16MAG2013
dibattiti

Salice Salentino e Primitivo di Manduria a rischio eolico selvaggio

DIBATTITO | Cellino San Marco - 11:48. Durata: 2 ore 22 min

Player
La tavola rotonda organizzata con la collaborazione dei consorzi di Tutela del Primitivo DOP di Manduria, del DOP Brindisi e Squinzano, del DOP Leverano e del Consorzio Tutela Olio DOP Terra d'Otranto.

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Salice Salentino e Primitivo di Manduria a rischio eolico selvaggio", registrato a Cellino San Marco giovedì 16 maggio 2013 alle 11:48.

Dibattito organizzato da Consorzio di Tutela del Salice Salentino.

Sono intervenuti: Gaetano Gorgoni (giornalista), Angelo Maci (perito agrario, enologo e presidente di "Cantine Due Palme"), Francesco Di Lauro
(avvocato, membro del collegio dei Probiviri di WWF Italia), Onofrio Introna (presidente del Consiglio regionale della Puglia, Sinistra Ecologia Libertà), Antonello Caporale (giornalista), Fabrizio Nardoni (assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia), Francesco Cascione (avvocato, sindaco di Cellino San Marco (BR)), Mino D'Angelo (funzionario tecnico del servizio Ecologia e Ambiente della Provincia di Brindisi), Elisabetta Zamparutti (tesoriere di Nessuno tocchi Caino, Radicali Italiani), Erasmo Venosi (professore), Gianni Zonin (presidente della Casa Vinicola Zonin), Antonio Resta (presidente del consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria), Dario Stefano (senatore, Misto - Sinistra Ecologia e Libertà), Mario Monopoli (avvocato, consigliere dell'on Paolo De Castro), Marcello Seclì (presidente della Sezione Sud Salento di Italia Nostra).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Agricoltura, Alimentazione, Ambiente, Associazioni, Biomassa, Brindisi, Campania, Carbone, Economia, Energia, Fonti Rinnovabili, Fotovoltaico, Governo, Greenpeace, Imprenditori, Industria, Inquinamento, Investimenti, Lega Ambiente, Mezzogiorno, Parlamento, Petrolio, Prezzi, Produzione, Puglia, Regioni, Salento, Sicilia, Sud, Sviluppo, Territorio, Turismo, Vento, Vino, Wwf.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 2 ore e 22 minuti.

leggi tutto

riduci

11:48

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buonasera a tutti allora
Farò un brevissimo elenco degli ospiti di oggi che discuteranno con noi deve di un tema
Che sta molto a cuore al Presidente Angelo Masci e che sarà anche un po'l'appello rivolto alle istituzioni cioè quello di
Preservare e tutelare
Le campagne dall'eolico selvaggio dal fotovoltaico selvaggio
A breve sentiremo insomma il suo saluto e
La sua richiesta le sue idee
Nelle in questa tavola rotonda avremmo
L'avvocato Francesco Cascione Sindaco dice Lino Sammarco che saluto
Buona sera poi l'avvocato Mario monopoli Consigliere delegato dell'onorevole Paolo De Castro Presidente la Commissione agricoltura e sviluppo rurale
Fabrizio Nardò ogni Assessore Regionale politica lì agroalimentari che arriverà a breve Onofrio Introna che saluto il Presidente del Consiglio regionale della Puglia
E poi avremo Antonello Caporale giornalista del fatto Quotidiano otto ore anche del libro controvento il Tesoro che il sud non sa dia vere
Poi l'onorevole Elisabetta Zamparutti che è la che già qui sì e già qui eccola lì colà
Esponente del movimento radicali italiani e tesoriere di Nessuno tocchi Caino è stata eletta deputata della delegazione radicale del partito democratico in occasione delle elezioni politiche del due mila e otto
Poi avremo due parlamentari di altri parlamentari non ovvero l'onorevole Pietro Iurlaro e il senatore il senatore Pietro Iurlaro il senatore Dario Stefàno che stanno
Per arrivare il dottore Erasmo venosi docente universitario di fisica nucleare responsabile
Energia del Ministero Ambiente e vice AIA e poi il dottor Nino D'Angelo funzionario tecnico Servizio ecologia e ambiente della provincia di Brindisi Antonio resta presidente del compito sorsi o di tutela del primitivo di Manduria
E poi il cavalier Zonin Presidente la casa vinicola Zonin
Quindi l'avvocato Francesco Di Lauro del Collegio dei probiviri di WWF Italia Presidente Associazione azzurro Jonio
Allora con queste personalità con queste istituzioni avvieremo subito un dibattito io mi presento sono Gaetano Gorgoni il nuovo Direttore il telegramma sono felice di partecipare
A questo dibattito perché la nostra emittente appuntato da sempre la sulla battaglia per l'ambiente è una delle nostre dieci battaglie
Soprattutto perché è un tema che sta a cuore e che noi abbiamo sempre seguito quello delle delle eolico selvaggio del fotovoltaico della
Tutela del nostro patrimonio rurale agricolo detto questo passo subito la palla al Presidente Angelo Masci di cantina due palme che naturalmente leggerà il suo saluto e
Leggerò anche la sua richiesta alle istituzioni
Signori
Buonasera buonasera e grazie di essere venuti così numerosi
Gentili ospiti signore signore autorità a voi tutti il mio benvenuto il mio ringraziamento
Per essere intervenuti a questo importante appuntamento
è doveroso da parte mia prima di dare inizio alla tavola rotonda esprimere
A nome del Consiglio di Amministrazione del Collegio sindacale
Dei dipendenti
E dei soci tutti
Ritengo di interpretare EE.LL loro senso
Solidarietà per i gravi episodi intimidatori
Effettuati nei confronti del nostro primo cittadino Francesco Cascione
L'ennesimo
Attentato
Mi diceva addirittura poco fa che pochi minuti fa sono stati buttati dei volantini nella piazza di Cellino San Marco nelle vie cittadine
Dove ci sono delle minacce di morte
Siamo veramente nell'assurdo stiamo tornando indietro alla preistoria non è possibile dobbiamo condannare
Ma non possiamo soltanto limitarci a condannare
Dobbiamo darci da fare tutti quanti e da cittadini responsabili quali siamo mi rivolgo soprattutto a Gelli Nesi
Denunciare e collaborare con la magistratura per mettere in galera questi delinquenti che non vogliono bene soltanto alla famiglia Cascione ma non vogliono bene a tutta la comunità cioè dei NAS
Francesco
Siamo vicini a terzi a tua madre a tuo fratello a tutte le persone attacca
In un momento particolarmente difficile come questo
Il mio augurio
E quello di vederti sempre più determinato
A continuare il tuo ottimo lavoro di cui tutta la cittadinanza cinese avviso
Il tema intorno al quale dibatteremo questa sera
Salice Salentino e primitivo di Manduria a rischio pale è un richiamo
Produzioni tipiche e territorio da tutelare
Signori
Noi siamo profondamente preoccupati e lo dico alla presenza di tutte le autorità istituzionali purtroppo
Ritardi di aerei non hanno concesso a a queste autorità politiche
Di arrivare in tempo ma stanno per arrivare
Che ringrazio ancora per essere venuti a testimoniare la loro vicinanza ai nostri problemi
L'incontro odierno è una denuncia una protesta è una proposta allo stesso tempo
Non ci limitiamo soltanto denunciare ma proponiamo
Sono molto preoccupato dai dati che giungono dall'ufficio ambiente della provincia di Brindisi
Vere e proprie istanze di abiti procedimenti finalizzati alla collocazione di circa seicento spalle
Eolica
Che tradotto in cifre energetiche significherebbe ero la realizzazione di ben ventisette parchi è oggi
Che svilupperemo però una potenza totale di mille quattrocento megawatt
Un insediamento così imponente
Da interessare colpire i territori
Di Brindisi Mesagne Latiano Sandonaci Torre Santa Susanna San Pietro Vernotico Torchiarolo Cellino San Marco San Pancrazio
Guagnano belli esaurisce Leverano Copertino campi e nove la zona più bella più vocata della viticoltura pugliese
Se provo ad immaginare cosa
Potrebbe accadere in caso di autorizzazione avvio dei relativi cantieri
Non ho difficoltà a denunciare migrare
Grave malessere che tale verosimile possibilità potrebbe generare non solo in chi vi parla ma nella l'intera categoria i viticoltori
Che mi onoro di rappresentare
Come Presidente del Consorzio di tutela del San Michele Salentino secoli ormai
Che il nostro Salento paga un prezzo altissimo alle politiche industriali
Che non hanno mai avuto rispetto per il territorio
Penso alla centrale a carbone di Brindisi
Alle sue industrie chimiche
Penso alla Pitrizzi alla fenomeno della verificazione degli impianti fotovoltaici a seguito dell'installazione selvaggio
E che hanno cambiato l'immagine
E Illy
L'aspetto delle nostre campagne
Noi non siamo contrari a prescindere alle nuove tecnologie
Vogliamo solo che vengano rispettate le produzioni tipiche del nostro e degli altri territori
Siamo i primi a credere all'importanza della ricerca
Dello sviluppo di nuove tecnologie avanzate soprattutto nell'agricoltura che vadano d'accordo però con il rispetto dell'ambiente del territorio e del paesaggio
Vorrei sottolineare della Provincia di Brindisi
Ha numeri da record o inni fatto di energia rinnovabile
Cinque impianti eolici tre mila seicento quaranta impianti fotovoltaici
Duecentoventuno impianti ricadono solo in tre comuni
Le tre comuni
Della Provincia di Brindisi
Cellino San Marco detiene il primato con centotrentaquattro impianti fotovoltaici
Settantasei a Sandonaci undici a San Pancrazio
Considerate che questi tre comuni fanno parte del gruppo del Salice Salentino tocco che insieme agli altri quattro comuni della provincia di Lecce sono i sette Comuni del Consorzio dell'apprezzabile certamente
Sarebbe auspicabile
Che tutta questa energia prodotta a zero bizze
Onorevole Faggiano però anziana alla moglie dovrebbe venire qui in prima fila viene avanti Cosimo grazie
A
Per essere intervenuti
Che tutta questa energia prodotta servisse per ridurre
La produzione di carbone ecco quando noi non diciamo no assolutamente
Sono stati installati questi impianti fotovoltaici allora Twain delle devi ridurre la quantità di carbone perché quell'ecomostro che produce quello che produce
I fatti grammi
I lutti che noi abbiamo avuto le malattie polmonari causate appunto dalla centrale a carbone
Allora noi stiamo dando
Abbia annunci hanno devastato il territorio con impianti di fotovoltaici allora quella produzione deve lei nelle capire una buona volta per sempre a ridurre la il carbone
Siamo così attenti alla tutela del territorio abbiamo così a cuore l'ambiente
Che nell'esclusivo interesse economico professionale e anche penale dei nostri soci parlo della due palme
Abbiamo intenzione di realizzare un impianto di biomasse
Finalizzato all'esclusivo trattamento esclusivo trattamento
Di residui legnosi derivanti dalla puntatura di Olivetti e vigneti dei nostri insomma e non di altri così
Cari amici sapete che la legge vieta assolutamente di
Usare in campagna il materiale di risulta delle potature
Comminando sanzioni che arrivano anche all'arresto da tre ad un anno o al pagamento di una mensa chi arriva sino a ventisei mila
Noi
Nel rispetto della legalità e dell'ambiente
Vogliamo salvaguardare i nostri soci
Offrendo loro un servizio migliorativo nell'ambito della loro specifica attività in campagna scusate
Che ho cambiato argomento che sono passato dalle pale eoliche all'impianto di biomasse ma sono stato tirato in ballo perché
L'impianto di biomasse e qualcosa che non ha nulla a che vedere con l'impianto eolico e comunque lo dibatteremo quanto prima in un'altra sede in cui questa
Come
Non ho capito
Non riesco a comprendere scusi
Dice chi lo decide che non è teso spero va beh questo poi faremo un dibattito intanto finiamo Ciarlo in questa sede faremo un dibattito in questa sala per parlare di biomasse io ho voluto soltanto accennare
Perché
Noi non siamo contrari
Allora alle pale eoliche non siamo contrari alle biomasse tant'è che ci stiamo preoccupando di chiedere l'autorizzazione l'impianto di biomasse per salvaguardare i nostri soci soprattutto
è comunque mettiamolo da parte questo argomento perché stasera dobbiamo parlare soltanto di pale eoliche
A breve noi faremo
E ci farebbe piacere ANCE per avere il contraddittorio così come stasera per vedere un attimo nel contraddittorio che cosa emerge di positivo e di negativo
Ma spostandoci
Verso le altre due punte di questo nostro Salento
Penso a Taranto e il suo ecomostro che da sessant'anni produce acciaio ma anche inquinamento è morta
Lo dicono e che le carte della magistratura
E ancora Lecce che ha visto cambiare l'assetto del suo territorio
Ci ha lasciato il posto enormi parti fotovoltaici
Il Salento e stato fino ad oggi terra di conquista per aziende che sono venute da fuori spesso da molto lontano e che hanno usato il teorema Investimenti uguale posti di lavoro
Ma in realtà allo scopo era ben altro raggiungere i loro obiettivi esclusivamente legati al profitto tenendo inni scarsa considerazione il rapporto con il territorio
Il rispetto dello stesso e delle sue vocazioni antiche è assolutamente tipica
Ora
Cari amici del momento nel totale clima di assordante il silenzio per noi produttori noi coltivatori noi contadini chiamiamo per davvero questa terra
Di prendere una posizione forte e decisa
Abbiamo iniziato questo percorso qualche mese fa quando è stata messo a rischio il territorio del primitivo
E torniamo a far sentire la nostra voce oggi nel momento in cui è a rischio anche la terra del sacrificio
Non consente diremo a nessuno che ripeto nessuno di abusare della nostra terra di violentare le nostre culture di cancellare la nostra tradizione smantellare i nostri alberelli
Abbiamo superato momenti difficili
Basti ricordare le invasione dei primi del Novecento quando giungevano dal nord Italia aziende vinicole
Che applicavano forti imposizione sui prezzi delle ovunque e creando non poche difficoltà ai nostri viticoltori
