28MAG2013
dibattiti

Social PA: come se la cava la PA sui social network

CONVEGNO | Roma - 12:05. Durata: 2 ore 2 min

Player
Nell'ambito del Forum PA 2013 (XXIV edizione) dal titolo: "Il Paese alla sfida della trasparenza" (28 - 30 maggio 2013).

Tema: "La cittadinanza attiva".

Convegno "Social PA: come se la cava la PA sui social network", registrato a Roma martedì 28 maggio 2013 alle 12:05.

L'evento è stato organizzato da Forum PA.

Sono intervenuti: Pier Carlo Sommo (segretario generale dell'Associazione Italiana Comunicazione Pubblica e Istituzionale), Anna Maria Buzzi (funzionario), Salvatore Marras (compondente dell'Area egovernment e open government di Formez PA), Elena Zuffada (direttrice di Divisione
dell'Università Cattolica del Sacro Cuore), Giovanni Arata (collaboratore del Centro Nexa su Internet e Società del Politecnico di Torino), Giovanna Montera (chief Marketing Officer di Viralbeat), Vincenzo Cosenza (social Media Strategist e responsabile della sede romana di BlogMeter), Rosanna Giovedi (responsabile Servizi dedicati del contact center integrato SuperAbile dell'INAIL), Caterina Policaro (docente, blogger).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Amministrazione, Beni Culturali, Blog, Commercio, Comuni, Comunicazione, Cultura, Digitale, Disabili, Docenti, Enti Locali, Facebook, Giovani, Governo, Informatica, Informazione, Internet, Istruzione, Italia, Letta, Marketing, Monti, Museo, Ocse, Politica, Provincia, Regioni, Sanita', Scuola, Servizi Pubblici, Societa', Studenti, Sviluppo, Tecnologia, Telefonia, Territorio, Twitter, Utenti.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 2 ore e 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

12:05

Organizzatori

Forum PA

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Erano tanto bene senza fare rumore
Allora
Buongiorno a tutti io sono Piercarlo sommo sono il Segretario generale l'associazione comunicazione pubblica istituzionale che l'associazione che rappresenta tutti coloro che fanno comunicazione dalla pubblica amministrazione
E da qualche anno mi occupo di comunicazione mi tutti i suoi sviluppi insomma iniziato molto lo dico gli studenti è iniziato che
C'erano quattro fax in tutta la città adesso già una tecnologia morente e quindi siamo finiti sui social media e qui dobbiamo fare una
Un po'una vetrina di quello che sta succedendo come se la cava direi che è come se la cavano in termini diciamo
Non tecnico ma
Dice bene la situazione che abbiamo un po'nella pubblica amministrazione sul davanti a tanti burocratiche tremano davanti all'innovazione
La strutturale di costo rilevato io ho sentito noi facciamo un giro di tavolo perché sono preselezioni vari argomenti di varie settori
Di no otto nove minuti ognuno poi alla fine rimarranno due tre minuti per un secondo giro per puntualizzazione magari qualche
Domanda dal pubblico
Dunque io cercherò di
Porta via poco tempo noi siamo nel
Web due punto zero che Natura due mila quattro che è stato il cambiamento degli amica della rete del web
Questo cambiamento è stato recepito pienamente
Dal Governo Monti che si è impegnato condurre il Paese nel nell'era digitale
Ha sviluppato gli indirizzi dell'Agenda digitale l'attuale Governo letta
Prosegue su questa strada i principali interventi sono identità digitale pubblica amministrazioni digitali istruzioni del sanità digitale divario digitale
Nell'ottobre due mila dodici abbiamo avuto il provvedimento crescita due punto zero dove appunto ci sono tutti questi grossissimi interventi
Si chiuse come regola
Sono un dialogo diretto tutti gli spazi dove si è organizzati dalla comunicazione ai due vie
E appunto il suo cervidi è questo che io direi che lascio l'analisi socialmente e a chi alias reato e che seguono io farò due battute perché il mio mestiere io sono il direttore della comunicazione dell'azienda sanitaria di una sanità di Torino due
Che è un'azienda sanitaria molto grande e nella sanità stiamo anche entrando con questi sistemi informatici purtroppo
La sanità
Sulla comunicazione a delle situazioni estremamente estremamente varie qualche pretore a livello quantitativo lo sapete qualitativo dalla sanità italiana è abbastanza disomogeneo l'abbiamo regioni di eccellente regioni diciamo un po'meno
è uno di quei settori di altissimo costo la sanità voi sapete che costosissima tutto quello che fa costoso dove in effetti l'informatizzazione avrebbe la capacità
Di ridurre i costi purtroppo anche qui bene abbiamo un grosso problema
Che nessuno fino a qualche tempo fa diceva adesso sta saltando un po'fuori e sta parlando il teorizzazione della sanità ma anche da tutta la regionalizzazione dello Stato italiano
Nessun il Ministero della sanità fa delle belle linee guida che spesso non si sanno
Noi abbiamo regioni riverse pensate che neanche le aziende si abbiano lo stesso nome voi in Piemonte perché avete le ASL andate in Val d'Aosta avete un uso l'ASL andate nel Veneto e vede uno sul
E ci sono addirittura le sigle questo finisce anche su sul sul sull'attività informatiche
Calcolate che
In Piemonte hanno censito all'altra hanno i sistemi informatici le venti aziende avevano ottocento sistemi informatici
Non si dialoga da una provincia all'altra figuratevi quando si quando dal Piemonte separarci al Ticino ossia traversa l'Appennino per cui tutti stanno applicando
Qualcosa diverso dagli altri tra l'altro nel nevrotico spending review spesso sovente cosa si va si va a toccare l'informatica la comunicazione
Aggeggi del demonio purché non si sa bene cosa servono perché purtroppo c'è una grossa carenza dei direttori generali della sanità culturale un direttore già dovrebbe sapere che cosa comunicazione ma anche fintanto che non lo so
E quindi abbiamo questi grosse falle il dibattimento la funzione pubblica emanate sta mandando delle ottime linee guida per tutto l'Uepe e anche per il suo cioè i media
Però a cosa curiosa alcolici o prima cosa un amico docente universitario resettato sa che esistono quando io parlo delle linee guida di siti web con l'idea di sedermi invano assi ma esistono da colleghi
Perché purtroppo cioè questa mancanza mai facendo queste regioni autonome abbiamo creato tutta una serie di piccole Repubblica dove tante volte non ci sono questi aspetti
Il mancato moltissimo anche le linee guida spesso regionale la Regione alcune regioni non hanno imposto nulla alcune tipo dei miglioro magna lombardi hanno imposto di linee guida
Il Piemonte no in Piemonte sono esattamente vent'anni che tutta la gente ognuno fa quel che gli pare per cui uno fa un sito in un modo Moffa verde gialla blu
Sui siti web addirittura senza dai socialmente e ci sono se voi fate un tour dei siti web delle aziende sanitarie togliere trovati tutto dei siti fantastici dei siti da terzo mondo
Ci sono dei siti della sanità che per me è una cosa scandalosa che non sono accessibili disabili non rispetta nessuna delle norme di trasparenza disabilità
Per cui c'è molto da fare né in prima linea noi dovremmo esserci come comunicatori perché questo è uno dei tanti strumenti la comunicazione non esistono alte professionalità sono specializzazioni e strumenti nuovi
Che noi dobbiamo acquisire all'interno anch'io nel mio servizio un informatico
Sul PIL che è strano che a farne dichiarazione stanno informatico ha fallito nel sito web che le linee guida nazionali dicono che il cinquanta per cento il contenuto delle sorprese delle aree di comunicazione
Perché poi il problema e che bisogna riuscire a costruire servizi on line
Accessibili al cittadino perché il burocrate assillato spesso dal problema della privacy
Cioè la mia Commissione prevedono fra quanto quasi mai perché si pone dei problemi di tipo tipo uscendo un marziano come si tutela la privacy
Mettono sbarramenti pazzeschi dalla ha davanti a delle sciocchezze altro problema è che insieme allo stesso fanno del procedure complicatissime mentre
Noi dobbiamo essere
Sempre più
Friendly rispetto al cittadino calcolate i noi abbiamo il settanta per cento degli italiani che accede più o meno uguali però attenzione c'è un di disservizi vai del evidente
Quello del trenta per cento ma ce n'è uno strisciante di quel settanta per cento labilità ce l'hanno in pochi identità inattivi i di internet sono pochi per cui dobbiamo valutare anche questo dobbiamo sempre tarare i servizi
Della pubblica amministrazione sul livello più basso di conoscenza collega a volte non
Non avviene
Facebook è una di quelle cose che oggi come oggi
Accedo avevano del nel due mila undici ventuno milioni di italiani desso probabilmente sono cresciuti è un mezzo di comunicazione
Anche qui è interessante confrontare tutte le esperienze la conversazione perché sono tutti i livelli di informazione diverso per esempio per quanto riguarda
La sanità
è una specie di urto mai né ma attenzione loro della sanità non è Lourdes comune non è quello che la Regione non è quello del Ministero
Perché attiene se attiene delle problematiche molto personali quello cittadino telefono al Pubblico Ministero si o no ho un problema di salute o ce l'ha un suo parente oppure di averlo
Per cui anche lì ci vuole biblici ma una risposta molto forte altro problema del Facebook
E che va coperto cinque giorni a settimana Torre il giorno ci va una persona davanti al video non si può rispondere dopo giorni
Ad esempio che io avevo visto una bellissima esperienza della regione autonoma Valle d'Aosta che faceva
La consulenza su Facebook sull'uso dei sentieri turistica la Val d'Aosta probabilmente l'aveva affidata in in all'esterno da casa
Una perché le lavoro perché riusciva a coprire anche il sabato la domenica quella molto bella e interessante
Comunque noi
è importante che presidiamo questi social network per esempio anche mi dicevano che siamo presenti anche il
Su Youtube ma in vari modi per esempio la mia aziende presenti in modo non evidente aiuto perché aiuto si aggancia il sito
E anche lì sono esperienze tutte dare vera imberbe comunque il bisogno di uscire a cambiare questa nostra mentalità perché una volta noi avevamo l'obbligo di attaccare i manifesti sulle piazze adesso le piazze sono quelle mediatica devono essere presidiate
Nello stesso il modo in cui attaccavano i manifesti
E tra l'altro c'è una cosa che vorrei dire che una battuta Wolverhampton queste mie brevi note che vuole essere una battuta e una minaccia guardate che le porte se non le aprite le sfondano
Io leggevo ridendo i miei collaboratori ma stai ridendo cosa succede stavo leggendo il decreto legislativo quattordici maggio due mila tre il numero trentatré riordino delle si prima riguardanti gli obblighi di pubblicità
Stavo pensando a tutti i burocrati compresi dal terrore che dovranno riuscire a far vedere tutto perché sconvolge completamente la struttura dei siti web e obbliga una totale trasparenza di atti amministrativi
è un diritto del cittadino trasparenza una volta di più per questo decreto appunto
è uno sfondamento delle porte perché la società sta viaggiando sta viaggiando una velocità eccezionale le porte alla pubblica istruzione all'ARPA pre Ulisse le troverà sfondate
Passiamo dunque I nostri relatori do la parola la dottoressa Anna Maria bozze Direttore generale per la valorizzazione del patrimonio culturale Ministero per i Beni e Attività culturali a lei la parola al professor
Come se la cava
La pubblica amministrazione sui social network
La pubblica amministrazione non così aperti tra a quella che è una
Una un modo così di essere percepito in una maniera così sintetica come i social network impongono
Noi come Ministero per i beni e le attività culturali e abbiamo provato a cimentarci in questa esperienza di apertura quelle che sono de esigenze dell'utenza già dal due mila nove anno in cui venne istituite alla Direzione generale per la valorizzazione del patrimonio culturale
Ne ha diversi anni in genere anche
Senese Contini quella contadina and esente
Cercare di comunicare in qualche modo
In maniera sempre più puntuale e precisa quella che è nella
Diffusione della conoscenza del patrimonio culturale
Un patrimonio che come voi sapete inestimabile che dislocato su tutta la nostra penisola
Verso il quale abbiamo il dovere di
Conservarlo per poterlo tramandare ai posteri così com'è cessato lasciato dai nostri antenati
Un patrimonio che
Verso il quale disponiamo di pochissime risorse finanziarie
Un patrimonio che tuteliamo soltanto con lo zero diciannove per cento del del bilancio dello Stato imprenditore misure
Finanziarie ridottissime rispetto all'entità del patrimonio
Che è senz'altro la più ampia al mondo e se rapportata alle cifre che altre nazioni europee destinano a questo patrimonio
