29MAG2013
dibattiti

OpenCoesione: vieni ad aprire i dati sulle politiche di coesione

CONVEGNO | Roma - 12:27. Durata: 2 ore 8 min

Player
Nell'ambito del Forum PA 2013 (XXIV edizione) dal titolo: "Il Paese alla sfida della trasparenza" (28 - 30 maggio 2013).

Tema: "La programmazione 2014-2020 nelle politiche di coesione".

Promosso in collaborazione con il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica del Ministero dello Sviluppo Economico.

Convegno "OpenCoesione: vieni ad aprire i dati sulle politiche di coesione", registrato a Roma mercoledì 29 maggio 2013 alle 12:27.

L'evento è stato organizzato da Forum PA.

Sono intervenuti: Giulio Aimeri (responsabile dell'Area Internazionale del Forum PA), Carlo Amati (coordinatore
del Progetto OpenCoesione per il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica), Luigi Reggi (esperto di Politiche per l'Innovazione del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economia), Simona De Luca (rappresentante del Ministero dello Sviluppo Economico), Walter Tortorella (direttore Centro Documentazione e Studi Comuni Italiani dell'ANCI IFEL), Saverio Romano (dirigente del Ministero dell’Economia e delle Finanze).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Amministrazione, Cipe, Cooperazione, Economia, Giornalismo, Impresa, Informazione, Internet, Investimenti, Italia, Mass Media, Ministeri, Ragioneria, Stato, Sviluppo, Tecnologia, Territorio, Ue, Utenti.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 2 ore e 8 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

12:27

Organizzatori

Forum PA

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno a tutti
Ci scusiamo per il ritardo nel nell'inizio dei lavori che ha dovuto al protrarsi del convegno precedente a qualche lungaggine la procedura di registrazione ringrazio per la pazienza e vi chiedo la cortesia se per caso qualcuno fosse sfuggita appunto la la segnalazione con il bar coda o con
La la sottoscrizione del foglio presenze uscendo se può farci la la cortesia di di provvedere saremmo molto grati
Io mi chiamo Giulio Aimeri sono a capo d'ufficio studi di forum piani promuove i percorsi di internazionalizzazione rubo soltanto un minuto
Per spiegare perché sereno forum pia abbiamo voluto organizzare insieme al Dipartimento per le politiche di coesione un convegno su open coesione
Beh la prima ragione e che la trasparenza come tutti avete visto il tema unificante di questa edizione della manifestazione e la trasparenza si scrive
All'interno di uno schema che non è particolarmente caro che quello dell'open government che è fatto oltre che di trasparenza
Anche di cooperazione e di partecipazione ed ecco che portale open coesione ci piace molto perché è un esempio applicativo
E utile ed efficace di questi tre concetti chiave che compongono allo prendono veramente la trasparenza applicato ad un tema molto delicato come quello dell'utilizzo delle risorse pubbliche
Quante volte abbiamo sentito dire ma chissà dove vanno a finire qui fondi chissà dove vanno a finire
Le le risorse ecco tramite questo portale tutti anche i singoli cittadini hanno la possibilità di monitorare se non
Tutto l'utilizzo della spesa pubblica quantomeno
Le realizzazioni che attingono che sono riconducibili ai fondi per la correzione
Perché possiamo fare riferimento alla cooperazione perché il portale si alimenta di dati ed informazioni che sono caricati da
Una serie di enti territoriali che operano secondo uno una logica di cooperazione multilivello
La partecipazione e altrettanto interessante perché che non solo si esplica nella possibilità per il cittadino esercitare il monitoraggio civico
Ma anche di contribuire direttamente attivamente al popolamento del portale caricando dati informazioni di questo vedremo un esempio molto significativo avremmo un collegamento in in esterna
Non c'è soltanto riferimento a all'open government ma anche a ad un altro dei nostri cavalli di battaglia che è quello dell'open data perché questi dati che vengono caricati sul portale
Non soltanto sono consultabili ma sono anche riutilizzabili quindi dall'impresa dagli stessi cittadini oppure da quelle organizzazioni
Che come missione hanno quella di rielaborare di diffondere la conoscenza pensiamo ai centri studi pensiamo al fenomeno che si sta sviluppando del data giornalismo
Abbiamo organizzato volentieri questo convegno perché abbiamo la possibilità di parlare del portale di illustrarlo con un taglio fortemente operativo perché lo facciamo con le persone che l'hanno concepito con le persone che lo stanno o sviluppando infine
Poiché come avete visto dal programma della manifestazione che articolato in sei tematismi uno
Dei sei filoni principali e dedicato alla programmazione ai fondi strutturali due mila quattordici
Due mila venti ieri abbiamo avuto il primo grande evento a cui ha partecipato come sa il commissario europeo hanno emesso Trigilia presidenti di di Regioni rappresentanti di parti sociali
Con una partecipazione del pubblico impressionante
E con dei contenuti molto interessanti vogliamo anche in riferimento a questo strumento di di trasparenza di partecipazioni capire quali saranno
I riflessi nel prossimo nel nuovo ciclo che che ci attende
Un'ultima nota
Riguarda un appuntamento che vi sarà questo pomeriggio sempre in questa sala a partire dalle quindici vi sarà un un convegno che affronta
Il tematismo della trasparenza
è acqua al quale seguirà a partire dalle diciassette e trenta una premiazione di di buone
Pratiche quindi un'assegnazione dei riconoscimenti e il portale open coesione e uno effettivamente di di questi di di di questi
Di questi strumenti che al quale in questi progetti ai quali viene attribuito riconoscimento quindi
Se qualcuno di voi fosse interessati lì ridiamo l'appuntamento
Al al pomeriggio Orio terminato le do la parola a Simona De Luca
A Carlo Amati
Che coordina i lavori del convegno in cui intervengono anche Walter Tortorella Luigi Reggi chiara ciò Ciola in esterna e Saverio romano vi sarà anche la possibilità speriamo con i tempi
Di avere un momento di confronto e chiunque di voi potrà esprimere considerazioni punti di vista e fare domande
Simona Carlo che cos'è open coesione di come funziona
è così grazie Giulio io sono
Fra i due ovviamente Carlo Amati queste presentazioni sono anno hanno un qualche senso di vede di di di congiunzione anzi se l'azione anzi la la farò io a questa presentazione un pochino
Collegata a quella qualche chiuderà il il convegno e che insieme
E utilizzeremo per
Tenere un pochino il il il filo degli interventi
E
Ove in questione
Appena faccio partire la presentazione
è una
Diciamo è una iniziativa
E un'iniziativa basata sulla pubblicazione di informazioni puntuali sui progetti finanziati con alle politiche di coesione
Una un'iniziativa nata su imputo del ministro per la coesione territoriale che è stata fatta propria dall'Amministrazione e che
Si basa sul coinvolgimento di tutte le amministrazioni che a vario titolo partecipano alle politiche di coesione quindi c'è una serie di
Snodi centrali attraverso che spiega attraverso cui si articolo ove in questione quindi in particolare il Dipartimento per le politiche di sviluppo
E di in qualità di amministrazione di riferimento per il l'attuazione del quadro strategico nazionale
Il
CIPE in qualità di amministrazione che assegna le risorse o meglio la parte di chi la quota di risorse nazionali nell'ambito del fondo sviluppo e coesione
Per quanto riguarda l'attuazione degli investimenti
E li gru e l'Ispettorato generale per i rapporti con l'Unione europea della Ragioneria generale dello Stato che la Mini le l'istituzione titolare del sistema di monitoraggio unitario
Che in qualche modo è la condizione una delle condizioni di base che ci hanno consentito poi di pubblicare con tutte queste informazioni
Si tratta di un'operazione di
Di trasparenza ma che va anche oltre la la trasparenza
Come vedete nello stesso luogo del Progetto abbiamo inserito alcune parole chiave che sono scopi segui sollecita Scots che sono degli inviti come vedete non sono solamente del delle parole che descrivono il Progetto quindi scoprì
Va nella direzione di avvicinare il il pubblico più generale alle politiche di coesione
Segue significa perché questo avvicinamento prosegua nel tempo non è una non è un avvicinamento di una toccata e fuga ma un avvicinamento che in qualche modo
Del sottende un percorso di evoluzione e di utilizzo di queste risorse e quindi poi di
Produzione di servizi per i cittadini e per le comunità e per le varie comunità che sono localizzate su tutto il territorio nazionale l'ultima di queste parole chiare e sollecita questo va nella direzione di
Invitare tutti i fruitori delle politiche di coesione non utilizzo la parola beneficiari perché è un po'una parola chiara nell'ambito delle politiche comunitarie quindi fruitori di queste politiche intesi come coloro che poi traggono beneficio dalla verrà speso queste risorse costruendo progetti il
Destinati a fornire sostanzialmente servizi per
Per cittadini e e in prese e quindi sollecita significa che
Attraverso quest'operazione di trasparenza l'invito è alla partecipazione e al al a a a mantenere elevato il livello di attenzione
Sul fatto che le amministrazioni responsabili dell'attuazione di questi interventi in qualche modo arrivino a a realizzare gli interventi
Secondo gli obiettivi che erano stati prefissati
Quindi in questo senso trasparenza significa anche responsabilità responsabilità di tutti i soggetti che in qualche modo poi partecipano responsabilità delle amministrazioni centrali responsabili
Amministrazioni centrali di coordinamento responsabilità delle amministrazioni centrali e regionali che possono titolari dell'utilizzo di queste risorse
Ma anche responsabilità poi dei cittadini che essendo destinatari di queste risorse in qualche modo devono attivarsi per costituire un una sorta di di presidio a garanzia del corretto ed efficace utilizzo
Di
Di queste risorse
L'ambito dei in cui ci muoviamo a quello delle politiche di coesione in un ambito che
Per chi le atto a un ambito di addetti ai lavori ma che poi ha un impatto sulla vita di di quasi tutti i cittadini nel senso che
Anche se non ce ne rendiamo conto è possibile che
Se servizi o infrastrutture che noi utilizziamo siamo in effetti disponibili proprio grazie alle risorse messe a disposizione utilizzate nell'ambito della della questione dello sviluppo territoriale
E quindi se delle per chi vive a Napoli è evidente che ad esempio la metropolitana è stata realizzata anche con il contributo delle delle politiche di coesione
Ma per interventi e meno noti meno evidenti è possibile che anche le scuole dove vanno i nostri figli siano state in parte restaurate con i fondi per queste politico che qualcuno che conosciamo è stato aiutato
Allora inserimento nel mondo del lavoro anche grazie
A contributi che rientrano in in questo quadro quindi ci sono operazioni che sono su scale molto diverse dalla guardia Tore uno slogan ecco utilizziamo proprio perché ci sono interventi che vanno dalle poche migliaia di euro nel caso appunto di contributi o voucher destinati a ad individui
A interventi che invece valgono miliardi di euro come quelli di di portata più ampia di tipo infrastrutturale nel settore dei
Trasporti
Come dicevo la la la la trasparenza è una delle delle dimensioni principali in cui si su cui si muove ove in questione
Già ho citato la la la questione della trasparenza il mix tra partecipazione tra trasparenza e partecipazione in qualche modo coi
è il il motore che deve in qualche modo rafforzare gli obiettivi di sviluppo che le politiche di di coesione si pongono
Quindi in questo senso come dicevo il pubblico a cui si rivolge open coesione un pubblico ampio il nel senso di
Tutti tutti i cittadini in forma singola ad organizzarla però è chiaro che ci sono altri
Segmenti di destinatari che hanno una loro valenza molto
Rilevante in primo luogo le amministrazioni che da una parte è vero alimentano questi sistemi alimentano il il il patrimonio informativo ma allo stesso tempo poiché sono quelle che
Devono garantire che i risultati vengano raggiunti e poi ci sono tutta una serie di di altri soggetti a partire dai ricercatori che attraverso ben coesione hanno a disposizione il
Il patrimonio completo di queste informazioni e che quindi possono in effetti
E realizzare i loro studi risparmiando molto su quella fase iniziale che era di
Raccolta delle informazioni proprio grazie a questo progetto il mondo dei giornalisti è un altro dei mondi a cui ove in questione si viva
Oggi è perché il giornalista è colui che in qualche modo media l'informazione la legge riesce poi a ripeterle a riproporla ad un pubblico più vasto
E quindi in questo senso