Penso ai tumulti del cinquantasette
Hai morti di Sandonaci
Crede alla nascita delle cantine sociali in quegli anni che hanno rappresentato il baluardo della difesa delle dei nostri soci e del nostro prodotto un po'
Quello che oggi sono i viticoltori del Salento il risultato del sudore dei campi
Dell'amore per la terra per una passione che vive brucia in ciascuno di noi
Sono i nostri
Contadini gli artefice del rilancio del nostro vino
Di una dignità riscoperta
Sono i padri del Negramaro della Malvasia nera del primitivo del sud Romaniello vini oggi presenti sulle tavole di tutto il mondo
Che noi abbiamo l'obbligo il dovere di tutelare dal pericolo di deriva da una politica di investimenti che non tiene conto della tradizione
Oggi in questa sala
Noi stiamo esercitando il nostro diritto a Libera ribellarci all'ennesima mortificazione dalla nostra parte
Se oggi la Puglia e meta preferita per un turismo internazionale lo dobbiamo anche al lavoro che le istituzioni hanno concretizzato negli ultimi anni
L'idea loro ai nostri amministratori che oggi ci rivolgiamo chiedendo di essere al nostro fianco in questa battaglia di civiltà Presidente
Tuteliamo le nostre produzioni tipiche
Salvaguardiamo i nostri vitigni ci prendiamo cura del paesaggio proviamo ad essere insieme i protagonisti di questa
Crescente rinascita di un meridione di una Puglia di un Salento che vuole continuare ad esportare le sue tipicità
Intrise delle sue tradizioni
Un ringraziamento particolare lo rivolgo peccato che non nel presente avuto anche lui un ritardo di due ore
L'amico Gianni Zonin ha lasciato la sua terra il Veneto per essere qui presente arriverà comunque tutte gli operatori fermezza a Bari quindi intorno alle otto dovrà essere presente qui
Un ringraziamento particolare lo rivolgo
Al Cavaliere Gianni Zonin e che è avvenuto lasciando la sua azienda vinicola la sua banca il suo bene
Per essere qui tra noi insegni diesel solidarietà
E di opposizione contro le pale jonica
Gianni Zonin un uomo un imprenditore un enologo un banchiere
Che rappresenta la testimonianza concreta di come si può
Investire sul nostro territorio avendo cura
Nel rispetto delle tradizioni la cultura locale senza violentare alla natura il paesaggio
Differenza degli altri imprenditori del nord lui è arrivato a Torre Santa Susanna
Nelle nostre terre
Non è arrivato solo per fini speculativi all'Ulivo è il grande merito di aver trasformato centoventi ettari a Torre Santa Susanna masseria alte mura
Terreno ricoperto di sassi
Destinati alla pastorizia in una ricchezza per il nostro territorio macinato i sassi per dare vita ad un vigneto e di eccellenza conosciuto in tutto il mondo
La sua determinazione il suo coraggio hanno prodotto un esempio di sana rispettosa integrazione fra impresa il territorio la stessa verso la quale tutti noi abbiamo investito le nostre speranze
Inoltre il re di Brindisi le nostre ambizioni
E ci siamo riusciti
Avendo cura di conservare tutelare implementare le nostre are vitate
Concludo
Sul nostro territorio grava un ipoteca iscritta sottoscritta dai nostri padri quelli che hanno disegnato e voluto il nostro paesaggio agrario
Oggi oggetto di desiderio di chi ha voglia di smantellare una storia un'economia
Anche l'aria all'insegna di quello sviluppo sostenibile
Che di sostenibile non ha proprio nulla
Noi siamo stati i fautori del miracolo enologico pugliese
Abbiamo dato dignità al nostro lavoro
Al nostro pieno
Oggi abbiamo bisogno di coraggio di un nuovo slancio da parte dei nostri amministratori ai quali rivolgiamo una sola preghiera lasciateci fare contadini
Consentiti consentiteci di continuare ad amare la nostra terra i nostri alberelli i nostri auditi a voi il grande impegno di sostenerci in questa missione grazie
Tanto ci ha raggiunto
Ci ha raggiunto anche Antonello Caporale giornalista del fatto Quotidiano autore del libro controvento il Tesoro che il sud e non sa di avere prima di entrare nel vivo del dibattito dobbiamo vedere un breve firmato un breve video vediamo se è pronto lo vediamo subito
Di Dio era fornito dall'avvocato Francesco Di Lauro del Collegio dei probiviri di WWF Italia Presidente Associazione azzurro Jonio è proprio Daloui che vorrei cominciare
Le pale eoliche viste da un'altra prospettiva non solo da quella dello dell'opportunità
Da un'altra prospettiva che cosa e qui c'è abbiamo un microfono altrimenti non riusciamo a sentirla
Perché perché questo video devo essere Franco però
Non è sufficiente questo per dire hanno evidentemente alle pale oggi che no
Altrimenti dovremmo dire no anche alle auto eccetera
Però infatti era un po'perplesso su questo filmato molto crudo io
Adoro i rapaci li ho curati ne ho avuti veramente tanti sono animali rari e però avevo delle perplessità perché mi dicevo va bene non possiamo fondare
Una battaglia così basta così importante come quella contro il ma con l'eolico
Soltanto metto tra virgolette soltanto perché in questo caso Grifone ma moltissimi altri migratori vanno a sbattere ci contro come abbiamo potuto vedere
Però e non c'è alcun dubbio che nel proliferare selvaggio di questa energia rinnovabile parlo sempre del Marco eolico noi vediamo insediamenti che vengono allocati a caso
Secondo me secondo una precisa geografia politica secondo finali di possibilità sul territorio che non ci sono altrove non è del resto un caso che
Il cinquanta villa la gran parte del Macro liquor è fatto nel meridione campagna Calabria Puglia Sicilia
Così come non è un caso basta vedere il fatto quotidiano di ieri appena degli arresti in Calabria proprio per quanto riguarda una vicenda di tangenti il due per cento di duecento milioni per la realizzazione di un parco
Colico appisola Capo Rizzuto
Però è vero che questi impianti vanno a
Come dire combaciare spesso sulle rotte migratorie di uccelli rari abbiamo
Convenzioni internazionali che proteggono l'avifauna
Ma non per la vita Orenze questo non concetto che magari se avrò tempo dopo vorrei sviluppare partendo da una così da uno spunto che mi è venuto ieri durante una conferenza sul reato
Di corruzione a Taranto alla presenza del Segretario Associazione nazionale magistrati che diceva va beh questo Governo cioè il Governo precedente
Ci ha chiamati per avere illuminazioni su la caccia allora son ma non sul reato di corruzione su questo può se c'è tempo volevo
Un attimo così chiarire il mio concetto darvi una bella notizia spero che riguarda questi singoli uccelli che sono poi un simbolo
Di quanto affermava dottor Maci circa il nostro rapporto sul territorio detto questo il filmato e crudo in quanto tale cioè parla da solo
Come sempre noi non siamo al centro
Del del mondo né dell'universo dobbiamo convivere con altre specie questo non significa chiudersi evidentemente nelle caverne o dire no ad energie pulite come l'eolico il fotovoltaico
Ma e non c'è alcun dubbio che c'è un modo nel fare le cose c'è un focalizziamo il problema cioè problema di dove
Costruire l'eolico ecco e come evidentemente no al variare alcuni zone
Il
Ecco i fatti io a ritroso ritengo che ci sia un discorso di politica dell'ambiente del dell'energia alternativa che devono essere diffuse sul territorio devono essere date
All'adesa dato al privato la possibilità di usufruire il più possibile di queste energie alternative non creare
Grandi cartelli concentrazioni enormi di capitali
Spesso di capitali di dubbia provenienza che poi investono questi capitali in centrali come quelle che si vogliono fare su questo territorio o per esempio nel territorio del consorzio il primitivo
Quindi a monte di dove farli sarebbe il caso anche di chiedere una politica di distribuzione delle possibilità
Per il privato di poter avere il fotovoltaico il mini eolico e non permettere soltanto a determinati gruppi e concentrazioni di fare queste opere bene
Abbiamo
Le istituzioni presenti della Regione Puglia io comincerei dal Presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna
Dunque la Regione oggi e presente anche perché
Il Presidente Masci ha voluto rivolgere proprio un appello a salvaguardia delle
Delle campagne alla salvaguardia del Negramaro attenzione non cediamo ai Gruppi e voto economici che
Installano grandi impianti fanno desertificato le campagne
Come affrontato la Regione Puglia questo grande problema come lo affronterà in futuro
Reso funzionale l'aspetto buonasera comunque grazie per
Per questa opportunità
Soprattutto un grazie
Ad Angelo ma ci non soltanto per aver voluto organizzare questo questo confronto ma per la passione con la quale
Con tutta la sua organizzazione mette
Attraverso la valorizzazione
Di queste nostre produzioni di grande qualità
Nella difesa evidentemente perché quando si crede in qualcosa
Voi bisogna essere coerentemente conseguenti difesa del
Di questo territorio come territorio capace di produzioni di qualità di eccellenza
Mi si chiede cosa fa occorsa o come
Si procede la nostra Regione
Chi lo ha avuto una breve esperienza nel
Sarà il due mila nove due mila dieci
Alla guida dell'assessorato all'ambiente
In quel in quella breve esperienza presenze che poi
Le spese
Che ho ho poi maturato e continua a seguire soprattutto sulle sui temi
Per ambientali
Ho preso atto che all'improvviso la nostra Regione era diventato un po'come il Texas nel nella corsa al loro cioè erano arrivate migliaia e migliaia di domande per
Molte migliaia di
Divenga latte da da produrre sia
Se a fine Cuillo trattano trattate sta tranquillo non ci arriviamo
E
Ci siamo trovati a dover affrontare una materia di esclusiva competenza dello Stato perché la materia energetica è
Nelle competenze dello Stato e non delle Regioni
Tant'è che quando nel due mila sette provammo a disciplinare e a regolamentare il nostro regolamento la nostra legge di regolamentazione fu
Impugnata e fu regolarmente bocciata perché avevamo travalicato in quelle che erano tre competenze
è soltanto un del dicembre del due mila dieci con il Regolamento ventiquattro abbiamo disciplinato perché nel frattempo dopo sette anni
Esattamente il decreto legislativo trecentottantasette
Dati imponeva allo stato di poter
Disciplinare
Programmare a l'attività della produzione della
Regia da fonti rinnovabili soltanto nell'ottobre del due mila dieci questa attività è arrivata e quindi il Regolamento dalla Regione Puglia fu
Possibile approvarlo e in quel Regolamento
Per la prima volta c'è stata la definizione delle aree di donne e non idonee per la realizzazione di impianti di produzione di regia da fonte rinnovabile
Preoccupandoci di introdurre
Concetti che prima non era possibile rispettare che era
E il
Il rispetto della valenza ambientale della valenza paesaggistica
E introducendo per la prima volta il tema del consumo dei suoli
Attraverso la inidoneità delle aree interessate
Da coltivazioni di pregio primi mi riferisco al primitivo ora al sale dice come mi riferisco anche
Alla
Alla
Attività di a protezione dei nostri ulivi monumentali
Allora e io ho solo di questo avviso che
Una saldatura o un patto
Tra il mondo dell'agricoltura vada agricoltori
E le istituzioni comuni ma soprattutto le province e la Regione ci può better al riparlo
Delle
Torri eoliche o dei parchi eolici o dei parchi fotovoltaici nelle arie interessate da produzioni di pregio e di qualità
Non ci sono scorciatoie
Non abbiamo strumenti coercitivi con i quali
Aldo un proprietario di terreni
Condotti a
Con
Vitigni del Negramaro o condotti condotti con
Con
Oliveto
Possa cambiare idea ritenere più utile e comodo o cieca nei termini di
C'è una
O la necessità di collaborare e di
Stringerci così in un patto serio
Che significa soprattutto far crescere la cultura
Per il rispetto non solo delle nostre produzioni tipiche ma per la dizione dispetto alla difesa del nostro ambiente del nostro paesaggio soprattutto quando ci troviamo in zone dove coltivazioni
Paesaggio ambiente hanno una valenza straordinaria perché
E siamo siamo nel Salento è il Salento e sicuramente una Regione senza ombra di dubbio
Vocata Aldo uno sviluppo turistico di grande qualità
Quindi
Se c'è ci attendiamo soltanto da parte delle istituzioni con lo Stato in questo caso dalla Regione di atteggiamenti
Pongo punitivi oppure perché che vanno senza la
Necessaria indispensabili
Insostituibile collaborazione che significa corso evincersi significa
Capacità di
Comprendere che e importante difendere le produzioni difendere il proprio territorio
Io penso che potremmo anche continuare Abbé capaci con chiamando in causa lo Sgarbi di turno non è questo non è questa la risposta
Non è questa no le acque
Mi mi fa
Senta se lei ha bisogno di parlare io penso che le consentiranno di farlo
Gridando in questa maniera certamente lei non riuscirà atto continuiamo Bellantonio anche a noi come era nella mia voce nei mi e impedirà di dire quello che
è giusto che io dica dal mio punto di vista le potrà anche dissentire ne ha ne ha facoltà
Quindi
Io trovo in questo trovo in questo il la chiave
Soprattutto come confronti sia dei miei
E civili come quelli che stiamo Smith quando questa azienda che significa far crescere la consapevolezza che
La difesa dell'ambiente la difesa delle nostre produzioni tipiche la difesa del nostro paesaggio in una terra baciata
Baciata dal Padreterno e rappresenta urge
Una a fare in termini di immagine e anche in termini di sviluppo economico che significa anche ricchezza vorrei far intervenire un
Autorevole collega
Che naturalmente si è occupato si occupa di queste vicende che ha scritto un libro controvento il Tesoro che il sud e non sa di avere
Abbiamo
Come dire con l'appello di Masci con
