15MAG2013
stampa

La riforma della Giustizia approda in Senato

CONFERENZA STAMPA | Roma - 11:20. Durata: 1 ora 24 min

Player
Partecipano: Lucio Barani (senatore del Gruppo Autonomia e Libertà), Rita Bernardini (ex deputata radicale e capolista alla Camera della Lista Amnistia Giustizia Libertà), Giuseppe Rossodivita (avvocato, Segretario Comitato Radicale per la Giustizia Piero Calamandrei), Maurizio Turco (ex deputato radicale e capolista al Senato della Lista Amnistia Giustizia Libertà).

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "La riforma della Giustizia approda in Senato" che si è tenuta a Roma mercoledì 15 maggio 2013 alle ore 11:20.

Con Rita Bernardini (ex deputata radicale e capolista alla
Camera della Lista Amnistia Giustizia Libertà, Radicali Italiani), Lucio Barani (senatore, Grandi Autonomie e Libertà), Maurizio Turco (ex deputato radicale e capolista al Senato della Lista Amnistia Giustizia Libertà, Radicali Italiani), Giuseppe Rossodivita (avvocato e segretario del Comitato Radicale per la Giustizia “Piero Calamandrei”, Radicali Italiani).

La conferenza stampa è stata organizzata da Radicali Italiani.

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Amnistia, Barani, Carcere, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Diritti Umani, Diritto, Garantismo, Giustizia, Gozi, Italia, Parlamento, Radicali Italiani, Riforme, Riformismo.

La registrazione video della conferenza stampa dura 1 ora e 24 minuti.

Oltre al formato video è disponibile anche la versione nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

11:20

Organizzatori

Radicali Italiani

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Balsamo
Faccio un socio
Buongiorno benvenuti a questa conferenza stampa che è stata annunciata nella giornata di ieri per un fatto che ha un significato
Crediamo politico molto importante
A questo tavolo vediamo presenti il senatore
Barani Lucio Barani del gruppo autonomia e libertà
è presente l'ex deputato radicale tesoriere del Partito Radicale Maurizio Turco e l'avvocato Giuseppe Rossodivita che è anche Presidente segretario dell'associazione
Calamandrei per la giustizia associazione radicale
Qual è la notizia che vogliamo dare
Purtroppo in questi giorni hanno ormai da tempo sentiamo parlare e di giustizia
In termini che purtroppo non riguardano la vita di tutti i cittadini italiani e stiamo parlando e di milioni e milioni di persone
E e d'altra parte abbiamo ricevuto con un po'di preoccupazione alcune dichiarazioni che sono arrivate da esponenti del Governo che hanno dichiarato ufficialmente che non si occuperanno del tema della giustizia e chi no anzi che non è all'ordine del giorno il tema della giustizia mentre noi riteniamo
Che si tratti della più grande questione sociale e civile
Che sul tappeto per gli italiani e il mal funzionamento della giustizia potremmo dire una giustizia fuorilegge
In realtà riguarda la vita degli italiani tanto da sconvolgere anche la
Lo stato di diritto e la possibilità di una dita sociale e civile serena
Sono anni sono almeno trent'anni
Che in particolare come radicali e in questi giorni proprio ricade l'anniversario il diciotto adesso di questo mese della morte di Enzo Tortora e di quella
Vicenda attraverso la quale
Che i radicali presero subito incarico attraverso la quale
Enzo Tortora fu protagonista di una grande campagna per la giustizia
Per la responsabilità civile dei magistrati
Sono anni dicevo decenni che si parla di questa riforma che però non approda mai annienta nel frattempo però sono trentatré anni per l'esattezza
Che l'Italia e condannata dalla Corte europea dei diritti dell'uomo per l'irragionevole durata dei processi violazione dell'articolo sei della Convenzione
E per le condizioni disumane e degradanti in cui e quindi disumane e degradanti vuol dire tortura in cui si trovano i detenuti nelle nostre carceri violazione dell'articolo tre della convenzione
E e in
In questi trent'anni quello che possiamo affermare con certezza che non solo non c'è stata la riforma della giustizia ma il il nostro Paese semmai
Chiunque abbia governato dobbiamo dirlo centrodestra o centrosinistra semmai affatto e passi indietro nel senso che la situazione si è ancora di più aggravata
E c'è un aumento a dismisura dei procedimenti penali e civili pendenti
E così come la situazione delle carceri ha visto un recentissimamente quindi la situazione si è
Ancora di più aggravata
La Corte europea dei diritti dell'uomo non solo condannare l'Italia ma il nostro Paese quindi ma anche darle un ordine
Per il quale entro un anno il nostro Paese deve rimuovere le cause strutturali che sono che determinano i trattamenti disumani e degradanti nelle nostre carceri
Il deposito che il senatore Barani affatto di e
Tutte le proposte di legge che la delegazione radicale
A depositato nella scorsa legislatura
Sia alla Camera che al Senato riguardanti la riforma della giustizia alla condizione
Delle nostre carceri credo che sia una elemento importantissimo di fronte
A chi a parole solamente a parole dice di
Volerla fare questa riforma
Ma tutto questo poi nei fatti sappiamo che non si traduce in niente di significativo ed importante che possa
Perlomeno dimostrare
Una intenzione
Di i inversione di intendenza d'altra parte nelle questo voglio dire
Noi radicali abbiamo ormai da tempo possiamo dire dal duemila e cinque con forza quando si tenne
Quella marcia Perrone l'amnistia la giustizia la libertà alla quale partecipo anche l'attuale
Presidente della Repubblica oltre che
Numerosi senatori a vita fra cui Francesco Cossiga da quel momento abbiamo ritenuto che fosse necessario
è proprio per fare la riforma della giustizia a partire da una grande amnistia
E come sappiamo però nel due mila e sei con il Governo Prodi e in questo caso
Si ebbe una maggioranza importante qualificata dei due terzi quindi d'accordo centro destra e centro sinistra si fece l'indulto ma non si fece l'amnistia pure essendo
Il ministro da allora il Ministro della giustizia Mastella favorevole al provvedimento di amnistia
Quindi potremmo
Dire come disse Tortora quando
Fu completamente esca Gela scagionato dalle accuse infami che gli erano stati
Rivolte per le quali era stato processato condannato e poi assolto potremmo dire dove eravamo rimasti perché qui bisogna Sempre ripartire da capo e
Il deposito di queste proposte di legge risponde anche alle obiezioni
Di quanti ci dicono beh no all'amnistia no bisogna fare ben altro bisogna fare le riforme e a quel punto lì sentite snocciolare
Che l'elenco quasi un rosario bisogna modificare la Bossi-Fini che bisogna modificare
La Fini-Giovanardi la carcerazione preventiva uno scandalo bisogna modificare la legge sulla custodia cautelare in carcere
Ma dopodiché a questo sul nocciolo mento diciamo di
Delle dei grani del Rosario poi non succede alcunché
Allora possiamo dire che
Noi grazie al senatore Barani depositiamo gli strumenti
Per la riforma della giustizia strumenti che evidentemente
E sono lì per essere discussi
E e
E qui apro e chiudo con una questo capitolo perché
Se sentite parlare della giustizia o delle carceri in televisione
E nei dibattiti televisivi e ciò accade
Raramente anzi per le carceri qualcosa si è visto molto poco sappiamo anche che c'è stata la condanna recentemente del
Del TAR ma sulla riforma della giustizia proprio il dibattito è assente se ne sentiamo parlare ne sentiamo parlare solo
In modo scandalistico Perrelli processi in corso che riguardano
Il
L'ex presidente del Consiglio Berlusconi
Ho oppure oggi è su tutti network Corriere punto it Repubblica punto it
Gli arresti che si sono verificati a Taranto anche lì direttamente carcerazione per l'arresto del Presidente della
Provincia di Taranto
Quel di questo ecco questo è l'oggetto della
