17 GEN 2001

Intervento di Marco Pannella sull'utilizzo di uranio impoverito in Bosnia e in Kosovo ("Sindrome dei Balcani")

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 4 min 11 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Marco Pannella sull'utilizzo di uranio impoverito in Bosnia e in Kosovo ("Sindrome dei Balcani")", registrato a Parlamento Europeo mercoledì 17 gennaio 2001 alle 00:00.

Sono intervenuti: Marco Pannella (parlamentare europeo, Ni).

Tra gli argomenti discussi: Armi, Balcani, Bosnia, Comunismo, Guerra, Jugoslavia, Kosovo, Parlamento Europeo, Storia, Stragi, Uranio, V.

La registrazione video ha una durata di 4 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Marco Pannella

    parlamentare europeo (NI)

    Signora Presidente, onorevoli colleghi, nel 1950 avevo vent'anni e una campagna era esplosa nel mondo intero, in Europa, nelle nostre università, nelle scuole - tentarono e non riuscirono, allora, ad entrare nelle chiese - ed era la campagna contro Ridgway, il "generale Peste". C'era la guerra portata dagli americani, dagli occidentali, dai capitalisti in Corea, contro i diritti coreani, e tutto l'apparato comunista, tutto l'apparato dei buonisti, di voi comunisti buoni da cinquant'anni, dal '60, dal '70, era mosso per spiegarci che Ridgway, il "generale Peste", stava sul 50° parallelo - non c'era ancora l'Alleanza atlantica in esercizio nell'Estremo Oriente - e stava usando le armi chimiche e batteriologiche per difendere la società ingiusta e capitalista che opprimeva il Terzo mondo e il proprio proletariato. Compagni comunisti, compagni socialisti che allora avevate i Premi Stalin della pace nei momenti importanti, nel '50-'53, qualche papista tremolante di una parte o dell'altra, vorreste darci per favore un momento di moratoria nei vostri moralismi a posteriori , nel vostro chiedere costantemente conto? Lo avete fatto poco. Certo i bombardamenti di Dresda, nella Grande guerra, sono stati qualcosa di forse non necessario e di criminale, ma la verità è che voi su questo non insistete: deve essere in causa sempre lo schieramento comunista, lo schieramento del vostro pacifismo. Allora, un Parlamento europeo che adesso si trova dinanzi ad una mozione con la quale chiede una moratoria di questo tipo è vile, imprudente, antidemocratico e poco serio: antidemocratico, intanto, perché non tiene conto degli impegni sollecitati dai parlamenti e dai governi quando sussistevano stati di necessità. Aspettiamo con urgenza di sapere la verità scientifica su queste armi, ma se fossero state usate per impedire che Vukovar fosse rasa al suolo, come lo fu, in Croazia avremmo risparmiato la vita di decine, di centinaia di migliaia di bosniaci, di kosovari, di serbi, di altri. Per questo quindi la ringrazio, signora Presidente, e attendendo la verità che dovrà essere accertata contro la nostra tendenza a violarla e a violentarla... (Il Presidente interrompe l'oratore)
    0:00 Durata: 4 min 11 sec