21MAG2013
stampa

Conferenza stampa del Ministro per gli Affari Europei Enzo Moavero Milanesi a margine del Consiglio Affari generali preparatorio del Consiglio Europeo del 22 maggio 2013

CONFERENZA STAMPA | di David Carretta BRUXELLES - 00:00. Durata: 1 ora 4 min

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Conferenza stampa del Ministro per gli Affari Europei Enzo Moavero Milanesi a margine del Consiglio Affari generali preparatorio del Consiglio Europeo del 22 maggio 2013" che si è tenuta a Bruxelles martedì 21 maggio 2013 alle 00:00.

Con Enzo Moavero Milanesi (ministro per gli affari europei, Scelta Civica con Monti per l'Italia).

Tra gli argomenti discussi: Ambiente, Amministrazione, Bilancio, Clima, Commissione Ue, Concorrenza, Consiglio Europeo, Costi, Credito, Crisi, Debito Pubblico, Deficit, Delors, Disoccupazione, Economia, Effetto
Serra, Energia, Euro, Europa, Evasione Fiscale, Finanza, Finanza Pubblica, Fisco, Fonti Rinnovabili, Gas, Giovani, Governo, Hollande, Impresa, Industria, Internet, Investimenti, Italia, Lavoro, Letta, Mercato, Parlamento Europeo, Petrolio, Pil, Politica, Produzione, Salute, Tasse, Tecnologia, Telecomunicazioni, Telefonia, Titoli Di Stato, Ue, Van Rompuy.

Questa conferenza stampa ha una durata di 1 ora e 4 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Bene
Allora abbiamo proposto il nostro Consiglio affari generali preparatorio
Del
Consiglio europeo tra l'altro uno dei punti all'ordine del giorno del Consiglio affari generali era proprio
Il rafforzamento del ruolo di questa parola un reato del a monitoraggio come oramai diciamo anche italiano sulla messa in opera delle conclusioni del Consiglio europeo quindi insomma via via
Come già nei fatti si stava sviluppando nel negli ultimi due anni adesso diventa ulteriormente formale il ruolo di questa formazione di Consiglio nel preparare
E nel vigilare dopo il Consiglio europeo sulla messa in opera delle delle decisioni
Sostanzialmente direi tre punti tipici di un Consiglio che arriva alla vigilia
Del né di un appuntamento come come il vertice da una parte il Seduta pubblica l'avete sentito le questioni relative al quadro finanziario pluriannuale
E alla
Negoziato per così dire all'interlocuzione in corso tra Parlamento
Europeo e Consiglio a seguito del e diverse prese di posizione sulla definizione del quadro di bilancio per il due mila quattordici due mila e venti
Secondo punto la
Preparazione diciamo più specifica del Consiglio di domani e terzo punto una re molto tre
Discussione étoile più Fiona tre discussione uno
Giro d'orizzonte circa i possibili punti
Nell'ordine del giorno del consiglio europeo di giugno poi c'era una serie di punti più specifici nell'ordine del giorno di oggi riguardavano l'approvazione finale di atti che erano passate le procedure legislative eccetera
E poi quel punto che vi dicevo all'inizio sul ruolo del Consiglio affari generali nel seguiti del del delle decisioni del delle conclusioni del del Consiglio europeo
è per quanto riguarda il Consiglio europeo di domani che è un Consiglio europeo straordinario quindi un vertice propriamente detto
Voi sapete che ci sono due punti all'ordine del giorno il primo riguarda all'energia e il secondo riguarda tassazione
Per quanto per quanto riguarda il primo punto sono credo oramai ampiamente note di elementi di anticipazione l'idea e comunque che si arrivi ad un completamento
Del mercato interno per quanto riguarda l'energia voi sapete questa è una storia che va indietro nei decenni soprattutto quelli tra voi che lo seguono appunto da tempo
Lo sanno antiche idee diciate loro un'Europa dell'Energia
Che in realtà a seguito della crisi dei primi anni Settanta e due shock petroliferi
Aveva proprio dimostrato di essere un anno un'Europa perché ogni Stato scelse all'epoca la propria via energetica nazionale pur esistendo già la comunità
Economica europea e
Il seguito di questo è stato una sostanziale divisione del mercato interno dell'energia sia
A e in ragione di legislazioni nazionali che prevedevano meccanismi di monopolio di mercati pressoché chiusi sia in ha ragione della diversità delle fonti energetiche e della carenza di interconnessione
è la storia degli ultimi vent'anni oramai l'azione per creare interconnessioni
Grandi reti di trasporto per l'elettricità per il gas
Azioni sulla produzione dell'Energia il problema della dipendenza energetica dell'Europa da fonti e da materie prime non necessariamente europee
Tutte le questioni legate alla opportunità delle energie e rinnovabili e quindi alla a un altro produzione di energia
Più sostenibile e anche più compatibile con i requisiti ambientali e della salute ma soprattutto e anche una storia di
Costi espressi diversi nei diversi Paesi con un impatto non solo sull'utente individuale che comunque importante perché siamo
Tutti i cittadini europei ma alla fine paghiamo in modo diverso l'energia a seconda del luogo dove ci troviamo ma soprattutto sull'utente l'impresa che a anche il costo energetico uno dei tanti spread visto che la parola
Oramai fa comprendere il concetto che caratterizzano caratterizzano Europa quindi l'idea di arrivare a un mercato interno dell'Energia interconnesso realmente aperto ben funzionante
Attento alle fonti di approvvigionamento su materie
Prime tinti produzione europea cosiddette indigene adesso c'è anche questo nuovo orizzonte che negli Stati Uniti si è sviluppato un hospice Simo con l'estrazione di gas dalle cisti etc e quindi c'è una
Possibile rivoluzione energetica che potrebbe stimolare
Qui abbiamo l'interessante parallelo del mercato delle telecomunicazioni dove le liberalizzazioni
La legislazione europea e la rivoluzione di tecnologica andarono di pari passo
Cambiando radicalmente la realtà del il mercato delle telecomunicazioni anche per tutti noi individui se lo compariamo a ciò che esisteva fino all'inizio degli anni Novanta e a ciò che è esistito già di fatto un decennio dopo ecco forse nell'energia
Potremmo essere alla vigilia di un'analoga rivoluzione il Consiglio il vertice di domani farà
Il il punto e darà nelle sue conclusioni una serie di indicazioni per procedere su questa strada prime fra tutte naturalmente la piena messa in opera la piena operatività
Stelle direttive che sono già state adottate tra l'altro questo un settore
Nel quale ovviamente esiste forte interesse italiano a causa di un costo medio da noi dell'Energia più alto a causa della necessità di importare
Molta energia allora altri Paesi e tutto ciò in presenza non solo di una popolazione
Di sessanta milioni di persone ma anche della seconda manifattura europea quindi anche di una realtà industriale e che a ha bisogno di forniture ed è per l'energia per cui noi sosteniamo
E come Governo questa questa azione queste varie iniziative direi nella loro interezza a trecentosessanta gradi noi chiediamo anche alla Commissione europea nel
Atti del nell'impiego degli strumenti che le sono già affidati per la tutela della concorrenza per la tutela
