24MAG2013
dibattiti

Vivere la democrazia

DIBATTITO | La Spezia - 15:38. Durata: 30 min 40 sec

Player
Presentazione del libro di Elena Gallina (ed.

Gruppo Abele).

Nell'ambito di "Parole di Giustizia 2013" dal titolo "Questione morale ed etica pubblica" in collaborazione con Fondazione Lelio e Lisli Basso, Fondazione Verardi Questione giustizia con il patrocinio e il contributo di Regione Liguria Associazione nazionale magistrati Magistratura democratica Consiglio Ordine avvocati della Spezia Camera penale della Spezia con il sostegno di Cassa di Risparmio della Spezia (24 /26 maggio).

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Vivere la democrazia", registrato a La Spezia venerdì 24 maggio
2013 alle 15:38.

Dibattito organizzato da Associazione Studi Giuridici Giuseppe Borrè e Comune di La Spezia.

Sono intervenuti: Livio Pepino (magistrato, responsabile Edizioni Gruppo Abele), Massimo Federici (sindaco di La Spezia), Elena Gallina (curatrice del volume "Vivere la democrazia"), Sara Cecchini (dirigente scolastico del Liceo Classico “L Costa” di La Spezia).

Tra gli argomenti discussi: Democrazia, Etica, Giustizia, Libro, Politica, Questione Morale.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 30 minuti.

