tredici appartamenti settantacinque ottanta KW di potenza in cui abbiamo semplicemente fatto un intervento
Pluriennale con garanzia di risultato arrivando far risparmiare l'utente da subito
L'accedere è stato il diciamo un po'le ex case popolari il committente nostro l'utente ha risparmiato da subito una bolletta
Installando sostanzialmente una caldaia pellet al posto dalla Callari ragazzi prima non abbiamo puntato ancora incentivi però sono state siamo arrivati o trentacinque per cento dei risparmi legge primaria che non è banale
Questo perché ovviamente la situazione di partenza non era sicuramente una contestazione però comunque ci siamo arrivati e la situazione dovesse era questa
C'è stato in questo caso una gara pubblica dalla risparmio
Ci sono stati questo ecco scusate nella potenza era cento chilowatt
C'è stato un diciamo la sostituzione per ogni appartamento col satellite per una gestire ogni appartamento
E è stato scelto il pellet non mi soffermo premi guardano malissimo siamo passati da una classe C dalla casse G a una tassa I.C.I. di certificazione energetica nell'ottica di con lo stato detto prima
Secondo che gli Stati in questo caso tre scuole polo scolastico Parini comune di un Comune Provincia di Piacenza in cui è stata anche qui proposto una soluzione a biomasse non in sostituzione ma
Sostanze mente abbiamo redatto una centrale nuova che è nata con le casse dei tre centrali di prima che sono rimasti in standby già un livello di emergenza ma sostanzialmente abbiamo sostituito tutto il combustibile gas metano di prima con un combustibile
Pellet in questo caso
Abbastanza analoga o prima
Abbiamo usato anche lo Storace e questa è l'ultimo caso
Quindi finisco subito l'ospedale di Borgo Taro un intervento un po'più grande in questo caso cippato di legna abbiamo tecnici sostituito non sostituirà abbiamo in questo caso qui vedete l'articolo di giornale che era uscito
Apre ho fatto un accordo con la Valle di Borgotaro per la raccolta del cippato quindi abbiamo diciamo i l'agro forestale locale che ci ha fornito direttamente cippato preso localmente
è stato sostituito praticamente per il novanta novantacinque per cento il combustibile fossile questi sono i risultati
è una cosa di cui diciamo da una parte se nel due mila undici in cui da subito l'ottanta per cento siamo già a fine due mila e non gli sono produzioni di gente fonte rinnovabile per tutto l'ospedale del novantacinque
Queste sono Poliphoto realizzazione dell'impianto
E vi ringrazio
Anche a lei per questi casi molto interessanti che ci mostrano che insomma non stiamo parlando di teoria ma poi
Di pratica e quindi adesso la parola all'ingegner riprenda via risponde
Prego anche lei di
Non tanto ovviamente per me ma per i colleghi che la seguiranno rimanere dieci minuti sarò velocissimo
Buongiorno a tutti io oggi non vi presento un caso studio particolare bensì vi parlerò di una tecnologia di prodotto quella degli scalda acqua pompa di calore
Focalizzando l'attenzione più che altro sulla loro capacità di essere sulla loro flessibilità installati Iva sulla loro capacità di poter essere installati Ina diversi settori dell'edilizia si residenziale che commerciale
Dove altrimenti tecnologie di alta efficienza utilizzante fonti energetiche rinnovabili potrebbero anzi solitamente trovano difficoltà per poter essere applicate
Allora
Velocemente una beve presentazione dichiari stanco e la saltiamo
Diciamo nei contenuti nei dettagli di batteri che richiamiamo soltanto i contenuti principali
Ariston produce tutti prodotti dedicati al conforto termico sia per il riscaldamento l'ambiente sia per la produzione di acqua calda sanitaria andiamo come gamma di prodotti dalle caldaie
Agli scalda acqua pompa di calore alle pompe di calore agli scalda acqua elettrici casolari termico
Siamo presenti un po'in tutto il mondo veniamo un attimo a dei punti che a mio avviso vale la pena ricordare siamo innanzitutto leader nelle riscaldamento dell'acqua calda sanitaria
Leader mondiali e siamo al nove al quarto posto più o meno in Europa quarte asso quarto posto in Europa per quanto riguarda la climatizzazione lei riscaldamento
I numeri del due mila e dodici per fortuna sono controtendenza rispetto a tutto quello che
Invece sentiamo dire dai dai media dalle dai giornali
Noi siamo cresciuti il due mila dodici forse è stato l'anno migliore degli ultimi quindici anni per l'azienda
E questo grazie ad un programma che è partito un programma lungimirante che partito qualche anno fa e che ha incentrato l'attenzione e la il la politica commerciale sullo sviluppo di tecnologie ad alta efficienza e a utilizzante Energia rinnovabile
L'obiettivo finale che l'azienda si è data è quella di arrivare all'ottanta per cento del suo fatturato globale
Ha fatto da altri efficienza e rinnovabili entro il due mila e venti l'anno scorso dai dati siamo arrivati intorno al trentacinque per cento
Allora perché ho ricordato questa parte questo aspetto perché le sfide che oggi si presentano sul mercato globale anche nazionale qui adesso parleremo del nel nel dettaglio dell'Italia
Comportano la necessità di avere un'offerta di prodotti che permetta di andare altri inserirsi in tutti quei canali dove altrimenti ci potrebbero essere delle difficoltà di creare commercio di creare business in particolare oggi come oggi
Ci sono tante famiglie che non hanno una grande potenzialità economiche quindi poter loro fornire delle soluzioni
A K costo iniziale contenuto ma che poi consentono loro di poter attecchire di poter diciamo risparmiare
Energia e quindi risparmiare soldi in bolletta sicuramente un qualcosa che a loro può interessare di fatto sono le stesse cose che sono state dette oggi durante i vari interventi quindi la necessità di divulgare le fonti rinnovabili termiche
Non può prescindere dal fatto che
Esse siano competitive perché siano di interesse per l'utenza che poi dopo le dovrà utilizzare sia essa domestica o commerciale
Difatti se andiamo a vedere un po'il
Gli obiettivi della strategia energetica nazionale quei numeri che non sto a ripetere
Vanno possono essere garantiti soltanto se
Si riesce
A diffondere tecnologie di alta efficienza anche nell'edilizia in particolare nell'edilizia residenziale nello stock esistente negli impianti esistenti dove invece fino ad oggi abbiamo trovato molte difficoltà per poter diffondere
Le nuove tecnologie per questioni di presso per questioni sta all'attive per questioni tecniche
La tecnologia dello scaldato attiva pompa di Padova di calore di fatto alla tecnologia rinnovabile e ad alta efficienza rinnovabile chiaramente nel caso in cui si preleva ilare dell'ambiente dalla mia l'aria dollari calore dalla riserva
E alta efficienza perché di fatto le sue performances
Garantiscono dei dei risparmi non non indifferenti
La dimostrazione che sia una tecnologia valida e data anche dall'imminente Regolamento Tanzi dagli imminenti regolamenti europei
Sui requisiti minimi di performances e l'etichettatura energetiche
Che questi prodotti dedicate alla produzione di acqua calda sanitaria dovranno garantire qui vedete un esempio di etichetta che sarà in vigore da partire sarà obbligatorio a partire dal due mila quindici
In cui faccio vedere come la tecnologia dello scala comparivano di calore è in grado di raggiungere le classi più elevate e quindi per i prodotti dedicati alla cocaina sanitarie può senza dubbio ritenersi la migliore tecnologia al momento disponibile
Parlando di requisiti minimi i requisiti che alla fine saranno più stringenti entreranno in vigore nel due mila diciassette qui si parla di immissione sul mercato di prodotti non si parla di prodotti già installati
Qui si parla di requisiti minimi che un produttore doti queste apparecchiature dovrà garantire per poter immettere sul mercato
Potete ben vedere dalla un dalla presentazione come latte conoscere lo scalda quali parla di calore sia ampiamente al di sopra del requisito previsto nel due mila diciassette ed è una tecnologia già disponibile
Si stanno sviluppando in maniera molto veloce le offerte di queste di questi prodotti oggi abbiamo prodotti di di tragiche vanno dai cinquanta sessanta litri finali tragiche trecento litri
Versioni murali o a pavimento versioni monoblocco quindi con il circuito pompa di calore integrato
Sul sul bollitore o versioni scritte dove invece circuito pompa di calore viene messo all'esterno e all'interno dell'abitazione del locale c'è soltanto il serbatoio di acqua calda sanitaria
Come consumi qui va fatta una bella distinzione rispetto alle pompe di calore dedicata riscaldamento perché
L'impegno di potenza necessari a far funzionare questa apparecchiature si può riassumere quando parliamo di ottanta litri cento litri in al potenze assimilabile a quelle che possono consono essere consumate da delle lampadine a incandescenza
Andando ovviamente nelle stragi più grandi i consuma omento ha un po'meno ogni caso abbiamo in ogni caso un confronto che può
Facilmente dimostrare dare delle indicazioni delle idee su quelle che possono diciamo
Gli impegni elettrici abbastanza contenuti e che spesso permettono all'utenza finale gran particolare l'utenza del residenziale di rimanere con i contratti da tre chilowatt a meno che già non si trovi in condizioni abbastanza critiche che
Comportino invece la necessità di passare a contratti con le potenze superiori
La capacità vista l'azione di questi prodotti
è data anche dalla possibilità di prelevare la sorgente di calore si esternamente che internamente locale chiaramente quando uno va a prelevare l'acqua l'aria il calore all'interno del locale deve prendere degli accorgimenti per evitare che ci sia
Chiamiamo furto di calore anche se non è il termine giusto però va un po'a discapito del bilancio energetico della casa la soluzione migliore che è quella di prendere l'aria esternamente
Non abbiamo la fortuna di stare in un clima mediterraneo che anche nelle zone del nord garantisce delle condizioni di temperatura favorevoli alla altri Rizzo di questa macchina facendo leva facendola rimanere con performance abbastanza elevata
Flessibilità è stata attivata significa anche valutare quale soluzione delle tante disponibile possibile adottare qui dipende dall'esigenza dipende dalle dalle priorità che ognuno di noi può avere
In questa tabella Oriago cercato di assumere quelli che sono in concetti legati i vantaggi legati al trasporto all'istallazione alla manutenzione
A rumore o all'integrazione con l'integrazione architettonico con l'ambiente che possono venire date dalle due forme di tecnologia che di fatto distinguono le le pompe di calore
Ovvero la versione split e la versione monoblocco chiaramente una versione costituita da due componenti è più facile da installare da trasportare da mantenere
E per quanto riguarda l'integrazione atti che architettonica magari invece una soluzione tutto in un in un unico dispositivo può dare dei vantaggi questo poi dipende dalle esigenze della
Dell'utenza
Ho qui alcuni esempi sta Lattivi concreti realizzati nel corso degli anni questo un condominio dove abbiamo delle pompe di calore con un sistema di
Riscaldamento centralizzato
Queste delle zone di Trento quindi nel nord
Poi abbiamo il caso di una villa dove la pompa di calore alimentata da fotovoltaico qui c'è una centrale termica e quindici avvampa
Parecchio spazio scusate è questo sì villa
Parecchio spazio per poter fare un'installazione
Completa poi abbiamo delle applicazioni commerciali un centro estetico una parrucchiera mi pare sì
Dove sono state installate le pompe di calore nei locali nei locali adiacenti a dove si svolge l'esercizio commerciale
Un altro esempio di locale tecnico di locale commerciale un'altra parrucchiera dove in questo caso la soluzione è stata a diciamo hanno preso due piccioni con una fava perché hanno installato la pompa di calore facendo le prelevare il calore in eccesso del locale immaginatevi calore che ci può essere né dentro questi
Questi edifici questi questi esercizi commerciali
Hanno prelevato il calore in eccesso dal locale per fare la l'acqua calda sanitaria
E hanno espulso lariano affrescata e devo medicata all'interno del locale stesso quindi hanno garantito diciamo un supporto al mantenimento del De essere termico non è idrometrico del locale stesso chiaramente non è sufficiente in molti casi c'era bisogno di un'integrazione con ultimo edificatorio con in condizionatore soprattutto in estate
Ma in ogni caso è un contributo che di calore che altrimenti su milizie
Mi scusi io me ne voglia siamo arrivati l'ultima indicazione che volevo dare era del conto termico di cui si è parlato oggi
Qui abbiamo fatto vedere due esempi in cui la pompa di calore si ripaga in pochi anni sia nel caso in cui si debba comprare un prodotto ex novo sia nel caso in cui prodotto da sostituire ancora non sia fine vita e quindi si voglia intervenire in anticipo
Si rimane sotto il il criterio di pay back di tre di quattro anni
E poi l'ultima cosa le integrazioni con le altre tecnologie rinnovabili ad alta efficienza in particolare richiamo l'attenzione su quello che è stato fatto qui a Milano in alcuni casi
In questa in particolare un impianto fotovoltaico da tre chilowatt di potenza è stato installato nasca da qua pompa di calore da ottanta litri
Inizialmente la spesa del da poco la pompa di calore senza impianto fotovoltaico avrebbe fatto pagare una bolletta di circa centottanta euro sempre meno conoscono dava conosca la quale etico che viene sui quattrocento
