14MAG2013
dibattiti

La sinistra e il Governo di alternativa

DIBATTITO | Roma - 18:45. Durata: 1 ora 59 min

Player
Registrazione audio del dibattito dal titolo "La sinistra e il Governo di alternativa", registrato a Roma martedì 14 maggio 2013 alle ore 18:45.

Dibattito organizzato da Sinistra Ecologia Libertà.

Sono intervenuti: Gianluca Peciola (assessore alle Politiche Giovanili e all'Intercultura del XI Municipio di Roma, Partito Democratico), Natale Di Schiena (coordinatore de La Villetta, Sinistra Ecologia Libertà), Marta Leonori (deputato, Partito Democratico), Massimiliano Smeriglio (assessore alle Politiche del Lavoro e della Formazione della Provincia di Roma, Sinistra Ecologia Libertà),
Fabrizio Barca (economista, Partito Democratico).

Tra gli argomenti discussi: Acqua, Alemanno, Amministrative, Centro, Cgil, Comuni, Conflitto D'interessi, Costi, Cultura, Democrazia, Dipendenti, Diritti Civili, Docenti, Elezioni, Energia, Europa, Finanza Pubblica, Finanziamento Pubblico, Governo, Industria, Internet, Investimenti, Istituzioni, Italia, Lazio, Letta, Liberalismo, Marino, Monti, Movimenti, Parlamento, Partiti, Partito Democratico, Pensionati, Politica, Primarie, Regioni, Roma, Scuola, Sindacato, Sindaci, Sinistra, Sinistra Ecologia Liberta', Societa', Stato, Sviluppo, Territorio, Ue, Welfare, Zingaretti.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 59 minuti.

leggi tutto

riduci

18:45

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Non
Approvato siamo là ottavo male
Allora buonasera a tutti a tutte vi ringrazio per
La partecipazione l'ampia partecipazione anche per la pazienza per
Per questo piccolo ritardo
Se bene insomma che anche le persone che stanno affluendo adesso ascoltino questa iniziativa per cui abbiamo voluto aspettare qualche qualche minuto siamo qui a discutere
Di sinistra a discutere di alternativa a discutere di Governo in un momento politico ed economico complicato insomma il paese
Sotto una crisi drammatica e la politica deve parlare di questo deve parlare della crisi che tocca soggettività individualità famiglie che sta
Danneggiando economie
Reali ma soprattutto redditi individuali per familiari Roma la Provincia di Roma stanno pagando questa crisi economica
La stanno pagando con l'aumento della cassa integrazione e la stanno pagando con
I tagli ai servizi sociali
Stiamo pagando questa crisi con
Una scelta che ha
Di fatto messo in difficoltà leve gli enti locali che oggi fanno fatica
A rispondere alle esigenze dei dei cittadini bene discutiamo di questo ma
Discutiamo anche della necessità di ricreare
Una forza politica e sociale che riesca a dare risposte
A dare risposte a partire anche dalle sollecitazioni che arrivano in questo momento da tanti contributi ma uno in particolare su cui abbiamo discusso su cui anche i circoli le associazioni si sono confrontate quindi
Siamo contenti di avere qui tra noi Fabrizio Barca l'estensore di un documento
Di un manifesto sul partito nuovo e sulla buongoverno che già nella
Nel suo lancio ha prodotto
La risposta ai tanti interrogativi che al suo documento pone cioè gli interrogativi su come ricreare un rapporto tra
Società politica il partito su come ricostruire un partito nuovo partito che non sia
Il partito Stato e che non risponda meccanismi di consenso e di clientele a che spesso si stanno generando dentro la relazione tra
Enti i Governi nazionali le forze politiche anche a scendere Società civile una dinamica che va
Invertita ma questo ce lo diranno
I relatori coloro che interverranno oggi
E quindi Massimiliano Smeriglio
Vicepresidente della Regione Lazio dirigente nazionale di Sinistra
Ecologia libertà e poi Natale di schiena che insomma militante storico della della sinistra romana nonché il coordinatore della
Della circolo lo conoscete esperienza del sindacato della CGIL insomma
Perché lo conosce insomma è una figura che ci ha insegnato tanto è che a che fare molto con
Quello che di cui stiamo parlando oggi stiamo parlando anche di un quadro nazionale che ha visto milioni di persone impegnarsi dentro la necessità di un'alternativa di governo alle ultime elezioni nazionali
Abbiamo creduto che finalmente si potesse creare una relazione nuova tra politica e società che la politica potesse intercettare le forze economiche progressive quelle che avevano scommesso euro nella cambio di rotta della politica e delle istituzioni le forze vive sono
Quelle che creano comunità il reddito quelle che parlano di conversione ecologica quelle che costruiscono ricchezza senza devastare l'ambiente ma anche quelle forze che fanno dell'associazionismo una occasione per aggregazione sociale
Per fare società in maniera etica e non per creare dinamiche di consenso da spendere poi nel rapporto con i partiti
Ebbene ci abbiamo creduto qualcosa è successo invece in questi mesi è successo che la
Possibilità del cambiamento si è scontrata contro dinamiche che
Facciamo fatica a comprendere come persone comuni
Tant'è che le persone comuni hanno un motivo in più per allontanarsi da necessità della ricostruzione di un soggetto nuovo della sinistra ma anche la necessità di gambe lotta a livello istituzionale dalla necessità di vedere le alleva di Governo come leva del cambiamento quindi a un danno quello che è avvenuta a livello nazionale
Che non chiama in causa soltanto la sinistra ma caro chiama in causa anche la fiducia di un nuovo rapporto con la politica trasparente partecipato
La possibilità di rispettare un vincolo di mandato minimo quello che assegna a chi viene eletto il rispetto dell'indicazione di voto quindi anche un tema di crisi democratica dentro la rappresentanza sebbene nella
Progetto nel manifesto di barca c'è anche la necessità di parlare di una nuova rapporto tra i soggetti reali della Società le forme della rappresentanza tanto ci viene
Dal sud del mondo insomma delle nuove forme di democrazia partecipativa e forse dovremmo partire anche da lì a Roma stiamo invece sperimentando un altro laboratorio di laboratorio
Della Giunta Zingaretti che invece mantiene fermo quel patto e sta determinando bene attaccando e aggredendo i costi della politica aggredendo gli scempi della della Polverini andando avanti controcorrente rispetto anche alle scelte
Imposte dai piani e dalle leggi nazionali per quanto riguarda le possibilità di spesa
E stiamo anche Venturato laboratorio che è quello
Che stiamo costruendo con Ignazio Marino una figura particolare un irregolare della della politica pur appartenendo allo ad un partito che sia costituito al Partito Democratico abbiamo una grande impresa da cui compiere in questi giorni un'impresa che parla della necessità di ricostruire un campo largo della sinistra tramite la porta c'è la partecipazione reale né di fare in modo in questo campo largo dell'ala sinistra del centrosinistra sia un campo che governi dentro nuovi rapporti però istituzionali tra Berti ICE e basta fare per fare in modo che questo rapporto li trovi un equilibrio perché la base assuma anche una potenza
Costituente nella Scelta nelle decisioni della gestione della cosa pubblica ci sono movimenti come quelli dell'acqua pubblica
Contro il nucleare i movimenti per i beni comuni che hanno tanto da insegnare nera costruire uno rapporto tra società e politica possiamo ripartire da qui per trasformare radicalmente Roma però non posso che cogliere l'occasione per DD
Che dobbiamo liberare questa città con il massimo sforzo niente scontato
Vado un po'oltre la scaletta ma abbiamo veramente un'emergenza cioè quella di sconfiggere questo Sindaco a far vincere Ignazio Marino al centrosinistra
Io vi ringrazio e lascio la parola a Natale di schiena
è arrivata anche Marta Leonori dunque ringrazio
Richiede ora
No io ho sempre del dei problemi dico gli oggetti tecnologici
Sarà l'età proroghe innanzitutto ringrazio perciò la parole ma
O solo sessantacinque anni non sono
Non sono i primi del Novecento quindi insomma no perché la presentazione sarà bella se francese no non sono fondatore del piccino fatta resistenza
Ho fatto il sessantotto però insomma
Sono una persona di può giovane Bobbio
Finanzio titolo ringraziarvi per la presenza mi sembra numerose mi pare giusta e del senso per cui ci siamo mossi dove abbiamo fatto questo per avviare una discussione di campo
Voglio ringraziare i compagni presenti compagni della mia organizzazione tirerei regionali compagnia aderenti vedi Tommaso il Partito Socialista i compagni del PD presente tutti coloro che hanno voluto darci un contributo di presenza
Il fondatore di uno dei capi di Rifondazione Comunista e quindi
Siamo a Franco Giordano seme punti importantissimi
Quindi perché abbiamo fatto questo
Innanzitutto perché abbiamo trovato testo dedica Brizio barca uno un punto importante di riempia o di una discussione che sta diventando statiche inutile
Una discussione legata al palazzo all'impegno di palazzo alle formule politiche che sono pur sempre importanti ma parecchio lontano dai temi dalle questioni dalle persone
E in questo
Ci sembrava che i partiti partiti di sinistra soprattutto si stesso rotti stanno avvolgendo
Non una discussione sui contenuti ma anche qui
La scelta di governo
Abbastanza sofferta ma senza
Non c'è pericolo e quindi qui si pone il rapporto con le persone
Uno dei punti importanti
Che propone bare che è la questione del rapporto tra base avverte
è uno dei nodi fondamentali e di ricostruzione di rinascita di un partito della sinistra
Sapendo bene che questo significa mobilitare forze e capacità
La famosa mobilitazione cognitiva
Legherei capacità di di intervento
Altrimenti non si costruisce la necessaria forza
Capace di modificare nel sistema
E di questo abbiamo molta necessità perché la nostra sinistra se non viene rinnovata profondamente a partire dal legame col mondo del lavoro
è una una sinistra con uno sbocco ou difficile
Noi dobbiamo sempre aver presente quando teniamo queste cose che
Quindi dobbiamo sempre conquistare
Da presenza e il voto non c'è mai nulla mi scontato
Sia in senso negativo ma sfrutta anche in senso positivo che forse possono spostarsi
I grandi processi accadute leve internazionale come si diceva nel
Nel documento anche a livello locale hanno delineato una grande novità
Chi me pensavo che al nord ci potesse essere un voto operaio per la lega ma invece anni che c'è
Chi immaginava alcune soluzioni difficili da gestire chi immaginava il disastro del Paese
E quindi questo è un punto forte come
Mettersi insieme lavorare come farlo
Sapendo che nessuno di noi
Ad iniziare dal principale partito
Della sinistra italiana Noè gli altri abbiamo soluzioni magiche
Nessuno di noi è capace di dire si fa così noi pensiamo di che si possa fare alcune cose diciamo quello socio interessanti lo sperimentalismo democratico mobilitazione cognitiva il giudizio sullo stato socialdemocratico lo Stato minimo come recuperare
Una capacità statuale che se una capacità e che includa e non esclude
Come tutto questo si può portare in un momento così difficile alle rete razionale per il Paese
Queste le grande sforzo e non lo chiediamo a tutti
E debbo dire molto onestà che quando un uomo Massimiliano Vanzan è questo l'abbiamo pensato ad un'operazione vincoliamo avevo pensato ad aprire una discussione
Uno con l'azione di campo di vedere che cosa possiamo fare insieme ognuno nel nel proprio come dove si trova
La grande battaglia e queste io
Non per l'età per le cose lette
Alla nasce dal centrosinistra per letti chiese
Hai compagni socialisti di non transitare più il partito comunista
Perché questa avrebbe indebolito ancora forze che andava da solo o un processo probabilmente non condiviso dal Partito Comunista lo dice apertamente ma non voleva svuotare
Nazionale nacque a quel punto il PSIUP
Nacque
Su questa novità e non vogliamo vuol dire mettere in difficoltà
Questa cosa credo che debba essere la cosa importante come noi lanciamo
All'interno di tutte le situazioni diverse del PD ad altre forze in campo un processo di rinnovamento che vedrà la volontà delle persone il contributo il lavoro come punto fondamentale nella definizione di piattaforme con il condono inizio rammento
Dei gruppi dirigenti nazionali c'è una serie di cose che
Fabrizio Barca Lograto e su cui credo che il insieme
Possiamo lavorare per determinare un grande fatto
Le novità sapendo che la situazione ci appare complicata
Che lavora in difficoltà e che quindi su questo occorre andare avanti io credo che noi dobbiamo iniziare da questa prima discussione quindi
Noi chiedevamo viene da Marte
Gli onori riconoscevo tanti anni questa Sezione nostro giovinotto a vendere
E siamo contenti che finalmente si diano delle giovani donne che facciano
Una carriera non legati agli schemi millenari iniziato interventi amici Vecchione ragiona quarantacinque anni ci ammazza
Quindi io si sono i punti importanti di ragionamento Marta dunque pensi
Grazie male
Senta
Tanto
