23MAG2013
istituzioni

Consiglio Superiore della Magistratura (plenum)

ASSEMBLEA | Roma - 12:03. Durata: 3 ore 10 min

Player
Registrazione audio dell'assemblea "Consiglio Superiore della Magistratura (plenum)", svoltasi a Roma giovedì 23 maggio 2013 alle 12:03.

L'evento è stato organizzato da Consiglio Superiore della Magistratura.

Sono intervenuti: Michele Vietti (vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Unione dei Democratici Cristiani e dei Democratici di Centro), Tommaso Virga, Bartolomeo Romano, Mariano Sciacca, Filiberto Palumbo, Paolo Auriemma, Vittorio Borraccetti, Nicolò Zanon, Adalberto Albertoni, Glauco Giostra, Riccardo Fuzio, Angelantonio Racanelli, Giuseppina Casella, Roberto
Rossi, Alessandro Pepe, Aniello Nappi, Annibale Marini, Paolo Corder, Francesco Vigorito, Francesco Cassano, Paolo Enrico Carfì.

La registrazione audio dell'assemblea ha una durata di 3 ore e 10 minuti.

Tra gli argomenti discussi: Csm, Giustizia, Magistratura.

leggi tutto

riduci

12:03

Argomenti

CSM, GIUSTIZIA, MAGISTRATURA

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

I lavori
Sì grazie Presidente
Brevemente
Volevo ricordare oggi del ventitré maggio
Sorge il ventitré maggio
Ed è una giornata molto triste per
Per per i magistrati per
Per me in particolare di Palermo
Tanti altri colleghi il
Consigliere Romano per i cittadini italiani perché oggi la giornata
Che
Ci ha strappato Giovanni Falcone colui Francesca Morvillo Antonio Montinaro Rocco Di Cillo e Vito Schifani
Ed è la la giornata in cui gli a inizio anno inizio due mesi terribili che portano al sacrificio di Paolo Borsellino
E degli agenti Agostino Catalano Manuela noi Vincenzo di mutui Walter e dico cosina
Claudio Traina e che provocarono il ferimento di altri tre rappresentante le foto ed altri quattro rappresentanti delle forze dell'ordine
Ora tanto si è detto e scritto su Giovanni Falcone su Paolo Borsellino su tutti coloro che hanno Donato la loro vita
Tanto si è scritto e tanto si è detto sono stati fatti firmare sceneggiati
Ed è giusto la testimonianza va tramandato soprattutto nei confronti delle giovani giovani generazioni
I magistrati che si occuperà ancora degli chiesto insieme alle forze dell'ordine continueranno al nella ricerca della verità e tutti noi siamo fiduciosi che quella verità alla fine sarà sarà trovate
Voglio solo ribadire che questa giornata è una giornata dedicata alle vittime della mafia è una giornata legati dedicata alla legalità e quindi io non voglio fare soltanto un ricordo
Non è una riflessione che vorrei fare rivolta al passato ma è una giornata che deve proiettare verso un futuro degno di questo nome
Perché se così non fosse veramente avremmo perso tutto non avrebbe senso continuare
Qualcuno ha detto
Indice non piangente per me ma continuato a fare ciò che io ho fatto e così io non morirò più
Ora io credo che questo sia di insegnamento che da queste tristi vicende dobbiamo dobbiamo cogliere
E questi sacrifici a mio modo di vedere ci devono far sognare
E io sogno un Paese che abbia finalmente le sue regole chiare scevre da possibili interpretazioni oscillanti in modo che queste regole siano applicate soprattutto osservate fatte rispettare
So di un Paese che investe nella cultura unico modo per sconfiggere la barbarie sogno un Paese che gli acquisti la possibilità di ascoltare in questo Paese non si ascolta più nessuno
E che e sostituisca la speranza alla disperazione sogno un Paese che guardi alla scuola all'università al lavoro e quindi alle nuove generazioni che l'unica risorsa di speranza per un mondo migliore
Ed è in questo modo che desidero ricordare i nostri colleghi e tutti coloro
Che si sono sacrificati con loro grazie
Grazie
Consigliere Virga
La Presidenza si unisce certa di interpretare i sentimenti di tutto il plenum ha ricordo
Che lei molto opportunamente anche molto
Efficacemente ha voluto fare di Giovanni Falcone Francesca
Morvillo nel giorno anniversario
Del loro assassinio uniamo a quel ricordo quello di tutte le vittime della mafia della criminalità organizzata e le onoriamo con un minuto di silenzio
Consigliere Romano su cosa
Sì in qualità di consigliere palermitano anch'io avevo chiesto di intervenire la sua sensibilità preceduto la mia nel senso che anch'io ho richiesto un minuto di silenzio in memoria
Di Giovanni Falcone di Francesca Morvillo degli altri caduti nella lotta alla criminalità organizzata di stampo mafioso
Le parole dette da Tommaso Virga sono anche le mie seguivano consente è vorrei soltanto aggiungere che
Giovanni Falcone non è vissuto in fa invano
Ma soprattutto lo dico da palermitano non è morto invano la Sicilia Palermo è cambiata sono cambiate molto
è quel sangue
Non è stato sparso inutilmente
Forse rimangono ancora delle domande da porci naturalmente tanto più da questa sede siamo certi che la magistratura farà fino in fondo
Tutto ciò che deve fare per
Illuminare la verità
Che è quella che dal punto di vista di tutti noi deve essere certamente perseguita fino in fondo
Come certamente Giovanni Falcone ha illuminato la vita di ciascuno di noi e soprattutto di noi che l'abbiamo vissuto da vicino
Grazie consigliere Sciacca su questo sì
Non non aggiungo altro all'intervento di Tommaso Virga al quale mi associo
Semplicemente volevo dire questo oggi ci sono ventidue mila se non ho letto male i i numeri
Ragazzi bambini ragazzi tra questi peraltro c'è anche mio figlio che da Catania festoso da Palermo che parteciperanno alla manifestazione
Palermitana
Mio figlio ha detto ma voi perché non mi dite io gli ho risposto che dobbiamo lavorare al Consiglio però questa cosa questa questa sollecitazione diciamo mi ha fatto riflettere su una cosa per questo il motivo del mio intervento
Io vorrei vorrei verbalizzare vorrei poiché il Comitato di Presidenza prendesse in considerazione una proposta concreta
Esisteva prima una Commissione qui al Consiglio che si occupava dei fenomeni sulla criminalità organizzata
Commissione chiaramente che
Quindi attenzionava tutta una serie di profili di natura sia diciamo normativo ordinamentale che organizzativo avuto alterne vicende ha avuto una serie di problemi e poi diciamo si è persa strada facendo
Allora io credo che il Consiglio il Consiglio si Consiglio potrebbe testimoniare nonna solo a parole ma con i fatti qualora valutasse in alternativa o veri raggiunta sia l'ipotesi di una riattivazione dico di un gruppo di lavoro non necessariamente una Commissione che però
E faccia costantemente in modo permanente il punto di tutte le tematiche organizzativi ordinamentali che sono come dire strumenti fondamentali per un'efficace reale contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso e sia potrebbe
In questa data ci sono purtroppo altre date che potrebbero essere astratta all'uopo utilizzate istituire anche una giornata di lavoro e di riflessione permanente quindi una giornata ogni anno in cui il Consiglio si ferma
è
Realizza una riflessione collettiva sui fenomeni della clinica localizzate mafiose e quindi in questo senso formula richiesta di un'apertura pratica
Al Comitato di Presidenza affinché venne individuata una data annuale nel quale il Consiglio
La smetta sui fenomeni criminali e su quali interventi organizzativi ordinamentali possono essere effettuati
è insieme a questa richiesta che valuti la ricostituzione di un gruppo di lavoro permanente sui fenomeni della criminalità organizzata grazie va bene grazie saga
Esaminata questa sua proposta così a Comano su come solo solo avevo dimenticato di dire che ovviamente essendo io presente qui nei lavori del plenum non sono potuto andare ma ho già informato la professoressa Falcone come dato tantissimi anni molto prima di venire qua
Alla manifestazione che si svolge all'Aula Bunker a Palermo va bene
Diamo l'ordine del giorno incontro del Presidente del Polo che al vice Presidente i componenti del Consiglio con il motto il Consigliere Palumbo
Sì Presidente io mi riporto la delibera ma credo che l'intestazione ci sia un refuso perché si in
Si fa riferimento al concorso
Negli uffici presso gli uffici giudiziari della Provincia autonoma di Bolzano può invece si tratta quindi vincitori del concorso Dell'Utri uditori giudiziari
Sì quindi vanno ha fatto una correzione nell'intestazione ma ci sono entrambi scusi ci sono gli ordinari quelli del DM due mila dodici e quelli
Degli uffici della Provincia autonoma
Sono entrambi
No è così è corretto
Rileggendo con più attenzione in effetti sono entrambi però A B
Si era orientati tipo
Voglio esprimere la mia perplessità che mi portano
Per rispetto istituzionale all'astensione su questa pratica dall'intestazione dell'invito sino alle firme è evidente che il Consiglio Superiore della Magistratura e la scuola superiore congiuntamente hanno organizzato l'incontro con il Capo dello Stato
Sento però viva l'esigenza di rammentare che al solo Consiglio Superiore
Compete un ruolo di rappresentanza dell'ordine giudiziario se non altro nel senso che questo plenum esercita funzioni pertinenti alla soddisfazione
Di esigenze generali di indipendenza il buon funzionamento dell'ordine stesso
Tanto da giustificare l'adozione di atti e l'effettuazione di interventi non esplicitamente previsti nel titolo quarto della Costituzione
Ma comunque come più volte con forza ribadita anche da questa consiliatura corrispondente all'alto ruolo così postulato
Invero la nostra Costituzione prevede che l'unico l'unico organo esponenziale della magistratura ordinaria sia il Consiglio Superiore della Magistratura
La questione per cui organizzato l'incontro e d'altra parte un momento significativo dell'avvio della carriera dei magistrati e quindi un'occasione tutta in Terna al Governo autonomo
In cui i giovani che si apprestano ad assumere le delicate e e le delicate i delicati e fondamentali compiti in cui si esprimeva funzioni giurisdizionali
Sono ricevuti darà più alta magistratura della Repubblica dalla cui autorevolezza ricevono Consiglio insegnamento che li assisterà nella loro vita professionale
In quella sede
Plasticamente comprenderanno di essere realmente inseriti nel tessuto costituzionale in cui si articola la funzione giurisdizionale
Che dal vertice costituito dall'alto magistero del presidente la Repubblica attraverso il Consiglio superiore
Raggiungere senza ulteriori mediazioni ciascun singolo magistrato
Pur riconoscendo che in base all'articolo primo comma secondo del decreto legislativo ventisei del due mila sei la scuola ha competenza in via esclusiva in materia di aggiornamento e formazione dei magistrati
Tuttavia il CIPE ma questa esclusività Balletta forse nell'ottica di alcuni come la possibilità della scuola di agire esclusivamente solo ed esclusivamente nella formazione funziona che peraltro non esclusa nella mia lettura al Consiglio superiore
Tutte vi al Consiglio superiore organo di rilievo costituzionale affidata alla via periti in via primaria ogni funzione di indirizzo e di inquadramento
Anche della funzione formativa dei magistrati quale principale baluardo posto a tutela dell'indipendenza e dell'autonomia della magistratura
Ma qui non si tratta di una funzione formativa ma dell'espressione di una relazione di una vicinanza culturale ed istituzionale che interpella direttamente ed esclusivamente il proprium dell'esercizio della giurisdizione
Le prerogative consiliari mi potrebbero spese in breve sminuita
Dall'instaurazione di un rapporto diretto tra le istituzioni che non vede innanzitutto il Consiglio superiore quale soggetto protagonista anche in tali significative occasioni
Sono certo che la sensibilità istituzionale del Presidente della Repubblica a cui sempre mi affido Sarra rendere nel migliore dei modi il senso di questa mia preoccupazione condivisa io lo so anche da Panti altri consiglieri
Secondo l'assaggio interpretazione del Presidente stessa del suo ruolo infungibile affidata a da nostra Costituzione al Consiglio Superiore della Magistratura
Grazie Consigliere Auriemma vedo che lei non confida nella mia sensibilità istituzionale ma le assicuro che mi farò carico di queste preoccupazioni che lei a espresso anche se
Mi mi consente di Diderot forse in modo anche un po'eccessivamente enfatico stiamo parlando di una
Lettera di invito ad un incontro
Che per la verità inizialmente fu sollecitata come lei sa bene proprio dalla direttiva dalla scuola dal presidente Onida
Noi non convenimmo che l'incontro si potesse svolgere durante la fase di scelta delle sedi
Del motto e la scuola ovviamente
Prese atto di questa nostra decisione siamo stati noi a proporre al Presidente della Repubblica una data alternativa
E di fronte alla richiesta del Presidente Onida di poter indirizzare I motto congiuntamente
Te l'invito dopo avere interpellato il presidente della terza Commissione che inizialmente era stato coinvolto quando si immaginava che l'incontro avvenisse dopante la scelta
Delle sedi e il Presidente alla Nona Commissione ho ritenuto che si potesse indirizzare
è la lettera a firma congiunta non credo che questo alteri i rapporti
Istituzionali né meno Min alcun modo la rappresentanza che costituzionalmente è attribuita al Consiglio Superiore della Magistratura
Si erano posti
Basta
Va bene la votiamo chi è favorevole chi è contrario chi si astiene
Di cosa Liguori Racanelli Auriemma approvata
Revisione delle circoscrizioni giudiziarie questo è a firma praticamente di quasi tutti i Consiglieri quindi non so chi
Non so chi intende no ma lo dico dal punto di vista della che l'azione Consigliere Borraccetti fa lei la relazione granché
Anche se per la verità la materia una relazione molto garbata ed è stata anche in parte anticipato l'evasore ieri sono alcuni emendamenti Presidente
Sì c'è un emendamento del Consigliere Fuzio che se consecutio mi permette quando unico allora Consigliere Fuzio propone di introdurre all'inizio della seconda pagina questa frase il CSM anzi
Con delibera del quindici maggio due mila e tredici proposto da alcuni componenti ed approvata da diciannove consiglieri ha invitato il Ministro della Giustizia a proseguire nell'attuazione della riforma
Allora quello
No scusi Novellino noi abbiamo il PAM sul subemendamento meno importanti ma ho però
Ho capito ci sarebbero anche quella scusate ci sono adesso abbiamo detto che stavamo illustrato l'emendamento del Consigliere Fuzio poi
Allora questo Hemingway che mi sembra tutto sommato una precisazione innocua una sola cosa Presidente non vedo perché bisogna scrivere proposte da alcuni Consiglieri approvata del diciannove ricordiamo quella risoluzione
Non vedo l'utilità di dire che l'hanno proposta alcuni approvata il diciannove
Facciamo riferimento alla sua
Preferisco risiede
Se dei cargo forse presidente sull'ordine dei lavori Presidente chiedo scusa Consigliere Fuzio così ma vogliamo almeno penso che non distribuito tra l'altro li stiamo parlando è una cosa che non abbiano sanate
Qual è l'assenza ossia che la la prego non non facciamo questioni di questa natura quando no hanno i quali io vorrò agli OGM
Non lei lei parla come saliente Marinone sì la prego però abitualmente i pugni il un numero in finito di pratiche parliamo di emendamenti orali quindi la tradizione l'emendamento orale mi perdoni ma a me voglio dire ma non ci siamo impegnati prescrive noi siamo venuti qui ma inc lavorare o alle undici e mezza abbiamo lavorato allora andava in Siria food dove si parla dell'un atteggiamento che non c'è la prego così a frutto l'abbiamo questo emendamento scritto
Va beh allora adesso lo distribuiamo
Va bene
Ma non come dire mi sembrava una precisazione non tale da sollevare un
Un putiferio di questo genere comunque adesso lo distribuiamo
è così consente una un
Lettura attenta quale queste tre righe meritano
Quali sarebbero gli altri emendamenti
Dove sono
Allora
Non so qual è l'ordine di presentazione
Comunque allora così a Gaza non ci parli del suo emendamento
Consigliera albergatori intervenire sull'ordine dei lavori qual è la pregiudiziale sì cogente pochi minuti la il giusto
La ringrazio reca
Io considero improponibile unica stemma di questo genere
Per cui non parteciperò né alla discussione nei alla votazione degli ordini perché
La revisione delle circoscrizioni giudiziarie non è problema e alla fine
Gradualità
Quindi la
Consiglio Superiore della Magistratura
Dal momento che è già stato normato
Con il decreto legislativo
Sette settembre due mila e dodici il numero
Centocinquantacinque
Il motivo voglio proprio chiarirlo nell'ambito di una collaborazione che io ho sempre praticato con massima lealtà e correttezza nei confronti di tutti all'interno
Delle tre Commissioni di cui ho fatto parte
Cioè
Come componente della settima Commissione devo dare atto al presidente Vigorito e a tutti i colleghi riavere per quattro mesi svolto un lavoro prezioso che deve essere la base per ogni valutazione
Pertinente a quello che è il nostro compito
Perché il Ministro
Severino
Il ventotto di dicembre del due mila e dodici
Sbandò una lettera
Dove si comunicava relazione tecnica del Capo del Dipartimento dell'organizzazione giudiziaria
Che ai sensi dell'articolo cinque comma quattro del citato decreto legislativo numero centocinquantacinque dichiarava di condividere e che riguardava
La re
Riguardava la rideterminazione delle piante organiche di tutti gli uffici di primo grado questa è la competenza sulla quale il ministro non in una forma a mio avviso apprezzabile perché la legge parlava di un decreto ministeriale esita
Emanare intorno il trentuno di dicembre il ventotto dicembre perviene questa richiesta che il ministro
Riferisce a un
Relazione tecnica che desidera di incidenti chiede indica di fare propria
La settima con la
Commissione dal sette di gennaio
Il
Pera tre giorni ho preceduto io in assenza del Presidente
Divertente Vigorito prende conoscenza dei contenuti e svolge un'accurata analisi di quelle che sono le criticità e anche gli altri problemi connessi
Segue uno sforzo notevole a quale vengono coinvolti tra l'altro tutti con un po'quale venuti coinvolti tutti di i Consigli giudiziari e si arriva
Il tredici di febbraio del due mila e tredici alla elaborazione di un dettagliato apparire
Che in parte recepisce alcune indicazioni del ministro e in parte dichiara la non procedibilità delle stesse per mancata d'per mancanza di documentazione
Cioè sostanzialmente
Alla con cinque voti a favore e uno astensione sola
Il la nonché non era di dissenso del consigliere Palumbo
Prevediamo una limitata rimodulazione delle piante organiche degli uffici che sono oggetto gli accorpamenti o di modifiche territoriali gli adeguamenti alla pianta organica
Al numero dei magistrati presenti in base alla legge tredici novembre due mila otto numero centottantuno
La questa parte diede
Ben definita per il resto quindi riguarda complessivamente sessanta diciamo sessantanove uffici ed è per il resto viene indicato un termine di sei mesi
Dalla data del decreto ministeriale
Per
Meglio quantificarli i fabbisogni Cuesta poco questa nostra formulazione viene intatta venti febbraio
Ha un effetto che secondo me importantissimo sottolineare per potere decidere con cognizione di causa il ministro ritira quella sua
Sotto accusa la sua proposta perché
Tale così così ha detto che lei mi ha annunciato una pregiudiziale siano a suo giudizio se me la illustra
Impresa prego Presidente sì ma io spagnolo volevo solo capire ad oggetto no voglio arrivare a una a qualche cosa di preciso intervenuti finisco
Ma mi lasci concludere per cortesia non è un rilievo nel panorama capisco che ci può essere nervosismo farlo ma se non siamo assolutamente quindi solo
è fuori alla considerazione
Stella consiglio per memoria comune dati che sono notti sia pur fare quindi mi consenta il venti di febbraio
Il ministro ritira la proposta originaria
Ed io e quindi quella nostra proposta resta comunque un documento importante perché il successivo dieci aprile il ministro ci comunica una seconda proposta che fa proprio lì le indicazioni contenute da quanto ha fatto la
La la settima Commissione
Questo pongono questo
Provvedimento viene poi
Accettato con un largo consenso da parte del plenum allora a mio avviso
La a
La il problema delle circoscrizioni giudiziarie non è pertinente
Per quanto riguarda quanto di nostra pertinenza abbiamo già fatto tutto e prendendo anche in termini di sei mesi per determinare i fabbisogni questo documento io lo consiglio un documento politico sbagliato
Nei toni e nei contenuti così come era sbagliato quello il documento che è stato approvato qui il quindici di maggio del due mila tredici quindi
Ritengo che sia assolutamente non conferente e critica sicuramente non rispettoso dei rapporti che devono intercorrere tra il Consiglio Superiore della Magistratura il Governo
Parlamento
Come componente
Distrazione parlamentare
Quindi
Per questi motivi
Comunico con
Confermando la massima disponibilità a continuare a lavorare
Con in Commissione il plenum ma su questo fatto io dissi devo parchi risulti chiaramente che non partecipo né alla discussione va bene alla votazione gazzarra bene
Allora consigliere Zanon
Allora io ho presentato due emendamenti insieme ad altri
Colleghi
L'emendamento uno consiste in ciò
Molto semplice a pagina due dopo le parole e quindi molto all'inizio della pagine quindi motivo di
Sopprimere le parole allarme grave quindi resterebbe quindi motivo di preoccupazione perché
Perché la preoccupazione può essere espressa senza aggettivi l'allarme francamente per il fatto che il Parlamento lavori
Lo trovo eccessivo molto semplicemente nel dispositivo si tratterebbe di sopprimere l'inciso
Da fissare al più presto cioè si invita il Ministro a partecipare a un'alleanza plenaria straordinaria
E che sarà fissata compatibilmente con gli impegni credo soprattutto del Ministro della Giustizia quinta fissa al più presto ci può anche non mette
A mio parere l'emendamento due
Questo forse un po'più delicato perché nel secondo loro paragrafo della pagina seconda la frase che inizia una tale proroga rischia di determinare eccetera
Sarebbe la propone proposta nel senso di premettere a questo inizio di paragrafo
Aggiungere le parole pur nel rispetto delle prerogative del Parlamento
Perché
No pur nel rispetto e progetti del Parlamento una tale prova che rischia di terminare ulteriore spreco di risorse pubbliche eccetera eccetera si tratta semplicemente di dire quello che dovrebbe essere ovvio ma siccome la la la nettezza nella frase
Rischia di suonare come una critica indebita i difetta nei confronti di attività parlamentare che non è nostro interlocutore perché questo è il punto istituzionale nostri giallo Couto lei ministro
Quindi almeno almeno scrivere
Quello che dovrebbe in realtà essa è ovvio ma spesso non è detto che lo sia c'è un rispetto totale per l'autonomia del proprio partito del Parlamento
Va bene
Poi
Consigliere Romano
Allora scusate allora dato che non stiamo
Scrivendo una composizione letteraria e siamo ventisei persone insorto dalle quali vorrebbe cambiare la virgola o la la congiunzione e cerchiamo di essere un po'sostanzialistica a favore perché se no ma ho capito non ce l'avevo come lei Consigliere Borraccetti allora
Allarme grave lo possiamo togliere fissare al più presto lo possiamo togliere
Va bene
Poi
Dove è ulteriore
Prego delle risorse questo non va bene
Speriamo lo spreco e basta
Prego oltre le può
Lascerei
Massi
Ma infatti allora togliamo anche ulteriore su
Poi
Consigliere Romano lei voleva togliere
Mettendo nel nulla di sì perché si si può anche non condividere diciamo la intenzione del legislatore ma almeno bisogna rispettarla nel senso che
A quello che noi sappiamo
La idea è quella di rinviare non di eliminare la riforma allora io a parte l'espressione mettendo nel nulla che comunque non mi sembra elegante ma metterei rinviando inopportunamente
E beh rinviando inopportuni è già detto prima che che che sostanzialmente non non se ne farà nulla però l'intenzione che ne riapriamo esplicita del legislatore
è rinvii un rinvio non è di mettere nel nulla
E quindi francamente andare a leggere l'intenzioni delle disegnatore insomma è una cosa che
E oltre la teoria soggettiva dell'interpretazione abbandonata trent'anni fa
Mettendo nel nulla io non sincere inviando però ebbe cioè cambia veramente la sostanza vera preoccupazione è quella che la riforma appunto venga
Ma a me pare
Neutralizzata forse come dice il Consigliere Borraccetti si potrebbe trovare una mediazione sul
Pregiudicando una riforma così importante
Pregiudicando
Pregiudicando
No acquisti vuol dire una cosa di più che ritardare cioè qui la tesi è che ritardando la pregiudichi diamo però prevale il messaggio per aree
Io
Se no è inutile che ne parliamo perché se veritieri inviando è rinviata va be legale qui il punto è che ed è rinviato apre giudichiamo cosa vuol dire se no ma noi sappiamo che la vogliono rinviare qui non possiamo andare oltre l'intenzione esplicitamente ha retto nella parlamentare questa cosa perché se no è inutile che la facciamo e che vogliamo dire che rinviandola si pregiudica questo è il messaggio perché Genova è inutile che noi commentiamo che la rinvia no perché che la rimandi Marte no no no Presidente mi pare che lo chiede rinvierò invidio cioè stiamo una ad una così diverso
Io posso anche convenire sulla tesi transattivamente proposta da lei ma vorrei significare che
Noi ci stiamo lamentando del fatto
Che
Eravamo già pronti noi abbiamo già lavorato come se entrasse in vigore che il ministero era già pronto per fare entrare in vigore tutto
Quindi noi stiamo parlando del rinvio che questo pregiudichi poi
Una entrata in vigore effettiva se è oltre le intenzioni diciamo ma francamente non ci puoi andare conviene sulla proposta operativa Lanza attiva maltesi va bene grazie
Grazie
Allora va bene consigliere Giostra
Allora il secondo suoi assorbito e quindi va via
Beh sì se accetto che si assorbito perché io lasciavo grave comunque va bene avergliela Rettore l'ha fatto un accordo lasciamo bene generatore
Vagliatore presenti il primo firmatario il venti
No se vuoi la Grecia se no sono d'accordo che allarma eccessivo soprattutto così commento anche il quarto emendamento
Perché mi sono un permesso di distribuire no abusi scusi cominciamo dal primo non dal quarto
Allora restare ingente mentre la terza Commissione vorrebbe diventare seriamente il ruolo propositivo di siete partiti al secondo allora io collegato al quarto allora cominciamo dal PIL primo è
è accolto dai suoi anche il primo e accettando la seconda assorbito il tema è loro
Il secondo lo lo riteniamo assorbito e il terzo c'è una riformulazione perché mi sembrava particolarmente infelice quelle efficacia dalla riforma prevista per i tre eccetera
Ciò non toglie
Ciò non toglie
Ammesso che sia migliorativo avrei preferito e va bene dai accolto su poi
Poi
Perché invece trovavo tanto eccessivo la parola allarme sopra quanto troppo tenue rischia di determinare una situazione di incertezza di qui la ragione del quarto emendamento
Non potrà non determinare serie discussioni non una situazione l'incertezza
Eventuale secondo me gli affetti serale gli osservatori regionali
Passi
Grazie
Mi pare però volevo dire perché non abbiamo potuto avuto l'occasione di parlare che io sono d'accordo sembrano passati con l'emendamento anche di Zanon ero parte accordare quello di Romano ma anche a me sembra come Borraccetti brutto dire una tale proroga pur nel rispetto delle prerogative sembra che la proroga nel rispetto allora si dovrebbe mettere che si segnala che si segnala pur nel rispetto delle prerogative prima e prima porre ristretto una tale proroga viene prima su
Prima delle no
Pur nel rispetto
Si
Condivisione interviene prima viene prima solo prima ci sta su
Pluriennale fu Belcolle rispetto una tale prorogare
Rischia
Va bene si
Va beh comunque va bene allora cerchiamo di contenere sinistra eccetto le nostre aspirazioni letterarie le
Cerchiamo di conoscere produce un risparmio su dal Consigliere Fuzio allora
Consigliere Fuzio lei accetta di eliminare dal suo emendamento composta da cui compone
Perché ho provato diciannove Consiglieri tracciando il CSM con delibera quindici maggio ha invitato il Ministro Presidente se vuole illustro anche il secondo
Mi fate parlare

