29MAG2013
dibattiti

Corrotti (e corruttori) d'Italia. Politica, imprese, pubblica amministrazione

CONVEGNO | Roma - 09:17. Durata: 3 ore 18 min

Player
Convegno "Corrotti (e corruttori) d'Italia. Politica, imprese, pubblica amministrazione", registrato a Roma mercoledì 29 maggio 2013 alle ore 09:17.

L'evento è stato organizzato da Sinistra Ecologia Libertà.

Sono intervenuti: Francesco Ferrara (coordinatore nazionale, Sinistra Ecologia Libertà), Francesco Forgione (coordinatore nazionale, Sinistra Ecologia Libertà), Alberto Vannucci (professore), Raffaele Cantone (magistrato), Gianpiero D'Alia (ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Rodolfo Sabelli (magistrato), Fiorenza
Sarzanini (giornalista del Corriere della Sera), Ivan Lo Bello (vice presidente dela Confindustria), Serena Sorrentino (segretario confederale con delega per la Legalità, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Ivan Cicconi (direttore di Itaca), Nichi Vendola (presidente della Regione Puglia e presidente, Sinistra Ecologia Libertà).

Tra gli argomenti discussi: Amministrazione, Appalti, Corruzione, Corte Dei Conti, Costi, Credito, Criminalita', Crisi, Democrazia, Diritti Civili, Disoccupazione, Economia, Emergenza, Evasione Fiscale, Finanza, Finanza Pubblica, Giovani, Giustizia, Imprenditori, Impresa, Investimenti, Istituzioni, Italia, Lavoro, Libera, Liberalismo, Mafia, Mercato, P2, P4, Penale, Pil, Politica, Riforme, Scandali, Societa', Tangenti.

La registrazione audio di questo convegno ha una durata di 3 ore e 18 minuti.

leggi tutto

riduci

09:17

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno
Vorrei Tanzi tutto ringraziare
I nostri interlocutori che hanno accettato l'invito
Noi proponiamo
Oggi un approfondimento seminariale sui temi che
Hanno riguardato e riguardano la corruzione
Che è una corruzione che come
Vediamo diciamo a che fare con la vita del Paese
Che fare con la politica che fare con il mondo dell'impresa e con l'amministrazione pubblica
Seduta stante essendo diciamo
Un seminario noi l'abbiamo concepito proprio come approfondimento
Per cui anche se i tempi sono stretti però è questo il carattere diciamo che noi intendiamo dare
Proprio perché i tempi sono stretti io penso di di dare immediatamente subito la parola a Forgione per l'introduzione e poi Mammano saluteremo meglio tutti gli ospiti che qui sono presenti grazie
Questa nostra mattinata di confronto cade in un momento particolarmente sfortunato sapete che l'attenzione è concentrata sul dibattito che sta per iniziare alla Camera e al Senato
Sulle riforme istituzionali ma forse questo rende anche opportuna questa nostra riflessione
è utile la coincidenza dei due momenti perché
Riteniamo che nessuna riforma istituzionale seria e credibile
Senza una riforma della politica della vita delle funzioni pubbliche dei comportamenti individuali e collettivi così profondamente
Cambiati e degenerati nella costituzione materiale del Paese
In questo lungo ventennio di politiche liberiste di privatizzazione della politica
E delle istituzioni insomma nessuna riforma è credibile senza quella grande riforma morale della società e del Paese a cui più volte ci siamo richiamati ecco nel collochiamo la lotta alla corruzione alle mafie
Dentro questo orizzonte
E vorremmo a partire da noi stessi esservi coerenti coerenti con un impegno
Convinti come siamo che al punto di degrado e di pervasività cui è giunto il sistema tocca ormai tutti e tutti hanno il dovere di un'assunzione diretta di responsabilità
I nostri parlamentari che purtroppo saranno costretti a fare la spola tra Camera Senato e questo nostro seminario hanno aderito alla campagna di libera il futuro
Lanciata da liberare da avviso pubblico incoerenza hanno già presentato disegni di legge alla Camera al Senato
Ma questo incontro io ringrazio
Tutti gli interlocutori che hanno accettato di essere qui con noi
Vuole essere anche un punto di ascolto provando a riflettere insieme sulla dimensione del fenomeno le cause
Le ragioni di lungo periodo che hanno modificato il costume del Paese
La sua stessa autorappresentazione le risposte che si possono dare quindi dovremmo ragionare sulle assieme riflettendo tra la dimensione penale e quella extra penale per questo abbiamo chiesto un confronto
A più voci
E abbiamo invitato il Ministro della funzione pubblica non perché sottovalutiamo
Gli aspetti di giustizia quelli penali materno limitarci ad essi ad avere un orizzonte più ampio nella ricostruzione della trasparenza pubblica della politica dell'economia e della finanza del Paese
E quindi non è una relazione compiuta solo l'introduzione di alcuni temi
Se a vent'anni da Tangentopoli parliamo di corruzione sistemica
La prima riflessione da fare sul modello economico
Sul modello di impresa che in questo ventennio le politiche liberiste in Italia nel mondo hanno imposto come modello unico nel rapporto di privatizzazione fra la politica l'economia
Con non l'anomalia tutta italiana almeno rispetto all'Europa del berlusconismo come punta dell'iceberg di questo rapporto tra politica impresa
Pubbliche privato sovrapposizione di interessi individuale a quelli generali e la trasformazione di questo rapporto in modello di relazioni tra politica impresa istituzioni e società
E in questo modello diventato sistema
Che si è persa la linea di confine tra legale di illegale nell'economia nel mercato nella finanza nel sistema
Del credito e la politica ridefinito anche se stesse andando ben oltre il vecchio modello di Tangentopoli di finanziamento ai partiti
Anzi partiti sempre più leggeri lobbistici privi di pensieri lunghi sull'idea di società hanno stimolato essi stessi il processo del lavoro privatizzazione
Un processo strisciante di snaturamento della Costituzione repubblicana ha trasformato i partiti e la politica stessa e ne ha modificato il rapporto con la società la corruzione
E la capacità corruttiva sono diventati fattore di utilità sociale
Nell'unico modello possibile per dare risposte sia al sistema delle imprese che a bisogni individuali incapaci di trovare ormai risposte nell'organizzazione di battaglie collettive e ottenere diritti universalmente
Esigibili da qui nasce la società dei furbi
Quella dell'esasperazione dell'individualismo del profitto facile ad ogni costo e del consenso politico pagato anche al prezzo della corruzione e del rapporto con le mafie
Come modello unico è vincente io penso che bisogna
Partire da qui da questo contesto
Bobbio diceva che la corruzione si traduce nell'esercizio di un potere indicibile e questo la pone in antitesi con la trasparenza che dovrebbe segnare ogni decisione in democrazia
Ecco l'oscurità della corruzione come potere parallelo e più la corruzione si fa sistema più si occulta e più la politica si occulta connessa
Il limite della politica anche a sinistra è stato quello di aver delegato alla magistratura l'emersione del fenomeno nell'esclusiva dimensione
Giudiziaria
E
All'informazione ascolteremo poi anche la Sarzanini la rappresentazione di questa emersione la parola morale è diventata impaccio anche a sinistra
Il modello di volta in volta veniva etichettato modello Bertolaso o modello Penati modello Finmeccanica un modello Fiorito
Con la reattività e con la relativa reazione dell'opinione pubblica Dino rigetto nell'impossibilità cogliere differenze politiche
E diversità ideali nelle pratiche nell'azione di governo
L'Italia al quarto posto come Paese corrotti di Unione europea dopo la Grecia la Bulgaria e la Romania
Le quattro regioni del sud anzi cinque sono ai primi posti al primo posto il Molise la Campania la Calabria la Puglia ci sarà un nesso tra questo fenomeno
E la presenza della criminalità organizzata nel controllo in del condizionamento della Società della politica del sistema di impresa io credo di sì
Anzi la corruzione oggi il nuovo moderno collante dei rapporti tra mafia e politica
Ma la Lombardia è la prima Regione del Nord anzi potremmo dire che con il modello Formigoni con il trasferimento di grandi pezzi di risorse pubbliche alla Compagnia delle opere e a un sistema privato di relazioni
Oltre che al controllo di quel territorio ad opera della 'ndrangheta al punto che è una magistrata del rigore della Boccassini dice che c'è un livello di omertà simile territori del sud
Potremmo dire che la Lombardia oggi della Regione più meridionale tra quelle italiane
Cos'è avvenuto quindi nella vita pubblica nella Costituzione materiale del potere qual è il costo sociale la Corte dei Conti ci indica quella cifra sessanta miliardi
Ma qual è il rapporto tra pubblico e privato tra trasferimento delle risorse senza produzione delle ricchezze e rialimentazione di un sistema di consenso e di scambio che puntano all'incontro tra imprese corruzione politica
Lo spread è tra il valore di quello che viene acquistato dallo Stato il prezzo pagato specie in alcuni centri dispensa penso alla sanità
Non ha paragoni in Europa nel mondo la metropolitana di Milano
Costa centonovantadue miliardi di lire a chilometro contro il quarantadue miliardi di lire della metropolitana di Amburgo l'alta velocità per parlare del modello delle grandi opere
Proposta quarantadue milioni di euro sulla Novara-Milano contro i dieci della NATO ride Siviglia se si aggiungono a queste le infrastrutture i costi lievitano tra settanta e novanta miliardi
Questi sono i dati che fornisce l'amministratore delegato di Ferrovie
Moretti
Per la protezione civile nel triennio tra il due mila sette il due mila dieci
Il deficit il costo per le casse pubbliche passati da cinquecentosettantaquattro miliardi
Di euro
A ottocentotrentaquattro tutto attraverso il sistema verso avanzo delle emergenze
Con affidamento senza gare si sono appaltati anche gli asili con la logica dell'emergenza oppure la manica scappa di Trapani sulle quale ormai sta indagando la magistratura ecco si è creato un limbo
Vado velocemente tra legalità e di illegalità in questo limbo convivono
Politica impresa e pubblica amministrazione
E il ciclo del cemento sia affermate continua purtroppo ad affermarsi come unico modello di intervento pubblico attraverso le grandi opere ma nel ciclo del cemento
Si forma tra burocrati manager professionisti faccendiere quel blocco sociale dell'illegalità che è tanta parte dello scambio tra politica potere economia
E consenso il vice Presidente del Consorzio delle Cooperative costruttori quindi diciamo
Per di parti se ne cito le imprese di qualunque natura delle cooperative costruttori lo spiega bene uno può essere un architetto bravissimo ma ci vogliono relazioni con le persone con la politica e anche con le politiche urbanistiche
Ci vogliono relazioni con le politico per ecco cos'è avvenuto per questo la corruzione e di fatto per depenalizzata nel nostro Paese
Perché la politica strilla stimolata e l'ha accompagnata nella decibel definirsi un processo sistemico secondo l'Istat il trend delle denunce nell'ultimo quindicennio è crollato
Peggio con le condanne dalle mille settecento del novantasei siano passate le trecentotrentadue del due mila dieci e allora bisogna intervenire e chiudo
Rompere il patto tra corrotti e corruttori con una legislazione premiale perché i denuncia
Ripristinare i reati civetta il falso in bilancio l'abuso d'ufficio l'equiparazione tra pubblico ufficiale incaricato di pubblico servizio bisogna ridefinire le pene per corruzione propria
Induzione indebita
Prima le aree anche
Collana opponibilità il primato vittima di abusi per stimolarlo né la collaborazione definire il traffico di influenze
Creare il reato di corruzione tra privati come reato di pericolosità sociale
Tutto questo nella tanto decantata estro ambasciata riforma Monti Severino non solo non c'è ma per alcuni versi segna addirittura manovre tra mento verso un sistema di impunità
Non mi dilungo sul quattrocentosedici ter o sulle proposte vergognose di dimezzare le pene per i reati di concorso esterno potete immaginare
Come la pensa e qui ci sono persone molto più autorevole di me che ne potranno parlare ma io penso che alcune correttivi sono fondamentali così come il sequestro e la confisca dei beni dei corrotti va beh legato alla stessa Agenzia
Che si occupa dei beni dei mafiosi
E poi unificare le fattispecie di riciclaggio e di antiriciclaggio e di autoriciclaggio e basta pensare al rapporto con l'ambiente
E pensare alla corruzione ambientale per vedere come in questo Paese è una vergogna che reati ambientali siano sostanzialmente
Reati amministrativi problema pensa alla tragica drammatica vicenda dell'Ilva e capisce che cosa è stato in questi anni questa privatizzazione dell'idea anche
Del rapporto tra l'impresa e la palla la salute il lavoro dentro una logica esclusiva di massimizzazione del profitto e di disprezzo
Di qualunque rapporto con
La salute gli interessi generali di un territorio
Così come io penso ne parlerà e non Ciccone bisogna rivedere tutta la normativa sugli appalti
E il sistema dei controlli non abbiamo bisogno di pubblicità e di massima trasparenza dovremmo cambiare il capitolo dei subappalti la barba si concentra il lavoro nero Bridget quello più ricattato dovremmo rendere pubblici i profili
Dai committenti e degli atti relativi ai subappalti per contrastarla
Questa forma di ricatto sul lavoro rendendo obbligatorio
La pubblicità di tutte le informazioni relative contratti di lavoro forniture servizi di qualunque importo così come va abolita la pratica del massimo ribasso perché sappiamo che di massimo ribasso il massimo
In basso si arriva alle imprese o che vivono di elusione di evasione e di sfruttamento del lavoro oppure vivono per il proprio perché stanno fuori mercato del riciclaggio di soldi dite Mario di denaro sporco
E poi avremo bisogno signor ministro
Per l'Autorità anticorruzione sia un'autorità autonoma
Che non ci sia una confusione tra controllori e controllati che in materia di corruzione
Il ministro della pubblica amministrazione compia scelte nette diverse da quelle compiute con
Il Governo Monti e dovremmo rivedere anche tutto il sistema dei controlli sugli enti locali senza burocratizzare le procedure
Ma snellendo da un lato le procedure per favorire l'impresa e di questo ce ne parlerà immagino
Anche Ivan Lo Bello ma dall'altro affermando principi di trasparenza che non possono essere più elusi nome dello snellimento delle procedure e dello snellimento della pubblica amministrazione su tutto il sistema delle incompatibilità
Non ne parlo perché penso che
Questo momento è un momento anche di ascolto incompatibilità per i funzionari della pubblica amministrazione condannate coinvolti in fatti di corruzione e concussione incompatibilità per i politici
Già condannati o rinviati a giudizio per reati di mafia di corruzione di alta pericolosità e di alta pericolosità sociale così come
Interverremo autonomamente però in materia di finanziamento pubblico dei in materia di finanziamento pubblico dei
Partiti perché
Siamo ostinatamente convinti che la politica non può essere ridotta ad un fatto lobbistico ad una nuova diciamo politica di censo ecco la riforma Monti a tutte queste domande queste questioni non ha dato risposte per questo noi oggi avvertiamo il bisogno di voler intervenire in materia di corruzione non solo sul piano penale ma anche su quello extra penale
E su quella della trasparenza e la pubblica amministrazione spesso i meccanismi della corruzione si annidano nella giungla legislativa italiana ventuno mila seicento novantuno leggi dello Stato al quali si aggiungono quelle delle Regioni in Francia sono dieci mila in Germania cinque mila ecco noi poniamo un problema complesso trasparenza e la politica ricostruzione di un'etica pubblica
Trasparenza delle istituzioni
Ecco Calvino nell'apologo dell'onestà del Paese
Dei corrotti
Diceva erano onesti per abitudine naturale
Condizionamento caratteriale tic nervoso se le cose che stavano loro a cuore non erano direttamente valutabili in denaro se la loro testa funzionava sempre in base quei Vietti meccanismi che collegano il guadagno al lavoro la stima al merito la propria soddisfazione a quella soddisfazione delle altre persone
In quel Paese gli onesti erano i soli a farsi sempre scrupoli a chiedersi ogni momento che cosa avrebbero dovuto fare
Eccone pensiamo ad una politica e per questo insistiamo che vorrebbe lavorare ad una società nella quale queste domande e questi dubbi non debbano essere più posti
Grazie Francesco
Siamo ora la parola ad Alberto Vannucci
Che dell'Università di Pisa ci parlerà della corruzione come sistema
Buonasera grazie agli organizzatori di aver voluto dedicare questa giornata di riflessione è un tema così di visivo come quello della corruzione
Quindi andando in qualche
Modo fu un po'fuori dalla tendenza corrente che vuole appunto messi da parte questi tipi di argomenti ora
Credo che sia una tra le molte anomalie italiane il fatto che su un tema di questo tipo ci si divide io credo che non esista questioni più politica della corruzione perché chiama in causa
Il rapporto diretto di legittimazione delle delle nostre dall'autorità politica la classe politica è un tema meno partitico perché ovviamente può investire trasversalmente di fatto investe traverse trasversalmente
Tutte le forze politiche il contributo che vorrei portare quello di chi affronta questo tipo di termine la prospettiva della ricerca dell'analisi
Ora un primo spunto forse non banale di riflessione legato al fatto di come dire capire un po'quella che
Considerata dall'esterno l'anomalia italiana
Allora
Perché abbia la pazienza di andarsi a leggere i documenti ufficiali del con Greco gruppo gli Stati europei del consiglio d'Europa contro la corruzione della
Della dell'OCSE
Anche delle Nazioni Unite che hanno un gruppo di lavoro sulla corruzione
Scopre che questo è presente nazionali nel guardare il caso italiano nell'individuarne sicuramente l'anomalia non ci chiedevano tra le altre cose di riformare il reato di concussione
Spacchettare Andora trasformandolo indebite induzione di fatto assicurando diciamo accrescendo quantomeno se non assicurando le garanzie di impunità per i protagonisti di reati e adesso osserviamo
Come dire a cascata l'effetto di quella riforma scellerata cioè il fatto che i reati vanno in prescrizione
Non ce lo chiedeva ci chiedeva di valutare se per quella fattispecie di reato ci fosse la possibilità di configurare una prima anche per i privati che da quello scambio perché spesso di scambio
Si trattava acquisivano un vantaggio se ne
Ricavato un pretesto per incidere come già detto giustamente
Francesco Forgione l'interruzione in modo peggiorativo rispetto distrazione esistente il che in una legge
Sedicente anticorruzione abbastanza paradossale quello che ci chiede veramente
Il Consiglio d'Europa e le altre priorità e di fare uno sforzo di conoscenza rispetto a questi fenomeni quello che ci chiedono e cercato di capire che cosa sta accadendo anche sotto il profilo della repressione penale
Non abbiamo statistiche che ci dicano aggiornate che ci dicono quante persone vengono condannate quanti reati le statistiche Istat non sono aggiornati al due mila sei due mila cinque due mila sei
Ci chiedono di capire tanti reati finiscono in prescrizioni ci sono dati ma molto frammentari che dando percentuali agghiaccianti
L'unico dato certo che abbiamo è quello dei reati di corruzione internazionale questo l'ha calcolato l'OCSE circa due terzi finiscono in prescrizione dei procedimenti penali
Questo sforzo di conoscenza credo sia
Assolutamente necessario anche perché molti indicatori che adesso elencherò rapidamente non voglio abusare della vostra pazienza del mio tempo
Ci dicono che effettivamente quando parliamo di corruzione sistemica lo stiamo facendo una sintesi giornalistica
Stiamo descrivendo una solida realtà che caratterizza e qui ebbene il caso di fare una precisazione non
Tutto il sistema politico amministrativo istituzionale italiano ma caratterizza un ammontare preoccupante di processi decisionali che all'interno di quel sistema si sviluppa
In Italia la TAV si può dire che in tal la corruzione sistemica ma ripeto è una semplificazione esistono alcune sacche alcune aree di vita politica amministrativa nelle quali la convenzione si è fatta sistemica e farsi sistemica lo vuol dire che ce n'è molta
Molto poca sono termini diciamo che lascia un po'il tempo che trovano vuol dire a mio giudizio che la corruzione in quei contesti assunta delle caratteristiche qualitative che la rendono particolarmente penetrante
E il come della corruzione sistemica che ci deve a mio avviso preoccupare ad alle cause
Ancora Francesco Forgione che anticipato molti temi a ha descritto alcune sicuramente delle macro cause delle ragioni che in qualche modo hanno favorito lo sviluppo di questo tipo
