30MAG2013
dibattiti

Rimettere il tempo al centro dell'azione pubblica

CONVEGNO | Roma - 09:49. Durata: 2 ore 15 min

Player
Nell'ambito del Forum PA 2013 (XXIV edizione) dal titolo: "Il Paese alla sfida della trasparenza" (28 - 30 maggio 2013).

Tema: "La programmazione 2014 - 2020 nelle politiche di coesione".

Convegno "Rimettere il tempo al centro dell'azione pubblica", registrato a Roma giovedì 30 maggio 2013 alle ore 09:49.

L'evento è stato organizzato da Forum PA.

Sono intervenuti: Giulio Almeri (responsabile Area Internazionale del Forum PA), Mario Vella (componente del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica), Paragona Nicolino (componente del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione
Economica), Fabrizio Cobis (dirigente del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca), Daniela Labonia (componente del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica), Vincenzo Donato (direttore del Dipartimento Coesione Economica del Ministero dello Sviluppo Economico), Matteo Triglia (direzione Investimenti della Rete Ferroviaria Italiana), Carla Carlucci (componente del Dipartimento Sviluppo e Coesione Economica), Stefano Clerici (componente dell'Osservatorio I Costi del Non Fare).

Tra gli argomenti discussi: Agricoltura, Amministrazione, Barca, Bilancio, Burocrazia, Commissione Ue, Corte Dei Conti, Economia, Enti Locali, Europa, Ferrovie, Finanziamenti, Funzione Pubblica, Infrastrutture, Investimenti, Italia, Lavori Pubblici, Nord, Politica, Regioni, Ricerca, Sud, Sviluppo, Territorio, Trasporti, Ue.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 2 ore e 15 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

09:49

Organizzatori

Forum PA

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Possiamo cominciare
Cominciamo
Buongiorno a tutti
Grazie
Per essere qui presenti sappiamo che c'è qualche problema di traffico ma più ancora del solito questa questa mattina però dobbiamo cominciare perché c'è una scaletta
Da da rispettare il sono giunto in merito a capo dell'ufficio studi di forviare promuova anche percorsi di internazionalizzazione della
Della manifestazione e della dell'azienda
Siamo qui oggi in collaborazione con il Dipartimento per le politiche di coesione con cui abbiamo costruito tutto questo filone
Tematico dedicato alla nuovo ciclo di programmazione due mila quattordici due mila venti per parlare di una delle
Sette innovazioni di metodo
Che riguarderanno appunto la nuova programmazione e che riguarda l'attenzione alla variabile dei dei tempi
Tutti abbiamo un vissuto un per cento Fitto che
Ci restituiscono l'immagine di un Paese
Quasi immobile o comunque
Che che fatica a costruire dei processi di di trasformazione possiamo tranquillamente lasciare
Da parte restituzioni era alla politica
E possiamo però o provare a concentrarci Suso degli aspetti che riguardano la realizzazione delle delle grandi opere
Infrastrutturali ma ma non solo
Ecco
Spesso quando si viaggia quando si fanno delle analisi degli studi comparativi
Ci si ci si pone degli interrogativi perché
Non non è difficile notare come in altri Paesi vicini anche io europee vicine al nostro vicini anche per
Per fascia diciamo per per ranking
Europeo notiamo che in un lasso di tempo relativamente breve vengono realizzate delle opere
Importanti è stato così in Grecia in occasione delle delle dell'in piedi gli atenei così in Turchia è stato così
In Spagna qualche anno qualche anno fa
Poi si potrebbero fare delle riflessioni su quanto questa velocità relativa possa
Avverrà sterilizzato o meno e sappiamo che non lo ha fatto il
Il rischio
Di di un aggravio della della crisi economica e finanziaria ma
Volendo rimanere
Alla variabile dei tempi abbiamo dei punti di raffronto che
Ci ci mettono in difficoltà
Anche nelle giornate scorse abbiamo acquisito nel nelle nei nostri appuntamenti nel quale abbiamo avuto degli interlocutori molto importanti pensiamo
Alla alla giornata
Di martedì in cui con il commissario anni con i Presidenti di Regione
Abbiamo già affrontato i temi della nuova programmazione il Presidente Vendola ha lanciato uno spunto particolarmente interessante diceva dalla concezione di un'idea fino alla redazione di un'opera
Nella media dei Paesi europei passano tre anni in Italia però per analoghe siamo fra il dodici e il venti anni e su questo oltre che
Fare delle riflessioni occorre necessariamente darsi
Un una modalità di intervento e dei meccanismi di correzione ma anche ieri quando abbiamo parlato
Di di trasparenza nella nella gestione del fondo abbiamo illustrato portale open coesione Walter Tortorella che
è uno uno studioso di di ANCI di di queste fenomenologie
Ci raccontava che ci sono altri aspetti anche che
Afferiscono alla alla dimensione temporale nell'utilizzo dei fondi e che sono a monte della del per corso di realizzazione e di attuazione
Ad esempio
Ci diceva Tortorella che gli studi che ha compiuto si evince
Che quegli enti territoriali che non sono Autorità di gestione che quindi devono attivare
La l'accesso ai fondi per poi poterli
Da assegnare ai beneficiari
Passano attraverso un periodo di attivazione che dura addirittura due anni quindi due anni per poter
Entrare in possesso di fondi che poi possano generare effettivamente innescare
Processi di sviluppo e di crescita io stesso nel nel mio piccolo ho un'esperienza in più di quindici anni nel
Realizzabili
Iniziative di infrastrutturazione immateriale per la competitività per lo sviluppo territoriale per l'attrazione degli investimenti il marketing l'export promossa ma soprattutto sulle regioni anche
Del Mezzogiorno e anche nella mia esperienza quello che ho sempre rimarcato il fatto notare e che in questo Paese purtroppo alla variabile TEM orale non si attribuisce un valore non viene riconosciuto un valore e invece il tempo è una dimensione
Importantissima perché rappresenta un costo figurativo
E non solo perché qualsiasi regola di project management insegna che laddove si allungano i tempi nel novanta per cento dei casi aumentano anche le risorse finanziarie necessarie per realizzare
Una alcun intervento
Oggi
Abbiamo
Un un un parterre di
Di relatori
Che ritengo essere molto interessante molto
Focalizzato su queste tematiche abbiamo la possibilità quindi di capire
Come
Nella nuova programmazione si affronta
La alla questione dei tempi che
è diventata una delle innovazioni di metodo appunto nel documento che
Fabrizio Barca ha presentato
A fine due mila dodici e noi possiamo soltanto immaginare quale possa essere stato un po'l'imbarazzo derivante dalla sua struttura
Nel far passare l'attenzione i tempi come un'innovazione perché poi si parla di prevederei
E di sorvegliare sono concetti talmente di buon senso
Talmente dati per scontato che
Doverne parlare oggi come di un'innovazione penso che sia
Un po'una quasi una una sconfitta per tutti però apprezziamo la decisione con la quale
Le fra addetti lavori tra tutte le i soggetti che sono coinvolti da questo processo e anche nei confronti dell'opinione pubblica questo tema è stato sollevato è stato curato avanti oggi ne discutiamo
Io
Cedo volentieri la parola
Al dottor Mario Bellinato il Dipartimento delle politiche di
Coesione che ci spiega appunto con che cosa cambia e come vogliamo
Intervenire nell'utilizzo delle dei dei dei fondi che che avremo a disposizione partire dal due mila quattordici per far sì che i tempi davvero Torrino al centro della dell'azione pubblica grazie
Perché
Buongiorno a tutti sono male Avella responsabile dell'Unità di verifica degli investimenti pubblici del
Dipartimento per lo sviluppo e la questione economica
Ringrazio per l'introduzione perché devo dire già stimolante perché già
Mettere in luce un'analisi della questione tempi che
è abbastanza lontana da quella che io ho in testa che però
Provo a raccontare che quindi aiuta il dibattito aiuta il confronto che è un po'il senso di questo seminario e
Viene chiesto di parlare della questione di tempi nell'ambito e la programmazione quattordici e venti del documento barca appena citato metodo obiettivi una domanda però come pubblica amministratore subito lei cita nella programmazione quattordici venti
Ma sono là che bisogna parlare dei tempi o la persona che dovrebbe riguardare
Tutta la politica degli investimenti pubblici in Italia ovvero tutte le altre quelle di investimento nel settore sanitario e settore infrastrutturale ricerca e via dicendo
Diciamo finanziate con risorse ordinarie
E non solamente la politica di coesione che è un po'ha sempre una vita un po'assente se la domanda che lascia aperta che diciamo chiedo a voi di rispondere secondo le proprie valutazioni e secondo
Le proprie sensibilità
La prima slide è d'obbligo che cosa dice il documento barca in materia in materia di tempi
Prendere sul serio l'attuazione eccedenti
Chiedere che per ogni intervento finanziato nell'ambito prevede programmi operativi vi siano associati dei tempi previsti
E che l'attuazione del singolo intervento sommata a quella degli altri centinaia di interventi vada comporre quel profilo di spesa che deve aiutare a conseguire gli obiettivi di spese target di spesa che ci da Bruxelles
Quindi dalla dall'attuazione dei singoli interventi contenti credibili uno ha dei credibili profili di spesa sulla base di quale si impegna con Bruxelles
Per arrivare a tempi incredibili ci vuole un sistema di rapporti di sorveglianza rafforzato che accompagni la realizzazione dei progetti e consenta una revisione dei profili di spesa al momento in cui questi può e non si avverino
Queste sono le parole
D'ordine tra virgolette
Del del documento me degli obiettivi quando parla di tempi
Perché queste parole d'ordine
Perché
L'esperienza
Che si è avuta nella programmazione sette tredici è un'esperienza che sul lato della dimensione temporale nell'attuazione degli degli investimenti
Ha mostrato la corda
E perché
Perché quando si parla di progetti si parla raramente dei tempi necessari per progettare affidare
E
Eseguire il progetto stesso
O quando questa per l'indicazione è presente non è accurata
Non è completa soprattutto non è raccontata
A
Chi
All'autorità di gestione oppure a monitoraggio centrale
Io come responsabile di procedimento che qui ho affidato il compito attuare un progetto sicuramente o in testa almeno in testa quanto impiegherò per progettare affidare
Farlo
Talvolta loro anche su
Sui progetti che mi vengono presentati
Quando lo vada a raccontare all'esterno però tutta questa
Insieme di dati
Scompare
Talvolta non dichiaro niente talvolta dichiaro solamente il tempo necessario per fare i così detti lavori se parliamo di una grande infrastruttura ma
Le attività a monte da progettazione le attività a valle
L'entrata in funzione per esempio buio completo
Quindi quando lo dichiarò spesso questa dichiarazione incompleta c'è la parte centrale ma ci manca la storia e inizio e fine talvolta non la dichiaro proprio
Per cui chi da Roma da Palermo da da Milano da Napoli guarda tutti programmi oppure proprio programma e cerca di ragionare che cosa sta succedendo a quell'intervento a dei flash non alla storia completa
Se non alla storia completa rispetta i tempi io non posso controllare è un dato banale da dire non ce lo ricordiamo
E se i tempi non vengono raccontati io li posso controllare se non li posso controllare è chiaro che una variabile che mi sfugge
Espungendo mi è chiaro che facilmente accumula ritardi io dico io neanche me ne accorgo perché non è non so la storia torni a che cosa controllare
E questi ritardi che cosa comporta necessità di andare a fare programmazione di interventi di spesa una di quelle storie che si ripete si ripete si ripete le politiche di coesione
Ma si ripete ugualmente anche nelle politiche ordinarie perché il sistema Italia e questo sempre la solita storia
Ecco perché la variabile i tempi sul tema dei tempi è stato dedicato una particolare attenzione non è un tema nevralgico ma è uno dei temi su cui vengono fatte
L'ente le innovazioni
Però ecco lo diciamo già lo spunto dalle rispetto all'introduzione fatta
Poi mi sembra che l'accento venisse fatto più sulla velocità nei tempi di di attuazione degli investimenti
Come dire sarebbe
Sarebbe bellissimo se questo fosse il problema
Beh
Il problema e invece che noi non abbiamo previsioni affidabili
Credibili
E
Per
Sarebbe già
Nuoto positivo se uno avesse quindi dei tempi dichiarati e quei tempi fossero rispettati che fossero velocissimi normali o anche abbastanza lenti
Già sarebbe un piccolo miracolo nel sistema Italia per esempio sulle politiche di coesione
Che se quindi ci fosse
Una
Una cura dei tempi una previsione di tempi passiva evidente accurata che questa fosse dichiarata
E questa fosse controllata e perché sia le
Rispettare se vuole rispettava scattano i meccanismi e già un grande passo avanti
La battuta verso Milano estemporanee con un bambino diciamo che che a scuola non va bene e poi dice Sissi e prossimo la rimasta prenderò otto prende l'otto prendere otto quando sa quattro in pagella
Qual è già tanto serial sei e chiedevo Berto prossimamente ventisei lotto ci arriverà l'anno prossimo quando me ne ha preso sei farò trova sapere otto
Mandare subito una
Ammettere obiettivato
E nel lontano dal nostro sistema
Di di esempi ce ne sono tantissimi
Nell'esperienza dell'Unità di verifica investimenti pubblici che è andata per compito istituzionale mia diciamo a fare le pulci alle dichiarazioni dei responsabili procedimento per andare a capire queste Progetto che presentato ok
Fammi vedere quali sono le
Le cose che hai fatto le cose che devi fare quando lei forte quando pensa di andare a fare quando terminerà i lavori
Abbiamo diversi evidenze che mostrano quanto queste stime siano
Scritte sulla sabbia arrivare un data due la terza scomparse si riparte da zero
Ecco un vero uno uno dei problemi sappiamo benissimo che non è l'unico quindi un obiettivo