Consigliere Nappi credo non faccio il provocatore ma credo che ancora una volta consigliere Borraccetti e non solo lei le solite gelosie
Sul
Del vostro insegnamento di rincorrersi che io non condivido
Perché
Attribuire a ciascun componente o a ciascun Gruppo iniziative che io continuo a ritenere devono essere solo del Consiglio questo deve essere il nostro
Come il viatico due
Prendo atto che i proponenti i quattro i conti proponenti proprio per
Sempre nell'ottica del farla corsa
Hanno proposto a questo Consiglio di dimenticare quello che questo Consiglio una settimana fa affatto io mi sono limitato a a
Proporre solo questo è credo che
Era
Come dire
Perché perché si rafforza il Consiglio
Poiché io non seguo le gelosie fate quello che volete a me non interessa
Però io vedo che abbiamo assistito a questa rincorsa terzo perché è perché ci siamo adesso combattuti su questo contenuto che è un contenuto che a qualcuno dice romane sono andato il professor Zanon che diceva
Eh lo so e ad altri
Sei e sta lì questo si potrebbe essere perso ci siamo combattuti sul contenuto cioè che questa potrebbe essere un contenuto solo a lasciare il Parlamento
Come ho già detto ieri e come emerge anche nel secondo emendamento sul dispositivo che ha tenuto conto anche delle indicazioni dentro il Consigliere Borraccetti l'impatto non è oggi che
Andremo a diffondere sulle mailing list e con le dichiarazioni di ciascun consigliere alla stampa che il Consiglio ha fatto questo l'impatto e genocidio ieri perché
Che è quello che io ho chiesto e che ribadisco che si convochi ora
Non il Comitato di Presidenza non c'è ma ora si convochi il la seduta straordinaria invitando il ministro noi abbiamo detto concorda
Voglio sfidanti voglio vedere quando noi faremo questa convocazione straordinaria perché quella è una risposta istituzionale nonché contro il Parlamento
Quella è una risposta con cui noi ci facciamo l'udienza la convocazione straordinaria e anziché aprire una pratica
Qui a pratiche già aperta in
Mezza paginetta diciamo tutto quello che abbiamo fatto e che verrà messo nel nulla da questa proposta
Per cui io mi rimetto a tutti
Va bene allora Consiglio fu giusto così io interpreto questa sua disponibilità nel senso che allora possiamo lasciare il CSM co delibera quindici maggio ha invitato il Ministro a proseguire nell'attuazione della riforma
Sul deliberato allora diventerebbe
La proprio consigliere Borraccetti scusi la la proposta di modifica del deliberato del Consiglio Fuzio
Diventerebbe il Consiglio chiede al vice Presidente di convocare adunanza una adunanza plenaria straordinaria via da fissare al più presto perché l'abbiamo tolto la e quindi lo togliamo anche qua
In data da concertare con il Ministro della Giustizia che sarà invitato a partecipare avente ad oggetto le prospettive di attuazione alla riforma richiede al Comitato l'apertura a pratiche per la verifica dello stato di adempimenti organizzativi connesse alla riforma va bene così
Va bene
Allora
Ma dà mandato effettivamente un po'strano perché in realtà è la la convocazione del per nulla fa il vice Presidente non non c'è il mandato
Sì vasto sia col vecchio I che è una persona ragionevole
Lasci va bene va bene va bene dai allora siamo tutti d'accordo basta
Allora chiudiamo con una noiose Cazzano problema ancor
Essi
Perché qui si è più uno ci riflettessimo i problemi
Allora io non ho nulla in contrario che mette sul fatto che si convochi un plenum straordinario per discutere di questa questione
E non ho nulla in contrario il Lollo voterei sull'invito a partecipare al Ministro della Giustizia
Però
Voglio dire non vorrei che il Consiglio entrasse in dinamiche di rapporto Governo Parlamento che non ci competono perché la lettura
Dei resoconti parlamentari di ieri o dell'altro ieri non so quando hanno
In Commissione giustizia che ragionato di quei due disegni di legge
Testimonia comunque il fatto che il Ministro della Giustizia ha assunto una posizione diversa da quella che emerge nel contenuto
Dei disegni di legge cioè si è dimostrato perlomeno nelle dichiarazioni fatte non d'accordo sull'eventuale
Proroga
Io non lo so se però spetti al Consiglio inserirsi in questa contraddizione convocando il ministro qui
Concordando una data convocando non va bene concordando anche una data e quindi io direi che il Consiglio può ragionare tranquillamente invitando il ministro se il ministro riterrà di venire qui
Lo farà ma però la data non deve
Necessariamente venire fuori da una concertazione questo il punto
Va beh quindi secondo me ma e questo è importante per evitare anche di difficoltà
A noi e al ministro scusi è chiaro che se noi invitiamo il ministro cortesia e correttezza vuole che concertiamo la data col ministro perché se noi fissiamo
Va beh è ovvio
Si
Ma certo io anche se non scriviamo i dato vegetale con ministri non è che Colombo col ministro e a a una data
Che stabiliscono io poi dispongo l'accompagnamento coattivo del Ministro richieste non è nei miei poteri
Va bene ma
Di convocare un'adunanza plenaria straordinaria contempla partecipato con la partecipazione con la partecipazione si intende che previo invito e previo concerto della data perché non so mi sembra che stiamo parlando tre come se fossimo degli Zulu
Con come la partecipazione del Ministro della Giustizia avente ad oggetto va bene Consigliere Borraccetti
Va bene
Ah bene senza non con questo
No prego endo chiedendo al Ministro di voler essere presente cioè voglio dire a me che Massi con la partecipazione del ministro
Che peraltro è prevista dalla legge per cui il ministro ogni volta che vuole può venire per cui
Ma noi abbiamo messo la convocazione l'abbiamo tolta
Va bene su
A di chi è coraggio apriamo la votazione
Allora
No
Che sono tutti accolti
Anche quello del consigliere Palumbo che non era formalizzato
Prego dichiaro aperta la votazione
Di chiaro più cons chi c'è la a Di Rosa non c'è
Consigliere Fuzio
Adesso dopo tutto quello che è scappato a loro volta
E cioè delle appare perché c'è la stampa
Dichiaro chiusa la votazione
Comunica i risultati info favorevoli ventuno nessun contrario nessun astenuto è
Approvata
Terza Commissione
L'articolo quarantacinque così era Canesi c'è una richiesta difensiva ne esce una richiesta di rinvio alla prossima seduta della pratica quarantacinque terza Commissione
Qui c'era cadere non le sfugge che si tratta di due pratiche molto urgenti anche perché
La richiesta del ministro è molto risalente ovviamente il Consiglio ha avuto un suo
Itaca travagliato da
Da seguire però francamente altre
Tanto non le sfugge che la prossima settimane bianche che quindi questa pratica va comunque sì esitata lesione non solo non mi sfugge ma ne sono consapevole insisto sulla richiesta di rinvio evidenziando che la pratica presenta
Problemi di calate tecnico-giuridico che merita un'attenta riflessione da parte di tutti i componenti del plenum essendo venuto a conoscenza nell'immediatezza del plenum io chiedo insisto sull'essenza sulla richiesta di invio e senza Regolamento va bene allora fissiamo un plenum
Nel pomeriggio lo fissiamo alle alle quindici
Pag
Se la richiesta di rinvio come senza Regolamento ASS assenso assenso nel consentire Consiglieri non solo di legge la pratica ma di potersi preparare anche dal
Do di vista tecnico giuridico sulla difesa della Patria quindi io siamo sì faccio presente che è colpa di chi sarà a mezzo attivi che su un'area va beh ma io però
Io conosco talmente la la sua capacità e la sua ponderosa o no non le so che di qui alle quindici lei no no no no però infernale età ma sarà
Attrezzatissima discuterla ed io insisto evidenti legamenti la
E libero di decidere di amente Paolino diciamo sì anche dei questo è un precedente io le faccio presente che secondo me in che una prova di questo tipo così delicata chiede l'Italia una nuova seduta dopo due mi sembra francamente non rispettoso del ruolo che ciascun componente deve svolge all'interno del Consiglio
Quanto tempo le serve
Ma la fissiamo alle sedici
Alle diciassette cioè alle diciassette e cioè la la disciplinare possiamo fare quindici e trenta gocce va bene grazie della sua comprensione
Va bene allora
Deliberiamo la fissazione del plenum alle ore quindici e trenta e la pratica e rinviato puntuali anche perché poi abbiamo disciplinare
E quindi la pratica rinviata a quel a quel plenum puntuale la seduta è rinviata alle ore quindici se stessa
Consigliere Casella
Dottor finocchi Ghersi collocamento in aspettativa prego
No Presidente sulla dei lavori ecco che allora metodo io chiedo scusa ai consiglieri che sono stati costretti a rinviare eventualmente partenze per motivi
E temporali però nella delicatezza e la materia richiedeva necessariamente uno studio
Ecco per semplificare anche la discussione a nome dei Consiglieri anche Vinke Pepe io chiederei un aumento dei tempi discussione ma una discussione unica cioè siccome
Amo una discussione unica sulle due pratiche mina tale che ognuno fa un solo intervento secondo me si spendono anche tempi nonostante questa richiesta e quindi secondo me potrebbe agevolare
Il la voto mi rimetto al presidente va bene ma in versione mi sembra una soluzione ragionevole trattiamo l'insieme anche perché le due posizioni sono identiche quindi va bene
Con questo aumento dei tempi se chi chi proprio non può fare a meno di approfittarne prego Consigliere Casella l'ora
Così accade loro consigliere Rossi chi chi preferisce
Facciamo anche un'unica relazione così
Bernard possiamo dividerci il tempo di uno in due questo lo davo per scontato sì avevano e allora
E allora la risposta è comunque positiva
Occorsio rosso
Iter di fatto partiamo negli elementi di fatto noi abbiamo una richiesta
Da parte inizialmente il Ministro per i fuori ruolo successivamente di aspettativa condivisa dal ministro ha seguito diciamo della interlocuzione che ha fatto la Commissione in ordine a due magistrati
Che sono appunto Domenico Carcano per
Il come capo dell'ufficio legislativo e finocchi Ghersi come capogabinetto le due posizioni sono posizioni sostanzialmente simile a un da un punto di vista di fatto due magistrati ultradecennali che hanno trascorso un periodo fuori ruolo oltre dieci anni
Ambedue hanno fatto la maggior parte la stragrande maggioranza per tutte e due le ipotesi nove anni credo Domenico Carcano dieci più o meno fuori ruolo presso due organi che sono appunto in Consiglio Superiore per Domenico Carcano e la Corte costituzionale
Perfino chiesti
Due fuori ruolo che hanno delle caratteristiche particolari
L'acqua questione che di cui ora dobbiamo attendere prima di tutto di comprendere
Sette di fronte a questa richiesta e possibile la con la sua concessione
Va prima di tutto detto senza ombra di dubbio che si tratta di una richiesta istituzionale di alto livello nel senso che
Il dovere istituzionale di collaborazione istituzionale e ci impone è quella di fronte a una richiesta di questo tipo di considerarla come una richiesta sicuramente primaria di assoluta importanza e quindi ovviamente valutata come tale
Questo ovviamente senza dire che debbano essere violate regole ma che ovviamente quasi si verifica sul punto deve essere fatta una verifica estremamente attenta
Il primo dato che emerge da un punto di vista seccamente tecnico e che i due istituti quello delle aspettative quello fuori ruolo sono istituti diversi
Una lo è molto chiaro il discorso derivante dalla natura dei due istituti
Mentre la il fuori ruolo indica la continuazione la prosecuzione del rapporto di servizio il la l'aspettativa invece ha una natura diverso per cui viene interrotto cui il rapporto di servizio
è possibile per l'articolo ventitré bis la concessione di aspettativa salvo che si dice vi sono delle ragioni di tipo ostativo
Non viene posto dalla normativa primaria nessun limite
All'aspettativa di tipo diverso quindi tale limite dovrebbe essere ricavato analizzando normativa primaria mediante un discorso interpretativo ben difficile si può
Ritenere che questo discorso interpretativo vada fatto in termini di carattere analogico questo partiamo da normativa primaria diva discorso
Su questa linea la giurisprudenza del Consiglio di Stato in numerose sentenze è stata assolutamente
Su questa linea d'altra parte anche il Consiglio attraverso i pareri che sono stati fatti dal nostro Ufficio studi sono tutti pareri che da questo punto di vista indicano che la normativa primaria non pone un divieto decennale
Se la normativa primaria un po'un divieto di scenari dobbiamo verificare se la normativa secondaria pone questo tipo di divieto
Perché questa è la questione fondamentale su quale andiamo a vedere dallo Stato nativa secondaria ha detto dopo una lunga discussione c'è stata in Commissione in plenum
Ha detto questo
E dobbiamo andarlo a vedere le medesime disposizioni cioè quelle che sono previste dalla nostra disciplina
Secondaria
Alle medesime disposizioni si applicano anche all'aspettativa prevista articolo ventitré bis
E in particolare le
Ove compatibili punto e virgola in particolare le preminenti esigenze organizzative ostative sono valutati utilizzando i criteri di cui al comma tre il seguente
Quindi
Quello che era chiara nella disciplina del questa è stata la la
Se ne va a vedere tutte le delibere precedenti sulla questione dell'aspettativa il punto sulla quale si è sempre discusso sulla quale personalmente ho condotto anche una
Diciamo
Decisa e determinata battaglia è sempre stata quella sulla valutazione dei presupposti quelli previsti appunto dal comma tre
Dal comma tre che è quello sulla quale andiamo a valutare non si è mai discusso il problema del termine quindi questo il punto su cui oggi dobbiamo discutere se la normativa secondaria
Io ho difficoltà
Capisco che
è la seduta postulandi Ale con sia mi rendo conto allora la mia difficoltà personale
Quindi quindi il dato su quale ci si è mossi sempre è quello
Della comma terzo sul quale ci sono numerose
Provvedimenti da parte di questo Consiglio che sono stati tutti approvati anche hanno avuto il riscontro da uno
Ah scusa lo parla bloccando
Hanno avuto il riscontro immediatamente anche da un punto di vista dalla giurisprudenza amministrativa
è difficile invece poter dire che vi è un'applicazione del termine all'interno della disciplina di tipo secondario
Perché la natura stessa dell'aspettativa nella sua varietà anche delle sue forme
Si pensi all'aspettativa per malattia l'aspettativa di di altro tipo come nella nella delibera è bene inserita
Rende difficile la possibilità di poter ritenere che
In natura il termine debba esserci oltre i duecento
Su questo punto non mi sembra che vi siano argomenti decisivi
Perché il termine non solo ma l'avete all'interno della circolare tutto quello che viene richiamato in termine relazione dieci anni è sempre quello indicato la normativa primaria che abbiamo detto che per la diversità degli istituti non si può applicare
Pertanto io ritengo difficile che possa esserci un dato forte forte che ci possa dire che il termine decennale si applica sempre e comunque
Alla disciplina dei dell'aspettativa
Certo io mi rendo conto questo è il punto che quando ci troviamo che c'è un problema di rischio
Di fronte a questo di aggiramento della norma chiamiamola come vogliamo illusione giramento superamento della Co convegni rischierei effetti concreti estremamente complessa
è però qui vale il problema della discrezionalità
Della discrezionalità cioè il Consiglio a mio avviso può e deve fare delle scelte di tipo discrezionale
Purché siano ancorate a dati obiettivi e forti in questo caso che che si voglia dire sono andati di tipo assolutamente fortissimi che ci possono dire che in questo caso possono essere superati
Primo dato
Il dato che proviene dal ministro per degli incarichi di tipo primario
Che sono quelli nella quale la valutazione del ministro è la valutazione in piena
Discrezionale assoluto primo dato
E il ministro e quello della giustizia che come è stato detto in riprendendo anche un intervento diciamo in Commissione è l'unico che ha una rilevanza di tipo costituzionale specifica
E credo che come Consiglio superiore di fronte a una richiesta del Ministro giustizia questa è una valutazione
Che richiede in particolare secondo dato lascio perde tutti gli altri dati che stanno nella circolare che nella circolare che sono specificatamente motivati ma credo che siamo un po'dati per scontati per tutti non contestato
Secondo dato
Sono persone che sono due magistrati il cui la cui maggior parte fuori ruolo è stata fatta con fuori ruolo che per indici normativi e per i specificatamente indicati nella delibera e per indici
All'interno della della normativa secondaria sono in
A nella nostra normativa secondaria sono considerati equiparati al merito in quella primaria sono in diversi interventi normativi considerati diversi dagli altri fuori ruolo che ci piaccia o no
Questo è un discorso in dubbio esistente all'interno da normativa primaria normativa secondaria allora mi sembra
Che questi due elementi poi ovviamente lascio lo spazio per ulteriori argomenti a alla questi elementi siano elementi perché non renderanno ordinaria questa possibilità
Perché non credo che avremo continuamente richieste del Ministro della Giustizia di persone che hanno fatto e che quindi ci mette al riparo dal rischio di dover continuamente superare in termine decennale
Lascio la parola vi sono mantenuti in termini credo che era calata eredi e poi se necessario replica
Presidente grazie ma io intanto ringrazio il Consigliere Rossi che già arato il terreno di una pratica che sicuramente
Non è di semplice trattazione né di semplice soluzione ma io credo che noi dobbiamo limitarci in questa sede a dare due risposte principalmente se e applicabile al caso di specie l'istituto dell'aspettativa
E se sussistono ragioni ostative qualora la risposta al primo quesito sia positiva la concessione dell'aspettativa questi sono i due temi
Perché ci sono questi due temi perché la pratica nasce con una richiesta di collocamento fuori ruolo dei
Del ministro della giustizia e ma questa richiesta deve ritenersi superata da una successiva richiesta che dei singoli colleghi i dottori finocchi Ghersi il dottor Carcano
I quali hanno chiesto di essere collocati in aspettativa e grazie all'ottimo suggerimento è venuto in Commissione dal professor Romano
Noi su questo specifico punto abbiamo effettuato un'interlocuzione con il ministro il quale ci ha confermato
E questo è un dato rilevante Ai fini della soluzione del problema che intende avvalersi della collaborazione di quei specifico di questi specifici Collini
