07 FEB 2002

Intervento di Emma Bonino sui diritti delle donne e pari opportunità nei paesi mediterranei

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 10:24 Durata: 2 min 36 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Emma Bonino sui diritti delle donne e pari opportunità nei paesi mediterranei", registrato a Parlamento Europeo giovedì 7 febbraio 2002 alle 10:24.

Sono intervenuti: Emma Bonino (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Arabi, Diritti Civili, Discriminazione, Donna, Integralismo, Islam, Mediterraneo, Pari Opportunita', Parlamento Europeo, Religione, V.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Emma Bonino

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, in tutta questa relazione, di cui ringrazio la collega Kratsa, c'è, a mio parere, una lacuna, un tabù, una parola sottaciuta - ne capisco la sensibilità - senza la quale, però, non possiamo affrontare il problema di fondo né collaborare con i gruppi di donne che in quei paesi si stanno battendo per la loro emancipazione. La parola che manca è "religione", cioè Islam e utilizzo politico dell'Islam da parte del potere costituito.Il problema centrale dell'emancipazione o liberazione delle donne in quei paesi - come lo è stato nei nostri, per molto tempo - è l'equiparazione tra religione e politica, l'equiparazione in base alla quale i codici della Sharia sono e diventano sempre di più l'unica base legale delle leggi che riguardano la condizione della donna in quei paesi. Tutto questo non c'è, e ne capisco la difficoltà, ma temo anche che la nostra mancanza di coraggio non aiuti i gruppi di donne che in quei paesi, da sole e coraggiosamente, cominciano a porre il problema della separazione tra il potere religioso e il potere politico. Le leggi più importanti che riguardano le donne sono quelle che vengono chiamate le leggi dello Stato civile. Ebbene, tutte quelle che codificano - ripeto, codificano - la discriminazione delle donne sono tutte, seppure in forme diverse, diretta discendenza dell'interpretazione del Corano. Ci sono donne là che si battono per la separazione dei poteri; ci sono donne che si battono per una revisione modernista del Corano. Tutto questo non appare per niente in questa relazione, dove vengono enumerate le conseguenze ma non viene affrontata la causa. Me ne dispiace, perché credo che siamo noi stesse un passo indietro rispetto a loro.
    10:24 Durata: 2 min 36 sec