A mio parere credibile che peraltro è quello messo anche diciamo nel documento nelle obiettive doveri di velocità
Della redazione
A mia memoria non se ne parla si parla di
Di tempi che siano affidabili e controllati perché siano affidabili questi tempi diciamo devono essere fatti professionalmente non improvvisati
Arriva il controllore o arriva non so arriva al Sindaco arriva il Ministro devo dare una previsione di tempi no questa previsione se papà con calma da chi di dovere da chi ha esperienza
è una previsione che deve essere contestualizzata fare un'opera di difesa del suolo in Lombardia non è la stessa cosa che farla in Calabria non so per il contesto orografico ma perché ci sono anche delle norme specifiche
Che devono che sono diverse data luogo a dar luogo ad amministrazioni stazione
Quindi c'è bisogno di un contesto
Deve essere dettagliata quindi andare a coprire l'intero anno arco di attuazione del progetto
Deve essere dichiarata
Quindi
Anche là una battuta rispetto al documento barche più che tempi stimati e controllati diretta in P dichiarati
Quindi ogni amministrazione deve dire quanto tempo impiegherà veloce ho letto che sia e su quel tempo ci sarà le valutazioni di chi di dovere politici amministratori tecnici
E ci deve essere una una sorveglianza rafforzata a livello centrale viene detto esplicitamente di sì nel documento me degli obiettivi
Ma la sorveglianza centrale
Non basta sicuramente ci vuole una forte sorveglianza anche a livello locale a livello di autorità di gestione perché questa è una una preoccupazione che per prima deve riguardare autorità di gestione e quindi resta delicata a verificare che le cose succedono
E se non succedono capire perché non succede succedono quali sono le criticità
E e fare azioni di accompagnamento perché queste criticità si esistenti sono individuate sono affrontate e quindi rimosse se non sono rimovibili intervento desta rivestono parte e dato spazio perché fondi pubblici si o dedicate ad altri interventi che siano attuabili
Questo è una maniera
A mio parere diciamo concreta per affrontare la questione tempi ora come si può fare una pianificazione attuabile Affi Gabriele dettagliata la mia collega Carla Carlucci darà prova e degli esempi concreti per quanto riguarda le le previsioni sui tempi attuazioni
Risposte dall'Umberto oppure da uno strumento visto che nella sua unico banalità ma
Costruisce un termine di riferimento per qualsiasi amministratore
Che dice allora questo mio intervento di di difesa del suolo costa quattro milioni di euro io immagino di impiegare x mesi per la progettazione definitiva x mesi per l'esecutivo e via dicendo totale tre anni e quattro mesi
In Calabria in media quanto tempo ci si piega tre anni o cinque anni il Lombardia quanto tempo impiegano
Questo sistema non serva fare classifiche se da contestualizzare serva a dare dei parametri di riferimento
Sembra a diciamo a rafforzare la propria esperienza la propria valutazione per far sì che quando si
Usano risorse pubbliche non vendono venduti sogni ma cosa un po'più concrete
Un esempio concreto di fare questa pianificazione
E già attuato
In un Comune di Roma
Non strumento che ha un suo carattere di sperimentalità come il contratto istituzionale di sviluppo questa vede che sono stati e firmati quattro
Tra il luglio del due mila e dodici e febbraio al due mila tredici sulla direttrice ferroviaria Napoli-Bari Salerno-Reggio Calabria Palermo Catania Messina e sulla Sassari-Olbia
Sul lato tempi
Cosa vuol dire dare una base maggior valenza alla questione dei contratti vuol dire che
Non non viene chiesto meramente dimmi quando comunque completerà ai nefasti principale di un progetto fattibilità preliminare definitivo
Voglio sapere sotto attività che portò no al compimento di quella fase e sul rispetto dei tempi indicati in quelle sotto attività io prevedo un sistema
Di sanzionatorio
Utile a capire utile a spingere il sistema al rispetto di quelle date che siano veloci ok all'ente
Per noi sono credibili non particolarmente veloci ma neanche incredibilmente lente lontani da qualsiasi norma importante che siano rispettate
Per dare un segno a tutti che i progetti stanno avanzando con tempi credibili ed affidabili quindi un esempio concreto dove quella questione tempi
Diventa centrale un pilastro importante nell'attuazione di un programma di investimenti pubblici
Chiudo con quest'ultima slide che cerca un po'di riepilogare
Le cose dette
Una delle esigenze e sicuramente
Che questo lavoro sui tempi assenso se sono individuati i progetti diciamo da monitorare
E questa indicazione deve arrivare il prima possibile perché è un atto del bene sempre se vogliamo anche la battuta del
Del Presidente Vendola che come dire interessante approfondire poi con dati fattuali e
Presidente parlava del concepimento diciamo di un progetto e lo è rileviamo che prima del concepimento c'è una fase di di programmazione cioè di selezione di di quell'intervento che è molto lunga su molti mesi che scorrono
Nella programmazione comunitaria nove anni sono fissi diciamo è se partono diversi mesi se non semestri prima nel momento in cui si dice ecco l'intervento che viene finanziato si riduce il tempo a disposizione
E riducendosi il tempo è costretto a metà San però va più facile a finanziare questa cosa che l'Italia non si può non non serve mai potuta permettere non si può permettere per il futuro
Fare cultura pianificazione eppure finanziaria ma fare anche pianificazione procedurale
Rafforzare la sorveglianza come ho detto prima per
Verificare l'avanzamento interventi capire se ci sono dei problemi e se ci sono i problemi provare a rimuovere grazie mille
Grazie dottor bella
E la la prospettiva metodologicamente correttissima
Io posso solo
Replicare concordando con cui non c'è dottor bella
E probabilmente
Esprimendo un convincimento sul fatto che rispettando previsioni credibili si avranno dei riflessi positivi anche in termini di di velocità sicuramente perché a quel punto una responsabilizzazione
Di chi gestisce le diverse fasi del processo produrrà sicuramente ricadute positive anche tremendi velocità ora
Cedo la parola Nicolino paragona
Che ci parla
Baldi un'altra un altro momento sul quale la variabile tempi e anche estremamente importante che è uno di quei momenti che si collocano a monte della realizzazione dell'intervento sia la fase di programmazione
Grazie la diciamo il mio intervento intervento
Si è limitato esclusivamente ai tempi della programmazione comunitaria
Tempi della programmazione comunitaria
Che servono
Quando a
Direttamente a questa slide
All'utilizzo di queste risorse
Questo è il quadro finanziario della programmazione comunitaria
Quadro finanziario che in questo momento ancora non è definito
Perché rispetto alla proposta della Commissione di
Settembre due mila undici a febbraio due mila tredici
Abbiamo
Avuto questa
Rivisitazione del bilancio comunitario che riduce le risorse
Perché è in atto questa lotta fra Paesi
Diciamo del nord Europa e Paesi non del nord Europa
Tra
Avete una quantità di risorse idonee ad affrontare un percorso di sviluppo di ripresa economica per l'Europa e altri invece che ritengono che avere troppe risorse è quello che perché poi provoca
Gli effetti di in qualche maniera di
Crisi perché esistenti sono troppe risorse spendono male non serve spendere eccetera queste l'ammontare delle risorse che sono state programmate sono che dovrebbero essere programmato e su cui ancora non c'è accordo
Rispetto alla proposta originale c'è stata una diminuzione abbastanza significativa nel primo riquadro rosso ci sono le risorse della Commissione di risorse per quanto riguarda
La politica di coesione che sono già state ridotte
Di circa sessanta miliardi
Su base
Settennale di Bilancio settennale poi vedremo che l'attuazione va ben oltre
Ben oltre sette anni
Ho messo in evidenza un altro punto che è il punto finale sotto in basso un altro il quadro che sono
Le gli importi messi a disposizione per i pagamenti
Questi importi per i pagamenti scontano un'ulteriore riduzione per quanto riguarda
L'attuazione finanziaria quindi da un lato abbiamo un abbassamento delle risorse messe a disposizione che il primo riquadro rosso dall'altro abbiamo
Un generale abbassamento delle risorse messe a disposizione per i pagamenti questo che significa significa che
Chi tardi arriva
In corso d'anno per ottenere rimborsi dalla Commissione europea viene pagato nell'anno successivo
E quindi
Il vincolo del tempo che a livello comunitario un tempo stabilito e non
Prolunga vide a
Al suo interno una
Come posso dire complicazione del fatto che se io
Presento richieste di rimborso
Verso la fine dell'anno con rischio dover aspettare l'anno successivo per ottenere questi rimborsi questo significa anche aree rallentare i flussi finanziari dei programmi e per esempio
Rimborsare beneficiare di un più lentamente oppure avere del tempo da aspettare per fare in modo che le risorse arrivino sul territorio
Questi sono i tempi della programmazione comunitaria
Sette anni sono il periodo la programmazione nel senso
Gli impegni sul bilancio comunitario
Naturalmente quello che diciamo qui per quanto riguarda questi periodi sono
Cioè per quanto riguarda questi periodi attiene alla politica di coesione che è una politica gestione condivisa ossia la Commissione rimborsati Stati membri le spese che sostengono poi c'è tutta una parte della politica di coesione Davos pardon del bilancio comunitario che a gestione diretta ossia
Ii
Di di autori di progetti presentano direttamente domanda la Commissione vedesse per avere il progetto finanziato programma va alla ricerca
Flussi che riguardano la politica agricola comune con i contributi direttamente direttamente l'agricoltore
Qui abbiamo un Peller programmazione che sono sette anni bilancio comunitario abbiamo visto prima l'attuazione finisce
Nel secondo anno successivo quindi alla fine nel caso nostro due mila ventidue
Tra la fine due mila ventidue
Che
Marzo due mila ventiquattro bisogna presentare
La documentazione di chiusura per chiudere i programmi operativi inizia il periodo di esame e il contraddittorio quella Commissione e la discussione con la Commissione che si prolunga quanto
Molto in certi casi in certi casi un po'meno considerate che noi dobbiamo ancora chiudere i programmi del due mila due mila sei
La cui data limite per la presentazione di documenti chiusura il trenta settembre due mila nove oggi abbiamo ancora scusare trenta settembre due mila dieci oggi abbiamo ancora programmi da chiudere che
Probabilmente verranno chiusi per la fine dell'anno quindici abbiamo un tempo più o meno di tre anni dalla data di presentazione documentazione
Relativamente alla chiusura fatta la chiusura e concordata la chiusura esiste la liquidazione e a quel punto parte il periodo in cui comunque bisogna vedere
A disposizione la documentazione per eventuali controlli della
Corte dei conti o della Commissione
Per quanto riguarda le spese sostenute come vedete l'orizzonte parte al due mila quattordici e arriva abbiamo segnato due mila ventinove più o meno questi sono i tempi
Che devo rispettare tempi caso comunitario sono sottoposti se servono anche a rispettare le risorse disponibili le risorse disponibili dovesse usare al massimo entro un orizzonte di tre anni
Rispetto a quelli del bilancio comunitario se non vengono utilizzate le risorse vengono tagliate quindi c'è un altro vincolo avere tutti risorse risorse non perdere tutte queste risorse
Queste sono le fasi diciamo della programmazione un po'come sono legate al bilancio al bilancio all'esecuzione del bilancio comunitario che questi sono i meccanismi che vengono utilizzati anticipo pagamenti intermedia il saldo finale
Una parte che può essere più interessante per l'attuazione proprio questa cioè
Il ciclo dell'attuazione comunitaria è un ciclo ancora più complicato rispetto ad altri siti perché
Perché io devo selezionare i progetti debbo attuare i progetti quindi Bandini pegni e realizzare spesi pagare i fornitori eccetera
Prima di avere i soldi comunitari
Devo attraversare tutta la fase del controllo che è una fase estremamente complessa estremamente dispendiosa che serve
Che ha bisogno di risorse umane ha bisogno di tempi
E ha bisogno soprattutto di una strutturazione dei meccanismi di attuazione di conto di attuazione per fare in maniera che poi questi controlli abbiano un esito positivo solo dopo il passaggio di questo periodo voce
La rendicontazione c'è la certificazione e la Commissione i soldi rientrano diciamo in qualche maniera il ciclo continua fino alla completa esecuzione
Quindi questo è un altro punto a tenere in conto in quella variabile tempo che in questo caso non è variabile ma è costante perché i nove anni sono dati ex-ante oltre non si va
Altra complicazione che è stata introdotta chiesi sarà un ulteriore momento delicato narrazione quattordici venti e chiocciola dopo doppio binario temporale o l'anno finanziario che regola il gli impegni di bilancio
E quindi l'esecuzione dell'n più tre
E cioè del disimpegno automatico ma Hall hanno contabile che regola l'esecuzione del programma l'anno contabile va dal primo luglio al trenta giugno successivo
L'anno finanziario va dal primo gennaio al trentuno dicembre questi due periodi sono due periodi specialmente quello contabile piuttosto dedicati perché
Perché periodo contabile significa io devo arrivare a una chiusura del periodo contabile
E devo fare tutta una serie di o studi attività che poi servono a presentare i conti alla Commissione
Conti e come devono essere presentati non solo da parte di chi effettivamente atto e cioè l'autorità di gestione
E l'autorità di certificazione Emas su questi conti deve intervenire l'autorità di o dite che esaminare tutte le carte fatto tutte le sue verifiche deve emettere una opinione secondo gli standards nazionali
Il processo è complesso un processo delicato che spesso
Crea dei momenti di
