20MAG2013
intervista

UE: il Ministro degli esteri Emma Bonino rilancia l'idea di un'integrazione "leggera": intervista a Fabrizio Cicchitto

INTERVISTA | di Alessio Falconio ROMA - 00:00. Durata: 2 min 10 sec

Player
"UE: il Ministro degli esteri Emma Bonino rilancia l'idea di un'integrazione "leggera": intervista a Fabrizio Cicchitto" realizzata da Alessio Falconio con Fabrizio Cicchitto (deputato, Popolo della Libertà).

L'intervista è stata registrata lunedì 20 maggio 2013 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Bonino, Economia, Esteri, Euro, Federalismo, Integrazione, Istituzioni, Ministeri, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 2 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Presidente Civita ieri il Ministro degli esteri Emma Bonino su quelle della sera parlato di Federazione europea leggera la condivide questa proposta l'ha letto l'intervista da me
E in materia di una discussione seria attenta nel senso cioè che dice una tale crisi dell'Europa che il nodo della soluzione federale
Apre due questioni una questione istituzionale appunto
E una questione che riguarda la politica economica la questione istituzionale affronta il nodo degli Stati nel senso cioè
Che
Per esempio noi vediamo che
Mesi fa la Francia ha seguito una politica imperiale
Nel Mediterraneo con effetti non tutti brillanti
E questo è lontano mille miglia da una ipotesi federale e anche
Da una razionalizzazione per quello che riguarda la politica estera della difesa quindi la questione della possa dalla Bonino e e molto giusta
Però risiede un confronto e una riflessione molto attenta
Non parlo poi delle differenze profonde
Che esistono per quello che riguarda la politica l'indirizzo delle politiche economiche e e il fatto che la ministra ministro Bonino ha dato una valutazione positiva
Del ruolo svolto dalle euro ma questo ruolo è stato positivo fino a quando non c'è stata una crisi finanziaria internazionale quando esplose la crisi si è visto che l'euro non ha alle spalle quella banca
Di riferimento che hanno altre monete quindi
Benissimo e suggestivo il fatto che il Ministro degli esteri
Si inoltri su un terreno così impegnativo ma è evidente che è un terreno sul quale
C'è da discutere moltissimo sia per la parte istituzionale sia per l'anno parte statuale politica sia per la parte di politica economica