Giustizia la spettacolarizzazione soprattutto se di mezzo ci vanno personaggi famosi ma poi la giustizia che riguarda i cittadini
Che non riescono a vedere la fine dei processi
E che non riescono ad aprire giustizia ecco di questo sui mezzi di informazione non se ne parla proprio e non c'è alcun dibattito
Allora io darei subito la parola al senatore Lucio Barani
Ringraziandolo veramente di cuore per questo gesto importante poi tu fai parte della Commissione giustizia e quindi potrà seguire direttamente molte di queste proposte di legge
Grazie ritta dividerci tutto voglio ringraziare i radicali prima avevo dato la possibilità
Assieme a a loro di di presentare un numero nutrito di
Proposte di legge già quasi tutte calendarizzate già assegnate e pronte per la calendarizzazione che messi tutti assieme fanno quella riforma necessaria
E poi ma volevo sottolineare il fatto che io mi sento uno socialista come sono dovute
Segretario del nuovo Nappi essi i socialisti riformisti non socialista radicale esistente anche a lei sì sì che oltre alla testa del partito radicale
E e sono uno di quelli silenti che molti molti anni fa
Alle europee ha votato in su Tortora quindi
Ho il diritto di poterne per parlare e nessun per parente mi può impedire di fare per questo perché
L'appalto la parte biologica appartiene alle figlie la parte politica nel momento stesso che uno accetta una candidatura e accetta di fare il presidente Palenzona di scale appartiene a tutte
E alla schiera di persone
Che lo hanno votato perché se non ci fossimo Stati noi lui sarebbe mal cito nelle patrie galere senza averne giustizia quindi i radicali hanno perverso che lui avesse ingiustizie
E e noi vorremmo assieme alla cultura riformista scusa socialista una radicale non vorremmo che tutti gli italiani
Avessero giustizia e partiamo subito da
Un imperativo basta
Dirle che vogliamo fare la riforma della giustizia devono fare punto e basta il perché è un medico per come emendato alla Commissione giustizia perché la giustizia italiana è ammalata
è gravemente ammalata è moribonda lo dico io lo dice la Corte europea
Loro dicono lo dicono tutti voi andate a vedere tutti i colleghi sono i parametri
Europea e internazionale noia gravemente amata è moribonda
E allora visto che la sanità italiana dove io ho fatto sette anni il membro del Commissione affari sociali a una salita che al secondo opposto nel mondo quindi è molto alta
Anche se bisogna fare sempre di più
E quindi vorremmo che anche la giustizia fosse a quel livello che fosse farà le prime in Europa e e e nel mondo quindi
Già leggerlo voi un po'facendo queste proposte
è e io impegnandomi a Falletti calendarizzare nella riunione dei capigruppo di ieri ho già chiesto che venissero calendarizzate tre delle mie proposte e credo che la prossima settimana verranno
Che il calendario zattere
Che sono quelle della lobby dei magistrati di una legge del mille novecentoquarantuno verità non li abbiamo
Delle leggi che risalgono al trenta gennaio novecento per quarantuno vi faccio un esempio pensate se
Io un medico dovesse attenersi alle cure che facevano nel quarantuno il paziente era bene che è morto perché adesso abbiamo nuove forme di terapie
All'avanguardia giornate sulla giustizia rimaniamo al quarantuno al periodo dell'era mussoliniana e siamo anche in buona parte del Codice Rocco appunto appunto
E perché tiene lasciati questi terreni leggi per la lobby dei magistrati per tua vere il potere continuare a lucrare a guadagnare fuori anche da loro attività
Lavorativa
Faccio l'altra per considerazione facciate il blocco considerazione e poi
Ovviamente e termino che sono due considerazioni forti
E faccio sempre un esempio
Un esempio per farlo capire sanitario per farla
Capire meglio d'altronde la parabola è uno strumento che andato duemila anni di storia cristianesimo ex crescendo
Di
Di poterci si esprime o meglio voi pensate se un medico un chirurgo
Su o gli interventi su cento interventi che fa il quarantaquattro per cento asporta un rene
E di questo quaranta per cento da sport azioni il cinquanta per cento i suoi interventi quindi il venti per cento non verrà trasportare
Ha sbagliato
Quindi ha portato un paziente in dialisi
Apportato uno ad essere rovinato per tutta la vita
Quell'medico gli si prende la laurea gliel'si straccia lussi mette in galera
Lì si fa pagare civilmente tutti i danni chi e che che fa egli e non gli si fa più fare la professione
Perché ho fatto questo esempio perché calza con la giustizia perché il quaranta per cento dei nostri carcerati
è in attesa di giudizio e di questo cotanta per cento le statistiche che è una scienza è una scienza esatta la statistica
Il cinquanta per cento è innocente quindi gli è stato asportato un rene a questo cinquanta per cento che non gli doveva essere asportato e perché dico che è andato in dialisi
Perché patisce lui la sua famiglia la sua attività giuridica lavorativa hanno delle conseguenze per tutta la vita
Quindi rimane per tutta la vita in dialisi
Non è più possibile fai nemmeno il trapianto e allora questo medico che ha fatto questo ruolo è partita
Pagati con la professione di mandare a fare un altro mestiere
Come devono andare a fare un altro mestiere tutti quei magistrati che continuano a giocare con la vita altrui
A loro e c'è la gente in carcere e l'Italia c'era più alta percentuali di suicidi
C'è morti e di morti e di morti c'è in carcere manca viene tolta la dignità
La dignità umana
Perché sono posso letti tali strutture perché sono sovraffollate perché solo è questo
è questo che
E e e l'altro messaggio forte è quello di rivolgerci atta a quello che è costituito dal mio punto di riferimento il Presidente da Berlusconi e di dire basta
Deve
Richiederò un colloquio di questa associazione per dichiaro
Quando non si fanno più proclami di di riforma si fa la riforma e ci dobbiamo battere sulla riforma e se non viene fatta riforma sulla giustizia questo Governo deve dare a termine deve morire
Non serve a niente altro perché la riforma la mancanza di riforma di giustizia
è un costo per la collettività il processo di medi prendo un esempio il processo di Milano o costa qualche milione di euro che sono tolti alle pensioni degli anziani
Alle pensioni minime sono tolte a le donne agli agli anziani che pagano il ticket
La gente si leva il pane di bocca per
Pagare il ticket e abbiamo
Dei magistrati che per loro soddisfazione personale per farsi vedere per compiacersi farlo di processi inutili
Ma quanti sono i processi inutili che vengono fatti in Italia questa obbligatorietà dell'azione pedale ma dove sta scritto in quale Paese del mondo solo l'Italia solo in Italia i processi vanno fatti quelli veri
Quelli seri non quelli per
Per diventare sindaco qui si fanno i processi per diventare
Leader di un partito per diventare sindaco per andare
A
Ovviamente in televisione per compiacersi nei confronti degli amici dei parenti e un autoreferente autoreferenzialità ed è per questo che io ritengo e termino noi
Noi di cultura socialista e siamo in tanti trasversali
Ci sono anche nel Pd che sono ancora c'era ancora quella cultura un po'troppo comunista che se la dovrebbero spogliare perché il garantismo il Salento della vita della
La politica ultima considerazione
Su l'amnistia ed indulto ma i nostri padri costituenti
Quando hanno fatto l'amnistia del quarantasei
Era loro degli sprovveduti o lo hanno fatto perché bisognava ricostruire non bisognava fare trent'anni di processi l'uno contro l'altro
E quando i nostri padri costituenti hanno messo nella Costituzione l'immunità dei rappresentanti del popolo perché lo hanno fatto
Lo hanno fatto per
Per bilanciare i poteri perché nessun potere doveva prevalere su un altro perché a persone intelligenti