Di fatto io mi sono concentrata su un aspetto particolare che quello delle dinamiche interne
Che si creano nelle reti di rapporti tra corrotto e corruttore che ne favoriscono lo sviluppo in quella direzione cioè che favoriscono una stabilizzazione allora
Quali sono le caratteristiche della corruzione sistemica le elenco rapidamente la prima
Una
Corruzione rigorosamente regolata
Ci sono regole ci sono norme di condotta ci sono codici i protagonisti della produzione sistemica non devono in qualche modo come dire muoversi in un contesto incerto disorganizzato sanno esattamente a chi rivolgersi
Quale linguaggio usare
In quali contesti come dire pagare e in quali magari utilizzare meccanismi alternativi sanno quanto pagare
Tra le regole della corruzione sistemica c'è una legge inesorabile che la legge dell'x per cento dove x che varia a seconda appunto del
Centro del processo decisionale
Naturalmente anche del tipo di decisione amministrativa di quanto se ne può ricavare gli appalti per le opere pubbliche tipicamente hanno un x per cento più basso degli appalti per servizi poi cambia a seconda dell'urbanistica
C'è una differenziazione molto netta e ben definita conosciuta da tutti i protagonisti
E quindi gli attori perché come dire bisogna capire che la la la la logica della corruzione e delle corse sistemica in quanto attività legale
Basti che ecco che ci siano degli incertezze dei dei rischi del mestiere dei rischi professionali nel nel nel percorrere questo tipo di strada
E naturalmente quei meccanismi che permettono di attenuare questi rischi sono particolarmente
Utili per il chi appunto si
Partecipa a questo tipo di scambio e allora la regolazione del sistema la caratteristica fondamentale che definisce come dire il tratto sistemi per la corruzione
Ma c'è di peggio
Perché quello che emerge in alcuni contesti e che non soltanto vi sono regole di condotta conosciute a tutti i protagonisti che qui si muove una sorta di copione già consolidato sanno esattamente quello che che che devono e possono fare ma emergono
Anche alcuni attori che svolgono un ruolo di garanti cioè si preoccupano di a finire i soggetti che in qualche modo contrario
Così
Che in qualche modo è siccome sono alto per cui mi mi informi balla davanti mi mette un po'in crisi ha poteri sono i soggetti garanti che in qualche modo giocare il ruolo di stabilizzazione del sistema
Cioè si preoccupano di punire i soggetti che non rispettano le regole della corruzione sistemica
E di risolvere le controversie le dispute che eventualmente possono insorgere tre protagonisti in merito all'interpretazione di queste regole
Come in ogni contesto fra virgolette istituzionalizzato quella correzione sistemica dal luogo ed attriti ecco quando emergono queste figure dei garanti la stabilità del sistema ne normalmente accresciuta
Allora in questo mese abbiamo un'evoluzione della storia e la corruzione italiana
Perché nelle vicende di Mani pulite ruolo direi dominante di regolatore almeno in alcune aree del Paese era cercata sicuramente da alcuni centri di potere all'interno dei partiti politici
Ed emerge chiaramente dalle ricostruzioni che nel momento e nella misura in cui emergevano controversie tra i protagonisti allora
Il soggetto regolatore la camera di compensazione il lodo arbitrale era all'interno del partito politico che poteva in qualche modo sanzionare in modo analogo tanto il soggetto privato imprenditoriale
Escludendolo eventualmente da qualsiasi ipotesi di
Scambio tipicamente appalto futuro oppure
I soggetti ovviamente l'Inter la pubblica amministrazione vuoi politici vuoi di carriera il modello è cambiato bisogna dire che le sia diventato una realtà ugualmente
Strutturata non mi convince la ricostruzione che è stata data anche lì a livello di sintesi giornalistica dalla corruzione attuale come la corruzione gelati in USA un liquida come l'hanno chiamata
E ancora una corruzione a mio giudizio solitamente strutturata da attorno ad alcuni centri di potere che con una geometria variabile
Rispetto al passato garantiscono ancora l'adempimento
Degli impegni dei patti in quei contesti dove la corruzione appunto si è fatta sistemi chi sono questi attori da qui la tipologia e stante quanto mai variabile una linea di continuità sicuramente rappresentata la presenza dei garanti mafiosi delle organizzazioni criminali
Francesco Forgione prima citava un dato che era quello
Delle statistiche giudiziarie
Ma c'è un dato credo ancora più attendibile peraltro corroborato da ulteriori ricerche recentissime non ancora pubblicate che dimostrano come le
Tre Regioni a più alto livello di corruzione praticate percepito un indicatore molto robusto in Italia siano rispettivamente
La Campania la Calabria e la Sicilia
E qui il nesso simbiotico tra la capacità di regolazione del mercato e la corruzione ma anche di tutta quella serie di di scambi come dire complementari che attorno ad esso si sviluppano gli accordi di cartello fra gli imprenditori
I lo scambio politico mafioso che sono come dire mercati in qualche modo paralleli
Rispetto a quello della corruzione sembra dimostrazione abbastanza abbastanza chiara inequivocabile
Terzo profilo della correzione sistemi
Si moltiplicano gli attori i piani di scambio
Non è più uno scambio tra il corrotto il corruttore ma diventa uno scandalo entro il quale le risorse prodotte nella corruzione
Le decisioni pubbliche le informazioni riservate le tangenti diventano il propellente di una rete di scambi molto più estesa e ramificata che investe una pluralità di soggetti
E qui entra in gioco gli intermediari ancora le organizzazioni criminali il i funzionari
Che naturalmente trovano sedi riparate di negoziazione di accordo d'intesa eventualmente di compensazione le hanno chiamate le critiche le i comitati d'affari e così via
E qui viene in gioco un quarto
Elemento che compone a mio avviso la realtà della corruzione sistemica il fatto che una delle risorse che vengono prodotte e riprodotte e utilizzate è il potere di ricatto
Che diventa dove la corruzione si fa sistemica una sorta di cemento invisibile che lega fra di loro soggetti che
Come dire sulla Rena della politica visibile si scontrano
E invece nel contesto giustamente Bobbio lo chiamava il potere invisibile lo citava Francesco prima bene in quel contesto si accordano
E naturalmente i riflessi opachi di questo reciproco potere di ricatto ovviamente si percepiscono talvolta a livello di politica palese
Ma naturalmente questi condizionamenti rimangono gioco forza soltanto ipotizzabili di tanto in tanto qualche squarcio emerge allora si capisce molto di quello che avviene sotto traccia quinta componente poi mi fermo
La corruzione sistemica
è molto difficile da scalfire molto difficile incidere queste queste queste reti
Queste ramificazioni di rapporti che leggono appunto tanti soggetti diversi non soltanto i corrotti e corruttori questo è uno dei drammi ma anche i soggetti che dalla corruzione sistemica traggono indirettamente beneficio la percepiscono ma naturalmente
Non vi si oppongono e quindi anch'essi diventano in qualche modo fra virgolette ricattabili
E quindi la difficoltà di attuare riforme
Una difficoltà che si misuri e credo essenzialmente sotto due profili
Il primo e quello che in un contesto di corruzione sistemica qualsiasi riforma vorrei dire marginale che incide in modo limitato sulle condizioni
Che come dire le condizioni ambientali nelle quali operano corrotti e corruttori
Sicuramente inutile perché semplicemente produco uno produce un adattamento
Una reazione ad attiva da parte dei protagonisti che riportare a come dire rimodulare i termini dello scambio in modo comunque da garantire che il risultato sia sempre quello
Uscire dalle reti le accuse sistemiche molto costoso naturalmente
E la seconda ragione IRE quella forse ancora più drammatica è legata alla natura stessa delle politiche anti corruzione che per definizione sono politiche che producono
Benefici diffusi molto diffusi spesso impercettibili che ricadono sull'intera popolazione
E di qui appunto la difficoltà anche di mobilitare una campagna
Come quella di di di di di di di di libere del gruppo Abele di riparte il futuro perché tutto sommato trova la soluzione percepito come problema lontano distante
Non c'è una categoria di cittadini che in qualche modo sia i impossessa di questo tema
Mentre i costi sono concentrati e sono concentrati di una politica anticorruzione voglio dire
E sono concentrati precisamente in quelle categorie di soggetti che quella politica anti corruzione o molti dei quali quella politica di coesione dovrebbero semplicemente promuoverlo attuarla approvarla
Quindi questo è una ragione di debolezza inevitabile
Che richiede a mio avviso un un salto di qualità smantellare questo tessuto fiduciario IOSCO sottoscrivo molte delle proposte che ha fatto prima Francesco Forgione perché in qualche modo
La come dire la possibilità di utilizzare degli strumenti
Tra
Vorrei aggiungere la la protezione dei questo del blog verso di quelli che denuncerà la corruzione cioè
Noi abbiamo una conoscenza di quelli che sono gli strumenti che potrebbe in qualche modo indebolire questo tessuto fiduciario che lega
E cementa le reti della corruzione sistemica
Di lì credo bisogna bisogna bisogna ripartire in qualche modo occorre una rottura perdonatemi il termine rivoluzionaria rispetto all'esistente quello che sicuramente non è stato rappresentato la legge anticorruzione
Che di anti corruzione aveva essenzialmente la dizione qualche elemento sparso quella ma di fatto su alcuni profili era totalmente inefficace in altri è stato già sottolineata lettura regressiva rispetto
Alla situazione esistente chiudo
Ogni forma di corruzione ha dei costi per la collettività che la ricerca dimostra in modo scientifico si può misurare esattamente di quanto perdiamo in termini di PIL pro capite a causa dei nostri livelli di corruzione possiamo stimare esattamente quanti investimenti stranieri
Diversi miliardi di euro per la per la cronaca perdiamo ogni anno ha causato la corruzione ma
La mia impressione è che una realtà dove tuttora persistono queste sacche queste reti di corruzione sistemica
Ripeto a macchia di leopardo non non non non dobbiamo fare generalizzazioni però purtroppo una ma che vi ho Pardo che vede le macchie nere
Preoccupante mente estese per così dire bisogna immaginare
Non sono un
La
Non funziona smacchiato smacchiato ore non ha funzionato ecco se i costi la corruzione sono elevati costi da cos'è sistemica sono semplicemente intollerabili per un Paese intollerabile perché non si misura soltanto nei termini monetari che già citato
Francesco Forgione nelle cifre nell'ordine delle decine di miliardi di euro
Io ho l'impressione che il costo più più più drammatico sia quello della della distorsione dei processi democratici oltre che dei processi i processi di mercato ma soprattutto un impoverimento dei diritti
La corruzione trasformata corruzione sistemica trasforma l'esercizio dell'autorità pubblica che dovrebbe essere in più improntata a criteri universalistici quegli dello stato di diritto in un mercato
In un mercato di autorità dopo le decisioni diventano merce di scambio e Dominique inevitabilmente le sperequazioni e la fine di questo processo che tutto trasforma in merce di scambio sono accresciute
E quindi la via d'uscita secondo me
Come dire cercare di avviare un punto un circuito virtuoso
Che in qualche modo riconsegna il tema il ai come dire al soggetto al quale tema appartiene la società civile e configuri la possibilità di un anti corruzione che nasce veramente dal basso o dove almeno lo stimolo che nasce dal basso la campagna di riparto il futuro né
Credo o un un modello esemplare in qualche modo condizioni e renda responsabili i rappresentanti politici perché questo circuito
Di fiducia deve essere in qualche modo ricostruito è l'unico modo credo sia
Valorizzando queste esperienze positive grazie
Grazie al professore vanno scelti
Ora sentiremo Raffaele Cantone magistrato mansionario deve per la Corte di Cassazione che ci parla della corruzione tra dimensione penale ed extra perbene
Buongiorno a tutti è
Un grazie sentito per avermi invitato e soprattutto un grazie sentito per aver ripreso un tema sono d'accordo con quello che diceva il professore un tema purtroppo di visivo
Ma un tema che dovrebbe essere ancora centrale io cercherò velocemente di fare un quadro ma un quadro che non può non partire molte cose le ha già dette Francesco Forgione ma necessari riprenderlo
Partendo dal passato
Perché io credo che molto di quelle cose che stanno avvenendo oggi leggendo nella prospettiva di cose che sono avvenute anni fa erano assolutamente prevedibili no si può non partire da quello che è accaduto dopo Tangentopoli perché il punto di partenza vero è quello che è accaduto dopo Tangentopoli quando si è dato per scontato
Che le indagini sostanzialmente mosse da un furore giustizialista ingiustificato
Avevano di fatto eliminato il sistema della corruzione o avevano persino creando eliminato il sistema della corruzione
Facendo giustizia sommaria vi dove invece chi conosce le vicende vere delle indagini anti tardi Tangentopoli sa bene che l'intervento penale fu purtroppo molto a macchia di leopardo in questo caso veramente a macchia di leopardo perché
In moltissime parti la corruzione non era stato affatto s'macchiata anzi
Ma è interessante capire quello che avvenne dopo Tangentopoli
Quello i segnali che erano emersi avrebbero richiesto politiche anti corruzione molto rilevanti da parte dell'allora politica e invece vennero fatte cose che andavano in segno completamente opposto
Vogliamo ricordare perché questa è una responsabilità purtroppo assolutamente trasversale della politica la riforma dell'abuso d'ufficio cominciamo dalla riforma dell'abuso d'ufficio che
Tosse uno dei reati spia fondamentali per lavorare in tema di corruzione
La riforma successiva del falso in bilancio la riforma dei reati fiscali perché troppo poco parliamo di quale è stato l'abbia effetto negativo derivi abbia riforma i reati fiscali del due mila uno
La riforma molto pericolosa che è stata fatta della prescrizione non vado dal punto di vista del tempo e poi io credo che c'è una riforma delle riforme che ha rappresentato un aiuto clamoroso alla corruzione la riforma del Titolo quinto della Costituzione
Che ha eliminato completamente il sistema di controlli sugli enti locali il luogo nel quale la corruzione
Purtroppo si annida molto di più una riforma non troppo pensata su quelli che sarebbero stati gli effetti si sono eliminati strumenti di controllo che erano certamente obsoleti strumenti di controllo politicizzati che funzionavano male
Ma si sono sostituiti dal nulla non c'è più nessun meccanismo di controllo sugli atti degli enti locali e non tutti gli enti locali sono virtuosi quello che avviene negli enti locali nei Comuni nelle Province le Regioni non lo controlla di fatto nessuno
E accanto a questo aspetto
Su questo il professore Vannucci ha già detto qualcosa che va ripreso c'è stato un cambiamento rilevante del sistema della corruzione c'è stata un'evoluzione della specie come da anni va dicendo il collega D'Amico
Sostanzialmente la corruzione sia adeguata ai tempi forse è vero non si potrà parlare come sistema gelati non so come diceva il professore Vannucci ma sicuramente
La corruzione cambiati comitati d'affari oggi mettono Insiel dentro direttamente gli organi decidenti della pubblica amministrazione senza comprare nessun atto non c'è atto da comprare abbiamo già l'asservimento a monte del funzionario le vicende P tre
P quattro di cui parlerà sicuramente benissimo Fiorenza Sarzanini era una dimostrazione che è avvenuto con le indagini sulle grandi opere dimostra che il sistema della corruzione era completamente cambiato
Non c'è nemmeno bisogno di comprarli funzionari stanno già dalla parte di chi doveva decidere quello che avvenivano non doveva avvenire quindi
Smantellamento del piano dei controlli smantellamento di una serie di istituti che avevano funzionato o comunque in parte avevano funzionato nessuna politica anticorruzione e lì dove invece
Dal punto di vista internazionale l'Italia faceva finta di firmare convenzioni importanti la convenzione di Merida le due convenzioni di Strasburgo e poi li lasciava lì a dormire
E questo
Assolutamente per venti anni tutti sappiamo che cos'è avvenuto con la legge centonovanta e quale è stato il clima politico che ha portato l'applicazione la legge centonovanta la legge anticorruzione
Un clima politico che fra l'altro devo dire si è concentrato ha concentrato la politica soprattutto la sua attenzione sulla parte della repressione sulla parte penale che infatti è la parte peggiore della legge
Perché io su questo punto vorrei andare un po'in controtendenza io non sono affatto convinto che la legge anticorruzione sia tutto da buttare anzi
Io sono convinto che nella legge anticorruzione ci siano molte cose positive che vanno recuperate ma a condizione
Che si capisca che la legge anticorruzione solo il primo passo che da sola non solo non serve ma rischia di essere dannoso e su questo sono d'accordo col professore Vannucci ma è un passo importante
Perché la legge anticorruzione parte da un'idea di fondo che secondo me assolutamente giusta
Che la corruzione deve essere fatta tenendo presente la centralità della pubblica amministrazione dobbiamo superare l'idea che la pubblica amministrazione fatta solo di delinquenti e fannulloni che è un po'un tre a un
Un concetto che ci siamo riportati stancamente
Dobbiamo superare l'idea che all'interno della pubblica amministrazione non si possono creare gli anticorpi dobbiamo mettere in condizioni la parte migliore della pubblica amministrazione di reagire
L'idea di fondare la NATO la repressione della corruzione solo sull'intervento penale miglia perdente le indagini di Tangentopoli che sono state le indagini più profonde hanno dimostrato
Che comunque oltre a macchia di leopardo non si riusciva andare non tutte le procure della Repubblica sono uguali non tutti gli uffici giudiziari sono uguali
La prevenzione molto molto più utile della repressione repressione che comunque nella migliore delle ipotesi
Viene dopo viene spesso il ritardo è spesso viene caratterizzata da grandi meccanismi di corruzione quindi di quella parte della legge c'è una parte della prevenzione
Che contiene degli elementi utili io non voglio
Diciamo non ritenere c'è molto da fare anche su quella parte però
L'istituzione di un'autorità anti corruzione all'interno dei singoli uffici è un passaggio epocale la responsabilizzazione dei dirigenti
La creazione di meccanismi di integrità che prevedono obblighi a questo punto che non sono oppure meramente deontologici nei confronti degli impiegati ma obblighi sanzionati disciplinarmente sono passi avanti epocali
Si parla sempre di sentenze non passate in giudicato che devono essere eseguite nella legge c'è c'è la incompatibilità ad assumere incarichi dirigenziali per chi è stato condannato in primo grado cioè finalmente un meccanismo di incompatibilità che si chiama pantofola Angelo
Che noi non avevamo mai avuto malgrado ci fosse stato richiesto da tutti e gli organismi internazionali cioè il passaggio dal pubblico al privato io faccio il politico domani vado a fare il direttore dell'ASL e poi torno in politica o meglio ancora faccio il direttore di un dell'ASL a mi occupo di forniture domani mattina vengo assunto dalla stessa società con cui ho voluto contratti fino a poco tempo fa nella legge tutto questo cioè
C'è e cioè ci sono una serie di elementi che possono far lavorare la pubblica amministrazione perché io sono convinto di questo passaggio
Se si lavora sull'integrità della pubblica amministrazione si è la pubblica amministrazione viene messa davvero in condizioni di lavorare ovviamente consentendo alle persone perbene di tante
Di avere uno spazio a favore invece dei delinquenti pochi ma che ci sono che spesso non vengono nemmeno cacciati malgrado le sentenze passate in giudicato i risultati si possono aprire
Certo su una cosa bisogna
Aprire chiarezza
I numeri delle indagini giudiziarie non sono affatto il quadro dell'attualità se oggi noi guardassimo i numeri lo diceva il professore
I dati statistici sui meno due mila sei lo diceva anche Francesco Forgione se guardassimo il rapporto due mila sei mille novecentonovantasei saremmo nel Paese del Bengodi ci sono state nel due mila seicentocinquanta condanne per corruzione
Che se noi andassimo a spalmare sul territorio nazionale saremmo un Paese da primo posto nelle classifiche internazionali e invece le classifiche
Di corruzione percepita ci mettono in tutt'altra condizione il meccanismo della corruzione e c'è ed è ancora più difficile da individuare