Con il contributo del fotovoltaico la cifra arrivata cento euro quindi siamo abbiamo ridotto di un ulteriore quarantacinque per cento la spesa prevista senza fotovoltaico
E poi dalla possibilità da pompa di calore di essere una batteria termica e quindi di potersi integrare con le forme di smart Grid smalto ma che adesso cominciano a prendere piede
Alcune indicazioni generali
Sul
Evitare vincoli della tecnologia alla tecnologia in particolare sui requisiti e metodi di calcolo delle fonti energetiche rinnovabili
Le Schiesari scheletri che sono state già dette tariffe elettriche incentivati che sicuramente aiuterebbero la diffusione
E poi con una raccomandazione sempre rimanendo nell'ambito della non cumulabilità degli incentivi non sarebbe male su un'utenza precludesse la possibilità di scegliere qual è la forma incentivante tra due o tre che lui sono più congeniale è più congeniale
Grazie
Grazie anche per questa
Illustrazione di una tecnologia molto interessante con quella delle pompe di calore adesso Francesco Orioli di sul TWA
La prego sempre il rispetto dei tempi io non lo stesso potere di Grasso molitorio proprio la voce del microfono e non vorrei neanche esercita
Allora io intanto
Comincio dall'ultima slide
Andare incontro
Richiesta
Fatta noi realtà e anche per dire
La mia presentazione e riguarda i progetti in San che è un progetto relativo al solare termico a concentrazione fatto da sul attigua l'azienda per cui lavoro
Solare termico a concentrazione è una tipologia particolare di collettori solari termici che usano appunto la concentrazione come criterio
La slide finale mostra i due tipi principali di tecnologie disponibili i primi sono i collettori cosiddetti para Bonici che concentrano
La radiazione solare in un tubo posto al centro dalla parabola e il l'altra tipologia è la tipologia fra nel
Si tratta in estrema sintesi di una sorta di parabola tagliata a fettine i i più tecnici non me ne vogliano ma penso sia utile dare una un dato sintetico che con una geometria un po'più complicata ottiene un risultato molto simile a quello della parabola con alcuni vantaggi relativi alla installazione
Questo come introduzione proprio al galoppo di ciò che è stato fatto con il progetto in Sant'
Che è un progetto che
Prevede la realizzazione di due tonnellate ora di vapore industriale
Ci sono le foto non è solo un progetto un progetto ma è anche un
Un realizzato e per la prima parte la seconda parte verrà completata la fine di questa estate è un progetto questa interessante che ecco finanziato da fondi di ricerca dell'Unione europea
Questo per dire che l'Italia nel settore delle rinnovabili termiche si diceva stamattina si rischia di fare poca ricerca
Io credo che sia una frase vera nel senso che è sempre bene spingere il più possibile sulla ricerca quindi la ricerca non è mai abbastanza
Credo anche che come sistema Paese
Non dobbiamo dimenticare invece che comunque sia
A macchia di leopardo forse però abbiamo delle dei luoghi in cui la ricerca si fa e questo viene riconosciuto anche a livello europeo
Il il Progetto in Sant'prevede la realizzazione di due campi solari utilizzando appunti concentratore tipo fra ENEL
Per la realizzazione di vapore in due modi diversi all'interno dello stesso sito che è un sito produttivo dell'industria dei laterizi famose formarci di una volta
E il primo modo in cui verrà realizzato il vapore in cui viene a dir la verità perché il campo solare è stato avviato a fine aprile
Dopodiché causa il maltempo ha dovuto pochissimi giorni di sole ma questo fatto assolutamente legato a volontà diverse
Dalla nostra e alla fine ed alla validità della tecnologia
Dicevo il primo campo solare realizzato è generava pure in modo indiretto cioè all'interno del campo solare c'è dell'Olivia termico che viene scaldato fino a duecento quarantacinque gradi
Questo olio viene mandato a uno scambiatore di calore che generava porre appunto scambiando il calore tra l'olio e il
Il vapore il vapore dieci Bari viene poi mandato al processo industriale
Questo queste solo un rendere in questa immagine mentre tra poco vedrete le foto interessante che in questo sito industriale c'è una distanza di circa duecento metri linea d'aria tra i campi solari e il processo
Utilizzato
Che da un lato ha comportato alcune sfide da superare in sede realizzativa
Dall'altro costituisce un buon esempio di utilizzo di una tecnologia
A suo modo innovativa pure in una certa semplicità che comunque mantiene
Anche in relazione a utilizzi futuri eventualmente combinati col nuovo conto termico per applicazioni
Appunto che possono essere di calore industriale ma anche applicazioni simili ci stavo stamattina a quelle del
Raffrescamento ad alta efficienza del solo alcuni ad alta efficienza e eventualmente anche quelli del teleriscaldamento e del Tevere affresca mento
Qui potete vedere in questa immagine come ci siano appunto i due campi solari questo più azzurre quello ad olio e quello rosso e quello in cui secondo la seconda parte e dove il vapore viene generato direttamente all'interno di concentrato cori
Il motivo per cui sono state realizzate due soluzioni diverse è appunto per verificare due soluzioni tecnologiche entrambe valide che però in un'applicazione specifica come quella del calore industriale di processo
E è opportuno paragonare proprio per verificare quale delle due presenti le migliori potenzialità a seconda anche può evidentemente della tipologia di utilizzo
Il Progetto in San è molto interessante perché verificare la validità di questa tecnologia non solo paragonando il campo solare ad olio HT f
Chi trama affluiti e quello a generazione diretta di vapore che vedete indicato come di esercitare stia Generation e c'è tutta una serie di altre problematiche relative alla realizzazione di campi solari
Di grande dimensione a temperature più elevate di quelle necessaria una semplice acqua calda sanitaria
Che vengono affrontati in modo sistematico dare in questo progetto io vi tralascio adesso i particolari tecnici
Eh ma rimango evidentemente a disposizione per chi fosse interessato ad approfondire l'argomento il senso ultimo della presentazione che consente poi anche di essere sintetico e dimostrare come
Anche in temi non immediatamente conosciuti e in più ci siano delle tecnologie rinnovabili termiche che consentono di aggredire in senso positivo sacche di utilizzo di combustibili fossili sacche di emissione
Con le energie rinnovabili termiche per ridurre progressivamente la quantità di missioni e per aumentare progressivamente la frazione diciamo di energia termica prodotti in Italia tramite le rinnovabili
Adesso passo veramente alla carrellata delle fotografie
Che mostrano tutto diciamo della della catena produttiva dalla produzione di concentrato in quanto tali alla preparazione del terreno all'istallazione una cosa molto più semplice di quanto non si potrebbe pensare di collettori
Al sistema di integrazione impiantistica vedete sulla destra questo questa scatola rossa rosso rosso Ferrari ma siamo in Romagna la Ferrari in Emilia ma insomma siamo corregionali no questa scatola rosse un container
E che consente praticamente di avere tutta l'integrazione impiantistiche scatola da in modo tale che laddove si voglia realizzare un impianto di questo tipo è possibile arrivare con Container fare i collegamenti e India e avviare l'impianto in tempi molto rapidi
Questa è una cosa pensata anche in funzione esportazioni un domani c'è secondo me questa tecnologia categoria GH fortissime radici italiane
è è nata per NA e nati in Italia opportuno che cresca in Italia con la prospettiva poi tramite appunto l'esportazione di contribuire al Paese non solo una riduzione dell'emissioni dirette ma anche di quelle di altri Paesi
Vedete qui che è stata fatta appunto tutto il lavoro delle tubazioni
C'è un sistema di monitoraggio
Sofisticato nei risultati ma semplice combusto nell'implementazione che consente di verificare in ogni momento i dati principali dell'impianto nonché di fare analisi storiche se necessario sul funzionamento dello stesso
Infine concludo con questa che la foto appunto della con due foto della prima parte del campo solare che è stato realizzato
Ha documentazione non mi stancherò mai di ripeterlo che anche per tecnologie nuove e innovative c'è spazio in Italia ed è uno spazio che
Con luci ed ombre comunque sia il nuovo conto termico consente appunto di cominciare ad ampliare e far crescere io avrei finito vi ringrazio
Io la ringrazio per aver rispettato perfettamente i tempi e perché appunto mi sembra molto interessante questa trilogia dimostra anche la capacità di ricerca innovazione che deve star dietro a queste cose a finanziare forse non solo ciò che già pienamente industrializzato ma anche ciò che invece ha grandi potenzialità per il futuro
Ciò detto tassiamo adesso la parola all'ingegner Angelini sempre quei dieci minuti famosi e anche se no anche meno sapere se ci riesce la ringrazio
Va bene io interpreto vi ringrazio
Spara convegno
Il mio intervento sarà centrato sul recentemente energetico opinabile siderurgico
Sente
Perfetto
Quindi lasciatemi spendere magari qualche parola nel presentare il gruppo il gruppo siderurgico ecco per tempo quindi gruppo farà alti che ha fondato il mio centottantasei riconosciuto come leader europeo
Specializzato nel settore siderurgico in particolare tutte cioè destinate all'edilizia
Prego
Adesso
Ha un suo tratta consolidato due mila undici di poco più di un miliardo di euro un utile di sempre dati riferiti al mille undici di nove milioni di euro e ha una produzione in crescita oltre due milioni di tonnellate all'anno
Il gruppo che si occupa stabilmente più di mille trecento dipendenti fa l'Italia loro all'interno sotto internazionale diversificati questo è un pochino per dare
Qualche numero il
Di risposta diciamo alla crisi nazionale soprattutto italiana nel settore dell'edilizia il gruppo con quattro tatto
Per tempo una linea di sviluppo pesata sull'iter di tentazione delle attività qui son presenti dal mille novecentonovantadue in Germania con un sito in Alta Sassonia
E efferati operativo anche Repubblica cieca in Ungheria durano se gli altri stabilimenti produttivi di lavorazione freddo sempre per l'industria delle per l'edilizia naturalmente
Nel due mila undici la comprendesse rappresentato la parte considerevole dei ricavi oltre cinquantasei per cento rispetto al totale del gruppo quindi mano a mano l'apporto estero è cresciuto e da una ma un contributo notevole
Il core business naturalmente del dell'azienda l'acciaio avessi all'interno al
Intorno al all'acciaio sia ramificato con una strategia di diversificazione e di consolidamento tramite la posizione di altre di altre aziende
Quindi il gruppo è attivo non sono i settori delle operazioni a caldo dell'acciaio ma anche a freddo della carpenteria metallica e dell'ambiente e della viticoltura
Oltre attività poiché si significative nell'ottica della disgregazione anche di recente acquisizione ottobre del due mila dodici bevevo in una società che si chiama Urso per il da parte della nuova definisca un altro sta controllata
E che sono leader a livello mondiale in tutte le le le nella produzione sia di recinzione dirette
E sia di grigliati per la maggior calma zero gamma del prodotto quindi diciamo servono sia cercato di verticalizzare la propria la propria produzione maggior
è possibile
Sopra c'è un pochino al tema tecnico diciamo quindi noi il l'obiettivo dell'azienda che è un obiettivo da qui a fine anno è quella di andare a recuperare parte diciamo del del
Del calore si sviluppa all'interno del forno fusoliera
Che attualmente diciamo viene recuperato dalle acque e raffreddato dissi Panda Energia in circuiti di affidamento
Vogliamo andare a produrre vapore questo occorre può essere venduto direttamente un'azienda oppure possa utilizzato tramite un circuito RC per produrre energia elettrica
Il forno elettrico naturalmente per un'azienda siderurgica il il macchinario l'impianto che le in nell'articolo in assoluto assorbe fra settanta ottanta più dell'ottanta per cento del dinanzi a complessiva dello stabilimento
Il trenta per cento di questa energia viene immessa nel forno e viene dissipata attraverso l'aspirazione dei fumi attraverso impianti di aspirazione che sono evidentemente obbligatori sono necessari per poter non solo
Condurre attività siderurgica ma anche per il contenimento delle emissioni delle missioni dirette ma anche diffuse quindi
Sono assolutamente necessari
Lei lo stabilimento tedesco lei Sessa in questo caso nel corso del due mila e tredici
Completerà l'installazione di un tanto che fa circa di un impianto capace di recuperare nel TIA dei circuiti l'afferimento all'impianto stesso punto
Sotto forma di vapore acqueo
Scopo del Progetto raffreddata soste ma di recupero calore i fumi di uscita dal forno fusoliera che nella
Nel punto diciamo più caldo possono raggiungere temperature di mille trecento gradi
E quindi devono essere portati a una temperatura diciamo al cammino sotto i cento gradi vogliamo recuperarli introducendo una tecnologia innovativa che mi aveva innovativa
Quindi vogliamo utilizzare traverse sistemi PAI toppa e oggi attualmente installati alla alla lotta alla con la produzione con la circolazione di acqua vogliamo inserire dello apporre
In un'ottica anche di migliore incremento efficienza di tubi stessi infatti la peculiarità del affidamenti accettazione forzata di acque quella su dimensioni portate importanti quella di creare della corruzione
La corrosione che evidentemente con l'utilizzo del vapore dovrebbe essere scongiurata
