15MAG2013
stampa

Nuove iniziative per una riforma della legge elettorale

CONFERENZA STAMPA | Roma - 14:00. Durata: 28 min 41 sec

Player
Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Nuove iniziative per una riforma della legge elettorale" che si è tenuta a Roma mercoledì 15 maggio 2013 alle ore 14:00.

Con Roberto Giachetti (vice presidente della Camera dei Deputati, Partito Democratico), Arturo Parisi.

La conferenza stampa è stata organizzata da Partito Democratico.

Tra gli argomenti discussi: Affari Costituzionali, Calderoli, Camera, Costituzione, Elezioni, Governo, Istituzioni, Legge Elettorale, Letta, Mattarella, Parlamento, Partiti, Politica, Politiche 2013, Referendum, Riforme, Voto.

Questa conferenza stampa ha
una durata di 28 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

14:00

Organizzatori

Partito Democratico

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Io molto rapido consentono andrete rispondiamo anche perché alle quindici deve andare
Lavora su question-time io ho già presentato una
Proposta di questo tipo il cinque aprile che era la richiesta della costituzione di una
Commissione Speciale utilizzando sempre all'articolo sessantadue alla Costituzione che la convocazione straordinaria della Camera iniziativa che non andò a buon fine
Ci vuole almeno duecentodieci firme raccolsi se non sbaglio cinquantaquattro una delle obiezioni principale era che vi è una contrarietà al tema delle Commissioni speciali e che quindi sarebbe stato diciamo una cosa non
Non accettata il cinque aprile avevo fatto questa presenza via perché il dibattito sul tema delle riforme tra intanto ringrazio quello Parisi che qui adesso distinguo anche la ragione per cui compiacere lo trovo accanto in questa iniziativa lui che ne è stato protagonista anche nella scorsa legislatura perché mi rendevo conto che dopo la
Il voto era ricominciato lo stesso diciamo
Idriche track si è avuto per tutta lo scorso dalla fine legislatura quando si va a tentare di riformare la legge elettorale tutti diceva nel corpo cioè non si vuole andare a votare e di fatto però colpo cioè non si è andati a votare
è un po'quello che è accaduto subito correzioni indubbiamente
Il presidente del consiglio Letta a diciamo dato nelle sue dichiarazioni programmatiche e una forte impegno al tema delle riforme
Costituzionale dalla riforma della legge elettorale ancora le sue parole
Di ieri se non erro dell'altro ieri nelle quali sostanzialmente diceva che si troverà un percorso il più possibile unitaria sulle riforme costituzionali agganciando c'è anche una riforma della legge elettorale ma che era necessario per mantenere l'impegno che tutti continuano
A sostenere di andare a votare quando mai sarà con un'altra legge che non sia il porcellum
Necessitava di una sorta di valvola di sicurezza affinché comunque ci fosse un cambiamento dall'attuale gettare ve la faccio breve
Nel dibattito che sta proseguendo in queste ore diciamo sta emergendo una ipotesi che questa valvola di sicurezza di una possa in qualche modo essere rappresentato da alcune piccole correzioni all'attuale legge elettorale
Allora intanto a spiegare che mi si dica che prendiamo oggi non è minimamente in conflitto con il percorso lo scenario nel merito anche
Dell'iniziativa del Governo ovviamente il Governo fa benissimo anche per mantenere gli impegni impegni programmatici a precostituire un percorso che
Sappiamo riforme costituzionali hanno maggioranze tempi diversi che possa trovare nel modo più largo possibile una condivisione anche un'approvazione del Parlamento ma è chiaro che sappiamo altrettanto bene quanto il Governo sia
Un Governo che abbia come dire ogni giorno debba affrontare molte difficoltà e che di tanto in tanto arriva qualcuno che dice che si farà saltare il banco si andrà a votare in anticipo e via dicendo
Allora raccogliendo diciamo
Quello che tutti dicono e io spero e credo non solo a parole cioè che comunque bisogna mettere al riparo
Il Paese dalla possibilità di andare a votare di nuovo con il porcellum
Io penso che lasciando intatta e assolutamente che vada per la sua strada l'iniziativa del Governo sapete che il ministro Franceschini ha annunciato che ventinove
Sì alla Camera che al Senato ci sarà un dibattito attraverso il quale si indicherà un percorso
