31MAG2013
dibattiti

La democrazia in Europa

DIBATTITO | Trento - 18:30. Durata: 1 ora 54 min

Player
Promosso a cura di Rizzoli Corriere della Sera nell'ambito dell'8ª Edizione del Festival dell'Economia in programma a Trento dal 30 maggio al 2 giugno 2013 dal titolo: "Sovranità in conflitto".

Registrazione video del dibattito dal titolo "La democrazia in Europa", registrato a Trento venerdì 31 maggio 2013 alle 18:30.

Dibattito organizzato da Comune di Trento e Provincia Autonoma di Trento e Università degli Studi di Trento.

Sono intervenuti: Sylvie Goulard (parlamentare europeo, Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa), Mario Monti (senatore a vita, Scelta Civica con Monti
per l'Italia), Tonia Mastrobuoni (giornalista economica de La Stampa), Lucrezia Reichlin (ordinario di Economia e chair del Dipartimento di Economia alla London Business School).

Tra gli argomenti discussi: Austerita', Banca Centrale Europea, Banche, Commissione Ue, Concorrenza, Crisi, Deficit, Democrazia, Disoccupazione, Economia, Europa, Finanza, Fisco, Giovani, Governo, Impresa, Imu, Italia, Lavoro, Letta, Partiti, Politica, Riforme, Tasse, Ue.

La registrazione video di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 54 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

18:30

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Allora prima una precisazione tecnica importante l'onorevole Pullara parlerà in italiano quindi non c'è bisogno delle
Delle cuffiette
è stato un come dire una fila inutili mi dispiace
Io vorrei cominciare con due citazioni di un grandissimo Presidente della Commissione europea che è stato
Già dello ardue citazioni molto famose ma secondo me anche molto azzeccate per introdurre
Per introdurre la presentazione di questo libro anche perché riecheggiano alcune frasi di Tocqueville perché i due autori
Hanno come dire usato come una guida per
Fino le licitazioni Tocqueville attraverso il suo libro come un filo rosso un po'l'hanno dato una guida come Dante con Virgilio
La prima è quella famosissima che l'Europa e con una bicicletta quindi ma bisogna essere sempre in movimento altrimenti cade
E la seconda anche molto in tema anche con quello che è successo da la crisi in poi e che
Non tutti i tedeschi credono in Dio ma tutti credo nella Bundesbank
E gli autori del libero cioè Mario Monti esiti foulard partono un pochino dalla prima constatazione da questa constatazione che oggi più che mai ci siamo in mezzo al guado lo sapevamo già forse inconsciamente pone supera la crisi ha fatto emergere ha fatto deflagrare per deflagrare delle contraddizioni che erano già erano già abbastanza vistoso e per chi debba occhi attenti siamo dunque in una fase di transizione
In cui bisogna decidere e stiamo decidendo in parte di proseguire verso l'integrazione e verso la ridefinizione di alcuni affetti
Che però secondo gli autori devono essere anche gli assetti istituzionali e bisogna fare una una riflessione e questo forse è il il focus più importante del libro
Su
Gli equilibri di potere in Europa perché questa è un'altra grande domanda che messa
E
Due
Persone come Mario Monti e sì di cura che sono state
Per anni in mezzo alle Sezioni europee hanno un occhio molto più
Attento diciamo a
Anna come dire alla necessità di una ridefinizione pure e fanno anche una diagnosi molto molto attenta su questo
Vorrei appunto
E chiudo poi introduzione per per introdurre Lucrezia Reichlin
Dicevo che questa frase di di di
Di dell'ordine che è già una un appunto una citazione di Tocqueville che un certo punto invece aiutandola integrazione americana dice
Ci siamo fermati in maniera compiaccio siamo un po'compiaciuti ci siamo fermati in mezzo alla a dei rubinetti l'antica edificio
E crediamo di poterci stare per sempre naturalmente tocchi stava coraggiosamente affrontando la realtà la realtà di un mondo quello del resto pezzi che scompariva e rispettava già in avanti con il genio che sappiamo
Noi non possiamo coordinarci appunto delle rovine in questo siamo primo perché la crisi ha messo in evidenza questa incongruenza enormi appunto e le lacune dell'architettura europea secondo perché siamo nel mezzo di una fortissima crisi
Di legittimazione dell'Europa delle sue istituzioni
Poi parleremo credo anche
Del ruolo del Consiglio europeo è un po'ipertrofico rispetto alla Commissione altre cose
E quindi d'Europa oscilla nel nella percezione opinione pubblica tra due poli opposti cioè castigamatti o è la potestà
Come nel famoso articolo che Mario Monti scrissi prima interprete al Consiglio oppure un burocrate grigio che fa le curve delle banane non serve sostanzialmente a niente se non a sfociare
E la terza
E il terzo problema e che in Europa si vive una crisi politica devastante che e anche un po'conseguenza due di questa crisi che è una crisi molto molto lunga
E lo vediamo per esempio nello scardinamento totale che c'è
In alcuni paesi dei bipolarismo i classici cioè io mi sono occupata molto di Grecia e di bipolarismo sostanzialmente morto
In Italia anche abbiamo visto le ultime elezioni hanno fatto emergere una un terzo polo insomma e qui si tre poli come già i due che c'era in precedenza non si parlano per niente come ti diamo
Chiudo questa breve introduzione con una magnifica frase di Montesquieu che i due autori hanno messo in questo libro molto bello dal titolo molto bello che la democrazia in Europa
E che ci fa riflettere proprio secondo me sulle recenti evoluzioni Tagliani
Il principio di democrazia si corrompe non soltanto quando si perde lo spirito di uguaglianza ma anche quando si assume lo spirito
Spirito di uguaglianza estrema e ciascuno può essere uguale a quelli che leggi per comandare lo
Ricorda qualcosa
A questo punto mi taccio e passo la parola a Lucrezia Reichlin che non ha bisogno tentazioni tra l'altro domani farà far fare una relazione quel festival
Economizzare London Business cure direttore scientifico del Franciacorta economica policy distrarci eccetera ed è una delle con liste più importanti al mondo non dico e come si tagliano i DICO economisti più importanti al mondo apposta Lucrezia
Grazie Tonia per la presentazione oltremodo generosa
è un piacere essere qui a commettere questo libro che esattamente sulla tema centrale del Festival di quest'anno cioè la sovranità
Quindi però credo sia avere una riflessione sul tema della sovranità del suo significato
In un mondo interdipendente
Temi li qual è l'iter centrale del libro vorrei mini riassumerla perché immagino che non tutti l'abbiate letto anche se dovete comparaggio naturalmente insisto
Gli autori contesta hanno diciamo questo luogo comune sempre più diffuso che ci sia un deficit democratico in Europa
E che dicendo appunto pertanto l'ipotesi che lo Stato nazione nonne la garanzia della democrazia
Quindi il problema anzi bisogna parlare di democrazia non è ritornare allo Stato nazione ma porsi il problema della decurtazione in Europa
E questo problema della de della democrazia in Europa e gli autori riconoscono che ci sia e quindi si occupano di questo
Ho il problema della democrazia in Europa c'è perché appunto come dicono e io concordo con questa analisi volare Monti
E il tutto in qualche modo di appunto di una debolezza congiunta degli imputati e dell'Unione di un'architettura incompleta
E queste intere in questa interazione di queste due debolezze hanno portato ad una crisi dell'Idi legittimità ed è quello anche appunto che ricordava Tonia
A
Questa è una crisi di legittimità da una parte però è anche una crisi legata alla ad una debolezza fondamentale del nella capacità di rispondere
I grossi temi aggravata le grosse domande della società in cambiamento che richiederebbe delle riforme profonde che nelle politiche nazionali nell'Europa riescono a fare
E quindi le risposte che gli autori trovano sono appunto nel nel tentativo appunto di superare i limiti dei sistemi nazionali su questo non c'è
Ritorno è una delle tesi del libro e invece c'è il tentativo è quello appunto alla proposta le proposte sono intorno all'idea di spingere un progetto comunitario
Ho equilibro fa una serie di proposte cui su questa Europa gli autori appunto parleranno loro stessi ci sono appunto delle cose
Interessanti sul tema del ruolo del Consiglio della riforma della governance per rendere il Consiglio più trasparente in una situazione in cui la crisi ha dato a questa istituzione molto più spazio di non quanto ne avesse all'origine
Altri spunti interessanti sono sul ruolo del Parlamento e anche di una proposta
A controversa come quella per esempio di un Parlamento dell'euro zona all'interno del Parlamento europeo con con più poteri diciamo della del Parlamento
Europeo
Ho
E poi ci sono delle proposte che toccano il tema del della cittadinanza dell'appunto di del della creazione di uno spirito pubblico europeo di creare una cittadinanza europea
E e in qualche modo appunto la costruzione anche di un'Europa che difenda e sia garante degli Stati più piccoli degli Stati più deboli più fragili
In conclusione questo libro ottimista nettare infatti le parole che voglio portare tale situazione è grave ma non è seria in ogni caso tornare indietro secondo gli autori non è possibile anche nel caso in cui
Il progetto dell'Euro far nautri che naufraghi
Anche in quel caso il ritorno allo Stato nazione non è possibile a questa è una è una tesi molto precisa
Vorrei
Fare dei commenti in parte finta tempi sia in parte scettici
In qualche modo non si può o non essere d'accordo con la tesi centrale Cherillo stati nazionale le
La politica nazionale in un mondo integrato agli ha dei limiti
E non è rivendicando la
Dimensione nazionale che necessariamente si riempie di contenuti democratici e di il Progetto
E quindi io credo con gli autori che il progetto europeo vada approfondito che che il tema appunto dell'approfondimento della della della della riforma dell'architettura dell'Euro ma anche dell'approfondimento della democrazia politica
Sia molto importante
Da qui appunto i miei come enti un pochino più scettici come molti hanno osservato primo commento l'Europa è stata costruita prima a livello economico pensando che l'integrazione politica sarebbe seguita
E anzi direi che si è costruito prima l'Unione monetaria anche se gli stessi i padri fondatori erano coscienti che ognuno del fatto che non ore monetaria
Senza un'unione fiscale sarebbe stata fragile si pensi per esempio alle osservazioni di Lamfalussy che era stata addirittura diciamo molto iscritto su questo tema
Tuttavia nonostante appunto la coscienza intellettuale di quel dei limiti di questo progetto si è deciso di andare avanti pensando che l'unione politica sarebbe seguita
E non c'è dubbio che durante la crisi per certi versi che andate avanti anche se fondamentalmente io credo che in realtà si è andati indietro
Se andate avanti perché si sono costruiti altri pezzi dell'architettura si pensi al fondo salva stati al Nuovo Progetto dell'Unione bancaria
Però o la crisi anche mostrato un'enorme fragilità e ha creato delle grandissime lacerazioni nella società quindi non c'è stato solo progresso
C'è stato anche il regresso c'è stato anche era un regresso nel testo di sentirsi europea dice non solo il regresso dovute alla luce razioni sociali nell'occupazione alla divaricazione tra il diciamo la la le condizioni economiche del nord del sud dell'Europa
A ritorno indietro dell'integrazione finanziaria che ha creato delle condizioni via appunto per esempio del del costo del credito molto diverse tra il nord del sud