Quello che ha detto il l'avvocato Di Lauro con la visione la prospettiva
Della Regione Puglia più o meno delineato un quadro quale
Idea da giornalista che si è fatto per quanto riguarda la Puglia in particolare il nostro Salento
Ci sono stati degli sfregi ci sono stati degli
Degli abusi c'è qualcuno la politica poteva
Muoversi diversamente oppure no
Buonasera sei c'è stato uno sfregio all'idea del bene comune del bene collettivo io non voglio sono fatto ogni sforzo per essere qui
Perché tengo
A un principio
Costituente la nostra vita cose il
Benessere il buon vivere
Se non
A alla radice il buongoverno e dunque
Io mi sono faccio il giornalista politico quindi
Era lontana napoleonica degli interessi ma guardato
Questa palla e
E ogni volta che mi trovavo a girare e guardavo osservavo il numero delle palme
Mi veniva in mente un'idea questa
Se il vento e mio il suo il suo il suo
E soffre per tutti
E io questo fusto
Questo tronco d'acciaio
Innalzato al cervello era sempre aveva sempre
Una proprietà
Privato
E nella media delle proprietà private
Era mediamente garantito sostenuto e finanziato da organizzazioni criminali
Come è possibile noi abbiamo come diciamo ma presumo falsamente
Diciamo che non c'è più speranza
Non ci fu il futuro non c'è nemmeno più precarietà da un giorno all'altro dall'azzurro del cielo berlusconiano siamo caduti nel nero nel tetro o di un futuro che non esiste
Siamo i soldati dalla vita ed alla felicità
Il circuito il ciclo d'affari dell'energia eolica e fotovoltaica monta fino al due mila e venti a ottanta miliardi di euro
Una parte straordinaria di questo fatturato è
Nella Puglia
Non sapete o se lo sapete ve lo ricordo che la signora Merkel a fronte di una gara di un prestito di cinquanta miliardi DB euro alla Grecia ha chiesto
Un affatto ipoteche ha chiesto il suo sole
Sole il sole
E dunque il vento il sole valgono sono oggi
Il vento il sole sono di tutti
Perché il vento soffia solo nelle tasche di alcuni
E del tutto evidente presidente siamo qui in Puglia che la più martoriata
Veneta
Mi sono chiesto molte cose e credo
Sì sì sì
Iniziamo a Caimi adesso parliamo del vento del sole poi possiamo dire nelle tasche di tutti bruciature fastidio
Diceva bene parte di chi brucia il petrolio
E il tema è possibile il fossile del carbon fossile dice Guanda Presidente intero
Minimi mi fa capire
Cioè voglio dire voglio dire voglio dire le dobbiamo guardare alle energie rinnovabili pulite
Perché per esempio vorremmo liberare Brindisi
E la sua città traccia di Belice dato alla sua popolazione calda
Dalla dalla cappa dei Bellini e delle polveri sulla di Ingo sui che da quarant'anni
So che non su quella città guai ammorbano l'aria e amazzoni ragazzini cioè voglio dire facciamo attenzione stiamo facendo una scelta una scelta di civiltà
Sostituire il fossile è il petrolio con energie pulite è rinnovabile questo è facciamo venire all'Inter per dopo però continueremo nell'incontro verrà
Anche il petrolio e di tutti anche il possibile delle utenze diamo sentiamo sentiamo
Lei non troverà in io sto idolo quello Lorito interrompendo
Lei non troverà in meno un no voce contraria alle allergie rinnovata al tetto lei trova in me è certo l'idea di un equilibrio
E dunque io penso
Perché non possiamo dire no al petrolio nuovo gas no al vento non solo e non a tutto
Noi dobbiamo dire però una cosa
E dobbiamo usare un principio di buon senso
Dobbiamo dire beh
Abbiamo un paesaggio da tutelare cosa è uno spuntone dire oggi cos'è un orizzonte cos'è una veduta è un bene comune o non è un bene comune
Seconda cosa se mi consente abbiamo un paesaggio da tutelare abbiamo il primitivo di Manduria diamo ricchezza e di origine
Agricola e dunque
E inutile e dannoso quale
Il verde rinnovabile qual è lo spirito ambientalista che soggiace all'idea di tagliare un tronco di
Olivo permetterci un po'di silicio
Del tutto incomprensibile poneva
Anche questo è incomprensibile
Io
Immagino che i totem ma io ho votato la sinistra inutile poetica di Vendola quindi so benissimo di quale grande scandalo egli si sia macchiato
Dell'idea
Io no lo dico con
Amicizia ma gliel'ho detto molte volte dal momento che l'energia rinnovabile e pulita e verde
è l'ideologismo che ci ammazza e dovunque facciamo in modo che sia verde perché pulita mentre pretorio che nero puzza il verde non puzza non inquina non è vero
E soprattutto la colpa più grave della quale la Puglia pagherà per anni lei sa che nel sud Italia sono credo Malthus negli soubrette ne sa meglio di me
Venti mila le nuove richieste
Di parchi venti miglia
Il dunque chi ce dove era e quando c'era eccome era che succedeva
Che solo alcuni
Potevano mettere queste palle gol beve di un consenso affaristico il subire la politica la mia idea ce l'ho
Io pensavo che fosse solo un crogiolo di mazzette che sono naturalmente
Discese in un modo oceanico non solo Mazzetti
L'idea e la mediocrità della classe politica l'idea è della può spuntare
Di noi
Cittadini italiani specialmente meridionali non
L'ambizione di raccogliere da un progetto di uno sviluppo una ricchezza straordinaria e mutare l'assetto del nostro divenire e anche la vita nostra ma la mano raccolta il palmo di mano aperto all'elemosina
Fai tutto ciò che voi del mio paesaggio basta che mi dai un'elemosina fai quello che voi togliermi di mezzo da ogni pensiero altrimenti
Io non so quale diavolo ha condotto qualcuno in da una mia in quei Paesi traffico
Dalle pale che vivono peggio l'idea che i soldi facciano vivere meglio è un'idea balzana
Cento sono i miliardi che hanno
Che sono stati finanziati dalla piano quinquennale ultimo nel sud del Paese
Cento miliardi hanno affamato il Mezzogiorno d'Italia i soldi hanno la capacità di affamare le popolazioni
Perché i soldi non
Hanno
La buona sera
Buonasera
Non hanno
Senza passione essenza idee
C'era già prima Cavalier trovino scusa se ti interrompo bastano Merzagora Presidente la casa di Nicholas e oggi noi siamo qui lo siamo anche grazie al vostro potere
Ed è un potere forte bisogna dirlo il il vino un assetto industriale
Economico importante pensate ai luoghi disperati in cui non c'era nessun potere a contrastare adesso dopo venti anni
Questa
In
Questo straordinario rapimento di ogni capacità chi dice
Che non abbiamo soldi dice una bugia i soldi ci sono
Il problema è che non abbiamo passione non abbiamo idea di cosa vogliamo fare con questi soldi
Il problema del ceto politico però riflette una grande condizione di questo io devo far colpa anche tranne stessi
La domanda a di spreco raccoglie un'offerta di spreco
Non esisteva possibilità in nessun luogo della Puglia sei pugliesi si fossero svegliati prima chi io sono persuaso e non me ne voglia del Presidente né l'assessore
Che il Milan e Regioni l'istituzione delle Regioni e non parlo della Puglia solo era più grande sciagura italiana
Se un assetto di potere è venuto a mancare e nel luogo dottor Vito di un Governo che non governa trovate una Regione che ha le carte in regola e una Regione che può illustrare con dignità in Italia quello che ha fatto
Abbiamo sviluppato cinque livelli di governo ciascuno dei quali ha prodotto burocrazia e nella burocrazia si è sviluppato l'affarismo e dentro la burocrazia voi sconosciuti
Assolutamente la burocrazia alcuni uffici regionali di Bari di Crotone di Catanzaro della Sicilia hanno concesso
Hanno gestito in assoluta autonomia senza alcun controllo di legalità
E attraverso la mano morta di un peso opprimente
Che il peso
Della criminalità organizzata
Adesso non so se applaudite o meno ma non è importante
Io son venuto qua per dirvi che lo scempio di legalità
E la riduzione in schiavitù udite decine e decine di migliaia di persone che devono andar via Bresso che vedono tutto nero
Adesso che provano sulla loro testa
Che ciascuno diceva fandonie fa un faro nate sulla loro vita e sulla loro speranza e la conseguenza
Nella nostra postura della nostra idea della nostra assenza di passione e diano
Una irriducibile
Irriducibile condizioni a far fare
E non a fare hanno terribili
Io non dico non manchi romano adesso credo che lo sappiate l'ultima scoperta la raccolta attraverso turbine possa i dati delle autostrade del vento mosso dei camion stanno sperimentando questa nuova illuminante capacità di produrre energia
Noi abbiamo pensate un poco l'autostrada che si chiama del suo
In dieci anni abbiamo cementificato circa settecentocinquanta chilometri quadrati di
Terreni
Noi poniamo il silicio sulla sui campi
Al posto delle fave del delle vigne e non sui temi
I tetti di Italia esclusi i tetti dei centri storici ammontano a circa dodici milioni
Ma è più facile corrompere un Sindaco e offrire un contadino disperato cinque mila euro allarme e l'affitto
Per tagliare tutto
Troncare una vita pensate soltanto
L'autostrada del Sole ha una lunghezza di migliaia di chilometri e pensate i pannelli tenuti in alto
Lo Stato e concessionario
Lo Stato dà in concessione in quel tratto
Dove si mettono i pannelli che senso ha abbiamo perso il senso comune delle cose perché non ci siamo indignati l'indignazione una condizione
Positiva guardate Bossi dobbiamo alzare la testa e soprattutto guardate ai beni comuni l'acqua l'aria
Il sole sono beni di tutti
Facciamo in modo che quel poco che è rimasto non di nuovo soffia Viscardi le tasche di qualcuno grazie
Ad Antonello Caporale giornalista del fatto quotidiano è un intervento appassionato io vorrei passare la la ma la parola all'assessore Fabrizio Nard ogni Assessore Regionale Politiche Agroalimentari neo Assessore e però
Con una piccola nota l'avvocato Piero Rella Pietro Piero Rella su mandato del Consorzio di tutela del primitivo di Manduria per
Venti
Vero ok
Ha depositato una istanza di accesso agli atti per conoscere lo stato dell'arte dei progetti sull'eolico la Regione ancora non ha dato una risposta
Perché chiaramente il Consorzio di tutela del primitivo e insomma a qualche
Qualche paura allo scopo come intende lei da istituzione insomma ad assicurare questi produttori
Innanzitutto buonasera
Io rimango sempre stupito per le le capacità organizzative viene del Presidente angolo Angelo Masi perché non pensavo di trovare questo pubblico questa e questi partecipanti a questo dibattito
Così siamo così
Folto consigli diciamo anche di di di livello non possa e quindi complimenti Presidente
Io prima di rispondere la domanda che poi tra l'altro una domanda che credo che debba essere fatto probabilmente ad un altro assessorato non a quello che mi compete anche se sono state messe in campo diverse azioni che adesso
Proverò a raccontare che potrebbe fare prestiti diciamo poi si sono andato nostro
Libertà
La prossima Giunta come no come allora dicevo io provengo giusto per fare una riflessione anche un considerazione su cui le cose così state dette
Io sono dove ci sono vivo in una città che
Dove sono state fatte delle scelte posso considerarle
Scellerate negli anni Sessanta io vivo a Taranto dove noi stiamo
Portando siamo come dire cercando di
E curare le nostre ferite a seguito di scelte scellerate che però
Negli anni Sessanta sembravano che fossero state fatte delle scelte
Di grande
Rilevanza in quanto si pensava che grazie all'insediamento industriale noi avremmo potuto avere quel benessere che ci poteva
In qualche maniera permettere di vivere una
Una un'economia serena sana e quindi
Perché no lasciatemi passare il termine una qualità della vita
Guidonia è interessante poter vivere in maniera serena
E e abbiamo avuto gli anni Settanta soprattutto gli anni Ottanta dove Taranto ha avuto un grandissimo successo urbanistico espansione urbanistica urbanistica si stato ci sono state anche diverse iniziative
Imprenditoriali importanti dove tra l'altro addirittura abbiamo abbiamo superato anche le duecentocinquanta i duecentocinquanta mila abitanti ad un certo momento
Però sono incominciati ad arrivare i problemi comincia delle prime malattie le prime morti i primi tumori e allora ecco mi e lì nasce la domanda
Preferiamo
Conservare l'occupazione o preferiamo tutelare l'ambiente e quindi la vita credo
Eh no non lo so che d'accordo ma siamo in tal senso a me in tanti a non essere d'accordo e e credo che che la sesta valutazione si debba fare perché per lei diciamo nella scelta
Di nella scelta
Stavo senatore
Nella scelta che si debba fare per la tipologia di energia che si vuole mettere che si vuole mettere in campo c'è vogliamo continuare ad utilizzare una Energia sposati stradario
Era
Trova Ricato adesso anche il senatore Stefano fra l'altro ex Assessore alle Risorse Agroalimentari allora alcune battute alcune volte si fanno delle
Alcune volte si fanno delle scelte magari inconsapevole che ti portano ad avere quella fine dei risultati detto magari non
Non non immaginarvi di ottenere e in questo caso a probabilmente la politica ha potuto ma anche mettere in campo delle scelte probabilmente esagerate o che magari doveva in qualche maniera limitare
Lo sviluppo e però ripeto
Credo che il paragone il potere si potrà si potrebbe fare perché più o meno la valutazione deve essere se uguale cioè alla fine ti porta lo stesso risultato ma ante per rispondere la domanda che mi faceva il giornalista io credo che
La Regione abbia messo in campo tutta una serie di iniziative a tutela
Del territorio sono state
So che è stato è stato
Messo in campo anche una serie di salvaguardia del territorio dove si avvengono delle produzioni dove ci sono produzioni in questo caso come quelle autoctone dei vitigni ma soprattutto dove ci sono produzioni di qualità certificate sono stati appunto è stato fatto Regolamento dove le questi territori non vengono non devono essere interessati da
