17MAG2013
intervista

La fragilità economica e sociale dell'Italia nel contesto dell'Unione Europea. Intervista a Lucio Caracciolo direttore di Limes

INTERVISTA | di Lorenzo Rendi RADIO - 18:08. Durata: 13 min 42 sec

Player
"La fragilità economica e sociale dell'Italia nel contesto dell'Unione Europea. Intervista a Lucio Caracciolo direttore di Limes" realizzata da Lorenzo Rendi con Lucio Caracciolo (direttore della rivista italiana di geopolitica "Limes").

L'intervista è stata registrata venerdì 17 maggio 2013 alle ore 18:08.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Criminalita', Crisi, Debito Pubblico, Difesa, Diritti Civili, Economia, Esteri, Euro, Finanza, Francia, Germania, Giustizia, Globalizzazione, Governo, Grillo, Immigrazione, Integrazione, Istituzioni, Italia, Lavoro, Letta,
Libro, Mafia, Movimento 5 Stelle, Ordine Pubblico, Politica, Riforme, Sicurezza, Societa', Stato, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 13 minuti.

leggi tutto

riduci

18:08

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale e siamo in collegamento con Lucio Caracciolo direttore della rivista di geopolitica Limes per a parlare
Della dell'attualità per quanto riguarda le prospettive dell'europea e il ruolo del nostro Paese perché questo è anche il tema dell'ultimo fascicolo della rivista che trovate oggi in edicola intitolata l'Italia di nessuno perché il Paese senza sistema oggi conta più della Germania deciderà il futuro dell'Europa e
Chiedeva avrà dal direttore Caracciolo di aiutarci a capire qual è la tesi partiamo però da un dato come dire uno dei molti della dell'attualità politica l'ennesimo sintomo della malattia dell'Unione europea il la notizia che è stata resa nota in questi giorni è che
Il cosiddetto motore franco-tedesco a dimostrazione di ulteriori divisioni non arriverà con una di è l'azione congiunta in vista del prossimo summit europeo a Berlino come avevano intenzione di fare questo e sono l'ultimo
L'ultima prova evidente di una malattia che sta attraversando duramente la linea uno permette anche a repentaglio la sopravvivenza stessa dell'euro partiamo da qui
Qual è la situazione insomma oggi come ci siamo arrivati questa situazione non europea che per capire anche meglio qual è il ruolo la situazione dell'Italia
La situazione in cui siamo arrivati e quella di tutti non ha saputo imprimere quella inevitabile necessaria svolta politica verso l'unità dell'Europa verso lo Stato europeo
Che l'unico senso possibile del progetto messo in piedi negli anni Cinquanta nel senso che i suoi cari surrogati ultimo dei quali la moneta cosiddetta unica che realtà diviso e continua a dividere gli europei
Non funzionano e possono funzionare eventualmente
Solo in caso di unità politica il guaio è che nessuno dei nostri leader attuali la vuole anzi nemmeno minimamente sogna di poterla proporre questo come quadro generale
Poi gli particolare cui ho parlato
Del cosiddetto motore franco-tedesco ma qui io credo che dovremmo cominciare a utilizzare delle parole che corrispondono un pochino più infatti non c'è nessun motore franco-tedesco anzi mai come oggi
Francia e Germania sono divise e perseguono obiettivi diversi che sono anche rispecchiato dal
Diverso andamento delle due economie quella tedesca e che ancora
Più o meno è in zona positiva quella francese che rosso profondo
Per quanto riguarda il numero di rinascere
Questo europeo e lo sfondo nel quale
Collochiamolo il caso italiano
La terribili di questo numero dell'Italia di nessuno
è che paradossalmente avendo tu messo un Paese che non funziona come l'Italia al centro di un sistema di funzionale che è quello dell'euro evidentemente hai dato al nostro Paese
Il potere di far saltare tutto quanto
Perché nessun altro Paese alle due caratteristiche fondamentali che Alitalia e cioè di avere
Delle notevoli
Dimensioni economiche demografiche geopolitiche e di essere profondamente in crisi
Una cosa e la Grecia una cosa ancora e Cipro altro ancora e la Spagna ma nessun Paese come l'Italia
A questa potenzialità perché lo impedì che ho citato non hanno la nostra massa critica di quello che tu definisci scusami da semplicemente la super impotenza entro
Essendo questa decisione Tibet è un tentativo di
Ridurre in una parola questa questione cioè il fatto che
Apparentemente