Stiamo parlando quindi di Francia e Germania che destinano mediamente l'uno all'uno e cinquanta per cento del bilancio dello Stato
Per la tutela di un patrimonio nettamente inferiore al nostro
E quindi cosa dobbiamo fare dobbiamo accrescere la consapevolezza dell'importanza del patrimonio culturale soprattutto alle nuove generazioni perché saranno loro i futuri tutori del patrimonio culturale
E qual è il modo migliore di rivolgerci alle nuove generazioni se non quello del social network che appunto quelle il modo di comunicare sintetico dinamico veloce che hanno i giovani
I giovani che guarda caso sono anche coloro che meno sono affezionati alla patrimonio culturale in quanto sono coloro che meno fruiscono del patrimonio
Cioè coloro i quali noi dovremmo lasciare
Il testimone della tutela del patrimonio sono quelli che oggi consuma non meno
Beni culturali consumano nel senso positivo del termine cioè sono coloro
Che meno frequentano i musei a meno che non si facciano delle iniziative particolari tipo la notte dei musei punto abbiamo avuto
Pochi giorni fa diciotto maggio dove data alla il migliorare insoliti in cui abbiamo aperto perché abbiamo aperto da le otto alla dalle venti alle ventiquattro della sera in questo caso abbiamo delle crescite esponenziali del numero dei nostri visitatori nei musei
Visitatori soprattutto giovani un po'perché questa è l'orario diciamo di a nel quale vendicano maggiore attenzione i giovani nella
Nelle lo ora uscite nei loro consumi in genere quindi la notte evidentemente attrae maggiormente anche perché in queste occasioni i nostri musei sono resi vivi e dinamici con iniziative particolari che vengono
Organizzare
Ma considerato che appunto questo è uno dei punti deboli che abbiamo e noi cercheremo di potenziare quelle che sono i
Appunto i desiderata del dell'utenza soprattutto giovanile
Da qualche anno siamo presenti suoi social network
Siamo presenti il MIBAC il Presidente su Facebook e ha un profilo su Twitter
Abbiamo più di cinquantacinque mila
Contatti su offesa bocca
E il profilo Twitter a più di quindici mila follow duecentocinquanta mila sono le visualizzazioni su base mensile dei video su Youtube
Questo perché appunto di dicevo proprio per cercare di avvicinare il pubblico soprattutto giovanile al mondo dei beni culturali e l'abbiamo anche sperimentato con un
Indagine che abbiamo effettuato il sul sito della nostra direzione generale cercando di dare voce l'ascolto
Proprio nella nell'apertura quindi una pubblica amministrazione non più
Autoritaria nel senso di imporre servizi senza
Esaminare prima qual era la base che cosa che volesse l'utenza dall'Amministrazione
E abbiamo messo in rende un sondaggio che abbiamo chiamato il museo che vorrei invece di commissionare studi alla ad esterni per fare delle
Delle rilevazioni sul gradimento del degli utenti l'abbiamo messo in Rete l'interno della struttura della direzione generale abbiamo poi esaminato i risultati di questo questionario che era suddiviso sul nove domande a risposta multipla
Il titolo del questionario era il museo che vorrei i risultati che sono emersi da questo questionario ci hanno indotto immediatamente a prendere delle scelte decisioni
Da parte amministrativa che quelle che ho potuto assumere io vi è stata quella appunto di
Allo stato attuale di congelare la settimana della cultura per
Rivedere con delle decisioni di apertura
Standardizzata programmata in maniera stabile perché l'utenza ci chiede un'apertura di un giorno mensile almeno
Vedete molto spesso voi leggete sui giornali noi leggiamo sui giornali di rapporti che vengono fatti tra Alitalia e da altri Paesi l'Italia
Non è in primis i costi per quanto riguarda la il numero di visitatori nei principali musei ma non può essere fatto un raffronto con numeri del sono sostanzialmente differenti ed affrontare i primi posti e l'opera
Il luogo al comma flusso dei visitatori
Nella struttura appunto museale però irrompere inibita rammento che devono essere tenuti a mente quando si fanno ha dei raffronti altra più
Strutture che sono nove del parametro intanto degli abitanti della città e dei turisti e della città stessa
A raffronto dell'opera rispetto alla Firenze e gli Uffizi a Firenze gli Uffizi vanno una performances che nettamente superiore a quella per l'Umbria almeno del venti per cento
Perché
Dove che dissente il non grava otto membri ogni ed i visitatori ma Parigi a dodici milioni di abitanti e qua dodici milioni di turisti raffronto io Frizzi a Firenze hanno un milione settecento mila visitatori però la città a un milione e mezzo abbiamo invitanti
Un milione e ottocento milioni di turisti quindi il
Se vogliamo ribaltare e dare un'altra visione dei tanti una lettura diversa da i dati più accurata non soltanto di Venezia perché fa come vanno i più accurata allora vuol dire che gli Uffizi hanno una performances al venti per cento superiore a quella
Dell'opera
Senza poi contare quelli che sono i metri quadri l'estensione della
Della della realtà museale
Questo per dire no non per giustificare che nomini non potremmo ancora accrescere nell'importanza della del patrimonio nella percezione di quanto questo patrimonio
Possa essere importante soprattutto in termini di
Rilancio dell'economia attraverso il patrimonio culturale perché la recente intuizione anche di questo Governo di abbinare il turismo
Alla Ministero per i beni e le attività culturali e dalla dimensione di quanto
Si incominci ad intravedere nell'investimento in cultura un investimento per la ripresa economica del nostro Paese perché credo che nel nostro Paese ormai pochi siano
Le eccellenza che possiamo vantare di possedere totalmente
Senza non so l'ammenda per esempio che era uno dei nostri vessilli è stato comperata
Quasi tutta all'estero ma di certo il patrimonio culturale come tale e Nagni ENAM bene inamovibile quindi appartiene a noi e su questo dovremmo cercare di investire
Per
Rilanciare attraverso il patrimonio culturale nel settore dell'economia l'investimento sui
Ogni sulle nuove generazioni perché solo attraverso il patrimonio culturale e la valorizzazione del patrimonio culturale
Potranno ripartire quelle che sono delle nuove forme occupazionali penso soprattutto
Alla valorizzazione dei siti minori laddove è con accordi di valorizzazione stiamo facendo anche con gli enti territoriali stiamo cercando di rilanciare a livello territoriale quelle che sono degli investimenti nel settore culturale
Detto questo i social network a cosa al ci sono serviti CIS ci sono servite e ci servono eccome cercheremo di potenziarli cercheremo di potenziarli proprio perché vorremmo che fossero i giovani
Ad essere più vicini a questa realtà della dell'amministrazione dei beni in culturali perché è proprio al loro che noi vorremmo dedicare maggiore attenzione
Quella fascia di utenza che è considerata
Più fragile è verso i quali un sondino dell'esito del sondaggio appunto che abbiamo fatto al quale hanno partecipato
In
Numero notevole anche i giovani ci chiedono per esempio una propongono una estensione della fascia di riduzione del biglietto di ingresso nei nostri siti museali fino alla e i ventinove anni d'età lo sappiamo che in Italia il Paese con la massima disoccupazione indice di disoccupazione giovanile e questo sarà una delle proposte di però il ministro ombra il quale peraltro è uno
Bene credo dei ministri più attivo su Twitter perché le prime immagini che disse a appunto ha comunicato su quelle rilanciando nel con del messaggio il sud Twitter quindi
Un po'per la per letta giovanile è un po'opponeva questa vicinanza così social network credo che appunto questo sarà un settore
Anzi senza credo abbiamo già avuto immediatamente dei segnali in questo senso
Tiene moltissimo all'espansione di questo tipo di messaggio
Di comunicazione rapide efficiente che può essere quella anche appunto un'amministrazione trasparente deve in qualche modo ai propri cittadini grazie
Molte grazie capissimo intervento il problema percorrere
Bisogna dire che tantissimi siti dell'amministrazione centrale sono di altissimo livello devo dire che
L'amministrazioni periferiche sono molto più indietro l'amministrazione centrale e me e non è una questione di risorse una questione di mentalità
Passo la parola Salvatore ma nella e il Governo e meno per un problema del Formez pia
Intanto buongiorno a tutti cerco la mia presentazione che mi chiedo dove
A
Allora tanto per cominciare un un piccolo contributo materiale in questo mondo virtuale cioè questo Aguit già sull'uso dei socialmente della pubblica amministrazione che peraltro è stata realizzata anche con l'aiuto di Caterina poi caro
E Giovanardi rata che sono qua
Non ha portato alla scatola però la potete ritirare nello stendere del Formez non è recentissima già due anni però alcune cose che sono qui dentro tutto sommato almeno dal punto di vista delle considerazioni generali io credo che siano ancora valide
è la prima considerazione che farei è questa
Il titolo
Come se la cava all'Appia con il sociale network io lo estenderei dicendo come se la cava l'Appia con i cittadini perché comunque questo è il problema
Se
Dissocia network servono per
Stabilire un rapporto diverso con i cittadini quindi passare dal comunicare al partecipare la cosa che è importante all'Iraq come dire dei follow dei mi piace e che cosa ci faccio
Con
Con questi strumenti
Alcune considerazioni personali la prima questa sera non è il web e socia network facilitano la partecipazione la collaborazione ma non la creano
Quindi dipende molto dall'uso che se ne è che se ne fa e l'altra è che mentre le persone sono naturalmente portate alla collaborazione
Baumann insegna
Le organizzazioni pubbliche no soprattutto quelle italiane cella propensione al collaborare al fare rette nella Puglia mi stazione
E tangibile e tangibile anche nei rapporti tra i diversi livelli di governo quindi fronte sul quale bisognerebbe lavorare e questo quindi cambiare il rapporto tra
Pubblica amministrazione e cittadini significa anche cambiare il modo col quale appunto mi stazione
Amministrare come
Degli amministratori governano quindi si entra su un tema che
è quello più ampio del del del Governo aperto
Perché perché governa aperto questa è una definizione standard ha trovato anche sui che piglia significa sviluppare trasparenza partecipazione e collaborazione
Nell'agenda digitale io richiami alla lo prendono da sono limitatissimi però da qualche parte c'è scritto che
Si prevede che adesso le diverse iniziative dell'Agenda digitale italiana si realizzerà l'e-Government attraverso l'open government e qua vi sfido a interpretarlo
Vi sfido però cerco anche di dare un un piccolo contributo quindi vi racconto come io
Ho interpretato questo questo messaggio Spreafico ogni tanto battere questo messaggio
Dell'agenda sulla
Su cosa significa fare e-Government attraverso lo prendono
Intanto e vi suggerisco di andare a vedere questo schema che nell'ultimo mese sta girando sulla rete è stato realizzato da demografico vertono alcuna onde
Francese
è stato tradotto davo per noleggio invece italiana sì ma non è uno degli schemi più interessanti eh chiari su che cose lo prendono anche riesce a sintetizzarla in molti in modo molto chiaro
Non voglio approfondire però vi invito a guardare tutto l'atto e la partecipazione dove il rapporto dei cittadini e e prioritario confrontarsi deliberare i cui cittadini coprogettare poi cosa significa anche coprogettare fare insieme i servizi
E quali tipi di servizi
In questo schema mi preme sottolineare una cosa la trasparenza la partecipazione la collaborazione vanno viste insieme ma
Per fare buona
Partecipazione bisogna fare prima trasparenza cioè io trovo comunque una sequenza importante
In questi tre pilastri dell'open globalmente non si può fare partecipazione se non si fa trasparenza e non si può fare collaborazione se non si fa trasparenza e partecipazione o almeno non si può fare
Buona partecipazione
E come colleghiamo il tema dell'open government al tema dell'e-government quei saperi nel passato abbiamo investito rilevanti risorse che oggi non ci son più
Il tema di questo Forum via cambiare la pubblica amministrazione in tempi di
Spending review
Di gomma che siccome la condotta in ora che in questa maniera finora tutto l'iniziativa di investimento per innovazioni CTE la pubblica mi stasera si è concentrata sui processi cioè si è concentrata sul rendere più
Efficiente la macchina amministrativa il che non significa necessariamente
Fare cose nuove cioè si sono resi più efficienti e servizi già erogati sono stati messi on line ma sostanzialmente i servizi sono rimasti più o meno quelli