E se nell'ottantanove è stato fatto sull'ultima amnistia nell'ottantanove vicobello novanta rimangono ottantanove novanta che è servita
è servita a tutti quindi vigenti del Partito comunista che prendevano i soldi dall'Unione Sovietica epigrafe quella mistica nessuno è stato processato perché dopo che è andato giù il muro gli elenchi sono venuti fuori
Quindi
Prendevano i soldi per vendere il suolo italiano a potenze straniere
No e adesso hanno goduto dell'indulto gli stessi che hanno goduto dell'indulto adesso non vogliono che si faccia l'indulto
Ultima poi millimetro il cerotto abbiamo presentato anche uno su quarantuno bis certi
Allora e di noi siamo tra quelli che dice che abolito il quattro bis perché prevenire molto meglio perché e che curare e non si può torturare nessuno non si può ucciderebbe come ha permesso a pena di morte
Il carcere deve essere rieducativo lettori le pene devono essere anche alternative e nessuno deve essere messo in carcere tre intimamente
Per farlo e parlare sotto tortura ecco per tutte queste considerazioni io ritengo di poter dire che
Ci batteremo forse non ci riusciremo ma ci batteremo fino alla fine per far sì che anche in Italia
La sanità non sia più malata attinenti
Il migliore offerta la mia funzione è quello di un medico imprestato alla sanità per curarla e per farla guarire o farla star meglio nell'interesse ovviamente di tutti i cittadini
Grazie
Specie inique
Grazie a Lucio Barani bisogna ricordare che c'è anche una massa di magistrati che
Silenziosamente fa il suo lavoro in grandi rivolta
E forse forse sono la maggioranza ma purtroppo si trovano stretti in
In queste leggi che fanno della magistratura che semplicemente dobbiamo ricordarlo ci sono persone che fanno un concorso che quindi non hanno responsabilità
E di tipo politico
E ci sono queste persone che e sono unite in una purtroppo corporazione ma sappiamo che non tutti fanno parte di questa corporazione che la maggioranza dei magistrati
E cerca di fare al meglio con le leggi che ci sono
Il proprio lavoro
E lo fa in modo silenzioso non spettacolare come purtroppo siamo abituati a vedere
Diceva Lucio Barani queste più il garantismo non dovrebbe essere né di destra né di sinistra né di centro
E infatti posso comunicare che le medesime proposte di legge che sono state di pur depositate dal senatore Lucio Barani
Saranno depositate anche alla Camera dei deputati da in deputato del Partito Democratico Sandro Gozzi non a caso anche lui è iscritto alle Partito Radicale
E stamattina ascoltando per radio radicale l'annuncio di questa conferenza stabili stampa mi ha subito chiamato per dirmi Rita ci sono anch'io le vostre proposte di legge e saranno depositate tutte
Io volevo dare la parola adesso a Maurizio Turco perché
No voglio ricordare e che in questa legislatura non c'è né un deputato nei un senatore radicale
E che ci fu una
Famosa dichiarazione almeno per noi è famosa
Di Bersani che disse non vogliamo una legislatura tribolata
E per questo non l'abbiamo fatto l'accordo con i radicali perché vogliamo stare tranquilli governare con tranquillità perché tanto vinceremo le elezioni
E quindi non vogliamo fra i piedi ticket radicali che ci hanno fatto vivere una legislatura tribolata
Vedete il fatto in noi non abbiamo più fatto operato insomma i risultati sono tutti del sotto allora
Gli occhi di tutti insomma questa mi sembra una legislatura più che tribolata
E io devo dire
Passando la parola Maurizio Turco e che nulli abbiamo molto tribolato pure essendo stati coerenti e leali fino alla fine
E non essendo usciti pure essendo delegazione dal gruppo del PD
Ma insomma soprattutto sui problemi della giustizia soprattutto sui problemi
Della trasparenza soprattutto sui problemi istituzionali della legge elettorale del finanziamento pubblico dei partiti
Insomma la legislatura tribolata questi cinque anni che abbiamo alle spalle l'abbiamo vissuta crediamo soprattutto noi la parola a Maurizio Turco
Grazie ma
Nell'elenco i titoli di queste proposte di legge
Ricalcoli in qualche modo però quella che è una storia
La storia dei garantisti di questo Paese che si è spiegato nel corso dei decenni attraverso innanzitutto all'origine
Del referendum cioè abbiamo cercato di far
Legiferare il cittadino nel momento in cui il Parlamento non era in condizioni e comunque non era
Non aveva le capacità di poterlo fare e quindi quel dove siamo rimasti o dove eravamo rimasti
Resta un interrogativo a cui
Dobbiamo dare dobbiamo dare risposta e la risposta è che siamo rimasti al tradimento perpetuato nei decenni
Di quel referendum Tortora che l'ottanta per cento
Dei cittadini avevo votato perché il Parlamento quasi all'unanimità ha subito ha subìto tradito
Tradendo non solamente la lettera di quei referendum ma praticamente vanificando quello che
Lo strumento lo strumento referendario allora ripartiamo
Da un metodo che è lo stesso metodo che con
Fortune Bargellini porta al
A al divorzio cioè deputato socialista il
Deputato liberale che riesce a fare
Della propria attività parlamentare una
Priorità e con il sostegno politico esterno all'istituzione
Riesce
A fare incardinare discutere
Alcune proposte di legge riesce a farle diventare legge desse affare la riforma di un qualcosa che non solo per il nostro Paese
Un cardine dello stato di diritto e quindi mancando un dato fondamentale dello Stato di diritto ci troviamo a vivere in quello che è
La stessa lo stesso Comitato dei Ministri del Consigliere d'Europa ritiene essere messo in pericolo costantemente da trent'anni e cioè la democrazia in questo paese che di tutta evidenza
A seguito di tutto quello che noi sappiamo ma lo sappiamo anche grazie
Alla Corte europea dei diritti dell'uomo che costantemente
Condanna condanna unitarie per violazione dei diritti umani dei cittadini di questo Paese di tutta evidenza non solo mette in pericolo lo stato di diritto
Evidentemente lo stato di diritto in questo Paese e qualcosa da conquistare non certamente
Da difendere
Credo che anche le vicende delle degli ultimi giorni
Dica un po'lunga su quanto è importante
La riforma della giustizia e quanto è devastante sia devastante invece lo stato della in giustizia in cui in cui in cui viviamo Enzo Tortora è stato uno forse centinaia di migliaia di italiani innocenti che sono passati
Dal carcere è stato uno che è riuscito ad incarnare anche
In
In ragione della sua
A popolarità di essere nulla
E che proprio forse grazie o a seguito di quella popolarità che ha pagato quel prezzo come
Ci son tanti che
Penso per esempio ma Nicola Cosentino che in ragione del fatto che son politici pagare il fatto di dover essere
Nasce necessariamente i referenti politici dei camorristi e che quindi si trova a dover scontare
Io credo ingiustamente gli inutilmente una carcerazione preventiva che nulla a che fare con
Le necessità e le previsioni
Di legge previste per la carcerazione preventiva e che danno così il loro contributo e lo danno direttamente con
La lo la privazione
Dell'anno loro libertà e in un modo o nell'altro ognuno per fatti suoi con la sua storia con le sue discende giudiziarie rappresentano dei casi di cui il caso Tortorelle semplificazione
Dell'inno c'è anzi dell'estraneo
Che finisce in galera viene anche condannato a dieci anni non dimentichiamolo si dimette con
No si dimette da da da da parlamentare e affronta il giudizio
Che è il giudizio sulla giustizia italiana
Che da allora non è cambiato nel giudizio nella giustizia
E quindi si ripropone la necessità e l'urgenza di amnistia giustizia e libertà in questo Paese
E quindi come dire ripartiamo da Barani e partiamo da Barani adesso ripartiamo da baronia Gozzi e speriamo
Con forza nostra di Lucio Barani di non solo mettere all'ordine del giorno queste proposte di legge di seguire
