22MAG2013
intervista

L'Europa al centro della politica economica italiana. Intervista a Vannino Chiti

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 5 min 23 sec

Player
"L'Europa al centro della politica economica italiana. Intervista a Vannino Chiti" realizzata da Claudio Landi con Vannino Chiti (senatore, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata mercoledì 22 maggio 2013 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Bilancio, Bonino, Crisi, Debito Pubblico, Economia, Esteri, Finanza Pubblica, Francia, Governo, Hollande, Infrastrutture, Investimenti, Italia, Ministeri, Spesa Pubblica, Sviluppo, Tav, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Nessuno
Radio Radicale abbiamo ora qui con noi il neo presidente della Commissione per le politiche europee comunitarie Vannino Chiti del PD presidente Chiti l'Europa è al centro della politica italiana specialmente per la politica economica in questi frangenti
Si è al centro della politica economica perché primo impegno fine maggio ci auguriamo rientrare
Dal dalle questioni del deficit eccessivo e recuperare risorse
Voi secondo me bisognerà che il Governo
Negozi una volta ottenuto questo risultato
Per avere un tempo più dilazionato per rientrare nel pareggio di bilancio così come hanno fatto Francia España ecco ma questo dilazionamento nel tempo questa maggiore insomma flessibilità nella politica di bilancio
Per l'Italia non rischia di essere solo un'occasione per spendere male un po'più di soldi
Beh questo non deve essere comunque nelle mani dell'Italia perché certamente non si devono fare se si ottiene anche questo doppio risultato a cui facevo riferimento non si devono fare
Spesse non rigorose non serva fare interventi
Solo così
Alla giornata bisogna cercare di
Programmare le risorse per affrontare alcuni temi che sono prioritari io penso ad esempio al sostegno allo sviluppo sostenibile che di occupazione sviluppo sostenibile occupazione
Vanno tenuti insieme
A una modernizzazione della rete infrastrutturale che corrisponda alle esigenze di sostenibilità ad esempio le metropolitane di superficie dei tram vive
Di di di di di nel nelle nelle città i collegamenti ferroviari le autostrade del mare penso a questioni come queste o alle al
Temi delle energie e delle energie rinnovabili ma in ogni caso questi temi sa che insomma sono questi tutti investimenti molto importanti d'Italia spese specialistiche investimenti dubbi
Qualche dubbio sulla TAV non le è venuto sulla famosa Torino-Lione
Bene io dovuto più economico no io o questo a questo aspetto questa convinzione che quando le decisioni sono prese e sono state prese
Rimettere in discussione mente sono operative peggiore Kent aver preso scelte diverse cioè
Quando le pagine sono bianche si possono scrivere in modo diverso ma quando si sono fatti interventi stanziate risorse accordi internazionali
Penso che interrogarsi serva poco dal punto di vista politico dal punto di vista storico può essere un'altra questione cioè non è che ora possiamo rimettere in discussione scelte che sono già operative
Penso che però dobbiamo fare scelte giuste questo sì avere risorse per scelte giuste non per sprecare risorse ma le dicevo
L'aspetto economico che pure rilevante rilevante
Non solo per l'Italia
Oggi in Europa ci sono quasi ventiquattro milioni di disoccupati allora c'è un tema di politiche dell'Unione europea che deve essere modificato e l'Italia si deve fare portavoce protagonista è un Paese
Fondatore di nuove politiche per lo sviluppo che si affermi una livello europeo e il vicepresidente francesi socialista o non è che ha parlato di una decisione un governo economico dell'Europa appunto è la seconda questione partendo e la seconda questione ma altrettanto importante
Partendo dai temi economici dobbiamo anche tenere strettamente legati legati non separati
Dobbiamo stare strettamente tener legati i temi delle de politiche per lo sviluppo per lo sviluppo sostenibile con politiche che costruiscono gli Stati Uniti d'Europa dobbiamo tenerle unite perché se non le teniamo unite
La costruzione di Stati Uniti d'Europa diventa un'astrazione per alcuni di noi appassionati se invece sono uniti a politiche economiche sociali giuste
C'è il sostegno necessario dei cittadini dei popoli insomma mi diventa federalista europeo quasi la linea no io sono sempre stato federalista europeo tant'è che
Intrattengo rapporto con il Movimento federalista europeo che c'è anche in Italia credo che questi due obiettivi debbono essere tenuti strettamente uniti le ripeto
Ci bisogna fare passi nella direzione degli Stati Uniti d'Europa bisogna cambiare le politiche
Dell'Europa sui temi dell'occupazione di uno sviluppo sostenibile di un nuovo welfare queste sono le esigenze tornano il fatto che la Francia come le faceva riferimento la Francia che fino ad ora era stato un Paese
Diciamo molto chiuso nel sua grande come si dice nella sua sovranità nazionale fatto che il Presidente Hollande se ci ha visti che guidano la Francia oggi abbiano a Perton cammino che a partire dall'economia va in senso federalista che la Germania abbia sempre detto
Che questa è la strada l'Italia deve farsi protagonista
Io sono convinto che lo farà perché il Presidente del Consiglio a dato questa impostazione
Nelle intervento che ha fatto alla Camera e al Senato il Ministro degli esteri
Emma Bonino su questi temi e da sempre convinta e quindi
è una garanzia che su questo ci sarà un impegno coerente questo deve essere
La caratterizzazione dell'Italia perché si costruisce
Il futuro per i nostri paesi che siamo minuti di del PD neo presidente della Commissione qui in Senato per le politiche europee comunitaria buon ascolto da Radio Radicale