22MAG2013
intervista

L'assassinio di Giovanni Falcone del maggio 92, la strage di Capaci, la lotta alla mafia, la magistratura, l'amministrazione della giustizia, i radicali

SERVIZIO | di Aurelio Aversa RADIO - 11:52. Durata: 2 ore 56 min

Player
(Andreotti, Pannella, D'Alema, Andò, Bossi, L.Orlando 25 mag 1992 Camera Martelli, Scotti, Pannella, Violante 27 mag 92 Falcone 8 mag 92 Palermo).

Puntata di "L'assassinio di Giovanni Falcone del maggio 92, la strage di Capaci, la lotta alla mafia, la magistratura, l'amministrazione della giustizia, i radicali" di mercoledì 22 maggio 2013 , condotta da Aurelio Aversa .

Tra gli argomenti discussi: Capaci, Cosa Nostra, Falcone, Giustizia, Mafia, Magistratura, Partito Radicale, Politica, Sicilia, Storia, Stragi.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 2 ore e 56
minuti.

leggi tutto

riduci

11:52

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

L'odierna un programma realizzato con documenti d'archivio che sono tra i farà riascoltare registrazioni andata maggio novantadue con le quali ricorderemo Giovanni Falcone attraverso momenti di vita
Parlamentare e non è attraverso uno dei suoi ultimi interventi pronunciate poco prima di essere assassinato riesco terrete dunque innanzitutto una sintesi di quanto si è discusso alla Camera e la venticinque maggio
Novantadue sulla strage di capaci con interventi dell'allora Presidente del Consiglio Giulio Andreotti di Marco Pannella di Massimo D'Alema
Di Salvo andò socialista di Umberto Bossi di Leoluca Orlando
E l'Inghilterra in quel momento dalla movimento alla Rete
A seguire qui riproporremo invece la sintesi di una trasmissione condotta da Giuliano Ferrara su Italia uno
E il ventisette maggio di quell'anno e con ospiti tra gli altri gli ex ministri della giustizia e degli Interni Martelli e Scotti e Marco Pannella Luciano Violante
Ex magistrato e in quel momento parlamentare del PDS conclusionali ascolterete invece la voce di Giovanni Falcone quando l'otto maggio novantadue
Interveniva a Palermo suo magistratura sua indipendenza il suo ruolo parlando anch'
Delle funzioni del pubblico ministero Montecitorio venticinque maggio novantadue
Signor presidente onorevoli colleghi
Nella complessa e non di rado tormentata vita della nostra Repubblica abbiamo dovuto purtroppo non poche volte riunirci in quest'Aula all'indomani di gravi fatti di violenza e di strage
Specialmente ma non solo nelle Province messe a rischio dalla criminalità di stampo mafioso
Non facciamo certo discriminazioni tra le vittime ma quando cadono in una tragica imboscata Giovanni Falcone sua moglie tre dei suoi uomini di vigilanza siamo colpiti in modo tutto particolare
L'attentato del quale sono rimasti vittime il dottor Falcone la moglie Francesca Laura morbillo e gli agenti della Polizia di Stato Vito Schifani Antonio Montinaro Rocco Di Cillo
è avvenuto alle ore diciassette e cinquantotto di sabato ventitré maggio lungo l'autostrada Punta Raisi Palermo nei pressi dello svincolo di Capaci
Sono state inoltre coinvolte alcune auto in transito cinque occupanti delle quali tra cui due cittadini austriaci sono rimasti feriti
Degli accompagnatori del magistrato sono rimasti altresì periti l'autista che viaggiava nella sua stessa vettura e di tre agenti della seconda auto di scorta
Come solleva abitualmente pare da quando era stato trasferito al Ministero anche sabato scorso il dottor Falcone si era recato a Palermo per trascorrere inviti il fine settimana
Servendosi per ovvie riconosciute ragioni di sicurezza di un aereo di Stato
Nella tragica occasione del volo di sabato scorso che il magistrato aveva in un primo momento programmato per il giorno precedente
Ma che egli stesso aveva riferito di ventiquattro ore per suoi impegni di istituto lo accompagnava la moglie magistrato presso il tribunale di Palermo che lo aveva raggiunto a Roma per impegni di lavoro
Dall'inizio dell'anno il giudice Falcone aveva effettuato con aerei di Stato altri undici voli per Palermo altrettanti vuole aveva effettuato per il rientro a Roma dopo il fine settimana
Alla partenza sabato ventitré maggio il servizio di sicurezza era stato organizzato prevedendo un ispettore di polizia sul posto e due autovetture di controllo posizionati in punti strategici del percorso
Tra il cancello d'ingresso all'aeroporto di Ciampino e la zona dalla quale era previsto il decollo del Falcon duecento
Il giudice Falcone Giunta Lario porto di Ciampino alle ore sedici e quaranta il decollo è avvenuto dieci minuti dopo
Oltre ad elementi della Polizia di Stato alla partenza dell'aereo hanno presenziato un ufficiale dei carabinieri ed alcuni militi dell'Arma
A Palermo dove l'aereo è giunto alle ore diciassette e quarantatré il personale di scorta se gli agenti della Polizia di Stato e l'autista civile dipendente dal Ministero di Grazia e Giustizia
Attendevano sulla pista i due passeggeri con tre autovetture blindate
I mezzi sono partiti pochi minuti dopo l'atterraggio diretti verso il centro di Palermo
La prima autovettura Conterie agenti di pubblica sicurezza la seconda con il dottor Falcone alla guida la moglie sul sedile anteriore l'autista civile del Ministero di Grazia e Giustizia sul sedile posteriore
Il terzo mezzo con tre agenti di scorta della Polizia di Stato
A produrre la terrificante esplosione che ha sbalzato per circa cento metri la prima autovettura di scorta uccidendone gli occupanti
E che ha semidistrutto quella nella quale viaggiavano il magistrato la moglie l'autista
è stata un'ingente quantità al momento non precisamente valutabile di esplosivo
Situato in una condotta di scolo di acque reflue che attraversa ortogonalmente il sottosuolo del tratto autostradale in entrambe le carreggiate
Si ritiene che l'attentatore abbia azionato un congegno a distanza per far brillare l'esplosivo nel momento preciso in cui transitavano le tre auto blindate di Falcone della scorta
La posizione del o degli attentatori non è stata ancora accertata e gli organi competenti stanno vagliando tutte le possibilità al riguardo
Hai competenti servizi non risultano essere pervenute prima dell'attentato segnalazioni relativa movimenti sospetti lungo quel tratto di strada
Subito dopo l'attentato i primi atti urgenti sono stati svolti dalla Procura della Repubblica del luogo successivamente la specifica competenza dell'inchiesta è stata assunta dalla Procura distrettuale di Caltanissetta
Posto che l'appartenenza della consorte del magistrato ad un ufficio giudiziario palermitano escludere intervento nell'inchiesta stessa della magistratura del capoluogo siciliano
Mentre veniva attivata una capillare rete di controllo sul territorio anche in riferimento alle altre province dell'isola il sopralluogo effettuato da personale del Gabinetto regionale di polizia scientifica
E da esperti del laboratorio centrale di esplosivi della Polizia di Stato
Consentiva di accertare che l'esplosione aveva prodotto una voragine di circa venti metri di diametro
L'onda d'urto aveva provocato lo smantellamento della superficie stradale in cui i detriti erano stati proiettati per centinaia di metri
Allo scopo di realizzare un più efficace coordinamento delle attività informative investigative ed operative affluivano intanto a Palermo gruppi specializzati del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri
Contestualmente veniva attuata la completa mobilitazione delle relative strutture provinciali e regionali
Nella serata di sabato ventitré i principali responsabili del Ministero dell'interno e di quello di grazia e giustizia recati sia Palermo teneva Lillo con una prima riunione unitamente all'Alto Commissario per la lotta contro la criminalità mafiosa
Ai responsabili della Direzione investigativa antimafia e alle principali autorità amministrative e giudiziarie della Provincia
Nella mattinata di ieri si è riunito inoltre il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica alla presenza del Ministro Guardasigilli e del capo della polizia
Una prima rivendicazione dell'eccidio si è registrata alle ore diciannove e trenta del giorno ventitré con telefonate alle sedi dell'agenzia Ansa di Genova e di Bari a nome della organizzazione definita falange armata
Dopo una telefonata di avvertimento delle ore ventidue e venti alla sede romana del quotidiano il Messaggero veniva inoltre rinvenuto in una cabina telefonica della capitale un volantino
Che attribuiva la paternità del crimine ad un commando di regime ed annunciava nuovi attentati di di ispirazione rivoluzionaria in precedenza
Alle venti e quarantacinque della serata di sabato ventitré
Era pervenuta al vice capocronista del quotidiano il Giornale di Sicilia di Palermo una telefonata anonima del seguente tenore e un regalo di matrimonio di Salvino Madonia
Il riferimento era presumibilmente diretto al pregiudicato Salvatore Madonia
Sposato sì lo stesso giorno nel carcere dell'Ucciardone e figlio del boss e Francesco Madonia condannato all'ergastolo nel maxi processo di Palermo e ritenuto il mandante dell'omicidio di Libero Grassi
La attendibilità di queste segnalazioni e al vaglio delle competenti autorità
Nei confronti del giudice Falcone venivano effettuati particolari attentissimi servizi di sicurezza anche durante i suoi periodici soggiorni a Palermo
Nel mille novecentottantanove dopo il ritrovamento di un ordigno esplosivo nelle adiacenze della sua residenza estiva tali misure furono ulteriormente rafforzate
Attualmente esse consistevano
Nella fornitura di un'auto blindata con autista e di una scorta di due auto blindate
Che rispettivamente precedevano e seguivano quella del magistrato con a bordo tre agenti ciascuna
Nell'effettuazione di una vigilanza fissa ininterrotta presso l'abitazione palermitana in due apposite chiarite blindate davanti e sul retro dell'edificio
Che situati in zona in cui veniva vietata la sosta
Nella messa a disposizione di una pattuglia della Polizia di Stato con funzioni di staffetta durante gli spostamenti in città per facilitare sveltire il percorso
Nella perlustrazione preventiva con politica da parte gli agenti della Polizia di Stato che ispezionavano l'abitazione del dottor Falcone prima del suo ingresso
Per i servizi di sicurezza effettuati a Palermo venivano impiegate complessivamente lungo l'arco delle ventiquattro ore sessanta unità di personale della pubblica sicurezza di cui trenta per la vigilanza fissa e trenta per la scorta
Gli agenti di scorta erano scelti e selezionati personalmente dal questore
Ed avevano ottenuto il pieno gradimento del magistrato tant'è che lo stesso aveva chiesto loro se volevano trasferirsi a Roma per continuare qui il loro servizio
Il magistrato soleva guidare personalmente l'autovettura in città
Scegliendo di volta in volta l'itinerario peraltro per raggiungere il centro di Palermo partendo dall'aeroporto di Punta Raisi non esistono validi percorsi alternativi
So bene che dopo l'orrendo crimine che è stato per Pretato ai danni di Giovanni Falcone
E che ha coinvolto altri fedeli servitori dello Stato nonché pacifici ed inermi cittadini la nazione le forze politiche e gli stessi responsabili della cosa pubblica
Si pongono con rinnovata urgenza alla domanda se sia stato fatto tutto il possibile nella lotta contro la criminalità organizzata
Risponderò a questa domanda ripercorrendo sia pur brevemente la figura e l'opera di Giovanni Falcone
Soffermandomi in particolare sul contributo che gli ha dato alla definizione delle più importanti misure adottate dal governo in questa materia
Indipendentemente dalle mansioni specifiche e dà i posti di responsabilità affidatigli egli è stato sempre in prima linea nella elaborazione di una valida strategia
Per contrastare sconfiggere la mafia e nel curarne di persona l'attuazione senza risparmio di pericoli e di fatiche
Falcone proveniva da una lunga e fattiva esperienza presso gli uffici giudiziari di Palermo
Dove aveva curato la istruzione dei più significativi procedimenti contro gli esponenti della criminalità organizzata a luglio si deve come è noto l'intuizione del cosiddetto pool antimafia
Di quel gruppo di magistrati cioè che riuscirà a far condannare i vertici di Cosa nostra nel maxi processo di Palermo
Dal tredici marzo mille novecentonovantuno egli aveva assunto le funzioni di direttore generale degli affari penali presso il Ministero di Grazia e Giustizia
La sua venuta al Ministero non può certo per sottrarsi al combattimento ma per collaborare efficacemente e più da vicino con chi deve assumere indirizzi legislativi ed operativi nell'estenuante battaglia contro la mafia
Di cui aiutò ad individuare meglio le connessioni internazionali anche con il traffico della droga
L'esperienza acquisita sul campo lo condusse ad indirizzare il suo impegno
Nelle funzioni ministeriali verso l'obiettivo di dare effettività ed efficacia gli strumenti investigativi
E a favorire la creazione di strutture centralizzate che fungessero da collettore di conoscenze e da fattori di impulso e di coordinamento nelle indagini
Nacquero così le prime sue proposte per l'introduzione nel nostro ordinamento di uffici di procura distrettuale
La previsione normativa dei pool antimafia presso tali uffici l'istituzione della Direzione nazionale antimafia e della figura del Procuratore nazionale ad essa preposto
Su queste proposte a partire dalla metà del mille novecentonovantuno
Giovanni Falcone comincio ad interpellare i magistrati inquirenti di tutta Italia per acquisirne l'opinione per sollecitarne l'iniziativa per stimolarlo né valutazioni propositive
Con la piena adesione del Ministro di Grazia e Giustizia
Che unitamente al Ministro dell'interno e di interpretando fedelmente l'impegno comune del Governo ha sempre sottolineato l'urgenza di soluzioni che pongano fine al di là care della criminalità
Il Progetto antimafia di Giovanni Falcone andò via via acquisendo forme sempre più precise
Il suo disegno coincideva perfettamente con la visione complessiva del Governo in materia di lotta alla criminalità organizzata
Visione che si era già tradotta in provvedimenti di grande portata innovativa indirizzati verso gli obiettivi prioritari
Del potenziamento dell'efficienza delle strutture
Del controllo di talune manifestazioni dell'attività economica della lotta all'inquinamento mafioso delle amministrazioni locali dell'ammodernamento costante dell'impianto normativo
Di una più capillare ricerca dei latitanti
Verso questi obiettivi tendono in particolare di disposizioni emanate in materia di copertura d'ufficio in mancanza di domande volontarie delle sedi giudiziarie vacanti
Quelle volte a contrastare il riciclaggio di danaro derivante da attività illecite
Quelle in forza delle quali è stato possibile sciogliere finora ventisei Consigli comunali sospettati di totali o parziali collusioni mafiose
Quelle infine che hanno rivisto il sistema delle misure alternative alla detenzione escludendo la concessione di taluni benefici
Tra cui gli arresti domiciliari ai condannati o imputati di diritti di mafia ne posso tacere in questo quadro le misure di solidarietà adottate per le vittime di estorsione
La consapevolezza che la positiva attuazione di queste misure
Non poteva prescindere dalla contestuale applicazione di un migliore modulo organizzativo degli uffici di Procura
Ha condotto il Governo a disciplinare in modo completamente innovativo il coordinamento delle indagini in materia di criminalità organizzata
Curando in particolare il collegamento tra la nuova riorganizzazione degli uffici di Procura con le nuove strutture di polizia che si andavano organizzando attraverso l'istituzione della Direzione investigativa antimafia
Non posso non ricordare a questo proposito che alla conversione in legge del decreto sul coordinamento delle indagini
La cosiddetta superprocura disegnata proprio a partire dalle esperienze palermitane di Falcone dei suoi colleghi del pool antimafia
Si pervenne con difficoltà tant'è che il Governo fu costretto a ricorrere al voto di fiducia
La costituzione di una centrale di coordinamento incardinata nella persona del procuratore nazionale antimafia
E diventi sostituti procuratori antimafia
è criticata infatti da chi teme che in questo modo si possa attenuare l'indipendenza della magistratura e contesta una presunta volontà di verticismo degli uffici del pubblico ministero
Il potere del Procuratore nazionale antimafia
Di avocare i procedimenti e di destinare i vari uffici magistrati provenienti da procure diverse è stato così ingiustamente letto
Più con una forma di centralizzazione dell'indagine quasi come un pericoloso passo verso un distorto rapporto
Di dipendenza tra la magistratura e l'esecutivo piuttosto che per quello che attraverso di esso effettivamente ci si ripropone di realizzare e cioè
La necessaria razionalizzazione delle forme investigativo per dirle in altri termini l'organizzazione delle indagini come risposta efficace alla organizzazione della criminalità
Purtroppo quando siamo sotto l'emozione di crimini della mafia unanime la spinta per mezzi più energici di lotta senza uscire mai ovviamente dalla legalità
Ma dinanzi alle proposte concrete non sempre si mantiene lo stesso rigore e la necessaria coerente fermezza
Non posso dimenticare infatti
Che l'accoglienza a dir poco perplessa che l'Associazione nazionale magistrati riservo al progetto della cosiddetta superprocura creo momenti di grande ingiustificata attenzione istituzionale