leggi tutto

riduci

15:38

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Questo credo sia già in essere una un bel successo una cosa positiva vedo anche molta gente anche per il momento della presentazione che
Notoriamente non è il momento più interessante quindi cercheremo sulla presentazione di trattenervi
Il il meno possibile per
Continuare invece negli incontri di merito che inizia un anno puntualissimi come siamo sempre riusciti a fare alle sedici e inizieranno
Già qui perché prima di dire delle cose brevissima nel merito ridevo
Dire cosa che avete già visto che abbiamo ordinato anche il sole ma insieme al sole si è rimasto un po'di vento e quindi questo ci ha costretto
Soprattutto anche per le previsioni domani in cui pare che
Che il tempo sia brutto di modificare il ruolo non i contenuti ma i luoghi del dei vari dibattiti per cui li faremo tutti all'interno anche se era molto carino farli fuori era una cosa simpatica ma purtroppo il tempo è quello che
E anche qui abbiamo preferito non utilizzare il terrazzo sopra perché anche si era coperto il vento avrebbe creato qualche problema quindi faremo
La presentazione è il primo degli eventi qui il secondo evento quello conosca Salinetti sarà al centro Allende il terzo il nuovo qui
Quindi nel pomeriggio ci muoveremo tra qui e c'entra niente per il resto sul sito ci sono le varie indicazioni dei luoghi sono scritti anche su su su su fogli
Di informazioni per tutti le i ragazzi e ragazze che ci stanno aiutando mi daranno le ulteriori indicazioni allora detto questo per quanto riguarda il
Gli aspetti di logistici io mi limito da un lato a sottolineare quello che vi ho già detto all'inizio e cioè con
Molta soddisfazione che siamo arrivati a questa
A questa quinta edizione affrontando un tema
Che è un tema particolarmente attuale ma in un modo spero anche un po'diverso da quello in cui in genere lo si affronta abbiamo pensato dopo
Negli anni scorsi in cui abbiamo
Affrontato una una pluralità di temi di cominciare dai diritti negati nel
Nel primo di questi incontri abbiamo pensato di parlare di questione morale
Di parlare di questione morale però ve lo dico grazie anche a una opportuna sollecitazione che venuta dal Sindaco ad affiancare anche la questione morale un discorso impositivo e cioè quello di cercare di ricostruire un'etica pubblica
Credo che l'abbiamo dimostrato in questi anni che non siamo qui tanto per piangerci sulla spalla ma per fare delle analisi realistiche di quello che succede e purtroppo non è bello
Ma di partire di qui anche per cercare di costruire delle risposte possibili
Quindi l'etica pubblica come valore che su questo cercheremo di confrontarsi con una serie di di di di di di chiesto enti o comunque di operatori o comunque di persone che di questo si occupano
Professionalmente in genere anche in termini di impegno civile
Ciò copiamo di questo avremmo come vedete una serie come vedete come avete visto nel programma una serie di ospiti molto autorevoli
Di diverso estrazione questo rende la nostra rassegna una rassegna come viene anche sotto questo profilo particolarmente brillante
Ricordo per esempio che due anni fa abbiamo avuto qui Laura Boldrini ora si sente dalla Camera abbiamo quasi rischiato di avere uno o due Presidenti della Repubblica vi viene i precedenti RAI poi andate in un altro modo ma questa è
La la la la come dire chi si è alternato anche qui capire come il il il i confronti che abbiamo fatto tra di noi sono stati controlli io credo anche produttivi per tutti in termini di confronto e quant'altro avevo detto che siamo previe quindi finisco con due osservazioni prima di dare la parola al Sindaco
E
Ci sono
Quest'anno
Due novità una che c'è un libro che si chiama vivere la democrazia che raccoglie
Una parte notevole delle relazioni degli anni scorsi abbiamo
Ritenuto che al di là di piccole pubblicazione che abbiamo fatto ogni volta
Quello che l'hanno fatto meritava di essere raccolte di entrare circolazione come un libro che che che che
Di questo si occupa non solo a livello locale ma a livello complessivo
E il libro si chiama punto vive la democrazia con il titolo dell'edizione dell'anno scorso e c'è quindi
Stava battendo il microfono ce qui Elena Gallina che il libro
Appurato
E che sia pure nel
Nel abbiamo concordato facciamo presentazione del libro proposto che il contenuto l'avete sentito però è bene che anche lei ci dica
Le sue impressioni né nel mettere a punto nel curare questo e la seconda che altrettanto importante che nel momento della presentazione abbiamo avuto avere con noi sarà Cecchini che
La presenza di un
Di un istituto di Spezia e concluderemo allo stesso modo con la preside di un altro istituto perché ci sembra importante
Come abbiamo fatto in verità negli anni scorsi ma a questo punto farlo anche in maniera formale che un'iniziativa come questa si rivolga anche al mondo della scuola al mondo senza tanta retorica detta non c'è dubbio