Attività appunto di delle energie rinnovabili e quindi eventuali insediamenti sia delle pale eoliche ma anche del fotovoltaico naturalmente
Non non si è limitato a fare solo questo è stata una delibera di Giunta che ha dato
La appunto mandato per vedere che tipo il quantitativo di di risorse che possono essere
Rinvenute dalle attività agricole che possono servire per mettere in campo invece centrali a biomasse
E questa questa questo è stato dato un risultato di grande interesse che poi alla fine ci apporto tutto permettere di mettere in campo adesso dei bandi che stanno per uscire con i Gal che in qualche maniera
Permettono a e gli agricoltori di completare la filiera corta e quindi danno la possibilità all'agricoltore di
Costruire questi piccoli impianti con un che non devo che non superano i lo zero del Santa cinque mica in maniera tale appunto da utilizzare gli scarti quindi il potere il potato e anche
Diciamo le lei ha i residui delle attività degli allevamenti e nello stesso tempo e quindi si evita di portare materia discarica nello stesso tempo anche
Utilizzare appunto migliorare il bilancio delle aziende ma questo solo e solamente per le attività per aziende che espletano l'attività nel settore dell'agricoltura ente di rassicurare il Presidente Masci
Dove ci sono le vigne non ci saranno impianti eolici ma infatti sarà questo sforzo nuovo ma infatti siamo perfettamente in linea noi Consigliere lo lo abbiamo anche già fatto
Abbiamo la fortuna di avere anche
Il past l'ex assessore all'agricoltura il senatore Stefano esso daremo la statua pure l'avvocato proprio lui che ha
Già messo in campo un'azione di tutela del territorio
Con
Appunto quel record quel quella Regolamento di cui parlavo prima
Sicuramente ricollegandomi appunto a a alla città di Taranto per per raccontarvi quello che si sta vivendo in questo momento
E perdonatemi il paragone ma credo che poi alla fine il paragone possa in qualche maniera mette in evidenza quale e qual è l'importanza che da lì sono gli errori che si ponti non a fare
Ultimamente è stato presentato un grande impianto eolico presso l'Autorità portuale di Taranto che è stato fortemente messo in discussione è stato fortemente messo in discussione è stato
Accettato sia dall'Amministrazione comunale ma anche
E non è stato neanche resto
Come dire
Perseguibile ed anche dal Governo regionale
E naturalmente il diciamo tutto è nelle mani del Ministero perché quel perché naturalmente l'eolico non dipende da dalle nostre Amministrazioni né provinciale né regionali
Però nonostante
Come dire il parco venga costruito
Diciamo con il concetto sorse sul mare
Nonostante in qualche maniera non non crea problemi e ai diciamo anche al al nostro settore mania particolare e nonostante siano discuta questa società sia disponibile a cedere parte
Della della produzione di energia anche
Al al sistema a Rho al sistema aeroportuale e e e perché no anche eventualmente alla nostra alla città l'Amministrazione comunale ci sono forti diciamo contrasti perché non si accetta questo impianto figuriamoci se poi
Possiamo accettare un
Un un intervento di questo tipo dove abbiamo le meraviglia delle meraviglie c'è come quello li della vostra del vostro territorio dove abbiamo una cultura autoctona che in questo momento sta dando dei risultati io per concludere
Voglio semplicemente trasferire questo messaggio
Noi di al Vinitaly quest'anno io mi son fatto il primo venitevi c'era anche il senatore Stefano c'era anche il Presidente
Introna ho potuto si constatava quanto era importante in day quanto estinte importante l'attività che è stata messa in campo da questo Governo regionale da questo assessorato a seguito di risultato che si è avuto e soprattutto
Mi riferisco appunto al successo delle nostre cantine ma soprattutto
Si è toccato con mano come la le diciamo alle si sente l'esigenza di ritornare
E di conservare le nostre tradizioni abbiamo avuto il nostre masserie didattiche che sono stati presi d'assalto perché si vuole andare a visitare i luoghi dove si si sono lette le così conservano le tradizioni dove ci sono i nostri prodotti agricoli è questo
Lascia intendere quanto importante invece tutelare il territorio ma soprattutto tutelare le nostre produzioni che in questo momento stanno dando dei grandissimi risultati per cui mi permetto di dire che sicuramente il Governo regionale
Porrà grande attenzione su questo tema
Grazie est e cercherà appunto
Per quello che può fare di regolamentare per al fine di tutelare il vostro territorio grazie
Allora io fra l'altro Salute anche il Sindaco di Cellino San Marco che
A è stato diciamo
Buonajuto degli spiacevoli vittima di spiacevoli episodi di
Al cui va la mia solidarietà
La vedevo un po'insomma di questo discorso premeva un po'per per intervenire lei è diciamo o a contatto con
Queste realtà ogni giorno volevamo e con una sua idea da amministratore locale adesso la mia terra molto importante
Per la produzione del vino
Intanto ringrazio il presidente tutti gli ospiti e i miei Cicco concittadini anche
Per la solidarietà dimostratami per gli spicchi spiacevoli episodi intimidatori che mi sono arrivati
In quel
In questi tre anni di mia Amministrazione
Cinque per la precisazione
Delle domande mi sorgono spontanee
Ripeto chi vi parla
Chi vi parla e amministratore da tre anni
Ha ereditato e qui la documentazione che metto a disposizione della dei miei concittadini
Quello che
è stato realizzato accidiosa Marco sul territorio di Cellino San Marco lo scempio rendendo Cellino San Marco non me ne voglia Presidente non me ne voglia assessore Stefàno
Lo scempio che è stato reato Cellino San Marco dai dalla realizzazione i campi fotovoltaici
Non sono contrario alle fonti rinnovabili ma non so neanche a favore dice come diceva il giornalista
Bisogna esserci CIPE c'è bisogno di equilibrio giusto equilibrio
Sono dell'idea
Che la cittadinanza di Cellino San Marco debba essere coinvolta in prima linea
E la comunità cinese che si deve esprimerà a favore degli impianti alimentati da fonti rinnovabili io sono pre
Sono quello che vuole un referendum per la realizzazione di qualsiasi impianto alimentato da fonte rinnovabile ci e Cellino San Marco che deve decidere assolutamente se a favore
Delle biomasse dell'eolico o del Foro italico o se è contrario a tutto ciò
Presidente una domanda mi sorge spontanea per un mio limite
Professionale via di capacità
Il decreto legislativo trecentottantasette del due mila e tre
Parlavamo ripeto per una mia conoscenza vorrei capire soltanto questo
Che
Sostenendo campi fotovoltaici cioè precisamente l'articolo dodici comma uno
Che sostenendo
Campi fotovoltaici eolici sono opere di pubblica utilità indifferibili ed urgenti
Dove questa pubblico utilità dove gli interessi nati riferibilità e la urgenza nel realizzare campi fotovoltaici o pale eoliche nel territorio ce li usa ripeto per una mia conoscenza
Per
Perché non non ho capito ancora

Sindaco lei fa bene a porsi questa domanda
Ma il problema che la domanda non
Non alla domanda non posso rispondere le amministrazioni comunali o non ha fatto a domanda diretta con la Regione perché questa e materia di esclusiva
Competenza dello Stato
Fa
Fate
Do dopo dopodiché
Quando noi abbiamo tentato
Nel due mila sette proprio per frenare
Proprio per frenare
Questo
Quetta questa ondata favore stiamo perché allora cerchiamo
Porteremo le vostre domande
Lei è la terza volta che si alza o
Se lei se lei
Se lei ha qualcosa
Se se lei ha qualcosa di personale nei miei confronti me lo dice
Altrimenti allora miosi e la seconda volta che glielo dico colmo
Comma porto garbo e con molta pazienza come sempre mi usi la cortesia i nonni interrompere e se ha qualcosa da dire a ne ha facoltà ma per
Va bene tutto ciò deve in modo ciò detto al Sindaco sia noi abbiamo tentato come lei per esempio in questo momento annunciato che chiedo scusa un attimo out al presidente agli ad un'accusa
Siamo un popolo civile
Da civili io credo che dobbiamo con molta
Comportarci
In questa Assemblea appello molto bella cioè questo dibattito ecco se qualcuno di voi Chieti parlare per cortesia lo faccio però
Vi prego caldamente di non interrompere e di lasciar parlare quindi dobbiamo dobbiamo anche grazie chiudere tutti gli interventi dobbiamo essere molto semplice
Come lei giustamente e opportunamente io lo ha approvo e apprezzo
Lei dice che su questa materia io voglio
Ascoltare magari con le faremo nelle forme possibili nella democratica il sistema democratico ed esposizione i miei concittadini lo abbiamo tentato nel due mila sette come Regione
Proprio perché eravamo sommersi da questa montagna di richieste e soprattutto da questa fuga dalle campagne che non abbiamo delle noi non abbiamo invitato il contadino di agricoltori ad abbandonare le campagne
Abbiamo tentato di Clichy pigliare e abbiamo fatto un Regolamento un Regolamento proprio nelle more dei due di quanto il decreto legislativo poneva a carico dello Stato
Quel Regolamento ci fu bocciato
Lo Stato ha risposto a se stesso dopo sette anni ad ottobre del due mila dieci
E subito dopo a dicembre del due mila dieci la Regione Puglia ha disciplinato così con un regolamento con il quale
Noi
Tentiamo di limitare
Lusso o sconti c.d. errato del territorio
Soprattutto impedendo che
Nel le coltivazioni di pregio possono essere
Espiantate per lasciare la strada allo fotovoltaico o all'eolico che il punto la posizione chiara
Concluda Sindaco se perché dobbiamo passare io penso di aver detto loro l'ultima domanda mi sorgeva spontaneo al presidente evidentemente
Presidente no no chiedo scusa
Non ci sono ma Piemonte oggi realizzando in campi fotovoltaici realizzando campi eolici mi risulta che Lendinuso sto
Sono previste
Sì credo di sì dovrebbero una località balneare della fascia dalla costa adriatica si dovrebbero alzare venti pale eoliche nel mare
Quindi oltre l'obbrobrio Federico II ci saranno anche venti palle vuole anche di più forza di più facendo questo Presidente
Realizzando campi fotovoltaici campioni di sci la Federico II rimane in piedi
Brindisi rimane in piedi perché
No Presidente salariali e rimarrà in piedi
Voglio dire non si questo è il grande problema c'è che io la sto ascoltando io vorrei capire soltanto questo perché
Lei nel suo intervento ha detto che obiettivo di alimentare le fonti rinnovabili è proprio per portare alla chiusura di questi mostri c'è fossili e la sua lingua dicendo la questua quesito NL queste degli impegni delle politiche regionali e io le posso assicurare indotti a Regina residente Vendola e presso
Due giunte hanno ancora in piedi danni un braccio di ferro interminabile colleghi ed è con per
Perché per consentire che attraverso l'autorizzazione a produzione alla produzione
Di energie e oli che fotovoltaiche ci possa di pari passo diminuire la produzione di regia da fonti fossili perché altrimenti a dimezzare ebbe inutile questo
Impegno presi nella valle ai posteri l'ardua sentenza grazie bene allora passiamo passiamo la parola un parlamentare alle senatore
Pietro Iurlaro
E
Abbiamo come dire acceso il dibattito abbiamo visto sono posizioni e come dire tematiche molto delicate
Però cioè
Può fare moltissimo il Governo centrale può fare molto io stimo il Parlamento e il chiarire
Un attimo un aspetto che credo sia
Essenziale a dispetto
Anche alle lamentele giuste che arrivavano
Dalla platea seppure scomposte magari ma che lasciano il senso di di quello che il malessere di un intero territorio che subisce un'aggressione continua
A fronte di cose
Di qualcosa che dovrebbe essere un valore se vogliamo le energie rinnovabili è un valore perché nella direzione delle energie rinnovabili non c'è dubbio che bisogna investire che giusto investire
Che giusto però programmare poi
Il
Invasione e qualcosa di diverso e allora quando noi vediamo territori come quello di Cellino
O territori come quello di Manduria
Perché io ero già Consigliere regionale qualche mese fa quando proprio in una audizione la Commissione ambiente della quale facevo parte
Ho visto le associazioni di Manduria che Rin contro qui
Che rischiano pure loro di essere accredita aggredite in un certo modo allora chiariamo una cosa essenzialmente per quale motivo stiamo qui oggi
Non siamo in campagna elettorale
Non veniamo qui a
Dubbi dire ad una logica di di di di
Di ricerca del consenso siamo qui tutti a rappresentare Unione una parte politica legittimamente ma soprattutto siamo qui a rappresentare le istituzioni
E quindi e non c'è oggi e non ci deve essere oggi i intorno a questa tavola rotonda che purtroppo mi vedrò costretto ad abbondare abbandonare subito avevo già detto Angelo che avevo dei precedenti impegna nei quali non posso
Mancare ma
Oggi siamo qui tutti perché qui un territorio
Che non è ripeto solo il territorio di Cellino ci chiede di assumere degli impegni e siccome siamo presenti nelle istituzioni
Ognuno ripeto legittimamente a rappresentare una propria parte politica ma in soprattutto a rappresentare i territori i nostri territori la gente qui ci chiede di assumere degli impegni
Allora cosa faremo
Per quelle che sono le nostre competenze
E io a livello di di di di di Parlamento lo l'amico Introna che vi garantisco e un avversario politico sicuramente l'UE
Però persona leale
Quindi si assume l'impegno e poi lo mantiene e tutti gli altri soggetti a partire dall'assessore già assessore alla lirica Tuturano Dario Stefàno oggi i colleghi entrambi senatori seppure di schieramenti detto
Talmente diversi