Che sia cui proprio quando Giovanni Falcone presentò domanda per l'incarico di Procuratore nazionale antimafia
Le vicende successive sono note
E se si collocano all'interno di una delicata e complessa controversia di principi
Sulla quale non è questo il momento per esprimersi in attesa della pronuncia della Corte costituzionale sul ricorso per conflitto di attribuzioni
Sollevato dal Consiglio Superiore della Magistratura attorno al significato del concerto ministeriale
Sulle a società assegnazioni che il Consiglio stesso decide
Nella dolorosa gravità dell'ora che attraversiamo è significativa la lettura che giova
Falcone in una conversazione con il corrispondente palermitano dell'ANSA abbia dato di alcuni dei più recenti episodi della violenza mafiosa
Il suo impegno nella lotta alla criminalità organizzata
Lo portava a valutare nella giusta luce la complessa strumentazione normativa e funzionale alla cui realizzazione egli aveva attivamente contribuito
Ma anche a prevedere che il rafforzamento dell'azione di contrasto messa in essere da parte dello Stato
Non avrebbe mancato di produrre la feroce reazione di un potere mafioso che si sente marcato sempre più strettamente
Anche se non era uomo certa da sci ed era la paura
Non poteva sfuggire a Giovanni Falcone il filo che legava misure radicali
Quali quelle che avevano impedito prima la scarcerazione dei posti per scadenza dei termini e che quando ciò era accaduto li avevano riportati in carcere nel giro di ventiquattro ore
Con la ripresa dell'attenzione della mafia verso bersagli particolarmente significativi
In questo quadro lo stesso assassino dell'onorevole Lima appariva Giovanni Falcone sono sue parole un delitto logico doppi il quale erano da attendersi ulteriori reazioni
Da parte di un'organizzazione che cito se non vuole perdere potere prestigio deve dimostrare di essere ancora la più forte
Da parte di tutte le forze politiche viene avanzata la richiesta ora di conoscere che cosa il Governo intenda fare quale strategia intenda promuovere sulla lotta alla criminalità mafiosa
Il Governo e desidero dirlo con grande fermezza sicuro che non diverso sarà il comportamento delle istituzioni superata l'attuale fase transitoria non intende in alcun modo deflettere dalla linea sinora perseguita
Intesa combattere la Piovra mafiosa con gli strumenti dell'ordinamento democratico
In una piena e rigorosa applicazione del complesso di misure che siamo andati via via predisponendo e che potranno essere ulteriormente corroborate
Non intendiamo in altri termini attenersi a comportamento diverso da quello al quale sia pure con grande sforzo
Abbiamo improntato alla nostra azione negli anni bui del terrorismo in una essenziale sintonia fra Parlamento e Governo
Sappia il popolo siciliano che questo nuovo efferato episodio criminale colpisce nell'orgoglioso sentimento della propria onestà e rettitudine
Che l'impegno operativo che intendiamo moltiplicare nell'opera di prevenzione e di contrasto dei reati avrà di mira a tutti gli aspetti del fenomeno mafioso
Da i pericoli che derivano dai traffici di stupefacenti al riciclaggio del danaro passando per i fenomeni di corruzione negli apparati pubblici il tutto lo ripeto nel rispetto della legalità
Consapevoli come siamo che ogni crinatura questo fondamentale principio costituisca minaccia alla credibilità delle istituzioni sulla quale si possono innestare pericolose tentazioni di svolte autoritarie
Sappiamo che il nostro compito è quello di riaffermare con grande fermezza ma anche con la consapevolezza di ciò che questo significa per i nostri comportamenti individuali e collettivi l'impegno a non deflettere
Nella Sicilia nell'Italia tutta meritano la mafia questa consapevolezza devi guidare soprattutto gli amministratori della cosa pubblica a livello locale ed in ambito nazionale
Proprio Falcone ha lasciato scritto i cito certo dovremo ancora per lungo tempo confrontarci con la criminalità organizzata di stampo mafioso per lungo tempo non per l'eternità
Perché la mafia un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani a un principio una sua evoluzione e avrà quindi anche una fine
Signor presidente onorevoli colleghi nella prospettiva che e deve esserci comune
Di accelerare il processo che porterà la mafia la sua fine
Con grande nostalgica ma conterà forzato rigore ciascuno di noi dovrà coltivare tenere alte di intatta l'eredità civile e morale e Giovanni Falcone ha lasciato
Di queste eredità siamo debitori anche alla sua famiglia
E a quelle degli uomini che hanno condiviso la sua sorte nel momento del sacrificio più alto e che noi accumuliamo nel ricordo e nel rimpianto in un senso di grande commozione e solidarietà
Signor Presidente colleghi
Nella scorsa
Ci
Ascoltare oggi la bolla quella di Palermo che è manifestamente diverso
Da come viene
Evocate
E ha in qualche modo demonizza
Dove accanto
A quel che è normale e nelle piazze in questi momenti
Nuclei
Ricorrevano crediti esasperati
Non credi agitatori
Gente che non ha perso la speranza
Anche se non sa
Succhi di porre la fiducia
L'ho trovata una buona
Attenta
Se mi avvicinavo
A distanza di folle laddove l'ululato sembrava regnare
Io finivo la possibilità ad un segnale diverso
Era la mano che si intendeva l'ululato che si spegneva e quindici che dimostrava di essere quindi cifre cento questa giustizia
Alla gente di Palermo e di sigilli di Sicilia per farlo
Per fortuna questa volta
Come dobbiamo revocare la parola fortune
Palermo non era deserta Leoluca
Come per il funerale di Libero Grassi
Oggi
Celebre avevamo tutti
Nello stesso tempo l'accusa della vittima
Da un po'di tempo stiamo attenti che non sono i sospettati gli accusati di più che
Gli accusatori che sembrano anch'essi cade
Con tutto il garbo Presidente
Giovanni Falcone da due anni era innanzitutto
Un sospettato
Con denuncia
Legittimamente
Legittimamente
Non vorrei che dinanzi
A lui che è morto per sempre
Le verità molti no
Grazie
Al fatto che la sua vittoria spenta e non si prosegue
Come per lei ma
Oggi ho taciuto
Perché tutti abbiamo parlato in Italia a parlare
Anche coloro che erano silente
Nel momento nel certo Ettore l'accusa nei confronti di Giovanni Falcone
Ho sentito il dovere o la fierezza di avere parlato dinanzi a quel cadavere quell'assassinato
Che rischiava di essere unanimemente assassinato all'aborto e nella memoria
Del significato più misterioso esso viottolo produttori ciascuno di noi tanto che priorità sia fatta
Per esempio se fosse vero
Come tutti o quasi tutti mostrate di credere
Ed era il binomio
Lima Ciancimino e non invece
La versione storica
Dal momento in cui Ciancimino fu
Eletto sindaco accompagnato da ad altri
E lì ma votò per un sindaco socialista in modo convergente con il gruppo comunista
E in cui mi trovavo a Bologna in tutte le campagne elettorali
Ancora due anni e mezzo fa dire che se non andavo errato all'Amministrazione provinciale di Palermo erano Lignani e la sinistra
A governarla insieme
Omaggio di verità e adesso omaggio
A questo magistrato
Buono integro audace e volte Riello
Nel suo metodo
Anche ideologico
Amore per la gente
Un feroce lotta contro gli atti
Le associazioni criminale
Ammonendo ci sempre che nessuna parola poteva essere cifra della complessità dell'ATER ripidità
Di quello che dobbiamo combattere
Niente generalizzazioni
Buongiorno
E allora le mafie
E allora amici consentitemi di tentare con molta umiltà
Proseguendo le cose che grazie a Radio Radicale
Ho ascoltato e riascoltato ore dopo ore di questa notte gli eredi Giovanni Falcone
Così come parlava
Non così come oggi l'uno l'altro lo chiamasse
Per esempio nell'ultimo
Dibattito al quale aveva partecipato sul proibizionismo antiproibizionismo sulle varie relazioni che lui ha dato fa
E vorrei seguendo quel metodo dire per esempio
E questa Camera è uno dei primi atti che dovrà compiere l'abolizione di quel decreto Malagodi del mille novecentosettantadue con cui noi abbiamo fatto precipitare necessariamente
Nella un giorno immensamente criminale sul tema delle concessioni degli anta
Abbiamo fatto all'inizio del secolo
Con
Silvio Spaventa
Garosci
La nazionalizzazione Franco delle ferrovie con pagamento trentennale delle opere fa
Mussolini intervenne per favorire Del Fante nel mila centoventotto con pagamento decennale nel settantadue stabilimmo che il terremoto di Napoli dove atterremo tare
I bilanci e i criteri e principi generali del bilancio dello Stato e le tradizioni europee cinquanta per cento subito comma registrato i collaudatori affrontate
E tecnici
Esposti all'assassinio se non garantivano che sarà fatto quel piccolo lavoro di fondamenta per avere il cinquanta per cento nel mettere in banca e nel traffico delle droghe non venga
Alla costruzione prima operazione concreto
Secondo fatto concreto non per il nostro Governo
E credo urgente
E anche
Mettere il Parlamento in condizione di presto decidere se unifichiamo o no le forze di polizia
Salvo l'attuazione costituzionale
Stranamente comprensibilmente ma rivendicate dall'ordine giudiziario con la creazione un corpo giudiziario autonomo di polizia giudiziaria
La Costituzione ce li indicava e non l'avete voluto
Il resto unificazione delle forze di polizia
Di comando ma anche di compatibilità tecnologica di computer vita culturale e di grande investimento di questo verifica del contenuto del dell'uso dell'autonomia storica
Necessario della magistratura
Dobbiamo difendere il principio ma senza complessi sia il contenuto dell'autonomia fosse quella della Procura della Repubblica di provare a trent'anni a questa parte sostegno dei regimi in sabbiatrice delle verità
Perché anche autonoma
Dobbiamo allora con lealtà confrontarci con i contenuti e delle autonomie altrimenti anziché confrontarci con l'idiozia ideologica delle contrapposizione solide e non sulle autonomie o no
Occorre subito confrontarci sulla
Tipo di gestione antiproibizionista di prevenzioni sta che noi facciamo subito
Il Governo fra le convenzioni internazionali e il Governo accorto degli obblighi che abbiamo ha degli spazi enormi per comprimere la crescita della micro e macrocriminalità
E questo va fatto solo se noi giungiamo totalmente il problema della lotta alla tossicodipendenza e l'assistenza al tossicodipendente al come la maternità l'infanzia mille altre cose
E dall'altro la lotta alla criminalità
E a leggi procedure criminogene
Essere causa
Della forza della criminalità organizzata a livello storico e della internazionalizzazione sono le misure che Falcone evitare a tutti metodologicamente
A studiare riflettere coltivare lontano dagli apocalittiche smentiti De Gennaro di Vienna
E degli altri dei giacobini
Ritardati della sinistra o della destra ogni volta furiosamente invocano quando vedono che propri demoni interiori prendono corpo nel corpo sociale
Noi attenderemo
Grazie Presidente noi cercheremo
Questa prima risposta questa sera
Questa storia dei territori allora va bene
Questa sera il Parlamento italiano occuperà un palazzo di nuovo per la legalità scritta incostituzionale
Questa sera
Perché la legge è scritta la Costituzione scritta le grandi tradizioni
O come il più alto nei nostri palazzi e sappiamo colleghe e colleghi essenziale ma per farlo onorando le nostre diverso e tradizione che prende corpo nella tradizione di qualcuno
Se il senso dello spettacolo per questo ogni giorno passa la sua pena
Io credo che la qualità della nostra risposta
Questa sera
Grazie alla provvidenza sarà all'altezza
Della
Cresce pratica realtà
I tre giorni or sono
Lei la parola
Sta scritto oggi uno dei più acuti studiosi del fenomeno mafioso
Che con l'uccisione di Giovanni Falcone
Di sua moglie di tre giovani agenti
Non siamo di fronte ad una sfida allo Stato
Ma ad una indiscutibile vittoria della mafia sullo Stato e sulle sue leggi
Questo è il corpo più duro che poteva essere inferto alla credibilità dello Stato democratico nella lotta contro la mafia
Non siamo signor Presidente del Consiglio nel corso del processo che porterà alla mafia alla sua fine
Ne vediamo al contrario crescere la potenza della feroce
E sentiamo il rischio che tra la gente in Sicilia anzitutto
Dopo l'esplosione comprensibile e giusta di rabbia e di protesta di questi giorni
Possa sopravvenire il senso di un fallimento e la rassegnazione
Purtroppo la sua risposta onorevole Andreotti ancorché precisa e ricca di dettagli
Accresce una sensazione di confusione e di impotenza
Restano aperti e non poteva che essere così inquietanti interrogativi e sospetti
Come da chi gli assassini mafiosi possono essere stati informati su spostamenti protetti dal segreto
Quale potrà essere speriamo che possa essere accertato
La natura e le possibili provenienze dello sposi Rosato
Quali le modalità di preparazione di un attentato che appare come un vero e proprio atto di guerra
E che
Ci fa immaginare un controllo del territorio di una rete di protezioni
Veramente impressionanti
Forse non a caso quel pezzo di strada mi pare
Stia a cavallo fra il territorio di Comuni i cui Consigli sono sciolti o in via di scioglimento per inquinamento mafioso delle Assemblee elettive
Non si capisce lo dico con molta serietà
Quale immesso vi sia
Dall'assassinio di Giovanni Falcone e le discussioni circa la natura e la funzione della Superprocura Antimafia
Questione che la apposto
A meno che non si ritenga che vi sia una relazione
Altrimenti si tratta di polemiche sulla cui utilità mi permetto di dubitare
Altri sono gli interrogativi
Perché
Perché ora in quale strategia si inscrive questo massacro quali intenti dire rivela
Interrogativi a cui non è facile dare risposta ma che sono essenziali per comprendere dove e come potrà essere inferto un nuovo colpo e come si deve reagire
Non c'è dubbio
Che fra gli intenti
Vi è stato innanzitutto la volontà di vendetta
La volontà di eliminare un nemico pericoloso e coraggioso della mafia
Ed insieme la volontà di esibire potenza dominio incutere paura
E tuttavia noi abbiamo l'impressione di essere di fronte ad un atto che travalica tali intenti
Si è data in questi giorni la parola terrorismo
Non credo che l'uso di questa parola cancelli la parola mafia
L'espressione terrorismo politico mafioso eh nemmeno di quanto possa sembrare un'espressione oscura e contorta
D'altro canto connessioni fra mafia terrorismo e in qualche caso apparati deviati sono emerse in diversi episodi che hanno insanguinato l'Italia negli ultimi quindici anni
Sono documentate negli atti di almeno quattro importanti processi
Non siamo dunque di fronte a fantasia
Nei abbiamo dimenticato che dopo l'inquietante e misterioso omicidio dell'onorevole Salvo Lima
Fu il Ministro degli Interni ad avanzare l'ipotesi di un piano destabilizzante
Subito smentito dal Presidente del Consiglio che qualificò tale ipotesi come una patacca con una di
Nelle polemiche non inconsuete che non rafforzano il prestigio né dei Governi e dello Stato
Noi non siamo in grado di parlare perché non sappiamo di complotti di piani e di disegni
Vediamo tuttavia
Come oggettivamente
La violenza mafiosa contribuisca a scardinare le istituzioni
A spezzare la fiducia dei cittadini a incriminare quel sentimento di solidarietà e di unità fra l'Italia
Vediamo come questa violenza
Per le forme spavaldo de
E tragiche chi assume
Spinge verso una sorta di condizione libanesi o sudamericana
E vediamo anche
Come la forza della mafia affondi le sue radici nella debolezza dello Stato e della democrazia
Nella condizione di disgregazione di corruzione
Di debolezza del sistema politico nell'intreccio tra affari politica assistenzialismo che domina tanta parte del nostro Mezzogiorno
Per questo non basta pure essendo necessaria
Una rigorosa e ferma politica di difesa della legalità e dell'ordine democratico
Noi la chiediamo Presidente
Chiediamo maggiore efficacia organizzazione mezzi capacità di indagine
Chiediamo cui visione collaborazione fra i poteri dello Stato e non polemiche inutili
Noi riteniamo che non serve mostrare il volto feroce
Non sarebbe solo inumano ma tragicamente farsesco uno Stato che minaccia la pena di morte ad assassini che non riesce a prendere
Vediamo che cosa si può invece di fare
Vediamo cosa può fare questo Parlamento a cominciare dalla ricostituzione della Commissione antimafia
Lavoriamo a misure e provvedimenti utili a cominciare da quelle correzioni che la Commissione antimafia trascorsa proposto del Codice di procedura penale
Ma è evidente
Che la sfida mortale tra lo Stato democratico e la grande criminalità organizzata
Può essere vinta soltanto se si avvia nel contempo un rinnovamento ed una rigenerazione morale
Se si lavora a rompere quel rapporto tra affari e politica e criminalità
Che inquina la vita di tanta parte del Paese
Se non si rinnova profondamente la democrazia sarà sconfitta
Ne siete consapevoli
Questo noi oggi ci domandiamo anche alle luce alla luce delle resistenze dello spirito di conservazione della difesa di vecchie logiche di potere che abbiamo visto affiorare cui in questi ultimi giorni
Ne siete consapevoli
Questo è il nostro interrogativo ma è anche il nostro impegno perché non rinunciamo la battaglia perché l'insieme delle forze democratiche del nostro Paese
Mostri hanno di capire che questa democrazia può essere salvata soltanto trasformandola rinnovando la profondamente
La parola all'onorevole avendo
E difficile davvero difficile
Parlare