Anche in regime di aspettativa quindi di questo dobbiamo parlare e dobbiamo verificare se appunto questi istituto dell'aspettative applicabile al caso di specie
Io sul punto non avrei dubbi
Non avrei dubbi come è stato scritto nella proposta perché non possiamo ludico in breve applicare all'Istituto per due motivi
Uno perché non di osta all'applicazione dell'istituto dell'aspettativa il caso di specie non osta il comma sessantasei della legge dell'articolo uno della legge anticorruzione
Che prevede per determinati incarichi tra cui in particolare quello di Capo di Gabinetto
Il collocamento fuori ruolo
Perché andando alla ratio della disposizione comma sessantasei la ratio e noto a tutti ed è evidente
E quella di evitare i il contemporaneo svolgimento dei funzioni giudiziarie e s'incarichi diciamo di tipo amministrativo e una norma notoriamente dettata in prevalenza per i giudici amministrativi che erano soliti svolge dei contemporaneamente funzioni amministrative e funzioni giudiziarie
E quindi a rispettare la ratio del comma sessantasei
La risposta non può che essere positiva perché anche l'aspettativa entità nel caso di specie il contemporaneo svolgimento delle funzioni
Giudiziarie
E non mi crea perplessità o problemi di sorta
La espressioni usata nel comma sessantasei collocamento fuori ruolo perché all'aspettativa come segue il collocamento fuori ruolo quindi non è un dato testuale diciamo ostativo
E poi applicabile l'aspettativa al caso di specie il perché
Il limite decennale per dirla in breve fissato dal nuovo legislatori e per i collocamenti fuori ruolo è un limite che è fissato
A mio avviso esclusivamente e soltanto per i collocamenti fuori
O in senso proprio quindi non per l'istituto dell'aspettativa che ha caratteristiche diverse cioè lo ha detto il Consigliere Rossi indicato nella proposta
L'aspettativa determina non un mutamento nel rapporto ma una sospensione del rapporto con tutte le conseguenze connessi a questo e quindi a mio avviso non possiamo interpretare applicare un limite che il legislatore ha previsto per il collocamento fuori ruolo in senso proprio anche all'aspettativa alla quale consegue
Un collocamento fuori ruolo quindi
Io
Ritengo che una ragionevole interpretazione del sistema e delle norme porti a dire che al caso di specie e applicabile in punto giuridico l'istituto dell'aspettativa
Se così è dobbiamo passare alla seconda valutazione la seconda valutazione e sei sussistono ragioni ostative alla concessione dell'aspettativa
E non vi è dubbio che su questo dobbiamo guardare anche alle recenti modifiche di circolare che hanno fatto che soltanto a questi fini
Operano una parificazione del regime collocamento fuori ruolo a regimi aspettativa senza ovviamente
Assimilarli dal punto di vista giuridico perché questo sarebbe stato illegittimo e non corretto allora sussistono condizioni ostative a che i colleghi finocchi Ghersi e Carcano vengano
Destinati rispettivamente alle funzioni di Capo di Gabinetto e capo dell'ufficio legislativo ma io potrei limitarmi su questo a richiamare
L'indicazione del Ministro della Giustizia
E a richiamare il parere del procuratore generale e della Corte di Cassazione ufficio dal quale uffici dai quali provengono gli interessati
è io diciamo metto a disposizione di tutti diciamo questo parere del Procuratore generale
E della Presidente la Cassazione e poi del Consiglio direttivo nei quali si esprime un parere decisamente favorevole
Il parere decisamente favorevole che noi
Analogamente a mio avviso dobbiamo esprimere si fonda sulla sussistenza di tutti quei presupposti che andiamo a considerare in tutte le volte in cui parliamo di collocamento fuori ruolo o un'inaspettata IVA meritevoli di tutela ex articolo ventitré bis
C'è un'esigenza sicuramente dell'amministrazione della giustizia
Non ci sono ostacoli normativi
Legati alla organico
E alla carenze di organico degli uffici di provenienza perché come abbiamo indicato in motivazione
Senza escludere che vi siano queste vacanze e se però su uno di pronta soluzione di fronte a definizione richiamo sul punto precedenti delibere
Ma soprattutto mi interessa sottolineare in due aspetti
Che connotano secondo me i casi di specie in termini di peculiarità se non addirittura di eccezionalità peculiarità ed eccezionalità che consentono di ritenere
La possibilità
Ma forse ben oltre la possibilità assolutamente il dovere di appunto di questa collocamento in aspettativa
Per quali le peculiarità e l'eccezionalità anch'
Il tipo di
Richiesta e l'organo da cui questa richiesta proviene
Il consigliere Marini il Presidente Marini in Commissione ci ha ricordato e beni affatto e lo abbiamo testualmente riportato in motivazione
Che il Ministero della giustizia e l'unica articolazioni di dicastero della Repubblica dotata di autonomia di tipo costituzionale
E con questo dobbiamo in un rapporto di leale collaborazione e in un rapporto tra istituzioni
Fare i conti dall'altro lato
Dobbiamo ovviamente andare a verificare
Rispetto al pregresso periodo di fuori ruolo svolto dai colleghi Carcano i finocchi Ghersi anche qui se sussistono ragioni di tipo ostativo
E
Anche in questo caso mi sento di dire che la peculiarità della fattispecie l'eccezionalità della fattispecie
Tale da consentire di dare una risposta positiva perché non v'è dubbio
E mentire ma noi stessi se negassimo il dato di fatto che è sotto gli occhi di tutti cioè che sia l'uno che l'altro hanno svolto un lungo periodo di collocamento fuori ruolo
E però nemmeno possiamo dimenticare che questo lungo periodo di fuori ruolo
è stato svolto in gran parte dal collega Finotti che essi dire sì per esso la Corte costituzionale e dal collega scartano in gran parte presso il Consiglio Superiore della Magistratura
Che sono due istituzioni
Tutelate in maniera particolare dal legislatore
Anche dall'ultimo legislatore del due mila dodici perché se addirittura i periodi di collocamento fuori ruolo nella legge del due mila otto erano illimitati
Oggi non sono più illimitati questi periodi di collocamento fuori ruolo ma hanno una considerazione particolare nella legge che prima richiamavo
E questo quindi a mio avviso non solo giustifica ma impone una considerazione particolare
Del tipo di fuori ruolo e del periodo trascorso fuori ruolo quindi in sintesi mi pare che affermata che l'aspettativa e istituto applicabile al caso di specie e affermato sulla base delle considerazioni che ho fatto e tenuto conto della peculiarità del caso piste si spezza
E soprattutto del rapporto di leale collaborazione che deve connotare le istituzioni io sono convinta che serenamente si possa rispondere positivamente al quesito che all'inizio del mio intervento politico Consigliere presso
In modo analogamente sereno cercherò
Di fare alcune considerazioni di carattere soltanto tecnico-giuridico per motivare le ragioni del mio voto contrario
Alla proposta formulata dalla maggioranza della Commissione
In primo luogo in questa ipotesi entra in gioco il problema dell'applicabilità in termini assoluto dell'istituto dell'aspettativa
Ex articolo ventitré bis
Non voglio parlare del comma ventisei ne parla se sessantasei ne parlerò successivamente voglio in primo luogo ricordare quali sono e finalità e gli obiettivi dell'aspettativa
Come istituto di carattere generale aspettativa l'abbiamo detto tante volte e l'ha detto tante volte nostro Ufficio studi in ben quattro Parini che ha reso
è un istituto volto a garantire la pubblica la la mobilità nell'ambito della pubblica amministrazione e anche all'esterno della pubblica amministrazione per fare in modo che professionalità di alcuni comparti della pubblica amministrazione
Diano i propri servizi ad altri comparti dunque garantire mobilità ai fini della diciamo migliore gestioni delle professionalità all'interno della pubblica amministrazione all'esterno
Dunque una professionalità competente nel settore giustizia che possa andare a dare il proprio contributo di professionalità all'interno gli altri settori della pubblica amministrazione
Questa è la ratio dell'aspettativa e la ratio anche dell'aspettativa ex articolo ventitré bis questa ratio nel caso in cui nel caso concreto non c'è
Non è possibile che vi sia proprio perché siamo di fronte a un magistrato il cui rapporto di servizio ha incardinato presso il Ministero di giustizia che va svolto le funzioni apicali all'interno del Ministero di giustizia e dunque diversi
L'aspettativa non può essere applicata nel caso concreto in quanto non vi non vi sono le condizioni oggettive perché si realizzi questo
Io ho percorso di mobilità all'interno le magistrature perché qua dall'interno della pubblica amministrazione perché qua non ci troviamo di fronte a un passaggio di magistrati presso altre Pubblica amministrazione o presso altri enti
Anche privati così come previsto dalla legge
E che
E che sia così è confermato da una serie di dati normativi in primo luogo per tutti prima che intervenisse il comma sessantasei che ha detto chiaramente
Quali sono le condizioni per poter
Diciamo andare a svolgere incarichi apicali
C'è l'articolo tredici della legge trecentodiciassette del due mila uno articolo tredici e la legge del due mila uno che prevede per tutti impari incarichi apicali di diretta collaborazione
Presso l'Apt la Presidenza del Consiglio è presso i Ministeri istituto dal collocamento fuori ruolo
Dunque già nel due mila uno non si prevedeva e anche norma ancora vigenti si prevedeva l'istituto del collocamento fuori ruolo per lo svolgimento di incarichi apicali quindi una limitazione espressa a una specifico istituto per lo svolgimento di incarichi apicali
E tutte le norme dell'ordinamento giudiziario in particolare l'articolo centonovantasei duecentodieci fanno riferimento soltanto all'istituto del collocamento fuori ruolo per lo svolgimento di funzioni
Da parte di magistrati all'interno del ministero
L'articolo quindici comma terzo della legge istitutiva del Consiglio Superiore prevede testualmente per lo svolgimento da parte dei magistrati di funzione all'interno del Ministero della giustizia istituto al collocamento fuori ruolo
Dunque noi abbiamo una serie di indici normativi ulteriori rispetto alla ratio complessiva dell'istituto aspettativa che ci fa capire che in questi casi e per questo tipo di incarichi apicali
In primo luogo per quelli presso il Ministero ma poi in particolare quelli in per il quegli apicali che l'unico istituto applicabile e l'istituto del collocamento fuori ruolo
In questo contesto che mi pare un contesto del tutto chiaro viene in evidenza il comma sessantasei dell'articolo uno della legge centonovanta del due mila dodici
Che lei cita
Testualmente e che riguarda esplicitamente gli incarichi apicali in particolare l'incarico di Capo di Gabinetto per cui si prevede che
Questi incarichi apicali possono essere svolti soltanto imposizione di collocamento fuori ruolo quindi questo comma sessantasei prevede testualmente soltanto l'istituto dal collocamento fuori ruolo
Istituto differente dell'aspettativa
Si dice e la proposta di delibera
Ma questa e non è una norma che pur limitare l'utilizzo dell'istituto l'aspettativa perché trattasi di una espressione a terzi atecnica sostanzialmente non escludente perché
Si dice l'aspettativa e un istituto da cui consegue il collocamento fuori ruolo per cui
Anche l'aspettativa potrebbe essere utilizzata per
A di non accedere a questi incarichi apicali se non che
Senonché nella proposta di delibera si fa il parallelo con il successivo comma sessantotto il successivo comma sessantotto che riguarda testualmente il limite della durata del fuori ruolo per i magistrati
Che il limite dieci anni sedici una proposta di delibera quando si è detto per il comma sessantasei che una norma che non riguarda esclusivamente il collocamento fuori ruolo ma gli effetti anche della diciamo del collocamento in aspettativa si dice del comma sessantotto no questa norma
Che parla ancora una volta testualmente di collocamento fuori ruolo questa norma invece non può riguardare aspettativa Naro una norma che riguardano tanto il collocamento fuori ruolo allora due sono le possibilità
O si tratta per il sia del comma sessantasei
Che per il comma sessantotto della medesima espresse una tecnica allora a quel punto anche il comma sessantotto che prevede il limite di dieci anni si deve
Applicare anche all'aspettativa o è la conclusione diversa ma a quel punto il comma sessantasei riguarda soltanto
Il collocamento fuori ruolo e quindi non sarebbe possibile l'aspettativa per questi incarichi apicali
Ma vi è di più
La stessa proposta di delibera e chiara nel ricordare quelli che sono i limiti di carattere razzisti diciamo di razzo leggi tre leggi se dell'aspettativa perché io ricordo che a pagina altri
Alla lettera uno della prima proposta quella riguardante credo il dottor Finocchio diversi si dice chiaramente che l'aspettativa la spesa si dice testualmente che l'aspettativa volge
A realizzare la funzione dello svolgimento di un incarico pubblico presso altro organismo ente
Dunque nella stessa proposta di delibera si fa chiaramente riferimento alla necessità che l'aspettativa produca l'effetto che un magistrato vada a svolgere le funzioni e nell'ambito di un altro organismo pubblico-privato lo dice la stessa proposta di delibera all'come è possibile che dopo averlo detto testualmente come limite intrinseco come razionalità intrinseca all'aspettativa si consente che un magistrato il cui rapporto di servizio incardinato presso il Ministero possa con l'aspettativa andare a svolge funzioni presso il Ministero
E mobilità c'è non c'è alcuna mobilità quindi sull'aspettativa è inapplicabile proprio per l'affermazione di principio che si fa nella proposta di delibera
Poi voglio
Nicola vado a concludere velocemente
Andiamo ambiamo due norme che riguardano il problema del fuori ruolo dei magistrati e della destinazione a funzioni non giudico non giudiziale una norma che prevede un limite di dieci anni
Il legislatore ha chiaramente voluto dire i magistrati possono svolgere funzioni non giudiziarie dei limiti e i dieci anni
L'altro limite è quello legato al numero dei magistrati che possono essere destinati a funzioni non giudiziarie quello della diciamo della lettera m dell'allegato A dalla all'al decreto legge del due mila otto
Qui
Sì sono due limiti
Esclusivamente indicati dalla legge limite temporale
E il limite numerico noi come Ufficio studi e come Consiglio abbiamo detto chiaramente che il limite numerico di duecento è applicabile al collocamento fuori ruolo e all'aspettativa
E ora andiamo a dire che il limite della durata di dieci anni e applicabile al collocamento fuori ruolo e non è attuale e non è applicabile l'aspettativa
Parlo soltanto di un problema di carattere normativo e delle nostre interpretazioni e possibile che noi abbiamo assimilato per quanto riguarda il contingente numerico che può essere stimata funzionano giudiziario aspettativa il collocamento fuori ruolo e non assimiliamo per quanto riguarda l'aspetto più rilevante per la carica di un magistrato il collocamento fuori ruolo per più di dieci anni rispetto al servizio giudiziario collocamento fuori ruolo o aspettativa credo che sia del tutto irrazionale
Andiamo poi al problema della circolare perché cioè il problema il dato normativo PRIP primario credo che già questo sarebbe sufficiente per risolvere nel senso che non è possibile accogliere le richieste di aspettativa dei colleghi
Mandiamo al dato una normazione secondaria
Io sono fra coloro i quali
Appare sempre propugnato la tesi secondo cui aspettativa ex articolo ventitré bis e collocamento fuori ruolo fossero istituti differenti
Presentammo emendamenti nel in tal senso anche rispetto al testo della circolare votammo chiedemmo di votare per parti separate separate la circolare che
Assimilava quasi integralmente i due istituti
Alla luce dell'interpretazione consigliare secondo cui le aspettative venivano seminati sempre nella nostre decisioni consigliare al collocamento fuori ruolo proprio perché ero conviviamo ero convinto del fatto che si trattasse istituti differenti
Ebbene questo è un sentenze non sono state accolte e se approvato una circolare
Che accomuna
Sovrappone sovrappone lo si è detto in delibere del Consiglio sovrapporre gli istituti in aspettativa del collocamento fuori ruolo espropriato ISPA e la prospettiva affermata evidenziata esplicitata gli interventi in plenum
Che era possibile attraverso l'istituto della con aspettativa eludere
I divieti reca legati al collocamento fuori ruolo
E oggi dopo Umea disciplina dettata in via secondaria due mesi fa dal Consiglio dopo una discussione che è durata in Commissione per tre o quattro mesi noi vogliamo
Incidere son tutti i limiti che noi abbiamo dettato per il collocamento fuori ruolo è anche per l'aspettativa
Si dice una proposta di delibera badate bene Illy unici limiti sono quelli previsti dal comma tre
Ma no non sono quei non è vero che sono qui gli unici limiti si dice in particolare voglio ricordare non è vero che sono gli unici limiti peraltro
Il comma tre della nostra norma prevede lettera lettere a b lettera c e letterati nella nostra lettera d che quella temo ritenuta ritenete in particolare applicabile all'aspettativa
Si fa riferimento la durata del periodo fuori ruolo
Allora se vogliamo utilizzarlo questo elemento per valutare e dire no ai magistrati che hanno svolto funzioni non giudiziale per un du
Un lungo periodo di tempo ritenendo che anche il periodo di aspettativa debba essere computato vuol dire che il la la durata del periodo di esercizio di questo non giudiziari
è considerabile per lui per dire no alle richieste e per diciamo concretizzare dissi dunque lo diciamo il concetto di ragioni ostative all'accoglimento da domanda
Attenzione
Attenzione perché non abbiamo soltanto il comma tre noi abbiamo una serie di commi successivi che affermo una serie di principi
Il comma cinque che ci dice qual è il termine dell'esercizio delle funzioni non giudiziarie abbiamo detto cinque anni dopodiché le valutiamo vogliamo dire oggi che questo
Principio non si applica l'ipotesi del collocamento fuori ruolo conseguente aspettativa
E noi il comma sei
Non è solo la legge e anche la nostra disciplina secondaria
Dice chiaramente che il collocamento fuori ruolo esercizio di funzioni non giudiziale non può durare più di dieci anni allora vogliamo dire oggi che questa norma della nostra circolare dettata due mesi fa non riguarda l'istituto l'aspettativa
