29MAG2013
intervista

Turchia: la crisi siriana, la politica interna, il processo di pace con il Pkk, il negoziato con l'Ue. Intervista a Marta Ottaviani.

INTERVISTA | di Roberto Spagnoli RADIO - 16:04. Durata: 11 min 35 sec

Player
Corrispondente dell'agenzia TMNews e collaboratrice de La Stampa e di Avvenire.

"Turchia: la crisi siriana, la politica interna, il processo di pace con il Pkk, il negoziato con l'Ue. Intervista a Marta Ottaviani." realizzata da Roberto Spagnoli con Marta Ottaviani (corrispondente di TMNews e collaboratrice della Stampa e dell'Avvenire).

L'intervista è stata registrata mercoledì 29 maggio 2013 alle 16:04.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Assad, Curdi, Erdogan, Esteri, Geopolitica, Guerra, Islam, Medio Oriente, Nato, Sanzioni, Siria, Turchia, Ue.

La registrazione
audio ha una durata di 11 minuti.

leggi tutto

riduci

16:04

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Parliamo di Turchia della crisi siriana vista dalla Turchia Paese direttamente pesantemente coinvolto nella situazione sia per il suo ruolo internazionale che per la sua collocazione geografica mai che ovviamente per la sua collocazione diciamo così politica per le alleanze che ha la Turchia pensiamo prima di tutto alla al fatto che è un Paese e che Paese importante e la NATO e ne parliamo con Marta Ottaviani corrispondente dalla Turchia dell'Agenzia attivamente osa collaboratrice della stampa e dell'avvenire Marta allora intanto PAN partiamo dalla dal Consiglio dei ministri degli esteri europee i che si è concluso praticamente poche ore fa con questa con questo accordo di compromesso sulla revoca dell'embargo sulle armi ai gli insorti siriani con però diciamo così una sospensione di di due mesi nelle eventuali
Forniture perché c'è di mezzo anche la possibilità che si convochi questa Ginevra due questa seconda Conferenza di pace sulla Siria nella quale la Turchia a ha un ruolo importante allora intanto le reazioni in Somalia dopo dopo le decisioni di di Bruce nella
Ma dunque diciamo che le reazioni sono veramente di scarsa soddisfazione al sia a livello governativo sia per quanto riguarda l'opposizione siriana che ricordiamolo proprio in Turchia trova uno dei suoi quartier generali più importanti
Il Governo di anche apre metà tempo perché ci sia una
Inventa azione insomma una passione
La rapida incisiva risolutiva nei confronti del Governo della dittatura di Bashar al-Assad il problema è che infila in questo momento la parte europea sia soprattutto la parte statunitense
Gli animi sono diciamo hanno una disposizione direi nettamente opposta
E giustamente è chiaramente
Che dice no Washington non possiamo sicuramente sperare che qualcosa succeda anche arrivare anche solo a livello NATO si tratta proprio di Washington c'è stata
La recente visita di ardo Anna UA cito la l'incontro con con Obama lì che giudizio è stato dato di di di questo di più di quello che insomma di questa visita
Ma direi chiaramente papà un parziale fallimento perché al di là delle diciamo belle parole di rito
E delle pacche sulle spalle però ecco la situazione di Washington sulla questione si rimane inalterata
C'è poi un particolare molto interessante che non è stato secondo me ha fatto notare a sufficienza
è che mentre Obama come dire ribadiva l'importanza dell'alleato trucco e tutto quanto nella casa camera dei guantoni audizione da camera di rappresentanza a tutti è stata severamente criticata per la questione delle importazioni di o delle esportazioni sulla periodo all'Iran
Comunque insomma anche rimane sicuramente un Paese molto importante nella scacchiera americana non si fa fino a qualche fino a quale punto si affidabile SIS le conseguenze del del del grave attentato
Di reale al di là del del numero spaventoso di morti che c'è stato una cinquantina di morti però ha ha lasciato delle conseguenze pesantissime no
Ma dunque quello che societaria io vorrei semplicemente la come dire mettere nero su bianco una situazione che era noto da mesi