Per una grande sono da sempre
è una grande emozione risale qua dopo anni perché come
Ricordava Natale questa è stata la mia prima sezione
Tanti anni fa perché stanno giovane ma insomma
Tanti tanti anni fa ero mi sono iscritta per la prima volta in questa sezione Natale è stato il mio ultimo segretario di questa sezione poi ho cambiato quartiere e anche
Quindi anche circolano e
Però restare qua in questo in questo giardino ma è un emozione fortissima allora Massimiliano e Presidente del Municipio sembra di tornare a qualche anno fa
La riflessione di oggi e vengo al tema è particolarmente importante in questo periodo
Perché noi viviamo forse il momento di massima crisi dei partiti di massima crisi della politica e le elezioni che che abbiamo avuto
A a febbraio ne sono una dimostrazione
Quello che avviene oggi in Parlamento che vede Partito Democratico è Sella su due schieramenti momentaneamente opposti è lo specchio di quello che è avvenuta a febbraio
Non voglio però sottrarmi ad alcune riflessioni che sono indipendente indipendenti dalla dal Governo
Intanto il fatto che qui ci sia tanta gente a riflettere sul senso del fare politica vuol dire che non c'è l'AREU cognata invece viene dipinta sui giornali del fare politica dei militari ripartiti
Nel dare I partiti un ruolo nella società
In televisione noi ascoltiamo unicamente persone che denigra no
La la politica il mettersi a servizio degli altri la partecipazione qui e la partecipazione tutte quante iniziative ci dice che no va ripensata dobbiamo ripensare
A come siamo nella società
Ma che in quel senso di vergogna non esiste
E allora che senso ha fare politica in un partito io mi son sempre ritrovata in in cui esso ha iniziato dalla politica universitaria nella Facoltà di Economia qui dietro
Ma mi sembrava una cosa parziale
Io penso che
I partiti abbiano un luogo in questa società che non sia soltanto
Quello di essa aveva dei rappresentanti nelle istituzioni ma che sia come
Ricorda anche Banca nella
Nel suo documento essere dei dei tramiti
Avere quella quel ruolo anche di di corpi intermedi
Con tra i cittadini e alterati a società
Essere anche un luogo di discussioni perché io appunto in questa sala qui a fianco ricordo
Una serie di dibattiti infiniti che andavano dalla dal mercato al ponte che finalmente è stato realizzato fino alle politiche di governo alle finanziarie
E allora dell'ogni discussione che che altrove mancano
Che sono sicuramente le nelle università che sono sicuramente nei centri studi
Ma che
Cui possono permettere
A persone che vengono da esperienze diverse di di mettere a frutto idee
Proposte
Eppure oggi va ripensato il ruolo di questi partiti perché dobbiamo
Spiegare a un ragazzo molto più giovane di me che senso ha iscriversi perché non è sufficiente mettere un clic sulla Rete
Per per partecipare alla vita politica ora nessuno di noi ha paura della Rete io penso che il dibattito che spesso si
Sì manifesta su sui giornali sulla censure o meno da da mettere alla rete sia veramente molto parziale nessuno di noi ha paura della Rete ma quella non è
L'unica cosa che può esistere
Perché
Scusate ma l'abbiamo visto anche nel dibattito di ieri
In televisione su Roma una personale scelta da cinquecento cliccano aperta Santa nessuno
E quando oggi discutendo con alcuni deputati del Movimento cinque Stelle mi è stato detto ma non siamo una collettività lui è momentaneamente il nostro candidato per Roma no scusate ma non abbiamo fatto le primarie abbiamo messo
Delle persone a discutere sulle idee par abbiamo scelto una persona che è quella che
Ma siamo
Abbiamo indicato per rappresentarci e non ci nascondiamo che ad una collettività che pure esiste e che deve avere un ruolo ma se noi indichiamo una persona quella persona ha un senso
E appunto dicevo non ho non dobbiamo aver paura della della Rete dobbiamo utilizzarla come lo strumento uno strumento importante mando dobbiamo di riduzione questo perché la politica fatta soltanto così non ha un'altra secondo me un gran senso
Dobbiamo di pensare però le forme con cui
Viva nei partiti
Abbiamo sperimentato le primarie abbiamo sperimentato le primarie anche per scegliere
Nel Partito Democratico i i funzionari del partito ma anche lì dobbiamo capire fino a che punto questo può essere uno strumento che supplisce
Alla selezione della classe dirigente in questo banca fa delle riflessioni interessanti anche sulla selezione della classe dirigente dell'istituzione all'interno dei partiti io mi son sottoposta lo scorso aprile primari di partito
E non rinnego quel percorso non sono sicura che per scegliere un segretario locale quello sia lo strumento migliore
Non son sicura che però se glieli e parlamentari quella sia sempre lo strumento migliore sono sicura però che o i partiti si aprono oppure non vanno da nessuna parte
Vado poi
Per la alcune riflessioni poi penso che ci torneremo e
Dobbiamo capire in questo appunto che ruolo hanno gli scritti che ruolo hanno i simpatizzanti e come non chiudere i partiti
Degli iscritti ma come dare un ruolo all'iscrizione a un partito perché questo sicuramente ci deve essere
Di come coinvolgere tutti e come coinvolgere una generazione che si sente escluso perché non si sente partecipe di alcune
Regole ma anche di alcune
Di alcuni rituali
Che spesso appartengono alla politica
Quindi qual è il parco il ruolo del partito e qual è il ruolo degli iscritti qual è il ruolo dei diversi ruoli nuovi ultima
Riflessione e poi passo la parola
Una riflessione sul finanziamento ora va di moda molto abbattere tutti quanti costi abbattere i costi la politica abbattere i costi dei partiti
Ieri mi ha spaventato la risposta che ha dato Alfio Marchini alla domanda su come è stata finanziata la sua campagna elettorale
Non ricordo se sei ottocento mila euro di cui l'ottanta per cento messe di tasca sua ecco se il criterio fosse questo penso la maggior parte dinanzi potrebbe Candiani anche al municipio
Una politica fatta così io penso che noi dobbiamo rigettarla
Una politica fatta soltanto su chi si può permettere di farlo
Penso che non possa essere accettata da nessuno ora io ho vissuto anche in un'istituzione culturale che si è finanziata attraverso fondi privati
Dobbiamo sapere che la politica fatta attraverso fondi privati o cambiano le regole oppure in questo Paese è difficile che possa andare avanti
Non dobbiamo aver paura di dire che
La politica va finanziata in maniera pubblica e trasparente perché altrimenti i partiti Sella mi ha
Mi ha subito
Gli affetti quando non era in Parlamento e quindi non aveva un finanziamento pubblico i partiti Brass democratici devono avere anche delle risorse perché altrimenti diventano rientrano nelle mani di pochi
Che risponda a delle logiche che non sempre sono quelle dell'apertura della democrazia io penso che su questo ma dobbiamo avere il coraggio di vive parole-chiave perché se non ci nascondiamo dietro a una barca
Una
Rincorsa di alcune proposte populiste che però ci fanno fare dei passi indietro non è un caso che in tutti quanti gli altri Paesi
Del mondo soprattutto nei Paesi europei finanziamento pubblico esista allora vendiamo le regole più trasparenti veniamo ai controlli veramente efficaci perché non si possano ripetere
E episodi gravissimi che ci sono stati ma non
Abbiamo dobbiamo aver paura di dire che perché la politica sia veramente trasparente e democratica anche il pubblico deve fare la sua parte
Grazie a marcare onorari
E Massimiliano Smeriglio vicepresidente della Giunta regionale del Lazio
Una postazione importante
Non soltanto per i loro ma anche perché questo può aprire un processo di forte rinnovamento
Il rapporto pubblico privato di rapporto con
Dico il rapporto così va bene
Co
Con la pubblica amministrazione
Il rapporto con le persone
La questione lo sperimentalismo democratico proprio è un punto di riferimento per le istituzioni rappresentative le istituzioni dello Stato
Il rapporto con gli altri
La ricostruzione dell'intervento dello Stato capace di superare i limiti dello Stato socialdemocratico e del minimalismo certo un'operazione complessa
Per una storia che dovrebbe durare cinque anni noteremo cinquanta dal punto di vista della presenza
Come questa questione colta nella Giunta come pensi che questo possa diventare patrimonio di un'iniziativa politica ma anche istituzionale e amministrativo
Ma intanto
Volevo ringraziare Fabrizio Barca per aver accettato l'invito e Marta perché in un modo è un momento difficile verrà la sinistra italiana non dobbiamo
Negarlo né nasconderlo momento molto molto complicato tuttavia un momento come questo non si esorcizza si affronta
Si discute si prova attenere avverte le ragioni dello stare insieme nonostante il quadro nazionale
Lo ringrazio anche perché
Non ci siamo conosciuti in un momento particolare noi in questa città a un certo punto ci siamo messi alla ricerca disperata di un candidato Sindaco
E abbiamo bussato alla porta di Fabrizio Barca me a
Colpito molto
Il fatto la risposta fu un fondamentalmente cioè che era impegnato in un altro lavoro fino alla fine di quel lavoro a me questa cosa ripeto ha colpito perché
Siamo abituati diciamo a tutt'altro ancora
Ha una quadro dirigente della sinistra che mentre diciamo galoppa su un cavallo pensa già al cavallo successivo
Nonostante che noi non avessimo in alcuna simpatia quel Governo ma quella risposta nel secondo me
Diciamo ha fatto aumentare la stima che già c'erano nei suoi confronti
Io approverei aprire fondamentalmente due cose la prima sta diciamo è quella che riguarda appunto il documento le argomentazioni del documento la seconda
Riguarda il documento messo in connessione con un articolo secondo me molto bello che è mia
Segnalato Franco Giordano che è qui che è uscito qualche giorno fa sull'Unità di Franco Cassano
Il sociologo insomma Daria di di sinistra volte vi avvicina sei alla volta al PD insomma
Fondamentalmente Cassano dice questo c'è la sinistra sono trent'anni che complessivamente
Pesca nel medesimo bacino elettorale
è un bacino elettorale
Di una generazione quella della seconda metà degli anni Settanta che riuscì a vincere la partita per la dignità
E per i diritti
Ed è un bacino elettorale fatto prevalentemente da lavoro dipendente
Pensionati e operatori pubblici della cultura della scuola fondamentalmente
Cioè quel poco di blocco sociale che ancora è in qualche modo tutto la tutelato da quello che resta del Welfare
Trent'anni fa a c'è sia sviluppata una discussione in Italia sulla Società dei due terzi
E c'è esisteva
Una società consolidata dei due terzi
Era il settantasette ed un terzo di insorgenza giovanile
Sostanzialmente escluso messo fuori
Dopo trent'anni stiamo alla Società dei due terzi però diciamo che le proporzioni sono variate questo incide moltissimo nella politica e cioè non abbiamo i due terzi
Che tendenzialmente rischiano di stare fuori e chi sono questi due terzi
Sono
Essenzialmente un po'più giovani del terzo incluso
Tendenzialmente più uomini che donne
Tendenzialmente più poveri rispetto alla generazione precedente
E quindi qui c'è il primo grande problema a chi vogliamo parlare cioè a che serve la politica e l'organizzazione della politica quindi partiti
Le soggettività organizzate dei movimenti ecco io penso che dovremmo decidere chi vogliamo parlare e la prima cosa che ci dobbiamo dire che dobbiamo cominciare a parlare
Anche
A quella gigantesca moltitudine di esclusi
Che noi rischiamo di perdere per sempre penso alla questione della precarietà esistenziale generazionale
In cui non è vero ma questo ormai si sa cioè non voglio raccontare come stanno le cose perché chi le vive le conosce come stanno le cose cioè che non c'è nessuna attinenza tra la garitta e la professionalità
è a vita è permanente
Penso all'impresa molecolare penso al lavoro autonomo penso in questa città in alcune aree del Paese a tutto il mondo della creatività della cultura
Che noi la politica incrocia con estrema fatica
Perché perché non stanno dentro quel blocco di inclusi che noi certamente dobbiamo difendere cioè è evidente che noi dobbiamo difendere i nostri sindacati il nostro blocco sociale di riferimento però
C'è un problema che noi non affrontiamo con coraggio che dobbiamo decidere quali sono le priorità io penso che la questione del precariato la priorità di questo Paese in questo momento
Non solo per migliaia e migliaia e migliaia di giovani
Ma
Anche per ridare il senso e possibilità e in strada e gambe a a un Paese di questa cosa o se ne parla in termini sociologici
O non se ne parla
Oppure quando esistono battaglie penso a reddito minimo
Persino noi che l'abbiamo proposto
Persino nuovi che ci abbiamo un vizio di guardare al mondo anche noi con la specchietto retrovisore
L'abbiamo sempre il le altre cose le urlavamo questo l'abbiamo detto l'abbiamo detto sta scritto però lo dicevamo diciamo un po'più in silenzio come se fosse