Ma anche diciamo un ritorno al sentirsi italiani o greci o tedeschi ambientalista esso interno delle istituzioni federali ho lavorato alla BCE
La vice di oggi è molto diverso dalla dalla BCE degli anni prima della crisi e questa è una cosa che cioè che vedo ovviamente con preoccupazione
E quindi da qui un'altra ipotesi meno ottimista di quella del libero cioè il PIL pro già il processo potrebbe essere andare per nel verso sbagliato cioè prima si ricostruisce la la l'architettura
L'attore dell'integrazione economica e da questa costruzione in perfetta
Si va invece verso un'involuzione dell'integrazione politica invece che verso il suo progresso
E lo ricordava Tonia se tutti i Paesi dalla Grecia la Francia la Finlandia d'Italia hanno ormai la loro vita versione
E di partiti politici chiaramente antieuropei e quindi si potrebbe andare verso un regresso da questo punto di vista non è assolutamente detto che il cammino
Sia lineare che vada solo in una direzione
La un'altra preoccupazione minore ma secondo me anche anch'essa importante questo ne parlerà un po'domani nella nella mia Leccio che si è creata diciamo una dinamica perbenista nel gioco delle parti tra le varie
Istituzioni europee
Quello che i Governi non fanno quello che la Commissione non fa
Perché non si riesce a trovare appunto una soluzione comune fa l'unica istituzione federale che noi abbiamo cioè la Banca centrale europea da questo punto acquistato un potere che va molto al di là del suo mandato originario
E che crea quindi una preoccupazione su su tutto diciamo la solidità il contenuto della governance europea nel suo insieme c'è una simmetria dei poteri e delle istituzioni
Che è il frutto di questo processo un po'sgangherato insomma della della profondi della del come l'Europa
Sia giusta per affrontare la prima grande crisi da dal suo perlomeno dalla nascita del
Secondo punto
Un l'Europa garantisce l'eguaglianza delle condizioni per gli Stati più piccoli questo è uno delle dei temi del libro vero questo o no e capace l'Europa
Oggi che abbiamo visto appunto come risposta alla crisi e come il come il processo di aggiustamento economica la crisi è capace l'Europa di garantire
Gli Stati più piccoli Stati più deboli a la crisi ha mostrato di no credo
I meccanismi economici di aggiustamento appunto suggeriscono esattamente il contrario
O io credo che quindi a dare più iniziativa legislativa al Parlamento europeo stia importante ma non sufficiente noi dobbiamo aspettare
Il metodo questo meccanismo
Canonico scusate se mi metto ora il mio cappello di economista seguire però diciamo i meccanismi economici sono molto importanti in questo momento per
Ho
E anche diciamo determinano in parte diciamo questa disgregazione politica che siamo a cui stiamo assistendo
Quindi il tema di fondo per il mio terzo punto è che appunto la storia insegna che questi processi di integrazione
E anche di globalizzazione sono reversibili
E molti hanno paragonato la vicenda dell'elmo delle mode del dell'unione monetaria al gold standard
E credo che questo sia un paragone che che ci dà degli spunti molto ricchi in ambedue i casi noi abbiamo costruito un sistema
In cui i Paesi più deboli si sono aggrappati ad un vincolo interno
Per diventare virtuosi quindi la virtù non hanno trovato al loro interno ma si sono appunto hanno cercato di acquistare la virtù entrando in un matrimonio diciamo con qualcuno di più apparentemente virtuoso
Ho la moneta unica ha obbligato Paesi con una prevenzione storica diciamo al deficit a mantenere il rigore
Lo ha fatto dandoci una regola automatica che appunto è la regola la la regola del de avere un'unica moneta con un mandato molto chiare in termini stabilità di prezzi
Questo in qualche modo e lo azzera conservato recentemente
Farò il gente un modo di dei politicizzare il negoziato economico
Ho si pente come era stato complessa dell'otto il negoziato tra Francia e Germania durante gli anni di Bretton Woods
Ho in qualche modo avere la moneta unica mette tutto nelle mani dei banchieri centrali e quindi facilità per certi versi forse in modo illusorio questo questo processo
Di negoziazione politica tra un Paese strutturalmente in deficit è un problema strutturalmente il surplus come la Germania
A quindi questi per i Paesi deboli apporti sono in un matrimonio matrimonio che non si può rompere
E e questo meccanismo essendo appunto come crolli ancora
La stessa cosa era successo nel gol standard a però naturalmente quando arriva la crisi uno shock esterno come è stato quello del due mila otto
Il prezzo politico che questo matrimonio comporta diventa molto molto alto la deflazione la disoccupazione
E appunto sempre emergenze ricordo da ci propone un thriller Lima interi lemma tra la possibilità di tenere cambi Riccardo Fuzio fissi l'Euro la mobilità dei capitali che porta grande diciamo instabilità finanziaria e la democrazia
è possibile mantenere questi tre questi tre Pillar trattati cambio fissi mobilità dei capitali democrazia i primi
Due creano volatilità la correzione di questa volatilità crea un rischio per la democrazia perché innesca precetti
Che fanno male a parti della società che quindi si rivoltano
E infatti se si guarda la storia del gold standard alcuni Paesi strutturalmente deboli sono stati sotto regimi politici non democratici e quindi credo che questo sia uno spunto preoccupante di riflessione
L'Europa si è data delle regole molto strette anche nel golf Thunder queste regole appunto erano strette perché non si può avere una regola monetaria
Attenta vere delle regole che anche disciplini erano o le politiche di bilancio e politiche fiscali
Però in qualche modo nel Golfo Thunder questo thriller Lima era migliore perché il matrimonio nerbo standards poteva in quanto interrompere in caso di guerra in caso di crisi si poteva temporalmente dire un momento
Prendo un po'di fiato e poi rientro in Europa questo non è possibile
Quindi se vogliamo riflettere di democrazia politica dobbiamo veramente riflettere alle regole che ci siamo dati e un matrimonio che non si può rompere permettono di marcata e Behrami
Una una prigione quindi non credo che non c'è le queste regole qualcosa prende varie forme non è certamente la possibilità di uscire dall'euro
Ma per esempio delle regole che porti non ho la possibilità di ristrutturare il debito oppure è una forma di motorizzazione del debito e sono in qualche modo dobbiamo darci delle regole che ci mettano in una gabbia meno stretto
La quarto punto e anche questa dinamica perversa ha in qualche modo portato l'élite e qui metto i co autori di questo libro a medesima situazione di protesta
Quasi di protesta contro una democrazia
Che li costringe a fare qualcosa che si sa che è sbagliato non da perché quei pur sapendo che il dagli ATO si è costretti a farli perché ci deve essere letti questa è la famosa frase di Juncker
Che dice non è che i politici non sanno quello che si deve fare e che devono fare qualcosa che gli renda possibile di essere eletti
E questo io diffido di questo atteggiamento elitario perché quindi diciamo quasi con una protesta contro la democrazia deve come
Ride rimettiamo alle mani incurabili potenti qualche più in mano
Ai tecnocrati perché io credo che la democrazia non sia solo un principio giusto
Sicuramente un principio giusto ma e soprattutto un veicolo per apprendere per capire i mutamenti della società nella ed in e quindi ed interpretarli è un processo che in cui ci sono
Parti diverso e che interagiscono in qualche modo in modo ordinato nuovo disordinato ma comunque questa interazione che garantisce processo democratico non se ne può fare a meno
E quindi io concludo con questo con questa domanda io credo che la difficoltà non sia solamente trasferire più poteri all'Europa
Mattia il poterlo fare senza uccidere questo processo di micro democrazia che in qualche modo non può che partire dal terreno nazionale
Perché sicuramente non a Francoforte a Bruxelles e che questi processi di conoscenza e di apprendimento possono svolgersi
E con questo
Grazie
RAI
Credo che per cullare diciamo ci sia già moltissimo da no anche l'Italia replicare insomma però volevo aggiungere una trasmette da cronista un giorno
Una
Una nota di di di cronaca la scorsa settimana abbiamo visto palesemente che cosa significa uno dei punti che può e certi qui voi accetta il libro
Quello dell'accredito Croazia e anche quello dei conflitti tra tra l'Europa no che comunque dimostra spesso di fare io ancora gli interessi di una popolazione molto vasta notule europea cioè la Commissione appena deciso di comminare
Di di insomma di introdurre dei dazi sui pannelli solari cinesi e un Paese acqua Rizzato attorno a sé una serie di Paesi e ha bocciato per interessi personali questa
Diciamo questa decisione alla quando poi vi lamentate nel libero anche giustamente forse che noi facciamo poca attenzione al Parlamento europeo e troppo al Consiglio europeo o no quindi però è anche vero che questo Consiglio europeo e alcuni Paesi
Hanno veramente come dire un ruolo talmente schiacciante primi mente in questo momento la preminenza di fatto di natura soltanto una spada scappano anche quella di paese per cui è difficile scrivere Dante no
Eh sì di curare europarlamentare
Dell'aliante liberali ringrazio per l'Europa è stata consiglieri Romano Prodi quando Romano Prodi era Presidente la Commissione o crea
E affondato se non sbaglio tre anni fa
Con altri parlamentari del del del suo partito il gruppo Spinelli che all'Obiettivo proprio di promuovere il Federico europeo
Buongiorno
Buongiorno sono molto lieta di essere a Trento
La cosa bella comuni però è che un po'con un messaggio una bottiglia lo mandiamo al poi le persone che
Lo legano trovo provano delle cose diverse perché spesso
Abbiamo sentite siamo troppo pessimista sull'Europa troppo critiche dunque forse siamo al centro
Io sono assolutamente convinta che il processo europeo e reversibile e anche
Siamo in un momento in cui vediamo come la frammentazione e già
In corsa dunque non direi che il libro
è una visione ottimista per esempio su sull'uguaglianza sulla ricerca della giustizia sociale
Siamo piuttosto critiche quindi critici diciamo che
All'inizio nel Trattato di Roma c'era un obiettivo condivido
E dove era la la costruzione europea era davvero al servizio di tutti i rifiuti di tutti anche le persone che
Non avevano lavora eccetera per per portare la prosperità
Dunque
Io ho l'impressione che
Noi diciamo questa la cosa che diciamo e che
Tocca a noi tutti poi evitare che d'Europa sia frammentata ancora di più
E non è una una cosa che alla quale arriveremmo un giorno sarà sempre un processo una cosa dinamica
Questo era il mio primo punto il secondo punto
Perché abbiamo ripetuto sulla democrazia non è per redigere il Parlamento contro il Consiglio abbiamo anche cercato fare un po'ponte tra le istituzioni ma io osservo come lei l'ha detto all'inizio
Che
Nella popolazione e anche in Paesi come l'Italia ha sempre molto
Favorevoli all'Europa abbiamo questa questa diminuzione è questa questa fase agili difetti gravi stanchezza
Sul sull'Europa e questo è molto importante e io ho l'impressione
Che questo fenomeno e Creazzo dal modo in cui funziona l'Europa dunque non dobbiamo essere sorpresi se continuiamo così
E io che forse può sopportare una voce un po'più francese
La settimana scorsa in cui si dà un sì o no la ha di nuovo usata questa parola di
Nutriamo economiche governo economico
Quindi è il come diciamo in francese dunque una cosa che
Torna da anni dalla Destra dalla Sinistra la cosa che mi colpisce è che per