Ma ci siamo parlati nel Senato ebbero Dario cosa abbiamo detto c'è qualche possibilità possiamo fare qualcosa
Possiamo giacché dobbiamo dare delle risposte e allora noi siamo qui oggi a testimoniare essenzialmente a voi e a metterci la faccia che quello che sarà possibile fare lo faremo
Perché non è impossibile consentire
In un piccolo territorio come questo
Ho immonda più grande ma sempre piccolo territorio importantissimo pure quello di Manduria insediamento è così pesanti che potrebbero modificare la morfologia del territorio che potrebbero portare alla desertificazione
Potrebbero essenzialmente portare cosa che già abbiamo subito negli anni scorsi per delle politiche scellerate io all'epoca ero
Io dipendente dell'Ufficio Agricolo comunale di Francavilla Angelo mi ricorda in quella
Funzione applicato di segreteria chiarisco lo dico orgogliosamente
In quegli anni abbiamo distrutto un intero avocazione
Agricola corre con le politiche del set-aside e quindi dell'abbandono
Con la politica degli svenimenti e noi abbiamo costruito nulla rispetto a quella che era la nostra tradizione la nostra cultura per fortuna per fortuna
Un po'di politiche
Di investimenti nella direzione ma soprattutto la voglia di misurarsi di decine e decine di imprenditori del nostro territorio
Che hanno fatto resistenza sul territorio e hanno continuato a produrre a produrre con l'eccellenza
Ci ha portato oggi a essere
Non una provincia
Ma una Regione simile politica va bene dai è stato bravo assessore agricoltura lo ammette Piero Iurlaro che del PdL non c'è nulla di strano lo è stato ha lavorato bene ha fatto bene
Ma vogliamo mettere insieme a Dario lei centinaia di partite le migliaia di partite IVA che fanno i sacrifici su questo territorio e soprattutto loro hanno fatto il loro dovere
E non possiamo permetterci attraverso la distruzione continua del territorio che queste partite IVA e riducano prima di tutto i loro investimenti ma soprattutto le centinaia
Dio di lavoro in agricoltura che sono essenziali per la sopravvivenza economica di questo territori
Quindi per quanto mi riguarda senza voler fare
Populismo e credo che si è capito pur dal taglio dell'intervento io solo affianco ma un passo avanti
Un passo indietro
A quello che
Insieme magari faremo con dare
A livello il Senato della Repubblica ma io posso assumere sin d'ora quindi anche l'impegno
Che il Gruppo consiliare regionale del PdL così come ha sostenuto l'ultimo Regolamento approvato la legge
Ormai denominata Epifani che cerca di regolamentare un po'
Tutto il settore
E saremmo pronti e disponibili insieme a cercare di stare vicino a quelle che sono le iniziative delle associazioni ma soprattutto alle iniziative del mondo dell'agricoltura che
Come dire è uno dei settori trainanti di questa Province di questa Regione io mi scuso perché dovrò allontanarmi però ripeto il mio impegno di esservi vicino
Bene allora aveva chiesto
Aveva chiesto la parola dottor minutaggio funzionario tecnico Servizio ecologia ambiente della provincia di Brindisi perché voleva puntualizzare alcune cose che sono state dette riguardo a c'erano presenti
A proposito dell'intervento fatto dal Sindaco Francesco Cascione
Mi premeva sottolineare la veridicità dell'impegno della Regione Puglia partendo dal presupposto che nell'autorizzazione integrata ambientale
Che ha ricevuto la centrale di Cerano Federico secondo c'è un passaggio fondamentale che quello riferito alla presenza di serbatoi di stoccaggio
Pareri per un volume di duecentocinque gli otto duecentocinquanta mila metri cubi di olio combustibile denso credo che probabilmente neanche degli seimila
Il Sindaco del Comune di uno dei Comuni direttamente interessati dal da di incidente rilevante o dalla dall'inquinamento dicevano sapevi di una notizia sapevi saperi quindi questa notizia
Il rilievo è stato posto dalla Regione Puglia in sede di autorizzazione impatto ambientale e il parere positivo della Regione Puglia era subordinato alla
Vi era era subordinato ad un chiarimento che lo stesso Ministero avrebbe dovuto fornire
Non ci è dato di sapere ad oggi se quel chiarimento sulla presenza di quei serbatoi di stoccaggio sono ci sono c'è stato o meno e sarà guerra era un un intervento ritenevo
Opportuno dare
Anche perché
C'è stato un il mio intervento sul sul giornale di qualche tempo fa dove mettevo in risalto proprio la presenza dell'arretratezza Cerrano
Il rischio di incidenti rilevanti che potevano esserci proprio dallo stoccaggio non solo della
Della del dell'olio combustibile denso
Ma anche del carbone carbonile che prevede lo alla uno stoccaggio di oltre settecentocinquanta mila tonnellate per cui
Possiamo pensare che
Lo sversamento in mare
Di quell'olio o l'incendio del del della di quel carbonile
Voto può sicuramente effettuare dei danni immediati sull'ambiente
E quindi richiamavo l'attenzione sullo rispetto di quelle che sono le procedure e le norme che riguardano il rischio di incidenti rilevanti in questo accordo in questo caso sono avevo richiamato l'attenzione sia del Sindaco di Torchiarolo che è quello di quello di di di San Pietro Vernotico è quello di Brindisi che Soc manca mancava
Esattamente
Mancava so che in questa direzione si stanno muovendo
Sì grazie bene e allora io darei la parola a questo punto
All'onorevole Elisabetta Zamparutti esponente del movimento radicali italiani e tesoriere di Nessuno tocchi Caino è stata eletta deputata nella delegazione radicale del partito democratico in occasione delle elezioni politiche
Per il due mila otto
Allora ha seguito questo dibattito con molta pazienza anche l'intervento
Come dire sferzante di collega Caporale qual è l'idea che si è fatta
Ma io intanto ringrazio davvero per aver organizzato questo dibattito questo incontro un incontro a cui ho visto peraltro numero usa la presenza della stampa
Quindi un segnale di rottura rispetto a quello omertà che cioè su una questione che a mio avviso in Puglia sta avendo spiragli di informazione
Mentre ancora a livello nazionale c'è una preoccupante silenzio
Lo dico perché la riflessione politica che io voglio fare anche a fronte degli interventi che ho sentito
Finora in particolare mi dispiace quanto è accaduto al Sindaco
Di Cellino San Marco mi POR riporta alla mente anche a quelle tristi vicende che magari hanno visto il più grave la più grande confisca di beni a un mafioso il re dell'eolico Vito Nicastri per spiegare quale è stata la dinamica
Che ha apportato a situazioni insostenibili come quelle che stanno vivendo la Regione Puglia
Ed è stato una dinamica che ha visto coinvolti tra i Governi di diciamo apparente mente diverso segno politico mi riferisco al Governo Prodi poi al Governo Berlusconi e poi alla fine al Governo Monti
Che al di là delle parole hanno creato una situazione tale per cui
Gli incentivi allo sviluppo delle fonti rinnovabili elettriche prevalentemente eolico
Il fotovoltaico industriale quindi la logica
è
La stessa diciamo che ha portato a realizzare quell'impianto devastante che di Ilva di Taranto nel senso che si favoriscono sempre
Forme di sviluppo fortemente impattante di tipo appunto industriali e non si mettono a disposizione le risorse direttamente per i cittadini perché possano rendersi
Autonomamente produttori autoproduttori di Energia bene dicevo
Dicevo
Questi tre Governi che si sono succeduti hanno portato allo stanziamento
Di due cento quaranta miliardi di Euro nell'arco di vent'anni l'ultimo Governo molti addirittura arrivato
A dimezzare la soglia
Degli incentivi a dodici virgola cinque miliardi di euro che li paghiamo noi con le nostre
Bollette con prelievi direttamente in bolletta
E francamente sottolineavo l'importanza della presenza della stampa questo incontro
Perché io ho visto giocarsi campagne elettorali sui quattro miliardi dell'IMU mentre su questa vicenda Bergognone sa assolutamente vergognosa
Non c'è stato nessuno che abbia sollevato con la dovuta
Importanza questa oppure questo furto che si sta compiendo a danno dei cittadini e ad Anna emette inevitabilmente dei territori perché la pressione finanziaria è tale
Che sconvolge tutto e sconvolge tutti perché questi incentivi servono fondamentalmente a garantire
Rendite finanziarie che nessun fondo di investimento potrà mai permettere a nessun investitore
E questa è la ragione fondamentale della devastazione
A cui a cui stiamo assistendo e mi dispiace dirlo ma voglio parlare
Molto sinceramente anche le grandi associazioni ambientaliste su questa questione su questo scandalo non si
Sono pronunciate non hanno denunciato con forza quello che stava avvenendo all'interno del Parlamento
All'interno del governo perché con quella campagna letteralmente
Sì Lelli fagli oddio cito le le le più grandi sono lega ambiente il WWF e Greenpeace
Poi c'è un altro gruppo di Asso
Ogni Italia Nostra gli amici della terra alla LIPU che hanno provato a contrastare
Ma assenza alla alla
La dalla forza
Di altre di altre
Associazioni e lo hanno fatto brandendo la spada bella disoccupazione
Ma su questo io purtroppo non c'è tempo ma ci sarebbe da fare un approfondimento su quelli che sono gli effettivi posti di lavoro offerti
A questo da questo settore che non offre assolutamente occupazione stabile potrà favorire qualche sviluppatore qualche montatore
Ma non ed incerto
Quell'attività quelle forme di lavoro occupazionale ad alta intensità di lavoro come ad esempio l'agricoltura come ad esempio l'efficienza energetica questi sono i settori su cui occorre
Indirizzare orientare la politica no hanno lo sviluppo di impianti ad alta intensità di capitale capitale peraltro
Pagato ripeto direttamente da noi quindi anche a dispetto
Anche rispetto a chi ha parlato di che cosa farò in Parlamento io credo certe ci sono competenze centrali e ci sono competenze regionali
A livello centrale la cosa da chiedere e da fare è chiudere il rubinetto degli incentivi
Questa è
è necessario anche perché poi incentivo chiama incentivo non è un caso che anche alle grandi industrie energivore
L'anno chiesto di avere degli sconti rispetta i costi delle dell'energia che ovviamente hanno ottenuto quindi la apolitica dell'incentivazione dissennata va assolutamente fermata
Anche a livello regionale credo che ci siano
Comunque delle cose importanti da fare mi risulta che non ci sia ancora un piano regionale energetico ambientale definitivo so che ce n'è stato uno
Non mi risulta sia passato al vaglio del Consiglio
Né abbia avuto la a valutazione di incidenza questo un punto importante non mi risulta sia stato ancora
Approvato il piano paesaggistico che potrebbe offrire ulteriori e tutele a questo territorio devo dire che anche la legge cosiddetta Epifani
Che è stata approvata che praticamente dei regolamenta i piccoli impianti comunque contiene la possibilità di congiungere gli arrivando fino ad un megawatt e anche questo
Va bene non c'è il tempo per approfondire ma chi ha seguito con più attenzione l'argomento credo mi possa mi possa capire io credo che
Qui non si stia parlando di di una battaglia e stetti capolista è una questione costituzionale di tutela del paesaggio è in questo senso una battaglia
Di di civiltà io ritengo che il paesaggio non sia soltanto appunto una parola scritta nella Costituzione
è qualcosa che appartiene alla nostra memoria è qualcosa che fa parte della nostra identità
è un valore immenso che occorre tutelare e che occorre avere
Il coraggio di di far valere e per i so anche che la politica non possa più soltanto parlare avere attenzione alla curva dell'offerta quindi sempre più energia
Di qualsiasi tipo sempre
Prego più appunto offerta consumo
Io credo che sia arrivato il tempo di concentrare l'attenzione sulla curva della domanda e iniziare a mettere in campo politiche di contenimento della domanda anche energetica attraverso l'efficienza energetica grazie
Credo e passerei la parola perché i nostri relatori sono tanti
Vi prego di contenere poi gli interventi alla nato Torre Erasmo penosi e docente universitario di fisica nucleare ex responsabile Energia del Ministero dell'ambiente allora
Professor
Dottor venose ce l'ha il microfono forse spento quello occhi pronto Usai mi sentite
Lei ha avuto a che fare anche con il al Ministero dell'ambiente insomma a una certa esperienza ci dica il corto circuito si sono creati dette determinate situazioni dove consiglieri
Noto una polarizzazione
Nel sintetizzare tutto il modello energetico sulle energie rinnovabile di natura elettrica
La energia elettrica rappresenta il diciotto per cento del bilancio energetico nazionale
All'interno
Punti questo diciotto per cento le energie rinnovabili
Contano se noi assimiliamo tutta la produzione elettrica a un'ora a sessanta minuti il contributo dell'eolico e del fotovoltaico sono di sei minuti
Tutta l'attenzione eh su nulla energia elettrica e si prescindere ampiamente da settori come
L'ha detto prima
Chi mi ha preceduto a interventi di contenimento risparmia ed efficienza energetica nel settore dei trasporti
Nel settore industriale perché tenga presente un'altra cosa che il settanta per cento dell'energia elettrica viene consumato da motori elettrici inefficiente da illuminazione
E da elettrodomestici il cinquanta per cento dei consumi elettrici son dovuti a motori a bassissima efficienza
Detto questo però qual è la diavoleria passatemi il termine che io vedo qui
Prima l'avvocato ha giustamente o il dottor Caporale non ricordo giustamente
Osservato ma
La ubicazione dell'eolico avviene soprattutto al sud
Avviene soprattutto al sud per la grande