Di un amico assassinato dalla mafia insieme alla moglie alla sua scorta mantenendone i toni negli argomenti usati il distacco che un dibattito parlamentare richiede
E però in questa sede siamo chiamati a sentire a capire le ragioni del Governo le ragioni del Parlamento
Siamo tenuti a spiegare al Paese come lo Stato intenda fare il proprio dovere contro la mafia
A spiegare soprattutto come un delitto annunciato forse il più annunciato di tutti i delitti di mafia si sia potuto puntualmente verificare
Dove e quando la mafia ha voluto in un contesto di circostanze politiche che fanno di esso un'azione dalla straordinaria portata eversiva
Di fronte a vicende così drammatiche che incidono in modo profondo sulle stesse forme della nostra vita collettiva
Che minacciano le basi della convivenza democratica non servono né i proclami solenni negli ecumenici inviti a restare uniti
Occorre saper fare il proprio dovere consapevoli dei mezzi di cui si dispone
Delle energie su cui si può contare
Delle insidie dei pericoli che si devono fronteggiare delle slealtà delle dissertazioni talvolta anche le più insospettabili con cui purtroppo bisogna continuare a fare i conti
Non ci dobbiamo certo del fatto
Signor Presidente del Consiglio che la
Con riferimento alla strage di Palermo non abbia potuto dire di più di quello che qui ci ha detto
Sono passate poche ore o al delitto non ci fosse watt non ci si poteva attendere dalle prime indagini
Dalle notizie fornite dal Governo l'emergere di verità paganti dichiaro responsabilità a carico di manovale di ispiratori di questo orrendo crimine
La spiegazione della strage del resto è tutta nella vicenda professionale e umana di Giovanni Falcone
In tutto ciò che egli ha fatte in questi anni per servire lo Stato prima a Palermo istruendo i processi di mafia poi a Roma lavorando al Ministero di Grazia e Giustizia
La mafia è stato detto non ha memoria corta ed è vero
La mafia però non temi discorsi celebrativi le parole di esecrazione del giorno dopo non cerca azioni dimostrative colpisce quando è colpita colpisce chi la colpisce
Falcone era forse il magistrato più protetto d'Italia
Ma non era né poteva sentirsi al riparo da un avente da tante volte minacciata più volte tentato
Da magistrati inquirenti aveva fatto parlare i boss aveva sfidato le cupole aveva ammanettato gli intoccabili venuto al Ministero di Grazia e Giustizia non per lavorare di meno
O per porsi al riparo dai pericoli Falcone continuo a lottare la mafia sul terreno delle scelte politiche più generali
Aveva infatti ispirato importanti decisioni politiche tendente a rendere più efficace meno dispersiva l'azione svolta dallo Stato contro le organizzazioni criminali
Falcone aveva conseguito insomma clamorosi successi
Ma aveva anche dovuto approntare odiose infinite polemiche non sembra dettate dalla diversità di opinioni giuridiche da contrasti riguardanti le strategie di lotta contro il crimine
Aveva dovuto subire Luigi magistrato imparziale indipendente per convinzione ma anche per scarsa attitudine con le cose della politica
Aggressioni e sospetti provenienti da un mondo in cui sempre più spesso si andavano mescolando le questioni proprio della lotta politica con quelle che riguardano le battaglie per la legalità
Falcone era consapevole dei pericoli che correva Nolli sottovalutarla soprattutto allorché veniva delegittimato quanto al ruolo e quanto a immagine
E però evitavo niente passi nel parlare di essi rifiutava i panni del magistrato errore non amava vantare crediti particolari nei confronti dello Stato
Era il suo mestiere quello che faceva e parlo bene riteneva che fosse il suo primo dovere
La celebrità quindi non agevolo certo la sua carriera anzi
Essa molto spesso non gli consentì di assumere responsabilità assolutamente meritate tenuto conto del suo talento ed è la sua esperienza
Ci si chiedeva spesso se Falcone fosse sufficientemente lontano da ogni centro di potere
Ieri l'altro tra Punta Raisi e Palermo la mafia ha dato la sua agghiacciante risposta questo gratuito cinico oltraggioso dubbio
Onorevole Presidente del Consiglio in un momento così drammatico c'è un solo modo per onorare le vittime la mafia
Ed è quello di saperne continuare l'opera nei modi secondo gli intendimenti
Con cui essa è stata svolta Falcone riteneva che lo Stato può battere la mafia
Solo si aggrega intorno a sé un consenso sociale maggioritario soprattutto laddove rispetto per lo Stato la cultura della legge non sono mai stati valori particolarmente sentiti particolarmente diffusa
E per riuscire in ciò occorre conseguire risultati
Occorre conseguire successi io occorre anche saperli esibire lo Stato insomma deve essere apparire più forte dell'antistato
Catturando i boss mantenendone poi in carcere abbattendo i simboli del potere mafioso in primo luogo quelle economici
Mantenendo la parola data quando chiede collaborazioni ed aiuti
Solo i risultati in questo campo contano
Le buone intenzioni le prediche virtuose oil rassicuranti messaggi non colpiscono il potere della mafia non ne ostacoli traffici non sottraggono nessuno al suo dominio
Le azioni dimostrative non possono modificare una situazione che vedono Stato sempre più impacciato e perdente nella lotta contro le organizzazioni criminali
Azioni dimostrative sforzi eccezionali una tantum o quindi non servono cioè lo sapeva molto bene Falcone e in più occasioni la denunciato
Simile azioni fanno solo perdere tempo e contribuiscono al discredito dello Stato
E se anzi sovente eccellono incapacità di fare scarsa convinzione o addirittura il rifiuto di intraprendere azioni difficili e politicamente costoso
Spesso servono a causa del frastuono che producono a nascondere complicità e ritardi che è bene invece che vengono alla luce del sole in tutta la loro portata spesso drammatica
La strage di Palermo per come è stata preparata ed eseguita per le informazioni complete tempestive di qui certo si sono potuti avvalere coloro che l'hanno ordinata
Per la grande libertà di azione avuta da chi ha messo a punto l'esplosivo ma come si può preparare tutto ciò alla luce del sole per giorni e giorni
è un'azione di guerra al lungo progettata e decisa non certo da settori marginali periferici dell'organizzazione mafiosa
Sarebbe perciò riduttivo pensare solo ad una resa dei conti
Questa attentato non appartiene alla sfera della resa dei conti ma attiene a pieno titolo a quella del terrorismo siamo cioè di fronte a un atto di guerra che persegue scopi di destabilizzazione generale
Un atto di guerra che va collocato nel contesto di una strategia eversiva che ci ricorda gli anni del terrorismo gli anni in cui gli attentati terroristici manifestavano un'impressionante sintonia con i fatti istituzionale
Tutto è stato fatto tutto è stato calcolato perché l'attentato potesse avere la massima risonanza possibile
Certo necessario
Che il Parlamento il Parlamento riunito in seduta comune legga subito il Capo dello Stato
Si tratta di un auspicio generale che non si può non condividere
è necessario che le legga subito ma era ed è necessario che lo legga bene in un clima che non sia cioè avvelenato da divisioni riducibili da pregiudizi politici insormontabile
Si è dovuto affrontare in questi giorni una situazione politica difficile forse senza precedenti se si tiene conto della quantità e qualità dei contrasti che si registrano in questo Parlamento nei rapporti tra i partiti e dentro i partiti
L'elezione del Presidente della Repubblica non deve non può però essere il risultato dello stato di necessità
Non si tratta infatti di prendere una decisione qualunque senza convinzione senza chiarezza senza nessuna assunzione di responsabilità
Il dovere della politica non è questo
Non si tratta di nascondere una condizione di impotenza che c'è
Ma di saperla davvero superare facendo sì che sul primato della politica possa stabilmente fondarsi la forza dalla democrazia
In un momento di paralisi e di stabilità di inerzia del sistema politico di oggettiva inibizione dei ruoli di comando nell'opera di contrasto del crimine
Allo stato di confusione di scoramento della gente si può reagire solo facendo ciascuno autonomamente anche il proprio dovere
La democrazia non si difende in momenti come questi con le chiacchiere ma sapendo dare certezza sapendo soprattutto dalla gente serenità lavoro
Sapendo stroncare
D'Alema satellite insomma dare risposte rassicuranti all'Italia
Riteniamo che non vi si altro mondo di respingere la creazione di un ente sanguinaria alla quale continua a essere sottoposto a uno Stato democratico
Non c'è altro modo in questo Parlamento di onorare la memoria di Giovanni Francesca Falcone
Ed i ragazzi della forza morti per servire lo Stato
All'onorevole Bossi onorevole presidente
Onorevoli colleghi
Ritengo inutile
Soffermarmi sui particolari che riguardano la ricostruzione
Dalla dinamica di questo infame delitto
Che aggiunge
Altre vittime pre destinate alla lunga fila insanguina episodi che riempiono le cronache quotidiane
Ritengo
Altre sedi che alle parole di rientro con cui si esternate la costernazione la rapida il risentimento
La ferma decisione di combattere distruggere la mafia
Continuano
Ad esaurirsi in un rituale liberatorio soltanto per chi le pronuncia ma non per il Paese
Gli altri personaggi che si alternano attorno alle bare
Ad esempio ufficiale
Forse credono con le loro relazioni Buosi tempo alle fiaccolate
Di compiere tutto il loro dovere
O peggio ancora di esorcizzare la Piovra
Ci vuole altro onorevole colleghi
Questo ennesimo delitto eccellente che purtroppo non sarà l'ultimo
Come molte delle stragi sulle quali il sindacato da decenni senza riuscire a giungere mai ad alcuna conclusione
è
Sono formalmente un'operazione mafiosa
In realtà è un delitto politico
Che presenta
Evidenti analogie con altri delitti clamorosi registrati nel vasto capitolo della strategia della tensione
Gli anni di piombo insomma non sono ancora terminati
La strategia dell'applicazione non ha solo la matrice terroristica di una lotta di classe Giunta nel pantano dalla storia
Ma è anche un modo di fare politica in altri tempi dai ma per i giorni cercare di impedire che la voglia di cambiamento esplosa nelle urne al cinque aprile scorso riesca a cambiare alle istituzioni
Radice le cose
La strategia
Dalla pensione
Diventa uno strumento principe
Dalla partitocrazia centralista diventa schema centrale della strategia dal Patto per difendere ad oltranza il potere che ha un impatto
Nel documento che la lega Nord ha distribuito ieri sono ricostruiti i passaggi che identificano le fasi del delitto Falcone dalla fase progettuale a palla esecutiva
Si potrà dire che si tratta di semplici ipotesi o anche di impressioni di approvato inchieste
Certo tecnica dal tritolo usata la manovalanza di picciotti porta inderogabilmente la firma dalla mafia però se si analizzano approfondimmo tipica del massacro
Se si superano usando un ragionamento logico gli spessori dall'apparente esteriori è impossibile non chiedersi cui proprio
Poiché la cupola ormai è profondamente radicata nella politica italiana non dimentichiamo che indagine ufficiale hanno confermato che le diverse mafie
In certe parti dal Paese nel Mezzogiorno tradito da questa classe politica
Controllano ormai quattro milioni di voti e che gli affari ma anche di ordine allora assieme dalle tangenti alla droga riciclaggio del danaro sporco supera i quaranta mila miliardi all'anno
Appare con data allora il sospetto che la morte annunciata di Falcone sia l'evento di shock destinato per lo meno non è all'intenzione degli autori a far concludere in una determinata direzione il problema della scelta del nuovo Capo dello Stato
Ecco perché
La lega Nord cari colleghi
Ha dichiarato con forza che non vuole sciogliere al Presidente dalla Repubblica con la pistola puntata alla tempia
E che all'emergenza Bombana una inganna
E meno che mai la spaventa ci spaventa
Il cinque aprile mettendo in crisi tutto il sistema politico quarantennale ha aperto la grande stagione delle riforme ed ha poi data la luce la Seconda Repubblica quarto è l'ammonimento preciso che viene dalla base elettorale dal popolo
Ed è questo il motivo per cui oggi i mass media avanzano dei dubbi profondi sull'ipotesi che il delitto balcone sia solo mafia quei mille chili di tritolo deflagrato io al momento del passaggio di palco nella trasporta possono ragionevolmente far pensare
Che la cupola politico mafiosa indichi o voglia indicare ai partiti tradizionali che devono
Rain compattarsi e continuare a per continuare a governare come prima io dico peggio di prima
Insomma
Sembra un fragoroso richiamo ad attuare le regole dal manuale Cencelli c'è da chiedersi allora rispetto a coloro che si riempiono la bocca di democrazia di Stato di diritto
Come interpretino l'articolo quarantanove dalla vecchia Costituzione laddove è sancito tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti che
Per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale io mi chiedo onorevole Presidente se anche il territorio la mafia è un fattore di democrazia
Il fatto essenziale oggi
è una crisi dal palazzo ero attento al porto d'Aleppo romane tradizionali del consociativismo governativo stiamo andando
In una direzione sbagliata dovere omertà politico mafiosa e non sono più un fenomeno superabili come occasionale
Abbiamo adesso la conferma che alla mafia che fa politica
Chessa entrata con tutta la sua organizzazione nella politica
Ed è questo il senso dalla notte la denuncia decisa e l'avvertimento che la lega Nord da a tutto il Paese dal tetto io dico e la strategia d'attenzione e il meno Toto operativo dal palazzo che non vuole a nessun costo abbandonare ottanta dei bottoni così come sono certo che sull'omicidio di Falconi si apriva un'istruttoria che non si chiuderà mai
E che i mandanti dal delitto non sei capace anomali
Si tratta anche in questo caso di un delitto politico in altre parole lei onorevole Presidente Scalfaro a con proprio ieri su L'elogio funebre affermando che la democrazia vince la sempre un auspicio che tutti condividiamo
Appassionatamente dire ma che purtroppo
Finché durerà questo regime non troverà mai la possibilità di successo
Questo regime e partitocratico e consociativo per cui USA con la massima spregiudicatezza tutto al potere
Che ha usurpato e voglio concludere rileggendo l'ultima frase del come dica perché abbiamo diffuso ieri la lega va in direzione opposta a quella della mafia e denunciava latitanza all'inefficienza l'incapacità di governo tale dallo Stato centralista e quindi partitocratico che anche per questo deve essere sostituito parlottato federale grazie
Allora l'onorevole Orlando onorevole presidente onorevoli colleghi in quest'aula ancora una volta
Davanti ai nostri occhi le immagini di una strage
La barbarie continua in queste ore a lei onorevole Scalfaro ricorda quando lei ricopriva l'incarico di ministro dell'interno
A tanti i nuovi davanti a tanti di noi torna una forma di sentimenti tanti momenti dolcezza di durezza tornano alla memoria quante speranze ma anche quanta paura
E rabbia indignazione si intrecciano in quanti hanno vissuto e vivono abbiamo vissute viviamo si intreccia con tutto il Paese che ormai vive quotidianamente la terribile sfida della criminalità mafiosa
E tutto questo c'è la mafia certamente sabato pomeriggio la mafia ha colpito ancora aggregato con violenza del suo pre potere ancora una volta fatto morte del suo progetto
Ma onorevole Scalfaro e solo mafia no come è possibile pensare che un attentato così complesso così per i ci sono organizzazioni adesso funzione possa essere opera di un boss mafioso possa essere
Opera soltanto di un boss mafioso
Non è possibile pensare che mandante ed esecutore di questa strage
Posso aver fatto affidamento possano oggi in queste ore fare affidamento sulla fuga in una grotta o in un covo per evitare la prevedibile dura reazione dell'opinione pubblica e lo Stato
Non è possibile ancora pensare che questa strage consumata a Palermo possa essere tutta e soltanto dentro lo sconto tavolo Stato sano e lama
Tutto è chiaro ancora una volta tutto può essere chiaro
Perché tutto sia chiaro però è necessario avere consapevolezza ricordare i tanti figli che si allodole si snodano che da anni si intrecciano in Italia
Palermo emiliano Palermo non tutta collusa e non più isolata e minano
Purtroppo non solo capitale morale ma anche piegata da politici e imprenditori impresentabile
Sud del Nord sud non più soltanto rassegnato e nord esposto a degrado istituzionale e infiltrazioni criminali
Italia
E mondo Italia non più soltanto caso vergogna
E mondo che condiziona la vita italiana anche negativamente anche con le armi come di me ti care la querela il gol anche con le banche non possiamo ignorare gli ostacoli ancora in queste ore opposti dalle banche svizzere e magistrati milanese
Sì in fronte regionali oggi con grande forza regime
E resistenza al regime
Un sistema se ma politico si è fatto regime
E assoluto sempre più frequentemente il voto e la corruzione tale scadenza regime deve oggi fare i conti ancora con le tante facce di un sistema che sfugge depista disinformati inquina
Dentro l'attuale assetto dentro le stanze che alimentano il regime alla corruzione dell'impunità è in atto si coglie in queste ore uno scontro durissimo
In questo scenario su questi versanti su tutti questi versanti si è trovato a Giovanni Falcone un uomo
Un magistrato che in moltissimi abbiamo imparato a stimare a voler bene
