25MAG2013
intervista

Don Gallo generoso e furioso sacerdote libertario. Intervista a Enzo Cucco, presidente dell'Associazione radicale Certi Diritti

INTERVISTA | di Roberto Spagnoli RADIO - 12:34. Durata: 6 min 9 sec

Player
"Don Gallo generoso e furioso sacerdote libertario. Intervista a Enzo Cucco, presidente dell'Associazione radicale Certi Diritti" realizzata da Roberto Spagnoli con Enzo Cucco (presidente dell'Associazione Radicale Certi Diritti, Radicali Italiani).

L'intervista è stata registrata sabato 25 maggio 2013 alle 12:34.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Antiproibizionisti, Cattolicesimo, Chiesa, Droga, Gallo, Politica, Radicali Italiani, Religione, Tossicodipendenti.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.
12:34

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Generoso e furioso sacerdote libertario e attivista per i diritti umani di tutti e di tutte così l'Associazione radicale Certi diritti ricorda don Andrea Gallo scomparso in cui giorni e di cui si sta si stanno celebrando i funerali proprio nel momento in cui stiamo registrando questa intervista con Enzo Cucco che dell'associazione certi diritti e il Presidente Enzo don Gallo don Andrea Gallo ha incontrato varie volte noi radicali nel corso degli anni insomma tutte le volte questi incontri sono stati importanti anche fruttuosi
Tempi fatto professor sopraffatti molti incontri le nostre storie dell'ONU incrociato molte volte
E a questa cosa credo
Bisogna fare molta attenzione perché don Gallo completamente e pienamente dentro la Chiesa
Non si comprenderebbe altrimenti la la valenza la porta la la il taglio i colori che lui ha dato all'attuazione che del tutto evangelica
Cioè
Il Bayer ed è volto a descrivere don Gallo come un rivoluzionario di tra dalla com'è una persona anche lui faceva politico che venti
Tutte le sue posizioni erano anche politiche ma la radice forte dell'attuazione richiede proprio nella nella lettera a del vento del nord dell'applicazione di quello che manca allo
A entrare
A Trento ed ottenuto e che molta parte della Chiesa cercato di incardinare in questo intento ludiche incrociato rinnovato intermedie miliardi rivolte a partire
Da quella umanità
Che gli ha consentito di avvicinare qui alle per ometteva che interviene sia stata verso le persone riconoscere
La giustizia la libertà
Cioè tutti i valori nei quali noi abbiamo sempre creduto e per i quali commettiamo che poi
è anche una tradizione molto radicale
L'Italia chi crede e che la tradizione radicale la tradizione che parte dalle idee
Esattamente il contrario eccetera e che dalle persone dalla dignità delle persone e dalla responsabilità che le persone devono devono a
La responsabilità a cui le persone deve essere riconosciuta sala piena responsabilità e autodeterminazione
Infatti appunto certi diritti sottolinea punto le battaglie leggo sempre comunicato per l'uguaglianza
Nella dignità in questa casa delle persone omosessuali transessuali delle persone che si prostituiscono ma don galera anche un vero antiproibizionista non solo sulle droghe lo era proprio antiproibizionista nel senso più pieno di questa parola esattamente questo Celori Ekhator tre troppo
Molto più avanti nell'esposizione di quanto lo sono stati e lo sono parte del cosiddetto movimento
Democratico per i diritti civili in Italia così composito così
Forse anche il tempo incerto butto lì
Lui era anche predette fino in fondo perché credeva nella responsabilità delle persone perché credeva che le persone armate forte al proprio interno per affrontare
Ciascuna scelta che ha a che fare con la propria vita e quando non ce la fanno abbiano una lettera che è stato
Devono essere sostenute ma sempre nell'ambito delle
Del riconoscimento della piena libertà ed è la piena responsabilità perché solo attraverso quel perché poi ce lo sviluppo sociale autentico onorando attraverso le i divieti
Le posizioni di droga allora rispetto al matrimonio la sua straordinaria capacità di avvicinarsi alle persone per esempio alle persone per effettuare le persone che dopo attribuite ben tre riconoscendo avere il valore assoluto no cenno non c'era mai che Tanic Righetti nelle parole
C'era accoglienza chiara comprensione era condivisione
Ma mai pietà mai superficiale avvicinamento
Solo la parte eccedente della presente della preistoria Martins tre
Puntare su una parte come dico mi ripeto un'altra volta di responsabilità e di autonomia e di autodeterminazione delle persone in questo testo non era un autentico e profondo antiproibizionista sì volevo chi
Per consentire un tuo parere anche proprio sul sulla sulla sua umanità aveva pur senza essere apparentemente i irruente però aveva una grande no ma Nita eletti tra volgevano ti lasciava ma indifferente anche quando magari non eri d'accordo con lui insomma ma era impossibile non restare indichi era possibile restare indifferente ma non non non era possibile
Ed è attualmente abbiamo usato la parola curioso per questo motivo perché molto spesso le sue invettive le sue parole i suoi dialetti
Sembravano quelli della parola curiosa ma
E è del tutto comprensibile io stesso ho sentito la furia della negli tipiche della della impossibilità interveniente tentazioni
E allora chi sente sulla propria pelle no queste cose può apparire
Veemente furioso insomma
Ugo può può può sembrare una pletora che
Che che che
Che molto aggressiva anche dei linguaggi però
In realtà non c'era nessuna persona più dolce più accogliente Lido Gallo e e in genere la furia derivava dentro il verbale da
Derivava dalla osservazione dell'ingiustizia della par condicio scritte che tirava in quel momento sarebbe stato curioso quegli atti di quella fuori archivi di cui sono animati le persone in modo profondo quando
Appunto di fronte all'INPS
Il CRA lire sarto grazie grazie Enzo ringraziamo Enzo Cucco Presidente della Sezione radicale Certi diritti