E quali sono i le ragioni per le casse del mare che non si applica
Poi abbiamo
Abbiamo l'altro problema nel superamento nel superamento della scopertura d'organico
Si fa giustamente riferimento a precedenti nei quali questi limiti sono stati superati
è vero sono stati superati alcune volte spesso col voto contrario del sottoscritto ma non voglio far riferimento ai precedenti consigliare ogni tanto fa riferimento al fatto che la nostra circolare
è stata frutto di una discussione durata permise mezzi
E noi abbiamo chiaramente discusso anche del tema della derogabilità del limite Visco per Thuram e ci ponemmo il problema di fronte a una richiesta sì ho finito di fronte a una richiesta del ministro
Ho dia un'alta autorità possiamo derogare questo limite
è la scelta della Commissione consapevole del plenum dopo che il tutto consapevole è stata quella no anche in questi casi non si deroga tant'è vero che è rimasta una dicitura chiara testuale secondo cui questa deroga non è consentito
Dopo due mesi non vogliamo di fronte a uffici che hanno scoperture ben superiore al venti per cento dire da questa deroga consentita no dopo la circolare dopo la nostra scelta chiara di dove si fa non è possibile derogare a questo limite
Da ultimo
Giustamente si fa riferimento all'istruttoria svolta ma io voglio ricordare che l'istruttoria svolta cioè i pareri dei capi degli uffici del Consiglio dire vivo della Cassazione non riguardano assolutamente il problema dell'aspettativa soltanto il problema del collocamento fuori ruolo
E soprattutto i Parini del consiglio direttivo dei capi di uffici fanno riferimento al problema spremitura dell'ordinamento
E demandano demandano
Al demando no al Consiglio superiore la questione relativa alla violazione o elusione delle norme di legge
No prendendo ma comprendendo parola non facendo riferimento nei Ro-Ro testi a decisioni sul punto
Vogliono che qua e di questa questione di vicino al Consiglio superiore questa questione non è stata affrontata né delibato dal Consiglio direttivo siamo noi chiamati a decidere oggi e spero che si decida in base alle nostre norme di legge la nostra normativa secondaria
Ma c'era più
Grazie Presidente
Intervengo con profondo disagio perché i due magistrati interessati da questa richiesta sono miei colleghi di ufficio in Cassazione
E per di più Mimmo calcola un mio amico una
Amico con il quale condivido rapporti anche affettivi di alcuni anni da alcuni decenni
Se da magistrati mica meritasse
Avverto anche l'esigenza di una grande cautela perché
E Palese l'anomalia di questa procedura
Perché il Ministro fa una richiesta di collocamento fuori ruolo e siamo noi a ricorrere all'escamotage dell'aspettativa
E quindi avverto queste esigenze di cautela essi istituzionale
In un contesto politico
Certamente non facile per il nostro Paese
Affronterò comunque entrambi gli aspetti sia quello giuridico sia quello politico-istituzionale brevemente come mia abitudine
Si dice che qui e applicabile l'aspettativa l'aspettativa di solito si concede a chi cessa temporaneamente dal lavoro l'articolo ventitré bis
Del decreto legislativo centosessantacinque del due mila uno prevede che un'aspettativa senza assegni
Possa essere riconosciuta anche a chi continua nel suo lavoro presso un un istituto pubblico privato o un pubblico funzionario
Ferma restando dice ferma restando dice l'articolo ventitré bis la disciplina vigente in materia di collocamento fuori ruolo nei casi consentiti
In giù IPSEMA restando dice la legge e i e in giurisprudenza si è posto il problema di
Chiarire cosa intende si debba intendere per questa salvezza della disciplina del fuori ruolo nei casi consentiti dalla legge
E la giurisprudenza amministrativa ha chiarito che l'articolo aggiunto dalla legge centoquarantacinque del due mila due
E è allo scopo di consentire il superamento del limite proprio dello collego commento fuori ruolo dice la sentenza
Il limite costituito dalla necessaria attinenza tra gli interessi dell'Amministrazione di destinazione e quindi l'amministrazione di appartenenza
Si tratta quindi dice il Consiglio di Stato di una norma speciale in quanto dei erogante a regime ordinario incompatibilità
E quindi di stretta interpretazione
Norma la quale discipline una disciplina una fattispecie speciale costituita dalla possibilità per il magistrato di assumere a domanda saldo salvo motivi ostativi incarichi presso qualunque soggetto pubblico
Che non incide sulla disciplina del fuori ruolo ma questa si aggiunge
Quindi
Questa aspettativa è un'ipotesi particolare
Aggiungo da allo scopo di far fronte a casi di
Destinazione a funzioni diverse da quelle proprie del di un magistrato di un comunque di un funzionario nei casi in cui
La natura della questa diverse attività sarebbe incompatibile con l'esercizio delle funzioni originarie queste l'unica Deborah deroga per il resto
Se non mi rimangono lady norme che regolano il fuori ruolo lo dice espressamente la legge fermo restando la disciplina de il collocamento fuori ruolo nei casi consentiti dalla legge
Quindi
Innanzitutto di venerdì tenessi che non si può fare un ruolo di corso all'aspettativa quando sia possibile il collocamento fuori ruolo quando il suo
Ruolo sarebbe poco sarebbe possibile per la sua della natura dell'attività alla quale si viene destinato non è possibile ricorrere all'aspettativa altrimenti
Come nel caso
In esame
L'aspettativa diventa uno strumento per eludere la legge sul collocamento fuori ruolo dal perché questa loro non c'è bisogno che lo di Caio lo conclamati ciò che è avvenuto perché il ministro ha chiesto il collocamento fuori ruolo e noi quando abbiamo constatato che c'era
Non limite uno di quei limiti che termini Mangone o per la legge
Sia per il collocamento fuori ruolo sia per l'aspettativa abbiamo detto va bene non possiamo fare il collocamento fuori ruolo faccia del dispone ancora ricordiamo l'aspettativa è una palese elusione della legge
Per quel sarà questa la ragione del del della modifica
Dell'atto apportata la circolare alla circolare la nostra circolare laddove si dice che alle colloca all'articolo metto in aspettativa sia pericoli in quanto compatibili gli stessi limiti del collocamento fuori ruolo è questa
Si vuole evitare che ci sia un'illusione di limiti previsti per i fuori per il collocamento fuori ruolo e non si vende perché i limiti temporali non dovrebbe essere compatibili
Ciò con previsti per il furbo lo dovrebbero essere compatibile per i vini debbo per per dell'aspettativa è una cosa assoluta
Infine il comma sessantasei della dell'articolo due della legge anticorruzione prevede che gli incarichi apicali Orsenigo segna apicali debbono essere con Consiglio
Con l'altra andato sono ammessi per i magistrati solo previo collocamento fuori ruolo
E questo non lo può certamente essere intesa nel senso che quegli incarichi ancora una volta non possono essere conferiti se non comprendo collocamento fuori ruolo
Si dice
Che l'aspettativa comunque col comporta il collocamento fuori ruolo e quindi la comma sessantasei sarebbe rispettato B ed allora se comporta il collocamento fuori ruolo vale anche il limite temporale del collocamento fuori ruolo qui
Con la la e quasi comica la relazione della della Sud perché ci è stata presentata
Perché questo articolo sessantasei questa sessantasette fanno come spesso accade il gioco delle tre carte una volta c'è
Il fuori ruolo vale e l'altra volta il futuro non vale
Centrale sale se questo è fuori ruolo e quindi non incorre nel limite del nel divieto drastico sessantasei
Allora se è fuori ruolo eppure però anche dei limiti però come come dice la legge perché la legge dice dice lorda lo ripeterò fino alla noia fermi restando i limiti previsti per i fuori
Questo è l'aspetto giuridico
Questo è l'aspetto giuridico che secondo me non ha non ha dubbi c'è poi un aspetto politico istituzionale
Sono perfettamente consapevole
Che sotto il profilo politico bisogna dar conto tener conto prevalentemente dei risultati
Perché l'attività politica e con la nostra è un'attività politica si valuta anche
Soprattutto in ragione dei risultati
Ma chi e quali risultati dobbiamo parlare dobbiamo tener conto solo dei risultati immediati quelli dei dei tatticismi ad
Virtuali nel nostro Paese o dobbiamo vedere Abdal tener conto dei risultati di lungo periodo di risultati proprio delle proprie della logica istituzionale
E qui ci sono due aspetti uno che riguarda specificamente il Consiglio e l'altro che riguarda più in generale tutto il sistema del nostro Paese il Consiglio non gode di buona fama neppure tra i magistrati
Perché c'è la vulgata contro la quale spesso si scagliano che
E
Il Consiglio decide
Per per
Per
Orientamenti di parte per
Per
Cumuli di partigiani tale per come dire conterà per accoppiamenti fa di faziosità questa sarebbe stata un'ottima occasione
Sarebbe stato un'ottima occasione per smentirla perché se
I magistrati che ha
Che appartengono allo stesso
L'orientamento culturale dei magistrati per i quali sì
Si propone il collocamento fuori ruolo avessero avuto la forza morale e politica di opporsi di dire di no non è possibile e invece no
Carnica avremo ancora una volta ricaveremo ancora molto da un'accusa
Nell'accusa che le regole si attengono dei nemici e sindacatorio per gli amici questa purtroppo sarà la conseguenza
E questo è un problema che riguarda non solo il Consiglio
Il nostro Paese vive una grave una crisi gravissima
Io credo che questa crisi sia dovuto anche
Al prevalere di questi tatticismi ho finito Presidente notevole di questi tatticismi che privilegiano il risultato immediato piuttosto che un risultato di lungo periodo e la crisi del nostro Paese e dovuta ai tatticismi alla mancanza di progetti
I progetti politici e istituzionali il tatticismo lo scritto recentemente è una patologia ad esito infausto
Si era Canelli
Il Presidente
Devo dire che dopo gli interventi sia del consigliere Pepe il Consigliere Nappi noi sta molto da dire soprattutto l'intervento consigliere Nappi che condivido integralmente devo dire sgombra il campo da una serie di argomentazioni che volevo evidenziare
Ovviamente qui non è in discussione l'ottimo profilo professionale dei magistrati prescelti vi è un delicato problema di rispetto delle regole alla luce delle nuove disposizioni primarie in materia di fuori ruolo e della recente normativa secondaria approvata al Consiglio Superiore la magistratura
Normativa secondaria la cui approvazione è stato da più parti rivendicata come importante risultato di questa consiliatura e come significativo altine conto le cosiddette carriere parallele
Il problema è che nel caso di specie magistrati prescelti hanno già svolto numerosi anni fuori ruolo uno oltre quindici anni fuori ruolo l'alto oltre dieci anni
Fuori ruolo ora nonostante alcuni tentativi di interpretare la normativa primaria la domande collocamento coi volutamente non poteva essere accolta che a questo punto cosa succede si invitano i magistrati a presentare domanda di collocamento in aspettativa e quindi si trasforma la pratica
Non prima in collocamento fuori ruolo a seguito di richiesta del ministro ma puramente o fuori ruolo a seguito di richiesta di aspettativa vedi colata dai magistrati interessati ma voi tutti ricorderete che esattamente qualche settimana fa fu annunciata in modo trionfale da parte di qualche gruppo
L'approvazione della nuova circolare in materia di fuori ruolo nell'ambito della quale è stata inserita una disposizione che assimila assimila sotto il profilo normativa secondaria l'istituto del collocamento fuori ruolo dell'aspettativa su questo punto hanno già ampiamente argomentato di me proceduto quindi non mi soffermo
Evidenzio soltanto che laddove si parla come di consigliere Pepe in particolare il limite quell'articolo tre e in particolare che vuol dire che tutte le circolari applicabili un po'do compatibile e in particolare quello che dice il comma tre e il comma tre nella lettera d che l'unica applicabile perché le lettere a b e c non si applicano trattandosi incarichi apicali
La lettera d dice che quando si deve concedere autorizzazioni bisogna valutare la durata della permanenza forward magistrato tenuto conto degli incarichi eventualmente
Già svolto in funzioni non giudiziarie in rapporto alla durata complessiva della carriera o abbiamo qui uno che ha svolto già undici anni uno ne ha svolto quindici a
Anni qua se questi sono pochi per voi prendiamone atto però ricordiamo ce ne quando mi ha avremo successivamente in futuro altre domande di aspettativa
Qui ha già ricordato il consigliere Pepe la strana sì una strana situazione per cui noi che avevamo contestato perché ritenendola il ragionevole l'assimilazione totale di due istituti presentando l'emendamento votato il PATI separate c'era stato praticamente rinfacciato sostanzialmente che pratica l'ente in questo modo noi volevamo praticamente eventualmente attestiamo si si voleva evitare da chi faceva l'assimilazione voleva evitare che ta verso l'aspettativa si aggirasse la durata dei fuori ruolo con la creazione di capire parallele ma ora cosa succede questa regola pene introdotte non valgono più
E tabula rasa ormai non esistono più queste regole
Ma peraltro devo dire il Consiglio Ancona volta qui dissento un attimo d'Arco dal Consigliere Nappi perché è vero che ci può essere una un effetto politico della nostra decisione ma ne sto facendo attività amministrativa in questo momento tant'è vero che questa delibera in teoria potrebbe segnata questa libertà se anche non o si imprese già due fosse di rigetto potrebbe sintonia dagli interessati ma laddove fosse di accoglimento e successivamente il Consiglio fa leva di rigetto poté bensì impugnata per eccesso di potere dati contento interessati quindi e che ha tra
Amministrativa questa possiamo definire eventualmente di alta amministrazione non attività amministrativa sindacati dal giudizio dal giudice amministrativo quindi per definizione non può essere più da politica un attività che sindacati dal giudice amministrativo
Ebbene devo dire
Ci sono delibere approvate da voi qualche settimana fa nella delibera caso Ingroia si è detto
Se gli istituti del collocamento fuori ruolo e dell'aspettativa appaiono diversi per natura e disciplina normativa primaria prevista devono iscriversi entrambi nell'alveo comune della destinazione dei magistrati a funzioni diverse da quelle giudiziarie
Se giunge in quella delibera approvata dalla quasi totalità del plenum
Tale Comune categoria funzionali implica
Che la valutazione del CSM circa la loro tutto autorizzabilità deve essere il frutto di un'analisi di dati oggettivi e soggettivi
Del tutto sovrapponibili si dice che c'è una totale sovrapposizione tra collocamento fuori ruolo ed aspettativa oggi invece questa totale
Se la posizione scompare per alcuni aspetti che sono di già ricordati praticamente da Colle intervento consigliere Nappi e del Consigliere
Pepe ma io volete un qualcosa di più oltre all'accurata interpretazione testuale che ha fatto il Consigliere Nappi io evidenzio che la difficoltà appunto del problema di collocare l'aspettativa sessantasei era ben presente al legislatore tant'è vero che c'è stato un tentativo abortito dal Governo Monti inneggiato in linea della della della della
Del pupillo di governo
Che hanno preparato un decreto legislativo in cui cercano di introdurre in quel decreto legislativo il problema dell'aspettativa ma ci fu una sollevazione di una parte della stampa ricco degli articoli sul Corriere della Sera di Rizzo di Stella un articolo della Milena Gabanelli che costrinse successivamente infine misto Filippo Patroni Griffi intervenire sulla materia
E che la Gabanelli mette a ben in evidenza che se si fosse introdotto un decreto legislativo introducendo questo discorso l'aspettativa che oggi cerchiamo di far passare in via interpretativa noi
Si sa pestato l'aggiramento della volontà del legislatore di limitare nel periodo nel nel tempo il primo dopo il ruolo dei magistrati tutta questa serie di argomenti sono significative e dire che non oggi stiamo facendo questo aggiramento sta cercando poi vorrei chiedere un chiarimento e relatori visto che qua siamo in un fuori ruolo non ordinario ma un fuori ruolo come conseguenza aspettativa potrei aveva informazioni circa i compensi
Le indennità le remunerazioni previste sotto qualsiasi forma o titolo ai magistrati in questione perché nella nostra circolare sui fuori ruolo si dice che il magistrato quando chiede
Il fuori ruolo in questo caso l'aspettativa che assimilabile deve indicare nella richiesta il compenso di previsto io ho visto i fascicoli non ci sono indica zone di questo tipo le pratiche vanno istruite in maniera integrale quindi che deve I bella dove gli avere notizie sui compensi previsti per questi magistrati
Altro discorso che va va fatto qui c'è un problema grosso anche di opportunità
Uno dei magistrati in questione e anche Presidente della commissione di concorso in magistratura Ceccano è uno non è un problema giuridico è un problema di opportunità che il Consiglio deve ugualmente valutare è stato già ricordato dal consigliere de qua si deve
Pepe il problema del superamento della scopertura del venti per cento qui siamo su percentuali venticinque ventisei per cento ma qui devo dare atto che giustamente nella delibera si dice che ci sono stati casi in passato di deroga questo limite
Però ricordo che queste deroghe sono avvenute con la vecchia circolare quando fu introdotta la nuova circolare io ho partecipato anche nei mesi precedenti nell'abolizione la circolare si versa nelle varie discussioni che si facevano si era detto che le dette diciamo così
I vincoli che venivano stabiliti dovesse vincoli inderogabili tant'è vero che non sono previste non ce la formula salvo deroghe
Sono inderogabili ma oggi diventano nuovamente derogabili perquisiamo scoperture su questi ulteriori
Non è vero quello che dice il Consigliere CASELLA circa il parere ampiamente favorevole sia per il parere favorevole consiglio direttivo ma il Consiglio Direttivo chiaramente a dato la palla noi perché il Consiglio Direttivo dice come ricordato nel parere del Primo Presidente la Corte di Cassazione
Dice competono soltanto al Consiglio Superiore le valutazioni relative all'applicazione della disciplina sui limiti all'applicazione fuori ruolo quindi giustamente Comitato direttivo fa le sue valutazioni ma dice ma sui problemi di fondo dei limiti