Conto come posso dire di contraddittorio di osservazioni di problemi che devono essere risolti non sempre sono risolti i a volte chiedono come posso dire un consumo notevole del tempo delle risorse
Quindi come vedete un tipo di programmazione molto complesso
Su queste due slide sono rappresentati i flussi finanziari cioè i pagamenti da parte della Commissione di Stati membri
Che dal novantaquattro in poi per il ciclo di programmazione che da non poi sono in in euro con in miliardi di euro correnti è naturalmente
Quindi hanno un po'il senso di come si muovono i flussi comunitari sono i picchi in corrispondenza delle sovrapposizioni decide di programmazione e poi questi questi diluiscono negli anni successivi
Il quattordici venti siccome alle nove un'ovazione io non ho citato cioè non esistono più sospensioni ossia possibilità di spostare
Utilizzo risorse negli ultimi anni come vedete c'è un andamento che non ha dei picchi verso la fine ma che c'è e c'è un andamento concerto punto diventa quasi quasi costante
Queste sono questo è il
Flusso di risorse all'Italia sul fossero state date solo due parole
Due mila tredici e due mila quattordici come vedete ci sono due impennate
Per cui noi in quest'anno il prossimo anno abbiamo moltissime risorse scadenza se non chiediamo queste risorse queste risorse verranno persi quindi questo dà anche il senso
Dell'importanza e i tempi
Per quanto riguarda l'attuazione di programmi dei tempi per quanto riguarda la preparazione per dei tempi per quanto riguarda la programmazione e l'attuazione dei tempi per quanto riguarda il controllo e tutto il resto quindi la questione tempo una questione veramente estremamente delicata
Questo è un altro esempio sempre il problema Italia di come si sono accumulati ritardi abbiamo fatto una la la riga rossa e come si sarebbero dovuti muovere i rimborsi comunitari se
Ci si fosse
Si fosse riusciti a seguire la stessa lo stesso ritmo del due mila sette due mila uno a sei nel sette tredici la riga blu e quella effettiva e quindi vedete che noi abbiamo un'area Traù due mila nove del due mila dodici in cui abbiamo accumulato
Un grosso ritardo che è sostanzialmente quell'area racchiusa fra le due curve che poi andiamo a dover recuperare
Tra il due mila tredici e due mila quattordici e il picco dalla curva blu più o meno le due aree non dico che seguiva conosciamo nemmeno le stesse condizioni
Questi ritardi naturalmente sono ritardi che si vedono sui processi di attuazione detti interne si in termini percentuali rispetto al volume globale delle risorse disponibili
Il
A parità di anni come vedete a parità di periodi di programmazione di anni di età di attuazione della politica e politiche
La riga in alto la quella blu del due mila due mila sei alla stessa data aveva raggiunto già cinquantasei per cento e l'attuazione i quattordici venti già una percentuale molto bassa quindi abbiamo qualche problema per cui questi tempi
Diciamo dobbiamo cominciare a lavorare in maniera da renderli piuttosto serrati
Qui ci sono una serie di altre slide ma
Dividi questa un'ipotesi di risorse assegnata all'Italia che per il momento è un'ipotesi nel senso che è una cifra che è stata che dà il senso più o meno di quelle che saranno risorsa assegnata all'Italia
Che però ancora non sono le risorse effettivamente assegnate bisogna aspettare l'approvazione del quadro e bisogna poi quindi aspettare le decisioni alla Commissione
Con due possibilità di cofinanziamento come vedete sotto le due righe blu abbiamo una possibilità di cofinanziamento considerata a livelli minimi da regolamento comunitario è simile a quella del sette tredici
I due importi totali quarantuno miliardi sessanta danno il senso dell'importi che noi dovremmo riuscire a spendere nel periodo quattordici venti
Questa sono
Diciamo gli obiettivi di rimettere il tempo al centro azione pubblica cioè la stima ex ante
Definire la composizione interna i programmi in maniera da riuscire a velocizza a a tenere il passo della disponibilità di risorse e di non perdere questo Risorse
E naturalmente
La necessità appunto di governare proprio la spesa naturalmente chi parliamo di tutta la parte che riguarda la gestione finanziaria che dietro c'era un mondo enorme che
Last le strutture qualche deputato a questa gestione le strutture deputate l'attuazione delle strutture di controllo le possibilità di programmare quindi una pluralità di attori veramente impressionante
Sull'ultima slide c'è una sorta di formula ma che non non non non non non c'è nessuna pretesa di di di di carattere come posso dire matematico o meno da
In qualche maniera soltanto fissa alcuni punti e cioè
Il fatto che
La quantità di risorse che ho naturalmente ambientale a aumenta la complessità dell'attuazione
Il tutto quanto è legato a una programmazione che vedendo dal quadro istituzionale una cosa che sicuramente va rafforzata è rafforzare il meccanismo e la programmazione in un quadro istituzionale che ha dato pure che deve essere variato per in qualche maniera
Come posso dire
Utilizzo massimizzare gli effetti di questa programmazione quindi questa è
Quella che ho presentato e mi mi fermo qua esclusivamente
Il problema tempi da un punto di vista della gestione finanziaria grazie
Grazie tutto paragona per averci fornito questo
Inquadramento
Tecnico molto molto preciso anche
Averci fornito delle delle nozioni che spesso non sono
Accessibili a tutti ora grazie al dottor Fabrizio coprisse
Affrontiamo invece il punto di vista di una autorità
Di di gestione
Che è quella appunto del Piano operativo nazionale Ricerca e competitività
E sentiamo dalla viva voce del dottor coprisse l'esperienza che stanno sporgente
Grazie grazie
E buongiorno a tutti anche da parte mia
Ringrazio in particolare l'organizzazione di di questo di quest'incontro che
Che ammesso a al centro di questa discussione questo questo tema che
Un tema abbiamo ascoltato sicuramente importante fondamentale per il discorso del della programmazione due mila quattordici due mila venti fondamentale per
Per il re il nel rispetto della delle capacità di spesa di di fondi strutturali pena il disimpegno automatico e via discorrendo
è un tema ASS in realtà molto più molto più vasto molto più importante di di di di questo è un un tema che che
A che fare con un con un un dovere civile dette la Pubblica Amministrazione di di rispondere
Ad esigenze stende nullo perché ci sono regole comunitarie che impongono il solo fatto di gestire risorse pubbliche per le terre
Soggetti esterni di qualsiasi tipo qualsiasi sia l'oggetto dell'investimento
Deve caratterizzare questo questo il discorso dei tempi ed è quindi dell'efficacia dell'azione dell'azione amministrativa in un modo in un modo
Decisivo remoto cruciale nel modo in un modo centrale
E sono
O contento di poter di poter intervenire in questo in questo contro perché
Perché appunto il mio compito è quello di di autorità di gestione di un programma che che peraltro è anche particolarmente importante dal punto di vista della dimensione finanziaria parliamo tra vuoto per pieno di circa
Sei miliardi di di euro da destinare a degli investimenti in ricerca e innovazione
E chi ha il mio ruolo
Non può ovviamente limitarsi a
Ad esercitazioni teoriche e accademiche sull'importanza del dice ha una responsabilità immediata diretta concreta quotidiana
Sulle risposte da da dare sulle soluzioni da da Frontex sull'usura da affrontare
Responsabilità importante perché poi sul la figura di chi gestisce procedure interventi i progetti e c'era si scarica inevitabilmente tutto il il sentimento che che queste che al di fuori dal del duo Pubblica amministrazione
Matura cresce nei confronti della stessa della stessa amministrazione non
Dicevo che è un problema di di dovere civico perché poi insomma il il punto di partenza secondo me fondamentale e che
La progressiva Acqui progressivo accumularsi di di inefficienze e all'intero obbliga amministrazione ha contribuito a mio avviso a
A
A a da ad allargare il divario nel rapporto tra tra opinione pubblica società civile e pubblica amministrazione oggi la Pubblica Amministrazione con chiunque ne parliamo fuori da qui è è percepita
Come un luogo di inefficienze di di di burocrazie impensabili di di di ottusità e di di di incapacità di comprendere le esigenze reali di un mondo che che al di fuori di noi cammina
Con ritmi eccone con bisogni e con con modalità completamente diverse da da quella cui noi siamo siamo abituati
E è chiaro che
Che se
Vogliamo
Ricominciare a ricostruire
Lentamente pian piano un carattere positivo nel rapporto tra tra noi e chissà fogli noi dobbiamo noi prima di tutto cominciare ad assumerci le nostre responsabilità noi parlo di di pubblici amministratori
Le nostre responsabilità
Riconoscere che questo tema dell'inefficienza
Ha molteplici cause a molteplici fattori alla molteplici ragioni ma il novantanove per cento di queste risiedono nella pubblica nella pubblica amministrazione
E io spesso partecipo a incontri anche dalla dal livello dove il tema dei del raggiungimento del target considero importante il DPS ci sollecita
A un ordinato flusso distesa target intermedi importanti e cioè
E nei dibattiti che si apre intorno a questo la
La la parola di più spesso sento ripetere l'esistenza di fattori esterni
Alla all'azione amministrativa tutto ciò che noi non riusciamo a governare che che ci costringe ad essere oggettivamente
E incolpevolmente
Inefficienti
è possibile vero ci sono tante cose che non è che non dipendono direttamente da noi ma la stragrande maggioranza del dei fattori che determina inefficienze ritardo nella
Nella nell'azione amministrativa dipende da come la pubblica amministrazione affronta
Il le le questioni procedurali la gestione dei progetti le la gestione delle delle procedure e quindi la gestione dei
Dite
E quindi e necessario
Che
Non solo siamo tutti d'accordo dobbiamo invertire la tendenza dobbiamo rimettere di ricostruito libri costruire questo tipo di
Di di processo
Benissimo come si fa come essi come si affronta la cosa
Perché poi il rischio è che se continua a parlare di fattori esterni come
Arriviamo alla conclusione ci ha
Molto spesso ascoltata che che questa è la situazione irrisolvibile a un anno è un situazione ineludibile così è
Possiamo fare il minimo meno danni possibili ma questa questa è
Non è così secondo secondo me ne abbiamo abbiamo in realtà grande grandissime possibilità per le
Per per
Cambiare il il corso di queste di questi processi
E
Dobbiamo parti chiaramente da una partire dal da un'analisi reale dei dei del perché succedono le cose perché si produce il fenomeno di dei dei ritardi Nenni pagamenti
Ritardi di pagamenti che non è sua può soltanto un problema
Di inefficienza diversi
Se un'amministrazione per un progetto come quello che può essere di scelgo scrupolo
Eroga una risorsa in tempi
Eccessivamente distanti dal
Dall'attività realizzata
Quello non è più un aiuto al a quel progetto è un'altra cosa uno è un aiuto all'allora funzionamento di quell'azienda la sopravvivenza di quell'azienda
Con
Evidenti rischi poi di di di incorre Reding procedure di infrazione da parte della
Della della Commissione ma per
La occorre rivede quindi come dicevo un un'analisi reo seria del del del del fenomeno capire perché le cose succedono e secondo me dal mio
Modestissimo punto di vista c'è un un problema immediato fondamentale un fattore determinante
Che
Presente nella pubblica amministrazione
Ossia una
Mentalità è una cultura del del pubblico amministratore che votata pressoché esclusivamente all'adempimento e non al risultato
Esistono ogni procedura è caratterizzata da un numero enorme di passaggi da un numero enorme di di di competenze di soggetti che sono che sono coinvolti e tutto questo
Meccanismo complicato barocco assurdamente burocratico est esclusivamente funzionale
A
Un a far sì che poi il singolo il singolo funzionario risponda
Semplicemente del proprio
Compito del proprio specifico adempimento
Stessa e nessuno che si occupa poi del del risultato finale da da raggiungere
Con una
Deresponsabilizzazione
Gigantesca che si che essi crea in questo in questo modo dietro la quale dietro la quale
Poi crescono in modo indisturbato inefficienze e
Una de meritocrazia spaventosa nella verrà pubblicata e pubblica nella pubblica amministrazione
è chiaro quindi che a mio avviso
E
Von Trier fondamentale e necessario che
Il modo con cui la una pubblica amministrazione ma non parlo della pubblica amministrazione
Come un un un soggetto
Esterno poco comprensibile di il singolo o il singolo funzionario chiunque a che fare con un con un pezzo di carta su una
Sulla scrivania fronti quello
E chi poi ha la responsabilità di governare un un processo affronti il singolo passaggio rispettando ovviamente la norma rispettando ovviamente le forme varie formalità perché nessuno queste le vuole
Le vuole mettere da parte ma
Cercando di guardare oltre il single riempimento cercando di
Coniugare la qualità della della dell'azione con
Un efficace dell'azione
Perché se poi sono bravissimo a fare una spesa a a
A rendicontare in modo corretto a controllare il modo con
Toma ci metto sei anni la la la qualità Dellas debiti quella sensazione non ha più senso non non c'è più
Ed è chiaro che è difficilissimo fare questo ma perché questo è il tema mettere insieme qualità dell'azione i temi dell'uscita è un un è una specie di di di miracolo che scrivete di realizzarsi e pure non è
Impossibile bisogna
Porsi di fronte a un percorso amministrativo di forte un processo amministrativo con la capacità di di leggerlo non soltanto nei singoli passaggi Malika Jerome nel suo contesto di capire
Ogni singolo comparto componente come si rapporta con gli altri e condurli e spingerli e atti stimolarli
In un modo organico verso il raggiungimento di di un'obiettiva lo sa faticosissima cosa che richiede un impegno quotidiano mastodontico ma non c'è alternativa
Io non conosco procedure