Per molti francesi basterebbe
In quel caso l'hanno anche proposto ieri con Angela Merkel avere un Presidente permanente nell'Eurogruppo
Ma penso per cui per tutti voi non è questo un Governo un Governo non è una persona Shetta
Non so come forse dal Consiglio europeo probabilmente
Ma senza chiederei l'opinione
Della popolazione un Governo per me è un'altra cosa è un Governo vado a votare e voglio sapere se sarà sinistra di destra verde liberali eccetera
Poi una seconda cosa che io piuttosto imparato a Strasburgo che al Paese che un Governo normalmente sotto controllo permanentemente di un Parlamento e non è che c'è un elezione un giorno e poi per cinque anni tutto tutto va bene dunque
La scelta ad iniziare all'inizio per sapere quale sarà la direzione è una scelta fatta insieme
Non il sud con il sud il nord da solo ma tutti insieme almeno tutti gli abitanti della zona euro
Il controllo e la possibilità se non siamo contenti se c'è qualcosa di sbagliato di mandarle mandarli tutti a casa
E questo per me la definizione della democrazia morto più semplice forte di quella Vito mille di Monte scherma e quando sento di nuovo utilizzare la parola governo moderno economiche
Per una cosa che non ha assolutamente imminenti ma niente da vedere con un Governo un diploma siamo tutto presi in giro e l'uso delle parole
Senza contenuto mi sembra in Europa una cosa molto molto pericolosa da anni abbiamo detto abbiamo una politica estera comune e non l'abbiamo
Abbiamo parlato di
Cittadinanza e per molti cittadini il contenuto non c'è
Perché noi siamo privilegiato possiamo viaggiare persiana deve questi scambi ma per molta gente non non è molto concreto eccetera
Dunque
La ragione io non aspetto della democrazia a livello europeo è una cosa
Mi rapporto saranno gli stessi dunque più o meno ma
Conosciamo i politici a livello nazionale se rimandiamo a livello europeo non ci sarà un miracolo ma forse ci sarà un po'di
Di come Lucrezia detto possiamo imparare un po'fini dell'altro
Ma ahimè
Non dare ai cittadini l'impressione e anche la la possibilità
Di a bere una certa influenza sulle decisioni
Quando abbiamo fatto in un'audizione di dai serbi num qualche settimane fa
è stata una cosa pazzesca abbiamo indicato nella Commissione economica e monetaria del Parlamento europeo il capo dell'Eurogruppo
Perché è vero forse che cosa è successo su Cipro
Non è una cosa migliore hanno fatto due due Consigli diversi con due decisioni diversivo un voto negativo di un Parlamento nazionale a un certo
Rimarrò pulita una certa confusione sui mercati
Dunque
Hanno creato tutto questo noi chiediamo alla troika e a a da esso inutili di venire al Parlamento europeo e dai se non è venuto eretto io non posso dire niente perché io sono solo responsabile davanti al Parlamento dei Paesi Bassi
Io ho molto rispetto per
Il controllo dal Parlamento dell'Aja agli altri amici uterina l'AIA sul Governo dei
E si passi ma
Tu sei il capo dell'Eurogruppo forse puoi dire un po'da che cosa i parlamentari europei dunque io ho l'impressione se continuiamo così ancora una volta il libro è
Modesto perché non abbiamo una soluzione non c'è che un giorno ci sarà la democrazia perfetta
Ma se continua a me a prendere delle decisioni per la zona euro per i cittadini senza aprire quel dibattito essenza vera quella in questa vita politica cross border non ognuno nel suo piccolo angolo
E qui si fa una campagna contro i tedeschi in Francia potrebbe essere lo stesso
In Finlandia o in Germania criticano tutti quelli del Sud che sono pigri eccetera eccetera
Non ce la faremo e la cosa strana
Testi Capi di Stato e di Governo in questo momento
In questo momento perché qualche mese fa era molto meglio ma no non dico questo per imporre per la mia battuta ma
Quando quando sento Colombi Merkel sono un po'fra un po'strano da un lato dire
Lei è uno e il sostegno
Sono davvero impegnate a mantenere la moneta unica
E dall'altro non
Cercando di dare la
Di prendere le misure per convincere cittadini i mercatini History nei paesi lontani
Che il che le decisioni
Saranno peso in modo giusto e che
Questo ha qualcosa da fare con una sovranità
Quando Consolandi c'è questa settimana ratifica Commissione non ha né niente da dettare alla Francia dal mio punto di vista con turni o rispetto nel mio precedente sbagliato la Commissione ha preso
Raccomandazioni sulla base del SIC spacchi
Io sono stato un ed erogatore del SIC spazi un testo che è stato
Visto dal Parlamento europeo e dei ministri e insieme abbiamo
Concepito un un nuovo ruolo per la Commissione la Commissione ha fatto il suo lavoro e possibili criticare quello che ha fatto la Commissione incerto siamo in democrazia
Forse su quale
Qualche punto non era giusto ma
Criticare il fatto che la Commissione che ha dato due anni alla Francia di più e lo dico lo stesso in Francia non sono qui
Mi sembra una cosa un po'strana dunque siamo in questo periodo dove le contraddizioni sono molto numerosi
Ringrazio l'onorevole curare
Mario Monti risponderà ovviamente a Lucrezia Reichlin sul gol standard mi sembra
Uno spunto molto interessante vorrei aggiungere una una domanda che riguarda ripeto quella che gli otto richiama un accredito Croazia c'è questa preminenza
Ed è evidente che degli interessi e paesi del nord su quelli Paesi del sud
Quando le è stato Presidente del Consiglio c'è stato una diciamo un'intesa un accordo
A giugno dello scorso che forse una delle degli accordi più importanti che son fatti in questi anni che quello come ha ricordato anche Lucrezia Reichlin che ha introdotto
La prospettiva di unione bancaria il la ricapitalizzazione diretta ha perso il fondo salva Stati in qualche modo è fatto una promessa io credo che la famosa frase di
Mario Draghi di un mese dopo a Londra abbia avuto le premesse politiche in quell'accordo cioè
è vero che tra anche salvato l'Europa magari approfondiremo anche il ruolo il discorso sul volo dalla BCE con Lucrezia Reichlin che è stata capo della ricerca ma
Quella frase in cui Draghi vicende recati guardate che faremo di tutto per difendere lei euro e crediti mi sarà abbastanza aveva un fondamento in quell'accordo in cui
Dopodiché mi corregga se sbaglio
Quell'accordo è stato smontato pezzo per pezzo
Mi rimane cioè
Dei famosi trepidazione bancaria mi rimane un po'barcollante uno che va avanti gli altri due non si sa sta accadendo anche lì principio di solidarietà e mi pare che in generale schiacci accaduto questo principio
In nome appunto di
Svariati comunismi che mi tre che si mettono insieme poi dicono su cosa possono concordare
Io voglio capire se lei a distanza appunto di un anno da quelli
Da quell'accordo che lei ha firmato commenti lei è stato insomma uno dei
Sicuramente dei riti gli impulsi è venuto anche da lei in totale dalla Francia per un accordo in genere molto forte che cosa resta
Grazie
Sono molto grato agli organizzatori e felice ritornare a Trento e per questa occasione allora forse prenderò lo spunto da questo Consiglio europeo del giugno due mila dodici che è stato appena ricordato
Perché si presta
Ha qualche osservazione su diversi punti che sono stati
Aleida Lucrezia Reichlin evocati uno è quello
Dello
Ripreso da Tommaso Padoa-Schioppa sulla preminenza di fatto di alcuni Paesi
Un altro è quello sulla
Unanimità paralizzante e un altro è quello sulla interazione tra politica e Banca centrale europea
La cosa interessante di quel Consiglio europeo di giugno due mila dodici sono stati i risultati e poi vedremo se sono stati poi smentiti dalla realtà effettuale o no
Ma soprattutto di questi tre assiomi della costruzione europea sono stati tutti e tre contemporaneamente messi in discussione
I risultati quel giorno quella notte ci sono ottenuti perché
Non cioè abbiamo approvato a non accettare l'assioma dell'assoluta preminenza di fatto di un Paese su
Dagli altri in Germania
Naturalmente c'è stata qualche durezza nel passaggio
Abbiamo cercato di
Sfruttare il lato positivo di una cosa che normalmente e molto negativa cioè il requisito dell'unanimità
E c'è stata relazione tra delibera di quel Consiglio europeo e presa di posizione del Presidente Draghi una nuova interazione tra politica e Banca centrale europea
Devo dire
L'Italia in quel momento attraverso la mia persona era in condizioni
Sufficientemente problematiche da dover
Estrarre un pochino anche la forza della disperazione
Da unirsi
Come è necessario alla capacità di argomentazione
Perché
Perché non potevamo permetterci un risultato ordinario eravamo in una situazione in cui
Malgrado diversi mesi di politiche interne rigorose e che cominciavano ad avere l'approvazione della Commissione europea del Fondo monetario dell'OCSE della Germania eccetera
Non venivano i risultati in termini di diminuzione dei tassi d'interesse oppure erano molto modeste questi risultati
Questo poneva anche un formidabile problema di politica
Economie di politica interna perché quel Governo di cui mi occupavo
Sempre di più doveva far leva su una credenza che veniva meno nell'opinione pubblica che era abbastanza facile spiegare anche se alcuni politici fingevano di non capire che
Misure di riassetto di bilancio sono necessarie per la crescita ma che la crescita non viene subito ci vuole del tempo
Però ci si aspettava che risultati in termini di diminuzione dello spread veti tassi di interesse venissero un po'più rapidamente non venivano
Questo poteva fare saltare la sostenibilità di quella politica che peraltro piaceva all'Europa che c'era la Germania
Allora lì abbiamo fatto saltare il principio che fino ad allora in modo
Etico nordico vigeva cioè che se un Paese non riesce a farsi riconoscere dal mercato tassi di interesse più bassi vuol dire che non sta facendo abbastanza delle politiche che gli sono raccomandate
Che lì abbiamo introdotto viceversa la mozione di Paesi
Virtuosi
E
Quella frase accolta all'unanimità dal Consiglio europeo secondo la quale
Se esistono Paesi
Che stanno facendo ciò che loro richiesto
E che quindi sono destinati ad uscire
E per l'Italia è avvenuto qualche giorno fa dal cosiddetto braccio correttivo repressivo del patto di stabilità uno si chiede in termini dove porta quel braccio all'interno poco bello
Ebbene
Quei Paesi possono avere diritto a vedere i loro titoli di Stato sostenuti nel mercato a certe condizioni perché
Perché vi è è stato riconosciuto per la prima volta che se quei
Paesi non i Paesi
S'combinati ma se quei Paesi che si stanno incamminando verso la virtù in modo riconoscibile
Ciò nonostante non ottengono diminuzione dei tassi d'interesse è un problema dell'area euro non è solo un problema di quei Paesi quindi
Questa e e quindi sono necessarie misure di stabilizzazione dei titoli sovrani
Questo
è stato esattamente Mario Draghi titolo lo sottolinea volentieri lui stesso è stato esattamente il passaggio
Che gli ha consentito di avere la copertura intellettuale che politica per fare la coraggiosa dichiarazione di Londra dei primi di agosto e poi con grande abilità per portare
Ad una delibera gli organi della Banca centrale europea
è questa lesione dell'indipendenza della Banca centrale a mio parere no
Avrebbe la Banca centrale ha avuto questo comportamento senza quel pronunciamento politico a mio parere no quindi è stato necessario quel pronunciamento politico e poi nella sua autonomia la Banca centrale si è sentita più
Confortevole nell'agire in un certo modo
è stato poi smentito dalla realtà sì e no i Paesi nordici
Che hanno firmato quella decisione hanno cercato per giorni e settimane di dire ma non è proprio così