Non tocca a me decidere è un problema del Consiglio Superiore qui da questo punto di vista e come ho direttivo ben consapevole come me perché perché sarebbe senza una frase del genere ben consapevole di problemi che ci vanno dice il Consiglio Superiore competenti in materia valuterà il Consiglio superiore
Un altro discorso io diretti praticamente qui il problema grosso che si pone con questa delibera che vi scrisse provata che potrebbe passare il seguente messaggio colleghi che siete stati fuori ruolo che quindici anni o che si totalmente fuori ruolo nessun problema
Ciò richiede l'aspettativa e potete ritornare il Fondo volo continuava il fuori ruolo superando il termine massimo di dieci anni
Allora io devo dire attualmente abbiamo numerosi magistrati in servizio anche attualmente presso il Ministero della giustizia che hanno superato il limite decennale alla scadenza dell'inno incaglio cosa faremo in caso di l'ho richiesta di aspettativa per rimanere presso il Ministero della giustizia per altri anni cosa faremo dopo questa delibera
Ma vedete io in questi giorni ho ricevuto la telefonata di un magistrato che è stato contattato per valutare la possibilità di assumere l'incarico di Capo ufficio legislativo presso un'importante Ministero della nostra Repubblica
La prima domanda che ingenuamente gli ho fatto è stata scusa ma da quanti anni si è fuori ruolo e mi ha risposto sono fuori ruolo da circa nove anni e io ho semplicemente risposto guarda che al limite il Consiglio potrà autorizzati ma al massimo per un anno perché dice hanno più fare
Certo stasera dopo questa delibera se la provata i telefoni e lo ridico guarda scusami io non avevo capito niente in questo caso chili l'aspettativa e potrà rimanere popolo per gli anni che ci saranno anche perché si tratta di un ufficio legislativo di un ministero importantissimo nel nostro Paese
Scusatemi ma poi che qui vengono sempre fatti richiami alla coerenza io voglio richiamare alla vostra attenzione alcuni interventi che erano stati fatti in plenum in occasione dell'approvazione della circolare sui fuori ruolo
Per quanto riguarda la discussione sulla tuta antimeridiana perché non era ancora pronto il resoconto sommario ho dovuto gli ascoltare un po'il dibattito sulla che valicare e che cosa c'è scritto in questa circostanza ha detto in quella in quella in quella discussione si è detto che il consigliere Rossi dice testualmente più o meno profitto che ho richiamato sintetizzando
Si è cercato di arrivare ad una soluzione equilibrata che sfuggisse al dibattito che concerne i fuori ruolo in sala inserendo dei paletti alla discrezionalità del Consiglio ed esercitare in maniera uguale per tutti attraverso regole predeterminate in maniera chiara e che se si tanto di comportarsi della medesima Mania per quanto attiene l'aspettativa e apparato anche della necessità di meglio delineare le regole soprattutto sulla scopertura superiore al venti per cento lo stesso consigliere casse dice ha necessità di una durata contenuta escludendo le cosiddette Cavaliere precarie parallele ed avevo osservato che per la prima volta vengono stabiliti in maniera rigorosa i presupposti oggettivi e soggettivi
Ma Guizza tutto mi dispiace consigliere Rossi resa i rapporti che ho con lei
Però sono quando si tratta di fare valutazioni su quello che succede in plenum bisogna attivamente esse ponte risponde quello che si dice in sede di discussione sulla nuova circolare al momento delle repliche adesso cito dal resoconto sommario della seduta del sette marzo
Lei aveva dichiarato di essere contrario a tutti gli emendamenti anche all'emendamento che voleva impedire l'assimilazione dei RIS del fuori ruolo o aspettativa
E ha detto testualmente il Consigliere Rossi dichiara di essere contrario a tutti gli emendamenti specificando che la disciplina e identica proprio per evitare aggiramenti in relazione all'aspettativa
Mi dispiace consigliere Rossi oggi le proposte al nostro esame sono esattamente un aggiramento uso l'espressione che lei ha usato nel plenum del sette marzo della normativa primaria che secondaria
E dal ponte anche lui credeva seminati è chiaro che qui promette se fosse
Fossimo io non sono un civilista quindi poter di una cavolata puramente siamo in presenza di un negozio fa dolente rispetto la legge ma questo gli hospice non è semplice lista possa permettere di dire cose inesatti dal punto di vista
è tecnico oppure non essendo nemmeno un tributarista potrei dire che siamo in presenza di un'elusione ed anche qui potrei commette un'inesattezza tecnica ma non sono un tributarista
Ora io perché spesso sono stato accusato in questa sede di essere di non rispettare l'istituzione consigliare voglio solo dire che il modo migliore per rispettare l'istituzione della quale facciamo parte e quella di rispettare le regole anche di quelle che ci siamo dati
Grazie solo per la dignità dei civilisti che direi che tutto è carica un negozio e
Negozio proprio non lo vedo lei consigliere Romano
Sì sì
Vorrei riportare
La vicenda ciò che è accaduto anche perché dalle parole del Consigliere Nappi
Sembra che la vicenda abbia avuto un percorso diverso da quella che da quello che in realtà ha avuto
Noi abbiamo ricevuto una richiesta del Ministro della Giustizia la quale ci chiedeva il fuori ruolo per due magistrati a due uffici apicali
E devo dire che immediatamente abbiamo ovviamente incrociato il dato della richiesta con il dato della normativa
E a più di uno di noi è venuto subito agli occhi come fosse difficile pur
Nella
Assoluta
Attenzione per la richiesta proveniente dal ministro
E mi permetto di dire
Dal Ministro della giustizia non da un Ministro della Giustizia specifica
Voglio
Diciamo sgombrare il campo dall'interno dubbio che mi è venuto che se altro fosse stato il Ministro della Giustizia
Altra sarebbe stata l'attenzione e dall'altro
Per il valore oggettivo dei profili dei ruoli da ricoprire Capo di Gabinetto e capo dell'ufficio legislativo
In due parole il cuore del ministero
E lei terzo profilo per l'indiscusso valore dei magistrati destinatari di quella richiesta
Tutto questo ovviamente ci ha messo
In grave difficoltà
Perché la memoria di fatti recenti e cioè la riforma della circolare in materia ci lasciava grandissime difficoltà
Per
Ottemperare in senso positivo a una richiesta così autorevole
Nelle more di questa riflessione
è arrivata
Non è avvenuta per richiesta della Commissione
Escluderei che si è avvenuta mediante iniziativa privata di qualcuno dei componenti della Commissione è comunque la cosa non è a mia conoscenza ed in ogni caso non sono stato certamente io è è avvenuta una diversa domanda cioè l'aspettativa
A questo punto noi abbiamo avuto una
Differenza fra una d'
Manda del ministro fuori ruolo è una richiesta dei due magistrati interessati aspettativa
A me è sembrato ovvio dal momento che
Sulla fuori ruolo dubbi non ce n'erano in senso negativo
Chiedere al ministro se
La stessa assumesse per dir così
Una responsabilità politica perché dissi che c'è una responsabilità politica
Nel richiedere quei due alti magistrati per quelle due appunti e ne apicali
In base a un regime giuridico parzialmente differente da quello che in origine lei ci aveva richiesto
Il ministro a questo punto allineato parzialmente la pratica
A l'oggetto del quale noi discutevamo dico parzialmente
Perché a questo punto noi abbiamo una richiesta del Ministro fuori ruolo una domanda dei due magistrati aspettativa una domanda i due magistrati aspettativa
Purtroppo abbiamo i pareri intermedi penso al Consiglio Direttivo della Cassazione che si sono in realtà pronunziati sul fuori ruolo e ne stiamo discutendo sull'accoglimento di una domanda che
Riteniamo o almeno ritengono coloro i quali hanno votato favorevolmente avere una natura giuridica diversa dal fuori ruolo originario quindi c'è almeno un passaggio intermedio che non è perfettamente
Coerente tant'è che io lo porto avevo consigliato di riportare integralmente indietro l'orologio della pratica cioè allineando tutto il percorso sotto il versante dell'aspettativa
Questo non è avvenuto integralmente è avvenuto almeno nella parte iniziale della domanda del ministro è nella disponibilità dei due magistrati interessati
Questo per onore della verità perché sarebbe stato veramente grave e che
Iniziativa fosse avvenuta da parte della Commissione
Ci siamo trovati di fronte a due richieste non omogenee e abbiamo tentato quantomeno di rispondere in modo coerente a una domanda che fosse univoca
Ciononostante devo dire che al di là dei valori del valore indiscusso dei due magistrati e della in questione e della necessita di collaborare lealmente con
Il
Ministro della giustizia
Permangono dei dubbi e i dubbi sono proprio nella circolare che noi abbiamo approvato pochi poche settimane fa
Nella quale abbiamo voluto dare un indirizzo di maggiore rigorosità alla concessione del fuori ruolo
E nella quale circolare abbiamo sostanzialmente ha reso omogenea la disciplina dell'aspettativa sia pure anzi tentando da parte di qualcuno di non ottenere la totale sovrapposizione delle due funzioni
Ma rendendo assai simile in realtà per quanto compatibile la disciplina dell'aspettativa alla disciplina
Dei fuori ruolo
Quindi ci troviamo di fronte a una situazione oggettivamente assai complessa in cui l'escamotage argomentativo è costituito nel caso di specie
Da una sorta di bonus perché i magistrati in questione avrebbero maturato in quanto il loro fuori ruolo sarebbe stato in gran parte percorso
In organi di di rilevanza organi costituzionali o di rilevanza costituzionale quindi eccome se è il fuori ruolo che loro hanno
Percorso in precedenza fosse per il così sottratto dal periodo complessivo in quanto ha fatto in quei tre luoghi
Sacri
è un argomento certamente giuridicamente sostenibile molto raffinato
Forse non del tutto convincente ma che pure potrebbe avere una un suo fondamento giuridico
Su queste abbrivio della verosimiglianza della tesi interpretativa sia arrestato il mio voto
Sotto
Il punto specifico di un'astensione che il dibattito odierno non mi sembra abbia consentito di superare in un senso o nell'altro
Perché oggettivamente i dubbi interpretativi sono molto forti come pure a fuoco forti sono le ragion di Stato che ho sinteticamente enunciato in premessa
Se Cazzano
Io vuoi dare conto
Nel modo più sintetico possibile Presidente delle ragioni che mi porteranno ad astenermi nel voto
Perché in realtà si affollano e non so se definirli valori da bilanciare terrestri
Gli argomenti giuridici quelli
Chiudi interpretazione stretta delle norme in realtà sono tutti reversibili nel loro contrario
In questo mi differenzio dal ridare da lei consigliere Nappi del quale ho apprezzato però l'argomento cioè non credo che la strada della
Della stretta interpretazione ci conduca a una soluzione univoca
Ci sono dei princìpi e poi secondo me che devono orientarsi in questa direzione il problema che in questo caso i principi davvero
Per quanto mi concerne almeno con ogni giorno l'un con l'altro
C'è la richiesta del Ministro della Giustizia
E oggi ho sentito che era successo questa tesi che ricorda
Come noi costituzionalisti ben sappiamo che il ministro e la giustizia è l'unico Ministro ricordato autonomamente in Costituzione
Questo non lo sapevo
Peraltro sottolineo che questo aspetto riguarda il ministro
Che riguarda eventualmente anzi riguarda è un argomento che serve a giustificare il perché il ministro può essere parte ad esempio in un conflitto tra poteri dello Stato di fronte alla Corte
Ma non riguarda
Altre cose rispetto al ministro in particolare non riguarda a cascata coloro che sia pure in posizioni apicali col ministro lavorano
Però come vedete sono due argomenti è la posizione del ministro ma
C'è tutto quello che viene dopo
Semmai quello che vale è un altro e il valore dell'intuitu personae e di una richiesta di questo tipo io non posso per ragioni istituzionali non considerare che è del tutto evidente che se il Ministro la giustizia chiede
Al Consiglio Superiore quei due magistrati è evidente che di quei due magistrati si fida e vuole lavorare con loro e in posizioni apicali di quel genere dire no a una richiesta di questo genere molto difficile
Però
Dall'altra parte dal mio punto di vista
La necessità di limitare
Il ricorso alla categoria del fuori ruolo dell'aspettativa dei magistrati è una linea di politica giudiziaria che io credo avremmo dovuto seguire di più ma lo dico soprattutto come autocritica come critica riferita a me stesso
Perché a noi piacciono più magistrati che stanno negli uffici e che lavorano piuttosto che in altre posizioni
E tra l'altro o la legge non è che impone
Che in quelle posizioni ci debbano essere solo magistrati perché il ministro potrebbe anche
Come dire reclutare altre categorie
Di giuristi professionali e mi piacerebbe anche vediamo anche il Governo nel quale il Capo di Gabinetto del Ministro della giustizia o il capo dell'ufficio legislativo del ministro la giustizia non è un magistrato perché la legge questo non lo impone
Ma
La richiesta del Ministro va rispettato
Ci sono dubbi sulla possibilità di applicare l'aspettativa a
A questo caso e ci sono dubbi che all'aspettativa non sia applicabile il termine decennale a seguito della modifica della nostra circolare gli argomenti non li ripeto sono in realtà secondo me reversibili
C'è il grande dubbio di creare un precedente nefasto
Lo ha ricordato bene il Consigliere RACANELLI non lo ripeto da questo punto di vista non lo so consigliere Rossi sale paletti
Che sono stati indicati correttamente come elemento fondamentale nella relazione sono sufficienti perché il tema che in realtà poi la richiesta del ministro in realtà sarà il
Il punto il punto discriminante
E allora
Tutti questi argomenti messi insieme su
Sulla bilancia mi portano solo per rispetto istituzionale la richiesta del Ministro cancellieri non a votare contro ma l'astensione lascia Borraccetti
Credo invece che
Le due delibere presentate
Meritino un voto favorevole
Per ragioni che ho molto velocemente espongo
Partendo proprio dalla considerazione che ha fatto poco fa il Consigliere Zanon proposto della reversibilità delle argomentazioni giuridiche scusate
Nella discussione a partire da quelle usate nella
Nelle proposte di delibera
Implicitamente significa che la interpretazione delle norme vigenti
Proposta dalle due delibere è legittima
è una delle interpretazioni possibili a noi sembra la più corretta quella
Più conforme alle
Alla normativa primaria e secondaria ma non è
Assolutamente tracciabile
Di essere
Contra legem o di essere incoerente con una disciplina che noi stessi per quanto riguarda
Le circolari abbiamo approvato
Quindi respingere al mittente
L'eccesso di polemica che è stato usato nei confronti della legittimità di questa interpretazione
Come tutte le interpretazioni giuridiche è opinabile
Noi ne siamo convinti abbiamo espresso gli argomenti a favore di questa lettura delle norme
I relatori hanno spiegata il testo è chiaro io credo che questo sia un punto fermo certo si può dissentire da questa interpretazione ma è un'interpretazione
Che ha il suo fondamento e che si fonda sulla differenza tra i due istituti che nessuno qui ha contestato
Nessuno qui ha contestato che gli istituti siano diversi
E nella discussione sull'assimilazione che è stata fatta da interventi mi hanno preceduto si dimentica
Oppure è stata posta in poco rilievo l'espressione usata nelle nostre circolari l'assimilazione in quanto compatibili
Cioè le regole del fuori ruolo che vengono richiamate vengono chiamate in quanto compatibili con i diverso istituto dell'aspettativa che un diverso istituto
Non si può dire che il fuori ruolo o aspettativa sono la stessa cosa
è vero
Che l'aspettativa comporta necessariamente il fuori ruolo
Va da sé
Ma ci sono altre situazioni giuridiche che riguardano i magistrati che comportano necessariamente il fuori ruolo e che non hanno niente a che fare
Con che comportano necessariamente l'aspetta la il passaggio fuori ruolo che non hanno niente a che fare con l'aspettativa
Cioè il passante l'automatismo non è tradotto aspettative fuori ruolo ma è che una conseguenza dell'aspettativa è il fuori ruolo
Per esempio in materia tutta diversa il magistrato sospeso del servizio è automaticamente in posizione di fuori ruolo ma è una conseguenza non è che sia applicato a Luigi istituto del fuori ruolo
Per cui anche questo fuori ruolo consegue al fatto che un Andriotto in aspettativa
E dal punto di vista normativo dell'interpretazione delle bisogna distinguere tra l'applicazione diretta dell'istituto e la situazione in cui viene a trovarsi in conseguenza di un altro stato giuridico in questo caso quello dell'aspettativa
A Pepe consigliere Petroni vorrei ricordare che lui ha ragionato sulla ratio del dell'aspettativa
Riferita alla mobilità tra amministrazioni B quella ratio non comporta come conseguenza necessitata che l'aspettativa non possa essere applicata anche gli incarichi presso il Ministero della giustizia
Anche per un'altra considerazione che il passaggio dall'esercizio delle funzioni giurisdizionali alle funzioni amministrative nel ministero della giustizia non è il passaggio da un'amministrazione all'altra
E rientra quindi
Anche se non è la logica della mobilità tra
Un'istituzione quella giudiziaria e l'Amministrazione Ministero della giustizia che ben può essere applicata anche con
L'aspettativa allora intendiamoci intendiamoci
Questa è una strada che
Le proposte hanno esplorato e hanno cercato di
Raggiungere che è consentita dall'interpretazione della disciplina vigente
Io vi chiedo però
Al di là del dato normativo però
Partendo dal fatto che quella interpretazione l'interpretazione conforme a norma primaria e secondaria
Che si può criticare che si può nonché a sostenere ma che è legittima perché fondata sulle nel sulle norme così come è stata ricostruita
Io credo il Consiglio Superiore può porsi il problema
E qui risposto su un altro versante politico istituzionale
Che nascerebbe dal fatto di respingere una richiesta del ministro per due collaboratori di stretta fiducia PRIP
Porto quello che ha detto
Ultimo da ultimo il consigliere Zanon meglio per due collaboratori che lei sceglie perché ha fiducia in questi due
Perché sono due magistrati che andranno a collaborare direttamente con lei
Imposizioni di Capo di Gabinetto e di capo dell'ufficio legislativo può opporsi consiglio superiore il problema delle conseguenze dal punto di vista politico e istituzionale di dire di no al ministro
