22MAG2013

Ventunesimo anniversario della strage di Capaci: collegamento con Sergio Scandura

COLLEGAMENTO | di Aurelio Aversa Radio - 09:00. Durata: 6 min 23 sec

Player
Collegamento realizzato durante il notiziario del mattino.

Registrazione audio di "Ventunesimo anniversario della strage di Capaci: collegamento con Sergio Scandura", registrato mercoledì 22 maggio 2013 alle 09:00.

Sono intervenuti: Sergio Scandura (giornalista, corrispondente di Radio Radicale).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Capaci, Carabinieri, Commemorazione, Corleone, Giustizia, Grasso, Mafia, Mass Media, Palermo, Provenzano, Siciliani, Stato, Travaglio.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.
09:00

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno legate agli ascoltatori di radio radicale come dire partiamo da Meier consigliati tanto Laglio perché è la cronologia degli eventi come Fischer vuole
Prete sicuramente ogni volta e lo ha detto delle celebrazione delle commemorazioni nel caso di domani per l'ennesima anniversario della strage di Capaci nel COREU unico utile trampolino
Perda
Operazioni mediatiche che poli fanno discutere in realtà creando anche delle pillole delle dolcevita ingerire
Prima durante e dopo i pasti li mediatici ed è il caso di un'anticipazione
Che incartata arreca ieri nell'edizione federale del TG divertente di ieri copernicana di una intervista realizzata
Dalla Direzione nazionale di servizio pubblico guidata dal procuratore Santoro ed al suo aggiunto Marco Travaglio sull'ennesimo
Perlomeno di fecondazione assistita di Carabinieri che rivelano differita di impedire la cattura dei latitanti poi ovviamente
Area avessero almeno un video investigativo che
Possa dimostrare anche una cosa del genere ma il terreno torbido su quelli stanno muovendo una serie di cose in questi giorni peraltro anche alla vigilia
In un altro discusso appuntamento di cronaca giudiziaria come l'inizio del processo
Sulla trattativa di voi comunque torneremo a parlare questa terra nello speciale giustizia
Spiegandogli anche
Come con ogni probabilità da ragioni fisiologiche molti degli degli imputati in questo processo non arriveranno essere condannati
è di spiegheremo anche perché
Dati alla mano
Ma tornando all'anticipazione che ieri sicuramente avrà colpito il telespettatore forse non sempre ben informato e che possa essere in grado di fare alcuni
Collegamenti
Sulle torbide vicende le torbide guerre che ruotano anche tuttora a un vecchio scontro tra capelliani e degli anziani come si usa dire in modo molto dottrinale da parte di alcuni
Produttivo Petrolini sta parlando
Si tratta di un'intervista realizzata ancora una volta negli scenari delle brulle campagne di Corleone
Alle sullo sfondo il cartolare mitico di Montagna dei Cavalli è un carabiniere incappucciato intervistato dall'inviato di Michele Santoro il carabiniere rivela che già nel due mila euro cinque anni prima della poi vera e propria cattura di Bernardo Provenzano gli fu impedito di catturare appunto l'allora capolista dei latitanti
Sostanzialmente si racconta di una fonte sotto copertura una donna
E alternative di capocciata un certo punto racconta di come il dottor superiore
Una volta ricevuta alla relazione di servizio fatta da questo carabiniere incappucciato avrebbe sostanzialmente
Occultato la cosa non gli avrebbe dato seguito poi nella Procura siamo nel due mila uno ed da chi era retta alla Procura al tempo guarda un po'dall'attuale Presidente del Senato Piero Grasso
E chi è l'alto ufficiale che avrebbe impedito all'incappucciato di catturare Bernardo Provenzano l'allora comandante del reparto operativo di Palermo Gianmarco sottili
Sul cui curriculum professionale e di investigatore
C'è un esercito di magistrati per i magistrati esteri investigatori
Pronti a giurare sul carattere di galantuomo del personaggio e anche di lotti uno e straordinaria investigatore
Beh soprattutto perché R.
Quelli investigatore di fiducia dell'allora Procuratore capo di Palermo Piero Grasso
Che ha nobilitato che il tema Provenzano
Mettendo alla sbarra non solo Cuccaro ma il sistema Bingo garantito dai suoi prestanome dal principe delle cliniche Michele Aiello
Dall'età alte nella Procura di Palermo ed altri marescialli infedeli dell'Arma dei Carabinieri come vedete
La linea dell'ufficio guidato da un network che assume sempre più i connotati di un ufficio
E non tanto quello
Forte di una relazione che avverte la necessità
Di informare le testate
Che l'incappucciato affatto il nove dell'attuale Capo di stato maggiore presso la Regione Sardegna Giammarco sottili Olivetti dalla verità si fece notare alla fine degli anni Novanta con importantissime inchieste
Che portarono alla
Alla fare dei grandi appalti
A Catania
Sulla nuovo ospedale Garibaldi altre strutture che vivere implicati anche
Ed importanti esponenti della politica di allora queste il punto della situazione di una campagna che con ogni probabilità girerà per l'ennesima volta un po'doveroso contro le figure dell'ex Procuratore capo di Palermo
Piero Grasso ed esso ha aggiunto
Ex aggiunto di Palermo Giuseppe Pignatone attuale Procuratore Capo di Roma
Nella cui procura abitano delle scottanti carte che non dovrebbero far piacere a Massimo Ciancimino che come sapete
è il
Perché non è uno dei testimoni di riferimento principali
Del progetto sulla trattativa a cui un giudice per le udienze preliminari ha dato il diritto di tribuna dibattimentale nonostante alcuni organi giudicanti ne abbiano stabilito
L'inaffidabilità anche fraudolenta del personaggio nella conduzione delle sue dichiarazioni ma di questo ne parleremo ampiamente
Dello preceduti firme per la RAI di parco tale anche la testimonianza diretta Ayala al processo Borsellino guadagno
Però è tutto e non resta che augurarvi una buona giornata a tutti