Quindi investimento Soligon rende molto centrato all'interno dall'Amministrazione
Pensare all'open government significa
Passare dei processi alle persone i cittadini
Significa andare a capire
Tanto mettere le persone al centro di queste azioni significa andare a capire cosa serve ai cittadini quindi passare anche dagli output del dell'attività dei sistemi informativi
Agli impatti che che questi innovazioni hanno hanno sui destinatari finali significa anche che mentre sulle Igor anche io sono concentrato se l'obiettivo di efficienza su
Dove l'ente l'obiettivo sul quale mi devo concentrare e quello dell'efficacia
Faccio qualcosa che serve le due cose
Non sono in antitesi anzi si aiutano le une dalle altre perché
Attraverso la prendo anch'io posso individuare nuovi servizi migliorare quelli esistenti quindi finalizzare meglio quelle che oggi sono risorse più scarse alle azioni di di e-Government
C'è un altro quadro che secondo me anche utile
Per capire differenze e come dire
Compatibilità devi dose in modo alcuni anni fa ha fatto un quadro
Che non è esattamente questo titolare alla parte diciamo di di corrente la parte di
Governi due zero ma soltanto a metà anzi forse più ed ancora più in tema con con il titolo del convegno di oggi
Mentre leggo mente più centrato su i processi il controllo la prendono ebbe più centrato su fare emergere i bisogni da una parte c'è una pianificazione
Fatta tavolino progetti a lungo termine elevati investimenti dall'altra parte c'è flessibilità progetti a breve termine minori investimenti quinto sommato aggiungere in tempi di ridotte risorse lo prendono ante è un qualcosa che è fattibile nel senso che non richiede grossi impegni finanziari
Tra l'altro è basato molto sul riuso sulle cose fatte dentro le amministrazioni piuttosto che sull'affidamento
Di grandi appalti all'esterno
Altre differenze sono e queste sono segreteria gli elementi critici del rigore che spesso i risultati del rigore e dei progetti dico quante sono oscuri centrati
Sulla sul rapporto tra amministrazione e cittadini a una
Una sola via
Se le cose non funzionano se hanno siglato un errore tutto si ferma
E l'utente è coinvolto solo al fine
Se mi sposto sull'open globalmente il ragionamento cambia nel senso che quello
Che è una criticità è considerato normale quindi mi serve a imparare
Io cerco trasparenza e voglio coinvolgere l'utente fin fin dall'inizio quindi
I progetti di appendono età parte che possa utilizzare anche le tecnologie
Dentro ci ammettono come uno strumento a basso costo per fare cosa per fare azioni di comunicazione partecipata con i cittadini
Ho anche la possibilità di realizzare in tempi più rapidi del delle nuove iniziative i due mondi come dicevo prima devono far parte di uno stesso disegno cioè quando io
Penso anche a a socialmente con l'uso e socio netto nella piana un posto prescindere da quello che ha fatto dentro l'amministrazione perché comunque quello che io potrò portare all'esterno verso i cittadini e sarà uno specchio
Di quello che ho fatto che fatta all'interno e viceversa se io svolgo delle azioni avvio delle azioni che invitano i cittadini a cosa di vita dei cittadini
A partecipare per dare un contributo di idee
Scegliete alternative prende una decisione avallare una decisione Presa valuta risulta De Sio faccio queste cose devo essere pronto a a tenerne conto cioè non posso coinvolgere i cittadini senza
Poi usare l'impegno che loro ci hanno messo
E questo credo che sia uno degli elementi del della partecipazione al più importanti perché se io chiedo un cittadino di
Di darmi qualcosa di partecipato di partecipare in modo attivo gli chiedo un impegno di tempo di risorse
Mi chiedo magari di rinunciare a ad aspetti della sua vita privata per dare qualcosa la cui realizzazione SEPA non dà una risposta concreta e reale
Quel cittadino alla prossima volta non mi ascolterà mi manderà a casa qui mi viene da citare la famosa legge di Grecia non per per la moneta cattiva che caccia quella buona partecipazione cattiva caccia quella buona quindi meglio non fare partecipazione meglio non usare socia network se li usiamo male
Perché significa che
La prossima volta avremo un cittadino molto più diffidente meno disponibile quell'altra cosa è chi ci mette la faccia
C'è dentro l'amministrazione chi si fa carico di queste iniziative chi è chi sono le figure che gestiscono i rapporti fra i soci al network
Con i cittadini
Lo si fa una volta basta e cosa accade dopo cioè
Ci sono degli elementi adesso nel lavoro che era stato fatto in maniera con la collettiva in questo vademecum è stata tentata anche qualche qualche risposta
Però ci sono degli elementi che quando una distrazione la sociologia netto deve deve tenere in considerazione io ho preso i miei dieci minuti quindi
Se non vado troppo avanti segnalo solo che intendo il portale Linea Amica c'è un'area che si chiama diteci come
Dove in realtà appare la realtà di come la pietà Liliana vive la partecipazione a macchia di leopardo apparve alcuni episodi pochi che comunque è meglio che niente fatti magari con strumenti e tecnologie diverse
Avevo degli esempi che le sacche salto però anzi
Rubo un minuto per citarne uno un esempio di un'attività che abbiamo fatto in Puglia
Dove in realtà la tecnologia era quali secondaria ma questa attività è stata un'attività che è partita dalla formazione dei cittadini monitori cioè è partita dal dare
Hai ai cittadini prima
Il tema quello della mobilità e trasporti prima dei dei dei dei lavoratori che
Per mobilità usavano i trasporti quotidianamente con gli studenti in una scuola dare gli strumenti di valutazione lo cito perché perché al di là dei risultati operativi come migliora i trasporti
La cosa significativa è che
Il
La valutazione dei cittadini spetta e servizi una volta che sono stati dotati di strumenti per leggere la realtà
E e migliorata cioè la percezione dell'Appia quando viene fatto un lavoro
Corretto corretto nel rapporto con i cittadini la percezione del cittadino migliore e qui mi fermo
Grazie Stato
Un ottimo espletamento della filosofia di leader non entro nel dubbio non la pubblica amministrazione dall'interno condivido proprio va bene il tuo pensiero
La parola adesso dalla professoressa nemmeno Zuffada direttrice divisione del public management l'alto scuola imprese società dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
Prego dieci minuti grazie
Chiedo se possibile un aiuto per la presentazione chiedo scusa del ritardo ma mi sono attardata nel convegno di apertura
Il mio sta ancora qui I ma questa è una cosa possibile
Non volevo creare danni lì
Allora intanto dico qual è la logica della
Del contributo
Sì prego
Scusate solo un attimo
Chiudo
Allora intatto dico qual è la logica del contributo
Oppure
Allora l'Osservatorio social network nella pubblica amministrazione
è un'iniziativa che l'Alta scuola imprese Società dell'Università Cattolica
Abbiamo atto lo scorso anno quindi è un'iniziativa diciamo abbastanza nuova con l'intento di monitorare sistematicamente questo fenomeno della dei social network che la pubblica amministrazione
E con una formula anche abbastanza nuova perché intende essere come dire un luogo aperti Toro
Dove fare sistema in Rete fra tutti gli e Sperti e gli studiosi del tema dei sociali networks la nostra prima uscita pubblica è stata a Bologna Smart Cities Exhibition
E ha delineato diciamo quattro linee di intervento
Su cui puntare l'attenzione e una di queste appunto è
L'oggetto su cui noi poi abbiamo focalizzato un primo Progetto di ricerca in cui i risultati di anticipo
Del quattro linee di intervento sono legate al tema socialmente orche comunicazione a relazione come anticipava prima giustamente Marras no il tema è
Come la pubblica amministrazione vuole rapportarsi ai cittadini
Ok privo
Il secondo è l'impatto che questo a vedere sulla
Organizzazione interna
Scusate un attimo vediamo se ce la facciamo
Arrivo
Il terzo è sull'apprendimento organizzativo generato
Plaude ministeriali
Il terzo è quello di sull'apprendimento organizzativo generato dall'utilizzo di questo strumento quindi su come
L'introduzione di un nuovo modo di comunicare di aree relazionarsi con i cittadini
Innesti in qualche modo una dinamica di apprendimento all'interno della della pubblica amministrazione e quarta e l'impatto della dell'utilizzo del socialmente otto sulle sui sistemi di erogazione dei servizi cioè può essere un modo soci annue network per modificare la formula di risposta ad un bisogno quindi per rinnovare il sistema di erogazione dei servizi
A partire da queste quattro linee di ricerca noi ci siamo concentrati come primo steppa
Sul tema della comunicazione e la nostra domanda credo ricariche abbastanza bene l'incipit della presentazione di questo seminario cioè dottrina politica comunicazione istituzionale ascolto del cittadino per che cosa le pubbliche amministrazioni utilizzano i social network la nostra domanda infatti l'utilizzo dei social network nasce dall'intento di dar vita a un nuovo rapporto con la cittadinanza
Oppure siccome tutti confusa dopo siccome diventato moda anche la pubblica amministrazione non può sottrarsi all'uso di questi strumenti la domanda è molto ampia
L'abbiamo operato circoscritta a un segmento della pubblica amministrazione
Cioè abbiamo preso in considerazione i Comuni e in particolare siamo partiti dalla ricerca recente di Giovanni errata sull'utilizzo di Facebook nei Comuni
Andando a accogliere un campione inizialmente composto da duecentonovantaquattro unità
Selezionate in base a un parametro che ci pareva esprimesse in qualche modo un livello di eccellenza o comunque più che di eccellenza diciamo uno stato avanzato una pubblica amministrazione che usa con una certa consapevolezza
Lo strumento Facebook andando a selezionare quei Comuni
Che hanno mostrato una presenza di risposta ha imposto pubblicati dei cittadini nelle loro bacheche
Tanto per dare un'idea a questi trecento comuni sono distribuite in termini di fasce demografiche dimensionali nel seguente modo abbiamo
Un numero importante sono quote trentatré in valore assoluto sono il trentadue per cento delle dei comuni che poi hanno risposto al questionario
Che hanno una dimensione piccola questa è una variabile che probabilmente poi spiega l'emergere di alcuni alcuni elementi per esempio qual è il ruolo del politico nella gestione
Dello strumento Facebook o qual è il modello organizzativo che sembra
Configurarsi nella diciamo processo di elaborazione delle segnalazioni e degli input che arrivano dei cittadini
E così via vedete che in valore assoluto la distribuzione c'è una fetta significativa di comuni nella fascia cinque mila venti mila
Fra i Comuni capoluogo vi dico abbiamo per esempio Torino Milano Genova Modena
Allora a partire da questo campione noi abbiamo utilizzato un metodo di ricerca differente da quello dichiarata che peraltro qui presente in sala quindi magari poi
Ci sarà modo di
Discutere della questione
Cioè non siamo andati a vedere le pagine Facebook ma abbiamo somministrato un questionario
Questo importante da dire perché voglio dire l'utilizzo la metodologia lo strumento porta con sè pro e contro rispetto ai dati che abbiamo rilevato quindi
Da un certo punto di vista noi possiamo accogliere di più le valutazioni
Di coloro che sono implicati nell'attivazione del sociale network e dall'altro però imporre niente scontiamo un come dire un certo grado di persone fra virgolette di personalizzazione
Nella nel giudizio non sto ad entrare nel dettaglio
Per per la precisione vi dico che a partire dalla diciamo campioni dichiarata di duecentonovantaquattro in realtà noi abbiamo dovuto scremare un po'perché è passato un annetto
Qualche Comune contattato telefonicamente non ha più indicato referente qualcuna rappresenta e con più accanto
Addirittura ventidue comuni hanno rifiutato l'approvo la proprietà della pagina uno c'è stato un cambio di amministrazione un commissariamento
Allora per che cosa abbiamo analizzato rispetto a questi questo campione che ripeto nelle intenzioni per come è stato cos'Vito dovrebbe esprimere una punta avanzata di come i Comuni d'Italia utilizzano offeso buche soprattutto di come lo utilizzano
In un'ottica di innovare la relazione la capacità di comunicazione con i cittadini
Abbiamo preso in considerazione quattro spetti la comunicazione in entrata la comunicazione in un
Si tratta
La distinzione fra
Comunicazione politica e comunicazione pubblica
E abbiamo cercato di misurare se esiste o una sorta di grappa fra quanto dichiarato nelle intenzioni di chi amministra gestisce lo ha promosso l'utilizzo del sociale network
E quelle che sono in realtà poi le prassi concretamente applicate