è davvero tatticismo di breve periodo questo e tatticismo diverse vero a farsi carico delle conseguenze di un conflitto istituzionale che sarebbe una novità assoluta che non abbiamo mai vissuto
In una fase in cui già i rapporti tra istituzioni giudiziaria gli altri istituzioni non sono facili
Scusate non usiamo fuori posto i termini qui si è parlato di moralità
Lo trovo fuori posto questo apprezzamento sulla moralità e rispondo a mia volta non fa parte della moralità della funzione pubblica
Rendersi conto delle conseguenze del proprio operato e degli esiti di un conflitto politico istituzionale quale sarebbe quello per cui così io superiore dicesse no questi due collaboratori che tu vuoi e che grazie a un'interpretazione possibile delle leggi possiamo darti non te li diamo
Perché questo non fa parte delle nostre del dei nostri ragionamenti perché non deve far parte perché sarebbe sbagliato ragionare in questi termini come abbiamo tentato di ragionare
L'ultima cosa il precedente
Questa è una decisione che il Consiglio prende nell'ambito nell'esercizio della propria discrezionalità perché Consiglio a discrezionalità in relazione
A quello che ha scritto nelle proprie circolari ai parametri che riguardano la possibilità di concedere o non concedere l'aspettativa
è chiaro che pesa nell'esercizio della nostra discrezionalità il fatto che questa richiesta venga dal ministro e abbia
Come oggetto la scienza di due collaboratori fiduciari certo questo pesa
E caratterizza questa decisione che non è da questo punto vista un precedente
Mi rivolgo al consigliere Racanelli a cui si farà a cui si potrà facilmente fare riferimento in prossime eventuali richieste no questa è una vicenda che ha una sua caratteristica una sua origine a verità delle sue consistenti ragioni
Che riteniamo di poter prendere sulla base della normativa e che non è di per sé necessariamente un precedente per qualsiasi richiesta che possa avvenire in futuro
Si era Marini
Prego dopo aver ascoltato Consigliere Borraccetti rinunciare al Palma
Voglio però dire due solo cose
La prima
Che non condivido quello che diceva l'amico Zanon che il fatto che il ministro dalla giustizia sia previsto in Costituzione vale solo per i conflitti di attribuzione non è così
Non può essere così no ma non è vero questo MM però il patto che il previsto in Costituzione
E riguarda qua non lo devo ricordare un costituzionalista
L'applicazione del principio di leale collaborazione presente come no fare non lo richiamiamo ogni piè sospinto questo
Mi pare che
Questo di tramandano di rilevanza costituzionale è un organo che è previsto dalla Costituzione
E e
Questo principio di leale collaborazione ha un particolare rilievo pertanto per
Esprimere uno enunciare uno dei tanti profili
E quindi non è non questo è importantissimo che tu e ludico Ministero che è previsto dalla Costituzione punto primo
Punto secondo io quasi scontato e le consigliere Nappi che ha sempre un'aria così appassionata quando denuncia una stessi
E e il nonno
E secondo
Nasce il de ricordare applicativo e questo lo ricordava benissimo ora Consigliere Borraccetti e mi meraviglio che non l'abbia
Evidenziato il consigliere Zanon
E non appartiene ad un ambito amministrativo che non appartiene neppure se uno conosce la storia di una certa giurisdizione a un ambito della giurisdizione amministrativa
Quindi
Questa aspetto se Mannheim no no non
Non diciamo perché il altrimenti dopo da domani mattina noi aborriamo tranquillamente anche la giurisdizione amministrativa
Cioè questo discrezionalità che
Caratterizzato la funzione amministrativa avrebbe caratterizzare e esclude un'applicazione meccanici Istica quale quella prospettata
No due più due più due fanno sei ebbe che in questo il discorso ora ampia che cosa abbiamo una cosa che però in tempi ritardi Capurro fino adesso questo mi pare devo
Rinviare per relazione ma non so se questo comporta una sanzione disciplinare qualche consigliere Borraccetti dai tempi di Capurro
Non non non si è mai è stata una cosa normale nessuno ha mai negato allo scandalo che il Ministro della Giustizia scelga il già i suoi collaboratori
Tra persone di suo assoluta fiducia
Ora nel caso di specie il Ministro della Giustizia e e ancora più diciamo questa esigenza Franco deve essere ancora più avvertita e qui arriviamo al piano dalla moralità
Perché si tratta di un prefetto della Repubblica perché che non è non è nato diciamo nella magistratura e quindi se scegliete voi magistrati e soubrette a me quello che
Mi sembra veramente incredibile e che nessuno discute che siamo in presenza di due magistrati di gran valore
Però quello che ci turba e non ci fa dormire e che questi due ma è il no non devono essere quelli dire dobbiamo indicare anche noi perché stanno arrivando a questo
Che
Noi dobbiamo indicare al Ministero i magistrati di cui si avvale no c'è o meno ben me magistrati o non meno di non aderire poi all'altezza alla quale io non mi sento assolutamente di aderire
Dell'amico Zanon che il cioè
Il ministero dalla giustizia deve scegliere i suoi collaboratori lettera professori avvocati e non laureati
E va benché lì c'è stato uno un illustre costituzionalista che ha detto che il Parlamento siamo passati dal Governo dei professori al Parlamento e il fuori ruolo io non vorrei che in questo
Anche adesso eppure al Ministero della giustizia
E allora se
Vogliamo diciamo e qui mi limito perché senza ripetere ancora gli stessi argomenti io faccio lo miei già argomenti
Della collega Casella del collega rosse senza ripeterlo ma quello che
A me in più turba veramente e che
La passione che è stata con cui è stata sostenuta
La immoralità addirittura di una scelta che la storia d'Italia
Conosce benissimo
Eh no eh no eh eh questa qua ora se vogliamo veramente
Parlare dei problemi
Del nostro Paese questo sono sicuro che l'ultimo dei nostri problemi
Ed è veramente un problema inesistente
Perché è un ministro scelga i suoi collaboratori e finché non direi che fisiologico ma è addirittura doveroso
Consigliere
Basta la rete la replica del Consigliere Nappi creazioni di voto dopo
Ma non hanno una replica brevissima nel nell'intervento del professor Zanon non ho trovato argomenti
Sulla rete
Sulla reversibilità
Della delle degli io
Ho fatto e
E e la
E l'opinabilità
Delle interpretazioni io riconosco però ho fatto riferimento
All'interpretazione della giurisprudenza amministrativa così sapientemente invocata dall'accordo che il Consigliere Marini
La giurisprudenza amministrativa dice che questo uno strumento aggiuntivo c'è una differenza funzionale
Tra
Aspettativa prevista all'articolo ventitré bis e collocamento fuori fuori ruolo ma dal punto di vista strutturale sono sostanzialmente identici questa differenza funzionale
Fa sì che non è possibile utilizzare secondo quello che io ho trovato una giurisprudenza amministrativa non è possibile utilizzare
Lo strumento dell'aspettativa quando sul piano funzionale sarebbe ammissibile il la il collocamento fuori ruolo
Il virus la ricorso all'ASP a questo tipo di aspettativa
è possibile solo se
Si tratti di una destinazione non con fattibile con il collocamento fuori ruolo questo è quello che che dice la legge e questo è quello che dice la giurisprudenza amministrativa
In realtà sia nell'intervento nell'intervento del professore zero sia nell'intervento Di Vittorio Borraccetti
C'è una un'invocazione a le ragioni istituzionali è una io dico alla ragion di Stato perché
Scriviamo nella legge che quando viene una richiesta al ministro che si può dire di no
Ed amici può dire di no
E lo chiediamo e di richiamo sempre ma se nella legge c'è scritto che c'è un termine e di idee di durata complessiva decennale che non si può superare se questo termine
Secondo la l'interpretazione desumibile dal dalla giurisprudenza amministrativa
Dovrebbe valere anche per il per l'aspettativa visto che vale per il fuori ruolo se questo nella legge del bond del due mila dodici e ribadito nel senso che
Tutto è fuori ruolo compreso quell'aspettativa
E quindi vale quel termine e l'abbiamo detto anche noi nella
Nella circolare non vedo come si possa ci fosse
Eludere questo termine io nono non ho nulla da dire sul piano personale horror premesso io sono amico
Di un qualche e collega
Ed estimatore anche dell'altro ma
Mia non è questo in discussione ne ho parlato di moralità ma quando ma io parla di forza morale per opporsi in questo sasso
E secondo me
Questo sarebbe stato l'occasione per dimostrare che il Consiglio non applica le regole non si decide solo quando con in modo quando sono amici e un altro quando non sono amici
Questa è la e quello che ho subito detto lo ha parlato affatto di moralità non non mi sarei permesso due più due più due fa sei
Caro professor Marini la logica come dicevi in copia è la forza della democrazia senza a dispetto di di senza dimora è logico che non c'è democrazia consigliere Pepe Trento anche questo
Saturazione allora solo poche battute poche battute per richiamare un attimo
L'intervento del Consigliere Borraccetti in cui
Afferma che ci possa essere la mobilità all'interno del medesimo comparto la pubblica amministrazione
Quanti di un magistrato che dipendente tra virgolette del Ministero di giustizia che all'aspettativa
Presso il Ministero della giustizia ho cercato il ricordare tutte le norme di legge che prevede uno chiaramente per questi incarichi tutte le norme di legge non quella del due mila dodici va al due mila uno dalle istitutiva del CSM dalle norme ordinamento giudiziario che prevedono in questo caso per i magistrati che vanno al al Ministero soltanto il collocamento fuori ruolo e non l'aspettativa
Ho
Spetta la responsabilità ciascuno
Quanti ciò dedurre le conseguenze rispetto a questo dire
Il problema della compatibilità delle norme della circolare rispetto al al al seduto della dell'aspettativa
Davvero vogliamo dire che dopo questa circolare
Primo rimane qualcosa delle norme che ci siamo detta di due mesi fa va bene vogliamo dire questo
Il comma cinque non si applicherà non si applica il comma sei abbiamo visto che non è stata rispettata la procedura prevista dal comma dodici non stiamo applicando il comma nove riguardante
Riguardante le idee le scoperture d'organico cosa rimane
Delle norme che ci siamo posto dopo quattro mesi discussione intensa in Commissione in plenum rispetto la circolare non rimane più niente cos'è questa compatibilità la compatibilità e quella soltanto al comma tre ma davvero stiamo Oscar Sandro tutti in mente tutto il nostro intervento di formazione secondaria viene posto nel nulla viene possono nulla da questa delibera voglio ricordare che noi avevamo un dato normativo che prevedeva il termine di durata massima di dieci anni
Che cosa abbiamo detto abbiamo avuto abbiamo avuto fare un intervento ancora più rigoroso abbiamo detto no non so dieci anni cinque anni continuativi dopodiché si di interviene quando noi facciamo questa delibera questa norma non vale più
Abbiamo detto cioè dato normativo primario richiamiamo l'inno di nella normazione secondaria e quindi anche per l'aspettativa dieci anni dopodiché non c'è niente da fare
Per addirittura i magistrati fuori ruolo al Consiglio Superiore noi
Andando all'al di là del dato normativo abbiamo fissato un limite temporale di sei anni quando la legge prevedeva dieci anni quindi ad amo lavorato solo e soltanto sulla durata del fuori ruolo sulla durata il peccato la durata del Foro per noi era un elemento fondamentale
E ora vogliamo dire che la norma fondamentale della legge centonovantadue mila dodici
Che stabilisce che i magistrati non possono svolgere funzione non giudiziari per più di dieci anni è una norma derogabile con l'Istituto le aspettative attraverso questa deroga
Noi realizzeremo una violazione la norma l'ultimo aspetto la politica da cui è un problema di politica giudiziaria in un secondo io credo che qua non si tratta di di una questione di politica giudiziaria
Si tratta di una questione interpretativa e di applicazione delle norme e credo che ne va del prestigio
Di questo
Anche nei confronti del del ministro e anche nel dispetto il principio dell'IRE di leale collaborazione
Fare una delibera che sia rispettosa delle norme di legge e della normativa secondaria questo è ovvio che la mia opinione Nevada il prestigio dell'istituzione e ne va anche nel nostro rapporto di leale collaborazione col ministro fare le cose perbene
Signora Canella
Anch'io devo dire appunto su questo aspetto della compatibilità in particolare questo momento è quel testo Dina la circolare dice in particolare l'articolo tre il comma tre lettera d che provento qualcuno dimentica e devo dire perché ora consigliere Borraccetti che devo dire
Di cui ho sempre pensato
La sensibilità istituzionale e anche devo dire l'affermazione coerente che ha sempre fatto di essere qui rappresentare un certo gruppo della magistratura rivendicare giustamente con orgoglio di appartenere a un certo gruppo
Che è stato esattamente qualche settimana fa ho letto un documento del suo gruppo che
Co ha proposto a bordo di fuori ruolo parla della necessità di tener conto della durata di Policoro per evitare le cavità valere evidentemente c'è un po'di scollegamento tra ma è giusto che possa essere che c'è la libertà
In questo Consiglio però ecco ed stiamo decidendo di appartenenza però insomma la differenza poi fare tavole fatti bisogna anche esse coerenti su questo e mi dispiace a cui si ebbero Chieti soprattutto devo dire
L'affermazione Consigliere Borraccetti affatto
Che francamente mi lascia molto perplesso e devo dire per mente anche qualche predecessore del Consigliere Borraccetti in quest'Aula che ha onorato quest'Aula con le battaglie che ha combattuto a difesa
Dell'autonomia e indipendenza non solo della magistratura ma del Consiglio Superiore magistratura
L'affermazione non si è bacetti fa
Che quando c'è un problema di leale cooperazione sostanzialmente bisogna decisamente dire di sì non è così anche dicendo no si fa leale collaborazione e soprattutto in casi questo tipo dicendo noi si difende il prestigio
Del nostro compito qui come Consigli superiori a Magistratura si alzano
Io debbo una breve replica il Consigliere Nappi e al Preside all'amico Presidente Marini
Consigliere Nappi disse che non non ha trovato nel mio intervento argomenti per la reversibilità allora siccome non posso disporre di chiudi per qualche minuto gliele fornisco almeno uno credo se avessi più tempo cercherà di forni e nelle altre
Per esempio si sostiene lo diceva
Con con nettezza il Consigliere Pepe che l'aspettativa qui non è applicabile perché non c'è una mobilità fra amministrazioni in quanto il rapporto di lavoro del magistrato è presso il Ministero della giustizia
Ho diamine che bella argomentazione quindi voi fate parte dell'amministrazione o i togati fanno parte della pubblica amministrazione
Ma quanti pareri ad esempio dell'Ufficio studi navigano questo aspetto in dottrina si dice parlando di magistrati ma non solo di cauzionali
Stanno collocati a metà fra Liguria ed Alex la posizione di autonomia costituzionalmente rafforzata esclude qualsiasi rapporto con la pubblica amministrazione
Questo sì mi permettete è un argomento un po'più elevato rispetto all'argomentino di interpretazione non c'è mobilità tra Amministrazione e quindi secondo me qui l'aspettativa potrebbe ad esempio funzionale ma c'è naturalmente anche l'altro versante
Presidente Marini
Si vero la leale collaborazione certamente ma in questo caso appunto trattando
Sussidi essere in presenza di normale molto dubbie
E rispetto alle quali la richiesta del Ministro la città è molto dubbia io dico proprio perché ho rispetto
Per la per la richiesta intuitu personae del Ministro mi astengo nonostante le norme non mi diano una soluzione univoca e quindi credo di fare leale e leale collaborazione va bene sono sia da Rossi in replica
Una piccola battutina ma piccola piccola gli avevo già preannunciato diciamo polemica non posso che essere contento della conversione sulla strada di Damasco
Nei confronti della diciamo del rigore dei fuori dalla parte dei colleghi Magistratura indipendente e se questo è il risultato di questo dibattito io sono contento bene
Ma a parte la battuta che
è giusto anche per rendere un po'più pepata la rare ricca
Andiamo sugli argomenti
Primo argomento di fronte a certi argomenti mi dispiace collega Nappi non posso dare che risposte
C'è un'accusa che però va dimostrata cioè nel senso che dire che disconosciamo le norme per favorire gli amici è un'accusa grave che va diciamo
Trovata
E soprattutto tra l'altro è la cosa mi riporto a quanto è stato detto prima
Io personalmente ho agito in dissenso se vogliamo con quello che è l'opinione poi si vede del diciamo del mio gruppo politico il di origine potete credermi non potete credermi questo non ha importanza ma io credo che noi qui abbiamo un dovere istituzionale
Che prescinde fortemente dalle persone questo era regola che ho potuto seguire è ovvio che lo viene creduto o non viene creduto c'è poco da fare qui mi affidiamo andiamo invece sui argomenti tecnici
E io siccome conosco
Diciamo
La un po'quali erano le possibilità della coreana sapevo che sarebbe andata a vedere la giurisprudenza amministrativa e allora mi ero preparato
Solo che a differenza del
Collega Nappi non ho letto solo la massima
Ho letto la sentenza
Che a mio avviso a a
Dice esattamente il contrario
Nella non della massima che secondo me è chiaro
Perché la fattispecie era riversa era con
La ragionamento giuridico poi rigettato Consiglio di Stato era visto che è entrato un nuovo istituto
In qualche modo quella la sentenza è ventuno sette due mila cinque numero tre mila novecentoquattordici
Lo non è dalla massima qui non dal mio repertorio non risulta pubblicata lo trovate ovviamente sul
Sul
Consiglio di Stato
Riguardava gli una autorizzazione per l'Istituto poligrafico dello Stato affronta in tutta la prima parte la sentenza profili totalmente diverso i sul ruolo della giurisprudenza del dell'autorizzazione
Nell'ambito della dell'amministrazione del consiglio superiore dei dei magistrati amministrativi affrontati trasferirò questioni eccepisco come dire la soddisfazione che va bene che ormai essere tolta
Chiaro tantissime
In realtà qua il profilo è o è
Sono due istituti totalmente comparabili perché si dice l'effetto è quello di andare fuori ruolo allora sono identici
Allora se sono identici era inutile che facevamo
