23MAG2013
stampa

Saving Europe. A new compact across the Atlantic

CONFERENZA STAMPA | Roma - 13:20. Durata: 35 min 55 sec

Player
Incontro con la stampa per illustrare risultati e proposte della conferenza internazionale in programma a Roma il 22 e 23 maggio 2013.

Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Saving Europe. A new compact across the Atlantic" che si è tenuta a Roma giovedì 23 maggio 2013 alle ore 13:20.

Con Marta Dassù (vice ministro degli Affari Esteri), Daniel Gros (direttore del Centre for European Policy Studies), Steven Erlanger (giornalista), Charles Kupchan (professore).

La conferenza stampa è stata organizzata da Aspen Institute Italia.

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Asia,
Aspen, Banca Centrale Europea, Commercio, Consiglio Europeo, Disoccupazione, Draghi, Economia, Esteri, Europa, Federalismo, Giovani, Governo, Impresa, Investimenti, Italia, Lavoro, Letta, Mercato, Ministeri, Politica, Riforme, Sviluppo, Tariffe, Ue, Usa.

La registrazione audio della conferenza stampa dura 35 minuti.

leggi tutto

riduci

13:20

Organizzatori

Aspen Institute Italia

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Grazie
Facciamo un
Brevissimo alzare i ebrei
Ha
Io
Importante su sull'Europa o meglio la la loro come sapete io sono audit di fatto sono
Vice ministro degli esteri sostata tanti anni alla sua immagine in realtà sono qualcuna non avesse diverso
Se la mattina incominciata video non andrebbe
Riepilogo come una una conversazione molto interessante fra
Philips Stevens che
Commentatore reading committente o del Financial Times nero Nicoletta
Che ha presentato la sua visione del dell'Europa ha insistito molto sull'importanza dei doveva lotta contro la disoccupazione giovanile quindi i suoi
Risultati che da questo punto di vista ha ottenuto ieri e cioè di mettere come punto centrale dell'agenda del due
Dello European Council di di giugno il problema della disoccupazione giovanile seguirà come sapete un Consiglio straordinario in Germania fra i ministri del lavoro sempre su questo tema
E a conclusione di questo conversazione iniziale ci sono sono seguite poi due sessioni
Dedicata interamente all'Europa e al futuro dell'Unione europea con degli speaker di vari Paesi fra cui danni un grosso
Una conversazione interessante naturalmente contesi molto diverse fra di loro come sapete a spendere una
è un foro che serve proprio per discutere di veramente non è
Politico opera ittico quindi dei molto un otto varie molto interessanti in sostanza anche idee abbastanza
Ottimistiche da un certo dal punto di vista sull'economia
Danni addosso ha detto poco tre ridire tranne qui
Che l'idea di una possibile non possiede crisi finanziaria in fondo ormai
A passata e di ormai di
Superata
Ma resta nove fragilità dell'economia reale che conosciamo dall'atto adesso attuazione anche le fragilità di impianto politico
Di un'Unione europea che non esce
A funzionare efficacemente come
Come ha moneta ottimale diciamo così e da qua sono seguiti e varie varie ipotesi di tipo perse avrà parlato degli Stati Uniti e soprattutto della ripresa
Economica americana
Ne abbiamo parlato con Stephen avanguard New York Times e con ci anticaccia anche
è un amico abituale frequentatore dei nei nostri convegni del Council on Foreign Relations e della Regione tanti Washington
Contese anche queste volte ad almeno un po'diverso accenti un pochino diversi fra loro ma temi tutti pressanti
Quanto esponga
Impresa americana il
E da quanto invece non lo è
Dalle assonanze se volete fra l'altro c'è un sistema politico abbastanza bloccato come in fondo e quello americano e il pro temi che abbiamo nella politica europea e infine i riflessi internazionali di tutto ciò fino a che punto dall'America rimane un Paese
Che funziona da da interventi sta Adidas risolte così si potrebbe dire
Oppure un Paese che ha deciso di occuparsi
Soprattutto del nation building a casa e quindi ora presidenza Obama come una presidenza secondo c'era di Cacciari essenzialmente domestica essenzialmente
Preoccupata dal
Dal come
Ricostruire vedasi interni della propria della della propria potenza quindi i temi
Tutti molto interessanti secondo me questo pomeriggio come sapete
Avremmo un un panel particolarmente importante i due Ministri dell'economia Saccomanni e Pierre Rusconi dissi perseguirà infine e mi fermo su questo una sessione
Su un tema anche alcuni credo dobbiamo tutti dedicare parecchia attenzione cioè l'idea di riuscire a costruire questa famosa voti Tito quest'area integrata per gli investimenti al commercio fra Stati Uniti ed Europa
C'è un Progetto a cui l'Aspen tiene molto
Perché iniziale con la sessione di oggi una serie di dialoghi fra il business euro questa dica
Che nove
Fasi successive dove ci sta
Alcuni da Aspen Italia porterà degli speaker europei
E seguirà poi un seminario avvenisse in ottobre sempre su questo tema e cioè la creazione appunto di una seconda i TG un nuovo atlantismo fondato non più tanto o non più solo sulla sicurezza da un atto che
Che in fondo un'eredità del secolo scorso
Ma costruito sull'economia esuberi relazioni economiche e commerciali quindi questi sono i temi di una discussione molto vasta serie avete domande da New grosso
Ranghiero e Charlie cacciando
Sono pronti a rispondere

