25 LUG 2013
manifestazioni

Referendum: "duran adam" davanti al Viminale contro violazione dei diritti costituzionali

MANIFESTAZIONE | - Roma - 11:10 Durata: 33 min 56 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Organizzatori: 
Player
Una delegazione referendaria di Radicali Italiani si è recata davanti al Ministero dell'Interno per chiedere una risposta alla lettera del 5 luglio con cui si denunciavano i rischi per la raccolta firme a causa del fatto che "le Istituzioni non garantiscono un adeguato servizio pubblico di autenticazione delle firme dei cittadini, impedendo o limitando in molte città la raccolta delle 500 mila firme necessarie per i referendum".

I Radicali Mario Staderini, Michele De Lucia, Marco Perduca, Marco Cappato, Caterina Caravaggi, Rocco Berardo, Antonella Soldo, Simone Sapienza, Paolo Izzo hanno
atteso per un’ora rimanendo in piedi sotto il sole con in mano i moduli dei referendum e le penne, avendo al collo dei cartelli con i nomi delle tante città dove i cittadini non riescono a fare i banchetti per la raccolta firme a causa dell’assenza di autenticatori.

Una presenza nonviolenta ispirata al "duran adam" - in turco, stare fermi in piedi - di piazza Taksim.

Tra le richieste avanzate al Ministero dell'Interno, quella di informare e sensibilizzare le centinaia di migliaia di funzionari e di amministratori locali del loro essere potenziali autenticatori, nonché l’informazione ai cittadini, attraverso i siti istituzionali dei Comuni e i telegiornali della Rai, della possibilità di firmare presso le segreterie comunali.

leggi tutto

riduci