Diciamo una cosa indicibile no quando è presente in ventiquattro Paesi europei sul ventisette quando arriva Grillo che invece reddito minimo senza capire di cosa sta parlando e perché
E allora lì si apre una discussione persino Enrico Letta parla del reddito minimo in un Governo che non è non possiamo diciamo benedire perché questo ce lo dovete consentire eppure parla del reddito minimo noi
Parlo della Regione Lazio l'abbiamo preso sul serio abbiamo scritto io e l'Assessore Valente al lavoro abbiamo scritto
Al Presidente del Consiglio che abbiamo detto benissimo non riprendiamo sul serio nel Lazio c'è una legge c'è una sperimentazione siamo pronti ad attuarlo domani mattina
Siamo in attesa della risposta temo che insomma aspetteremo un po'
Quindi questa questione del a chi vogliamo parlare perché le forme
E quindi l'organizzazione il partito come strumento e non come fine
E hanno a che fare con le blocco sociale che vuole rappresentare
Perché se no diventa una discussione astratta
Che se io voglio parlare faccio un esempio concreto perché
Se no rischiamo di perderci se io voglio parlare a uomini e donne a donne e uomini e che lavorano vivono di precarietà di intermittenza se io faccio la riunione del Circolo alle quattro del pomeriggio
Io non ce li trovo cioè se le forme che io mi di cui mi do otto sono pensate su un mondo
Che o non esiste più
Ok sempre più residuale quindi non è che è una questione di così astratta filosofica chi mi voglio rivolgere perché da questo discende come mi organizzo
Come mi organizzo
L'altra questione diciamo riguarda appunto l'organizzazione su questo Fabrizio Barca entra molto dentro le questioni di come
Sono organizzati oggi partiti fa una serie di proposte
Molto molto dettagliate
Io penso che ci sono alcune questioni anche nel suo documento che diciamo condivido di più cioè mi convincono di più penso appunto al tema della democrazia deliberativa
Che riguarda
Le forme della politica le forme anche dell'Amministrazione noi in quegli anni Marta lo ha ricordato del municipio c'erano le condizioni
Diciamo c'era una fase anche espansiva c'era un Sindaco io in quella fase assolutamente aperti a tutte le
I cambiamenti come è stato nella prima fase Walter Veltroni
Cioè c'erano le condizioni ma è qua abbiamo sperimentato anche forme di Bilancio partecipativo ad esempio
Che
Hanno ricostruito un nessuna possibilità di relazione tra
L'amministrazione municipale e la cittadinanza io penso che
Noi dobbiamo investire in quella direzione
Cioè i partiti devono avere il coraggio della generosità cioè di costituirsi come soggetto di servizio
In cui
Come dire diamo la possibilità di si può dare la possibilità ai nostri cittadini simpatizzanti
Di poter partecipare in maniera deliberativa cioè decidere non su questioni però esclusivamente legate
Alla vertenza territoriali ma grande scelte di campo
Perché esclusivamente la vertenza territoriale rischia di rigo insegnarci alla frammentazione
Alla come dire a da una dimensione molto molto territoriale
E diciamo la questione delle della democrazia deliberativa io la vivo anche e qui diciamo un punto che guarda nei prossimi mesi a me piacerebbe moltissimo
Nonostante le difficoltà della fase nonostante un Governo che non possiamo condividere come quello in carica
Noi sappiamo che il Partito Democratico va a congresso
Vi informo perché siamo meno importanti e quindi meno diciamo tracciati mediaticamente pure noi andiamo a congresso
Ebbene sarebbe molto interessante che queste due assiste potessero svolgersi in parallelo
In parallelo nello stesso periodo e avere la capacità dell'incursione di incursioni di campo dall'una e dall'altra parte su temi specifici
Io questo lo proporrò al mio partito perché non condividiamo la scelta che ha fatto il Partito Democratico
Ma questo lo voglio dire con molta chiarezza noi non torneremo mai più nelle trincee dell'identità del dirigismo del minorità Rismondo dell'inutilità della sinistra radicale
Non torneremo mai più e quindi
Saremo attaccati a quel popolo
Che ha un popolo unitario
Perché io non so qui quanti votano Partito Democratico serve socialisti non non non lo so civico di sinistra non lo so mi interessa anche relativamente
Perché mi interessa il campo interessa il campo largo del centrosinistra con una sinistra
Visibile
Visibile l'anomalia ovviamente è il Governo nazionale la
Normalità e il Governo della Regione Lazio
La normalità è l'alleanza
Piero Ignazio Sindaco
Miazzo Marino Sindaco
La normalità è il campo del socialismo europeo in Europa quindi un salto in alto è un salto in basso cioè il territorio
E l'Europa
Come grande sfida delle della politica e delle compatibilità noi Sella deciso che a dire aderire al partito del socialismo europeo e lo fa non acriticamente lo fa scegliendo un campo di battaglia
Perché l'altro tema quello appunto di
Dove sono poste e come noi affrontiamo le compatibilità date cioè qual è lo spazio di azione del Governo nazionale
Qual è lo spazio di azione dei governi locali che fondamentalmente son tutti commissariati e quindi dobbiamo Gavio penso che c'è lo spazio
Che c'è lo spazio ma dobbiamo sapere che c'è anche un maglio molto forte che si risolvesse affronta in Europa perché lì che si gioca
Una partita una partita decisiva
L'ultima considerazione
Il partito
Contemporaneo
Non può essere soltanto un luogo
Diciamo della rappresentanza astratta degli interessi
Io penso su questo ci ha dato una lezione molto importante Daniel Cohn-Bendit quando ha costruito Europa ecologica che è un partito che arriva dal sedici per cento in Francia
Uno parlava di un'organizzazione capace di sviluppare cooperazione sociale con Word King autorganizzazione
Auto aiuto cura e cioè
Che
Un partito un'organizzazione non può non farsi carico anche delle solitudini e della sofferenza del popolo che aderisce
E che quindi non può essere soltanto
Appunto un luogo della deliberazione ma deve essere un luogo della presa in carico della presa in carico e cioè che
Le sofferenze individuali
In una Società quella
Occidentale in Italia in Europa che invecchia in cui
La depressione non è più un fatto solo individuale è un fatto sociale
Se è così diffusa
No allora questa dimensione qua a noi interessa perché e concludo noi abbiamo avuto perdonatemi almeno io la leggo così
Diciamo la vicenda del Governo attuale la vicenda della rielezione di Napolitano
è un portato culturale antico non è una cosa moderna che viene da due assi
Ma antichi e superati da un lato l'antica dimensione del patto tra i produttori
Togliatti che però poi è rimasto diciamo nei secoli fedele
Col fatto che i produttori però sono le grandi imprese e il grande sindacato senza considerare che ne in Italia novantadue per cento delle attività produttive sono fatte da piccole e piccolissime imprese
E l'altra la dimensione del partito istituzione cioè del partito Stato
Un vizio questo secondo me io lo voglio entrare in questa cosa molto ben rappresentata dal Presidente Napolitano e cioè l'Italia eh
Un paese la democrazia Francia c'è un motivo nobile almeno io lo leggo così male l'esito negativo cioè l'Italia un Paese a democrazia fragile
La democrazia incompiuta ha una storia nazionale debole
Quindi
Il partito in quel prima era il Partito Comunista nelle sue varie poi nelle
Nel corso degli ultimi vent'anni fino al Partito Democratico leader del partito Stato cioè che regge le fragilità della democrazia
Si regge il sistema della democrazia però non si reggono più i cittadini che sono fuori da questa superfetazione
Incomprensibile ecco io in questa discussione vorrei ritornare a alle origini alla bici cioè ci si organizza insieme per costruire
Valori
Visione della società in di diciamo difesa dei degli interessi comuni di appartenenza e anche perché
Cioè semplicemente
Insieme
Si vive un po'meglio cioè la voglio fare è semplice e cioè ritornare veramente all'origine dello stare insieme di costruire un collettivo un partito la politica serve per rompere
Le straordinari solitudine in cui quel questa Società qui ci ci consegna quindi se noi perdiamo di vista questo obiettivo della politica
Poi tutto diventa politici ISMU e quindi persino
La scelta di costruire un Governo come quello attuale trova le sue ragioni che però noi ripeto e concludo non possiamo condividere
Guardavo gli applausi non il giorno
Vaste diffuse insomma
Una considerazione la domanda la prima questione
Io ho trovato forte però anche
Compreso il fatto che un Ministro della Repubblica
A parte che io gli ho chiesto per prima l'Ambra sessione va candidare Roma il grosso faccio il ministro io tentazione ovvero come più importante che il ministro
E
Mi sbagliavo ovviamente però
Il punto centrale perché come fa uno ministro dell'epoca giunto scegliere di dire guardate non stiamo andando in un porto che
Non è di prospettiva ovvero del Governo di prospettiva dobbiamo ricostruire un campo insisto sulla questione di costruzione del campo perché non è
Una cosa di poco conto i lavoratori il precariato le varie cose sarà la mia
Maledizione sindacale impero a difesa di chi ci abbiamo peppola largamente di questa difesa
Ho sempre pensato con un punto d'orientamento forte
E d'altro canto un dunque aumenti la disattenzione alla difesa ci ha portato la devastazione dell'Italia del nord l'assumerei frantumate
Il lavoro parziale che non è una ricerca scientifica un dato di adattamento come facciamo in questa fase
A mobilitare forse che siano capaci di
Cogliere le novità le trasformazioni e farne elemento di lotta politica di lotta sociale
Anche al di là degli schieramenti perché barche insiste molto sulle sue negli altri otto il partito gli altri intendo dire le altre organizzazioni ma credo anche
Le altre forze sociali in movimento
Non esiste solo il lavoro dipendente di una tradizionale
La la classe operaia e pubblico impiego le culture eccetera esiste anche il processo di come li mettiamo in campo le varie questioni
E come in questa fase ci difendiamo
Come pensi che
Il PD
Che è un punto di riferimento importante
Il contributo che tuteli possa raccoglierlo politicamente e la previsione anche perché
Io stamattina ho letto un pezzo di Cuba Rollo
Sull'Unità
Che diceva alcune questioni forse qualcosa là dentro si muove ne so io non
Però insomma credo che questa fase sia uno dei punti di grande importanza perché o comunque ci muoviamo un campo
Oppure siamo soltanto predicatori
Ecco qua
Allora fa molto piacere
Essere qua anche se non
A differenza di Terna bene
Non mi risveglia ricordi ma se non visti telecamera
E vi ringrazio per per
Vi ringrazio per sapendo prendo rilevando me manca la voce insomma parto un po'software
Io la diciamo lamento così
Prendendo subito di petto la la questione come l'avete posta ricorrendo alla parola campo campo largo della sinistra
La la domanda è molto evidente cioè come
Come è possibile c'è spazio perché
La prossima volta
Essendo uno spazio largo della sinistra che vuole governare perché vuole migliora la qualità dell'idea di cittadini secondo una visione che di sinistra
C'è spazio qual è lo spazio perché la prossima volta succede una cosa diversa dalle ultime tre
Perché una volta si è perso
Una volta di fronte al disastro di chi aveva preso irretire paese deve che si era perso non c'è stato altro che affidare il governo ha un'arma a una un gruppo di persone eccezionale il Governo non le persone perché coprivano un arco di terzi un arco di
Di culture enormemente diverso quindi una cosa che non si fa una cosa che non può per sua natura corrispondere all'obiettivo
E la terza volta si finisce per replicare di nuovo l'eccezionalità parola usata dal Presidente Napolitano nel giustificare nelle
Nella stessa decisione
Di assumere contro la sua stessa originaria volontari in carico di presentare pubblico con quello che inevitabilmente ne è derivato quindi tre
C'è lo spazio perché la sinistra c'è lo spazio perché la sinistra una sinistra ampia possa governare l'Italia
La domanda non terribilmente dissimile sì si pone anche negli altri Paesi d'Europa in questo momento
Non era a sinistra come la intendo io quella che ha governato a lungo sotto la sigla del partito laburista la Gran Bretagna
E fatica oggi la sinistra a governare la la Francia fatica normalmente a fare le cose che aveva promesso
Ed è difficile che la sinistra torni a governare se non insieme lì su basi
Più condivise e comuni perché con la Germania ha un terreno condiviso tra la sinistra il centrodestra ma comunque difficile la sinistra posso tornare a governare il Paese quindi c'è un problema grosso
C'è un problema di piagnisteo di piangersi addosso c'è un motivo prova di una sinistra che non è detto non è convinta di avere lo spazio per governare questa il problema quindi non dobbiamo prima di cominciare agli altri dobbiamo essere convinti voi stessi