Si siano essi magari scusate ciascuno di voi magari può fare che e bonifica una breve introduzione in due o tre minuti su ciascuna grossi punti
Sì grazie Marta come ripeto la mia posizione che a parte finanziaria della crisi è finita
E penso in questo senso qualcosa di importantissimo sia successo oggi
O piuttosto non successo perché amo vi sono oggi
Il Michele che è andato giù il sette per cento e altre piazze europee anche di qualche punto percentuale ma lo spettro tra i punti di tutti non si è mosso
Una nota
Sarebbe stato il finimondo
Promulga sette non sia successo secondo me è una notizia importantissima vuol dire che spiega meglio siccome non
Se riteniate succede succede
Cioè quello che è successo e che ITT
Vuole di invitare il notam consistenti cioè
Niente
Oltre si sanno già in tutti i giornali eccetera pagine lo spreco tra il
Il decennale tedesco e italiano
E quello non si è mosso oggi
Un anno fa più di una nota colleghe che va giù il sette per cento delle piazze europee tutti Julie due tre per cento sarebbe successo il finimondo invece oggi okay è come un mercato azionario ma
Per l'Italia speciale
Non c'è niente ed è anche altri spetta
La mia tesi sì scusate petto non è che questo sia i rischi questo non sia tanto il merito e la Banca centrale europea
E l'intervento di Mario Draghi
Ma il fatto che aggiustamento reale sta iniziando e in particolare l'aggiustamento esterno Italia
Star per raggiungere con equilibrio magari non leggerò il suo prossimo nei conti
Esterni credere a bilanciare conto corrente con l'escavatore questo vuol dire che l'Italia non ha più bisogno di capitale per l'estrema stesso riscosso Spagna e altri Paesi
Questo interamente
E non sono tutti d'accordo su questo terreno devo dire è un punto cruciale perché tali secondo me si può toccare il fondo che si può crescere
Secondo me si cresce da questo punto in poi con le esportazioni
Grazie al Ministero degli esteri per l'Italia come ho detto
Sono così così protezioniste cioè la crescita tendenziale su dieci quindici anni
E la peggiore e una volta insieme con la Francia
Negli ultimi anni quindi dieci e dieci quindici anni dieci quintali tendenziale negli ultimi due-tre anni direi non malissimo ma la Spagna e fa meglio
Anche il Portogallo fa meglio termini di crescita no per cui
C'è speranza ma lo fa un po'meno
Altri invece hanno detto anche l'ho ripetuto oggi e che dicono c'è la mancanza di domanda aggregata nella zona euro per cui c'è una politica fiscale monetarie più più che si vede sanati forte da sempre lo hanno sottolineato
Per me e più importante da parte offerta pur utilità inerente soprattutto di
Trasferire le risorse dal settore domestico
Al settore esportazioni
Questo secondo me la grande sfida per la Spagna e anche per l'Italia
Tutto quello che serve per fare questo
Aiuti Alitalia uscire più velocemente
Tutto quello che non serve quello che conserva delle risorse nel settore domestico secondo me può lunga la crisi in Italia
E per questo anche molte misure sono stato recentemente ma di cui si può discutere
Più in là
La mia tesi sarebbe allora che
Per
Ripartirà d'Europa sono gli Stati nazionali che devono fare il lavoro altri e dicono servono alta istituzione europea Topi è un altro approccio alla polizia economica a livello europeo
Come ho detto per me questo secondario ma ad altri
Enti primaria importanza
Grazie
Daniele un secondo solo su su questo punto perché io sono d'accordo con tessuta crucialità dell'export
Per la crescita economica dell'Italia vorrei sottolineare che Emma Bonino nella sua prima audizione quindi nell'anni di impianto che che ha dato alla alla sua missione come nuovo ministro degli esteri particolare insistito su questo punto
E cioè sul ruolo che il Ministero degli Esteri deve giocare
Per la crescita dell'export italiano naturalmente il problema è
Le difficoltà le conosciamo e cioè una struttura
