23MAG2013
intervista

Intervista a Guido Gentili sullo stato della giustizia in Italia e sulla Ue

INTERVISTA | di Cristiana Pugliese RADIO - 15:53. Durata: 11 min 10 sec

Player
"Intervista a Guido Gentili sullo stato della giustizia in Italia e sulla Ue" realizzata da Cristiana Pugliese con Guido Gentili (giornalista de Il Sole 24 Ore).

L'intervista è stata registrata giovedì 23 maggio 2013 alle ore 15:53.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Crisi, Diritti Umani, Diritto, Euro, Federalismo, Giustizia, Hollande, Moneta, Parlamento, Politica, Riforme, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 11 minuti.
15:53

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Parliamo ancora una volta di giustizia oggi lo facciamo con Guido Gentili editorialista del Sole ventiquattro Ore benvenuto su Radio Radicale Red Bull allora lei oggi ha risposto a un vostro ho lettore parlavate di giustizia e lei parla di della giustizia italiana come di un ammalato in coma ambone spiegano i nostri ascoltatori perché
E cosa chiaramente le diceva questo lettore sì il punto sollevato dal lettore riguardava ovviamente una causa è una storia personale
E una piccola vicenda diciamo giudiziaria che era sul tavolo di un giudice di pace una
Punto un
Una una vicenda che si commenta da solo per quanto riguarda l'entità c'è un picco unici una macchine incidentate molto mobile incidentata
E un risarcimento rispetto al
Che spettava a chi ha scoperto successivamente che questa macchina la strada avuto subito un grave incidente
Di ovviamente è una causa che ancora non si è chiusa e sono passati ormai anni quindi questo ero lo spunto diciamo per che riguarda il sistema dei giudici di pace ma più in generale
Le condizioni della giustizia italiana che appunto sono in in coma in coma profondo
E da questo punto di vista oggi proprio oggi proprio questa mattina tra l'altro uno dei punti più importanti della relazione che ha fatto il Presidente di Confindustria Squinzi alla all'assemblea annuale di Confindustria riguardava proprio i problemi dell'amministrazione della della giustizia
E delle necessità che questo avvenga subito riformata perché come scrive lei anche stamani c'è un fa
Meno alla crescita del Paese lei scrive un'altra cosa oltretutto dice quando parliamo finalmente di riforma però si crea il vuoto
Esatto questo è un è un problema
Annoso purtroppo ultima vicenda quella che io punto ricordava con dei giorni scorsi
Il Parlamento ha cominciato ad esaminare in Senato in Commissione Giustizia del Senato il provvedimento del Governo che
Riguarda il taglio dei cosiddetti tribunali inizia parliamo di circa appunto trentuno tribuno limiti duecentoventi sezioni distaccate che dovevano essere
Tagliate nell'arco di due anni e che cosa fa il Parlamento all'unanimità e questo anche punto è un dato significativo decide
Di rinviare questo non i pro non diciamo l'esame del provvedimento ma de l'entrata in funzione in vigore di di questa di questo provvedimento che era previsto per il tredici di settembre
E quindi tutti d'accordo a rinviare questa miniriforma
Però significativo perché riguarda un po'tutta la strana maggioranza che sorregge fisse che il Governo letta e che aveva sorretto prima
Il il Governo Monti più anche il Movimento cinque stelle che si è allineato su questa posizione
Il rinvio e appunto mi sembra un fatto molto significativo punto di vista politico perché ogni volta che si va a toccare anche su cose minime come questa
Diciamo i temi della giustizia poi alla fine non se ne fa nulla e la giustizia che pure di cui parliamo
Continuamente ogni giorno per altri per altri motivi pensiamo ai processi
Che riguardano le pianeggiante né di Berlusconi anche se oggi voi ce ne sono state varie di notizie dal livello nove mesi delle tutele fu nel ogni giorno
Però ecco quando poi si tratta di quote di fondi mandare avanti dei provvedimenti operativi
Diciamo non dico di riforma ma i piccoli cambiamenti come in questo caso poi magicamente arriva
Il rinvio la sospensione e comunque se ne parlerà a un'altra volta ASS
E quindi questo appunto è un dato molto importante secondo me senta siccome non crediamo alla magia questa nominare che si intromettermi Battaini le riforme adesso
Di là proprio di quello che lei ha detto perché poi quando si parla di giustizia si parli Berlusconi e via dicendo è dovuta al fatto che la giustizia e anche campo di diverse corporazioni
Ben presenti in Parlamento puramente ma ci mancherebbe altro e questa pietà e avvenuto diciamo nel caso specifico del taglio dei
Tribunali
Ma è avvenuto ogni qual volta si è cercato di toccare problemi che riguardano dal punto di vista operativo la macchina della giustizia
Che tra l'altro se non ricordo male costa circa quattro miliardi l'anno solo funzionamento diciamo di questa macchina
E la Banca d'Italia primato in un punto percentuale di PIL e quindi di prodotto interno lordo quindi parliamo di intorno di circa quindici miliardi il costo diciamo così del