Il confine tra la filiera Turchia diventato un confine esplosivo non solo appunto per quanto riguarda soprattutto la parte finale del controllo del territorio perché è uno dei posti più instabili del Paese
Ma anche e soprattutto per quanto riguarda la situazione era sicurezza interna turca in questo momento la Turchia ospitando circa quattrocento mila rifugiati ormai da mesi il problema è che le condizioni di vita disperate
E ignara buddismo di fondo crea non pochi problemi di convivenza con le popolazioni locali a questo va aggiunto anche il fatto che in questi quattro dunque come in questi oltre
Quindici canti credo siano circa diciassette in questo momento nonché i fatti siano poche tutti rifugiati molti potrà e dovrà essere infiltrati del regime che hanno tutto l'interesse a destabilizzare la situazione interna
Nel sud-est Turco lasci per mafia quanto riguarda la sicurezza intendo dire
E dall'altra parte poi c'è rimane sempre l'incognita sulla possibile presenza di combattenti jihadisti all'interno dei cantieri della quale anca insomma ci dovesse essere confermato una cosa del genere dovrebbe anche tende a scivolare su
E
Che pare sud-est turco significa zona curda e quindi tutto la Milella Gancia l'intreccio con c'è con la questione curda e con il processo di pace avviato con il PKK se non sbaglio
Assolutamente sì devo dire anche per il momento quello sembra tenere anche perché è il PKK che ricordiamolo governa fare praticamente indisturbato
I traffici di droga e di armi che passano porteranno via che ed alla Siria
A tutto l'interesse perché ne sono tre comunque rimangano sicura e quindi in questo momento probabilmente almeno la parte turca del PKK
è più interessata a continuare questo cammino
Di dialogo no corregge attagli perdonerai mantenere il suddetto i Paesi in sicurezza considerato anche il suo controllo del territorio
Rimane però l'incognita del braccio siriano del PKK e approva ancora di più di quelle Agnano che come noto è contrario alla trattativa con il della dell'organizzazione che è partita con il Governo turco ma ci sono
Diciamo così nel ci possono essere queste queste divisioni cioè ci sono delle visioni PKK e a lungo andare potrebbero potrà portare una a una una spaccatura nel nel nell'organizzazione
Tutto è possibile diciamo che per il momento lo ritiro dei guerriglieri del PKK dal territorio turco sta avvenendo con grandissima casomai senza nessun tipo di intoppo
L'altro sono alcuni dirigenti del PKK addirittura detto Capra adesso è ultimato entro la fine di giugno
Rimangono però lei possibili schegge impazzite che potrebbero anche proprio decidere di coalizzarsi mi riferisco a quelli esempio dell'attentato a Parigi lo scorso febbraio che punto una volta ultimata il direttivo del PKK
Potrebbero decidere di tornare a reagire ad agire in maniera più coordinata i con carenza diciamo regolare
Rimane poi da sottolineare il fatto che insomma stanno ancora aspettando anche le mostro il Governo turco OCSE come si crede il premierato hanno riuscirà a chiudere sulla nuova Costituzione i lavori subiranno un'autorità dove allora al PKK
Come ha fatto ritirare i guerriglieri potrebbe anche decidere di rimandarli sul sono turco
Certo sette a proposito di Erdogan l'impressione correggimi se sbaglio è che nel nella vicenda tutta la vicenda dalla crisi siriana che certo non non non è non è facile abbia commesso parecchi errori no
Erba la il premio a tutta la città di Parma commesso numero avviarono il primo è stato quello di pensare di poter influire in maniera incisiva su Bashar al-Assad
Quando era chiaro fin dal primo momento che a parte la grandissima amicizia tra i due uomini politici che Air One vantava anche con Gheddafi errati ha capito subito che pertanto non era in alcun modo disposto a farsi manipolare o quanto meno anche trovarci consigliare la Turchia