I percorsi gestiti gestioni di progetti che camminano da soli che sono capaci di andare avanti bisogna che qualcuno li gli aiuti che qualcuno si occupi dei dei problemi che affronti i problemi che prevenga
I i problemi che stimoli che spinga che faccia in modo che
Tutti
I vari attori si muovano in un in un certo modo
E questo un è l'impegno degli impegni e l'impegno fondamentali di chiunque alla alla alla fortuna
Perché questa va detta la fortuna di di averi in mano un patrimonio di risorse da utilizzare per un per un obiettivo come il nostro in particolare che che è straordinario per
Per la capacità di di sviluppo del del Paese
Quindi l'
Non mi limito però a dire
Cosa
Come come dovrebbe essere cerchiamo anche di di di di stipendi cerco vorrei circa di testimoniare anche un il qui pochi tentativi che stiamo facendo noi concretamente nelle
E quotidianamente
Ma lei io l'ho prodotto alcuni numeri che che che rendono un po'l'idea parlavo DD di programma operativo Ricerca e competitività solo la parte migliore perché poi lo sappiamo pone il problema migliore più superano soltanto la parte del mio ministero
Governa tre miliardi di euro e ci sono un complesso di
Circa seicento progetti
Approvati in corso di di di distribuzione finanziati con un numero di soggetti
Che ha vario titolo primo giocano intorno a questi progetti che supera ampiamente il migliaio di di unità e abbiamo calcolato che da qui a dicembre due mila e quindici
Ci sarà un compito un numero complessivo di
Rendicontazioni da esaminare
Quindi di di di spese sostenute che vanno controllate e che poi vanno erogare che circa di venticinque mila trentino
Chiaro allora

Io ho due strade o
Al solo bandiera bianca mi mi arrendo che vada fa un altro mestiere prima che non ci mandi qualcuno fa un altro mestiere oppure
Mi impegno in in qualche tipo di
Di di soluzione smettendola di
Divi di di piangere sui fattori esterni
Ma occupandomi di tutto quello che posso io direttamente governare
E allora
Qualcuno avrà secondo me le le le parole d'ordine in questo in questo gioco sono solo tre e che vanno messe insieme in modo in modo corretto una
Una capacità di governo delle procedure
Le procedure vanno governate parlo governate vanno vanno condotte per mano
Mettendo il accompagnando e stimolando tutti gli attori a rispettare tempi e qualità del loro del loro lavoro
Vanno semplificate tutte le possibili passaggi procedurali e formali che caratterizzano i nostri interventi noi
A usiamo chiediamo ai alle aziende di rendicontare o agli o agli esperti di valutare i conti UD usare delle dei format di relazioni
Che solo
Pletorici assurdi con un una marea di adempimenti che che poi nessuno si guarda che che che servono soltanto a a a
A fa perdere tempo a tutti paghiamo bisogno di sistemi
Tecnologicamente nuovi
Di di
Di supporti
Per coloro che non è soltanto la banca dati uno o il sistema dove
Noi leggiamo la il villa vita del progetto ma di strumenti che ci aiutano a condurre per mano i progetti e
E proprio perché
Questo discorso è un discorso che va consigliato in modo
Partecipato cioè non noi non siamo un appunto non c'è una pubblica amministrazione
E soggetti esterni utenti che cioè c'è bisogno di un coinvolgimento c'è bisogno di una partecipazione c'è bisogno di ascoltare le esigenze e di dialogare
E recepire quelle esigenze che sono consiglia di giuste quindi bisogna anche in avete a disposizione strumenti strumenti
Che le l'ecologia attuale consente tale
Da da da strumentazioni di di dialogo diverse data la semplice mail o dalla o dalle o dal semplice telefono
Capacità di dialogare in continuo con con con
Con gli utenti
Noi ne siamo un'Amministrazione siamo un'Amministrazione che tutti voi fuori da qua utilizziamo votabile te smartphone invece quando siamo al Ministero Sez accende il PC
Il i gli strumenti che normalmente utilizziamo fuori di me al ministero si sfizio Luzzi non si utilizza il nostro lavoro non solo non si utilizza
Voi niente lui il tempo lavoro il tempo lavoro per noi è ancora quello che va da lunedì alle alle al Veneto
Se qualcuno ha un'esigenza e Irlanda una Mele il sabato mattina dell'aspetta che qualcuno arrivi lunedì mattina in ufficio accenda compiute scali e dispone
Che poi vuol dire avrà molto di più
Se si riuscisse a risponde a quella mail già altro senso sabato perché comunque su qualche tavolette quella quella mela è arrivata
In realtà si lavora di meno
Perché si lavora sicuramente più più frequentemente ma
Con meno con meno come essi e si dà un segnale all'estero quando
I uno risponde a una a una mail che arriva e risponde dopo dieci minuti e non dopo due giorni o risponde Disabato immonde soltanto il lunedì
Quello è un
Un piccolo tassello che aiuta a ricostruire e e che fa efficienza perché fa credibilità e quindi fa poi fa anche efficienza
A quel
Ma ci stiamo impegnando su questo voi ne vedremo i risultati abbiamo abbiamo
Prego per ogni progetto che abbiamo in corso abbiamo istituzionalizzato una figura che è nota a livello comunitario ma che a livello nazionale raramente usare a quella che si chiama il progetto officer
C'è qualcuno fisico una persona un nome un cognome che sta dietro al singolo progetto
Non c'è l'Amministrazione c'è una persona
Che sta dentro al progetto che
Lo guida loculo loro accompagna lo porta e e CIPE circa di
Essere parte attiva nello sviluppo delle del processo attiva non
Il funzionario che aspettai sulla sulla scrivania che si materializza il pezzo di carta e poi lo ma che il
Falsi che arrivi quell'adempimento che si realizzi pratiche con l'attività proattiva rispetto alle alle esigenze delle degli esteri
Abbiamo messo le mani sulle sulle procedure sulle sulle regole interni e sui sui passaggi interni il
Ieri ieri in occasione di di di tutti gli altri di altri impegni momenti di di lavoro
Si è affrontato ma è più un problema che sembra che sembra
Banale ma che che lealtà così non è
Lo sappiamo tutti che l'azienda quando richiede una una anticipazione deve presentare la la garanzia una una polizza fideiussoria
E finché non non ha maturato una rendicontazione accettata pari all'importo ho anticipato quella finisce non viene
Non viene svincolata e finché non viene svincolata Chilla accesa paga un
Un un po'
Esso anche alto in molti casi
Succede nelle amministrazioni che
Pur
Verificato il rendiconto pura accertato il diritto all'erogazione
Ma in quanto c'è magari un problema di cassa che impedisce concretamente l'erogazione finché non avviene quelle erogazione materiale la credo il conto corrente la polizza non viene fatta svincolare
E lì non è una questione di
Di leggi lì basta riconoscere che se c'è semplicemente
Un problema di cassa ma il diritto a Stato accertato basta comunicarlo e autorizzare lo svincolati dedizione poi è chiaro che
Se posso pagare pago prima possibile ma intanto elimino un
Costa
E evito una un un peso a quell'Amministrazione semplicemente con un atto banale che che guardi alla sostanza della della cosa
Noi ci siamo dati anche un obiettivo
Concreto ma vorremmo da qui
A un a un anno
Non soltanto avere progetti che non hanno più
Accumulato e Carlo azzerato i ritardi che nel frattempo si sono accumulati ma avere un impianto procedurale e tecnologico in grado di
Non produrre più ritardi in modo strutturale
Lo dichiariamo lo dico mettere Lollo di lo diremo pubblicamente ci assumerci assumiamo la responsabilità di farci sparare di di farci misurare quindi sul raggiungimento di questi obiettivi
E qui vorremmo anche offrire questo nostro obiettivo in questa nostra visione e queste nostre a quadro di di di di analisi e di soluzioni che mettiamo insieme a una ha una partecipazione a una consultazione pubblica
Vorremmo chiedere non abbiamo la pretesa di di di saper analizzare
Tutto il fenomeno nel suo complesso ne abbiamo la pretesa di aver capito quali sono tutte le possibili soluzioni
Vogliamo recepire osservazioni suggerimenti ci c'è un un documento che a breve sarà reso pubblico ognuno
Può apportare il suo contributo perché poi quando parliamo di
Di di di efficienza pubblica amministrazione la responsabilità e al novantanove per cento da un'unica misura poi quote sono solo su su tutti quelli che poi debbono rispettare i loro tempi e su questo ci facciamo misurare ci facciamo misurare
Ci
Ci sfidiamo nelle
Pubblicamente
Dichiarare che noi e
Entro un tempo definito
Saremo in condizione di non parlare più di questo di questo problema sapendo che questo è un una sfida gigantesca che che il fischio della fucilazione
E quotidiano ritiro l'accordo grazie
Grazie non ho altre
Chiara fornito degli spunti di riflessione davvero davvero interessanti
In termini soprattutto
Di di responsabilizzazione di autoresponsabilizzazione da parte
Del dell'ente pubblico dall'Autorità di gestione di risorse che
Capisce le esigenze degli interlocutori che sono delle aziende
Private ma che si trovano a fronteggiare delle complessità e dei degli handicap che a volte l'Amministrazione
Può aiutare a superare semplicemente con un salto culturale che è necessario fare e che
Si ricollega a quel a quel concetto di capacità amministrativa che è una delle condizioni anche per
Migliorare le l'efficacia ed efficienza e l'utilizzo dei dei fondi
Ora abbiamo la possibilità insieme a Daniela alla Bunia del del DPS di capire come funziona uno degli strumenti che sono stati pensati
Per
Agevolare la realizzazione di di interventi complesse importanti e che abbracciano delle aree territoriali che travalicano la singola Regione
A non è aperta
Buongiorno io sono fortunata perché in questo scenario a tinte fosche parlo di un esempio positivo di un'esperienza
Positiva nel nostro ordinamento giuridico
E il contratto istituzionale di sviluppo che cosa innanzitutto il Cissé cosiddetto in forma abbreviata
Non lo strumento che è stato introdotto dal decreto legislativo trentuno maggio due mila undici numero ottantotto
Articolo sei reso obbligatorio nella programmazione due mila quattordici due mila venti terre l'assegnazione e riparto in tutte le risorse
Il fondo sviluppo e coesione tale fondo per le aree sottoutilizzate
Come dice la stessa parola contratto un accordo un accordo che contiene quindi
Indica impegni reciproci reciproche responsabilità
Meccanismi sanzionatori modalità e tempi di attuazione degli interventi
Da chi è sottoscritto il contratto istituzionale di sviluppo e sottoscritto dal Ministro delegato
Al per il fondo quindi attualmente il ministro per la questione territoriale
Che previa intesa con il Ministro dell'economia e delle finanze degli altri Ministri interessati sottoscrive con le regioni con le altre amministrazioni competenti ivi
Presso il concessionario di UIL pubblici servizi di volta in volta interessato all'intervento sia ad esempio RFI per le ferrovie o ANAS per le strade statali
Ho incontrato e si alza e di sviluppo che destina le risorse del Fondo assegnate dal CIPE in giro per l'appunto come dice l'articolo sei responsabilità tenti modalità
Diciamo che questo strumento è stato già anticipato nel ciclo di programmazione in corso due mila sette due mila tredici dalla delibera del CIPE numero uno dell'undici gennaio due mila undici turche che come vediamo è antecedente al decreto delegato
Ma che nelle more appunto dell'emanazione del decreto come dice la stessa delibera che nasce parallelamente lavori preparatori dell'ottantotto
Stabilisce che in via sperimentale nel ciclo due mila sette due mila tredici si possa utilizzare questo strumento per un'attuazione rafforzata si dice degli investimenti fermo restando che poi i requisiti sarebbero stati meglio specificati dalla norma
Ed è così poiché con la delibera del CIPE numero sessantadue del tre agosto due mila undici con la quale vengono assegnati oltre sette miliardi di euro
Alle infrastrutture di trasporto e di mobilità si stabilisce la modalità del contratto istituzionale di sviluppo per l'attuazione delle opere infrastrutturali strategiche di rilievo nazionale
E così che sono stati sottoscritti come anticipato il collega ben quattro CIS nel due mila sette due mila tredici
Quini Napoli Bari Lecce Taranto agosto due mila dodici Ferone direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria dicembre due mila dodici
Direttrice ferroviaria Messina Catania Palermo ventotto febbraio due mila tredici e infine Strada Statale Sassari-Olbia sei marzo due mila tredici
I primi scissa sono stati sottoscritti dall'autorità politica abbiamo detto prima menzionate e da R.F.I. come concessionario di servizi pubblici oltre che Ferrovie dello Stato mentre l'ultimo ci disse il concessionario che intervenuto ovviamente l'ANAS
Come vediamo anche dalla slide non sempre il costo dell'opera coincide con ritenete nascoste cinque
Poco
Non è
E il costo dell'opera non sempre coincide con i finanziamenti disponibili
Vale a dire nell'ambito del Cis sono stati inseriti tutti gli investimenti rientranti in quella particolare direttrice ma la copertura finanziaria disponibile non sempre copre il costo dell'opera ad esempio
Nel ciste Napoli Bari Lecce Taranto ed il CIS Messina Catania Palermo come vediamo c'è una criticità finanziaria che merita si prevede di coprire
Si prevede di coprire nella prossima programmazione due mila quattordici due mila venti
Avvalere quindi sulle risorse del futuro ciclo di programmazione per quanto riguarda anche la percentuale di avanzamento come vedete essa magari e differenziata
Risulta più alta in contratti sezione di sviluppo sottoscritti più di recente
E questo è dovuto al fatto che all'interno del Cis sono stati inseriti anche interventi che avevamo già prodotto della spesa già avviati etiche e che pertanto appunto hanno fatto alzare la percentuale di avanzamento nell'opera
Relatore romanzo del contrapposizione di sviluppo come governata appunto il CIS questo tipo di rapporto contrattuale diamo responsabile unico di
Di contratto che di norma incardinato il Dipartimento per lo sviluppo e la questione economica perché
Per legge il dipartimento il DPS vigile cordina sull'attuazione del Cis