Del buon funzionamento del mercato interno di intervenire per creare
Tanto più possibile una situazione di par condicio che ci sembra importantissima per l'impresa e per i cittadini e per il nostro Paese nel suo insieme attualmente siamo molto
Attenti e sensibili all'aspetto energie rinnovabili
E ad iniziative che possono essere prese a livello di Unione europea in questo settore
Tenendo conto anche
Delle vari elementi che fanno parte degli studi che sono stati fatti anche dalla Commissione sul cambiamento climatico che come sappiamo
Anche se poi visto da Bruxelles viene sempre letto in positivo perché tutti diciamo più ove meno cioè più sole però insomma in altri posti evidentemente il cambiamento climatico porta a conseguenze più serie anche più più profonda
Secondo grande tema e quello della tassazione
Il tema della tassazione è un tema per definizione di interesse primario per i cittadini per l'impresa e per gli Stati
Perché attraverso questo flusso
E che si creano poi le risorse pubbliche per il funzionamento delle delle della macchina statale della macchina pubblica in generale da sé sornione europea quant'altro e naturalmente in un periodo in cui di fronte alla crisi economica per riportare in piena salute i bilanci si è fatto appello
E in maniera anche molto molto forte hai cittadini ai soggetti contribuenti
è chiaro che assicurare che non ci siano nell'ambito europeo forme di frode
Ho di elusione fiscale diventa un elemento molto importante per cui domani il tema sul tavolo
Pienamente all'ordine del giorno è
Del ci sono sostanze talmente gliele le componenti seguenti nell'ambito di questa di questa tematica sulla chiede di carattere tributario di carattere fiscale
Il primo si riconduce a un po'a un concetto di trasparenza trasparenza fra autorità fiscali
E maggior trasparenza fra Stati per evitare appunto forme di elusione a seconda della situazione di residenza scambio automatico di informazioni
Fiscali e tra Stati membri tra autorità fiscali che deve essere reso più pienamente e operativo questo dovrebbe permettere una più e qua
è corretta e puntuale tassazione dei
Redditi da capitale esiste la direttiva
Già adottata dalla Commissione europea che conosciamo l'idea è di ulteriormente queste interne la portata sia come numero di Paesi che e mette in mente l'adotteranno pienamente sia come tipo di strumenti finanziari
Su cui potrà intervenire la direttiva stessa e la sua applicazione
Cioè il secondo aspetto che è quello collegato al rapporto con i Paesi terzi
E qui in particolare si pensa anche a quei Paesi che praticano per tradizione per scelta e di politica nazionale delle politiche tributarie più vantaggiose ecco l'importante nella loro
Piena indipendenza di operativa che questo non rechi pregiudizio appunto alla all'evitare una elusione o una evasione è di tipo fiscale
La Commissione ha presentato un piano d'azione alla fine del due mila e dodici sulle linee di questo piano d'azione e ci si muoverà ma ci sono misure e che riguardano anche il la riduzione la lotta alle frodi nel nel caso dell'applicazione
Dell'IVA e naturalmente un po'anche qui una nuova frontiera
Che riguarda la tassazione della dell'economia digitale ecco con tutte lì elementi anche
Di cautela che accompagnano questo questo tipo di discorsi trattandosi l'economia digitale il mondo della rete anche di un fondo
Per definizione molto spontaneo molto libero non
Non necessariamente da comparti inventare in un modo o nell'altro anche qui la scelta del Governo e di pieno sostegno
A questo fa questo tipo di azione noi ci rendiamo conto
è che negli ultimi due anni in particolare la tassazione in Italia è aumentata notevolmente e di conseguenza per una questione di assoluta doverosa equità nei confronti dei cittadini importante di tutti i soggetti contribuenti
E provvedano nel modo nel modo corretto
All'adempimento dei nei rispettivi rispettivi Aubry
Proiezione sul prudente il Consiglio di domani il vertice domani anche importante nuovo Governo italiano o Presidente del Consiglio
La sua prima presenza incombe ICI europeo ha comunque Nicoletta fatto già una serie di incontri nelle varie capitali e conosce bene la realtà europea quindi penso che siamo
In una assoluta zona PIP ampia buona prestazione e di ampia sicurezza
Proiezione sul Consiglio europeo di giugno il Consiglio europeo di giugno è il Consiglio uno dei due Consigli del semestre con quello di dicembre chiave è un appuntamento abituale noi non vogliamo che sia
Considerato un appuntamento così oramai di abitudine quasi da sottovalutare noi pensiamo che al contrario
Sia estremamente importante in particolare al Consiglio europeo di giugno
è dovrebbero arrivare tutta una serie di elementi che hanno fatto parte di molte delle discussioni che abbiamo
Visto dipanarsi nel corso degli ultimi mesi da una parte
Benissimo c'è la conclusione del ciclo del semestre con
Le le raccomandazioni che saranno poi
Fatte dalla Commissione riprese dal consiglio e quindi infine
Diciamo in certo qual modo fra benedette fatte proprie dal
Consiglio europeo ci sono gli snodi legati alla ai progressi sul percorso tracciato dalla rapporto dei quattro Presidenti
Che come sapete porta ad esso abbastanza inattualità
Elementi come questi cosiddetti accordi contrattuali ai quali dovrebbero accompagnarsi meccanismi di solidarietà entrambe le nozioni entrambi i contenuti sono in via di definizione
C'è in prospettiva l'evocazione fatta sempre dal rapporto di una capacità
Di bilancio della zona dell'euro elemento che noi guardiamo come Italia come sapete non cioè
Mutamento di linea del Governo del con grande interesse anche perché la capacità di bilancio una capacità di bilancio dei Paesi dell'euro zona permetterebbe di fare un questo bilancio anche delle cose
Differenti e soprattutto di nutrivo attraverso strumenti differenti rispetto a quanto avviene tradizionalmente per il bilancio dell'Unione qui pensiamo alla possibilità di emettere per esempio evocata sempre dal rapporto dei
Titoli di credito pubblico di debito pubblico della per il bilancio della della zona euro che potrebbero essere una via interessante per alimentare
Con un tipo differente di risorsa propria
Un bilancio per i Paesi che sono parte del dell'area appunto delle dell'euro e si parla anche di rafforzamento delle foto
Forme di governo della governance cosiddetta dell'area dell'euro avete visto le idee espresse qualche giorno fa
Dal Presidente Holland indubbiamente l'area dell'Euro ha dimostrato anche durante la crisi una
Credo lodevole capacità di reazione unitaria ben diversa da quella non capacità di reazione unitaria che avevo evocato
Poco fa a proposito degli shock petroliferi degli anni Settanta qui c'è stata di fronte alla grande crisi economica naturalmente sono anche viste
Visti quegli elementi di carenza di migliorabili TA
Di perfettibilità dei meccanismi decisionali e quant'altro sui quali e si può indubbiamente lavorare qui e naturalmente come sapete i lavori si dividono in due filoni quegli attraccato costante