I fumi quindi subiscono un primo raffreddamento da mille trecento gradi a seicento gradi nella prima tubazione dopo sono raffreddati al di sotto di centottanta gradi questo per evitare tutta una serie di problematiche dovute alla formazione delle diossine nel cosiddetta dei nove Synthesis
Quindi per scongiurare qualsiasi tipo di problema di inquinamento
Attraverso il passaggio appunto di una Camera opportunamente dimensionata equipaggiate con sé modi Brozzi ha dedicato
In una prima fase energie viene recuperata recuperata verrà convertite vapore saturo e nel secondo steppe riproporre surriscaldato quindi ci saranno diciamo due passaggi successivi di intervento
Una parte di questo vapore sarà poi messo a disposizione dalla parte della alla municipalizzata del
Dellas cittadina in cui il il
Lo stabilimento
Dislocato che attualmente appunto fornisce il lo ora un'azienda locale per la produzione di
Diplomatici e quindi ci sarà un utilizzo parziale diretto di questo vapore e invece il il restante verrà utilizzato per produrre energia elettrica quindi una lettura installato una turbina di tre megawatt
E un circuito RC è una turbina molto flessibile per cui permette anche dei carichi diciamo non non costanti ma permette anche delle
Incarichi dati dieci al cento per cento quindi ha una grossa elasticità che è tipica dell'ambiente
Del ciclo di produzione siderurgico a colazione elettrico
Questo tipo di impianto è uno dei primi progetti loro la tecnologia non è una tecnologia nuova ma l'installazione nel dette siderurgico è uno dei primi inteso come recupero completo del Gia ci sto c'è un'alta installazione in Germania del nord
Signor cede sia ma che assume venute dove recuperano parte nel circuito primario Condello apporre però è una parte dell'investimento del del Progetto che andremo noi eseguire al fine di quest'anno
Ed è naturalmente un esempio anche di virtuoso di collaborazione con la municipalizzata e quindi
E nel
Fornendo questo cuore che sarà utilizzato in gran parte per l'industria diplomatici quindi per l'organizzazione quinto accesso diretto ma
In parte sarà utilizzato anche come
Teleriscaldamento
Questa è una stima citazione molto semplice diciamo del dell'impianto quindi il forno elettrico con la sua equipaggiamenti le questa grossa portata parliamo intorno ai centotrenta mila metri cubi orari di di di gas di fumo che esce appunto intorno ad alta temperatura fra il mille duecento mille trecento gradi la vena calda
Dopodiché c'è tutta la sei c'è proprio oggi circuiti di raffreddamento tuo sul tubo e si arriva al super scambiatore che ha un pochino quello lì novità tecnologica perché la prima applicazione
In un ambiente siderurgica questa un ambiente particolarmente aggressivo perché le polveri del seria contengono metalli contengono quando è così quantità di ferro e sono a
E diciamo
Sono dei non delle polveri anche dei comburenti nel senso che sono anche
Pronte a innescare delle reazioni di di combustione
All'uscita scambiatore si aggiungono i famosi duecento grati per cui dopo viene rimessa il i fumi al nel soggetto ispirazione fuoriescono
Il il circuito quindi avrà del vapore in parte ha intorno e duecentoventi duecentotrenta gradi a venticinque barra nell'altra parte il circuito dove arriverà
Dopo dopo la fase di surriscaldamento arriverà nella nel d'altronde il che sarebbe il il tamburo vapore nella quale appunto il
C'è la distillazione quindi la separazione dal vapore all'acqua surriscaldata per cui il vapore viene ceduta
Per quello per gli scopi che dicevo prima e l'altra parte invece rientra in circolo
Naturalmente il Livo poi forniamo le turbina ritorna a una certa pressione saprebbero dura anche quello della statue che quello che forniremo all'industria Lomazzi ritorna come condensato a temperature
Pressione molto più ridotta
Ma è un circuito completamente chiuso l'accordo
TIA sarò brevissimo no li ha già sforamenti anzi
Allora per intenderci per dare qualche numero diciamo il complessivi noi pensiamo di produrre abbiamo delle garanzie evidentemente di produzione di circa trenta tonnellate allora di vapore
A duecentocinquanta gradi ventisette barra
Per
Un'energia diciamo equivalente risparmi attento nel mega venti megawatt orari
L'energia termica recuperata in un anno con un ciclo d'esercizio normale quindi all'ottanta per cento sconfitta sono centoquarantotto
Centoquarantotto mila centosessantanove megawattora Arianna con un risparmio di emissioni evitate diciamo di CO due intorno ai diciassette mila tonnellate
Basta
Grazie per questa illustrazione
Altra interessanti applicazione adesso la parola ad Andrea calabrese dell'ITEA
Menzioni Wanda calabresi sono ricercatore dell'ENEA mi occupo di sistemi di climatizzazione assistiti da fonte rinnovabile
Sono responsabile via di questo settore di ricerca oggi partiamo di Latiano è un caso studio perché il tempo è poco quindi saltiamo il preambolo apriamo questo caso studio che vi presento un impianto i soliti in Kooning
E a servizio di un edificio di circa duecento ma di quali calpestabile su tre livelli di una villetta se vogliamo trifamiliare
Ogni Piano è un appartamento a se stante rimessi lorde complessiva nel caso circa duecentotrenta centotrenta metri quadri quale della centrale di produzione dell'acqua calda la Collegiata e distaccata rispetto all'edificio
Questo per due ragioni comunale perché è un inganno dimostratore quindi serve per far vedere farlo vedere diciamo durante le visite guidate in ENEA ma poi serve per far vedere che questa potrebbe essere una possibilità a servizio di una serie di edifici no
Quindi un'unica centrale che poteva portare escludemmo vettore a diversi edifici
ISO rating è abbastanza semplice da capire produciamo acqua calda con dei pannelli solari quest'acqua calda prodotta con il sole va mandata poi all'interno di edificio ai cicli terminali che quindi scadono gli ambienti
I tipi di collettore più diffusi sono essenzialmente due quelli piani rientrati e quindi sotto vuoto
Quelli piani reiterati riconosciamo sono con limbo più diffusi sostanzialmente si comportano come una Serra fanno entrare tutti i dati sono all'interno che scadono quindi fu doteremo lettore per poi intrappolate quindi non fargli emettere quella che il calore che produce all'interno il pannello
Il collettore sotto vuoto e di una tipologia diversa perché l'isolamento con l'ambiente esterno lo fa proprio questo tubo che ha un vuoto spinto all'interno e quindi c'è una separazione entra la tubazione che scorra l'interno quindi dove c'è acqua calda e l'ambiente esterno
Come potete vedere in questo grafico sui poteri rendimenti dei collettori quello in rosso e il collettore piano vetrato è quello in gruppo linea continua e quello sotto vuoto
Donne periodo estivo i rendimenti non si riferiva un difetto di tanto con l'undici per cento è quindi onde estate la cosa principale più che altro la temperatura dell'acqua che riescono a produrre il corretto sotto vuoto parliamo di cento gradi centodieci gradi quelli piani circa ottanta gradi
Invece in inverno che quella differenza importante
Ci conveniva Schengen diventi in più quelli sotto vuoto ed è quello che ci aiuta a realizzare quello che sono ritirati quindi durante il periodo invernale ne produciamo qua calda qui è fondamentale quindi la lotte l'avere un Tenca quindi un serbatoio alcuno dell'acqua calda
E a quel punto accumulata acqua calda andiamo a servire i circuiti terminali questi impianto e vincente se abbinato della tecnologia che utilizza sistemi radianti quindi a bassa temperatura perché in inverno l'acqua calda prodotto dei pannelli solari
Non supera quasi mai cinquanta gradi quindi parliamo nei periodi peggiori di circa quaranta gradi migliori di circa cinquanta
I componenti principali dell'impianto quali sono i collettori solari termici quindi per i soliti mi serve in campo solare termico ed un accumulo termico
Questo che vedete le auto del nostro impianto e niente ma misurare quello che ci del sole quello che accumuliamo quello che ne forniamo all'edificio quindi a fare zero sette eccolo che cita la calda integrativa supporto
Durante il due mila dodici monitoraggio atteso a questi risultati qui dove a febbraio ci ha visti molto penalizzati ci ha funzionato molto la caldaia poi vedremo il perché
Complessivamente ha visto comunque il cinquantasei per cento l'energia necessaria alla produzione dell'acqua calda sanitaria l'acqua calda per riscaldare l'edificio qui non facciamo sanitario prodotta con il sole
Il quarantaquattro per cento con la calda integrativa se vedete questa parte colorata in basso piccolina
Fra scusi pronto romano nel centro ENEA ricerche medica Saccenti questa parte che vedete qui è l'energia che noi distribuiamo durante l'inverno
Nonostante ci sia della caldaia perché a volte non coincide la disponibilità del sole con la richiesta dell'edificio e quindi questo qui è un problema che si Sovreco gli accumuli termici
Poi vediamo come l'abbiamo risolto questo è la situazione di quest'anno quindi sabato mila tredici la situazione è cambiata molto infatti il quarantasei per cento è stata la caldaia conti sessantatré dell'anno prima
E quindi praticamente abbiamo avuto più della metà col sole questo perché questa non abbia avuto la neve che l'anno scorso ha sommerso i collettori che purtroppo è stata molto copiosa in Casaccia
La temperatura ambiente sta comunque garantita nei livelli conforto perché chi governa tutto e sembra l'ambiente quindi diamo sempre consigli conforto e poi chiediamo alle varie sorgenti di andarci a dare il caldo
Lata ecco queste cose già valorizza l'immobile si lo valorizza perché se ne pensiamo di avere come era prima l'edificio di metodo una caldaia a gas tipo tradizionale una caldaia normalissima basso rendimento
E andiamo a sostituirla con un'altra sempre con la stessa caldaia integrando coccole tre solare vediamo che la classe energetica passa la classe attua sibi solo con l'intervento del campo solare
Solo alcune cose con lo stesso campo solare possiamo produrre acqua refrigerata in estate quindi stesso campo solare abbiamo delle apparecchiature in più come funzione solo alcuni dati
Produciamo acqua calda l'acqua calda la sempre andiamo a stoccare non se potete accumulo caldo quando i serbatoi al giusta temperatura per alimentare un gruppo assorbendo acqua Brunelli già ci debbono circa ottantotto radici indicati
Serviamo il gruppo Frigo il gruppo dove funzionare anche abbinamento una torre elaborativa che chiude il suo ciclo interno e poi andiamo all'edificio che immaginare sia questo grande Franco il
No
Perché questa tecnologia e vincente perché quando ci serve tanto freddo e proprio quando abbiamo tanto sole quindi picchi tra il calore disponibile e il sole quindi che ci dà la fonte energia frigorifera necessaria coincidono
Lei comprende l'impianto principale che servono per fare Kooning sono il gruppo Frigo ad assorbimento dilazionato termica mente diamo acqua calda e produce acqua refrigerata
A Torre lavorativa che sensato e far funzionare il gruppo è un accumulo dell'acqua refrigerata anche in questo caso abbiamo un altro accumulo
Questo è il gruppo figlio l'assorbimento solo per sottolineare che
Quando forniamo venticinque kw termici mine produce diciotto e per produrre acqua sette gradi a bisona dati acqua molto calda ottantotto gravi
Questo è il perché di quel tipo di collettori solari termici
Questo è quello che monitoriamo non di periodo estivo riassumendo quello che è successo in estate
Il sessantasei per cento del caldo necessario per far funzionare il gruppo Figo l'ha fornito il sole
Se vedete in basso questa l'energia che prima era abbondante innanzi in inverno che andiamo a dissipare durante il periodo estivo perché il campo solare dimensionato per il periodo estivo dove serve molto più calore che in inverno
Le condizioni all'iter dell'ambiente sono sempre quelle garantite
E chi gestisce tutto è un controllore
E la novità diciamo di questo impianto se vogliamo enologiche deregolazione nessuna programmate sviluppati minima dove dà i dati operativi delle condizioni meteo
Dalle condizioni misurato guide con determine che ci sia da un per vedere quanto sta producendo l'impianto andiamo a comandare vapore circolato rapporto la variabile sempre lo scopo è quello di garantire il conforto all'interno degli ambienti
Ci sono delle slide le andiamo perdiamo velocissima perché sono tre slide e comunque quello che fanno capire bene perché c'è un accumulo termico l'accumulo termiche fondamentale per massimizzare quella che è la produzione da fonte solare qui da fonte rinnovabile
Ne abbiamo due quindi uno caldo è uno freddo e l'obiettivo quale andare attestare il caldo di freddo quanto più possibile dagli accomuni senza andare a ricorrere all'ausilio che la vostra caldaia che cita energia termica condizione non ce l'abbiamo
Ah beh presunto che sembrerebbe una slide ci sono degli incentivi si ci sono gli incentivi a questa tecnologia previsti dal decreto e almeno per questa tecnologia sono abbastanza buoni
Se ne pensiamo l'impianto non so dimostratore vediamo che l'impianto e coso circa ottanta mila euro togliendo i costi aggiuntivi legati alle non sapere tutto e di ricerca
Ce ne ma calcola l'incentivo col conto termiche vediamo che circa il trenta per cento e l'investimento quindi diciamo non è scarsissimo
Come può succedere in altri casi se invece vediamo poi il tempo di ritorno questo è il nostro impianto e sono circa ventotto anni
Perché perché la potenza frigorifera di questo impianto è bassa sono diciotto kilowatt
