27MAG2013
intervista

Economia: intervista a Paolo Giaretta sulla crisi delle imprese del Nord Est

INTERVISTA | di Claudio Landi Roma - 00:00. Durata: 8 min 22 sec

Player
Nell'intervista si parla anche della crisi del Partito Democratico.

"Economia: intervista a Paolo Giaretta sulla crisi delle imprese del Nord Est" realizzata da Claudio Landi con Paolo Giaretta (già senatore, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata lunedì 27 maggio 2013 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Crisi, Disoccupazione, Economia, Est, Imprenditori, Impresa, Lavoro, Mercato, Nord, Partiti, Partito Democratico, Politica, Produzione.

La registrazione audio ha una durata di 8 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Delfina Steri Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

E allora
La di radica l'abbiamo qui con noi Paolo Giaretta Sanja senatore del PD già sottosegretario allo Sviluppo economico con il Governo Prodi è senatore eccetto innanzitutto come sta andando nel nord est come sta andando l'economia produttiva del nord-est
Ma naturalmente c'è la parte
Più aperta al rapporto internazionale che
Collocare la parte più rilevante della propria produzione all'estero è riuscita a sopravvivere alla crisi anche con ulteriori ristrutturazioni e
Comincia giovarsi
Di una certa ripresa
A livello
Globale anche se naturalmente il rallentamento della Cina
Ai flussi perché ormai
Anche la Cina è diventato un mercato molto importante anche per il nord est
Probabilmente fatica molto di più con casi
Gravi drammatici di quella parte delle
L'apparato produttivo che lavora più nel campo del mercato interno dei servizi questa fatica fatica molto ci sono
Diciamo casi molto pesanti e di chiusura diventare naturalmente di problemi occupazionali che nel nostro territorio da moltissimi anni non erano conosciuti quindi purtroppo è una novità anche per il mitico nord est
Avere mancanza di lavoro
è con la ciò che abbiamo intrapreso per l'allentamento delle economie emergenti sempre allentamento relativo diciamo così anche se comunque segno è un segno importante
Quello che però volevo sono volevo da lei esplicazione ma e quindi c'è un pezzo importante anche nell'industria manifatturiera per sempre il nord veste
Poi che esporta chi è riuscito a ristrutturarsi in modo efficace nonostante i giganteschi orpelli e vincoli ostacoli che c'è nel sistema italiano
Non c'è dubbio insomma è una cosa che parte
Da lontani diamine hanno fatto uniamo
Ma ad esempio una una parte diciamo ha fatto una delocalizzazione intelligente che anche è stata criticata in modo un po'avventato talvolta
Ma delocalizzare nel senso di presidiare i nuovi mercati con delle sedi produttive ma mantenendo il cervello organizzativo e della creatività della progettazione in Italia
è stato un modo intelligente di riuscire a internazionalizzarsi senza
Far perdere alla i cervelli insomma al alla nostra al nostro Paese è accaduto spesso questa china aziende diminuzione millimetriche abbastanza ovvio ma anche di piccole
Sì direi dissi quelle che
Naturalmente il concetto di piccolo sempre relativo perché
Per noi sono medie aziende impresa in fino a duecentocinquanta detti che invece sono piccole aziende secondo i parametri internazionali però insomma la specificità è sempre stata questa che anche aziende
Piccole o piccolissime
Hanno avuto delle capacità di adeguamento
Alle nuove domande del mercato c'è il sistema dei distretti che naturalmente si è anch'esso evoluto
Evoluto verso filiere più lunga insomma in cui non è solo il territorio che lega i sistemi produttivi ma sono relazioni di collaborazione che si sono approfondite di partnership
E questo ha consentito naturalmente con molta fatica anche con sacrifici
Occupazionali senza molti aiuti del sistema bancario per
E senza molti aiuti del sistema bancario in quali settori in particolare questi le imprese sono riuscite a Rio stanno riuscendo a riorganizzare
E diciamo che la
Filiera più importante del Veneto è quella della metalmeccanica e anche del Sistema casa chiamiamolo in senso lato così
Ci sono esempi importanti di industria agroalimentare
E quindi sono le famose insomma quattro guarda il sistema italiano arredamento automazione no
Ah diamine abbigliamento accessori per la casa insomma che in qualche modo
Chiarissimo chiarissimo e a questo punto passiamo al versante politico perché è sempre stato un esponente anche del Partito Democratico mi pare che il Partito Democratico aspettiamo poi risultati e qui a Roma si è versa in una crisi diciamo drammatiche
Ma io penso che diciamo così con il Partito Democratico comunque
Resta l'unico partito organizzato in modo democratico che non è una risorsa da poco perché se no abbiamo al di fuori di questo abbiamo partiti sostanzialmente dominati dal personalismo peccato
E quindi sono partiti emotivi che oggi sono fortissimi e poi rischiano di scomparire pensiamo
Pensiamo Di Pietro no
è stato uno partito
Che ha sfiorato il dieci per cento di tempo e oggi non esiste più nel giro di pochissimi anni
Qual è il problema del Partito Democratico che non avendo affronti io resto convinto che sia sostanzialmente questo
Al suo inizio aveva capito perfettamente che bisognava costruire un partito nuovo per un Paese nuovo discorso di Veltroni al Lingotto riletto oggi conserva tutta la propria attualità
Quella prospettiva si è negata si è rifluire tv incerto conservatorismo
Sia di carattere sociale difendere tutto quello che c'è caratterizzarsi più Perrino che per il sì sia un conservatorismo sui modelli come dire di organizzazione del partito
Non un partito liquido per la società liquida ma l'ambizione di un partito solido per una società che non è più in grado di accogliere i partitini diciamo di matrice novecentesca e noi paghiamo tutti quelli
Errori quelle resistenze ma non questione di forma partito è una questione di di giudizio sulla società e di contenuti adesso pensiamo a questo
Polemica diciamo sulla ineleggibilità di Berlusconi che suscita anche grandi aspettative anche in una parte del nostro elettorato anche in pezzi di gruppo dirigente ma
Non si riflette su questo fatto braccio non voglio entrare nel merito delle ineleggibilità ma se Berlusconi non fosse più in Parlamento pensiamo che scompaia dalla
Vita politica italiana anzi semmai come dire per una parte dell'elettorato sarebbe una forma di persecuzione cioè
Il dato politico della presenza di Berlusconi lo devi sconfiggere con una politica alternativa
Capace di attrarre anche pezzi di elettorato che hanno votato didattici probabilmente stare perdendo pezzi consistenti delle tra dovranno votato di qua
Perché io sono di quelli che pensa appunto che la sconfitta di Veltroni e i la vera rinnegato quel disegno iniziale sia
Un peso una colpa politica
Che ci trasciniamo dietro però ci sono delle opportunità
Renzi ha dimostrato di saper dare una vitalità parlando anche all'elettorato di centro sinistra
Perché tutti i sondaggi ci dicono che
Renzi incontra difficoltà dentro
Le fasce tradizionale del partito ma non incontra difficoltà anche nell'elettorato tradizionale della sinistra
Chi vota guarda Renzi con interesse anche se viene da una storia di sinistra un po'meno i quadri dirigenti del pari di riuscire a questo punto l'opportunità si chiama Renzo
Si chiama Renzi potrebbe chiamarsi Chiamparino si chiama certamente rimettere insieme quello schieramento riformatore
Chi aveva espresso diciamo la guida di Veltroni bisogna ripartire da
Ringraziamo Polo Giarritta già senatore del PD già sottosegretario allo Sviluppo economico per l'ascolto come sempre andare a glielo dica