Che ci sia
Un dibattito e quindi
E un vuoto di portare a conclusione queste discussioni cercando di raccogliere ovunque in tutte le famiglie politiche
Presenti in Parlamento le adesioni necessaria finché si svolga
Questo dibattito si arrivi
Alla
Alla riforma della giustizia
Mi scuso di dico e si prepara si volgeva dei quesiti referendari per ritornare
Al passato i più visto che è trasversale c'è dei dei parlamentari del PD
C'è dei parlamentari eletti come me nel e PdL e c'è tante altri parlamentari che la pensano come e noi sotto la regia
Di Bernardini e tutto fare proprio dei quesiti referendari per iniziare andare in piazza a prendere e le firme costringe quindi il Parlamento a legiferare per non andare incontro ai referendum che questa volta credo che il popolo italiano in maniera numerosissima o andrà andava a votare perché e sentita la riforma della giustizia
Sia
The d'accordo direi anche pronti però si fa presto a dire referendum nel senso che
Per fare una campagna referendaria ci vogliono mezzi noi i quesiti praticamente l'abbiamo quasi pronti
Già sappiamo le quali sono le difficoltà anche per esempio noi abbiamo avuto tutta una serie di referendum che non sono potuti arrivare al voto
Per la mannaia della Corte costituzionale referendum perfettamente costituzionali pensa che nel
Duemila
Il referendum sulla responsabilità civile dei magistrati che avevamo ripresentato non fu ammesso dalla Corte costituzionale al voto quello solo per una ragione politica
Perché era sostanzialmente lo stesso che era stato proposto pochi anni prima
Con Enzo Tortora ed era andato al voto quindi c'abbiamo lì anche un'altra parte politica
Che almeno speriamo che le cose siano migliorate fino a un certo punto ha agito
In questo modo dichiarando inammissibili dei referendum a chi lo erano perfettamente
Io voglio anche ricordare che queste proposte di legge non solo solamente il è frutto della
Elaborazione
E radicale e del Partito radicale di radicali ma noi abbiamo avuto anche il supporto di tante associazioni soprattutto
Quelle e che si occupano di carcere quindi che vivono
E che sono formate anche da detenuti come ristretti orizzonti
Una rivista oppure anti una rivista che dà anche una
Un notiziario quotidiano informatissimo su quello che avviene
Nelle carceri ma anche Antigone e poi c'è la nostra
Associazione di cui è segretario ed ogni testa il detenuto ignoto non per esempio qui c'è una proposta che l'anagrafe pubblica delle cacce perché guardate
Anche il fatto della trasparenza e della conoscenza
è fondamentale perché nelle carceri e non avvengano
I fatti che purtroppo siamo costretti
E alleggerendo nitrati letti purtroppo dei giornali quindi
Quella proposta a questa proposta di legge noi ci teniamo l'antichissimo così come a quella dell'istituzione del Garante nazionale dei detenuti anche per dare una tutela giurisdizionale
Ai detenuti così come ci ha chiesto la Corte europea dei diritti dell'uomo vedete
Un po'a tutte queste proposte sono anche raccolte voi non ci crederete da una
Risoluzione che fu approvata dalla Camera dei deputati
E di cui fu autore e il l'avvocato Giuseppe Russo di vita non ce lo potevamo immaginare nulli delegazione radicale che praticamente all'inizio nel gennaio del due mila nove all'inizio bella legislatura fosse
Accolta una
Risoluzione che prevedeva tutta la riforma della giustizia che adesso
è
In queste proposte di legge che sono state depositate dal senatore Barani per cui do la parola
A Giuseppe res di vita se fosse stato dato seguito a quella mozione approvata e che quindi aveva la forza
Della copertura di del voto da ora in Parlamento
E forse oggi non ci troveremmo nella situazione che stiamo vivendo la parola a Giuseppe Rossodivita
Grazie Grassi Rita
Sì per
Fare un po'il punto della della situazione perché in realtà come sappiamo in Italia in questo Paese
Dove sarebbe opportuno che tutti fossero consapevoli del fatto
Enunciato prima da Maurizio Turco
Per cui lo Stato di diritto qui non è da difendere mai da conquistare cioè purtroppo noi siamo in una situazione nella quale
Non si può neanche parlare di battaglie a difesa del lo stato di diritto ma si deve parlare di battaglie per la conquista dello Stato di diritto in questo Paese
Tante volte si è
Parlato appunto di riforma della giustizia con la piena consapevolezza da parte di tutti gli attori politici e come dire degli operatori del diritto di trovarsi di fronte ad una situazione totalmente fallimentare e ad uno stato incapace di rendere sia sul versante penale che sul versante civile una giustizia che possa definirsi giusta
La Corte europea dei diritti dell'uomo
Lo ricordava prima Rita non solo da ultimo con la sentenza pilota ha fatto riferimento alla strutturale violazione dei diritti umani dei detenuti italiani
E io mi chiedo come questo e chi ce li hanno non possa come dire farsi strappare i capelli cioè noi viviamo in uno Stato in cui strutturalmente vengono lesi i diritti umani
Ci sono dei Paesi centra africani rispetto ai quali noi ci riteniamo civili che invece sono molto ma molto più civili di noi per questo ne dobbiamo conquistare lo stato di diritto
Nonostante
Tra appunto l'illusione la pia illusione determinata dalla disinformazione di regime di trovarsi appunto in in uno stato in uno stato civile
Rita parlava del referendum sulla responsabilità civile dei magistrati
Bocciato dalla dalla Corte costituzionale proprio in una di quelle occasioni poiché vengo alla mozione
Forse era il settembre dell'anno prima due mila otto ora non ricordo chi fu
Una importante almeno illusi come me ritenevamo potesse essere importante
Tre giorni organizzata sostanzialmente dall'UDC visti gli stati generali della giustizia si trattava di un settembre forse del due mila
No no adesso
Cioè adesso anni due mila
Probabilmente era il settembre del del due mila otto intorno ad un tavolo per tre giorni erano sedute le cento persone che diciamo ritenute
Come dire sicuramente con una voce importantissima in in capitolo sulla materia della giustizia e lì c'era Giuliano Vassalli che presiedeva questi lavori poco dopo morì
E Giuliano Vassalli professor Vassalli piolo conservo ancora
Nel suo discorso introduttivo rispetto a quel convegno
Disse appunto fece un mea culpa sostanzialmente anche perché la legge sulla responsabilità
Civile dei magistrati all'esito del referendum porta il suo nome
E lì lui disse Leo virgolettate stampare e quindi non temo di essere smentito che appunto
In quell'occasione il Parlamento fu vittima della lobby dei magistrati
E con ciò compiendo un atto gravissimo opposto che la tutela dei cittadini di fronte alle ingiustizie per pedata nel perpetrate nel mondo della giustizia è una tutela
Che ha matrice e riconoscimento costituzionale la lobby dei magistrati impedì
Che al referendum radicale fosse dato seguito con una legge e coerente rispetto alla pronunciamento del del popolo
E questo evidentemente è il segno della situazione per la quale di giustizia se lei continua a parlare
Molto spesso gli ambienti
Come dire in ambienti dove si parla di giustizia e però non si riesce nonostante
Le sentenze del TAR e nonostante l'Agcom e nonostante la Commissione di vigilanza e nonostante anche tutto quella
Quella struttura normativa che dovrebbe garantire agli italiani
Di essere informati appunto poi sui media tradizionali
Di giustizia si unisce sempre per parlarne nel momento in cui c'è la Boccassini o o chi per lei che appunto attraverso un certo tipo di processi poi aumenta la propria autorevolezza
Creando come dire una sudditanza mediatica
Rispetto alla propria alla propria figura che quella
Di un un procuratore aggiunto che ha vinto un concorso tantissimi anni fa