Allora qualche dato che commenta ma che lascio anche come si era alla vostra riflessione
Intanto i social network sono pochissima utilizzati per analisi di customer satisfaction quindi per raccogliere impunta sulla qualità percepita dai cittadini nell'erogazione dei servizi
Nell'ottanta per cento dei casi più o meno non si fa sistematicamente un'analisi sui contenuti dei posta
Anche se il dato poi è interessante seppure un po'contraddittorio abbiamo quasi un cinquanta per cento dei casi in cui
L'organizzazione dichiara in realtà un'apertura
Reale è un atteggiamento di ascolto più forte rispetto a quello che ci direbbe l'atto precedente perché è
Il cinquanta virgola quattro per cento delle degli enti intervistati che hanno compilato il questionario dichiara di aver fatto proprie le segnalazioni o i suggerimenti che sono derivati dal canale Facebook
Un altro dato interessante è legata alla gestione della comunicazione in uscita
Cioè che cosa come viene gestita come viene trattata elaborata processata la informazione che Acquaviva dal cittadino
Allora qui sembrano prima allora intanto un dato interessante il nove per cento dice che non si risponde
E questo già mette un po'come dire in una in
In crisi fra virgolette noi il nostro dato di partenza perché noi siamo partiti appunto dai duecento
Novantaquattro che invece nella realtà perché erano stati così analizzati erano la punta di eccellenza su questo fronte questo può anche significare
Che nel tempo sono cambiati i comportamenti delle amministrazioni e rispetto a questo punto che sicuramente non è secondario nel la logica di innovare la modalità di relazione infatti dobbiamo ahimè registrare qualcuno lo dichiara anche
Che
C'è stato volontariamente come dire una diesel disabilitazione del permesso di pubblicare post in bacheca quindi anni nel tempo è cambiato l'atteggiamento
E poi dicevo sembrano emergere dei modelli organizzativi diversi nella tipo di risposta questo probabilmente anche fund
Silone delle diverse dimensioni dell'ente vi rimando al dato iniziale in cui dicevamo abbiamo Comuni molto piccoli è una percentuale rilevante
E interni composizione del campione le realtà più a più vaste più popolate più
Grandi pesa non pesano di meno
Però appunto sembra emergere da un lato un tentativo di risposta di retta varata come dire poco poco frequente è un tre per cento
C'è un inoltro diretto a un settore di competenza
Quindi
Il dodici per cento posta dei riferimenti dell'ufficio di competenza e che rimanda e rimanda quindi a loro
E in alcuni casi invece si innesca una sorta di a raccolta di informazioni e quindi sa che sembrerebbe quasi un modello di primo filtro in cui poi chi gestisce i social network che si fa carico di raccordare tutte le informazioni che sono presenti all'interno dell'Amministrazione per
Organizzare la risposta interessante osservare che
A domanda specifica
Del delle persone referenti della pagina Facebook su quanto ritiene essere un canale di comunicazione ufficiale dell'Amministrazione socialmente turca
Se noi sommiamo i diciamo le valutazioni che vanno da da molto d'accordo più uno al più tre arriviamo a un trentasei gli otto per cento quindi
C'è un
Trentasei otto per cento di questo campione che ripeto dovrebbe essere già una punta avanzata che dice sì però Facebook non è comunque un canale ufficiale devo chiudere devo stringere devo chiudere
Sottolineo va be'poi nel dettaglio vedremo due cose velocissime la prima e
Allora cosa emerge in sostanza dalla ricerca emerge che c'è una divaricazione forte sensibile
Fra quanto i referenti dichiarano ritengono utile il sociale network ritengono inno l'attivo ritengo uno strumento per cambiare la modalità di relazione e per renderla più veloce più facile più friendly
Per assicurare la partecipazione si diceva prima non appena andare nella logica dello stakeholders engagement e dall'altro invece delle prassi in cui vi metto su quell'aspetto alla colonna di destra delle percentuali nel novantaquattro per cento dei casi
La comunicazione è rimasta monodirezionale monodirezionale nel settantanove e cinque per cento dei casi non sono state condotte analisi di customer o di monitoraggio
L'ultimissimo passaggio è rispetto a
Che come si apprezzo non le amministrazioni per utilizzare ostruzionismo come si sono attrezzate
Allora la consapevolezza di aver bisogno di tanto investimento perché si sta maneggiando uno strumento nuovo ma dalla altro nodo attivazione di corsi formazione scarsissima conoscenza come si diceva prima delle linee guida e del vademecum del ministero
Stiamo parlando di percentuali in tutti i casi che vanno oltre il settantacinque per cento sulle linee guida sui corsi di formazione sul vademecum
Questo dato e chiudo
Potrebbe essere
Diciamo un po'influenzato da quella composizione del campione che citavo prima cioè la presenta forte del politico
Come promotore della pagina ma anche come gestore diretto della pagina conseguentemente i contenuti decollati
Tendono spesso ad andare più su contenuti di carattere politico che su una comunicazione pubblica rispetto ai servizi al funzionamento dell'amministrazione e quant'altro vi ringrazio scuso se
A porpora
Però
Spero che nel fly saranno disponibili perché il canale viene alla mente bellissima e di e concordo molto con ciò che sentiamo interno
Adesso la parola va a Giovanni Arata tornerà collaboratore del centro messa su in tre società poiché il Torino numero tendente questi reperti e lo stato della società piani talia
Dobbiamo ridere o piangere allora
Un po'è un po'probabilmente non
è sempre la buona ragione per una risata Buongiorno intanto allora ovvietà emanato sa essere cerco di
Non sforare e che chi sono e che cosa faccio oggi allora sono un ricercatore freelance collaboratore del Centrone sa
Del Politecnico di Torino dal due mila e dieci studi io i comportamenti e numeri delle S.p.A. locali in particolare enti locali Comuni Province Regioni su Facebook su Twitter quelle due piattaforme principali
L'output principale del lavoro sono dei rapporti che insieme connessa rilasciamo inquieti Commons che sono felice di sapere che vengono ricusabile
Annualmente sui comportamenti sulle due piattaforme prossimo rilascio a luglio per quello che riguarda Facebook
Trovate tutto sul mio Sbai cerco su quell'ordine sa e cosa facciamo oggi dopo qualche numero ma Vincenzo saprà essere più preciso di me su questo
E diciamo così evidenzio ancora questioni aperte principali quindi
Ridere o piangere come ce la caviamo
Se parliamo di numeri apparentemente verrebbe da piangere forse nel senso che stiamo parlando di numeri molto piccoli per inquadrare il fenomeno a livello di enti locali
Parliamo su Comuni Province Regioni su Twitter importanti trecentottantasette account
E in proiezione circa due mila trecento Amministrazioni locali su Facebook il che vuol dire rispetto I numeri di Facebook e Twitter meno dello zero virgola zero uno degli atti al nel nostro Paese
E vuole anche dire numeri abbastanza piccoli in rapporto al numero di amministrazioni nel nostro Paese tre nove per cento dei Comuni sono sul Twitter
Sugli otto mila novantadue
In proiezione diciotto e cinque per cento sono su Facebook già numero più importante ma comunque ancora numeri abbastanza circoscritti
Numeri piccoli anche per quello che riguarda le platee con le quali si parla i foranea per esempio a livello di Twitter sono quelli del Comune di Torino Vittorino che fa molto bene
E a se non vado errato intorno ai sessanta mila follow perché sono tanti ma rapportati a quelli i personaggi pubblici o aziende sono pochini e ancora sempre co Vittorino tra i primi secondo le classifiche primo secondo su Facebook a ventiquattro mila amici di nuovo per dare una misura di che tipo di numeri stiamo parlando
Ora
L'ultimo numero
è quello che riguarda i livelli diversi di presenza al crescere dei livelli dimensionali tipo dimensionali qualcosa di quella professoressa Zuffada accennava in indirettamente prima
Al crescere delle dimensioni dei Comuni l'incidenza di presidi Facebook e Twitter cresce pertanto troviamo che
Tra mentre tra i Comuni piccoli e l'incidenza è molto bassa speriamo intorno al tre quattro per cento
Tra i Comuni grandi quelli al di sopra dei dei cento mila abitanti il cinquantasei per cento dei Comuni è presente su una o due su una o entrambe le piattaforme
Numeri ancora più alti per le Province ancora più alte per le Regioni quello che però mi interessa di più su cui mi interessa di più ragionare insieme con voi sono le questioni aperte alcune sono già state toccate nelle relazioni precedenti
C'è una prima questione che riguarda l'alfabetizzazione media espressa qui probabilmente davvero abbiamo un po'da piangere nel senso che continua a prevalere anche nello studio storico che ho ho portato avanti insieme annessa negli anni continuava versi un trend per cui si usano i social media in maniera associata e quindi la comunicazione broadcast della quale
Parlava la professoressa di fate un fatto quindi il profilo il profilo l'account Facebook con l'account cui iter sono una continuazione con altri mezzi dell'ufficio stampa
Non si raccolgono le istanze dei cittadini
Magari non si mette nessuno in fondo in su Twitter e addirittura in molti casi quarantatré per cento degli account monitorate su nell'ultima rilevazione Twitter del novembre due mila dodici
Si fa importa automatico ad altre piattaforme magari da Facebook piuttosto che dal sito ufficiale in maniera automatica molto poco umane quindi molto poco appropriata al mezzo
Ancora
Un uso abbastanza ridotto di quelle che sono le le funzioni più evolute dei mezzi quindi l'apertura i posti in bacheca piuttosto che la risposta i commenti in bacheca
Io numeri effettivi ancora più bassi rispetto a quello che
E gli enti locali effettivamente fanno
E l'uso dimensione a stadio piuttosto che di ieri Twitter da parte degli enti locali nei confronti di terzi un'incidenza piuttosto limitata qui questo grande tema dell'alfabetizzazione digitale che manca
è il primo e più forte accanto a questo un tema diciamo così che viene fuori e nel momento in cui si guardino i social oltre i social perché
Vi vi dico l'assassino prima della fine
I social non servono a fare sociale e anche questa ricerca adesso lotta contro i suoi confini perché guardare solo dei numeri su Facebook e Twitter come diceva Salvatore prima sono d'accordissimo non ci dice molto sulla capacità delle amministrazioni
In termini di fare open government o di par di animare delle città intelligenti
E allora il tema vero nel momento in cui si allarga il quadro diventa il la retroazione tra politica di comunicazione questioni organizzative mi spiego con degli esempi
Alcuni sono già stati fatti i tempi e i modi sono diversi lo diceva il professor sommo lei i nostri uffici pubblici stanno aperti cinque ore al scusate
Cinque giorni la settimana per alcune ore al giorno la Rete è stata erta intorno all'orologio sette giorni su sette le persone si attendono questo
E dal punto di vista degli straordinari delle persone e le persone che lavorano round ecco loc questo pone un problema va a sbattere contro gli organigrammi ma non è neppure questo il problema principale quando si parla di questione organizzativa
Questione organizzativa vuol dire che c'è la cosiddetta balcanizzazione una gestione social io quando ho domandato e Sonata vedere
Chi si occupasse di aprire e di presidiare gli account degli degli enti locali su Facebook e Twitter in particolare su Twitter ho trovato almeno sette tipologie diverse di uffici coinvolti
La tipologia prevalente sono uffici stampa e uffici guardo scusate guardo il tempo per non da fuori
Uffici stampa uffici comunicazione sono la tipologia prevalente ma ci sono uffici sistemi informativi sono quelli che tipicamente arrivano quando si fa tutto con importa automatico ci sono agenzie esterne ci sono i cittadini eletti
Spesso nelle realtà più piccole ci sono persone prese a prestito dagli altri uffici ci sono strutture dedicate tipicamente in
Comuni più grandi quindi una congerie di soluzioni diverse e ancora
Diciamo così
C'è un tema di diciamo nel rapporto con il cittadino c'è un tema di difficoltà rendere risposte perché la struttura dell'organizzazione sia essa divisionale o funzionale
Non corrisponde a quelle che sono le richieste che dai cittadini arrivano e alle quali quindi si fa fatica a dare una risposta perché si deve andare interpellare colleghi
Di altri uffici che talvolta non sono disponibile a questo tipo di
Scambio che cosa vuol dire vuol dire che nel nel senso anche etimologico del termine i social vengono alla alla porta forse alle volte la la sfondano ma e in senso etimologico sono un momento di crisi