Innanzitutto per le ore qui Valenti di ventosità pensi che qui San Marco al due mila e duecento ore equivalente rispetto ad una media nazionale di mille cinquecento e cinquanta euro
In più c'è la velocità del vento che arriva anche a dieci metri al secondo la producibilità dell'energia
Varia con il cubo della velocità io a quaranta chilometri all'ora otto volte l'energia prodotta attenti
Qual è però l'elemento di contraddizione e il limite della regolamentazione elemento di contraddizione si chiama dispacciamento
Che cosa vuol dire vuol dire che chi gestisce
Il gestore della rete elettrica cosa fa nel quando
Ci sono i momenti di congestione
E come un organismo nel quale passa del sangue e possono Celsa ci dei punti di aggregazione sulle reti elettrica queste si chiama con gestione diretta
Che sia qual è la contraddizione mentre al nord che c'è una bassa ventosità c'è una mai iattura diventa
Basta assoluta la maglia togliere e insufficiente che cosa
Che cosa produce questo produce che il dispaccio attore
Blocca la produzione di energia eolica per salvaguardare la stabilità e l'equilibrio direte
Non viene prodotta energia elettrica con l'eolico però il consumatore paga
Perché c'è la interrompi Bellintani e la componente A quattro della bolletta elettrica lo lei capisce quindi
Pensi che nel due mila dieci in Puglia c'è stata una interruzione del quattordici virgola sette per cento della produzione elettrica
Fatta dall'eolico però rispetto alla produzione elettrica regionale complessi
Questo oltre a essere un imbroglio
Diciamo che
E anche
Come dire tendenzialmente conclusivo di un pianificatore che ha dato la stura procedimentale
All'allocazione dei parchi ed impianti eolici ma nello stesso tempo sui piani di espansione delle reti
Di trasmissione elettrica gli elettrodotti e delle reti di distribuzione è ancora all'anno zero
Prima considerazione seconda considerazione la Puglia
A una producibilità elettrica che quasi doppio rispetto al fabbisogno regionale la Puglia produce trenta trentasette virgola cinque miliardi di chilowattora ed ha un fabbisogno di venti virgola cinque quindi
è autosufficiente dal punto di vista della producibilità eletto
Qual è il però l'elemento inquietante e che nel bilancio energetico e nella produzione il cinquanta per cento dell'energia elettrica e prodotto col carbone
E la Puglia è la Regione al secondo posto per emissioni di biossido di carbonio in Italia cioè tuttora
è è ammirevole diciamo l'impostazione non sforzo però poi
C'è questo grande problema c'è in questo grande problema qui che diceva prima il Presidente del Consiglio regionale questa
Tentativo di dire se io
O della energia elettrica da fonte rinnovabile evidenti che mi devi chiudere del carbone però invece omesso non era per un sì però mi faccia aggiungere una cosa riguardante
Proprio qui accedi non San Marco e relativamente al a tre aspetti fondamentali all'interno e lo dica lei che funziona
All'interno del procedimento di valutazione di impatto ambientale io ho letto il sia si afferma che la valutazione di incidenza ambientale non la si fa perché
L'eolico non è all'Inter perché l'eolico e all'esterno del sì questo
In contraddizione con la direttiva habitat
Noi non siamo nelle condizioni questa un altro limite di valutare l'importanza è dalla biodiversità uno prima questione
Seconda questione attenzione Lennon e valutato il campo elettromagnetico si dice trascurabile quello va assegnato per un aspetto fondamentale attenzione
Le ultime ricerche le ultime ricerche la butto lì
L'acqua alcuni parametri chimico fisici dell'acqua solo come la il pH come la conducibilità elettrica come il potenziale di ossidoriduzione sono alterati in una buona torio succede dai campi elettromagnetici wine cavidotto ci vanno
Questa è una valutazione molto importante da fare per lei e lei
Multiforme il faccia dire sta cosa qui sulla questione prima gli ha risposto al Presidente qui c'è un po'c'è la possibilità veramente di chiudere il ciclo con l'acqua di vegetazione delle olive la stanza vergine
E
Diciamo la potatura
La potatura degli ulivi in più con le vinacce altro aspetto di cui non si parla e indigestione anaerobica si fa il bioetanolo
Perché all'interno degli obblighi comunitari ma di qui non si parla perché non ci sono incentivi il dieci per
Enzo dei carburanti fossili vanno sostituite con il biocarburante e questo potrebbe essere un'opportunità oltre a utilizzare vinacce Sterpone per fare biogas
Non Zingales un digestione anaerobica e il meno impattante chiuderebbe il ciclo dei residuati e dell'Ulivo e dell'UPA un'altra idea grazie
Adesso devo passare la parola torniamo a parlare di vino di vino di qualità Cavaliere Gianni Zonin e presidente della casa
Vinicola Zonin abbiamo fatto un dibattito anche sulla salvaguardia dei i vigneti soprattutto sul contro diciamo l'eolico contro quelle strutture invasive che poi
Portano a desertificare
La campagna
Sì ci dia insomma una sua idea sul su questo lungo dibattito perché poi sono tanti
Tante le personalità che sono intervenute
Intanto io ringrazio Angelo partite avermi invitato
è una persona che stimo chiama il suo territorio
Terza media arrivata nel Salento tredici anni fa
Per due motivi fondamentali
Il primo è che in questa zona secondo noi si possono produrre dei vini straordinari
Il secondo perché il Salento e una delle sette meraviglie dell'Italia
è un Paese ben è un territorio bellissimo e noi siamo rimasti affascinati da questa zona da questa Regione
E cito e abbiamo
Quasi creato un'azienda bieticola che
Ci auguriamo faccia onore al Salento
Alla Puglia realizzare
Che cosa è successo di un'altra terra dove io sono nato che il Veneto
E chi è sicuro che è una terra bellissima meravigliosa
Purtroppo
La espansione industriale che abbiamo avuto il bond
Di ormai
Parecchi anni fa ogni paese ha costruito la sua zona industriale e abbiamo
Consumato il nostro terreno per costruire capannoni
Adesso molti capannoni
Li stanno chiudendo perché c'è poco lavoro
E però il terreno non torna più
Allora non vorrei che anche
In Puglia e nel Salento in questa terra bellissima
Dove l'economia e lo sviluppo dell'economia deve
Derivare della bellezza di questi territori che portano i turisti perché agricoltura e turismo sono le ricchezze di questo territorio
Non vorrei che questi mega progetti che vanno a snaturare le bellezze del territorio poi si risolvano come i capannoni che non abbiamo costruito nel vento che non ci vuole più l'energia perché non c'è nessuno che la chiede
Perché i terreni la zona viene abbandonata
Quindi non fate questo errore io credo che tutta l'Italia deve
L'Italia chiama il Paese l'Italia che ama le cose belle le l'Italia chiamare natura deve difendere
Il Paese da questi
Progetti che sono distrutti
Però un invito che vorrei fare a tutti e che
I primi difensore dovete essere voi perché questa
Questo succede dappertutto in tutte le zone in tutte le Regioni tutte relazioni quindi difendete questa terra è una terra bellissima difendete le vostre tradizioni difendete i vostri valori
Impedite chiesi
Possono realizzare scempi della natura
Abbiamo il dubbio un buon lavoro grazie Cavaliere della Repubblica grazie Karjer Gianni Zonin
E
Adesso
Passiamo alla parola ad Antonio resta Presidente del Consorzio di tutela del primitivo di Manduria continuiamo a parlare di buon vino
Che porterà una testimonianza del territorio del primitivo di Manduria recentemente interessato da una invasione di pale eoliche ne ha l'abbiamo accennato prima riprendiamo questo discorso e poi passiamo la parola I nostri altri due ospiti
Sì grazie
Intanto ringrazio il presidente Angelo Maggi per l'invito
Io porterò una naturalmente vi prego di contenere gli interventi perché purtroppo ci sono tanti ospiti oggi per con una breve testimonianza perché il territorio di Manduria come sapete è stato coinvolto prima di questo territorio
Alla fine del due mila e dodici eravamo proprio nel nel pieno delle festività siamo venuti a conoscenza di questo
Anch'io
Lo definirei mostro a tre teste perché sono tre
Attualmente i progetti diciamo presentati
Ma la cosa che ha sconcertato maggiormente lo dico io perché sono conosco il territorio di Manduria perché ci lavoro tutti tutti i giorni in quanto agricoltore
è che vai insistere guarda caso proprio dove si produce il novanta per cento del nostro vino
Con vigneti
Quasi completamente riconvertiti
E questo di qua devo dare atto alle nostre istituzioni c'è il senatore Stefano e al quale
Diciamo riconosco il lassù il suo impegno
Tutti in tutti questi anni abbiamo riconvertito tutti i dinieghi questo significa che gli agricoltori piccoli agricoltori perché il territorio di Manduria e caratterizzato di piccole aziende
Quasi microscopiche
Il territorio interessato alla ai progetti da sono
Per farvi capire sono
Appezzamenti di mezzo ettaro proprio di un ettaro ma al massimo due ettari quest'di
Di questo stiamo parlando però tutti insieme formano una comunità formano veramente un fenomeno sociale
A Manduria per esempio abbiamo
Oltre ai privati piccoli diciamo produttori ma abbiamo tre grosse cooperative che raggruppano circa duemila e cinquecento soci
Dando loro poi alla fine insediamento in questi anni ultimi anni col successo del nostro vino dando un reddito
Bene a te state bene attenti a quello che dico cioè un reddito diffuso io lo chiamo cioè
Un reddito che non è concentrato in poche persone
Ma è un reddito che coinvolge
Migliaia di persone
E che in questi ultimi anni Graziella all'aiuto delle istituzioni come ha detto prima
Questa cantina lo dimostra cioè tutti gli investimenti che se ci sono stati fatti imprenditori coraggiosi che hanno
Gli stessi agricoltori che hanno riconvertito i vigneti adesso possiamo vantarci
Nel mondo nel mondo
E
Risultati
Al Vinitaly matti in tutte le manifesto così squadra paga gioco di squadra e stanno pagando quindi parliamo di un un fenomeno di un fenomeno economico importante secondo me molto importante
E io posso anche rilevare che in questi proprio ultimi me diciamo mezzi se possiamo dire in questi ultimi periodi c'è un riavvicinamento piano piano graduale dei giovani che erano scomparsi dal nostro compito quando sentivano parlare di agricoltura
Era come se parlassimo di
Non so che cosa adesso vedo
Che i giovani incominciano perché i risultati ci sono del giovane anche perché non è che poi ci sono tutte queste altre alternative no
Non ho capito che è fonte in reddito quindi con il proprio lavoro diciamo di tutte la squadra come diceva lei adesso sta dando dei risultati
Ora la domanda io che faccio qui ci sono dobbiamo passare la palla Assisi al senatore Stefano quindi la possiamo rivolgere direttamente in avrà ma un po'a tutti ma soprattutto diciamo al Senato a Stefano
La domanda che io faccio benissimo tutti questi sforzi che abbiamo fatto in nel recente passato
Questi successi perché
Li dobbiamo compromettere perché dice li mettiamo a rischio Capece erto maneggia Lampedusa è eolico è chiaro i e un impianto eolico di quelle dimensioni è chiaro che impatta anche un bambino anche un un idiota lei ci vuole lasciare
E diciamo potrebbe
Quindi vi sentite minacciati certa rimesso perché
Diciamo non possiamo trovare altre soluzioni magari vi dicendo magari delle quali Zandt in maniera diversa
Insomma questa la domanda che io molto semplicemente faccio ecco allora senatore
Dario Stefano questa la domanda
Sì chi insomma poi ha avuto successo unendo simile creando appunto la squadra e portando il nostro vino in giro per il mondo
Ma io
Ho ascoltato
Quasi tutti gli interventi prima di me
In verità mi è sembrato che
Il profilo del dibattito si sia sviluppato
Sul tema della politica energetica nazionale
Di quale debba essere la politica energetica nazionale soprattutto
Nell'obiettivo di recuperare gli errori del passato condivido quanto diceva qualche attimo fa
La collega onorevole di Nessuno tocchi Caino io credo che
Ci sia bisogno di una inversione di tendenza evidente tra le politiche di sostegno al PRA produzione energetica
Dirottando la
La bussola verso invece politiche di risparmio energetico
Di riqualificazione Ai fini del risparmio energetico sono tutti argomenti che mi
Appassionano molto e che forse hanno inciso insieme ad altri anche a questa scelta
Di passare da un impegno regionale ad un impegno nazionale io però voglio dire che
Come sempre accade bisogna anche mettere in campo le cose che sono state fatte
Anche a volte gli insuccessi ma le cose che sono state fatte e mi fa piacere che anche qui si metta in evidenza che la Puglia negli ultimi anni ad esempio abbia recuperato al tema agricolo valore identitario
Abbia acconsentito i giovani di guardare un'altra volta l'agricoltura come motivo di impegno di occupazione
E non più come
Ad una
Possibile destino da cui fuggire
Questo non è avvenuto per caso è avvenuto perché ci sono state delle politiche che hanno orientato i giovani
Verso quell'impegno ci sono state
Programmazioni che hanno fatto sì che ai giovani non solo si rendesse la strada meno complicata perché abbiamo una burocrazia che anche in agricoltura
Vivaddio disimpegno disincentiva piuttosto che stimolare
I giovani ma l'abbiamo fatto anche
Compagnia angoli attraverso una serie di misure che sono state concrete non è casuale se la Puglia oggi si qualifica come prima Regione in Italia per numero di primi insediamenti attraverso le risorse del programma di sviluppo rurale
Un obiettivo che abbiamo raggiunto perché abbiamo fatto una scelta
E nell'intimi ei anni di impegno come assessore regionale la scelta anche nelle pratiche quotidiane l'abbiamo resa evidente
Per noi le politiche energetiche rinnovabili