E su questo punto interessante ed è leggere quello che era però stato scritto sullo sul sito del Ministero della Pubblica amministrazione due mila nove quando il Ministro al Dall'Oca della pubblica amministrazione ebbe a dire
Che la corruzione percepita era un'invenzione sostanzialmente di qualche giustizialista il periodo in bella corruzione era stata completamente debellata nel nostro sistema
Che mi pare di aver sentito altre volte per esempio l'anno della mafia quando ogni tanto qualcuno dice che la mafia è stata debellata e poi la ritroviamo
Diciamo dei Consigli regionali più importanti d'Italia
Allora i maggiori sicuramente non sono quelli che emergono dalle statistiche giudiziarie c'è certamente una situazione sistemica bisogna lavorare moltissimo sul piano della prevenzione invita moltissimo piacere questa mattina c'è il ministro perché
è stata una scelta molto intelligenti di Francesco Forgione vuol dire soprattutto il ministro della funzione pubblica perché purtroppo in questo momento dal ministro e la funzione pubblica che in mano il pallino più importante
Perché la parte sulla prevenzione e la legge rischia
Di essere l'ennesima burocratizzazione parlate con i dirigenti dei nostri Comuni e vi diranno che di piani non ne possono più tesi sono scocciato di fare piani che nessuno legge
Se il piano anti corruzione diventerà all'ennesima burocratizzazione gli uffici non servirà a nulla
Se abbastanza abile anticorruzione saranno nominati a cento chilometri di distanza dagli uffici detti che dovrebbero controllare non serviranno a nulla
Se i procedimenti disciplinari continueranno a funzionare con le logiche che funziona non oggi queste leggi non serviranno a nulla
La parte sulla prevenzione e la parte che richiede maggiore attenzione nell'attuazione rischia di diventare un appesantimento burocratico inutile
O di diventare una grande occasione
Di rilancio della pubblica amministrazione e due parole velocissime sulla parte repressiva penale che ovviamente è quella che mi sta più a cuore
Purtroppo la parte della legge sulla repressione penale la parte peggiore
Perché la parte la quale le mediazioni hanno avuto la peggio
Si sono introdotte due novità importanti bisogna darne atto la corruzione per le funzioni fino a
è intestato attribuì state ha creato una fattispecie per di reato che sgancia la corruzione dall'atto e questo è un dato comunque importante
è stato creato finalmente reato di traffico di influenze che il reato che sarebbe servito moltissimo nelle indagini sulle sulle varie logge opposero ideologie che operavano
E però questo reato è stato dotato di una pena che fa assolutamente ridere e fra l'altro è stata prevista anche la punizione del soggetto che si rivolge che probabilmente un'ulteriore disincentivo a denunciare
E poiché il tema vero
Lo spacchettamento della concussione perché ha detto il professore Vannucci quindi non lo ripeto ma è importante dire si è fatta passare l'idea che la concussione sto è stata spacchettata perché ce l'ha chiesto l'Europa non è vero non è vero e se c'erano due raccomandazioni
Una del greco è un'altra dell'organismo della diciamo dell'organismo della convenzione di Merida che ci chiedeva semplicemente con riferimento alla corruzione Inter nazionale di prevedere meccanismi di punizione dei soggetti che avessero ottenuto un beneficio dall'attività pseudo concussi ma bisogna dirlo
Con chiarezza la concussione era l'unica fattispecie che ancora funzionava nel meccanismo di repressione del fenomeno perché avrà tempi lunghi
Di prescrizione che ovviamente sono stati anche questi abbattuti dalla Cirielli e soprattutto perché mi rappresentava per il privato un incentivo ovvero a denunciare
La riforma che ha
Previsto in prospettiva futura la punizione dell'induzione rischia di diventare fino a quando non sarà chiarito
Che consente l'induzione di rischia di diventare il più grosso disincentivo a denunciare quindi sotto questo profilo la parte penale
Lascia davvero desidera e chiudo
Mantenendo mini limiti con qualche problema di qualche proposta da fare sulle cose da fare perché
Siamo a un tavolo politico
E ci sono quasi
In armi da fare oltre la parti di attuazione che una parte amministrativa indispensabile ma io credo che ci sono cose da fare dal punto di sul piano legislativo
In primo luogo bisogna dire con chiarezza che fino a che ci saranno i termini di prescrizione che ci sono oggi e inutile provare a fare le indagini sulla corruzione
Non ci sia in uscita quasi mai tranne le vicende bagatellari ad arrivare
Alla se in una sentenza definitiva sono certo che così capiterà delle indagini sulle grandi opere o sulla cricca e matematicamente tale una riforma solo della corruzione che si potrebbe fare a costo zero
Semplicemente inserendo i reati di corruzione allo stesso livello dei reati di mafia comunque l'identico regimi di prescrizione perché
Il ministro sederino ha detto giustamente facciamo una riforma complessiva della cura della prescrizione non ci riusciremo mai
E allora cominciamo a portare i reati di corruzione parificando lì sotto il profilo della prescrizione dei reati di mafia dobbiamo penalizzare davvero la corruzione tra privati su questo punto è stata fatta una vera truffa delle etichette nella legge anticorruzione perché quella corruzione tra privati e tutt'altro è stato ripreso un reato della legge societaria gli è stato cambiato nome ma è stata mantenuta la punibilità querela punibilità querela che purtroppo è giusto l'idea
Contraria le impresa in un altro prevederanno mai
C'è già un'ipotesi il caso Corallo
In cui era stata contestata la corruzione la vecchia corruzioni privata Corallo un grosso imprenditore che opera nel settore dei videogiochi
Destinatario della misura cautelare la banca dopo un po'ha rimesso la querela ed è la vicenda si è chiusa all'italiana a tarallucci e vino e poi
C'è bisogno l'ultimo elemento
Di trovare i meccanismi interni che stimolino le denunce di chi entra in questo meccanismo nella legge c'è qualcosa che tutela il visto il bravo molto poco che riguarda solo il settore pubblico
Che ho prevede sostanzialmente semplicemente una tutela antidiscriminatoria io credo bisogna pensare anche alla possibilità di introdurre nel sistema penale meccanismi di attivo anti a favore di chi collabora
Io non sono favorevole alla non punibilità lo dico con chiarezza la non punibilità è pericolosissimo
Ma perché non pensare a un'attenuante analoga a quella dell'articolo otto che vale per la mafia soprattutto apprendendo a una riduzione fortissima persino l'assenza di ogni meccanismo di interdizione dai pubblici uffici che il quella che te la cosa che conta davvero per chi eventualmente denunciare accetta di diciamo di collaborare quindi cioè molto da fare
Credo che quella legge può essere considerata un buon punto di partenza ma se quella legge viene lasciata così finisce per essere non un punto di partenza ma la morte definitiva di ogni contrasto alla corruzione
Grazie imbrattamento
Credo che ora diamo la parola al ministro della Funzione Pubblica Giampiero D'Alia che poi per impegni istituzionali ci dovrà lasciare grazie grazie buongiorno a tutti grazie a Francesco gli amici
Colleghi del gruppo di sale per l'invito io voglio fare solo qualche breve considerazione perché chi mi ha preceduto ha ovviamente in maniera molto puntuale tecnicamente ineccepibile
Definito quali sono i termini della questione
Ma io penso che la legge anti corruzione che
Diventa come dire cronicamente uno strumento di esecuzione di ben tre Convenzioni internazionali anche se con dieci anni di ritardo
Va considerato un punto di partenza io non so se buono o cattivo
Faccio una considerazione oggettiva si tratta di una legge che per la prima volta affronta complessivamente il tema bella corruzione e di tutti quei fenomeni
Che sono
Come dire preliminari o che comunque stanno dietro alle distorsioni del sistema
C'è stata una discussione in Parlamento una discussione politica soprattutto sulla parte relativa alla repressione alla individuazione di nuove e vecchie fattispecie di reato io
Non voglio riaprire questa discussione perché credo che ci saranno più di un'occasione per farla la mia opinione sul tema è che ci sono anche per le iniziative che abbiamo assunto
In Parlamento nella passata legislatura ci sono una serie di cose che andrebbero implementate a cominciare dall'introduzione del reato di autoriciclaggio al tema della prescrizione su cui concordo
E alla modifica di dei reati societarie e finanziari
Ci sono c'è tutta una serie di questioni su cui ciascuno di noi ha la propria opinione dal punto di vista politico e del
Io sono chiamato in questa mia responsabilità a dare attuazione per la parte amministrativa alla legge anticorruzione e devo quindi caricarmi di questa responsabilità
Perché altrimenti farei un altro tipo di di lavoro e non credo che sia utile
E allora io penso che questa legge
Dia
Delle indicazioni ben precise a cominciare anche da tutte quelle norme che stanno insieme e che vanno nella logica dell'attuazione della legge e mi riferisco ad esempio
Al decreto legislativo trentatré sulla trasparenza che credo che sia
La
La questione principale
Più noi siamo nella condizione di rendere accessibili alla ai cittadini tutte le fasi dei procedimenti amministrativi tutte le consulenze tutte le attività piccole e grandi che le pubbliche amministrazioni fanno
Cioè l'attività del settore pubblico e sotto il controllo anche la partecipazione dei cittadini meno possibilità c'è che e dietro o forme di
Ambigue ci possa nascondere fatti di distorsione e di corruzione quindi uno dei temi è questo la legge e la nuova legge che introduce questo testo unico sostanzialmente
Amplia e tantissimo le responsabilità gli oneri a carico delle amministrazioni e le responsabilità anche dei funzionari che
Non ottemperato il Ministero della funzione pubblica c'è delle
Diciamo che la definizione molto più aulica perché per la pubblica amministrazione la semplificazione la funzione pubblica esemplificativa ma va benissimo perché altrimenti perdiamo tempo nella descrizione del ministero che nei contenuti dello stesso
Però
Noi abbiamo ad esempio questa bussola per la trasparenza e di uno strumento ancora in fase Antonia embrioni a in Broni a embrionale siamo in parlati che
Serve a monitorare e l'adeguamento delle pubbliche amministrazioni alle disposizioni in tema di parte trasparenza non ha ancora la possibilità e da questo punto di vista ovviamente uno degli impegni che noi
Cioè prendiamo è quello di implementarlo non ancora la possibilità di fare una verifica di merito ma di dire se formalmente
Le amministrazioni dal piccolo Comune alla
Alla Regione alle amministrazioni centrali o periferiche dello Stato che sono in regola con gli obblighi che la normativa sulla trasparenza prevede sul piano della pubblicazione delle consulenze delle dei contratti dei costi e così via
Tutto questo ovviamente dovrà essere adeguato
Rispetto alla nuova normativa e questo è un settore su cui il Ministero a grosse responsabilità e su cui
In interesse ad impegnarsi perché tutto questo attenua la necessità di dello scorso del controllo attraverso strutture burocratico amministrative che comunque hanno un costo hanno un peso e hanno una difficoltà anche ad essere gestite in termini di efficienza
C'è poi la norma le deleghe la delega diciamo sulla incandidabilità e sulle in conferibili tali incarichi e che già e operativa
Che anche alcuni problemi diciamo così di natura interpretative ed applicative perché non prevede un regime transitorio e quindi già noi cominciamo a gestire la fase di tutte le richieste di quesiti che vengono dei Consigli regionali anziché
Dalle amministrazioni locali perché ovviamente
Questa disposizione per quanto possa tener fuori alcune
Ipotesi comunque
Fa emergere
Quegli aspetti indiziarie dal punto di vista e la prevenzione che sono collegati a mio modo di vedere ad esempio agli incroci di interessi
Che non sono i conflitti non sono forme diciamo così di natura illecita ma che sono
Come dire quell'humus su quel terreno su cui
Poi e si sviluppa quel rapporto diciamo così che è stato descritto dal
Professor Vannucci è che quel clima quel contesto ambientale in cui è facile che poi ci sia una Colucci è una evoluzione in termini distorsivi del fenomeno
Della corruzione e questo è un altro aspetto su cui noi siamo chiamati ad operare
Vi è poi
La delega scaduta
Sulla questione degli incarichi
Dei fuori ruolo
Su cui ovviamente io penso che bisognerà riaprire la discussione che è anche abbastanza complessa come il dottor onestà
E c'è poi
Il tema
Ovviamente di tutta la parte della prevenzione dei piani di prevenzione anti corruzione che e qui io son d'accordo col dottor D'Antona perché
O sono un'occasione per far vivere all'interno dell'ambito obbliga amministrazione la cultura della legalità e la cultura diciamo così della passione civica
Oppure diventano l'ennesima mente mento burocratico cui le amministrazioni assolvono con la nomina di un dipendente che poi non porta da nessuna parte
Questa è una parte molto complicata
Perché tutta una parte nuova
Che noi scopriamo che attuiamo oggi con la nuova legge
Che ha bisogno di strutture di personale diciamo così qualificato noi in questa settimana abbiamo scritto alla scuola
A nazionale dell'amministrazione come si chiama ora dopo la riforma
Perché su questo tema vogliamo formare
Diciamo dirigenti che siano nella condizione di poter dare attuazione al piano nazionale anti corruzione
Perché anche qui se tu non è personale qualificato che nella condizione di individuare quali sono i fattori di rischio e attraverso
Tutte le procedure di trasparenza che devono essere messe in movimento noi non riusciremo mai ad avere
Quella iniziative quella collaborazione che non basta solo sia circoscritta all'attività del Ministro del tempo
Ho di qualche volontario o di qualche volenteroso ma deve essere un fatto strutturale e per vada tutta l'attività
Dell'amministrazione noi stiamo
Finendo di elaborare il piano nazionale anti corruzione che abbiamo mandato indietro diciamo così preventiva a tutte le amministrazioni
E anche alla Banca d'Italia perché ci dia un contributo che una fase che
Non è prevista dalla legge ma che noi riteniamo indispensabile per sensibilizzare tutte le amministrazioni sulla cultura nella lotta alla corruzione
Che per consentire poi alla CiVIT che dovrà approvare il piano di avere il contributo il concorso della condivisione la corresponsabilità di tutti i soggetti che poi sono attori in questo nuovo procedimento che si apre con l'attuazione della legge novanta
Speriamo che il Piano venga approvato in tempi ovviamente rapidi è chiaro che ad esempio sentivo
Non voglio far polemiche ma
Quando grazie
Introdotta la discussione nella passata legislatura sulla autorità nazionale anti corruzione e si è scelto per ragioni Bari di affidare alla civiltà
Questo compito la strada che io avrei preferito era una strada diversa e cioè quella di costruire una vera e propria autorità indipendente
è un'autorità indipendente che si occupasse anche della valutazione delle performances delle amministrazioni perché all'efficienza dell'amministrazione sono legate il più delle volte anche
Minori fattori di rischio dal punto di vista della corruzione
Perché tanto più un'amministrazione efficiente e dare risposte in tempi chiari e metti alle istanze che vengono dal cittadino e soprattutto dalle impresse
Tanto minore
Il rischio che lì si annidi fenomeno di distorsione o comunque un fenomeno di corruzione
Allora anche il tema dell'efficienza ed è la semplificazione da questo punto di vista è un tema che si collega alla lotta alla corruzione e io anche qui sono d'accordo non me ne voglia il nemico Nichi Vendola col fatto che la
Alla riforma
Finto federalista del Titolo quinto parte seconda della Costituzione appresso ancora ha moltiplicato i fattori di rischio diciamo così se
Grazie Tusek comunale e conservata no unico nella tua funzione del Governatore
Nel senso che
Ha moltiplicato i fattori di rischio
Ha reso
Ingestibili rapporto in maniera trasparente fra cittadino o impresa e pubblica amministrazione e
E ha moltiplicato la possibilità e le distorsioni del sistema
Su questo va ripensato ora
Io oggi abbiamo in Parlamento la discussione sulla mozione relativa alle riforme
Che già di per sé è abbastanza complicata quindi aggiungere l'altro sarebbe
Forse anche inutile però io penso che noi
Dovremmo mettere al centro di un anni testo di riforma costituzionale anche l'idea
Del
Precetti vita dell'articolo novantasette della Costituzione quel punto è che la logica dello spoil system
Ad esempio una logica che non è stato utilizzato in questi vent'anni per rendere più efficiente la pubblica amministrazione ma è stato utilizzato nel senso di avere dirigenti meno indipendenti
Questo è il punto
E allora noi abbiamo l'articolo novantasette che fissa il principio di imparzialità e buon andamento e la pubblica amministrazione
Questo principio si attua o dovrebbe essere attuato per le amministrazioni per tutte le amministrazioni pubbliche
Però questo principio per le amministrazioni pubbliche diverse da quelle dello Stato e viene attuato o dalle Regioni o dal sistema delle autonomie ma quando questo non avviene come si fa
E questo è il tema anche delle semplificazioni perché noi
Incidiamo sul trenta per cento dei procedimenti amministrativi e il resto è di competenza della Regione del sistema delle autonomie e quindi dobbiamo fare i tavoli di confronto con Reggio nel sistema delle autonomie per avere parametri standard uniformi su tutto il territorio nazionale ad esempio in procedure molto delicate e complesse come sono quelle
Relative all'attività edilizia ed urbanistica
Se tu non hai procedure uniformi che garantiscono Standard anche dal punto di vista della trasparenza
Che siano eguali su tutto il territorio nazionale che ritroverà di fronte a Roma a realtà territoriale in cui questo rapporto sarà sempre più vischioso
E allora come si fa o si fa introducendo
Lo stesso principio che abbiamo introdotto per il pareggio di bilancio in Costituzione cioè che
I principi dell'articolo novantasette si attuano con legge dello Stato magari approvata a maggioranza
Qualificata cioè che vedano un concorso diciamo così più ampio del Parlamento ma che siano di attuazione su vera su tutto il territorio nazionale noi da questa cosa non ne usciremo
Perché anche sui piani di prevenzione
Noi dovremmo sostanzialmente al netto di quelli che difendono al piano nazionale comincia al dottor Cantone noi dovremo è come dire fare un'attività più di moral suasion cioè di intervento sulle altre amministrazioni regionali e così via per vedere come coordinare la nostra attività di prevenzione con quella che viene fatta
Sui territori quindi questi sono alcuni aspetti che stanno
Però che sono critici però obiettivamente noi dobbiamo partire dobbiamo iniziare
Dobbiamo cercare di partire se ci riusciamo col piede giusto e dobbiamo cercare intanto di
Dare un quadro di riferimento e di sviluppare quella cultura e quella sensibilità istituzionale che il presupposto per poter fare un buon lavoro su questa materia e poi vedere le cose che vanno corrette
Perché
Ad esempio
Dal punto di vista sempre amministrativo
Voi sapete meglio di me che questa è una legge che non si applica a tutti i settori della pubblica amministrazione a tutti i dipendenti pubblici ci sono categorie di soggetti che sono diciamo
Fuori da questa attività
Che lo possono fare debbono fare ma lo fanno diciamo nell'esercizio di una attività autonomo nella specificità del ruolo che all'interno della pubblica amministrazione del resto ma questo è un tema che andrà affrontato come il tema della protezione di chi collabora
Sulla corruzione la legge introduce alcune cose
Possono essere poche ma intanto sviluppiamo vediamo di fare qualche passo in avanti che poi vediamo se ci sono le condizioni politiche per poter correggere le cose che devono essere corrette io credo che su questo il tema e concludo
Sia importante
Lavorare insieme indipendentemente da dove si sia collocati politicamente e da dove si stia in questo momento se in maggioranza all'opposizione perché questo è un tema trasversale che deve essere come quello della lotta alla mafia
Patrimonio di tutti perché altrimenti diventa uno strumento di polemica politica ma che non produce risultati concreti io vi ringrazio e chiedo scusa se devo far andar via ma
Qualche problema grazie
Grazie all'Amministrazione soprattutto per il contributo e la sua disponibilità
Diamo ora la parola Rodolfo Sabelli che ci parlerà della riforma della politica
Per la riforma della giustizia presidente dell'Anm
Sì grazie
Qualche giorno fa ero con Alberto ma non c'è un
A un incontro dedicato