In fondo duale dell'economia italiana per cui lei e creare un'impresa che
Sono le grandi imprese esportatrici come sapete benissimo nel ma non faccio il mio in particolare
L'Italia ha una posizione dominanti in Europa il secondo esportatore dopo la Germania
Il problema sono le piccole e media impresa e che hanno una taglia non così di forte per riuscire a stare sui mercati globali il l'intenzione di termini ho dei DS in accordo con il Ministero dello sviluppo economico e sulla base della
Nuova struttura ICE che proprio di riuscire ad aiutare le piccole e medie imprese
La diventare delle piccole e medie imprese ma ma globale in grado di stare sui mercati globali
Prego
Al momento tra inchiodano ed momentaneo aspettavo io non ho ottimale sul nottata IRCCS Fondazione questo docenza del riscosso talmente asilo
Più spicchio sul voi ma chiaramente io sono qui come
Vista come analista
Diciamo leader e mio posso dire che abbiamo avuto un ottimo di
Il
Metti ed è
Mente il decide lui ciò che vuole far pubblicare mi piacerebbe poter scrivere alcune delle cose che ha detto comunque il mio quello che mi è piaciuto di più e che ha detto il mio lavoro è fatto di ottimismo devo essere ottimista probabilmente lo ha già detto
Considerando questa sensazione generale di pessimismo è incoraggiante sentirlo parlare di ottimismo
Per quanto riguarda il dibattito sull'Europa
Ma abbiamo o un atteggiamento abbastanza positivo la crisi
Dell'euro forse ha superato i momenti peggiori però rischiamo volendo differenza e i Governi nazionali devono fare
Quello che serve per avere le riforme strutturali forse si sono un po'addormentati per via delle misure adottate da Banca centrale europea ma devono
Evitare di essere indifferenti
E noi sappiamo che la mano dura delle leggi economiche
Si sta ammorbidendo vediamo un leggero aumento della produttività e in Spagna in Grecia un piccolo ritorno anche della competitività ma i costi in termini umani sono stati davvero difficili
Da sostenere per me è uno dei grandi temi risolti continua ad essere il divario tra il sud e il nord
A mio avviso lei euro
è una sorta di prigione per i Paesi che devono esportare è stato valorizzato diciamo a donna livello troppo elevato e quindi questi paesi non possono essere competitivi c'è stata un'ottima come stazione su questo poi
Nella nostra sessione abbiamo parlato degli Stati Uniti
Vi è un senso di sollievo per l'inversione dell'economia americana ecco
Molti se però come lo della sua fragilità speriamo che abbia superato questo
Momento di fragilità ma vi è anche una certa ansia una pelle il sistema politico americano che sembra essere diviso e ad uno stallo e pertanto rende difficile un progresso per quanto riguarda nuove leggi
Misure e sistema è così grande e in fondo
Il libero se vogliamo
Quindi malgrado Washington l'economia sta andando abbastanza bene la seconda preoccupazione riguarda la difesa della sicurezza
Se il rapporto tra Stati Uniti ed Europa viene inficiato da una autoreferenzialità americana da
Una concentrazione degli americani sull'ascesa della Cina
Il pivot asiatico infatti in molti han detto che
Sì in via generale si tratta di un'Amministrazione che guarda verso l'interno e che mostra una certa riluttanza a voler risolvere tutti i problemi del mondo
Più che mai mostra questa riluttanza
Io cercherò di evidenziare quelle che secondo me sono le tensioni o le divergenze più interessanti che sono emersi dal dibattito di questa mattina ci idratanti anch'
Spetterebbe
Di facciano affluire all'approccio ex profilo o
L'attuale collocazione della politica europea e se questa politica sia allineata o meno
Per uscire per consentire all'Europa di uscire dalla crisi
Di bilancio fischi finanziaria abbiamo ascoltato alcune risposte a questa domanda in questo senso
Sì all'idea che sia stata presa una decisione negli Stati membri e più forti dell'unione