E l'interpretazione su ciò che si può fare a casta approntato costante variata Stato lo Stato a seconda della concezione che loro hanno e poi quelli che invece siamo tutti d'accordo che necessitano una modifica dei trattati
Sullo sfondo della modifica dei trattati naturalmente si
Disegna la famosa unione politica famosa perché vicina credo
Al cuore di molti fra noi spero sempre vicino al cuore di molti fra gli italiani
Oggi
Più vicina di ciò che poteva sembrare all'indomani del Trattato di Lisbona per prendere un termine temporale di raffronto ma naturalmente
Un'unione politica rispetto alla quale è in inevitabilmente necessaria una modifica dei trattati per cui c'è un dibattito
Diciamo che scorre parallelo a tutto però tutte le cose che Stone menzionando ed è quello di ciò che si può fare in più
A trattati costanti per rendere più efficace l'Unione europea in particolare l'Unione economica e monetaria ciò che può necessitare modifiche dei trattati e qui naturalmente si può pensare a modifiche
Cosiddette sempre nel nel nel gergo di queste stanze chirurgiche quindi limitate focalizzate ovvero a modifiche di più ampio respiro che possono magari portare il proprio a questa svolta più ed era lista oggi il Presidente del Consiglio in Parlamento ha parlato di prospettiva di Stati Uniti d'Europa ecco stiamo in questo caso evocando un'entità di carattere
Molto diverso da ciò che abbiamo visto fino ad oggi che siamo in fondo nell'evoluzione
Seppur molto andata molto lontano del concetto funzionali sta iniziale della della Comunità europea
Nella prospettiva di giugno e su questo volutamente tengo per ultimo poiché concludo la presentazione ma è un tema perché per noi Governo italiano riveste un'importanza fondamentale nella prospettiva di giugno
Innestando circa su quella chiara menzione che troviamo al punto dodici delle conclusioni del Consiglio europeo di dicembre in cui si parlava di dimensione sociale
Della dell'unione economica e monetaria noi pensiamo che si debba portare un'attenzione molto specifica
Alla un problema acuto della dimensione sociale dell'Europa di oggi che è quello della disoccupazione e in particolare della disoccupazione giovanile disoccupazione giovanile rispetto alla quale siamo convinti che si possa dare un segnale molto importante importante
Sotto il profilo del risultato raggiungibile perché naturalmente i giovani è senza lavoro sono una componente della intera
è diciamo dell'intero ammontare delle persone senza lavoro e in in Europa e e secondo perché è forse psicologicamente qui poi ciascuno di noi può reagire alla sua maniera però forse psicologicamente siamo quasi più preoccupati
Di un figlio che non ha lavoro che se noi stessi ci troviamo a non avere il lavoro perché parte siamo in un modo o nell'altro una risorsa troveremo mentre sul figlio proiettiamo più più nazioni creando in età matura quelle preoccupazioni che avevamo quando il medesimo era invece nella nella nella culla per cui noi pensiamo che dobbiamo assolutamente
Agire su questo abbiamo messo un forte accento su questo elemento il Presidente del Consiglio negli incontri
Bilaterali con altri leader europei e intende come ha detto anche oggi in Parlamento indirizzare una lettera in vista del
Consiglio europeo di giugno c'è questa importante
Significativamente importante nell'evocazione
Iniziativa per l'occupazione giovanile che è stata inserita con un fondo di sei miliardi di euro
Nel quadro finanziario due mila quattordici due mila venti è naturalmente noi pensiamo che questo possa essere un inizio di azione europea che si possa essere più
Ambiziosi nella discussione pubblica sul quadro finanziario sull'andamento del negoziato Parlamento Consiglio mi avete sentito esprimere favore
Per una clausola di revisione e anche per una certa flessibilità fra le rubriche ecco noi pensiamo che vada messa in opera il più rapidamente possibile l'iniziativa e europea a favore dei giovani così come previsto dal programma due mila e quattro al due mila venti qualora fosse possibile già nel due mila e tredici qualora per ragioni normative e procedurali si dovesse comunque attendere l'inizio del due mila e quattordici quanto meno tutta una serie di atti prego oratori possono essere comunque anticipati già adesso e di conseguenza essere poi in grado già dal due mila e quattordici di iniziare
A erogare questi fondi se l'iniziativa avesse successo questa
Del nuova questa nuova linea di bilancio europeo naturalmente al momento di una revisione al momento di una
è ulteriore rivisitazione del bilancio speriamo di no in un in un momento nel corso del periodo due mila quattordici due mila e denti successivo alla crisi potrebbe essere congruamente rifinanziata
Parallelamente allo strumento e un finanziario europeo che sappiamo essere
Limitato dalle costrizioni di un accordo che deve essere preso a ventisette evidentemente un'eventuale capacità di bilancio dell'area dell'euro potrebbe ulteriormente contribuire
Nel medio periodo qualora si intendesse adottarla e infine naturalmente si potrà essere una discussione su dei margini
Di eventuale flessibilità ari da riconosce agli Stati per iniziative a favore della creazione di posti di lavoro in particolare
Per per i giovani e e queste potrebbero essere
Delle ulteriori elementi da portare nella discussione sia in vista del Consiglio europeo di giugno sia al Consiglio europeo di giugno stesso sia nell'interlocuzione generale che è in atto in questi mesi fra i paesi del dell'Unione e i Paesi dell'area dell'euro
Scontrosa venissero pubblico perché nelle questa provvista lei oggi sulla stampa italiana la notizia di questo controlli questo vertice diciamo criticata all'occupazione
Tra Francia e Germania stiamo parlando delle di fine maggio dunque dopo il
Terzo evitabilità di
Governo eccetera
Domani ma
Certamente in vista del vertice di giugno e a quest'incontro parteciperà anche
Mariano coi mentre ufficialmente del Governo italiano non c'è nessuno
Diciamo sempre
Osservatori vari così un po'
Come sottolineando il fatto che ci sia quasi una sorta di volontari mettere un'ipoteca
Su queste da parte la Germania perché eppure avviandosi verso l'occupazione piena
Al tempo stesso però probabilmente a delle mire evidentemente su questi fondi ed è comprensibile visto che stiamo andando verso le elezioni tedesche e certamente il Governo non rinuncerà a quelle che sono troppi sono questi fondi
Colpisce avviamenti e dunque che sull'onda che ha detto che non è in fase con l'Italia farà un asse invece e mi pare di capire su questo tema del lavoro con la Germania
Questa è la prima cosa e per quanto riguarda invece la seconda dunque comandata foglietti cioè fa lei è
Cosa volete fare cioè perché è evidente che
Che qui si rischia di di portare a casa insomma
Bruscolini forse non ho qualcosa insomma
Come come vede lei questo e poi a proposito invece di domani volevo capire se effettivamente ci troviamo davanti ha un po'di fumo tanto è un po'con poco arrosto visto che avrà