Anche quello al tema della corruzione il tema dell'incontro era dallo scandalo la banca romana a Tangentopoli quasi a individuare due momenti uno iniziale l'altro finale in realtà non sono nell'uno e il principio nell'altro la fine
Del fenomeno della corruzione
Lo scandalo della Banca d'Oro romana più o meno si sa che cosa è anche perché è stato oggetto di varie divari film e fiction uno dei vari istituti di credito che all'epoca emettevano moneta che
E emise moneta ben oltre ed le disponibilità delle riserve auree ben oltre
Le autorizzazioni concesse
E e questo fatto in realtà coinvolse la responsabilità di numerosi personaggi pubblici parlamentari fino a lambire le più alte cariche dello Stato ne nacquero ispezioni e
Indagini e che tuttavia si conclusero con risultati del tutto insoddisfacente lo scandalo si trasferiti dall'attività di questa banca all'attività di indagine ispettiva
Fra lo questo scandalo che fu clamoroso ed ebbe delle delle conseguenze non tanto di natura giudiziaria quanto delle conseguenze sul sistema bancario in realtà
E Tangentopoli in realtà si colloca tutta un'altra serie di scandali legati a fatti di di corruzione
Bassa citarne due che sono forse fra i più noti anche se non gli undici cioè lo scandalo dei petroli e lo scandalo Lockheed
E dico questo per dire come in materia di corruzione vi è una sorta di ciclicità
Io naturalmente non sono uno studioso del fenomeno come il professor vanno ucciso non pratico io vivo la corruzione nelle aule di giustizia attraverso l'attività di indagine ma percepisco
E ho percepito di fatto nei venticinque o quasi ventisei anni di
L'esperienza nella procure della Repubblica questo caratteri di ciclicità
Nel
Nei primi anni del novanta io ero una giovane sostituto da poco entrato in
In magistratura
E io assoluta di magistratura proprio alla vigilia dello scandalo di Tangentopoli
E di Tangentopoli sappiamo bene che cosa che cosa è stato
Fu concepito come una sorta anche o di momento di palingenesi della Repubblica che come la la Fenice doveva rinascere dalle sue ceneri più più belle più forte prendi di prima in realtà sappiamo che cosa
E accaduto in realtà ci fu un momento di grande sviluppo di questa indagine in materia di corruzione sembrava che gli organi di polizia giudiziaria e le procure della Repubblica trovassero nell'indagine di corruzione il loro momento più alto
E addirittura alcuni settori del della politica
Utilizzarono la le stesse denunce in materia di reati per reati di Pubblica amministrazione quasi fosse uno strumento di lotta politica non c'era
Quasi almeno laddove
Ero io in una Procura
Delibera di una di una di un comune di un Ente locale che non arrivasse sita
Voli della Procura della Repubblica su iniziativa della parte politica che aveva avversato vedrà delibera con tutti gli affetti tu degenerativi che
Si possono facilmente
Le immaginare ci fu quindi una forte attenzione diffusa anche dal livello di
L'opinione pubblica
E poi questa forte attenzionando scemando non certo perché andasse scemando al fenomeno della corruzione
E
E
Diciamo anche che
Il la ridotta attenzione dell'opinione pubblica non è indifferente neanche Ai fini dell'approccio investigativo
E giudiziario
In realtà lei
Indagini non non cessarono diminuirono forse di numero fino a che
Periodicamente invece poi il
Fenomeno è riemerso così come anche a livello mediatico si è visto poco tempo prima delle ultime elezioni
Politiche sembra quasi che vi sia quindi dicevo una
Una una ciclicità che risponde ad una regola dell'effimero e come se e che si accompagna peraltro anche ad una certa disponibilità ad una rapida rimozione dei ricordi
Non so
Lascio su questo mi affido a quanto avevo sei alle considerazioni del professor Vannucci se il fenomeno della corruzione sia sistemico
Sia gelati inoltre
Mi pare che
Non apprezzo il professor Vannucci questo tipo di
Di definizione questo tipo di
Lettura ma al di là di questo e quello che io percepisco ripeto da pratico e l'incapacità però dello Stato di reagire a questa
Condizione
E
Adesso
Ma in realtà poi il problema risale a qualche a qualche anno diciamo che il tutto è aggravato da una crisi economica persistente una crisi economica che purtroppo anziché stimolare i meccanismi della solidarietà poneva invece proprio su
Sollecitare azioni di tipo egoistico produce spinte centrifughe probabilmente
Facendo leva anche
Su una scarsa coesione sociale sulla scarsa coesione politica istituzionale che finisce con
L'indebolire le strutture della
Della legalità
Al punto che l'azione di contrasto al fenomeno della corruzione viene addirittura percepita rappresentato talvolta con un rischio per l'economia
Del resto anche questo tipo di percezione non è una novità perché ricordo che già i testi Tangentopoli coloro che combattevano
E erano pinne prima linea sulla contrasto la corruzione venivano percepiti invece come coloro che rovinavano l'economia di provocavano il
Di il
Da starsi la l'abbandono del
Delle grandi opere del sistema degli
Degli appalti
E naturalmente questi sono degli aspetti che vanno oltre che valicano i limiti della competenza del
Del giurista che che richiamano piuttosto alle proprie responsabilità tutti coloro che invece devo sono chiamati
Intervenire dalle forze politiche alle varie formazioni della base sociale fino a coloro che fanno che fanno formazione
E delle riforme che sono state realizzate e di quelle che si dovrebbero realizzare se già detto si è già detto molto
In realtà bisogna considerare come nel settore dei reati contro la pubblica amministrazione ma il
La questione naturalmente vale per qualsiasi altro ambito di intervento penale non penale
E il sistema non è chiuso a settori a compartimenti accoppia altrimenti stagni quindi di fatto l'apparato di contrasto a queste forme criminali non costituisce un un sistema un sistema chiuso
E invece le ultime riforme ma in realtà parliamo di riforma che si sono sviluppate nel corso di svariati anni sono andati
Sole andate sia con riferimento al settore specifico dei reati contro la pubblica amministrazione sia con riferimento più ampia tutti gli interventi fatti che hanno interessato sistema
Il sistema penale sono andati invece nel segno di una depotenziamento dell'azione di prevenzione e di repressione si sono già ricordate ricordati gli interventi sui in termini di prescrizione
De ma vi è poi tutto all'ampio bagaglio di ciò che non è stato fatto dalla mancato potenziamento degli strumenti processuale alla rimozione delle mille pastoie procedimentali che intralciano
L'azione investigativa e poi il momento
Processuale
Sulla mancato intervento anche su quei settori e di criminali dedite il tali da organizzata che sono ed è stato ricordato anche già questo di particolarmente attivi anche sul fronte
Della
Della corruzione è stata ripetutamente ricordata la legge centonovantadue mila dodici la cosiddetta legge anticorruzione approvata fra molte
Polemiche polemiche che addirittura si sono sviluppate nel segno della
Eccessività qualche volta di questi inter
Enti a di fatto de piuttosto contenuti soprattutto per quanto riguarda l'aspetto più strettamente penale cioè la seconda parte la legge
Centonovanta
E
In sé e tuttavia ci si confronta il testo definitivamente approvato con il testo originario si vedrà come il testo originariamente presentato possa addirittura ancora più timido di quello poi
Definitivamente
Definitivamente approvato quali sono le criticità della legge centonovanta è stato già detto si è ricordata la l'indebolimento della concussione te per per induzione che ha visto da un lato la riduzione della pena edittale dall'altra l'introduzione di una sanzione penale per il soggetto indotto con le conseguenze processuali che adesso già
Verifichiamo in concreto nei processi che si stanno
Celebrando che si concludono con la dichiarazione di prescrizione
E poiché l'insufficienza della pena edittale per il nuovo reato del traffico di influenza illecite punito fino a tre anni che costituisce ridente mente una strumento totalmente inefficace non consente né intercettati
Ho nell'applicazione di misure cautelari
E Francesco Forgione ha ricordato anche la sostanziale inefficacia del reato di corruzione fra privati si era sbandierato questa riforma dell'articolo due mila seicentotrentacinque del Codice civile come una dei punti come uno dei punti di forte novità della legge
Anticorruzione di fatto il testo finale
Riproduce con pochissimo di con pochissime modifiche a quello che era già il testo originario
Dell'articolo due mila seicentotrentacinque Codice civile i punti di debolezza sono sostanzialmente due
Il limite di tale di pena per fino a tre anni di reclusione
E la procedibilità a querela di parte e
Salvo un caso limitatissimo e poi a tutto quello che non c'è nella legge
Anticorruzione quindi gli interventi in materia di prescrizione la falsità in bilancio e nelle scritture contabili dicevo prima e la materia dei reati contro la pubblica amministrazione non è un sistema chiuso a compartimenti a compartimenti stagni
Bisogna intervenire su ciò che precede e su ciò che segue il fenomeno il fenomeno corruttivo e quindi anche il momento di formazione
Dei fondi neri e quindi anche quei reati spia che sono le falsità in una contabilità che se non sono state formalmente depenalizzare lo sono state nei fatti con la riforma degli articoli due mila seicentoventuno e ventidue del Codice
Civile la prevenzione anche di questo si è parlato molto uno dei punti migliori della legge centonovanta è proprio quello della della prevenzione bisogna vedere poi all'atto pratico come
Come si interverrà
La prima parte della centonovanta contiene delle previsioni sicuramente condivisibili in punto di trasparenza in punto di rigidità dei tempi dei procedimenti dei procedimenti amministrativi
E e proprio
Questo della prevenzione un al problema che in realtà mi pare un problema generale che va anche oltre il tema della della corruzione Francesco Forgione prima ha ricordato il caso dell'Ilva
Ed è un caso abbastanza paradigmatico proprio in tema di inefficacia della dico o di o per meglio dire di fallimento di tutti gli strumenti di di prevenzione io e da quando sono entrato in magistratura che mi sento ripetere
E mi sento anzi contestare questo ruolo preteso un ruolo di supplenza che la magistratura vorrebbe svolgere io credo che la magistratura non svolga alcun ruolo di supplenza alla magistratura in realtà
E
Probabilmente l'ultimo presidio chiamato intervenire laddove altri hanno fallito
E il rischio di questa situazione e che la magistratura sulla magistratura si scaricano tensioni politiche tensioni sociali che sono dovute esattamente
Che sono provocate esattamente dal fallimento dei sistemi di prevenzione
Ma voi non vogliamo svolgere alcun ruolo di supplenza non siamo chiamati a svolge un ruolo di supplenza siamo chiamati però svolge nostro il nostro lavoro e in questo senso il caso dell'Ilva e paradigmatico ricordando però che purtroppo o per fortuna
Il presidio costituito dall'intervento giudiziario un presidio rigido
Che non ha quelle caratteristiche quindi
Di flessibilità di scelta dettata dalla individuazione di un obiettivo dell'uno dell'altro obiettivo dettato dalla politica che invece proprio e può essere proprio dell'intervento di carattere ministro attivo in generale degli interventi
Di natura preventiva
Dico il caso dell'Ilva ce ne sono molti altri e poi è chiaro che il tema della della prevenzione conseguentemente degli affetti di queste tensioni le politiche sociali oggi dunque economiche si scaricano sulla magistratura anche soprattutto con riferimento alla materia della corruzione e in generale dell'illecito nella Pubblica
Amministrazione
Quali sono le riforme necessarie anche qui si è detto è stato ricordato dal professor Vannucci
Come sia stato molto male letto il rapporto greco del consiglio d'Europa se ne sono prese soltanto dei piccoli pezzi dimenticando poi ad esempio faccio un esempio ma ve ne sono altri tutta la parte
In cui tra porto greco si sofferma sui tempi di prescrizione
E tante volte
Si è detto occorre introdurre dell'autoriciclaggio Orio riordinare la prescrizione
Riordinare tutto il sistema del diritto penale dell'economia quindi con
Il la materia della falsità in bilancio la falsità nelle scritture
Contabili vedere la disciplina delle dei reati contro la pubblica amministrazione introducendo lo diceva prima Raffaele Cantone anche delle forme di trattamento premiale per i soggetti collaboranti
Però
Bisogna anche considerare una cosa perché come spesso accade come inevitabilmente accade il discorso sulle riforme necessarie si riduce poi
Quasi a delle pillola quasi dei suggerimenti in pillola quando
Si dice
Bisogna introdurre l'autoriciclaggio bisogna riformare il sistema della prescrizione si dicono delle cose vere senza dimenticare che ci sono interventi complesse
Perché non basta togliere la clausole di esclusione dall'articolo seicentoquarantotto quarantotto bis etc per risolvere il problema ma una volta superata anche superati questi problemi tecnico-giuridici
Bisogna
Considerare che non si sono risolti tutti i problemi perché
Se noi riformiamo il sistema della prescrizione ci sono molte idee molto seria una delle più serie ad esempio prevede
Di interroghi elimini mare la decorrenza della prescrizione dopo l'esercizio dell'azione penale sostituendo alla prescrizione dei tempi contingentati per fasi processuali
Però che cosa accade cioè
Sì sì interviene sul regime della prescrizione opporsi interviene sull'autoriciclaggio senza porci il problema
Dell'efficienza nel primo caso parlo della prescrizione anche dell'efficienza del sistema processuale eliminando
Garanzie che non sono garanzie perché la le garanzie nessuno le vuole eliminare ma se non si interviene preliminare all'inutilità storie procedimentali e nel caso invece dell'autoriciclaggio se non si interviene se non ci si pone il problema
Dell'efficacia investigativa
Allora che cosa ci troveremo ci troveremo di fronte a processi più lunghi che porteranno comunque a delle sentenze dichiarative di prescrizione
E ci ritroveremo a dei le indagini di autoriciclaggio così come oggi ci sono tante indagini per riciclaggio che si concluderanno con una sentenza di assoluzione o di un po'con un'archiviazione per l'impossibilità o l'incapacità
Di dimostrare l'origine illecita dei capitali
Dico questo
Non per scoraggiare su queste riforme ovviamente che sono necessarie ma perché io credo che ci si debba porre come dire in una prospettiva problematica molto seria che non trascuri la complessità
Di questi di questi problemi devono Ima cosa che voglio perché voglio dire richiamandomi proprio al questa fattispecie del due mila seicentotrentacinque del codice civile la cosiddetta
Da
Corruzione fra privati che in realtà è tutt'altra cosa è tutt'altra cosa ma fosse altro perché e pure questo dato è significativo uno dei punti centrali di questa fattispecie
è il danno per la società
Cioè intanto si colpisce in quanto sia previsto un nocumento per la società in realtà io credo che ci si dovrebbe
Si dovrebbe riflettere molto attentamente sul tema della distinzione fra settore pubblico e settore privato noi veniamo da una disciplina ormai oserei dire antica e da molto tempo superata
Fra il quello che era un tempo l'ente pubblico tradizionalmente depositari tutte le attività di natura pubblicistica e il settore privato che svolgeva attività strettamente privatistico oggi ma da molti anni questa distinzione non non non non non c'è più
Abbiamo interi settori
Pubblici che vengono affidati
A società che nascono come private sono strutturalmente privati si avvalgono di capitali privati al contrario abbiamo enti pubblici che costituiscono società private
Ma che sono di fatto pubblicistiche nel senso che hanno sono interamente parte partecipate da enti pubblici hanno capitale pubblico i loro amministratori sono scelti dall'ente pubblico
Ma che sono a tutti gli affetti privati che cosa accade che nel momento in cui noi affrontiamo
Il al momento illecito in questi il nell'attività di questi soggetti di questi organismi non è così facile non è così scontato poter
Tradurre quelli quei comportamenti illeciti in termini pubblicistici
è vero che la giurisprudenza ormai da molto tempo ha elaborato il criterio funzionale in sostituzione del criterio organico ma laddove
L'attività svolta sia un'attività sostanzialmente con la terra collaterale che complementare l'attività pubblicistica ma di natura intrinsecamente privatistica lo strumento del reato contro la pubblica amministrazione diventa inapplicabile
E allora io ho due problemi il primo problema quello di qualificare questo organismo come ente pubblico c'è una recente se intensa delle sezioni civili della Corte di Cassazione che ha fatto uno sforzo in questo senso cioè di qualificare come soggetto pubblico
L'ente privato che sia interamente partecipato dagli enti pubblici a capitale pubblico i cui amministratori sono individuati dall'ente pubblico
Ma è una strada non scontata e non credo che si debba sempre da lasciare all'iniziativa e anche alla responsabilità
Della della magistratura percorrere questa questa via e poi una volta anche individuata attraverso questi sforzi giurisprudenziali
Il carattere pubblicistico di quell'organismo formalmente privato vi ed ulteriore passo di dover individuare identificare l'amministratore di quell'organismo come pubblico ufficiale
E insomma
Come si vede quindi sono problemi di notevole rilievo che credo meriterebbe un'attenta riflessione probabilmente anche una riflessione mirata a
A prendere qualche iniziativa di tipo legislativo per non abbandonare come dire tutta questa materia soltanto come dicevo all'iniziative alla responsabilità
Della magistratura e soprattutto che tenga conto di una realtà in cui settore pubblico e settore privato sono sempre più
Con penetrati in un intreccio sostanzialmente inestricabile di competenza
Credo che
Per concludere anche questa riflessione ecco occorrerebbe sviluppare una una un un un percorso
Diretto a a superare queste visioni tradizionali e sostanzialmente
Sostanzialmente inattuale che vengono
Ancora qualche volta sostenute o per disattenzione ottimo in qualche caso anche per interesse grazie
Grazie Presidente
Sentiamo ora
Fiorenza Sarzanini giornalista del Corriere della Sera ci parlerà del fenomeno P due F quattro
Grazie buongiorno e grazie per avermi invitato Silvio vi parlerò di logge segrete perché appunto
La pittura P tre la P quattro voi appunto inserirei anche la cricca dei grandi eventi che non aveva una sfida avanti ma diciamo seguiva lo stesso meccanismo
Sono secondo me lo specchio di quella che il sistema di corruzione del nostro Paese
E del ruolo quindi che l'informazione deve avere di fronte a questo perché come hanno mostrato le indagini fatte da procure diverse anche seguendo
Meccanismi diversi sistemi diversi modi di procedere diversi poi il risultato è sempre lo stesso cioè
Un gruppo di
Piccolo gruppo di persone che fa affari cerca di fare affari che comprende quasi sempre e gli stessi diciamo ruoli quindi politico il magistrato meglio se è un un magistrato che stai nella in Cassazione o alla Corte Costituzionale perché poi
Mi vengono prese diciamo le decisioni finali
Il faccendiere perché è quello che appunto
Si occupa di tenere i rapporti e un po'di forze dell'ordine in ordine sparso che possano in qualche modo foraggiare il gruppo di informazioni privilegiate che sono sempre utili per
Prevenire quelle che sono le
Attività della Polizia giudiziaria della magistratura allora io dico che è lo specchio del ma corruzione in questo Paese perché poi molto difficile da perseguire
Quando si contesta l'associazione segreta quasi mai si riesce a ottenere una condanna per questo reato
E anche
Per quanto riguarda la corruzione è spesso difficile la prova per esempio è nell'indagine della pelle Piquadro seguita dalla magistratura di Napoli perché
Luigi
Luigi Bisignani il faccendiere che appunto della
Più quattro e era il motore il cardine
Ha patteggiato una pena un anno e otto mesi un anno e mezzo un anno o due mesi per associazione a delinquere sei mesi per favoreggiamento non c'è la corruzione non c'è l'associazione segreta neppure
Le e carte giudiziarie le intercettazioni le tanto odiate intercettazioni che invece secondo me sono
Uno strumento fondamentale per
I magistrati per scoprire reati e per i cittadini
Per capire che cosa accade a livello di chi li governa e della classe dirigenziale di questo Paese c'è sempre questo equivoco per cui ogni volta che sui giornali si parla di queste inchieste che
Toccano i politici o
Appunto il potere imprenditoriale affaristico allora bisogna fare una legge per cancellare le intercettazioni quantomeno per non rendere pubblicabile sembra sempre che ci sia una