Mai questi inviandoci serve fare delle dei ragionamenti sul tipo di regolazione che andiamo ad adottare ma impianti gemelli identici stessa tecnologia stesso assorbito ore
Ora è di taglio differenti che hanno una potenza frigoriferi circa duecentottanta chilowatt ad un tempo di ritorno di tre anni questi temi sono calcolati come considerando l'incentivo attualmente presente
Quindi all'aumentare dell'atto della taglia del gruppo aumentar quello che l'avremo un abitante di impianto Senato idee senza incentivi duecento chilowatt in più in su siamo sì quattordici anni come tempo di ritorno ma con gli incentivi
Siamo già dai cento chilowatt in su sotto gli otto anni
E quindi crediamo siano tecnologia abbastanza appetibile
Eleonora e concepire quali incentivi da una grossa mano delle referenze su questo tipo di impianti trovati in questi due numeri della cartoon al
Abbiamo partecipato a un concorso quest'anno siamo risultati tra i migliori cinque casi studio nazionali
Qualsiasi approfondimento visitare il sito internet climatizzazione con fonti rinnovabili punto ENEA punti scusa la velocità però di essere stato chiaro
Molto interessante farlo l'ultimo
Diciamo
Dieci minuti
Dieci minuti comunque io chiederei a Chicco di avere un attimino di pazienza sforiamo nomadi di molto può prego a lei
Sul maestro molto breve allora diciamo il caso che mi presento l'azienda domo tecnica e poi il cliente l'efficienza energetica
All'azienda domo tecnica perché non la conosce e credo che ahimè sia la maggior parte delle persone presenti perché non si conosce in Italia però è un'azienda molto importante per chi fa l'efficienza energetica
Perché il più grave la più grande rete di installatori termo meccanici italiane quindi coloro i quali gestiscono l'erogazione della installazione del servizio di efficienza energetica abbiamo sentito prima
Diciamo una serie di progetti di efficienza energetica di grandi gruppi industriali molto importanti con grandi quantità di energia risparmiata ma sono casi
Numerosissimi in Italia
Invece i casi numerosissimi sono quelli che si fanno presso gli uffici presso le case chi li fa
Gli fa l'installatore di farli piccolo imprenditore in Italia
Che da Enna a Bolzano con il suo cammino ci Novak andare là a cambiare la caldaia mette il pavimento radiante e così via ecco chi gestisce l'ultimo miglio ecco
Il protagonista oggi dell'efficienza energetica perché ci avviamo la bocca di efficienza energetica anche i grandi gruppi fanno grandissimi
Progetti di efficienza energetica
Ma senza vista l'attore non va nessuno da nessuna parte e quindi
Non è tanto l'incentivo che serve in Italia ma serve un installatore qualificato capaci di conoscere quali sono le ultime tecnologie sentivo una persona parlare viene il gestore ha già
Sfido la signora Maria ovviamente a sapere cosa ne gestore cioè se non se la storia passino Maria non glielo compra l'ente gestore
E qui apro un altro tema che il tema dell'informazione
è un appello che faccio a l'Autorità per l'energia elettrica di cassa
Dopo tutti i soldi regalati alle finanziarie cinesi che hanno pavimentato bellissimi uliveti pugliesi
Di pannelli fotovoltaici e non solo finanziarie cinese anche italiana ovviamente
Io suggerirei al Governo e l'autorità
Di spendere qualche milione di euro in pubblicità quindi adesso mi faccio diciamo un amico Berlusconi corrente anche la RAI
E cioè spendiamo un po'di soldi a far conosce
Cos'è l'efficienza energetica al signor Mario la signora Maria perché come vedrete dalle analisi ed è il caso di studio che vi presenterò c'è ancora molta poca conoscenza sul settore non siamo stati come domo tecniche i primi insieme al gruppo di
Partner che ci hanno dato una mano tra cui anche l'ENI a scuola Century PNL
Abbiamo fatto già dall'altra hanno un analisi di opinione su cosa agli italiani penso all'efficienza energetica e cos'è l'efficienza energetica nostro da dove c'è ancora molta ignoranza non per colpa dell'italiano ma noi siamo probabilmente più specialisti più tecnici
Chi compra un prodotto di efficienza energetica deve essere informato è più semplice e pensare di stalla non pannello fotovoltaico perché più immediato quando uno parla di pompa di calore
Io sfido la metà delle persone qua dentro di sé descrivermi esattamente cos'è una pompa di calore
Un concetto semplicissimo ma non è un concetto che tutti conoscono okay quindi la signora Maria prima vista l'aria in casa c'è la propria casa la pompa di calore deve essere informato di cosa la pompa di calore
Allora vi salto perché vi vedo stanchi e ovviamente sono compassionevole
Vi presento direttamente l'analisi del frutto quindi
Diciamo il caso di studio che vi presento oggi Pili qualche numero di come l'italiano utilizzare efficienza energetica lo vedete che intanto in casa si sala la caldaia per riscaldarsi e in ufficio preminentemente il condizionatore
Anche qui
Pochi Cusano negli uffici presente alle pompe di calore molto in uso al condizionatore Standa quindi pensate che opportunità di business chi
Produce pompe di calore c'è in Italia prodotto molto diffuso in Francia in Germania Italia ancora a
Diciamo un mercato potenziale no così come sulle caldaie vedete che la caldaia a condensazione
è solo diciotto per cento quando pensate che le sessantaquattro caso ne abbiamo ancora la caldaia ettari
Molti qui una cosa un po'un po'interessanti diciamo anche molti gruppi
Che producono e forniscono energia elettrica e gas in questo momento
Promozione hanno
Caldaie diciamo Stendhal normali non ha a condensazione e qui forse
Un un'attenzione verso questi gruppi e di pensare invece di aiutare la veramente il proprio cliente a consumare meno energia elettrica e gas e quindi resta l'arma caldaie a condensazione piuttosto che una calda e normale
Ora
Per quanto riguarda invece la distribuzione vedete che pochissimi usano impianti radianti ancora e sostanzialmente nel nord Italia però con lo sviluppo dalla pompa di calore stiamo lottando uno mento e una diffusione
Ancor meno invece gli impianti solari di cui abbiamo parlato pocanzi dell'ENEA ha presentato un caso molto interessante pesare solo il quattro per cento che diventa otto nel caso di casa indipendente vista la pannelli diciamo solare termico
Che oggi ha incentivato e che è una delle forme più efficienti di diciamo riscaldamento ma anche la fresca veto se si usa la pompa di calore per la casa
Quindi adesso che il fotovoltaico che la droga che è stata immessa nel sistema
Sulla gli impianti fotovoltaici finita perché mancano i soldi ovviamente
Il solare termico a mio parere avrà un grande sviluppo perché è una fonte intelligente forse anche più del fotovoltaico per alimentare di energia pulita le case
Vi risparmio questi dati perché non abbiamo tempo però vi volevo far vedere un dato che qua impressiona moltissimi
Prima del dato che volevo fare è una cosa importante come vi dicevo prima chi gestisce l'ultimo miglio dell'erogazione del servizio efficienza energetica controllo un po'questo mercato ebbi la visione
Mia di un gruppo anche gli investitori innesti vendono tecnica che ha mille quattrocento d'impresa sul territorio nazionale e che fa questo servizio cioè
Chi controlla l'ultimo miglio dell'erogazione controlla il mercato della casa e della piccola e media impresa non sono i fornitori di caldaie telecontrollo al mercato
Non è la grande utility perché la grande Utility per cambiare la caldaia può permettere solare termico deve necessariamente
Fa capo l'installatore questo è stato deve essere bravo deve essere qualificato per essere competitivo quindi
Il futuro dell'efficienza energetica passa per la rete di scalatori quindi diciamo ci candidiamo come domo tecnica ad essere il leader di questo settore da questo punto di vista come vi ho spiegato
E vedete quanto la famiglia si appoggia l'artigiano di prossimità
Ora invece il dato che volevo presentare c'è questo dato e cioè la famiglia italiana cosa prevede di fare nei prossimi Nesi anni
E da qui un anno l'analisi fatta a fine d'anno dice il tredici per cento quindi tre milioni e due di famiglie vuole fare qualcosa l'efficienza energetica che qui se l'Autorità per l'efficienza energetica per l'energia e il gas
Facesse delle campagne e lo dico perché l'unica che ha delle risorse ovviamente
Le grandi utili potrebbero farlo ma
Voglio dire non sono obbligati a farlo l'Autorità invece visto che
Come dire a dei gli oneri che vengono anche sovvenzionati dalla nostra bolletta forse potrebbero farlo
E qui potrebbe per esempio far capire alla alla alla famiglia quali sono gli investimenti più interessanti per lei e meglio la caldaia a condensazione la pompa di calore gli infissi e così via però tre milioni e due vorrebbero fare qualcosa
Di questi tre milioni e due l'otto per cento è propenso a investire
Quattro mila euro almeno quindi un milione e sei di famiglie quattro milioni di euro in questo momento di difficoltà economica a mio parere
Almeno nel bilancio della mia famiglia non so le vostre comunque una cifra molto importante quindi vuol dire che c'è voglia di fare cioè quella che si chiama cultura action in termini di marketing evoluto quindi c'è un potenziale enorme quindi questo mercato a un potenziale enorme ok
E quindi suggerisco le utilities invece di perder tempo con il capacity payment
Di magari investire un po'più di soldi in questo settore perché darà molta più soddisfazione delle ove le centrali elettriche installate e che non ormai non funzionano quasi più
Di questi addirittura
Cinquecento mila famiglie
Addirittura vuole investire più di quindici mila euro quindi invece di metterle in diciamo in banca hanno capito e solo con le tre famiglie più evolute che hanno un rendimento maggiore quando il collega dell'ENEA diceva che era un rendimento del trenta per cento
Mi dispiace per il signor Saccomanni
Del Tesoro ma i nostri botto oggi rendono il massimo il quattro cinque per cento indicizzazione infrazione quindi investimenti sull'efficienza energetica rappresentano sicuramente la famiglia italiana un ottimo investimento
Con questo vi ringrazio e vi saluto
E anche io ringrazio voce oltre a vincere dal farlo tutti i partecipanti abbiamo sforato di pochi minuti ma devo dire che io mi ero stampato al programma
Vecchio e ho scoperto che mi hanno fatto un piccolo scherzo perché insomma otto interventi in un'ora e mezza li abbiamo tenuti quasi perfettamente un po'meno di non e mezza
E quindi grazie a tutti i relatori e grazie a voi per la vostra pazienza e adesso invece il decreto che siete qui per
Ascoltare
Diciamo
Chicco Testa e le sue provocazioni
Dunque io ho accettato molto volentieri questi invito a presentare un lavoro che ha fatto
Lavoretto che ha fatto il Chicco Testa insieme i suoi collaboratori immagino
E devo dire che questo lavoretto lo utilizzato nel mio Corso di economia dell'Energia dato come testo ai
Come testo come ulteriore riflessione rispetto alle cose che si fa fatica a far passare
In un corso universitario perché molto l'atteggiamento soprattutto dei più giovani in questi deve vivere del rinnovabile per definizione fantastico
Poi l'analisi TIR che cosa star dietro alla promozione di tecnologie di impegno economico che questo comporta sulle loro bollette
Quando lo si fa per vedere
Fino a un certo punto lo capisco
Per cui
Nel corso di quest'anno ho chiesto di fare dei piccoli
Sa getti sulle sulle questioni
Che ho insegnato nel corso di tra i distretti tra i piccoli contributi che hanno fatto ce n'è uno solo politiche delle rinnovabili e di nuovo mi sono tratte Dio ho dato un voto negativo però ecco
No negativo no però in positivo
Di nuovo mi sono trovata delle interviste e dei giovani ricercatori dei giovani studenti che andando a chiedere agli imprenditori hanno raccolto il cahier de doléances degli imprenditori
Senza porsi le domande gli over pensavo di
Che avrebbero dovuto porsi
Quindi voglio dire a noi dei mai noto
Il settore è stato diciamo
Rapina da dei consumatori italiani è stato rapinato
Da comportamenti di Daris soggetti non soltanto della politica certa la politica gli aiutati
Che adesso la questione
Qui passo la parola e come se ne esce
Come se ne esce perché i fatti sono noti e sono noti a noi però non sono così noti a una a un pubblico più ampio
Soprattutto non è percepito che ci sono delle tecnologie che possono costare di meno che possono prestarsi più e che comunque le scelte che si fanno in una certa epoca poi durano nel tempo
E costo CEMEX lo si paga a lungo però a questo punto che cosa facciamo tra diritti acquisiti
Rapinatori che sono fuggiti
Banche che hanno i bilanci in sofferenza e non possono permettersi di perdere ulteriormente
A te la parola sì grazie cioè giustamente tu mi chiedi di di di sapere come si può non dico risolvere una per lo meno rimediare
Alla situazione che si è creata io
Qualche piccola idea cielo non so se poi sarà possibile farlo funzionare
Credo che però
Del pubblico
Non tutti abbiano presente la dimensione d'del
Del problema
Che non può essere
Trasformati in uno scontro tra tutta la tecnologia le tecnologie diciamo
Ciò che dico una cosa che qualcuno sono neutre da un certo punto di vista cioè portano dei benefici qualcuna dei costi qualcuno va insomma sono technology no
è il modo in cui vengono impiegate il quanto costano è il momento in cui vengono impiegati eccetera eccetera che
Fa la differenza spesso il dibattito energetico sembra uno scontro tra tifosi di squadre di calcio non in cui si sente la Roma la prima cosa che specie che perda la Lazio se sei dell'intera che la prima cosa che speri no non è così cioè