è forte la sensibilità di open coesione affinché ci sia un
Uno strato intermedio di
Di
Lavoratori dell'informazione che in qualche modo coi consentano una una diffusione anche una una
Un un'appropriata un appropriato confezionamento dell'informazione per per il pubblico
Un altro segmento che attualmente e meno è stato meno attento alla realizzazione di open coesione è quello di di chi lavora con i dati nel mondo imprenditoriale quindi di chi in realtà a la
Paci tardi utilizzare i dati per creare dei nuovi servizi integrandoli con altre tipologie di dati altre informazioni quindi in qualche modo coi rendendo a sua volta disponibili nuovi nuovi prodotti
L'iniziativa ove in questione che come ho detto quindi avere è è un po'diversa da un'operazione di open data in senso tradizionale anzi è molto diverso nel senso che il nostro approccio non è stato quello di
Mettere a disposizione del pubblico i contenuti di una banca dati cioè del del monitoraggio degli interventi finanziati con questi poli io mi è stato quello di costruire un sistema che in qualche modo consentisse di guardare dentro questi dati quindi sono stati selezionate le sono state selezionate le informazioni
Più rilevanti
E sono state non solamente resi pubblica ma rese pubbliche con degli strumenti che in qualche modo coi consentissero di visualizzarli capirle navigabile esplorabile ma soprattutto capendo che cosa
C'è dietro ovviamente con i limiti oggettivi che conosciamo e che in effetti sono tra gli spunti che nell'ambito di open coesione su cui e continueremo a lavorare
Cioè di rendere effettivamente comprensibile che cosa viene realizzato a partire dai dati disponibili
E quindi a monte di questo progetto c'è tutta la un'operazione di il miglioramento del patrimonio informativo sia in termini di contenuti sia in termini di copertura
Relativa alle politiche di coesione qui stiamo parlando solamente di progetti ma è chiaro che il mondo di delle politiche voi vi di procedure vive di tutta una serie di altre
Dimensioni che non si esauriscono con con i progetti e che prevede il coinvolgimento di tutte le amministrazioni che gravitano intorno a queste politiche proprio per
Procedere in una forma
Di
Di diretti organizzata in in questa direzione
La piattaforma di visualizzazione è lo strumento poiché viene utilizzato a valle del quale ci sono azioni di diffusione di queste informazioni in parte promosse direttamente nell'ambito del progetto che in questione in parte invece ha realizzate anche in in degli in in altri modi e di riutilizzo delle informazioni affetti voi le l'intervento che che verrà dopo questo ci proporrà proprio alcune prime esperienze di riutilizzo delle informazioni dal punto di vista di analisi di tipo territoriale che si possono effettuare grazie a a questi dati
Del l'altro fronte che a valle della disponibilità di questa informazione quello più spinto sul coinvolgimento della cittadinanza e quindi del della partecipazione alle politiche di coesione su questo ci sarà l'intervento invece a il ancora successivo
Che oltre a raccontare alcune delle esperienze più significative che sono state condotte in questi ultimi mesi avrà una
Un'esperienza Lai per in in tempo reale di
Tentativo di monitoraggio civico per capire effettivamente cosa può fare un cittadino per capire meglio come vengono spese queste risorse
L'intervento successivo che le leve dirà a cui faccio
Ulteriormente riferimento si riconduce invece la parte che sta a monte di open coesione e quindi al processo di miglioramento della qualità dei dati che sono disponibili
Come vi dicevo ove in questione il è è basato su una piattaforma di liberalizzazione che questo portale www punto ove in coesione punto dopo punto detti e che si alimenta con diverse fonti
Prevalentemente si tratta di informazioni sui progetti inattuazione quindi informazioni che provengono dal sistema di monitoraggio unitario
Per il quadro strategico nazionale ma ci sono anche altri dati che ma di relativi ad interventi che ancora non sono entrati a far parte degli interventi monitorati
Ma sono stati già individuati e sono destinatari di assegnazione di risorse nell'ambito di questo totale delle delle politiche di coesione
E a seguito di delibere del CIPE e quindi queste altre informazioni già le trovate all'interno del portale in un formato che ti consente comunque di distinguere che si tratta di informazioni di tipo lievemente diverso
Accanto al mondo dei progetti c'è un altro sette di informazioni che riguardano il contesto territoriale in cui gli interventi vengono realizzati e in particolare si tratta di circa duecento indicatori settoriali
Disponibili in serie storica a livello territoriale che racconta un pochino l'evoluzione del territorio in termini di numero di famiglie che hanno accesso a internet piuttosto che quota di rifiuti che vengono trattati con raccolta differenziata piuttosto che
Famiglie che lamentano la interruzione dei servizi nel nel nel nella fornitura del servizio idrico tutte variabili che in qualche modo caratterizzano il territorio e no dipendono ovviamente sono fortemente interrelate con
L'attuazione delle politiche di sviluppo
Accanto
A queste informazioni ci sono altre informazioni di tipo finanziario quelle che provengono dal mondo dei conti pubblici territoriali un Progetto dello stesso
Dipartimento per lo sviluppo e la questione economica che raccoglie i flussi in entrata e in uscita di tutto il settore pubblico allargato quindi di tutte le amministrazioni ma anche
Del
Di tutto quell'insieme di partecipate e di imprese pubbliche locali che gravitano nel comunque nella nel settore pubblico
E sono disponibili in articolate per livello di Governo per tipologie di spesa e settore infrastrutturale quindi una una fonte molto ricca che in qualche modo insieme agli indicatori
Fornisce un quadro di come le risorse gestite quindi ricevute poi spesi anche dal dal settore pubblico allargato e messo in relazione poi con la trasformazione del territorio letto attraverso gli indicatori
E
Indicatori territoriali e Conti Pubblici Territoriali a loro volta sono resi disponibili come informazioni sempre formato aperto sempre seguendo tutti i criteri
Del tutti i principi del dell'open data ma a loro volta ulteriore sforzo dell'amministrazione hanno una loro interfaccia di visualizzazione un'interfaccia che è diversa da quella del portale ove in questione
Perché consente la visualizzazione dinamica di una serie di indicatori
Finalizzata proprio all'esplorazione di questi fenomeni a capire come cose
Più o meno correlate in effetti si muovono nel insieme nel tempo
Il quadro dei progetti e le politiche di coesione è un quadro attualmente molto articolato che
Si estende attraverso diversi periodi di programmazione ovviamente già stiamo parlando anche del due mila quattordici due mila venti come vedremo nel nel nell'ultimo intervento
Però
Continuiamo a parlare anche del due mila due mila sei perché se è vero che tutta la programmazione comunitaria è sostanzialmente conclusa
La programmazione delle risorse nazionali assegnate per il due mila due mila sei in realtà è ancora in attuazione quindi ci sono molti progetti che in realtà
Stanno
Sono ancora in fase di di realizzazione nell'ambito sono finanziati con le risorse chiesto riconducibili al periodo di programmazione precedente
Stiamo lavorando per pubblicare queste ed altre informazioni su progetti relativi al due mila sette due mila tredici sul
Portando che in questione attualmente ci sono
Tutti i progetti finanziati nell'ambito dei programmi comunitari FESR Fondo sociale
Come dicevo prima i progetti i destinatari di assegnazioni a valere sul fondo sviluppo e coesione due mila sette due mila tredici e pezzettini che iniziano ad apparire di sistemi di monitoraggio del Piano di azione coesione lo strumento che alla fine del due mila undici il nostro Paese ha utilizzato per
Ridurre di una certa quota il valore dei programmi comunitari e riutilizzare quelle risorse su
Per utilizzare quelle risorse su
Interventi più definiti e più in qualche modo funzionali alle alle esigenze attuali Si tratta nel complesso di nel complesso il portale ove in questione ci mostra oltre seicento mila
Oltre seicento mila progetti di di varia natura che hanno un valore complessivo di circa
Sessanta miliardi di euro e che rappresentano un po'più della metà del complesso di di queste risorse e per le politiche di coesione che in qualche modo ovvio rappresentato
Questa piattaforma di vitalità azione utilizza una la modalità di rappresentazione delle informazioni che fortemente incentrata sui progetti che quindi
Prescinde un po'dai il
Dal linguaggio tradizionale della programmazione quindi chiaramente c'è l'informazione del programma di riferimento etc però l'intenzione era quella di mettersi dal punto di vista dei cittadini e quindi cercare di capire cosa viene realizzato in quali territori con quali tempi da chi viene realizzato che decide che quegli investimenti verranno realizzati e poi informazione che in qualche modo
è trasversale sempre a questo mondo cioè quanto vale quanto si sta spendendo quanto è stato speso e che cosa e per quello che viene realizzato
Questa informazione ovviamente possono essere scaricabili in in informato avverto e riutilizzabili e ci consentono di avere un quadro piuttosto
Ampio di quello che viene realizzato attraverso queste risorse che però non è sempre completo e quindi quando andrete ad esplorare questo portale vi accorgerete che ad esempio dei titoli di alcuni progetti non si capisce proprio che cosa
Quei progetti vadano a realizzare questo
Nasce un po'dal fatto che noi ci troviamo con un sistema di monitoraggio preesistente che non è stato costruito tanto per spiegare cosa viene realizzato con le politiche di coesione ma è stato costruito per consentire all'Amministrazione
Fondamentalmente di sapere
Come questi progetti stanno avanzando
Mancano ad esempio anche informazioni sui Health sulle
Realizzazioni dei progetti questa è un'informazione che invece c'è all'interno del sistema di monitoraggio ma ancora non abbiamo pubblicato ci stiamo lavorando e sarà oggetto di di future
Pubblicazioni
Accanto alle fonti che alimentano ben coesione che già ho citato
Vorrei solamente farvi notare che open coesione ponendosi l'obiettivo di essere un punto di riferimento centrale per le informazioni sulle politiche di coesione non si esaurisce
Con le informazioni sui progetti sul contesto territoriale ma con ma contiene ad esempio anche altre informazioni che sono connesse come il il il quadro dei target raggiunti distesa certificata un tema che molto specifico del del mondo dei fondi strutturali ma che comunque è strettamente
Pertinente a questo a questo tema il
Patrimonio informativo viene comunque integrato anche con altre fonti che possono essere sia di carattere
Ufficiale come ad esempio
Dati che altre amministrazioni mettono a disposizione sui loro siti web in formato aperto e che attraverso questo portale possono essere quindi automaticamente acquis dite e ripresentate in in un quadro più completo un esempio quello delle descrizioni di alcuni progetti di ricerca industriale che sono stati finanziati nell'ambito
Del Programma operativo nazionale Ricerca e competitività oppure altre formazioni che la stessa Amministrazione titola chiede di che qui diciamo che promotrice di open coesione produce come ad esempio
Le informazioni rilevate in sede di verifica dall'Unità di verifica degli investimenti pubblici che opera all'interno del dello stesso Dipartimento e che in qualche modo arricchiscono il patrimonio informativo con
Relativo a specifici progetti con una finalità ben chiara cioè quella di capire se quel progetto se effettivamente
Avanzando procedendo come previsto e se è necessario adottare delle misure correttive e che
Fanno parte in realtà del patrimonio che l'informa che l'Amministrazione a disposizione su quei progetti e che quindi in questa strategia ampia di open government vengono a loro volta messe a disposizione del pubblico
L'ultima fonte che al momento è è piuttosto esigua ma che è comunque fondamentale lo vedremo nel né nel nel nel prossimo intervento è quella delle informazioni fornite dagli utenti possono essere inviate informazioni sia di tipo testuale sia di tipo fotografico che multimediale
E visualizzate all'interno delle schede Progetto ma possono anche essere raccolte attraverso questa iniziativa di di monito a me di cui vedremo qualcosa fra poco
Chiudo l'intervento sottolineando un punto che un po'tecnico ma fondamentale per capire l'approccio di open coesione e cioè che la il patrimonio che l'Amministrazione mette a disposizione
Lo mette in un formato che è riutilizzabile