Il secondo errore madornale dirai chiaramente è stato quello di non ascoltare i suggerimenti che gli arrivavano da parte americana ma soprattutto da parte russa iraniana
Pino con immischiarsi top
Nelle vicende siriane
La Turchia odiamo condivide con la filiera confine riguardi qua novecento chilometri quindi anche una questione di sicurezza nazionale il problema è che sembrerebbe insomma proprio poi
La questione sicurezza nazionale visti i risultati Capra gestita veramente nel modo più deleterio possibile e in tutto questo l'opposizione che pressanti in particolare il il G.E. penso nel Partito repubblicano del del popolo
Beh cioè l'opposizione fa utilizzando ovviamente la tredici Reiana con un'arma politica anche perché i colpi di consenso del premier e in questo momento
Sono in calo è una parte sicuramente per la trattativa del CONI curdi che non viene percepito in maniera positiva da una parte del Paese
L'altra è certamente a causa della crisi siriana ricordiamo che comunque il sud del Paese di violare il vivere in una condizione di
Prego saldi pressione costante ormai da due anni ed è tutta una parte produttiva del Paese che ha registrato anche dei danni economici proprio da questo situazioni non indifferente portata
Rimane poi l'accusa di fondo infamante per il premier Erdogan
Che gli attuali sa tutto la questione
Più che politica umanitaria ideologica sono in molti nel Paese d'aver accusato Air One ha di esserci scagliato contro il regime di bassa bassa Bashar al-Assad
Perché alauita quando invece appunto Hera non è un campione di Islam sunnita quindi insomma sono tutte accolte
Tono tutti aspetto i topi tutti aspetti che alla fine ma non è che nel paniere un'attuazione in non poche difficoltà appunto per uscire dalle difficoltà poi potrebbe
Aver deciso anche di utilizzare questa legge che limita fortemente il il consumo di di alcolici tra l'altro in un Paese in cui il consumo di alcolici è molto basso veramente mi riguarda una una piccola minoranza della della popolazione
Ma diciamo che di questa legge ricordiamo approvata giovedì notte dal Parlamento turco e per la quale di fondo non sarà più possibile vendere alcolici nei chioschi
Dalle dieci di sera recare al mattino sta creando uno andava di polemica molto forte nel Paese perché sta facendo passare in qualche modo in secondo piano tutti i traumi ecco e tutte le notizie riguardanti la tredici ariana diciamo che il premier basta giocando la sua battaglia come sempre succede su più fronti proprio oggi c'è stata l'inaugurazione
De L'Aquila onore appieno abbia prima pietra e rispondente al supporto sul Bosforo
è un premier sempre più attivo sorge il dubbio che questo suo iter attivismo che serva non solo per consolidare il suo consenso in vista di una sua
Possibile che la presidente la Repubblica ma anche se adesso qui a qualche magagna che negli ultimi due anni che ha deciso lei stessa falsa del saldo
Un'operazione classica insomma che fanno i politici al Governo insomma quando devono un po'uno uscire dall'angolo sentiti per chiudere visto che abbiamo siamo partiti dall'Europa chiudiamo con l'Europa perché sempre dal Consiglio negli esteri dell'Unione europea sono ve ne è venuta una forte critica al all'atteggiamento della Turchia e dunque il processo di di di adesione resta sostanzialmente fermo anche se
Viene qualche apertura insomma la possibilità che possa essere aperto nuovo capitolo negoziale che insomma nel prossime settimane i prossimi mesi il processo possa rimettersi in moto lì finché si dice
Ma devo dire che l'Europa in questo momento mi pare veramente è uno degli ultimi posti nella graduale nell'area graduatoria di importanza si parla d'Europa si è parlato di questa possibile apertura di un capitolo negoziale
Si parla però soprattutto la regola del Regolamento sui rischi sulla liberalizzazione dei listini che la tutti attende da tempo e su questo i nuovi sono molto bassi cioè la Turchia crede che anche questa volta
Punto sei non compirà questo passo che invece anche al TAR spettando diciamo con molta abilità