Perché mettono in discussione una serie di divisionista ufficiale la struttura
E di rapporti uffici perché tagliano trasversalmente questo tipo di cosa ancora sta e mi avvio verso la conclusione
Io guardo soltanto enti locali ma se vado là fuori trovo che ci sono pia locali di cento tipi diversi
Che spesso fanno anche molto bene il MIBAC che era qui prima fa un lavoro straordinario l'esercito italiano fa un lavoro straordinario ci sono aziende sanitarie locali ci sono autorità garanti ci sono camere di commercio chi più ne ha più ne metta come veniva ben evidenziato prima
Per ciascuno di questi soggetti stare sui social media a
Peculiarità e pone problemi diversi se io sono la Protezione civile in questi giorni c'è ricorre un anno dal terremoto in Emilia si diceva dov'è la Protezione civile dalla Protezione Civile subita ebbene
Non c'era ed è un po'sicuramente un programma se io fossi la Protezione civile ed essi per esempio un ripulito errato quello sarebbe procurato allarme andrebbe nel penale
Che cosa voglio dire voglio dire che andrebbe fatto e andrà fatto un lavoro di studio di ricerca serio
Perché per le diverse tipologie di amministrazione sono diversi modi in cui può effettivamente essere impiegato
Il media sociale ci potrebbero essere casi in cui come diceva Salvatore è meglio non aprire perché quel tipo di dialogo social
Proprio non ce lo possiamo permettere
Costituzionalmente o comunque lo dovremmo ragionare bene
Il tempo va a
A venti secondi e quindi
Chiudo con il dire che non sono tutte cattive notizie quell'epoca
Buone sono che ci sono realtà dove già oggi si fa questo lasciar quello che andrebbe fatto cioè li si mette come un tassello dentro un quadro più ampio
Ed è sicuramente questo che andrebbe fatto in prospettiva
Dall'altra parte appunto empiricamente parlando tocca in cui il tempo è finito e quindi chiudo empiricamente parlando la competenza resta estremamente limitata e se parliamo di un'ottica di città intelligenti di smart siti il contributo che ad oggi abbiamo da parte delle degli enti locali che stanno sui social miglia a livello di dialogo coi cittadini raccolta delle loro istanze analisi a valle della messe di dati che viene resa disponibile ebbene da questo punto di vista forse c'è un po'più da piangere
Grazie
Grazie
Viola è un'analisi
Eccezionale oggi mio lavora veramente duro perché mi dispiace di dover contenere in dieci minuti degli interventi di questo l'altissimo interesse
Ci vorrebbe una giornata in piena
La parola Giovanna manterrà certo marketing offrite Aprilia Vivaldi
Sempre dieci dodici minuti e mi raccomando
Spero di essere altrettanto precisa quanto Giovanni
Allora buongiorno a tutti vi ringrazio innanzitutto in realtà io oggi volevo mostrarvi alcuni casi virtuosi di applicazione
Da parte della pubblica amministrazione del metodo annettono grafico
La mettono Grazia è una è uno stile di ricerca qualitativa che combina insieme tecniche di analisi sì quantitativa dei dati parliamo di conversazioni on line e tecniche di analisi qualitativa a quindi analisi del testo
Continua obiettivi sia sociologici che di marketing
Sostanzialmente la mettono grafia è una metodo di ricerca
Funzionale allo studio del passaparola degli utenti on line
Con lo scopo di estrarre da queste conversazioni espresse spontaneamente dagli utenti della Rete
Delli negli Insight quindi delle informazioni di rilevanza strategica di natura commerciale e culturale che possono essere utili alla Pubblica amministrazione come alle aziende
Per orientare le proprie strategie di business di prodotte Desai una e di marketing
Né come un'ardita abbiamo sviluppato una piattaforma di analisi che come vi dicevo combina degli strumenti analitici diverse che è in grado di estrapolare dai principali social network come Facebook e Twitter
Ma anche da dal web quindi dai blog dai forma e da socialmente social network come YouTube e installerà ma migliaia e migliaia di conversazioni che poi vengono analizzate
E vengono analizzati attraverso quattro tecnica analitica
La sentimento analysis
Che sostanzialmente l'analisi
Della valorizzazione diciamo espressa nelle conversazioni on line no quindi nella per cui suddividiamo le conversazioni in positive e negative neutra al e questi hanno ed è quella che ci consente di fare emergere il percepito diciamo insistenti on line ma rispetto ad un tema ad un oggetto di studio specifico
La contenta male in sé se invece quell'analisi che consente di tira fuori temi che vengono principali espressi nel discorso intorno ad un brand ad un argomento specifico
La network analisi se quella tecnica analitica che consente di ricostruire diciamo con la Rete è dire azioni esistente tra siti web potrà utenti che dibattono intorno ad un argomento specifico
Dalla destra discorso analisi se invece riusciamo a tirare fuori
Ad analizzare diciamo le rappresentazioni identitarie che sono espresse dagli utenti della Rete a
Al sempre nel dibattito attorno ad una ad un tema specifico
Oggi volevo illustrarvi e quindi diciamo una serie di best practice appunto mi ha dal turismo
Alla prima riguarda il turismo e riguarda un ente e quindi una pubblica amministrazione di livello regionale parliamo della Regione Umbria
La Regione Umbria nel due mila e dodici affidato a Brera albicocca alla il monitoraggio nomina delle conversazioni generate on line su un evento organizzato
Dalla Regione estesa ospitato dalla Regione stessa nell'aprile del due mila e due decidendo avvertibili un Travel blogger gli ormai tra una convenzione internazionale di Travel blogger
Che hanno visitato diciamo i luoghi più belli della della Regione
L'analisi sulle conversazioni espresse dai Travel Blocher sì ma anche dagli utenti on line sulla tema TBE ovunque sulla brand Umbria in generale
Ha consentito di ricostruire Anna di portare alla luce l'immagine dell'evento
E quindi percepito delle veneto o da parte di di questi pubblici on line e la il percepito della Regione da parte dei visitatori nella della stessa Travel blogger appunto e pubblici on line
Questi sono alcuni dati Hampton meglio l'alcune visualizzazioni di dati alla base diciamo della ricerca
Quindi abbiamo una suddivisione dei dati per fonte
Una grafico che ci consenta appunto il sentiment delle opinioni relative alla Regione Umbria
Il i principali topica del discorso e la distribuzione delle conversazioni per Donini relativi domini che li ospitavano
I però nel blog verrà
Hanno dato vita su Twitter
A innanzitutto ad un intensissimo sterile ma di Twitter riguardanti l'evento ti Biumo il Brenda Umbria e creando così una comunità affettiva molto coesa molto densa che ha diciamo influenzato anche il flusso delle interazioni su Twitter al di fuori diciamo delle conversazioni strettamente inerenti ti più garantendo così al brand Umbria una una rapida e massiccia diffusione virale
Questa è un'analisi visuale quindi appunto la mia dai sta Agrama
Dei infine abbiamo applicato diciamo alle conversazioni estate dai social media
Una analisi interpretativa all'analisi interpretativa va oltre appunto il dato quantitativo e ci consente di analizzare
Lei rappresentazioni identitarie che sono articolate appunto dagli utenti intorno al discorso oggetto della ricerca
Queste rappresentazioni ci hanno consentito di individuare quattro profili leali di viaggiatore contemporaneo
Dalla dalle analisi dall'analisi dei dati è emersa inoltre quella che è l'immagine dell'Umbria
L'immagine dell'Umbria costruita dagli utenti attraverso le conversazioni un'immagine che si articola in cinque diversi modi di percepire l'Umbria
Umbria piccina Umbria tranquilla unica stazione Umbria tesoro nascosto Umbria autentica
La diciamo il vantaggio di questa analisi è stato è nel fatto che proprio partendo da questa immagine dell'Umbria emersa dall'analisi mettono grafica è stata poi
Costruita ma e diciamo ideata strategicamente la campagna intima Umbria
Lanciata qualche mese fa e che prevede il coinvolgimento di nove équipe
Di composte da un blog da un fotoreporter da un video maker
Alla scoperta dell'Umbria quindi appunto dei tesori nascosti dell'Umbria della
Della dell'Umbria utenti ca della vita più reale e quotidiana
Questo per comporre diciamo il loro reportage di viaggio che poi può essere votato dagli utenti on line una
Un altro caso invece riguarda un ente una pubblica amministrazione di livello provinciale
Una parliamo della provincia di Imperia
Che ci ha chiesto di analizzare quale fosse la percezione del brand provincia di Imperia on line ma quindi quali fossero le criticità e lei aspettative dichiarammo associate in diciamo da degli utenti al brand provincia di Imperia e soprattutto la sua offerta turistica
Tentando di comprendere quali fossero i fattori di fidelizzazione
E analizzare diciamo le criticità ma anche i vantaggi della Provincia invece rispetto ai competitors quello che è emerso dall'analisi è diciamo
All'individuazione di un pubblico strategico quindi di rilevanza strategica che era il pubblico dei cicloturisti
Di rilevanza strategica chiaramente per orientare le strategie eventuali strategie di comunicazione e di marketing
E infine mi presento una crisi seri che va oltre il turismo e che riguarda la Presidenza del Consiglio dei ministri
Un che quest'anno ci ha affidato la il lancio nella promozione della società a responsabilità limitata semplificata meglio conosciuta come società ad un euro
Chiedendoci appunto di lanciati promuovere questa S.r.l. esser attraverso una campagna soci alla
Hilla la S.r.l. SI la Campagna si rivolgono ad un pubblico di under trentacinque
In uno scenario anche difficile caratterizzato da un sentimento non proprio positivo degli utenti on line avverso appunto l'istituzione in del Governo italiano
L'analisi mettono grafica c'è stata d'aiuto per identificare diciamo la giusta strategia per comunicare con la Rete e nella Rete
E dall'analisi dallo studio delle dinamiche sociali e diciamo in Rete legate chiaramente al target di riferimento è emerso che l'unica possibilità era fare in modo che la notizia stessa sulla S.r.l. esse quindi la promozione della società un euro avvenissero attraverso utilizzando delle personalità che erano provenienti proprio dal web
Per cui abbiamo selezionato alcuni YouTube Bears quindi delle personalità di YouTube con un altro numero di follow Arpini un forte seguito un sulla social network
Hanno interpretato allora un modo di la domanda cosa ci faresti con un euro e quindi hanno diciamo veicolato l'idea dell'impresa ad un euro nel proprio stile chiaramente molto originale
Chiuderò con quelli che sono che i benefit in della metodo né etnografico per la pubblica amministrazione
Sicuramente ottenesse appunto dei dati
O estrarre dalla mole dall'enorme mole di dati un
Non strutturati presenti in reti è in rete dei dati sulla Citizens satisfaction sul sentimento appunto dei propri brand territoriali turistici
Comprendere come
Appunto di illustravo prima fra nel caso del Governo quelle che sono le dinamiche sociali che caratterizzano il Web due punto zero
Chiaramente valorizzare diciamo le conversazioni che sono espressi on line e soprattutto estrarre da queste conversazioni delle linee guida
Dice naturalistica di rilevanza strategica che però questi Insiel sono degli ex Napoli
Che diciamo posso noi impattare direttamente sulla
Prodotte degli zaini e quindi sulle linee di azione di un'offerta pensiamo alla pasta turistica che sia in linea no con le aspettative dei pubblici all'ammenda sulle strategie di marketing e di comunicazione della pubblica amministrazione
E ancora di misurare gli effetti delle campagne di promozione partecipazioni on line e infine scoprire quindi fare tra il boccino scoprire quelli che sono i prendo culturali
O di consumo commerciali che sono emergente che possono essere significativi per orientare appunto le proprie strategie di azione
Senza di essa e spero che essa è stata più o meno negare
Mi viene solo una battuta da questo intervento che si ricollega refezione dottor Arata
E tra i pacchetti debito di agrumi stazione quell'ogni tanto disposti dai rischi da risorse interne per fare cose che non sanno fare mentre ci sono degli specialisti esterni che sono bravissimi cosa ma poco fa va benissimo
La cura Vincenzo Cosenza associarmi diastasi del responsabile se trovate blog mentre
Per fortuna dell'Appia su Facebook equità e spero che non rinnoverà il il nostro dolore su quello che non abbiamo
Speriamo
Buongiorno a tutti quello che vi mostro oggi che abbiamo svolto con blog meter l'azienda per la quale