Perché ricordi nel processo complessivo di attuazione del del contratto e mi riferisco ovviamente al Ministro delegato che il ministro per la coesione territoriale
Quindi acquisisce da referenti unici delle parti le informazioni tutte le informazioni utili
E assume specifiche iniziative in caso di o ritardi in caso di comportamenti di omissivi
I referenti unici delle parti invece sono i soggetti incaricati da ciascuna parte del contratto e dell'intesa prima citata
Che preliminare al contratto
Dicevo i delegati di ciascuna parte che coordinano i vigilano sull'esecuzione degli impegni assunti dalla parte di riferimento all'interno del contratto vi sono poi altri due organismi di governance collegiali
Ossia il Comitato di attrazione sorveglianza che è composto dai
Da brutte dei referenti unici delle parti dei responsabili regionali delle programmazioni ove siano diversi Dainelli referenti unici delle parti ed è responsabile mite del contratto di programma
Naturalmente al Comitato attrazione dire sorveglianza si riunisce ogni sei mesi per verificare appunto lo stato di attuazione degli interventi eventualmente assumere le misure correttive necessarie nell'ipotesi di nelle quali
Si abbia constatare insomma un
è una un ritardo un inadempimento
E ovviamente l'organismo più alto è dato dal Comitato di coordinamento che è formato dei ministri dall'autorità politiche da coloro che hanno sottoscritto che hanno sottoscritto il ci disse che si riunisce di norma
Ogni due anni ancorché possa essere benissimo riunito d'urgenza anche prima
Qualora si renda necessario
RFI e ANAS amicizia sottoscritti sono i soggetti attuatori quindi quelli preposti alla progettazione e alla realizzazione di interventi che attraverso i loro referenti di Progetto che sarebbero insomma è responsabile il procedimento amministrativo
Praticamente dialogano con aggiornano i dati di monitoraggio sui sistemi applicativi
Deputati che si trovano presso il DPS quindi presso lì come banca dati unitaria
Comunicano a Rocco ogni eventuale ritardo superiore a venti giorni nella fase di progettazione esecuzione attraverso il referente unico di parte
Tutto questo diciamo
L'articolo cinque di ogni di ogni contratto istituzionale di sviluppo dice una cosa importante quindi per no al tema della giornata che il tempo rispetto del cronoprogramma è un elemento essenziale e prioritario del contratto
Cioè quella parola essenziali richiama la mente così come contratto insomma una terminologia squisitamente civilistica
La causa elemento essenziale il motivo essenziale del contratto il rispetto del cronoprogramma essenziale in quanto al mancato rispetto del Corea del crono programma e collegato tutto un nel sistema sanzionatorio di non poco conto perché
Si articola in penali nella possibilità di erogare penali di attivare fosse poteri sostitutivi di arrivare addirittura al definanziamento dell'opera
E nel caso anche nelle parti pubbliche e quindi le sanzioni sono sia nei confronti del concessionario ma anche nei confronti delle parti pubbliche titolari delle fasi endoprocedimentali autorizzativo quant'altro
Addirittura è previsto che qualora il loro comportamento dei termini maggiori oneri si possa divenire atte ad una riduzione delle assegnazioni a valere sulle future programmazioni
Ma il quid novi e soprattutto che qui cioè nella nello stesso CIS e inclusa una responsabilità che ha un nome cognome e cioè la responsabilità del dirigente preposto
Alla esecuzione della degli adempimenti preposte all'esecuzione degli impegni perché
E i ritardi comporta e comportamenti omissivi dovranno necessariamente sia per le parti pubbliche perché per il soggetto attuatore per il concessionario
Essere valutati ai fini della quantificazione di quella che sarà
La retribuzione di risultato
Insomma deve essere alla si alla fine dei conti il contratto istituzionale di sviluppo così come articolato e così come è stato concepito così come è stato scritto
E in qualche modo già nel due mila sette due mila e tredici anticipato quelle che sono le sette nove azioni di metodo della programmazione due mila quattordici due mila venti
Perché i risultati attesi ci sono benefici attesi definite misurabili in in termini di come cambia la qualità della vita la percorrenza di un treno la della velocità
I tempi di percorrenza che si riducono i passaggi a livello soppressi nuove stazioni
Abbiamo indicazione pedissequa delle azioni cioè le azioni non sono indicate per macrofasi progettazioni preliminari progettazione definitiva progettazione esecutiva sono scandite come aveva anticipato il collega nelle varie fasi endoprocedimentali per cui noi
Abbiamo all'interno del crono programma anche l'allegato tre di ogni CIS indicata ad esempio quando una indette
Nata a fase cinerini ed è decidere aprire quando si deve chiudere un parere della Ministero dei Beni culturali data inizio è data Fini previste quindi rispetto
A quei termini si possono effettuare in tutti i controlli del caso ecco perché i tempi
Previsti e sorvegliati attraverso il monitoraggio attraverso le riunioni attraverso i sopralluoghi e attraverso un'azione che anche preventiva attrattiva nella responsabile unico di contratto
Lo stesso CIS realizza l'apertura realizza la divulgazione trasparenza perché qui obbligatorio un piano di comunicazione a come una comunicazione situazionale sui risultati realizzati e sui risultati attesi per qui ogni cittadino può verificare eventuali scostamenti
Partenariato mobilitato anche qui parteneriato mobilitato significa non solo coinvolgere nelle decisioni pubbliche le galassie
Parti economiche e sociali che normalmente sono coinvolte per legge ma anche
Ma anche i cittadini tutti coloro cioè interessati dall'investimenti che possono a possono dare un contributo di conoscenza l'investimento
Preside nazionale quindi c'è un rafforzamento anche del ruolo dell'amministrazione centrale abbiamo detto che
Diversi sono gli strumenti di controllo e monitoraggio le riunioni le sanzioni ex post è una valutazione di impatto perché il il
L'attuazione il contratto sia sensi Lupo e accompagnata
Sia da una verifica costante l'Unità di verifica degli investimenti pubblici e che anche autorità di otite del CCISS e sia data cucina analisi valutative dell'Unità di valutazione degli investimenti pubblici sia quelli che possono essere
Gli effetti delle scelte
Grazie
Grazie professor Bollea per averci illustrato questo strumento che sicuramente ben congegnato sarà interessante magari nei prossimi mesi io o l'anno prossimo capire se se tutti questi
Accorgimenti stanno dando risultati attesi
Parliamo ora di di trasparenza e la trasparenza appunto latte qualificante di questa edizione di di forum viale abbiamo declinato
In in un sacco di appuntamenti ieri abbiamo parlato di di trasparenza proprio di monitoraggio vederlo utilizzazione
Del delle risorse per la per la coesione parlando del portale open coesione oggi parliamo di uno strumento che consente di monitorare alcuni toh
I tempi del delle opere il dottor Vincenzo Lonato Direttore Dipartimento sviluppo e coesione economica del ministero sviluppo economico ci racconta appunto
Questo strumento di apertura e di trasparenza
Buongiorno a tutti
Intanto io
Sicuramente per riprenderò una serie di concetti una serie di
Questioni che sono state poste anche dai colleghi che mi hanno preceduto
La prima riflessione che mi veniva in mente mentre interveniva
La dottor bella è che lui ricordava che gli alunni quando prendevano un brutto voto
Immediatamente pensavano potevano sistemare la media prendendo un voto molto alto alla successiva interrogazione
Io subito riflettuto sul fatto che appena cominciato a impattare
Sul problema del tempo con i colleghi dell'uno per
Nel
Cercare di capire quale sarebbe stato l'andamento della spesa del fondo aree sottoutilizzate oggi fondo sviluppo e coesione di cui ho la responsabilità
Abbiamo
Ragionato molto sulle sui programmi sui programmi finanziari che venivano fuori dalle
Dichiarazioni che
Le Regioni italiane facevano aveva all'atto della stipula degli accordi di programma quadro e poi nella fase di esecuzione
E scopriamo che ogni volta che si fa viva un anno la stesa immediatamente nell'anno successivo sarebbe fatta quella dell'anno precedente più quella dell'anno in corso
E questo era
O una motivo di
Valutazione e verifica con i nostri colleghi e cercavamo in qualche modo di capire quali senza vernice l'andamento effettivo e devo dire che per quanto abbassasse IMO le previsioni le abbiamo sempre farli dello stesso perché erano sempre più alte di quelle che si sono poi concretizzate
Perché dire questo perché il tempo è un'unità di misura che possiamo utilizzare per individuare il momento in cui il risultato sarà conseguito
Questo è quello che poi in fondo ci ha detto
Ci ha chiesto reti di
Chiarire ma ci ha detto Mario Rella che in Italia
Ma intanto abbiamo bisogno che sia chiaro che sia quale sia
Lei ci diceva che in tre anni si possono
Realizzare opere in altri Paesi
Immagino che in Italia
E già sarebbe un grande successo sai in quel stesso arco temporale uscissimo a completare dal concepimento al progetto esecutivo e alla gara attualmente non è esattamente così
Tenga conto che
Soltanto per
Far pubblicare una delibera del CIPE abbiamo bisogno di qualche mese e che in un procedimento della legge obiettivo abbiamo almeno tre volte la pronuncia del CIPE necessarie
E questo
Significa che almeno un anno e mezzo
Del tempo che stiamo indicando serve soltanto per applicare le nostre norme in materia di opere pubbliche almeno quando si tratta di opere strategiche importanti come quelle sulla legge obiettivo che poi sono quelle che interessano
Probabilmente di più
I cittadini
Verificare la realizzazione degli impegni assunti lo abbiamo detto lo ha detto laddove è stato detto già in prima determinare l'azione dell'Amministrazione per adottare le misure correttive si parlava prima di sanzioni penali definire il risultato atteso
E qui significa
Poi c'è il tema di capire un attimo
Che cosa si aspetta il cittadino dall'impegno dall'investimento che
In qualche misura stato realizzato e quando pensiamo a investimenti nel settore delle infrastrutture trasportistiche
Evidentemente ci sono due possibilità risultati attesi uno quello di rendere più sicure le nostre infrastrutture l'altro di renderle più veloci
Uno dei
Qual è la situazione attuale la situazione attuale quella che
Per scrivevamo prima descriveva dottor bella abbiamo dei tempi medi che sono di realizzazione delle opere pubbliche sono diverse varia geografica l'area geografica le fonti ho rapinato i colleghi De Luca quindi
Immagino che ma ho rapinato cercando di
Rapinare poche informazioni
Evidentemente non possiamo che far fronte aspre utilizzare quelle informazioni abbiamo delle differenze tra Regioni
Evidentemente
I tempi medi voi sono diversi va dell'entità
E questo è un dato che sicuramente
Ci ci chiariranno e ci diranno anche più avanti quando si parla di opere come quelle del CIS che sono tutte superiori I cento milioni per singolo progetto
In Italia non ci possiamo attendere un tempo medio di undici anni
Direi che quindi tre anni a cui lei faceva cenno probabilmente
Non sono possibili e non sono nemmeno registrati nei nostri scisso ha in questo momento non ci saremmo potuti assolutamente prendere un impegno di questo genere
Perché eh francamente per la situazione italiana immagino onestamente anche per una situazione
Di altri Paesi europea lei
Non proponibile credo che alcune volte le accelerazioni si possano realizzare ma si riferiscono a opere di dimensioni molto più contenute e si riferiscono a ad hoc ad
A opere
Che siano state già concepite progettate pronte all'H ad essere inserite in cantiere
Se questo fosse possibile in Italia sarebbe già un grande successo il problema è che in Italia una norma che stabilisce che non si può progettare se non si ha la certezza delle risorse per il da investire
Ci siamo noi detti che non lo possiamo consentire ed è per questa ragione che abbiamo immaginato nel tempo come Dipartimento di favorire la creazione di fondi di progettualità
E
E questo il motivo per il quale nella delibera sessantadue abbiamo espressamente autorizzato Ferrovie dello Stato a realizzare progettazione anche in assenza di risorse da investire perché appunto come diceva
Come si diceva Muraro poco fa nella rappresentazione fatta dalla dottoressa Lapponia
Sappiamo che ci sono delle risorse che nel periodo mila quattordici due mila venti potranno essere utilizzate a condizione
Che l'avanzamento progettuale arrivi ad una fase abbastanza avanzata ci consenta di
Percorrere il tempo della realizzazione esattamente nei nove dieci anni non ho ben capito
Indicazioni che dava Nicola sul tema della dell'n più due venne più tre ma insomma se ho capito bene un n più due e mezzo
è sicuramente in quei nove dieci anni potremmo forse realizzare ma se saremo appunto un po'più avanti
Oltre
L'idea ma già su un Progetto speriamo il più possibile avanzato
E mezzo per controllare si è detto quindi è inutile che mi ripeto è il crono programma cioè scadenze definite di per ogni singola
Realtà
Questa verifica degli impegni per opere avere degli strumenti di controllo ci sono degli strumenti di controllo istituzionali ci sono dei gli strumenti di controllo partecipativi gli strumenti i controlli istituzionali sono stati già citati e monitoraggio
I sopralluoghi sono due modi più episodi con l'uno o più generalizzato l'altro l'uno attivabile dall'altro anche che ci consentono di avere dei dei dati da poter in qualche modo esaminare e su cui intervenire si è già detto che
Proprio
Grazie a questo monitoraggio che è bimestrale siamo in grado di capire quali sono i ritardi che si realizzano i già prima dei ritardi
Siamo in grado di fare qualche cosa in più un'azione propulsiva approvativa verso le amministrazioni che sono ormai al limite da loro scadenza sugli impegni che si sono assunti per chiedere che cosa abbiamo fatto e si stiano