Diatriba tra i politici che le vogliono togliere i giornalisti che le vogliono tenere io lo dico spesso mi sento di dire che se i giornalisti de vogliono tenere per i cittadini perché noi non guadagniamo di più se
Pubblichiamo le intercettazioni forse veniamo qualche copia in più sì ma perché secondo me facciamo un servizio ai cittadini
Perché le intercettazioni si parla tanto bisogna Racman pubblicare solo le intercettazioni che hanno valore penale questo credo sia sbagliato perché l'intercettazione che avvalori
Non penale ma
Rilevanza sociale spesso molto più importante di quella
Che svela R
Pato perché svela appunto per meccanismi no allora ho fatto l'esempio della P quattro perché Bisignani non è stato condannato per corruzione o per associazione segreta
Però l'inchiesta ha dimostrato come Bisignani fosse in grado di orientare le nomine
Come fosse stato lui uno degli interlocutori Di Masi all'epoca direttore generale della RAI per cacciare Santoro fu Bisignani a preparare la lettera di licenziamento di Michele Santoro
Non c'è una vera e propria corruzione nel senso che c'è un passaggio di soldi
C'è una corruzione ti che sociale che se non è ancora molto più pericolosa se un generale dei servizi segreti prima della designazione ritiene di doversi far presentare a Bisignani
O a un altro faccendiere che appunto nel caso per esempio della P tre era questo
Nicola Lombardi questo giudice lo scudo giudice tributarista napoletano che in realtà svolgeva un ruolo di collettore tra magistrati tra avvocati tra politici e tra imprenditori
Arrivando organizzare Mega convegni in bellissimi resort sardi
Vuol dire che ci sono queste figure di che fanno da collante
Trachi noi invece ci deve esporre meno e che poi rendono appunto forse
Necessario ripensare
A con sistema di penali di corruzione che secondo me non può essere magari giustamente Raffaele Cantone dice bisognerebbe equiparare la corruzione
A i reati di mafia io dubito che in questo clima politico in questa diciamo
Componente parlamentare si possa arrivare a una riforma nel genere però quanto meno
Individuare appunto una corruzione tra privati comunque degli strumenti che possano incidere su quelle figure che diventano figure di snodo in questo rapporto di corruzione vera perché
Quello che è emerso queste inchieste che è secondo me la spia più pericolosa di quello che avverrà nel nostro Paese
E che non sempre ci deve essere un passaggio di soldi diretto ma sempre c'è un sistema di corruzione che penalizzano le imprese sane che stanno diciamo un percorso chiaro per cercare di arrivare all'assegnazione dell'appalto
Premiando chi invece a la possibilità appunto di partecipare alla riunione ristretta a casa di Denis Verdini perché bisognava fare
L'impianto eolico in Sardegna tosto che accedere a Fonzo papà che erano
Un aspirante parlamentare del Popolo della Libertà che però
Era in grado di influire sui politici e
Su tutta una serie di personaggi che poi arrivano le leve del potere di assegnazione dell'appalto
La diciamo la
L'esempio più evidenti di quale sia di quanto sia pervasivo questa diciamo
Rapporto N el legame che c'era tra anemone il costruttore anonime e e il provveditore Balducci dove che
Che mostra anche questo diverso sistema di corruzione dove si
C'è un passaggio di soldi ma dove
Ci sono degli alti funzionari dello Stato che guadagnano talmente tanto che spesso non hanno neanche bisogno della valigetta e quindi perché questo poi
Dimostra come sia più difficile poter individuare il reato e quindi necessario non solo mantenere le intercettazioni ma
Se possibile addirittura ampliarle
Perché questo lo dico per inciso
Quando si dice a ci sono milioni di italiani spiati non è così non è affatto così le intercettazioni non solo sono molto poche sono molto bravi i giudici
Davvero spesso respingono le richieste di intercettazioni per cui ci sono dei pubblici ministeri che possono confermare quindi
Non è vero che l'Italia è tutta spiata questa è una cosa di propaganda che si dice quando si cerca di
Limitare le intercettazioni dicevo il sistema di corruzione tanto grave e queste inchieste lo hanno dimostrato perché non
Porta più allo scambio di soldi con la valigetta come poteva avvenire un tempo
Anche anemone rendeva bella è facile la vita del provveditore alle
I grandi eventi e poi gli dava gli appalti e quindi si occupava di affittarli una villa in Toscana di farli trovare lì
La macchina lo portava con l'idrovolante rischia c'aveva i filippini come domestici quindi diciamo un sistema di corruzione
Ben più invasivo ben più pericoloso ma
Più difficile da individuare e quindi
Il problema secondo me questo cioè cercare di influire in tutti quei grumi di potere
Che passano per le grandi aziende di Stato avete visto che cosa è accaduto all'interno di Finmeccanica con tutte queste inchieste che poi
Fondamentalmente hanno svelato il sistema non credo che l'abbiano non credo affatto che possa dello sconfitto anzi l'hanno svelato forse il sistema sia un po'modificato
Quindi il problema è secondo me colpire quel grumo quei grumi di potere che si
Annidano in queste collusioni tra mondi diversi che però si tengono insieme per fare affari e poi cercare
Non vorrei che sembrasse un discorso per proteggere o per difendere i giornalisti cercare almeno a livello legislativo secondo me di preservare quindi gli strumenti
Che la stampa le televisioni e radio hanno anche i siti internet adesso hanno per cercare di
Ripeto raccontare il paese raccontarlo nel migliore dei modi
Senza delle censure preventive che non fanno il gioco dei giornali secondo me servono semplicemente arrendere i cittadini più informati più consapevoli e quindi anche diciamo più
Contrariati dal momento in cui
Vengono danneggiati perché invece ci sono dei potenti che si mettono insieme e riescono a superare ogni regola e spesso anche a mille c'è grazie
Grazie grazie
Ora Ivan Lo Bello vicepresidente nazionale di Confindustria che ci parlerà nei sistemi di impresa e trasparenza del mercato
Grazie intanto per le
Per l'invito a partecipare
A questa tavola rotonda
Esposte rompono il il tema sul sul rapporto tra impresa politica pubblica amministrazione che è un tema credo importante decisivo nella valutazione del
Della
Della corruzione però voglio fare qualche
Valutazione generale poi entrare brevemente nel nel merito
Beh innanzitutto
Dobbiamo o
Bisogna dire che la corruzione del nostro nel nostro Paese
A un livello sistemico e capillare talmente rilevante da fare del nostro Paese una vera e propria anomalia sotto questo profilo
Gli altri Paesi con stand ardiscono Standard economiche economici e civili come il nostro non hanno questi i problemi o meglio gli anni in maniera assolutamente meno rilevante che nel nostro Paese quindi credo che
Per partire da un'analisi sulla corruzione bisogna capire
Fino in fondo perché nel nostro Paese nonostante un percorso dal secondo dopoguerra ad oggi di crescita economica rilevante
Di una democrazia con con alcune criticità ma solida forte nel nostro Paese e e quindi questo è un tema sul quale si dibatte poco
Cioè nel senso che si dibatte per settori sistemi si dà per scontato che la corruzione sia diffusa
Ma non sia una vera e propria UTAP una del perché
Questa corruzione così diffusa e radicata nel nostro nel nostro Paese Florio proverò a fare alcune valutazioni su questo tema
Che ovviamente riflettono un po'la mia formazione alla
E l'attività e l'attività che svolgo
Ci sono secondo me due questioni fondamentali
Da mettere da mettere in campo e da valutare una prima questione una prima questione è
Che
A mio avviso la corruzione è strettamente collegata a un rapporto molto complessa e difficile tra la società
Le istituzioni e cioè una carenza forte radicata di senso dello Stato
Sia nelle amministrazioni pubbliche sia nella
Cultura generale del nostro del nostro Paese perché vedete la corruzione da noi viene viene vissuta viene vissuta come
Un elemento sostanzialmente ordinario della vita del Paese
E quindi il primo tema è
E riflettiamo sul sul tema scusa riflettiamo sul tema della carenza di senso dello Stato e carenze senza restituzioni che fortemente radicato nel nostro nel nostro sistema
Questo credo che sia dovuto a tanti fattori
Tanti fattori che in qualche modo caratterizzano il nostro con il nostro Paese B lo Stato è nato
Debole dopo la Seconda guerra mondiale
Nel senso che allo Stato si è sostituito con in una grande stagione politica ed economica due grandi tradizioni politiche
Quella che veniva dal dal pc dalla sinistra la sua nella sua dimensione più ampia quelle che veniva dal mondo cattolico
Quelle due grandi costruzioni politiche hanno hanno in qualche modo sopperito all'assenza dello Stato della cultura dello Stato sono state Stato
A sua volta e in quella stagione e quella di altre cose dopo stagioni importante perché con due grandi culture politiche come quelle che hanno sviluppa del nostro Paese il senso del lo Stato veniva meno in qualche modo che sono superi con allo Stato e però non a caso la corruzione ha cominciato a diffondersi in maniera radicata nel nostro Paese quando hanno cominciato a vacillare queste culture politiche nel nostro Paese
Vacillando e trovando ieri di me e dimensionando sì il Paese ha maturato tutta una serie di culture assolutamente diverso e cioè la fine della la fine della Licci e la fine del del PC nel nostro Paese hanno
Scatenato una sorta di individualismo forte del nostro Paese già radicata in quelle fasi ma alla fine coperto anche da valutazioni politiche molto molto più ampie
Senza maturare un reale senso dello Stato le radici della corruzione sistemica stanno nelle crollo della
Della Prima Repubblica
Già prima della fine degli anni degli anni Ottanta inizio degli anni dagli anni Novanta in cui il Paese senza punti di riferimento senza quello Stato rappresentato dalle da quelle grandi e quelle grandi correnti politiche il Paese si è
Si è diffusa in più come una epidemia forte una capillare corruzione
E attraverso ovviamente una visione una visione del del Paese e della società e anche ovviamente del mondo dell'impresa
Tutta tutta l'in tutta
Giocata sull'interesse particolare al di là dell'interesse dello Stato il secondo elemento fondamentale di tipo culturale e legato alla dimensione economica
Nel senso che
Mi rifaccio un po'alla all'introduzione di Francesco c'è una bella differenza fra
Liberismo e libero mercato
C'è una bella differenza tra liberismo e concorrenza cioè la bara di capitalismo istmo e regole
Nei Paesi più evoluti libero mercato concorrenza e regole concorrenza regole sono fenomeni importanti
Che disciplinano la società e il mondo economico e che insieme ha un forte senso delle istituzioni garantiscono in quei Paesi una qualità civile democratica è una trasparenza dell'attività
L'impresa molto più forte
Anche su questo tema ed è il secondo tema fondamentale il nostro Paese ha avuto una fortissima carenza
Perché
Quella somma di interessi individuali quindi residuali hanno cercato nel nostro Paese riuscendoci in maniera molto forte di costruire
Mercati regolati di comprimere la concorrenza di rendere labili e le regole e quindi e e quindi per
Non dilungarmi troppo su questo tema
I problemi di fondo da cui nasce
La diffusa corruzione sono legate a un basso senso dello Stato delle istituzioni a un mercato a un sistema di concorrenza e di regole inadeguati
Allora pur partendo da questo possiamo andare a vedere cosa fare perché intanto
Lepri le grandi questioni sono da un lato la ristrutturazione complessiva dello Stato
Nella sua componente amministrativa
Anche se
è stato detto prima la componente amministrativa e lo Stato oggi non sono lo Stato centrale sono quella capillarità di istituzioni locali regionali che rappresenta un nodo fondamentale tra lotta alla corruzione
Si parlava prima del Titolo quinto Titolo quinto è stato un
Prego specie
Il Titolo quinto ma prego il Titolo quinto è stato un fattore di di rilancio della della della corruzione della corruzione
Perché vedete la corruzione ha una sua dimensione centrale ma ha una sua dimensione capillare nei territori
Perché c'è un sistema nazionale ci sono tanti diffusi sistemi a livello locale e a livello e a livello regionale
Sistemi sistemi capillari forti radicati forti radicati e devo dire che su alcune grandi questioni il Titolo quinto ha in qualche modo costruito un incentivo enorme alla alla corruzione
Quando una grande opera industriale o una grande opera pubblica descrive si realizza sulla base di una di una trafila di autorizzazioni amministrazioni
In cui lo Stato si confronta con le Regioni e si confronta con gli enti con gli enti locali
La negoziazione e assolutamente opaca e dà spazio dà spazio a intermediazioni parassitarie nella migliore delle ipotesi a forme corruttive diffuse sul diffuse sul
Rettore allora
Credo che l'altra grande questione l'altra grande questione non potendo di corpo d'pensare che italiani anche gli italiani almeno quella parte italiani che non credo nello Stato tre dopo il senso dello Stato e che una parte delle imprese recupero il senso del mercato bisogna agire sui meccanismi che in qualche modo possono modificare gli incentivi delle persone delle imprese
E i meccanismi per cui per cambiare incedibile persone le imprese sono legati innanzitutto a un meccanismo fortissimo di ri revisione organizzativa Ettore trasparente della pubblica amministrazione che oggi non funziona e che è un fattore che incentiva i meccanismi i meccanismi di corruzione
E i fatti su questo sono d'accordo con chi l'ha detto il dottor dottoressa bella ma tanti altri l'aspetto positivo dell'avvio della riforma sulla sulla corruzione poco l'aspetto legato alla prevenzione che dovrebbe essere anche in questa fase
Ulteriormente migliorato perché il tema della prevenzione dell'organizzazione della trasparenza sono temi fondamentali in fase in fase preventiva che possono modificare anche significativamente gli incentivi degli operatori da allora
Credo che
Sotto questo profilo definita in qualche modo la cultura della della della corruzione lasciatemelo dire con una certa con una certa forza anche
Una presenza di un'antropologia della corruzione del nostro nel nostro nel nostro Paese sono temi che dobbiamo affrontare in chiave politica
Non solo con misure legislative perché vedete nessun altro Paese europeo limitandomi alla produzione Paesi europei e dei paesi per aprire più evoluti più evoluti sui temi della corruzione si divide
Ci sono temi sui grandi paesi dalla istruzione alla ricerca ai temi della legalità della corruzione che sono patrimonio bypartisan del forze politiche in Germania nessuno si scontrerebbe su una legge della corruzione lo stesso in Francia o se sono in Inghilterra o in altri o in altri Paesi
E queste uno dei grandi limiti del nostro del nostro Paese su questo su questo tema è il nostro Paese si divide sistematicamente con visioni opposte rispetto all'approccio e i temi della corruzione
Per questo rimpetto il tema della corruzione va affrontato principalmente insieme alla riforma della Pubblica Amministratore come la pubblica amministrazione attraverso
Una azione politica forte di ricongiungimento anche delle tante anime delle tante anime politiche del nostro del nostro Paese allora
Vado vado più vado più nel merito e
Tre tre questioni che sono fondamentali che secondo me vanno vanno messe nel conto anche del dibattito del dibattito di oggi allora vere
Quali sono gli effetti sulle imprese intorno al al tema che mi sono che che mi è stato che mi è stato affidato allora beh innanzitutto la corruzione determina un fattore disincentivante rispetto all'ingresso nel mercato
Il bassissimo tasso di investimenti stranieri nel nostro nel nostro Paese dipende da tanti fattori ma tra questi fattori è molto rilevante e significativo il tema della della corruzione
E quindi della scarsa trasparenza della pubblica della pubblica amministrazione
Quindi questo è un enorme fattore disincentivante disincentivante perché
Peraltro sono investitori stranieri in Paesi
In Paesi evoluti imprese voluti hanno anche un rischio giudiziario nel nostro nel nostro nel nostro Paese
La corruzione private viene colpito in maniera rilevante negli altri Paesi molto meno da noi perché la norma e in qualche modo a norma di Zocca quella della riforma della riforma della riforma attuale quindi c'è un meccanismo disincentivante rispetto agli investimenti che brucia ricchezza
Le statistiche sono sono diffuse più o meno
Più o meno diciamo così la qualità delle delle tesi che non sempre e convergente però non c'è dubbio che c'è un fortissimo incentivi e quindi una risoluzione che netta di ricchezza
Alterazione delle regole che governano la concorrenza dei mercati
Noi abbiamo mercati che ancora oggi sono mercati totalmente opachi rispetto al rispetto all'esigenza di trasparenza del sistema fra tutti fra tutti la normativa urbanistica i piani regolatori
I Piani regolatori ancora oggi sono il luogo preminente della corruzione della corruzione e locale
Della corruzione locale e l'effetto di questa corruzione locale è stata la devastazione sostanziale di città paesaggio strutture urbane che hanno devastato il nostro Paese
Il pezzo forte la devastazione del nostro Paese sta anche nella cultura della corruzione che ha determine che ha
Che abilmente
Che ha determinato una fortissima capillarità nelle realtà nelle realtà nelle realtà locali ovviamente tutti i settori che in qualche modo hanno una regolazione terza della politica ma una regolazione di mercato con regole certe e
E e con strutture indipendenti determina una fortissima distorsione della concorrenza poi c'è un terzo tema
Che non è stato trattato me ma che estremamente interessante
C'è una distorsione nell'allocazione delle risorse pubbliche e private
Quando un sistema quando un sistema corruttivo si impianta in un Paese diventa il centro regolatore dell'allocazione delle risorse pubbliche e private
Le risorse pubbliche perché le risorse pubbliche vengono vengono niente vengono collocate unicamente in funzione della della necessità corruttiva non in funzione della necessità del Paese dell'ente locale della Regione o delle altre realtà
Questa distorsione determina sprechi finanziari enormi ma anche una serie di opere assolutamente inutili rispetto alle priorità del Paese
E anche questo determina
Un in Calle cono mica sente rilevante lo stesso avviene per le stelle risorse pubbliche per risorse private un'azienda
Che corrompe un pubblico ufficiale un pubblico ufficiale è un'azienda che
Deve utilizza le sue risorse le sue risorse per altri per altri per altri fini cioè la corruzione prima di tutto e altre realtà anche perché vedete che
Quando tu stai quando tu corrompere sta in un mercato regolato e governato dalla dalla corruzione sulla regolazione dei mercati sono totalmente d'accordo con
Conti aperto e lei il dibattito il dibattito di oggi
Questo determina da parte delle aziende uno scadimento complessivo dell'acqua della capacità competitiva un'azienda che ha che sta in un mercato regolato che alla corruzione come strumento competitivo della sua azione
Della situazione è un'azienda ampie è un'azienda che sicuramente non innova
Non ha bisogno di mettere sul mercato prodotti più competitivi c'è un'azienda che in un mercato corretto con regole serie fallirebbe l'indomani mattina
E questo crea una distorsione perché determina un incentivo delle aziende che hanno un minore capacità imprenditoriale a collocarsi su questo mercato su questo mercato della corruzione mercato alla corruzione che ripeto a una distorsione fortissimo delle risorse
Delle risorse pubbliche e private allora
Questi sono questi sono i temi da
I temi da da Freud affrontare da affrontare queste tre questioni sono questioni fondamentali per il nostro per il nostro per il nostro Paese perché vedete
Il nostro è un Paese e chiudo non volendo dilungarmi troppo è un paese che
Per affrontare la corruzione lasciatemelo dire non basta ovviamente insomma la repressione giudiziaria represso edilizia raccoglie un pezzo della capacità di contrasto alla alla corruzione
Per ch'per combattere la corruzione bisogna mettere metter mano a
A una ridefinizione con incentivi e con politiche precise del nostro Paese quando parlavo di quella cultura dell'individualismo sfrenato che il nostro Paese ha avuto dopo il crollo delle grandi delle grandi costruzioni delle grandi costruzioni politiche
Guardo a un'Italia che a tutt'oggi è un'Italia che a una fortissima componente legata corporazioni
Rendite che difendono in maniera forte radicata privilegi privilegi Colle privilegi consolidatasi nel tempo
Ecco quando quando un Paese quando un Paese
Mette al centro rendite corporazione
