14MAG2013
rubriche

Divorziobreve.it - Trasmissione della Lega Italiana per il divorzio breve

RUBRICA | Radio - 22:38. Durata: 32 min 48 sec

Player
Trasmissione della Lega Italiana per il divorzio breve a cura di Diego Sabatinelli ed Alessandro Gerardi.

Ospiti, in collegamento telefonico, il deputato Elena Centemero (Pdl) e Angelo Novellino, candidato a Sindaco del Comune di Roma della Lista Monarchici Italia Reale.

Puntata di "Divorziobreve.it - Trasmissione della Lega Italiana per il divorzio breve" di martedì 14 maggio 2013 che in questa puntata ha ospitato Angelo Novellino (candidato a Sindaco del Comune di Roma della Lista Monarchici Italia Reale), Elena Centemero (deputata, Popolo della Libertà), Alessandro Gerardi (avvocato,
tesoriere Lega Italiana per il Divorzio Breve, Radicali Italiani), Diego Sabatinelli (segretario della Lega Italiana per il Divorzio Breve, Radicali Italiani).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Diritti Civili, Divorzio, Giustizia, Istituzioni, Lega Italiana Per Il Divorzio Breve, Legge, Parlamento, Partiti, Politica, Radicali Italiani, Referendum, Societa'.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 32 minuti.

leggi tutto

riduci

22:38

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Un saluto agli ascoltatori di radio radicale da Diego Saba Dinelli Alessandro Gerardi
Indiretta per il consueto appuntamento per la lega italiana per il divorzio breve sono le ventidue e trentotto minuti
Alessandro oggi
Cini concentriamo
Solo sulla questione divorzio breve perché partirà giugno un referendum uno dei referendum promossi dai radicali italiani
Ed è e quello che prevede appunto l'eliminazione del passaggio della separazione obbligatoria per poter fare domanda di divorzio
Quindi ci siamo adesso mancano pochi giorni alla raccolta delle firme e noi come lega italiana del divorzio breve faremo sul possibile per aiutare radicali italiani sia sul cui sito divorzio breve che sugli altri quesiti e però anche in Parlamento si stanno muovendo alcune cose come fu
Per la precedente legislatura
Anche in questa legislatura cominciano iniziano esser presenta delle prime proposte di legge più o dedicate alla riduzione dei tempi della separazione obbligatorio
Obbligatoria piuttosto che per l'eliminazione tout-court dell'obbligo della separazione per questo motivo avremmo poi in collegamento con l'onorevole Centemero Elena Centemero che ripropone
In questa legislatura la la proposta di legge che fu presentata nella scorsa legislatura in quella precedente dalla dall'onorevole Maurizio pane se entrambi eletti nelle liste delle PdL e intanto abbiamo già l'onorevole in collegamento buonasera onorevole Centemero
Quella sera una sera lei quindi ha ripresentato
La ricordo agli ascoltatori perché fino a qualche mese fa l'hanno sentita molto volte citare questa proposta di legge e la riduzione dei templi obbligatori della separazione da tre anni a un anno quando non sono presenti i minori nella coppia e da tre anni a due anni qua almeno quella di Panizza era così da tre anni a due anni quando invece sono presenti i figli minori mi conferma che la proposta di legge esattamente quella che fu presentata da Fanizza la scorsa legislatura
File confermo onorevole Paniz cioè non è stato eletto in questa legislatura nell'arco trascorsa legislatura io ho sostenuto anche in questa proposta che aveva fatto l'onorevole Paniz e quindi in questa legislatura abbiamo riproposto invece di proporre
La stessa
Diciamo proposta per cui
Viene chi va a toccare sostanzialmente quelle che sono il numero di anni ma sull'organico previsti dalla che negli anni settanta mantiene anche toccato un altro punto nel senso che
Piene sciolta al momento in cui il Presidente del Tribunale autorizzato nella separazione dei coniugi viene sciolta la comunione di beni che l'altro punto
Diciamo che è presente in questa proposta sia del comma due nella nella nella sa e mi e ci auguriamo e tra l'altro che è esattamente la terza legislatura che
Diciamo si ritarda la discussione
L'approvazione di questa di questa proposta di legge ricordo che la prima volta fu presentata nella legislatura del due
Del PIL nel due mila e tre oppure presentato nel due mila otto appunto dall'onorevole Paniz adesso è stata ripresentata
E credo che per come si sta andando alle delineare questa decisi siglatura