Lo si vede molto nel pensiero intellettuale di questo Paese poiché è particolarmente piagnone diciamo questo si vede in modo particolare ma lo si vede anche un pezzettino di tutti noi e noi non siamo fortemente totalmente convinti
Siamo in grado siamo convinti di poter governare le Regioni si siamo convinti di poter governare i Comuni si noi non siamo totalmente convinti di potere governare a sinistra il Paese
Allora non lo siamo per tre ragioni prendiamole di petto questa ragione non siamo convinti per tre ragioni che sono cioè la globalizzazione quindi realtà la capacità di governo di una di un Paese nazionale molto limitata quello che si può fare è poco secondo
C'è un'Europa quindi una larga parte di quello che c'è impedito dalle regole del gioco di un'Europa incompiuta quindi la sovranità nazionale si è ridotta abbiamo perso sovranità nazionale aperto la parola il tasso di cambio il tasso di interesse abbiamo perfino verso la Bosnia di fare
Disavanzo abbiamo perso ma la manovra della finanza pubblica
E ho perso parecchio
Terzo terzo subiamo nella testa nostra poi figurarsi dei cittadini
Che non hanno una forte senso di appartenenza di convincimento politico quindi più aperti a alle nostre preoccupazioni se non siamo convinti
Terzo
Avvertiamo forte la persi la pervicace insistenza sulla soluzione liberista
Perché non è che ce ne siamo liberati del liberismo liberismo è con noi non è stato superato
Quando
Negli anni Venti si capì che la conduzione dell'economia del mondo era sbagliata ci fu una reazione fortissima sul piano culturale
Purché ne sisma con i suoi problemi e né in America fu l'azione di Roosevelt dopodiché per cinquant'anni c'è stato un modello dominante socialdemocratico
Nel senso lato del sud del di termine nel senso in cui ci stanno anche un po'i Cristiano sociali in Germania i democratici in
Qualche volta un po'di repubblicani prima della svolta di vent'anni fa in gli Stati Uniti
Adesso noi ci si noi siamo avvertiamo fortissima la persi pervicace insistenza su un modello di produzione di beni pubblici vogliono dire non solo quel fare evidentemente ma anche
Riproduzione di ferrovie di interventi pubblici e manutenzione del territorio affidati ai privati questo è il modello del liberismo affidare ai privati privati
Perché i privati possono meglio soddisfare così come il macellaio soddisfa meglio la nostra due macellai che concorrono ci garantiscono che avremo la carne che vogliamo così
Due scuole che concorrono ci forniranno una scuola migliore questa è l'essenza del delle dell'idea semplicissima che si è affermata la figlia di settanta allora
Cosa rispondiamo a questo ci convinciamo che queste tre cose su tutte e tre sbagliate
Ne siamo convinti se ne siamo convinti quando abbiamo professor Boldrin che in televisione reagisce come ha fatto con con con il Segretario Vendola di possiamo rispondere in maniera forte anche sul suo terreno
E poi cominciamo la gente e poi costruiamo un altro modo di governare e allora forse la quarta volta ce la facciamo
Allora
La
Due battute rapide sulle prime due perché sono sempre
Allora la globalizzazione ha già certo che c'è mai altre volte nella storia non è che oggi quasi mica fare del dibattito sulla globalizzazione i titoli altre volte nella storia dall'operazione è stata regolata non è impossibile
Bisogna deciderlo bisogna valutare che è possibile farlo
In modo tale che dalla coabitazione possiamo prendere il meglio che ha tipo il fatto che veniamo a sapere che c'è un nostro concittadino del mondo che sta soffrendo all'altra parte la terra
Prima lo sapevamo dopo tanto tempo adesso lo sappiamo lo sappiamo quando ci sono gli tsunami possiamo essere solidali cioè ci sono straordinari cosa della globalizzazione come il fatto di poter girare il mondo di potere viaggiare
Ma ma ci sono i lati negativi che la il dumping il dumping sul web fare il dumping sui salari violento e il fatto che esiste un livello di incertezza finanziaria che quella che abbiamo subito drammaticamente da cui non siamo usciti che non si possono regolare queste cose
Lo hanno fatto lo hanno fatto inventando e costruendo un menu dei meccanismi del dopoguerra si può rifare poiché scusiamo come ma alcune idee ci sono si discutono si può fare punto
L'Europa la risposta è ancora più semplice
Noi abbiamo perso sovranità ma qual è il problema non c'è nulla di male tratto nostra Costituzione prevede che si possa rinunciare parte della sovranità meno male quindi poiché da come è stato facile per la nostra impianto costituzionale problema qual è non è che l'abbiamo persa che
E che se
La la sovranità che abbiamo perso evaporata cioè non è andata da nessuna parte
Noi siamo diventati un po'meno cittadini italiani
E Conte prende non diventavano un po'più cittadini europei perché la sovranità che noi perdevamo non si concretizzava nell'Europa presso degli organi
Legittimati democraticamente esercitare questa è la tesi non di di rivoluzionari della Corte Costituzionale tedesca che è la nostra principale alleata se sono torniamo a fare politica
La quale quando ha detto la Germania fermati nel vivo nel devolvere polveri non gli ha detto fermati perché l'Europa va male figurarsi la costituzione del se ben consapevole che l'Europa è e la condizione per non avere mai più l'orrore che quel Paese ha vissuto come il nostro
Ma perché gli ha detto dove sta andando dove sta l'organismo parlamentare o però già dei poteri Italia una modalità e delle zone nazionale nazionale
Ma è possibile pensarlo
è un non senso
Adesso un personaggio che non è un nostro amico ma pare politica vuol dire anche cogliere negli altri che sciopero della Germania che non è un nostro amico ha proposto che nella scheda elettorale delle delle delle elezioni europee ci sia il nome del commissario
Ora si va
Sintonizza diamoci sul fatto questo cosa vuol dire rafforzare la legittimità degli organismi che solo a quel punto potremo pretendere che magari ci sia una tassa europea che ci sia una politica fiscale europea
Allo stato attuale abbiamo tirato l'Europa quanto potevamo Draghi più di così non poteva fare
è un dato perché non c'è scritto nella suo statuto di quella banca centrale che possa comprare titoli di Stato anche a breve termine è andato a Illy a lungo termine ha dato i limiti di quello che si poteva fare in Europa
Quindi il nostro prossimo passo e politico quindi a tutti l'i primi due non sono dei vincoli sono frutto di scelte politiche e un piede un partito un campo della sinistra che torni a dialogare
A livello mondiale con dei partiti come era nella parte sana dell'internazionalismo diciamo del dopoguerra non in quella diciamo che la costruzione di diciamo di di vidi un collateralismo attorno attorno a un blocco
Ma della parte che era e che è vissuta in una momento straordinario della storia degli ultimi anni una sconfitta un'enorme sconfitta ma è stata quasi una vittoria che è stata
L'ordine quasi successo mondiale la più grande vanificazione mondiale della storia che è stato lì quasi successo nell'impedire la guerra in Iraq e lo sappiamo che abbiamo quasi vinto quella volta cioè quelle forme di internazionalismo moderno sono lo strumento attraverso il quale si può ricostruire una regolazione
Della globalizzazione in Europa
Un'alleanza con i partiti di sinistra europea fondamentale rompendo il diaframma Germania Italia la sinistra abbiamo assistito l'Europa ha lasciato assistere attenzioni attenzioni forti di natura nazionalistica
Senza usare lo strumento della vicinanza dei della comunanza di convincimenti
Che accomuna pezzi della sinistra europea
Sì abbiamo fatto un passo indietro enorme rispetto a quello che era l'alleanza debba dei socialisti alleanza avvertiti comunisti di
Di quarant'anni fa che era più stretta si sentivano
Poi non ne hanno cavato delle grandi cose ma oggi non esiste questa
Okay
Quindi
Quelle due robe non impediscono non facciamoci raccontare e convinciamo tutti che non è vero non è vero bastare dell'iniziativa se se vinciamo però dobbiamo sapere cosa dobbiamo fare dobbiamo essere convincenti cioè se vinciamo
Lavoriamo e facciamo della battaglia per una regolazione della globalizzazione per un rafforzamento delle poteri in Europa una una delle più fondamentali bandiere di una politica
E e Spiazzi a e non lasciamo questa carta al partito Cinque Stelle addirittura o al parco e al suo antico ampio per risolvere anti operi europeismo spicciolo quello del Partito delle Libertà perché perché non ha senso
Siamo noi che rivendichiamo più Europa perché è vero che oggi l'Europa non ha sufficienti poteri ok il terzo fronte ancora più robusto che quello che ci trova impegnati su cui spendere questo
Del del dell'argomentazione ove lo sia
Anche a meno delle degli effetti del resto del mondo anche a meno dell'Europa di spazi di Governo del Paese sono enormi perché
Sono enormi perché esista non non esisteva a risorse pubbliche date addirittura risorse pubbliche date non esiste la possibilità
Dip di di dare un'istruzione migliore più rispondente al principio fondamentale della della della nostra Costituzione
Che è quello di di di dire dare un'istruzione che e consentire alle persone di raggiungere un livello di vita che non dipenda
Dalle proprie condizioni di nascevano resiste ma il modo di migliorare la condizione della della cura dell'infanzia degli anziani non esiste il modo di realizzare in modo migliore esiste
Le le le connessioni ferroviarie cioè le grandi opere nel nostro Paese non esiste modo migliore a parità di tasse
Di avere la stessa identica IW scritta meglio è e e legata che risponda a criteri di progressività che la nostra Costituzione stabilisce e che noi
Quotidianamente violiamo certo che esiste
Quindi dati anche a meno di queste i vincoli che ci vengono dalle valli tradizionale europeo i margini esistono e sono estremamente ampie
Il problema qual è
Il problema e che abbiamo una macchina dello Stato che nella sua articolazione nazionale
E anche nelle sue articolazioni regionali e locali e oggi arcaica ed autoreferenziale non abbiamo una macchina dello Stato che non ha mai pienamente conosciuto la fase socialdemocratica
Che ha scopiazzato la fase liberista e non ne ha preso neanche alcune intelligenti strumenti che depurati dalle dal dall'errore
Delib del liberismo cioè la cioè la contrattualizzazione dei servizi al di fuori hanno arricchito hanno arricchito il patrimonio tecnico e che noi non usiamo cosa mi riferisco ministro fatto che
Di misurare qua attraverso indicatori di valutare l'impatto delle cose che vengono fatte di metterle sul web e di rendere aperte sono le cose che
Che sono nate durante la stagione liberista del cosiddetto new public management in cui per potere verificare che i privati attuassero effettivamente le i contratti che pregavano assunto con lo Stato venivano misurati
In quel contesto non non ha dato nessun frutto della demenziale oggi non abbiamo il tempo di di parlarne
A quegli strumenti sono interessanti e dove sono nel sistema pubblico italiano quindi non abbiamo non abbiamo la chiarezza alla la precisione del sistema socialdemocratico e non abbiamo gli strumenti della fase liberista B cavolo se abbiamo questa è un problema ma anche un'opportunità
Se abbiamo modo di migliorare il funzionamento della nostra macchina pubblica
A risorse date ovviamente spostando risorse ci sono spazi ci sono evidenti spazi per risulta per ridurre le risorse per la difesa non ha annullando l'anonimo diventando neutrali ma riducendoli ci sono evidenti spazi per spostare risorse dalla difesa la scuola
A al ha speso ha pubblicato data il Paese ha margini elevati
Ora il punto però è e
Che non è che stiamo in questa situazione perché non siamo stati capaci ma perché questo Stato arcaiche autoreferenziale molto autoritario
Che non utilizza strumenti che ha una produzione normativa stratosferica che vive dell'illusione che basta scrivere una norma perché poi le cose accadano che non si rende conto che il problema è l'attuazione
Che non segue l'attuazione nel dei suoi processi che non comprende
Evidentemente che oggi viviamo nell'anno di grazia due mila tredici dove non ci sono più sessanta persone che sanno come fare le cose ce ne sono cento mila ce ne sono due milioni perché evidentemente se fanno intervento nella scuola
Non puoi non fare un intervento che poi cammina sulle gambe dei suoi dirigenti scolastici e poi dei suoi insegnanti e solo dalla loro attuazione tu capirai cos'è tutto questo non è che avviene per caso perché ci sono decine di migliaia di persone
Che
Ricavano una rendita che vivono della Stato arcaico autoreferenziale se sono i nostri amici sono dei venti sono aderenti
Un po'tirante ci può essere anche in ognuno di noi attenzione un pezzettino
Quindi è sempre bene
Farci
L'autore del radiografia
Perché in un sistema vecchio tutti cambiamo e tutti abbiamo da campare
Un sistema nella quale non ci sono evidentemente e in cui conviene pensiamo se pensiamo ad alcune aree del sud e poi però risaliamo lentamente anche a Roma e alla Lombardia scopriamo che uguale sopra se dico sud si capisce subito cosa dico