E associato ad una licenza per il riuso che né lascia la più ampia libertà di di utilizzo ovviamente anche a fini commerciali
Con la clausola che oltre a citare la fonte di provenienza dell'informazione però anche tutti i lavori derivati ed ecco il esse a che vedere all'interno di questo logo della
Senza significa Scerra laiche quindi anche tutti i lavori derivati realizzati con i dati di open coesione dovranno a loro volta essere resi disponibili con una licenza di tipo avverto e è serio lasciati aperti per il liberi per il riutilizzo quindi cercando di sfruttare il il ruolo in una sorta di processo a catena
Che si può innescare una volta che questi dati poi vengono resi disponibili e vengono riutilizzati via via in in forme diverse
A questo punto io credo che per questioni tecniche di collegamento noi anticiperemmo il il l'intervento di Luigi leggi adesso e nell'ambito del quale appunto è previsto questo collegamento laico e per cui i tempi diciamo lo slittamento ci richiede di anticipare un pochino il
L'ordine delle presentazioni che avevamo immaginato
Si è chiuso
Salve a tutti
Basta un intervento da
Non dal podio ma d'acqua
E
Quindi come come annunciato da andando a Carlo Amati
I di presenterò brevemente alcune delle iniziative
Che come Gruppo Coin coesione e come Dipartimento siamo provando a mettere in campo dopo il lavoro grosso di pulitura e di
Di analisi dei dati per la pubblicazione
Per farli effettivamente per far sì che questi dati siano utilizzati in maniera efficace
Da tutta quella pletora di di di stakeholders di intermediari fino ai singoli cittadini che
Con questi dati possono
Avere non solo fonti informative su quello che che sta avvenendo con con i fondi ma anche potere
Collaborare attivamente con la con l'Amministrazione che qui date prodotti che ha prodotto per per essere migliorati e per
Generare nuovi servizi generare nuove
Possibilità che da checché Techint imprevedibilmente possono accadere a a partire da da un dato aperto come spesso avviene nel caso dei i dati che vengono rilasciati in formato aperto per cui essere utilizzati da chiunque
Se volete tipologie di di di di dati viceministro gelidi possibile utilizzo si dividono diciamo in in in due principali
Campi il primo campo deve legato all'analisi alla valutazione alla ricerca
Che quindi è più interessato a agli effetti più macro quindi gli effetti di di di di di impatto di generale delle politiche è interessato alle alle categorizzazione e quindi non va uscendo a livello di singolo Progetto ma ne va a a capire ecco come questi che le devo su quali tipologie questi soggetti vanno questi progetti vanno insistere
E ed è uno dei tre è stato naturalmente i valori totali nel senso di
Che capire su quali temi quindi
Su quante risorse vengono
Devi destinate vari timida i vari fondi che sembra un'operazione banale partito totale ma
Ci siamo accorti che in realtà facendo questo tipo di esercizio non è affatto semplice ne parleremo dopo quel parlando appunto di di di di qualità dei dati
Un secondo invece una seconda tipologia di di utilizzo e legata invece alla partecipazione e acquisito monitoraggio civico che vedremo dopo in dettaglio mite qui perfetto è più
Verso i effetti micro dei progetti quindi legate ai singoli progetti che
Il cittadino si ritrova nel proprio quartiere oppure interessato perché a iter aspecifico verso una determinata tematica
Quindi importanti quel caso raggio localizzazioni progetti il luogo in cui i soggetti il Progetto avviene naturalmente fondamentale per poi
Essere rintracciabile del cittadino essere quindi verificabile e le leve in questo caso le vedremo prima
Vedremo dopo sono di tipo Wikileaks se vuoi per cui la pubblica amministrazione non
Non si limita a rilasciare un dato ufficiale ma chiede la collaborazione del cittadino in me in modo tale che che
I la dalla conoscenza diffusa previste terza di delle informazioni che sui progetti si hanno i territori possano essere collezionati possa essere messa a sistema e possano ritornare all'Amministrazione
In modo firmo l'efficacia e naturalmente questo ha un anche una finalità civica per di per sé
Perché
Non è solo sono trasparenza dell'amministrazione ma anche la la capacità poi di cittadini di sviluppare quel senso civico che per me te di portare due politiche migliore misura negli affetti e a ritornare alla alla pubblica amministrazione quella che è la propria percezione
Varie tipologie sono di di di di utente sono state coinvolte saranno sempre di più coinvolte
Del PIL singoli i cittadini organizzati oppure singolarmente e che che vogliono conoscere cosa si concretizzano le risorse vigilare sull'attuazione
Capire se i progetti corrispondono i bisogni
E riccamente questo non è
Va oltre diciamo presa visione a nel al al fatto di andare a vedere se ci sono frodi se ci sono
Tentativi di corruzione in caso di ricoveri punto cosa
Gli Stati Uniti ha una sezione in cui i cittadini possono comunicare l'uso malvagio degli arredi di fondi che vengono sì qui invece si cerca di andare al di là ritrovare modi per cui ci veniva possono andare a verificarne gli effetti non tanto il non solo diciamo l'uso per
L'uso malintenzionato diciamo e da parte anche della stessa amministrazione
C'è la possibilità di migliorare la qualità sale stessa dei dati e correggere lì l'eventuale incompletezza ed errori che che questi dati
Presente e quindi migliorare progressivamente mettere a regime una un circolo virtuoso che possa poi
All'autoalimentarsi
E naturalmente anche per i tecnici gli imprenditori dell'innovazione
è fondamentale avere questi dati per aprire un mercato che è un po'sempre stato chiuso quello del delle delle valutazioni delle delle certe su questo tipo di dato proprio perché
Il dato di base sui progetti sulle sulle spese non era disponibile ora difficilmente disponibile andava richiesto eccetera
E infine ricercatori giornalisti
Per comprendere che trasmettere comunicare meglio fare da intermediari verso i cittadini su quello che effettivamente succede
Siamo nel nell'analisi
Il il interessi sono innanzitutto per il intuito faccia King durava giustamente
Di moda il il punto di accesso unico si progetti permette di di di verificare l'adeguatezza dell'informazione
Di nuovo
Sul sugli effetti macro significa andare a capire qualcosa che cos'è una strategia di sviluppo quale mix di interventi migliore a seconda di un caso secondo i vari casi quindi
Capire se in caso di concentrazione frammentazione il caso di infrastrutture molto diversa delle dei casi di incentivi e se essendo che
I fondi strutturali finanze no
Varie tipologie di vinte intervento
E vedremo dopo un esempio proprio di di analisi di questo tipo di questo tipo di dato un'altra
Di solito azione che è stata è stata fatta
A partire dagli altri aperti è stata questa sui sui pagamenti dei progetti finanziati
Che un c'è un privato cittadino ha fatto e ha e ha messo emessi in Rete che funziona posso modello di Opel spending guardato nel manico per chi
No lo conosce sarebbe possibile cliccare all'interno di questi quadrati e andare sempre più nel dettaglio elevare categorizzazione sui vari tempi di Richard innovazione istruzione
Fino a dettare del singolo programma fino arrivare singolo progetto in anche questo un altro modo carico di rappresentare i dati
Per quanto riguarda i giornalisti abbiamo attivamente promosso delle azioni per
Diffondere il i far conoscere a a lei ai giornalisti e soprattutto i quesiti data giorno ammesso e i giornalisti che anche
Cominciano pian piano a diffondersi anche in Italia sta sicure giornalista che parte dei dati e non diciamo dalla del del delle new usanza per
Teste per scrivere i propri articoli i pochi pezzi e quindi
Utilizzare non solo siamo capire che cosa leggerla anche la complessità volte di questo mondo del del di delle politiche di coesione ma anche integrare questi dati bancone altri di altre amministrazioni
Quindi ho avuto tre
Sessioni una a Roma a novembre
La la data giorno x sul di Milano e un altro evento a Salerno di cui poi vedremo anche dopo quali risvolti ha
Avuto
Interrogo quindi il tema delle delle delle del monitoraggio civico come un po'invece l'ambito in cui
I singoli cittadini realtà associative le le le le la sinistra Saiti che sta nei territori che con questi progetti li conosce li vede oppure Lippi può facilmente vedere
A
Può
Dare questo contributo di di collaborazione all'Amministrazione e
E riuscire anche a a migliorare il
Le crisi il proprio tasso di di di di di di consapevolezza su quello che effettivamente avviene nel nel territorio la
Quindi la las
Interazione tra tra
Tra i cittadini e gli amministratori sì sì sì si vanno a si sono andati a
Concretizzare diciamo innanzitutto sulla
Sulla sul sul sul portale open coesione in cui è possibile già da ora
Sarà nei prossimi mesi in queste settimane ancora più più facile lasciare feedback
Sia di tipo diciamo legato alla racconto di un progetto quindi compilando un format
In cui il cittadino può raccontare quello che avviene come il progetto sta andando avanti
I quali idea per avere una migliore realizzazione sia il futuro permettendo la Polo del P.O. di materiali multimediali come foto video che possono testimoniare come questo progetto va avanti nel frattempo
è la partecipazione da parte di alcuni membri del rating open coesione a delle dagli H ton De e manifestazioni open data come ad esempio quella delle organizzata da Melilli spaghetti open data
Ha dato luogo a
A a diciamo
Iniziative totalmente dal basso guidate non tanto che l'Amministrazione ma dai cittadini che erano
Presenti in queste
In queste in questi eventi di tentare quello che noi chiamiamo il monito non
Cioè il una maratona che di monitoraggio che deriva appunto dal termine
Accattone Marathon
I in cui a
A partire da dei dati aperti che open coesione nette
A disposizione
Il cittadino può effettivamente
Andare a visitare in loco i progetti
E verificare armato di smartphone macchina
Diciamo ci
Fotocamera e
Eccetera e e verificare se effettivamente questi progetti ci sono cosa stanno realizzando quale il livello di di progresso che stanno che stanno maturando il primo esempio è stato quello del i del monito né di organizzato dalla nell'ambito del primo raduno della Melilli spaghetti open data
Di cui si è fatto un tour delle scuole bolognesi andando a vedere sopra in coesione quali erano i i progetti maggiormente finanziati nel nelle nelle vicinanze della
Della location bolognese dove si dove veniva
Il raduno e
Una un secondo esempio è stato invece
Fatto Salerno in cui a margine del dell'open data del data Geronzi dei di cui vi spiegavo prima
è stato lanciato un Progetto siamo ha diritto di accesso civico utile diritto del senso civico punto it
In cui gli studenti delusa di Salerno che ha ospitato questa che ha lanciato titolare di questo progetto possono adottare Progetto della della zona e seguire nel tempo le le varie evoluzioni
Un altro esperimento è stato fatto al all'open data dei di Bari
In cui si è di nuovo fatto una visita ad alcuni progetti qui vediamo di di innovazione sociale
Corsi
Nell'ambito dell'iniziativa bollenti spiriti della della Regione Puglia
Infine da da quella
Esperienza in
Ma tra la l'idea di di
Di utilizzare una una una piattaforma
Che deriva dal modello c'è il vincolo
Che non so se se qualcuno conosce della della salma stanza famosa per avere
Imprese è stata utilizzata nell'ambito di
Del terremoto di Haiti e che permette perché alle alle cittadino di segnalare attraverso così ti report di monitoraggio
Che cosa vede durante la visita e in questo modo raccogliere in maniera
Ho omogenea
In un'unica piattaforma tutti i dati che in maniera
Cross verso cioè in cui
Ciascun cittadino apporta improprio piccolo pezzo di conoscenza
Che poi possano essere riutilizzati sia dall'Amministrazione per migliorare la base dati esistenti di open coesione sia ad esempio dai giornalisti che ne voglio utilizzare per
Fare un'inchiesta
Per trovare storie interessanti che depositati deriva
E l'esempio di questa piattaforma interessante perché non deriva tanto da da del
Non è una derivazione che il Ministero affatto a partire da fine di a partire da iniziative di open coesione ma totalmente dal basso sviluppata da cittadini che e da inquisiti si ricava che anziché frequentando diciamola lidi librari laccato non specialmente il consuntivo di
Di Perugia hanno
Proposto questa modalità come a partire dall'ente dalla base dati che sul sul sito come avevo visto del del Dipartimento
Ospita dati anche di di maggiore dettaglio rispetto a quello a quelli di open coesione se mi prendo soltanto un minuto ad esempio per far vedere
Cliccando sul esuberi progetti finanziati
è possibile vedere
Scusate
I primi dieci progetti ad esempio per provincia
J localizzati ad un livello che sopra in coesione ancora non è possibile supervisione si può arrivare fino al dettaglio per comune ma non scende