E voi sapete che molti dicono che la riforma elettorale più adeguata la si dovrà scegliere contestualmente a eventuali modifiche costituzionali questo ci va tutto bene ma raccogliendo le parole del Presidente del Consiglio lette di molti
Noi riteniamo ed è anche questo appunto la ragione per cui
C'è qui come Arturo Parisi noi riteniamo che se davvero si vuole dare corto e concretezza a questa affermazione
La strada maestra e vorrei dire anche l'unica per garantire che in con commento sull'esterno a votare non lo si farà con il porcellum eh
Ripristinare la precedente legge elettorale che come sapete quella
Chiamata Mattarellum dal nome di Sergio Mattarella che la con la concepì
Prima di questa legge per fare questo ed è appunto passerò poi la parola apertura in questo senso per fare questo basta semplicemente
Riprendere cosa che io ho fatto in distribuzione a tutti i deputati affinché la filmino il testo della proposta di legge che prima firma Arturo Parisi sul fu presentata nella scorsa legislatura che non trovo purtroppo nessuna
Come dire pratica realizzazione dal punto di vista legislativo e che diciamo proprio a fronte di questo porto lo stesso Arturo che ne fu uno dei protagonisti in protagonisti ad assumere l'iniziativa poi della
Raccolta di firme per il referendum che fu presentato e sul quale furono accolte più di un milione di firme tanto per capirci diciamo quando parliamo di adesione popolare l'iniziativa politica va bene anche sarebbe utile tenere conto di questa razza su migliaia di persone che hanno sottoscritto i referendum che diceva chiaramente vogliamo ritornare a quella legge elettorale
Sapete che la Corte costituzionale per una giurisprudenza
Sulla quale si è inutile tornare decise di bocciare quel referendum da quel giorno da quando fu bocciato il referendum tutti in Parlamento
Dissero che bisognava cambiare il porcellum restituire cittadini la possibilità di scegliere eccetera eccetera eccetera che come sapete siamo andati a votare con questa legge elettorale con le conseguenze che sappiamo vogliamo evitare di ritrovarci esattamente nella medesimo la situazione segnalo che a chi dice che si potrebbe risolvere il problema apportando alcune piccole correzioni all'attuale legge elettorale che è esattamente quello sul quale la il Senato da la Repubblica è stato
Si è a Renato praticamente per cinque mesi tra commissioni comitati ricorderete il premier premetto il treno è partito nostrane cioè
Come tu come ci si si si tocca questa legge questa il porcellum come si tenta di modificarlo ci sia Reina nelle sabbie mobili
Mentre invece c'è una via molto limpida peraltro di una legge assolutamente sperimentata che serve e davvero mi taccio semplicemente proprio per mettere ci al riparo cioè una cosa che si può fare in quindici giorni in venti giorni si mette da parte se poi come tutti auspichiamo
Si arriva a una riforma costituzionale che comporta una legge elettorale più adeguata le eventuali riforme non si sa si può tranquillamente anzi si deve tranquillamente superare questa legge questa
Il Mattarellum ma intanto con loro tutto questo non accadesse
Sappiamo che effettivamente non andremmo più a votare con il porcellum
E credo che prende l'iniziativa di questo tipo sia anche
è come dire una invece ottima spinta per tutti coloro che possiamo scordarci che abbiamo a Venezia a parlare di convenzione e seleziona litigare su chi dovrà presenterà il Preside la convenzione
Poi Venezia a parlare di convenzione è finito di gara su chi la doveva presiedere abbia Nezza litigare se doveva essere solo di parlamentari di esperti con potere di gente fatta con legge costituzionale e via dicendo abbiamo terminato di
Litigare sulla convenzione e ha iniziato il il lei litigio su si fanno prima riforma elettorale si fa prima riforma costituzionale cioè il quadro è un quadro che obiettivamente senza avere nessun pregiudizio diciamo lascia qualche
Come dire qualche incertezza su tutto quello che accadrà noi vorremmo costituire una certezza per quello che invece deve accadere cioè ripeto che non si vada
A votare con questa legge elettorale chiudo semplicemente dicendo che questa è l'occasione egli è un appello rivolto veramente a tutti i deputati c'è un'occasione nella quale il Parlamento al quale ricordiamolo tendenzialmente spettano questo tipo di
Di leggi nel senso che la legge elettorale è mi corregga il professor Parisi e tendenzialmente proprio una legge che e di materia parlamentare dove il Governo tendenzialmente assistere collabora
