29MAG2013
intervista

Intervista a Vincenzo D'Anna sui referendum Radicali per la "giustizia giusta"

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 5 min 33 sec

Player
"Intervista a Vincenzo D'Anna sui referendum Radicali per la "giustizia giusta"" realizzata da Claudio Landi con Vincenzo D'Anna (deputato, Popolo della Libertà).

L'intervista è stata registrata mercoledì 29 maggio 2013 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Carcerazione Preventiva, Carcere, Ergastolo, Giustizia, Magistratura, Pannella, Radicali Italiani, Responsabilita' Civile, Riforme.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Scrutatori Vincenzo notizie
Radio Radicale abbiamo qui con noi il senatore Vincenzo D'Anna delle P.D.L. che insieme con Marco Pannella recentemente presentato una serie di quesiti referendari di che cosa si tratta
E si tratta sostanzialmente di mettere all'ordine del giorno e quindi anche dell'agenda politica alla una serie di questioni che riguardano
La riforma del sistema giudiziario italiano soprattutto per quello del di guardia alcuni odiosi istituti come l'area la carcerazione preventiva
Portare a compimento il processo di parificazione tra l'accusa della difesa e quindi separando le carriere
Tra magistratura inquirente e giudicante
Evitare l'istituto dell'ordine dell'ergastolo o perché diciamo così o il sistema Rieti Luca e viabilità oppure diventa un inferno che non ha mai file
E per quando riguarda più in generale
Bella questione di sottrarre
Nome ai pubblici ministeri la facoltà di svolgeremo un'autonomia
Tutte le indagini ma di farlo
Assumendo
Se la assumendosi la responsabilità
Quando dal loro agire né scaturiscono danno grave per la libertà dell'individuo
Per i suoi diritti ci sono molte vite che vengono distrutte
Non pensiamo sulla e politici pensiamo ai privati cittadini c'è gente che
Viene carcerato assenza che poi all'esito del del processo ci possa essere alcun addebito
Perde il lavoro famiglie che si devastano diciamo una vera e propria gogna mediatica
A cui sono soggette tutti i cittadini col dire che sono in carcerazione preventiva
Poiché il seno vorrò diciamo raggiunge ormai forme parossistica abbiamo
Più di venti venticinque mila detenuti in attesa di giudizio e poiché sappiamo che statisticamente più del cinquanta per cento di queste
E queste persone saranno poi assolto e nei vari gradi di giudizio né possiamo
Diciamo stimati in tre D dodici e quindici mila le persone che in questo momento sono private della libertà ex pur essendo prive di alcuna colpa e non avrebbero mai infranto la legge
Poi che
Si è politicizzata la questione politica per l'assalto giudiziaria Berlusconi e per
Tutta una serie di invadenza e di di DTT
Azioni della magistratura compiuto a causa della debolezza politica
E quindi un ordine come quello giudiziario crete che abbia più volte sardi esorbita Tory gli ambiti di intervento
E da abbia poi manifestato la perdita in alcuni casi sia della serenità che le della terzietà
Ormai il segreto di Pulcinella che molti magistrati
Imbastito e dei processi spettacolo che poi non approdano ambiente una volta
Raggiunte dalla notorietà attraverso la stampa i giornali la televisione poi passino all'attività politica alla carriera politica è il caso di tipi eterodiretta Ingroia
Sono tra i più eclatanti insieme a quello di De Magistris di tanti altri magistrati che poi finiscono la loro carriera politica
Allora credo che
Dare una mano e i radicali i quali hanno sempre affrontato queste tematiche ivi comprese quelle della
Dello stato delle carceri ho visitato il carcere di Poggioreale
Nella circostanze in cui andai a visitare l'onorevole Papa che è bene ricordare stato scagionato ente di nove
Del di nove delle dieci accuse
Che lo hanno ristretti in carcere inutilmente per quattro mesi
Ed ho visto scene da girone dantesco con otto persone di
Rinchiuse in le con letti a castello all'interno di pochi metri quadrati
Per cui o sta in piedi qualcuno sta coricato qualcun altro io credo che
Di essermi vergognato come parlamentare ancora di più
Perché o riusciamo ad assicurare anche al peggiore dei detenuti delle condizioni di vivibilità di umanità di DDT
Ecco l'appeal stessa pietas latina no cioè perché Bardi educato va viva
Deve scontare una pena ma non la deve scontare attraverso l'inferno altrimenti riapriamo le miniere di sale facciano gli utili di mettiamo edemi I remi che quindi
Non abbiamo dei detenuti
In uno spirito uno Stato in cui
Il diritto della giustizia siano forme umane come dice Marco Pannella
C'è la giustizia deve essere fonte di vita non fonte di
Putrefazione per usare le sue stesse parole della dignità degli degli individui e per il
Della cultura giuridica stesse bene la ringraziamo ringraziamo Vincenzo danaro ricordiamo senatori del PdL pone ascolto da Radio radicale