16MAG2013
intervista

Intervista a Pietro Ichino sulla questione degli esodati

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 4 min 39 sec

Player
"Intervista a Pietro Ichino sulla questione degli esodati" realizzata da Claudio Landi con Pietro Ichino (senatore, Scelta Civica per l'Italia).

L'intervista è stata registrata giovedì 16 maggio 2013 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Amministrazione, Disoccupazione, Economia, Esodati, Governo, Investimenti, Istituzioni, Letta, Mercato, Occupazione, Pensioni, Politica, Senato, Spesa Pubblica.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Allora
La gara di cale oggi è alla il Senato si è parlato di esso dati e di interventi a sostegno dell'occupazione abbiamo qui con un signore che sa insomma
Se ne intende di e occupazione di mercato del lavoro il professore senatore Pietro Ichino è professori chi non è convinto delle politiche delle iniziative che potrebbero essere messe in atto dal Governo
Oggi il ministro Giovannini ha detto alcune cose nuove e li chiamiamo Edison molto sensate prima
Ha infine anzitutto messo in evidenza la assoluta
Evanescenza dell'annotazione di ESO dato e quindi invece la necessità di una nuova classificazione i del del problema
Dei cinquantenni e sessantenni che si trovano nel mercato del lavoro
E egli in difficoltà occupazionale
E
La necessità di affrontare il problema in relazione a questa diversa classificazione ammesso anche in evidenza
Che il
In un Paese in cui solo un terzo dei
Cinquantenni sessantenni è presente nel tessuto produttivo
L'intero insieme degli altri due terzi potrà può oggi si chiede essere considerato
Il suo dato se manteniamo la evanescenza della definizione cui facciamo riferimento oggi e d'altra parte
E va detto che la vera salvaguardia per queste persone
Non può e non deve consistere nella espulsione dal mercato del lavoro tre nella prepensionamento
Ma deve consistere in un sostegno del reddito anche robusto ma condizionato alla loro disponibilità al lavoro
E coniugato con misure disincentivazione economiche agli normativa
Per il loro reinserimento se noi invece di creare questo incentivo a
Rimanere nel tessuto produttivo creiamo l'incentivo opposto non possiamo altro che peggiorare il problema è così ma quante risorse ci vorrebbero per questo tipo di iniziative professore sicuramente
Le stesse risorse che da molte parti si chiede di destinare al prepensionamento di queste persone
Se ci sono possono e devono essere utilizzate in quest'altra maniera chiamarle mi mi par di capire che sia rimasto soddisfatto insomma delle dichiarazioni del ministro a me
Sembra che il Ministero abbia mostrato anche una capacità di prender le distanze da luoghi comuni e anche
Da
Poi il vezzo naturale sbagliatissimo che caratterizza il nostro Paese che consiste nel
Considerare ovvio che dopo i cinquant'anni il bollo a volo non si può trovare cosa non vera perché il dodici per cento delle assunzioni in Italia oggi riguarda persone con più di cinquant'anni
Ma e soprattutto e cosa che va combattuta bisogna
Invece e creare
Una situazione in cui al problema occupazionale si risponde con misure di politica attiva volta a favorire il lavoro non a espellere dal mondo del lavoro su questo il ministro mi sembra
Che a detto cose non conformiste e questo il giudice ma gli faccia molto onore noi dobbiamo
Smettere di usare la quella che è la spesa sociale abbiamo chiamato spesa sociale ma sono trecento miliardi l'anno ed è
E
Che abbiamo destinato nei decenni passati a risolvere crisi occupazionali espellendo
Le persone precocemente dal tessuto produttivo un errore gravissimo e che tra l'altro ha privato il nostro Paese
Della spesa sociale che è veramente necessaria per chi veramente ha bisogno cieli
I bambini in stato di povertà e i non autosufficienti le situazioni di di vero bisogno sociale
E e di fatti su questo terreno dall'Italia a gap rispetto alle esperienze dei maggiori Paesi centro nordeuropei dove la spesa sociale destinata veramente
A a risolvere problemi sociali e non ad aggravarlo insomma dove la spesa sociale spesa fare bene la ringraziamo riserve professor Pietro Ichino senatore di scelta civica buon ascolto come sempre dare agrari