Se siano pronti a rispettare la scadenza stessa ma quello che è molto più importante la partecipazione della collettività
Partecipazione della collettività che si realizza sia abbiamo già realizzato proprio sui CIS con
Ora assemblee in cui il
La collettività discute delle scelte che si stanno facendo le fa proprie le comprende
Riesce a capire quindi quali devono essere le scelte che vengono effettuate e i tempi in cui questa scelta di un un sito web che ci consenta
Di rappresentare questo alla collettività più diffusa quindi non soltanto a quella localizzata sulle realtà di interesse ma che ci consenta di
Raccontare a tutti quello che sta accadendo
Cosa
Vada sul portale cosa andrà sul portale su questo potrebbe immaginato che
Abbiamo chiamato appunto per i CIS
è un portale che
Cerca di raccogliere tutte le informazioni che dicevamo prima quella del monitoraggio quelle delle delle attività di sopralluogo quelle del che derivano dai soggetti attuatori quelle che c'era in lo dal territorio e di
Riproporne e raccontarle tutte cioè dare la possibilità di avere una visione continua e immediata del dei quello che sta accadendo
Al termine della realizzazione dell'opera come dicevo prima
Do siamo abituati normalmente a misurare l'opera e queste nella nostra tradizione
Come entità fisica realizzata quanti chilometri di strade ferrate abbiamo realizzato quanti chilometri di strada invece
Urbana voi extra urbana siamo riusciti a realizzare
Ma forse
E questo è quello che ci chiede il due mila quattordici due mila venti dobbiamo imparare a misurare un'altra cosa qual è il beneficio atteso dalla comunità
Ho dicevo prima soprattutto sugli interventi infrastrutturali questo beneficio è dato dalla sicurezza e qui è il caso della Sassari-Olbia della Sassari-Olbia ma ci aspettiamo che diminuiscano il numero degli Interni incidenti e che diminuiscano
Il numero dei morti e quella e la seconda strada in Italia per incidentalità e per insicure
In sicurezza del motivo per cui era stata definita l'emergenza sull'aria sulla sua Sassari-Olbia
A evidentemente insieme con una maggiore sicurezza ci aspettiamo anche una maggiore velocità visto che stiamo trasformando la strada a due corsie in uno Stato a quattro corsie con un separazione netta
Per migliorare la sicurezza però lì sicuramente misureremo la riduzione degli incidenti
Sulla invece sulle tematiche ferroviarie ci aspettiamo un risultato in termini di tempo
Quindi c'è un tempo da attendere perché il tempo si riduca
Questo è mi sembra il messaggio che possiamo in qualche modo raccontare che stiamo già impegnandoci a raccontare penso che il risultato atteso sarà dichiarato sul portale fin dal momento della sua apertura grazie
Grazie mille
Dottor Trovato che
Ce l'ha dimostrato anche che trasparenza significa anche spiegare quello che si può quello che non si può fare e perché soprattutto quando alcuni passaggi che magari è sorgono dei tempi
Sono istituiti da norme a garanzia dell'interesse pubblico io chiedere adesso il relatore di fare un piccolo cambio della della guardia in maniera tale da consentire
Di venire sul palco
Tale dottor Triglia dottoressa Carluccio dottor tredici che
Interverranno adesso nel
Nell'immediato
Se seriamente fosse
Gli ambiti
No
Quindi
Il
Dottor Matteo
Triglia
Di referee
Ci ci racconta la prospettiva appunto del osservazione dimensione tempi
Vista da dalle ferrovie
Buongiorno a tutti
Io cercherò
Nel
Tempo limitato che mi viene
Messo a disposizione di
Cercare di spiegare che cosa fa il gestore infrastruttura perché innanzitutto dobbiamo capire quale la mole di investimenti che R.F.I. gestisce
Qual è la quota parte che viene gestita invece attraverso il contratto istituzionale di sviluppo e perché R.F.I. aderito con entusiasmo alla sottoscrizione di questo contratto
Spiegando quindi strada facendo cosa ci attendiamo noi dal contratto perché prima sono stati evidenziati cose
Si attendono le pubbliche amministrazioni adesso vorrei tentare di spiegare cosa si attende il gestore infrastruttura dalla sottoscrizione di questo contratto
Se partiamo con
Così prime presentazioni non so chi è che mettere
L'anno
A parte
A posto
Se
E quindi vorrei innanzitutto parlarvi di che cos'è l'infrastruttura ferroviaria che naturalmente è una grande risorsa messa a disposizione del Paese
Cont pochi dati ho cercato di riassumere quella che è l'entità dell'infrastruttura
L'infrastruttura
Che viene come dire rappresentata come infrastruttura messa a disposizione della collettività dove c'è una forte domanda di trasporto esempio i nodi metropolitani che sono lì rappresentati e cerchiati
Ho
L'infrastruttura che attualmente
A una maggiore come dire domanda e qualità di servizio offerta che il nostro sistema Alta velocità con circa mille chilometri a disposizione presso della collettività
E tutto il resto della Rete che poiché la rete fondamentale la rete integrativa dove si svolge prevalentemente il trasporto regionale
Tutta questa grandi infrastrutture ha bisogno di investimenti ha bisogno di investimenti di manutenzione straordinarie per mantenere in efficienza l'infrastruttura ma anche i bisogni di investimenti di potenziamento per realizzarne di nuove
Qual è l'ordine di grandezza è come ci muoviamo noi all'interno di questo mondo ci muoviamo
Con un contratto di programma
Firmato e sottoscritto dal gestore infrastrutture a rete ferroviaria italiana con il Ministero delle infrastrutture questo contratto di programma e in scadenza scade a giugno del due mila e tredici
E verrà
Rinnovato con le disponibilità finanziarie che saranno messi a disposizione
In questo contratto di programma volevo solo far capire l'entità di alcune cifre c'è una quota parte di questo
Finanziamento che destinato allo sviluppo della rete cosiddetta convenzionale sarebbe di cui parliamo oggi perché la rete
Avute praticamente completata se non per
Interventi ormai residuali che attengono ai nodi
Di Bologna di Firenze di Napoli
E su questa quota parte di rete convenzionale
Una parte di questa disponibilità è stata contrattualizzato all'interno dei scesa ed è stato descritto dai relatori precedentemente quindi
Dal punto di vista
Economico del di risorse già effettivamente disponibili perché poi è stato detto che una quota parte di risorse ancora le dobbiamo
Reperire per completare i contratti istituzionali di sviluppo ma come vedete
E un importo significativo rispetto all'importo complessivo destinato alla rete convenzionale si parla di sei miliardi di euro rispetto a un totale di trentotto ma che vestì nato ad incrementarsi perché la maggior parte dei finanziamenti sono proprio previsti nel sud
Anche qui volevo darvi un esempio di quello che l'andamento della spesa cioè il volume degli investimenti che anno per anno Rete ferroviaria italiana a portata avanti
Ci sono due curve perché ci sono due entità che volevo da presentare in maniera separata c'è un finanziamento di trentadue miliardi che era destinata alla realizzazione della Torino Milano Napoli c'è della linea
Del sistema alta velocità italiana che praticamente concluso ci sono solo delle opere ormai di finitura di cui vi parlavo prima quindi darà pochi contributi alla contabilizzazione complessiva
Mentre c'è un'altra quota quella destinata alla rete convenzionale di cui fa parte anche dei i contratti istituzionali di sviluppo
Che sono invece destinati a crescere nei prossimi anni proprio in virtù del fatto che ci sono queste esigenze di accelerare gli investimenti al sud così come c'è
Una nuova forma di finanziamento che è stata chiamata per lotti costruttivi tenuto conto dell'entità degli investimenti da porre in essere che riferite a tre grandi interventi la realizzazione della linea alta velocità Treviglio-Brescia
Il terzo valico dei Giovi per collegare le aree portuali di Genova con il nord Europa e il tunnel del Brennero
Se questa è l'entità dei finanziamenti evidentemente i gestori infrastrutture ormai e da decenni che si è organizzato con gli strumenti che oggi sono stati descritti per noi
Non è una novità seguire gli investimenti in termini di tempi e costi
Insomma non c'era alternativa per poter gestire una mole di investimenti come avete visto se non c'era un forte manager mente un forte
Processo di project management che consentisse di gestire gli investimenti esclusivamente se non
Proprio strategicamente in termini di tempi e costi
Quindi l'abbiamo fatto dotandoci di un sistema di regole interne
Perché non è naturalmente
Dobbiamo
Stare all'interno di un gruppo di un gruppo complesso e quindi che ha bisogno di alimentare
Varie
Piattaforme informatiche per poterle collegate fra loro e avere la possibilità di gestire i dati anche in termini di Budget di bilancio eccetera
Questo sistema quindi di regole è stato curato attraverso processi aziendali un sistema informatico dedicato su piattaforma Samp che è stata
Opportunamente cascami Zatta per le esigenze degli investimenti è un'organizzazione che ci ha consentito di
Dedicare dei team di Progetto I vari investimenti da realizzare
Come ci siamo organizzati con un referente di progetto che è l'equivalente del responsabile unico
Di diciamo del contratto Responsabile Unico di Progetto del gruppo come dire definito nell'organizzazione pubblica
Questo referente quindi è l'unico responsabile dotato di autonomia complete deleghe per poter operare
Perché cosa per il raggiungimento di due risultati tempi e costi
Si avvale quindi di un sistema di Tim ogni in team
E dedicato un portafoglio di progetti può e delle strutture naturalmente accessorie ordine messi a fattor comune che sono quelle tipiche della gestione dei progetti
Tutto questo lotto
Monitoriamo mensilmente con degli steering mensili nei quali vengono affrontate tutte le tematiche di gestione del progetto noi
Prevalentemente i nostri progetti li gestiamo attraverso una società del gruppo una società di ingegneria
Che ha una sua rinnovata Rino Manza anche all'estero per gli interventi che ormai inseguiamo dappertutto della Società Italferr una società del gruppo che ci fa progettazione ci fa direzione lavori ci fa project management
E quindi ci consente di gestire
Altri lavori invece di gestiamo internamente alla stessa società R.F.I. con risorse interne
Con questo sistema quindi di monitoraggio noi abbiamo un cadenzamento nei dodici mesi che ci consente di fare alcune attività in alcuni mesi altre attività in altri mesi ma ci consente di traguardare in tre momenti dell'anno quindi con una visione quadrimestrale quelle che sono le variazioni potenziate dei tempi e costi e quindi innestano innescare un processo decisionali interno all'azienda che porta
A questa approvazione ritaratura di tempi e costi
Ma che necessita di un sistema approvativo all'interno dell'azienda
Tutto questo naturalmente è collegato a quel processo di Baget
Della società
Dal punto di vista informatico
I vari progetti perché abbiamo progetti
Come si era
Stanno già indicato nell'ambito della presentazione del contratto istituzionale di sviluppo abbiamo dei progetti prevalentemente tecnologici cioè legati
Alla possibilità di meglio utilizzare l'infrastruttura esistente con sistemi che consentono di un mentale la capacità dell'infrastruttura
E invece delle tipologie di investimenti più tipicamente infrastrutturale quindi la realizzazione di nuove linee raddoppio di linee esistenti che hanno bisogno invece di una più complessità di definizione del progetto stesso
Tutti questi vengono quindi sviluppati attraverso dei portafogli che consentono di gestire questi progetti
Lo stesso meccanismo anche se in maniera più semplice lo hanno adottiamo
Precedentemente quando dobbiamo cominciare a creare il portafoglio di progetti quindi cominciamo a fare gli studi di fattibilità cominciamo a fare dei progetti che noi chiamiamo programmatici perché fintanto che
Non hanno copertura finanziaria non possono entrare evidentemente fra le opere che il contratto di programma recepisce come opere in corso c'è una sezione dedicata del contratto di programma che parla appunto di opere programmatiche non coperte finanziariamente
Adesso invece volevo collegare dopo questa presentazione le attese del contratto istituzionale di sviluppo qui ho voluto portare un esempio di un'opera
Che non ha avuto enormi difficoltà nella farse di approvazione del progetto che poi l'altro argomento di cui intendo parlare questa presentazione ma che invece ha avuto grande difficoltà in una fase che si chiama fase negoziale perché R.F.I. è un'azienda che vede
Applicare le regole pubblica quindi svolge contratti con tutti i sistemi
Pubblicistici quindi sottoposta al controllo dell'autorità di vigilanza dei contratti pubblici della Corte dei conti italiana europea con me abbiamo esaminato in quanto si tratta di fondi europei
Quindi qui lancio una domanda perché poi vorrei
Cercare di darci una risposta cioè quali sono gli strumenti e i mezzi che il CIS ci avrebbe consentito per ridurre quel tempo e assolutamente
Come dire biblico nel senso che è un caso e non non non è che sia un caso processi
Che abbiamo sempre
Abbiamo sempre però delle difficoltà nel nelle fasi negoziali delitti continui ricorsi alle autorità giudiziarie
Quindi mi chiedo chi una domanda che mi faccia insieme a voi
Come il contratto istituzionale di sviluppo ci poteva ci potrà aiutare in casi simili per ridurre questi tempi
Perché poi come vediamo alla fine
Sono sempre di più i tempi
Delle fasi di
Procedurali di approvazione del progetto preliminare Progetto definitivo attività di gara la fase realizzativa poi diventa una
Una parte
Minimale rispetto a quella che
Questa fase
Diciamo
Che dobbiamo attivare prima in questa è una delle risposte I famosi tempi di cui si parlava prima ce ne abbiamo una complessità nella fase approvativa con tutti i passaggi al CIPE che Sacchi è necessario fare
C'è una complessità di attività negoziale che però e comune in quanto ci sono normative europee