Al acquisito Street lei veloce a livello della di dove il il il Progetto si si attua
Quindi questo è
Può essere un modo per cui a parte dalla dalla dalla da dove il cittadino si trova potrà fare nella nella nelle vicinanze quali sono i progetti come che hanno avuto più finanziamenti
E aprire la scheda la relativa scheda sul sul sul portale di open coesione verificare quali sono
Le caratteristiche di questo progetto quali e quanti pagamenti a avuto purtroppo qui non
Non si riesce a vedere molto bene
Dato che ramo o ristretto né le dimensioni della
Comunque diciamo così qui può trovare
Tutte le informazioni che sopra in coesione
Sono offerte e da lì poi creare un un reporter di di monitoraggio cosiddetto
In quel possibile geologo a rizzare i progetti nel caso in cui questi già non siano stati
Già quindi caso qui di formazione sa già presente su ben coesione
E dare ulteriori informazioni sia di tipo testuale sia caricare immagini il video
Quindi siamo
Ora dire dirmi di provare a a fare una di una una una tentativo innovativo di
Di per capire come funziona effettivamente
Questo monitor queste visite
Alla I progetti provare a chiamare uno chiara ciociara che è una
Ragazza che ha partecipato al ammonito in di Bari
E che si trova adesso presso una scuola di Bari e
Prova fra vedere come effettivamente si molto in funzione
Andando a intervistare verificare
Delle Zythum quali progetti finanziati da politiche di coesione sono in campo in quella scuola e come stanno funzionando quindi adesso prova chiamarla e vediamo cosa succede
Proprio
Proprio
Proprio proprio
Che ai residenti
Ciao ecco ci senza indiretta
Un attimo garantivo e la bambina buoni
Allora quando raggiunti inserirsi qui
Tra
Chiaramente non via Cretti tutto inglese
Per i vari imprenditori in cui
Commerciale Campanella in laboratorio linguistico
Di perdere viene appunto tutte lieto di azioni di qualche laboratorio perché
Le appunto
Libere
Ma
Ritorniamo
Chiara e
I sensi purtroppo è caduta ci riproviamo pro sperando che tenga il segnale
Ok
Io ci sono
Vai vai vai cc si
Da dispiace
Che appunto è stiamo nella guerra io Belin quindi
Ciò è dell'Istituto Regione senza
Bene appunto era che la strage di umanità non come quelli che abbiamo fatto appunto per tenere dei fanghi deve questione fare delle passeggiate richiedevano i filoni tiraggio cinico
Nei banchi deve
Si purtroppo prova provata anche dei segnali
Approvata segnali video facciamo un ultimo tentativo
Tagli la Camera
Ma così e poi
Se continua così purtroppo dobbiamo chiudere
Ma è chiara precisi mai mai
A lei diceva che siamo viene aperta e appunto linguistico
Dell'istituto Istria sessant'anni
Insicurezze linguistico che commessi tale
Dai dati è stato appunto creata tramite infantile ad essere
Appunto da una cabina saggio di quello che lo siamo perché si tiene a Roma all'otto
è evidente la passeggiata significati monitoraggio sui fanghi europei erogativa appunto si prenderebbe avrebbe erogati
Basta varie sul valzer etiope in questione era andrà questa scuola beneficiare rimasti dei precetti se fare strette del Fondo sociale europeo
Quello che vogliamo reagire appunto illustrare era quella di finanziati Panis altre che sono diciamo più e ci qui se no che evidenzi ai risultati anche se non abbiamo la Camera ad assetti rischieremmo
Ma migrazioni storia piuttosto che altri di se non parzialmente
Questi lavoratori identità sì sì sì va
A
Bene allora intervistiamo
Va beh il primato di essere state serio
Benché la professoressa Pinto di lingue settembre
Peppe
Ha facoltà ci sono ambulanti Turchetti lenti l'attività che si possono svolgersi
Qui che vanno dall'utilizzo banale debellati litigo Marin dotazioni bene libri bene vanno tutti per spedita all'ente
A con le estensioni collanina quindi serve necessariamente in
Computer e l'accesso a internet per poter usufruire al massimo di questo materiale
Alcuni ovviamente con
Apre attività che possono essere
Digitale impiglia verrebbe ed io ultimamente anche su quello che sta certe lo
Le
Pompando con lei in
Il contornato comunque aperta dall'ottima attività integrativa che abbiamo fatto guardando perché c'è un vento dell'APT
Chiappetta tutto uno su tutto ma tutto ampio dunque Chiti anche
Possiamo guida
Che bene quei ragazzi una lezione di data pop possiamo anche lasciare la cattiva lavorare in modo inutilmente e magari anche danno compito intaccata per puoi fare anche delle presentazioni
A al o in
Inventate anche in campo Soliman quando c'è la possibilità piena capace di Fincantieri è un'altra presente ad Avellino un'altra pertinente perché anche attraverso un altro
Ripete sempre franca
Di qui appuntato scritta sempre
Questo istituto negli enti oggi abbiamo egli utilizziamo
Carattere scusami chiara scusare abbiamo esaurito il tempo anche perché collegamento non entra anche
Purtroppo
Però diciamo se capita molto bene il senso della cosa quindi dire che ti ti ringraziamo molto ringraziamo la scuola per la disponibilità
R.G. saranno pensa ma con tutta questa trattazione MIT ungherese non riuscite ad acquistare è quest'anno la scuola intorno a un incremento distinzione hanno tolto e riformare nove nuove classi Quinza ma credo che
Da le testato le sono state utilizzati anche comunicati all'esterno in modo molto efficace
Perfetto
E buona continuazione

Generale riprendiamo diciamo no il il filone della un'altra chiacchierata intorno a open coesione è ovviamente ringraziamo Luigi abbiamo fatto diciamo un tentativo non siano stati diciamo
Del tutto sopportati come sempre può accadere diciamo dal dal collegamento ad altro ma insomma l'idea che non avevamo abbiamo avuto diciamo nel costruire questa giornata è stata l'idea non tanto di raccontare Josè open coesione stiamo line da diversi mesi quindi può essere navigato esploratori diciamo guardato nei suoi contenuti anche con tutto lo sforzo sicuramente migliorabile ma che abbiamo fatto fin dall'inizio proprio di ossia direi suoi contenuti spiegati e quindi immaginiamo che il portale passi si possa diciamo spiegare da solo ma raccontare tutto quel mondo che c'è intorno quindi abbiamo ascoltato adesso da
Luigi
Quelle iniziative in cui è anche il nostro stesso Dipartimento si è diciamo un po'messo in gioco per promuovere iniziative che stimolino la partecipazione ma che poi possono diciamo procedere camminare con la le proprie gambe e anche gli altri interventi che abbiamo immaginato per questa giornata vanno a toccare diciamo aspetti che si collega no a dover coesione quindi nel dare la parola
A Walter Tortorella dell'IFEL che l'istituto di ricerca dell'ANCI quindi
Legato diciamo all'Associazione nazionale dei comuni italiani diciamo ragioniamo insieme ci confrontiamo insieme su come può cambiare anche da parte di istituti di ricerca di luoghi in cui si far riflessione sulle politiche e riflessione sull'utilizzo nei territori di risorse pubbliche il fatto di aver messo a disposizione questi dati e quindi di aver aperto un patrimonio dell'Amministrazione di dati amministrativi che sono diventa a chi fruibili per tutti quindi questo è un po'il filo diciamo che lega i diversi interventi di questa carrellata
Intorno per imposizione alte
Grazie buongiorno grazie grazie al di per sé e per l'invito che è stato fatto all'ANCI a me in quanto direttore del Centro di documentazione studi dei comuni italiani
L'ora di più da spaghetti ma insomma cercherò di essere relativamente rapido e ringrazio il DPS
Per due motivi non solo per l'invito ma anche perché mi ha spinto a ragionare
Sui dati che da in maniera molto differente da come ho fatto finora io non sono economista
Mi hanno sempre tenuto un po'lontano dall'intorno del dato diciamo interessano sempre di più diciamo il numero sei come
Invece ragiona sull'intorno del dato mi è servito molto perché rispetto a quelle che erano le attività che facevamo
Punto come ANCI cioè definizione delle politiche fondamentalmente di supporto i nostri sindaci nei processi di negoziazione con il Governo abbiamo avuto l'opportunità di utilizzare uno strumento
Che risulta essere particolarmente ficcante diciamo e lo vedremo ora strada facendo tant'è che noi
Che sviluppiamo ogni anno un rapporto sull'utilizzo del FESR
A livello
Di Amministrazioni regionali quindi tutti i soggetti beneficiari per il primo anno abbiamo utilizzato i dati open coesione e non nell'elenco dei beneficiari che richiedevamo alle singole amministrazioni regionali
Quindi il nostro è assolutamente un esempio di
Riuso dei dati il rapporto che è stato diffuso tra l'altro sabato da diversi media e con la stessa licenza ovviamente di open coesione quindi è un sì sì by
S. Anna quindi assolutamente utilizzabile da da tutti e passò dirvi le cose diciamo così più importanti a mio avviso innanzitutto
Quali sono i vantaggi utilizzare ove coesione per chi fa politiche pubbliche ha la necessità di definire definire degli scenari B vantaggi sono fondamentalmente tre
I Consorzi nel quello più semplice il format
Tutti fa il suo nel c'è seppure questo per chiunque lavora con i dati sa bene che è un formato ottimale cioè di grande agilità
La seconda cosa c'è una totale omogeneità per quanto riguarda la tempistica tutti i dati di fatto di open coesione sono i dati del sistema di monitoraggio nazionale quindi della Ragioneria
S'una perfetta contemporaneità c'è uno scarico praticamente ogni due mesi dati che ne abbiamo usato sono i dati al trentuno dodici due mila dodici quindi
Diciamo dati aggiornatissimi
E soprattutto c'è la possibilità di ragionare sulle risorse così come sono state assegnate che riguardano festa FS e in parte diciamo le risorse
Ex fase dico in parte perché poi lo vedremo strada facendo cioè consente di ragionare sull'assegnato sull'attuazione al momento ancora no
Non abbiamo informazioni su tutti i soggetti attuatori tutti soggetti programmatori abbiamo livello di finanziamento abbiamo a livello di pagamento abbiamo informazioni sull'organizzazioni e tempi di realizzazione
Per chi fa politica pubblica direi abbiamo molto non dall'ottimo ma molto
Fin qui banali ci sono però precaria
Diciamo che ne abbiamo scorte abbiamo segnalato e ci stiamo cercando anche di provare a risolverle insieme
Innanzitutto il primo riguarda i progetti multi beneficiati
Purtroppo quando un singolo Progetto risulta essere assegnato più soggetti attuatori al momento il sistema riproduce lo stesso importo del progetto
Questo è un warning ovviamente soprattutto per chi fa informazione abbastanza importante
Perché il rischio non sono molti a dir la verità questi progetti però il rischio in questo caso è quello di ritrovarsi magari con
Dieci soggetti molti beneficiari a cui il sistema attualmente open coesione assegna all'importo complessivo
Ma in realtà non è così cioè al singolo Comune captava molto meno diciamo come beneficio
Quindi in questi in questo caso non abbiamo trovato una soluzione ovviamente insieme
Con del DPS semplicemente contattando le abbiccì via digitale delle gestioni anzi pronta ringrazio per il lavoro che hanno fatto i colleghi e di chiedere l'esatta quota di importo finanziario questo perché perché a me come ANCI quindi come sistema dei Comuni
Prima ancora che il Progetto interessa il soggetto cioè non interessa capire chi ha fatto cosa e soprattutto chi non sta facendo cosa
L'altro piccolo caveat riguarda la localizzazione multipla
Non sette quindi anche questo è importante per quello che abbiamo visto prima su Bologna per la quello che è l'utilizzo civico del Progetto diciamo non sempre ad un intervento corrisponde una localizzazione puntuale
Questo avviene soprattutto a dir la verità per i progetti che riguardano le grandi infrastrutture o comunque i trasporti in questi casi l'unica soluzione al momento che abbiamo trovato poi piante ci ragioneremo e quello di
Trattare separatamente le operazioni di localizzazione univoca da quelli di localizzazioni multipla
E poi e quindi grande attenzione ai dati quando li lo larghi lavorate insomma l'appeal terzo grave atto riguarda le localizzazioni impropria
Siccome appunto il sistema di monitoraggio comunque assegna una localizzazione
L'esempio che vi posso fare capire subito a quello dei fondi Jessica dove la localizzazione ovviamente di solito l'istituto finanziario cioè la sede dell'istituto finanziario ma non ha nulla a che vedere con la realizzazione dell'intervento che magari agire in più comuni e a livello regionale
Di questi caveat dire che quello più impegnativo il primo negli altri due non sono particolarmente gravosi in termini numerici però comunque bisogna lavorarci sul sistema perché
è evidente che un errore in open data è un un errore Adamo ennesima potenza quindi è opportuno lavorarci con una certa attenzione