Che in tanti abbiamo visto pericolosamente avventurarsi dentro un palazzo
Per altro tempo spesso il luogo della legalità ma anche la sede del sconto tra fazioni in lotta ad un regime in difficoltà
Di un regime assediato dal mutamento lo scenario internazionale e da crescente esplodere al suo interno dalla questione morale che si è trovata a ricevere
Le allarmate preoccupazioni di quanti lo vedeva
Pericolosamente esposto e con lui esposto a rischi gravissimi tutto l'impegno di lotta contro la mafia
Qualcosa è precipitato in questi giorni Giovanni Falcone si è così trovato ad essere bersaglio utile per un disegno terroristico stabilizzante per un disegno di stabilizzare un regime agonia
Colpendo il magistrato divenuto simbolo della lotta alla mafia un magistrato che aveva fatto sognare in passato possibile liberare Palermo la Sicilia l'Italia dall'ipoteca mafiosa dall'intreccio perverso di politica e affari
Parla la memoria
Un'altra strage la strage di Portella la Ginestra anche quella realizzata con la criminale spettacolarità anche quella utilizzato dalla mafia ma non solo dall'AMA
Una strage quella del Primo Maggio quarantasette c'ha contribuito a costruire un sistema una sorta di Costituzione materiale che la strage di Palermo sembra quasi cercare di mantenere in vita nonostante tutto
La caduta del muro di Berlino
La firma dell'Europa di Yalta la modifica gli equilibri internazionali il venir meno delle protezioni delle convenienze di schieramento
Il voto del cinque sei aprile la incapacità degli uomini tradizione del regime garantire ormai impunità per sé
E per i propri accoliti ha realizzato un clima quasi di guerra tra bande
Che dura da anni nel nostro Paese e che lega insieme stragi trame eversive e qui Tuis piazza pulita
Il caso Moro la strage di Bologna
Ma oggi un dato orrende se possibile ancora più duro drammatico lo sconto
Il venire meno di sostegni tradizionali degli equilibri internazionali usati anche dalla mafia scatena dentro anche dentro i palazzi una violenza terribile una cadenza chiuso a tutto
Usa la mafia facendo sono come inevitabile usare
E c'è il rischio di un mostro chiediamo allora che si faccia piena luce sull'attentato all'Addaura del ventuno giugno mille novecentottantanove così complesso eppure così semplicemente impedito
è doveroso dubitare come abbiamo allora dubita e continuiamo a oggi a dubitare che neanche allora fu soltanto la mafia a preparare l'attentato
A mandare un messaggio che certamente ha condizionato la vita e le scelte di Giovanni Falcone come avrebbe condizionato la vita le scelte di tanti uomini pur coraggioso
Chiediamo di conoscere quale elettività stesse compiendo Giovanni Falcone quali interessi stessa contrastando in questi ultimi mesi o potesse ancora contrastare
Chiediamo di conoscere quale ruolo in questi anni allo scopo di versi corpi dello Stato e cos'altro hanno fatto i servizi segreti o cos'altro hanno consentito che si facesse oltre a rendere gli spostamenti di Giovanni Falcone segreti per tutti ma non per i suoi assassini
Grottesco il suo tentativo onorevole Andreotti di scaricare sul Parlamento sulla situazione dei magistrati precise responsabilità ed errori dell'Esecutivo
Chiediamo di conoscere lo stato delle indagini sul delitto minima un omicidio sul quale
è sceso il silenzio
Un diritto che ha colpito un uomo ma anche un sistema di potere che lei onorevole Andreotti la capocorrente da Presidente del Consiglio ha sempre protetto e il cui ricordo noi non ne consentiremo di cancellare per convenienze sue o dei suoi amici
Chiedendo anche per questo delitto come per altri delitti quella verità con la giustizia che la gente onesta in Italia continua a chiedere
Sappiamo
Che su questa strada il Parlamento troverà ostacoli tentativi di depistaggio
In mille lusinghe e ammiccamenti
Ma noi vogliamo rendere giusta memoria alle vittime di questa barbarie dicendo con forza si occorre gridando la centralità alla questione morale
Il ruolo essenziale del Parlamento l'autonomia e l'indipendenza della magistratura
I valori cioè di una costituzione formale
Della Monica Costituzione repubblicana che troppe volte è stata stravolta con giustificazioni e alibi internazionali che è stata stravolta dava sorta di Costituzione materiale
Che tratta
Che talvolta anche la troppi delitti da troppe ruberie che ormai giunta deve giungere al capolinea
Da qui si a regime e profonda e profondissima e suoi mandarini cerco di difendersi oscurando
Vede che stando boy dobbiamo impedire noi impediremo di polarizzata attenzione oggi solo sul Milan
E domani solo si Palermo
Noi continueremo a minare come a Palermo a lavorare perché a fronte unico dalla criminalità alla corruzione si opponga su di esso prevalga il fronte unico e la maggioranza dei cittadini
Che già il cinque sei aprile ha detto basta
Che ha detto con forza i bisogni dei sacrifici edifici locale letta costituzionale per queste ragioni in considerazione l'assenza di risposte adeguate mentre preannuncio la richiesta di apposita commissione d'inchiesta
Dichiaro mai soddisfazione mia personale e del gruppo parlamentare la rete a nome del quale ho parlato
Era il venticinque maggio novantadue una sintesi della Seduta della Camera dedicata all'assassinio di Giovanni Falcone la prossima registrazione invece di due giorni dopo quando sullo stesso tema
Si svolse una puntata dell'istruttoria condotta da Giuliano Ferrara su Italia uno con vari ospiti tra i quali gli ex ministri Scotti e Martelli Marco Pannella e Luciano Violante
Ex magistrato
E per lamentare in quel momento del PDS
Gli ascolti a me tutto a partire dall'intervista
Di Lino Iannuzzi sia Claudio Martelli superiore della magistratura si è riunito accanto alla Camera
Lei ha parlato
Ed è una grande provocatore
Non è esatto nessuno ha dato il provocatore
Almeno non nella riunione cui ho partecipato come la d'intesa doveva terminare con
Le conclusioni del Vicepresidente Galloni
Così è stato Galloni
Mi ha credo criticato su un punto quello relativo alla libertà di giudizio del CSM nel scegliere altri piuttosto che Falcone via viceversa apprezzato sul punto
Io rifiuto questo tentativo di depistaggio tale lo consideri parla troppo di terrorismo e troppo poco di mafia in rapporto a questo assassinio
Poi so che ci sono state polemiche per quel che inutili aveva detto lei
Ma credo abbia detto la semplice verità quella che tutti sanno è che
Ha occupato le cronache di un anno intero
Amareggiato la vita professionale di Falcone qui al Ministero lo accusava di aver perso l'indipendenza
Perché a diventato direttore generale degli affari penali qui del ministero la cosa più grave di questa accusa o più sconcertante che sta cosa gliela muovevano dei colleghi i quali a loro volta però ho lavorato qui al Ministero dei colleghi i quali
Non sono tanto esperto in indagini quanto esperti in sindacalismo corporativo animatori di correnti politiche o partitiche in seno al Consiglio Superiore l'Associazione nazionale magistrati
Ah per tornare al punto io ho sentito il dovere morale
Oltre che la necessità proprio anche
Umana di difendere la memoria di Falcone anche in faccia a coloro che nel corso dei
Di questi ultimi anni lo avevano contestato avevano corroso la sua credibilità lo avevano in qualche misura delegittimato agli occhi l'opinione pubblica guardi mi ricordo una volta
Andammo insieme a Palermo in queste piste facciamo negli uffici giudiziari più esposti quelli più caldi
E vuole mi insieme incontrare questi giovanissimi uditori giudiziari questi ragazzi di ventisette ventotto anni
Scaraventate dopo un concorso di Stato da Milano a Torino da Venezia in trincea solo perché
I magistrati più esperti non
Non voglio andarci in quelle sedi e quindi del rifiutano mentre i giovanissimi uditori giudiziari non possono opporsi li incontrammo e una grande Assemblea
Mi ricordo che nei miei confronti piena da parte di questi uditori giudiziari
Una diffidenza forse a Palermo si erano prevenuti quella che c'è sempre verso il politico verso il ministro ma quello che mi sbalordita e di vedere che
Analoga alla prevenzione
Manifestato nei confronti di Falcone il fondo di quello che
E il giudice italiano più famoso è al momento è che era un mito quello che aveva
Con la capacità tecnica e professionale portato alla sbarra la cupola mafiosa che l'aveva fatta condannare in Assise in appello e persino in Cassazione è un vero e proprio miracolo appeal presso Paese pure anche verso di lui
E non è che c'è per la colpa di quei ragazzi o di quelle ragazze che è colpa del clima che si era creato intorno lui già prima che venisse qui per la verità nel momento in cui
Se vogliamo ricostruire con franchezza le cose
Si rifiutò di trasformare la lotta giudiziaria in termini di diritto dello Stato di diritto contro la mafia
In una questione di bottega politica palermitana definitiva trasferiva sul piano nazionale questo reagire ad esperire penso che il pool di Palermo per questa ragione per la quale lo chiamai qui al Ministero lavorare per chiedergli di rendere sistematica l'esperienza del pool palermitano
Di farne non un'eccezione ma la regola quintetto mi stanno delegittimando
E così che fa cosa nostra prima rinuncio sa quelli usciti e questa volta
Che mi ammazzeranno
Sì io non voglio
Trarre delle conseguenze così meccaniche automatiche perché sarebbe
Da parte mia altrettanto irresponsabile è sicuramente vero perché queste critiche lo hanno amareggiato è sicuramente vero che lui ne era profondamente irritato
è vero che disse a me che aveva intenzione di querelare coloro i quali lo accusano di non essere un magistrato indipendente
Io gli dissi fermati perché non c'è bisogno che fai tu la querela perché siccome io ho definito infami questi comportamenti han deciso di querelare me per cui per RAI a testimoniare al processo che ci sarà al Tribunale civile di Roma nel quale si stabilirà se erano infami le accuse verso Falcone o se viceversa sono stato colpevole io nel definirla infatti io sono stato in passato
Col Michele Greco lei pochi ridurre
Di
Libertà quando per scadenza dei termini lui uscì setti con lui quelle sui quando il centro
Decide quando
Fin quando Monica norma norma andaste a riprendere perché fu fatto dov'è cosa
Anche quella senza precedenti un decreto del governo e tornarono tutti dentro
Quella notte a Palermo
Nuova fra otto molto pesante
Ma la voce che conoscete fu immediatamente questo
Chi ha inventato questa di Avellino senza precedenti e ha consigliato il ministro rapportata al Consiglio dei Ministri è stato fatto
è questa la pagherà
No questa era la musica è maggiore questa fosse la voce
Lei pensa che possa avere avuto quel fatto un'attinenza con quello che è successo qua e c'è un dato di fatto incontrovertibile Falcone non era ancora direttore
Degli affari penali quando fatto quel decreto ha quindi non può essere stato nominato un substrato Stato neppure quindi per
Può essere quella una delle ragioni per cui
Ma io credo che la condanna a morte di Falcone Cosa Nostra abbia pronunciata anni fa all'epoca del maxiprocesso era il nemico numero uno
Di Cosa Nostra annovera in Italia allora negli Stati Uniti
E tutti coloro i quali oggi evocano altre spiegazioni parlo di terrorismo di poteri segreti di collusioni politiche che celebrano ancora una volta questo
Spettacolo teatrale anziché inseguiva aereo che andasse a ridurre la pressione stupidaggini laddove la base errato ed esattamente in tutto questo ha per me il sapore del depistaggio
Si può depistare prima l'opinione pubblica che ponete poi influire anche sulle indagini per acquistarlo certo non dimentichiamoci mai
Il problema si chiama mafia
La capitale della mafia e Palermo nel mondo ci hanno spiegato ancorati all'interno del bene che coloro che teorizzano allora lasciamo stare se in buona fede malafede
Se per depistare non solo per propaganda queste tesi definitiva non credono all'esistenza della fascia di cui vadano cioè non la fanno capace la mafia di fare queste cose i sono forse consapevoli che ci costano di meno poi alla fine possibile
è possibile che ci sia anche molta inconsapevolezza e molta ignoranza sta di fatto che quello cui siamo di fronte
Cioè la mafia al suo epicentro a Palermo in Sicilia e collegato internazionalmente soprattutto negli Stati Uniti come mai anche con il Sudamerica quindi continuava ad essere attivo in questo proprio e di collaborazione internazionale che gli piaceva straordinariamente che non tu sia Sbarbati lo appassionava anche da qui mentre lo si era accusato di aver abbandonato la trincea palermitana alla ricerca patria sine cura
Burocratica in attesa di qualche scala avevamo vicaria molto di più mentre invece altre scosse ma impegnata la sua vita precedente più esposto
E definitiva Palermo
Consumo alla sua giovinezza blindato in ufficio e quindi quella Morelli molto spesso era nelle mie Grandolfo service un'ultima cosa la sua procura va avanti per la Superprocura
è una legge che è una legge dello Stato e quindi non
Deve essere attuata
Anche se ho visto che il nuovo vertice dell'Associazione nazionale magistrati
E cioè il vertice verterà su tutti i tecnici dell'associazione
Dei servitori dello Stato che hanno come principale dovere l'attuazione delle leggi a al suo primo punto programmatico l'abolizione a superare
Magistrati che scioperano contro una legge dello Stato sono
Si collocano in una posizione oggettivamente eversiva dal punto di vista istituzionale questo non è accettabile la Superprocura deve essere varata
Pende un conflitto davanti alla Corte costituzionale che riguarda anche la Superprocura nel senso che si deve stabilire se il concerto tra il Ministro e il Consiglio superiore di cui parlava legge
Istitutiva del Consiglio e la persona è una cosa seria cioè
Ed è come dire un parere insignificante scontate quindi loro riusciranno a bloccare una superprocura
Per quanto riguarda le candidature si resta quello che è successo
Nonostante sia morto Falcone così possono via privati ma sarebbe veramente assurdo che sì restasse a quello che è successo io conosco fior di magistrati in Italia che non presentarono la loro candidatura super c'è una corrente che la candidato Falcone
Per le vicende del fenomeno Falcone si ritirano in molti
Proprio per perché non per non ostacolarlo convinti come convinto io che non è una scelta seria
Non c'è di meglio che naturalmente sarebbe stato quello scelto ora è evidente che in questa condizione
Nuova con questo voto tragico che si è aperto
Bisogna assolutamente riaprire i termini e consentire ad altri magistrati di concorre per questo incarico e di spesa che tutto questo avvenga rapidamente
Visto che invece la Madonna percepisce buongiorno rapidamente lei pensi che da nove mesi il Consiglio Superiore del Magistratura ancora non ha risolto
Il caos creato dalle accuse credo calunnie di Orlando Cascio nei confronti di altri magistrati palermitani danno Genesis graduatoria
Non ha risolto il caso Barrecchia
Per mesi ha tentato anche di paralizzare l'avvio della Superprocura muovendo contestazioni parlamentari che due giorni più felici della vita di Falcone sia stato quello in cui il Parlamento
Varo finalmente la legge sulla superprocura lui che non era stato tra i più impazienti nel promuoverlo anziché di aveva raccomandato prudenza e moderazione un passo la volta perché ben conosceva e i suoi colleghi
Riconosceva anche quanti alleati questi colleghi avessero in seno al Parlamento
Chi e perché ha ucciso Giovanni Falcone la mafia o c'è qualcosa di diverso di più Luciano Violante sì grazie pare che sinora si sono
Manifestate tre ipotesi
Una come dire secondo la prima l'assassino di Giovanni Falcone è un fatto strettamente ed esclusivamente mafioso
Secondo una seconda ipotesi tratta mi pare in una specie di stragi di Stato qualcuno ha detto addirittura
Secondo la terza ipotesi che io mi sento di condividere sulla base di un'analisi dei dati di fatto
Si tratta di una strage mafiosa che ha dentro di sé però anche una motivazione politica
Credo che l'abbia ucciso il Madonia che è una potente famiglia mafiosa di Palermo
E ormai costituisce l'attestato in rete dei Corleonesi tutti quanti gli affari di fare
Palermo credo che Falcone sia stato pagato morte molti anni fa l'ha detto bene materie son d'accordo con voi quando ha fatto il processo alla cupola di Cosa nostra
O il momento esecutivo è stato che vi ha rimandato
Perché faccio questo ragionamento sulla possibilità dell'esistenza anche l'intento politico
Perché Falcone nel mese di maggio per esempio aveva transiterà transitato su quello prostrata per altre tre volte
La percorreva abitualmente preferito da casa a Palermo e viva a
A Roma
E quindi c'era una certa al
Possibilità di scelta del momento della tenuta l'avrete percorsa credo anche nel futuro
Certo questo non vuol dire che di Madonia o chi per loro erogati
Il Giudice Paolo Borsellino a Missiroli con il procuratore aggiunto di Palermo
Ha suggerito tra le varie possibilità ne è testimone era anche a Caltanissetta nell'ambito dell'indagine così che per via del fatto che la moglie di Falcone Francesca Morvillo aveva vinto un concorso per operare a Roma
Probabilmente le visite di Falcone a Palermo sarebbero d'Italia non aveva vinto un concorso Francesca e la componente di una Commissione ESA ai territori credo
E quindi come lei stava lo passava alcuni giorni alcuni giorni era impegnata qui a Roma nove nomi questo qua non per sempre però