Poi però sono venute diciamo verbalizzazioni accettate da tutti
Il fatto è che lo strumento al quale noi italiani tenevamo di più e che è stato poi messo meno ed è stato concettualmente preparato il famoso scusi scusante spread
Non è ancora stato testato quindi non si sa se c'è o no e questo è bello non si sa se c'è o no concretamente questo strumento noi che siamo stati quelli che più si sono battuti per vederlo nascere
Ci siamo poi ben guardati dall'utilizzarlo perché abbiamo potuto fare a meno degli aiuti o anche di questo sostegno e quindi
E poi secondo me erano state inserite condizioni francamente un po'troppo penalizzante restrittive io volevo che fosse disponibile per qualunque Paese europeo che ne avesse bisogno questo scudo anti spreco
Ma non ho mai pensato che dovesse essere associato
All'arrivo della troika nella capitale per tenere sotto briglia stretta il Paese quasi come se si fosse trattato di un Paese che aveva bisogno del salutando per salvataggio ecco perché abbiamo sempre deciso di non utilizzare questi però il fatto stesso che si sappia che c'è questa
Rette di ultima istanza a disteso i mercati
E
Ecco in quel caso
Ho provato a non considerare del tutto preminente la volontà della Germania e quindi a opporre il veto al quale si è associato il Primo Ministro La sfori
Al quale non si è associato il presidente Orlando ma non ce n'era bisogno perché divento ne basta uno bloccare lui però ha detto una frase molto importante che ha
Sbaglio estratto un po'la Germania e i nordici cioè non non metto il veto come l'Italia la Spagna però capisco la loro posizione
Allora abbiamo bloccato per un giorno l'accordo che piaceva tutti in particolare Olanda sul patto di crescita e che era da raggiungere a ventisette
Abbiamo detto no noi lo sottoscriveremo solo se
Sarà stato nel frattempo raggiunto un accordo su queste misure di stabilità a diciassette nell'euro summit
Sì è sospeso il lavoro a ventisette si è lavorato una notte una mattina
A diciassette c'è stato l'accordo abbiamo tolto il veto sull'altro e così l'Europa si è incamminata non con strumenti perfetti ma un po'meglio sia sulla via della crescita
Sia sulla via della stabilita siccome ho impiegato troppo tempo per rispondere a questa domanda
Per ora fermo
Solo una cosa percorso
E tutte le cose si si conquistano giocando stelle
Se
La Commissione
E la Presidenza del Consiglio europeo vedono che dopo un animato dibattito come questo
Si esce con una delibera che non è al cento per cento a quella che la Germania raccomandava l'inizio
Prendono coraggio anche loro
Vorrei fargli un supplemento di di domanda settimana scorsa è stata chiusa la procedura di infrazione
E mi riallaccio anche una cosa che ha detto l'onorevole cullare per lo inflazione e cominciato a tutta una riflessione su cosa fare ora
E con lei che cosa farebbe cioè che cosa consiglierebbe oggi attraverso successo Enrico letta che cosa si può fare comunque
Margini evidentemente che si libera e poi
Niente mi hanno chiesto in tanti io devo fare adesso sono qua mi dimentico che fine ha fatto il cane quello rilevare che l'altra via
Mi soffermerò particolarmente sulla procedura di infrazione
Ma è è molto semplice questa uscita dalla maglia stretta del
Della situazione di un Paese che sta violando
Il
Il patto di stabilità è una cosa che ha grande importanza psicologica per esempio insomma questo momento
Non è che gli olandesi siano trattenuti dal farci molte elezioni a noi hanno italiani io ricordo le prime volte che sono andato l'Ecofin al Consiglio europeo
Adesso noi siamo fuori lo sono ancora dentro queste piccole cose hanno il loro peso politico in tutti i negoziati
Ma poi soprattutto vedremo se non faremo errori ulteriori benefici in termini tassi di interesse da questa
Riconquistata libertà di sentirsi non fuori regola ma non è una riconquistata licenza di fare quel che si vuole
E quindi è stata già la prospettiva di questa uscita che ha consentito al mio Governo di avviare questi pagamenti
Questi pagamenti di arretrati della pubblica amministrazione verso
Verso l'impresa e che erano in misura doverosa da da da tantissimi anni si accumulavano questi
Questi debiti professor Giavazzi in un suo articolo recente ha detto ma il Governo anche Gatto sedici mesi per accorgersi del problema e cominciare a pagare
Astrattamente osservazione sensata con riferimento alla realtà assolutamente no perché il Governo ha impiegato quei sedici mesi per
Fare
A casa le cose che avrebbero consentito credibilità alla finanza pubblica italiana
Per agire per fare introdurre nelle varie delibere del Consiglio europeo qualche cosa che aprisse qualche maglia di flessibilità
Da ultimo per spiegare alla Commissione europea che nel caso italiano una maglia di flessibilità utile sarebbe stata quella dei debiti
E un'altra quella di dare un po'più spazio agli investimenti pubblici produttivi
Ma questo solo per quei Paesi che uscivano dalla procedura di disavanzo eccessivo quando è uscita la previsione della Commissione che dava l'Italia fuori da questa
Procedura disavanzo eccessivo queste cose sono tutte fare purtroppo la realtà istituzionale un po'più complicata di quella
Che noi economisti quando
Valutiamo dal di fuori pensiamo cosa cosa bisogna fare mi sembra che
Già ci siano adesso margini più cioè siamo tenuti a un tasso di ostilità un po'minore diciamo così ma pur sempre dentro patti se potessimo uno vuole rivedere il patto di stabilità e quant'altro
Posso darvi consigli
Confidenziali su come farlo o non farlo ma non credo che sia nell'agenda italiana in questo momento e e e soprattutto la Commissione ha unito a questa
Uscita dalla procedura una serie di raccomandazioni per l'Italia che non hanno niente di nuovo che sono le politiche strutturali ma anche qualche cosa sulla fiscalità e con un grande buonsenso
Dicono per esempio che in materia di fiscalità
Vanno sicuramente ridotte le tasse ma meglio dare priorità al arriva alla riduzione delle tasse sul lavoro e sull'impresa che per esempio alla riduzione delle tasse sulla proprietà immobiliare forse anche della prima casa
Voglio tornare al ruolo della DC perché e chiedere Lucrezia Reichlin ma anche si bibula
Avete c'è una discussione perché la BCE tra due fuochi no c'è chi dice come molti tedeschi e i quotidiani posizioni danno conto anche di una presunta rivolta che poi scusatemi sui soggetti che protesta non c'è in questi rischi il lussemburghese merci
Che dicono la BCE appunto sta assolutamente saprà ben del suo mandato
è andata al di là dei limiti che si poté che poteva consentirsi
E quindi di che cominciare a pensare addirittura di rientrare perché visto richiesti che saliva pubblicamente dalle misure di emergenza che sta ci hanno salvato sostanzialmente
C'è chi dall'altra parte dice
Dobbiamo già politiche darci cioè dobbiamo fare
Politiche molto più aggressive molte più accomodanti dal punto di vista
Della politica monetaria punto dei tassi di interesse degli acquisti di bond
E che vorrei capire che cosa deve fare la BCE si con Lucrezia Reichlin che è stato in cui si situazione in un ruolo di primo piano operante
Ma
Dunque difficile dall'esterno ovviamente io ho un'opinione ma non voglio sembrare presuntuoso e di dire la BCE quello che deve fare comunque io credo che la politica che sta facendo a Vice ora non funziona
Credo che abbia funzionato nella prima parte della crisi nel senso che è stata un unico la BCE ha fatto o con una grande a aggressività contrari quanto si diceva con la stessa aggressività se non
Maggiore aggressività
Della Banca d'Inghilterra e della Federal Reserve politiche di liquidità che hanno salvato il sistema finanziario ad accollarsi
Quando però i problemi di solvibilità delle banche nel frattempo non si sono risolti e questo per tutta una serie di ritardi delle istituzioni europee non solo di quelle nazionali
Come ti stai in Europa le banche sono molto grandi rispetta i loro Stati cioè la fitti banca piccola rispetto agli Stati Uniti
Mentre una banca tipica dell'Irlanda della Spagna e più grande di quanto le spalle diciamo del bilancio fiscale di quel Paese esportano
Cioè in relazione questo quindi non avendo gli strumenti per affrontare diciamo il problema della ricapitalizzazione delle banche della fatidica delle banche degli strumenti appunto di tipo federale
La BCE ha
Continuato a che diciamo allargato in qualche modo il suo ruolo risolvendo non solo problemi di liquidità ma anche problemi di solvibilità
Questo è una cosa che dicono i tedeschi però dico anch'io credo che bisogna dire la verità
E quindi diciamo nell'assenza di altre politiche credo che la BCE sia stata costretta a fare questo quindi diciamo il controfattuale licenze
Probabilmente una scenario più negativa di quello che stiamo vivendo
Però non credo che si possa andare avanti così non solo perché si consuma il capitale politico guardando all'interno del Consiglio come si sta vedendo ma anche perché non funziona
Sappiamo che i tassi di interesse in Italia sono molto più alti dei tassi d'interesse in Germania
Nonostante nonostante nonostante Draghi nonostante l'annuncio dell'anti
Del del dell'estate due mila dodici e la ragione perché ormai le banche italiane hanno comprato il bond dello Stato italiano le banche spagnole hanno consono piani di bando
Spagnoli e quindi il rischio bancario correlato completamente il rischio sovrano
E quindi in questa condizione anche le banche sane e hanno il rischio dello Stato che di cui fanno parte e la politica monetaria non può funzionare cioè non può funzionare quel tipo di politica monetaria
E allora anche lì io credo che bisogna essere da un certo punto di vista più conservatori nel senso di capire che la per la BCE non può fare tutto può fare un pezzo ed è molto pericoloso per la democrazia in Europa
Che la BCE stia l'istituzione di ultima istanza non il prestatore di ultima istanza l'istituzione di ultima istanza
Quindi bisogna rimettere dei paletti su sul diciamo sul mandato non sul mandato perché il mandato diciamo il mandato inflazione non vedo qual è la preoccupazione perché siamo balzo del due per cento
Naso diciamo su sulla diciamo questa
Quadro questa natura quasi fiscale della del della sua politica questo io credo che sia sbagliato fare su questo atto d'accordo con i tedeschi
Però penso che dipendenti invece
Dal punto di vista diciamo di leadership intellettuale la dice dovrebbe e credo che in parte lo stia facendo per lamento una parte della BCE
E di fare capire che senso non è bancaria essenza diciamo una un luna ri in Jucker l'innesto dell'integrazione finanziaria in Europa
L'Europa è finita perlomeno la moneta unica finito
Sì di cura
Su questo
E
Sul ruolo del Parlamento perché
Per la mente l'Ente ha dei limiti ma ultimamente ha tirato fuori le unghie d'occasioni che hanno fatto strumentista discusse un sacco un è stata propria proprio la nomina di merci
Il Consiglio in comitato esecutivo era vicino bloccati dal Parlamento europeo perché posto il problema del muro di cravatte di questo consiglio direttivo di ventitré uomini su ventitre
E
E quindi ha fatto un gesto in qualche modo di rottura per dire risolviamo questo proponiamo ci questo problema però al di là di quello non è potuta andare c'è stato un breve negoziato non so quanto vero finto emerge infinita Cocteau esecutivo
Il secondo e ed interessante
Appunto questa bocciatura che è stata per la Metro però del bilancio europeo
No però adesso come si va avanti su questo e anche appunto sul problema istituzionale perché è vero quello che dice Lucrezia Reichlin c'è le bici e stavo pigliando a dei ritardi mostruosi istituzionali dell'Europa