Lavoro un'analisi abbastanza inedita sulle performances di comuni e Regioni su Facebook su Twitter un'analisi non campionaria
Ma un'analisi puntuale su tutte le interazioni che sono avvenute tra pubblica amministrazione e cittadini su queste due piattaforme svolta in un periodo
Di sei mesi per i comuni per le Regioni soltanto del dell'ultimo mese le interazioni per darvi un'idea raccolte sono seicento mila quindi un numero rilevante per capire un po'
Come per formano queste pubbliche amministrazioni
Su Facebook su Twitter
Partiamo dai comuni un dato che già Giovanni mostrava e che i Comuni capoluogo questo è l'analisi svolta sui Comuni capoluogo di
Vincerà che sono su Facebook solo il cinquantadue per cento quindi almeno uno su due ha una propria presenza
Su Facebook non c'è un digital device d'geografico non non viene in evidenza e il processo di analisi un po'come dire reso difficile dal fatto che vi sono diverse tipologie di account ebbe e molto spesso è difficile capire quali
Questi account sono davvero riconducibili ufficialmente al Comune su Twitter la situazione un po'peggiore soltanto il trentasette per cento dei Comuni capoluogo di provincia a una cauto su Twitter e neanche qui si nota una digita alla Devine geografico le dimensioni dell'analisi sono molteplici poi vi invito magari a ad andare a a a vederle poi sulla sul nostro sito blocco Mitterrand punto it nel pomeriggio mi soffermo soltanto su alcune per questioni chiaramente di brevità
Partiamo dal numero dei follow up questa è la
Penne del dei Comuni che hanno il maggior numero di follow verrà un una metrica che comunque
Rilevante nel senso che ci dà una serie di informazioni sulla bacino di utenza dei comuni e un punto sicuramente di partenza
Generalmente il livello del Foro guerre è basso ma la città di Torino come vedete e come aveva già ricordato Giovanni quella che ha un numero di follow
Per consistente più di sessanta mila rispetto al secondo in questa classifica che il Comune di Napoli con le diciassette mila
Poi Firenze e Roma Capitale ma ancora più interessante al di là del numero dei farlo per capire se c'è effettivamente dell'interazione cioè
Quanto sono menzionati il comuni su Twitter
Vedete da questa classifica al primo posto si Piazza del Comune di Milano che in un periodo analizzato di oltre
Senesi riesce ad ottenere più di tredici mila citazioni dalla dai cittadini al secondo posto il Comune di Firenze
E la Roma capitale al terzo posto intorno a circa otto mila citazioni in questo ampio periodo
L'account da qui Torino e la cauto tra l'altro che produce però i Twitter più coinvolgenti quindi non ha un numero e c'è
Vuole di menzioni ma mediamente produce tre virgola tre interazioni per ogni Twitter che che produce
Qui vedo una serie di Twitter più in dieci indi effettivamente quelli più coinvolgenti sono quelli del Comune di Milano che riesce con questa sua capacità di dare informazioni davvero utili a coinvolgere gli utenti
Poi potrete vedere meglio il tutto in on line e nel pomeriggio per sintetizzare nel breve tempo che abbiamo
Quella che quindi è la situazione dei Comuni capoluogo in su su Twitter vedete questa mappa che mostra le dimensioni analizzate quindi il numero dei follow up sull'asse
Delle ascisse il numero delle pensioni sull'asse delle ordinate e la grandezza della di ognuna delle sfere rappresenta il numero dei Twitter prodotti da ogni e mi estrazione quindi vedete il quadrante in alto a destra e quello dei leader cioè coloro che riescono ad avere il numero alto di farlo per più alto della media numero dimensioni
Maggiore rispetto alla media dell'intero settore il quadrante in basso a destra e quello che chiama chiamiamo dei colleghi Torres cioè che coloro che hanno un numero abbastanza elevato di follow verrà ma che non hanno ancora quella capacità di coinvolgimento dei cittadini che hanno invece gli altri
In alto a sinistra il
Quadrante di lì enti agers cioè coloro che hanno
Pochi follow verrà no una buona capacità di interazione con i cittadini
E in basso a destra vedete tutti gli altri Comuni quindi abbiamo evidenziati soltanto alcuni per questioni divisibilità quindi come abbiamo detto si conferma qui Torino per capacità di avere un bacino alto di
Follow verrà il Comune di Milano soprattutto per la capacità di ottenere menzioni su Twitter passiamo a Facebook la metodologia e più o meno la stessa Facebook ha sicuramente più metriche
Che ci permette di analizzare ma la prima quella più in evidenza il numero dei fanno e per numero dei fan e la città di Torino ad avere
Una allargare il il predominio diciamo così anche se i numeri sono molto bassi vedete che la città di Torino la ventiquattro mila fanno alla Città di Modena lo segue con quattordici mila e e in seguito la città di i Genova le pagine che crescono di più in questi sei mesi sono la città di vicenza seguita dal Comune di Milano e da Roma capitale
Su Facebook la metrica per definire il grado di coinvolgimento degli utenti e il cosiddetto engagement che è dato dalla somma dei laica e dei commenti e delle condivisioni e dei poste spontanei sulla bacheca
Che gli utenti effettivamente fanno
In termini quindi di coinvolgimento di interazioni il Comune di Milano e quello che riesce ad ottenerne di più in questo periodo di oltre sei mesi di analisi solo addirittura oltre settantasette mila seguite dal Comune di Rimini con sessantacinque mila e dalla città di Modena con sessanta sessanta mila
Addirittura il Comune di Milano ha mediamente trecentottantacinque interazioni giornaliere il che numero abbastanza consistente qui ad esempio di posto il posto più coinvolgenti di questi sei mesi
Il primo posto il più coinvolgente come vedete questo è molto interessante non è fatto da un'Amministrazione ma da un cittadino che scrive sulla pagina dell'Amministrazione
Ed è composta ironico nostra la sua casa sommersa dalla neve e chiediamo alla al Comune di chiudere le scuole perché lui è bloccato questo costituisce ottenere quasi ventisei mila tra laiche commenti condivisioni
Il secondo posto è un posto e il Comune di Milano che annuncia un'iniziativa un nuovo Regolamento per agli artisti di strada anche questo riesce a ottenere un numero elevato oltre settemila interazioni
Ma cosa più importante forse vedere le risposte date ai cittadini qui vedete una classifica per tempi di risposta ma anche per numero di risposte date e per responsabilmente cioè percentuali di risposte rispetto al totale delle domande effettivamente svolte dai cittadini in bacheca
Il Comune di Frosinone risponde in meno di tre ore però risponde soltanto a diciotto domande per una a tasso del quattro per ciò entro mentre forse la miglior performances quella del Comune di Milano che spicca con quattrocentottantotto risposte in sei mesi
Date in mediamente diciotto ore e quarantotto minuti quindi abbastanza elevato lo segue il Comune di Rimini con duecentoquindici risposte in trenta ore
Anche qui la mappa di engagement su Facebook riassume assume la situazione per cui vedete il quadrante dei limiti dei leader che vede così s'serata la città di Torino la Città di Modena il Comune il Comune di Rimini tra coloro che hanno un numero di fanno e engagement superiore alla media
Ma passiamo allenati alle Regioni e qui la situazione un po'più critica solo otto regioni sono presenti su Facebook con una pagina ufficiale su Twitter soltanto nove Regioni annulla cauto ufficiale
Delle Regioni su Twitter realtà ci sono o c'è una Regione come Torino che ha due account uno gestito all'ufficio stampa l'altro un altro dal Consiglio regionale la Valle d'Aosta addirittura una cauta apertura il due mila nove e lì dormiente che non abbiamo preso in considerazione
L'iter intermedi forme verrà vedete che l'utile numerosità sono molto più basse rispetto a quelle dei Comuni il primo in classifica alla Regione di Lombardia con dodici mila follow up seguirlo la Regione Piemonte e la Regione Emilia Romagna tassi di crescita molto bassi circa venti follow ore al giorno raccolgono questi questi questa Regione
Le pensioni qui laziale dia e la Regione che nel mese analizzato l'ultimo mese analizzato
Ottiene il maggior numero di invenzioni oltre mille e pensioni seguita dalla cauto del Consiglio regionale del Piemonte e quindi non dalla cautela dell'ufficio stampa lo quello del Consiglio regionale del Piemonte che fa un ottimo lavoro
In quanto utilizza molto bene lo strumento fa addirittura dei leit Whittington della situazione delle sedute del Consiglio regionale
Il suo Twitter il quinto e più apprezzato del Regio della rete della Consiglio regionale del Piemonte ottiene però ventiquattro interazioni quindi
Da questo panel il Twitter più apprezzato ottiene soltanto ventiquattro interazioni
La mappa delle dieci venti quindi mostra una Regione Lombardia in alto a destra insieme alla Regione Piemonte tutto il resto sono account che necessitano di una spinta
Maggiore
Passiamo velocemente a a Facebook anche qui la situazione non erra ossia l'account che ha più Fanna e quello della Regione Puglia ma sono solo tutto circa diciassette mila segue la Regione Lombardia con quasi dodici mila e la Regione Emilia Romagna
In termini di e invece perché vi dicevo la metrica forse più importanti di interazioni prodotte e l'Abruzzo
Che riceve per il maggior numero di interazioni in questo mese analizzato sono cinquecentocinquantaquattro seguite dalla Regione Marche dalla Regione Puglia con più o meno quattrocentocinquanta interazioni ognuno è
Anche quei per darvi un'idea di come ci sia una grossa differenza tra la capacità dei Comuni e delle regioni di creare engagement il posto che ha fatto registrare più interazioni e dalla Regione Marche ma il numero delle interazioni è pari a settantuno nulla che vedere con i settemila le settemila interazioni sviluppate dai dai Comuni
La mappa dell'engagement anche qui mostra quindi il quadrante dei leader occupato soltanto dalla Rettore stia e dalla Regione Emilia-Romagna per un contesto diciamo di nanismo della per cioè socialmente Ian complessivo quindi per chiudere cosa e disse si evince da questa analisi che potrete approfondire che
Lunga la vedrete on line sicuramente quello che diceva all'inizio con Giovanni cioè una presenza scarsa dei Comuni capoluogo su Facebook su Twitter ma ancora peggiore quella delle regioni utilizzo dei social media che e soprattutto l'utilizzo diciamo in modalità displaced cioè si cerca di fare attività simili l'ufficio stampa attraverso messaggi push dall'alto verso il basso e sono ancora inesplorate invece le
Possibilità di costituire degli urto on line lavoro cosiddetto si dice Citizen Scip rilascia Ship Management cioè la gestione on line dei rapporti col cittadino vi è una quindi limitata capacità di coinvolgimento e di via dialogo e il tasso le azioni
Delle risposte è davvero risibile quindi c'è tanto ancora da fare quindi messa impositiva probabilmente cioè tanto lavoro
Interessante innovativo per ringiovanire della pubblica amministrazione
L'altra
Abbattuto sulla disastrosa capacità di condimento dell'opera pubblica situazione succede che gli enti superiori come la Regione che hanno molte risorse
Abito a contatto con il cittadino mentre il comune e le altre sono quell'omaggio puntando a bambino ridurre la comunicazione questo può la contraddizione che Cavour questo grazie
La dottoressa
Rosanna giovedì responsabile servizi dedicati al contrasto e per integrarlo superabile IVA il
Buongiorno a tutti noi ci caliamo in una realtà completamente diversa che è quella del mondo del sociale quindi che rapporto c'è tra
La disabilità risorse netto
Innanzitutto ci presentiamo noi iniziamo un secolo contact center integrato superabile innanzi al vecchio promosso nel Duemila dall'istituto INAIL si occupa di informazione e consulenza per la disabilità
Parliamo di un progetto innovativo già
Diciamo anni fa che nel tempo è divenuto fondamentalmente strumento di informazione e comunicazione a livello nazionale sulla disabilità
è partito con l'obiettivo di mettere a disposizione delle persone dei familiari e di tutti gli addetti ai lavori
Un insieme di servizi informazioni consulenze che attraverso tecnologie diversificate sono sempre
Andati incontro a tutte le forme di disagio e di diverso modo di comunico a carico noi
Nel corso di questi anni è diventato un punto di riferimento anche per le persone straniere quindi noi adoperiamo sia mo'multilingue e questo anche è uno Stato una modalità e un nuovo approccio di comunicare all'interno
Del social network
Chi siamo siamo un RTI formata dal Consorzio sociale Corinna una delle realtà di cooperazione sociali importanti a livello nazionale