Mercati protetti mercati protetti la qualità civile di quel paese della democrazia di quel Paese e molto limitate quando la qualità civile deve è un Paese limitata alla corruzione diventa un tema centrale quasi normale nella nell'ordinaria attività del delle realtà allora lo dico
Da un partito importante come se il e qui è presente il
Segretario Presidente non so più come nei Paesi più nei partiti manco si effettuano una volta c'era il segretario non ci sono tanti Presidenti quindi insomma io
Ancora ricordo la Prima Repubblica uti segretari generali prima bene non sa qual è la denominazione attuale però non c'è dubbio che
Il miglior modo per sconfiggere strategicamente la
Lei strategicamente la corruzione e quella di politiche di svuotino questa Italia delle rendite della corporazione
Della illegalità penetrata nel corpo vivo della nostra società di un pezzo del mondo economico diffusissimo nella componente politica nella componente amministrativa
E questo va fatto caro Carniti anche con svolte molto forte cioè nel senso che dobbiamo discutere
Del ruolo che mercato concorrenza e regole hanno rispetto a questa politica di risposte amento di questo di questo Paese destinata a naufragare in queste in queste condizioni
E credo che su questo bisogna che si ritiri definiscono anche categorie politiche ed economiche adeguate i tempi cioè nel senso dobbiamo fare in modo
Tutti Prato a categorie che raccontavano il Paese vent'anni o trent'anni fa
Bisogna raccontare il paese di oggi il paese di oggi le priorità di oggi e gli strumenti che oggi possono essere efficaci per debellare la corruzione grazie
Grazie dottor Lo Bello ora la parola serena Sorrentino della Segreteria nazionale della CGIL ci parlerà di lavoro ed economia illegale
Grazie intanto per aver per averci invitato in questo dibattito ma lo dico in maniera non non rituale anche perché la tentazione
Visti tanti argomenti che sono stati citati di parlare anche di altro e forte
Perché questioni per noi rilevanti come rapporto tra l'esercizio dei poteri pubblici e l'esigibilità dei diritti di cittadinanza oppure si è fatto riferimento al tema della valutazione delle performances la pubblica amministrazione relazione
Alla corruzione all'efficacia degli interventi
è ovvio che chi rappresenta il mondo del lavoro vorrebbe intervenire in questo dibattito ponendo anche qualche riflessione sul ruolo la funzione del lavoro pubblico in una riorganizzazione soprattutto come parametro di efficienza della pubblica amministrazione perché anche la si valorizza azione
Del lavoro pubblico oltre che dalla funzione dei poteri pubblici ancorché diciamo fare una riflessione più approfondita sulla permeabilità che il Titolo quinto ha permesso anche fenomeni di illegalità diffusa nella relazione da me mia amministrazione sarebbe forte però
Ma anche Ray non soltanto il tema che mi è stato assegnato ma di dare valore a un'operazione politica che io voglio qui riconoscere
Perché nella catena del valore della discussione sui temi della legalità economica di solito la politica
Non intravede mai il lavoro e la dimensione sociale dei fenomeni dell'illegalità come uno degli elementi dirimenti
A me ha colpito molto anzi moltissimo che
Nelle nella ricostruzione che la commissione di accesso affatto
Rispetto al commissariamento del comune di Reggio Calabria
La Commissione abbia individuato tre elementi come fattori che hanno guidato
La certificazione poi di quelli che sono stati
In in imputati diciamo come fenomeni di corruttela largamente diffusa che hanno portato al commissariamento e per contiguità
Non per
Collusione ma contiguità con associazioni i tre indicatori erano la non presenza della rappresentanza sindacale nelle società partecipate
La
Determinazione nell'aggiudicazione degli appalti di modalità che facevano percepire che se da trentacinque anni
Affidavano agli stessi soggetti sempre gli stessi soggetti i cui lavori
E le organizzazioni sindacali non erano presenti
C'era un ragione per indagare di più terza che sia per i dipendenti pubblici che per legge dipendenti delle società partecipate c'era un vasto fenomeno di elusione contributiva
Allora questa è una
Un segnale importante nella discussione che noi facciamo anche di ordine generale cosa abituati adesso ad analizzare lo stato lo faceva
Egregiamente Forgione nella sua introduzione isolato quando non affrontiamo il tema della legalità economiche dei riflessi sociali che la contaminazione tra sistema legale e sistema illegale nell'economia hanno determinato
Facciamo molta attenzione lo facciamo anche noi come organizzazione sindacale quando promuoviamo le nostre campagne sulla legalità economica
Sulla dimensione e sul volume dell'incidenza sul sistema strettamente finanziario ed economico di solito noi operiamo una serie di cifre
Che fanno anche scherzare con un quarto del debito pubblico italiano cinquecentottanta miglia miliardi di euro vale l'economia sommerse illegale
è chiaro che la dimensione di persista tenta
Indaghiamo poco dietro quella dimensione economica non soltanto quale deve essere l'attenzione non lo ripeto perché è stato già fatto e poi Cicconi sicuramente su un punto particolare che è quello degli appalti lo farà dopo di me
Indaghiamo molto quali sono i procedimenti che devono portare all'accertamento e alla ricostruzione di quello che
Nel nostro Paese è stato completamente destrutturato che il sistema di controllo di legalità
Nel nel rapporto tra politica e impresa ma in particolar modo nel sistema nel sistema economico
Indaghiamo poco che cosa succede nella cartina ultima I destinatari ultimi di questo processo che sono le lavoratrici e lavoratori
Allora siccome Forgione
Diciamo una cosa che noi condividiamo molto il primo punto quello che ha citato è la responsabilità dei soggetti che fanno una scelta che non è soltanto una scelta etica non c'è quella di promuovere di dichiararsi
A favore della legalità anche inc in campo economica no ma che esercitano quella responsabilità
Ognuno di noi e lo fa a titolo diverso
Come organizzazione sindacale non ci siamo posti il problema di esercitare questa responsabilità tant'è che il tre
Giugno insieme a tanti altri soggetti noi depositiamo
In Parlamento una legge di iniziativa popolare sulla gestione delle aziende confiscate
E sequestrata alle mafie
Lo facciamo e diciamo che la traccia dei dieci articoli di cui costa la legge parlano non tanto solo ed esclusivamente di tutele di salvaguardia per le lavoratrici e lavoratori certo c'è il tema degli ammortizzatori sociali ma non facciamo provando a introdurre due elementi uno che è quella di il ricostruzione di regole
Rispetto al tema che citava da ultimo Lo Bello e cioè nella concorrenza
Tra sistemi locali e di punibilità
Certa rispetto agli elementi che contaminano la concorrenza dal punto di vista sleale con l'inquinamento importato da attività
Economiche legale da fenomeni di corruzione e l'altro come noi ricostruiamo alcuni titoli di politica industriale
Che abbiano come coordinata la salvaguardia e la qualità
Del lavoro inteso come impresa e lavoro dignità dell'esercizio della propria professione
E liberazione dall'oppressione di chi attraverso sistemi di contaminazione con l'illegalità in realtà costruisce la più grande operazione
Di smantellamento del tessuto sociale che
Può essere fatto in un Paese che è quello di utilizzare come unica leva di competizione internazionale quella della soluzione competitiva giocata solo sul lavoro
Allora un paese che fa una scelta come quella che ha fatto il nostro Paese ma non adesso l'ha fatta una mai vent'anni fa
Di abbandonare l'idea che il modello sociale il modello di sviluppo Potì dissero essere centralizzati sulla cultura del lavoro
Oggi porta come diretta conseguenza io prova a ribaltare la discussione porta come diretta conseguenza Pucci
La pervasività dei fenomeni di corruzione dall'altro ma anche di contaminazione del sistema legale
Di proventi dell'economia illegale spesso dal punto di vista dell'analisi sociologica si fa riferimento a quanto è stato determinato dall'abbassamento della soglia della legislazione in termini di penalizzazione dei reati in campi economici una parte del dibattito attraversata anche questo abbia reso funzionale il fatto che
Proventi di attività economica violenta possano essere stati importanti nell'attività tra virgolette economica pulita e che ne abbiano costituito il primo grande fenomeno di distorsione
Allora senza andare troppo in là e per rimanere diciamo sempre ancorata al tema del lavoro e di quanto oggi rimettere al centro la cultura del lavoro la cultura del sapere professionale e la dignità del lavoro
Possa essere uno di quei parametri con i quali provare a ricostruire regole
Rispetto al controllo di legalità ma soprattutto rispetto al tema che toccava da ultimo Lo Bello e che è un sistema di concorrenza che non si occupi semplicemente ed esclusivamente
Di costruire una legislazione di miglior favore per quel sistema di impresa che sceglie
La virtuosità nell'esercizio della propria attività economica
Ma che dia un senso all'articolo quarantuno dalla Costituzione senza metterlo in contrapposizione con l'articolo tre lo
Lo detta in maniera banale mano detta per semplificare
Allora
Io penso che noi abbiamo bisogno
Di fare alcune cose alcune scelte precise in questa fase politica
Quando diciamo che il tema del lavoro ritorno al centro dell'agenda della discussione politica oltre il titolo bisogna dare una coerenza rispetto allo svolgimento
Un sistema Paese che nasce e che di investire in una diversa politica industriale un diverso modello di sviluppo rimettendo le questioni che riguardano lo sviluppo
Del lavoro la dignità del lavoro e il sistema di impresa al centro
Mettendo il parametro del controllo di legalità e la ricostruzione di regole in campo economico decide di fare esattamente un percorso di continuità con le politiche che hanno destrutturato da un lato il mercato del lavoro dall'altro
La possibilità per il nostro sistema d'impresa di reggere una competizione internazionale non giocando solo ed esclusivamente sul tema dei costi e delle convenienze
I costi sono scaricati in maniera diciamo abbastanza intuibile
Sul lavoro sulla precarizzazione delle condizioni di lavoro
La competizione internazionale lo diceva da ultimo Lo Bello se non può essere giocata sul valore del prodotto e sul valore del processo di lavoro viene per forza di cose scaricata su mercati protetti
E oggi le illegalità e quello che determina la protezione di mercati all'interno delle quali il sistema di impresa che sceglie quella metodologia
A come unico strumento di autotutela la contiguità con sistemi illeciti
Possono essere fenomeni di corruzione possono esserci i nomi di sommersione possono essere fenomeni di contaminazione con la criminalità organizzata
Allora qui c'è una scelta di fondo
E noi pensiamo che questa scelta di fondo debba essere praticata certo che va affrontato anche dal punto di vista della correzione legislativa e normativa io la dicono con una battuta perché credo che il tempo sia sia poco
Noi abbiamo giudicato centotrentasei e centonovanta Codice delle leggi antimafia e legge anticorruzione
Lo dico in maniera lapidaria però giusto per dare il senso un'occasione mancata
La possibilità di costruire il riordino di tutta la legislazione antimafia nel nostro Paese
Era un'occasione fondamentale permettere la legalità in campo economico come precondizione ad un modello di sviluppo che avesse come coordinata anche quella della sostenibilità sociale
E dalla qualità del nostro modello di impresa e di produzione
Così come una legge anti corruzione
Avrebbe dato un parametro certo rispetto a ciò che noi immaginiamo nella ridefinizione nel ribilanciamento di ipotetiche continuamente vengono messi in discussione nel nostro Paese
Se posso permettermi di
Aggiungere una riflessione a quelle che faceva Lo Bello sul tema fine della Prima Repubblica ruolo e funzione dei grandi partiti anche come soggetti testimoniali
Dei valori costituenti la Repubblica italiana
Forse non è un caso e forse la nostra riflessione anche facendo riferimento alla prima parte della discussione che riguarda la pervasività dei fenomeni di corruzione a ciò che accaduto dopo Tangentopoli
Non è un caso che proprio in
Alla fine degli anni Ottanta inizio anni Novanta
Si discute nel nostro Paese il più grande processo di ben statalizzazione di disinvestimento pubblico in campo economico lo Stato passa da soggetto
Imprenditore a soggetto regolatore senza però definire quel quadro di regole certe
Che avrebbero consentito anche nel nostro Paese di tradurre il tema delle liberalizzazioni di mercati anche importanti
Soprattutto su fattori
Che hanno un grande impatto sul sistema economico perché sono precondizioni allo sviluppo penso per esempio a tutto il tema delle liberalizzazioni in campo infrastrutturale o delle telecomunicazioni avendo non normato e non regolamentato in maniera coerente
Con i principi dell'articolo quarantuno e soprattutto con le regole della concorrenza reale
In quella condizione noi abbiamo tradotto le liberalizzazioni nel nostro Paese del MEF nel modo peggiore possibile
Costruendo laddove esistevano delle titolarità pubblica in campo monopolistico settori importanti dell'economia
Anziché sviluppo e dinamismo grandi fattori di appropriazione da parte di soggetti privati che hanno capitalizzato non sempre
Attuando quelle regole di concorrenza come regole che realmente costituivano dei mercati liberi
Ma abbiamo costruito delle dimensioni di protezione
Che hanno
Poi
Tracciato anche
Tante delle inchieste che hanno messo in evidenza qual era la mappa del sistema di corruzione allora io penso che se noi
Che rappresentano una piccola parte intravediamo che c'è evidentemente qualche qualche elemento di convergenza
Tra
Qualità della programmazione pubblica
Rispetto alla ridefinizione delle regole normazione e politiche di sviluppo
E lei ricadute rispetto al tessuto economico e sociale e allora forse qui
Ovviamente ci dobbiamo porre il problema di quali correttivi all'anno normativa noi
Apportiamo forse la scelta prioritaria dovrebbe essere a monte
Qual è il modello di sviluppo e soprattutto qual è il modello di sostenibilità sociale alla quale mi Quartiani
Io penso noi riproponiamo continueremo a riproporre lo facciamo adesso nello specifico caso delle aziende confiscate potremo fare il caso degli appalti potremmo fare per esempio il caso di quanto per noi ha determinato
Anche in campo
Di capacità
Di dinamismo industriale la rispetto la mancata riforma oppure la riforma non adeguata del diritto societario nel nostro Paese si è fatto riferimento cui soltanto la parte che riguarda la penalizzazione dei reati societari
Ma realtà forse la riforma del diritto societario insieme a riformare la giustizia civile sono due degli elementi che maggiormente in porterebbero elementi di regolazione positiva
Nella concorrenza nella concorrenza tra imprese concludo perché credo di essere stata
Già già abbastanza abbastanza lunga
L'illegalità nel sistema economico agisce su tre livelli che intersecano tutte e tre il lavoro in maniera determinante
Se noi vogliamo costruire un'opzione che guarda soprattutto e ne parliamo se ne parla tanto se ne parlerà nei prossimi mesi ancor di più non di un piano straordinario per l'occupazione
Un piano straordinario dello computer l'occupazione non può essere finanziato solo ed esclusivamente con le risorse messe a disposizione la garanzia giovani dell'Europa un piano straordinario per l'occupazione giovanile oggi può essere
Se messo in coerenza con un diverso paradigma dello sviluppo che mettano in campo di cui la legalità diventa uno dei fattori fondamentali quasi tre costitutivi cioè si fa un pacchetto
Prima di costruire i piani per l'occupazione
E il patto è che l'impresa che beneficia di quel sistema di incentivazione positiva a cui faceva riferimento Lo Bello
Il lavoro che viene prodotto a come coordinata l'innovazione non innovazione semplicemente nel tipo di impiego o nel tipo di
Produzione l'innovazione nei sistemi di regolazione
Che significa per il mercato del lavoro una cosa fondamentale che noi aboliamo il principio della precarizzazione dei rapporti di lavoro come unica dimensione
Che può creare promozione
Di
Creazione di posti di lavoro
E che abboniamo il principio che il sistema anche di
Creazione di nuova occupazione può essere giocato solo ed esclusivamente
Su quelli che sono i piccoli mercati residuali che oggi
Persistono nel nostro Paese
Perché o noi facciamo un salto in avanti oppure il sistema
Di quella parte di economia illegale che è contaminata dall'economia elegante rischia di essere più avanti di quanto non siamo noi
Menti ste di Trapani se ci dicono qualche cosa così come il sistema lombardo se ci dice qualche cosa
E che mentre il sistema di impresa
E il lavoro fanno fatica a difendere un sistema di regole al proprio interno e guardando all'esterno che metta la legalità al centro
Chi non fa questa scelta e chi non è starci da questa responsabilità oggi che l'unico soggetto che forse in grado di reggere la sfida
Un polo hanno favorito trent'anni vent'anni di politiche in cui i ministri del lavoro che succedevano dicevano
Che l'economia sommersa è funzionale al mercato che c'è bisogno di maggiore deregolamentazione sarà un caso che per esempio dopo le inchieste sulla pena
Uno dei parametri che ha diminuito il livello di rischio rispetto alle infiltrazioni ma anche rispetto alla corruzione è stato a dire un'attenzione spasmodica
All'attuazione di tutte le norme che riguardavano la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro
Perché forse noi
Se facciamo bene attenzione al fatto che ricostruendo il processo dal basso cioè dal modo in cui si esercita il lavoro li possiamo avere la stragrande maggioranza degli anticorpi
Verso la contaminazione verso la corruzione dei processi di processi in campo economico facciamo
Facciamo una cosa opportuna allora a livello di attività economica
Turbativa nel sistema dei pezzi che per noi
Significa dumping salariale
Abbiamo voglia di discuterne ma finché non è avremmo un costo dell'illegalità economica che pesa tanto
Sullo sviluppo noi non potremmo mai liberare risorse che da un lato vengono canalizzate attraverso la finanza pubblica che mi vede sottratti come danno erariale risorse a implementazione di sviluppo corretto
Dall'altro non potremo mai liberare risorse che le imprese possono mettere a disponibilità come massa salariale
E infine
Ma su questo penso che
Siamo tutti d'accordo
Economia sommersa per passione dalla criminalità e corruzione sono tre fenomeni che hanno bisogno di strumenti di contrasto
Gli strumenti di contrasto che abbiamo ad oggi non sono sufficientemente sono adeguati
Ci vuole però una volontà politica determinante questa volontà politica determinata c'è in un pezzo di economia reale del Paese c'è un pezzo della rappresentanza sociale di questo Paese non c'è
In gran parte della rappresentanza istituzionale che anche oggi ha responsabilità di cure questo diventa un più
Tot centrale e fondamentale allora ma non bene le iniziative in cui facciamo delle riflessioni però siccome
Il tema è qual è il futuro di questo Paese neanche come noi cambiamo l'orientamento della politica economica di questo Paese ma anche e soprattutto in Europa
Anche riprendere questa discussione e poterlo fare rappresentando la dimensione sociale la dimensione economica e anche la dimensione che riguarda i procedimenti giudiziari e le riforme necessarie dal punto di vista normativo
E l'unica strada possibile per costruire
Un movimento
Di opinione
Che riprenda questi come temi centrali in un dibattito politico e che è vero che impongano
In un'agenda politica che oggi sembra distratta e distolta su altro se c'è qualche partito che pensa che questa sia la stagione politica in cui bisogna depenalizzare il reato da concorso esterno
Per associazione mafiosa evidentemente discutiamo di tante cose molto diverse tra loro
Grazie serena ora l'ultimo intervento Ivan Cicconi direttore diritto a calci parlerà del sistema degli appalti
Ma voglio che tutti intanto nati in trance assente
Nell'ultimo decennio ma il primo
è il primo ed unico invito Caputo come direttore ditta che ha parlato di questo tema
Spero che non sia l'ultimo
Che sia
Momento di riflessione indispensabile teatrali
Affrontare il tema del
Corruzione
Nella nota che stante la distribuite in cartella sono contenuti degli appunti sul mio intervento
In particolare ho cercato di vedere un segnalare dieci proposte normative
Sul tema dei contratti pubblici
Che mi paiono emblematiche delle possibilità tra
Di intervento per contrastare
La corruzione e che derivano Perrotta
Un'analisi dei fenomeni che vorrei
Molto brevemente riprendere con timido gran parte delle analisi che sono state tante vorrei mettere in evidenza due elementi fondamentali