Sì prima di tutto sono sono d'accordo con questa lettura e trovo che non dobbiamo dire lasciamo d'accordo con i tedeschi siamo d'accordo col Trattato
Che abbiamo firmato accettati tutti
E questa è la cosa più difficile fare capire
In Francia per esempio vent'anni dopo un referendum sull'euro
Che abbiamo accettato di fare la moneta unica con certe condizioni tra quali indipendente dalla Banca centrale il mandato stretta siccome cosa
Io sono d'accordo impressioni quando viaggio forse non abbastanza ma un po'nel mondo
Poiché
Noi ci chiediamo se dobbiamo fare con i giapponesi ma gli altri
Se vendono che abbiamo delle esigenze
Per noi stessi che a lungo termine forse
Non sono delle cose sbagliate è molto difficile avere delle regole più esigente
Ma ma non ho l'impressione che
Che ci sia un modello della fede o del Giappone perfettamente funzionando hanno messo un sacco di liquidità
La crescita
Vera
Più probabilmente o dell'ed esce il gas negli Stati Uniti che dà da fare dunque
Io ho l'impressione che in questo momento deve essere molto difficilmente della DC
Trovare in una linea comune tra
Tradizioni diverse e persone che non accettano i comizi mangia già presi
Dunque mi sembra importante discutere per il futuro e ma non mettere ogni giorno il dibattito sul mandato della DC in discussione
Abbiamo questo ma qui cosa possiamo fare il terzo punto hanno cambiato volto alla politica e e la ragione per cui in Germania c'è un dibattito
Però c'è sulla DC assolutamente feroce sulle sul cambiamento sulle misure presi prima di crescere dopo di domani
E c'è una critica durissima Axel vere ha lasciato ora la Bundesbank per questo motivo io che non ci sta se n'è andato adesso Weigmann fa dichiarazioni
E io rispetto molto una tradizione dell'indipendenza della banca cinque centrali ma come che ci ha detto
Il problema non è tanto la BCE e il vuoto accanto alla bici per esempio
Non c'è una rappresentanza esterna della zona euro che è prevista dal Trattato sarebbe possibili già dare per il resto del mondo un'isola è una rappresentanza più forte alle europee sarebbe possibile unirci
Ryanair dove utilizziamola M. fa abbiamo fatto la troika vengono in Europa nei Paesi membri ma a Washington non esistiamo come una zona euro eccetera eccetera dunque ci sono molte cose da fare sull'atto politico
Quello che abbiamo cercato di fare al Parlamento non era una battaglia
Per il piacere di invidia e fare una battaglia consideriamo radici e come istituzioni più più importante in questo momento nella crisi abbiamo chiesto ai Governi
Già per
Per la la dominazione di Peter razza poi di di più vedi a smussare eccetera di stare attento alla retta rappresentatività le radici al fatto che
L'istituzione devono essere più vicini ai cittadini
Quando Mario Draghi se non sbaglio ha fatto un suoi ultimi dichiarazione finale con cui si considerazioni finali della Banca d'Italia
Ha sottolineato l'importanza del lavoro delle donne per la Competitiveness eccetera eccetera dunque abbiamo cercato di fare questo poiché ritoccato al Consiglio europeo dunque
Potete chiedere a un membro del Consiglio europeo perché il Consiglio ha considerato che in voto negativo in plenaria
Era una cosa che si fuoco non prendere in conto
è vero che dal punto di vista giuridico il Parlamento aveva solo un'opinione su un membro del comitato esecutivo
Ma mi sembra che è un voto in plenaria per la prima volta non sarebbe stato mantenerlo Conte e devo dire ultimo punto che
In questo momento nelle discussione alla dice con la BCE sul singolo Cipro facile meccanismo questo è anche un cambiamento possiamo tornare in
Il fatto che la DC nel futuro avrà anche delle competenze sulla superficie
Bancaria
Si vede che
Il signore ne esce
Probabilmente non potrà venire al Parlamento e difendere le posizioni della BCE perché se vieni non sono sicura che aiuterà molto dunque il Consiglio europeo ha preso il rischio di indebolire un'istituzione come la vicino
Grazie io prima di
Magari chiedervi se volete fare delle domande vorrei fare un'ultima domanda a Mario Monti perché lui accennava allora il tema appunto a
Al al programma che non è mai stato chiesto mi danno quindi dalla Spagna perché nei due Paesi in questione però per settimane mesi c'è stato un dibattito quando lei era ancora presente Consiglio
Che in in teoria vale ancora oggi forse e c'è stato anche ci son stati rapporti la Banca d'Italia che dicevano
L'oppio cioè che una parte di interessi sul debito piuttosto cospicua due punti credo sono
Erano da considerarsi
Non dovuti a motivi strutturali italiani certo l'economia va male andava male ma c'era un surplus di interessi di oneri che noi pagavamo sul debito pubblico dovuti solamente la crisi europea
Riflessi negativi di questa frammentazione del mercato finanziario
Molti si sono chiesti e non è stato su un disco il dibattito accademico evitato anche il dibattito politico ma perché Monti non chiede lo enti
E
Siccome lei ha LEA prima accennava al fatto ma noi non vogliamo la troika ma anche qualora negoziabile no la come dire la leggerezza o la pesantezza del
Del dell'eventuale tra virgolette commissariamento o no
Ma
La decisione se chiedere o no l'utilizzo dello ente si colloca naturalmente dopo il momento in cui davanti è stato istituito quindi siamo nelle Statte autunno del due mila dodici
A quel punto i
Problemi interni al Governo alla mia coscienza su questa materia erano già sostanzialmente risolti erano stati al punto più acuto nelle primissime settimane di governo quindi tra novembre due mila undici e diciamo febbraio-marzo due mila dodici perché
Perché allora la situazione poteva veramente esplodere da un momento all'altro
Che eravamo circondati all'estero culturalmente da manifestazioni di affetto
Del tipo ma perché non chiedete il prestito Alfonso salva Stati o al Fondo monetario
Quindi un affetto che denotava sicuramente un genuino interesse per le sorti dell'Italia
Ma ancora più grande interesse per le sorti dell'euro zona e il desiderio di
A vere un'Italia che si avvalesse di una polizza di assicurazione a beneficio di tutti
Questo non era un discorso che si potesse tanto esplicitare nel Paese in quel momento però è stato insomma veramente difficile decidere
Di non utilizzare questi questi questi strumenti che esistevano allora e di fare invece le politiche che sarebbero state io credo comunque necessaria
A maggior ragione quando poi c'è stato lo strumento o enti creato molto per la nostra determinazione ma la nostra situazione dal punto di vista della
Del del bilancio pubblico si andava
Si andava consolidando bene perché era sull'altro fronte quello delle riforme strutturali
Dopo l'inizio di riforma del lavoro che i partiti che ci avevano sostenuto hanno preso le loro distanze più uno che l'altro tra i due maggiori partiti mai entrambi
All'avvicinarsi delle elezioni ma dal punto di vista della finanza pubblica eravamo abbastanza già bene messi
Per esempio molto meglio dalla Spagna
E
E la Francia allora
Non non vedo perché avremmo dovuto a quel punto utilizzare lo strumento c'era un argomento che era strettamente politico e che mi veniva molto fatto presente da Bruxelles
Da altri Paesi e un pochino anche dall'Italia ma
Se tu adesso chiedessi Lorenzetti
Assicureresti la continuità delle tue politiche perché il Parlamento sarebbe
Obbligato B io sono legato alla democrazia
Io non credo che quest'anno sia una cosa che un Governo potesse fare se proprio disperatamente costretto passi
Ma semplicemente come qualcuno suggeriva per avere un imprinting inerziale
Sulle politiche della prossima legislatura che è arrivata del prossimo Governo che è arrivato a me non sembrava una cosa corretta e chiudo con una parola sulla sovranità che dopotutto sovranità in conflitto il nostro tema
Sono molto chiesto qual è la mia posizione alla prova di un Governo sulla sovranità io sono favorevole accessioni di sovranità
Sono favorevoli la cessione di sovranità che siano volontarie e simmetrico
Come quelle che sono necessarie e l'Italia non è mai stata molto restrittiva in questo per costruire più integrazione europea che poi può essere costruita
Concordo molto con la collettività Tiziana etniche in parte lei ha usato l'espressione tecnica altamente sofisticata
Che unisce Francoforte Londra la sua cultura personale quando ha parlato di processo un po'sgangherato problema sono
Sono molto d'accordo
Ma insomma un conto è la cessione di sovranità volontaria e simmetrica come gli altri Paesi per costruire più Europa
In questo fa piacere vedere che tutti a tutti la Francia almeno a parole sembra avvicinarsi alla Germania all'Italia
Verso una maggiore disponibilità all'unione politica seguendo l'ispirazione di alcuni alcune ma rarissime
Sue euro parlamentare della Francia intendono scusate la sintassi mentre esso sono contrario ma molto contrario a cessioni di sovranità che siano forzate e asimmetriche
E a parte la la durezza del per il del tallone dello stivale della troika
Questa è una cessione asimmetrica solo per i Paesi che ne hanno bisogno
Per i Paesi che poi da quel momento per i prossimi cinque per i prossimi dieci anni quando vanno al Consiglio europeo
Non possono guardare negli occhi i capi degli altri Governi con gli altri ministri perché sono in posizione di inferiorità e questo lo si sconta in tutte le sedi internazionali
E quindi insomma
Ho spiegato un po'il background del del ragionamento e io particolare difficoltà tuttora a capire la ratio della
Docile sottomissione nell'estate del due mila dieci del Governo italiano
Alla
Lettera famosa firmata Trichet entrati perché chi
Avendo accettato quella lettera ricostruisce oggi la per diversità o perversione di quella fase
Sottolinea sempre
La lesione di sovranità
La durezza delle condizioni
Compresa quella che poi io mi son ben guardato dal rimettere in discussione dell'anticipo del due mila quattordici al due mila tredici dell'obiettivo del pareggio strutturale
Ma omette nelle ricostruzioni sempre un passaggio cruciale
Perché è stata accettata come se avesse valore legale e cogente una lettera che non ne aveva fatto
Allora credo che la risposta sia
Perché bisognava che Banca centrale europea si sentisse abbastanza coperta nell'acquistare i titoli italiani in quell'estate caldissima nel mercato
Malgrado l'acquisto dei titoli italiani lo spread saliva saliva saliva perché malgrado questa vigorosa offerta di promesse per alzare la credibilità
Evidentemente in quel momento non
C'era
Ecco
Io credo di aver seguito la linea opposta
Fare in modo che la credibilità diciamo maturasse sugli e venti prodotti certamente che hanno comportato molti sacrifici per gli italiani senza intaccare minimamente in modo asimmetrico una nostra sovranità
Vorrei
Sono assolutamente d'accordo e e questo vale per tutti i Paesi volevo solo aggiungere due punti prima ho dimenticato la domanda sul bilancio ma fa parte dunque lo dirò al secondo posto perché volevo dire che
La sovranità
Come ha detto Presidente Montino ha
Vi è e è facile mettere in comune la sovranità fece questa simmetria questi queste e ci se ci sono istituzione e cose fatte in comuni
E la ragione per cui
E molto importante avere un bilancio per fare delle politiche insieme perché io ho l'impressione che i cittadini non possono solo vedere l'Europa come un
Anche se le regole sono utilissimi ma non posso non può essere basata solo sul su delle regole sul Patto di stabilità abbiamo visioni di fare delle cose insieme di inventare delle politiche comuni
