17MAG2013
intervista

Economia: intervista a Claudio Andrea Gemme, Presidente di Confindustria ANIE

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 13:31. Durata: 12 min 32 sec

Player
"Economia: intervista a Claudio Andrea Gemme, Presidente di Confindustria ANIE" realizzata da Giovanna Reanda con Claudio Andrea Gemme (presidente di Confindustria ANIE).

L'intervista è stata registrata venerdì 17 maggio 2013 alle ore 13:31.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Costo Lavoro, Crisi, Economia, Energia, Europa, Impresa, Industria, Italia.

La registrazione audio ha una durata di 12 minuti.
13:31

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Con il presidente di Aniene Claudio Andrea gene che ringraziamo interpretiamo buongiorno Presidente
Il giorno allora diciamo e non per colpe pratiche Aniene E.ON ha una federazione pupilli Confindustria aggiustano
Rettore con e più niente io occupate di rettore energetico produzione di energie a
è una è una delle delle associazione che fanno parte della Federazione sul prorogatio elettrico ANIE tanto per inquadrare
La delegazione sono mille trecento aziende
Settantun negli arditi fatturato aggregato e quattrocentocinquanta mila addetti ecco quindi la Madonna numerini rammento
Numeriche in qualche modo in Italia hanno un peso del
Presso
Ecco e tra l'altro Vito cavalli non in un momento oramai di crisi conclamata non possiamo nemmeno definirla una critica appena appena arrivata perché poi purtroppo gli effetti sono già recepiti
No no anche questo secondo delle indagini che sono state condotte recentemente da dall'Osservatorio del Centro Studi animata ben questo è un settore del mercato italiano che invece in crescita
Ma diciamo che l'Italia e in generale non cita grandi spazi di lavoro allora se vogliamo
Inquadrare il ragionamento all'interno di anni quindi dall'Associazione
Dell'impiantistica industriale italiana avendo la ninfa all'interno una serie di altre
Nasce sia nel settore da dell'energia che dell'ordine in casa ma che sono aziende impiantistiche e ha una vocazione
Di andare all'estero e quindi di proporre l'eccellenza tecnologica italiana all'estero
Lani altre attente
Tipo componenti dico sono diciamo l'elemento che può rafforzare l'offerta all'estero con prodotti
Taviani con aziende che producono componenti che hanno
Le manifatture le manifatture componente che possono
Completare il pacchetto che questa generica portano al sono
E quindi questo è obiettore che tiene in questo in questo preciso momento però in Italia
Invece che mandano
Appena
Traccia un caro generale insomma le acquisizioni dicendo noi ci occupiamo in parte il
Ci particolare ci occupiamo in particolare che
Elettriche ed impianti elettrici elettronici quindi nel settore risente ti un Carlo
Un calo generale dalla nella produzione di e generale con se poi guardiamo la componente export perché rappresenta
Lunga circa la metà dei volumi quella volta tenendo anche fede comunque certi settori ci sono dei ritardi nell'aria
Nell'aggressione dei grandi contratti quelli grandi player ritardano a prendere contratti e quindi la manifattura italiana residente evidentemente detti
Ho un calo dal punto di vista produttivo quindi
Io vedo quotidianamente
Aziende anche di grande dimensione in crisi perché non hanno i volumi per saturare le fa quali
Dovrebbero essere in questo momento gli interventi in campo economico che dovrebbe attuare il Governo e il Governo letta portando
Anche da una considerazione più generale
E cioè di come questo Governo abbia messo al centro della sua attività però per le riforme in campo economico ordinatorio l'obbligo da recuperare con
La civiltà dal nostro Governo quando si parla però la prima cosa che dobbiamo fare ed essere competitivi nel corso del lavoro che noi abbiamo l'Italia non ci consente questo spazio
Allora la la tua grande inverte l'inventiva e il fatto che comunque siamo Naba tecnologico fantastico però il costo del lavoro
Confrontato a ad altri player internazionale idea ai coreani piuttosto che chiedono niente ce n'è ribrezzo stava diventando cari pure loro
Do non non ci consente molto di compiere quindi uno o uno dei motivi fondamentali per la ricca la ricrescita ridurre il costo ovvero dare più soldi in mano ai lavoratori precari
Creare un ciclo virtuoso per potere comunque al rifar partirà all'economia l'economia quei tagli però per quanto mi riguarda il tema principale
E la riduzione del costo
Senta da un punto di vista di politiche a economiche arbitrato scala europea secondo lei ci dovrebbero essere degli allentamento che ha
Mai fatti di San Patrizio dei cartoni non soltanto interno ma anche
Ebbene non c'è più in generale la parte europea del di sua competenza quelli immagino che ci saranno anche delle relazioni concrete o no alcuni Paesi dell'Unione
Secondo lei come si potrebbe migliorare la crescita da questo punto di vista
Qual è la strada che avevamo
Il fenomeno che si è verificato qualche anno fa che non so si osservava quelli prima l'Irlanda apporre la Spagna