Allora nell'ambito di questo parlare purtroppo serio anche in Parlamento di fatti se ne sono fatti pochi invece si sono dette molte parole si colloca questa risoluzione
Che fu approvata con il parere positivo fu accolta di Angelino Alfano all'epoca Ministro della Giustizia oggi Ministro dell'interno
Il ventotto gennaio del due mila nove
Il ventotto gennaio del due mila nove il Governo fece propria sostanzialmente una mozione nella quale si parlava appunto
Di stato fallimentare
Della giustizia della necessità di riforme
Organiche lo stesso Ministro Alfano il nel luglio due mila otto parlando alla congresso dell'Unione delle Camere penali
Ebbi a dire che sarebbe stata una sua priorità quella di intervenire sulla giustizia in tempi rapidi e con una riforma organica
Per determinare
Un servizio giustizia al servizio dei cittadini
In questa mozione peraltro si registrava anche l'uscita che all'epoca era recente di Walter Veltroni dalle colonne de il Riformista dove si era in campagna elettorale Veltroni
Poneva in in discussione il principio dell'obbligatorietà dell'azione penale
Che è uno
Di quelle ipocrisie di quelle
Veramente insopportabili menzogne che esistono come dire che sono scritte nel nostro nella nostra Costituzione nel nostro ordinamento e il Governo sostanzialmente sì impegnava appunto a procedere
Tanto con riferimento all'obbligatorietà per l'azione penale quanto la separazione delle carriere tanto alla responsabilizzazione del pubblico ministero
Sotto il profilo professionale e deontologico c'era un impegno per la revisione della composizione del sistema elettorale del Consiglio Superiore della Magistratura
C'era un impegno per la reintroduzione disse veri vagli della professionalità dei magistrati nel corso dei quaranta quarantacinque anni della loro permanenza in carriera dopo aver vinto un concorso in giovane età
C'era un impegno per la modifica della legge appunto sulla responsabilità civile dei magistrati c'era un impegno per la revisione delle modalità di collocamento fuori ruolo dei magistrati questa
è una di quelle altre situazioni pure allungo e approfonditamente dibattute
Su una situazione per la quale
I magistrati fuori ruolo finiscono per lo più
Per sedere nelle stanze diciamo quelle adiacenti a a tutti i le stanze a tutte le stanze dei ministri
Per cui c'è una commistione
Aberrante tra esecutivo e e giudiziario e sappiamo quanto in particolar modo proprio nello stesso Ministero della giustizia
Alla presenza di magistrati poi ha determinato anche
Come dire lo strozzamento di alcune iniziative politiche parlamentari
Da parte appunto di chi a una patente conflitto di interessi nel momento in cui si cerca di legiferare appunto sulla magistratura
E ed è e quindi commistione tra Esecutivo e legislativo ma poi c'era anche un impegno per sancire l'incompatibilità tra la permanenza nell'ordine giudiziario e l'assunzione di incarichi elettivi
E invece appunto siccome questo impegno non è stato rispettato può si sono prodotti vari Ingroia De Magistris e tanti altri
E noi siamo pieni
E oltre ovviamente ad impegni per la promozione di una modernizzazione tecnologica degli uffici giudiziari del lago del momento degli organici
Per la modifica della natura dei termini processuali tutti coloro che si occupano che hanno avuto a che fare minimamente con la giustizia sanno
Che per le parti private dicono dei termini rigorosi perentori per cui
Allo scadere del quale si decade dalla possibilità di esercitare un diritto una facoltà
O quant'altro molto importanti sul piano processuale
Mentre poi di magistrati
Sono l'attività dei magistrati è cadenzata da Termini ordinatori che indottrinamento nono definiti i termini canzonatorio cioè che servono per prendere in giro le persone che hanno a che fare con la giustizia
Posto che e questo chi fa la mia professione lo sa benissimo perché poi gli assistiti regole dicono ma quando decide ma il Codice che dice arrivederci e grazie ci vediamo fra un pochino di tempo
Oltre appunto in ad impegna anche per la definizione di tempi Standard di procedimenti civili e penali e qui come dire il nocciolo dell'intera questione perché al di là
Ma
Della CEDU sui diritti umani nelle carceri c'è la Corte europea dei diritti dell'uomo che oramai da decenni
Sancisce
La la totale l'essere totalmente fuori legge da parte del dello Stato nell'amministrazione della giustizia con riferimento appunto ai tempi dei processi
E
E questa è una situazione per la quale
Sia inizialmente pensato di mettere la foglia di fico della legge Pinto alla legge Pinto non è stata poi ha determinato l'ingolfamento delle Corti d'appello sono storie che purtroppo tra noi sappiamo il problema è che non conoscono
Le persone e che non hanno a che fare con la giustizia e sono coi esattamente quelle persone che gridano sempre pensando loro di essere italiani brava gente non pensando
Che anche agli italiani brava gente può capitare di incappare
Ne meccanismi infernali della giustizia civile o penale e sono quindi quelli che prima di incappare
In queste situazioni gridano regolarmente alla forca alla buttiamo le chiavi e così via e e questo il frutto
Ancora una volta di una disinformazione che illegale anch'essa ma la giustizia non è in grado di rispondere all'Iraq la alla illegalità della disinformazione che fa sì che i cittadini la maggior parte dei cittadini
Sono a tutt'oggi convinti che la sicurezza per loro si fa appunto con le carceri si fa buttando le chiavi si fa con il giustizialismo si fa con la custodia cautelare
Tutte
Diciamo considerazioni che sono semplicemente sbagliate da un punto di vista tecnico e sarebbe semplicissimo se solo ne avessimo la possibilità di spiegarlo ai cittadini che con
Le carceri quali quelle attuali
La percentuale di recidiva del settanta per cento
Significa che buttare le chiavi per alla vicenda personale di un detenuto significa che alla fine di questo percorso il detenuto senza una lira senza essere stato di educato
Convinto e convinto intimamente di essere Luigi in credito con lo Stato perché lo Stato lo ha trattato come fosse una bestia
Non può fare altro anche perché non li sono fornite altre alternative che tornare sulla strada e tornare a delinquere e andare a fare nuovamente
Diciamo a commettere quei reati che lo avevano portato in galera e invece
In carcere civile un carcere rieducativo unico ma un sistema delle pene
Che non sia solo appunto
Animato da
Da questo spirito di vendetta ma che sia animato dallo spirito della Costituzione produce
Percentuali di recidivanza molto inferiori lo stesso indulto iper criticato ha prodotto una percentuale coloro che hanno beneficiato di un indulto che ovviamente la gente non lo sa ma era un indulto condizionato
Cioè se non non bisognava andare a commettere altri reati perché altrimenti veniva meno il beneficio dell'indulto col questo indulto la percentuale di recidiva delle persone che sono uscite è stata del venti per cento
Che cosa si è fatto si è fatta sicurezza
Perché la forbice tra venti e settanta per cento e un cinquanta per cento di delitti in meno che si sono avuti per le strade questo la gente non lo sa perché ovviamente i
Telegiornali e scriveva qualche
Giorno fa un articolo Vittorio Feltri se non sbaglio benvenuta Vittorio Feltri dopo tanti anni che lo diciamo i telegiornali appunto fanno servizi quotidianamente su morto di qua ucciso villa
E cose di questo tipo e creano nella popolazione
Insicurezza che viene cavalcata dalla politica ma perché telegiornali fanno quel tipo di informazione
Perché telegiornali sono ovviamente i figli della lottizzazione della partitocrazia
Che quindi continua e vuole continuare a mantenere il proprio potere giocando sui temi della della sicurezza
Siamo lontanissimi non solo dal difenderlo ma anche dal conquistarlo uno stato di diritto in questo Paese e allora ben vengano le e iniziative