Agenzia di redattore sociale la prima realtà italiana di agenzia giornalistica dedicata al sociale
Il resto
Welfare società del territorio quotidiano di informazioni in italiano inglese sulle politiche sociali
è un sistema una delle società italiane di consulenze ingegneria informatica maggiormente innovative creative
Poste con società leader nella progettazione nello sviluppo nella gestione di servizi internet
Il conte al Center integrato superabile si articola attualmente in tre filoni paralleli integrati e tra loro quindi colta al con call center superabile che risponde al numero verde
Ottocento ottocentodieci ottocentodieci
Il portale superabile punto i conti
è una rivista delle ottica mensile magazzino insuperabile
E
Poiché dobbiamo ridurre tutto l'argomento spiegherò molto velocemente che il call center stato primo io il primo strumento attivato dal nostro servizio domande
Partito dodici anni fa sia quali sogni va sono stati e sono tuttora di valori aggiunti riportato in questo tipo di servizio la consulenza alla pari
Il multilingue
E e l'ascolto che cosa vuol dire la consulenza alla pari è persone con disabilità che rispondono al bisogno di persone che ci ci ha a mano con disabilità o i familiari che si trovano in coinvolti improvvisamente in una situazione di
Disabilità immediata di invalidità
Molti lingue perché è una realtà ormai molto presenti a trovarsi di fronte a persone che non parlano proprio l'italiano
E quindi che cosa avviene e le questa capacità di fare squadra di stare tutti insieme ha nel suo interno alla capacità di fornire informazioni consulenze risposte all'utenza in quali lingue inglese francese e tedesca spagnola russa rumena
Da ultimo
E non per ultimo chiaramente evidenzio che gli operatori del call center gli e Sperti sono in gran parte
Persone che hanno l'abitudine di ascoltare con tanta serietà senza fretta
Queste è stata proprio una volontà dell'istituto INAIL di non imposta circa una per i ritardi dialogo nel rapporto del telefonico proprio perché
Il nostro com'a Sassari orientare rispondere e quindi spesso siamo anche oltre i dieci minuti quindici minuti in una conversazione telefonica
Personale superabile invece affidato alla direzione editoriale dell'Agenzia redattore sociale che corre contenuti giornalistici
Mentre i contenuti gli esperti se si avvalgono della collaborazione degli esperti ed ecco
La piattaforma tecnologica e l'assistenza tecnica sono garantite da un sistema in collaborazione come avevo detto prima composte con
Quale sono alle nostre aree tematiche di intervento
Aloisi lì e riabilitazione supporti tecnologici a otto mobilità inserimento R. inserirmi
In tutto
Lavoro chiaramente e nella vita sociale
Le barriere architettoniche domotica normativa generale
Viaggi sport e tempo libero scuola e formazione
Previdenza e assistenza e i cui INAIL ci un c'è ma niente
E portarle superabili tutti e in linea con le disposizioni nazionale e comunitarie in materia
Consente la massima accessibilità e fruibilità tecnologica possibili a tutti livelli infatti siamo accreditati da nisba
E qui è subentrata una prima
Esperienza rispetto all'accessibilità dei social network
Il contratto Center integrato superabile quindi si propone come opportunità per promuovere occasioni di incontro tra gli attori del territorio
Dove l'esperienza dei singoli le attività quotidiane distrutti e molte volte in solitudine
Rapine espressione si confrontino verificano di possibilità di sviluppo trovino complicità e dialettica
Con l'istituzione del servizio superata dire
Di fatto si è puntato su tre concetti fondamentali fondanti per l'integrazione e l'inclusione sociale
L'informazione l'accessibilità e la partecipazione
L'informazione e l'accessibilità garantiscono la partecipazione che diviene vera effettiva lì dove si crea una Rete confronto scambio con le diverse realtà
La tentazione di relegare la disponibilità non lo spazio solo per gli addetti ai lavori
Ma passiamo al nostro rapporto con i social network e noi siamo entrati a far parte di questo tipo di comunicazione
E da poco meno poco un anno all'incirca c'eravamo appunti sottoposti il problema della di quanto fossero accessibili social network Facebook Twitter
E quindi a questo punto con l'istituzione l'informazione nell'accessibilità garante poiché garantiscono alla partecipazione
Il e diventa vera ed effettiva lì dove si crea un reale confronto scambio con le diversità senza la tentazione di relegare la disabilità in uno spazio solo per gli addetti ai lavori
E sempre partendo dai concetti fondanti l'informazione e l'accessibilità alla partecipazione sia intesa avviarono ulteriori percorsi innovativo per conto dire a tutto il sistema superabile di ampliare la propria sfera di intervento avvalendosi delle nuove potenzialità offerte dall'evoluzione tecnologica
Negli ultimi anni il mondo della Rete è andato per attualmente è cambiato rispetto a come ramo pertinenti nuovi linguaggi applicazioni oggi infatti consentono agli utenti un modo essenzialmente diverso di interagire
Tutto ciò ha modificato il valore dell'esperienza di navigazione e la natura stessa del web come mezzo di comunicazione che va oggi progettate pensato come ecosistema
Infatti attraverso la latte si può vedere tutta la nuova riprogettazione che si sta avviando nel nostro interno nel nostro servizio al nostro colta al Centre
Di partecipazione ma all'istituto INAIL
E questa è la naturale necessaria evoluzione dell'attuale contati setter integrato superabile in uno degli obiettivi principali del servizio
è l'integrazione di nuove soluzioni e modelli Uto Ughi a sopportare integrazione i presidi nel portale superabili nell'applicazione avverte dal Kuwait
Per consentire di semplificare l'elevazione stesse ed i servizi
E arricchire le funzionalità strepitoso e l'aggregazione di contenuti flussi dati e servizi provenienti da più fonti secondo il paradigma del due punto zero
Ma la cosa più importante quelle che queste soluzioni tecnologiche individuate saranno affiancate da metodologie tecniche per la condivisione della conoscenza e la collaborazione
Tra gli attori interni esterni di superabile e in ottica multicanale di accessibilità
Che renderanno partecipi ove richiesto anche gli utenti e modalità o il frutto di di canali interattivi quindi ad esempio forum blocca web tv
Di tv digitale poiché per call center e altro ivi compresi i sistemi dotati di tecnologia assistiti re
Le innovazioni tecnologiche e proposte offriranno l'opportunità di individuare nuovi percorsi per l'integrazione sociale e culturale
Delle persone con disabilità contribuendo ulteriormente ASM vincolare l'entità da una condizione di separatezza ed emarginazione
L'avvio della riprogettazione del servizio ha chiesto l'elaborazione di un piano di comunicazione e marketing che si basa sui seguenti elementi fondanti
La costruzione del brand superabile la realizzazione di una prima esperienza sull'larga scala di comunicazione integrata sui media tradizionali
Frequentati da un parte di utenti non necessariamente con disabilità
Una differenziazione dei contatti sul portale su qualche Center sulla trasmissione televisive social network
Per analizzare l'eterogeneità dei gruppi di utenza e individuare nuovi target finora non intercettati
O scarsamente coinvolti che hanno mostrato interesse alla proposta proveniente
Da televisioni e social network
Il coinvolgimento nel processo di costruzione e realizzazione delle sperimentazioni di persone connesse al sa disabilità dobbiamo Chievo finale è la realizzazione di nuovi servizi multicanale e multipiattaforma
Nell'ambito del comparto Center
Che saranno tutor virtuale sintesi vocali in screening social media ma Community plug-in voi applicazioni mobile
Georeferenzazione contenuti catalogo widget quel servisse
Tv digitale chiunque interattiva
Non so se ancora concludo per
Concludiamo allora l'importante poi alla fine tutto questo che cos'è che noi ci poniamo come un osservatorio altri verso questo fenomeno è una partecipazioni a due vie
Rispetta gli scopi del servizio superabile social network non sono un mezzo fine a se stesso ma
Fanno parte integrante di una strategia mirata a raccogliere opinioni bisogni
E sentimenti che attraverso la necessaria opera di mediazione devono contribuire alla costruzione di una community
E quindi noi raccogliamo tutto sacche sono buoni esempi di buone prassi e raccogliamo tutto ciò che l'esercizio non è che ci contattano hanno necessità di raccontarci e vogliamo diventare un perno per ridistribuire e ritornare
E la nostra la solidarietà ai prefetti e questo è il nostro è la nostra amici
Sono
Quindi
è finita qui grazie
Dopo la particolare sensibilità sociale allorché l'ultimo la dottoressa dal professor Carlo di Napoli caro docente proprio
Allora
Allora buongiorno a tutti cercherò di stare nei tempi anche perché siamo forse anche un po'in ritardo per cui
Allora
Ultimo sì sì sì sì no ci sono perfetto
Allora sono stata già presentata come docente Blair grave per cui vi dico giusto qualcosa in più sono insegnante
E in seno alla scuola superiore e mi occupo di formare i docenti sulle tecnologie didattiche quindi sono anche una persona che va dai colleghi in un po'in giro in tutta Italia a spiegare come in che modo
Permeare le la la didattica di nuove tecnologie
Il mio intervento e su questo cioè partiamo dalla base della pubblica amministrazione il settore scuola ma partiamo proprio dei cittadini dei cittadini di domani è tant'è vero che con questi cittadini di domani lavoreranno cioè i docenti è la scuola due punto zero che è un processo in atto da qualche anno diciamo almeno dal due mila sette due mila otto da quando sono partiti i piani di scuola digitale il Piano Lima quindi le lavagne multimediali
Adesso si parla di
Tablet nella didattica
Di dunque quindi editoria digitale le prospettive le sfide soprattutto quello che ci interessa per formare i cittadini di domani che già hanno in mano queste tecnologie tali competenze per i docenti quindi quali sfide teniamo attento credo che si è parlato finora di comunicazione di mezzi di comunicazione di social come nuovi strumenti di comunicazione in realtà il Seccia del web due punto zero hanno cambia e stanno cambiando le modalità in cui noi apprendiamo i ragazzi cosiddetti nativi digitali aprendo e vivono le loro giornate nella loro quotidianità
Questo cambiamento è in atto diciamo dal due mila e sette da prima per chi usa come nei social
Il Web due punto zero nel due mila sette c'è proprio l'apertura del web di internet alle persone le persone che cominciano a metterci la faccia il nome il cognome ad interagire sui siti sui blog e poi sui social network
Consideriamo anche questo dato entro il due mila e venti
Abbiamo
Avremmo praticamente tutti in mano un'estensione del corpo già forse lo facciamo i ragazzi se li sono serva per nelle classi a scuola
Già da piccoli già dalle scuole elementari hanno la loro estensione del corpo che informato tablet e smartphone o comunque qualcosa di digitale che funziona con un funzionamento abbastanza semplice
è previsto che avremmo tutti in mano uno strumento di connessione questa sarà la nostra porta anche per accedere alla conoscenza
E teniamo conto che interna che si sta già trasformando nelle mani dei dei ragazzi degli adolescenti in un'applicazione alcuni non sanno neanche e che per internet serve un browser ad esempio perché loro ci accedono dal cellulare dal loro sbarco perché ha un'applicazione che va su internet anziché va su Google le cercano quello che devono imparare copiare memorizzare sono cambiate le pratiche comunicative queste sono le pratiche comunicative in atto
Condividere assemblare partecipare soprattutto questo verbo lei care cioè mettere mi piace mettere una stellina
Fare i femori che dire ho gradito qualcosa e il mezzo più veloce con cui gli adolescenti di oggi comunicano agli altri quello che vogliono comunicare
Riguardo alla didattica abbiamo già Dante la possibilità di mettere il materiale didattico nel cloud su diversi sistemi gratuiti
Che non comportano neanche un costo per l'insegnante o per il docente certo il docente deve sapere quali strumenti può utilizzare e mettere a sistema nelle sue classi digitali abbiamo tutta una serie di media sociali
Già permettono anche gratuitamente soprattutto gratuitamente visto che parliamo di scuola e di studi un settore in cui i tagli ci sono quindi impensabile avere sistemi appagamento diffusi per tutti abbiamo tutta una serie di meglio media digitali che permettono
Gratuitamente di condividere i contenuti più diversi anche i contenuti didattici progetti didattici in maniera pubblica in maniera privata perché si preoccupasse della privacy ci sono sistemi che permettono in maniera privata neanche protetta