Tocco giurare le tecnologie elettriche energetiche devono riuscire a risolvere i nostri problemi e devono uscire risolvere altri problemi che sono problemi di sicurezza del rifornimento energetico di basso costo
Di basso impatto ambientale in un mix equilibrato che ci consenta quanto possibile di raggiungere questi obiettivi
Purtroppo io credo che invece l'esempio di come si è incentivata l'energia solare in modo particolare
Poi tutto è successo nei in un pugno di anni diciamo tra il due mila otto del due mila dodici va fondamentalmente nel due mila undici nel due mila due mila e sei sì va bene ma faccia un'accelerazione potentissimo entro il due mila dieci del due mila dodici
Diciamo sia invece rappresenta invece un gigantesco denaro disse di un giro scusate un gigantesco spreco di denaro pubblico lo chiamo pubblico anche se viene dalle nostre bollette
Perché in realtà
Forzato da una norma di legge Micossi economista di un certo valore sostiene che una delle tendenze della dal politica fiscale Italia negli ultimi anni è stata quella di non potendo aumentare le aliquote IRPEF eccetera eccetera
Di spostare tasse
In settori diciamo non chiamandomi in un altro modo chiamandole accise chiamandole ove di sistema chiamandolo
Robin tax eccetera eccetera ma fondamentalmente essendo
Tasse
E credo che il modo in cui è stato fatto che incentivazione al solare in quell'in questi anni sia stato a un gigantesco spreco di denaro
Secondo un Pessi che forse ancora più importante lo chiedo al professori qui con me ancor più importante un pessimo esempio
Di cosiddetta politica industriale
Tant'è vero che io ormai quando sento nominare la parola politica industriale scappo da un'altra parte perché se questi sono gli esempi succede un po'così perché se qualcuno dal centro da Roma
Pensa di poter decidere lei politiche industriali inevitabilmente inevitabilmente come è stato fatto nel passato anche nel futuro ve l'hanno fatto grandi errori
Allora solo qualche cosa da pienamente per ricordare poi
Allora questo è l'andamento dei consumi elettrici purtroppo la situazione è questa la situazione peggiore ancora nel due mila tredici
Nel due mila tredici torneremo consumare quello con cui insomma consumavamo nel due mila e due nel frattempo sapete quanti investimenti sono stati fatti qualcosa vicino i cento miliardi di euro di investimenti in nuovi impianti
Trenta miliardi li ha fatti
E il industria termoelettrica quarantacinque miliardi li ha fatti il fotovoltaico quanto aggiungerci teorico eccetera eccetera viviamo solo non lo sono cifre precise ma tra gli ottanta novanta cento miliardi qualcosa del genere
I consumi continuano a calare una delle cause del calo dei consumi è l'aumento del parlo le cause scusate prima questa
Guardate quello che leggo la produzione invece andate in questo modo la riga blu rappresenta la produzione termoelettrica che è calata e proporzionalmente cresciuto alla produzione
Da fonti rinnovabili vi ricordo che la produzione non è pari al consumo perché ci sono anche cinquanta miliardi di chilowattora su trecento circa che importiamo e quindi la produzione nazionale non è trecento male duecento cinquanta uno dice bene
è salito rinnovabile ed è sceso
Il la produzione con il gas il carbone tutta quella roba schifosa perché c'era prima tenete di questa opinione per un momento perché poi vi dico cosa ecco
Per quali motivi scende la il consumo di energia elettrica io credo che ci hanno fondamentalmente per quattro motivi uno
Crisi economica recessione abbiamo
Guardiamo le serie storiche vediamo che i consumi di elettricità solo una funzione pressoché diretta del PD
Secondo efficienza energetica certamente
Terzo vasti processi di delocalizzazione di aziende che scelgono di andare a produrre
In altri posti
Perché l'energia elettrica italiana costa troppo questo lo si vede bene
PNL nel aziende molti sito le quali quando avevo bisogno di produrre cento per cento producevano anche in Italia per la produzione è calata producono prima in Romania eccetera eccetera poi per ultimo in Italia si ancora devono produrre
Qualche cosa quello perché è successo sui prezzi lo vedete qui
è una
è una
è un grafico un po'difficile da leggere ma insomma se voi guardate quella riga rossa quella riga rossa parte dall'indice cento
Questo è un consumatore lo mezzi propri come vedete dal due mila e sette al due mila dodici
Il la riga rossa che rappresenta gli oneri di sistema
Cioè quella parte della bolletta elettrica che non riguarda quanta Energia consumate ma tutto quello che ha attaccato al consumo delle leggi le tasse eccetera eccetera di cui
La parte
Incentivi alle rinnovabili è quella che è cresciuta di più negli ultimi anni e la trovate in quella riga rossa se pesava cento nel due mila sette gli oneri di sistema oggi pesa centosettanta si è quasi raddoppiata
Peggio ancora credo no più o meno uguale anche per quanto riguarda questa è una
Piccola media impresa dieci gigawattore di consumo fatto cento quanto con su quanto costava nel due mila quanto pagava nel due mila sette oggi paga
No paga ho detto bene paga duecento e trenta cioè sulla nel sistema ci sono presso che raddoppiati
Per cui
Siamo di fronte a un paradosso fantastico
La i consumi scendono
La potenza installata cioè la capacità produttiva è aumentata cosa succede in un settore economico classico quando
Hai scarso consumo e molta capacità produttiva i prezzi scendono no da noi i prezzi salgono salgono perché non sono determinati da logiche di mercato ma sono determinate
Da imposizioni di legge che hanno attaccato la bolletta il pagamento degli incentivi
Vi ricordo che
Il pagamento degli incentivi arrivato sei miliardi e sette per isolare tutto il resto siamo dodici miliardi circa dal molti da moltiplicare per i prossimi trent'anni per il solare quindi solo personale stiamo parlando di centotrenta miliardi di euro che noi dovremmo spendere nei prossimi vent'anni
Volete attualizzare togliere il tasso di inflazione come se oggi spendessimo cento miliardi di euro in una situazione in cui il Governo fa fatica a trovare tre miliardi o quattro miliardi per sistemare l'IMU un miliardo per la cassa integrazione
Io sono dati eccetera eccetera noi spendiamo dodici miliardi all'anno di incentivi
Per detta rinnovabili
Allora si dice ma
Ma
Isolare ha un costo marginale dell'energia pari a zero no addirittura ci sono calcoli complicati sono stati fatti da qualche istituto di ricerca che
Grazie al fatto che nelle ore di punta cioè quelli in cui la domanda è più importante
Il solare pronunce molta energia verso le ore diciamo tra le dieci e le tre del pomeriggio del quarto il pomeriggio questo ha ridotto l'offerta di altre energie quindi ha diminuito il prezzo complessivo del dell'energia
Vero
I fatti cui ho fatto una simulazione se noi avessimo tutta l'energia di punta fatta dal solare cosa resterebbe come il prezzo incentivo cioè
Trecento euro a megawattora che
Qualcosa superiore a quattro volte tre volte il prezzo medio dell'energia sono il costo dell'incentivo è tre volte superiore al costo medio energia elettrica prodotta con fonti tradizionali
Vi ricordo perché qualcuno se lo dimentica che
Oltre all'incentivo questo paradosso dei paradossi un un chilowattore prodotto col fotovoltaico poi vicende anche il prezzo dell'energia il valore sia come se avessi consumato Galasso Carbone perché il prezzo e viene pagato sul mercato quello di un impianto tradizionale
Per
Ecco
Veniamo al secondo punto politiche industriali ci dice sì però in questo modo abbiamo creato
Le se non la voglio fare troppo lunga io credo che tutta questa roba fra l'altro purtroppo però chiedo conferma purtroppo abbia un altro gravissimo difetto che non lascia praticamente dietro di sé niente in Italia
Noi non abbiamo una fabbrica di pannelli solari non abbiamo un'eccellenza in nessun settore nei pannelli solari
I famosi green jobs di cui si è parlato tanto sono oggi i giardinieri che tagliano l'erba e quelli che puliscono i pannelli
Nel passato c'è stato qualche cosa di più soprattutto nell'istallazione dove però
Lavori molto tradizionali di elettricisti lavori civili somma nulla di di di
Di di che possa dire ho costruito una nicchia di qualità che da un vantaggio competitivo anch'nostro Paese anche dal punto di vista dell'equità se volete cosa dice questo grafico
Dice che a fronte di circa quattrocento sessanta settanta mila impianti fotovoltaici esistenti in Italia ce n'è quattrocentocinquantotto mila che hanno preso due miliardi e mezzo di incentivi
E undici mila che hanno preso quattro miliardi di incentivi
Se quindi anche queste illusione democratica per godimento l'impianto sul tetto e anch'io faccio parte della festa in realtà è una vera illusione
Perché gli episodi li hanno preso quelli che hanno fatto impianti che costava un investimento centinaia e centinaia di milioni
No sono questi undici mila impianti che da sole si fanno quattro miliardi Dio ma se voi il componente ancora vedete che c'è l'ultimo l'ultimo come si dice lusinghiero l'ultimo mese ultimo percentile
Che percentualmente prende un sacco di soldi
Fra l'altro ASSOSOLARE gruppo dopo paradossale
Ha presentato recentemente un lavoretto da cui risulta che fatto cento la mole degli investimenti fatti in Italia il settanta settantacinque per cento addebito bancario con i problemi che sollevava ricordava prima la professoressa Saraceno
La parte equity cioè denaro ovvero ammesso dagli investitori sono il cinque per cento viene da fonti italiane il novantacinque per cento viene da fondi internazionali le famose pensionati dalla California piuttosto che
No
E ASSOSOLARE dice vedete siamo in grado di attrarre investimenti
Perdonatemi
Attrarre un investimento che viene ripagato per legge in maniera obbligatoria che razza di attrazione io parlo di attrazione investimenti quando qualcuno fa un investimento a rischio nel nostro Paese mette del denaro
Per per fare l'imprenditore nord per percepire un botta al quindici per cento anziché al quattro per centro quindi nemmeno diciamo i ritorni di capitale non sono stati nemmeno per capitali italiani sono prevalentemente non sono ancora oggi quei cento miliardi di cui vi ho parlato andranno per il novantacinque per cento
Da un'altra parte
Aggiungiamo che i pannelli come sapete per il novanta per cento sono stati comprati in Cina eccetera eccetera eccetera e capite perché in un qualche modo io sono così
Polemico
Se ci sono anche altre cose interessanti questa questa ci torno momento dell'ultima cosa che voglio dire ma
No ce n'è un'altra che che purtroppo qui non trovo vediamo se mi è sfuggita
No proprio qui è scappato va beh
Niente fra l'altro era una slide faceva vedere le differenze di incentivi tra le diverse fonti cioè
Mentre l'eolico pagato Rixi solare pagato cinque volte lo siamo cinque o dieci volte di più lo so che dura un amico oggi no ma sto domandando se se il problema proprio di un'esternalità aumentare
Un chilowattora fatto dalle otto alle ore
Risparmio trattazione due quanto chilowattore fatta dal solare allora per non pagare visivo il più che senso ha se non
Il fatto che vi sono state fatte scelte
Ecco non
Le ultime due voglio farvi vedere
Sono invece molto importanti ed una mi è scappata come al solito scusate
Cioè
Ecco questa qui inc non sa se vi è chiaro fra l'altro che
Oggi
Fatto cento la quantità di energia che viene
Distribuita sul mercato italiano venduta sul mercato italiano consumata sulla sul mercato italiano
Solo il quarantasei per cento di questa energia e sottoposta a un qualche meccanismo concorrenziale
L'altro il cinquanta euro tutti per cento è invece energia elettrica che viene
Come si dice ritirato obbligatoriamente perché legata dei meccanismi per esempio gli incentivi che la fanno passare prioritariamente
Cosa vuol dire questo questo vuol dire due cose importanti primo che abbiamo distrutto il mercato elettrico quello a cui il professor De Paolis ha lavorato tanto per la riforma Bersani praticamente non esiste più cioè
Vale meno della metà del totale
Ma questo crea una situazione paradossale perché nessun mercato ed è solo settore economico può esistere in una condizione di così grande duplicità come se ci fossero produttori di scarpe i quali
Hanno le scarpe ritirate ad un prezzo fisso dallo Stato
Irregolarmente guadagnano e altri che invece devono andare sul mercato cercare diventa essere voi capite che si scansione del tutto dopo cinque minuti come si sta
Spiazzando tutto
Perché naturalmente adesso che c'è la crisi economica
E quindi gli impianti lavoro non sempre meno ci sono perdite eccetera eccetera su chi si riversa la crisi economica si riversa su quel quarantacinque per cento che
Sta sul mercato perché l'altro paradossalmente se la produzione se dal consumo elettrico italiano andasse a zero
Questi signori in forza dei meccanismi di legge avrebbero sempre il diritto di continuare a vendere all'origine replicano un prezzo prefissato
è una follia
è una follia di cui
Pagheremo conseguenze molto alte perché di fatti oggi e queste l'ultimissima veramente
Stiamo chiudendo impianti ragione
Nel farlo dire le utilizzi fatte altrove
Fatto sta che oggi noi stiamo chiudendo impianti che lavorano a settantotto europee megawattora questo il prezzo medio di un impianto presente un ciclo combinato a gas
E lasciamo invitare invece impianti che lavorano a trecentotrentasette settantuno quanto fa quattrocento euro a MWh ed ecco spiegato il perché all'avvitamento in cui ci troviamo con il prezzo dell'energia che sale
O le imprese che chiudono
Eccetera eccetera eccetera anche perché venete anche settore presente dei combustibili per autotrazione a delle tasse molto alte