Allora cosa abbiamo visto nel nostro rapporto che trovare al sito dell'ANCI di vista del da per tutto ormai
Non abbiamo analizzato soltanto il POR FESR due mila sette due mila tredici Obiettivo Convergenza Obiettivo competitività ad esclusione dei programmi operativi nazionali
Per la prima botta sia sui progetti cioè noi solo su questo abbiamo quarantasei mila progetti anzi quasi di quarantasette mila quindici
Diciamo una numerosità progettuale diciamo impressionante dico impressionante perché per chi lavora nell'Amministrazione pubblica o per la propria prestazione sa che un progetto ahimè è un procedimento amministrativo
E vi assicuro che quarantasette mila progetti sono sicuramente troppi
Rispetta i tempi di attuazione
Che abbiamo a disposizione
Sappiamo che al momento c'è un costo rendicontabile di circa diciotto miliardi e mezzo sappiamo che i pagamenti sono a circa otto miliardi e mezzo sappiamo che abbiamo complessivamente un avanzamento finanziario
Che non va inteso come un indicatore di performances assolutamente ma
Diciamo un indicatore che dà un indirizzo ecco mettiamola così pari a quarantacinque punto sette
Non siamo messi malissimo nel complesso ma è abbastanza evidente che non siamo messi benissimo quando si va allo specifico di alcuni soggetti attuatori
Una riflessione tra tutte e così vado velocemente abbastanza evidente che chi
Può immediatamente
Impegnare e spendere penso alle regioni ad esempio o ai bandi che si fanno per gli operatori privati
Recuperano mediamente un annetto e mezzo chi invece come le amministrazioni locali penso ai Comuni penso alle Province necessariamente innanzitutto devono accedere ai fondi quindi
Devono né anzitutto rispondere tra virgolette o a bandi o comunque a processi negoziali con le amministrazioni regionali lì si comincia a perdere il primo anno e mezzo barra due
Dico questo perché col DPS su altro tavolo stiamo ragionando proprio su questo cioè e inimmaginabile che per avere solo l'accesso ai fondi da dare a terzi ci vogliono due anni
Mediamente
Grande progettualità una progettualità che come potete vedere
E anche questo un dato interessante ancora volta open così recita dei dei numeri
Di tutto rispetto nonostante vi siano molte meno risorse
E nel nord quindi scusate nel nell'Obiettivo competitività la progettualità in termini numerici è superiore nell'Obiettivo nell'Obiettivo competitività al di là del fatto che sono più Regioni
Ma ovviamente per quanto riguarda gli importi quindi sia il costo rendicontabile che
Il pagamenti pagamenti la la proporzione si inverte
Andando a vedere l'avanzamento finanziario al momento la competitività e al cinquantaquattro quindi ben sopra la media nazionale
L'Obiettivo Convergenza starebbe a quarantuno
Quello che stiamo facendo figli il rapporto che ho dato solo due schede una rapporto fatto i trecentoventi pagine ma ripeto e ora da spaghetti questo
Quello che stiamo facendo con appunto il i colleghi
Di open coesione è focalizzare lo faremo nel per per i prossimi anni nel senso che lo faremo periodicamente focalizzare l'attenzione sulle città metropolitane questo perché
Perché la nuova programmazione come forse molti di voi saprete prevede una priorità strategica che si chiama città
Una priorità particolarmente interessante su cui anche l'ANCI sta lavorando insieme al DPS che pone un'attenzione specifica su quello che potrà essere un ruolo più diretto delle Amministrazioni comunali delle città in particolare nella gestione dei fondi
Allora noi abbiam detto monitoriamo queste città da subito cerchiamo di costruire non intendo noi con appunto i colleghi di open coesione
Cerchiamo di costruire politiche pubbliche che prendano spunto da quello che sta succedendo ora nelle città metropolitane
Molto velocemente sta metropolitane al momento sono dieci più le quattro delle regioni a statuto speciale in realtà l'articolo diciotto della legge centotrentacinque appunto
è stato congelato dal maxiemendamento su centoquindici di fine anno nel senso che le stesse dovevano entrare
Doveva essere istituite entro il primo gennaio due mila quattordici la cosa si sposterà presumibilmente auspicabilmente di un anno
Ma sta di fatto e questo per me particolarmente pressante Bellati che vedremo appena dopo che attualmente la centotrentacinque ci dice che la città metropolitana dovrebbe coincidere
Con una la dimensione provinciale perché contestualmente vengono abolite le Province
Allora attualmente ne abbiamo abbiamo questo quadro per quanto riguarda gli interventi posso festa localizzati nelle città metropolitane italiane
Abbiamo cinque mila novecentoquindici progetti che rispetta i quarantasei mila che vi dicevo prima non sono tanti ma se guardiamo però il costo rendicontabile cioè che
Le risorse che
Cadono sono localizzate sulle città beh questo è l'importo di tutto rispetto cioè stiamo dicendo che su quattordici città
Ci sono cinque miliardi seicentosettanta milioni di euro cioè un terzo dei famosi diciotto che cadono sì quarantasei mila progetti somma le città polarizzante a otto un gran numero
Di una gran quantità di risorse più che un gran numero di progetti con un avanzamento finanziario che è superiore alla media nazionale
E circa il cinquanta per cento insomma
La cosa ci sembra abbastanza positiva
Guardando l'avanzamento finanziario siccome affrontavano dette son dell'ANCI ma non ha non ci nascondiamo dietro dati che non sono per me i favorevoli purtroppo i Comuni hanno difficoltà
E lo vedete hanno difficoltà non tutti i Comuni perché l'avanzamento finanziario in questo caso dei progetti localizzati lo vedete spacchettato per soggetti beneficiari
Qui ritorno a quello che vi dicevo prima è ovvio che chi può immediatamente impegnare e spendere nel caso delle Regioni o le Regioni quando fanno bandi per operatori privati come potete vedere l'avanzamento finanziario molto più avanti perché avanti c'è poco da fare
Quando invece andiamo a vedere le città metropolitane come soggetti attuatori quale sostanzialmente quando la responsabilità e l'onda affare i progetti alla i progetti si riducono tantissimo
Oggi abbiamo centosessanta sette progetti nelle città metropolitane
Ma l'importo è considerevole comunque è un importo da circa un miliardo e otto
Ci sono progetti molto grosse il caso ovviamente della metropolitana di Napoli particolare che è quello che
Diciamo così come vedete da solo il Progetto diciamo così più
Più complicato ma strappa anche più grande e un avanzamento finanziario che ci promuove nettamente ma l'avevamo visto anche in parte prima la Puglia e Bari come città per quanto riguarda l'Obiettivo
Convergenza
Un'altra cosa che noi abbiamo fatto e di andare a vedere su che cosa si concentrano le nostre città quando sono attuatori cioè quali sono le politiche no perché come dicevo prima né per interesse a questo
Quando andiamo lì a discutere con
Con l'amministrazioni centrali allora le politiche su cui di fatto le città metro le città metropolitane stanno concentrando si sono soprattutto pagamento rinnovamento rubano
Come sapete c'era tra l'altro c'è
Una una un asse città all'interno della possa essere due mila sette due mila tredici qui non vi ho portato i dati ma è quello che funziona peggio di tutto
A dir la verità tant'è che la maggior parte queste risorse non ricadono nell'asse città ma
Sia sta i Comuni pescano da altre parti
E poi gli altri due temi fondamentali sono ambiente attrazione culturale
Abbiamo fatto la sperimentazione di verificare ancora di più quindi siamo scesi ancora di più singola città a questo punto ed ha preso due città per comodità abbia scelto Bari e Torino c'erano dati abbastanza interessante da mostrare
E questo è
Un inizio di quello che sarà il lavoro che faremo con Opel coesione sul ovviamente con un architettura un'estetica meno sovietica di questa che vedete infatti i colleghi di open coesione faranno sicuramente meglio
E qui nel caso specifico di Bari noi andiamo ad analizzare quindi quando facciamo lo specifico focus sulle città perché ove anche se nella consenta di fare anche le FS è oltre che il FESR
E speriamo di fare ovviamente anche l'ex FAS quanto prima
E si nota subito in sostanza che la maggior parte ovviamente della progettualità riguarda riguarda diciamo l'FSE ma la maggior parte delle risorse ovviamente ri
Guarda al FESR complessivamente qui quello che vedete a confronto è il Comune di Bari contro tra virgolette l'area metropolitana al netto di Bari altra cosa che si può fare cioè
Qui stiamo considerando l'ipotesi effettivamente di una città metropolitana che coinciderà con la dimensione provinciale
Che non sappiamo come vi ho detto perché al momento la situazione congelata ma nel caso in cui questo è il quadro complessivo che riguarderebbe la futura Città metropolitana di Bari
Soggetti attuatori
Al momento e quindi anche qui c'è da ragionare poi per
La futura priorità strategica città
Sono prevalentemente per quanto riguarda il FESR era gli operatori privati e scuole e università analogamente parlare metropolitana
Al netto di Bari
In e invece per quanto riguarda le FS e le cose cambiano poco perché son sempre operatori privati scuole e università dove si concentra il grosso dell'attività e delle azioni
La tipologia interventi invece è molto interessante a nostro avviso perché la scelta della del Comune di Bari e in generale dell'area metropolitana quindi anche il tuo quello che sta intorno
A al Comune di Bari è di andare prevalentemente su Agenda digitale e su ricerca innovazione oltre ovviamente alla compri da per l'impresa che sono i progetti
Di supporto alle imprese c'è quindi una grossa attenzione ed una buona performance anche per quanto riguarda l'avanzamento finanziario sia sulla sul FESR che le FS
Sui temi della ricerca innovazione Agenda digitale quindi sono rinnovamento complessivo nelle linee di azione di indirizzo dell'Amministrazione comunale e dell'aria perché qui appunto abbiamo sì al Comune di Bari che poi l'area metropolitana
Le cose ad diciamo la le mode lo stiamo anche per Torino non siamo stesso quadro
Tenendo presente che ovviamente su Torino c'è una maggiore esposizione
Verso le FS per ovvi motivi cioè di risorse a disposizione rispetto alla festa con un avanzamento finanziario invece debba molto molto bene sul FESR
Per il Comune di Torino pur non avendo progetti trainanti o come dire come grossi progetti su cui mettere danaro come caso metropolitana di Napoli
Non cambiano molto le cose rispetto al
Al i soggetti attuatori neanche per Torino quindi il grosso dell'attenzione si concentra sugli operatori privati sia a livello di
Comune di Torino che di area metropolitana e analogamente per gli operatori privati analogamente per le fesserie il grosso della trattazione va sul sugli operatori privati
Quello che volevo dire questo è un utilizzo particolare che ne stiamo facendo delle dei dati a disposizione di Opel coesione che è quello di capire ripeto appunto le politiche pubbliche che le singole amministrazioni
Stanno facendo nella loro area e nell'intorno ma le potenzialità
Dei dati a disposizione sono tali da consentirmi anche altri due esempi molto veloce che
Vorrei portare
Diciamo in questa circostanza uno
Come sapete oggi domani l'Italia rientra per esempio dalla procedure da rientrare la procedura di infrazione sulla deficit
Cosa che in un certo senso dovrebbe liberare tra virgolette risorse che potrebbero essere immediatamente spense
Io grazie ai dati dico di opere in questione ieri ho potuto fare un incrocio tra tutti i progetti che al momento sono fermi cioè significa zero mai avviati ma con con diciamo dei costi rendicontabili
A livello di amministrazioni comunali e dire al mio Presidente che domani incontrerà Saccomanni guarda che
Orientativamente se si riesce a fare un passetto sul patto di stabilità quindi consentire ai Comuni di sbloccarli tra virgolette alcune risorse che potrebbero mettere in campo
Al momento c'è quasi un miliardo di euro che è a zero sui programmi
Del FESR e che basterebbe l'al possibilità data ai Comuni di liberare le Pro la propria quota di cofinanziamento per foto per poter far partire
Prima non l'avrei potuto fare cioè gli avrei dato un numero un po'
A caso
Forse non so neanche se viene dato un numero altra cosa ieri abbiamo fatto una riunione con sempre con del dipartimento e via di sviluppo e chiudo
Proprio perché appunto il ministro Trigilia ha chiesto di individuare i programmi che
Sono in grado di fare da traino ciò che sono in grado di quanto prima di
A impegnare risorse e io avevo fatto un esercizio molto interessante incrociare i dati di OPA in coesione sul FESR con i dati del Piano città che è un'altra banca dati a disposizione sia di ANCI
Che nel del Ministero delle infrastrutture
