18MAG2013
rubriche

Media e dintorni

RUBRICA | di Emilio Targia Radio - 00:00. Durata: 21 min 32 sec

Player
Nella prima parte ospite della trasmissione Marco Austeri che ci parla del progetto "Human Library" poi segue intervista a Paolo Mieli al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Puntata di "Media e dintorni" di sabato 18 maggio 2013 , condotta da Emilio Targia con gli interventi di Marco Austeri (regista, attore), Paolo Mieli (presidente della Rcs Libri), Edoardo Fleischner (pubblicista, esperto e docente di Nuovi Media e Società all'Università degli Studi di Milano).

Tra gli argomenti discussi: Cinema, Comunicazione, Informazione, Internet, Libro, Mass Media, Tecnologia,
Telecomunicazioni.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 21 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radicale onda buongiorno nemica Targia ebbe in deroga al costato puntamento commedia Dentoni che iniziamo oggi con un ospite nostro grammo settimana che dedichiamo come sempre nuovi scenari della comunicazione ma anche ai mezzi come dire classici come il cinema al teatro e anche a quello che siamo ormai Cros medi alita
E che poi affronteremo nella seconda parte con Edoardo fareste
In questa prima parte abbiamo ospite Marco austeri e subito salutiamo grazie Marco gazzette buongiorno ai Consiglieri di fatto salire fai l'attore contrazione principale però visto che
C'è molto grosso assi nella nella
In questo millennio ci sarà e c'è ci sarà molto grosso
In questo caso l'attraversamento di generi come dire configura un Progetto che si chiama ci umano lagunari agevolare tutor Bale inizio di riferimento ma ovviamente abbiamo che Marco sterile per farci spiegare cosa vuol dire perché già come dire la definizione evoca
Interessanti contaminazioni e quindi adesso Marcus sei però ci spiega cosa vuol dire che ho Malagoli ovviamente che senso ha stare in questo trasmesso alle prove cercare di capire che tipo di comunicazione e che ti correnti che tipo di come che se ne fa io Malagoli
Allora io ma l'hai bravi a un progetto che nasce nel due mila
In Danimarca ad opera di una ONG che si chiama Stop the violence che lavora principalmente nel campo della lotta alla violenza giovanile
La prima edizione delle Yuma Library dicevo
Del due mila ed è stato ospitato all'interno del scrive festival il famoso festival rock è uno dei più famosi in Europa il concetto è semplicissimo hanno hanno pensato di
Di costruire una una biblioteca il concetto di funzionamento a quello di una biblioteca quindi
C'è un un bancone sul sul quale sono disposti dei cataloghi all'interno di questi cataloghi il il pubblico troverà dei titoli di libri
La differenza rispetto a una biblioteca classica che a questi titoli corrispondono dei libri viventi
Cioè delle persone in carne ed ossa non attori persone normalissime disposte a a parlare della propria esperienza di vita
Quindi c'è un un rapporto diretto uno uno tra il lettore vivente e il e libero vivente
Se posso permettermi con una sua la mistica anche un po'semplice quello che in democrazia si chiamo la testa un voto che in questo caso o una persona un libro una persona un libro
Esatto proprio questo
E diciamo il il valore
Grande appunto quest'idea semplicissima di mettere due persone sconosciute
Una di fronte all'altra a parlare di esperienze intime in quanto il il filo conduttore di di questi titoli e il fatto di che che sono legati a delle esperienze di vita
Particolari che che si portano dietro un carico di stereotipi
E quindi questo il il punto fondamentale cioè riuscire a superare determinati stereotipi attraverso una conoscenza diretta di una persona faccio un esempio banale
Prendiamo il caso di un ex tossicodipendente
Quindi non ci troviamo ad una classica conferenza sulla tossicodipendenza ma ci troviamo
Di fronte a quattrocchi a parlare con una persona che ha avuto quel quel passato disposto a mettersi in gioco completamente il l'incontro tra il libro e il lettore è un incontro aperto non ci troviamo di fronte a a un monologo teatrale
Ma a ad una chiacchierata vera e propria quindi il lettore può intervenire in tutti i modi che vuole porre delle domande anche libro stesso porrà delle domande al lettore
Diventa una una chiacchierata una conoscenza
E però diretta non filtrata ovviamente dell'idea parecchio interessante ed è nata qui nel due mila nove che timori nata nel due mila il mio andremo nelle nove invece è la prima è sbarcata diciamo in Italia è ovvio che leale prima edizione che ho curato io
è stata realizzata all'interno del Festival esterni in un festival di creazione contemporanea che si tiene a Terni a partire dal due mila sei nell'edizione del due mila nove si è deciso di di ospitare questo progetto