La superpotenza quantomeno economica di quest'area e la Germania e di fatto lo è ma dal punto di vista politico
è l'Italia che può decidere del destino tedesco molto più di quanto la Germania non possa di quello nostro rigore riesco di quello europeo allora questo comporta innanzitutto
Una presa di coscienza delle nostre responsabilità
Noi abbiamo aderito
Al progetto europeo e poi ancora più particolarmente a quello dell'euro nell'idea che l'Europa avrebbe sciolto i nodi che noi
Ritenevamo di non essere capaci di sciogliere
Abbiamo quindi affidato ad altri
Sul piano strategico gli americani sul piano
Delle politiche economiche all'Europa la responsabilità che normalmente
Anche stati di minor taglia del nostro
Rivolgono in proprio e per le quali poi sono
Chiamati a rispondere rispettivi elettorati
Ora
Ci troviamo invece a dover prendere delle decisioni che valgono per noi valgono per tutti
E questo naturalmente ci carica
Di responsabilità e dovrebbe anche darci una
Una certa carica cioè dovrebbe
Entrarci render conto
Di quanto noi dobbiamo essere all'altezza della sfida
è quello che nel paradosso poi care idea definire il cosiddetto tasso sto rosso cioè proprio questa caratteristica di debolezza strutturale di mina vagante
Militare all'interno dell'Unione europea ci permette di mettere sul tavolo delle trattative e anche forma di ricatto mi permetto Cirillo io perché così sembra
La alla possibilità della fuoriuscita dell'Italia dall'euro il ritorno alla lira e andare a vedere il bluff tedesco si vota in quanto il temuto una possibilità di questo tipo e che valore avrebbe insomma nella nel campo del del del ostative che il Governo italiano commette Capone vertici europei
E muta credono Montero noto perché io e gli altri europei
E dico volutamente gli altri europee perché quando mette nel diciamo Europa immaginiamo qualcosa che sta altrove e quali no e non vi appartiene fino
Dicevo gli altri europei sono abituati al fatto che l'Italia era una proposta da mettere sul tavolo
Eventualmente
Lima emenda modella quelli altrui o magari li approva e poi non Clemente
Quindi la lo scenario che quelli assunto del tasto rosso
Cioè vuol dire
Ragazzi se non tenete conto dei miei interessi ascoltare il banco
è uno scenario che secondo me resta ancora piuttosto ipotetico conoscendo un po'la nostra leadership politica però è quello che fanno non avendo
La nostra capacità negoziale Paesi anche più piccoli del nostro i quali difendono
In maniera assai più robusta
I propri interessi arrivando a mettere i diritti e ha
Ricattare politicamente si intende
Altri Paesi trovo curioso che è un Paese che si trova in una situazione di super emergenza
Non solo economica ma anche politica e sociale come il nostro rifiuti di usare degli strumenti dell'Agenzia
Certo vediamo allora nel meritorio profitto dato disponibilità ancora per qualche minuto per indire alcuni spunti interessante come al solito che a rischi arricchiscono questo volume di Lima si tanto si apre con intervista con il Presidente del consiglio Enrico Coletta che hai cura tutto in cui naturalmente letta ribadisce che la bussola è quella europea cosa che ha fatto anche nello scorso le sue dichiarazioni programmatiche nei due rami del Parlamento per ottenere la fiducia la volontà di giungere a una Unione poi l'etica letta però l'espressione di un Governo di larghe intese in cui ci sono componenti che potremmo definire tiepidi nei miei confronti dell'Europa che più come giudica allora chiedo nostro Governo in questa congiuntura speciale cosa potrebbe ottenere
Ma mi pare che il nostro Governo si stia muovendo per ottenere un allentamento dei vincoli fiscali
Che l'Europa
Apparentemente in base alle sue regole tra l'altro da noi sottoscritta impone
Sappiamo che in realtà queste regole
Sono fungibili cioè sono interpretata in base ai rapporti di forza e quindi valgono
I più
Verso Paesi deboli o verso Paesi che come il nostro deboli non sono ma si comportano debolmente
Valgono molto meno
Nei confronti di Paesi forti o che si comportano in maniera più robusta
Di recente Stato reso noto come per esempio Francia e Spagna abbiano avuto una dilazione nel riportare a parametri più virtuosi il rapporto deficit PIL
L'Italia ancora alle prese speriamo che si risolva presto con
Il suo contenzioso riguardo in in campo europeo cui avendo la politica