No quattro varie disposizioni
Due ore
Trainini intervento introduttivo andare oltre quello è un intervento di Schulz la foto di famiglia dentro ma che e ci ritroviamo con una venga giovani probabilmente molto favorevoli Olanda perché ha bisogno di giustificarsi davanti all'elettorato però probabilmente insomma rischiamo di navi a delle conclusioni operative a meno che voi oggi non l'abbiate già messe giù
Sul sul primo punto il
Tutto ciò che può venire da incontri fra governi in qualunque formato
E favorire Lapresa di iniziative a livello europeo in materia di disoccupazione è da salutare positivamente positivamente
E in in ogni in ogni caso quindi iniziative unilaterali iniziative di più Governi iniziativa bilaterali e e quant'altro
Consideriamo che questi appuntamenti non si organizza da un giorno con l'altro che il nostro Governo enti a poche poche settimane
Pochissime direi e di conseguenza l'interlocuzione la ripresa dei
Rapporti a pieno titolo da un Governo nella pienezza delle sue funzioni
Sono estremamente recenti
Tra l'altro esiste anche una diversità di situazione anche solamente a prendere l'esempio
Della Germania della Francia quanto alla disoccupazione quanto alla salute generale dell'economia noi abbiamo
è come Italia un certo numero di punti in comune con la situazione francese ma mi abbiamo invece altri che sono in comune con la la situazione tedesca noi
Siamo con la Germania Paesi che hanno sotto il profilo della gestione dei troppi conti annuali
Una situazione piuttosto positiva siamo la Germania ha chiuso l'anno scorso
La procedura per il disavanzo eccessivo per quanto riguarda il deficit noi ci auguriamo che il fine mese possa essere chiusa quella per quanto ci riguarda quindi siamo al di sotto
Del tre per cento siamo quindi in quella fascia di
Cosiddetta parte preventiva della procedura del patto di stabilità
Quindi non quella correttiva perché si trova sopra il tre per cento che consente tra l'altro cioè le conclusioni del Consiglio tutti marzo scorso e degli investimenti produttivi quindi
Diciamo la da una parte il fatto che Paesi si incontrino Governi si incontrino per discutere iniziative a favore di occupazione da prendere sia europea è comunque positivo
è noi intendiamo compartecipare a questo genere di iniziative adesso a prescindere dagli appuntamenti
Precisi oggi ho avuto svariati
Contatti di questo tipo con una serie di colleghi estremamente interessati anche a comprendere
Su cosa stiamo ragionando in Italia proprio con riguardo alla disoccupazione c'è un largo dibattito in atto a livello europeo
E le geometrie di questo dibattito un dobbiamo abituarci a a vederle sempre con grande
Diciamo serenità come variabile se noi pensiamo che nel due mila e dodici capi di stato di governo si sono visti otto mesi sui dodici che compongono l'anno solare ecco si può ben immaginare
Quanti altri incontri di tipo bilaterale di tipo multilaterale parziale si stanno dipanando tra l'altro se voi seguite le agende dei vari Consigli sopra i
Se ci sono iniziative con geometrie ogni volta molto diverse di Stati proposte congiunte questo oramai fa parte della realtà europea
Che comunque non è più direi in maniera molto visibile anche da un anno e mezzo a questa parte una realtà europea che vede due
Dei Paesi a guidare un po'l'agenda della dell'attività ma oramai vede una fine ad una pluralità di Paesi pienamente coinvolti per quanto di da le eventuali diciamo prese maggiori di un Paese di un altro su questa cifra di sei miliardi che sono che è una cifra come dicevo prima
Importante ma naturalmente sei miliardi scudi Euro su sette anni diviso ventotto Paesi tra un po'arriva la Croazia nel due mila e quattordici tra pienamente dentro è una cifra relativa secondo noi è molto più importante il fatto che sia dedicata una nuova la linea di bilancio questo tipo di obiettivo e che attraverso le clausole di revisione e quant'altro se ha buon successo possa essere utilizzata
Al meglio e una certa ventilazione dite dove questi fondi potrebbero andare tenuto conto che si tratta anche delle aree in cui più acuta suonano a festa la ristrutturazione trovano almeno non era stata erano l'Arno sequenza non è che l'iniziativa particolare di uno Stato può atto che non si aggravi la sua situazione interna quanto
Il succo flessione trova lire può cambiare quella ventilazione generica di distribuzione che abbiamo individuato per quanto riguarda il vertice di domani ecco vivendo noi nella società dell'informazione e ne siete
I protagonisti per eccellenza
E non dobbiamo nemmeno entrare però pone la sindrome che ci porta a considerare tutto ciò che è già stato abbastanza annunciato prima trattato PRIN una visitato prima e commentato prima come un nulla il momento in cui finalmente si sostanziali si formalizza lo so che fa parte di una
Deformazione che tocca impeccabilmente tutti noi e ne è inevitabile intrinseca però ecco io credo che i due temi dell'Energia e dell'accelerazione e della focalizzazione sulla necessità di un mese
Cato interno ed energie veramente ben funzionante e il tema della tassazione soprattutto della lotta all'elusione alla frode fiscale siano due temi fondamentali in questa fase europea il fatto che i termini durante quattro ore
I vertici supremi dei vari Stati membri
Si soffermerà su questi due soggetti è un fortissimo segnale politico che suggella un'attività preparatoria fatta poi alla luce del sole e quindi inevitabilmente con tutte le anticipazioni del caso
Posso
Superficie di comando e
Come degli Azzurri d'Italia il fatto
Scetticismo imporre
Senta nemici
Che potrebbe avere un impatto negativo settore fotovoltaico specie perché soprattutto va costruita
Aziende che sorvoli
Installazione e di produzione
Rimane gli effetti
Espressa negativamente non so se l'Italia
Sul territorio
Patto di prestazioni rivenienti
Non so se ne avete discusso oggi sia
E poi l'ultima cosa sulla venti giorni
Iniziare oppone arterie questi sei miliardi
Anni
Per cui penso che sia necessaria qualche iniziativa
Con i singoli Paesi come l'Italia intende investire l'attacco
Quasi questo iscrivere inevitabilmente un aumento del vecchio
Cioè o o siamo intervenuti in cinque giorni quattordici e
Spesso infatti dicono
Ben lontano oscure si punta sullo sfondo di alcuni investimenti qual è la strategia principale del Governo
Per quanto riguarda il primo punto tassi sui pannelli solari BO voi sapete che la politica commerciale comune competenza propria
L'Unione che la Commissione gestisce il potere in materia di intervento in maniera di anti dumping e quant'altro
E questo intervento come tante altre iniziative decisioni proprie della Commissione ovviamente
Si pone anche all'attenzione degli Stati per noi le energie rinnovabili restano una grande priorità
Restano una grande priorità sia sotto il profilo della proiezione futura sia sotto il profilo di quanto è stato fatto in questi ultimi anni come sotto quello della tutela attualmente ambientale e della salute quindi c'è il profilo che Paese