In cui da una parte il Governo è tesa ad affrontare le situazioni di carattere problemi di carattere economico il lavoro il Parlamento affronterà una fase costituente
è e di attenzione a tutta una serie di diritti discussione di attenzione a tutta una serie di diritti civili io credo che sia opportuno che e qua guardi lo dico anche la Cattolica questo circa opportuno affrontare una una tematica che così rilevante e nella vita delle persone
Sì però io vorrei ripercorrere con lei quel che è accaduto nella legislatura scorsa ovvero ci sono voluti cinque anni
Per
Calendarizzare e poi discutere proietta approvare un testo base in Commissioni giustizia alla Carta
Finalmente nel marzo due mila e dodici viene licenziato questo testo base si fa un primo passaggio inaugura dopodiché
Non viene più posta all'ordine del giorno dei lavori da o la qui divora supremo ecco allora il problema non è tanto presentare una proposta di legge perché questo già è stato fatto non mi sembra fin dal novantasei e poi ripetuta ripetutamente ne DG strutture anche quella Prodi ricordiamo il testo brutti lì in quel caso fu il Senato
Arrivo in in Aula ma anche lì poiché cadde il Governo Prodi e quindi si torno alle urne quindi non è sufficiente
Presenta una proposta di legge bisogna curarne ma in modo serio i lavori dal momento in cui entra in discussioni commissione e questa volta però non possiamo farci trovare impreparati per cui si arriva agli ultimi mesi la legislatura in cui poi non c'è più ma di realmente la possibilità di fare approvare
Una legge poiché lo ricordiamo sono due articoli semplicissimi si possono votare in un pomeriggio volendo avendo la la la la voglia anche di misurarsi sì con maggioranza e opposizione perché essendo trasversale una maggioranza ed opposizione o favorevoli e contrari a una proposta di legge di questo tipo
Misuriamoci anche dal punto di vista parlamentari in fondo gli eletti in Parlamento stanno lì vengono
Anche e pagati profumatamente proprio per a vere loro l'opportunità di portare avanti e fare approvare delle leggi perché poi si sminuisce il lavoro e mi in termino si sminuisce anche il lavoro del
Del dell'eletto in questo in questo testo io fare un discorso molto più complesso riterrà affrontare questo discorso più completo e ricordo
Tutto quello che è stato l'iter che ha portato all'approvazione della legge sul divorzio negli anni sta nel mille novecentosettantanove unità semplice e questo fu indipendente da quella che è il dal
Dall'azione dall'attività del singolo parlamentari perché
Nei molto meglio di dimessa e anche rispetti chi esercita ascoltando comprende che si trattava di un si trattò negli anni Settanta e adesso si tratta assolutamente di un passaggio innanzitutto culturale
E oltre a questo di un passaggio che richiedeva una volontà politica trasversale e credo che come fumo negli anni Settanta ricordo anche
Il referendum dell'n novecentosettantaquattro su cui tutta la società civile fu chiamata ad esprimersi ecco io penso che
Anche in questo passaggio io stessa ho ho sottoscritto la petizione on line fece sul somma su internet alla cattiva
Alla proposta di direttiva gli del divorzio breve che l'ha presentata appunto alla Court alla Cassazione il dieci di aprile
Dai radicali italiani
Ci vuole anche una grande movimento per quanto riguarda quelli che sono una serie di problematiche e anche i diritti civili ci vuole un grande sostegno della società civile ci vuole un'opinione quindi credo che questo c'è un passaggio importante l'iter nella scorsa legislatura o anche legato sostanzialmente ad una situazione
Di governo e di legislatura consente dice sostanzialmente quindi
Ocalan danneggiata per la volontà
Delle diverse forze politiche fu calendarizzata in commissione Giustizia
Nel due mila come quell'atto beni nel due mila dodici uscir fuori chic con un accordo quindi delle forze politiche qualche opera intanto apprendiamo dalla Camera inni poi siamo arrivati al termine la legislatura Ischia Reno
Io credo che
In questa legislatura ci siano una serie di presupposti anche
Per il tipo di governo a cui noi ci troviamo di fronte che possano consentire di affrontare una serie di problemi tra cui il divorzio breve non solo questo io penso a tutto il tema
Della violenza nei confronti delle donne adesso ne abbiamo chiesto anche la calendarizzazione
