21MAG2013
intervista

Il referendum consultivo sulle scuole per l'infanzia che si terrà a Bologna: intervista a Francesca De Benedetti

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo RADIO - 13:05. Durata: 17 min 39 sec

Player
Domenica 26 maggio prossimo a Bologna avrà luogo un referendum consultivo sui finanziamenti agli asili privati, dette "scuole d'infanzia paritarie private".

"Il referendum consultivo sulle scuole per l'infanzia che si terrà a Bologna: intervista a Francesca De Benedetti" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Francesca de benedetti.

L'intervista è stata registrata martedì 21 maggio 2013 alle ore 13:05.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Bologna, Calamandrei, Cattolicesimo, Cei, Comuni, Costituzione, Democrazia, Famiglia, Finanziamenti, Infanzia, Istituzioni,
Istruzione, Merola, Ministeri, Nord, Partito Democratico, Politica, Popolo Della Liberta', Privato, Referendum, Regioni, Religione, Scuola, Sindaci, Societa', Stato.

La registrazione audio ha una durata di 17 minuti.

leggi tutto

riduci

13:05

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale ci occupiamo del rapporto tra scuola pubblica e scuola paritaria in particolare nel campo delle delle delle scuole per per l'infanzia infatti vi segnaliamo che a Bologna
Si il capoluogo emiliano si sta preparando
A un referendum consultivo che un appuntamento politico molto impegnativo nel quale uno il comitato promotore di questo di questo referendum chiede il finanziamento il finanziamento pubblico per
La totalità delle delle scuole per
Per per l'infanzia si tratta di un di un quesito referendario che ha un po'spaccato la città
Ricordiamo che le scuole per per l'infanzia sono
Diciamo istituti che di cui le famiglie usufruiscono su su domanda ci sono molte liste di attesa e le rette e che devono pagare le famiglie non sono coperte dal
Dallo dallo dallo Stato cioè le famiglie devono devono sborsare una cifra abbastanza consistente soprattutto
Nelle regioni del nord molto meno nelle nelle regioni del del suo d'
Per far seguire
I propri bambini noi siamo in collegamento con
Francesca De Benedetti che
Che quattro promotrice e di questo di questo referendum per la per la scuola pubblica cosa che ha spinto a proporre questo quesito referendario sebbene sia consultiva come è stato preso dalla città
Allora chi guarda Macquarie accolta per ri chiariamo un attimo i termini della questione lato ora dell'infante e a tutti gli aspetti ancora nel tempo che non è obbligatorio frequentarla come succede per esempio per le scuole primarie
O per le scuole medie ma è obbligatorio da parte della Repubblica garantirla
L'acqua dell'infanzia e preferì anni rientra insomma in quella scuola della Repubblica garantita dalla nostra Costituzione
Io ne prendo mercato formato perché da ormai vent'anni quindi con una precisa volontà politica il nostro Comune il Comune di Bologna che una volta era stata all'avanguardia nell'esperienza per la promozione della scuola pubblica
Ha indicato inventerà in ampliare le scuole private paritarie dell'infanzia
Ma il meccanismo ha definitivamente patto nel due mila dodici stando ad alcuni bambini alcune famiglie che avevano chiesto di accedere alla ora pubblica dell'infanzia quindi scuola comunale fatale si sono trovati esclusi e all'assessore all'istruzione Marilena i lati
Gli accampamenti invitati qui in via di rimette alle scuole private il problema è che come tornarvi tu le scuole private ATER quanto avviene riconoscimento di parità sanzioni comunque scuole in cui si paga una retta anche parata eccome vuole
Con un progetto educativo di parte che a Bologna nel caso del parere in parte è
Nella quasi totalità dei casi un progetto educativo confezionare i capi
No dico quindi i cittadini per ogni rete in tanti circolari dell'alti compri competizione di frequentare una scuola privata per di più cattolica
E quindi
Io la prendo nota per cambiare la rotta per chiedere che Baldini tutti i soldi dei cittadini vadano prioritariamente alla scuola pubblica l'acqua comunale statale