Non è alta specialità ma opera allora non vi era una decisione no no no no no va bene non è stata esperita lo faccia
Quindi la scelta del tempo etico era credo più in mano alla mafia che mano a Falcone questo voglio dire perché se l'omicidio la strage commessa
In un momento come dire accidentale uno va al cinema o fa una sciocchezza esteso che esce senza scorta in quel momento eccetera
Argomento la la scelta la la commette lui non la fa lui la scelta se invece e l'attentato avviene
Durante un comportamento ripetitivo della persona evidentemente chi scendi momento quella dei ma dazioni Prysmian perfetto
Ora quel momento ha coinciso con una fase
Chiede una domanda tecnica grazie e perché escludere che l'attentato sia stato fatto semplicemente quando la mafia era pronta perché per esempio
Era un problema mantenere la macchina in funzione cambiare tale funzione per Jovanotti ringrazio archiviazioni queste molto esatta come considerazione ne abbiamo parlato anche con alcuni tecnici
Io che dipenderà quantitativo di esplosivo si è parlato di mille chili esclusivo e tanto sì
Papà i tecnici con duecento chili forse sono più che sufficienti per fare quel tipo di lavoro
Ora bisogna vedere se l'esplosivo era stato messo in una delle case di vicino o di un posto di vicino andando verso Palermo a sinistra prima Crusoe conosce bene la la cosa c'è il mare e a destra c'è una collina che sale
Lungo il Marie sono molte case che sono disabitate per una certa parte dell'anno perché sono case restante diciamo così quindi non è escluso che l'esplosivo poteva essere sistemato di vaccino comunque lei dice di per motivi diciamo tecnico investigativi lei tra l'altro lui rappresenta anche un magistrato
Lei si lascia ettari ma la scelta è e rimane la ma la scelta era in mano più alla mafia diciamo per Falcone
Non vorrà arriva dall'ISFOL a coincidere ma dalla decisione della la coincidenza tra una fase politica particolarmente instabile particolarmente incerta e quell'assassinio e la personalità della vittima di modalità
Dell'aggressione mi fanno pensare che abbiano fatto anche un ragionamento di carattere politico come quello che hanno fatto quando non ci Solima
Ragionamento politico quale può essere stato
Questo è stato quello per cui nel momento di particolare debolezza istituzionale fare questo tentato poteva per un verso rendere più evidente la forza della mafia per altro verso a rendere più evidente la debolezza dello Stato terzo costringere tutto sommato il sistema politico a
Fare una scelta purché sia
Tale che non fosse né particolarmente innovativa i più non fosse praticamente nativi di chiusura rispetto sigla mettere una zeppa negli ingranaggi che sono in modo si mostrino l'emergenza nasce la divergenza di chiusura senta onorevole Violante mi pare che lei tragga delle conclusioni molto allarmanti per il futuro da questa analisi che fa del cioè io credo che siamo siamo alla vigilia di una fase di guerra
Ma di quella vera
I corleonesi solo un gruppo di comando politico militare
Che molto nuovo rispetto al passato uccidono e vanno avanti senza quel senza mediazioni politiche l'assassino di vino vuol dire questo utili che rifiutò mediazione politica vogliono andare direttamente loro al nodo delle questioni loro
Allora lei pensa che
La mafia
Di per sé faccia dei ragionamenti politici no che ci siano come dice
Dissennato Orlando delle forze politiche esterne che influenzano l'atto che non sta dando bisogna chiedo all'Ufficio sembrava dico arriverà perché appieno prima di corrente no no io dico che la mafia e la mafia fa dei ragionamenti leggerlo cioè
Immagini
Ora poi dove poi quali siano i confini della mafia poi Geraci queste cose le conosce molto bene bisogna vedere dove dove comincia la mafia dice la politica su cosa un po'per complicati da lecco Galli Della Loggia segretaria fa parlando su Vassalli
è abbastanza chiaro
La e riorganizzate abbastanza però guai con Orlando però allietar però come se noi ci aspettiamo che c'è una serie di non era solo per mettere una lasciamo finire l'aggravante però dire che questo tipo di gruppo di fuoco di tipo militare che Corleonesi
A e specifico e diverso rispetto al passato con l'accetta mediazioni politiche se è stato in grado di fare quel tipo l'attentato credo che andrà avanti
Ora noi o siamo in grado di reagire come dire con la determinazione analoga sul terreno della legalità ma con la determinazione di manovra oppure rischiamo di avere davanti nuovi assassini e credo che il prossimo in questo quadro non debba non possa che essere un politico
Un politico provoca questo sogno riguarderà un politico secondo me va io in base naturalmente all'analisi ma dei fatti e del comportamento presunto dei Corleonesi quando lei dice dobbiamo attrezzarci per questa fase di guerra che si è aperta
Lei pensa che la idea della Superprocura la quale fa alcune allegato una parte diciamo che il suo lavoro
E quindi l'idea di un accentramento delle indagini e delle funzioni inquirenti
In un ufficio in ufficio romano sia come dicono molti magistrati ma poi ci arriveremo
Non pericolo di subordinazione della magistratura il potere politico oppure uno strumento in più nella lotta contro la guardi che io non sono d'accordo sono stato colosso superprocura pensavo quale pensare mio partito ad un altro strumento
Però ora c'è bisogna farlo funzionare la cosa peggiore tenere istituzioni appese in sospeso
Ora c'è io non sono d'accordo però vediamo facciamolo funziona meglio se funziona così siamo sbagliato se non funziona lo cambieremo ma facciamolo funzionare come
Sgarbi volevo dire qualcosa sarebbero
Decadono e dice
No qua ecco vorrei evitare che colpisce ciò cinque morti sui quali evitare questo tipo di polemica un po'squali vanno e andare invece a lei da Mondadori credere una Conoco voglio sapere che tipo di auto ci porterete
Come si può serenamente affrontare questo problema che gravissimo senza fare queste polemiche su internet veramente di Sora sollievo di Monterrey però guardiamo le cose vere vorrei chiedere al professore messo Galli Della Loggia che aveva polemizzato con l'articolo in cui Luciano Violante aveva risposto questa tesi
Si è diciamo soddisfatto di queste spiegazioni ulteriori OCSE
Giuliano no naturalmente arrivo subito mi sembra che
Violante parla della mafia come di un partito politico io non ho questa immagine la mafia non credo che la ma che sia questo se le sue parole chiare sin qua per favore
Se le sue parole hanno un senso e l'unico senso che riesca attardi e che praticamente il presidente la Repubblica italiana è stata eletta dalla mafia
Cioè che Scalfaro se queste Corleonesi sono hanno un cervello un brain trust di politologi vogliono ambire al potere sono praticamente un partito politico organizzato che decide di intervenire sulla elezione Presidente Repubblica
Dovevano capogiro marinai o dice Pamela apre il libro che il loro gesto affettando le cose lanciava le candidature istituzionali cioè Spadolini a Scalfaro che alla fine è uno dei due sarebbe stato eletto come accaduto
Cioè praticamente dobbiamo arrivare alla conclusione
Partendo dal
Punto di vista Galante che il presidente Repubblica Italiana e state letto no per effetto dell'onorevole Pannella come ho sempre anche della Pannella grande elettore sponsor
Fin dall'inizio forse collegate Corleonesi
Forse c'era un po'gli hanno capito qualcosa e onesti cioè dell'irrisione e della inabilitazione è una polemica per questo noi non hanno però io vorrei capire appunto
Vorrei mi spiegate
Come se c'è stato un intervento politicamente consapevole e deciso di intervento sull'elezione del Presidente adesso lo chiederemo anche al Ministro degli Interni un attimo procederò già fede dimmi
Guardi ad un anno non c'è nulla da Carlo Palermo che vorrebbe intervenire un po'che voleva intervenire dissi ma prego volevo precisare che mi pare
Un po'superficiale il fatto di indicare fin da adesso o cioè che dovrebbe essere il responsabile della strage
Di Palermo credo che avere indicando il clan Madonia sia un qualche cosa che forse può fare riferimento alla zona in cui è avvenuto il fatto ma
Io vorrei ricordare innanzitutto che ogni qual volta sono stati compiuti atti di questo genere sono si sono verificati sempre
Per necessità necessità in quel determinato momento
Credo che questo ma quindi mi scusi onorevole Palermo questo vorrebbe dire perché ho letto l'intervista di Borsellino questa mattina
Lo hanno ammazzato perché poteva diventare sui Procuratore della Repubblica oppure perché poteva diventare addirittura ministro dell'interno no lei pensa questo è lo stato di necessità io ritengo che le qualità personali di Giovanni Falcone quello che lui ha compiuto per una vita intera come magistrato sì e le sue potenzialità che poteva esprimere
Nelle varie qualità che avrebbe potuto rivestire costituivano oggi nel momento attuale a livello personale un fatto di pericolosità
Cioè
Tale da determinare la sua uccisione in questo particolare momenti grazie vorrei sentire un attimo solo il parere del ministro l'interno su questa questione molto importante insomma
Ma mafia e una cervello politico
Ma nei fatti errori su un organico come siano le Brigate Rosse con la loro dimensione strategica io e sceglie i momenti in cui portare l'attanaglia valuti evadono parlato niente più sedi in Parlamento e fuori
La mafia è un'organizzazione tesa a fare soldi a fare affari
Cioè e una organizzazione criminale
Che
Per la infine della dei soldi dei soldi italiani dente fa tutto e si organizza nel modo che utilizza tutte le tecniche possibili cambia a secondo degli obiettivi che ha di fronte
E non fa niente se non
Con una condizione estremamente mirata ai suoi interessi speci
Il dato quale
E che nella misura in cui questa associazione viene contrastata dallo Stato
La mafia a un problema
Quello di
Intimorire
E quello di mettere in ginocchio coloro che tenta
Di
Interrompere i loro affari interni
E internazionali l'FP la ritorsione dello Stato letta articolarmente fortepiano
Questo quando c'è fra fase è una non voglia fare una polemica Caracciolo ed è anche veramente fuori luogo
Cioè io dico e questo è la condizione che la gente deve sapere tutti noi dobbiamo sapere gli operatori devono sapere i cittadini devono sapere
Che di fronte a quel tipo di organizzazione
A quella potenza economica a quegli accordi internazionali se noi alziamo il tiro volendoli colpire
For
E allora battiamo in galera quelli che sono messi fuori con un decreto legge improvvise e alcune azioni che in questo momento sono state fatte comunale questo evento
E qualcosa che rientra pura rientrano vengo le cose fatte non alla Superprocura alcune indagini quelle che sono state fatte e gli arresti usato i fatti a Trapani e Agrigento andate a rivedere e andate a rivedere anche in questo ultimo tempo colpite
Dall'
La cosca vincente
Per la prima volta c'è non la cosca perdente ma cosca vincente che viene tutto questo agente scatena una reazione ed utilizza tutti gli strumenti ed ottime dagli affetto scusi terra l'effetto è un effetto terroristico cioè questo è un aspetto
Destabilizzante nel senso che
Mette paura i magistrati
Mette paura le forze dell'ordine e crea scompiglio e tutto quello che stiamo tenuto in questi giorni scorsi pere e che noi stiamo celebrando tutte insieme
E
Quello
Che serve ad amplificare e a creare una condizione interna e internazionale non dimentichiamo beh non stiamo giocando quelle con i piccoli
Con la con la letteratura e con gli affari lo trovate l'editore
Polli oppure sono piccole organizzazioni locali
Ciò organizzazioni rispetto alle quali
Bosh nel fare il
Bilancio dell'azione contro
Narco tanto tra Stati Uniti e Paesi latinoamericani ha detto abbiamo perso
Una battaglie in questa guerra allora o ci rendiamo conto che è una guerra di questo tipo e la gente non può avvenire
Contemporaneamente
Botte piena e voglio operaia abbiamo da questo punto direi giudizio aveva capito voleva devono
Io
Non sono d'accordo con me
Con Scotti su un punto che è un punto importante tutte le organizzazioni criminali tendono a fare solo
Dalle piccolo oscilla dallo scippatore
Tutti tendono a fare seminari Barbara qual è la particolarità della mafia rispetto a tutte le altre occasioni ho già dal collega no per i collegamenti con la società e Novara dove l'Italia no scusami e valenza polline strumentale al e no no scusa me è valenza politica non nel senso io
Ho delle riserve sulle cose che ha detto
Violante
Valenza politica nel senso che cerca consensi
Che c'è chi ha quindi voti che ha rapporti molto rapporti è con me il potere politico con me con forze politiche e con né apparati pubblici a livello a a vari livelli
Quindi questa è la particolarità della mafia perché se non fosse questa la mafia
Sarebbe un a una organizzazione Mariapia Pazzini per fare gli affari allora ormai in radio ricorderà c'è questo intreccio Nomentana perché non sono d'accordo che non esiste negli USA in quale punto all'
Sono d'accordo finale non è che con INEA amena regolarità non sono d'accordo a fare affari sinistri reali ma la Ferrari ma solo a farlo che hanno attinenza con anche la polizia
Lucio De Francisci veramente stretti collaboratori del giudice Falcone come lo ricorda
Ma
Lo ricordo come gran lavoratore una gran persona perbene e come ovviamente un grande maestro una persona a cui io ho imparato tanto
Che speriamo che non sia molto invano ecco molti dizione che Falconera tradito non da Roma Terranova riveste l'ennesima infami che hanno detto sul fronte comune l'hanno ricoperto di fango invita
Forse ora
Io spero che tutti quelli che
In buono in cattiva fede
Andranno in passato parlato male di Falcone ne traggano e motivo di riflessione per il prosieguo del lavoro della nostra vita cioè prende
Ci conto che quello che si è detto su Falcone avrebbe schiantato un toro avrebbe
Avrebbe ucciso chiunque lui pur soffrendo molto è riuscito ad andare avanti diceva che in questo palazzo dei veleni ci fossero che nemici di Falcone che amici
Ma guardi amici probabilmente ha sempre avuti molto pochi nemici qualcuno indifferenti moltissimi e io spero che gli indifferenti diventino almeno dopo la morte di Falcone suoi amici
Devo dire lottare contro la mafia ed essere attaccati al potere politico
Che vuol dire che chi fa questo mestiere non è affatto divertente e si trova il nemico in casa o si trova sparato alle spalle dica un po'lei se seppur lavorare tranquillamente
Perché la mazzata ma guardi secondo me perché non lo volevamo a capo della Procura nazionale antimafia sembra una risposta banale però secondo me non lo è affatto
Chi ha pratica di questo mestiere sa quale sarebbe stata l'importanza e la Procura nazionale antimafia con Falcone alla testa e soprattutto con Falcone a capo di quell'ufficio con un ministro di Grazia e Giustizia dalla sua parte in tutto e per tutto
Ecco affrontiamo senza polemiche però
Incandescenti e senza cedere diciamo al
Al allo spirito allo spirito di rissa questa questione lo dico perché non è proprio la serata in cui bisogna fare
Regali alla mafia e non sono giorni in cui bisogna regalare alla mafia
Un eccesso di divisione c'è questa tesi che abbiamo appena sentito dal giudice De Francisci Falcone non è vero che aveva tradito la lotta contro la mafia che aveva smesso di lottare contro la mafia
Falcone era invece
Nel nel centro diciamo e nella prima linea de la lotta contro la mafia in quanto candidato alla Superprocura della
Repubblica questa tesi la dice De Francisci da dice Paolo Borsellino oggi su tutti i giornali
L'ha detto il ministro di Grazia e Giustizia la ripetuta in altra forma con le sue parole qui davanti a voi il Ministro dell'interno Falcone ucciso perché
Con lo Stato e per lo Stato si batteva contro la mafia c'è un'altra io voglio sollevare questa dizione perché poi quella
Decisiva che è stata portata adesso sentiremo anche Palermo Carlo Palermo da da Milano da collegamento con fede cioè c'è un'altra tesi che dice Falcone è stato ucciso
Come lei ci dà oggi una intervista di Leoluca Orlando la stampa dal regime
Falcone è stato ucciso
Da
Quelli che comandano in Italia
Da
Qualcuno che lavora per conto della classe dirigente da qualcuno che ci governa questa tesi drammatica disperata
Qualcuno dice dissennata qualcun altro dice
L'unica tesi possibile autentica veritiera che non è per intenderci la tesi che ho esposto prima Luciano Violante ma è comunque una tesi con la quale dobbiamo fare i conti
è stata duramente contestata fra le altre da Mario Pirani che ha preso la penna scritto sulle pubblica un territoriale l'avete sentito citato anche da Martelli molto duro Pirani
Questa tesi
Perché non la convince perché
Ma io credo che su questa tesi non si debba nemmeno spendere molte parole Tricomi con queste parole per io sono d'accordo per esempio con quello che ha detto Violante sul carattere politico dell'azione mafiosa però penso che la mafia accascia politica in sé perché
Non è solo organizzazione di affari che è un'organizzazione che per fare gli affari
Deve controllare il territorio
Deve controllare i sui rapporti internazionali deve dimostrare che lo Stato e inefficiente devi intimidire e terrorizzare gli eventuali emendamenti
Deve assicurare l'omertà di cittadinanza intere tutto questo implica la necessità di dimostrare costantemente che lo Stato
Non ce la fa e inefficiente e battuto su questo è diverso perché da qui ma io caro a motivazioni io così come quello che penso però che l'ha mai a partire