Ecco io penso che in questo momento ogni singolo partito al lamentare atteso che ciascuno di noi
Ogni volta che si trova ad affrontare questo argomento
Si trova nella difficoltà di spiegare perché se tutti sono d'accordo a cambiare questa legge trovare poi la legge elettorale non si può cambiare sappiano singolarmente
Per tutti i parlamentari che con questa iniziativa che
La convocazione straordinaria della Camera con una mozione documenti che adesso
Se volete sarà saranno allegati con una per votare una mozione che semplicemente dice
Fabio nelle premesse tutte le cose che ho detto adesso che la Camera impegna i suoi organi ad approvare rapidamente una riforma elettorale nel senso della premessa cioè il Mattarellum e via dicendo è semplicissimo dopodiché significa che la Conferenza dei gruppo A deve programmare andasse avanti la convenzione fatta con le due Commissioni unificate andasse avanti tutto però nell'ambito dei lavori della Commissione affari costituzionali che ovviamente avrà anche un corso a prescindere dalla convenzione si può fare rapidamente
Questa questa riforma ed è una diciamo scelta che nelle mani di ogni singolo parlamentare che io mi auguro in questo
L'azione senta la responsabilità di rivendicare effettivamente la centralità del Parlamento e di una propria scelta personale che non confligge
Con il Governo con le maggioranze ma semplicemente di danni avviso dignità e forza al Parlamento segnalo che contestualmente al Senato è stata presentata sostanzialmente da da altri
Senatori esattamente la stessa proposta che io ho ripresentato qui e che era che era di Parisi e che vedo sfogliando le agenzie per esempio lo stesso Vannino Chiti dice si riferisca e subito il Mattarellum piccolo particolare che venerdì di dice si ripristini attraverso un decreto del Governo a cono io penso che il Governo che si è impegnato
Proprio per la situazione di emergenza a entrare diciamo in una in un ambito che è quello più parlamentare con le riforme costituzionali con una sola cosa dicendo Deian davanti in quel senso ma il Parlamento deve essere l'unica a costruire quella valvola di salvaguardia che garantisce qualora
Non ci fosse più
La possibilità di di fare nulla si dovesse andare a votare di andarci con una legge elettorale che abbiamo già sperimentato che non sarà la perfezione ma che certamente meglio di questa qui
Convocazione straordinaria alla Camera per la discussione il voto di una mozione che impegna
La Camera
A sostanzialmente fare una sessione rapidamente approvare una legge nel senso del Mattarellum sapete che la Costituzione prevede che quando c'è la costa la convocazione e si aggiungono le firme per la costituzione per la convocazione automatica della Camera di di
Vito si convoca anche il Senato e quindi fatta questa operazione potrebbe tranquillamente essere fatta anche al Senato dove già c'è il testo medesimo che abbiamo qui quindi questo processo che possa andare forse spero di no apparire un po'complicato è un processo che si può chiudere rapidamente che ha avviso ci mette al riparo quindi soddisfa quel primo problema che dicevo e secondo me può dare anche una spinta decisiva affinché effettivamente it Corso di riforma costituzionale ed eventualmente la legge elettorale abbia diciamo un'accelerazione non contino stop and go come avviene d'accordo in questi giorni
Io ho chiuso do la parola ad Arturo Parisi che ripeto è il primo firmatario della proposta originaria che fu presa a
Dalla scorsa legislatura che poi è diventata quesito referendario che purtroppo nel Parlamento né tra gli elettori ha avuto la possibilità di essere
Di trovare luce
Ho non avrei nulla da aggiungere se non so aggiungere qualche parola per giustificare la mia presenza potrei dire
Che
L'assassino torna sempre sul luogo del delitto se se non dovessimo meno tariffe precisare che gli assassini sono altri perché il diritto è appunto quella il furto
Di democrazia che mi è stato perpetrato otto anni fa ai
Anni dei cittadini
Il sono a fianco di Roberto Giachetti da una posizione distinta come sapete non mi sono ricandidato al Parlamento e tuttavia riconquistata la mia condizione lo dico
Comune con una qualche ironia di principe perché i cittadini di Sondalo riconosciuti come i principi e non più di semplice servitore
Posso