Che il soprattutto se parliamo di questi temi se parliamo di etica pubblica il problema di un rapporto
Con i ragazzi con chi dei ragazzi si occupa e quindi disegnate e un rapporto particolarmente importante
Chiudo do la parola a Massimo Fedeli si chiede
E come sempre per conto del Comune il
Insieme alla
Alla Cassa di Risparmio chi ci consente anche di fare questa iniziativa e devo dire ancora una volta non semplicemente se mi consente di fare in termini organizzativi
Ma ce lo consente di fare anche in termini culturali con una partecipazione particolarmente significativa dirà lui interno all'inizio e poi due parole se le diranno
Elena Gallina e sarà Cecchini e poi inizieremo con il primo evento queste
Grazie vivo Livio e buongiorno a tutti gli utilizzi nei pochi minuti che spie trentuno spietatamente rigoroso Livio Pepino concede
Perché il tutore organizzato sempre con una grande
Quindi l'efficacia di incastri anche dal punto di vista della tempistica
Mi spiace anche alle questa non possa utilizzare la piazza perché era un po'un segno anche quello di utilizzare i luoghi aperti però
Diciamo che utilizziamo dal punto di vista metaforico anche questa possiamo considerarla sostanzialmente una piazza utilizzo questi pochi minuti
Per fare dei ringraziamenti
Ringraziamento innanzitutto all'Associazione Studi giuridici Giuseppe porre all'istituzione per i servizi cultura del Comune e la Spezia come ricordava Livio
Organizzarsi meglio ad altre realtà il
Questo appuntamento poi la Regione Liguria ci sono state preziosa collaborazione anche quest'anno come la Fondazione Lelio
Il rischio di basso Fondazione Velardi questione di giustizia il patrocinio dall'Associazione nazionale magistrati Magistratura democratica
Il Consiglio dell'ordine degli avvocati da spetta alla Camera Penale della Spezia poi naturalmente un ringraziamento particolare va cari spezza Crédit Agricole che rende
Possibile con il suo sostegno il
L'organizzazione della manifestazione tanto quest'anno ci sarà anche
Il l'amministratore delegato Giampiero Maioli in un incontro
Però ecco voglio ricordare che questo appuntamento lo sapete immagino benissimo nasce
Dalla volontà di rendere omaggio al nostro grande concittadino
Giuseppe porre al quale è stata aggiudicata la un'associazione l'associazione poi l'anima dette nella manifestazione del Palaeur giustizia è quella che
Pensa e che imposta il lavoro e che l'organizzatrice fatto con quelle collaborazioni qui e voglio cogliere l'occasione per salutare
La signora corre so che ci sono altri familiari e vorrei che magari
Ci fosse un applauso ringraziarlo per la presenza
Un grande giurista un nostro concittadino appunto appunto a cui questa manifestazione nel dedicata
Dal punto di vista dei contenuti le cose essenziali l'ha già detto l'ha già detto all'inizio dunque non aggiungo altro
Mi piace sottolineare l'importanza del coinvolgimento delle scuole quali abbiamo sempre tenuto moltissimo quest'anno
Riproposta anzi per alcuni aspetti anche accentuato questo coinvolgimento è fondamentale
E poi la cosa come dire che in qualche modo ci fa tra virgolette festeggiare lustro i cinque anni è questa edizione del gruppo Abele
Che
Curata appunto dalle mancanti in perché si permette di
Riproporre un po'il percorso che abbiamo fatto attraverso delle più grandi e più importanti tra le più importanti non tutte ma tra le più importanti
Presente e contributi che in questi cinque anni siamo riusciti ad avere qui a la Spezia in questi momenti di incontri di riflessione ci sono state veramente come dire delle
Grandissime
Ed importantissime personalità che hanno
Dato forza rifiuta questo momento
Per cui vivere la democrazia e tra l'altro
Il titolo della scorsa edizione
In qualche modo
Stanche come dire a a sottolineare
Il prestigio che è stato garantito
Che il rigore e la serietà l'impegno che sono stati garantiti in questi cinque anni per cui l'ultimo ringraziamento che faccio poi la chiudo davvero ore in l'azionamento a quelli che sono maggiormente impegnati poi ci sono tutti quelli del Comune che sono impegnatissimi ma non vanno nominati perché stile ecco però
Ci sono delle figure che sono fortemente sempre molto
Impegnate piaciuto Livio Pepino
Io un un appassionato e spassionato
Animatore di
Di tante cose ma anche direi di questo appuntamento all'UIC dobbiamo moltissimo perché è stato veramente come dire l'interprete l'anima della della manifestazione in tutti questi anni
Pal Diana Brusacà e localmente rivolgere un ruolo dire Illy Piperno ecco insostituibile sembra lucano interne
Però so
Diciamo che
Sono figure senza le quali
Una manifestazione che può sembrare semplice una serie di incontri punto e basta invece in queste cose c'è sempre dietro un lavoro di un impegno complicatissimo
E anche una fatica non non secondaria
E poi c'è anche un contributo rilevante di di pensiero di di di impostazione
Per cui allora va
Un ringraziamento davvero davvero sentito
Una grande come dire di conoscenza appunto a nome anche della città e credo che questa dedizione appunto