Quindi quel bando attinenti al tema ampio chiediamo appunto che i nostri padri validi tutti vadano alla scuola di tutti rimette votiamo BIC Carlo confermando la linea politica
Dell'amministrazione cioè quella di dare fondi alle scuole private del resto questo è un trend che si vada anche a livello nazionale sempre più contributi alle scuole private sempre meno organo la
Ora pubblicato sempre maggiore difficoltà ecco quante qual è il rapporto percentuale tra scuole pubbliche scuole private dell'infanzia nel Comune di Bologna
Ma le qual è il richiamo che
E il coordinamento e nel cuore private paritarie sono di meno mentre l'acqua pubblica pronta
Che quattro mila parte Gritti la scuola privata paritaria è facoltativa mille progettando la bene importante specificare che nonostante ci siano dei contributi pubbliche da vent'anni
Non è aumentato praticamente il numero di iscritti alle private paritarie
Siamo passati dai circa mille trecentosettanta dalla metà degli anni Novanta e poco più di mille attento ad oggi
Più in una lettera a dei contributi pubblichi chi è attaccato
L'onere della retta quindi nonostante queste scuole private paritarie Premana finanziamenti dal comune ma anche dalla Regione dal Trattato e i danzatori cittadine cambiato per poi con
Quello che è cambiato è realmente per la famiglia è anche
Da qualche anno a questa parte del Papa farlo addirittura la logica che la scuola privata possa essere sostitutiva dell'acqua pubblica
Di fronte a un'amministrazione che invita equilatero private
Scuole appagamento diversamente dall'acqua pubblica balletti parte diversamente dall'acqua pubblica che è pluralista e democratica belli veramente al limite su un problema non solo per gli utenti ed è per le famiglie ma per la parte dell'Opera Pia per che
La previsione del costituente Calamandrei la vediamo tutti i nostri occhi la scuola privata diventa un onere per l'assalto
Vengo al territorio prettamente pubblica
Viene minata adesso fondamento qua qual è la percentuale delle delle liste d'attesa Bologna
Allora evitiamo che
Nel due mila e due avvicinavate notato che l'anno di cui abbiamo dei numeri Tartini
è crolla una volta una voglia di opera pubblica che superava i quattrocento ed anche anche dire noi guardiamo i quattrocento su su su quanti cioè qual è la percentuale
Se è come vi dicevo le parla dati che potete trarre anche quarantuno pubbliche comunque
Era l'acqua pubblica prevista più di otto mila
Iscritti mentre l'acqua privatamente sette punti palo che caspita termali facilitato dieci mila restano fuori quattrocento
Bettin ma anche o PLAY rimanendo fuori dolore nominata eletta ovviamente gradi quindi praticamente una percentuale che si agita cioè una percentuale che si aggira sul
Diciamo si può dire intorno al cinque per cento che è una media
Di molto superiore a quella nazionale che sta sul settantasette per cento si può dire
Allora la percentuale degli esclusi delle persone che non riesce ad essere coperta dagli asili nido rende circa del ci due per cento e rispetto alla media nazionale che mi sembra sia intorno al settanta settantasette per cento diciamo è una signora media
Ampi mi sbaglio
Rilasciata i calcoli anche perché per i perderne anche perché portatore non solo il problema si sia certo certo certo
Come ha reagito il Comune di Bologna di fronte a questo referendum consultivo che tipo di posizione assunte
Beh è chiaro che un referendum consultivo è un'opportunità per la buona politica perché permette che tappare il porto
Dell'opinione della volontà ebbe i pareri dei cittadini non ecco empiriche ha interpretato il referendum è nostra TEN da poco
Ebbene a me e dal sindaco del PD quale altre partite non accorpata contro ed è ferma ottenendo in parrocchie perde di partito le priorità del finanziamento alle scuole private
Più in generale dell'ANIA dire agli atti portatore richiesti i finanziamenti alle scuole private hanno goduto a Bologna da vent'anni
Di un impegno bipartisan PTP Piani del Vega
Sette con una terna per le amministrazioni di diversi colori politici ma imponeva ogni tanto