La diversità e il sistema giudiziario in Italia i tempi che
E le cose che vengono consentite che in altri Paesi invece hanno dei sistemi che in un tempo ben definito risolvono queste controversie
Anche qui ho voluto fare solo un appello di quelle che che noi storicamente negli anni abbiamo
Distress delle principali criticità
Che comportano ritardi nella realizzazione degli investimenti
Nella fase progettuale sono
Tipicamente di carattere finanziario cioè non riusciamo mai ad avere una certezza su quando sarà disponibile il finanziamento per realizzare l'opera
L'approvazione da parte degli enti conferenze di servizi Comitato interministeriale per la programmazione economica espressioni di conferme varie all'interno del ministero infrastruttura che il nostro ministero controllante
E il recepimento di continue non nuove normative sia europee ma soprattutto di recepimento nella normativa nazionale che condizionano devoluzione dei pro
Degli allungamenti dei tempi di gara vi ho già parlato ci sono poi invece le difficoltà in fase realizzativa
Anche qui sono sempre legate al mantenimento delle risorse finanziarie perché assistiamo ultimamente
A continui decreti che mettono in discussione i finanziamenti già approvati ce ne abbiamo un contratto il contratto dovrebbe essere un contratto
Che
Garantisce il finanziamento dall'inizio alla fine invece assistiamo purtroppo a dei provvedimenti
Da parte del Ministero del tesoro che riduce i finanziamenti già accordate
Una nuova
Complessità dettata dall'ingresso dell'Agenzia nazionale ex sulla sicurezza ferroviaria quale adesso dobbiamo sottoporre
Progetti e attività finali prima della possibilità di mettere in esercizio le opere ferroviarie
Un recepimento di normativa
Molto complessa sulla regola mento alla sicurezza delle gallerie
In fase
Realizzativa poi si sommano le difficoltà economico-finanziaria degli appaltatori e delle difficoltà nella
Acquisizione di aree per poter realizzare cantierizzazione e attività lavorative
Tutto questo per lanciare il un messaggio
Che cosa vuol volevo dire con questa articolazione che più del cinquanta per cento di queste difficoltà
Sono difficoltà autorizzative di adempimenti normativi ecco perché noi abbiamo aderito con entusiasmo al contratto istituzionale di sviluppo
Perché pensiamo che attraverso quella stringente individuazione di responsabilità personali di strutture dirigenti delle varie amministrazioni pubbliche sia possibile un dialogo più forte
Più veloce che ci consenta di diminuire questa percentuale di
Criticità che posizione si manifesta noi in prolungamento di tempi incremento di costi per riserve del degli appaltatori che eseguono le opere
Che quindi ci aspettiamo parecchio da questo tipo di
Interventi grazie tortelli anche noi dobbiamo con il treno Pizzinato contraccolpi must salto questa parte ma volevo solo dare un ultimo messaggio anche il PD sui rapporti che ci aspettiamo dal CIS
Proprio
Sulla natura autorizzativa di questi interventi volevo portare
Un esempio
Positivo
Che abbiamo affrontato insieme nel caso
Della
Approvazione diciamo del progetto della Napoli cancello
Che ci ha visto per quarantadue mesi discutere di un progetto che aveva già stato come dire che aveva ottenuto tutti benestare ma che veniva messo in discussione
Dalle parti pubbliche comuni e regioni
E che in quattro mesi con un iter che abbiamo insieme stabilito di discussione ci ha consentito di superare tutti i dubbi e dopo quattro mesi si è ritornati
A confermare che il progetto che avevamo in seguito quarantadue invisibili mi andava bene vera il progetto
Più semplice da portare avanti da realizzare
Ma che lo strumento ci ha consentito questo maggior dialogo con
C'erano gli enti interessati attraverso questa maggiore trasparenza siti web e quant'altro che ci consente quindi di dialogare con le altre strutture finisco solo con una domanda più tecnica che rivolgo i nostri colleghi
E che nel sistema di pianificazione che abbiamo visto per gli anni due mila quattordici due mila venti
Tenuto conto che nei nostri contratti ci sono realizzazione di opere inganno un arco temporale di Rizzati Ivo che va al di là dei tempi previsti
Ci dobbiamo chiedere quali sono gli strumenti per rendere poi effettivamente finanziabili realizzabile di investimenti che abbiamo indicato grazie
Sottolinea
La dottoressa
Carla Carlucci ci spiega quali sono gli strumenti di controllo per sorvegliare appunto i tempi
Purtroppo io mi scuso con un elenco in chi interviene ora però dovremmo cercare di di condensare al massimo grado
Sì solo un un diciamo un richiamo a mi aggancio un po'quello che ha introdotto
Scorsa introdotto Mario Vella sul fatto che in Italia abbiamo due problemi non solo quello della velocizzazione dei tempi ma anche quello della
Capacità di prevedere quali saranno
Effettivamente i tempi realizzati
E con riferimento a questo punto io non non voglio banalizzare ma in realtà non è così difficile riuscire a
Ma prevedere in maniera corretta i tempi che si realizzeranno perché non è così difficile in questo la tecnologia ci aiuta a livello tutti lo sanno
Bisogna essere solo diligenti bisogna che l'Amministrazione si mette lì a memorizzare diligentemente le date di inizio e fine previste effettive delle opere
In corsa che si è levata guardare cioè vado ad esaminare
Quindi impari dal passato come fa ogni individuo nella propria vita come ogni Favalli professionista ogni organismo impara dal passato corregge gli errori e va avanti
E noi
Come diciamo uno era abbiamo sperimentato invece la difficoltà
Delle amministrazioni di mettersi in quest'ottica cioè di
Usare la conoscenza che le ripeto la tecnologia può ci consente
Per migliorare non solo diciamo leggere il passato ci aiuta a prevedere il futuro
La
Una lettura del passato che non sia diciamo come dire grossolana ma che vada un po'nel profondo attraverso la
La registrazione anche dei fatti che avvengono durante la realizzazione di un'opera
Consente poi di intervenire nelle vostre quanto è possibile chiaramente ci sono come dire c'è un sistema di regole come diceva ingegnere Triglia che non non sempre è nelle mani di chi poi gestisce le opere no
Però per le per la per ciò che è nelle possibilità di un'amministrazione può essere corretto
Noi diciamoci come dicevo ci siamo accorti della difficoltà delle amministrazioni semplicemente scusate
Semplicemente osservando quello che trovavamo nelle nelle banche dati
Cosa abbiamo visto abbiamo visto che c'è una carenza informativa per quanto riguarda la la parte procedurale cioè una maggiore attenzione per l'avanzamento economica e finanziaria già invece molta
Molta se meno qualità nell'avanzamento fisico di un'opera cioè fisico procedurale
Questo
Diciamo questa scarsità questa carenza informativa in parte fisiologica immaginate un'opera in corso chiaramente
Saranno presenti non si sa informativo le date relative alle fasi realizzate saranno assenti le date relative alle fasi
Non realizzate ma c'è una carenza informativa che deriva dal fatto che molto spesso invece non c'è cura nell'inserimento delle informazioni
Anche per le opere con fasi realizzate
Questo quindi c'ha costretto ad un certo senso ad utilizzare
Delle metodologie di stima perché perché avevamo più formazione sulle opere di minore dimensione quindi
Che hanno avuto bisogno di meno tempo e avevamo meno informazione sul sulle opere di più grande dimensione in generale avevamo anche carenze appunto di informazioni carenti un po'dappertutto
E la le tecniche cono metri che ci hanno aiutato non solo a stimare i tempi di attuazione delle opere più grandi quelle per le quali
C'era una carenza fisiologica dell'informazione ma
Anche a recuperare l'informazione a correggere l'informazione spesso incoerente
Relativa ad opere di varia dimensione
Abbiamo usato questo a Prato metodologico per fare sia delle analisi aggregate che anche per mettere a punto un dispositivo un'applicazione che abbiamo chiamato visto visualizzazione interattiva della stima dei tempi delle opere pubbliche
Che invece consente ad un qualsiasi città da un qualsiasi istruite all'amministratore
Tore ad un funzionario di confrontarsi con interventi con determinate caratteristiche
Allora per quanto riguarda
La nostro ambito di analisi ci siamo focalizzati sul percorso attuativo
Che va dalla progettazione preliminare alla realizzazione dei lavori tutto quello che c'è prima tutto quello che c'è dopo sebbene estremamente interessante eh
Fortemente carente nei sistemi informativi Enza della funzionalità all'entrata in funzione di un'opera che è quella che alla fine conta in termini di benefici e i cittadini di solito è un'informazione che non viene viene inserita con
Diciamo con difficoltà
Abbiamo anche
Analizzato quelli che abbiamo definito tempie travet di attraversamento cioè i tempi che intercorrono tra la fine di una fase l'inizio della fase successiva
Qui potete vedere schematizzato la sequenza diciamo la sequenza del percorso che abbiamo analizzato quindi
Che vada la progettazione preliminare alla definitiva le esecutiva al bando e alla realizzazione di lavori nelle nostre analisi abbiamo accorpato le tre fasi progettuali in un'unica fase di progetto amento
Di progettazione e con i puntini vedete evidenziati i tempi di attraversamento
E
Va beh sulla parte metodologica o
Già fatto alcuni cenni per quanto riguarda le analisi aggregate abbiamo utilizzato i dati provenienti dal monitoraggio degli interventi realizzati tramite gli strumenti di programmazione negoziata cioè gli accordi di programma quadro
Questa è una fonte informativa completa dal punto di vista il percorso procedurale
A
Per oggetto l'investimento pubblico e quello che ci interessa non tanto il contratto in termini di
Come dire di un'analisi una visione complessiva dell'opera
Le nostre analisi si riferiscono a diciassette mila opere pubbliche per un valore investito di circa sessantasette miliardi di euro
Questa l'abbiamo già vista non ve la faccio vedere ci dà l'idea diciamo di quanto in media per classi di costo ci mettiamo in Italia realizzare un'opera andiamo da circa tre anni per le opere di
Inferiori ai cento mila euro e superiamo i negli undici anni per le opere maggiore di cento milioni
Di euro ecco un mi premeva farvi vedere questa slide perché qui possiamo apprezzare l'entità del quindi il peso delle fasi di attraversamento sulla
Su ogni fase diciamo
Che vada la progettazione preliminare l'affidamento come potete vedere la la per la parte la diciamo la fase che i anzi media partiamo dal dal valore medio in media
Dalla progettazione per il preliminare all'inizio dei lavori cinquantasette per cento del tempo dedicato attività diverse da quelle prettamente tecniche ci sono tutte le attività autorizzative chiaramente ci sono
Ma effettivamente ci sembra un un un peso estremamente consistente considerate che nella fase pre per di progettazione preliminare questo il peso dell'attività
Delle delle di cui di questi tempi di attraversamento arriva al settanta per cento
Qui potete vedere il peso di tempi attraversamento alla al crescere della classe dimensionale come vedete
Passa dal sessantatré per cento nelle opere di più piccola dimensione scende al quaranta per cento le opere di più grande dimensione
A testimonianza del fatto che ci sono quindi attività che sono rigide diciamo che la la durata della fase di ogni fase rigida rispetto ad alcune attività presente autorizzative cioè quelle impiegano lo stesso tempo
Sia che si tratti di un'opera piccola sia che si tratti di un'opera grande
Qui diciamo abbiamo già visto parte col dottor Donato queste
Queste cartine abbiamo voluto a mettere a confronto i territori
Rispetto alle performances al a in termini di durata incorrere in confronto ad una durata media nazionale quindi
Questi questi diciamo che vedete sono i contributi netti regionali cioè
Le performances che ogni Regione otterrebbe se dovesse affrontare
Lo stesso sette di interventi pari a quello medio nazionale quindi questi tempi questi scostamenti in Spagna vedere sono calcolati
Al netto di tutti i fattori che determinano alla lunghezza di una dell'attuazione di un'opera quindi dimensione sicuramente settore altri
Come potete vedere nella prima cartina
Vuol analizziamo la fase dei lavori
Dove possiamo vedere che c'è un blocco del blocco delle regioni del Nord estremamente diciamo che tendenzialmente per la loro come dire detenuto fattore naturale diciamo
Insito nel territorio nella evidentemente la capacità delle dell'azione pubblica
Tende a anticipare i tempi anche del quindici per cento rispetto alla media nazionale c'è un blocco di regioni del centro che invece
Tosca Toscana Lazio e Abruzzo che invece tende di molto a allungare
I tempi e poi un po'di chiaroscuri e nel sud con la Sicilia che presenta nella fase lavori di asceta Ada abbiamo
Ad anticipare
Anche la Sardegna se andiamo a vedere il totale del percorso procedurale invece possiamo dare per esempio come la Sicilia da verde diventi rossa perché la sigla vola moltissimo ritardo nella fase
Nelle fasi preliminari alla realizzazione dei lavori quindi fase in particolare progettuale
Le regioni del nord più o meno rimangono saldamente in sella diciamo alla cavallo vincente mentre chiaramente alcune regioni modificano il loro profilo e questa diciamola salterei perché ci porta un po'
Di tempo ci porta a un po'di tempo questi sono solo alcuni flash di una serie di informazioni che abbiamo raccolto Nendo rapporti sui tempi di attuazione le opere pubbliche posti potete scaricare nel sito sul sito del DPS
E che sono quindi disponibili per tutti
Invece passerei ha visto visto è come dice uno strumento di controllo dei tempi di attuazione un'applicazione sviluppata dall'UVER che USA
Le informazioni provenienti da due diciamo da due banche dati di monitoraggio degli Investimenti Pubblici quella degli accordi di programma quadro quella e dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubbliche utilizza complessivamente quaranta mila durate