Diciamo come il nostro che non ha poi fonti di energia fossile tradizionale evidenti né ha fatto altre scelte
Che potevano costituire delle alternative vede nell'energia rinnovabile una Energia non solo pulita non solo proiettata per il futuro ma anche rispettosa
Dell'ambiente della salute le persone qui per non rimane comunque un settore molto importante naturalmente non esistono commercio esclusivamente
I pannelli prodotti in un solo Paese
è se il settore incomincia anche autonomamente attirare con una
Buona domanda che incomincia ad affiancarsi a quella
Sostenuta da incentivi pubblici si può
Arrivare Ada a garantire comunque l'esistenza di un
Mercato è importante per questo settore che ripeto per il Governo quello delle energie rinnovabili rimane un settore di grande
E priorità
è per quanto riguarda la tassazione dell'economia digitale come Dio accennato prima è un elemento che rientra fra quelli evocati dal di dalla dallo studio che era stato fatto dalla
Commissione e distribuito alla fine alla fine dell'anno è un settore delicato l'economia digitale
è un'economia come ho accennato nell'introduzione per definizione molto spontanea molto
Libera molto molto ancora molto aperta ecco naturalmente l'aspetto tributario fa parte della nostra realtà economica da quando più o meno esistere l'umanità un giudizio lo sono inventati molto rapidamente i nostri antenati
E naturalmente può essere un elemento da tener conto anche rispetto al settore dell'economia digitale comunque la discussione a questo riguardo che appena iniziato oggi non ne abbiamo parlato in materia specifica in maniera specifica è possibile che faccia parte
Di qualche elemento domani ecco vedete che c'è ancora qualcosa che ancora non si sa su quello che può accadere genuinamente non sappiamo su quello che può accadere durante le quattro ore
Che venivano evocate prima per quanto riguarda i sei miliardi siamo tutti d'accordo lo dicevo anch'io sono una somma significativa non sono una somma
E evidentemente sufficiente di per sé
A lottare contro una piaga così importante eccome la disoccupazione giovanile tuttavia
è importante che sia stata aperta questa nuova linea lo ripeto è molto importante il segnale è una novità è una delle novità più significative del nuovo quadro finanziario
Evidentemente due sono le strade per aumentare questo questo ammontare diciamo complessivo a livello di Europa una è quella
Di una revisione che farà parte sicuramente degli accordi tra Parlamento e Consiglio dello stesso quadro finanziario
Tanto più si potrà procedere a una revisione eventuale del bilancio con cognizione di causa
Quanto più questi sei miliardi inizieranno ad essere immediatamente utilizzati quindi immediatamente impiegati già all'inizio del due mila e quattordici e non quindi una programmazione che inizia con due mila e quattordici per poi cominciare con le erogazioni magari un anno dopo o ancor più il tempo dopo e per poi non essere pronti noi la nostra idea e che si debba fare anti
Mi pare quanto più possibile
Tutto ciò che prepara questo per poi poter erogare nel periodo di bilancio i fondi in maniera da poter acquisire subito un'esperienza sull'impatto reale di questa di questa iniziativa e poterle eventualmente rifinanziare in un momento successivo
è ci sono poi varie formule di rifinanziamento a livello europeo questo il secondo elemento
Perché sì questa volta è stata stanziata una somma e un domani si può immaginare di creare maggiori spazi di manovra per consentire anche degli effetti leva e quant'altro quindi si può immaginare anche un'architettura di finanziamento più sofisticata
Soprattutto se l'impiego a questo scopo di questi fondi europei porta buon esito e infine ci sono effettivamente i fondi nazionali fondi nazionali possono naturalmente essere spesi nella misura in cui si rispettano poi gli altri parametri che attualmente sono giuridicamente in vigore nel nell'Unione e naturalmente per quanto riguarda il deficit e noi sappiamo che il tre per cento come margine di oscillazione massima viene costi considerato
E come il trattato impone di considerarlo un un tetto tuttavia all'interno di questa soglia del tre per cento quanto più un Paese riesce ad essere virtuoso quanto più potrà prendere nuove iniziative
Che Paesi che invece non si trovano nella soglia del tre per cento avranno maggiore difficoltà ad intraprendere e quindi se noi per questo che noi consideriamo anche così importante la chiusura della procedura per deficit eccessivo perché ci consentirebbe quel margine di manovra
Che può permettere Investimenti fino ad oggi il Consiglio europeo nelle sue conclusioni accolto
La nozione di investimento pubblico produttivo come un qualcosa che può essere valutato positivamente anche si determina un aumento di deficit pur sempre nel tetto del tre per cento degli investimenti pro pubblici produttivi possono essere
Anche in ampia misura investimenti che creano e dovrebbero essere investimenti che creano opportunità di lavoro e noi ci auguriamo porto unità di lavoro soprattutto per i giovani si tratterà poi a ciascuno Stato di identificare quelli che magari più direttamente vanno ad attaccare un problema che si trova abbia ad affrontare al proprio al proprio livello quindi questo margine
Esiste anche per misure e nazionali e attualmente sulla base dell'attuale divisione vede il tetto del tre per cento ma comunque offre uno spazio di manovra abbastanza importante noi quest'anno
Vediamo il due mila tredici avremmo avuto un deficit nominale
All'incirca del due virgola quattro per cento con uno strutturale invece inferiore e questo deficit nominale sale al due virgola nove perché si è aggiunto uno zero cinque che serve a pagare quella parte
Dei crediti che le imprese vantano presso le pubbliche amministrazioni che andavano in conto capitale l'anno prossimo non li avremmo perché li abbiamo sostanzialmente esauriti quest'anno nel due mila tredici quindi a supporre
Che il risultato sia analogo e le previsioni lo darebbero anche leggermente migliore ci potrebbe essere uno spazio di manovra per investimenti pubblici stando all'attuale apertura fatta dal Consiglio europeo di marzo o per altre forme
Di investimento che possano essere via via identificate come meritevoli di un trattamento favorevole nell'analisi del deficit quindi quando usiamo il termine scomputare dobbiamo essere sempre coscienti che uno scomputare filosofico di valutazione
La la cifra compare però per esempio come quest'anno due nove di cui però
Commissione sacche zero cinque destinato al pagamento di questi crediti che comunque sono un adempimento indiretto di una normativa europea eccetera quindi ecco non non dobbiamo immaginare lo scomputare come no non compaiono più si tengono e che in un bilancio a parte questo importante
Credo che lo sappiamo tutti ma insomma
Utile sempre ricordarlo
Andando proprio appunto di questa classe dirigente
Almeno
