28MAG2013
intervista

Marco Pannella al Tg2, intervistato da Valter Vecellio

INTERVISTA | RAI - 20:55. Durata: 4 min 24 sec

Player
"Marco Pannella al Tg2, intervistato da Valter Vecellio" con Marco Pannella (presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito), Valter Vecellio (giornalista del Tg2, Rai - Radiotelevisione Italiana).

L'intervista è stata registrata martedì 28 maggio 2013 alle 20:55.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Agenti Di Custodia, Amministrazione, Amnistia, Carcere, Cattolicesimo, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Criminalita', Crisi, Dirigenti, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Economia, Emergenza, Europa, Giustizia, Istituzioni,
Italia, Laicita', Lavoro, Magistratura, Politica, Stato, Volontariato.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Questa intervista è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

20:55

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Anni e anni di battaglie di Marco Pannella per una giustizia giusta e per risolvere la questione delle carceri l'intervista Valter Vecellio crisi economica disoccupazione riforme che non decolla da lei propone
Carceri e giustizia non crede di essere fuori dal comune sentire della della gente
No perché la gente e lo dimostra anche le astensioni del sempre più maggiori
Sente che il questo regime è davvero come ieri la giurisdizione europea ha proclamato di nuovo l'Italia che è in una condizione
State attenti dico testualmente quello l'Italia è in flagranza
Di reato rispetto a tutti i diritti umani
E alla propria stessa legalità da Corte europea dei diritti dell'uomo ha dato un anno di tempo l'Italia per risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri ritorno nella legalità
Lei cosa propone di fare in quest'anno il problema di dobbiamo uscire fuori da queste azioni di criminalità
Se non riusciamo a farlo vuol dire che noi non siamo capaci di fare quello che pure qualcheduno capace di fare i direttori delle carceri oggi
E molti magistrati che si rifiutano di servire
Uno Stato in condizione criminale che noi vogliamo che esca da questa condizione lei ha avuto e a contatti con le gerarchie cattoliche su questo tema con quali risultati
Il numero di assassinati dallo Stato
Nelle carceri ma nelle carceri sono poliziotti le loro famiglie non solo i detenuti sono il volontariato cattolico stesso che paga questa situazione
Perché sono credenti in altro che nello Stato della Città del Vaticano
Non è una realtà altrove loro sono dipendenti della Chiesa
E allora ascritti credenti noi siamo assolutamente affezionati abbiamo grande parentele con loro
Crisi economica disoccupazione riforme che non decolla ma è lei propone carceri e giustizia non crede di essere fuori dal
Comune sentire della della gente no perché la gente e lo dimostra anche le astensioni sempre più maggiori
Sente che il questo regime è davvero come ieri la giurisdizione europea ha proclamato di nuovo l'Italia che è in una condizione
State attenti dico testualmente quello l'Italia è in flagranza
Di reato rispetto a tutti i diritti umani
E alla propria stessa legalità da Corte europea dei diritti dell'uomo ha dato un anno di tempo l'Italia per risolvere il problema del sovraffollamento delle cari sì e ritorno nella legalità lei cosa propone di fare in quest'anno il problema dobbiamo uscire fuori da queste azioni di criminalità
Se non riusciamo a farlo vuol dire che noi non siamo capaci di fare quello che pure qualcheduno capace di fare i direttori delle carceri oggi
E molti magistrati si rifiutano di servire
Uno Stato in condizione il criminale che noi vogliamo che esca da questa condizione lei ha avuto e a contatti con le gerarchie cattoliche su questo tema con quali risultati
Il numero di assassinati dallo Stato
Nelle carceri ma nelle carceri sono poliziotti le loro famiglie non solo i detenuti sono il volontariato cattolico stesso che paga questa situazione
Perché sono credenti in altro che nello Stato della Città del Vaticano
Non è una realtà
Altrove loro sono dipendenti della Chiesa
E allora accenti credenti noi siamo a assolutamente affezionati abbiamo grande parentele con loro
Perché la