Europea
Quindi uscire dai problemi economici bisogna rafforzare l'unità dell'Europa non tanto un'Europa federale
Ho federalista ma delle caratteristiche simili federaliste soprattutto dal punto di vista finanziario poi
L'elettore europeo è pronto per questo soprattutto se consideriamo il fatto che negli ultimi anni c'è stato un aumento dello scetticismo riguardo all'integrazione europea dell'Euro in molti Stati membri
Molte persone
Molti partecipanti hanno detto che l'opinione pubblica e malleabile
Non è che e portare a risultati concreti far scendere avesse occupazione giovanile aumentare la fiducia e nel euro
E fare le cose in sostanza che ci diceva Daniele ossia
La borsa giapponese fuori scendere senza fare aumentare lo spread ecco al europeo medio questo fosse fa capire che la situazione più stabile
Qualcuno dice quindi diamo i risultati concreti all'Aula gli europei e in questo modo possiamo aumentare la loro fiducia nel Progetto dell'integrazione europea
Specie
Le istituzioni europee l'Unione europea poi Cyril consolideranno questo racconto diciamo più felice della nostra conversazione potrebbe ben realizzarsi un'altra questione invece che vi è
Uno un un distacco uno scollegamento tra l'uomo della strada e le misure che devono essere adottate per risolvere la crisi europea ci si preoccupa
Dell'aumento del della crescita del populismo dei partiti antieuropeiste in molti Stati ecco questo viene visto come problema
L'anno prossimo avremo l'elezione al Parlamento europeo europeo e quindi potremmo avere dei rappresentanti che siano più scettici riguarda questo Progetto più scettici che mai
Comunque ecco è stata una come stazione molto interessante proprio riguardo alla politica è sottostante tutte queste questioni non soltanto abbiamo concentrato l'attenzione sulle misure economiche che servano per risolvere i problemi
Poi c'è stata la sessione sugli Stati Uniti devo dire che nella sala c'era un ampio consenso
Riguardo al fatto che gli Stati Uniti destinano sulla giusta strada verso una ripresa economica
Bisogna capire in che misura questo sia dovuto alla politica
Del ferro questo denaro più facile bassi tassi d'interesso questo attraverso l'acquisto di otto Ampa cinque miliardi di dollari le obbligazioni ogni mese alla fine di questa politica il mercato potrebbe di nuovo scendere
Ma si è parlato anche di altri indicatori della salute della robustezza economica tassi di crescita che tornano al due per cento la disoccupazione che è scesa al sette virgola cinque per cento
La rivoluzione energetica che rendere nelle industrie manifatturiere più economica e quindi fanno scendere il deficit delle partite correnti aumento dei prezzi degli immobili la ripresa del mercato immobiliare insomma
Quindi sembra esservi una crescita trasversale un ritorno quantomeno alla crescita nell'economia americana
Poi
Altre preoccupazioni un paio
Una
Signor una crescita che va a beneficio
Vi è una parte dell'elettorato americano soltanto cioè questa crescita a beneficio delle persone più abbienti con il reddito più elevato
E quindi questo potrebbe aumentare la disuguaglianza che c'è c'è da decenni in America non si affronta questo problema e questa disuguaglianza
E si riversa si rovescia anche nel sistema politico e quindi contribuisce alla pura polarizzazione politica rendendo il Congresso una un consesso molto difficile
Nel quale appunto portare avanti questi discorsi Stephen ha parlato del fatto che l'America guarda verso l'interno
Noi siamo in un momento della storia in cui l'Unione europea e gli Stati Uniti
Che stanno affrontando problemi sia politici che economici me entrambi questi raggruppamenti guardano verso l'interno
E questo forse arriva in un momento inopportuno
Perché si sta spostando sia sta spostando verso la Cina l'India il Brasile il mondo in via di sviluppo