E l'approvazione la rettifica molto velocemente di fondo che di quella che la convenzione la convenzione di stampo cioè c'è una serie di e ci si dovrà affrontare il tema delle unioni civili
Ci sono una serie di problemi chiedi tematiche molto importanti che credo che un Governo come questo molto trasversale un Parlamento come questo di grande qualità e vuole possa permettere di affrontare insieme però lo ripeto
Ci vuole sempre nei passaggi che sono stati storici all'interno
Della della storia dell'Italia mi scuso per qualche ripetizione parole ci vuole un grande supporto l'opinione pubblica e proprio perché sono passaggi anche culturali questi non sono solo
E non richiedono solo la volontà politica proprio una trasformazione culturale importantissima
E poi io penso anche a tante persone cioè che riguardano i cassonetti richiede
Qui coinvolti è coinvolta la vita individui la vita della persona e la possibilità che le persone hanno
Di informarsi una famiglia
Certo no io però
Volevo un attimo
Mi pare che su questo tema del divorzio breve il sostegno e l'appoggio dell'opinione pubblica degli elettori insomma sia abbastanza pacifico perché tutti i sondaggi
Ci dicono chiaramente che Tradema i sondaggi non battono serve proprio quello saremo un supporto concreto è questo un impatto perché si ponga una l'attenzione ad un tema come questo attraverso
O lo carico grande aiuto sì sì questo non c'è dubbio però a me pare che certe volte mi corregga se sbaglio il Parlamento
Lei prima citava la violenza sulle donne il Parlamento sia portato legiferare cioè a mettere all'ordine del giorno temi sull'onda
Dei fatti di cronaca cioè se un fatto adesso c'è il teste ma della violenza sulle donne con fatti di cronaca purtroppo spiacevoli ogni giorno leggiamo sui giornali e allora su quelle sull'onda di questi fatti poi
E si mette all'ordine del giorno nel dibattito pubblico il tema della
Rubato in quanto a me spiace interromperla perché il Ministro Carfagna durante il Governo il precedente del precedente legislatura il verso l'ultimo Governo Berlusconi
Ha affrontato un grande determinazione insieme al Parlamento il tema problema dello stalking
Ha dato vita ad un Piano Nazionale Antiviolenza poi purtroppo ci sono stati e questo
In questo noi vogliamo seriamente intervenire sono stati tagliati
I finanziamenti quindi apertura degli sportelli antivento a per cui voglio citare un un riconoscimento anche l'azione politica parlamentare di tante persone che sono impegnate con concretezza è chiaro che la cosa più importante che ci siamo interazione tra società civile e Parlamento in modo tale che in questa interazione dialogo costante il Parlamento i l'attività dei parlamentari sia concentrata su quelli che sono problemi l'attualità a volte il Parlamento ha ragione lei arriva in ritardo altre volte invece agisce anche con una
Una lungimiranza
Che è difficile da mettere
Sì io permetterlo soltanto di sottolineare che a volte forse sarebbe il caso se il Parlamento legiferasse non sull'onda dell'emergenza del fatto di cronaca perché anche sullo stalking
E così è stato in pochissimo tempo è stato approvato una legge proprio sull'onda di fatti dico non dico che non fosse giusta ma comunque ripeto
In molti casi il Parlamento approva leggi in pochissimo tempo perché se ne parla sulla stampa c'è l'emergenza violenza sulle donne eccetera quando realtà ci sono temi molto molto altrettanto importanti che però non hanno
L'onore delle prime pagine dei giornali come appunto divorzio breve
O altri temi legati diritti civili e di questi se ne parla continuamente da in ogni legislatura però poi
A parte qualche presentazione di disegni di legge non vedo legislatore altrettanto attento e responsabile rispetto a questi temi ovviamente è importante anche l'ufficio del pubblico sostegno questo sì che non c'è dubbio però forse compito di un legislatore responsabile sarebbe anche quello di farsi carico
Di questi che sono problemi che sono evidenti che emergono insomma come i tempi lunghi del divorzio
La Corte europea e a livello europeo veniamo sanzionati anche per i tempi lunghi non abbiamo
Dei tempi per ottenere il divorzio sono il triplo rispetto a quanto si registra in Paesi come la Francia la Germania o il Portogallo eppure nonostante questi dati che sono dati che
