07 OTT 2013
intervista

L'Irlanda boccia il referendum per l'abolizione della Camera alta, intervista al prof. Cirò Sbailò

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo - RADIO - 12:59 Durata: 11 min 58 sec
Scheda a cura di Guido Mesiti
Player
Il parlamento irlandese resta bicamerale, il Senato non sarà abolito.

Questo l’esito del referendum che ha visto la partecipazione di meno di 4 elettori su 10.

Il No ha totalizzato quasi il 52%; il sì poco più del 48%.

Un risultato a sorpresa che vede sconfitti i partiti di governo.

La soppressione del Senato faceva parte di un piano di tagli che, secondo i sostenitori del sì, avrebbe fatto risparmiare 20 milioni di euro all’anno.

Cifre contestate dai repubblicani.

Il Senato irlandese esiste da novant’anni ed è stato abolito già una volta, negli anni '30.

È composto da 60 membri che
vengono scelti da un corpo di grandi elettori, non direttamente dai cittadini.

Ha una funzione legislativa molto limitata.

Cirò Sbailò è docente di diritto pubblico comparato ed è autore de "La rappresentanza mite.

Le seconde camere e le democrazie parlamentari".

leggi tutto

riduci