Ho e poi avete fatto altre date dalle mi interessava anche ovviamente visto che in qualche modo se uno dei rappresentanti del del progetto in Italia
Capire questa cosa come Ascom entrata come sbarcata in Italia e che tipo di riscontri avuto insomma quanto ha funzionato di più di meno rispetto all'esperienza invece nel resto del pianeta allora diciamo che
Non vorrei fosse farmi i complimenti da solo però poco ricevuti tutti
Delle
Insomma testimonianze a salutari dei riscontri si dal
Dall'ONG danese dalla dalla struttura portante che dal due mila sei si è diffusa
Scusi dal due mila nove sia diffusa ancora molto molto di più
Io personalmente ho curato varie edizioni dicevo questa questa terminata itinerari Festival Cesena
Un'altra edizione per diventi Valentiniano in quanto San Valentino
è il è il padrone di Terni quindi tutti gli anni ci sono delle manifestazioni legate a appunto al all'amore in senso molto lato e all'interno di di questi eventi abbiamo allestito una Human Library all'interno della biblioteca
Comunale se sulla tematica dell'amore affrontata secondo i criteri della Yuma Library quindi mi ricordo c'erano vari tipi d'amore dalla suora quindi l'amore per Dio
La una ragazza adolescente che al che ha avuto il suo primo amore attraverso una conoscenza in chat eccetera eccetera eccetera quindi diciamo che la
Il bello di lavorare nella costruzione di una chioma Library è quello di
Di entrare già io per primo in contatto con con delle persone che che hanno avuto delle esperienze
Particolari scusi possiamo diretto cioè che hanno la voglia di di raccontarle quindi in questo modo il mio è già un ascolto privilegiato certo in chiaro in questo senso qui questo riconduce ancora sorta come dire di
Utilizzo anche nuovi media in maggio perché c'è un sito in un sacco di riferimenti maggio multimediali
Però dall'altra parte è come una Yuma Nizza azione
Del dei percorsi letterari dei percorsi librari in qualche modo si esatto sembra una una banalità ma in un momento in cui tutto appunto è mediato attraverso internet la televisione la radio per esempio
Attraverso questo progetto si si riscopre la la bellezza di prendersi una mezz'oretta fare una una chiacchierata con una persona che non si conosce
Sembra ripeto banale dirlo però
Obiettivamente è un un processo che si che si sta perdendo detto meglio devono avere con la persona che ma non solo la presenza con una storia che non sia una storia che non si
Di fatto quella quella persona si con la persona e la sua storia quest'anno e mezzo a mio avviso è la sua è la sua storia dal punto di vista incontrare dieci persone un po'come aver
Se non letto comunque sfogliato ho letto parzialmente a decine di libri
Esatto sì anche perché poi i libri stessi si si conoscono
In questa circostanza e quindi c'è uno scambio di esperienza anche dal loro punto di vista non c'è solo con con i lettori ma anche tra tre libri viventi poi dunque l'Italia gli altri appuntamenti che avete fatto mi interessava capire e poi anche il prossimo così magari
Allora avevamo parlato del di quello che a Terni per gli eventi Valentini anni poi un altro per un festival nazionale del dell'ARCI Ragazzi
E quindi era stato virato sud delle storie che potevano più interessare i ragazzi perché avveniva all'interno di di questo festival in cui i vari circoli
Locali dell'ARCI Ragazzi si si ritrovavano importavano o ognuno il il prodotto di di un anno di di lavoro
E poi
Il il prossimo sarà qui a Roma il ventiquattro il venticinque maggio fino al al forte Fanfulla al Pigneto infarti Fanfulla è uno spazio diciamo è un
è un centro culturale
Un è una struttura polivalente hanno una sala teatrale hanno uno spazio per concerti dal vivo un un ristorante uno spazio all'aperto un bar una libreria o un un piccolo negozio vinta già e sono
I ragazzi che insomma lo gestiscono molto aperti alle contaminazioni anche al lavoro in rete e quindi sono stati ben disposti verso questo progetto hanno deciso di di ospitarlo
Quindi ripeto il ventiquattro il venticinque maggio il ventiquattro sarà dalle diciotto alle ventidue il venticinque dalle diciassette alle ventidue e un'ultima cosa per chiudere che tipo di
Di finalità si erano proposti siano preposti di datori di io ma da quel punto org secolo se all'inizio e quanto come dire in qualche modo il percorso stesso di questi anni ha invece poi come come dire mutato migliorato limitato
Condizionato invece quello che era il vostro
La vostra spinta iniziale questo vale ovviamente per il percorso non italiano e anche invece per questioni italiane in cui tutti sei cimentato diciamo con il progetto
