04 LUG 2000

Intervento di Marco Cappato sulla tratta di esseri umani

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 2 min 34 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Marco Cappato sulla tratta di esseri umani", registrato a Parlamento Europeo martedì 4 luglio 2000 alle 00:00.

Sono intervenuti: Marco Cappato (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Clandestinita', Consiglio Europeo, Controlli, Cooperazione, Europol, Immigrazione, Lavoro, Onu, Parlamento Europeo, Polizia, Proibizionismo, Tratta Di Esseri Umani, V.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Marco Cappato

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, nel porto di Dover sono controllati meno del 5 per cento dei camion in arrivo e in transito, e perquisiti ancora meno di quel 5 per cento. Allora, cosa dobbiamo fare? Dobbiamo, ovviamente, rafforzare i controlli, rafforzare la presenza della polizia, moltiplicare quindi per venti per avere delle garanzie di controllo? E le risposte da parte del Consiglio sono sempre le stesse, sono sempre quelle: EUROPOL, EURODAC, cooperazione di polizia. In rappresentanza del Consiglio, signor Ministro, lei ha detto che sono due cose separate: la politica sull'immigrazione è una cosa e la lotta contro la criminalità dell'immigrazione clandestina è un'altra cosa. Questo non può essere vero, non è vero, e mi pare che anche gli interventi di questo Parlamento le dicano che non è vero. Questo Parlamento si appresta a votare un testo di compromesso - spero che lo faccia - un testo che individua la correlazione diretta che esiste tra la restrizione all'immigrazione e i profitti che la criminalità organizzata trae da questo traffico, perché questo risiede proprio nel meccanismo della proibizione: quando non c'è una politica di integrazione dell'immigrazione legale, quando ci vogliono mesi per avere dei permessi di lavoro, quando i rapporti delle Nazioni Unite ci dicono invece che le nostre società, i nostri paesi in Europa avrebbero bisogno di centinaia di migliaia di immigrati regolari ogni anno, che invece non possono entrare, non solo nei settori ad alta qualificazione delle nuove tecnologie ma anche nei settori della manodopera, ristoranti e servizi, quando ci si illude di proibire e di reprimere tutto, ci si trova invece travolti dalla marea dell'immigrazione illegale, criminale perché proibita, nei fatti, da queste legislazioni. Su questo aspetto io credo che questo Parlamento potrà avere la forza di esprimere una posizione in contrasto con quanto lei, signor Ministro, ha espresso in quest'Aula.
    0:00 Durata: 2 min 34 sec