Affiancare l'azione che io mi auguro di successo con
Come dire l'amarezza della memoria e la speranza della indignazione
Da da cittadino e di chi ha percorso produttrice dalla nella precedente legislatura esattamente lo stesso percorso che oggi inizia lo dico
Con una qualche toccando ferro non c'è afferro donna nessuna parte è tutta plastica anche queste
Forse l'eccezione del metallo e
C'era il metano perché purtroppo nella scorsa legislatura noi iniziamo esattamente così depositando una proposta di legge che ci si muoveva da una sola idea ottime le riforme ma innanzitutto cominciamo con restituire il maltolto
Perché
Prima restituire poi riformare per sicurezza e per
Rispetto
Segno di buona volontà debbo dire che
Per la proposizione distinta e diversa da quella che concessa vicepresidente alla Camera anche se Roberto giacché il trenta per su ruoli sempre con una qualche fantasia
Il già i primi segni che appaiono fanno
No disperare del futuro abbiamo visto ricomparire termini come manutenzione ritocchi
E soprattutto ne ho visto apparire anche delle scadenze perché io ho visto cento giorni adesso oggi o sentito settembre
Abbiamo sempre naturalmente la prospettiva di diciotto mesi ecco il vantaggio
Di questa iniziativa e che consente di partire subito perché uno dei problemi per cui finimmo disperati a un mese dalla scadenza per la presentazione del resto dell'ultimo referendum disponibile nell'agosto di due anni fa
Fu appunto il fatto che la proposta che oggi viene
Ri avanzata non fu presa neppure in considerazione e quindi già questo è un dato
Metterla all'ordine del giorno e di consentire discutano di bocciarla quello ecco non credo onestamente che ci sono alternative quindi voglio dirlo con la fermezza da questo punto di vista
Ripeto quello che ripetevamo non sono stato mai un appassionato del Mattarellum anzi abbiamo promosso assieme sostenuto un referendum per il suo superamento andato male
Nel novantanove
Allo stesso tempo condividiamo anche l'argomento di chi dice è stato lasciato a verbale nella
Documento dei saggi
Del gruppo di saggi costituito dal Presidente che effettivamente le
Riforme istituzionali in qualche modo dovrebbero precedere la riforma elettorale oggi lo dico rinnova questo argomento
Il ministro Quagliariello appunto spiegando con una cosa è una legge elettorale dentro un quadro istituzionale è una cosa dentro un altro quattro istituzionale
Non fate è tutta roba che dobbiamo mettere da parte perché effettivamente
Di troppa saggezza si muore l'unica cosa esce in cui
La saggezza viene da troppi saggi la morte è ancora più sicura quindi abbiamo bisogno di un po'lì in Sardegna da questo punto di vista lo sa niente
Restituire il maltolto e intanto risentiamo il maltolto ai cittadini lo ritiro lo dico da cittadino ma con la stessa consapevolezza con cui lo dicevamo assieme l'anno scorso
Per poi quello che riguarda la memoria devo semplicemente ricordare che
Se la Corte costituzionale con certamente con dentro un clima che comprendeva le ragioni del rigetto incoraggiava annunciarvi anticipa ma
Il rigetto stesso avesse consentito
A lei cittadini di fare quello che i partiti hanno dimostrato ampiamente di non riuscire a fare
Neppure un anno fa e perché esattamente dal quindici maggio dell'anno scorso al quindici giugno la prima domenica era il venti il venti maggio quella disponibile mentre noi contro anche un tentativo di riforma della legge elettorale in una domenica sicuramente di festa sarebbe stata cambiata la legge elettorale
Ci disse già immediatamente dopo il rigetto della richiesta di referendum la appare no prima facciamo le riforme
E poi facciamo la legge proposizione appunto di quella che appartiene alla categoria dalla saggezza mortale sostanzialmente per cui i primi sei mesi furono dedicati a non fare le riforme sostanzialmente poi
Arrivati a settembre si scoprì che a quel punto le riforme non potevano essere più fatte e viceversa si doveva fare la legge elettorale tutti sanno come Fini nelle all'inizio
Del dicembre dello scorso anno che sembra un millennio fa tutte le vicende che abbiamo vissuto non sarebbero state
Uguali se
Quella
Proposta fosse passata se i partiti e il Parlamento si fosse fatto carico avesse dato seguito al gli impegni presi aggiungo
O almeno non avesse avanzato
E est proposte fatto promesse
Che destinate ad essere disattese mi riferisco evidentemente alla riduzione a metà