E l'equilibrio delle forze dei poteri allontanandosi dall'Occidente
E quindi è una doppia sfida a questo punto una è che noi dobbiamo mettere in ordine i nostri Paesi e i nostri sistemi politici ed economici devono essere ben funzionanti secondo poi dobbiamo guardare il resto del mondo
E dobbiamo gestire questa fase della storia in cui l'equilibrio dei poteri globale sta cambiando
Sappiamo sulla base degli ultimi anni che con uno spostamento dell'equilibrio
Il dei poteri possono venire anche dei guai
E ed è proprio per via di questa lezione di questo insegnamento che gli americani e gli europei devono
Tenere gli occhi aperti devono essere certi di non guardare troppo verso l'interno perché non possono mancare questo aumento così importanti cui devono aiutare a gestire il cambiamento globale vorrei disattende
No
Il senso
Dunque potessi sono stati già questi guai
Cosa sull'economia si
Non ci sono
Domande
Prego
Buongiorno
Buongiorno sono Sergio tre dell'Osservatore politico internazionale
E volevo sapere
Fino adesso non ho sentito delle
Delle considerazione le cose agli Stati Uniti e l'Europa eccetera molto importanti interessantissime però d'Europa particolarmente Italia sarà una crisi economica terribile
Ecco su questo vorrei sapere qualche
Qualche qualche idea come usciremo da questa situazione e la devoluzione debbano in vicenza economica
Quindi vedere non lo dico altro nel senso vorrei chiudere gli occhi parlando dei paradisi fiscali che nessuno ne parla da anni però nessuno fa niente il però la soluzione c'è
Io modesto la conosco la conosce anche lei però nessun lavoro applicare sarebbero centinaia di miliardi entrerebbero nega sedi provvista grazie
Raccogliamo tutte le domande e poi
Dobbiamo andare
Grazie Giorgio Rizza Sky TG ventiquattro volevo chiedere al viceministro
Dopo questi cinque anni di crisi se è possibile fare un bilancio del rigore europeo per come l'abbiamo vissuto l'ho visto che per molti cittadini
Europei l'Europa stessa si identificata con l'austerità quindi c'è stato e c'è ancora un rischio di visione complessiva dell'Europa
Sì sono Luca minore dell'ANSA una domanda per il viceministro se in questo convegno avete affrontato il il tema delle riforme per rilanciare un europea appreso a partire soprattutto
Dall'unione bancaria visto che sappiamo benissimo e noi che
L'Europa è divisa in un fronte nord contro Sud sottesi più virtuosi che sono più riluttanti a una maggiore integrazione e poi i colleghi americani
Volevo chiedere
Un dagli Stati Uniti
Tanta preoccupazione c'è sul livello di fragilità politica dell'Europa
Daniel le ricette per la crescita economica europea
Non ci sono
Senza realisti non c'è nessun Bortone ci si spinge qui e poi firmate l'economia europea
No Germania già al nostro in genere
Fase il pieno impiego non si vede neanche la necessità
Di avere politiche più espansiva c'è piena occupazione cosa
Se vuole di più secchiello responsabile tedesco di firma
Non è la necessità nel sud dell'Europa è chiaro
La tentazione che vedo che
Bisogna far vedere che facciano qualcosa
No grande successo cioè un summit sul sulle soppressioni giovanile
L'altro anno aveva avuto un altro grande successo perché c'è stata la
Così Panda iniziativa europea per la crescita a finalmente abbiamo cambiato direzione l'Europa adesso e per la crescita
Dopo avere cresce cosa cambia
Se la Hopa è contro la disoccupazione giovanile cosa cambia
Se ci sono delle cose per cui non europea può fare quasi niente sono queste cose che di pena la struttura degli Stati nazionali quanto ed anche la discussione due mila
Poi se si va a vedere queste crisi esattamente uguale a tutte le altre crisi nel senso che il rapporto fra disoccupazione giovanile e quella generale esattamente lo stesso
Non è cambiato niente
Sono di tutti e due vanno su e
Come sempre quella giovanile più più ciclica
Per cui