Della perdita in termini di ricchezza
Dovuta appunto a lei al alle mancata riforma della della giustizia quindi è un dato importante però sulla quale agibili agiscono una serie infinita di lobby
E il ovviamente lobby degli avvocati e una di queste che verrà presentata in in Parlamento la lobby di magistrati
Anche se molto ben rappresenta lamenta e un'altra di quelle che al momento opportuno come in questo caso quando si tratta di
Entrare nel vivo di un'operazione di razionalizzazione di riassetto e poi alla fine insomma si trova si trova la via per rinviare sempre e quindi diciamo che da questo punto di vista la giustizia soffre
Anche anche di questo cioè del blocco corporativo che c'è intorno ad essa si
Senta lei che ricordava nella risposta che la Corte europea dei diritti dell'uomo sia condannato o molte volte Innella questi giorni ultimamente si è spesso parlato di un'Europa gli uni Ida più politica di Europa federale e si riuscirà mai a suo giudizio alle vere anche in questo tema nella giustizia una vera Europa e fare entrare l'Italia in un processo positivo
Ma qui con una battuta vorrei dire mi ha continuamente mi accontenterei innanzitutto che subisce qualche cosa in Italia subito eccetto
è il contesto europeo se noi andiamo a vedere e quello che il confronto per esempio in Europa tra la nostra situazione acque negli altri Paesi ci vede
E in a un livello spaventosamente diciamo basso Sambin assieme fanalino di coda certamente pensiamo a tutto anche appunto alla
Continue condanne della della Ortisi della Corte dei diritti dell'uomo insomma con le idee ci sono diciamo delle situazioni su cui i dati parlano chiarissimo egli la stessa Commissione europea ci ha richiamato più volte
Al rispetto diciamo degli impegni che so che vengono di volta in volta presi in tema di riforma della giustizia
E anche oggi appunto presidente di Confindustria ha ricordato il numero diciamo di sette giudizi pendenti ad esempio che ne cito uno ogni cento abitanti no e diciamo e il rating dalla giustizia italiana
Che appunto è bassissimo il questo è un Paese diciamo dove che a cui non mancano le leggi certamente però è un Paese che non non le fa rispettare
Non le rispetta per primo lo Stato e quindi è una situazione che poi tante volte io do atto da questo punto di vista anche nessuna risposta ricordato che l'unica forza diciamo che coerentemente in questi anni
A insistito sul tema della riforma della giustizia sono stati i radicali italiani e quindi questo
è un dato di fatto purtroppo la situazione è tale per cui se ne parla abbondantemente nelle risse politiche nei talkshow né se ne parla nelle tavole rotonde ma la situazione la giustizia rimane purtroppo la situazione drammatica in Italia si
Senta in chiusura visto che abbiamo parlato di Europa e lei adesso faceva riferimento anche anche i radicali e stavo pensando alla alla Bonino o l'onda aperti o per un una più stretta unione europea un'unione politica addirittura in due anni e la Bonino ha detto va bene prendo sul serio quello che dice il presidente francese vediamo che cosa succederà a suo giudizio l'Europa
Soprattutto rispetto a questa crisi che stiamo vivendo ancora vivendo tanto più in Italia riuscirà ad avere un'unione politica più stretta
Ma secondo me siamo radio appunto che o salta questo ostacolo oppure ne verrà travolta l'Europa stessa
Designazione di costruito come sappiamo la monetari il sistema della moneta unica senza diciamo un indietro avere diciamo uno Stato
E aggiungo la parola federale quindi facendo riferimento a quello che e fra ottanta volte detto cioè l'obiettivo di lungo termine che è quello di fare gli Stati Uniti
L'Europa siamo arrivati al punto diciamo secondo me di non di non ritorno quindi e significativo politicamente che il
Presidente francese abbia condotto il suo Paese verso questa posizione
Insomma la
Che che la Francia cominci a parlare di Europa federale dice Mondardo
Anche dal punto di vista storico politico molto importante una svolta importante credo che il sotto questo profilo l'Europa non abbia veramente alternative deve andare rapidamente su questa
Su questa strada perché altrimenti non reggerà la stessa costruzione dell'euro che è strattonata diciamo
Dagli eventi dalla crisi e dalla sua stessa
Diciamo debolezza genetiche di direi quindi credo che quello sia l'orizzonte giusto verso cui andare ma credo di più che mentre diciamo fino a qualche tempo fa potevamo parlarne
Come di un'ipotesi alla quale arrivare in fretta oggi dobbiamo farlo se vogliamo che questa che l'Europa sopravviva perché altrimenti diciamo assisteremo al collasso dell'Europa
E ci sono tanti segnali purtroppo negativi che vanno in questa direzione è stata chiarissima mina rimane che ringraziarla ringraziamo Guido Gentili che l'accordo editorialista de il Sole ventiquattro Ore grazie ancora grazie a voi