Della senatore Barani
In particolar modo io vorrei che
Almeno su come dire su una di queste
Proposte di legge che poiché la prima ed è al primo punto anche della risoluzione se ne tornasse a parlare nei termini in cui per esempio ne ha parlato anche Walter Veltroni ed
Detto dalla sua parte politica che legge tanti magistrati quanti altri parlamentari diciamo era un'apertura veramente importante quella dell'obbligatorietà dell'azione penale non lo sappiamo che questa
è una grande ipocrisia e l'obbligatorietà dell'azione penale
Seppur scritta in Costituzione sulla base di un principio assolutamente indiscutibile quello dell'eguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge
è un principio inattuabile e a fronte di questa in attuabilità si è come dire insinuata con sempre più forza l'arbitrio dei magistrati
L'arbitro dei magistrati che innanzitutto sotto lo schermo dell'obbligatorietà dell'azione penale non sono parole mie
Ma sono parole di tutti gli studiosi che si sono occupati di questa materia ed in primis dell'immenso professor Di Federico
L'obbligatorietà dell'azione penale eh
Diciamo
Quella
Quel grimaldello attraverso il quale
La magistratura dire sotto scacco la politica
Perché le procure sono piene
Di denunce di segnalazioni nei confronti del mondo politico nei confronti delle istituzioni a livello locale a livello regionale a livello comunale a livello nazionale
Stanno lì
Poi vengono tirate fuori alla bisogna
Quando si parla troppo da vicino diciamo sì si raggiunge un livello per cui
Certe riforme sono sono come dire iniziano a diventare possibili
Ma l'obbligatorietà dell'azione penale appunto eh
A mio avviso la madre di tutte le battaglie il tema di e giustizia
Perché farebbe venir meno questo arbitrio o che insieme la responsabilità civile dei magistrati chiaramente
Il fabbro farebbe venir meno quella
Della madre la figlia questo arbitrio nella selezione delle notizie di reato che fa sì che poi
Ci sia una totale una totale
Incapacità ma in realtà non non si tratta di una incapacità di fornire giustizia
Quindi di fornire il servizio giustizia cittadini noi se io ora mi rompo un braccio vado al pronto soccorso
è un medico non mi cura il medico va sotto processo se oggi io sono vittima di una reato vado in denuncia vado in Procura lo denuncio e il pm
Non apre uno un procedimento penale
Con la
Dovuta solerzia non svolge le indagini fatte scrivere il reato di cui sono stato vittima quel magistrato non ne risponde in in alcun modo e per questo noi continuiamo
La nostra battaglia sulla amnistia
Perché se l'indulto va a incidere sulle carceri sempre più disumane sempre più vergognose sempre più degradanti sempre più posti veramente dove
C'è si ritiene e non so in base a quale principio di
Portare la discarica sociale ecco questa notizia di oggi
Al carcere di Avellino dove i detenuti sono passati da quattrocentocinquanta a seicentocinquanta unità a causa della dell'aumento del sovraffollamento non c'è più acqua
E quindi avviene razionalità l'acqua nel corso della giornata per far tornare la pressione dentro i tubi
E ci sono ore e ore e mezze giornate in cui detenuti sono senz'acqua adesso andiamo verso i trenta gradi con fissi
E
E questa la situazione
Che davvero poi gli italiani brava gente sono pure portati a dire beh gli sta bene se stanno là forse qualche cosa l'hanno fatto lo dicono perché non sanno di che cosa parlano purtroppo e i
Se l'indulto appunto è questo l'amnistia invece è la precondizione per la riforma
Di organica di tutto di tutto al sistema giustizia qui ci sono le ventiquattro proposte di legge che adesso ha depositato il senatore Barani che nella precedente legislatura appunto erano state
Elaborate da da Rita e si tratta di
Con l'amnistia di
Come dire legalizzare per una volta l'arbitro dei magistrati perché questo è
L'amnistia la legalizzazione dell'arbitrio dei magistrati la lega la
Una missiva innanzitutto per la Repubblica l'abbiamo sempre detto ci sono centosettanta mila mediamente prescrizioni all'anno
La mi sia già c'è c'è stata negli ultimi dieci anni c'è stata un'amnistia di un milione e settecento mila processi
Con un milione settecento mila vittime potenziali che non hanno avuto giustizia e con un milione settecento mila
Per potenzia presunti innocenti ma potenziali lei i cui processi sono stati
A prescritti
Il problema è che queste prescrizioni ad onta di quello che
Vanno continuamente a dire i magistrati che hanno la possibilità di utilizzare megafoni che noi non abbiamo il settanta per cento di queste prescrizioni si verifica nella fase delle indagini preliminari
Non è affatto vero
Che le prescrizioni si producono per le eccessive garanzie
Che l'imputato ha nel corso del processo solo il trenta per cento di queste prese
Missioni si verifica nel corso del primo del secondo o grado di giudizio ho davanti alla Corte di Cassazione il settanta per cento si verifica in fase di indagini preliminari dove
Come dire le possibilità
Da parte della difesa di porre in essere
Strategie dilatorie sono praticamente nulle
Ed è invece il pubblico ministero che decide tra i tanti i fascicoli che in virtù dell'obbligatorietà dell'azione penale gli pervengono sulla propria scrivania
Quale
Sorteggiare per dire questo processo lo faccio e questo no
Il Pubblico Ministero nel far questo non deve render conto a nessuno lo fanno il segreto della sua stanza
Lo farà senz'altro perché è impossibilitato a seguire tutti quanti i procedimenti ma non è escluso che possa come dire selezionare
Il processo da tra i processi da non fare quello del suo amico del suo sodale del suo testimone di nozze e invece decide di fare
Quello che lo porta sui giornali questo ovviamente la lettura più maliziosa
Ma non è solo questo c'è un'impossibilità di fondo di andare a fare tutti i processi che arrivano sulla scrivania di un magistrato
Proprio per via della ipocrisia della obbligatorietà dell'azione penale e facciamoci calcoli
Allora di quale entità è stata l'amnistia decisa dai pubblici ministeri nel segreto delle loro stanze
E non dal Parlamento come prevede appunto il nostro ordinamento si tratta di partire da qua
E poi caro Barani io penso che sicuramente il referendum questo me lo ricordo Pannella all'epoca non lo non lo compresi bene
Perché non aveva ancora chiare tutta una serie di dinamiche
Tanti anni fa quindici anni fa si diceva Marco disse la giustizia in Italia si può riformale solo attraverso il referendum
Perché il Parlamento non la riforma era mai sono troppo forti le lobby dei magistrati degli avvocati
Appunto di coloro della politica che difende se stessa dall'obbligatorietà dell'azione penale allora è solo dando la parola i cittadini liberi dalle lobby
Che vanno in un'urna a esprimere il proprio voto e poi ovviamente quegli stessi cittadini dovrebbero avere l'accortezza di non votare in Parlamento coloro
Che costantemente
Fanno carta straccia dei referendum ma dovrebbero avere
L'accortezza di votare in Parlamento poi chi
è sicuro dia seguito a questa agli esiti referendari ecco io penso che l'unico modo per portare il tema delle riforme della giustizia
Sul sul tavolo delle riforme sia davvero a questo punto quello referendario grazie
Si è grazie a
Giuseppe Rossodivita e adesso per le domande diamo la parola a Dimitri Buffa poi non so se ce ne sono altre da parte del giornalisti Radio Radicale tutto dico sani
Aggiri mentre la giornalista dell'ANSA è stata qui fino a poco fa poi se n'è andato
Il buffet e clandestino guardi si io mi sembra di poter di suggerire una venticinquesima proposta di legge che non vedo non esplicitata
E della legge Breganze figlia del sessantotto che introdusse dei criteri di automaticità nella carriera dei magistrati