Dire facciamo anche un Same devo prima su questo secondo me non porta niente come quel summit sul
Per l'Italia tessuto in generale ho detto la chiave la crescita delle esportazioni
Questo
Un'implicazione anche per la politica fiscale
Che il settore delle esportazioni in genere è un settore ex esposto nel senso che non è né ok Joss sotto
Può essere tassato
Adesso una politica che aumentare la tassazione
Colpisce
Chi più relativamente alle esportazioni che tutto si trova domestico
Rallenta l'aggiustamento
Sostituire l'ISMU con un'altra casta limone sull'immobiliare per cui domestico quello che ci vuole coronata tassa
Vuol dire che rallenta ancora di processo
Aggiustamento dell'economia italiana
Per cui secondo me
La politica dovrà essere fiscale presso non più tasse ma
Meno spese
E per quanto riguarda il mix delle tasse
Il più possibile sul settore domestico
E non su quello che è emerso che quello piuttosto esportazioni
Questo secondo me molto importante per far uscire di casa e più velocemente la crisi
Ma io non la
Non credo appropriato per me che faccio vice ministro degli esteri non del non dell'economia rispondere
Sulle questione anche perché è poco utile ci sarà ministro Saccomanni oggi pomeriggio credo sia più utile che il PD scoppiate con voi
Convengo con conduit e con un TIR muscoli si vorrei
Solo dire una parola sulla sull'importanza del problema disoccupazione giovanile io credo che invece giustamente nuovo premier italiane dei Carretta abbia
Sottolineato un punto decisivo
Per tutti i Paesi europei fissato la Germania ma poi per gran parte dei Paesi europei che
E in parte deriva dalla crisi economica in parte deriva del
Da una serie di fattori che abbiamo anche discusso oggi fra cui rientrano le tendenze demografiche e così via sicuramente la struttura fiscale della nostra società
L'attesa e che non solo che summit di giugno dia alla crescita che al problema della crescita tutta l'attenzione che che merita e qua rispondo alla domanda generale su
Se basta l'austerità chiaramente
Abbiamo visto che non basta
Sì abbiamo visto quali sono i costi sociali e politici
Ma l'idea e che anche si possa fare qualcosa anche sull'atto europeo su cui io sono d'accordo condanne però spiega l'andamento dell'economia europea rifletterà performances dell'economia nazionale certamente
Non sarebbe sufficiente uno sforzo europeo
Non avrebbe nessun senso dire abbiamo fatto l'austerità adesso non facciamo più dalla crescita la deve fare l'Europa tu contesti quei
Le cose credo c'è ragione però
All'impegno europeo delle cose si possono fare
E l'Italia si attende ad esempio la possibilità di
Di potere attuare degli investimenti finalizzati alla lotta contro la disoccupazione giovanile e quindi vedremo che cosa concretamente riusciremo ad ottenere
Il percorso è comunque che ci aspettiamo ed a chiusura della procedura per deficit eccessivo alla fine di maggio i due summit che riteniamo importanti perché
Posto che ogni Paese deve fare la sua parte il livello europeo è importante perché viviamo come come tutti sappiamo in una in un'area integrata
Che finisco su queste effettivamente ne abbiamo discusso oggi l'Italia ritiene che
Che effettivamente bisogna darsi una struttura
Fede tra l'altro come come diceva adesso c'era di caccia un dobbiamo fare dei passi avanti sostanziali verso un'unione bancaria
Dobbiamo fare ulteriori riforme anche anche politiche
Il problema vero è quanto i cittadini europei siano ancora disposti a a fare scelte ad appoggiare scelte del genere perché ormai nei no non l'Europa un una
Una istituzione che non ha dato abbastanza quindi c'è un problema di Delivery lei oggi abbiamo definito così
E Nicoletta su questo è stato abbastanza ottimista in fondo come Daniel dice che
Il ciclo in in un certo senso può ripartire che un po'più di genitori ci sarà naturalmente nascerà da sforzi individuali dei singoli Paesi a riforme nei singoli Paesi