è evidente che il non funzionamento della macchina pubblica mette i cittadini
Che non consente cittadini di avere soddisfatti i propri diritti li mette nella condizione di dovere chiedere aiuto come dicono i sociologi non produce i beni generali
E quindi li costringe a chiedere beni particolari ma se chiedono beni particolari aiuto per il lavoro aiuto per l'intervento aiuto per la strada
E la realizzazione dell'intervento e di pubblici non avviene secondo un meccanismo aperto il pubblico è evidente che tu politico tu amministratore pubblico tu privato e magari qualche volta anche ad un sindacalista
Bisogna dirlo poi avere posizioni di rendita ricavi un beneficio dal fatto di essere une improprio intermediario fra i cittadini allo Stato un improprio intermediario poi fanno anche ovviamente se sei
Se sei in un partito anche se se in un partito invece di proporsi di ottenere risultati tutti proponi come intermediario presto come di una parte il Paese ha vissuto in questo modo per una lunga fase allora
Questo vuol dire che per recuperare su un terzo dei fronti che ho detto quello della capacità interno e di Governo data l'Europa è dato la globalizzazione non abbiamo un problema abbiamo
Dobbiamo avere in testa
E qui dove il mio contributo batteri più anche per ognuno porta a vetri esperienze proprie
Fini fatte fino all'ultimo minuto trattino fino a sabato pomeriggio diciamo prima di quel disastro avanti
Disastro mi riferisco all'attentato
La
Il metodo non ce lo dobbiamo andare inventare quando io ho usato nel mio lavoro la parola sperimentalismo democratico a parte che l'ho preso da una dibattito amplissimo che c'è negli Stati Uniti che non sono
Una roba da copiare però se però sono una fucina continua di scontri di idee
C'è del peggio del meglio che ancora scene le democrazie industriali quindi sono una una ce ne sono anche un luogo di frontiera oltre che un luogo di
Diciamo di di di arretratezza per alcuni versi drammatica alcuni campi
Quando usato quella Parolo parlato ho usato un'espressione di una pratica di governo di modo di governare che esiste in tutti i Paesi del mondo Copertino nel nostro Paese perfino il nostro Paese
è un modo di governare in cui basta che rovesciata le parole che ho più usato prima per descrivere cosa come funziona lo Stato dove non ha illusi ore di sapere tutto
Dove sai che se fai una riforma normativa quella riforma deve stabilire dei principi perché soltanto attraverso l'attuazione capirai cosa devi fare sia che fai la scuola che fa l'infanzia che fa una riforma mercato del lavoro
Perché soltanto nel realizzarla capirai cosa che cosa avviene
Dove quindi la prima delle regole che scrive che si possono cambiare le regole
Dove evidentemente ai delle responsabilità attribuite in modo molto preciso ma al tempo stesso apri una
Processo di valutazione pubblica
Come ci suggerisce Amartya Sen un processo di valutazione pubblica aperta ed accesa accesa vuol dire anche dura
Anche dura anche dura vedi richiedono no esce mai movimenti no-global spettino prova certo anche dura
Ragionevole ragionevole dove c'è l'idea della chiusura di chiuderla attraverso un principio di ragionevolezza in cui discutiamo e sappiamo che vogliamo governare se dobbiamo governare dobbiamo arrivare a chiudere
E che non chiuderemo mai modo un animisti come ha ceduto qualcuno deve chiudere però se ha chiuso e ha avuto la responsabilità di chiudere poi si assume la responsabilità di aver chiuso e quindi viene misurato e quindi ecco che improvvisamente con abilità prendiamo alcuni strumenti della fase
Minimalista o un prendiamo gli indicatori prendiamo la valutazione non scappiamo davanti alla valutazione
Però prendere caso dalla scuola così viene facile capire a cosa mi riferisco siamo ben consapevoli che non
Come la usava la valutazione delle scuole o degli insegnanti modello liberista la usava per immaginando sì che qualcuno potesse valutare
La performances degli insegnanti misurando la competenza degli studenti e che da questo potesse derivare
Chi aveva ragione e chi no distribuendo retribuzione addirittura chiudendo scuole sapere che verrà portato a a a me gravissimo arretramento del sistema scolastico inglese in questo sistema ma questo non vuol dire che noi non dobbiamo e che che siamo
Che siamo il campo largo della sinistra e che abbiamo sempre saputo usare gli strumenti anche dell'avversario non usiamo quegli strumenti noi prendiamo la valutazione degli insegnanti e non la respingiamo
Come come avviene ahimè all'interno anche nel campo della sinistra ma la usiamo insieme all'autovalutazione del lì degli stessi insegnanti al seme gli strumenti non per dare punizione o sanzioni ma per capire cosa diavolo non funziona in quella scuola
E poi quando abbiamo capito cosa non funziona quello scuola faccio questo esempio perché se no rimaniamo in astratto quando parliamo di queste cose
Dobbiamo anche scappa arrivare a concludere che se in quella scuola i ragazzi ne stanno uscendo accomuna Licar competenze matematica drammatica oppure stiamo smantellando la musica perché non conta solo la matematica ma contano anche
Altri aspetti non è una cultura generale
Poi dobbiamo rimediare con un intervento che è governato da quel team di quella squadra di quel altrimenti l'autonomia scolastica che abbiamo costruito intelligentemente questo Paese cose non possa prendere un concorso nazionale infilare chi viene nella lista in quella scuola per la scuola ha bisogno di alcune persone dobbiamo dare a quegli insegnanti a quel dirigente la possibilità di vedere almeno dieci
Insegnante e dire guardate quei nove non mi convincono a me in questo momento dalla scuola serve il decimo
Sto dicendo una cosa controversa
Sto dicendo cosa controversa perché oggi è respinta da una parte del sindacato CGIL della scuola ma noi non stiamo parlando
Dei delle dei sindacati che correttamente tutela no
Tra l'altro in un campo dove dove sono mal pagati in sé c'è molto da tutelare e meno male che c'è il sindacati resecabile la scuola ma restiamo brande un campo della sinistra di un partito che deve comporre le diverse esigenze altrimenti veniamo meno nostra funzione per l'esame di partite non bastano
L'organizzazione sindacali quindi sperimentalismo è questo
Sperimentalismo è una roba nella quale
Escono fuori gli errori si rimedia né si aggiustano e si cambia anzi qualche volta addirittura come dire fanno comodo un po'di errori le criticità
De dobbiamo esibire esibire dove viene voglia di esibirle senza paura che dura India massacrante se è questo
Il modo di governare che ripeto di voi troviamo pratica in Italia
Pratiche non riconosciute pratiche non culturalmente descritte
Pratica volte il rise
Pratiche di nicchia pratiche non sono in rete
E quindi solitudine che è poi la parola chiave che a me ha portato a questo passo
La solitudine che in alcune pratiche di sperimentalismo che ho vissuto né diciassette mesi di Governo la solitudine che ho trovato
Soprattutto dei livelli locali di quei Sindaci di quei consiglieri regionali di quelle figure del
Del partenariato che coraggiosamente
Accettavano la battaglia lo sperimentalismo mai ma isolate senza garanzie con la preoccupazione che finito il Governo e finita l'esperienza cioè di non avere reti di una delle partito
Deve avere un luogo in cui andare
A
A tranquillizzarsi a capire se c'erano altri sei Sindaci da altre parti d'Italia che stavano facendo un'esperienza simile cosa ne dicevano e cosa imparare
Consapevoli che quella roba che stavano praticando non diventava linee nazionale perché non c'era la filiera scenda ente perché non c'è il partito perché il livello territoriale sganciato da livelli intermedi come richiamato Piero Ignazi
Gli strati lo strato dell'unità territoriali
Da cui si chiede manovalanza dei momenti della disperazione del bisogno per terra per per per per per per eleggere
La lo strato intermedio una strana mescolanza fatta di gente straordinaria di altri metodi altra meno straordinarie quello Stato nazionale
Sempre più scollegato che non riesce a comunicare le sue idee ai livelli basso e la conoscenza non scende non riesce a a catturare la conoscenza che viene da esperienze
Che vengono dal basso
Allora se questo è il modo di governare che abbiamo in testa la Ford la come dire la forma di partito e chiudo su con due-tre proprio flash su questo la forma di partito la forma di un partito che la sinistra verso cui muoversi con tempi
Non si costruisce la mattina là se non si salta a scrivere le regole non si salta non è questo dobbiamo usare la metodologia dello sperimentalismo anche come ai correttamente avete correttamente rivelata rilevato anche del modo in cui discutiamo di cosa fare
Perché non ce l'abbiamo nessuno la formula e salutare diciamo abbiamo capito adesso ci scriviamo le regole
Il nuovo Statuto no dove dobbiamo comprendere cosa stiamo facendo dobbiamo dobbiamo convincerci che stiamo facendo una cosa propria dobbiamo convincerne centinaia di migliaia di persone
Allora la forma partito che
Serve perché sta perché è un modo di governare in questo modo RAI lei anticipato serve perché hai bisogno di un luogo il partito
Nel quale
Che fa che che raccolga lei de
Nella fase ascendente le reazioni nella fase discendente della società a questo modo di governare questo modo di governare ha bisogno di una società fortemente infrastrutturata
Fortemente presente dice ma negli Stati Uniti Questore ne svolto delle associazioni quali sono gli Stati Uniti dove esiste un comunitarismo di altra natura
E dove quelle quelle quelle Community che si riuniscono non a caso stabiliscono con il Partito Democratico in modo particolare talvolta col Partito Repubblicano con l'altro partito dei legami particolari questo non è il modo di funzionamento del nostro Paese
Noi abbiamo molto associazionismo in quaranta per cento dei dei giovani quella
Di quegli stessi giovani quattro per cento dei quali
Solo i quattrocento di quale dal giudizio positivo dei partiti quaranta per cento dei giovani a qualche forma di impegno politico
E e producono molto e producono cose ma non le riversano in moltissimi casi partiti non gli danno la possibilità di riversarle all'interno di un posto dove come ho sentito dire ma Belisario né con i circoli del Pd di Prato
Le cose rimangono là cinque sesta e ne rimangono le le portiamo ma rimangono lì
Non non arrivano neanche a livello comunale in alcuni casi figurarsi a livello nazionale che magari una bella mattina
Come mi è stato raccontato a Prato se ne esce con un'affermazione sugli immigrati cinesi che
Che è molto elegante bella per un'uscita televisiva ma che non è stata assolutamente intermediato a non tiene conto di cosa quell'affermazione comporterà un prato con i problemi a dell'immigrazione cinese a Prato qui in uno scollegamento tra questo
Come dire farà questo leader ISMU nazionale che spara
Affermazioni è unica è un'impossibilità dal basso di canalizzare le mani un partito che
Che in questo come tu hai detto
Do quindi dove avvengono la seguente cosa indico solo i titoli ponevo zitto un partito che abbia
E che non possa non partire
Da un momento di pausa sui convincimenti metà preferenze valori chiamatele come volete perché si sono un po'confusi diciamo campo della sinistra e capo della sinistra nel campo della sinistra
Ci sta chi ritiene che tra il lavoro è capitale esista una differenza di potere contrattuale sto usando le parole di Luigi Zingales non sto usando
Le parole di un rivoluzionario chi non ritiene che tra il lavoro e capitale ci sia un problema di diverso potere contrattuale non non è utile che stia
Nella sinistra
Perché poi quando me lo ritrovo a discutere delle riforme e mercato del lavoro me lo ritrovo dall'altra parte poi magari me lo ritrovo in Parlamento sono costretto se non l'ho vinta faccio un accordo ma almeno voglio trovare da un'altra parte
Quindi
Un po'
Un momento di riflessione indispensabile su alcuni convincimenti forestali che io provocatoriamente mi hanno scritto scrivere quelle mi hanno spinto a scrivere quella vendo un ma
Che è rischioso perché perché perché il perché lo perché lo cambio perché già l'ho cambiato perché Gian già mi sta stretto già non mi piace un punto perché però è un modo di dire noi dobbiamo riscrivere tre pagine
Che non siano semplicemente la Costituzione ma che siano il modo con come noi leggiamo quali sono i punti fondamentali della Costituzione in questo momento da tirare fuori
E che noi valorizziamo quindi un partito di convincimento e un Partito di unità territoriali dove le cose non rimangono lì
Nel senso che ho detto prima che non siano strato isolato un partito nella Cornel quale come è stato detto
Gli iscritti come detto correttamente
Ho iscritti partecipanti o gli iscritti e simpatizzanti partecipanti si può ragionare