La cosa che abbiamo voluto dire al Parlamento prima di tutto abbiamo fatto un lavoro anche dal mio punto di vista troppo ragionevoli ma davvero ragionevole le cose proposto dal Parlamento in ottobre l'anno scorso
Non sono rivoluzionarie dunque il Consiglio europeo a mano a me non poi
Avrebbero potuto tenere un po'più conto di quello che il Parlamento ha proposto
E questo è sparito completamento nella discussione dei Capi di Stato e di Governo e questo è il peccato perché come nel Trattato di Lisbona in ogni caso ci vuole l'accordo l'accordo del Parlamento sull'accordo del Consiglio
Dunque o ancora una volta hanno cercato completamente o di
Di ignorare il il parere del Parlamento e poi scopre ma alla fine che esistiamo e poi
C'è una grande guerra interistituzionale che io trovo
Peccato
Ma dunque su un bilancio non so quali se sarà il risultato
è vero che
In tutti i Paesi abbiamo queste difficoltà ce l'austerità non li fa e la ragione per cui
Abbiamo
Parla al Parlamento europeo chiesto delle risorse proprie sedici in mio possesso occhi
Per le pertinenze finanziare
Le politiche future per non non è vero i soldi tedeschi soldi francesi quanto quanto
Annunci ma Imone vacante a dirlo in buon italiano
Comunque questo fenomeno e la cosa che sembra più edifici non avere delle politiche di crescita e non avere delle risorse
Che mettono fino a questo questa battaglia che va contro l'Europa poi una parola se posso sulla troika è un bell'esempio e anche su un bilancio la cosa generici
Che sarebbe possibile senza cambiare i trattati senza ancora entrare in un grande uomo
Come direi disegno eccetera mettere chiudi mo'Frattina dunque per esempio seguire il Parlamento e sulle nomine azioni per esempio ascoltare un po'di più il Parlamento sul bilancio ma io sono davvero
Colpita dal fatto
Come è stata creata la troika non ce
Nel Trattato la base giuridica per la politica non c'è assolutamente niente la Turchia è un mostro
C'è un'organizzazione internazionale con la sedia a Washington fanno quando non è il Parlamento chiediamo all'Aniene figli rende belli tutti rendere conto al Parlamento europeo dicono no no no e veniamo solo in Paesi membri
Non è vero perché non è la Grecia sola che ha chiesto alla inerti venire è stata una decisione comune ci sono delle discussioni trascina gallerie Angela neanche era o da altri dunque
La parte internazionale e
Fuori dell'Europa era utile ai non sono contro il fatto di utilizzare il rinnovo Paolo da Ryanair poi la Banca centrale indipendente su questo non possiamo chiedere niente su quello che è stato fatto
E dunque la cosa giusta sarebbe forse stata incaricare la Commissione noi creare la troika
La Commissione dove ogni membro Stato a non mio rappresentante ma è presente con l'assistenza della DC ed era emersa
Perché la Commissione e controllato dal Parlamento europeo e questo mi sembra anche un elemento
Problematico per
Per utilizzare questo questo strumento che Lorenzin perché se
Se il processo non è democratico e io sono quasi sicura che in un giorno una vicine se ne andrà nella troika
E
E che lei è emerso può un giorno dire che non ne fa più parte e che cosa succederà ci sarà la pone la Commissione e come sempre la Commissione e responsabili di tutto e
E
Io non vedo perché abbiamo creato questo mostro sarebbe stato possibile fare una cosa più democratica e avrebbe aiutato forse non dico per l'Italia ma
Nel future avere un un uso più
Come dire in meno spregiudicato ammenda umiliante degli strumenti comuni che sono fatte per essere utilizzati
Però la troika è di fatto il braccio armato di istituzioni che hanno dettato del ricette i Paesi queste ricette non vengono dal nulla no e che in alcuni Paesi
Non stanno avendo gli effetti sperati stanno anzi aggravata e da San aggravando la scissione
C'è stata poi tutto una polemica sulla famosa austerity c'è anche a livelli molto alti cede a livello il fondo Matera internazionale dalla Banca mondiale lo capire da Mario Monti
E poi ci son domande cominciata alzare le mani e che cosa pensa lei di questa discussione questa discussione che riguarda
Soprattutto l'innocenza
Ma
Oppure enormemente apprezzato quelli su tutto ma quest'ultimo intervento di dissi virgola sul
Su questi aspetti istituzionali che sono dietro a politiche forse non sempre efficaci e spesso non accettate dai cittadini
E
Per parlare ancora più chiaro in questo luogo
Intimo privato
Privo di giornalisti
La ho sentito spesso dire non so se sia vero che in realtà al Fondo monetario e la BCE ci sono perché la Germania non si fida abbastanza del rigore della Commissione europea
Se è così sbaglia
Sbaglia perché c'è tutta una storia di proposte di misure rigorose nella
Sorveglianza sul patto di stabilità
Dove come sapete è la proposta viene fatta dalla Commissione e poi la sanzione euro cartellino giallo e rosso quello che quindi comminato dal Consiglio fino a modifiche recenti che sono venute in una iniziativa della signora Pula
Si spacca
Ma in cui in quelle occasioni l'arma
La Commissione ha sempre fatto la proposta rigorosa e due grandi Paesi Germania e Francia nell'occasione che li riguardano nel due mila tre hanno notoriamente con l'aiuto compiacente della presidenza italiana
Che si aspettava che sul chissà quali favori di ritorno in futuro
Esercitato abbastanza pressione sugli altri Stati la fa a bloccare le proposte dalla Commissione quindi a me non piace sentire da fonte tedesca l'argomento la Commissione non è abbastanza
Rigorosa
Tant'è vero che la Commissione che Prodi cui facevo parte della quale era consulente la signora gola
Ha poi deferito il Consiglio alla corte Dirty giustizia europea
Mi sono perso un po'che questo
A l'austerità ma l'austerità ecco la cosa bellissima e che poi nel Fondo monetario c'è ma qui la professoressa anche in dovrebbe prendere il testimone
Nel Fondo Monetario c'è a livello di alta dottrina economica Olivier Blanchard e altri una corrente estremamente interessante che mette in discussione sono molti economisti nel mondo autorevole che fanno questo
Le virtù della disciplina di bilancio
E poi però nella nel nelle nelle troika e che sono uno spot ad Atene Nicosia Lisbona eccetera si dice che
La voce del dal Fondo monetario internazionale sia quella che picchia e più più duro su tutti Paesi e quindi anche lì forse c'è un problema di sintonia
Interno ma le le istituzioni hanno anche questo è molto simpatico
E io credo
Questo poi era argomento di interessanti dibattiti nei G otto e nel G venti dove il Presidente Obama era sempre molto curioso del delle posizioni tedesche sulle questioni macroeconomica eccetera
Un po'di difficoltà
A capire le posizioni così
Rigorose del della Germania e io credo che
Che ogni tanto commerci spiegano gli economisti un po'di disavanzo fatto in certi modi eccetera possa servire
Ma credo che sia bene che gli enti che che l'Europa esca dall'abitudine mentale di pensare al disavanzo come soluzione di certi problemi
Per esempio interessantissimo mi lego a quello che era la sua domanda di prima che cosa fare adesso che l'Italia esce dalla dal dalla posizione di disavanzo eccessivo me finalmente si può fare un po'più di disavanzo questa queste
è il riflesso mentale no sia pure un po'meno
Con un po'meno noti piacere
Perché si sa che non è più in infrazione di una regola ma si può farlo in faccia un po'di tipo
Per la per la disoccupazione giovanile che è l'argomento del giorno e che è drammatico perché mai ci vorrebbe più disavanzo pubblico
Quando quello è un tema o più soldi europei naturalmente aiuterebbero impone arriveranno ma quello è un problema di competitività
Complessiva
Di un Paese e e quindi anche di regole e pratica del mercato del lavoro in tante altre cose e dentro quello il problema dei giovani è di nuovo in gran parte un problema strutturale
In Paesi come il nostro dove ci sono potenti corporazioni che si dedicano a proteggere chi è dentro a cercare di tenere abbastanza fuori chi fuori quindi
Insomma io credo che qualche va e per cui secondo me la non è un compromesso ma è una soluzione
Logicamente economicamente sostenibile quella di dire non c'è bisogno di disavanzo pubblico per gestire un'economia se non nella misura in cui serve
Da quel quell'indebitamento del settore pubblico per finanziare seri Investimenti
Che i francesi chiamerò impero porto ero da venir e che noi possiamo semplicemente chiamare produttivi perché anche il settore pubblico può fare investimenti produttivi
Sì no volevo
Fare
Montare una piccola cosa al pubblico perché Mentucci economisti cui sono primi altissima mi
Colpisce in Francia per esempio
Nel trattato l'obiettivo e il consultare quindi il pareggio di bilancio
Siamo contenti o di essere tra vero e mi
Mai nostre per cento non siamo al pareggio
E come buco nero con i miei figli e si o dieci o
Ogni cemento mezzanotte cominciano a considerare che io ho detto cominciamo a negoziare a mezzanotte e dunque
Siamo ancora
In una zona molto pericolosa e io sono assolutamente d'accordo su se se la la spesa pubblica bastasse per avere la crescita la Francia stare in Iraq la Cina
Ma abbiamo una scuola che non è abbastanza giusta che non dalla formazione necessaria abbiamo dei problemi nel mercato del lavoro non abbiamo fatto la riforma della salute eccetera eccetera dopo tutte queste cose
Anche qui siamo tra undici e mezza a mezzanotte
Penso che
C'è molto da fare
Qui ci voleva intervenire sì volevo dissentire visto se no è purtroppo omogenea
Sono d'accordo che i problemi di lungo periodo sono problemi di competitività e non si possono affrontare con il disavanzo pubblico però c'è una parte della narrativa sulla crisi europea che qui non è stata sufficientemente ricordata
E un elemento
Scusate
Di è dovuta anche nominano al
Quello che largamente a finanziarlo oramai integrazione finanziaria
A diciamo che il la lite grazie finanziaria ha creato movimenti di capitale che si sono in qualche modo che hanno creato un eccesso di credito in Paesi con istituzione fragile quindi
Diciamo una inerente fragilità e instabilità di un'area che si era dato appunto su uno strumento quello della integrazione finanziaria tenta darti altri
Che era appunto dei meccanismi di risoluzione nel momento in cui appunto quando la crisi arriva e quando le istituzioni sono troppo Pitruzzella eccetera
Quindi questa parte della narrativa che secondo me molto importante io credo che la crisi europea in alcuni aspetti sia soprattutto il frutto di questa giusta mi di questo di questo meccanismo e per queste ricordavo importante
A cui Mario non ha voluto rispondere perché è un attore che si era già vista
E credo che quindi rispondere a questo tipo di problema semplicemente dandoci delle regole molto strette
Che ICI ci rendono virtuosi ma incapaci di reagire Idis di trovare la soluzione giusta quando il problema si presenta
E credo che a questo punto c'è c'è anche un problema di di di di comprensione intellettuale di questo meccanismo di vini di dibattito di due anni non siamo tutti d'accordo su queste cose qui
Molta parlando diciamo con i miei colleghi le banche centrali ma o quegli stessi economisti accademici ci sono diverse posizioni
E e quindi credo che ci sia anche un problema di chiarire di che tipo di crisi stiamo parlando
E quando ti perché io ho sentito ultimamente Schäuble parlare mi ha molto impressionato perché appunto questa visione di lungo periodo il problema è la politica dell'Europa eccetera
è giusto però bisogna anche capire che l'abbiamo messo insieme i Paesi molto diversi e quindi che il che la che l'integrazione finanziaria