Per cui qualcuno ebbe a dire non moltissimo tempo fa il giudice che ha male
Che chiunque viene
Diciamo uditore giudiziario si può scrivere sul cartello da visita futuro per il primo Presidente di Cassazione fra vent'anni questa è una cosa molto importante perché una volta i magistrati venivano giudicati proprio
Sulla base anche dei diciamo così vuol dire dei riti dei risultati
Cioè in America per esempio un procuratore distrettuale che avesse fatto quello che ha combinato Ingroia non gli avrebbero manco dato più i soldi per fare le indagini per cui insomma questa poteva esserlo volevo chiederle un'altra così come avete
Parlato molto di questo corto circuito con invidia
Siccome i talk show
Sono in mano a determinate lobby che sono ben più pericolosa corsa di cura dei magistrati
Ci sarà la possibilità
Da parte dei politici che hanno comunque un accesso sia pure saltuario magari anche solo per fare lì da foglia di fico di un plotone di esecuzione che tutto messo in una certa maniera
Di andare a lei e anche contro gli interessi del suo stesso partito
Dire voi giornalisti di un certo tipo avete approfittato di questa contiguità con i magistrati per fare una cosa una carriera molto facile e veloce con le notizie che questi magistrati vi hanno offerto
In barba alla i diritti della difesa e alla potenzialità di innocenza di determinate persone avete fatto carriere di successo alcuni di voi sono praticamente non quelle labili non giocabili nella querela perché
Non so un nome a caso come Marco Travaglio che pure qualche querela l'ha persa
Lui può permettersi di usare un linguaggio che qualunque altro giornalista usasse verrebbe condannato a tante di quelle cose che non scriverebbe più quindi
è come se in una partita di tennis quello che sulla racchetta enorme è uno una racchetta veicolo queste cose purtroppo che sono poco politica né corretto forse dovreste anche dire qualche politico sarà disposto a dirle
Mi pare che noi abbiamo sempre detto ed i soci
E ce le diciamo tra quattro amici io lo so è questo il problema ai sei forse o da un'ultima cosa che non abbiamo pensato che brilla faceva venire in mente
Tutto curatori italiani tutti sono sottoposti a visitare
Sì attitudinali periodica anche per
Sì valutarne della l'equilibrio fisico e psichico
E credo che anche i magistrati tu vorrebbero va bene questo tipo di accertamento giusto anche perché a volte
Come succede a tutti i portali anche loro possono essere colpiti da
Tanto malattie severe ritiene Milano anche
Al
L'equilibrio psichico e i magari ce l'hanno con il mondo no e che vedono nel
Richiede di fronte il nemico e possono
Tocchi comminare delle condanne ingiuste è come è successo la faccio un esempio mi dicevano che
Un magico un un giudice alla fine per dare Galasso intensa voleva essere rinchiuso dentro un armadio e stare in mezzo ora dentro l'armadio poi apriva l'armadio IVA fuori dalla dalla sentenza
Ora
Di
Su certe cose non possono essere al mese ve lo dice un medico
Come Dio perché quando un pilota nove in grado più di pilotare e deve stare a casa
Quando un ingegnere non più in grado di fare progetti di punti che stanno in piedi
E di restare a casa abbiamo e deve essere il mio ammesso con l'invalidità agli dagli ugualmente dallo stipendio
Agli ammortizzatori sociali ebbene i giudici non hanno questo status di lavoratore sono
Da quando iniziano la carriera dove si possono scrivere fra vent'anni dal Primo Presidente
Dicono
Io sarò sanno in equilibrio utilmente fino a settant'anni e questo lo sappiamo che non è
Coloro che non è qui che non è vero
Che tutti raggiungano il massimo della carriera il massimo della pensione maxi possibili chiaro
Ci sono altre domande intanto volevo leggere e si
Adesso do la parola al giornalista dell'Agis questi presenza una un Twitter di Vittorio Feltri del
Del sei maggio quindi non molti giorni fa
Vittorio Feltri scriveva dopo aver scritto un articolo a favore dell'amnistia
Cedere alla tentazione del giustizialismo è facile lo so perché ho ceduto anch'io
Troppo poi mi sono ripreso tardi ma
Son parole diciamo onesta
Ritengo
La parola a lei lo slancio ciò non toglie che per la penitenza devi fare venti chilometri a piedi
E
La parola al giornalista dell'ANCI
Parti dell'AGI
Prima proposta di legge l'abolizione dell'Abruzzo obbligatorietà dell'azione penale
L'alternativa alla obbligatorietà se guardata qualche modello di Stato estero grazie
In Italia dunque l'obbligatorietà dell'azione penale esiste solamente l'italiano e vogliamo che ci sia
La strada che indichiamo è quella del Parlamento in questa proposta di legge
Che li priorità dei delitti da perseguire siano fissati dal Parlamento
E insomma ci sembra una strada seria di fronte al fatto che impossibile il professor Di Federico
Ci dice che incontrandosi con altri studiosi di questa materia all'estero dice bello questo principio che vede l'Italia ma come fate come facciamo in realtà è un principio che è inapplicabile perché è impossibile
Perseguire tutti i reati per cui la scelta in realtà è nelle mani
Di magistrati che si tirano fuori i fascicoli
Più interessanti e quindi magari quelli che danno maggiore pubblicità
E quindi è così che viene applicato un principio inapplicabile
Che i dieci comandamenti qui così limiteremo i dieci
Comandamenti saranno solo quelli fine e non altri c'è
Li inviteremo il Parlamento cioè
All'azione che i giudici
Dovranno avvenire delle
Incardinare un processo
Penale nominerà volontà dell'iscrizione dichiaro battona Gallina
E per farne no
Quello non dovrà essere giudica
Allora essere data anche un po'un lotto non solo agli anni ma
Guardare
Io voglio cogliere l'occasione anche se siamo
Quattro amici per come dire
Il problema addirittura
Il problema dell'obbligatorietà dell'azione penale come dire un problema che
Viene superato
Nei fatti
Per esempio dalla Corte di Cassazione
Io questo lo voglio dire lo dico in ogni occasione che io noi a tutt'oggi siamo in un Paese in cui cinque giudici della Corte di Cassazione crea no fattispecie di reato nuove
Che il legislatore non
A mai voluto
Prevedere
Faccio solo degli degli esempi ce ne ce ne ce ne sono altri
Il concorso esterno in associazione mafiosa il getto pericoloso di cose che viene utilizzato per l'inquinamento elettromagnetico
A l'elusione fiscale l'elusione fiscale allora sono tutti temi rispetto I quali io
Vorrei vivere in uno stato così
C'è il legislatore
Che fa le leggi il diritto penale per Costituzione è sottoposto al principio di legalità e di tassatività quindi debbono essere delle fattispecie ben precise individuate dal legislatore punto e basta i giudici
Devono verificare se un determinato fatto
Naturale può essere sussunto nell'ambito di quella fattispecie penale individuata dal legislatore punto così
Se poi il legislatore non risponde alle esigenze della società in tema di inquinamento elettromagnetico
Allora con un sistema di informazione
Legale i cittadini avranno la possibilità di dire no guarda la mia priorità l'inquinamento elettromagnetico Monti voto più
Perché io voglio
Che il Parlamento si occupi di questo idee ma per l'associazione per il concorso esterno in associazione mafiosa idee ma
Per l'elusione fiscale da
I tre temi che abbiamo toccato e invece no
E invece cinque persone
Autorevolissimi che hanno vinto un concorso tantissimi anni fa che hanno fatto quel tipo di carriera la grazie all'ANM che sta nel CSM e e che quindi vanno lì
Crea no nuove fattispecie di reato ma addirittura con delle cose tutte bizantine tutte it
Tipiche dell'Italia e che gli altri Paesi ci ridono in faccia faccio l'esempio dell'elusione fiscale che
è un tema che sta a cuore a moltissimi imprenditori
Non vogliamo buchi vorrei evitare di andare sul tecnico perché è difficile però vi dico solo una cosa c'è una normi Cina nel qua a supporre in relazione alla quale