Qualche modo sia anche un'azione di restituzione del lavoro che loro stessi hanno fatto
In questi cinque anni sono molto contento come diretti ci possa essere appunto una occasione di questo tipo per riconoscere la rilevanza di valore di questo lavoro nient'altro ringrazio
Ho detto pochi minuti
Elena te
Senta emozionati
Pensiamo al Senato me lo garantisco
Io rompo il ghiaccio con un aneddoto quando ho conosciuto Livio tra quanti anni fa
Io ho sempre detto anche sarebbe venire a Spezia ecco mai avrei pensato di venire in questa veste cliniche quindi sono molto contento e orgoglioso di essere qui e l'opportunità che mi è stata data
Vi racconto brevemente l'idea di raccogliere questo iscritti che trovate in questo libro
Ovviamente iniziativa non non devo essere io a dirvelo iniziativa pregevole piena di spunti e i lavori di lavori e intellettuale e di
Pubblico ed è
Che farne serve e lavora e hanno
Piaceva l'idea Livio che me la proposta
E America di curarla allora il lavoro più
Difficile stato dov'era scegliere quali contenuti mettere perché appunto come è già stato detto
Erano parecchi i contenuti
Premier
Vivere la democrazia che l'edizione dell'anno scorso e ovviamente è stata la fonte principale non l'unica
Io ho sempre ho fatto un lavoro di raccolta tentando di selezionare tentando di fornire
Uno strumento non solo di restituzione
Per chi ci lavora per la città di la Spezia e per chi
Ha parlato
Ma anche uno strumento di lavoro che è un pochino l'idea che la casa editrice del gruppo Abele per la quale lavoro e per la quale è uscito il libro
E tenta di portare avanti e quindi uno strumento di lavoro uno strumento di pensiero e di ragionamento
Sulla democrazia che
Quanto mai niente ma attuale difficile complicato
Da affrontare allora il tentativo che è stato fatto e di affrontarlo con tagli di razzi
E si parla del rapporto della storia della democrazia dalla Grecia giorni nostri e si parla del rapporto tra la democrazia in formazione
Decisamente molto molto pregnante ovviamente al rapporto tra democrazia e mafia e ci sono analisi più politologico e più sociologica e insomma abbiamo tentato di dare
E degli spunti di visione
Perché possano essere più che altro uno strumento di lavoro e un input a continuare a lavorare ragionarci
Perché in questo momento in Italia sicuramente la condizione politica un po'complicata e quindi
Che la gente comune il popolo che poiché
Ci dovrebbe governare in una democrazia continuerà ragionarci a lavorare a fornire spunti a fornire possibilità
E ci sembrava la cosa migliore
Io con concludo così la sola
Grazie
Continueremo a lavorarci professoressa cioè
Ecco ci
Allora essere stata designata tra coloro che introducono parole di giustizia due mila tredici
Questo appuntamento culturale e giuridico di alto profilo nel comune di La Spezia tutti gli anni insieme a un nutrito gruppo di associazioni
Istituzioni fondazioni anche quest'anno rinnova e per me un grande onore e mi piace ricordare tra le associazioni proprio l'associazione di studi giuridici Giuseppe guerre
Perché vorrei Stato un grande all'uno nella scuola io dirigo e cioè il liceo classico Lorenzo Costanzo infatti
Bene ancora oggi c'è è stata ammessa nella prima edizione Natalia a ricordo di questo grande cittadino della Spezia che sia formato nelle aule nella mia espone
E la scuola più rapidi
Questo invito e il fatto è stata l'occasione e per
Riflettere da un lato sul prezioso volumetto condividere la democrazia
Curato dalla dottoressa galline ed edito dal gruppo Abele che vi invito davvero ad acquistare a leggere e
E dall'altro però l'invito mi ha permesso anche di riflettere sulla problematica proposta da questa tre giorni
E cioè questione morale ed etica pubblica
I minuti di riflessione apparentemente disgiunti possono essere come rapidamente farò duro rapidamente farò utilmente intrecciati
Il libro curato dalla gallina ho preparato una panoramica a tutto campo che ci aiuta per quali percorrere le diverse tappe e diversi settori di un percorso attraverso la democrazia
Dalla ripresa passando dagli antichi e moderni dei modi della democrazia nel tempo
All'analisi delle senza della della democrazia
E quindi anche delle condizioni necessarie per farla vivere
E nello stesso tempo dei limiti patologici che ne impediscono il buon funzionamento compreso un
Attuale
Più che mai attuali interrogarsi sulle diseguaglianze sulle regole sul bene comuni
Grazie all'aiuto di testimoni come ha detto il dottor Pepino davvero di primo piano della nostra vicenda economica culturale e politica per citarne solo alcuni Gherardo Colombo Stefano Rodotà
Livio Pepino stesso Romano Prodi Valentina pazzi Salvatore Settis Gustavo Zagrebelsky insomma il meglio del meglio
Ma se questa indovinata collezione di riflessioni critiche ha un peso in essere
Direi che essa risulta proprio utile anche rapportata alla pressante tematica
Che la questione morale ed etica pubblica e ciò per l'importanza che una informazione competente può avvenire sulla formazione di un'opinione pubblica