Perché visto o come dire ragione a terra durate erra durate relativi a singole fasi e poi ricostruisce l'intero percorso e quattro mila durate parziali
Quanto a mia durate effettive quattro mila parziali io non so se
Ci provo andare sui in rete no facciamo volevo farvi vedere
Può provare ma il tempo libero
Meno bene allora quindi visto consente di selezionare le varie caratteristiche di un'opera l'importo quindi il costo di un'opera espressi in euro il settore che articolato in cinque categorie
Che voi non vedete però che pregherei di
Diciamo di rimettere
Le slide grazie
E la tipologia di intervento perché può essere un'oca nuova realizzazione o altro la procedura di selezione aperta ristretta o negoziata lento attuatore articolata in sé categorie comuni province regioni gestione e gestione dei ministeri altri enti
Fornisce stime di durata per ognuna delle cinque fasi e per l'opera nel suo complesso quindi fornisce una durata tipica cioè una durata mediana diciamo e intorno a questa piazza diciamo delle durata durata breve e lunga una durata media italiana con le quali ci si può confrontare
E visto può servire come uno strumento diciamo che può mettere in guardia sull'andamento della propria opera
Perché sia delle fasi in corso che per le fasi effettive ci si può confrontare con un racconto range di durate
E quindi vedere se ci si posizionerà nella parte a destra destra a sinistra scusate della
Della durata mediana e quindi si ci si sta muovendo più in fretta della media
Nazionale con riferimento a quel progetto oppure se ci si può si posiziona desse quindici si sta muovendo più lentamente consente anche di valutare la propria prestazione rispetto a una durata media nazionale
E anche e quindi sa mi scusi per non per noi annullare completamente l'intervento del dottor Clerici le le devo chiedere di di chiedere grazie va bene seminata un'applicazione di lista ma
Eventualmente non so se saranno messe a disposizione sicuramente sicuramente
All'interno di saperi piena in tutti gli interventi sono sono pubblicati
Dottor Clerici osservatorio delle dei costi del non fare ci da un punto di vista
Diverso
Che
è quello
Del del cittadino comunque dell'organizzazione al servizio che fa della trasparenza un servizio effettivo per il monitoraggio cinico
Buongiorno a tutti ringrazio molto gli organizzatori per l'invito cercherò di essere più breve possibile permettetemi solo di presentare molto rapidamente chi siamo il nostro osservatorio da oltre otto anni monitorato sviluppo infrastrutture del Paese
E misura una metodologia particolare questo diciamo il valore aggiunto del nostro lavoro
Gli impatti economici ambientali sociali che la mancata realizzazione delle infrastrutture può generare a carico del del nostro Paese
Gli obiettivi che ci poniamo sono sostanzialmente due da un lato diffondere questa nostra la conoscenza che ne produciamo quindi analizzare diffondere queste connesse alla mancata redazione delle infrastrutture dall'altro lato
Proporre delle soluzioni soluzioni per appunto sbloccarlo sviluppo delle infrastrutture nel nel Paese soluzioni che più volte sono state per riprese dal legislatore nazionale
Queste sono il Parma che negli anni ci hanno aiutato e che ringraziamo per averci fatto lavorare in autonomia e indipendenza
Per chi fosse interessato approfondire i temi che oggi toccherò rapidamente ci sono i nostri siti e costi del non fare l'AGCI Publishing
Andando al tema di oggi né il tempo è certamente una variabile chiave quando si parla di di infrastrutture con si parla di sviluppo infrastrutturale è stato ricordato più volte perché ricordo semplicemente che la lo sforamento nei tempi genera quasi sempre uno sforamento nei costi i costi di investimento
Quindi mette in dubbio la sostenibilità finanziaria e anche economica dello sviluppo di un'opera
Ma
è anche vero che lo sforamento intenti spesso rende l'opera non più utile c'è vengono a mancare gli obiettivi per cui l'opera è stata pensata
Ipotizzate progettato
Quindi di conseguenza cosa succede se e quando si sfora nei tempi quasi sempre si poi si arriva quei sempre spesso si arriva poi al blocco complessi totale dell'opera quindi alla sua complessiva mancata realizzazione
Alcuni dati riassumono un po'il la la situazione in Italia che è piuttosto critica se si può mandare le slide per cortesia
Il seconda che la Comunità europea che sono in ritardo circa l'ottantotto per cento delle opere contro il ventisei per cento della media europea
E rispetta tempi ottimali che in media si impiegano per la redazione delle infrastrutture in Italia si impiega il trenta per cento in più per la realizzazione completa del dell'infrastruttura
Dalla sua progettazione fino a sua realizzazione e quarantasei per cento in più del tempo per per realizzarla
In questa slide alcuni dati che mostrano come appunto la
Quando crescono intenti crescono sempre anche i costi crescono anche di molto
Qui alcune infrastrutture piuttosto note che sono ancora bloccate i cui tempi di realizzazione tempi finali sono assolutamente incerti o previsionali del momento
Su tutte l'alto strada dodici che nel tempo a diciassette anni e che anche
Che sono stati impiegati fin qui
O che si impiegano per la sua realizzazione a quasi raddoppiato la suo il suo investimento
A onor del vero questa infrastruttura poi a retoriche portato in cui l'investimento in un un livello accettabile ma con un ripensamento complessivo dell'infrastruttura del progetto
Il terzo valico un aumento del trentadue per cento dell'investimento rigassificatore un rigo essere molto importante che a un aumento del quarantadue per cento la galleria del Brennero cinquantotto per cento è prevista la fine del due mila ventitré
Chissà quanto potrà aumentare ancora entro fino a quella data
Quali sono le cause qui non sto a soffermarmi sono molteplici le cause sono legislative quindi tempo norme poco chiare norme
Stratificate sono autorizzative tempi mancanza i tempi perentori sono finanziaria in mancanza di risorse sono sociali le opposizioni la TAV è un esempio eclatante di questo
Sono politico amministrative e giudiziarie i numerosi ricorsi spesso infondati ma a volte anche fondati portavano l'anno non un prolungamento inevitabile dei tempi
Però a nostro giudizio tutte le criticità sono poi riconducibili in una sfera politica
Cioè in ultima istanza secondo noi il problema sta nel
L'incapacità del soggetto politico di prendere delle decisioni che siano
Univoche ampiamente condivise irrevocabili e di fissare le priorità che siano ampiamente condivise da tutti
Arriviamo quindi al a quello che è la nostra nostra ricerca il nostro il calcolo dei costi del non fare chiaramente tutto questo l'abbiamo visto porta dei costi notevoli
Quindi qualora
A nostro giudizio non venissero realizzate tutta una serie di infrastrutture strategiche per il Paese in un orizzonte temporale che è di circa un quindicennio
Il Paese potrebbe sostenere dei costi che sono veramente molto alti
Quasi quattrocentosettantacinque miliardi di euro nei settori che nei qui vediamo energie efficienza energetica autostrade ferrovie logistica rifiuti idrico buona parte di questi costi sono
Chiaramente nel settore trasporti inteso come
Autostrade ferrovie logistica quasi il sessanta settanta per cento di questo valore
Né imputazioni quindi cosa vuol dire vuol dire che ogni anno che ne ritardiamo a realizzare le infrastrutture queste infrastrutture dopo vedremo quali sono
Coppa diamo o un costo occulto di circa trenta miliardi di euro chiaramente questo corso teorico qualora nulla venisse fatto si pagherebbe questo valore
Chiaramente alcune cose vengono fatte anche un po'per inerzia insomma
Rapidamente hanno stabilito dove oggi a noi prima di tutto definiamo uno stock di infrastrutture necessarie allo sviluppo del Paese lo sviluppo dei settori che consideriamo
Questo stock funzionale al raggiungimento di una serie di obiettivi di policy che ne determiniamo in maniera anche piuttosto prudente non particolarmente ambiziosa
Questi questi obiettivi vengono dalla normativa quando possibile o da
Piani di sviluppo nazionali internazionali o quando possibile anche dalla
Dalla dal dal buon quando non possibile trovare delle fonti dalla la best practice internazionali ed anche dal buonsenso diciamo
Quindi vuol dire che non fare le entrate queste infrastrutture non mi sto dilungare costerebbe al Paese per quattrocentosettantacinque miliardi che abbiamo visto il valore lo calcoliamo attraverso delle analisi costi benefici di infrastrutture reali
Qui c'è il caso di autostrade queste tre carte queste tre autostrade sono costate realmente esistenti l'abbiamo generalizzato il nome per non entrare troppo nel dettaglio però
Diciamo questo e la nostra metodica quindi
Se un'autostrada se un nefasto la genera un beneficio non farla nostro giudizio genera dei costi che sono almeno pari benefici che noi non riusciamo a realizzare e questo è il nostro costo del non fare
Andiamo a quelle che possono essere le proposte che noi abbiamo avanzato negli anni ma prima di tutto a nostro giudizio bisogna riporre l'attenzione in maniera molto molto forte
Sulla sulla pianificazione sulla programmazione delle infrastrutture ma avendo ben presente un obiettivo da raggiungere troppo spesso le infrastrutture soprattutto anche un po'per colpa dei
E di di di una certa diffusione delle notizie
Sembrano quasi infine spesso della realizzazione dell'opera in realtà bisogna porre l'accento su quello che è l'obiettivo la priorità è l'obiettivo che si può raggiungere personalizzazioni quell'infrastruttura
E in particolare il nostro giudizio andrebbe definito noto una strategia a livello di Paese poi declinata nelle varie nei vari settori che abbiamo visto
Occorre in una fase in cui le risorse sono sempre più scarse definire con motore molta attenzione quelle che sono le priorità non si può più finanziare secondo a nostro giudizio tutto quanto troppe cose ma focalizzarsi su quelle che sono le reali priorità
Magari utilizzando gli strumenti molto molto rigidi delle metto delle metodiche molto razionali esempio Masi costi-benefici che ci può dire quali sono
Le opere che realmente genera un beneficio per l'intero Paese
Bisognerà indurre e razionalizzare gli ordini degli aspetti autorizzative procedurali su questo abbiamo una proposta
Piuttosto precisa ci vuole molto impegno e la progettazione che sia più sobria cioè evitare là sopra progettazione evitare lo per design evitare di aumentare aggravare il costo delle infrastrutture
Occorre aumentare l'investimento in tecnologia che permetta un miglior una miglior realizzabilità e non ha mai fornito utilizzo dell'infrastruttura che riduca i costi di liberalizzazione e di utilizzo delle infrastrutture
Occorre anche offre efficientare quelle che le sono le opere che noi già abbiamo attraverso piccoli interventi che permettono magari una miglior fruibilità di quello che già esiste
Occorre anche e De infrastrutturare lasciare un po'più di spazio al territorio
E sviluppare sicuramente consente ma le cose se le popolazioni magari utilizzando un adottando anche in Italia una legge seria sul al dibattito pubblico alla francese
Qui entrando più nello specifico delle procedure una nostra proposta nasce dall'osservazione che molti delle molte delle dei ritardi dei tempi di aumento dei costi
Deriva dal fatto che non sempre c'è una visione complessiva completa questa è già stato detto
Completa sulla sulla sull'intera procedura autorizzativa
Dal fatto che le autorizzazioni procedura tutte e tre sono troppo complicate troppo complesse non spesso chi ha spesso molto poco chiare
E in questo senso quindi ne diciamo che sarebbe necessario definire una procedura il più possibile standardizzata in modo che sia chiara trasversale a più ha più settori che preveda intanto delle modalità molto chiare articolate e sviluppo dell'opera
E che consenta alla pubblica amministrazione di elaborare tutte le informazioni utili per arrivare a una assumere delle decisioni che siano consapevoli razionali accettate e definitive per quanto possibile
Decisioni che secondo me devono essere di tre tipi sostanzialmente di accettazione
Di rifiuto dell'opera o eventualmente di accettazione con delle prescrizioni perché troppo spesso la causa di questi ritardi è legata appunto alla reiterazione dell'intera fatto che si riparte sempre da capo quindi bisogna evitare che questo succeda
Vado rapidamente non sto a soffermarmi su quella che era questa la nostra procedura chi volesse per approfondire sono a disposizione
Quale deve essere il ruolo e la pubblica amministrazione in tutto questo processo
Ruota pubblicabili senza deve essere un ruolo chiaramente centrale deve la pubblica mi saltano sul giudizio dei veri acquisti requisire quella capacità quel suo ruolo che negli anni a un po'perso di programmazione e pianificazione dello sviluppo infrastrutturale del Paese
La pubblicamente essa deve essere in grado di monitorare l'intero processo aiutando su tutto ponendosi come punto di riferimento per tutti gli attori che organizzano intorno alla realizzazione di infrastrutture
Punto di riferimento che aiuta chi deve realizzare a orientarsi anche spesso nel marasma delle delle mie regole delle norme
In sostanza la pubblica amministrazione deve diventare deve superare questa la percezione che attualmente c'è di ostacolare del telefono ed evidente al soggetto che sia
Facilitatore per semplificare e deve aiutare e chi deve realizzare l'infrastruttura arrivare appunto al compimento dell'opera
Vi ringrazio e sono stato forse in proposito
Grazie a tutti scusate chiedo scusa anche a chi inizia il l'evento successiva
Arrivederci
Vogliamo fare magari qualche altra iniziativa molto volentieri seguitando molto volentieri avete un approccio interessante sì sì è tutto possibile un po'può rapido ma d'altra parte nove delle
Ma