29 MAR 2000

Intervento di Marco Cappato sul gruppo «Asilo e migrazione»

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 2 min 29 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Marco Cappato sul gruppo «Asilo e migrazione»", registrato a Parlamento Europeo mercoledì 29 marzo 2000 alle 00:00.

Sono intervenuti: Marco Cappato (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Anziani, Asilo Politico, Clandestinita', Criminalita', Demografia, Economia, Europa, Immigrazione, Onu, Parlamento Europeo, Unione Europea, Usa, V.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Marco Cappato

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, congratulazioni al relatore, nessuna congratulazione invece per quest’Unione europea perché, quando affronta il problema delle libertà pubbliche, lo sa fare prendendo soltanto l’aspetto repressivo dei problemi e non altro. Sono quindi, a maggior ragione, contento che nella relazione sia inserito il riferimento all’importantissimo studio delle Nazioni Unite, appena pubblicato, sull’immigrazione di sostituzione, perché questo studio espone dati che non possono non preoccuparci e che dimostrano l’inesorabile processo di invecchiamento e di declino demografico in atto: in Europa la popolazione diminuirebbe del 12 per cento nel giro di 50 anni, nel caso in cui i flussi di immigrati rimanessero gli stessi di oggi. La conseguenza della diminuzione del tasso di fertilità e di mortalità è il dimezzamento del rapporto lavoratori/pensionati: da quattro lavoratori per pensionato a meno di due nel 2050 nell’Unione europea, che porta con sé l’esclusione della spesa pensionistica e sociale di fronte ad un declino verticale delle entrate fiscali. Queste considerazioni non possono essere eliminate da una seria politica sull’immigrazione, perché di fronte a questa ecatombe demografica e presto economica bisogna proporre politiche di immigrazione liberali, antiproibizioniste, attente alle necessità economiche e alla domanda del mercato del lavoro, in opposizione alla politica proibizionista e protezionista, nazionalista, etnica, disumana, applicata oggi in Europa, il cui unico risultato è stato finora la criminalizzazione degli immigrati richiesti dal mercato del lavoro e la consegna degli immigrati illegali nelle mani della criminalità, a partire dall’organizzazione della loro entrata nel territorio europeo fino poi al loro coinvolgimento nel lavoro nero e nelle attività illecite. Per concludere, Presidente, mentre gli Stati Uniti trattano con le università indiane per avere i migliori laureati delle nuove tecnologie, l’Europa invece preferisce trattare con il regime talebano per vedere come restituire un po’ di donne perseguitate da quel tipo di regime.
    0:00 Durata: 2 min 29 sec