Ma quando
Anni
Però c'è un vantaggio che sono un consumo di benzina non paghi le tasse diciamo così invece in questo caso i cosiddetti oneri
Sistema sono una cifra fissa che va pagata in ogni caso
E quindi se si riduce la base imponibile cioè la quantità di energia consumata il prezzo unitario
Continua a salire e si scarica da qualche parte so che stamattina rosa ha citato nelle sue delle sue cose anche il problema
In maniera critica anche prevalenti sconti agli energivori no
E sconti che leggevo incerto
Possono essere criticabile per molti aspetti
Fatto sta che se noi non rendiamo il costo dell'energia in Italia paragonabile a quello dei competitor europei delle industrie italiane
Questi se ne vanno etniche e la base imponibile si riduce sempre di più e il sistema energetico italiano va a carte quarantotto
Mentre invece dovremmo porci l'obiettivo questa è una delle cose su cui bisogna ragionare su sul come
Riuscire come riuscire a
E come riuscire è una domanda retorica che mi faccio non solo a rifornire il paese di energia Marin sino a rifornire paese di energia a basso prezzo
Perché qui nessuno se ne rende Kyoto ma l'agenda del mondo è cambiata completamente signori in pochissimi anni l'America si star lì re industrializzato perché le energie non costa più niente
Quando si trovava si parla di Obama il profeta della green economy per carità giustissimo fatto Statte quello che è successo veramente nel sedile di questi anni
Un aumento enorme di produzione di gas non solo di gas ma anche di olio combustibile gli Stati Uniti stanno diventando esportatori netti di fonti primarie energia gas e olio combustibile
No allora non non ci si è resi conto dei problemi di crisi economica di disoccupazione eccetera eccetera hanno cambiato completamente l'agenda e il produrre energia a basso costo diventato una priorità per tutti da cinesi agli americani all'India
Solo noi invece continuiamo a trust cullarci con problemi per carità importanti ma che peggiora lo Stato dell'economia italiana
E allora ecco poi c'è la la domanda della professoressa Saraceno perché la domanda Casaccia a un altro sottinteso intanto oggi abbiamo questo debito che ci portiamo appresso e ormai
Il povero De Paoli li abbiamo rispettati tutti i colori per cercare di ridurre il peso del CIP sei guardavamo ogni volta le curve quando finirà come finirà poi qualcuno segmentato l'idea del rimborso che vede abbastanza intelligente
Non abbiamo finito di pagare il CIP sei che basano messa sopra un carico di fieno che è cinque volte
Il CIP sei che almeno per lo meno però mai stato potenza italiana aveva fatto qualche cosa di positivo invece
E quindi ce lo portiamo a prossima preso per i prossimi quindici vent'anni
Poi
Questo mi serve per darvi una risposta
Attenzione
Ci sono i problemi tecnici legati al
Alla alla produzione da rinnovabili perché qua da Bolzano rinnovabile è una piccola percentuale
è trascurabile ma quando comincia ad essere consistente nel caso dal solare parliamo tutti
Diciotto mila megawatt insomma una prova piuttosto importante
Non voglio addentrarmi in particolare il marchio rivolti voi lo sa lo sappia si pongono problemi di stabilità della Rete dovuta ad intermittenza di queste fonti che molto molto grosso
E si pone un problema
Chi paga la riserva
Del resto un calcolo che per un megawatt eolico installato ci voglia mezzo megawatt di riserva perché cosa succede succede
L'anno come quest'anno in cui tu hai tanti giorni in cui c'è voluto tempo in tutta Italia i diciotto mila megawatt solare non producono nulla
E qualcuno deve produrre al loro posto
Come qualcuno deve produrre al loro posto di notte come qualcuno delle procure al loro posto quando ci sono perturbazioni meteorologiche magari anche istantanee in uno magari
Pochi minuti in poche ore poche decine di minuti ma in quei pochi minuti crolla la produzione
Da fonti rinnovabili e qualcuno deve
Intervenire però
E normalmente la riserva è la flessibilità per reagire a queste interruzioni può essere garantita solo da impianti che Tulli accendi partono cioè quegli impianti
Alimentati con
O idroelettrico o metano
Però se l'idroelettrico museo riserva poi finisce che non lo uso più per altre cose
Ma ce lo usa
Anziché ottimizzando dal punto di vista del prezzo so che poi ha una capacità limitata alla maggior parte del lavoro lo fanno i cicli combinati che hanno
Una rampa di carico e scarico
Abbastanza abbastanza veloci
Allora e ovvio che tutta questa mia predica serve a poco perché come mi ripetono sempre
I miei amici che si occupano di queste cose dall'altra parte dicono per intanto però queste norme ci sono adesso bisogna
Gestirle no e gestirle non è un'operazione semplice
Perché è un non è operazione semplice ripetuto perché un'operazione che corre il rischio di aumentare ulteriormente i costi no adesso a si parla di smart Grid eccetera eccetera
Perché perché siccome io non riesco a gestire l'intermittenza delle fonti rinnovabili ecco che devo fare una perché vedi sulla rete elettrica che sia in grado di diventare intelligente e di capire cosa deve fare quando c'è un problema da qualche parte per una qualsiasi ragione
Questo è un ulteriore investimento che occorre fare non
Smarrita è un bell'obiettivo difatti gli ingegneri delle regole di terra sono felicissimi nobile hanno dei progetti da fare tanti investimenti ma tutta questa roba deve pagare un'altra volta il consumatore cioè non è che viene gli Anthrax non è un risparmio
è un risparmio rispetto a una situazione in cui addirittura oggi abbiamo
Produzione da fonti rinnovabili che non viene ritirata perché la legge non è in grado di ritirarla
Ma è un aggravio rispetto alla situazione preesistente
Quanto devono essere i miliardi di investimenti da fare per rendere la rete italiana più intelligente di quello che è
Onestamente non lo nemmeno perbene recapito
Seconda seconda cosa c'è un problema
Di certezza del diritto e ovvio che noi non possiamo
A meno che perse
Come mi ha detto una volta un signore molto importante in sé non venite a parlarmi diritti acquisiti perché il mio stipendio a stato tagliato del cinquanta per cento quindi per me i diritti acquisiti da qui in avanti non esistono più per nessuno
Però è vero
Che se noi dessimo dei segnali per cui per esempio rimettiamo al sistema degli incentivi o cose di questo genere faremmo un torto al alla alla comunità internazionale degli investitori che darebbe un colpo molto forte alla credibilità
Dell'Italia a parte il fatto che poi ci va di mezzo anche il sistema bancario italiano già tartassato
Perché vengono a mancare le fonti del rimborso vi ricordo che gli impianti fotovoltaici nel momento migliore venivano finanziati venti per cento di equity ottanta per cento di debito io ho visto anche conti con dieci di equity e novanta
E novanta praticamente senza soldi senza soldi io
Ricevo amici o conoscenti i ricchi ricchi i quali oggi stanno a casa percepire mezzo milione di utili netti all'anno avendo costruito tre mondiale tre megawatt fotovoltaici con i soldi delle banche
Ok ecco questa è la situazione no
Allora
Operazioni di ristrutturazione di tutto questo di questo per problemi di discutevamo prima con l'affluenza Saraceno note non non mi sembrano possibili quello che io credo sia possibile credo sia doveroso fare eh
Che se ci sono investimenti da fare
Abbia dei vini del sistema da fare
Dove tutti al fatto che dobbiamo integrare
Nel nostro sistema
Diciotto mila megawatt solari più quello che verrà intermedi sicurezza riserva flessibilità e upgrading delle reti elettriche
Ed è
Questo vada messi in carico a chi
Provoca questo problema e non al sistema nel suo insieme
Un po'l'autorità l'ha fatto quando ha
è previsto che oggi chiude il bar solare dei partiti debba dire al sistema domani io produrrò tanto cioè diventi meno imprevedibile se no e se non lo fai poi paghi
Una una penale che peraltro per un meccanismo strano che fosse il padre potrebbe studiare mi hanno spiegato che si sta trasformando in un incentivo anche quello non ho capito bene come come
Non ho capito bene come funziona il proprio mandato
Sbilanciarmi i giusti ossigeno
Se e non l'incarico ad un prezzo è esatto non non non ho capito bene
Quindi se ma la richiesta credo che terrestri
Mi pare anche che l'Autorità per la verità da alcune cose che sta dicendo portone si stia
Stia andando in quella direzione cioè fondamentalmente e e soprattutto per
Qui che se ci sono costi sistemici
Del sistema elettrico che devono essere attribuiti e devono essere sostenuti e che sono dovuti alla intermittenza o ad altri problemi provocati rinnovabili la
Siano Allocca
E secondo
Che
Lo dico anche se può sembrare strano che la si faccia finita con con incentivi perché
Ancora recentemente a Roma il Presidente di ASSOSOLARE ha chiesto un sesto Conto Energia dice Piccolo mettiamo c'era un altro questa volta lo facciamo piccolo
E soprattutto che non si non si trovino anche credo si cerchino strade tortuose per arrivare allo stesso obiettivo per esempio adesso c'è un gran parlare di Cribari no cioè riparti Sirio sono in grado di produrre gli stessi costi degli altri
Mettiamoci d'accordo se Grid parity significa sono in grado di competere costo su costo nulla da dire è giusto che ognuno giochi la sua partita
Ma se invece come capisco io dalle cose che dicono
Grid parity significa che il mio posto si confronta con il tuo prezzo non siamo più d'accordo perché è un prezzo è fatto dal costo per gli oneri di sistema più le tasse più l'IVA eccetera eccetera è facile competere con un prezzo
E come uno scampoli non Calzolaio che vende le scarpe senza l'IVA batterà sempre il suo il suo concorrente
E molte delle cose che si dicono sui sistemi
Mi ricordi efficienza intendi utenza eccetera eccetera servono a questo scopo cioè a truccare
Con il paradosso e ho finito con il paradosso che dite arriveremo a una situazione per cui i produttori
Da fonti solare ricevono gli incentivi ma non concorrono a pagarli nemmeno per la parte dei propri produzione energetica alla quale concorrono grazie
Grazie
Anche se non è disposta la mia domanda
Dei voti perché non è
Siccome se ne esce come
E mi sembra che però tu hai detto una cosa sulla quale non credo che tutti siano d'accordo che
Il costo dell'energia deve essere basso a tutti i costi e quindi torniamo alle vecchie abitudini
Bush roba questa fa il verde in realtà sta usando fonti termiche a go-go anzi
Diventa ed è tornato a essere produttore di
Per l'esportazione
Lì c'è un problema credo che sia di mix produttivo che non va bene per le regole del della benzina americane quindi lo vendono in Africa che tante inquinanti la e mentre loro hanno un serio problema di di mancati scarsità di di benzine però cave non entriamo in questo
In questi all'aspetto
Polemica ECVET e poi però ci compriamo il carbone americana perché di casa costa meno del carbone la così
Quindi io credo che non tutti siamo d'accordo su tutto quello che ritenete
Però
Però al dibattito
Dopo
Facciamo parlare il russo e noi ci sono prego ha bisogno di corsa
Pongo
Non lo so partite
Come
Assente questo
Allora io sono
Sono giornalista scientifico conosco bene Luigi De Paoli eravamo colleghi
All'istituto tecnico poi sono norme soluto dica Manusardi Carlesi scrivo solo freelance scrivo per il Sole ventiquattro Ore ho scritto per le scienze ho scritto scrivo per giornali on line eccetera
Dicevo bisogno di qualche minuto per questo problema è un problema piuttosto complicato
Quando diciamo così sono venute fuori le energie rinnovabili e c'è stata l'ubriacatura del fotovoltaico l'ubriacatura teorico
Io credo di essere stata una delle pochissime a dire che questo sistema forse non avrebbe funzionato o forse bisognava farlo funzionare in un modo diverso
Intanto perché provvede il sistema degli incentivi ha favorito come ha favorito la criminalità soprattutto in certe regioni dell'Italia
Secondo perché ha dato ha provocato l'impatto ambientale che certe regioni d'Italia come il pugliese per quanto riguarda gli impianti eolici è stato devastante
Terzo perché non avrebbe risolto i nostri problemi perché la termodinamica e difficile
Quelli che dovrebbe occuparsi queste cose dovrebbero averla studiata purtroppo i nostri politici a termodinamica non la conoscono
Come diceva Mario Silvestri che è stato un esilio professo del Politecnico quando si considera un ciclo di un processo processo bisogna considerarlo dall'inizio alla fine
Non si può fare come la grappa che si butta via la teste la quota si tiene solo il centro
Perché è un processo iscritte soprattutto per quanto riguarda rifornimenti sia deve partire dal manufatto
Considerare tutto il ciclo fidavo smaltimento del manufatto non si può fare il confronto se ne ho più conveniente come diceva giustamente Chicco Testa noi nel caso del fotovoltaico non abbiamo fatto nessun progresso perché abbiamo importato
Dalla Cina e anche dalla Germani componente non fatto di installazione che un buon tecnico sa fare numero due siccome la formazione scolastica è peggiorato contributi policy talmente mette una volta chi veniva Fauré per l'istituto tecnico conosceva la termodinamica oggi non la conoscono più
Non parliamo appunto come dicevo prima dei politici terzo io vorrei sapere è stato quantificato il costo complessivo di questo ubriacatura di questa abbuffata delle rinnovabili
Io credo di sì e sarebbe il caso per qualcuno ce lo dicesse perché forse con quei soldi avremmo potuto sviluppare ricerca autonoma su altri fronti
Ah magari anche sulle rinnovabili magari anche sul fotovoltaico