C'era la relazione del Governo
Che nelle nell'emanare questa norma in Cina di ha scritto nero su bianco sia chiaro che questa norma serve per evitare che possano esser da altri interpretazioni
Detti di questa materia tale
Da farla rientrare nell'alveo del penalmente rilevante è una materia che ha
Solo degli esiti amministrativi l'abuso di diritto nella nella sul sul
Tema appunto
Delle delle del del pagamento delle tasse delle imposte la Corte di Cassazione di fronte a queste parole scritte nero su bianco
Dice a fronte di queste parole è evidente
è evidente contrasti e tentare di che questa materia deve essere
Sussunta nell'ambito del penalmente rilevante
In termini totalmente indefiniti
Dove ci vogliono centocinquanta pagine per spiegare che cos'è l'elusione fiscale ce ne vogliono trenta bello per dire per definire laschi concorso esterno in associazione mafiosa
Ce ne vogliono trecento per spiegare che le onde elettromagnetiche sono cose se fossero delle cose non ci basterebbe una parola per dire la sedia una cosa le onde elettromagnetiche non sono cose
Allora però questi giudici evidentemente unti
Dalla dalla dal sacro fuoco della giustizia dal dover rispondere loro che non hanno questo ruolo
Alle esigenze che si manifestano nella società le esigenze sono vere sono reali inquinamento elettromagnetico è un problema
A le dinamiche delle associazioni mafiose sono un problema enorme
Il recupero a tassazione di appunto materia imponibile è un altro problema importantissimo in questo momento ma per cortesia ci facciano il piacere
Che deve essere il legislatore ad occuparsene
E a definire le fattispecie penali a definire quali tra i comportamenti umani sono dotati di maggior disvalore sociale
Tali per cui lo Stato
Esige la risposta penale cioè la risposta che va ad incidere sul terzo bene di cui una persona dispone
Perché c'è la vita e grazie a Dio non c'è più la pena di morte c'è la salute e la giustizia non si dovrebbe occupare più della salute nel senso che non ci dovrebbe essere più la tortura ma vedere quanti condizionali devo usare perché in realtà
Di pena si muore
E in realtà la tortura cristallizzata dalle sentenze la Corte europea dei diritti dell'uomo nelle nostre carceri quindi diciamo la giustizia non dovrebbe più ad avere a che fare con questi due principali beni di cui una persona dispone la vita e la salute in realtà
Appunto per le storture del sistema a che fare anche con questo ma quello di cui dovrebbe avere
Di cui dovrebbe occuparsi la giustizia penale il terzo bene l'importante è una persona la libertà
Allora solo determinati fatti
I più gravi
Il legislatore stabilisce che devono andare a finire nel penale non tutti
è invece la giurisprudenza con vere e proprie interpretazioni analogiche analogiche poi in trecento pagine ci spiegano che non è una logica io che sono scemo dico che analogia
In diritto penale si vanno ad ampliare le fattispecie penali con un'incertezza
Del diritto che ricade sulle spalle di tutti quanti noi che viviamo in Italia di tutti consociati si dice di queste cose se ne parla nelle riviste specializzate che vengono lette da avvocati
Dai magistrati guardate l'ultima volta sono andato in Cassazione a fare un processo su un'elusione fiscale il Procuratore generale
Lo dico perché è vero stalla Sassi ha poi che scocciatura questa dottrina che ci viene a dire continuamente che non possiamo fare quello che facciamo la dottrina che scocciatura
Questa
è la situazione nella quale viviamo in cui è fondamentale andare a riequilibrare i poteri
Grazie
Se non ci sono altre domande possiamo chiudere qui io due vettori uno a dalla tomba perché a una conferenza stampa
Ah no malattia è un'arma del divieto di tutte della quindi il legislatore nell'ottantasette ottantotto ha fatto la responsabilità civile
No apportato DOP ha fatto una
La modificata e e essere avesse e se non sbaglio dice che il magistrato perché sbaglia
Lo Stato si sostituisce paga la vittima e poi lo Stato si rifà su il magistrato che ha sbagliato no ora la domanda e qui sta
Dall'ottantasette ad oggi non ha sotto venticinque anni tanto ventisei anni quattro condanne
Prima avevo sei Alberto
Ormai quattro può andare grazie
Quattro condanne perché prima di arrivare a citare in giudizio lo Stato ci sono tutta una serie di scogli
Che
Per rendono evidentemente i numeri lo testimoniano impossibile arrivare anche al giudizio ex articoli dopodiché immigrati ascoltatori sedici lo devono sapere eccetto lo devono sapere cioè un certo ma va
Questo è un dato almeno quei milioni di persone che hanno a che fare con la giustizia lo sanno bene che hanno a che fare
Con le uniche persone che con riferimento alla loro responsabilità professionale
In Italia sono di fatto legibus solutus cioè sciolte dall'osservanza della legge nel senso che non sono sciolte dall'osservanza della legge dovrebbero
Andare ad applicare la legge il diritto nel momento in cui giudicano e
Anche risponderne ma di fatto appunto essendo impossibile
Andare a
Citare in giudizio per una di queste fattispecie che poi con quella legge Vassalli sono state tassativamente indicate quindi ristrette eccetera eccetera
Lo sanno benissimo che se hanno a che fare con un giudice che sbaglia non possono far altro che
Non sono
Io l'ho fatta avverrà domanda precisa la c'è una un amico Ambrogio non dico chimiche affatto sette anni sette mesi di carcerazione compreso ITIS sì lo conosco
A è stato un errore del giudice e pensava poi il giudice pagherà gli diciamo già non paga il giudice parla tutte
Mai l'alba Marco scusa la vicenda di Ambrogio va coniugato il motto opposizione devo focus al suo avvocato ecco qui è per questo che lo ha voluto dire no quindi giudice non pagherà scusa Broggio hai pagato te e per tutti anche per il giudice
Grazie ma forse sarà un po'noioso però in conclusione di questa conferenza stampa io volevo leggere i titoli di queste proposte di legge che il senatore Barani
A depositato al Senato e che presto verranno depositate alla Camera deputati da Sandro Gozi
Allora abolizione dell'obbligatorietà dell'azione penale
Separazione delle carriere dei magistrati responsabilità civile dei magistrati incarichi extra giudiziari evidentemente pere la riforma
Riforma dei magistrati fuori ruolo e ancora incarichi extragiudiziaria pulirli certo certo
E ineleggibilità dei magistrati perentorietà dei termini
Custodia cautelare e liberazione anticipata e poi un'altra sono due sempre sulla custodia cautelare affettività in carcere
Detenute madri e questa per favorire i rapporti fra detenute madri e figli minori e per l'istituzione di case famiglie protette vi ricordate quando il Ministro della Giustizia
Alfano disse mai più bambini in carcere ancora
Cioè abbiamo purtroppo anagrafe pubblica delle carceri depenalizzazione della coltivazione della cannabis per uso personale
Riforma delle pene accessorie per favorire il reinserimento dei condannati garante nazionale dei detenuti affidamento al servizio sociale fra le pene principali
Pene alternative patto per il reinserimento sociale
Introduzione del reato di tortura
Estensione ai Sindaci della prerogativa delle visite in carcere riforma del quarantuno bissa e del quattro bis
Abolizione dell'ergastolo riduzione del sovraffollamento carcerario e questa proposta è stata fatta insieme ad Antigone a ristretti orizzonti a le camere penali
L'abolizione degli ergastoli Bianchi legalizzazione della cannabis e queste sono le proposte di legge
E diciamo che sono gli strumenti a disposizione del Parlamento per la riforma della giustizia
E poi forse dovremmo tornare invece a quella a quanto ci diceva Pannella è che la riforma della giustizia può essere fatta solo per volere referendaria
Grazie a tutti