Se la partecipazione sia e non semplicemente l'atto dell'iscrizione questo nel sud risolverebbe alcuni problemi che riguardano l'iscrizione e la presa di tessere a cui non corrisponde una partecipazione cioè si può anche ragionare su cosa vuol dire essere iscritti
Comunque dove gli iscritti effettivi e partecipanti abbiano un ruolo particolare ad esempio abbiamo certamente un ruolo nell'elezione dei dei gruppi dirigenti a scala non è solo in questo Paese questo nel Partito Democratico dove sono entrata un certo punto sempre intasano tra un sistema
Nel quale i gruppi diritti quelli di gruppi di ogni gruppo dirigente ogni livello non ha un ruolo decisivo dell'elezione del gruppo dirigente interno del partito non non c'è nessuna sottrazione al mondo che funziona in questo modo
Tale per cui essendo un'investitura dall'alto che poi di fatto reinveste va basso quando salta l'alto salta tutta la catena
Non e non è non è razionale è un presentava scivolata in un giorno di una notte diciamo quando è nato
La
Che usa la rete come hai detto ma la rosa nella sua potenza straordinaria di far scoprire a un'unità territoriale agli iscritti di unità territoriale
Quanti sono e dove sono e come si chiama la cosa stanno facendo tutti gli altri iscritti a unità territoriale in questo momento stanno discutendo di Afghanistan piuttosto che di
Femminicidio piuttosto che di un problema particolare cosa che oggi io non sono situazioni selle nel Partito Democratico oggi non è possibile che unità territoriali sono collegate al centro non sono in Rete ma questo ci vogliono forse tre settimane a montare una cosa di questo tipo
Ma e è assurdo che io come cittadino possa andare a vedere chiunque altro parla dentro Google di un tema e non so nella mia associazione non ho un canale particolare per capire nella mia associazione quali sono gli altri offro per un problema
Cioè non è in rete non è una Rete quindi parliamo di uso ovvio ovvio della rete
Che sia aperto agli altri aperto all'esterno nel senso di darli
Di attrarlo a venire qua io ho scritto ha perso da associazioni caparbiamente indipendenti nonne o con la
Un neo
Collateralismo degli anni del del del di questo secolo ma una cosa in cui non viene non ti con proventi
Serio associazioni terzo settore sei dei dei centri sociali eccetera ma avviene nella e mi riversi alcune esperienze
Un partito come tu hai detto io sono molto d'accordo con questo che credo che sia anche luogo di presa in carico non dico altro perché l'hai detto in modo molto chiaro
Un partito dove
Gli eletti a questo punto hanno
Due differenze rispetto
All'attuale che se nascono e vengono selezionati attraverso un partito dove avviene in maniera forte intensa un confronto sui temi
Non con compaiono due settimane prima alla primaria ma sono dei personaggi che esistono durante i cinque anni però lezione un'altra quindi intanto loro modalità di selezione
Sono evidentemente cioè
Toole fai sulla capacità di avere ruolo svolto una una funzione di animatore di raccoglitore di Rent di interpreti di traduttore di quella che era
Una situazione poi
Hai I quali io su questo
Discutiamo ovviamente sono ai quali non si ha garantito il rientro nel partito in una funzione perché io credo ai partiti fatti di funzionari non esista ripartito e persone non vengono remunerate non possono esistere non sopravvivono
La volontaria importantissimo ma dei punti di riferimento sono necessari però in testa un posto dove dove io posso andare a io io posso andare a volare un anno e poi come Andrea lavorare un anno in Africa eccetera perché forse per si può fare di meglio diciamo vicini
E dove però possa anche venire a lavorare sei mesi un ragazzo che appena che sta prendendo un dottorato magari anche essendo remunerato cosa che in parte avvengono ma come dire extra extra
E dove non si è garantito il rientro dove non sia garantito il rientro questo trovando il modo di scoraggiare non perché questo punto importantissimo e veramente nel titolo preso troppo tempo
Non scoraggiare e
Qua non stiamo cercando un partito di Gesù Cristo io di persone dotate solo di spirito pubblico perché siamo tutti un po'egoisti tutti dobbiamo campare tutti vogliamo fare
Gli
E in un tempo della vita in cui ancora poi ci nascono e poi non rischiare che non c'è una scampi u tutti vogliamo abbiamo problemi nel loro nel loro nel nostro ma
E quindi anche giusto che il tempo che spendiamo in un partito si è immaginato contempo dedicato anche la nostra crescita
Ma al nostro apprendimento al diventare migliori essere più in grado di andare a fare un qualche un qualunque altro lavoro non a ottenere attraverso il partito un posto tanto meno un ente pubblico per cui scrivo
Nella mio documento che bisogna inventarsi e non ci vuole molto un modo per cui il partito espella
Più espella coloro
Per i quali come dire non ci siano elementi sufficienti per affermare che il posto pubblico che è stato che ha avuto che non si può certo discriminare persone un partito e non possa avere posti pubblici nelle ASL e un'ora o alla RAI o che altro
Ma dove immobili in modo di selezione di quel posto non sia palesemente un modo meritocratico e concorrenziale cioè qui faccio illiberale proprio totale
Dice mi dispiace quel in quel posto battiti perché la selezione in quel posto non sia fatta secondo il documento sono non concorre se note dimetteva partito mi dispiace che si deve sapere che Tondo che assumendo ti il partito non sta dando una mano e non stai stabilendo un rapporto segreto può partire poi e mia e finisco sul finanziamento io credo che ladri la il trittico
Finanziamento pubblico regolazione del finanziamento privato conflitto di interessi vada affrontato assieme
Per il per evitare
Nel senso che hai detto immaginando si anche delle soluzioni diversi per il finanziamento pubblico che va probabilmente ridotto
Si può immaginare un finanziamento di scopo un da ridere un peso al finanziamento di scopo la reintroduzione dell'ipotesi del finanziamento uno per mille
Ma è necessario anche che il che il finanziamento privato sia regolato e che il conflitto di interesse sia risolto altrimenti evidentemente lo squilibrio terrificante che si verrebbe a a dovere sarebbe insopportabile io credo
Che queste cose oggi richiedano un
Una sperimentazione un confronto nel campo
Nel campo esteso della sinistra che questo avvenga contemporaneamente che queste riflessioni vere avvengono contemporaneamente all'interno
Dell'intero campo della sinistra è fondamentale io la conduco all'interno del Partito Democratico nelle modalità che il partito e modalità che ho scelto che avevano comunque fino a ottobre e nelle modalità che il partito riterrà
Ma qui il partito di deragliare sullo spazio che riterrà
Credo che
Vi piace l'espressione incursioni di campo quindi sottoscrivo il modo in cui lei detta incursioni di campo vuol dire se no se non apriamo neanche in questo modo
Dico solo perché sarei scorretto se lo scantonare assi che nel frattempo c'è anche un governo dove Partito Democratico c'è e dove e dove altre forze ad esempio se lei non ci sono scherzando per cavarmela otto detto seria non c'era neanche nel Governo Monti in cui io
In cui io stavo
Evidentemente la situazione è diversa è radicalmente diversa ed è più seria oggi perché quella era un'eccezionalità affrontata Unione sui ruoli questa eccezionalità che nessuna va previsto ed è stato il frutto di una gravissima crisi
All'interno al Partito Democratico che il che peraltro sta dando al Partito Democratico la voglia di reagire quindi come tutte le crisi a una sua
Come dire a a uno su altro lato della medaglia
Il PPI il PD quindi mio partito quindi io ho visto che
Testo in questo Governo nel senso che stelle e quindi ha un dovere in più
Dove in più non in meno
Che è quello di esercitare secondo me già oggi quella funzione di separazione del partito dallo Stato e quindi di partito dal Governo
Quello è un Governo che ha una figura altissima del partito Primo Ministro questo carica il partito dell'ulteriore dovere
Di preme re su quel Governo che fa affinché faccia tutte le cose che gli elettori del PD che il che hanno votato il PD
Avevano creduto che il PD facesse votandolo e che faccia il meno possibile perché di compromesso si tratta quindi non è che non faccia e faccia il meno possibile tutte quelle cose che coloro che hanno votato il PD
Avevano ritenuto che non andassero fatte questo è è importante perché questa questo già può introdurre nel addirittura in una situazione eccezionale una sana separazione che dovrebbe esistere secondo me anche nel tuo Governo tra il partito e il Governo
Ora
A queste cose
Facciamo una breve replica
Marta
Cosa pensi delle ultime indicazioni frattura Brizio Barcaro tutt'uno partito il ruolo eccetera e
Questa fase che è una cosa che assolutamente non insomma noi non ci trova quanto voi conflitti
Qual è la sua opinione
Allora nella mia replica parto da un no un'affermazione che
Condivido effettuato una banca e cioè che il non funzionamento di una serie di i settori è nella macchina pubblica e a nelle rendite di posizione che molti hanno
Io però vorrei rispondere che non ce ne siamo accorti in perché la generazione dalla mia in giù
Questa è la mia posizione non ce le ha più e quindi noi subiamo
Tutte queste rendite di posizione perché molti di noi ad esempio la vendita della pensione non ce l'avranno mai
Chi come me anche iniziava a lavorare presso una con contratti a progetto con questa riforma delle pensioni insomma ci stiamo interrogando su che cosa succederà
Ora oggi non era qual è il tema per ora a parlare di temi di argomenti che poi questo Governo noi come centrosinistra dovremo affrontare il lavoro i dati devastanti che ci stanno arrivando
Chiama i diritti PAI si vorrebbe fare una grande riflessione su sull'Europa e anche su questo dibattito ampio anche all'interno e ti dice io riprendo soltanto due
Partiti prima questo se il Governo io sono d'accordo che a questo punto è il ruolo del Partito Democratico questo Governo è di tentare di fare il più possibile ciò che abbiamo portato avanti durante la campagna elettorale e il meno possibile
Quello che ci viene proposto dall'alta
Dall'altra parte
Dobbiamo ammettere anche che ci sono stati grandi tentativi per fare un Governo diverso
A cui non abbiamo ricevuto risposta in particolare dal Movimento cinque Stelle quindi nessuno di noi vuole benedire questo Governo che evidentemente un Governo di compromesso
Dopodiché io spero che noi avremo la forza di riorganizzarci e la prossima volta di vincere in maniera decisiva le elezioni e in questo dobbiamo fare dei passi avanti molto
Molto
E importanti
Arrivo alla parte sul partito
Diceva Massimiliano a chi ce l'ho a chi vogliamo parlare io penso che noi dobbiamo superare però questa frase lo dobbiamo parlare a tutti ma chi ci dobbiamo rivolgere chi dobbiamo tutelare chi dobbiamo avere come Obiettivo chi dobbiamo prendere in carico
Perché non ci dobbiamo dobbiamo dire avere la capacità di parlare a tutti
Ma dobbiamo sapere quali sono quelle fasce sociali quei soggetti che noi dobbiamo tutelare perché non ci sarà nessun altro nessuno nel centrodestra che lo farà
Ora naturalmente per far questo non è secondario anche come lo facciamo e come ci organizziamo e arrivo qui rapidamente a rispondeva alcune riflessioni che faceva banca
Intanto
Come mi organizzo io sono d'accordo sul fatto che ci debba essere grande dialogo tra livelli territoriali e livelli centrali
Che per esempio come avviene a livello cittadino tutti quanti i circoli vengano messi in rete Partito
Democratico a un coordinamento dei circoli per esempio a Roma a livello regionale ma che questo debba anche avvenire
Secondo le nuove tecnologie perché che ci sia annualmente la riunione dei circoli in cui cinque segretari possono parlare
E in un quarto d'ora si esaurisce tutto
Questo è veramente un metodo arcaico ma invece far circolare documenti riflessioni
Anche
Che adesso circola in maniera estemporanea
E e quindi si perde grande della potenzialità gran parte ha potenzialità anche propositiva questo è veramente
Un maggior carico ne abbiamo tentato di fare un qualche cosa come componenti dell'Assemblea
Ci hanno messo tutti quanti in Rete mancava l'ultimo step che era quello di poter interagire tra di noi abbiamo semplicemente il nostro profilo on line dove mettere se facciamo delle dichiarazioni non è di interesse da nessun abbassare un profilo Facebook
Dopodiché ci sono invece degli strumenti già nello Statuto esistente il Partito Democratico che possono agevolare
Questo a questa parte perché diciamo assimiliamo la democrazia deliberativa
Quindi
Tutti riferivi è alle alle istituzioni non abbiamo nel nostro Statuto del Partito Democratico i referendum non soltanto degli iscritti ma anche dei simpatizzanti ora peccato
Che non sia mai stato approvato il Regolamento per utilizzarli