Ci pervengono da decenni non si fa nulla quindi mi scusi però i tempi i tempi della burocrazia i tempi della pubblica amministrazione i tempi della giustizia
Sono responsabilità della politica sono forse responsabilità di chi amministra la pubblica amministrazione di chi amministra la giustizia anche immagino per cui credo che tutto tutta la tutta la società italiana dai politici ai magistrati ai funzionari la Pubblica Amministrazione dovrebbero essere responsabilizzati a svolgere in modo efficace ed efficiente come dice la pubblica amministrazione come dice la Costituzione che richiama
Il buon andamento della pubblica amministrazione a darvi a
Appare il loro dovere con in modo corretto ma non solo corrette ma con con velocità perché i tempi
Non sono legati al legislatore perché legislatore molto chiaro sancisce il passaggio dalla separazione o divorzio in tre anni
Ma che poi il Tribunale calendarizzata affronta la causa di separazione da due a nove metri da quando viene presentata dagli avvocati non è colpa certo la politica ma è colpa
E i tribunali a Magistratura mi sembra si credo che ci sia una responsabilità molto grande di tutti quanti
Credo e è un ente però scusi ciò non toglie che già per come è congegnata la legge soltanto anche se fossero rispettati i tempi tre anni per ottenere un divorzio quando
In Francia lo sostiene in a sì se va male in un anno in Romania in sei mesi in Portogallo in nemmeno di un anno in in Germania in Spagna c'è il divo c'è cui quindi anche un problema di ma guardi quello da noi
Mi scusi Superbike ma mi scusi io sono d'accordo su questo tant'è vero che l'avrei ripresentato presentato una proposta in questa direzione però io credo che ci sia anche una responsabilità fare un'informazione corretta sull'azione politica ora
Ci sono delle posizioni molto diverso se ci sono state posizioni molto diverse
Che hanno portato in questi dal due mila e da quando è stata presentata la prima proposta di legge a quelli diciamo attuali apparecchi che e non si arrivasse ad un iter spedito in questa in questa direzione
è chiaro che ora ci troviamo di fronte ad una situazione che è diverso fa
E e credo che ci siano i presupposti per poter dare delle risposte concrete
Senta considerare il fatto che c'è un un mai un uso
Frequentissimo che è quello di applicare il diritto internazionale per cui si va all'estero velata si va all'estero quindi credo che sia una è come per altre cose come ad esempio per ottenere anche l'abilitazione per insegnare sia all'estero ce l'avevano tante una serie di cose che sono legate
Indubbiamente da una parte ad una cuccetta di avere tre leggi meno leggi più pace da applicare
E più rapide ma dall'altra parte anche ad una responsabilità di chi le ha dica quindi tutti quanti dobbiamo e siamo chiamati in questo momento è una grandissima responsabilità in primis ovviamente la politica
E dall'altra parte chi agisce nella società a supporto e nell'applicazione delle leggi perché molto spesso leggi ci sono ma non si applicano
Thomas Trenitalia
Sì sì questo non c'è dubbio ma secondo me questo non è il caso delle del divorzio però purtroppo alle la legge la legge c'è secondo noi fatta male quindi per i tempi lunghi sono due gli anche al questo doppio passaggio tra separazione divorzio va beh ma comunque
Siamo d'accordo su quello assolutamente anche perché
Insomma con tutti questi anni permettono anche di crearsi di a cui le prestazioni di conflittualità che non è e avocare a volte sfociano addirittura
Anche in situazioni rilevanti dal punto di vista penale per cui
Ben venga per impegno di tutti in questo momento a per inviare il più possibile
Ippica abbreviare i tempi sia dell'approvazione della legge che consenta appunto anche le persone perché guardi poi ne faccio sempre da cattolico ma centrali la centralità della persona inquisitore dobbiamo non dobbiamo mai perdere di vista
No sofferenza e dolore che una persona nell'affrontare un una una separazione di divorzio e quindi anche la lunga i tempi allungano questo sofferente la possibilità anche alla persona fili crei
Ora una nuova famiglia comunque che il piano una una legali Mulas stesso Giulietti fermo qua attraverso un ordine nuovo matrimonio ad una nuova famiglia per cui
C'è anche la considerazione di questo
Noi dobbiamo attenere in primo luogo e deve indirizzare la nostra onorevole mi dispiace abbiamo siamo rimasti un po'guardi io la ringrazio perché comunque alle