E da un assetto migliore del
Dell'Unione europea
Implicazione generale secondo me che oggi abbiamo discusso poco ma discuteremo oggi pomeriggio è e se riuscissimo a di integrare il medio e di più la zona Euro naturalmente l'Unione europea nel suo insieme i ventisette Paesi anzi quasi ventotto con la Croazia
Assumerebbe una struttura un po'diversa una struttura che nel gergo europeo definiamo Muti tira da più
Tali
Perché i Paesi come la Gran Bretagna per esempio avrebbe una posizione più defilata da questo da questo cuore più integrato e una gran parte della discussione che abbiamo fatta è
Ha fatto è appunto questo come facciamo
A non perdere un Paese come la Gran Bretagna che così importante secondo noi per non solo per i mercati finanziari ma anche per il mercato unico quindi in che modo tutto sommato
Un'Europa che trovo massetto quasi federale nella zona euro può riuscire però a rimanere l'Unione europea
C'è un mercato unico di dimensioni più basse
Un mercato unico che fra l'altro vuole stabilire rapporti più integrati anche con gli Stati Uniti quindi è una
Basta discussione al problema Ingrid sì a tutto il dibattito sulla black sita abbiamo
Dato abbastanza attenzione sia ieri sera quando commercio iniziata e che oggi
Come anche qua contesi un po'diverse malata dall'ipotesi generare il punto su cui su tutti siamo d'accordo anche io Nicoletta ne è parlato però avuto ieri un incontro con Cameron ne è parlato molto
La convenzione dei tant'è che sia essenziale per l'Italia per e per l'Europa per il futuro dell'UE che la Gran Bretagna rimanga ancora tra all'Unione europea grazie
Devo dire con l'ex ante tra il Governo non fare appunto storico è così
Penso che
Di urbano supermarket un solo episodio per inferiori istruzione sono auto il tram Cantarano scrive
Ai tempi e non solo si è persa
Intorno Badura-Skoda per
Credo che ci sono delle preoccupazioni essi ma meno di prima io vivo in Francia e credo che se la Francia avesse una rappresentazione proporzionale
Avremmo un dialogo molto diverso visto la forza dell'estrema destra ed estrema sinistra nelle elezioni legislative quindi un certo senso abbiamo fortuna e gli americani sono un po'preoccupati e difficile generalizzare maschi
Con Lisbona si doveva vera un'Europa che guardava più all'esterno che fosse un partner più attivo per gli affari mondiali ha avuto l'effetto inverso la crisi che è cominciata negli Stati Uniti a acuito questo effetto
E credo che ci sono alcune persone a Washington
Che cominciano a stancarsi che l'Europa a rialzi la testa che guardi di nuovo verso l'esterno e sperano che succeda presto mi fermo qui lei che cosa devo leggere un genere che credo che
Negli Stati Uniti voi vedere
Crescere di più l'Europa perché
L'Europa rappresenta un mercato enorme e più cresce l'Europa più domanda c'è a livello globale e quindi più esportazione ci sono degli Stati Uniti una delle
Ragioni per cui c'è molto interesse dalle due parti della Atlantico nel Titti Pannella
Zona di libero scambio che questo potrebbe dare dei benefici dalle due parti
Dell'Atlantico aumenterebbe la torta da condividere da spartire credo che vuol sintonia molto meno preoccupato della fragilità politica dell'Europa di quanto non fosse in passato
Perché essi
Ritiene che la situazione qui si va a migliorando ci sono delle riparazioni in corso l'Europa non è ancora non ancora uscito dalle difficoltà ma
In cemento Washington si dormono sonni tranquilli l'unica eccezione
Il la possibilità
Che ci sia un'uscita del Regno Unito dal ogni anno europea
E a questo si dà sempre più attenzione
Negli Stati Uniti credo che a Washington si pensi che sembra cosa pessima per il Regno Unito per ognuno europea e anche per gli Stati Uniti nessuno sa esattamente dove si andrà a me sicuramente una cosa così da molta attenzione dagli Stati Uniti
Grazie