Questo è un po'più preciso quando lei dice dubbi imputati per un pupazzo che possono essere considerati per
L'ultima in realtà queste sostanze che l'accesso
Per passare sotto il profilo insomma soltanto si può dire come stanno andando
Poiché se tornando male domani volevo capire
Che punto sono se ancora ci sono resistenze da parte dell'altro
Punto alcune situazioni sospette che tabaccaio e anche da questo punto di vista si dice che anche la Svizzera e stia cedendo insomma quali sono neanche che arrivano
Allora sul primo punto la nozione che è stata ripresa dal Consiglio europeo a dicembre già e ribadita marzo è quella di investimenti pubblici produttivi
E si fa riferimento all'utilizzazione di tutti i margini di flessibilità che offre il patto di stabilità e di crescita quindi se vogliamo è una interpretazione delle regole esistenti questo scusate
Se se ma una puntualizzazione superfluo ma resta importante perché le regole esistenti spesso intese o presentate come rigide monolitica in realtà come tutte le regole in particolare quello solito accade alle regole ben fatte offrono inevitabilmente
Dei margini di interpretazione che sono intrinseche all'esistenza di qualunque regola perché se le regole fossero così chiare che non avrebbero interpretazione non esisterebbero esempi giudici mestiere l'ho fatto però
Per irreperibilità esisterebbero gli avvocati tutto sarebbe chiaro bianco e nero e quindi ci sarà e che forse sarà tanta è forse l'umanità avrebbe voluto in maniera diversa se tutti rispettavano in modo bianco e nero le regole no quindi sono norme come altre che danno inevitabilmente e richiedono nella loro natura stesso Maggi l'interpretazione del margine di interpretazione
Esercitato dal Consiglio europeo e quello di considerare gli investimenti pubblici produttivi un po'sulla linea di quella che ancora una volta
In modo un po'speech attivo viene chiamata la golden rule di poterli valutare in maniera diversa dal resto del deficit
Cosa si intende per investimento pubblico produttivo qui ha ragione
Lei quello che diceva nella nella domanda è in corso presso la Commissione in interlocuzione con
Con il Consiglio una individuazione di queste ha nozione del contenuto di questa nozione
Quindi su questo sono in corso discussioni e queste vedranno la luce
Pensiamo naturalmente prima del del Consiglio di giugno e quindi vedremo poi né che cosa concretamente verrà fuori
Quello che io avevo detto prima e che se è un investimento pubblico quindi fatto con denaro pubblico e produttivo vale a dire garantistica un ritorno positivo in termini di crescita
Sovente
E anche portatore di posti di lavoro di opportunità di lavoro
Si possono immaginare forme di investimento pubblico produttivo cioè tali da dare un ritorno in termini economici
Studiate in modo tale da
Per esempio in certi settori piuttosto che in certi tipi di attività in modo tale proprio da creare delle specifiche opportunità di lavoro in particolare per esempio se ci sta a cuore
In parte il lavoro dei giovani proprio per il lavoro giovanile quindi
La nozione che è a
Tuttora sufficientemente vaga può via via avere un contenuto specifico ci permetterà meglio di capire quali sono i margini di manovra in maniera da non
Da poter fruire di questa valutazione più poi utile in termini deficit ma all'interno di questi margini Marola ci sarà sicuramente spazio per poter
Te investire in un settore piuttosto che in un altro anche a seconda della intensità vi manodopera di lavoro e delle opportunità di lavoro che può offrire quindi penso che su questo si vedrà molto all'atto
E la messa in opera per quanto riguarda le tasse si confermo il la linea di tendenza che percepiamo che sentiamo che sentiremo meglio domani per cui anche su questo ci sarà modo di chiedere nella conferenza stampa del Presidente del Consiglio qualche elemento più preciso però la linea di tendenza che percepiamo è una linea secondo la quale i vari Paesi membri dell'Unione e Dante alcuni paesi fuori Unione ma in Europa quindi molto vicini come concorrenza fiscale
Come concorrenza tributaria agli Stati europei si muovono su una linea di riconoscimento della necessità di una cooperazione tra autorità fiscali la trasparenza e di una riduzione di quegli elementi che nati per pelare aspetti forse
Eccessivamente enfatizzati di privacy come oramai purtroppo diciamo anche in italiano per essere brevi
Il sono poi portatori o possono celare degli elementi dei momenti di elusione o addirittura dei momenti di di frode quindi si effettivamente la linea di tendenza sembra questa domani
Lo ascolteremo in maniera più diretta anche dalla dagli altri tutto due cose
O si può sacrifici di consumo sull'orizzonte
Oggi un elemento strategico opzione sia controverso delle edizioni
La Turchia
Bisogna aggiungere
Le elezioni si sarebbe al Parlamento europeo
Sono comunque
Sì noi siamo favorevoli mi viene confermato appiglio a seconda per prima siamo favorevoli viene confermato ma guardiamo anche a queste elezioni europee
Come delle elezioni che e ci auguriamo che i cittadini prendano
Non tanto come una verifica a un anno data dello stato di salute supporre che arriviamo a quella data del Governo noi confidiamo di arrivarci
Ovvero della legislatura ma come un vero appuntamento importante attraverso il quale si inviano al Parlamento europeo dei deputati e delle deputate italiane che sono poi
Partecipi dell'azione legislativa come sappiamo in molti campi quindi che siano veramente intese come il momento in cui il cittadino manda dei propri rappresentanti alla
All'organo legislativo uno dei due organi legislativi dell'Unione Europea ecco io penso che al di là
Di tutte le grandi costruzioni che noi poi proiettiamo nel futuro statisti Europa democrazie elezioni dirette dei presidenti di Pio Presidenti la io credo che sia molto importante che il cittadino elettore quando va a votare per le elezioni europee si renda effettivamente conto
De il motivo per cui sta votando alle elezioni europee che appunto sono delle elezioni molto importanti attraverso le quali
Si mandano un numero anche ecco tra i più significativi fra gli Stati membri dell'Unione
Di parlamentari per essere poi compartecipi del processo legislativo tra l'altro voi sapete che nella nel mio mandato di di diritti ministro io ho regolarmente incontrato ogni mese la delegazione italiana al Parlamento europeo proprio sulla l'onda della filosofia
Io rappresento il legislatore in seno al Consiglio voi rappresentate il legislatore in seno alla al Parlamento per cui ben venga un anticipo a fine maggio che potrà poi permettere anche l'individuazione del rinnovi dei vari incarichi che si svolgano
A livello che dovranno essere decisi per i livelli e di dell'Unione europea in anni cruciali
Due mila quattordici due mila venti non solo evoca nell'anno finale famoso venti venti di cui ha tutte le le
Le le cose che sappiamo ma evocare
Che un periodo di tempo durante il quale noi tutti pensiamo e soprattutto confidiamo che e l'Unione europea e l'Europa uscirà dalla dalla crisi