Vanno tenute in una dimensione di complementarietà la nostra vocazione agricola
Non abbiamo mai immaginato che le politiche energetiche le energie rinnovabili dovessero essere un'alternativa all'agricoltura
Detto questo che è stato per noi un principio ineludibile
E voglio dire qui perché tanti errori si sono fatti ma la Regione Puglia è stata una delle prime Regioni a dotarsi di un piano energetico regionale adottando diciamo quegli Standard
Diciamo che sono anche ambiziosi e partendo da una situazione di sofferenza perché io lo voglio dire
E l'ho detto spesso ai giovani quando sono venuto in assemblee qui nel brindisino nel tarantino
A me
Che sono sempre stato considerato uno un ostacolo difficile da superare nell'ottenimento dei pareri del
Mio ex Assessorato quando si trattava di impianti di produzione di energia
A me però mi sarebbe un po'piaciuto di anche in questi anni
Lo sguardo dei giovani anche qui in Provincia di Brindisi non fosse rivolto diciamo
Al tema delle energie rinnovabili come mostro assoluto ma continuasse ad essere rivolto
Alle energie tradizionali agli impianti a carbone che hanno allontanato gli agricoltori dall'agricoltura perché se nell'area di Brindisi ci sono stati una serie di terreni abbandonati non sono stati abbandonati
Perché sono nati gli impianti fotovoltaici ma sono abbandonati perché prima c'è stato qualcuno che ci ha fatto degli impianti
Di produzione di energia a carbone che hanno
Violentato il nostro territorio hanno reso
Impossibile continuare la pratica che un tempo era pratica
Di agricoltura caro Sindaco gli agricoltori dalla dal territorio de la Provincia di Brindisi non sono andati via negli ultimi cinque anni sono andati via negli ultimi venti
E negli ultimi venti le politiche nazionali hanno proposti a questi territori come alternativa alla all'agricoltura la centrale a Cerano o l'Ilva a Taranto questo è stato l'errore
Di una politica nazionale di una politica nazionale che noi abbiamo ora il dovere di invertire ciò detto
Lo ha detto prima il Presidente Introna non si tratta di
Difendere le politiche energetiche sono politiche di competenza esclusiva nazionale lei lo sa è stata parlamentare e quindi sa bene
Che quelle politiche nazionali hanno imposto una serie di elementi rispetto ai quali
La Regione Puglia ha rischiato di soccombere dico rischiato
Per chi è pure avendo inferto dei danni evidenti diciamo siamo riusciti tra mille difficoltà a mantenere diciamo il livello di guardia piuttosto nei limiti controllabili
Fino a quando non c'è stato consentito finalmente di autodisciplinarsi io non sono affezionato alla legge di fare
Io sono affezionato al Regolamento che abbiamo fatto regionale che è un Regolamento che finalmente le linee guida ci hanno
Consentito ed è un regolamento nel quale abbiamo affermato senza senso e senza ma
Che non è possibile impiantare
Impianti di produzione di energia rinnovabile eolico rinnovabili chi siano laddove ci sono aree vocate a produzioni di qualità
Nella fattispecie
Nella fattispecie
Questa previsione regolamentare ci ha consentito
Di poter dire con grande tranquillità ai produttori del primitivo di Manduria
Che in quell'area dove la Regione è riuscita insieme ai produttori a traguardare un obiettivo che fino a qualche anno fa era inimmaginabili
Di far diventare il nostro vitigno autoctono uno dei vitigni più famosi del mondo che non ci sarebbe stata sorte diversa da quella di continuare nella strada della produzione di di Nicola e che nessun produttore di energia eolica avrebbe sarebbe riuscito nell'intento di sacrificare questo nostro sforzo quello stesso Regolamento in forza di una recente sentenza del TAR
Di questi giorni
Che finalmente ci ha dato ragione ci consente di venire qui ad affermare con grande diciamo
Responsabilità che nell'area vocata produzioni di qualità come questa del nostro alto Salento non ci sarà nessun produttore Unes su uno speculatore o nessun investitore che potrà farci tornare indietro perché quella scelta l'abbiamo fatta e su quella scelta ormai abbiamo impegnato
Una serie di risorse abbiamo impegnato la passione di tanti produttori abbiamo impegnato un coinvolgimento di tanti giovani abbiamo una nuova generazione chi ha abbracciato con noi questa sfida questa sfida dell'agricoltura questa sfida del vino è una sfida alla quale noi non non intendiamo rinunciare vogliamo andare avanti
A questo aggiungo che chiaramente oggi sono chiamato ad un impegno in ambito nazionale nel Parlamento e mi batterò fortemente ho chiesto già
In Commissione agricoltura che il primo tema per noi sia quello
Di parlare del documento energetico nazionale strategico Gramazio come prima cosa perché è chiaro che va rivista una politica che negli
Ultimi anni è stata orientata allo sviluppo della produzione e non invece diciamo ad un risparmio energetico ad una politica di contenimento dei consumi
Questo purtroppo è stato un letto motivo che non ha coinvolto
L'Italia il nostro Paese solo sul tema energetico la coinvolto in in genere sul tema dei consumi ci si è preoccupati sempre di produrre di più e non di consumare meglio
Ma è un tema sul quale dobbiamo assolutamente
Ripensare una politica nazionale ed è questo l'impegno che assumo oggi qui quello di essere contributo e di portare anche questo contributo regionale
Assumendo diciamo corresponsabilità la dichiarazione
Pur non essendo più un amministratore regionale chiede questo
Pezzo di territorio sul quale noi abbiamo investito con i produttori energie risorse impegno
Per recuperare alla vitivinicoltura una prospettiva di sviluppo non verrà violentato più dalle energie rinnovabili
Siano esse fotovoltaiche possiamo e siamo registriamo l'ordine e abbiamo fatto una scelta io e lo dico perché
Siamo in un ambiente diciamo che per certi tratti vive anche
Elementi di conflitto dialettico qualche giorno fa ho incontrato
Un produttore
O uno di questi consulenti perché diciamo la
La proliferazione di questi consulenti ha fatto nascere tanti consulenti sono diventati tutti i consulenti energetici
E allora
Maurizio qualche giorno fa incontravo dei consulenti che sono venuti all'aumentarsi con noi e con me perché la Regione Puglia negli ultimi mesi ha fatto una scelta
Che è stata una scelta diciamo
Tranchant
Quella di dire le dia in scadenza
No alle dia in scadenza non diamo la possibilità di rigenerarsi le consideriamo chiusa
Perché
Perché avevamo il timore che è un'interpretazione di natura giuridica potrà servire che a quelle dia all'epoca
Assicuriamo continuità non si possa applicare il Regolamento che invece abbiamo fortemente voluto
Poi la sentenza di qualche giorno faccia facilita in questo ma abbiamo fatto una scelta tranchant e cioè
Quelli invasione DDA che è una legislazione nazionale purtroppo prevedeva io nel due mila e sette nel due mila otto quando ero Presidente di Commissione ho dovuto ricevere tantissimi Sindaci
Della Capitanata dell'area di Foggia che erano
Assolutamente
Violentati ricevevano centinaia di richieste di via Al dalle quali non si potevano difendere non sapevano come fare
Perché lì si trattava di piccoli comuni di quattro cinquecento abitanti che non avevano proprio la possibilità nemmeno di costituirsi con un ufficio legale
E con abbiamo vissuto quella fase abbiamo tentato di
Metterci di traverso io ho scritto quella legge che noi abbiamo portato all'attenzione del Consiglio regionale e che il Governo nazionale di allora prontamente ha impugnato la Corte costituzionale
E la Corte costituzionale ci ha detto che avevamo torto perché era materia di competenza esclusiva del economici oggi però abbiamo recuperato e io lo dico con grande
Responsabilità nel senso che
Dobbiamo fare molto altro ma certamente ci siamo riga propria di un diritto sacrosanto
Che è quello
Di restituire ai territori in questo caso all'Ente Regione la responsabilità di decidere il destino di un territorio la vocazione di un territorio e per quanto ci riguarda per noi la vocazione di questo territorio
è tornata ad essere legata a doppio filo alla identità agricola e su quello noi vogliamo investire non ci saranno ex
Su un investitore che ci potrà far cambiare idea rispetto viene dobbiamo dobbiamo chiudere siamo alle ultime battute però io farei chiudere
Questo dibattito
Con una domanda di Antonello Caporale giornalista il fatto quotidiano che naturalmente giro a l'altro ospite che ancora non abbiamo ascoltato l'avvocato Mario monopoli
Consigliere delegato dell'onorevole Paolo De Castro presidente della Commissione agricole sviluppo rurale allora
Facciamo questo esperimento Antonello Caporale giri la domanda
Non ero preparato no e soprattutto
Mi perdoni penso pure che sia ingiusto che lei sia il destinatario di ciò che io devo dire no no va beh facciamo atto tanti chilometri per essere qui e voglio essere qui con la gratitudine per l'invito ma anche con la franchezza che devo al mio mestiere alla verità
Al mio mestiere e alla verità
E dovuto accadere
Che le pale eoliche cadessero sulle vostre vigne perché voi qui video miste
Questo è dovuto cadere dal momento che accade sempre così e che esistono come lo sa bene Stefani le Lobinka i gruppi ricettivi interessa io spero
Dal momento che le pale della Capitanata Stefano
Io ho la fortuna o la sfortuna di vivere in Parlamento da molti anni
E ricordo quando lanci Associazione nazionale dei comuni italiani organizzava i sindaci egli traghettare va in bus a Roma
Per dimostrare contro la legge che vietava il terzo mandato il mandato illimitato
Di
Silvano che era una cosa anticostituzionale c'erano solo sindaci nessun cittadino la politica Oriente organizza le idee da gambe alle idee anche alle passioni
Se il Parlamento è stato come lei sa benissimo magari
Come me non condivide in grado di elevare conflitto di attribuzione alla Corte costituzionale ritenendo che Ruby fosse nipote di Mubarak
Lei e i pugliesi avevate tutto i titoli per organizzare un'invasione romana contro contro una speculazione gravissima
Non dobbiamo dirci le
Io ricordo che ero scrivevo allora per Repubblica e Fitto mi diceva c'era questa cosa del mio editore per il turbogas la concessione gliela do o non gliela do e se gliela do a che condizioni sono interessi forti che si costituiscono
Io spero che voi viticoltori pensiate alle vostre vigne ma anche le vostre case per esempio
Spero per esempio che finiamo a te finalmente vi organizzate anche nelle cantine
Per dare ai piani regolatori il tasso zero di nuova edificabilità c'è una grande bisogno di mantenere i centri storici riconvertibili rivenderli efficiente come vi dicevo zampa lutti
E come ha detto che ci ha spiegato Zonin io vengo dalla Presidente marci dalla Brescia
Treviso
Faccia lei quel percorso e troverà tanti cadaveri altri che Vigni
Cemento che all'ATO tombinata quella terzo
Perché l'idea e di uno sviluppo unicamente verticale io dieci devolvere cinquantasei al cinquantadue va beh trecento sì o cento debba avere il mille e se ho mille devo avere di più
Io ho visto in alcuni luoghi case infatti dentro l'acqua io ho visto dov'è quel signore di Francavilla Sbaizero
No Francavilla c'era un comune in provincia di Taranto che feci il Piano regolatore io me ne ricordo benissimo perché scrissi
Sulle Puppato impresario dove ritenne edificabile anche il mare Presidente Nacci questa è a suggello della nostra incoscienza e della nostra connivenza dunque
Fermiamo le pale eoliche quelle quattro che fermiamo
A quelli della Capitanata di dodici diciamo la verità
Hanno goduto
Di un intermezzo di un intervallo di elemosina e hanno sviluppato sul Resegone Mosino l'idea della vita che fosse un esempio di Troy misti
In quel posto dove andammo a parlare quello delle pale Sant'Agata de'ecco lirico ci sono fatturazioni per circa cento milioni di euro l'anno sa cos'è rimasto a Sant'Agata
è rimasto una grandissima magnifica manifestazione di tronista
Che allo stesso suffisso vi farmacisti
Fanno una magnifica grandissima manifestazione musicale estiva e chi si è visto s'è visto è il finanziamento alla Pro Loco
Al campetto di calcio come voi vedete questo fanno e ai botti ai fuochi
Siamo alla nostra coscienza
Chiama la vostra coscienza
E l'idea di una vita senza passione non è vita come fatte con l'eolico e con il fotovoltaico e fate benissimo
Usate perché anche una truffa Lissi cale semantica e politica quella della moderazione la moderazione chi ha la cravatta e moderato e chi non ce l'hanno nel moderato la moderazione non significa equilibrio
La moderazione significa anche radicalità fare una scelta netta simili
Non li sia al marciapiede nuova l'auto sia all'autonoma cioè piede la moderazione è stata vista sempre comune essendo dell'ambiguità
Fare un po'è un po'dare il suo agli interessi forti e poi dare il contentino quando ci vuole
La grande costruzione dell'eolico e del fondo fotovoltaiche dovuto anche a un grande connubio di interessi al quale la politica ha colpevolmente soggiacere
Usate la moderazione con tutte le altre ha ragione il senatore Presidente Maggio
Con le biomasse non infatti io atenei subito ne fate cinque mila e non servono e ritroverete avanti a voi e alle vostre vigna le buffe e i problemi che oggi voi vedete con l'eolico
Fatte ugualmente
Senatore Stefano chieda un po'in giro io so che il ministro e farà pure bene perché ha un'idea per Taranto
Ma lei sembra normale in un Paese anormale che l'Expo
Venga realizzato producendo tonnellate di cemento nel luogo più cementificato d'Italia
Vi ricordo numero ventisette mila negozi vuoti quaranta mila appartamenti vuoti non c'è chi li compra non c'è bisogno