Magari anche sui termovalorizzatori sugli inceneritori noi vendiamo alcune regioni dentro i loro rifiuti al nord vecchie spezza che non ne hanno più
Parliamo loro producono energia elettrica e teleriscaldamento allorché il sistema Italia che non funziona più signori miei quando c'è stato il referendum del nucleare
E forse Chicco Testa in quel momento era contro il nucleare
Tutti hanno sparato a zero contro il nucleare salvo poi dire a distanza di qualche anno che forse avremmo dovuto fare il nucleare come Zanonato ha detto l'altro giorno ore lo stesso identico dovevamo tra i primi al mondo arabo il terzo Paese al mondo per impianti nucleari
Dopo Stati Uniti e Regno Unito
L'Italia oggi non è più attacca per farlo è chiaro che il Paese dove più affidati
Il problema è questo e il declino del nostro Paese che non ci consente di fare qua di fare ciò
Quindi veramente io Chirico di comunicare queste cose e molto difficile
Perché i giornali che sono strutturati come i giorni maggiori quotidiani italiani questi discorsi non li vogliono sentire perché sostengono altri poteri attimo interessi a tre lotti
Allora chiedo uno è possibile avere il conto
Di quanto abbiamo speso per questo placcatura due è possibile che lo Stato li compri i parchi fotovoltaici e li trasformi in parchi
Grazie
Credo che Chicco Testa e ci abbia dato un conto
Norme alcunché
E
Non è totale e se ne può aggiungere altri pezzi volendo Barbetti
Mancano due voci due
Scusi sia dodici miliardi sono gli incentivi poi c'è il costo dell'energia che comunque compri solo per il solare su un altro paio di miliardi
Poi
Il conto all'Energia quella
è e la paghi perché fare una paga una parte
La la paghi è una macchina bene
Sino adesso preselezioni tra i dodici è un'altra di muoverci anche pianificazione
Poi poiché il dovresti aggiungere i costi di miglioramento della Rete
Che vanno nella rabbia di Terna vedi ENEL distribuzione quindi si trasforma sulle tariffe e poi vedremo quanto costa da una riserva di tutto il resto comunque
Quante vent'anni
Avevo scritto nella
Quante cose si possono fare cento chilometri di me
Cento chilometri di metropolitana la
Una linea di alta velocità ferroviaria ogni anno
Tanto per fare due esempi
Bene o se era detto in corso d'opera e c'erano degli interessi più forti
Sì io volevo volevo complimentarmi sono d'accordo ma piaciuto questo intervento
E volevo dire che forse non
Nello stesso preciso istante in cui l'ha detto la signora ma piano piano nel corso degli anni devo dire come Amici della Terra avendo
Anche un
Una penalizzazione di partenza e cioè
Di di essere poco ascoltati dal resto del sistema
Perché in quanto ambientalisti e sospettati di inaffidabilità ed essere totalmente isolati dal mondo ambientalista
Però queste cose abbiamo cercato di dirle allora
Mi veniva in mente Pia Saraceno all'inizio diceva agli studenti che non hanno fatto le domande Junes de agli imprenditori e lei ha cercato di nell'ultima fase dopo avergli lungamente spiegato tutto quanto ha dato poi debutti cattivi
Ecco non abbiamo un outreach pacche da dei voti cattivi ai giornalisti che pure essendo al corrente pur avendo ascoltato molte voci pure avendo esaminato
Conti è cifre eccetera non hanno parlato allora è difficile dare una risposta alla domanda di Pia Saraceno cioè come si risolve questo guaio
Ma ci si può avvicinarsi si può cominciare ad avvicinarsi Claudette monitor
Poi io stamattina ho detto che aspetto con fiducia le proposte dell'autorità che ha sicuramente più dati
E più elementi per cercare di dare una risposta complicata un problema difficilissimo quello che
Possiamo dire noi
è che per avvicinarsi ad una soluzione di problemi bisogna cominciare a dire la verità per esempio perché se continuiamo a Chelsea se continuiamo ad assistere
A
I grandi mezzi di comunicazione e in particolare la televisione che continua a ripetere luoghi comuni che sappiamo essere fondati soltanto sulla propaganda e sull'ideologia hai ben difficile arrivare in fondo
Allora intanto bisognerebbe cominciare
A dire la verità poco fa Depaoli mi diceva però
Pure tu non puoi fare la punta di lancia contro la politica delle rinnovabili no Luigi
Non
Io non ho nessuna intenzione di fare questo
Penso che con il conto finale che secondo me sfiorerà quattrocento miliardi far tutto tutto se consideriamo i prossimi vent'anni
Impiegati bene nella ricerca forse proprio l'energia elettrica da fotovoltaico avrebbe potuto diverse investiti nella ricerca
Us forse proprio l'energia fotovoltaica prodotta dal fotovoltaico avrebbe potuto rappresentare una vera alternativa cosa che oggi non può essere evidentemente no
Allora per esempio quando dico che
La
Le televisioni continuano a dire
Che possiamo cominciare ad eliminare gli impianti a fossili più inquinanti col crescere
Degli impianti eolici porte di fotovoltaici dicono una grossa sciocchezza se eliminassimo
Se cominciassimo ad eliminare gli impianti fossili e di notte e nei momenti in cui il vento non tira più un rimarremo a secco quindi
è ecco semplicemente trasmettere questo concetto
Che non si tratta di dare in testa o di opporsi alla politica delle rinnovabili
Si tratta cioè far crescere le rinnovabili far crescere
O un mondo con l'energia più pulita non può non si può partire
Dalle bufale non si può partire dal dire dell'enormità e purtroppo noi assistiamo ancora acquisto
Io ho chiesto di intervenire per una cosa soltanto non sono d'accordo su tutto né con la signora né con chi con lo sa bene perché le valutazioni per esempio sul nucleare erano altre possiamo discutere sul primo referendum del nucleare nel potremmo discutere per i prossimi vent'anni sul secondo
Devo dire che anche
Il tentativo del secondo
Della seconda rinascita nucleare ha avuto le sue colpe
Tanto per capirci politica niente
Questa proposta del Ministro Pecoraro Scanio
Ha potuto vivere appunto e esistita perché c'era una proposta complessiva del Ministro Scajola atti pur di far passare il nucleare abbondano allarghi Java ingenerosità a
Individuando cioè
Di fatto individuando le rinnovabili come merce di scambio
Per la parte politica che diversamente avrebbe fatto le barricate pur di non fare il nucleare e sta riuscendo questa cosa perché io vedevo
Incredibilmente degli esponenti di Greenpeace che diventavano tutto ad un tombotto dei no dei fanghi Scajola cosa difficile da credere ma insomma stava succedendo questo
Ecco allora diciamo che abbiamo sacrificato ad un pezzo di propaganda politica e di ideologia
Autunnale
Un progetto sbagliato cosa è venuto a mancare questo può succedere è successo mica solo in Italia successo in tutta l'Europa ed è proprio qui all'ora però il punto debole
Cioè la politica europea
Soffre di molte distorsioni io stamattina ho attaccato lo spunto agli energivori ma non perché poi a dare in testa all'industria energivora sa bene che deve competere questa industria anche con l'industria tedesca
La quale a aiuti di Stato
E noi queste cose e torniamo però ai giornalisti mica ce lo raccontano queste storie allora se dobbiamo identificare delle strade devono essere un po'coerenti in tutta Europa
Non può essere che gli aiuti di Stato non si possono dare solo nel nostro Paese in Germania vengono accordati e in Francia siamo pieni di Monopoli se non riusciamo a mettere ordine un po'in tutte queste partite
Difficilmente un disco come dire una politica a favore delle rinnovabili può apportare degli effetti amici dell'ambiente
Posso
Ordine di ruolo
Ringrazio
Fogliettino professionale
Condizioni appunto di questo dibattito
Chiedo scusa che in questo dibattito diciamo
Rischiamo di spostarci troppo
Da una parte perché chi quel partito bene dicendo no alle guerre di religione il frate non oggi ieri tra soluzioni il mondo diversificato che poi il mondo nel quale viviamo nel verso il quale andiamo tutto sommato
è meglio del mondo mono culturale anche se apparentemente una soluzione la superiore la migliore di tutte è sempre rischioso non c'è l'esigenza
In una in un mondo troppo omogeneo
Allora
Partirei dicendo qual è la nostra direzione la nostra direzione almeno quella certa dall'Europa ma non credo che sia solo una questione di scelte europea e il mondo dei carbonizzato
Che è una scelta diversa dalle scelte storiche perché storicamente si sceglieva una assoluzione è una tecnologia che poi non so piantava completamente le precedenti ma si sovrapponeva ai
Prevaleva su quella precedente il teatro
Carbone ha prevalso sulla biomassa
Il petrolio ha prevalso sul carbone il gas C&C
Sovrapposto e tenderebbe forse a prevalere sul petrolio perché erano tecnologie meno costosi più efficienti meno anche inquinanti e quindi davano delle soluzioni migliori quindi al mercato era
E ci voleva tempo per queste soluzioni ok last nell'azienda tavola soluzione verso la quale andiamo chiamiamola decarbonizzazione né c'è una scelta eminentemente politica
Perché perché crediamo a ragione o torto secondo me ha ragione ma anche qui ci sarebbe un dibattito
Che i cambiamenti climatici sono la grandissima sfida è la e la evitare lo scioglimento dell'ATER di accedere l'Artico dalla Groenlandia
E tutto quanto il prossimo quindi il quinto rapporto in luce l'anno prossimo dice che il l'aumento del mare questo secolo sarà comunque di un metro
E non di venti centimetri come il quarto e forse sono ottimisti quindi la sfida la decarbonizzazione ok per una certa politica per soluzioni che sono probabilmente
Più costosa e dalle soluzione che abbiamo perché come già detto gli amanti negli anni settanta non smetteremo di usare gli idrocarburi petrolio e gas diceva che non ce ne sono più invece ce ne trova sempre di più ma perché
Perché
Per altre ragioni come siamo usciti dall'età della pietra non perché mancavano le pietre come diceva quindi decarbonizzazione come si Ricardo Nizza due strade le rinnovabili il nucleare mettiamo la parte nucleare che non piace nemmeno
A Arosa pur essendo una
Ambientalista atipica
E e il che tra l'altro a una serie di problemi di cui adesso non parliamo quindi sono le rinnovabili ok come si entra nel mondo delle rinnovabili si entra facendo ricerca sviluppo
Ma anche implementare andò le perché perché l'abbassamento dei costi richiede produzione di massa richiede vera speriamo intenzione eccetera eccetera
I tedeschi che sono il capi in fila capi in testa dell'Europa per mille motivi hanno detto
E l'hanno scritto in tutti i documenti dalla Commissione le rinnovabili sono il futuro al due mila cinquanta appunto
Almeno l'ottanta per cento leggi avete Qaeda da rinnovabili
Ma questo c'è anche una grande ricaduta perché non siamo in il grosso problema e formule è quello che poi avrà un vantaggio sporte avremo tutto il mondo ci dovrà
Seguire e guardate che anche io lato otto un po'la filosofia che era qui prevalente quando discuto anche con amici per esempio di ed effetti mi aspetto
Mi dicono no ma guarda che effettivamente incerte Brun certe condizioni le rinnovabili già oggi sono competitive
Cioè se uno va a vedere gli incentivi gli danno negli Stati Uniti sono ridicoli al all'all'eolico sono ridicoli con quegli incentivi e con quel prezzo
In Italia Sorgo ARCI competitive però
No non c'è vento
Ma in certe zone
In certe zone in certe zone il vento cioè se tu vai in Brasile in certe zone possono puro aree allora no non in Patagonia adesso
Il in Italia ma se uno va in certe zone arriva anche a quattro mila ore
In Brasile allora dobbiamo andare verso le rinnovabili andarci come i tedeschi hanno detto rafforziamo l'industria perché i tedeschi sono tedeschi e se lo possono anche per mettere i tedeschi noi dodici dice Chicco e ha ragione
I tedeschi quest'anno diciassette producendo molta più energia anche solare
Di noi quindi quest'anno pari a dodici sette miliardi di incentivi e vanno verso i venti ventidue nei prossimi anni quindi loro avevano una strategia industriale e chi invece noi
Per i nostri difetti che sono cioè non erano staccare la nostra classe politica è lo specchio del Paese non c'è differenza quindi non siamo bravi
A fare le speculazione come ricordava adesso Chicco citando i suoi amici
Ricchi però se la legge sono me lo consentono perché
Perché no però il problema è di che un Paese dovrebbe riuscire a subito sviluppare queste cose avendo delle ricadute industriale mi ha fatto molto piacere sentire le soluzioni
Che sono state risposte qui oggi pomeriggio ma alcune di queste almeno vengono poi implementate come sappiamo passare
Da anche idee interessanti e magari anche economicamente difendibili alla loro implementazione purtroppo questo Paese è questo che non riesce a fare quindi o che la Turchia etica la politica industriale
Ma qualcosa ci vuole perché lì il solo diciamo animo spirito la sola iniziative individuare poi non ci porta
Da
Nessuna parte
Un vorrei aggiungere altre due cose quindi noi l'Europa ha fatto questa scelta nel fare questa scelta e il venti venti venti era un po'cabalistico siamo tutti d'accordo
Perché al due mila venti venti venti venti siccome due mila venti erano due le internet e noi ne mettiamo tre per fortuna che non ne hanno messo anche un quarto e poi anche una quinto però comunque quello è un obbligo
è un obbligo e quindi l'Italia deve fare il diciassette per cento della sua consumo
Totale al due mila venti che venga dalle rinnovabili quindi noi dovevamo sviluppare le rinnovabili
Non per forza esatto e su questo hai ragione e su questa in ragione
Erano otto mila megawatt di sonno votare col due mila venti se abbiamo fatto ho sedici mila al due mila dodici
Difatti questo è un altro dei problemi dell'Italia come il CIP sei e come sito sei in un certo senso