E per quanto riguarda più specificamente la posizione austriaca la posizione austriaca ha fatto sempre riferimento alla necessità
Di affrontare in parallelo il le questioni relative a quegli Stati che avevano avuto riconosciuto un periodo più lungo per la piena messa in opera
Della prima direttiva sul risparmio tenuto conto della degli accordi che potevano intervenire con i Paesi terzi poi tra l'altro non a caso l'Austria una sensibilità avendo
Essendo confinante con la Svizzera essendo confinante con lo stesso liste Einstein eccetera però ecco ripeto come nella risposta precedente notiamo un'evoluzione positiva sia da parte della ossia che da parte del Lussemburgo e e questo naturalmente permetterà un'applicazione più uniforme di questi parametri di trasparenza
E di collaborazione tra autorità fiscali e quindi di tassazione dei redditi da capitale dei non residenti più efficaci di quelli che sono stati attuati fino fino adesso
Sul voto e gli altri Governi
Cinquantotto
Sussidi c'è una
La volontà di evitare sovrapposizioni con lascia un po'd'ordine mi pare su posizioni con anche festività con periodi di vacanza voglio anch'io
C'è anche il vantaggio del questo consente il rinnovo del Parlamento prima dell'inizio del semestre di presidenza italiano naturalmente
Il che ovviamente cc favorisce nel momento in cui c'è un accordo generale successivi
Sì si delinea un accordo generale non è che si è alzato formalizzato francese
Altro posso chiedere
Una cosa sul domani proprio specifico
Numerose volte sul rinvio a giudizio
I prezzi del gas
Ma che una cosa abbastanza strana perché visto che stiamo
Introducendo i Paesi
Credo sia solo alle pompe sport
Si ballava c'è questo problema riesce Grasso si vorrebbe applicato cioè il gasolio poco perché pare che negli Stati Uniti questo abbiamo abbattuto i prezzi eccetera dopo invece la ragione principale ribadiamo prezzi così alti che sono
Che
Indicizzazione al petrolio
Dei contratti che abbiamo fatto di lungo termine questi contratti saranno presto
Rinegoziazione consente di quando invece basterebbe avere una posizione unica europea proprio sui contratti con i Paesi
Polifonica osservata sarebbe molto bello articolo
è stato
La seconda cosa sulla questione imprese percorrere
Vertice di giugno
Io non ho capito
Avverto che se noi possiamo
Attraverso la flessibilità maggiore dovuto al fatto che siamo nella fase preventiva del patto fare degli investimenti produttivi
Anche John sono considerate
Come scusatemi insomma ma poi comunque ricalcoliamo cioè dobbiamo comunque restare entro il tre per cento
Anche con questi investimenti in Kosovo egoistica in modo diverso come Gianluigi oggi per esempio i pagamenti che lo Stato spagnolo fatta nel termine più ricapitalizzare le banche che già vengono considerati in modo diverso anche se cioè
Loro fanno una distinzione tra quello che deve decidere quello che fa deficit perché eccetera
Perché senza essere questo
Gli incentivi per la disoccupazione giovanile noi guardiamo fuori da tecnici
Dei prezzi
Sì ecco sul gas c'è un una parte del della discussione di domani che farà riferimento anche agli aspetti prezzi però attenzione
Siamo ha un vertice dei Capi di Stato e di Governo non andranno a fissare le tariffe ovviamente del gas almeno per non gli altri
Ecco meri né per non gli altri né per le né per le imprese web però in realtà l'intera
Idea guida del punto che c'è domani all'ordine del giorno cioè realizzazione completamento del mercato interno per l'Energia anche vuol dire poi al momento del consumo gas elettricità in modo particolare
è legata all'obiettivo di far scendere i prezzi
è legata all'obiettivo di creare interconnessioni europee pienamente operative in maniera quei Paesi che hanno anche dei surplus energetici lo possano possano venderlo agli altri Paesi e con
La Lalla l'abituale diciamo così netta di ogni azione pro concorrenza che è quella di far scendere i prezzi al consumo sia per le famiglie che per le imprese questo include
Illy DEA di un mercato interno dell'Energia ben funzionante include proprio uno degli elementi che venivano evocati e cioè la possibilità per l'Europa nel suo insieme come grandi acquirente consumatore
Di porsi come interlocutore controparte nei contratti con i fornitori esteri
Questo include anche idea di sfruttare al meglio le cosiddette fonti indigene
Che
Nel loro aspetti più nuovi tecnologicamente più nuovi includono il il gas di roccia in piazza delle Erbe delle cisti
è qui naturalmente negli Stati Uniti queste vista come una grandissima rivoluzione abbiamo tutti letto che torneranno esportatori esportatori massicci
Primi esportatori del mondo di questo tipo di materia prima energetica era giungeranno l'autosufficienza e ed oltre
In Europa ci poniamo anche credo che se la pongano anche negli Stati Uniti ma senza dubbio ce la poniamo anche in Europa una questione
Chiamiamola ambientale ambientalista
L'estrazione con queste nuove tecnologie non è senza controindicazioni come spesso accade e naturalmente in un continente densamente abitato con
Falde acquifere a volte rare incerti e in certi posti ecco c'è anche col c'è una certa una certa cautela però
L'obiettivo e lo avevo cercato di dire prima ma però ripeto rapidamente è proprio quello di presentare
Per l'assetto europeo l'assetto dell'Unione europea a fronte di questa possibile rivoluzione tecnologica nella nelle fonti di energia
In maniera unitaria in maniera aperta in maniera concorrenziale così come si fece
Alla fine degli anni Ottanta all'inizio degli anni Novanta qualcuno fra voi se lo ricorda perché era qua con le telecomunicazioni quando nella direttiva del mille novecentonovanta si decise di tenere
La telefonia fissa sotto monopolio e di liberalizzare la trasmissione di dati per pacchetto del circuito e la telefonia satellitare io mi ricordo un allora conferenza stampa dell'allora vicepresidente
Per le telecomunicazioni di cui io ero il capo di gabinetto che fu salutata da grande delusione anno avete tenuto fuori il vero business che è il telefono fisso oggi il telefono fisso lo usiamo tutti pochissimo la telefonia satellitare
è e l'abbiamo tutti in tasca e la trasmissione di dati per pacchetto il circuito altro non è che internet che è diventata una parte indispensabile la nostra realtà
Se nell'energia si sta alla vigilia di un qualcosa non dico di analogo ma di simile è importantissimo che l'Europa ancora una volta riesca normativamente e nella sua assetto generale a altro farsi trovare pronta
Per quanto riguarda invece l'altra domanda allora la situazione è la seguente il limite del deficit al tre per cento annuale e nel Trattato
E nel Trattato si può cambiare il trattato si può fare naturalmente e ogni tipo di di critica perché il tre perché non un'altra cifra eccetera eccetera e nel Trattato
Quando è scoppiata la crisi economica e si è portata una maggiore attenzione al rigore attraverso i regolamenti del SIC Spach prima poiché il Trattato il fiscal compatta e poi