A ha portato ad una volatilità e ad una in parte noi stiamo vivendo una crisi bancaria ora
A cui dobbiamo andare a vedere delle risposte di tipo europeo in non si può continuare a dire da chi città uguale a zero perché questa non è la risposta per quella crisi se posso chiedere una cosa lei non pensa che
Il fatto che è stato creato adesso
O il macro economiche in balance dunque la Commissione non guarda sono al deficit del debito ma anche
A
Un scorporo con con indicatori con me i costi del lavoro
Punto tantissime cose che hanno da vedere con l'economia reale finanziaria e poi tutto quello che
Cerchiamo di fare non siamo arrivati alla fine ma
Sul settore bancario il fatto se un giorno c'è davvero una supervisione almeno per la zona euro
Questo direi non è nel nel campo del patto di stabilità di ieri ma entrato mi impone il dibattito no aziende secondo me entrato troppo
Poi sulle banche non è stato fatto quasi niente in euro parte si vede che appunto una delle ragioni per queste secondo me gli Stati Uniti non hanno avuto questa seconda crisi e non l'abbiamo avuta
E perché hanno affrontato il problema delle banche subito dopo la crisi del due mila otto le banche italiane invece questo proprietaria
Scusate tra l'altro non posso fare le banche italiane offrendo al pettine di UniCredit alle banche europee
Non l'hanno ancora affrontato questo problema lo lo affronterò semplicemente di minuti diminuite diminuendone dalla del
Faisal verbale scelte
E quindi creando e aggravando il credit crunch quindi insomma questi sono problemi europea nel non sono indiani hanno risolto il Bigley parte hanno hanno fatto ci hanno fatto degli stress hanno trattato preda delle banche il modo più tempestivo di noi
Quindi l'Europa in qualche modo rigorosa e per certi Bestetti ma molto molto invece non rigorosa su tutti gli aspetti del della della regolamentazione finanziaria
E lì io credo che ci stia per dirla alla romana non sgangherato un inciucio
Tra le banche del nord e le istituzioni fragili del sud e questa è la storia
Della crisi finanziaria spagnola come di quelle renderebbe
Quindi ma insomma siamo rigorosi che in un certo punto forse dovremmo come dire cercare di
Sono
Sono pienamente d'accordo e
Aggiungerei questo non è direttamente
Politica economica europea hanno avuto come sappiamo un impatto enorme che si è
Composto con Pandev con quanto è stato descritto il fatto che i mercati allora
Utilizzati o prima di vini giacché poi demonizzate i
Purtroppo sono venuti meno per otto nove non so quanti anni alquanto al minimo che uno può attendersi dalla funzione disciplinante di un mercato
Se non fossero
Stati così creduloni per tanti anni dopo l'inizio dell'Europa da pensare loro mercati e da far pensare politici
Che il debito del Portogallo il debito della Germania fossero la stessa cosa probabilmente tutti i processi di aggiustamento sarebbero iniziati prima sono particolarmente d'accordo sul fatto che il rigore è molto asimmetrico cioè siccome nella cultura del Paese dominante della parte settentrionale d'Europa in questa fase di costruzione poi d'infanzia dell'euro
Lo spauracchio era
Anche c'è sicuramente il disavanzo del debito pubblico lui si sono costruiti strumenti su strumenti di vigilanza eccetera il
Al Trattato di Maastricht l'patto di stabilità il
Si spacca il fiscal compatta eccetera eccetera ancora c'era qualcuno a un recente Consiglio europeo che quando si è cominciato a parlare dei contratti ce l'avrà indispensabile
Che sarebbero da stipulare tra la Commissione che i singoli Stati membri li vedeva ancora destinati a rafforzare la vigilanza
In materia di disavanzo pubblico finito in alcuni Stati membri hanno proprio avuto una relazione abbastanza violenta dicendo no grazie su quel fronte basta passiamo a incentivare altre cose come le riforme strutturali
A proposito della mancata integrazione
Finanziaria e più recentemente della disintegrazione finanziaria
Credo anche che bisognerebbe rimettere in valore in uso e usare
Drasticamente cose che sono nel trattato come le procedure di infrazione per intero mercato interno non ha senso che ci siano procedure così iper disciplinate che ben funzionante in materia di
Una violazione
Del disavanzo da di una regola del disavanzo pubblico
Mentre in materia di violazione delle delle regole del mercato interno
Occorrano due tre quattro anni
Perché prevalga la norma europea di fronte allo Stato membro riluttante e spesso sono anche io qualche volta ho pensato che e detto
Che la Commissione potrebbe
Aprire procedure di infrazione contro le autorità nazionali di vigilanza
Che sono tenute anche esse al rispetto delle regole sul mercato unico ma che spesso fanno
Prendono delle decisioni che mi sembra
Quel settore se posso aggiungere una cosa quando abbiamo avuto il rapporto dovrà corsie all'inizio a fine due mila nove e l'inizio di questa legislatura
Il Parlamento ha cercato di mettere l'Unione bancaria già all'ordine del giorno del giorno e
Abbiamo fatto una battaglia per raggiungere
Perché a quel momento l'Istat inizia avevano già cominciato e qui devo dire che
I Paesi del sud include in Francia non sono
Non sta né in altri Paesi ci sempre questo questo questo lamento contro la Germania i Paesi potenti ma quando c'è un'opportunità di fare delle cose insieme
Io i ministri coraggiose e mi dispiace ma non li vedo né nel sud né altrove dunque ogni tanto trovo che
Interessa si direbbe uniamo l'arma gli ammalati ma sul sull'Europa sul fatto che siamo i polli povere vittime
Ma io il davvero l'impressione che utilizzare di più
La la possibilità non è che il Parlamento è un luogo dove ci sono dei geni ma la possibilità del dibattito pubblico al Parlamento europeo
Per fare entrare delle cose sull'agenda dell'Ecofin farlo in questo senso
Per esempio per le banche europeo avrebbe avuto un impatto concreto molto più presto e poi in pochi poteri che la European Banking Authority anni le sue mani che e Andrea reale cercato di utilizzare
Sono venuti piuttosto che la battaglia che abbiamo dovuto fare contro imponendogli chi c'era un di voler avere una supervisione perché io rispetto chi e contro
Sono contro dicono siamo contro il fanno la battaglia contro la cosa devo dire che non sopporto più e di avere di fronte di me i ministri e ti fanno dei beni e dichiarazione in generale
Diffida Nusco mi diciamo in francese
E poi
Quando è il momento di di dare il potere in per esempio
Di di andare contro le autorità nazionali risolve niente perché no hanno fallito non hanno fatto le cose giuste eccetera
O sono rimaste molto nazionale per una banca come come Dexia
Manzotti
In quel momento
Non c'è più nessuno e poi poco dopo andranno a mano
Guarda adesso abbiamo inventato non hanno né bancaria sono molto rispettosa del risultato del Consiglio di giugno l'anno
Corso ma abbiamo perso più di due anni da ma non solo ma io credo che dopo Cipro dobbiamo interrogarci su che cosa sarà il futuro perché Cipro segna cambio di paradigma evidente
Si passa ai al Vera hotel Benigni c'è stata una prima proposta totalmente demenziale addirittura di tassare i risparmiatori su trecento mila Euro no su proposta cipriota abbiamo saputo potere cronache ma insomma questo segna un cambiamento enorme
Anche nel in questo percorso di bancaria o no cioè che cosa sta pensando di fare per miei su questo
I cantanti risparmiatori
è anche lì c'è una contraddizione perché non ce n'è più nessun tipo di solidarietà ovviamente si
Il c'è come funzionerà costruzione societaria in tutto un problema
Quando i ministri sono i primi a non rispettare la legge europea perché questa regola dei cento mila euro voi hanno detto non è prendere i soldi mi posi uditori e una tassa
Hai la stessa cosa dunque è la ragione anche per quale l'abbiamo fatto questa protesta
La spiegazione è dato dai dai serbo anche non può dire niente è piuttosto di ogni rende gli atti e che
è stato il Governo di Cipro a insistere su questo per non fare fuggire gli investitori non tante
Ci sono domande
Una
Pendere Itri uno di
Due che in fondo anche i loggionisti Cisa
Interventi

Latitano lenta dallo distacco
Sì buonasera o lo farà domanda al professor Monti
Mi sembra che questa sera comunque si sia parlato poco del problema principale dell'Europa che la disoccupazione i i dati di oggi di questa
Statistiche ci dicono che siamo già giunti al dodici per cento
Se
Pensa
Forse che ci sia un un evidente problema di domanda aggregata sul mercato oggi cioè le imprese chiudono giornalmente
Non c'è una domanda aggregata che possa stimolare
Le risorse a disposizione perché di risorse a disposizione ce ne sono tante e questo a mio avviso potrebbe
Anche farà allentare il discorso sulla sull'inflazione superindice sulle sulle la paura dell'inflazione
Forse quindi non sarebbe opportuno ripensare che il problema appunto possa dipendere dalla domanda aggregata magari quella pubblica la spesa
Pubblica
E di conseguenza allentare parametri sul sui tempi città statali perché
Avendo diciamo in chiara evidenza un'evidente e sotto utilizzo di risorse sia di persone disoccupati che in prese che quei macchinari fermi
Forse il pericolo di inflazione abbastanza limitato compreso per un pochettino un un un'opinione del professor Monti su questi e su questo aspetto grazie proviamo a far parlare della sopra
Sindaco notazione non c'era il microfono tra propria
Forse
La sentite vediamo ma sentiamo se no legalità
No
Capacità
Non è
Lei
Cosa o no
Benissimo
Quantomeno
Grazie grazie mille prima tenta domande poi fece un team primo giro di risposte poi faccio neanche
Sii buona sera nominato mandato espresso Monti e
Mi ricollego a quello che hanno detto gli altri due
Le altre due persone che sono intervenute prima
Anche nel libro si parla della
C'è un articolo del trattato che e contiene una promessa di prosperità
E di piena occupazione
Diciamo con l'adozione dell'euro chiaramente i problemi diciamo di scarsa competitività non si possono
Non sono più risolvibili attraverso la la sull'attuazione del cambio ma
Diciamo i differenziali competitività dovrebbero essere colmati con le riforme strutturali
Di cui ha parlato oggi anche il Governatore della Banca d'Italia di cui a cui ci richiama ancora una volta la
La Commissione europea riforme strutturali che
Il il suo Governo aveva
Diciamo iniziato abbia aperto una serie di cantieri ora però
Si tratta di riforme molto scomode
Cioè la riforma del mercato del lavoro è una riforma sulla quale
Sa il consenso delle parti sociali non c'è stato ma anche su tutte le altre riforme
C'è stata una grande difficoltà da parte del
Anzi la non volontà da parte di dei dei partiti politici di
A veicolare
Presso l'opinione pubblica la necessità di questo tipo di riforme
Perché perché prevale la veduta corta prevale procedura diciamo così la tirannia del breve termine
E
Anche l'élite culturali sono state molto attente a differenziarsi
Tra di loro ma non si sono fatte promotrici nel nel nostro Paese in Italia di un progetto condiviso di riforma
Il Governo attuale non mi sembra diciamo le dovrò Monti nei primi venti giorni a varò il salva Italia questo ha sospeso l'IMU
Quindi non voglio o anche
La la il giudizio ne viene di conseguenza
Alla domanda come si fa a
Creare nel nostro Paese una costituenti favorevole alle riforme strutturali visto
Che per rimediare all'occupazione alla alla a ai gravi problemi che ci affliggono
è necessario per noi comunque elevare stabilmente il potenziale di crescita dell'economia perché altrimenti