Delle Camere alla riduzione netta detta dei parlamentari e a chi Prina ha più ne metta perché proprio la distanza tra le promesse in fatti
Quella che è l'origine
Di della dove sconcerto della protesta indignazione che è cresciuta e ancora lì tra i cittadini inattese
Di ulteriori sviluppi tra i quali ci potrebbe essere anche un abbandono della politica questo non è che necessariamente debba svilupparsi ma non meno preoccupante questo è il motivo per cui mi aggrappo sostanzialmente alla iniziativa
Di Roberto Giachetti con la speranza che sia possibile oggi quello che allora non è stato possibile aggiungo solo una cosa visto che
Il Governo a
Come figure tre mi verrebbe da dire con una qualche ironia minacciato di ascoltare i cittadini nel senso che
Sarebbe
Aperta anche una consultazione via Vercurago ebbe diciamo il
Quindi con un'apertura a tutte le voci disponibili
Ci sono lì un milione duecento mila cittadini certificati un milione e sette in cui arrivano
Nel di firme che hanno già fatto sentire la loro voce che era appunto la conclusione di questo ragionamento quindi prima di sentirmi altri cinquantamila perché finiremmo così
Si passino il milione e settecento mila dell'anno scorso septies se il Governo lo a fasce curiosità di conoscere i nomi
Sostenitore iniziativa
Le varie la forniremo così come mi permetterei di fornire le foto
Bene perché ritraggono l'onorevole Giachetti lo scorso anno alla disperata guidato dalla disperata illusione che sullo sciopero della fame potesse
Re conquistare ottenere sul finale diciamo dipartita quello che
Non era stato possibile in tutti i tempi precedente fine
Ringrazio nel mi aggancio e poi Mita solamente da questa affermazione di Arturo Parisi perché diciamo dobbiamo sapere che questa è l'unica pro
O sta in campo che può avvenire dalla sua effettivamente più di un milione di persone che hanno chiaramente detto cosa vuole
Se fossimo riusciti andare a votare sappiamo che questo milione e due che è andato a firmare i tavolini dei referendum tra l'altro anche poco tempo
Sarebbe
Potete immaginare basta vedere tutti i sondaggisti potete immaginare quale sarebbe stato risultato quindi anche l'alibi del questo quell'altro cioè di un dibattito tutto interno ovviamente ha
Gruppi dirigenti comunque a una contesto che è molto limitato rispetto alla conta popolare deve essere chiara a tutti che se
Vogliamo Argan Tacan CIACE ha una F tirava volontà popolare dimostrata di cambiamento in un senso ben determinato e cioè il ripristino il Mattarellum l'unica proposta in campo è esattamente questa uno
Due
Torno a dire io
Qui mi appello veramente a ogni singolo parlamentare perché tutti insieme possiamo in questo momento recuperare il valore della centralità del Parlamento attraverso scelte persona gli irresponsabili che hanno più valore di qualunque altra cosa cioè è nelle nostre mani in questo momento poter mettere in campo l'iniziativa che effettivamente ci riesca a fare rizzare l'obiettivo che ci siamo dati
Non ci sono alibi le forze politiche perché tutto questo non confligge con qualunque maggioranza accordo di maggioranza non forma maggioranze io mi auguro che firmino tutti a cominciare dai i colleghi Cinquestelle che avevano
Come dire del dato un diniego alla precedente iniziativa motivando ma perché faccia riferimento alla Commissione speciale loro erano per le Commissioni
Permanenti adesso le Commissioni permanenti ci sono a cominciare da SEL che a presentato una medesima proposta al Senato esattamente per il ripristino oltre a essere tra quei probatori a cominciare dal PDL
Onorevole Martino avere qualcun'altra l'ha già firmato la mia precedente proposta quella sulla
Per l'appunto sulla convocazione della della Commissione sulla costruzione di una Commissione speciale e di tanti che ho sentito il PdL che sono concordi sul fatto che bisogna cambiarla non deve diventare questa mi se ti va contro nessuno deve diventare e mi auguro che diventi nei prossimi giorni tenete conto che già abbiamo raccolto ventiquattro firme lo presentiamo la messa stamattina in casella e dieci quindi tutto sommato
La speranza che questo
Accada e che veramente ci sia una decisione trasversale di tutti che ha come unico fine dare la possibilità al Parlamento di dimostrare che in situazioni particolari
E con le competenze che ha