Per capire quali possibilità di progetti quindi già molto avanti ma non ancora finanziati possono essere immediatamente resi operativi
In programmi operativi regionali quindi potenzialità per noi che facciamo politiche pubbliche e diamo indirizzi
Molto molto ampie
Con la sola questa lo dico sempre i colleghi la sola attenzione di di uscire ad avere quanto più possibile dati puliti a monte questo è ovviamente un problema perché come dicevo prima un errore
Messo in open data può significare purtroppo tantissimi errori
Nel caso della banca dati di open cosa devo dire
La situazione eh molto molto buona
Noi lavoriamo con molte altre banche dati di amministrazioni centrali penso per esempio i consuntivi di bilancio del Ministero dell'interno o
Ai dati che riguardano il personale che banca dati del Lido tutte e due non in open data
E lì le problematiche per esempio ne abbiamo sono considerevoli perché c'è un problema a monte e chiudo sul serio
Questi dati sono dati certificati
Quando noi per esempio da fruitori individuammo un errore
E lo comunichiamo ai colleghi del DPS non di solito non è che si può intervenire e lo stesso e per i consuntivi di Bilancio cede richiederà l'Amministrazione di fare la modifica perché c'è una certificazione del dato
Questo credo sia un problema non da poco siamo all'inizio ma direi che la strada è assolutamente molto molto positiva e per quello che riguarda noi di gran pregio grazie
Grazie grazie a Walter Tortorella e nel diciamo dare la parola Saverio la mano dell'IGRUE in realtà vorrei sottolineare alcune delle ultime cose che ci ha detto Walter nel suo intervento
Il portale open coesione l'abbiamo detto all'inizio mostra i dati sui progetti in attuazione che vengono dal sistema di monitoraggio unitario Noè non Brito chiamo i dati
Pubblichiamo esattamente il dato che è stato inserito dalle singole amministrazioni e sono tante che sono coinvolte all'interno diciamo dell'attuazione del e politiche di coesione questo significa ovviamente anche una grande sfida per le amministrazioni e iniziamo a vederne i processi non sono immediati le cose non si attivano
Istantaneamente ma aver messo a disposizione questa mole di informazioni che
Danni
C'era un patrimonio
Dell'amministrazione ma non era un Bampa timone diciamo pubblico e diffuso e ha messo a disposizione di tutti ha innestato quello che noi ci auguravamo che investa se che sosteniamo
Anche con delle specifiche iniziative e c'è un processo di miglioramento del dato stesso
Quindi alcuni dei richiami che ha fatto Walter Tortorella nella chiusura del suo intervento nel sottolineare la rilevanza ovviamente anche per gli utilizzatori di avere a disposizione dei dati di qualità
è un un elemento che deve entrare nelle singole amministrazioni che popolano i sistemi informativi chiaramente vedersi pubblicamente era i tentativi dei dati in cui ciascun singolo attore contribuisce a un piccolo pezzetto di quella visione di insieme che ad esempio abbiamo visto raccontata dal punto di osservazione
Non è diciamo di guardando alcuni Comuni metropolitani è chiaramente diciamo uno strumento che aiuta
Anche la stessa Amministrazione a capire il valore dell'informazione con cui contribuisce
A dare il diciamo un apporto all'informazione complessiva
Quindi è
Una è certamente un un valore diciamo un un'attività alla quale è opportuno dedicare impegno e risorse dentro la pubblica amministrazione
Proprio per garantirci diciamo la possibilità di aprire dei dati che consentano a chi li guarda di capire effettivamente quello che si sta facendo utilizzando queste risorse
Quindi diciamo avevamo immaginato proprio l'intervento di Saverio Romano che all'i due
Alla responsabilità di questo sistema di monitoraggio sul quale
Diciamo vorrei spendere un'unica altra parola per dire che è un sistema di monitoraggio cui noi insieme al libro UE insieme a tutte le amministrazioni coinvolte lavoriamo da anni
Questo non è un elemento di poco conto nel senso l'ha detto Carlo nell'intervento iniziale
Abbiamo ha avuto la possibilità di costruire un progetto come open coesione perché avevamo nel cassetto una serie di iniziative che danni ci vedevano coinvolti insieme ad altre amministrazioni
E costruire un sistema informativo di un certo tipo certamente perfettibile e poi nell'ultimo intervento di questa mattinata faremo qualche ragionamento sulle prospettive
è però diciamo era la base minima da cui partire per poter aprire qualcosa di interessante verso il pubblico e il ragionamento che vorremmo fare insieme a Romano è proprio
Su tutto quello che si muove intorno a un sistema di monitoraggio come questo che è un po'il nostro
Giacimento di informazioni dal quale attingiamo proprio per dare diciamo un senso concreto alle parole trasparenza e partecipazione
Quindi è appellabile la presentazione
Buongiorno a tutti
Io ascoltato con piacere anzi compio con interesse nell'intervento del collega lanci
Mi ha colpito diciamo il problema soprattutto se al
Fatto di liberare dei progetti che sono
Molti si progetta e sulla zero
Io spero vivamente che si tratti soltanto di un problema e di
Come dire di
Di
Non positiva di spende per problemi di Patto di stabilità
Che non siano altri miliardo tanto ma penso o credo che siano diciamo anche altre le motivazioni per cui non si spende
Qualità dei dati conto annuale ha fatto prima riferimento lei o suo conto annuale ci sono nato quindi io ero uno dei di fondatore del conto annuale o quanti ancora si impacci del conto annuale con le schede Excel no con i fogli di carta
Si è dovuto passare oggi alla certificazione dove c'è il re il Presidente dei collegi sindacali e altri soggetti deputati
A certificare il conto annuale quindi è stato un processo lungo ma molto lungo parliamo di circa venti anni
Dalla
Dalla tale legge ventinove novanta della
Che ha fatto diciamo la riforma del pubblico impiego quintali incominciava partitico conto annuale i tempi sono stati molto lunghi per arrivare a una qualità dell'informazione
Come dire certificata anche da soggetti di controlli esterni e qui ci siamo qua solo per quanto riguarda di monitoraggio della
Della
Gallas Quadro strategico nazionale parliamo anche qui di una certificazione anche se non come dire
Non c'è un organo esterno che poi certifico quell'informazione
Ma diciamo che quell'informazione almeno per quanto concerne i dati finanziari sono dati che vengono validati e certificati quindi dall'Autorità di gestione
Perché nel momento in cui trasmettono i dati c'è un un soggetto individuato dal sistema informativo della Vergine generale che dice quel soggetto a trasmessi i dati quindi certificate dall'Autorità di gestione
Andiamo un po'quindi alla tema che mi è stato stiamo mi è stato dato
Condizione per la
Quali sono le condizioni per la trasparenza quindi miglioriamo la qualità dei dati prima di
Do bisogna capirei il sistema
Alcuni aspetti
Chi sono i soggetti chiesto certi che rilevi dati
Chi in via questi dati perché spesso non si riesce a capire chi è che indire un dato si pensa che sia comuni si pensa che invece
Bisogna capire chi è l'interlocutore di questo sistema che uno dei principali fornitori di un gruppo in questione
Quali sono i mezzi gli strumenti che rilevano queste informazioni e che tipo di
Tipologie di dati noi andiamo a rilevare
Qual è stata l'esigenza di costruire un sistema ne abbiamo e abbiamo sentito prima qui che parlavamo di
Di un sistema che è nato da un po'un bel po'di tempo già dalla due mila due mila sette la promessa due milioni e se si cominciava a capire lei sa la necessità di avere un sistema unitario della politica di cui si vuole
Le diversi diversi sistemi che stavano sulla sulla Sierra sulla
Sul territorio nazionale erano svariati
Con diverse modalità di rilevazione con diverse tipologie di informazione da rilevare quindi è nata l'esigenza
Di costruire un sistema unitario che
Che parlassi con un solo linguaggio
E quindi in questo modo noi abbiamo cerca di costruire grazie alla la promozione due mila due mila sette che ha dato l'input per costruire un sistema unitario della pro della politiche di coesione
Qual è stato attraverso che cosa abbiamo costruito questo linguaggio unico
Della politica coesione
La prima cosa è quella di aver costruita ideato un sì un protocollo unico di colloquio cioè
Lo strumento attraverso il quale noi crediamo i dati
E un sistema unitario a livello centrale che acquisisce tutte queste informazioni
Protocollo unico di colore che detta regole Tati procedure e quant'altro è un sistema nazionale di monitoraggio che viene
Quindi in questo caso e vediamo già che il soggetto che acquisisce le informazioni per questi dati sta presso il Ministero e l'economia e delle finanze
Non voglio tediarvi sulla
Ma
La costruzione di questo sistema di questi dati semplicemente le definire quali sono i dati che occorre che va rilevare è stato un lunghissimo
Tanti soggetti hanno partecipato a definire questo
La il contenuto di questi dati si parli dal
Turno marzo due mila sette fino ad arrivare a settembre due mila e nove cioè sono muri quasi due anni alla fine
Ancora oggi siamo a discutere se
I dati che abbiamo costruito in questo tracciato univoche deficitaria rilevare
Vanno ancora mantenuti o c'è qualcosa ancora da modificare
A questo gola questo sistema questo faccia l'abbiamo data avviamento dei documenti che supportano le amministrazioni recapiti di che cosa si trattava come andavano rilevando ad un glossario un protocollo applicativo
Il documento sulla qualità dei dati che descrive tutti i controlli che il sistema informativo effettuo nel momento in cui i dati vengono trasmessi
Li benefici si vedono
Finalmente riusciamo ad avere almeno a livello
Politica di coesione una
Una certa unità Rita di informazioni
Ma
Che la cosa importante che questo questa metodologia di lavoro si incomincia a
Espandere anche in altre banche dati
Oggi viene prese a questa il protocollo di collo verso è stato preso a riferimento anche per il monitoraggio del delle opere pubbliche di cui al decreto legislativa ventinove dicembre due mila undici duecentoventotto
Quindi anche diciamo un'altra rete un'ulteriore
Diciamo banca dati che si sta costituendo costituenda all'interno della
Della della
Castellana bhangra delle pubbliche amministrazioni hanno presa differimento il tracciato unico della politica di coesione
E inoltre
Con una la delibera CIPE centoventiquattro ha previsto un tavolo comune in cui
Comincerà a discutere
Della
Dell'informazione che si raccolgono eccome trattare questi informazioni in modo tale che il soggetto che deputata a trasmettere l'informazione li trasmette una sola volta
E quindi possa come possono essere poi diramate allevare banche dati interessate all'informazione
Un attimo che cos'è il sistema bisogna riuscire a capire il sistema di monitoraggio nazionale e costruito in un ambiente che riceve già le informazioni dai vari sistemi dislocate sul territorio nazionale
E già all'ingresso effetto dei controlli di rilevazione della qualità dell'informazione Cese quindi fa una controllo della del dato
Successivamente
Nel momento in cui l'autorità di gestione e quindi soggette che trasmette il dato intrapresi oggi gestioni quindi parliamo di chi è che trasmette il dato è una Regione a una missione centrale un Ministero
Quindi queste l'interlocutore della banca dati del sistemi di monitoraggio ovviamente questi soggetti hanno altri interlocutori sono i beneficiari finali
Che trasmettono all'informazione alle varie a questi alla i vari sistemi formativi locali
In questo ambiente ufficiale che ambienti in cui l'Amministrazione vale intorno il dato indicono queste il dato di attuazione del mio programma operativo
Da quell'ambiente quindi poi viene
Validato consolidati date viene
Trasmesso ove in questione
E quindi ai vari soggetti istituzionali per la Commissione europea e quant'altro
Quindi viene un dato ufficiale consolidato e da quell'ambiente
Viene diramato suo poi in questione
In questo ambiente nella degli ufficiali sistema già predisporre vede dei di controlli di qualità incongruenza dei dati che permetta che fanno scattare addirittura il dato
Ho danno dei warning di attenzione alla qualità del dato
Il sistema for funziona attraverso quel senza ovviamente o attraverso una inserimento Romagna con dei sistemi informativi le abbiamo messe a disposizione direttamente dei beneficiari finali
Ma io volevo andare un attimino adesso sul nocciolo della questione sulla qualità del dato che questo per capire un po'come questi dati vengono raccolte come poi vengono messi a disposizione disposizione
Il protocollo di colloquio prevede circa duecento campi
Di informazione che si riferiscono a una
A un all'unità che monitoriamo e che è il progetto
Già definire che cos'è un progetto diventa arduo euro