Anche lei diciamo le azioni di stimolo della della della della domanda aggregata sono come benzina gettata in un motore che che non riesce a
Anna andare a pieno regime grazie
Vorrei naturalmente sollecitare anche le mie colleghe contributo queste risposte
Sono molto complementare le domande credo che ci sia un problema di carenza di domanda aggregata e credo che ci sia un problema di riforme strutturali
Il problema di carenza di domanda aggregata c'è sicuramente
In Europa
Ovviamente l'Italia non poteva contribuire in questi anni di cura intensa a creare lei domanda per il resto del mondo dell'Europa
Altri paesi in posizione più solida avrebbero potuto farlo di più
Credo che la Germania dopo le elezioni tedesche si appresterà a farlo di più anche spero con una
Maggiore apertura liberalizzazione del proprio grande mercato domestico dei servizi che avrebbe un notevole potere diretto indiretto di attivazione di produzione da parte di altri Paesi europei nel caso dell'Italia
Sicuramente servirebbe maggiore domanda perché imprese soffrono sprecare Enza di domanda interna
C'è però insomma il problema della competitività che forse si staglia come come ancora più importante perché ci fosse un grosso impulso di domanda
Non è detto che andrebbe ad essere soddisfatta dall'offerta di beni e servizi di produzione italiana finché non si va ad aggredire maggiormente forme
Degli stemmi strutturale dell'economia per rispondere
Alla domanda del del giovane
Che
Io
Sentire prima una cosa brevissima ma che non si dice poiché credo che sia vera
Gli economisti tutti del dettato parla si parla sempre delle generazioni future
Ma cosa molto amara e che i giovani italiani di oggi sono le generazioni future rispetto a quegli anni premasticata reintegrazione europea eccetera
Nei quali Italia faceva tranquillamente il dieci dodici quindici per cento di disavanzo pubblico sto in percentuale del PIL all'anno senza neppure che questo fosse oggetto di dibattito pubblico
Le generazioni future sono arrivate sono gravate da poderoso debito pubblico che limita moltissimo i margini di libertà pelle politiche economici e per l'Italia più che per altri Paesi
E
Questa incombenza del debito pubblico tra l'altro è la ragione per la quale a differenza dei miei colleghi di Spagna
Francia e altri non ho chiesto la proroga perché l'Italia verso un po'più di tempo perché noi viaggiamo con un'ipoteca sopra la nostra testa molto pesante
Io credo che se non sì
Più
Fa di più sul tessuto piano delle riforme strutturali
Del lavoro
Della maggiore concorrenza nei mercati ovviamente del peso e del costo della burocrazia
La situazione dei giovani italiani non migliorerà ma credo che non possono essere fatte queste cose e non possa migliorare a loro situazione
E quindi c'è
La prospettiva di dover andare all'estero in alcune zone del Paese di dover
Arricchire
La manodopera di industrie che preferiremmo non avere perché
Sono di criminalità
Credo che tutto questo non potrà succedere se non ci sarà un cambiamento di mentalità
Lo so che chi si occupa di governo di politica guai se parla di cambiamento della mentalità perché noi italiani piace essere così come siamo e siamo migliore degli altri
E
E questo io credo e e se non si riuscirà a trovare qualcuno ha parlato di tirannia del breve periodo un po'più di responsabilità nel comportamento dei
Dei partiti che diano
Poco meno peso nelle loro scelte
Alla Prost
IVA
Del
Del
Volto
Chiede la terza domanda
Le riforme strutturali sono molto difficili definitivi partire come si fa questa domanda chiave come si fa
A creare le constituency a favore delle riforme strutturali fiocco risponderei da da dilettante che però si è trovato a misurarsi con questi problemi ci vuole contemporaneamente un'azione culturale
E un'azione di ingegneria politica
L'azione culturale richiede tempo e la cosa più importante
L'ingegneria politica a mio parere quella
Maggioranze e governi a spalle larghe
Ecco perché
Io sono convinto che vedremo sempre più grandi coalizioni di un tipo di un altro all'opera io per l'Italia sostengo questo modello da quando me ne occupavo come
Autore di articoli sui giornali l'ho praticato con una grande coalizione espressa a livello parlamentare e non è un livello di partecipazione al Governo
Vedo con favore la grande coalizione di nuovo in opera ma vorrei sottolineare
Tre volte
Che cosa grande coalizione secondo me condizione necessaria
Ha però senso in Paesi che hanno
Gravi Commissioni come Alitalia tuttora
Se viene visto come modo di bilanciare i sacrifici richiesti alle diverse constituency distinte destra di centro di sinistra
E non come modo per bilanciare i favori che si fanno aveva un tra le altre altre costituirsi perché se no non c'è bisogno di una grande coalizione credo e spero ma occorrono ancora conferme e credo che dovranno venire presto
Che il Governo letta si muova in questa prospettiva e non invece in quella di
Bilanciare favore e un segretario di un partito della maggioranza ha detto recentemente riforme strutturali sì ma solo quelle
Che incontrano il favore di tutti i partiti della coalizione no allora non c'è da nessuna parte costruire dei pacchetti come abbiamo cercato di fare mettendo
Da una parte la riforma delle pensioni che dispiaceva alla sinistra dall'altra parte
Liberalizzazioni che curiosamente sono in Italia dispiacciono alla destra
E
Maggiore in base anche è vero maggiore enfasi alla lotta contro l'evasione che dispiace più a destra che a sinistra e abbiamo fatto mandar giù un bocconcino amaro il pacchetto però è stato deciso
Qui si era sentito volesse intervenire su questo fino a breve mente io penso che è vera una cosa cioè che l'Italia anche una situazione molto sui generis rispetto ad altri Paesi europei perché non gli anni della boom
Non abbiamo fatto nessun boom non abbiamo cambio cresciuto in cui siamo cresciuti intorno all'un per cento quando la Spagna cresceva altre mezzo al quattro per dieci anni quindi diciamo quando poi è arrivata la crisi ci siamo ritrovati
Ad affrontarla avendo avuto vent'anni direi di declino e uno stock del debito molto elevato
Quando si ha uno stock del debito molto elevato c'è poco da fare
Però questo non significa che io credo che la risposta che Mario tu hai dato
è la capisco però
Secondo me insufficiente per rispondere alle domande che ci hanno posto
Perché noi siamo una situazione di emergenza nel situazione in cui una grossa parte delle nuove generazioni sono completamente fuori dal mercato del lavoro e con una di fronte a una situazione di emergenza bisogna rispondere
Con l'emergenza e qui purtroppo però l'Italia da sola non ce la può fare quindi io credo che l'Europa deve affrontare il problema di come anch'
Di deve affrontare il problema dello stock del debito per noi
Sostanzialmente pubblico per altri Paesi privato però il peso di questo stock del debito il fatto che le politiche monetarie non funzionano per le ragioni che abbiamo detto le politiche fiscali non si possono utilizzare
Perché il binario stretto del rigore cento cc mette in una prigione che non non è più compatibile
Con la democrazia per rifiuti al tema iniziale quindi io credo che la risposta la capisco ma secondo me è insufficiente cioè c'è una dobbiamo dare un senso di urgenza e di drammaticità
Al problema del mercato del lavoro che in Italia come nel resto siccome negli altri Paesi del sud però per e a questo punto molto al di là anche delle aspettative di
Non solo mie ma insomma di quelle delle istituzioni internazionali eccetera bactero che è continua hanno abbagliante sulle sue previsioni del P.G.T.
Raffaele Stati Uniti altresì fare un esempio perché vedo bene cioè prendersi cura del debito pubblico privato e ci sono state ci sono varie ipotesi
Ma come vedresti per esempio una misura con l'appoggio dell'Europa sul debito sullo stock del debito pubblico italiano generare
Nel breve tempo richiesto dall'emergenza e più posti di lavoro per i giovani ma io intendo intento che in generale diciamo il fatto che l'Europa non a non diciamo che è arrivata tardi ad affrontare il problema della possibilità della ristrutturazione vediamo la Grecia che non invece ci siamo
Cerca tra che mette la ristrutturazione delle toghe ecco che è fatta
Ma con grande ritardo
Ho l'Italia io vedo perché andiamo verso una situazione Dio voglio toccare legno però è possibile che l'Italia vada verso una situazione di non sostenibilità qui dobbiamo avere gli strumenti per per liberarci da questo peso
E quindi diciamo mettere dare un po'dichiarata l'economia cioè ridare perché il debito Petra e soprattutto o quando c'è il debito e quindi le un'unica cosa che la gente può fare liberarsi del debito e quindi non spende
Andiamo verso una situazione molto Smelzo in quella giapponese direi no cioè nel binario quindi limite cioè di distesa insufficiente liberarsi di un po'di debito pubblico per poterlo sfatto possa non voglio essere ironico
Può avere senso l'operazione possa crearne di nuovo facendo spesi meglio ma è un crescendo cioè di io credo che che ti debba cresce su chi debba fare le politiche partire proprio dalla Germania però non abbiamo un meccanismo per indurla fare
A farlo
E però diciamo ci sono state altre esperienze storiche è quella del Giappone particolare insomma in cui il peso del debito
Affondare economia e rende soprattutto
O inutile cioè non non efficaci gli strumenti tradizionali che
Come la politica monetaria
Ha quindi anche tour lei gli dà la insostenibile disoccupazione giovanile di oggi in Italia almeno in parte all'alto debito pubblico creato nel corso degli anni
Il debito pubblico invece un obbligo per noi è il problema numero uno per la Spagna il debito privato comunque su ogni problema in Europa a questo punto ha impedito agli offerenti l'ottavo lo stock del debito
Io non sono un economista vorrei fare una risposta un po'più concreto a studente
Due cose la prima cosa mi colpisce sempre che in Italia nessuno vede che non ci sono più bambini in questo Paese e che forse non ex solo una questione di domanda aggregata eccetera ma
Una società nella quale non c'è un problema così li dunque prima di tutto faccette dei bambini secondo
Forse prima finire lo studio e utilizzare no ma anche vedere un po'il futuro in modo positivo
Abbiamo fatto
Il Trattato di Roma con la libertà di circolazione e in una libertà la libertà di andare altrove se il lavoro e che anche il piacere la novità altrove io direi che solo colpite rivelerà gente da un lato e essere a favore dell'Europa
E danaro se infine una figlia teneva in Germania e la fine del mondo
Non è così lontano sono molto no ma
Sono molto dinamiche poco in poco tempo fa era una berlina discussioni con giovani imprenditori tedeschi
Che si chiedevo com'era il consenso della responsabilità incredibile che cosa dobbiamo fare noi abbiamo posti di lavoro
Loro sono disoccupati come possiamo fare una cosa
Dunque non dico a tutti andati in Germania sarebbe stupido ma
Se ci sono delle opportunità altrove andate altrove Ande appena prende un po'd'area e poi dopo qualche anno tornate con la mamma grazie
Follini con il Consiglio perché la mamma sarà molto contento a vedere il processo
Questo punto abbiamo ampiamente separando le due ore quindi direi niente vi salutiamo venendo gli elementi sono assicurare Lucrezia Reichlin Mario Monti
E Marie monzesi di cura
Ricordare sono autori posso prendere in prestito fermo di un ben libera appunto dalla democrazia in Europa guardare lontano che si ricorda quaranta ancor prima cantante
Editore voglio ringrazio anche il Governo cinese grazie
Grazie