Il il tuo PAC si è rafforzata la focalizzazione di un elemento che era implicito nel Trattato di Maastricht cosiddette quindi nel Trattato europeo
Vale a dire che la Sat e l'ha l'Arlas la situazione ottimale è il pareggio di bilancio come peraltro anche la nostra Costituzione diceva anche prima dell'ultima modifica
C'è però un margine di tolleranza perché può servire a fare degli interventi a fare degli interventi anticiclici fino al tre per cento rispetto a questo quadro
Sostanzialmente non è mutato nulla
Il fiscal compatta Nona eliminato il tre per cento così come il tre per cento non è eliminato dall'apertura sugli investimenti pubblici produttivi adesso per prendere due
Parametri estremi di raffronto per cui la situazione è la seguente
Il Consiglio europeo nelle sue conclusioni dicembre e di marzo lo dice con grande chiarezza
Per quegli Stati che si trovano nella parte preventiva del patto di stabilità e di crescita quindi sotto il tre per cento
E che non hanno naturalmente aperta una procedura per deficit eccessivo esista e la possibilità di effettuare degli investimenti produttivi il tetto rimane
Comunque al tre per cento quindi se io ho un deficit nominale intorno all'uno o un margine e di una lingua e nove per esempio per stare sotto il tre per cento
Se ce lo al due avrò un margine di uno zero nove e via e via dicendo quindi
C'è in un certo qual modo un un riconoscimento di quella salute di conti pubblici che uno Stato riesce a raggiungere
Quello che è chiaro dall'interpretazione dalla lettura anzi della conclusioni del Consiglio europeo e che quegli Stati che invece si trovano al di sopra del tre per cento e quindi sono in procedura di disavanzo e in procedura correttiva
E non potranno fruire di questa analogia flessibili di visibilità a favore degli investimenti produttivi il che significa che è stare sotto il tre per cento da questa possibilità stari sopra non la dà
In questo senso chi arrivo poco fa che quando noi diciamo scomputare non contare nel deficit eccetera se parliamo in termini nominali e aritmetici
Usiamo una terminologia inesatta perché comunque debbano essere contati
Se parliamo però in termine di svalutazione
è chiaro che se un un Paese ha per esempio l'uno per cento di deficit e improvvisamente sale al due nove tutti si inquietano cosa è successo perché è dovuto spendere
Un uno in quel nove per cento in più di deficit che cosa si è destabilizzato e c'è una valutazione
Fatta così che diventa indubbiamente negativa con conseguenze sui mercati concorso con conseguenze inevitabili sulla
Tenuta e sulla sostenibilità del debito pubblico di questo Stato che si traducono in tassì interessa eccetera se invece si dice sì è vero che vi all'uno che si è andato all'uno e nove è un esempio astratto
Ma questo uno e nove in più lo hai fatto facendo questi investimenti produttivi che noi riconosciamo
A livello di Unione europea essere un qualcosa di positivo la valutazione che viene fuori
Di questa aritmetica al due virgola nove è una valutazione positiva però il tetto rimane e comunque il tetto del tre per cento se il tetto del tre per cento in termini nominali e sforato entriamo nella
Fase correttiva non siamo più nella fase preventiva e quindi viene aperta o rimane aperta una procedura per disarmo iracheno aziendali due anni in più il Governo ha fatto la Francia
Bene ma anche qua capiamoci bene e un conto è avere due anni in più
Per rientrare sotto il tre per cento e un conto è
Risalire oltre il tre per cento con un aumento del del deficit
I due anni il regalo dei due anni in più consiste unicamente nell'evitare che scattino quelle sanzioni che la Commissione può proporre qualora il disavanzo eccessivo si prolunghi per un termine
Eccessivamente lei giudica troppo lungo allora in questo caso possono scattare le sanzioni come sapete al termine il Trattato sono sanzioni pecuniarie so delle multe se vogliamo dirla in termini più più rudi
Allora ottenere un termine una tolleranza nel termine di rientro sotto il tre per cento significa
Non subire le sanzioni e avere un atterraggio più morbido che indubbiamente è un vantaggio però
In questo atterraggio morbido lo Stato in questione è comunque tenuto
A contenere i propri i propri conti
Il fatto che chieda un atterraggio più morbido significa che ha un'oggettiva difficoltà a rientrare sotto il tre per cento e in quell'oggettiva difficoltà difficilmente anzi
Molto il probabilmente molto difficilmente potrà aggiungere altre spese per fare ulteriori investimenti quindi si limiterà a gestire ciò che già sta gestendo in una si
Zone di deficit invece uno Stato che scende sotto il tre per cento e che procede verso il pareggio di bilancio e che a termini di obiettivi di fiscal comparti dissi ISPA
Dovrebbe anche arrivarci in una situazione come l'attuale di crisi avviene
In un certo qual modo autorizzato attraverso quello che ha detto il Consiglio europeo a fare
Della spesa pubblica produttiva che può determinare crescita quindi certo produce nell'immediato un deficit ma nel medio periodo da un ritorno le in termini migliori e quindi viene riconosciuta la possibilità di fare una politica di intervento anticiclico che se no teoricamente
Rischiava di essere esclusa
Dalla tendenza di scendere verso il dieci quindici un'oggettiva situazione diversa tra per rimanere in termini crede che che usava
Di vantaggio tra il paese che ottiene
La tolleranza a rientrare un po'più lentamente sotto il tre e il Paese che sotto il tre che invece ottiene la possibilità non la tolleranza ma la possibilità di effettuare degli investimenti pubblici che possano stimolare la crescita
Vede cioè
Realmente una situazione diversa anche nell'impatto che questo ha sui mercati un conto è spiegare io non ce la faccio a scendere nei tempi veloci che sarebbero previsti sotto il tre perché è un problema
E un conto è dire io il problema non risolto vorrei fare degli investimenti produttivi per accelerare il mio slancio a uscire dalla crescita quindi non no un problema e vorrei cogliere un'opportunità
Bene a scusi pessima
Io sono fiducioso che i dati che noi abbiamo fornito e le spiegazioni ulteriori a valle delle decisioni del Consiglio dei ministri dell'ambiente la settimana scorsa possano essere
Prese in considerazione dalla Commissione in maniera tale da portare a una proposta di chiusura della procedura sì
Quindi la questione di ottimismo e perciò è di fiducia negli elementi
Della nostra realtà
E questo è un segnale molto importante per l'Italia perché non dimentichiamo che i parametri fondamentali
Dei bilanci sono due noi abbiamo questo debito pubblico estremamente alto ed è quindi particolarmente importante per noi
Mostrare che almeno sul parametro del deficit siamo in grado di tenere pienamente la situazione sotto controllo anzi possiamo permetterci la possibilità se abbiamo un margine di effettuare anche degli investimenti
Per politiche anticicliche
Grazie nelle varie materie sì
Da un secondo solo che ci proponiamo