E dei risultati dal punto di vista del rapporto deficit PIL molto ma molto migliori di quelli francesi e spagnoli
Se
Questo ci riporta alla questione di fondo e cioè la nostra capacità o incapacità
Di far valere i nostri interessi che questo punto però tengo a sottolineare sono interessi di tutti quanti
Certo il volume dedica anche ampio spazio alla fenomeno così definito del dirigismo ovvero l'affermazione del Movimento cinque Stelle reca colme chiave come
Effetto collaterale anche dei problemi legati innanzitutto alla bancarotta come dire di una classe dirigente degli ultimi anni ma anche al
Problema i contrasti che si stanno verificando con i partner della Unione Europea in mancanza di un coordinamento politico Comune ecco l'Italie
Quello che il prezzo ma che è la versione antieuropeiste anche in altri Paesi sta assumendo connotati più virulenti
Io credo che il dirigismo sia un fenomeno molto italiano non sia così assimilabile ad altri fenomeni che avvengono nel resto del mondo anche perché
Solo in Italia c'è una crisi così profonda dei partiti retto maggiore o minore misura c'è un po'dappertutto ma in Italia la delegittimazione e la disfunzionalità del sistema partitico raggiunto dette aree incredibili
Quindi Grillo del figlio
Di questa situazione
E dal punto di vista delle politiche francamente io non saprei forse non lo sa nemmeno lui che cosa vuole davvero perché anche sul sull'Euro e sull'Europa
Le sue posizioni o meglio le posizioni dei suoi poi parlamentari sono abbastanza larghe o addirittura contraddittorie
Quello che è certo è che in questo momento il movimento di Grillo
è l'unico partito
Userei questo termine l'unica forza politica rappresentata in Parlamento dal Leo nazionale
Come dimostra l'analisi che Ilvo Diamanti risulti in un anno sviluppato cartografato in questo numero di linee sinceramente tutti gli altri partiti o dei partiti sono arroccati
In specifiche aree geografiche
Prevede in più il PD nel centro il PdL nel sud il movimento di Grillo
Esteso dalle Alpi non ha le chiavi di ma insomma la Sicilia
In maniera relativamente uniforme
E questo lo rende ancora più importante più degno di analisi
Chi invece è presente in maniera capillare sempre più sul nostro territorio sono le mafie da questo punto di vista l'allarme sempre più alto anche
Rimessa se ne occupa in questo caso sia
Assolutamente sì credo che questa sia probabilmente insieme a quella della scuola
E a quella della integrazione degli immigrati la principale emergenza queste tre emergenze credo che siano quelle strutturalmente più importanti euro non è Europa non Europa nove se non
Ci liberiamo
Del vincolo soffocante
Questo caso interno non esterno delle mafie
Non andiamo da nessuna parte
E noi abbiamo
Cartografato in questo numero la espansione
Delle principali nasce italiane da sud territori di origine verso
Nord territori l'elezione
L'articolo di Rosario Aitala
Analiticità come in questa fase di profonda crisi economica le mafie facciamo dei formidabili affari
E come questo quindi rende ancora più insopportabile e connivente
Il loro vincolo con cui
Stanno strangolando le nostre istituzioni del nostro Stato di diritto per quel che ne resta
Ultimissima questione in questo contesto di gravi tensioni sociali disoccupazione otto va foto politico e di Governo non si pone anche auspicare dire come diceva Monicelli nel film del settantatré vogliamo i colonnelli non possiamo anche con se stessi militari per governare il nostro Paese il golpe e fori Boros prospettiva scrive generale mi
Sì generale mini iscriversi perché a suo avviso in Italia non è stato ancora fatto un colpo di Stato perché
Dal punto di vista astratto di una politologo Alitalia sembrerebbe quasi un caso perfetto di paese sull'orlo del golpe
In realtà in grado di dire integrazione
Del Paese coinvolge a tal punto anche le stesse Forze armate da rendere improbabile
Aggiungo per fortuna
Una ipotesi di questo tipo con una battuta che poi non è tanto una battuta
Mini scrive c'è un generale si affaccia se la televisione dicendo che dice la legge marziale cambieremo tutti canale
Grazie grazie realmente a Lucio Caracciolo direttore ville immerse come detto l'ultimo numero della rivista Limes L'Italia di nessuno lo trovate in edicola e quello del maggio due mila tredici grazie ancora Lucio Caracciolo grazie a voi