è molto disponibile ho avuto modo anche lui nel suo sito quindi è una persona veramente ha deciso di essere con in contatto diretto con i cittadini
Quindi suppongo per lei ci darà una mano costantemente a portare avanti sia il discorso a livello parlamentare possiamo organizzare anche dell'Cassioli di
Incontro con i cittadini con le associazioni ma anche di volere
Ma che immagino sul referendum perché è chiaro che la nostra iniziativa referendaria serve anche a suscitare quell'interesse nella nell'elettore nella popolazione ma anche nei mass media e mi politici per far tornare a come
Diciamo un emergenza socia
Anche perché per me è un'emergenza sociale la riforma della legge sul divorzio io la ringraziamo gravi razza a vostra disposizione di nuovo
Alessandro abbiamo in ascolto Angelo Novellino che candidato Sindaco a Roma con la lista Italia reale ma anche lui è d'accordo sulla questione
Riduzione dei tempi per ottenere il divorzio
Oltretutto anche dal punto di vista professionale facendo il commercialista conosce un po'come la situazione delle copie quando si separano soprattutto uno anche quando ci sono i giudizi Ali quindi si tratta anche di
Questioni patrimoniali buonasera Novellino però poi avrà ascoltato l'intervento della della dell'onorevole Centemero
La vostra posizione la sua posizione sulla questione divorzio di lo faccio breve come intervenire c'è questo referendum ci darete una mano quanto meno a veicolare il messaggio ai cittadini
Perché serve anche quello referendum oltre ad andare a votare e poi una volta raccolte le firme ma è far tornare all'ordine del giorno ENEL dell'interesse dei media qualche cosa che magari viene nascosto ho dimenticato
Ma più utile ma questo è il proprio nel periodo di prova ma a tutto il mondo come tutti credo tutti gli tagliano i costi di costituzione un'opposizione ideologica una legge confessionale
C'è una modifica alla famiglia però anche vero che quando meglio dispersion
Ci sono delle non c'è non c'è rimedio alla ricomposizione non è che si possibili possa fasciate aperta venda negli occhi e quindi
Gli strumenti che sono previsti dalle norme civilistiche simili sono
Sono priorità separazione e divorzio ora per quanto riguarda quanto riguarda il divorzio breve certamente nell'attuale l'attuale normativa tre vede un onere degli oneri anche per i coniugi che hanno deciso di separarsi e poi eventualmente divorziare
Che sono certamente maggiori che altrove in quanto c'è il doppio grado di giudizio per cui che non si vanno a consensuale si rischiano
Dei doni procedesse di con consulenze perché l'ufficio di parte
Anche addirittura indagine Guardia di Finanza disposti dal magistrato
Con Londra anche come diceva all'epoca non sia un aggravio anche dei rapporti debba interprofessionale tra il coniuge escono emerge perché ovviamente queste cose
Poi incidono negativamente anche la relazioni sociali familiari
Spesso e poi chiediamo di mezzo anche i figli di queste cose per quanto riguarda divorzio breve quindi potrebbe essere una un motivo uno sbocco di quello che oggi è un calvario per molte coppie però diciamo da
Navona che ci non può sempre con questo con questo
Grande considerazione che abbiamo noi per la famiglia
Riteniamo non non eludibile ineludibile
Il perché il ricorso comunque per le coppie che si volessero che volessero divorziare Arlav mediazione familiare perché comunque
Ci parrebbe
Veramente poi sbilanciato questo istituto laddove venisse meno la la separazione legale senza una con C uno strumento quella conciliazione che potrebbe in qualche modo agevolare
Sennò andati compiuta ricomposizione dell'atto del opportuno raccoglie quanto meno una Onara soluzione una sulla via di uscita non
Non non troppo no conflittuale come purtroppo spesso un po'per motivi culturale è un po'per utili caratteriali o quant'altro
In realtà non si riesce e quindi lo strumento la mediazione che così in voga in questi ultimi anni anche in altri campi
Della derivanti evitare i tribunali del
Potrebbe essere una uno strumento importantissimo
Sì che poi tra la tra le altre cose comunque è utilizzato anche in altri Paesi nel senso che sostituire
Quella che poi
In effetti non serve che una separazione obbligatoria perché si finisce solamente davanti a un un giudice un tribunale