Che abbiamo fatto i conti Energia se voi andate a leggere dal primo al quinto alla quinto conto energia col quinto abbiamo cambiato abbiamo imparato qualcosa nei primi conti Energia si metteva
Una quantità di fondi solare chi doveva essere realizzato il primo l'hanno bruciato subito doveva durare
Cinque sei anni fino al due mila e undici quello del due mila e sei hanno fatto subito un'offerta superiore l'hanno adattato nel tempo ma anche alla giovane sacrosanto Chicco nel ricordare che l'esplosione è stato dal due mila dieci
Al due mila e dodici quindi sostanzialmente il Terzo Conto Energia forse un po'anche il quale sensata ecco
Forse sì formasse e quindi c'è qualcuno che manda sempre la velina perché si tartassata alcova
Annina smettere nasce fondamentalmente termitane degli incentivi era sbagliata in tanti Paesi però Paesi sei si è partiti con incentivi troppo generose che noi assalto siamo i buoni ultimi
E quindi arriviamo quando la cura vita
Sì noi abbiamo incentivi superiore e Germania che non va sole già molte meno ore di sole abbiamo fatto questi errori però c'era scritto tre mila megawatt per esempio nel corso di Cordoba bene
Nel Terzo Conto Energia e dopo quando si arrivava alla fatidica cifra
Andava pubblicata questa cifra e poi c'era una una clausola che diceva sì ma quelli che entrano entro dodici mesi o c'era la pubblica amministrazione entro diciotto
E quindi il salva comma era già dentro anche l'inizio poi è stato modificato quel salvargli salva Alcoa gli ha messo la data ma
E quindi in quel frattempo in quella parentesi e siamo arrivati a sei sette americano ha tenuto per il terzo o il terzo conto
Energia quindi quello che noi non abbiamo saputo controllare le quantità adesso abbiamo messo i registri che abbiamo messo una somma
Per controllare le quantità ma quando i buoi sono già scappati I sacrosanta
Ha ragione nel ricordare questo e punto di uscire comunque dovevamo fare le le rinnovabili le abbiamo fatte male
Abbiamo fatto e pagando troppo senza sviluppare l'industria sono perfettamente d'accordo però non vorrei che votassimo
Il bambino con l'acqua sporca perché verso le rinnovabili io ritengo che bisogna assolutamente andare in maniera però seria l'ultima cosa che volevo dire era
Non come si esce che non ho nessuna bacchetta magica ma
E ne ho discusso con Mussari qualche tempo fa quando Mussari dieta ancora un potente con cui si poteva discutere non un appestato come avviene in questi in questi Paesi in questo Paese anzi
Ma e lui stesso aveva dei dubbi sul solare eccetera eccetera perché già ma riusciremo poi a garantire davvero gli incentivi che abbiamo sbagliato abbiamo io il però gli dissi ma guarda che
A me sembra che comunque un Paese serio se ha preso degli impegni quegli impegni
Deve mantenere quindi adesso per vent'anni gli abbiamo fatto la regola ai sei miliardi e sette che poi saranno un po'di più per il solare comunque quelli li dobbiamo pagare per vent'anni e non solo per il solare se no
Facciamo come l'Argentina cento si può fare default o quelli che produca anche vent'
Diciamo che propongo di fare come l'Islanda non rimborsare il debito pubblico ma
Lo fai una volta e poi il giochetto non ti riesce la seconda volta quindi speriamo di non essere
In queste situazioni però mi è stato fatto osservare proprio dagli amici dire desse
Che questo non è proprio esattamente così ci son dei margini e ci sono delle differenze da Paese a Paese che loro mi fanno ne faccio nomi fanno questa differenza guarda la Spagna e guarda la Germania
In Spagna tutto sommato l'anno scorso hanno fermato all'inizio del due mila dodici hanno fermato il loro programma di sviluppo che hanno appesantito le condizioni in particolare per quelli che fanno l'eolico
Dimissione in Rete quindi non vale più che uno è sicuramente garantito anche quando il prezzo e negativo eccetera eccetera perché è questo perché la situazione
Dell'industria oltre che istituzionale è diverso cioè chi ha fatto l'eolico in Germania in Spagna sono le grandi compagnie tutto sommato anche si azione compagnie aeree Iberdrola inc
E quindi queste capiscono che se io
Tiro l'accordo da una parte però mi svantaggio dall'altra quello che ricorda rito prima che il CIPE il Comitato e non producono
Eccetera eccetera quindi sono disponibili a fare un ragionamento di tenuta del sistema e di non fare i giochetti del tipo facciamo le le le le cooperative di acquisto quindi
Deduciamo e quindi non paghiamo gli oneri di sistema così l'amico mio accanto che non lo può fare lo paga
In Germania e come in Italia però dice guarda che Leon R. eccetera eccetera non pesano un fico secco
Nelle rinnovabili pesano ben poco è una cosa molto diffusa molto condivisa dalla popolazione perché tu assiste alle cose
E vedi che anche gli industriali fa fatica a dire che è una scelta anche ideologica ma non ci non puoi tornati indietro perché è creato una congerie di interessi diffusi
Che non ti permettono di modificare le regole perché appunto il politici poi devono fare i conti con questo quindi concludo dicendo secondo me
Qualche rigo Lina sperando nell'autorità in un'autorità saggia si può modificare per limitare gli ulteriori
Vantaggi e magari far pagare i costi direte eccetera eccetera i costi di di sbilanciamento e così via però quel passato purtroppo ce lo dobbiamo tenere sulle spalle
E
Ho apprezzato ma commentavo mentre oggi si parlava va benissimo che si faccia un discorso delle né di numerosi termico che costa molto di meno le nelle energie rinnovabili termico l'efficienza energetica che costa di meno
Però vi dico attenzione non è che perché di las sia sbagliato cioè abbiamo speso anche per le generazioni future mettiamoci a spendere di meno ma comunque tanto anche di qua
Infatti sul termico sulle sole sulle rinnovabili termiche sull'efficienza energetica e il fatto che sia stata emesse delle cifre
E dei registri secondo me è l'esito delle dell'apprendimento dopo dove casca l'asino che c'è sempre un margine per andare oltre la soglia
E che questua appesantisce in termini di costi di transazione in termini di costi di funzionamento del sistema e quindi questo causerà
Dei problemi diciamo lo sviluppo di queste cose che invece sono sacrosante e io sono
D'accordo con te con tutti quelli che propongono
Investiamo di più in ricerca e sviluppo con razionalità
Ho chiuso chiedo scusa venisse
No volevo vorrebbe scusa siccome qui siamo mi pare rimasti non intatte spero tutti spiriti liberi no quindi fuori dei luoghi comuni allora va bene le cose sono andate così però attenzione
Dire sono andate così mettiamo sono andate così ma non ci metto un velo sopra
Se noi dimentichiamo anche cosa preparare dei nostri errori ci troviamo possa sto controversie settimo Conto Energia l'ottavo Conto Energia oppure con le reti interni all'utenza tutta una serie di trucchi
Più o proporremo
Mi pare che ti ha detto forse non siamo tutti d'accordo su questo io dico che sono abbassiamo il costo dell'elettricità questo Paese muore
Dal punto di vista economico cioè diamo un'altra picconata a questo Paese e quindi ho due esigenze da Venezia andarlo a basso costo
Basso costo in maniera ragionevole insomma togliere il differenziale di costo
Cont gli altri
Paesi no e quindi su questo punto de insomma bisogna che il Paese lo capisca e tenga le bocce ferme
Seconda questione di ordine generale cioè mi ha molto interessato quello che tu hai detto Luigi a proposito di come avvengono le rivoluzioni tecnologiche magari una volta ne parliamo con calma no
Hai citato l'ex ministro
Da ex capo delle opere che diceva l'età della pietra non è finita perché è finita la pietra è finita perché sono arrivati altri materiali che si sono dimostrati più convenienti e più utili cioè le innovazioni tecnologiche
Sono tali si sia un tuo affermo no all'interno di un sistema economico in quanto sono grato sono in grado fondamentalmente chiedo a voi che siete professo se riducono i costi aumentano la produttività
Punto internet non ha avuto bisogno di incentivi si ha avuto un grande incentivo iniziale
Che è stato le ricerche della difesa americana poi tutti noi l'abbiamo adottata perché effettivamente migliora la produttività che riduce i costi e questo si guarda te le grandi innovazioni ecologiche è sempre successo così magari con una spinta iniziale ma porto
Ora io ho dei dubbi che si possa fare innovazione tecnologica profonda
è un dubbio
A cui diciamo è un dubbio profondo il mio e maturato anche abbastanza recentemente cioè
Che le leggi possono spingere per esempio verso un'economia che carbonizzata a prescindere dall'effettiva efficacia dei sistemi che si mettono nato
Ho forse stiamo costruendo una grande Europa artificiale che a un certo punto potrebbe anche sgonfiarsi
Il voto del Parlamento europeo contro le proposte della Commissione per temere artificialmente alto un'altra volta il prezzo del Lazio due che è correlato a tre euro
Abbiamo costruito il mercato del Lazio due c'erano i fondi internazionali che specula volevo sul prezzo del CO due io mi ricordavo con lo Stato ha ventisette ventotto trenta Eurostat Treu
E sapete cosa ammazzato il mercato del CO due la recessione economica seme non c'è un po'di prima perché l'economia va va male
Importiamo carbone che l'America non usa più le centrali nucleari tedesche sono sostituite da otto centrali a carbone perché tutti quelli che sono sia saranno che se vuoi fare invece l'obiezione sia ventiquattro ore trecentotto cinque giorni all'anno
In modo continuo o la fai con i combustibili o forse non a fare
Per condurre allora
Siccome non voglio fare la guerra delle tecnologie
Arriverà
Allora forse il momento adesso in cui le batterie saranno talmente potenti è talmente capaci che il sovrano imporrebbe slot
Onestamente ho letto il primo tipo di utilizzatori e mille novecentosettanta che ha una ricognizione psicosi va fatto era stato fatto con le batterie e diceva le parti che sono la più grande delusione tecnologica di umanità perché se noi avessimo
Ottenuto nel mondo delle batterie qualcosa di simile a quello che abbiamo ottenuto del moglie nel mondo delle memorie
Informatica qualcosa di simile qualcosa di paragonabile
Diremmo probabilmente con un tasso la batteria grande così in grado di far saltare da tutte le parti tutti i giorni ma purtroppo non è successo e se non risolviamo il premio di magrezza qui
Insomma io sono molto diffidente
L'Europa fra l'altro in tutta questa storia se isolato politicamente per mezzo solo lei no la Cina non gliene frega niente gli Stati Uniti ne importa niente liti a meno che meno la Russia eccetera eccetera continuiamo sopportare sacrifici enormi
I
Non so se i tedeschi soci forse nelle nell'eolico ci sono riusciti nel solare mi pare che anche loro ma che hanno costruito una grande
Industria nazionale che comunque l'eolico avete visto cosa stanno facendo il germe che impianti nel nel Baltico dove hanno quattro mila ore di vento
Eccetera eccetera quindi
Sola io vorrei che
La mia la miliardaria
La mia preoccupazione che forse dovremmo stare un po'con i piedi
Più
Ancorati per terra perché comunque da questa storia nessuno pagati ostica pagato limitarsi la Germania
La Germania attenzione la quale facendo Energia il punto della Germania e quaranta euro a megawattora il nostro settantacinque ottanta
Quindi con la maggior parte delle energie ha venduto a un prezzo bassissimo poi possono mettere su qualche gli incentivi ma siccome l'avevamo già un prezzo negoziata prima poi ci abbiamo messo su anche gli incentivi
E fra l'altro qui no fatto il vendicatore sindacale ma qualcuno mi deve pure spiegare che cosa facciamo dei trentamila metri per gli investimenti che sono stati fatti attenzione no con incentivi ma sulla base del fatto che gli hanno detto
Cioè il mercato copie competente tutti sommerse far cicli combinati adesso dicono al mercato non c'è più chiudete
Sono
Se esterno
L'ho visto che abbiamo
Le vicine precisi
Gas identificarsi
Ma se non c'è la domanda di elettricità cosa da chi lo dà
Avvenga
Questa storia qui che
Non solo stoccare io al momento
Rapporto francese bellissimo io ho mandato a vincere gruppo perché noi
Nemici da inviare al Ministero
Cioè
Perché no questo studio è fragile mostrare
Dimostra che
Ma
Tendenza di rinnovabile
Le rinnovabili non solo in Francia hanno la scorciatoia
Nucleare funzionava ma ritengo che non solo in termini perché io non
Chi meglio di così
Impianti dalla mattina alla sera io mi sono ambientato in un libero
Molto
Missionari
Sottrarre queste
O questo
Avviene
Costoso
Io leggo che siccome lui ha parlato di un posto di settantotto già
No dico eccetto per farci fatto mi sembra che un anno trecentoventi ruotabili mi ero usato libero naturale e non il Governo
Intonata d'Europa che non è ampi degli argomenti
Molto male compiere
No
La
Ne chiedo l'assoluzione perché io faccio mia zia evitare
Devo depositare cambiano
Va bene
No ma andiamo al punto cioè quello che lei sta quello che lei sta dicendo è che le tecnologie l'evoluzione della tecnologia ci sta ci porterà verso rinnovabili
No
Dopo Presidente sì
Sì sì
Sì sì ci sono delle tecnologie che potrebbero avere grandi prospettive
Presso bensì
Dai beni terreni va bene va bene va bene no è troppo tardi e troppo tardi
NA no no troppo tardi col concludiamo
No ho capito
Concludiamo con cui diamo il dibattito concludiamo il dibattito io penso che che dobbiamo concluderlo qua vero dobbiamo concluderlo qua non tutti siamo d'accordo con le con le ultime cose che ha detto Chicco Testa credo però però ognuno ha detto la sua ok grazie arrivederci e grazie a tutti