Di gestire i materiali didattici da distribuire da condividere e da o costruire insieme il docente ha necessità di avere nuovi strumenti e nuove CONS nuove competenze
E e chi si occupa di didattica vive questo questo sistema in maniera molto forte per cui c'è un digital device DIA
Forse invisibile ma per chi lavora nella scuola molto ma molto visibile tra docenti e alunni tra docenti e docenti che hanno già iniziato questo processo di cambiamento che hanno già tutta una serie di strumenti nella loro casetta del gas degli attrezzi e chi comincia adesso ad accendere un computer purtroppo la scuola italiana è fatta di questo cosa tenere in considerazione innanzitutto il docente deve sapere che mentre prima c'era uno strumento
Per comunicare quindi per l'audito per il video per la messaggistica
E per scrivere poi si è passati a degli strumenti tecnologici adesso
Tutto è non più computer e Piccini ma tablet è Smart comma quindi qualcosa che sta in mano che si porta con sé e che permette I ragazzi ai docenti di portarsi dietro anche il materiale didattico
Teniamo conto la prima competenze questa i nativi digitali esistono ma non sono nati imparati cioè inc nessuno insegnerà questo bambino che sul tablet c'è un'applicazione che legge gli buche quindi gli box si leggono perché sono liberi in bambino non aprirà mai l'applicazione userà il tablet divinamente lo vediamo tutti quanti ma la conoscenza la trasmette l'adulto quindi il docente che alle competenze per utilizzare lo strumento anche per fare didattica e quindi nei processi di apprendimento e insegnamento che non vengono dal nulla non vengono dal tablet nato dato in mano i ragazzi
Piano Lima cominciato già tempo pannelli ma sono diffusa nelle scuole chi più chi meno in ogni istituto scolastico dalle elementari alle superiori sono diffuse queste lavagna in per attive che altro non sono poche un pannello un videoproiettore un computer collegato è una un software che permette con il taccio con il tatto con le pennette di utilizzare la metafora che i docenti conoscono meglio che è quella della lavagna usufruito continueranno comunque scrivere con gesso pennarelli
Altra competenza che i docenti devono assolutamente acquisire in tempo stretto strettissimo direi vista anche la la norma che do il merito che prevede dal prossimo anno l'utilizzo di iberico e di libri multimediali di testi e la protesta degli editori in corso
Conoscere come funzionano LIPU criteri innanzitutto soprattutto quali formati
E di quali formati fatto univoco cosa intende posso utilizzarli in classe come sostituire il libro con libico che fu Amati devo conosce come dal passare da un formato all'altro perché su diversi dei vari sui diversi strumenti serve un altro formato
Competenza digitale assoluta quindi chiunque trame riutilizzo media sociale che sia Facebook che si è qui perché si è altro che sia Istat grande che sia altro se chiede che i ragazzi a volte non sanno neanche il nome però li usano direttamente
E vi aggiungo anche una zappa perché i compiti in classe oramai si passano attraverso la bozza e i professori non lo sanno o non sono arrivate a capire che i ragazzi sono i dati
Perché dico copiamo passano compiti perché finché non è non c'è un docente che utilizza questi sistemi in altro modo i ragazzi ci faranno quello che ci fanno sante
Il piano nazionale questi alcuni numeri giusto per capire di cosa parliamo pare che siano stati distribuiti se distribuite sinora SIT settantaquattro mila Lima
In tutta Italia sono dati che ho preso da un convegno fatto in Regione Basilicata sui numeri del MIUR del piano scuola digitale dovrebbero essere abbastanza attendibili
E classi due punto zero ci sono delle classi che sono state costituite con tutte le tecnologie che adotta una metodologia didattica particolare sono due mila e seicento in tutta Italia
Scuole due punto zero non solo la classe ma l'intero istituto sono trenta in tutta Italia
C'è un piano di editoria scolastica digitale ovviamente per il passaggio agli Bucca
è sono stati creati sei e i centri scolastici digitali in sei regioni perché vi dico questo perché di controllo ex in questo momento ha già bocciato il classi due punto zero
Giustamente non servono singole classi che sperimentano metodologie didattiche ma promuove le scuole due punto zero occorre che il sistema sia in un unico e che si muove insieme
è vi aggiungo il convegno Innaro Regione Basilicata dove vivo su questi dati finiva così come un ragazzino che ha fatto
Il progetto classi due punto zero in Basilicata in una scuola media facendo i tre anni con tutta la strumentazione ha usato affatto ha prodotto
Hanno condiviso hanno messo a sistema grandi cose in tre anni si iscrive al liceo tecnologico va prende la parola in questo convegno era stata invitata la sua scuola come scuola di eccellenza e lui dice
E bene ho fatto una bellissima cosa tre anni di scuola media fatti così perché mi sono iscritto al liceo tecnologico e adesso i miei professori utilizzano lavagna leggessi
Chiaramente come definito in questo modo perché nella scuola italiana se non ci adeguiamo anche a quello che dice l'OCSE e quindi docenti devono essere formati a questo
Allo sviluppo delle risorse digitali e impossibili progetti sporadici o singoli finanziamenti che poi finiscono e quindi di punto in bianco finisce anche la sperimentazione didattica che si stava facendo
Non Perrotta un cambiamento del sistema adiacente sono richieste tutta una serie di competenze riassunte in questo albergo
Soprattutto la conoscenza degli strumenti delle dinamiche d'uso delle dinamiche di relazione e la conoscenza del web e del suo funzionamento l'accoglie come gestire la guardia e protection cioè come sapere
Gestire la propria reputazione non solo dei docenti ma insegnare agli studenti che quello che fanno villette avrà ripercussioni anche future
Usare tutto in prima persona per quanto possibile sperimentare considerare la rete non come uno strumento di comunicazione ma come parte integrante del quotidiano
I docenti davvero masticare cultura digitale in ogni modo come usciere utilizzare e aggiornarsi Sempre conoscere le tecnologie ma non essere al passo cioè sapere qual è l'ultimo telefonino l'ultimo solo l'ultimo tablet uscito almeno
Ma semplicemente avere una metodologia che permetta di preparare materiali diversi adattabili ai contesti che cambiano pratica che ogni giorno per riconoscere i formati conoscere in che modo scambiare condividere conoscenza dove scrivere sulle Lima la il terrore dei docenti che vado a formare sempre quello come funziona come l'accendo dove si usa prendete ci la mano sono computer
Sono fatti anche pensati perché ci possiamo sbagliare sopra pensando e ripensando
Alla fine si usano non non non perdonava mordono e ci si prende la mano i ragazzi ci arrivano subito perché le tecnologie sono pensate per essere vendute a tutti e quindi ed essere usate facilmente chi ancora lo scoglio che ai docenti deve prendersi in mano altra competenza richiestissima non solo per monitorare cosa fanno i ragazzi ma il materiale didattico su guardo fatto bene da colleghi che da anni producono materiale didattico esiste
Prima di costruissero da solo cominciato ad utilizzare quello che la conoscenza condivisa di interi quello che io stessa faccio da anni ma non sono solo io in Italia ci sono migliaia di docenti che condividono materiale didattico ben fatto ben organizzato ben pensato
Ancora sperimentale questi formati questi contenuti non dare nulla per scontato ma sapere che un PDF magari si può un po'per Ponente si trasformi in pdf che ci posso mettere un audio che ci posso ricavare un MP tre che ci posso ricavare un video e c'è però o semplicemente delle foto da mettere sulla bacheca Facebook degli alunni con le slide per cui semplifico al massimo il formato ma trasmetto il contenuto usare fare usare dispositivi Claudio il disco siti di mobile che comunque tutti hanno in mano e che sono il futuro perché sono già presente nella quotidianità dei dell'uso dei ragazzi i ragazzi imparano attraverso questi strumenti già lo fanno
I docenti devono ovviamente conoscere selezionare utilizzare dei le applicazioni più utili sia didattiche e che non è una perché non pensate appositamente per la didattica ma che risolvono tanti problemi come questa che è un semplice block appunti che permette col pennino digitale di scrivere sul tablet non è pensata per la didattica e pensato per un uso personale ci si può fare diverse diverse cose diverse si ci si può sperimentare un modo di fare lezione molto più interattivo
Conoscere la grammatica dell'UE sociale e tutto ciò che essa comporta
Sapere a cosa si servono gli strumenti vado un po'più veloce sapere cosa fanno gli studenti grande gap generazionale non conoscere cosa fanno i vostri figli e cosa fanno gli studenti con il telefonino potabile col computer quando sono su Facebook eccetera
Sappiate che gran parte di loro utilizza questi strumenti per apprendere anche per apprendere come pregare il professore tra virgolette però è un apprendimento che riporta ad imparare tecniche strategia
Imparare la loro lingua comprendere il molti Taschin comunicativo conti i miei colleghi continuano a pensare che gli studenti possano fare una cosa per volta cioè non parlare ascoltare ascoltare il docente e stare attenti prendere appunti eccetera
Riescono a fare tutto questo è anche me sta già assi su Twitter bozza pro Facebook eccetera e stare attenti a lezione prendiamone atto non è tutto euro in questo caso
Però un formato era deve conoscere le dinamiche anche psicologiche e di come è cambiato l'apprendimento con il multi tasche India sapere come funziona il learning sociale integrare queste tecnologie ma non fare didattica scolla sulla tecnologia
Perché serve sempre un metodo Blendi due cioè che che metta sempre al centro la persona lo studente nelle attività e nelle azioni che fa into integrare al massimo gli strumenti disponibili con la didattica
Arrivare ad un livello in cui si possono utilizzare le piattaforme per l'e-learning
Ma è un livello già auto per le scuole italiane c'è chi se lo può permettere c'è chi non si fa
Permettere di avere sistemi più evoluti che contengano i corsi e e tutto ciò che c'è da mettere on line
Piegarsi a social gratuiti ed modo ad esempio pensato
Con un'interfaccia grafica tipo Facebook proprio per essere utilizzato con i ragazzi le e delle piccole classi virtuali un piccolo Facebook privato che però permette agli alunni di creare le proprie classi digitali e gestirle in questo modo
E il docente secondo me verde aprire e fare aprire dei blog con diverso eluso oppure aprire far gestire gestire far gestire dei guitti sapere come e dove condividere on line il Matera materiale didattico con gli studenti Sat e dove come on line può avere dei sistemi già in atto di comunicazione con i genitori ad esempio saper utilizzare dei servizi Claudio cioè degli spazi web condivisi condivisi anche in maniera privata dove far circolare il ma anche viale didattico che viene Mammano prodotte prodotto dagli stessi docenti è mi fermo perché ci sarebbe tutto un discorso da aprire in questo momento nel due mila tredici sulla istruzione universitaria che fu zona tramite in Marocco che sono i corsi on line di massa aperti soprattutto dalle università americane non solo questi sono esempi di siti Cours era o da siti eccetera
E ma siamo in Italia siamo indietro di almeno tre quattro anni infatti l'unico Corso che mi risulta
Su corsa era italiano è un corso della Sapienza di Roma un corso di Ingegneria meccanica si ritrovano centinaia di in tutte le lingue invece
E ci fermiamo qui perché arrivare in modo che per l'Italia sarà un grande passo e per i docenti italiani l'apprendimento però è sociale non dobbiamo dimenticarlo e la sfida del due punto zero secondo me
Quello di
E qui lo nego i docenti italiani non sono pronti perché hanno necessità di essere formati su queste cose in maniera costante mirata e soprattutto che si evolva passo passo non solo sulle lo strumento tecnico grazie per la prevenzione
Terminato il tempo come dicono a Roma bocce cacciano
Solo una una battuta direi che ringrazio l'ultimo intervento perché ha completato un panel molto concreto di questo argomento
Dire che abbiamo un mille pensieri mille cose da portare nelle nostre amministrazione istituzioni per
Riuscire a far crescere sia il social media dalla parte pubblica distrazione sia dagli utilizzatori perché anche proprio spesso Gian un cattivo uso un'educazione per fare grazie a tutti arriverete informa il prossimo anno