è difficile sul tavolo di cui dicevo prima prevista dalla di pre-CIPE cento dalla delibera CIPE in cui bisogna cercare di armonizzare i vari sistemi di monitoraggio nazionale cioè per dire che cosa era un progetto è diventato
Dire di viva non si riesce a capire che cos'è un Progetto
Noi nel sistema di monitoraggio abbiamo detto che il progetto
Più ridotto ma determinati in relazione a che cosa ha fatto un progetto quindi se è un lavoro pubblico sesso l'acquisizione di beni e servizi e se si tratti di erogazione di finanziamenti aiuti ad impresa e individui e su queste entità che noi abbiamo detto che cos'è un progetto
Gli abbiamo dato nel glossario dei vari documenti delle varie che abbiamo messo a disposizione
Come individuare un progetta ma è il diciamo che il sistema è
Il sistema di ricezione dei LEA e dei dati
Lasciamo interpretazione all'Amministrazione per dire cose un progetto e noi lo acquisiamo attraverso
Una varie
Le forme che abbiamo già detto
La domanda la qualità dei migliori alla guida di ad migliora la trasparenza ovviamente sì ma
Per dire se
Per avere una migliore una migliore trasparenza occorre arriva anche una buona qualità di dati
Il sistema abbiamo dette che effettuo una serie di correzione di dati
Verifica la qualità del data ed effettuato anche degli scarti di dati
Ci sono sul sistema predisposti circa trenta controlli di di congruenza che determinano
Lo scarto dei processi cioè se è un progetto presento un conto un'incongruenza previste dal sistema Ispra getto viene scartato non viene acquisito
E ci sono quattordici controlli quali di concorrenza che determinano una che determinò semplicemente un'attenzione un warning
E poi il sistema mette a disposizione delle varie opere di gestione una sedili porta predefiniti ho ricordi specifici che vanno a verificare la coerenza e la qualità dell'informazione
Ora che cosa abbiamo fatto una per capire un po'come la situazione farvi rendere conto di come stia alla situazione su questa con i dati i dati
Abbiamo Presa d'esame se i programmi della competitività e se i programmi della convergenza per vedere che cosa succede
Quindi abbiamo analizzato a settanta mila duecentosessantaquattro progetti
Su settantaquattro mila settanta mila progetti risultano centoventotto mila quattrocentoquarantaquattro segnalazione di incongruenze
Diciotto mila centosedici progetta hanno determinato degli scarti
E dice entro dieci mila settecentoventotto warning cioè attenzione
C'è tutta questa brevità quindi
Le incongruenze sono le più disparate di dei trenta questi oppressa alcune alcune puntuale quattrocento incongruenza perché manca il Codice CUP il Codice CUP definitivo è errato perché si stabilì che il sistema
Dentro al sistema il CUP Codice unico di urgente che viene acquisite dal sistema CIPE
Se non c'è il CUP
Che sistema scatta il progetto
Centotrenta incongruenze per corpo mancanti
Mille novantotto incongruenza presenze di colonizzazione un indirizzo errato sbagliato quindi sono tantissime senza elencarvi poi
Io warning le attenzioni che a me che sulla qualità delle informazioni di dati
Ore
Giunta le mie considerazioni perché poi su questo che dobbiamo
Dobbiamo pensare a fare una una discusso
Che sta succedendo sul territorio molte Amministrazioni lamento no che era andato dicono che il dato di attuazione che sta sul territorio e molto più alto di quello che è stato esposto sia dal collega sia di quei dati che noi sistematicamente scarichiamo output coesione
Il dato che asseriscono le amministrazioni regionali e nazionali non è più alto rispetto a quello che forniamo nuovi in modo ufficiale
Perché dice
Perché il sistema scatta molti dati come abbiamo visto nella realtà
E quindi non voi spesso e volentieri ci dobbiamo
Difendere feste l'assurdità
Rispetta I nostri superiori gerarchici il ministro
Condanna toni che dicono no il dato non è quello a parte che
Se è stato dunque ha inviato il dato tour regionali validato l'informazione non è che io
L'ho presa da qualche parte la Regione invia il data validità alle quindici non è quello il dato è quello è un altro è più alto
E allora dico ma perché non vedo il motivo visto dato più alto perché il sistema scatti progetti scatti progetti e perché ovviamente ma anche le informazioni
Importanti per l'acquisizione di dati
Quindi
La qualità dei dati
E migliorata sicuramente rispetto alle passate programmazione sicuramente quello del finanziaria a novanta per cento ci mettiamo la mano sul fuoco sulla voglia di quell'informazione
Ma è necessario estendere affidabile tutte le informazioni che venga acquisita a livello centrale
E arrivo alle mie conclusioni che cosa dite che cosa come Ministero riteniamo
Prima di tutto occorre razionalizzare l'informazione da richiede a livello centrale non possiamo continuare a chiedere una marea di informazioni a livello centrale
Che poi
Allo stato di fatto molte di queste informazioni sono poco utilizzato o inutilizzabili o non vengono valorizzati quindi bisogna capire
Cosa dobbiamo chiede che cosa serve a livello nazionale quale solo l'informazione che servano a Lecce e su quelle puntare l'attenzione
Una volta che abbiamo deciso quali sono le informazioni che servono a livello nazionale e questi condivisi con tutte le amministrazioni regionali ovviamente con i vari tavoli
Aumentare il controllo della qualità dei dati
In modo tale che tutti i dati che vengono passano sul sistema nazionale siano certificati così come avviene per il conto annuale su quei dati sono quelli certi e validati dall'autore che ci sono questa
è
L'opinione della sottoscritte ma condivisa anche dagli altri da molti altri colleghi che lavorano su queste cose individuare i dati che occorrono
E su quelle puntare in modo forte sulle controlli di qualità e confluenza dei dati evitare che assisteva arrivano dati sporchi che non ci permettono di fare le valutazioni che servono coi ai vari soggetti decisionale che devono dici
Vi ringrazio
Grazie nel ringraziare
Collega dell'IGRUE che c'è un po'raccontato appunto come
Avevo anticipato alla cosa c'è dietro cominciamo un'esperienza come quella di open coesione quindi
Quale usiamo il suo ingrediente principale diciamo lì gli elementi che ci hanno consentito
Di provare questa esperienze quindi dare un contenuto come dicevo prima alle parole trasparenza partecipazione e quindi mettere a disposizione una serie di informazioni
Voglio sottolineare prima di spostarci verso queste poche
Indicazioni che volevamo dare in chiusura rispetto a quello che è il futuro e a quello che ciò che oggi abbiamo quindi un portale come Oberon coesione e il percorso
Che insieme al mettere a disposizione questi dati abbiamo avviato con l'apertura di questi dati è già un po'premonitore di
Quello che immaginiamo possa essere la prospettiva di questo progetto ma anche più in generale dell'apertura e della trasparenza su quest'
Politiche dicevo prima di raccontare
E e dare qualche spunto su questo tema vorrei sottolineare un'altra cosa che emerge secondo me molto chiaramente dei due interventi che mi hanno preceduto che si sono concentrati giustamente diciamo sul tema delle risorse europee che
Diciamo sono una grossa consistente e rilevante diciamo fetta delle risorse per la coesione
Ma sottolineare il fatto che il portale open coesione all'ambizione
Dimostrare la totalità delle risorse per lo sviluppo quindi non solo quelle uniti comunitarie ma anche quelle nazionali aggiuntive che finanziano progetti abbiamo parlato in questo momento delle assegnazioni CIPE
Ma soprattutto il fatto che dal sistema di monitoraggio quindi da open coesione vediamo anche il valore complessivo dei progetti quindi progetti che sono finanziati da risorse comunitarie
Hanno spesso usano spesso queste risorse anche come traino di altre risorse quindi non riusciamo a vedere sia da quote la parte che ci ha commentato Walter Tortorella nel suo intervento quindi quella parte che è quella che viene rendicontata
Alla Commissione europea che anche il complesso delle risorse che sono effettivamente collocate su un progetto e quindi che sono poi effettivamente sul territorio
Lo sottolineo perché
Anche in questo caso il dotarci di uno strumento di monitoraggio che andasse oltre la sola rendicontazione che era l'obbligo amministrativo
Perché aveva diciamo la pubblica amministrazione nei confronti dell'uso delle risorse comunitarie
Ci consente oggi di disporre di un'informazione che per i cittadini perché fa controllo civico per chi fa analisi e studio sulle politiche
Ha certamente una rilevanza non indifferente ma diciamo mi sembra importante capire insieme che se non ci fossimo in qualche modo organizzati per rilevarla con tutti i limiti
E le sporcizie che possono essere all'interno di quei dati però oggi non avremmo
Diciamo dei contenuti da esporre e quindi non avremo la possibilità di capire poiché effettivamente sul territorio cosa arriva o cosa non arriva anche grazie a queste risorse
Prendo in questi ultimi minuti per chiudere rispetto appunto alle prospettive per il
Quattordici venti che al prossimo ciclo di
Programmazione che si sta per aprire che attualmente in fase di negoziato e per sottolineare il fatto che evidentemente c'è una grossa
Attenzione rivolta al tema dell'apertura della trasparenza ma questo non significa che nei precedenti cicli di programmazione
Comunitari così come nel confronto e nel dibattito diciamo sull'utilizzo di risorse pubbliche fossero temi non presenti in passato
Quindi non sono certamente una novità ma ci sono diciamo una serie di elementi e di ingredienti che probabilmente oggi rendono più stringente
Il il tema che rendono più reale diciamo la sua attuazione e sicuramente negli ultimi anni si sono intensificate norme indicazioni diciamo sì a livello nazionale che a livello comunitario che vanno
Nella direzione di garantire una maggiore trasparenza e i
Diciamo i cittadini alla
Comunque alle comunità che si interessano evidentemente di come
Vengono utilizzate le risorse pubbliche
E anche degli sviluppi tecnologici che diciamo si susseguono offrono delle opportunità che qualche anno fa
Sarebbero state inimmaginabili quindi la combinazione
Di questi elementi certamente diciamo cioè una premessa che rende appunto due aspetto
Siccome la trasparenza e apertura non una novità ma sicuramente qualcosa che si può oggi declinare in un modo diverso rispetto a come si faceva in passato
Questo significa anche però che ognuno di noi che opera e lavora all'interno della pubblica amministrazione deve cambiare qualcosa
E anche su questo diciamo l'intervento del collega dell'IGRUE
A sottolineato e ha messo diciamo in evidenza il fatto che
Ogni diciamo ci capita frequentemente usando diciamo il sistema di monitoraggio come riferimento di sentire
Punto il dato non è esattamente quello il sistema
Ci pone una serie di problemi cd rifiuta dei progetti diciamo che
Dobbiamo tutti avvicinarci che condividere il fatto che le strumentazioni di cui ci dotiamo sono poi le strumentazioni che dobbiamo utilizzare per mostrarci
Verso l'esterno e innescare quei meccanismi di cui abbiamo parlato prima diciamo con l'intervento di Luigi e anche con quella piccolo diciamo assaggio di monitoraggio civico
Per fare in modo che mettere a disposizione le informazioni stimoli partecipazione stimoli coinvolgimento e in qualche modo trema crea una per le crei una pressione sulla pubblica amministrazione
Nel diciamo valere un controllo
Diciamo su ciò che realizza ciò che attua l'esperienza di cui si parlava prima era un diciamo nella
Poco che siamo riusciti
Ad ascoltare ci raccontava di un Progetto diciamo all'interno di una scuola che effettivamente si era realizzato può accadere di andare a vedere evidentemente progetti che sono o con un'attuazione inesistente in questo momento o progetti che magari sono realizzati
Ma non sono in realtà disponibili per la cittadinanza quindi anche in questo senso
Diciamo uno stimolo dall'esterno può essere importante
Qui diciamo sono raccolte essenzialmente le norme più recenti
Sul tema che quindi sul tema della trasparenza che sono state un po'la premessa di open coesione quindi noi siamo partiti da questo quadro normativo evidentemente open coesione non è una risposta a una norma
è una
Diciamo
Un progetto è un'iniziativa che sia realizzata anche grazie al fatto che ci sono alcune norme ci sono degli obblighi ma che partendo dalle norme degli obblighi accolto l'opportunità
Di a mettere a disposizione informazioni quindi la Commissione europea con un Regolamento
Che diciamo fa parte del pacchetto dei regolamenti del due mila sette due mila tredici obbliga tutte le amministrazioni a mettere a disposizione la lista dei beneficiari dei fondi
Le e quindi dei che che ricevano diciamo un finanziamento ci sono state anche altre iniziative che vanno al di là delle sole politiche di coesione sempre a livello comunitario come la European Transparency