E sostituendola con una mediazione familiare che aiuta la copia separarsi bene e non a finire accoltellare tra virgolette soprattutto quando ci sono dei minori di mezzo ecco quella potrebbe essere la soluzione
Attiva efficace una sostituzione di un qualche cosa che ormai è anacronistico come il doppio passaggio di giudizio lei pensili di darci una mano in questo referendum quantomeno a tentare di di di di sollecitare un dibattito all'interno della Società dei media su
Su questo su questo problema e guardi non coinvolge veramente centinaia India evidenziabile per proprio da proprio al discorso di prima io sono anche un mediatore perché queste figure istituito allora non normative recenti
Per cui ho preso in questa formazione che ho fatto che il vantaggio da mediazione sta nel fatto che di trovare una soddisfazione nostro soddisfacimento per le
Per le per le parti che hanno una una un conflitto in essere
Quindi quella capacità mediatore e di trovare soddisfi far trovare a entrambe le parti qualcosa che una via d'uscita che diamo soddisfazione spesso e volentieri neanche economica soltanto emozione emotiva
O si con logica
Storia che ce la sua domanda solo una domanda certamente è un argomento che fa parte della vita
Di una nazione
Però ripeto noi siamo molto attenti a questo
A questo profilo la mediazione perché per evitare che poi si finisca come sia
Su questo siamo su questo siamo tutti rispetto che abbiamo per i radicali che hanno fatto battaglie battaglie civili conducono ancora potrà decidere da tanti anni
Però bene bilanciare poi gli istituti che si vengono a
Si vengono a o al battere o a ricreare perché
Occorre questo passaggio mediazione la benzina sul programma su quello non c'è
DAB avente
Ci sono molte da quelle che sono altri motivi individui che sono in difficoltà anche perché è nato ormai questa figura del del papà separato che è una eccomi che comincia a far parte di quella fascia di povertà che detta sempre più allargando alcuna siamo molto attenti per cui do asseverato e con il quale
Per poter
Garantire l'assegno familiare al coniuge i eventuali figli alla fine si trova a essere indebitato a vivere una un'assistenza tutt'altro che perché è facile
Bene questo è un altro un altro è un altro problema che questi situazioni comportano ahi noi
Senta io ricordo gli ascoltatori che lei comunque oltre a rappresentare l'Italia reale candidato Sindaco per la lista
Vuole la darci dei comunque un indirizzo internet chi volesse saperne di più che io vi ringrazio di questa riflessa riferimento
Io sono diciannove i candidati al Comune di Roma si sedevano arrivo faccio parte dei quattro che la RAI in spregio alla par condicio e all'informazione ancorché di pregio e democrazia
Non informa quindi trovate degli altri quindici
Nostro sito entrante si chiama Italia reale istruite della rete le coronarie facilmente raggiungibile motore di ricerca c'è un po'una panoramica delle nostre attività legato a questa questa avventura comunale di Roma
Sommovimento costituzionalmente monarchia facciamo
In economia deliberare classici nelle nostre ricette sono temi terrena odiare anche nei confronti della pubblica amministrazione la ringrazio monetina revocata crepe Grappelli capirlo possa vederci
Allora Alessandro sono le le ventitré e zero cinque siamo indiretta su Radio radicale possiamo
Insomma concludere però intanto informando agli ascoltatori che ai primi di giugno partirà la raccolta firme su questi referendum
Il sito per poter aderire e sostenere i quesiti li sostengo punto i tigli
Ripeto sostenere quindi sostengo li sostengo punto ITI e però sarà il caso di organizzare comunque dei momenti di dibattito di confronto anche mediatico ma non solo con la cittadinanza perché giustamente
Loro l'onorevole Centemero dice a parte magari alcune cose che ci dividono dal sulla sulle sulla proposta perché la proposta io ricordo quando c'era la nostra pattuglia parlamentare radicale anche loro hanno presentato una proposta di legge che prevedeva appunto un'indignazione passaggio obbligatorio della separazione
E e però giustamente dice che ci vuole un sostegno che non basta non è sufficiente aprire ottantatré ottantaquattro per cento di cittadini favorevoli
Ma i cittadini devono fare in modo di spingere per ottenere un una riforma spingerebbero attenere comunque per avere una conquista sociale in questo caso