Poi la Grecia eccetera era un percorso che era guardavamo ci sembrava oggi ci siamo dentro ma siamo dentro sono allora ci ha detto secondo me la Francia in pieno giorno Angelo
L'Italia
Voglio dire comunque una del facciamo della relazione che a di grossi problemi dal punto di vista
Della crescente visti i vincoli che abbiamo sul costo del lavoro uno dicono non da poco e che comunque
Si continua a litigare anche dal punto di vista
Sindacare voglio dire querelare notevole per
Ma guardi io è che sia un problema voglio dire se non gli asset fondamentale di un'impresa sono i lavoratori lavoratori sono
Dal
Degli impiegati di operare i dirigenti che poi portano valore alla terra terra oggi possono avere i prodotti che a volte non mi
Prodotti perché nelle relazioni di realizzano quello che lasciate principale che la componente umana stava Cogoleto umana
Ma voglio dire non trova un accordo con
La l'impresa e
Non lo si finisce di dire che l'impresa la controparte all'economia non andremo mai dalla sola parte siccome c'è una parte sono cioè d'impresa e lavoratori
Che devono affrontare questo argomento a sfidare tutti assieme poi il Governo
Può intermediare mediare eccetera ma dal primo accorato e trovare un accordo tra impresa e lavoratori perché solo l'unica l'unica possibilità di
Traguardare un futuro diverso
Nata invece per quanto riguarda la relazione con con le banche voi avete avuto
Difficoltà per il credito mancanza diciamo
Se lei si somma al fatto che il costo del lavoro eccessivo secondo aspetto che l'accesso al credito che è un deserto ma soprattutto
L'accordo tutte arriverà il fatto che nessuno paga tu fai
Delle opere dei lavori la crisi di liquidità e immensa e nessuno paga allora i più grandi e i medi resistono ma i piccoli sono sopraffatti
E quindi il problema enorme esattamente a quello
Il fatto che la crisi di liquidità poi
Chi impedisce comunque viene
E quindi l'altro tema vedere come rinvestire i pochi utili che tu
Alla fine della della storia quando fa il Bilancio rimangono attaccati
Cioè se è possibile in senso positivo all'impresa
Nicola Bono vanno detassati ricevuti Desio sono utilizzati per lanciare sull'uomo
E questo questo decreto che è stato appunto il Parlamento ha votato sul dei rimborsi della pubblica amministrazione che quando lei fa una boccata d'ossigeno come dicono alcuni invece
Qual è la fine del percorso per avere questi saldi quel prete Repubblica verifichiamo parlando raccoglie il completo che anche ne arriveranno molto forti
Guardi fatto
Rimborso del debiti della pubblica amministrazione è un fatto notorio e così via della l'eccessiva burocratizzazione
I tempi si allungano cioè il fatto di essere riaverlo del decreto
In ogni caso e poiché non si riesce mai a chiudere il giro è una complessità tutta italiana noterà queste cose in merito all'Europa diverso tempo Pato di parole sono tre giorni è scritto nelle stelle però il fatto che poi
Non pagano e comunque altrettanto scritto le scarpe perché i ritardi sono immensi quindi
Il fatto che debba intervenire del
Dare liquidità
Per cercare di
Di migliorare i flussi finanziari da leader nelle aziende
Secondo me la BCE che voleva cioè se parliamo di politica monetaria al di là del fatto che la pubblica amministrazione deve pagare i propri debiti ora decidere deve fare che là sopra mai
Per bene una riforma anche dei poteri della BCE per non è un'Italietta che niente non esista una
Per gli americani per capire ragion mancava qualche Direttore del Co completano lamentando tra l'altro non è una realtà che ne che d'Europa
Ma non saranno Daniela perse la guardiamo al fenomeno Giappone dove abbiamo avuto successo con l'odierna
Sicuramente un percorso
Molto interessante da osservare il fatto che
Allora la sull'attuazione dell'odierno abbia dato questo slancio all'economia sicuramente
Un un fatto poi dopo
Uno può leggere come vuole loro son capaci a stampare i soldi non ho chiuso
Presidente io lì come ultima considerazione ma non ultima in termini di importanza le le chiedevo se a questo punto secondo lei
Non servirebbe una riforma della giustizia
Visto che lei parlava che i tempi gli incerti diceva no attualmente piantagioni pacchetti nelle cartelle
Guarriera alla riforma allo stipendio particolare traguardo le impresa io ho sempre sognato spiccato il Tribunale dell'impresa però c'è tanto paga le tasse Milano dovrebbe essere era all'immaginario
Vede riformatore e una sede potenziale prevarrebbe può andare dall'estrema che può sveltire tutta questa
Questa parte noi il fatto di avere
Velocità nell'esecuzione da sicuramente a vantaggio di tutti trovava vero era lentezza delle decisioni possiamo affogati cavallette
Indole non vorrei dire una frase credenti dicevo
Poteva portare attaccata possano optare operava la notte non partono e quindi assolutamente velocizzare io credo
Se guardiamo interesse dell'impresa per un tribunale prese un qualche cosa che ci può dare sicuramente velocità nell'esecuzione delle nostre progetto
Ringraziamo il precari mediani Claudio Ambrosini ma