13 NOV 2000

Intervento di Maurizio Turco sulla creazione di una unità provvisoria di cooperazione giuridica

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 3 min 53 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Maurizio Turco sulla creazione di una unità provvisoria di cooperazione giuridica", registrato a Parlamento Europeo lunedì 13 novembre 2000 alle 00:00.

Sono intervenuti: Maurizio Turco (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Burocrazia, Consiglio Europeo, Controlli, Cooperazione, Democrazia, Diritti Civili, Eurojust, Europol, Giustizia, Lista Bonino, Magistratura, Parlamento Europeo, Polizia, Sicurezza, Stato, Unione Europea, V.

La registrazione video ha una durata di 3 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola
versione audio.

leggi tutto

riduci

  • Maurizio Turco

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, nel corso di questa tornata siamo chiamati ad esprimerci su numerose proposte che riguardano la creazione di uno spazio di giustizia e sicurezza. Ometto la parola "libertà" per prendere atto dell'attitudine del Consiglio e degli Stati membri - ripeto, del Consiglio e degli Stati membri - a rinforzare il quadro repressivo europeo e della connivenza di questo Parlamento che, senza la dignità che un'Istituzione eletta dai cittadini dovrebbe avere, si appresta ad approvare tali proposte. Nel merito i deputati della Lista Bonino non sono disposti ad appoggiare la strategia del Consiglio che continua a nascondersi dietro proposte apparentemente minimaliste ma che creano le basi per un vero e proprio sistema giudiziario e di diritto penale e processuale europeo, ma anche di polizia e di repressione europea: un sistema che è costruito su Eurojust e il procuratore unico, la rete giudiziaria europea, Europol e la task force dei capi di polizia, il corpus juris, l'Ufficio europeo per la lotta antifrode, le convenzioni di mutua assistenza giudiziaria, ENFOPOL e così via, in quest'infinita ragnatela burocratica e di per sé antidemocratica. Anche noi, come la collega Palacio, speriamo che il provvisorio scompaia presto da questa unità di cooperazione giudiziaria, ma noi deputati radicali non siamo disposti a ripetere l'esperienza che abbiamo vissuto con Europol, quando alla costituzione dell'unità "droga" ha fatto seguito la creazione di un superorganismo in continua evoluzione ed espansione che sfugge al controllo democratico dei parlamenti nazionali ed europeo. Colleghe e colleghi, siete sicuri che i cittadini europei, i parlamenti nazionali e voi stessi volete perseguire una strategia funzionalista nei settori della giustizia e della sicurezza, che costituiscono uno dei pilastri della democrazia, o non avete forse il dubbio che alla fine le libertà e i diritti dei cittadini saranno conculcati dall'Europa invece che essere da essa garantiti e potenziati? Su questa relazione abbiamo presentato un solo emendamento, che chiede al Consiglio di chiarire qual è lo spazio di giustizia europeo che intende sviluppare e, in particolare, quale livello di armonizzazione delle regole di diritto penale e processuale si intende raggiungere, quali istituzioni e organismi si intendono creare, con quali poteri e competenze, e quale tipo di collaborazione sarà instaurato tra essi, quale controllo democratico sarà previsto e, infine, quali libertà e diritti saranno garantiti ai cittadini. Solamente quando il modello istituzionale e le regole che governeranno lo spazio di giustizia europeo saranno chiarite, sarà possibile per i cittadini e per il Parlamento pronunciarsi sulle singole misure che il Consiglio ci propone. Se non viene tracciata una rotta in vista di un obiettivo preciso e chiaro per tutti, l'Unione è destinata, a nostro avviso, alla deriva istituzionale e democratica. In virtù di queste considerazioni, noi deputati della Lista Emma Bonino, in nome di quei valori federalisti europei, liberali, democratici, voteremo contro questa proposta e la relazione in discussione. Questo accadrà nel corso di questa tornata su numerose altre proposte e relazioni.
    0:00 Durata: 3 min 53 sec