22 OTT 2013
intervista

Israele, elezioni municipali. Le sfide a Gerusalemme, Tel Aviv e Nazareth. Intervista a Francesca Paci (La Stampa)

INTERVISTA | di Ada Pagliarulo - RADIO - 11:22 Durata: 22 min 53 sec
Scheda a cura di Guido Mesiti
Player
A Gerusalemme sfida interna al campo della destra: Nir Barkat (sindaco uscente) versus Moshe Lion.

Lion ha il sostegno degli ultraortodossi, che rappresentano circa un terzo degli abitanti di Gerusalemme.

Una sfida anche per gli ultraortodossi e il Partito Shas, che ha perso il suo fondatore da poco, il rabbino Ovadia Ypsef.

Barkat descrive Gerusalemme come una città 'plurale', Lion si presenta con lo slogan 'i residenti innanzitutto' e si propone di fermare l'esodo dalla città.

Avidgor Lieberman, leader di Israel Beitenu, sostiene lo sfidante Moshe Lion e punta ad un rimpasto di governo.

I
palestinesi confermano di voler boicottare il voto.

A Tel Aviv la sfida è interna alla sinistra: il sindaco uscente, il laburista Ron Hulday, si confronta con Nitzan Horowitz, esponente della sinistra radicale.

Horowitz, candidato sindaco dichiaratamente gay, ha fatto campagna puntando sulla lotta alla povertà, i diritti della classe operaia e dei lavoratori immigrati dall'Africa.

Nazareth: il sindaco comunista e cristiano Ramiz Jaraisi ha come sfidante la parlamentare Haneen Zoabi.

Musulmana non praticante, si presenta come candidata del partito nazionalista arabo Balad ed ha preso parte alla spedizione della 'flottilla' per forzare il blocco di Gaza.

leggi tutto

riduci