Initiative che in qualche modo da delle indicazioni più puntuali su cosa si debba mettere a disposizione come in quale modo
E a livello italiano
Sempre restando nell'ambito del piano del delle politiche di coesione il recente piano di azione coesione che una formale diciamo di articolazione di progetti che ha seguito diciamo una fase di riprogrammazione delle politiche comunitarie nel corso dell'ultimo anno e che mette a disposizione
Sostanzialmente diciamo le risorse di una riduzione del cofinanziamento nazionale Sempre nei territori diciamo che sono più
Bisognosi diciamo di un sostegno per ridurre il gap rispetto ad altri zone del Paese
Adottato un modello di trasparenza cioè richiede che tutti i progetti che vengono finanziati e siano resi disponibili e trasparenti secondo diciamo una serie di indicazioni che tre corrono
Quello che lo vedremo diciamo nella conclusione di questa presentazione sono le prime indicazioni per il due mila quattordici due mila venti da parte della Commissione europea
Le ultime due leggi che sono qui citate sono delle leggi perché più in generale diciamo in Italia sono state recentemente approvate
Che diciamo vanno nella direzione di aumentare il grado di apertura e accessibilità e trasparenza per i cittadini sull'operato diciamo della Pubblica amministrazione
E abbiamo detto diciamo questa è stata un po'alla
Diciamo che da luglio abbiamo open coesione disposizione abbiamo parlato del fatto che opera in questione non è solo
Open data ma c'è anche una licenza che accompagna questi dati quindi è una operazione diciamo più completa anti messa a disposizione di informazioni di offerta
Di possibilità di navigare dentro questa informazione di raccogliere diciamo una serie di elementi che riguardano il complesso ma è anche un portale
L'abbiamo ugualmente già ascoltato Progetto centri coro cioè ci consente di partire dai totali dai grandi numeri ma ci porta fino al dato sul singolo progetto e quindi ci consente di guardare di monitorare le singole iniziative che vengono finanziate
La disponibilità di open coesione cosa ha cambiato come ha cambiato abbiamo detto quali norme erano già in vigore in particolare guardando diciamo solo il mondo dei fondi strutturali ho citato nella slide precedente Regolamento
In vigore per il due mila sette due mila tredici che richiede appunto che l hanno autorità di gestione quindi le singole amministrazioni pubbliche no i dati sui beneficiari qui a sinistra abbiamo la mappa che al due mila undici
Rappresentava occorra una trattazione che vada rosso rispetto a chi ha messo peggio
Al verde rispetto a chi ha messo a media rappresentavano la effettiva attuazione diciamo della di queste direttiva in termini di dispone vita di dati informato di tipo aperto per il riuso ovverosia indicazione regolamentare dice tutte le amministrazioni devono mettere a disposizione i dati sui beneficiari
Se io metto a disposizione un PDF di seicento pagine che riporta la lista di tutti i beneficiari sono ottemperato all'obbligo
No no però effettivamente messo a disposizione uno strumento particolarmente utile per il riuso da parte di chi diciamo voglia fare qualcosa con questi dati e questo spiega anche quello che diceva Walter tolto nella prima
Un ufficio studi passava per una richiesta diretta all'Amministrazione perché molto spesso utilizzare queste informazioni così come erano messi a disposizione di chi
Era un po'laborioso ed è un po'laborioso diciamo per chi deve fare poi analisi i lavori sono su questi dati
E la mappa che vediamo invece a destra è l'aggiornamento di questa stessa
Rilevazione o un anno dopo l'Italia come vedete ha cambiato colore l'Italia era diciamo un gran parte rossa con qualche arancione
E è diventata tutta verde è diventata tutta verde perché è stato avverto il portale open collisione ovvero sia un sito nazionale in cui e per tutte le amministrazioni vengono messe a disposizione queste informazioni che hanno anche diciamo un'omogeneità proprio perché tutte le amministrazioni si erano accordate
Tempo prima per condividere un formato degli standards e quindi una serie di elementi che comunemente vengono messi a disposizione ora queste due mappe io le ho trattate
Da un lavoro che ha fatto Luigi Reggi che è pubblicato
Su una nella collana dei materiali ugual quindi in questa slide e ci sono i riferimenti questa è solo un estratto ci sono vari
Elementi secondo cui si confrontano le varie regioni italiane ma credo che questo ci possa aiutare a capire
Un po'alla prospettiva il percorso che abbiamo intrapreso con opere in questione come Paese e diciamo che percorre temo verso il quattordici venti
Quindi nel chiudere
E nel passare appunto quelle che sono lì attuali indicazioni diciamo per il prossimo periodo di programmazione diciamo che a livello italiano
La proposta e il negoziato il confronto che in questo momento come dipartimento stiamo avendo con tutte le amministrazioni ruota intorno
A un documento che si chiama meta di obiettivi per un uso efficace dei fondi comunitari che a diciamo al al come buone sette innova anni di metodo quindi si vorrei caratterizzare diciamo due mila quattordici due mila venti intorno al sette punti che dovrebbe rinnovare queste politiche
Tra questi punti c'è come vedete diciamo è messa in evidenza proprio il tema dell'apertura e della trasparenza
Come ho una o una condizione per fare in modo che anche le altre innovazioni abbiano diciamo una effettiva
Diciamo possano realizzarsi attuarsi effettivamente con tutta la portata diciamo innovativa che che hanno
E
Diciamo nel
Nelle nuove proposte di regolamento comunitario e che sono oggetto di negoziato qui abbiamo riportato soltanto
Abbiamo riportato l'ultimo testo un testo che anche noi abbiamo ricevuto due giorni fa anche inizia a modificarsi soltanto come diciamo accade in tutti i negoziati per una piccola parola dopo la virgola
Per una qualche elemento diciamo che e si modifica quindi consideriamo questo un testo ancora diciamo in
Negoziato quindi non ancora definitivo Malcom in quell'ultimo testo di compromesso che era stato raggiunto pochi e giorni fa che è in discussione in questi giorni cioè oggi e domani
Alla Commissione europea
In cui sostanzialmente si chiede che per il quattordici venti da parte della Commissione europea
Siamo l'indicazione è un po'più forte di quella che era contenuta nel regolamento precedente
E sostanzialmente va nella direzione di chiedere allo Stato membro la disponibilità di un portale unico all'interno del quale siano disponibili informazioni sulle operazioni finanziate
Torneremo poi un secondo su questo punto e consenta diciamo se guardiamo il l'ultimo punto di questa slide cioè il punto d di dare a anche indicazioni su risultati e impatti delle operazioni finanziate dei programmi operativi e delle singole operazioni
E in realtà si spinge ancora oltre e ci dà un'indicazione anche sul formato
Delle informazioni da mettere a disposizione e quindi ad esempio un formato CSV e sul fatto che si associno al al file
Che contiene queste informazioni anche una licenza per il riutilizzo di queste informazioni
Quindi diciamo viene elencata in un anno ex la lista delle informazioni minime che devono essere messe a disposizione
Che è qui riportata sulla quale ovviamente non ci soffermiamo ma sulla quale opportuno diciamo sottolineare la differenza rispetto all'oggi in cui si chiedono informazioni sui beneficiari e qui si sposta un po'l'attenzione invece sulle operazioni cioè sui progetti che ovviamente si portano diciamo come corredo informativo anche i beneficiari
Ma è diversa diciamo alla
Attenzione
Rispetto all'unità minima che deve essere rilasciata
Quindi partendo da questo diciamo possibile nuovo contesto credo sia evidente in base a tutto quello che ci siamo detti che open coesione è un'iniziativa che bensì collocai che può diciamo raccogliere
E anzi diciamo si può dire che ha già raccolto quello che sono le proposte per il futuro
E e quindi dare
Diciamo un'indicazione queste sono i contenuti che noi i immaginiamo di introdurre diciamo all'interno di della proposta di accordo il partenariato che appunto Enna anche questa in fase di confronto di negoziato e di
Diciamo progressiva definizione insieme alle amministrazioni
Ma diciamo open coesione per la sua natura per quello che ha già rappresentato si presta evidentemente ad essere il portale unico nazionale che
Mette a disposizione delle formazioni che sono già appunto raccolte in un punto unico nazionale che è il sistema di monitoraggio dell'IGRUE con informazioni che dovrebbero essere diciamo arricchite rispetto al setto attuale anche con indicazioni
Più puntuali su beneficiari realizzazioni e risultati di progetti e
Diciamo accanto questo ovviamente immaginiamo di rafforzare tutte quelle attività che vanno nella direzione di una migliore qualità dei dati e andare nell'la con questo chiudo diciamo nella direzione a cui di nuovo la alle chiacchierate di questa mattina ci hanno mostrato una rilevanza
Cioè via vere una informazione che sia un'unica come base di riferimento cioè vere o un dato che ci consenta di poter dire questo e il numero con tutte diciamo le sue sfumature conto tutto
Diciamo i dettagli di cui è necessario essere in possesso per poterlo comprendere però avere una base di riferimento che consenta di dire che stiamo effettivamente monitorando l'utilizzo di risorse pubbliche
Chiaramente è strumentale a questo il rafforzamento della partecipazione del coinvolgimento e quel pungolo che l'Amministrazione intesa come complesso di Amministrazioni diciamo e deve ricevere dall'esterno
Proprio per svolgere al meglio il suo compito ed essere effettivamente trasparente
Ringrazio tutti per la Resistenza rispetto all'anno mattinata e
Indi con questa diciamo chiudo ovviamente se ci sono domande questioni noi siamo quell'ora è tarda abbiamo fatto saltare il pranzo ma insomma
Noi siamo ovviamente disponibile a rispondere a qualsiasi
Eventuale domanda
Scusa tenendo a Benevento
Scusi antenna Benevento
Senza far perdere troppo perché ovviamente
è stata irrilevanti
Soltanto di informazione di ordine pratico
Se prevedeva del giornate degli info Days perdura spiegare meglio come funziona ove in cui si faccia non per un uso superficiale
Del dei dei dati del sito ma per un inciampo più profondo strutturato o magari visto che ci stiamo ci auguriamo
Nel recupero dell'IVA
Sui fondi programmazione inutilizzabili questo settennato o sui prossimi ci sia anche la possibilità di migliorare la rete per
Pensiamo di comunicazione
Che abbiamo visto con
Nazionale come il collegando scattano in Vietnam Paese senza queste reti poveri migliore del mondo hanno vada nessuna parte
Comunque
Sì certamente nel senso noi tendenzialmente siamo disponibili evidentemente nei limiti diciamo delle capacità del gruppo sostiene che diciamo si impegna attivamente su questo progetto ha iniziative di diffusione e l'altro abbiamo
Già realizzato diciamo in alcuni casi giornate informative quindi da quello che capisco più spinte su come si naviga il portale che tipo di dati quali informazioni anche questi data giornalisti degli ovviamente sono stati organizzati con
Una prima parte concentrata sui contenuti intervengono offerti e abbiamo comunque
Già realizzato in cantiere l'idea anche di realizzare un po'di video tutori alleanza una serie di strumenti che possano aiutare
Diciamo utente a comprendere meglio diciamo le possibilità offerte dal portale i suoi contenuti e diciamo tutto quello che sono le le informazioni messe più posizione quindi certamente sì poi diciamo in particolare con la Regione Campania c'è stata una open coesione dei diciamo rivolto alle amministrazioni l'interno all'Amministrazione
Con l'intenzione di replicare lo anche a livello territoriale sul territorio
Campano quindi nei confronti dei comuni degli enti locali ma insomma
Diciamo si possono evidentemente costruire diciamo momenti e occasioni
Certamente

Aggiungo solo un
Una cosa brevissima che il con l'approccio di OPA in questione e è un open
Direzionare ovviamente come si dovrebbe essere capito
E quindi in ogni caso per comunicazioni che vanno anche a oltre la le segnalazioni di di di di di formazioni specifiche relative a progetti in particolare
è possibile utilizzare l'indirizzo
E-mail DPS punto ove inclusione
è tra tesoro completi per anche comunicazione di ordine più generale che riguarda il progetto quindi richieste indicazioni altri commenti di varia natura
Concludiamo così divenga siamo ancora a tutti ringrazio ovviamente il foro avverrà
Organizza insieme nella giornata anche
Alla prossima occasione e per chi vuole ricordiamo l'appuntamento di oggi di oggi pomeriggio dalle diciassette e trenta