Quindi sarà il caso di cominciare a organizzare anche con con lei che sostituisce in Parlamento in realtà l'attività che faceva prima Panizza noi
Ricordo ricorderanno gli ascoltatori molto spesso abbiamo avuto come ospite in collegamento i anche dei nostri dibattiti l'onorevole Paniz perché negli ultimi tre legislature se non erro dal due mila e uno a oggi
è stato colui che ha presentato proposte di legge sul diritto di famiglia sull'affido condiviso da cinquantaquattro due mila e sei ma anche sul divorzio breve
Sì c'è bisogno come dicevamo anche prima
Ogni apertura di questa trasmissione
Non c'è bisogno del del sostegno dell'appoggio dei cittadini soprattutto per quanto riguarda il momento molto importante della raccolta delle firme
Sappiamo che in Italia per presentare una quesito sottoporre un quesito referendario al giudizio degli elettori occorre raccogliere cinquecento mila firme
Diciamo anche seicento mila per raggiungere una quota di sicurezza quindi è un compito molto molto gravoso per i proponenti delle quesito referendario
E che si può una che si può vorrà disperare di raggiungere soltanto se alle spalle sia il sostegno e l'aiuto umano finanziario se si hanno le risorse per affrontare questa lunga
E difficile campagna elettorale né referendaria diciamo che al momento ovviamente le condizioni sono molto molto difficili
Però ciò non toglie che di qui alle prossime settimane non si lavorerà per creare quelle condizioni politiche affinché questo tema venga posto al centro
Dell'agenda pubblica nell'agenda politica di questo Paese e affinché se ne discuta non soltanto delle piazze ma anche appunto sui mezzi di informazione anche in Parlamento pone le proposte di legge
è e si procede di pari passo perché è importante che accanto alla alla partecipazione al sostegno dei cittadini vi se dall'altra parte anche come dicevo prima un legislatore forse più attenta a questi temi che magari forse sarebbe il caso di discutere meno di aspetti forse più secondari legati alla
Al tema della casta della politica quando ci sono quelli che tocchiamo anni emergenze sociali che attendono da anni una risposta che forse sarebbe il caso di affrontare seriamente una volta per tutte quindi è importante questa campagna referendaria è importante che tutti quanti quelli che ci stanno ascoltando diano
Fin da subito la loro disponibilità
Per quanto è possibile per per quello che possono sia nella raccolta delle firme sia nella nel reperimento delle risorse finanziarie per darci quella forza quello slancio per re iniziare subito questa campagna referendaria del mio modo Bossi
Tra l'altro io vorrei ricordare che oltre alla necessità di avere di militanti referendari che prendano materialmente le firme
C'è bisogno anche della figura del di colui che autentica le firme sono varie le figure di degli utenti datori però ecco per esempio se ci fosse un
Una pattuglia nutrita di consiglieri comunali in giro per l'Italia e che danno la loro disponibilità quindi i loro ingegno civile ad autenticare nelle strade nelle piazze una le firme di questi referendum ecco oltre a fare il bene della cittadinanza perché in quel caso data darebbero
La possibilità al cittadino di esprimere con un voto sì come no
Rispetta un quesito referendario potrebbero anche farsi campagna elettorale e perché no cioè è comunque un momento di attività politica di presenza sul territorio di contatto con i cittadini e anche o di relazioni interpersonali e possono anche trasformarsi in voti all'asta chiudiamo sono le ventitré dieci ricordo solamente una cosa il sito internet perché invece noi come lega tenendo al suo breve
Porteremo avanti spesi se non solo dal punto di vista umano manca economico per questo referendum certi e quindi potete andare sul sito divorzio breve punto e ti ripeto divorzio breve punto detti ci saranno tutti le informazioni la possibilità di contattarci inizino ma anche di
Poter contribuire e con un team economicamente a questi referendum soprattutto
Perché noi ci occuperemo del quesito sul divorzio breve
Ora sono le ventitré unico andarci scriverà
Info chiocciola divorzio breve punto ITI
Ventitré undici minuti una buona serata e un saluto agli ascoltatori da Diego Sabrina e Alessandro Gerardi e il solito ringraziamento allora insomma bruschi lascia la bomba al di là del vetro grazie alla prossima puntata