Aspettati garantito non a caso quando il referendum parla per partire
Il Consiglio comunale a blindate finanziamenti per quattro anni con impegno compatto dal PP del TPL
Quindi lei ha appena parlato il data compatta quando vogliamo anche come
Leader latitanti clericali checché ne ha più ne metta tenta tener presente che investe il referendum
è un istituto di democrazia che la rende viva insomma e grappe referendum finalmente per non altro di questo tema così importante come a una scuola pubblica sempre più impoverita un tentativo di privatizzazione
è se non altro è tenuto ad hoc coperto ed è stato dato di didattico nella città di Bologna e anche oltre
Quanto quanto costa una una retta in media in una scuola privata del bolognese
Ma guarda camminato impattante destinati qual è che chiedevano rette di dieci mila euro all'anno scuole quindi di lutto e che non interrotto da questa impostazione esclusiva
Ritraevano finanziamenti pubblici ad anni possiamo dire che emerga una retta annuale in una scuola privata tariffaria per gira attorno ai tre mila euro all'anno sinta della scuola pubblica ovviamente in quanto pubblica quella gratuita
Quindi come PTPR realtà dei finanziamenti alla scuola privata non fanno altro che cioè realizzare delle opere che comunque chiedono i cittadini un contributo sareste Sequals alte ma la questione soprattutto e anche l'altra cioè qui noi diamo tutto ripeto
Per l'esperienza delle scuole private
E per il loro diritto di avere un progetto educativo di Paternò noi crediamo che istituzioni debbano garantire una piccola plurali in cui ogni orientamento religioso o a competere male
Fatta convivere agosto in un'altra tappa non piacque coralità com'è quella di oggi certo in parola con la questione nella questione scusami la questione però diventa marginale nel suo penso che in una scuola dell'infanzia diciamo
Indifferente fare politiche confessionali cioè un'area ottenga attendere che valgono anche tuttora
Che tanto il latte per quanto è a maggior ragione si parte da questo presupposto a Bologna che ha avuto un'altissima quantità d'acqua e delle attente pedagogiche anche per i più piccoli
Che i bambini dai tre ai sei anni no a tutti gli appelli due cittadini anche per tenera età e a tentare di dargli un'educazione che è tutta orientata turba il pulpito dell'attività che è il cartello che fiorisce depone
Private o paritarie che c'è un appunto
Detti finanziamenti ripeto riconosciuta dalla Conferenza episcopale italiana ebraiche anche più prettamente dall'importo pentito
I capi perché è impregnata di reperimenti alla religione e quindi dire va bene ma con un piccolo dici
Mi prendono applica quanto nemico e quant'altro e da Minutolo molto di tutti per tentare di dargli un'educazione e di parte che impatto tant'è che la qualità ma che domani potrebbe
Politica ideologico di altro tipo
Borgo votiamo attento incollato nei piccoli maratona no è opportuno
Si quanto quanto quanto spende il Comune di di Bologna per le scuole pubbliche
Per per l'infanzia cioè qual è la spesa il livello di
Di spesa io so qual è quello annuale che oltre un miliardo di di euro in tutta
In tutta Italia da parte del del dello Stato tra bassa i trasferimenti a Bologna e di quant'è questa
Queste ma quel taglio totale derivare tutela un calcolo compartecipare attento che è la tesi parterre tempora pubblica coralmente compatto ovviamente date refrattari comunali
Quindi è difficile fare un calcolo competitivo sicuramente erano ancora minimo nell'Unione
Un quadro di un'eredità notevole e quindi
Come dire le attività nella parte pubblica tuttora ampia però vari perdette io ti faccio un esempio concreto di fronte a quella che è una via nobili parlavamo prima
Se non sono stati molto attento e per i Comuni per garantire l'acqua della Repubblica era quella di fare una richiesta al Trattato di nuove leoni impatto presente che il patto non per la crescita demografica è tenuto a garantire quelle
Bene a tutti Trapattoni che a tavola tre metri di Ripa pacchetto la metà delle tettoie necessari pienamente l'una quattordici