L'idea io feci un intervento anche una delle prime assemblee nazionali era per esempio su temi spinosi
Ad esempio il testamento biologico ma anche su temi meno spinosi fare esprime degli iscritti perché non si riusciva ad arrivare a decisioni definite
E in questo ci siamo scontrati appunto sulla timidezza della prova e dei regolamenti che potessero distorcere poi lo strumento su questo io penso che non dobbiamo essere timidi anche perché poi arriviamo alle manifestazioni
Delle ultime settimane di qualcuno che occupa il partito adesso occupa e vidi un'esperienza ma
Un'esperienza che manifesta un malessere
Poi
Su una cosa sono d'accordo ma fino a metà
E tu proprio proponevi un partito di funzionari in cui poi
Non si rientra nel partito dopo un'esperienza e su questo sono d'accordissimo ma nell'abbiamo più un partito di funzionari
Perché la carenza di risorse nei partiti anche il cattivo utilizzo ha fatto sì che di funzionali adesso ci siano pochissimi glieli faccio anche la mia il mio caso io ho un ruolo nel partito democratico del Lazio
Per il quale percepisco zero Euro neanche il rimborso della benzina quando vado e in giro per a per il Lazio
Perché o la avevo una lavoro privatamente
Quindi questo andrebbe bene in un partito che potesse di nuovo essere strutturato con
E strutture funzionali e quant'altro in quel caso sono d'accordissimo ma purtroppo non è questo la la nostra esperienza dico come Partito Democratico ma in realtà una esperienza diffusa in tutti quanti
E
D'accordissimo sul fatto che il senso del partito sia elaborare valori visioni progetti programmi e non soltanto l'Amministrazione l'amministrazione delle città e delle regioni che ci viene benissimo
A livello nazionale abbiamo qualche difficoltà appunto ad affermarsi esso una parte
Naturalmente necessaria che deve
Che
Tener da conto tutela buone azioni che vengono fatti partito quella ricchezza da cui si parte
E Natale diceva forse qualche cosa si muove io penso che nel Partito Democratico qualcosa si sta muovendo e qualcosa
Dava anche nel Partito Democratico si sta muovendo qualcosa a livello nazionale ma anche nella nel Partito Democratico ne è stata una dimostrazione dell'Assemblea nazionale dell'altro giorno in cui si è scelto un traghettatore mai insomma il dibattito è stato interessante
E si muove sia politicamente nel dibattito Galasso avvieremo nella
Nella sua congresso e
Può essere interessante il fatto di farli in parallelo noi di sardo ci impieghiamo quei tre quattro mesi per un fine tutti quanti gli Sterpa
Di nei circoli e poi nella nelle primarie e prima elaborazione delle piattaforme
Penso ma si muove qualcosa politicamente mi piace simile le nelle discussioni e anche nelle regole perché
Io vedo con
Come cosa positiva il fatto che alcune regole sperimentate si possa rimettere in discussione
Insomma c'è questo forte dibattito sul fatto che non necessariamente il segretario del Partito democratico debba essere il candidato a premier visto i danni che questo
Affatto un'ultima battuta su su Roma
Io sono d'accordo con Massimiliano l'alleanza del centrosinistra è quella che stiamo sperimentando nel Lazio e che Stream speriamo di sperimentare a Roma stiamo lavorando per questo io penso che la collaborazione che abbiamo con tutti quanti i partiti della coalizione sia proficua
Ci ha consentito non soltanto di scegliere un buon candidato
Ma anche di mettere in piedi una una squadra di persone che stanno dando un contributo attraverso il Comitato direttamente attraverso i partiti ora quindi dobbiamo
Ripartendo dalla dalla crisi che che abbiamo Nenni partiti
Dobbiamo rimotivare il nostro elettorato perché qui veramente faccio un appello su Roma
Non ci possiamo permettere come tutti quanti sappiamo che vi vinca Alemanno non ci possiamo neanche permettere di non essere motivati ad andare a votare
Il più grande rischio che io vedo non è un'affermazione politica che Alemanno ma che il nostro elettorato non sia convinto di andare alle urne
Tra due settimane ed eventualmente qualora ci fosse al secondo turno la nostra città ha già vissuto il dramma di perdere a al ballottaggio
Perché alcuni dei nostri non sono andati a votare questo è veramente un lusso che questa città non si può permettere una seconda volta
E io prima di dare la parola Messina l'ordine di traghettare tori
Di quel tipo ce n'erano nel PD e ce n'era uno famosissimo di apportare alla ribellione dei lavoratori
Peroni il pieno mettendo in ginocchio
Da come si dice Berlusconi si chiamava Sergio Cofferati gliele agevolmente secondo me poteva svolge la stessa funzione allora non è passato non è stato proposto
Gli avessero mia opinione
Non è salito il partito possa esprimere personalmente Massimiliano voi in tutta questa vicenda quale evoluzione quale ruolo che protagonismo portiamo avanti che giudizio sul Governo non siamo al Governo
E non ci entreremo il futuro revocata rapidamente
No
Tre minuti perché insomma mi pare
Le cose fondamentali l'abbiamo detto vado dette vado per flash
Col col medesimo atteggiamento pragmatico
Diciamo la rottura dell'alleanza Italia bene comune
Cioè non ce la possiamo cavare così facilmente nel senso che
Una rottura di un patto con gli elettori non abbiamo chiesto il voto non noi disse il
L'alleanza per fare alcune cose
E se ne stanno facendo altre
Questo determina una ma gigantesca questione che ha a che fare con la fiducia con la credibilità
Lo dico partendo dal nuovo io ho vissuto ho rielaborato la rottura del novantotto
Che in quel momento condividevo venendo da Rifondazione e che oggi leggo dentro un'altra drammatica luce quella rottura alla io penso che a parti inverse
E quindi anche con una copertura mediatica tra straordinarie c'è la il punto fondamentale il Partito Democratico
Come dire più presta il fianco a questa questione che aumenta lo spazio
Del trasformismo da un lato
Che c'è
E della consenso ad altre opzioni politicanti europee populiste giustizialiste e quant'altro
Che sono opzioni politiche perché il Movimento cinque Stelle è un'opzione politica lontanissima dal nostro modo di vedere le cose ma un'azione politica quindi c'è un problema gigantesco di aver tradito il voto che c'è stato
Poco poco a poco tempo fa
Sull'Europa io sono d'accordissimo lo dobbiamo fare un'operazione coraggiosa forte e cioè anche
Anche un po'spericolata cioè riconoscendo le forze in campo
Meglio un governo politico che nessun Governo politico
Io dico di più o meglio un governo politico che riconosca
La centralità della Germania che è un non pone un governo politico perché comunque è un'approssimazione a un processo di democratizzazione delle istituzioni europee che oggi non so che non lo sono non sono democratiche sono
Organismi ademocratiche si pongono altri obiettivi e dove bingo vigono altre logica
Quindi su questo io sono d'accordissimo e bisogna fare anche rompere alcune liturgie a cui noi in particolare di sinistra insomma siamo particolarmente sulla
Sulla democrazia sull'Assemblea invece
Anche riconoscere la dialettica tra Esecutivo Assemblea un punto centrale di questa ricostruzione
Terzo autonomia della politica eppure qui non se ne esce io su questo a me interessa molto il documento
O noi ricostruiamo rispetto a
Alla dimensione del Governo l'autonomia del del soggetto politico e questa è difficilissimo perché
Noi tutti ci siamo aggrappati a inizia amministrativi in questi anni di crisi non è così facile è soltanto una questione di
Cattiva politica
Sono stati i luoghi della maggiore sperimentazione no noi parliamo del Governo zingare ti nel Lazio parliamo del del futuro sindaco
Facciamo più fatica a parlare delle nostre esperienze sociali politiche di costruzione di vertenza di conflitto
E quindi qui c'è un tema
Diciamo un vulnus CUP culturale della sinistra accumulato in vent'anni in cui la dimensione
Del Governo dei processi della governance e Stato centrale perché permettetemi questo dentro la dimensione di subalternità
La battuta è facile però si è diventato il più velocemente liberisti che liberali e quindi questa dimensione in cui ha inciso su tutta la sinistra
E oggi ce l'abbiamo addosso ed è complicato da da risolvere in poche battute quindi partiti devono ritornare a svolge questo ruolo avere questa sfera di autonomia noi
Funzionario non siamo una setta francescana scalza nel senso che abbiamo costruito non so come abbiamo fatto cioè lo so grazie anche quei a un problema della politica cioè non abbiamo fatto grazie al carisma del Capo
Del leader ma abbiamo costruito sei al
Potrei dire
Grazie alla generosità di tutti noi tra tutte queste cose
Liturgiche che si dicono in realtà noi sappiamo che noi siamo riusciti a incardinare in ma perché c'era un'esigenza ma comunque intorno a una soggettività quindi diciamo questo problema dei funzionari dei soldi ancora non l'ho non non lo conosciamo perché mi abbia davvero cioè non so come siamo arrivati sin qui
E adesso ovviamente che toglieranno cure finanziamento pubblico non so come andremo avanti ma questa diciamo
Un'altra da un'altra storia devono svolto devono cedere sovranità devono costituirsi essere un processo costituente
Ma che immediatamente apre a breve ripetutamente eccede sovranità
Ecco e costruisce processi democrazia partecipata perché
C'è nordamericana c'è una straordinaria stagione di democrazia i progressi di democrazia progressive popolari che in Sud America noi noi diciamo come le repubbliche sudamericane magari
Magari perché quello che è successo in Brasile in Argentina
In Bolivia
Ma persino in Venezuela in questi anni qualcosa dal punto di vista della crescita economica della dell'inclusione sociale degli esclusi è qualcosa di straordinario rispetto a un Paese che invecchia piegato su se stesso eccetera
L'ultima questione eh ritorno simile alla prima cioè la responsabilità che ci si è assunti perché comunque
Io vedo un problema che allontana
Rispetto anche a quello che
Dobbiamo fare tra pochi giorni a Roma
Abbiamo riconsegnato incredibilmente a Berlusconi il ruolo di dominus della politica italiana uno statista
Che ha un un potere di
Influenza oltre il bello e il berlusconismo con mai diciamo a diciamo ha straripato
Questo per il nostro popolo tutto è un problema e quindi ci siamo allontanati da una prospettiva io penso che
Per tutte le ragioni che ha detto Marta ma ne aggiungo un'altra vincere a Roma significa invece riavvicinare una prospettiva anche perché Ignazio Marino
è un irregolare un come dire un
Rappresenta la destra del partito democratico ed è bene che ce l'abbia ma
è una personalità più trasversale che ci permetterà di vincere queste elezioni a fatica perché non sarà semplice perché quello che sta accadendo in questa città in questi giorni
Fa paura dal punto di vista delle clientele del mercimonio perché questo che sta accadendo quindi noi dobbiamo
Riacciuffare quella prospettiva
Vincere le elezioni perché cacciare la peggiore destra italiana la peggiore esperienza amministrativa che c'è stato a Roma dal dopoguerra ed è quella di
Alemanno ma anche per una questione politica
E cioè che intorno alla vicenda di Roma essendo che Roma parla al mondo al mondo
Una prospettiva di centro sinistra dove la dimensione della sinistra e concludo molto evidente come diventa molto evidente la questione della sinistra
Capitale lavoro un rapporto asimmetrico bene e fino a qui diciamo io penso che ci siamo tutti
Ora dobbiamo decidere che tra lavoro e precarietà e la il rapporto è asimmetrico
Poi dobbiamo decidere che tra lavoro e disoccupazione rapporto è asimmetrico poi dobbiamo decidere che rapporto asimmetriche anche tra uomini e donne
Ed è asimmetrico rapporto tra uomini e donne omosessuali è asimmetrico rapporto tra italiani emigranti allora questo per dire che i valori
Non sono così scontati quelli che vanno a ricostruire la la sinistra nel due mila tredici ma che vanno tutti rimessi infila fino al modello di sviluppo perché per noi
Bisogna ridare un piano industriale al Paese
Però bisogna declinarlo dentro il criterio della sostenibilità
Sociale ed ambientale ma non come nicchia non come green economy ma come grande straordinario passaggio di ricostruzione delle nostre politiche agricole meccaniche
Della logistica questa è secondo me
Un piano della sinistra del due mila tredici che incassa la questione della
Diciamo di partenza della asimmetria tra capitale e lavoro ma che la declina guardando al presente e non solo al Novecento
Allora
Simeana affrontato nell'ultima parte un pezzo importante che anche tu aveva affrontato che la sinistra
In realtà ha difficoltà a governare ha difficoltà a correre i processi economico processo industriale noi siamo in questa fase
Questo Paese sta andando insomma male dal punto di vista industriale
Tutti i settori le difficoltà
E e quindi una sinistra che è una sinistra che garantisce tutti precari minore limite che rilancia il lavoro rilancia gli assetti industriali