L'attentato a possiamo già farla di farmi parlare di natura uno scenario diverso no io penso che la mafia da questo punto di vista abbia una sua
Sensibilità politica e agisca politica Martina ri-profilato questo testo io ho idoneo ad una questione che secondo me non possiamo mica una parte come se fosse una clava questione sono cerco di spiegarle perché vedono Orlandi che in televisione io ne ho fatto esperienza Costanzo Show lunedì sera
Moltissima gente che spesso sono parenti delle vittime della mafia spessore
Sono persone molto sincera e che ci credono che lo dicono con un'incandescente forza emotiva dicono questo e quindi la gente che sta case che guardava la televisione adesso dice ma
Questo Falcone l'hanno ammazzato quelli che comandano questo Paese o la Manzato la mafia perché in qualche modo il rapporto con la convergenza di cose lo errare alle industrie ne
Il capo della Rete Leoluca Orlando con alcuni quale lui guarisce addirittura che la candidatura leggo la candidatura di Giuliano Vassalli risponda questo dissidio disegno politico
Che nel sud come del nord e si fonda sull'occlusione tra politica e mafia
Fallita la candidatura Vassalli avrebbero la definitiva sconfitta di Craxi porta la sconfitta di questo disegno
E il per cui ben usato Falcone basco qualcuno si è trovato a rischio Italia insomma questo è quello che parole quello che ho cercato di spiegare agricola con queste esemplificazione qualcuno che vuole raccogliere agli ma sì e chiarezza che abbia un fondamento forse Carlo Palermo velario dei giudizi talmente aberrante che rinviano siciliano Palermo io però voglio anche come ricordava gli
Che oltre a Maddalena c'è Francesco Misiani Prisco Misiani
è stato il braccio destro o sinistro
Di di Domenico Sica un'era di maggio l'altro in anni sei anni è rimasto sempre nell'aria un interrogativo me lo ricordo la cronista perché è stato smantellato il un antimafia
Diretto da domenica sia comunque risponde Palermo
Granatieri laddove
Tanto per cominciare vorrei
Vorrei chiarire che le parole che sono state dette da Luca Orlando in un'intervista problemi
Quindi delle sue parole corrispondere Duilio personalmente in un
Alternativa alle due ipotesi affatto Ferrara
Io credo molto più realisticamente in un'altra
In quanto non è detto che si debba solo e soltanto essere pericolosi perché in futuro ci sarà una superprocura e si potrà essere a capo di questa superprocura o essere i ministri
Si dimentica che Giovanni Falcone per decenni ha acquisito conoscenze e dati
Sulla mafia e sulla criminalità nazionale e internazionale che questi sì
Sono delineando per i dati rilevantissimi importantissimi e che oggi in particolare il motivo primo perché nell'ambito della magistratura di sono delle inchieste che assumono una particolare rilevanza
Alla luce dei dati che Giovanni Falcone aveva acquisito in passato
Si introducono delle ben diverse tematiche dei ben diversi problemi per i quali Giovanni Falcone oggi e è diventato pericoloso e quel posto che ricopriva al Ministero di Grazia e Giustizia poteva essere un posto
Pericoloso per lui
In quanto per la sua debolezza in quanto attaccato da una parte della magistratura delegittimato di fronte invece a una magistratura che andava sempre più
Ha avuto legittimante sì
Con le capacità espressive invece derivavano dalle tue nozioni dalla dalla sua possibilità di mettere insieme rammenti
Che erano cento cento solo quindi lei rispetto a quelle due alternative che le dicevo hanno non è d'accordo con la tesi di Orlando mi pare di non sono d'accordo con quello che ha detto
Vorranno io credo che Giovanni Falcone è stato ucciso perché oggi sarebbe stato in grado di mettere insieme dei tasselli
Che composti avrebbero potuto smantellare il sistema perché era il nemico numero uno della narrazione
Audiremo mediare se questa era la ragione della necessità di una rete una lettura
Investigativa
Nazionale il concessionario alcune che sapeva tutto alcune questioni che consentiva di
Potere accogliere tutte le interconnessioni tra il dibattito esistenti in azione della NATO depuratori del di una categoria è stato negato
Farlo un animo Palermo scusa un attimo è stato operato un fatto Falcone
E il dagli Stati del PUC lavoravano colui sono gli unici
In tutto il mondo che è un processo sono arrivati a far condannare fino in Cassazione
Allora una manca una ventina di ergastoli
Che sono stati ormai denominati i mafiosi non è mai venuto la magistratura italiana direi ha il coefficiente Carnevali dell'ASI della soluzione l'unico che ha fatto condannare come il suo metodo con l'organizzazione di Putin e per questo voleva fare la Superprocura
è arrivato al
Far condannare e imprigionati ma più ma calura idee palesava mi ricordo che nella nell'omicidio c'è una componente di vendetta perché io sono molto d'accordo
Cioè lui ha fatto condannare e chiesta e c'era stata e c'è stata ricordiamocelo a gennaio mi pare la sentenza definitiva della Carlo articolato su una della cassazione
Quindi c'è un elemento ravennate in carcere vivente TA è un elemento di prospettiva
Ci sono cento delle inesattezze
Perché dal dicendo delle inesattezze la sentenza della Cassazione non è definitiva ha rimesso davanti ai giudici dal eresie salutavate consegnati arrivare sinergia no no no se facciamo così non è io penso no no e ordina MWh assenti hanno preso azzardate se facciamo così non capisce via per risolvere va bene era un'impressione io stavo dicendo scusata ha fatto di mettere in mano
Nuovamente allagate che la gente non capisce niente attrattore mettere lei mani nuovamente solo al sulla cupola compiuto lagnanza diciamo così cioè
Cioè ora quindi c'è un elemento secondo me diventata e io sono d'accordo con Palermo c'è
Ci sono gli elementi non ripeto le cose che aveva detto che sono ecco io vorrei fare una normativa su un'altra cosa volevo dire
Su una questione che all'epoca avevamo detto violenta e con la qualifica non mi convince è un attentato preparato e non è seguito per per aspettare un'altra data
Quando un attentato se ritiene che possa
Uscire
Io non credo che loro inviavano per aspettare chissà quale altra data
Nel momento in cui è avevano la possibilità di eseguirlo e sapevano che poteva riuscire l'avrebbero senz'altro e sei ecco io però voglio ancora insistere su questa questione perché a me non piace passeggiare per le vie di Roma
Fare la mia attività di giornalista lavorare incontrare la gente le persone in Transatlantico a Montecitorio
Vanno selezione il Presidente della Repubblica andare sottobraccio con Pannella salutare Mario Pirani scrivere sui giornali mentre diciamo lo Stato vero organizza stragi di mafia
Allora siccome siccome ripeto questa è una tesi che non
Un singolo esponente di un piccolo inciso politico rispettabile movimento politico come la Rete ha sostenuto ma è una tesi che circola e che subito ha preso a circolare in un Paese in cui tra l'altro la storia della strage di Stato a evidenziato per molti anni per per per decenni che c'era insieme
Qualcosa di vero di profondamente vero ma anche molta mitologia io sono molto preoccupato perché se passa l'idea che Falcone
E è vittima del regime allora io non vedo come noi possiamo continuare a uscire di casa la mattina prima di tutto senza scontare cinque in faccia quando ci guardiamo allo specchio definite dal e poi e poi quindi volevo chiedere a Sgarbi che
Diciamo a entrato dentro la società politica romana da da tra pochissimo come come deputato che cosa pensa lui anche come uomo di comunicazione del fatto che questa tesi ha cominciato a dilagare nel nostro Paese
Penso che la la dominante di chi parlare la confusione mentale confusione data dalla realtà e anche dal livello mentale medio di chi parla di cose che conosce malamente me compreso mi fa piacere che sia una smagliature della Rete perché
La cosa che ha più stupito che non è stato il primo a parlarne con alcuni socialisti che stavano
Lì per eleggere il Presidente quell'intervista che forse il pubblico non ancora ben capito dice letteralmente per riunita
Poi Leoluca Orlando dichiara se Vassalli fosse stato eletto Falcone sennò ci sarebbe morto il che vuol dire che il mandante della strage e Craxi questo concetto
E che Martelli è stato eletto con voti mafiosi questori
Fatti che sono parzialmente veri
Sul piano di una fantapolitica quindi tutto è possibile e realmente falsi perché che la mafia abbia agito a Palermo
E cosa che ci fa intendere prima di tutto un fatto che come ricevono tutti fin qui è un'azione di vendetta è un'azione che ha
Pasqua centrale operativa lì evidentemente come maggiore o minor potere
Che questo fatto abbia significato politico non è soltanto un'ipotesi di
Violante contro cui giustamente
Pone obiezioni Galli Della Loggia ma l'ha detto purtroppo anche un solo onere confuso come tutti quale Montanelli ha detto non mille rettori ma mille chili di tritolo ad eletto Scalfaro ora io ero lì dall'inizio
E so che Scalfaro
Era nella mente rinvio Pannella ma era anche nei fatti cioè sarebbe stata alla fine una candidatura istituzionale
Forse Spadolini forse Scalfaro Spadoni è stato ucciso in realtà
Più di Falcone da Scalfari cioè la Repubblica che lo ha dato per papà quando quinte c'è stato lì è un fatto fondamentale che l'unico elemento politico in gioco e cioè che
Il PDS
E il PSI cioè partiti di sinistra adesso però no no va preme non è questo ma quando c'è una strage identificava lo Stato nella DC quindi se ha avuto un'influenza politica
Questo atto della mafia lo ha avuto soltanto su destinando emotivamente un partito
Che teoricamente poteva votare Spadolini
Ma che non entra in cui lo Stato e colpito fa l'equazione è stato dici dall'allora vota Scalfaro questo secondo me è l'unico effetto diceva giustamente Scotti non è
Il mandante dello Stato lo Stato è la vittima comunque che poi ci siano alcuni Ivano agricola differenziato tra declinano le stasera questa fino adesso parte molti di voi stanno sostenendo questo ma domani sera
Assaporano tanto sulla mozione molto probabilmente diciamo la tengo femorale ricorrente sarà guardate dentro lo Stato perché la Margherita lì non lo dico con grande lo mettono il loro lavoro giornalistico barconi cerco di avere una ineriscono cerco di essere come io ho anch'io per spiegare
Un minuto
Attenzione alla gente
La mafia
Sì insinua dentro per fare ICF ha bisogno di chi diaria i suoi interessi
Il
Cose pubbliche
Organico di poche istituzioni istituzione sulla politica la vita sociale la vita economica abbiamo sentito se l'AGCI che diceva il duro fare il lavoro di magistrati quando ti pugnala un'altra ora quelli che proprio la manutenzione Pascarito dei francesi attenzione
Questo e il tentativo
Che la mafia fa continuamente in Italia il dunque
Tenta
E legata a fare affari e a raggiungere i suoi obiettiva ma noi facemmo o una un favore
Alla mafia con tutti i ragionamenti che abbiamo fatto che che sono state le ha riportato da parte Ilio Luca Orlandi
Perché che cosa viene fuori in una come
Immagine finale non l'immagine finale e quella del che di che che la gente tutti immediatamente vanno istintivamente
A dire questo è la condizione dello Stato questo è la strage fila distacco
Sentite io adesso pongo due questioni molto concrete al Ministro dell'interno perché poi insomma Stato e mafia Stato e mafia non è un tema la tavola rotonda prima questione concreta
Signor ministro si dice si ripete autorevolissima mente ed era anche l'opinione di Giovanni Falcone che l'aeroporto di Palermo che è una società a gestione pubblica compresa la sua
Faccia bene attenzione proprio dico Società di ristorazione
E in mano non so in che forme in che modi attraverso il meccanismo degli appalti attraverso la gestione del
Personale io questo non lo so e non lo posso sapere non lo
Però è in mano alla mafia è in mano alle cosche
Due domande vero o falso se è vero
Lei che ha sciolto Consigli comunali e che ha fatto interventi dell'esecutivo diciamo anche di natura diciamo eccezionale
Perché non provvede visto che tra l'altro l'aeroporto di Palermo e uno
Dei
Punti che sono indagati come possibile snodo diciamo l'arrivo di Falcone la talpa la telefonata l'attentato
è vero o non è vero prima domanda
Se lei già questi elementi
Di dire c'è un procuratore che sta a Palermo ascoltano non è che io questo io non ho letto sui giornali i titoli dei giornali c'era procuratore no perché gli ho detto in atto ha bisogno che facciamo letteratura c'è
Il procuratore a Palermo io lo invito
Procuratore Giammanco a prendere atto di queste cose che fatti e di procede perché su questo terreno è tutto l'aiuto di polizia giudiziaria ce la fa tutto in tutte le direzioni
Perché su queste cose non si possono scherzare i fronti a milioni i cittadini che ciascuno
E io nella mia responsabilità preposto e di
Io le chiedevo comanda responsabile una secondo me lo dà secondo noi proprio in questi giorni stiamo soglie Consigli comunali dei tre Comuni vedi caso
Che sono lei lungo voto una strada la strada capaci in modo particolare perché abbiamo constatato
Sulla base
Delle indagini compiute che c'è un problema di controllo del territorio e di perdita di controllo del territorio da parte
Delle
Amministrazioni locali quindi è compromessa imparzialità e vanno sciolti questo e misura non
Legge perché ha detto che hanno libertà lo so bene lo so bene che non sono istituzionali non cose Daniele signor ministro una seconda domanda è questa forse ancora più delicata della prima anche perché noi tra poco vedremo
Una bellissimo servizio sugli agenti di scorta della questura di Palermo cioè su coloro che in qualche modo
Esprimono ciò che hanno espresso con il loro sacrificio Vito Schifani andrà Rocco Di Cillo e Antonio Montinaro i tre caduti con Falcone e con sua moglie dell'attentato di Isola delle femmine
Quindi voglio dire noi vedremo una faccia della questura di Palermo che la faccia bella faccia pulita tra l'altro osservate le poi
Quelle interviste quando vi trasmetterò una faccia nonché Agnola una faccia dignitosa
Una faccia sofferente ma serena ma lucida e credo che la televisione debba mandare in onda quando è necessario le lacrime raccontare quando è necessario la sofferenza e dolore ma ogni tanto
In qualche il recesso deve trovare poi la forza di mandare in onda anche rapidità dei funzionari dello Stato che fanno il loro lavoro che tengono fermo diciamo un loro rapporto di lealtà con
Non con il sistema dei partiti che non è così la questione ma con
La comunità civile forse se posso usare questa parola malfamata con lo Stato italiano la domanda però è questa ed è pesante
Mi risulta che c'è stato un colloquio di Falcone con una personalità importante del Governo
Nel corso di questo colloquio Falcone a Falcone è stata apposta la questione
Falcone
Questa
Abitudine di andare a Palermo con una certa regolarità
Anche Andreotti nell'intervento in Parlamento ha sottolineato che c'era andato undici volte dall'inizio che
Hanno che quindi era
Come dire un'abitudine ho sentito varie inchieste no sentito dalla richiesta che era proprio lì considerato unanimemente il punto debole della sua sicurezza il ritorno in Sicilia in quella forma ripetitivo come ha detto prima Violante
Falcone avrebbe risposto non ci sono mezzi di perché il mio ritorno a Palermo di come dire di deterrenza rispetto a questo perché
Io ciò le scorte che partono dalla questura di Palermo e mi ascolti bene signor ministro la questura di Palermo e una groviera
Ora la groviera il formaggio con i buchi
Cioè una massa compatta con dentro con dentro
Dei buchi che sono stati scavati dalla natura in questo caso i buchi della groviera questura di Palermo sarebbero stati scavati dalla
Cioè
E piena di infiltrati ci sono infiltrazioni mafiose secondo lei questo inverosimile o no
Scusi per
Mi scusi nervose maturare la letteratura ma su queste questioni non è consentito che tra
Cioè
Ci sono i morti sono sulla quale cioè allora uno aggiorna leasing reazioni no
O a indicazioni sulla situazione della questura di Palermo i nuovi
Perché noi stiamo
Giocando ma
Questo non è in una situazione normale
Nel lei riporta giornalisticamente giusta né in cielo e che venga si faccia chiarezza su questo
Talpa non talpa tutti questi problemi oggi ci sono tecnologie e cose elementari doppio elementari dell'arrivo materiale di una persona
Sta e tesi conduceva è sufficiente e quando ce lo dica salutista senza bisogno dello ma non c'è
Che ho queste circostanze sono mille modi di contro secondo
Noi in questi in queste ore scusi doppio con grande scrupolo capo a Gorizia siccome abbiamo una condizioni presenza dell'Interpol a Roma in queste ore
Si è fatto tutto quello di indagini se esistono strumenti al mondo
Che possono consentire l'individuazione dell'esistenza su un percorso di determinante esclusi a distanza ragionevole per potersi fermare
Da quello che le indagini San gli strumenti tecnici non ci sono se non
Di dimensioni e con risultati estremamente
In inadeguati quindi
Dal punto di vista della possibilità di prevenzione di controllo io ho l'impressione alle indagini io dovevano fare tutta la chiarezza su questo punto non c'era niente da fare che non c'era niente da fare
E che la generosità e l'impegno delle scorte terribile perché noi continuiamo a usare le parole così come se fossero delle parole è senza significato ma sotto le pietre enorme quando ne siamo siamo in guerra sapete cosa diciamo agli uomini delle scorie e c'è il rischio dalla guerra