E che gli sono anche dovute è in grado di assumere un'iniziativa capace che abbia la forza di superare anche quelli sono i veti blocchi le contrapposizioni
Di qualunque natura che di fatto hanno portato con me chiaramente detto Arturo Parisi a una impossibilità di cambiare nulla magari per sperare di cambiare
Chissà quante cose
No
Duecentodieci
Un terzo un terzo della Camera
La mozione diciamo
La convocazione della Camera la straordinaria e
Ci sta dentro la convocazione per discutere e votare la mozione che è allegata e che voi perché firmata contestualmente e la mozione nel dispositivo verrebbero dico comunque sostanzialmente vi faccio salva la premessa dice impegna
Le stesse di proprio organico ciascuno per le proprie competenze ad esaminare ed approvare in tempi rapidissimi una riforma della vigente legge elettorale nei termini sopra evidenziati i termini sopra evidenziati sono quelli per l'appunto di ritorno
Del ritorno al Mattarellum e quindi il giorno che è chiaro che per convocare ci servono duecentodieci firme affinché la mozione passi perché potrebbe pure succedere che invece non c'è la maggioranza affinché la con la mozione va se ce ne vogliono tre almeno trecentosei
Como meglio ce ne vogliono quant'è la maggioranza di quelli che votano in quel modo
Tutto chiaro
Siamo arrivati elettriche come
Circa un anno fa ci siamo trovati pigliavo qualche che nemmeno in cui si discuteva esattamente la stessa cosa
E diciamo per discutere di questi due semplici argomenti ci sono voluti senesi rimasta alla discussione perché come del tutto evidente non si è trovato soluzione questo per il metodo per il merito mi rifaccio
Briga pervenire all'intervento di Agnes oggi sul correda sera il quale spiega perfettamente come quel tipo di riforma paradossalmente non so se il professor Parisi che sa meglio di me queste cose peggiora la situazione
Cioè non è che
Sì perché
Ma è ve lo ricordate il tema del premier premetto il premio Uccio quella le preferenze come voi
Cioè a parte il fatto che io sono sempre stato convinto che ritorna le preferenze diciamo non è un passo avanti per
Io sono emerse non sostituisse Marco
Io sono sempre stato sia per il semipresidenzialismo francese e ovviamente con una
Con un po'un un doppio turno alla maggioritario ma perché ovviamente ha un senso tendenziale due cose
Io non so se mai riusciremo a far fare
Un salto di diciamo di qualità così al nostro sistema istituzionale magari ci riuscissimo infatti a suo tempo visto che nella mia città dalla sfida il PdL che regala entra provocazione
Perché comunque non ci saremmo trovati a essere quelli che difendevano sempre
Però adesso azzerando otto questo il tema che che tu poni esattamente il tema di cui abbiamo discusso per alcuni mesi
Senza tirarne fuori un ragno dal buco e diciamo la maggioranza vorrei dire che era esattamente la stessa c'era un Presidente del Consiglio diverso ma diciamo i parte erano gli stessi
Poi voglio dire con tutto rispetto di ho fatto l'elenco di cui del del di ogni occasione di differenziazione che c'è stata in queste ultime settimane per renderci conto che è ovvio e come entriamo nel merito di qualcosa che
Come dire effettivamente ci fa spostare dalla
Dalla situazione attuale o è una cosa evidentemente diversa che proprio propone uno scenario diverso e allora può avere un senso o se rimane lì dentro lì dentro i mari impantanato questa è la mia opinione
Al di là del fatto che molti sostengono che correggere il il porcellum così come la sua con leggere addirittura potrebbe peggiorare la situazione cosa che penso che il nostro Paese non sarebbe esattamente
Turano insomma diciamo
Travolta noi purtroppo tra
Ancorché tra Camera e Senato raccogliemmo duecentocinque firme
Camera Senato quindi una misura non comparabile con quella che adesso è stata evocata ma tuttavia
Aveva un sostegno trasversale di un numero consistente di parlamentari ecco molti dei quali solistici condicio precoci appunto
L'attuale senatore Martino allora deputato era stato come nei primi firmatari dell'iniziativa con tutto ciò non fu preso in considerazione minimamente quindi tempo
Persone solo per questo da parlamentare Procacci proponemmo un referendum altrimenti si
Il luogo più naturale sarebbe stato il Parlamento il referendum
Bene un'iniziativa che per definizione nelle mani
Di forse
O
Esponenti che non appare su presenti in Parlamento
Tutto chiaro