Come si fa in questa fase a pubbliche per forza di un partito che costruisca alleanze con i ceti attenti
Pensi che questo Paese possa portare avanti la crescita e non soltanto confrontarsi con l'arretratezza culturale cioè quale obiettivo di questa frase
Ma la
Prima fargli fare una battuta sulla perché non vorrei
Prima di risponderti sul sulla questione della rottura della rottura della fiducia io credo che l'espressione si è appropriata
E non vada messa sotto sotto sottoterra è avvenuta una rottura di un rapporto di fiducia
Ma è ora è Heavy è evidente nella nella sofferenza che ha in questo momento io sto girando l'Italia tutta la diciamo tutta la tutti iscritti del del Partito Democratico
Cioè non è immagino un po'una un partito in cui il cui fornitori che si ritrova ad avere letto in parte in Parlamento
Una delegazione parlamentare un quarto della quale si pugnala le spalle il fondatore del partito e è la è il segnale più evidente evidente non solo di una rottura del rapporto fiduciario ma di una problema drammatico dell'organizzazione dello stesso partito questa è un dato di fatto e non credo che sia stato nascosto diciamo nell'Assemblea nazionale mi sembra che sia un fatto evidente
è importante che in questa fase e la la raggiunta accordo sulla soluzione che consenta al partito di andare a congresso
Non venga malintesa da nessuno come è uno scampato pericolo pericolo esiste gravissimo la rottura del rapporto fiduciario cioè e la sua RIS come dire ricostruzione passa solo per la ricostruzione del partito
Quindi i propri PRIP problema che fino a due settimane prima di quell'evento era un problema percepibile che io
Come dire percepivo per quanto mi riguarda ma che moltissimi altri percepivano è diventato una fatto eclatante quel giorno e quindi c'è un problema di ricostruzione di una forma partito di una modalità di selezione dei letti questo perché per non lasciare dubbi a
Ma
Diciamo di sorta venendo alla questione sviluppo
Lo dobbiamo
Avere un'analisi della delle ragioni per cui il Paese da
Praticamente quindici anni si ritrova ad avere una crescente esclusione sociale Conte puramente una un blocco assoluto della della
Produttività questo è quello che l'Italia vive
Le ragioni di questo blocco della produttività sono legate alla
Assenza di innovazione perché le capitalismo non ci può non essere innovazione
Quindi
Semplice nella risposta perché le imprese italiane da dodici anni da tredici anni non realizzano innovazione adeguata e quindi non omento la produttività è un problema su cui
è il il il problema della della svolta dello sviluppo
Io credo che pesi enormemente su questo fatto la
Esistenza di
Di una possibilità alternativa
La possibile alternativa è stata la precarizzazione del lavoro il vecchio Paolo Sylos Labini ci ricordava molto chiaramente che il vero quando ricordava il ruolo dei sindacati ci ricordava che quello che fanno i sindacati e di impedire agli imprenditori
Di fare profitto scaricando sui lavoratori Salicandro sul salario questa strada
è stata aperta viceversa con un processo che non ha paragoni quindi creando creando questa piffero dei precari in Italia non è indotto a mercato indotto da scelte di poli di politica economica quindi vanno smontate che non siamo riusciti ancora non è smontarle
Quindi lo smontaggio
La
Lo smontaggio di quelle condizioni che hanno determinato la moltiplicazione delle modalità contrattuali quindi la possibilità di far toghe oggi un giovane anche quando entra mercato del lavoro entra un salario che
Enormemente inferiore a quello cui sarebbe entrato quindici anni fa è parte della ragione per cui non si innova nel nostro Paese
Un'altra parte di questo è legata alla
Macchina pubblica alla macchina dello Stato ricordiamoci che noi siamo un Paese che non è in grado di intercettare
Un numero perché se no così ce lo ricordiamo che io non è in grado di intercettare i fondi che in Europa ci sono per la ricerca
Noi contribuiamo a bilancio europeo per il sedici per cento ma la parte di fondi che non sono Preah segnati all'Italia che sono quelli con cui ho lavorato io
Ma i fondi che li pedicure che li per i quali i Paesi concorrono l'Italia ne porta a casa l'otto per cento quindi l'abbiamo
Un sistema di ricerca un sistema universitario che non riesce oggi
Ha poi a a intercettare i finanziamenti per la ricerca
Un sistema evidentemente anche all'interno del mondo universitario che è un tema fondo molto rilevante il quale finisce per espellere
Persone di estrema competenze capacità
Ancora più grave che non riesce a valorizzare negli nel nel fenomeno di immigrazione non abbiamo l'immigrazione
Di qualità abbiamo immigrati che sono costretti a svolge l'attività di lavoro che sono largamente inferiore alle loro quindi abbiamo un Paese che continua a essere assai poco concorrenziale e questo è è un Paese che liberale non lo medi ventata uno liberista liberale
è un Paese nella quale l'accesso alle professioni rimane estremamente chiuso l'accesso all'università rimane chiuso e che non barocche
In
Che correttamente educare e istruisce
Ragazzi figli di immigrati che arrivano in questo Paese finalità diciassette anni poi espelle perché poi questo è il sistema che esiste e non non li non li non gli dà la possibilità quindi è un po'un Paese non so che che riesce in un colpo solo a commettere un atto che
Di ovvia drammatica esclusione sociale demenziale dal punto di vista della redditività del risorse investite
Credo che queste ragioni siano di estrema importanza politica industriale che non voglio scappare sulle sollevata
La vecchia politica industriale
Che consisteva sostanzialmente nel versare risorse pubbliche all'interno di imprese decotte sotto il ricatto della minaccia dei licenziamenti perché questo non abbiamo vissuto e ovviamente diciamo
Non ha pagato
Questo ha dettato non significa però che non esista una politica industriale che consenta di lavorare dal lato della domanda quest'anno abbiamo tentato dell'operazione di questo tipo si potrebbero
Tentare una scala estremamente più ampia
Si riversa
Sulle imprese italiane una enorme quantità di domanda pubblica domanda pubblica per beni pubblici dal dagli autobus alla al I treni alle Ferrovie questa domanda pubblica che riguarda il modo in cui noi di
è una dote è una domanda che oggi tende
A scappare all'estero anche essa
Quindi la nostra non politica industriale è arrivata al punto da non incentivare danno stimolare da non promuovere dal lato della domanda pubblica
Una domanda nei confronti del nostro sistema dell'impresa è un caso con cui durante quest'anno ci siamo battuti che dove non siamo riusciti arrivare a capo di nulla riguardo ad esempio nel sud l'esempio della produzione ferroviaria allora una strada che quest'anno abbiamo iniziato è una strada che esiste in Francia che è assolutamente concorrenziale della strada che
Che
Qualifica la domanda pubblica
Individua quali sono il SIS della parte del sistema industriale italiano che contino avere una delle meccaniche migliori del mondo la capacità di corrispondere a questa domanda pubblica e l'ha indirizzata punto di vista innovativo dell'innovazione energetica dei tempi
Di utilizzo di e altri profili di innovazione le ha l'Aula indirizza verso il sì la PAC quella parte del sistema industriale che è in grado di soddisfarla questo la Francia lo fa da tempo
Questa sicuramente una strada
Un'altra
Strada che però io vedo importante che avevo voluto cogliere all'interno del piano del lavoro della CGIL che aveva diciamo elementi
Diciamo interessanti elementi meno interessanti un una una cosa evidente su cui è possibile perché ne abbiamo provati rilancio immediato è quello di un grande progetto
Di manutenzione del territorio del nostro Paese e del patrimonio culturale del nostro Paese
Che sia il più possibile governate gestita dalle popolazioni che vivono dei territori questa è una strada evidente è una strada che però questa sì va a sbattere contro un vinca le ore europeo
Significativo e quindi che
Richiede che contempla mente si affronti sul piano dell'Europa
Una cosa e qui il Governo Monti ha messo sul tavolo ma che devo dire la verità anche per l'assenza di una di un dibattito politico nel Paese non è stata affrontata che Hill utilizzo della flessibilità del patto di stabilità interno per quanto riguarda gli investimenti
L'Europa nel suo complesso sotto mettendo al patto di stabilità anche gli investimenti fa quello che si facesse un'azienda la condannerebbe alla morte se un'azienda per che ha problemi di bilancio non rimpiazza il capitale
Qui neanche a livello del deprezzamento tutti sanno che un'impresa destinata alla fine noi in Europa lo stiamo rimpiazza Ando il patrimonio nel caso nostro questo impedisce lo sapete perfettamente in migliaia di comuni e il giro del paese di realizzare
Investimenti che sono fondamentali per le per le città
E con la parola cita vengo all'ultimo dei punti che che rappresentano la costellazione ma diciamo l'ultimo dei punti sulla parte produttiva che cosa la costellazione di un d'una operazione di sviluppo
Ed è un intervento per le città noi abbiamo città del del Centro-Nord del Paese
Che hanno piani strategici di sviluppo che li hanno realizzati che hanno intercettato a livello amministrativo quella
Borghesia urbana creativa cui facili prima riferimento ma che si trovano nell'impossibilità di nel dire di realizzarle
E e questo è un elemento drammatico perché oggi sappiamo perfettamente che una grande parte della innovazione qui dell'aumento della produttività viene dalla mobilitazione di quella cento urbano creativo regolare o irregolare che in tutti i Paesi è un volano è un volano di crescita l'ultimo dei punti non dobbiamo dimenticarci allo e quello del welfare
La
E non ha
E e si tratta di ritornare qui sì di ritornare ha un'idea straordinaria che era stata un'idea anche nella storia del nostro Paese
Noi abbiamo una quota di occupazione di produzione del welfare che è largamente inferiore a quella di tutti gli altri paesi industriali
Lo sviluppo delle dei servizi per l'infanzia e per gli anziani
Prima di tutto
E dei servizi sanitari rappresenta non soltanto in una fase in cui i redditi sono particolarmente mortificati
Una indispensabile aiuto a famiglie che non hanno la capacità di presidiare alle fasi più delicate della vita dei loro familiari la fase iniziale la fase finale
Ma rappresenta un volano enorme di tecnologia perché sappiamo perfettamente che oggi sono servizi che consentono un forte tiraggi di tecnologico lo sviluppo del e rilancio del service servizi da Guelfa ripristinando quei fondi per il welfare e che sono stati
Cancellati dal Governo Berlusconi e che noi non siamo riusciti e che non sono priorità neanche in questo momento che non sono preda di questo Governo
A mio parere rappresenta un pezzo fondamentale del del rilancio dello sviluppo
Volevo solo dire una cosa l'importanza diciamo di rendere credibili le cose che si dicono
Che passa come ha sostenuto nel mio intervento attraverso
La
Condivisione di un metodo di governo che ho definito sperimentale è essenziale anche tu hai parlato prima ma quali quali sono
Quali qual è il blocco sociale di riferimento che noi abbiamo in questo blocco già riferimento in questo Paese non ci possono non stare
I non solo i giovani precari ma anche ceto medio non possiamo mollare il ceto medio ceto medio fatto di micro commercianti allora il punto qual è ricordiamoci che
Che anche il ceto medio e così precari hanno sempre davanti a sé due strade o tu credibilmente gli stai costruendo un'alternativa
Per cui gli chiedi di votare atti e gli chiede di essere contenti perché c'è un itinerario effettivo alternativamente cosa fa il ceto medio ceto medio vota
Per quello che gli garantisce a breve termine il condono non è che
Lo spostamento di voti sul Partito delle Libertà è stato un errore di una parte del popolo italiano che non ha capito chi erano
è stato un atto voluto nella quale era talmente poco questo è il problema era una carenza
Di radicalità da parte del centrosinistra non un eccesso e non è qua un problema di Sini questo ma in questo all'eccesso di sinistro censo di destra
Un eccesso di radicalità nel disegno di rinnovamento noi abbiamo bisogno di dare un segnale che quando
Intendiamo una radicale trasformazione di servizi della scuola dei servizi dell'infanzia
Della politica che reali della industriale dall'alto dalla domanda noi siamo credibili perché se non lo siamo
Se diamo semplicemente la sensazione di essere un pochino più legalitario i un po'meno collusivi degli altri si vota per l'originale se la sensazione che il Paese è destinato
A non cambiare a questo punto io mi io voto per Kimi condono era
Il se
Il il i miei comportamenti illeciti
Nudi
Ringraziamo tutti per la partecipazione per il dibattito
E ci vedremo in futuro a costruire un campo largo dal signor
Da
Un'altra
Tale lotto
Il
E
Per o
Ma
Illuminano