26 MAR 2008

Intervento di Marco Pannella sulla situazione in Tibet

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 3 min 2 sec
A cura di Andrea Maori
Player
I rapporti tra le autorità cinesi e il Dalai Lama.

Registrazione video di "Intervento di Marco Pannella sulla situazione in Tibet", registrato a Parlamento Europeo mercoledì 26 marzo 2008 alle 00:00.

Sono intervenuti: Marco Pannella (parlamentare europeo, Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa).

Tra gli argomenti discussi: Autonomia, Cina, Commissione Ue, Consiglio Europeo, Dalai Lama, Parlamento Europeo, Solana, Tibet, Unione Europea, Vi.

La registrazione video ha una durata di 3 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Marco Pannella

    parlamentare europeo (Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa)

    Signor Presidente, onorevoli colleghi, settanta anni fa - non ho potuto controllare i giorni - l'Europa, quella Europa delle patrie proclamava che non poteva e non voleva morire per Danzica, quell'Europa vigliacca, quell'Europa, tutta, antiliberale anche se formalmente antifascista, fu coautrice di una delle due guerre più tragiche, delle ipoteche sulla vita dell'umanità. Oggi attraverso vie diverse non si vuole morire per il Darfur, non si voleva morire per la Iugoslavia, non si vuole morire per il Tibet, questa Europa è davvero l'Europa delle patrie. Guardate, leggete di nuovo Spinelli e leggete il manifesto di Ventotene, sentite le parole del Dalai Lama e vedrete che nella scelta dell'autonomia, nella posizione "free Tibet for free China" in quello c'è tutto ciò che ha costituito l'Europa che stiamo perdendo, l'Europa patria europea e l'Europa delle patrie della quale stiamo divenendo tristemente i nuovi autori. Allora io penso che bisogna dire che Solana poteva stare zitto - ha già cantato "vado all'inaugurazione" - e poi, altra cosa importante, il realismo del Dalai Lama e il realismo di Karma Chophel ci suggerisce di non porre il problema apocalittico del non andare alle Olimpiadi, ma un atto, quello di mancare a dare l'avallo all'inaugurazione. Noi dobbiamo dire, attraverso Solana, "sic stantibus rebus" non si va, non continuare a dare questo spettacolo vergognoso davvero che noi diamo. "For free China, for free Europe, free Tibet!".
    0:00 Durata: 3 min 2 sec