Fanno l'expo lì invece di farlo nella sua Taranto quel dente cariato quel grande centro storico e virtù per tutti ma perché bisogna arrivare a questo limite e io finisco
E una riflessione guarda andati a Crotone
Dovremmo andare tutti in pellegrinaggio a Crotone a vedere che cosa è la politica che cosa è riuscita a fare che cosa è quel territorio
Quel territorio non produce nemmeno le pale che si dica anche in testa guardate noi come abbiamo fatto scempio diceva Nicastri sono i soldi di Messina Denaro chi ha subito mi spiace che un Sindaco abbia subito
O l'oppressione anche lì le
Lei di le grandi violenze anche le piccole violenze non troverete faccio un giro e trovi ogni volta a ogni pagina corrisponde un'inchiesta giudiziaria
Si chieda perché in ogni campo fotocopie o lo dice il Sindaco
Va bene ho definito non era una domanda ma era una perorazione e in ragione dei chilometri
Compiuti oggi mi sono permesso fosse e se queste siccome ha fatto da altri chilometri
Bene però
Concedergli questa conclusione allora avvocato burocrazie si sarà la base di questi occorrono azioni puoi sarò telegrafico perché mi rendo conto che dopo una un lungo dibattito che lato tante ore peraltro eravamo
I Queen omicidio peraltro
Quindici ostili ma argomento è stato trattato così bene così è stato in maniera così compresa la
Trattazione che e difficile aggiungere
Qualcosa io intanto ringrazio buonasera a tutti e porto un saluto da parte della l'onorevole Paolo De Castro
Come sapete nostro conterraneo anzi si può dire concittadino Presidente onorario
Di questa struttura e si scusa per non ha non aver partecipato a questa importante sì iniziativa ma aveva degli impegni che aveva assunto precedentemente all'organizzazione del no
Della manifestazione pertanto si scusa
E saluta tutti ringrazio in maniera particolare angioma ACI per
La dedizione che che e la passione che profonde per
Diciamo difendere questo dipende il settore vitivinicolo e uno dei settori
Che né trainante del della nostra economia bene prima di fare qualche considerazione di merito ecco dico che sempre a nome del Presidente De Castro che c'è mattina
Condivisione delle preoccupazioni che disturbano
La quiete dei nostri dei nostri pensieri vacui deve nostri
Territori e assicurarlo mio tramite la sua più completa disponibilità a voler affrontare il problema che trattiamo qui questa sera con la massima
Considerazione e rilevanza e lo fa sia come figlio del territorio e sia anche come
Istituzione ovviamente preoccuparsi dalla questione che stiamo trattando questa sera
Non si in maniera particolare degli effetti collaterali che sono prodotti dalla dal
Dalle fonti di energie rinnovabili
Non significa non si traduce in una preclusione nei confronti
Dello sviluppo
Della dello sviluppo tecnologico dello sviluppo economico del nostro
Paese anzi
Le politiche che sono state adottate fino a questo momento in maniera particolare dalle istituzioni europee
Dimostrano la grande volontà delle stesse istituti istituzioni a voler cercare di come dire sottolineare
La cosiddetta sostenibilità quando si parla di ambiente di territorio
Concludo con un privé Flash sull'ultimo lavoro ultima pratica che sta interessando in questo in un momento il Presidente legato alle cioè la nuova PAC come sapete bene
Un e in itinere nella nelle istituzioni europee la formazione don Uva politica agricola comunitaria e ma parola d'ordine e sviluppo sostenibile del ma quindi una politica agricola all'insegna
Del verde
Vogliamo favorire la lo sviluppo tecnologico ma nel pieno rispetto
Del territorio delle delle tradizioni e anche delle vocazioni che questo tra editori o che questo territorio presente e soprattutto con di incentivazione valido valorizzandole le sue risorse mediante l'incentivazione della organizzazione
Strutturale grazie ancora e per io ho saputo grazie per essere intervenuto
C'erano molti ospiti vi avrebbero
Voluto parlare di più però siamo in quindici il nostro
Il nostro dibattito si conclude qui la replica al senatore dovremo fare una trasmissione
Sindaco
Sindaco dobbiamo chiude perché siamo oltre l'orario stabilito
Siamo oltre l'orario stabilito
Avesse qualcuno di voi un
Secco
Se se vuol salire sopra un un rappresentante in modo che non sforiamo uno dei rappresentanti di voi che se può salire sopra per fare una domanda così chiudiamo
Perché essendoci
Quindici
Ospiti le passo il microfono
Perché consentire tanto sono Marcello seguiti Italia Nostra
Mi sono dovuto permettere di fare un appunto a zappare UTIN figurare vecchie è un'amica carissima no per dirgli chiaramente che parlando in generale di certe cose poi non si dicono le cose come sono responsabilità chiare nomi e cognomi
Perché le cose così si fanno perché altrimenti finisce che è quello che è avvenuto fino a mollo ce ne sono responsabile carissimo Presidente Introna
Non c'è nessun responsabile
No
Perché la politica se non prevede
E corposa se la politica non ha la capacità di prevedere
E di individuare le forme alcune cose si governa lo perché
Perché a questo titolo lei è stato per tanti anni no allora non avete avuto la capacità di prevedere
E quindi trovare le forme per evitare i danni colla di e quant'altro diciamo nome cognome e quando giustamente la
Assessore oggi senatore
De Stefano evitiamo alle questioni della centrale a carbone ma consentiti epiche stavamo sul fronte in quegli anni per evitare che nascesse quella centrale a carbone perché quello può alcun regalo vecchia
Purtroppo con Francesco
No negli anni settantanove ottanta ottantuno facevamo le battaglie sulle apriamo stringere perché siamo oltre il Consiglio comunale la romanza piombare conclusivo diciamo i lavoratori erano altri abbiamo responsabilmente allora rivendicavamo varo Francesco che qui nel Salento si devono fare le energie rinnovabili
Ma mica potevamo pensare che
Gli impianti fotovoltaici invece di merito che sulla Mediaset come era normale che andassero le andavano a mettere le campagne
Perché la stura la data la Regione Puglia al Governo nazionale per fare dalle dia regionali di un medico fatta poi il Governo nazionale li ha e murate questi avvenuto carissimo il Presidente Introna
E
Allora qui sul fronte siamo stati noi
A
Con i tentativi dell'asciugò piuttosto che la dodici banco piuttosto che delle delle grosse multinazionali di Taranto
Che venivano a tentare di corrompe ci
Per eviti per andare noi a fare i ricorsi al TAR a carissimo Introna e non certamente siamo ci sono state neanche le organizzazioni agricole a fare il fronte perché questa è una battaglia di dodici anni che ne stiamo procedendo
Da dodici anni e se nel Salento ci sono soltanto due impianti eolici perché sul fotovoltaico ci avete potuti sul fotovoltaico ci avete fornito di
è chiaro
Allora
Queste sono i ventilazione che non soltanto loro abbiamo titolo di di sostenere di evidenziare ma sono questioni che noi rivendichiamo per anche individuare le responsabilità
Politiche oltre che economiche perché qui c'è stato veramente corruzione
Dalle piccole
Amministrazioni locali dove il semplice Assessore Consigliere
Per fare avere il finanziamento per la squadra tutto sul vago dava la possibilità di poter far fare questo impianto fotovoltaico a go-go
Per la Regione Puglia diceva
Che i comuni il tempo il possono eventualmente darsi un regolamento per individuare il posto non devono posto e non è che l'aver agli anni istruiti ha richiamati i Sindaci alla Regione di venite vi diciamo come si devono fare gli impianti perché alla fin fine dei dei degli incentivi che
Vengono date le energie rinnovabili paga dei cittadini nelle bollette elettriche
Hanno messo i bastoni fra le ruote al piccolo cittadino che vuole farsi impianto fotovoltaico sulla sulla propria casa perché deve fare niente asilo della Madonna per potersi vanno impianto fotovoltaico vedete voi le grosse multinazionali hanno avuto spago largo per fare quello di porci comodi propri quindi questi sono i dati questi sono i fatti
E quindi le responsabilità perché se noi cittadini ma sembrano capiscono chieste posizione venuta dall'alto così
Vita proprio si sono segnati periodici banca della Shoah Ugo divenire Ammin Gianniello a Scorrano a impiantare un impianto fotovoltaico da quindici Mw no facendo tre impianti a fianco a fianco all'altro e la legge la Puglia dove stava
Condivido assolutamente
Poi Parisi e il Sindaco che condividiamo agli Almaviva veramente carissima Presidente Introna
Che io per
Per come dire rispetto dell'istituzione non ho non arrivo diciamo cambiano le responsabilità
Sono ben chiare anche in se aleggia in Oria evitiamo di fare perché noi siamo stati avvicinati
Da
Da
Da capipopolo votiamoli così da uomini di partito
Pervenire a offrirci le cose e siamo e per resistere no ad un'associazione ambientalista che non c'è soldi per andare avanti
Come qualcun altro ha fatto prova
Bisogna avere pure però lei facciamo
Va bene razionale buonsenso
Quindi facciamo interiore serioso consegnano oralmente chiudo veramente perché perché vivo
Restare dodici anni sul fronte in questo senso ce ne vuole
Grazie anche agli avvocati misura prestati gratuitamente affari nostri ricorsi al TAR Consiglio di Stato gratuitamente non per la Regione Puglia si costituiva contro l'associazione Italia Nostra si costituiva
Al Consiglio di Stato però cosa siano così scandalosa che oggi
Nel e li e li giornalista Vulpio deve difendersi
Dagli attacchi di di di Vendola perché l'ha chiamato vigila denunciato
è chiaro queste avveduto allora allora le responsabilità politiche di destra di sinistra ci stanno tutte però così
Bravo non possiamo aprire un altro votato possono
Soltanto
Presidente soltanto una fraseologia però perché è ovvio che in seguito adempimento
Sì vari prego
Io mi rivolgo soltanto a tutti i miei compaesani proprietari schiero scusate soltanto
La mia era una replica peccato che il senatore con tutto il rispetto l'onestà intellettuale che con lo contraddistingue
Volevo replicare
Cento nell'ottantaquattro veniva inaugurata la sapete rigo secondo
Dall'ottantaquattro ad oggi sono passati trent'anni si viveva bene allora si viveva bene prima della realizzazione impianti portava il fotovoltaico mi rivolgo a tutti voi coltivatori diretti io le terre MINUSTAH ci manco do stanno quindi
Prima o la centralità erano Viesti Cellini essi la centralità erano abbia distrutto le strade rurali
Impianti fotovoltaici gli hanno completamente distrutte le strade rurali sono impraticabili sono strade del terzo mondo finché io amministrano questo Paese non permetterò a nessuno di
Le strade rurali o il tetto strade rurali ho detto strade rurali
Non possiamo anche persone stanno morendo quale ma di chi sto assai Simona lo sai che la la per fare i conti erosione al Presidente dell'ANCI
Perché siamo noi non avevamo irregolare di Brindisi mi ha rigettato la costituzione di parte civile nel processo contro l'ENEL perché Celli non la
Purtroppo
Allora sistemi che a fronte dell'olio d'oliva dello stesso periodo chiedo scusa abbiamo nomi
Siamo fuori orario dovremo fornirà faremo il dibattito che può accomodare mi dal primo si può accomodare
Signori io volevo concludere
Questa bellissima serata pur movimentata nell'ultima parte ma è giusto che sia così no
Il problema
Per cortesia io vorrei chiudere questa bella serata
Togliere le polemiche perché qua stiamo uscendo fuori
Da quella che è la vera che il vero tema di questa sera sono nel quale euro allora
Allora questo è il vero tema stiamo uscendo fuori
Io dico che il morto si piange
Un giorno due giorni poi bisogna chiudere bisogna guardare avanti per cercare di capire gli errori di abbiamo fatto gli errori che sono stati fatti
Se cominciamo a dare colpe
Qui c'è da parlare una vita senza riuscire a capire
Se da una parte se da destra da sinistra dall'estrema sinistra o dal centro non riusciremo mai a capire di chi è la vera responsabilità se oggi c'è Cerrano
Se oggi ci sono
I fotovoltaici e così via via discorrendo allora io chiudo questo mio intervento per questa serata bellissima
Vi prometto che ce ne saranno altre per dibattere il problema della
Biomasse
Che
Allora
Se l'intervento ascoltati
Mi fai parlare mi fai parlare un attimo
Fai parlare se il tuo intervento riguarda la palla le pale eoliche allora vieni su viene subito ne parlano se il tuo
No allora
Rinviamo
Rinviamo
Rinviamo l'argomento che voi dovete volete discutere di biomasse
Al prossimo alla prossima assemblea
Alla prossima allora noi non abbiamo per cortesia
Per cortesia per cortesia il tema è pale eoliche è inutile che voi volete distorcere il problema e cambiare l'argomento io dico no
E chiaro
Allora
Presidente allora io direi di chiudere a chiudo questo argomento ringraziando i signori politici gli amici politici
Che ci hanno onorato della loro presenza è stato un dibattito molto bello se vogliamo perché c'è stato un impegno
Da parte dei nostri amici politici
Per cortesia io concludo
Per cortesia
Per cortesia
Un attimo
Di platea di silenzio
C'è stato un impegno politico da parte dei nostri politici che hanno detto no alle pale è utile
è una cosa bellissima quindi un risultato per quello che è stato questo movimento per quella che è stata questa Assemblea noi riteniamo di averlo ottenuto abbiamo avuto la parola
Di tutti i politici che hanno detto no alle pale eoliche per cui ci riteniamo soddisfatti un risultato l'abbiamo raggiunto e ritengo che siccome sono delle persone
Di un certo rilievo che qua persone di parola sicuramente noi a non avremo la quale eoliche nel nostro territorio grazie a tutti e buonasera