In Italia
Allora inizialmente come dicevo la l'ONG Stop the violence lavorava con i ragazzi e hanno inventato questo questa modalità per
Per superare diciamo delle barriere mettere persone in contrasto
Ogni apparente contrasto una di fronte all'altra a trovare un un modo di di relazionarsi e di confrontarsi in contrapposizione esatto
Non so se
Quando hanno per la prima volta pensato questo Progetto avessero previsto gli sviluppi che hanno avuto perché
Di fatto ora la Human Lai pratica diffusa veramente in in tutto in tutto il mondo e
E anche il Consiglio europeo l'adottato come buona prassi per il dialogo interculturale e quindi diciamo dal loro punto di vista stato un successo
E enorme proprio per questo la Human Library non è un un progetto
Completamente aperto
Bisogna ogni volta che si decide di di realizzare una nuova edizione sempre esentare ovviamente il Progetto al attraverso il sito io ma la Idra ri punto ardite viene selezionato dal
Dalla direzione e solo in dopo questo dopo questa selezione danno l'ok per per realizzarlo
Fermo restando che il loro ovviamente sono molto
Rigidi per quanto riguarda la comunicazione vogliono che i in ogni
Esempio locandina magliette che vengono realizzate qualsiasi tipo di materiale sia presente il loro logo loro danno l'autorizzazione ad utilizzare il loro logo solo dopo questo questa selezioni
Un'ultimissima cosa per chiudere
Prospettiva invece futura e non come dire immediata visto l'appuntamento del ventiquattro e venticinque prospettive dinamiche di crescita future e anche magari che tipo di discorso già in piedi in Rete insomma quanto la Rete
In qualche modo completa il percorso diciamo umanizzante arrivo umanizzante del
Dell'idea forza iniziale la la Rete è molto attiva c'è
Ad esempio sono stato invitato a a settembre prossimo a Vilnius a ad un incontro di organizzatori di Human Library internazionale
All'interno del quale verranno messe in condizioni le varie prassi di di organizzazione di un aiuto all'ai bravi ci saranno dei dei workshop delle
Degli incontri appunto da tutti questi organizzatori tra noi organizzatori sotto la supervisione del dell'ONG danese quindi sarà un momento sicuramente di condivisione e sicuramente di di crescita per per noi in come come organizzatori ma per la struttura in generale insomma e invece appunto a parte questo appuntamento diciamo di settembre che tipo di
Dinamiche di crescita vi aspettate da questo punto di vista cioè nel senso qual è un punto di di arrivo se non
Guarda il punto di arrivo sinceramente non
Immagino molto lontano nel tempo se ci può essere un punto d'arrivo considerando che accorgermi in in quattordici anni un Progetto di questo tipo
Che fa della sua della semplicità la sua forza sia arrivato ad essere diffuso in tutto il mondo immagino che a questo punto le le porte siano avverte a a qualsiasi tipo di gli sviluppi
Se voi siete rimasti abbastanza impermeabile al alla moltiplicazione della forza e nuovi media in qualche modo gli avete resi complici del Progetto acquisiti nella speranza di poter
Penalizzando il pericolo di schiacciamento se vogliamo
Viaggiando progetto abbraccia trovano immediata insomma siete riusciti a come dire sopravvivere con un'idea che all'inizio sempre ha senso sembra un posto un po'troppo romantica probabilmente un po'troppo
Naturalistica e Vese riusciti
A tracciare una complicità che vi aiuta a sopravvivere mi pare di capire anche a vivere perché insomma gli appuntamenti lo lo confermano sì quindi richiamo due due elementi ora l'appuntamento per chi volesse andare a capire dal vivo che cos'è io Malagoli
E l'altro mondo al punto di riferimento internet che ovviamente
Non può mancare ok allora il prossimo appuntamento è il ventiquattro e il venticinque e maggio prossimi al al forte Fanfulla in via Fanfulla da Lodi qui a Roma al Pigneto
Riferimento internet il sito io ma l'hai bravi punto hard
E perché per contatti diretti la la mia mail Marco Aust
Marco AV assetti
Tutta pacato chiocciola libero punto it
Perfetto grazie a Marco osteria ci ha raccontato che ha raccontato la media Dentoni che cose e cosa sarà anche soprattutto io ma la gloria egli opera per il punto realizzi o di riferimento grazie a te
E dopo aver parlato della io parlai però ricorda Marco osterie ci spostiamo al Salone del Libro di Torino al Lingotto
L'abbia contato direttore RCS Paolo Mieli e con lui abbiamo parlato del presente e del futuro dei libri e non solo
Non sono nel libro con Paolo Mieli direttore ridere CS possiamo dire reo confesso asportazione dimostra di essere stavolta
Diventi protagonista vorrei chiedere sotto il partire dello slogan o se vogliamo un po'dalla copertina di questa o di persone dove osano le idee