Il il dato della della normativa secondaria in questo vedo una contraddizione perché o sono assolutamente identici emanavano sempre applicati da sempre con le regole dei fuori ruolo
E su questo voi siete sempre stati contrari oppure li abbiamo equiparati e allora lasciamo perdere la la normativa primaria
Andiamo alla normativa secondaria o volente o nolente a normativa secondaria ci dice in quanto applicabili
Ora
Voi stessi quando fate le obiezioni mi richiamate è in questo avete ragione e il tre lettera d
Cioè
Il momento in cui non migliori dobbiamo esercitare la nostra
Discrezionalità non un divieto di legge
Allora sull'esercizio nostra discrezionalità
Andiamo a vedere questo è il tentativo e non abbiamo fatto quando si esercita discrezionalità si rischia di sbagliare non c'è dubbio ma io penso che noi abbiamo
La ragione che mi ha spinto alla fine di di fare questo intervento che
E
Apparentemente fuori linea da una serie di niente al menti ma secondo me non lo è per le ragioni che ho provato a spiegare che possono essere benissimo non condivisibili per carità
è chiaro che
Proprio nella nell'esercizio del nostro nella nostra ipotesi interlettera di
Ci impone in questi ci impone no scusate ci permette in questa ipotesi di esercitare la nostra discrezionalità una certa maniera attenzione
Io sono è stato fatto un esempio io non per nulla ho richiamato il problema del Ministro della Giustizia perché secondo me quando è un altro ministro l'aspettativa oltre il decennio secondo me non va data per questo abbiamo dato rilevanza al Ministro della Giustizia
Per me è un valore anzi potranno dire di no permessi oppure
Il la durata dei fori del fuori ruolo platea notevole oltre dieci anni quattro quattordici a me risulta ma non ha importanza quattordici quindici cioè
è notevole ma tutta svolta in alcuni tipi di di
Allora per me è se è stata svolta in altre cose non ha valore
Se si riproporrà un assenso ipotesi che presenta queste caratteristiche e io e i pagamenti sono stretti perché so benissimo che il rischio è quello di aprire una voragine e non è voglio aprire
Per questo indicato dei paletti abbiamo indicato indicato nella delibera
Dei paletti che sono molto stretti
E questi parametri maniera eccezionale possono comportare una tipo di soluzione del genere
Questo è
è chiaro che questo deriva da una responsabilità istituzionale che io ho perché la rottura delle tra le istituzioni ed è questo che mi affatto dissentire diciamo con alcuni del del del del mio gruppo politico al di fuori di fuori di qua che per me la ragione istituzionale è forte nel momento in cui noi e voi
Come Consiglio non abbiamo mai detto di no a un Ministro
Dirlo in questo momento se non vi sono delle ragioni ostative forti a me sembra uno strappo istituzionale e c'è poco da fare Istrate istituzionali sono dolorosi soprattutto momento in cui c'è confusione istituzionale
Scusate ma questo per me importante io non ho mai amato una politica on ambito politico dove la conflittualità è un valore
Perdonate o una cultura diciamo politica barese di Aldo Moro cui invito cosa dice
Nelle sue complesse letture sul problema del rapporto tra le istituzioni per me questo è un valore e doveroso anche
Eccetera
E è chiaro che il riferimento quindi
I riferimenti e diciamo
E concludo qui in ordine appunto a a questi elementi ma vi sono anche altre cose su cui va beh in tempo non non mi permette di replica e chiaro quindi
Giusto per precisare quando parlo di riferimenti politici esempi tipo associativo ecco giusto per evitare che questo venga interpretato malamente dal diciamola da chi è fuori è ovvio va bene
E quindi questo mi sembra il il punto di riferimento fondamentale
Va be'comunque norme non voglio togliere spazio ad eventuali ulteriori argomenti
Va bene così caso del
Minuto perché credo che il dibattito sia stato ampio interessante e intanto c'abbia fatto capire due cose uno che non ci dobbiamo fidare troppo delle massime che cita il Consigliere Nappi nove
Due che il Consigliere RACANELLI è stato ingenuo per tre anni io non me ne ero resa conto ma insomma mi fa piacere riusciamo a prendere questo in questa giornata della sua ingenuità io vorrei rimarcare due interventi
Innanzitutto quello del consigliere Zanon
E al quale
Va dato atto della
Notoria onestà intellettuale e che però ha detto per quanto mi riguarda una cosa molto rassicurante che
Gli argomenti sono reversibili c'ha fatto un esempio da ultimo
E che quindi
Si può ragionare
Secondo un'opzione e si può ragionare anche secondo locazione opposta vendere alla luce di questa premessa il consigliere Zanon arriva una soluzione che io invidio orgoglio quella dell'astensione
Perché certo e comodo astenersi io non ho potuto farlo non posso farlo e mi assumo le responsabilità di quello che fa sotto essendo relatrice di una delle due pratiche e io credo che
Di fronte a
Argomenti reversibili noi dobbiamo partire da una stella polare che è la stella polare i di cui ci ha parlato
In particolare il Consigliere Borraccetti
Il quale ci ha detto e ci ha ricordato che c'è una differenza ontologica tra aspettativa e fuori ruolo e quindi questa differenza ontologica
E poi fa venir meno una serie di considerazioni del dibattito
Che
Un conto e
Il colore il colore del diciamo la la posizione di collocamento in fuori ruolo un conto è il collocamento fuori ruolo come conseguenza dell'aspettativa e delle aspettative
E che esiste un rapporto tra le istituzioni cui lui dobbiamo di cui dobbiamo dar conto
Quando io
Sono stata nominata relatrice della pratica
Ho guardato le richieste del neoministro cancellieri e l'ultima richiesta del Ministro Cancellieri la leggo testualmente e faccio seguito alla mia del dieci maggio un dico ultimo scorso con la quale ho richiesto il collocamento fuori ruolo
Fuori del ruolo organico non riso dura lutto Renato finocchi Ghersi
Per confermare che intendo avvalermi della collaborazione del medesimo in qualità di Capo di Gabinetto anche in posizione di aspettativa
Ai sensi dell'articolo ventitré bis del decreto legislativo centosessantacinque due mila uno e successive modificazioni e integrazioni
La richiesta del ministro
Impone a mio avviso nell'ambito delle due interpretazioni possibili nell'ambito della riversi billetta delle argomentazioni
La presa di posizione della proposta votata a maggioranza dalla Commissione
Non c'entrano gli amici non c'entra la partigianeria con me in particolare non c'entra proprio in questo caso
Ma non è questo il punto e che ogni volta che qui in plenum apriamo una discussione dobbiamo parlare degli appartenenze e degli amici degli amici della partigianeria accetta
Non c'è non direi non ce ne può importare di meno qui abbiamo
Una richiesta istituzionale venne è un Ministro della Giustizia
Che un ministro che possiamo dirlo non viene dai ranghi della giurisdizione
Qualcuno lo ha detto è che ci chiede di avvalersi di due collaboratori per svolgere un'attività istituzionale
Di fronte a questa richiesta io tra l'interpretazione a e l'interpretazione B propendo per l'interpretazione che vi propongo
Quindi nessuno scandalo nessuna escamotage shock nessuna come dire delibera quasi comica una delibera invece che si assume le responsabilità
E che come ha detto bene il Presidente Rossi fissa dei paletti cercando anche di avere il coraggio di dire pressioni in caso particolare a mio avviso eccezionale
E quindi dell'eccezionalità dobbiamo tener conto e dobbiamo ciascuno di noi rispondere
Bene io sette dichiarazioni di voto iscritte otto otto dichiarazioni di voto allora io ricordo che la disciplinare fissa era fissato per le ore diciassette
E e quindi vi pregherei veramente di di cercare
Di di contenente
Gli interventi Consigliere Corder
Grazie Presidente
A me a me non interessa a noi i tatticismi e neppure mi interessano le reciproci scambi di accuse di incoerenza fra gruppi orientamenti culturali
Dico subito che io non voglio neppure pensare non voglio neppure credere
Che questa sia una
Delibera illude la legge che agire illegittimamente la legge io accosto di
Sembrare o di essere la vispa Teresa io voglio non pensare che questa sia una illegittima illusione di legge è vero c'è una
Una sensazione vaga di delibera ad personam
No io voglio non pensare che sia che il ministro proponente idi valenti colleghi di cui stiamo parlando è il e il plenum o la maggioranza di esso
Diano vita a illegittimi aggiramenti di legge
Non lo voglio pensare
A costo di essere una vispa Teresa a me ciò che interessa è la distinzione netta tra i due istituti
Perché è chiaro se qui oggi facessimo trattassimo di fuori ruolo io sarei assolutamente contrario a questo tipo di
Applicazione io sono uno insieme a tutti i colleghi Racanelli Pepe
C'è forse Virga non ricordo è una questione di memoria ma mi scuso ci siamo battuti chiedendo addirittura la votazione per parti separate
Facendo leva proprio in occasione dell'approvazione della circolare sulla questione dei
Cito brevemente dei magistrati segretari sono battuti per l'affermazione di un principio secondo me è sacrosanto i due istituti sono nettamente diversi
Nettamente diverse perché e per questo
A me urta
Votare in modo contrario a questa delibera quando fa valere e non solo per oggi anche per il futuro perché questa delibera avrà ricadute su quella circolare questo dev'essere d'accordo tutti chiaro
Perché al di là di di ciò che ci siamo detti delle incoerenze di ciascuno di noi questa è una delibera che peserà
Nel futuro anche sull'interpretazione di quella circolare che è una norma di secondaria quindi ho io farò la norma primaria mi dice che i turisti tutti sono diversi
Ed è questo mi urta votare contrario è chiaro che però si consuma e sono ligio a quello che il Consiglio superiore a stabilito seppure a maggioranza in quell'occasione contrariamente alla mia idea ovviamente mi porta necessariamente non per codardia
Perché i coraggiosi si vede sono altri ad astenermi per queste ragioni
Perché i due istituti sono diversi allora io sono sicuro sono certo che i colleghi che andranno se andranno
In aspettativa avranno un trattamento retributivo previsto per l'aspettativa quindi non avranno il trattamento previsto come magistrati
Avranno la sospensione del trattamento contributivo e chiederanno quando sarà necessario la ricongiunzione dei periodi contributivi
Perché l'ASP l'aspettativa a differenza del fuori ruolo comporta tutte queste cose e allora io credo che l'aspettativa risponda al principio dell'Ubik Omodei in comodato
C'è quella quella quella funzione che è necessario che svolgano questi soggetti ma hanno queste
In comodità queste cose in comode che i costi colpiscono e il loro
Scomode scomode e quindi credo che però sarà così sono convinto che sarà così
E allora in questa
Incertezza tra una battaglia che avevamo condotto terza e la decisione del plenum di allora che dopo che sarà sicuramente
Perché non è se interpretato in maniera diversa oggi dopo questa delibera che spero non sia una delibera ad personam
Mi costringe mi induce alla
Astensione
Consigliere Virga
Sì Presidente
Io intervengo come dichiarazione di voto
E perché innanzitutto che quadro sito parlare sì sito qualcuna parlo moralità ragione associative quando cento assumete nulla di tutto questo
Da qua siamo chiamati a
Garantire a rispettare le prerogative del Consiglio Superiore della Magistratura cioè della nostra autonomia e indipendenza nei confronti di chiunque anche nei confronti di chi
E a vuol diciture ruoli di rilevanza costituzionale con grande rispetto e dico è il Ministro la giustizia che ha un ruolo di rilevanza esterni istituzionale e costituzionale ma non i suoi collaboratori si punti oppure
In posizione di vertice quindi io credo che essa anche qua come in tutti gli altri casi invadere se corrisponda o meno alla alla al al alla nostra all'alle nostre leggi
Presunto ridire che io ho avuto grandi difficoltà nelle fare una valutazione e anticipo subito che
Diciamo voterò in senso contrario va a votare in senso contrario per queste ragioni
Innanzitutto perché non ho ben compreso questo procedimento è stato già descritto abbiamo un'istanza del Ministro della Giustizia
Poi abbiamo una istanze di collocamento in aspettativa una nota poi del ministro mi dice guardate che lì mi vanno bene tutte e due anche con l'aspettativa noi diciamo che l'istanza di collocamento fuori ruolo è superata dal collocamento in aspettativa ma
Ci rendiamo conto che qua c'è il la richiesta un'istanza una richiesta del Ministro della Giustizia al quale noi diciamo
Signor ministro la sua istanza di collocamento in aspettativa il Consiglio neppure le tiene conto perché è superata cioè i rilievi di collocamento fuori ruolo non ne teniamo conto perché è superata
Dalla istanza presentata da due magistrati
E quindi noi diamo la prevalenza di stanziamenti fatti senza dire una sola parola
Sulla richiesta di collocamento fuori ruolo quindi ho già sotto questo profilo credo che questa delibera sia malamente motivate
In secondo il secondo se il secondo aspetto quindi noi seminiamo in entrambe un'istanza di aspettativa
Ma noi abbiamo un parere del consiglio direttivo sulla sul fuori ruolo non sappiamo il Consiglio Direttivo alla Suprema Corte cosa pensa dell'aspettativa anche questo a me sembra un vizio di questa procedura
Ma andiamo andiamo andiamo un po'avanti
E
Giustificazione del mio correndo il mio voto contrario
Che
Prescindo totalmente delle persone torno a ripetere è una difesa delle prerogative del Consiglio Superiore dalla magistratura
Questi dice c'è una via per sibili tale di argomentazioni giuridiche essendo è stata una discussione sul reversibilità delle argomentazioni giuridiche io non credo che qua ci siano
Pluralità di interpretazioni possibili e quindi
Si può scegliere un'interpretazione del Consigliere Borraccetti ha detto anche opinabile comunque
E una interpretazione
Perché se così fosse dovrebbe essere chiaramente sposta sia pure nella sua opinabilità questa interpretazione ma nella delibera si dice
No è un'aspettativa però ci si rende conto che questi incarichi si prendono con il fuori ruolo e allora si giustificano dicendo sì perché era l'aspettativa deriva il fuori ruolo
E allora rispettiamo la norma proprio contemperamento e diciamo no
Però non si applicano le disposizioni perché non sarebbero qua idee compatibili con quelle del del fuori ruolo quindi avremo una terza figura c'abbiamo una piacevole fuori ruolo la seconda figura l'aspettativa una terza figura l'aspettativa fuori ruolo
Che però non presenta alcuna possibilità di e di di di compatibilità con il fuori ruolo io francamente scusati dal punto di vista giuridico questo questo passaggio motivazionale non lo capisco credo che sia sballato
Altro elemento si fa e si è fatto riferimento alla lettera d
è vero è l'unico momento di discrezionalità del Consiglio o sfido chiunque a indicarmi qual è la motivazione su quel di questa discrezionalità in questa delibera non c'è e soltanto citato
E è una petizione di principio e soltanto c'è diremmo noi è una motivazione apparente si dice che del Consiglio esercita la sua discrezionalità nella valutazione di tempi dunque non si dice per quale ragione prevalere c'è una motivazione a favore dell'una dell'altra
E quindi questo mi lascia
Diciamo che è fortemente perplesso mi conduce
Al a questa con cui alla conclusione che ho già preso e allora mi si dice sì ma è un problema politico istituzionale c'è un conflitto politiche
Impossibile conflitto politico istituzionale sarebbe uno strappo istituzionale eccessivo io non prendo io non penso che se fosse il se non fosse approvato ovviamente io non penso che qua ci sia uno strappo istituzionale perché io credo che però le istituzioni collaborano rispettando le rispettive posizioni rispettiva prerogativa non nanna no non non vedo altre forme di collaborazione
E chiedo scusa qua anche qua con grande dispetto i tempi di Capurso finiti viviamo allo stato completamente diverso da quello ed è da ed da quello del del dell'inizio del
Del diciamo del del dell'Unità d'Italia
E noi qua abbiamo delle regole abbiamo un organo di rilevanza costituzionale che il Consiglio Superiore della Magistratura ora quando io ho chiuso Presidente
E rigidi diciamo utilizziamo bene ha detto il col Consigliere Borraccetti Borraccetti le siamo nell'esercizio la nostra discrezionalità discrezionalità consiliare
Va bene valere perché a questo punto con coraggio non potevamo dire con Dabo signori miei
Lo dobbiamo fare perché lo vogliamo fare e allora anche se abbiamo queste circolari e non lo facciamo lo stesso assumendocene la responsabilità
Non detto con argomentazioni pseudo giuridica scusatemi che credo che non conducono al risultato Colusso sia l'ultima cosa Presidente se però devo dire ho sentito dire che presa nel rispetto della normativa ma non è un precedente no Consigliere Borraccetti se è stata presa rispetto alla normativa questo e un precedente
Ed è un precedente per l'intero Consiglio che vincolare all'intero Consiglio in tutte le successive decisioni
Perché se non vincola non è preso la rispetto alla normativa vigente grazie a Fuzio
è innanzitutto
Credo che il Ministro della giustizia sia previsto in Costituzione
Che poi c'è un precipitato che
Un Ministro della giustizia deve esserci in ogni Governo
Mentre altri ministeri e lo vediamo nelle ultime compagine non ci stanno quindi io direi che il valore principale quello perché
Il precipitato e questo perché perché perché la funzione
Una funzione essenziale archivi della giurisdizione
E il Ministro della Giustizia e lo stiamo vedendo in queste ore stamattina alla responsabilità politica e giuridica di supportare chi fa la giurisdizione
Poi
Certo le vie
Per arrivare a di aree non ha probabilmente sono infinito imprese sfruttabili
Ma io
Riconosco e mi riconosco in quello che ha detto Zaia non e Romano
C'è
Un collocamento in aspettativa c'è una richiesta del ministro bene
Io con
Molte perplessità dico che nonostante Romano diceva il posto di Capo di Gabinetto è previsto per legge ad un magistrato prima sono ordinario oggi amministrativi o
Con perplessità lo esprimono espresso il contrario o a
Avvocati dello Stato
Ma qual è il motivo per il quale io voterò a favore
Voto a favore perché secondo
Come
Io ritenevo che fosse percorribile la strada del collocamento fuori ruolo
E non quella dell'aspettativa
Perché non possiamo non ricordare quello che è stata
Il
L'inserimento di questa normativa che è partito da un emendamento giacchetti è che ha trovato la sua sede naturale del tutto anomala in una legge che non aveva niente a che fare su questo