Che in qualche modo hanno indotto un cambiamento sostanziale
Nel rapporto fra il pubblico
Perché il privato
Quindici da
Vannucci che abbiamo un'esigenza anche di conoscenza più puntuale del fermo buttata della corruzione
Riprendo il dato che circola ormai da qualche anno
Messo in campo dalla Corte dei conti ripreso continuamente il costo della corruzione di sessanta miliardi alla
Il valore dei bandi di gara dagli osservatori dei siti delle pressioni in uno uno per contratti pubblici di Quintino usura appalti ma anche concessioni e di settanta miliardi di
Il valore complessivo dei contratti secondo i dati dell'autorità di vigilanza
Dei contratti pubblici nel due mila undici è stato di cento sei miliardi di euro
Ecco se
Per sessanta miliardi come costo della corruzione
Intendiamo delle tangenti
Io penso che siamo molto lontani dalla realtà
E d'altro canto anche questo dato fornito dalla Corte dei conti non è stato mai perché se è stato motivato
Non c'è nessuna illustrazione puntuale dal continente questo dato pietre
Non era sicuramente attinente al reato di corruzione e concussione
Anche perché
è vero quello che diceva godere Panucci ma se noi prendiamo
I dati delle condanne
Per corruzione e concussione
Nel quinquennio due mila e sei
Novantasei domenica
Abbiamo una media di condanne che vada a mille otto a mille sei condanne alla
Nel chiunque il mio due mila quattro due mila otto
O la media delle contando nei oscilla tra trecento e duecento
Meno di un quinto
Lavoro nomini magistrati io non credo è cambiato il rapporto fra la politica e di affetto
Lo diceva Prosperi
Uno dei fenomeni più significativi dei dell'ultimo decennio quindicennio
E la privatizzazione della spesa pubblica
Da due punti di vista
Primo con la privatizzazioni degli istituti contrattuali
Noi possiamo dar la famosa legge Merloni anti Tangentopoli del novantaquattro
Nella quale si potevano fare gli appalti
Che solo gli appalti se c'erano tre presupposti fondamentali le risorse a disposizione
Il progetto esecutivo e la programmazione
Noi nell'arco di quindici anni abbiamo cambiato radicalmente quest'anno
Abbiamo istituti contrattuali nei quali una volta individuato con gara ad evidenza pubblica l'operatore economico si wet le regole del diritto privato in un più quelle del Codice dei contratti
Il contraente generale quello cosiddetto general contractor eh questo
Applicare il Codice civile nonché il Codice dei contratti pubblici una volta individuato cioè è libero di scegliere il progettista è libero di scegliere l'impresa che vuole
E quello che nomina il direttore dei lavori eccetera eccetera
Lo stesso nel contratto di concessione ancor più nel così detto procedette financing
Abbiamo cioè introdotto degli istituti contrattuali Terni quasi il rapporto
Resterà l'operatore gestore del contratto e delle relazioni conseguente lì sono andate nel diritto Rita
Con istituti contrattuali assolutamente nomadi si ripete
Che il progetto e finanza in che di derivazione europea che il general contractor di interpretazione europee sono istituti contrattuali assolutamente anomali non previsti dalle direttive europee
Il contraente generale così come definito dalla legge obiettivo e a mio avviso in netto contrasto con le direttive europee
E lo stesso la procedura del cosiddetto progetto e finanza intreccio e la possibilità offertagli operatori privati
Di proporre
La concessione
Per la realizzazione di un'opera pubblica nel soggetto pubblico è una procedura che abbiamo solo ed esclusivamente nuovi negli altri Paesi c'è solo
L'istituto contrattuale della concessione ha detto iniziativa
Insieme a questo Prosperini giustamente sottolineava il fatto della moltiplicazione dei delle società di diritto privato
Controllate direttamente o indirettamente dallo Stato dalla Regione degli enti locali
Nelle quali pure il contrasto del reato di corruzione in relazione alle cose che sono state sottolineate l'assenza sostanziale per il nostro ordinamento del reato di corruzione tra privati
Impedisce in qualche modo la magistratura di perseguire realtà di questo
Stiamo parlando di circa finti militari S.p.A. S.r.l. controllate direttamente dallo Stato dalle Regioni ticket enti locali
Rispetto all'anno situazione prima all'inizio degli anni Novanta prima di Tangentopoli nella quale repertammo mille cinquecento due mila Soc città di diritto pubblico
ANAS TFS Area no enti nazionali
Le aziende municipalizzate erano Zenti di diritto pubblico regolate pertinenti comunque passiamo da duemila società di diritto pubblico avvinti mila società
Di diritto
Per privato
La privatizzazione degli istituti contrattuali
E lo spostamento della spesa pubblica in settori strategici intenti mila società di diritto privato
Fa il paio con i processi che in parte sottolineava confermerà Sorrentino ma che vorrei riprendere in maniera più mirata nel processo di
Ristrutturazione che avvenuto negli apparati produttivi
A partire soprattutto dalla grande impresa
Modello della grande impresa cosiddetta post fordista te la trasformazione dei cento mila lavoratori dipendenti a tempo determinato in centomila appaltatori
Questo è il modello dell'impresa che abbiamo
Ovviamente con un'articolazione un po'più complessa rispetto a questa semplificazione
E processi di cosiddetto outsourcing che di impresa vigneti le terminologie anglosassoni e del management e si sprecano
A attraverso una catena di appalti e subappalti che scarica verso il basso la competizione
Sulle piccole e medie imprese ed sui fattori
Modello di ristrutturazione e abbiamo avuto in questi ultimi anni è un modello di impresa che tende a ville cantavo Earth per essere più precisi sul piano scientifico
Che cerca di scappare dalle regole storicamente determinate in un contesto completamente
Questo modello per perseguire questo obiettivo della sua decomposizione della trasformazione
Di cento mila lavoratori a tempo indeterminato in cento mila appaltatori ha bisogno di scappare da quelle regole codificate con i contratti collettivi piuttosto che
Con le norme sul Gwen fare sul quale si è
Costituito e si sono costruttive costruite le politiche cosiddette che disse
La composizione di questi due elementi
La grande impresa diventata scatola vuota
Che appalta subappalta a catena e le attività
E la privatizzazione degli istituti contrattuali e della spesa pubblica nelle società di diritto privato
Ha determinato una condizione completamente diversa rispetto al passato
L'intercambiabilità deboli
La tangente non è più necessaria
Per finanziare dei partitico ormai sono diventati dei partiti
Io a differenza di Vannucci utilizzo spesso il termine la metafora della liquidità prendendo a prestito
Da Bari
Penso che sia un termine corretto appunto perché le formiche solide
E avevamo nel passato
Anche per quanto riguarda i partiti
Cioè noi passiamo
Per riferirci a figure chiave
Da città arrivisti aggreganti
I tesorieri del due mila maggiori partiti del passato
A del sito illustri
E comunque questa penetrazione questa
Privatizzazione della spesa pubblica
Determina una condizione completamente diverso sa rispetto alle condizioni che aveva davanti
Le indagini di Mani pulite
Le indagini di Mani pulite hanno utilizzato tre reati fondamentali
Soprattutto al reato di corruzione
E i due collegati l'abuso d'ufficio il falso in bilancio
Perché il rapporto era fra un soggetto pubblico
Solido e un soggetto privato altrettanto soli
A della privatizzazione di questo sistema di relazioni la possibilità di perseguire questi reati ormai
L'abuso d'ufficio il falso in bilancio perché sostanzialmente depenalizzati la contestazione del reato di corruzione
Non in quanto termine generico ma in quanto reato
E diventato sempre più difficile se non impossibile in alcune delle condizioni
Particolare
Ultima considerazione di analisi
E che
Questa grande impresa scatola
Che spinge e che si relazioni con il pubblico in questo modo
Ha avuto anche la possibilità con il Governo per l'
Con le modifiche intervenute sempre nella legge anti per cento Merloni
Con la
Cambiamento della definizione del contratto di concessione la possibilità di un'alleanza forte con il mondo finanziario e la realizzazione di interventi sulle grandi opere
Che determina un debito pubblico occultato
Nella contabilità privata
Nel due mila e due per favorire le architetture contrattuali finanziarie delle grandi opere a prescindere dalla valutazione che abbiamo verrebbe
è stata modificata la definizione della concessione
La legge anti Tangentopoli giustamente aveva recepito la direttiva europea
Di cento che il corrispettivo della concessione è unicamente il diritto di gestire
Eventualmente accompagnato da un paletto so che il committente pubblico poteva pagare ma che non poteva essere superiore al cinquanta per cento dell'importo dell'opera
Nel due mila e due questo limite del cinquanta per cento viene cancellato
E dal due mila e due esplodono gli affidamenti in concessione occorre nitrile quel cosiddetto progetti al Senato
Operazioni nelle quali
Il committente pubblico si impegna sul cento per cento
Attraverso canoni interna tutta la durata della concessione
Ma per un debito pubblica tutti gli assetti che nella contabilità della Società di Progetto
Che emerge solo anno per anno negli anni successivi nella contabilità del soggetto pubblico come spesa corrente
Stiamo parlando vi affidamenti di questo tipo dal due mila due in poi per un valore di circa duecento miliardi di euro
Dei quali per il novanta per cento è Trezzo quinti impegno del committente pubblico quindi stiamo parlando di un debito pubblico di centottanta miliardi di euro
Occultati nella contabilità delle Società di progetto che gestiscono i cosiddetti
Se a questi associamo il DDT delle società partecipate
Potere capite che altro che altro debito occultato la contabilità
Perché i due miliardi e cento milioni di euro euro di debiti a lungo termine di era stata
Ho i quattro miliardi di debiti di accerta
Ho i tre miliardi e cinquecento milioni di euro Tirrenia spara non sono un nella contabilità del Comune di Bologna del Comune di promuovere come
Intorno
Per questo per chiudere
Le proposte che si possono fare
Sulle quali
Approfondire ulteriormente questo tema vi ho sintetizzato in queste
Brevissime note che percorro cattiva
L'obbligo per la stazione appaltante della pubblicazione sul profilo di committente già definito dal Codice dei contratti tutelati
Qui c'è il richiamo che faceva il Ministro sulla legge
Sulla trasparenza
Decreto legislativo trenta del tre settembre due mila ettari dicci perché sicuramente se entrare
Il problema e l'efficacia di queste norme l'applicazione effettiva
Altra norma
Che determinerebbe una possibilità di contrasto della CNIL Cardiff organizzata estremamente efficace e l'applicazione dell'articolo centodiciotto
Del decreto legislativo centosessantatré
Una norma in vigore da molto tempo l'obbligo per tutti gli appaltatori di comunicare dalla stazione appaltante tutti i nomi dei sub contraente
Capite perfettamente l'importanza di questa norma nel momento in cui il modello di impresa potere quello che abbiamo abbiamo descritto
Bene questa norma non è applicata da nessun ente ma non a Palermo libera e Catania
Una
A Milano come a Bologna come a Torino
Qualsiasi provvede il Comune
Capoluogo
Basterebbe imporre
Votare questa norma nei contratti di affidamento degli appalti pubblici per aprire la tracciabilità finanziaria introdotta con la legge centotrentasei è rimasta nella legge centotrentasei
Basterebbe una maschera
Ditta recanti nomine del sumo contraente importo io oggetto questo chiede la legge
E imporrà l'appaltatore di comunicare questa semplice informazione e l'impegno di trentasei punti
Una frazione di secondo per rinviarla lontano committente pubblico realizzando una trasparenza totale sulla gestione dei contratti pubblici
Come strumento operato essenziale se si vuole come
Vado rapidamente potere chiudo sono alcune proposte sulle
Centrali di committenza che stazione unica appaltante altro venne
Introdotto dalla legge centotrentasei neanche qui senza obbligo
Dal primo
Di aprile i Comuni sotto cinque vivere sotto i cinque mila abitanti se appunto la legge i provvedimenti presi dal Governo Monti non possono più fare appalti pubblici
Di questa norma comuni indagine che abbiamo fatto comitati a nei mesi scorsi
I comuni sotto cinquemila abitanti per l'ottantacinque per cento non si sono poste il problema opporre nulla
Le norme che introduciamo sono queste
Basta introdurre l'obbligo di ricorrere alle stazioni appaltanti uniche e imporre alle regioni alle province
Agli uffici che fanno già gli appalti di farli anche votare per questi enti locali
Stabilendo però anche delle sanzioni potere piatti
Non pagati in questa direzione
Ultime considerazioni in queste proposte ultra interventi specifici
Diciamo sul Codice dei contratti pubblici
Pongo due punti te risolvo solo in una battuta cancellarle zero dal nostro ordinamento le norme straordinarie introdotte con la legge obiettivo
Quello che oggi e portato nel capo quarto Titolo terzo parte seconda del decreto legislativo centosessantatré
Ultima questione qui
Si apre un capitolo enormi lo pongo come questione fondamentale
Perché in questo contesto di privatizzazione del sistema di relazione
Nel quale regolamentiamo l'attività dell'operatore
Pubblico impellente per correttezza
Il soggetto il dominus
Di questo sistema di relazioni dietro le quinte e il partito politico e
Nelle amministrazioni pubbliche potere c'è una presenza dei partiti nelle società nelle venti mila società le nomine sono senza alcuna procedura pubblicistica
Che nelle aziende di diritto pubblico c'erano
Vengono nominati gli appalti
Partito diventato un dominus fondamentale
Di un'economia pubblica che si relaziona con il soggetto privato in un regime privatistico
Stiamo parlando di settori fondamentali trasporti Energia
Ambiente acqua eccetera eccetera settori strategici per qualsiasi idea di politica
Bene noi possiamo fare tutte le regole di questo mondo
Se non c'è una regola
E una definizione di questo dominus
Qualsiasi ipotesi di trasparenza
Ho di definizione di contrasto
Dell'illegalità diventa sicuramente molto
Penso che sia diventato estremamente attuale alcuni sono stanno ponendo
Va posto in termini di corretti e più precisi la definizione della prima parte dell'articolo quarantanove della Costituzione
Si dice bisogna applicarlo Prontera purtroppo è una definizione di compromesso che è avvenuta nel costituente
Per l'opposizione in particolare di Togliatti in contrasto con l'Ente Cassa
La prima parte della Costituzione i cittadini sono liberi di organizzarsi in partiti politici
Questa libertà non è stata qualificata
Oltre perché c'è stata potrà all'opposizione del Partito comunista che non fuori darla regolamentazione
Dopodiché nel dopoguerra abbiamo conosciuto delle prassi del dei partiti di
Come delle prassi democratiche vere
Dopo Tangentopoli
Abbiamo partitiche sono tutto e le contrari tutto se non ripartiamo dagli
Il contrasto della corruzione dei legalità potere diventa sicuramente molto più difficile grazie
Grazie
La parola andandola
Penso che
Si sia svolta questa mattina è una giornata
Veramente straordinaria io sono molto colpito
Da la quantità di cose che ho ascoltato dalla quantità delle cose che ho imparato
Penso che sarà molto utile
Produrre gli atti
Di questo convegno
Perché
Le due cose che
Mi colpiscono di più
Sono le seguenti
Parlare di corruzione significa attraversare con lo sguardo critico conoscitivo l'organizzazione dello Stato il modello di sviluppo le formazioni economiche
Non svolgere
Un compitino domestico di retorica dell'etica
Per la seconda cosa che mi colpisce molto e che
Davvero la corruzione che un tempo
Definiva una significativa patologia oggi definisce una globale fisiologica della vita pubblica
La corruzione non è più quella di un tempo
Un fondamento una strutturazione di un modello sociale complessivo
Già allora
Se posso poche cose
Ad integrazione di tutto quello che ho ascoltato
Io penso che
Ci siano per ragioni di lunghissimo periodo
Che spiegano la particolare la speciale vulnerabilità del nostro Paese alla penetrazione della corruzione
In particolare
Mi ha colpito molto l'argomentazione di Ivan Lo Bello su
I partiti di massa del dopoguerra come costruttori dello Stato la Democrazia Cristiana il Partito comunista perché è una tesi
Non è soltanto una tesi suggestiva è una tesi credo che abbia
Un fondamento reale il Partito comunista
Che anche con una battaglia
Politico culturale non semplice cerca di portare le Plebis rurali e urbane dalla dimensione del ribellismo alla dimensione della costruzione della democrazia
E attenzione il ribellismo in alcune aree del Paese era per esempio connivenza con fenomeni di criminalità organizzata
I comunisti in
Calabria guardavano alla 'ndrangheta con me all'erede del banditismo
C'è voluta una lunga lotta per potersi emancipare da quel tipo di subalternità culturale
E la democrazia cristiana come principale artefice della trama dei corpi intermedi della società e quindi dalla pancia sociale della nostra
Democrazia ma questo è figlio del fatto
Che l'Italia
Era una realtà incompiuta aveva avuto non una grande rivoluzione borghese aveva avuto
Diciamo la vicenda risorgimentale con i suoi compromessi e le sue mediocrità
E
L'assenza dell'ottantanove cito Gramsci
E
La ragione della scarsa qualità
Dirigente della borghesia italiana una delle peggiori borghesia d'Europa questo
Il punto e da questo punto diciamo si diramano moltissime conseguenze inclusa
La strutturazione di una pubblica amministrazione che ontologicamente ancillare nei confronti dei sistemi di potere
Ma servitori dello Stato non servitori e dei cittadini non servitori della democrazia ma servi del potere ecco
Diciamo
Secondo una antica classificazione
Io penso che questo che e l'elemento badate paradossalmente che torna
Tutte le operazioni finto Qatar artiche che vengono messe in campo per fusti gare la pubblica amministrazione in quanto portatrice
Di degrado spreco e dissipazione di virtù
Ma il modello Brunetta della
Persecuzione moralistica senza individuare diciamo il fatto che
L'indipendenza l'autonomia la professionalità il merito della pubblica amministrazione sono impedite
Sono processi impediti quando in un Paese come l'Italia per anni anni e c'è il blocco del turnover quando non c'è ricambio nei ranghi della burocrazia
Si determina diciamo una oggettiva condizione di permeabilità a fenomeni corruttivi
La chiusura l'autoreferenzialità l'arretratezza culturale perché se non c'è ricambio generazionale una pubblica amministrazione che oggi
Non conosce internet il diritto comunitario delle lingue è una pubblica amministrazione atrofizzata e per questa via incapace di dare delle risposte e per questa via le risposte
Rischiano di essere diciamo inseguite attraverso modalità
Illegali
Io penso che ci dobbiamo dire che tutto questo avviene in un contesto
Di
Mutazione epocale della cultura generale
Io son contento quando Ivan Lo Bello
In qualche maniera introduce una distinzione tra
Libero mercato regole della concorrenza e liberismo
Il paradigma liberista di riorganizzazione del mondo ha attinenza anche con me alle questioni di cui stiamo parlando
Credo che si sia riorganizzato il mondo attorno al paradigma totalitario del culto del mito della proprietà privata e che anche l'organizzazione della legge e a tutela diciamo
Di una
Rappresentazione ipertrofica del valore della proprietà privata diventa ipertrofica perché ha
Totale detrimento della proprietà pubblica dei beni comuni
C'è
Persino come posso dire
L'idea che la proprietà pubblica sia in sé portatrice di corruzione e che la possibilità della privatizzazione e anche una possibilità di moralizzazione
Questo discorso costruito sulle vicende
Sì superstizioni ideologiche e non ha maiali nessun tipo di verifica le cose che ha detto poco fa
Ivan Cicconi sono coste la grandemente occultate scientificamente occultate sono cose di cui è impossibile discutere perché come
Ci ha detto Vannucci il fenomeno della corruzione per quanto ridondante nella rappresentazione mediatica o nella polemica politica è un fenomeno largamente sconosciuto è un fenomeno largamente non monitorato
E allora
Il primo punto è questo e se posso dirlo tra
Gli elementi mitologici che hanno accompagnato questo progressivo
Allontanamento del tema
Del di tutto ciò che è pubblico e del suo valore c'è
Il mito della società civile che cos'è la corruzione nella vulgata mediatica
Nel senso comune vere la tipica propensione della politica ad abusare delle proprie prerogative
Chi sono cosa sono i politici sono i corrotti per antonomasia in questa vulgata sparisce un soggetto fondamentale acché si determini la corruzione sparisce il corruttore