Come dire
Precedenti sarà ma anche di volontà politica adottino benché occultato quando Pappadà premolare correttamente una richiesta e non è stato fatto si il Sindaco di Bologna Merola
Ha invocato il rispetto delle del patto di stabilità interno se nel caso nel caso di dovesse vi vede
Diciamo i referendum che chiede i sostegni integrale da parte del pubblico degli assili dell'infanzia e degli asili nido
Ma guarda Petta è una delle tante contraddette della politica poi convinta aerea avanzare finito il tempo incalza DTP la priorità paralizza l'azione
Altrettanta per tagliare le veneti Panama per la crisi privi in quei detta attività mandiamo il campo da equivoci tanta è la volontà politica uniti non è però
E altri illegale garantire l'acqua pubblica se il silenzio dei Comuni come quello di Milano Napoli dimostrano questione in realtà estrazione la volontà politica anche il patto di stabilità
In secondo piano l'impianto vincolo che imponga al calcio il mercato di mandare i bambini alle scuole private di finanziarle perché gli imponga di non dare anche la scuola pubblica è una questione di volontà fuori se
Questo creerebbe delle dei diciamo delle
Delitti
Dei problemi di difformità legislativo per quanto per quanto riguarda Bologna c'è ma è possibile
è possibile è possibile che diciamo
In base a questo questo referendum
Lo so il
Il il Ministero delle pari opportunità e il dipartimento per la famiglia possa starci
Ne ha niente in questa direzione in cui in qualche parte io Carpitella tipico in tutte le condizioni avere però con i limiti normativi che già è in piedi
Perché è piatto è una politica di graduale e crescente investimento nella scuola pubblica a volte in alcuni casi non è mio dirimpettaio tempra direttamente basta guardare non vada corretta una richiesta all'appalto
Quindi nella mente
I vincoli Barber Quadrini
Non possono giustificare la negazione del diritto all'istruzione pubblica la politica deve trovare i modi ma i cittadini devono indicare la strada in
Vogliamo che i cittadini il ventitré maggio insieme al momento attuale di meno e l'acqua pubblica è ed eletta dal territorio ecco qual è l'effetto del referendum
Cioè c'è un quorum ma innanzitutto c'è un quorum e poi volevo sapere che cosa è tenuta a fare il Comune una volta che ammesso che diciate questo referendum
Cosa dovrà fare il Comune
Se ne avrà il potere se avrà il potere di poterlo fare
Fanno attività tanti cittadini anche ad altri Comuni che vogliono nel portare le trenta bolognese perché intende di finanziamenti papera quella pubblica e reiteratamente appropriata un problema comune
Ad ogni città Einstein aveva neanche sottaciuti a Bologna non è un Peter referendum abrogativo e di dello strumento del referendum consultivo ad significa quindi appena in tempo a Roma significa che i cittadini fanno esprimendomi indicazioni di priorità politica
Quindi il Comune poi quando i regolamenti
E ai cittadini dove
Prime attento tre minuti dall'esito del voto
Quindi al di là del però dovete prendere atto della volontà dei cittadini per deliberare sulla materia oggetto di referendum ovviamente non è prego
Da vincoli normativi appare attuato cittadini hanno ma era obbligato dai vincoli quelli più democratiche
A tale chi abita la volontà dei cittadini qui non è un obbligo normativo all'ambito politico nondimeno stringente occupiamo ancora in democrazia
Spesso questa cosa farà
Clientelari barra
Iniziare quindi a diminuire a sradicare questa abitudine di alcune antenne intellettuale privata e a investire in modo attento al più presto
Enzo nella scuola pubblica tornano da qua dentro però hanno un'avanguardia nella esigibilità del diritto alla pubblica istruzione e quindi
Una sì quantità di aumento
Eletto il pianista quali una forse istanza di programmazione di aumento dei costi nell'attuale comunali
Va bene io la la ringrazio molto ringrazio Francesca De Benedetti che ci ha spiegato
Le ragioni per
Per sostenere
Il referendum anche toglie i finanziamenti alle scuole per l'infanzia paritarie grazie
Arrivederci grandi diversi