La normativa quindi sicuramente pasticciata è indubbia come dice il professor Zanon
Come dice anche Nappi
Non è un problema di tatticismi è una normativa del tutto anomala che si presta ad essere interpretate non senza nell'altro e allora perché io essendo convinto di
Due cose che la strada era percorribile in un momento particolare qual è questo in cui abbiamo un Ministro della giustizia che ha necessariamente
La necessità
Di iniziare a lavorare e per superare questo stallo io credo
Che sicuramente
Acconsentire acché due magistrati esperti in questo momento abbiano la possibilità di mettere subito in corsa il Ministro della Giustizia sia un bene anche per il Consiglio Superiore della Magistratura
Quanto alle persone il fuori ruolo
So che c'è molta distrazione ma io credo che queste persone vadano fuori ruolo non info il fuori ruolo e nascosti al di là delle a altri o in qualche altra cosa ma saranno loro per primi i nostri contraddittori quotidiani come Capo di Gabinetto il capo dell'ufficio legislativo
E lì
Che si vedrà
Quanto a chi poi
Ritiene
A corrente alternata e di fare quei discorsi di gruppi o di
Gelosie ecco conosco entrambi
Uno rapporti di amicizia l'altro per rapporti tra l'altro anche di colleganza come nostra chi stamattina io credo che
La nostra
è un'attività che deve assumere un valore istituzionale non non ci prestiamo
A vedere il colore delle magliette con grande responsabilità come ha detto Consigliere Castellazzo sappiamo che la normativa equivoca ma credo che per superare un motivo d'di stallo che ha visto questo Consiglio impantanato nella incapacità ancora di poter collaborare e confrontarsi con il ministro io voterò a favore dalla proposta Consigliere Vigorito
Molto brevemente l'impressione che in questo dibattito si siano sovrapposte una serie di di piani non del tutto
Legittimamente sovrapponibili
Questo perché perché il
La tesi di fondo e che il provvedimento che ne stavamo andando ad adottare un provvedimento di per sé illegittimo
Per fare questo si è
Operato una sovrapposizione tra l'istituto dell'aspettative l'istituto del collocamento fuori ruolo
è stato fatto è una sovrapposizione che si è provata a operare al a livello di normazione privare con riferimento alla normazione primaria e con i con riferimento alla normazione secondaria
A me pare che questo sia del tutto fuori luogo
L'aspettativa e fu collocamento fuori ruolo sono due sì istituti assolutamente diversi tante che
Il collocamento fuori ruolo segue all'aspettativa ma non è l'unica ipotesi
In cui il magistrato viene collocato fuori ruolo
Collocamento fuori ruolo interviene nel caso di sospensione dalle funzioni dallo stipendio e lo si è detto
Nel fatto nel caso di provvedimenti adottati dalla quarta dalla Quarta Commissione in tanti altri casi
Quindi operare una sovrapposizione tra i due istituti è semplicemente sovrapporre due cose che sono in sé diverse se pensiamo alle varie oltre si di aspettativa
Per
Molteplici motivi si capisce che presupposti e finalità dei due istituti
Sono diverse come ci hanno insegnato i maestri del diritto che qualche volta
In tanti dimentichiamo funzione funzione
La funzione dell'istituto ci serve a far capire il senso della normativa mi pare proprio che questa semplice come dire petizione sia stata dimenticate allora livelli di normazione primaria non credo che si possa operare nessuna sopra la sovrapposizione
Si è detto la normazione secondaria la normazione secondaria la nostra normazione secondaria richiama la disciplina dei fuori ruolo
Si è detto anche in quanto compatibile eccetera e non è non è questo che mi interessa interessa un'altra breve un'altra affermazione altrettanto elementare altrettanto Bava banale una normazione secondaria non può fare applicare a un istituto diverso una bellissima s'è una previsione prevista dalla disciplina privati
Se la disciplina una primaria sui fuori ruolo stabilisce un termine di dieci anni
Non possiamo con una norma secondaria
Disporre che quella disciplina primaria se applicata anche ad un altro istituto diversamente regolato credo che siamo all'abbiccì del diritto
E allora dal punto di vista della legittimità non mi pare che qui
è in discussione la legittimità del provvedimento
Più discutibile è il tema della opportunità del provvedimento
Opportunità perché in tanti
Anche i nostri gruppi e lo lo diceva il il
Consigliere Rossi prima hanno fortemente criticato l'attuale assetto normativo
Che consente per in qualche modo attraverso l'aspettativa idealizzare come dire finalità che il fuori ruolo non consente
E in tante abbiamo detto che bisogna intervenire su questa disciplina ma un intervento di questo genere oggi ad oggi non c'è stato e non possiamo farlo noi a livello interpretativo non possiamo noi a livello interpretativo sovrapporre la disciplina dei
Primaria del fuori ruolo a quella dell'aspettativa
Ed è quello che dice l'operazione e questa invece l'operazione che si è provato a fare in questa sede e allora se non c'è una sovrapposizione
Di questo genere la valutazione del Consiglio che ricordiamo non è una valutazione di legittimità sull'applicazione
Sul provvedimento del ministro ovviamente ma è una valutazioni discrezionale sulla opportunità del provvedimento
Per la magistratura deve seguire le nostre regole e le nostre regole sono esattamente quelle
Indicate nella circolare più volte citata che nel accise nel valutare se
Può essere autorizzato o meno il fuori ruolo fa riferimento a quattro parametri natura è competenza dell'Ente conferente l'incarico
Ministero della giustizia
Attinenza del contenuto specifico dell'incarico alla professione del magistrato
Evidente
Idoneità dell'incarico all'acquisizione di competenze utile all'amministrazione della giustizia altrettanto evidente
Durata della permanenza fuori ruolo del magistrato tenuto conto degli incarichi eventualmente già svolti in funzione non giudiziarie in rapporto alla durata complessiva della carriera
Nella relazione che accompagna e la nostra modifica della circolare sulle sulle sul fuori ruolo si faceva riferimento espressamente a un anno a una a un divieto di prevalenza del periodo trascorso fuori ruolo rispetto a quello trascorso in ruolo in entrambi questi casi non c'è questa prevalenza
Io credo che un provvedimento
Del Consiglio che si passa sulla sulla stessa circolare che questa non può che essere legittimo e in presenza di una richiesta istituzionalmente importante come quella del ministro non vedo per quale motivo il Consiglio dovrebbe evitare di approvare si era Cassano
Io voterò a favore di questa delibera
Perché sono convinto della sua legittimità della legittimità della richiesta dei colleghi e dell'eventuale nostro provvedimento di accoglimento per tutte le ragioni esposte nella delibera
E credo che solo un approccio aprioristico che vuole escludere a tutti i costi la legittimità della delibera poi giustificare alcune delle affermazioni sentite oggi
Non è sono però entusiasta
Anzi mi pare evidente il rischio che la vicenda sia rappresentata al nostro interno e all'esterno e sia percepita
Come elusiva del divieto di ultradecennalità posto dal diverso ma affine istituto del fuori ruolo
Ho dunque forte perplessità sulla sua opportunità
E tuttavia non possiamo ignorare il rischio che la legislatura si apra con un conflitto con il ministro
Con un atto che potrebbe essere percepito facilmente come strappo politico
E credo che questa sia l'ultima cosa di cui abbiamo bisogno l'ultima cosa di cui la magistratura ha bisogno posta ovviamente la legittimità della richiesta e della delibera
E solo per questo voterò a favore
Credo che ci siano circostanze in cui è facile sfilarsi perché sfilarsi e molto popolare
Noi abbiamo il dovere istituzionale della responsabilità e vivo questo atto come esercizio faticoso di responsabilità per me forse il più difficile della consiliatura
CDR Palumbo
Grazie Presidente intervento che mi ha preceduto del consigliere Cassano mi trova molto vicino alle sue posizioni
Così come sono vicino del POR alle perplessità che
Hanno manifestato
Prima
I colleghi già non romano
Però io aggiungo a conclusioni diverse dalle nuvole io voterò la delibera
La voterò perché io dico che di fronte a due interpretazioni entrambe legittime
Ma contrastanti e tutte bene articolate tutte rispettosi della legge
Io scelgo quella più favorevole al richiedente
Una sorta di favore che sicuramente ci deve guidare le nostre scelte amministrative
E quindi deve condizionare
In qualche modo la nostra discrezionalità
E dico che è un'interpretazione diversa da quella che io mi accingo ad avvalorare col mio voto
Sarebbe recessiva alla luce proprio del bilanciamento degli interessi finito tenute ci
E dobbiamo perseguire
E soprattutto dell'impegno istituzionale che impone tra gli organi
Tra
Gli organi costituzionali
Ministero
Consiglio Superiore della Magistratura alla leale collaborazione
Il ministro ci chiede due
Fuori ruolo
Poi diventano due magistrati in aspettativa e devo dirvi che io avrei votato molto più volentieri il fuori ruolo che non l'aspettativa
L'aspettativa mi sembra un po'un aggiramento della situazione di fatto
E qui però devo dire
Che mi pare del tutto legittima perché non posso disconoscere il sacrificio che quei due richiedenti fanno proprio alla luce di quello che è emerso in questo dibattito
E allora evidentemente anche loro si sacrificano nella prospettiva di dar seguito ad una richiesta che il ministro a rivolto solo a loro
E noi rispettiamo la volontà del ministro
D'altra parte al ministro di siamo rivolti poche ore fa chiedendo proprio collaborazione
Nel rispetto di una nostra scelta
E allora evidentemente questo rapporto con il ministro ci deve legare condizionare nel nostro percorso ecco le ragioni per cui voterò favorevolmente rispetto alle due proposte di critica si era giostre
Se grazie Presidente l'oblio vorrei chiedere agli estensori moralizzatori di questo Consiglio sempre pensosi delle sorti tali che quanto contribuisca alla crescita culturale di questo nostro
Povero Paese demonizzare sporcare sempre le idee diverse dalle proprie
Per questo apprezzato
Pur pervenendo il collega Virga opposte conclusioni l'intervento
L'amico e collega Virga perché ha detto che non è questione di schieramenti faziosità e c'era questione di interpretazione delle prerogative del del Consiglio Lorin estreme sintesi perché è stato detto tutto
E trovandomi d'accordo con quanto detto poc'anzi anche dal collega
Palumbo lo sottolineo perché forse una delle prime volte mi capita in tutte queste agenzie trasmesse d'accordo con l'UniCredit mi pare
A forza di stare seduto vicino sei contaminazione si ci si contabile
Terminato occulto allora vorrei dire al di là di tante altre dietrologie come mi sono modestamente perché è regolato in questo caso
Tenuto conto dell'organo richiedente
Rispetto al quale abbiamo o un obbligo
Di
Collaborazione leale e proficua tenuto conto dell'alto profilo professionale dei magistrati proposti
Io mi sento rispetto a questa richiesta del ministro di seguire la regola che la Corte costituzionale invito che la Corte Costituzionale ha imposto da un certo momento in poi ai giudici
Remittente dice non mi sollevate le questioni di incostituzionalità di una norma quando ritenete di trovare che c'è una lettura incostituzionale della stessa ma quando non c'è nessuna possibilità di trovarne una conforma costituzione io mi sono regolati in questo caso allo stesso modo
Cioè
Metta mi sono chiesto posto che ove possibile non avrei dubbi nel venire incontro alla richiesta del Ministro allo Stato dalla nostra normativa
Praticabile e questa autorizzazione quando era formulata nelle nei termini originari
Cioè della richiesti fuori ruolo io in coscienza ritenevo di no e quindi
Pur con grandissimo rammarico mi accingevo a dare una risposta
Negativa ove fosse stata
Ovviamente fosse rimasta la stessa fosse
Sarà portata all'attenzione di questo plenum per quanto riguarda invece la richiesta di aspettativa a mio modo di vedere per tra le tante persone che sono state
Prima avanzate dai colleghi sottolineate dai colleghi si tratta di un istituto diverso che consente in questa circostanza ammette pur riconoscendo piena dignità tutte le interpretazioni diverse perché purtroppo non sono
Depositario di verità ammette in questo caso secondo me era possibilità di concedere l'aspettativa peculiari ISSI ma in questi termini deve far precedente ma solo in questi termini
Co peculiari sia perché richiesta dal dal Ministro della Giustizia
Certi magistrati e non altri e con le tutte le connotazioni del caso di specie credo che in questo caso non si possa non durare che parere favorevole a questa la mia modesta consigliere Carfì ultima dichiarazione di voto
Sì io devo premettere che sono stato
In questi giorni fermamente contrario all'ipotesi del fuori ruolo
Per tutta una serie di argomentazioni che ho svolto laddove ho potuto svolgere
Perché la normativa non lo consente
Altre incertezze
Scusate per favore altre incertezze invece
O
In tema di aspettativa ma voglio precisare che tipo di incertezza per motivare poi la decisione
Che concordo con il Consigliere Cassano molto faticosamente ho raggiunto negli ultimi minuti sostanzialmente
Ed è una delle più difficili anche per me l'intera consiliatura per tutta una serie di ragioni
Molto brevemente no no incertezze sotto il profilo della possibilità sulla base della normativa primaria e secondaria di ricorrere all'istituto dell'aspettativa lo dico chiaramente questo tipo l'incertezza non c'ero
Non posso argomentare in due minuti ma nelle motivazioni sono tante
Per esempio sentito richiamare l'articolo tredici della legge del due mila
Uno se non sbaglio l'accento novantasette del due mila uno che in realtà parla anche lui in alternativa di fuori ruolo e di aspettativa retribuita cioè parla anche lì della possibilità dell'aspettativa retribuita
E l'articolo ventitré bis è sicuramente a norma del tutto autonoma e non certamente abrogata dalla nuova normativa del centonove
E come ha detto il Consigliere Vigorito il termine decennale certamente non può essere esteso ai casi non previsti è il caso non previsto ovviamente quello dell'aspettativa incertezza che avevo la preciso l'incertezza che avevo
è legata alla normativa secondaria laddove tra i vari presupposti requisiti da valutare fa riferimento al pregresso periodo fuori ruolo trascorso
Pregresso non nel senso però che ovviamente se no tutto questo discorso non terrebbe non si possono superare i dieci anni
Ma pregresso nel senso che il Consiglio nella sua discrezionalità tra tutti i vari presupposti da valutare deve valutare anche
Il periodo fuori ruolo trascorso secondo me nella sua durata e nella sua qualità ma io aggiungo soprattutto nella qualità in questo caso dell'incarico
Che si andrà a ricoprire oltre che a quello che si è ricoperto do pensare ai soprattutto a quello che si andrà a ricoprire
Questa la mia incertezza principali l'unica devo dire
Tant'è
Che fino a pochi minuti fa dicevo la mia idea era quella di
Una cosiddetta astensione silenziosa
Termine consentito ricorrere in
Altre circostanze
Però una serie di interventi che ho sentito l'esito il corso appunto di questo dibattito
Alcuni
Riprendo quello che diceva il Consigliere Giostra ringrazio anche il Consigliere Virga e altri consiglieri che ovviamente hanno sgombrato il campo
Da come dire considerazioni di natura non tecnica ma anche alcune considerazioni tecniche che assolutamente non condivido
Considerazione appunto di questo
E proprio in considerazione di altri interventi che ho sentito devo dirlo sinceramente mi hanno colpito mi hanno alcuni mi hanno colpito invece in altro senso nel senso che appena adesso dirò io ritengo che l'astensione
Sarebbe una fuga dalla responsabilità in un caso di questo genere non ci si sposta e nere in un caso di questo genere
Per cui per responsabilità istituzionale per tutti i motivi che sono stati detti e anche per responsabilità personale ho deciso con una certa fatica come diceva il Consigliere Cassano mani i termini che ho espresso
Di votare favorevolmente per questa delibera
Bene
Allora a pagina nove della prima delibera terza riga l'espressione della Corte costituzionale va sostituita da il Consiglio Superiore della Magistratura
Votiamo possiamo votarle insieme o c'è richiesta di votare separatamente allora votiamo
L'autunno e la due
Se
Prendete posto
Dichiaro aperta la votazione
Sì tutte e due
No nessuno mi ha chiesto di votare insieme
Di
Dichiaro tutti hanno votato
Dichiaro chiusa alla votazione
Comunico il risultato favorevoli
Sedici contrari quattro astenuti quattro
Approvata scusate consigliere Carfì lei voleva su un intervento sull'ordine dei lavori
Quante
L'azione alle notizie di stampa che sono recentemente apparse e che riguardano la dottoressa Ilda Boccassini e allora vorrei ricordare anche in questa sede la notizia relativa alle
Relativa alle gravi minacce che la dottoressa Boccassini riceve da giorni o direi la verità danni
Ma si sono ripetute anche in questi ultimi giorni attraverso missive in particolare contenenti oltre evidentemente espressioni minacciose l'insulto contenenti proiettili
E questa situazione si è verificata negli ultimi giorni ripetutamente in più circostanze
Ora lo sappiamo tutti si tratta di un magistrato da sempre sopra esposto in una seria appunto di settori della nostra attività e della quale noto anche a me personalmente e ci tengo in modo particolare qua ribadirlo
L'impegno professionale e l'assoluta dirittura morale
Io credo che alla dottoressa Boccassini nella consapevolezza che saprà
Reagire da par suo anche in questa difficile contingenza personalmente voglio manifestare la mia personale solidarietà che sono sicuro possa essere quella dell'intero Consiglio
Va bene
è certamente quella dell'intero Consiglio la seduta e tolta prego i componenti Presidente prego più chiedo scusa presupposto che c'è stata una correzione di errore materiale la delibera ma nella prima delibera non so se sia stato già fatto
A pagina dieci
Si fa riferimento per il dottor calcola Capo di Gabinetto e poter parete al proprio del Procuratore generale in realtà dovrebbe essere dell'incarico
Sì va bene va bene va bene siamo autorizzato e poi elemento formale chiedo scusa prego per favore i consiglieri Marini Nappi Virga Vigorito Auriemma di fermarsi vecchie passiamo deciso direttamente in
Seduta di sezione disciplinare ma non pigliate le carte vanto facciamola