Sul banco degli imputati ci sono soltanto i corrotti non ci sono mai corruttori Beretta dico a Ivan con
Molta amicizia possibile che Confindustria non abbia
Voglia di dire una parola al netto delle evidenze giudiziarie sul caso IVA su come esso sia uno spaccato del capitalismo italiano di come esso funziona concretamente
Lasciamo perdere
Diciamo
Le le vicende specifiche trattate dalla magistratura tarantina ma le vicende trattate della magistratura milanese a proposito di questa importante famiglia del capitalismo italiano
Non meritano un giudizio no una presa in carico di una responsabilità
Ecco
Altrimenti diciamo tra gli ingredienti della discussione manca uno fondamentale
E questo è
Stato agevolato in qualche maniera esattamente dalla rappresentazione della società politica con me
Metà pozzanghera e della società civile come luogo verginale minacciato dai tentacoli della società politica
Nella società civile voi sapete milita per intero il sistema economico no quando torno su alcune inchieste
Le inchieste che riguardano il ciclo dei rifiuti in Campania per esempio ne parla chi ha
Aiutato la Campania prendendo sui quattrocento mila tonnellate di rifiuti a uscire dall'emergenza ma lì
Al di là diciamo delle vicende dittu impossibili pubblici amministratori o funzionari corrotti al di là di tutto questo una riff esso nel suo ruolo della grande impresa per esempio nella vicenda della costruzione del termovalorizzatore di Acerra oppure una discussione sul fatto che il grosso delle aziende del Nord venivano smaltire in Campania perché evidentemente trovavano più conveniente lo smaltimento sottoposto fatto anche con la camorra una riflessione su questo non compare mai
Quando noi ci siamo ribellati all'idea che la mafia fosse un problema etnico territoriale abbiamo naturalmente detto guardate
ICRAM si stanno insediando in tutto il nord
Ma è anche vero il contrario lei grandi imprese che sono scesi al sud hanno sempre selezionato gli ascensori di mafia per arrivare prima e per arrivare al meglio non perché fossero ecco
Vittime o costretti
Ma
Fincantieri dal sentendo giù a Palermo
Ma la lega delle cooperative scendendo giù in Calabria Amman saldo andando Gioia Tauro
Ma erano veramente in una condizione di costrizione oppure invece c'è una storia del capitalismo italiano e non cito la Standa e le altre vicende c'è una storia del capitalismo italiano
Che non ha voluto offre affrontare i nodi
Di una compromissione talvolta di sistema nei confronti delle dinamiche dell'illegalità mo'e anche della
Criminalità organizzata allo c'è il quadro della storia italiana della sua la fragile
La fragilità della borghesia italiana c'è una storia che è legata al contesto della rivoluzione liberista mondiale
Il primo in Italia c'è un fatto specifico che in questo contesto di mutazione epocale
La classe dirigente che in
Carnali animali spiriti del liberismo
USA Lille gravissimo come uno dei dei temi della costruzione egemonica cioè non è soltanto
L'illegalità moltiplico delle classi dirigenti Gramsci diceva il suo pessimismo dall'alto
E l'illegalità Monava occulto e l'illegalità mo'esibito e l'illegalità la pedagogia dell'illegalità mo'che c'è
Nella richiesta dei condoni fiscali edilizi e questo è
Appunto
Società Civile Società politica si incontrano e si sposano sulle convenienze di un modello illegali lista di organizzazioni della società e qui forse
Occorre
Non prendere scorciatoie la scorciatoia del tutto repressione la scorciatoia del galateo dell'antimafia
Siamo di fronte a una sottrazione degli oggetti all'ammissibilità persino superficiale dell'opinione pubblica dove la mafia
Quanto alla mafia ma
Nella mia città improvvisamente c'è una strage Bari
Ma
Da quanto tempo
Non sappiamo nulla di una Commissione antimafia di un'analisi di che cosa sta facendo Cosa nostra di cosa sta facendo la camorra di cosa sta facendo la 'ndrangheta noi
Abbiamo vissuto un'opera di
Sterilizzazione dell'antimafia ridotta galateo o a raccolta di repertori di atti giudiziari
Senza nessuna capacità di illuminazione diciamo della radice dei fenomeni e dei meccanismi della loro riproduzione
Tre
La sterilizzazione dell'antimafia parlo della politica da questo punto di vista e vera funzionale alla riduzione dei fenomeni mafiosi a
Diciamo pura criminologica
Non la mafia come noi sappiamo come costruttore di modello di sviluppo come selettore di classi dirigenti la mafia e le sue profonde implicazioni con la vicenda socio-politica globale del nostro Paese ma scusate
C'è un giudice che ha chiesto nove anni di carcere per il capo del rosso in questo Paese
C'è una discussione politica su questo non un pettegolezzo non una discussione impressionisti Ka non voglio tra
Fare delle conseguenze che devono essere tratte soltanto nelle aule di giustizia quando sarà completato un di più pubblico dibattimento
Ma la politica tace la politica e muta
Le legatissimo e anche talvolta la discussione pubblica sulla scelta di un questore da parte di pezzi di classe politica sulla scelta di un prefetto cioè
Io credo che noi siamo
In una precipizio ecco questo vorrei dire e che
Proprio ciclicamente le impennate effervescenti di discussione su questo oggetto
Servono a produrre fenomeni di repentina rimozione dello stesso cioè noi evochiamo il demonio con la logica delle forzista
Poi cerchiamo soprattutto di toglierci la visione del fenomeno davanti a noi
C'è un altro elemento che è emerso nella discussione
A proposito credo ne ha parlato Fiorenza Sarzanini parlando di
Per esempio della cricca di anemone Balducci ora lasciate da parte la cricca lasciate da parte la l'inchiesta penale
CU una lezione che riguarda l'organizzazione della società e dello Stato il modello emergenziale di
Risposta
A situazioni complesse
Drammatiche
E o no un modello che si porta nella propria pancia la creatura dell'illegalità e mo'
Perché il modello che usa l'alibi delle situazioni particolarmente urgenti e complesse per procedere in deroga alle vigenti norme e per poter legittimare
Un meccanismo di intervento sottratto a qualunque controllo di legalità
Quando io sono diventato commissario per l'emergenza straordinaria dei rifiuti
Dopo un mese ho chiesto all'allora Presidente del Consiglio di sciogliere
Il commissariamento perché l'idea che mi sono formato sul campo è la seguente l'emergenza e il prodotto dell'emergenza
La il ciclo emergenziale un ciclo di produzione dell'emergenza perché
L'emergenza che cosa fa se dopo quattordici anni un territorio dopo quattordici anni di gestione emergenziale non è
Neanche capace di costruire un progetto un minimo di pianificazione
Vuol dire che
L'emergenza sia per Nizza cioè
Fa la condizione diciamo così che dovrebbe essere
Di catturare l'insorgenza improvvisa e le eredità di un fenomeno in realtà diventa una modalità permanente perenne e quindi Twitter Nizzi
L'essere in deroga dalle vigenti norme eternit film occultamento del processo produttivo che si genera e quindi secondo me l'illegalità
Diventa
Ecco questo è il punto diventa sistema
Vannucci ci dice le illegalità diventa sistema si struttura c'è un tariffario c'è un vocabolario c'è un codice che
La banalizzare la rende ordinaria Cicconi ci dice il livello di mutazione
Della forma capitalistica reale e tale che non c'è più manco bisogno della mazzetta perché lì l'illegalità e a monte introitata ed è un processo di
Impoverimento sociale
Le e di
Privatizzazione della ricchezza e anche di produzione a memoria futura del debito pubblico sulla privatizzazione effettiva
Approfitto per dire una cosa
Io penso che
La legalità il controllo sociale e la democrazia siano parole strettamente intrecciate nozioni strettamente intrecciate
Ho fatto un'esperienza
Ho fatto un'esperienza che ha avuto molta fortuna o finanziato
Ho un
Progetto di dematerializzazione del fascicolo del Pubblico Ministero in un ufficio di Procura Procura di Lecce due milioni e mezzo di euro
Questo progetto è stato straordinario perché si è ispirato al al diciamo quello che si chiama pre commercio al procuro mento cioè all'idea che tu devi costruire
Un un appalto
Un'offerta
Partendo da una ricognizione puntuale della domanda
Perché il Ministero della giustizia a speso so un miliardo di euro in pochi anni in processi di informatizzazione che sono tutti quanti falliti
Il processo di informatizzazione a che fare con l'abbattimento radicale dei tempi del processo a che fare con la socializzazione delle informazioni
A che fare con la semplificazione dell'attività investigativa no quindi una partita gigantesca perché falliscono i processi di informatizzazione del Ministero perché normalmente si compara
Da
Dal supermarket delle multinazionali un abito che non veste bene
Perché bisogna costruire tagliare e cucire quest'abito su un corpo di domande e di bisogni conoscitivi molto complesso molto ricco
Allora al Ministro della Giustizia era Angelino Alfano affermato con me un protocollo di intesa perché questi prodotti progetto Aurora e progetto ogni office così si chiamano
Che oggi sono stati dalla Regione Puglia estesi a tutti gli uffici di Procura
E che si stanno evolvendo perché dal PM possano passare al G pal butto possano salire su per li rami fino ai gradi più alti
è un prototipo efficiente celebrato che magistrati pugliesi si può tornare immediatamente nel Paese ma
Fatto un protocollo d'intesa diciamo costruito su questo anche un convegno nella città di Bari tutto si è interrotto
Non si capisce il perché non succede nulla perché non va avanti e a fronte della denegata giustizia dei cittadini l'idea che si perda l'occasione di
Offrire uno strumento concreto diciamo
Di deflazione dei tempi della giustizia per quello che mi riguarda un problema molto serio
Io penso che poi faremmo bene diciamo negli ulteriori approfondimenti questo è un un primo momento di discussione tra di noi a radiografare i flussi di tutti i trasferimenti finanziari per come avvengono
Ne cito qualcuno la spesa europea
è difficile oggi non mettere gli occhi lì anche perché
Soprattutto per le Regioni dell'Obiettivo convergenza il grosso delle risorse finanziarie sono né salvata nei salvadanai europei
Ma allora lì sono dei problemi che generano oggettivamente diciamo un terreno
Vergine e fare ostile per i fenomeni corruttivi e dico qualcuno di questi temi la discrasia totale tra leggi e regolamenti europei e leggi e regolamenti nazionali
è una discrasia che
Determina un permanente corto circuito
Per esempio nella qualità della spessa nella qualità dei controlli sulla spesa
Qualità della spesa
Quale è stato il principale problema di tutta la spesa europea badate parliamo di di una delle diciamo dei delle rubriche più importanti della della vita pubblica italiana
La polverizzazione della spesa
Accolto anche quando si cita il problema lo si cita come se fosse una questione legata alla modalità di scrittura dei piani operativi della pianificazione regionale
La polverizzazione della spesa è una necessità del sistema clientelare della riproduzione degli apparati di potere
Perché a corrispondenza con la polverizzazione localistica con la polverizzazione lobbistica con la polverizzazione dei
Diciamo così del sistema di impresa che ha fatto fatica a riorganizzarsi avrete e come sistema produttivo allora
C'è una relazione tra
La corruzione
E la modalità con cui viene
Effettivamente
Costruita la macchina ingarbugliata disastrata dei trasferimenti e delle rendicontazioni con Bruxelles questo è un problema è un problema serissimo questo qua
Bruxelles a me dice che in tre anni io devo farmi venire un'idea
Devo trasformarla in un progetto devo trasformare il progetto il progetto esecutivo devo appaltare l'opera devo aggiudicare a un vincitore la l'inizio dei lavori devo tagliare il nastro dell'opera costruita in tre anni
In Italia ci vogliono mediamente Ivan Lo sa benissimo dai dodici ai vent'anni per realizzare quello che l'unica moneta disposizione che io mi dice che devo fare in tre anni
Pena definanziamento perdita diciamo di di moneta europea
In questo ambito di difficoltà e di opacità gli unici che sono attrezzati
A navigare nel mare in tempesta sono gli esperti di distrazione di risorse pubbliche i corrotti e corruttori nella opacità
Nella giungla anche normativa si trovano a loro agio
La cosa che diceva ora fra che diceva al all'inizio Francesco Forgione
Ma
Cosa bisogna fare quando tu c'hai un problema davanti e ai
Ventuno mila leggi
Regolano la vita dello Stato in Italia più le leggi comunitarie e i regolamenti comunitari più le leggi regionali no
Quando tu entri in una materia che oggi per esempio interessa molto l'autorità giudiziaria
A che fare con una geografia vasta della corruzione il tema energetico il tema dell'energia il tema dell'energia rinnovabile ravvisavano un Paese di taxi
Siamo in un Paese in cui il lo stesso stabilimento
A seconda del contesto normativo che lo ha generato
A oppure B no un termovalorizzatore per dire se è stato finanziato dallo Stato con il CIP sei e industria energetica
Se invece frutto di una pianificazione regionale e ciclo dei rifiuti ciclo di richiedendo Strehler generica fanno riferimento ad assetti normativi differenziati
Ma
Diciamo una complessità in cui
Il senso dell'agire della pubblica amministrazione rischia di perdersi completamente di smarrirsi completamente
E io penso che la delegificazione la riorganizzazione per testi unici sia una necessità non solo di igiene istituzionale ma sia una necessità per la convivenza civile in questo Paese
Pensate che cos'è la spesa sanitaria via come essa sia stata diciamo
Scientificamente costruita come un asset pesa
Non
Trasparente per definizione perché
Io
No un direttore di ASL no un direttore di presidio ospedaliero noni anche Luis saprà i flussi di spesa nel suo ospedale
Perché uno sminuzzare mento che corrisponde davvero
A una visita alla visione di una nebulosa dei fumi dei flussi di spesa
Per questo gli interventi che prevedono la centralizzazione e il controllo sono assolutamente necessarie
Ma un altro paradosso che è emerso mi pare sempre dalle parole di Ivan governo del territorio e questioni urbanistiche diciamoci la verità su questo terreno cosa abbiamo di fronte noi io lo dico in maniera molto semplice
L'Italia e un Paese governato dovremmo è un Paese costruito attorno a due monumenti
Il monumento al vincolo del monumento all'abuso
Siamo il Paese più vincolistico del mondo siamo il Paese più abusato del mondo
Siamo il Paese della pianificazione illuministica perfino anche un anche giacobina
Ma contemporaneamente
La forma diciamo più nobile dell'abuso di quello che nella sostanza può diventare una Bussotti nella variante alla pianificazione generale
Ma poi sappiamo che con le sanatorie e i condoni l'abuso è diventato una regola
Ma è possibile che io debba guardare gli input le impresse come se fossero associazione a delinquere e che le imprese debbano guardare a me come se fosse un gendarme ottocentesco borbonico
Ed è possibile che in questo reciproco guardarci in cagnesco rischiamo gli uni e gli altri di non avere mai gli occhi per guai bari destinatari o gli utilizzatori finali del nostro impegno della pianificazione urbana cioè i residenti nei territori nel contesto urbano
Allora si può cambiare modello di pianificazione
Le regole e le norme possono essere accompagnate da sanzioni efficaci
Ci si rende conto che la recrudescenza del penale la dilatazione del penale è semplicemente una gigantesca lavata di coscienza
Perché la dilatazione del penale di fronte all'inefficacia delle norme che non possono essere applicate o che sono largamente sconosciute veramente una presa in giro un valzer una volta avuto logica non ci aiuta a risolvere il problema che è un problema dei costumi degli italiani ma è un problema della cultura da un problema del potere che dovremmo poter
Affrontare con un certo coraggio
Io
Penso
Che
Noi abbiamo bisogno di liberare la battaglia contro la corruzione
Da
Un retrogusto mitologico
Quello per cui la battaglia contro la corruzione è sempre l'attesa dei San Giorgio che arriva con la lancia Perrin filtrare il tracollo
Una contesa mitologica e mitizzato in negativo il male
Mitizzato in positivo il bene
E la mitizzazione del bene è stata accompagnata da una delega alla ma all'autorità giudiziaria alle autorità repressive di un compito che non spetta all'autorità giudiziaria e le autorità depressive
Il compito della bonifica sociale il compito dell'insediamento di una robusta cultura dei diritti
Senza una cultura robusta e dei diritti senza intervenire sull'organizzazione del mercato del lavoro
Senza accorgervene ci
Che quello che è stato detto con un'espressione di una semplicità agghiacciante
Vi è la grande
Azienda invece di avere
Dieci mila lavoratori a dieci mila appaltatori ed è qualcosa che vista oltrepassando i cancelli di una grande fabbrica per esempio è veramente una realtà incredibile
E come se
Il lavoro fosse sempre di più diventato
Una funzione
Afasica tendenzialmente esternalizzata dal senso della produzione
Badate che
Questo indebolimento della diritto soggettivo del mondo del lavoro
è una parte rilevante della di
Della implementazione del clima di adattamento di assuefazione all'illegalità
L'illegalità
Diciamo che viene percepita come un fenomeno di di costume come un fatto di folklore
OP sono nato in una città in cui
I contrabbandieri vendevano le sigarette davanti alla questura davanti alla Guardia di Finanza davanti commissariati perché
Perché il contrabbando di tabacchi lavorati esteri
Era come le orecchiette come la pizzica d'accordo ci sono voluti anni anni e tanti morti
Per intendere che il contrabbando di tabacchi lavorati esteri era
Diciamo così l'accumulazione primitiva di un'economia di tipo mafioso e che poi
Avevano anche
Aveva anche un ruolo importante nella geografia criminale globale perché
La rotta delle sigarette serviva poi per la rotta delle armi degli esseri umani cioè disegnava piste criminali complesse c'è voluta la presa di coscienza della politica della cultura della società civile
Perché si potesse giungere
A un intervento repressivo forte e appropriato
Tale
In una fase importante tale
Da sradicare
Il ciclo completo e la filiera produttiva legata al contrabbando d'acqua
Oddo che ora sta ritornando ovviamente che ora se stare insediando
Ma
Senza questo intervento delle idee senza questa riappropriazione pubblica del tema della legalità non andiamo da nessuna parte
Noi abbiamo troppo delegato
Abbiamo troppo mitizzato non ci siamo posti problemi la mitizzazione per esempio non contempla un minimo di distacco critico anche nei confronti
Di un ceto sociale specifico come quello dei magistrati c'è una bellissima letteratura a partire dal libro giudici di Peppino Di Lello sul fatto che la storia della magistratura una storia complessa
Una storia di ceto ed è una storia con articolazioni stratificazioni e che la magistratura è fatta di tante cose
Non è soltanto Falcone Borsellino
Ci sono anche storie non commendevoli ma per avere un approccio appunto che non è quello dello strumento salvifico
Non c'è una strumento salvifico sulla democrazia cura le ferite della democrazia e la mafia la corruzione sono ferite della democrazia
E questa
Possibilità diciamo di tra il sentimento non è dentro una metafisica invocazione degli angeli vendicatori
E allora ritorniamo a riflettere su questi fenomeni sapendo che
Essi sono una lente di ingrandimento per capire come siamo
Per capire come la nostra società forse l'individualismo proprietario che è stato la filosofia che ha accompagnato il trentennio liberista a ricostruito anche la nostra idea
Della legalità una legalità tutta schiacciata nella dimensione securitaria dell'ordine pubblico inteso nelle forme diciamo tipiche
Del
Dura lex della delle delle culture di destra dobbiamo invece fare l'operazione che spetta a noi imparare
Dalle tante competenze che per esempio questa mattina sono state messe in campo imparare ma il nostro compito e un altro e
Prendere lago e il filo e cucire le diverse competente in un quadro di analisi che ci porta a quel punto sempre affrontato
Dal
Piccolo sardo
Il tema vero nella riforma intellettuale e morale
E la riforma intellettuale e morale e la riforma delle idee generali che organizzano la nostra società l'illegalità non è stata diciamo così
Percepita come idea generale che minaccia la vita la convivenza e il benessere la felicità è la libertà l'illegalità
è stata concepita come l'idea generale dell'accorciamento dei tempi per il soddisfacimento dei propri bisogni
Allora anche questo è un terreno su cui è necessario costruire la nostra battaglia
Grazie grazie Presidente
Sa bene che Ivan Lo Bello sono è una
A tutti gli altri Raffaele Cantone dire
Esito non solo non è andato in tribunale e a tutti quelli che hanno seguito
Grazie a tutti