All'altezza delle sfide che ci attendono ed è chiaro che qui miopi interessato è quello di una donna di scuola
E
E gli studenti sono opinione pubblica informazioni
Lasciando ai competenti il
Compito di sviscerare gli argomenti dei tagli però per me un angolo
Piccolo che però si raccorda maggiormente alimenti in azioni
Rifacendomi da un lato alla copiose perenne ponte costituita dal mondo classico o comunque ad interrogativi
Che da esso derivano e cercando di individuare dall'altro una possibile relazione di significato
Tra la scuola la questione morale e l'etica pubblica
Introduco un termine che nella tre giorni non c'è il termine politica
Se la politica riguarda il bene della comunità intesa come depositaria di beni e di valori non soltanto utilitari
E l'etica si occupa del bene la politica non sarebbe e adopero il condizionale che una specificazione del bene
La una sezione in un capitolo più ampio
Ecco perché ho voluto aggiungere il termine politica che manca in questa
In queste etichette perché la politica può diventare luogo di mediazione alta tra la società civile e lo Stato
L'uso di questo condizionale che ho usato sarebbe
è dovuto al fatto
Che già nel mondo greco e quindi all'inizio della riflessione del nostro mondo occidentale due sono state sostanzialmente schematizzando le visioni della realtà politica quindi quella morale
In alcuni dialoghi platonici penso a tre asili Marco penso al Polo esso amiche
Questi
Questore sono anche se faranno
Lettica dalla politica invece abbiamo la teorizzazione visto termica
Dove non sembrano esserci elementi di contrasto Aristotele nell'aperta nel terzo libro della politica
Presenta unitariamente e armonicamente il fine dell'uomo politico e quello dell'uomo etico
In questa teorizzazione armonica non posso fare a meno di ricordare i grandi Cicerone
Per Cicerone l'uomo politico è un virtuoso lo dice bene degli uffici is
Quando appunto a Quinto Cicerone parla
Dell'uomo politico come di colui che deve aspirare a conseguire la salute dello Stato in comunione con i suoi simili
Lo sviluppo civile giuridico e morale di quel corpo sociale di cui lo stesso fa parte
E quindi la sua condotta di vita privata o pubblica
Deve essere sempre trasparente allontanandosi da qualunque tentazione di occupazione del potere per fini personali oppure per dare un vantaggio economico primo seppur aC oggi lascio a voi
L'uomo politico ciceroniana no e in simbiosi con quell'armonia comunitaria e gli impedisce anche per un attimo di essere in competitivo mettere in competizione il pubblico interesse con quello privato il Cicerone liquida come contrario al bene della Repubblica
Chiunque credo dedicandosi all'arte della politica lo faccia con il l'intento di sovvertire le leggi
Della repubblica e conseguente la morale che ispira quelle leggi per deviare il corso degli eventi su una utilitarismo del tutto particolare
Il politico di Cicerone au moment censo ruolo virtuoso che anche l'onestà il suo cardine di comportamento
Che poi questa teorizzazione così alta venga da un uomo controverso come Cicerone meriterebbe una discussione a parti ma quello che mi interessa sottolineare
E che le parole degli uffici rissa non vanno considerati in astratto perché anche al tempo di Cicerone il più famoso era quello di Roma la corruzione era ben presente
La morale che Cicerone immette nella politica non è dunque il tre di pozzo di chi
Non vuol vedere la realtà del mondo che lo circonda a vuole essere l'esortazione come dire un punto di vista ancora l'esortazione a seguire determinate condotte a volte più pragmatiche a volte qui viale
Tutte però volti al meglio per quella che è la Salus pubblica e la suprema lex
Da questo orizzonte unitario che lega politiche verticale sembra essere escluso Machiavelli lo ricordo perché
Quest'anno ricorre il cinquecentesima anch'
Anniversario del del principe la famosa lettera al vettori datata dieci dicembre mille cinquecentotredici
E tuttavia anche per il segretario fiorentino mi sembra che si possa tentare e mi piace tentare una lettura ardita ma non completamente fuori luogo dal rapporto etica politica
La famosa autonomia politica di fondazione di Machiavelli significa che la politica è unica in campo non c'è l'etica
Ma l'aspetto più interessante e questo lo sappiamo tutti non quello che ho detto però l'aspetto più interessante in Machiavelli e che in un pensatore così duro durissimo ricordiamoci che il politico per lui è un centauro
E che mezzo uomo emendamenti e che della Merkel politico deve essere deve avere unire in sé gli elementi della colpi e degli omonimi no quindi forti R. furbo come la volpe nello stesso tempo duro come leoni
Eppure in questo pensatore in cui talvolta la politica dei connotati terribili diciamo in comportamenti realizza del Valentino essa non diventa un valore sopra gli altri
Gli altri valori non entrano nell'orizzonte della politica fanno fuori sono inattuali