è un approccio ottimistica perché forse c'è anche un problema di idee prima ancora che di forma
Beh no validerei libri perché sono presenti
Questo salone sono zeppi idee insomma vedremo tutti gli enti il sono liberi per fortuna lo sottolineo per fortuna minori nel senso che
Molti libri di piccole case editrici oppure di autori che scrivono cose insolite mi sembra che rispetto ad altri anni ma anche il grande libro i grandi libri ma pieno zeppo ed esporre meglio sui grandi libri c'erano
In genere dell'
Poi monopolizzano l'attenzione
Non è detto che il Grande che vi siano sempre migliori tante di quelle idee in maniera un giardino fiorito
La potenza invece della forma sono due tre anni e qui c'era come dire grande entusiasmo rispetto alla futura presente o prossima digitalizzazione
Il grande dibattito macro dibattito sull'oggetto carta il libro come la ruota
All'oggetto perfetto o meno l'eternità o meno dell'oggetto cartaceo adesso c'è già un po'più di paura qualche dibattito quasi chiama oggi contro la colonizzazione digitale che succede da questo punto di vista secondo me
Che ci siamo lasciati alle spalle il passato nel senso che la carta il passato poi sopravviverà liberi
Giornali troveranno un modo di sopravvivere ma è come quando è nato il cinema rispetto al teatro
Che il teatro per due ventidue mila anni era stato il monopolio della
Rappresentazione artistica ma anche delle idee poi un giorno è nato il cinema il teatro è sopravvissuto
Va ridimensionato il cinema è stato
Un mezzo e di
Divulgazione di intrattenimento mille volte più potente voi è nata la televisione di Stato ha mille volte più potente
E adesso c'è il mondo web i DG grazie vigile totalizzazione con le loro connessione che è un mondo molto più potente ma
Ho l'impressione che siamo ancora
Denti a metà di un tragitto nel senso che mentre nel mondo del teatro aveva
Espresso le proprie eccellenze mentre il mondo del cinema espresso le proprie eccellenze
Mentre nel mondo della televisione spesso le proprie eccellenze
Questo mondo ancora non ha espresso le proprie eccellenze nel senso che
Quando io mi volta dico ma chi è un personaggio
Terminato nella carta stampata lo so chi è uno che è nato nel teatro lo so nel cinema lo sono e la Turchia non so
In questo mondo meraviglioso che ho dato che c'è l'avvenire ancora non c'è cosa vuol dire
Vuol dire che manca il punto d'approdo
Destinata a durare per un qualche tempo e ad esprimere
Personaggio a parte gli inventori hanno stoppato step giochi
Esprime tanta produzione tanta ricchezza anarchica un po'disordinata
Meravigliosa indispensabile non sapremo fare a meno ma non è ancora arrivato a un approccio
Quindi bisogna capire come esse inattivi digitali diventeranno anche virgolette autori e ma e logica io non ne ho dubbi uccello diventeranno
Ma so che il mondo di
Web come adesso dei social network come adesso di Twitter Facebook e compagnia cantando come adesso norme la però do sono momenti come picchiato il cinema non lo so muto rende anche nella sua
Hanno
Anzi meno secondo me hanno bisogno di un passo successivo per evitare a un
Dimensione che comunichi autonomamente in pratica questi mondi ancora in gran parte si nutrono dei mondi precedente come si il cinema per ricorrere ad esempio quanto prima
Sì lo dell'isola di registi ideato autori di teatro attori di teatro fosse
Il teatro trasposto con le tecnica del
Sarebbe importante lo stesso ma non è ancora il cinema come non l'abbiamo conosciuto pronte per estremismi e il Grillo estremista riguarda comunque si nutre ancora di televisione che se fosse via Treviso idrauliche vincente si torna la cava che mi impressiona
E che il
Diciamo il modo di consacrare un successo
Una performances anche altamente positiva in questo nuovo mondo
è di tornare sul vecchio e dire e di ottenere dal vecchio mondo il riconoscimento dell'accaduto e questa è una cosa
E ci induce a riflettere ripeto a riflettere non perché sia i possibili ipotizzabile un ritorno indietro non è che riprendo Harlan una cinema televisione
Ma che bisogna però lavorare prima di arrivare
A una una metà stiamo in mezzo in più ma non voglio usare anzi la metafora abusati missione cosa
Nel senso di Valente una dieta mediatica di Paolo Mieli la mattina prima cosa è la radio televisione quel giornale la radio radio
Permesse confortano e non voglio fare omaggi perché se non lo sono importanti
Vecchia volatilizzano i media rispetto alle revisioni cioè io passo la mantiene compagnia di Massimo Bordin del Cappato additare lascerà mia mattina
è così da molti anni anche di medio e dintorni
Grazie e buon lavoro grazie