20MAG2013
intervista

Intervista a Marina Sereni sulla questione del lavoro e sulla riforma della legge elettorale

INTERVISTA | di Alessio Falconio ROMA - 00:00. Durata: 3 min 7 sec

Player
"Intervista a Marina Sereni sulla questione del lavoro e sulla riforma della legge elettorale" realizzata da Alessio Falconio con Marina Sereni (deputato, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata lunedì 20 maggio 2013 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Disoccupazione, Flessibilita', Fornero, Giovani, Governo, Impresa, Investimenti, Istituzioni, Lavoro, Legge, Legge Elettorale, Letta, Occupazione, Partito Democratico, Recessione, Riforme.

La registrazione audio ha una durata di 3 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Marina Sereni il Governo annuncia l'intenzione di metter mano come si suol dire al lavoro la priorità ribadisce che il Presidente della Repubblica Napolitano da par suo ovviamente non in quanto Governo
Funzioni distinte dice e quella là
La la vera urgenza ci sono dei dati che lo confermano non c'è dubbio oggi l'Istat ci comunica
Di nuovo un calo nella produzione industriale siamo di fronte ad una recessione gravissima soltanto con Investimenti e
Risorse nuove noi possiamo far ripartire il lavoro per cui per noi la priorità dell'agenda del Governo deve essere il lavoro lavoro lavoro lavoro soprattutto per i giovani
Se questa sarà come io penso come noi pensiamo la priorità del Governo noi davvero
Possiamo spiegare agli elettori questa
Questa alleanza tra avversari e davvero il Partito Democratico sarà in prima fila sostenere il Governo letta centosei qualcosa che
Ne valga la pena questo il senso non c'è dubbio gli elettori credo tutti si stiano interrogando
Sulle ragioni di questo Governo e noi dobbiamo dimostrare che le Regioni di questo Governo sono le risposte che possiamo dare concretamente a chi è senza lavoro chi teme di perdere il lavoro e contemporaneamente a chi vuole delle istituzioni rinnovate quindi due punti dell'agenda il lavoro
E dall'altra parte riforme istituzionali e legge elettorale
Un'ultima domanda parte progettuale non si discute non inserire del Governo ma
Perché i permettere in qualche modo in mora il Parlamento comunque sollecitarlo no noi dobbiamo dimostrare ai cittadini che vogliamo fare le riforme complessive del Parlamento ridurre il numero dei parlamentari dare una diversa Urbe Nietzsche azione allo Stato contemporaneamente però non si può immaginare nemmeno per un momento di tornare a votare con il porcellum e quindi se ci fosse un inizia IVA anche semplicemente transitoria per dire se si torna a votare prima del previsto comunque abbiamo una nuova legge io credo che non è quella
E iniziativa dovremmo appoggiare potevano invece la sulla riforma Giovannini c'è la riforma i ritocchi alla legge Fornero per quel che si capisce ci sarà
Do un po'più di flessibilità ma nel senso di consentire la vicinanza per esempio di contratti a a termine
In questo momento condivisibile uno non c'è dubbio i principi della riforma Fornero cioè di Contardo un lavoro stabile
Erano giusti ma in un momento di recessione come questo sia i sindacati che l'industria ci dicono che abbiamo bisogno di un po'più di flessibilità nei conti dati per dare lavoro soprattutto i giovani contemporaneamente l'ho detto prima non sono le regole che creano il lavoro sono gli investimenti e quindi dobbiamo aiutare
Le imprese a fare investimenti e mettere a disposizione risorse nuove
Grazie Marina Sereni vicepresidente della Camera deputato del PD