Però attenzione ce l'hanno stantie Machiavelli del momento etico egli dice sarebbe bene che il principe fossi scusi non di Marco e questo ogni ma non di Manconi indica lo stacco
Sembra significare questo non di mare ancorché attuale nel mondo politico dell'altro è inattuale quello etico e tuttavia e oggetto di nostalgie quindi abbiamo
Il il primo caso in cui la politica era politica qui costituisce se medesima come termine capace di includere dentro di sé l'alto
Per cui la politica diventa una sorta di metta elettrica c'è poi la situazione opposta in cui elettrica che costituisce se stessa come una sorta di metà politica infine c'è anche una terza prospettiva
In cui si teorizza una specie di livello superiore in cui le due realtà sono rese mica storiche che si danno come strumento lo Stato lo Stato etico ma qui la storia ci ha insegnato dove ci porta
Tutto ciò ci dice che la relazione tra etica e politica non è per niente semplice io non ho la
Presunzione di avere la soluzione questo aspetto
Però mi permetto di dire che oggi più che mai la separazione dell'etica dalla politica
è stata né può essere per la politica a causa di sciagure a patto di Intini cacci sì al fine della politica nel conseguimento di una vita che sia la migliore impiego una comunità umana organizzata politica niente
Se gli uomini politici che sono responsabili di questa comunità devono orientare le proprie azioni su questo fine non possiamo sottovalutare gli aspetti morali della politica
Infatti il problema morale verte sempre attorno a una questione fondamentale che ha il senso LEA la realizzazione e le modalità per l'attuazione di una vita umana che sia la migliore possibile
Dunque
La politica risponde a esigenze a condizioni che sono orientate moralmente così come è vero che la morale dell'individuo non può essere separata alle questioni sociali e politiche
Da qui il problema di stabilire distinzioni tra il bene della comunità umana come tale il bene della tutta la vita il bene degli individui separatamente intesa
In
Tema ancora più pressante da quando la cultura moderna scoperto che l'individuo come tale attività una vita privata
Ha diritto a difendere la sua proprietà al suo lavoro la sua partecipazione alla vita sociale e politica culturali ebbene quindi etiche politica possono convivere non facilmente ma in una la mediazione io ho trovato
In un momento storico che estremamente Espresso e cioè il felice incontro che sta alla base della nostra Costituzione
Mi riferisco a quella sintesi proficua della visione etico filosofica personalistica
Con l'effettualità politica del topo resistenza resa possibile dalla focalizzazione del singolo come persone cioè uomo situato che sta nella storia e che la fa radicato in una pluralità di dimensioni
Un essere comunitario ben diverso dall'individualismo e dall'egoismo dell'uomo borghese moderno il contemporaneo e vengo alla fine del mio discorso
Cercando di capire dove il rapporto tra politica ed etica possa trovare solide radici
Io credo che sia più che mai necessario rispolverare il concetto di opinione pubblica
Il doppino e è stata l'opinione pubblica che nell'Ottocento ha determinato spostamenti enormi dei rapporti di forza e quindi Accredia creata determinato il processo che la formazione delle società liberali prima e democratiche poi
Oggi nella nostra società questo opinione pubblica va in qualche modo ricreata perché appare stretta nella morsa da un lato del ceto politico
Che nei Paesi occidentali sembra sempre più separato e castagne anche nel linguaggio
E dall'altro l'altro polo della morsa è quello costituito dei moderni sistemi di comunicazione che sono sempre più sottratti a un reale controllo democratico
Di qui la necessità di ricreare la sfera pubblica come qualche cosa che sta in mezzo a questi due poli
Ma per farsi che l'opinione pubblica svolga la sua funzione
Che gli elettori possano essere informati e consapevoli e una volta eletti portino nella sfera politica una dimensione etica forti condivisa
Fondamentale viene ad essere il ruolo dell'istruzione ecco perché sono qui cassiere
Il mondo della scuola qualunque sia la scuola in cui si apprende in cui si assumono gli strumenti critici del conoscere
Questa scuola devi aiutare le giovani generazioni a esercitarsi nell'etica un'etica pubblica coerente
Il responsabile per far crescere appunto con una responsabilità una sfera pubblica politica democratica il rinnovata grazie
Allora grazie molte
Alla professoressa cecchini con il suo intervento siamo entrati nel merito noi abbiamo fatto più una parte ripresentazione lei ha fatto dai il
Il transito c'è attuate dettati dalla presentazione del merito
Questa nostra cosa selettiva in genere è una cosa itinerante non perché vogliamo che la gente vive anche Spezia
Però invece in questo momento noi
Per le prime cose non è itinerante quindi iniziamo subito il primo degli incontri previsti che quello con il titolo questione morale questione civile con una relazione professor Umberto curi che vedo è chiaro