Quando usiamo delle affermazioni così forti come noi usiamo ma noi diciamo agli uomini dello Stato e io so che cosa significa poi tenere
Oggi in questo momento in una condizione di sufficiente serenità uomini che sono impegnati in guerra in questa direzione allora io prima di dire
E di affermare nella questori Palermo di fare tutte queste
Congetture io andrei un minuto con estrema cantano l'accordo sembra che rivedere araucana Rioveggio cioè un'ultima cosa attenzione le istituzioni non sono ma
Le istituzioni sono
Carne ossa sangue in errore
Tensione sono uomini
E se viene meno questa è la cosa se viene meno
Quell'attenzione necessari allo svolgimento dell'azione dalle forze dell'ordine della magistratura io qui vedo che noi diamo un contributo accolte irresponsabile alla inerzia
Indebolendo questa realtà urbana delle istituzioni facciamo vedere un attimo le dichiarazioni dell'avviso gli agenti che scorre la questura di Palermo e poi Pannella chiesto di intervenire prego
Antonio Montinaro Vito Schifani vado codicillo
Tennis tre colleghi
Altamente professionali solo due
Sono morti per
Non è ideale massacranti per difendere un segno
Giovanni Falcone che ha commissionato questa strage pensava di poter dividere la magistratura le forze dell'ordine si sbaglia
Perché noi
Offriremo sempre collaborazione incondizionata da tutta la magistratura mai quando
Andiamo
Prestare servizio
Non non ci si era mai la paura perché
Non è un sentimento che conosciamo a fondo
Siamo
Non coraggiosi forse anche un po'incoscienti
Però se pensassimo alla paura quello che potrebbe succedere cento bene avremmo abbandonato già da un pezzo la strage che è avvenuta
Sabato c'era
Dalla dimensione di come il
Potere mafioso presso Campo in una società dove accade quello che è accaduto ENI tre amici
Non non sia più nessun valore morale io quel pomeriggio scortato un magistrato
E ognuno di noi si poteva trovare in quell'auto nella camera ardente che
Hanno allestito al tribunale
E da tempo il Papa diritto
E in quel momento pensato che poteva esserci mia madre perché mio padre già l'ho perso quindi potrà esserci mia madre e accanto la moglie opposto di quella povera donna potrà esserci mia moglie le nostre mani le nostre compagne
C'è questa forte pressione
Ma la nostra è una scelta come una scelta quella di fare il magistrato e ho visto qua moglie ora l'attuale mondi
Vedo qua dell'amico Schifani che piangeva in una maniera disparato
Non
Minimamente lascia sempre queste due maggio quando me la presento e in quel momento
Io come cattolico dovrei perdonare
Ma non posso perdonare
Perché non si può morire in quella maniera non si deve morire
Quindi non si può perdonare
Pannella
Ma noi abbiamo in contesti molto diversi
In Gran Bretagna
Episodi
Devo dire
Assolutamente grave
Non sarà proprio il caso di Giovanni Falcone ma le abbiamo avuto sei sette anni fa
Posso saltati per aria degli ammiragli del Governo degli eroi della parte
Nella fra Spagna franchista
In generale Carrero Blanco Presidente del Consiglio si è fatto trecento metri dalla Spagna franchista dell'ordine
Ora cominciamo col dire che nella società moderna
Quando organizzazioni criminali grande
A tempo indeterminato
Devono ammazzare una persona
L'AMA
Dov'è la salvezza relativa e che il tempo indeterminato deve essere usato
Come non sono stati usati D quarantasette giorni e di Aldo Moro
O i quarantasette mese quarantasette altri per cercato
No di colpire interni di polizia
E questo
Eccesso di dignità dotato di Enzo Scotti pare
Quel sistema appunto le scelte
Della partitocrazia
Che è associazione per delinquere spesso rispetto a diverse cose
Rispetto alla legge scritte questo dobbiamo dirla io ritengo che sento dire persone che all'opposizione del Governo all'opposizione dell'opposizione normali
Perché Enzo Scotti qui presente e il Ministro di Grazia e Giustizia Claudio Martelli letti ritengo siano stati ottimi ministri e lo siano relativamente
Alla situazione che dobbiamo
Lealtà mela impone
Non dobbiamo avere e non so se nelle nostre file Luciano lo avremo della posizione de
Governare anche più capaci nel contesto dato allora tutte queste grandi discussioni io credo sia un errore ma devo dire insomma così come lo dissi aperti
Perfino dal momento che il giudice lustro Durso eccetera ed evitare che alla legge
Non adoperata la parola guerra dalla nostra Costituzione la parola guerra è individuata in un certo modo se no ha ragione Gianfranco Fini della loro demagogia sbagliata questi non sono combattente sono dei disperati ed infame
Che non hanno più nessuna regola quindi non è guerra non sono combat sono dei criminali di questo tipo
Se voi alzate troppo il tiro scusatemi
Ferrara fa il suo ebbene il suo mestiere la situazione qui
A noi che abbiamo responsabilità più o meno istituzionale a mio avviso
Non dovremmo cadere nella trappola di fare poggia chiara da caffè cioè nel senso che da un evento prima e un anno di indagini di cinque dieci immediatamente precari scusare Giovanni Falcone a me per esempio mi suggerisce una interpretazione
E più sono concrete e limitate più di condizioni
Dice Falcone agricola dice Falcone nel momento in cui se ci sono queste tensioni corleonesi quelle differenze
A questo punto avanzo un'ipotesi intenzione sofferenza se così si può dire hanno raggiunto un altro dato di intensità all'interno di Cosa nostra la concorrenza tra vincente per
Un attentato spettacolare
Un omicidio eccellente questa libero di Falcone anche se è un sogno contro un rappresentante dello Stato
Ma anche contro altre potrebbe fungere da elemento pacificatore necessario tra le due anime che si contendono la mafia
I palermitani decisi a prenderci una rivincita i corleonesi che nell'ottantadue hanno sottratto al capoluogo la videro che il sole perché dico questo perché io credo che dibattere come vi ho fatto questa sera
Un grave errore non della conduzione ma di noi tra virgolette politica responsabile
Io se dovessi dire adesso non dico invece voci
Io sono spaventato del fatto che si discuterà accade che affidata Caltanissetta per motivi legali
E io di Caltanissetta ho presente la infame sentenza contro la quale solo Peppino Di Lello ha scritto qualcosa sul manifesto sulla vicenda Marino
Sulla vicenda del capitano Scala immonda sentenza immonda
Sono due o tre ebbe
Io ho il terrore di Caltanissetta peggio ancora che per Salerno con la prova appello
Per tutte le vicende non ci sarà un'accusa no no no guardi devo dire io lo dico io e lascio andare qui è pieno di magistrati c'è ma va bene non ce ne sono mai cessata Cassa ci sarà firmeranno ad Ancona quelli che ci sono
Io dico che da lì è venuta a chi e dall'uno dall'altro
Una sentenza infame sul caso Mario non posso raccontare perché perché ma molti magistrati
è solo un magistrato italiano caso Marino perché deve essere solo un magistrato e non bello i tre minuti polemico però solo ma qui solo un magistrato italiano perfino Di Lello grazie a un giornale come il manifesto
A prodursi ecco e lì va il caso io penso che Borsellino naturale candidata al fratello maggiore ferroviario da far deputato
Della sostituzione di queste cose no di Riva Regione scusi onorevole Pannella c'è un pubblico che vuole capire
Lei dice a Caltanissetta provato che le sentenze il mondo e dunque la procura Caltanissetta non è abilitata io non dico è unanime guerra io non dico inutile operare perché la sentenza di cosa alla quale però
Ecografici appaiono un'armonia fallire prego Marconi essendomi io non posso però io auto non ha no-fly posso dire che noi C.S.M. no
Non attuando aliene semmai ripeto da anni balcone
Si era assunto alcuna responsabilità
Non posso dire che oggi almeno su una cosa siamo tutti d'accordo
Che non è vero che Giovanni Falcone sia l'appalto l'auto attentato che non è vero che Giovanni Falcone si era venduto al Governo
Che non è che fare grazie a voi per tutte queste immonde cazzate
Di quel nodo di vipere da un bel romanzo di Mauriac al quale è ridotta all'istituzione
L'istituzione
E diciamo magistrale italiana e siamo stati zitti per far durare da un Presidente Repubblica saprà imporre rispetto alla c'era azioni e a porcherie una terzietà che è necessario
Ma quindi voglio dire che abbiamo il COLAP proprio non li dovrà invece reperita non dove dice lui colabrodo è dappertutto perché perché non stiamo discutendo lui ha fatto un accenno alla polizia giudiziaria
Che ma
Ma in quale Paese Enzo con la Costituzione che abbiamo scritto che devi dare la polizia come direbbe tesi dirò tutta la polizia giudiziaria hanno bisogno
Perché qui con sulla Costituzione anche la magistratura non ha mai voluto avere un corpo di polizia giudiziaria autonomo che rispondesse rispetto alcune cose quindi voglio dire se prima oggi la Polizia giudiziaria dipende generando certo
No no io parlo del titolo all'unificazione dei POR per il reparto di pulizia su base federale regionalista in direzione di principio apposta quindi è super prefetto e agli altri matti come la politica è sub protette sulle procure è stato oggi votata dal nostro quello passato Parlamento ha ragione dovremmo si devono fare queste cose
Va comunque ritengo che non abbiano a venire così dunque Marco Pannella il ventisette maggio novantadue
Durante una puntata dell'istruttoria condotta da Giuliano Ferrara sull'Italia una dedicata all'assassinio di Giovanni Falcone con ultima registrazione dall'otto maggio di quell'anno
Qui invece sardi ascoltare la voce di Giovanni Falcone è uno dei suoi ultimi interventi pronunciato a Palermo
Su magistratura sua indipendenza sul luogo funzioni del PM
Dopo
Ecco dopo una moda di un che per un certo tempo è stata pressoché costante la moda della
Del linciaggio
Verso
La politicizzazione dei giudici
Dico linciaggio perché
Se è vero la denuncia della politicizzazione dei giudici in almeno entro certi limiti
Non è il linciaggio non è dura e non è che non è corretto uso strumentale che di questi
Di queste inevitabile di storture sono state fatte nel corso di questi ultimi tempi dicevo dopo una
Dopo un periodo di
Attacco frontale contro i giudici attacco che
Si è
Concretizzato nella
Non è che ha avuto il suo punto più elevato nella referendum sulla responsabilità civile ecco adesso con una
Velocità degna di miglior causa adesso siamo di fronte alla
Alla difesa ad oltranza della indipendenza dei giudici cerchiamo di vedere
Un po'
Un po'meglio
Di che cosa ci si occupa di che cosa stiamo parlando perché altrimenti si corre il rischio di ecco di fare quel solito ragionamento per svolga né che non ci fa fare un solo passo
Ecco barre trarre spunto da
è un articolo pubblicato oggi sul Giornale di Montanelli un articolo di Salvatore Scarpino che
Debbo dire abbastanza
Abbastanza pessimista nel senso che
I problemi da cui né
Focalizzati da cui messi in evidenza assurdo dire CIO
Non hanno ancora
Possibilità di soluzione in buona sostanza cosa afferma
Da un lato che fra il malaffare degli uomini dei partiti
E i cittadini su cui si scaricano i costi inconfessabili della corruzione è rimasta soltanto la magistratura
Abbiamo fatto se volete un notevolissimo passa avanti e se si pensa che
Fino a poco tempo addietro accessi
Addossarci si addebitava
Una
Cosiddetta supplenza
Che inevitabilmente è una stortura
Adesso invece si afferma che
Ermanno visuale che è mutato ma la sostanza del problema e non è mutata adesso invece si afferma che
In realtà
Tutte le strutture amministrative burocratiche di controllo sono soltanto o non sono mai state efficiente e di fronte al malaffare dalla politica rimasta soltanto il filtro della
Magistratura
Oggi ecco ribadisco
Dice
Scarpino non lo dimentichiamo perché altrimenti possono io
Fermo queste cose
Oggi da una parte c'è il politico governanti al legislatore amministratore dall'altra c'è il giudice è fra i due un nuclei ma di
Sospetti ed il rancore
è così mente da un lato
Una frazione della magistratura sia ammessa giocare alla politica avanzando pretese di impossibile una supplenza nell'azione di governo ecco che ritorna il discorso della supplenza dall'altro
Ho scandaloso lo scandalo delle tangenti e serve certamente per rinfocolare le polemiche
Con la conseguenza che secondo questo autore
I veri problemi non vengono non vengono affrontati
E quindi legittimi problemi di efficienza e di coordinamento nell'organizzazione del lavoro giudiziale giudiziario
Non vengono
Affrontati
Mentre per contro ecco il discorso molti
Politici vorrebbero io regimentare i pubblici ministeri per impedirgli di arrestare gli Assessori sgravi firmiamo insomma in buona sostanza
Siamo presenti siamo ancora una volta in presenza della storia infinita del reciproche
Ne che rende dei magistrati che addebitano al
Al potere politico di volerlo soffocare le l'autonomia l'indipendenza della magistratura per ottenerne una
Sostanziale impunità e dall'altro

I politici che addebitano alla magistratura una sostanziale
Un sostanziale straripamento dai ma i propri compiti né per
Ero già essi a
Una sorta di contropotere non legittimato da alcuna
Istanza popolare
Secca
E
E il problema
Diventa sempre
Più
Pressante
Perché
Vi sono diversi
Diversi orientamenti diversi settori di opinione
Per ora minoritari ma
Ma sempre più ascoltati che né che propugna uno che si rendono partecipi che si rendono e interpreti di una
Nuova concezione
Del rapporto il farà i diversi poteri meglio fra le diverse funzioni dallo Stato
Che porterebbe ad un
A un reciproco
Gioco fra lettere diverse funzioni dello Stato in maniera
Molto
Diversa molto differente rispetto a quello attuale
Mi riferisco
In particolare
Al
Con l'opinione della legge impara soprattutto al
A quanto ha recentemente recentissimamente scrittorio loro ideologo il professore Miglio
Che
Suo recentissimo libro come cambiare Venier riforme si occupa anche dei problemi della magistratura mi sembra importante
Ne parlarne perché
Credo che
Si tratta di
Affermazione che anche per l'autorevolezza del di chi non è scrive aveva DDT indenne manda avanti meritano di essere attentamente meditate
Ovviamente più
Cercherò di essere più breve possibile ma i punti né più importanti vorrei sottoporli alla vostra attenzione come si addice mille all'Italia si trova in una situazione paradossale
Avrebbe bisogno di una legione di magistrati efficientissimi come automi spietati e invece si trova dinanzi ad un'armata Brancaleone di persone per lo più poeticizzate compromesse con i partiti
E
Miglior parlare di
Soprattutto di due problemi che dovrebbero essere affrontate in cui c'è dubbi consista Mercurio ben debito pubblico un sistema dei
Dei motivi della scarsa efficienza della magistratura e soprattutto
Dell'attrito fra le diverse funzioni dello Stato
Dice la prima questione tecnica concerne non riassetto dell'organo di autogoverno dei giudici
Io ritengo che esso debba essere composto soltanto da magistrati debba avere competenza esclusivamente sulla gestione delle carriere del personale giudicante ed essere presieduto dal Presidente della Corte di Cassazione
Quindi l'eliminazione totale della
Politica della componente ha mai CSM e
Unicamente
Funzione di
Amministrazione della
Per la carriera dei magistrati la seconda questione concerne ecco questo mi sembra forse l'aspetto più importante del re
Ideologia ho delle idee di Miglio
Con cui cominciamo ad entrare veramente
In medias res ed è
L'ordinamento del pubblico ministero
Ecco premesso che gli organi di questa funzione dovrebbero essere nettamente distinti da quelli della funzione giudiziaria
Che ciascun ufficio dovrebbe essere organizzato gerarchicamente al suo interno
è che gli organi superiori dovrebbero poter avocare a sé nell'ambito
Territoriale della propria competenza gli affari trattati e dagli organi inferiori
I funzionari dal pubblico ministero dovrebbero avere una propria carriera distinta da quella dei magistrati della funzione giurisdizionale e non dovrebbero poter essere trasferiti ad uffici di questo
Il loro reclutamento dovrebbe avvenire per concorso vanno la promozione delle assegnazioni eccetera eccetera dovrebbero spettare al
Procuratore della Costituzione e al vertice
Di un ordinamento del pubblico ministero ridisegnato dal
Da un l'ideologia della legge
Individuata dal professore mi ecco adottando questo disegno si avrebbe un massimo di unità nella organizzazione nella gestione del pubblico ministero
E poi soprattutto questo
Far storcere naso apparecchi
è evidente
Che l'amministrazione della giustizia in Italia
Potrà diventare almeno insoddisfacente soltanto se si capovolge Rando interpretazione permissiva ecco perdoni vista dall'articolo ventisette dalla Costituzione quella secondo cui la pena devono tendere alla rieducazione del condannato
Le pene devono essere e tornare ad esser tante devono essere scontate fino in fondo
La rieducazione del condannato deve essere perseguita soltanto laddove quest'ultimo si riveli oggettivamente suscettibile di un siffatto il recupero
Nei casi più gravi contemplate dal Codice penale la sentenza di condanna in primo grado deve produrre immediatamente i suoi effetti costretti
La società diritto di difendersi contro chi attenta alle legittime prerogative dei suoi componenti
Ecco
Ho riferito
Non ha tardato un po'nel leggerli queste
Questa cosa è il tema perché
Ecco dovremmo cominciare
A renderci conto un po'tutti che c'è una fascia sempre più larga della società che ha una concezione ebbe rapporti tra le funzioni
Vedesse funzione allo Stato e sulla indipendenza e autonomia della magistratura
Che
Certamente
Non è
Consonante rispetto a quanto generalmente si afferma rispetto a quanto
Spessissimo sentiamo dire soprattutto in questi giorni
Come spesso con toni e con accenti e non
Privi di una certa retorica
Vi guidare
Queste opinioni
Il comma in maniera sbrigativa non si può attaché ad altro perché sono
Autorevolmente rappresentate quantomeno sotto l'aspetto quantitativo anche nel Parlamento nazionale e
Connesse si dovrà fare i conti in una
Prospettiva di riforma istituzionale cui secondo quanto tutti affermano dovrebbe essere dedicata
La
Legislatura in corso
Ecco allora forse che
Un approfondimento di questi problemi non solo utile ma io direi essenziale per ciascuno di noi per sapere
Soprattutto
Cioè anzi per cominciare di che cosa stiamo parlando e allora mi è sembrato
No utile
Soprattutto
Come introduzione a un discorso perché nessuno ha la bacchetta magica e problemi sono apparentemente semplici ma in realtà estremamente complesse
Ecco mi è sembrato opportuno richiamare sembra fortuna chiamare adesso alcuni alcuni punti da cui a mio modesto modo di vedere bisognerebbe partire per un ragionamento
Utile su questi argomenti dal punto di partenza non può essere che in
Massetto della magistratura complesso dei pubblici poteri quale disegnato dalla Costituzione
è basterebbe richiamare questi articoli per rendersi immediatamente conto come il problema sarebbe abbastanza sembrerebbe abbastanza semplici
Articolo centouno afferma che i giudici sono soggetti soltanto alla legge
La magistratura Costituzione do quattro la magistratura costituisce un ordine autonomo e indipendente da ogni altro potere
Il centosette
I magistrati sono inamovibili io centosette secondo comma i magistrati si distinguono tra loro soltanto per la diversità di funzioni cioè l'indipendenza
Interno e non soltanto estrema centonove
Un articolo che mio modo di vedere e di importanza essenziale e sul sul tuttavia
Anzi forse per ragioni ben intuibili su di esso non si riflette tuttora abbastanza l'articolo centonove ribadisco ripeto
Otto Rita giudiziaria dispone direttamente della polizia giudiziaria
Che significa tutto questo
Sono sembra
Abbastanza evidente che
è un sistema che è vuota attorno a una autonomia e indipendenza della magistratura
Per cui
Approva
Formalmente sembra che tutto sia semplice che sia già stato risolto
La magistratura non può in alcun modo essergli influenzata nel
Nell'esercizio dei suoi
Compiti istituzionali non ci sarà non ci potrà mai essere non ci deve mai essere alcun ministro alcun Governo alcun potere esterno alla magistratura che possa in qualche modo influenzare
L'esercizio della funzione giurisdizionale eh questo
Fatta Cerda altro è un principio di altissima democrazia perché serve a garantire l'uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge eccome corollari si richiama
L'articolo centododici
Che parla di
Che richiama il concetto di obbligatorietà dell'esercizio dell'azione penale tutti i cittadini
Devono essere trattati in maniera uguale quindi tutti coloro che commettono reati e devono essere ugualmente perseguiti
E sembra un una costanza di una costruzione giuridica
Intrinsecamente coerente e dotata vi una sua
Boggi cita
Ma se andiamo voi
In
A guardare un po'più a fondo un po'più in concreto ci rendiamo conto che
Fare un minor restando
Almeno nella mia
Prospettazione nelle nelle mie convinzioni il
Concetto di autonomia e indipendenza della magistratura poi nel concreto sono tali e tante
Le questioni che questo
Concetto di autonomia ed indipendenza che viene
Con tanta
Giustamente falsi portato avanti dalla magistratura e da vasti vastissimi settori alla società civile si trova a dover fare i conti con una realtà molto dura è molto difficile da
Affrontare
Ma soprattutto
Sono tanti
I quesiti che ci si pone
E che
Hanno trovato soluzione diversa immune diversi ordinamenti
è
Negli in diversi momenti storici anche nel nostro Paese ecco quindi una prima acquisizione
Questa astratto queste enunciazioni di principio di autonomia e indipendenza della magistratura devono
Fare i conti con uno
Tutta una serie di problemi concreti è la soluzione di certi problemi non determinata momento e in un determinato modo rispetto ad altri modi produce
Conseguenze di non poco momento ecco perché
Mi è sembrato sempre importante di avvertire che
L'autonomia e l'indipendenza della magistratura non è un valore anzitutto un valore che ne storicamente
Da valutare
Ma soprattutto
E un valore che ha una sua razionalità una sua giustificazione una sua logica una sua spiegazione
In quanto costituisce il nonno
Un privilegio di casta non è un privilegio della magistratura un'élite di funzioni riservato ad una inviti di funzionari dello Stato di inamovibilità andava
Io autonomia ma indipendenza sono valori oltre perché
Principi costituzionali che servono per
L'efficienza
Della
Magistratura non meno
Dell'efficienza della pubblica amministrazione in genere come anche ha detto più volte riconosciuto più volte dalla Corte costituzionale
L'articolo novantasette della Costituzione che riconosce il buon andare che in stabilisce che i pubblici uffici debbano essere
Organizzati in modo da assicurare il buon andamento della pubblica amministrazione è un principio che vale per tutti
Di pubblici uffici ivi compreso da la magistratura ed ha come poi nel concreto viene regolato d'esercizio della funzione giurisdizionale e soprattutto i delicatissimi rapporti nel processo penale fra pubblico ministero e giudice
Ecco da come tutto questo verrà nel concreto
Stabilito
Dipenderà
Nel concreto sottolineo ancora una volta il
Funzionamento la vigenza di questo principio di
Autonomia ed indipendenza della magistratura
E autonomia e indipendenza
Che se da un lato
Sono strettamente legati devono essere strettamente legati a ma efficienza dell'azione della magistratura dall'altro lato non significano affatto
Separate sa
Della magistratura rispetto alle altre funzioni
Sta dallo Stato io credo che prima o poi
Si riconoscerà
Che
Al principio dell'autonomia dell'indipendenza è stato attribuito un valore così meccanicistico di separatezza rispetto alle altre funzioni dello Stato che nel concreto
Determina una
De Nardo grossi problemi di nel funzionamento e di raccordo fra le varie funzioni dallo Stato
Credo che sia
Importante
Per cercare di capire
Che cosa accade
Rispetto al
Al funzionamento del Pubblico Ministero uno breve excursus storico per rendersi conto che
Ecco questi concetti devono essere calati
Storicamente
Potremmo cominciare dando ordinamento giudiziario del mille ottocentosessantacinque non vi preoccupate sarà rapidissima il in cui il Pubblico Ministero
Io
Batto sempre l'accento sul pubblico ministero e credo che finalmente un po'tutti adesso se rendano conto che il
Il cardine di qualsiasi
Riforma del non tanto del processo penale ma
Soprattutto dall'ordinamento giudiziario il
Il richiede il
Il concreto ma concreta disciplina del funzionamento del pubblico dal pubblico ministero quindi ritornando
Al mille ottocentosessantacinque ecco il pubblico ministero veniva indicato come il rappresentante del potere esecutivo presso l'autorità giudiziaria
Posto sotto ma direzione attenzione direzione del del Ministro della Giustizia
Nulla di scandaloso se è questa la stessa
Indicazione del pubblico ministero quale è la stessa costo di costruzione del pubblico ministero quale abbiamo adesso
In nell'ordinamento francese e di fatti e proprio dall'ordinamento francese che nel mille ottocentosessantacinque
Viene deriva questa ricostruzione all'ordinamento giudiziario del pubblico ministero in particolare in buona sostanza il pubblico ministero in quell'ottica non era
Altro che il l'organismo motori ma funziona rappresentava la fonte che esplicava alle funzioni e di rappresenta le attese del potere
Esecutivo nel processo penale in ordine all'amministrazione della giustizia
Ma
Se
Fra diverse
Vicende è questa vanno configurazione del Pubblico Ministero nel periodo fino al periodo immediatamente antecedente al fascismo le cose cambiano a mio modo di vedere cambiano impegni
Con il Codice Rocco con
La
L'entrata in vigore delle normative di di matrice
Di matrice fascista
E nel processo penale e nell'ordinamento giudiziario ed è
Singolare che
Questa vera e propria
Espulsione dei poteri dal Pubblico Ministero nel processo penale
Con loro in meno giovane si ricorderanno del
Ed anche i giuristi si ricorderanno del Codice novecentotrenta nel momento in cui
Era previsto prima della
Meritoria opera dalla Corte costituzionale era più o meno Pubblico ministero era in grado di
Prevaricare di condizionare non soltanto
Le altre parti ma allo stesso giudice istruttore e
Ed è singolare che
Questa accentuazione dei poteri del pubblico ministero
Vennero fatte
Convennero industrali te con parole che testualmente un richiamo non venga le parole
Che sono state utilizzate nel nuovo processo penale in cui il pubblico ministero a poteri enormemente inferiore rispetto a quelli del Codice Rocco cioè
Questi fatti quei poteri di allora queste norme regolamentazione per la sua funzione di adesso vengono giustificate sul presupposto della restituzione al Pubblico Ministero delle genuino luogo di parte del processo penale ecco come
Con le stesse parole si possono giustificare
Soluzioni diametralmente
Opposte
Bene
Come entrata in vigore dall'ordinamento democratico costituzionale

Si creano
Si crea in realtà una situazione di stallo una situazione di stallo che
Frutto
Di quel
Di quell'equivoco
O di quella necessaria
Contrapposizione fra
Culture di matrice diversa Carlo culture cultura liberale cultura cattolica cultura
Di matrice socialista del
Alla base della costituzione di fatti mentre
Nel testo della Commissione dei settantacinque il pubblico ministero era indicato come colui che gode di tutte le garanzie dei magistrati
Ente era questo concetto entra in crisi quando l'onorevole Giovanni leone il futuro Presidente della Repubblica presento un emendamento in cui si afferma che il Pubblico Ministero è un organo
Dal potere esecutivo
E la soluzione come spesso accade da noi e fra virgolette all'italiana il testo del il testo finale
E
Quello dell'articolo centosette quarto comma della Costituzione secondo cui il pubblico ministero gode delle garanzie stabilite nei suoi riguardi dalle norme sull'ordinamento giudiziario
Il perché
Porta alcuni
E si tratta di persone
Di sicura
Fede democratica a
Affermare che
Sarebbe possibile anche adesso sulla base della
Costituzione attuale senza violare alcun progetto costituzionale
Assoggettare del PM
Ha qualche ingerenza da parte degli altri poteri dello Stato
Vedi per esempio
Io ma
La soluzione
Famosa sempre fra gli addetti ai lavori del mille novecentosettantanove del professor Piccio Russo attua una componente del CSM che affermò esso è possibile
Sottoporre il pubblico ministero alla vigilanza di una Commissione parlamentare
Non mi sembra che sia
Il momento nella sede
Per
Approfondire questi concetti o questi con questi problemi che sono però di notevolissimo momento quello che mi sembra importante però
E
Rilevare
A tutti coloro che ne parlano e ne devono parlare sempre in numero maggiore che parlare di autonomia e indipendenza della magistratura
Significa ben poco se poi nel concreto non
Individuavamo dei
Delle soluzioni
Che possono essere praticabili e su cui fondare certe ricostruzioni per esempio
A me sembra
Che
Si dovrebbe partire da quello che
L'affermazione ormai costante della Corte costituzionale
In materia di pubblico ministero il pubblico ministero è sì un organo giudiziario ma dico testualmente non essendo titolare della potestà di giudicare neppure può dirsi giudice in senso tecnico
è un'affermazione che
Molti di voi sembrerà potrà sembrare ovvia ma che in realtà a mio avviso è il punto di partenza da cui
Partire per
Pervenire a una ricostruzione logica accettabile di un pubblico ministero che sia che debba essere autonomo e indipendente ma anche efficiente
Cosa intendo dire intendo dire che quali che possano essere nel concreto le soluzioni
Dato tagliare un punto mi sembra fondamentale che il Pubblico Ministero deve Abele un
Tipo B
Regolamentazione ordinamentale che sia differente rispetto a quella del giudice non necessariamente separata e questo nonno per assoggettarlo all'esecutivo come si afferma ma al contrario per esaltarne l'indipendenza l'autonomia
Farà
Gerarchia
E l'indipendenza vi è tutta una serie
Di né figure intermedie che servano a farlo in modo che
La indipendenza sia finalizzata Alma
Al raggiungimento degli scopi per cui il Pubblico Ministero è
Stato creato
Mi ricordo
Vorrei ricordare sono problemi
Che riguardano
La mia persona vi richiamo soltanto per
Perché possono essere utili per le spiegare quel un concetto
Venni accusato di volere accusato fra virgolette
Di
Volere del pubblico ministero dipendente dall'esecutivo quando
E non
Convenga
Dissi né che
Occuparsi della obbligatorietà dell'azione penale e essi
Un fatto importante ma non è essenziale
Perché
Perché l'obbligatorietà dell'esercizio dell'azione penale e differente ha una sua valenza diversa a seconda del processo penale in cui
Viene l'azione penale
Configurata in una maniera
Anziché in un'altra per uscita dal banco del per entrare nel per cercare di spiegarmi meglio
Nel nostro Codice attuale ispirato a un principio dispositivo processo di tipo chiamiamolo accusatorio in quanto meno tendenzialmente
L'azione penale viene esercitata soltanto quando viene formulata all'imputazione si chiede il rinvio a giudizio del
L'indagato che a quel punto diventa imputato
O si esercitano i loro riti alternativi
Tutto questo può sembrare astruso ma significa soltanto una cosa su cui
Pochi riflettono su cui nel concreto o su cui
Fanno finta di non di non pensarci
Significa che tutta l'attività delle indagini preliminare tutta l'attività investigativa svolta dal pubblico ministero è un'attività che non è
Regolata
Che non sta sotto l'egida del principio dell'obbligatorietà dell'azione penale
E tutto questo è stato
Utilizzato da un illustre autore e ad un convegno
Con il richiamo
All'articolo novantasette della Costituzione cosa ha detto questa
Che quindi l'attività delle indagini preliminari essendo un'attività amministrativa
E
Disciplinata dall'ma quella norma che regola il buon andamento della pubblica amministrazione questo significa
Introdurre di soppiatto una discrezionalità nella fase delle indagini preliminari ecco quindi
E
Che siamo di fronte ha problemi e di una
Enorme complessità che non si possono liquidare accusando Tizio Caio di
Volere un pubblico ministero dipendente dall'esecutivo ma
Cercando di sforzarci tutti quanti per
Rendere un sistema che nel concreto sia sia coerente
Spessissimo
Nel
Nella mia ormai non più tenera età o ho assistito a
Atti
Ad accuse ricorrenti da parte degli organi associativi nei confronti del del potere politico di sostanziale in attuazione
Dell'articolo centonove alla Costituzione c'è quello secondo cui
Il la magistratura dispone direttamente della polizia giudiziaria
Bene abbiamo fatto un
Codicilli poco hanno fatto un Codice di procedura penale
In cui
Il rapporto di
Dipendenza della polizia giudiziaria rispetto alla magistratura ormai presso che
Integrale
Ed ecco che ci si comincia a prendere a conto che forse anche qui le cose stanno in una
In una linea mediana per evitare che il funzionario di polizia
Si renda si senta
Dei responsabili usato
E dall'altro monco per evitare che il pubblico ministero
Spesso non dotato di una sufficiente professionalità possa creare problemi
Alla conduzione delle indagini mediante direttive che né
Non sono
A parte rispetto a quel singolo caso ecco quindi che
Il problema dell'autonomia dell'indipendenza viene calato nel concreto perché
Come mi sembra intuitivo
Un'autonomia indipendenza
Formale
Della magistratura significa ben poco compie le proprie indagini rispondendo
A
Esigenze e ai istanze decisionali
Diverse da quelle dalla magistratura ma allo stesso modo
Una polizia giudiziaria che dipende direttamente dal pubblico ministero
Ben poco serve ad accrescere la sua autonomia e indipendenza se poi il Pubblico Ministero non è in grado di dirigere
Quindi
Il rischio che
Che si corre
E
La creazione
La
Il richiamo di principi
Solenni
Su cui tutti quanti
Non si può non convenire
Per loro razionalità per lavoro rispondenza alla Costituzione principi però che poi nel concreto
Vengono
Vanificati vorresti di difficile attuazione da
Regolamentazioni diverse
Che non riescono a rendere il concetto
Attuale e concreto ecco perché
Ecco sì di avvio rapidissimamente alla conclusione ecco quindi perché a me sembra
Che fosse necessario il
Il richiamo
Di quei
Di quel di quelle pagine del professore Miglio per rendersi conto che
Ormai
Non c'è più tempo semmai ve ne è stato
Per
Astratte
Affermazioni di principio
Perché occorre
Fare in modo che
Queste
Soluzioni riguardante il pubblico ministero e soprattutto
Ingenera l'autonomia l'indipendenza della magistratura
Rispondono alle
Reali esigenze alla Società siano funzionali alle esigenze della società e
Del come tali quindi vengano
Non riconosciute come un valore da custodire e rafforzare da parte di tutta la società e non già un privilegio che come tutti i privilegi e sempre odioso grazie
E con questo intervento di Giovanni Falcone dall'otto maggio novantadue chiudiamo qui questo spazio di informazione di riflessione